HELLAS VERONA 3-1 ANDRIA BAT: Al 4° SY prova a rovinare la festa ma nel secondo tempo SELVA (trippletta) e COLOMBO ribaltano il risultato!

Pubblicato da Smarso domenica 11 ottobre 2009 17:34, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento

Quinta vittoria dell'HELLAS VERONA che raccoglie il massimo anche contro l'ANDRIA e pur essendo stato sotto per tutto il primo tempo! Finalmente espugnato il BINTI. 'Eroe' della giornata SELVA 'LA BELVA' grazie ad una fantastica trippletta ma grandi meriti ha anche Corrado COLOMBO che, accolto a Verona abbastanza freddamente, si stà dimostrando un grandissimo attaccante: anche in questa occasione da sue giocate sono nate le reti segnate dal centravanti di San MArino. Ora i gialloblù sono soli al secondo posto perchè la TERNANA ha perso in casa contro il PESCINA VALLE DEL GIOVENCO ed il PORTOGRUARO è stato fermato dal PESCARA.


DICONO:
SIBILANO «Noi col PESCARA ci abbiamo giocato e dico che l'HELLAS e nettamente più forte, se manterrà continuità dico che non ci saranno problemi per questa squadra a conquistare la promozione. Il mio ritorno? Strano, particolare, emozionante poi l'arbitro fischia l'inizio e devi dimenticare tutto concentrandoti sulla partita...» (TGGialloblu.it)
REMONDINA3 «SELVA? Tutto bene per la trippletta ma io che lo conosco vi dico che ancora non è al 100% dal punto di vista fisico! Il 4-3-1-2 potrà diventare un'arma in più se raemo coesistere COLOMBO-SELVA ed un trequartista ad innescarli...» (TGGialloblu.it)
REMONDINA «Credo che nel primo tempo non abbiamo giocato malissimo, abbiamo preso il goal a freddo e quando vai sotto le partite diventano sempre difficili. Nonostante tutto abbiamo trovato la forza per pareggiare, soprattutto granzie all'ingresso di Colombo e Rantier. Per quanto riguarda Selva, ottimo dal punto di vista realizzativo ma credo abbia ampi margini di miglioramento dal punto di vista tecnico. Non è in perfette condizioni e allenandosi 6 su giorni su 7 non è facile trovarle» (CalcioMercato.com)

L'esultanza in Curva SudLa sintesi di VighiniL'Album di HELLAS VERONA 3-1 ANDRIA BAT


REMONDINA2 «Questa è la strada giusta. Le gare sono decise da episodi. Ci sono momenti in cui siamo devastanti, quando andiamo a cento all’ora possiamo creare buone situazioni e concretizzare» (HellasVerona.it)
CECCARELLI (allenatore dell'ANDRIA) «Meglio di così non si può fare, quattro vittore nelle ultime quattro partite anche se oggi ci siamo arrabbiati un po' tutti per il primo tempo, forse perchè c'è mancata un po' di cattiveria. Negli spogliatoi il mister ci ha dato una scossa, abbiamo preso le sue parole non come un rimprovero ma come qualcosa che ci potesse dare la carica giusta e così abbiamo fatto nel secondo tempo» (CalcioMercato.com)
SELVA (allenatore dell'ANDRIA) «Non è un Verona Selva dipendente, è un Verona che ha iniziato a giocare bene da quattro partite portando a casa quattro vittorie consecutive. Abbiamo regalato i primi 15 minuti all'Andria giocando poi fino alla fine del primo tempo un po' disordinati. Nel secondo tempo invece è sceso in campo il Verona che tutti conosciamo, abbiamo fatto la nostra partita pareggiando e poi chiudendo definitivamente la gara. Prima tripletta a Verona ma non la prima in assoluto: questa è la mia quarta!» (CalcioMercato.com)
SELVA2 «Speriamo di continuare così. Aver subìto il gol a freddo ci ha innervositi, eravamo un pò disordinati in campo. Nel secondo tempo è uscito il vero Hellas, abbiamo macinato gioco ed azioni» (HellasVerona.it)
PAPAGNI (allenatore dell'ANDRIA) «Il film del primo tempo ci consentiva di pensare ad un risultato positivo, pur subendo abbiamo sempre cercato di ripartire e abbiamo avuto sul finale un'importante occasione per portarci sul 2 a 0. Nel secondo tempo abbiamo subito la forza del Verona e la spinta del pubblico. Il Verona ha vinto meritatamente anche se sul secondo goal i miei ragazzi hanno visto un fallo» (CalcioMercato.com)

HELLAS VERONA 3-1 ANDRIA BAT: (secondo tempo) Quinta vittoria dell'HELLAS VERONA che raccoglie il massimo anche contro l'ANDRIA e pur essendo stato sotto per tutto il primo tempo! Finalmente espugnato il BINTI davanti a 13.454 paganti. 'Eroe' della giornata SELVA 'LA BELVA' grazie ad una fantastica trippletta ma grandi meriti ha anche Corrado COLOMBO che, accolto a Verona abbastanza freddamente (così come i più hanno storto il naso su SELVA), si stà dimostrando un grandissimo attaccante: anche in questa occasione da sue giocate sono nate le reti segnate dal centravanti di San MArino. Ora i gialloblù sono soli al secondo posto perchè la TERNANA ha perso in casa contro il PESCINA VALLE DEL GIOVENCO ed il PORTOGRUARO è stato fermato dal PESCARA.
45° L'ANDRIA CONQUISTA IL PRIMO ANGOLO A FAVORE e l'arbitro indica in 5 i minuti da recuperare. Sy cerca di testa MASTROLILLI ma l'azione viene fermata dai gialloblù.
26° COLOMBO SFIORA LA QUATERNA con una bordata al volo... Nel frattempo tra le file dell'ANDRIA entra in campo GIORGETTI al posto di DOUMBIA
20° ESCE SELVA per GARZON! Scroscio d'applausi per 'LA BELVA'... 4-4-2 dell'HELLAS con RANTIER a sinistra e COLOMBO a fare da prima punta.
19° PER L'ANDRIA ENTRA MASTROLILLI al posto di D'ALLOCCO
17° ANCORA GOL DELL'HELLAS! Servizio di ESPOSITO e trippletta di SELVA mentre il PORTOGRUARO ha pareggiato! Che duello in testa alla classifica...
15° ANCORA 'LA BELVA' di testa su traversone di RUSSO va a segnare ancora dopo una giocata di COLOMBO!
13° ENTRA RANTIER per BERRETTONI si metterà al centro dietro COLOMBO e SELVA presumibilmente. Cambia anche l'ANDRIA inserendo CEPPITELLI un difensore per RIZZI un attaccante, si coprono ulteriormente i pugliesi!
10° IL VERONA INSISTE ancora angolo di ESPOSITO CANGI non trova la porta ma COLOMBO davanti stà dando una grossa mano grazie alla sua fisicità...
8° GOL DELL'HELLAS: Dopo un miracolo di MENNELLA su COLOMBO insacca SELVA 'LA BELVA' sulla ribattuta
7° ANGOLO DI BERRETTONI colpo di testa di PENSALFINI fuori d'un soffio!
6° PUGLIESE PER SELVA! Niente di fatto... SELVA e COLOMBO giocano davanti a BERRETTONI, l'HELLAS gioca con una sorta di 4-3-1-2.
4° ENTRA COLOMBO per CIOTOLA
1° AZIONE INSISTITA DELL'HELLAS conclude fuori PUGLIESE... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]



HELLAS VERONA 0-1 ANDRIA BAT: (primo tempo) Il primo tempo finisce con i giocatori che si mandano rispettivamente a quel paese. Il clima è infuocato grazie anche ad un arbitro che non sembra in grado di gestire adeguatamente la gara. L'ANDRIA è passato in vantaggio grazie al potente attaccante francese di origini africane SY 21enne che, dopo un bel tiro e la deviazione di COMAZZI, ha spiazzato RAFAEL. Da quel momento è stato un assedio dell'HELLAS che però s'è infranto contro il vero e proprio muro alzato dai pugliesi a difesa della propria porta. Come sempre succede in questi casi il clima si fa infuocato sopratutto se gli avversari provocano, continuano a fare falli tattici e perdono tempo non ripresi dall'arbitro. Speriamo che nel secondo tempo REMONDINA cambi qualcosa perchè diversamente appare davvero dura... Io ci credo: AVANTI I BLÙ (anche perchè la TERNANA perde ma il PESCARA sta vincendo a casa del PORTOSUMMAGA per 2 a 0!)
48° RIZZI RIPARTE fulmineamente e RAFAEL compie un autentico miracolo! Bisogna stare attenti alle ripartenze butèi...
46° TRAVERSONE DI PUGLIESE SIBILANO mette in out, sulla battuta tiro di BERRETTONI e MENNELLA che para! Punteggio parziale della gara bugiardissimo!
45° AMMONITO RIZZI dell'ANDRIA per azione di disturbo su ESPOSITO che dovevea battere un pallone...
44° ASSEDIO DEL VERONA traversone di CANGI, calcio d'angolo, i gialloblù bersagliano l'ANDRIA ma i pugliesi 'murano' la loro porta!
37° CI PROVA SELVA DA LONTANO e trova SIBILANO che fa muro...
32° CI PROVA BERRETTONI! Nulla di fatto...
29° DOPO PROLUNGATI FALLI e gioco duro da parte dell'ANDRIA, l'arbitro non interviene, CECCARELLI protesta e si becca il giallo che lo farà squalificare in automatico per la prossima gara! Anche REMONDINA viene ripreso da questo incredibile signor Barbeno che non s'avvede nemmeno di un fallo vistoso su SELVA ma l'HELLAS c'è e conquista il 5° calcio d'angolo...
22° CALCIO D'ANGOLO PER L'HELLAS la palla va a RUSSO che la da a SELVA che tira ma trova SIBILANO che devia in corner...
16° PENSALFINI SMARCA BERRETTONI che da sinistra scarica un tiro violentissimo! Miracolo del portiere avversario...
12° PUNGE ANCORA il VERONA mentre SELVA è fuori per un infortunio ma MENNELLA fa buona guardia mentre il PESCARA vince purtroppo
10° SELVA-BERETTONI-SELVA che da a CIOTOLA palla fuori! L'Hellas c'è ma chiaramente ora i pugliesi stanno in 11 dietro la linea della palla a difendere mentre il PESCINA è addirittura in vantaggio a Terni contro la TERNANA!
4° GOL DELL'ANDRIA: Su tiro SY di devia COMAZZI e spiazza RAFAEL! E chi pensava che fosse una partita facile è subito smentito... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]





[ALTRE NEWS]
SELVA TOCCATO DURO al polpaccio contro l'ANDRIA in forte dubbio per Reggio... Ma finchè c'è 'stò COLOMBO si piange con un occhio solo anche se, ricordo, CECCARELLIdovrà scontare un turno di squalifica a causa dell'ennesima ammonizione rimediata contro i pugliesi; ma il VERONA quest'anno è molto coperto: in quel ruolo abbiamo sia ANSELMI (che scalpita in panca) che il giovane MASSONI...

I RISULTATI DEL SONDAGGIO: Giusta la previsione della maggioranza...


LE ALTRE DEL GIRONE: Il COSENZA seppellisce con quattro gol il malcapitato FOGGIA, il LANCIANO regola il POTENZA di misura mentre il RAVENNA ferma la REGGIANA. IL PESCINA va a vincere clamorosamente a Terni con la TERNANA mentre per poco non cade il PORTOGRUARO in casa: 2 a 2 con il PESCARA che alla fine del primo tempo si trovava in doppio vantaggio. Pareggio a reti inviolate fra REAL MARCIANISE-CAVESE e TARANTO-GIULIANOVA. Domani in posticipo SPAL-RIMINI. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]



[IN BREVE]
QUALIFICAZIONI MONDIALI: L'ITALIA pareggia (in extremis) in IRLANDA ed aggancia le finali dell'anno prossimo mentre l'ARGENTINA si aggrappa a PALERMO: gol al 92° e la selecciòn continua a sperare...
SECONDA DIVISIONE: Altro pareggio per la SAMBO dopo essere stata sul 2 a 0!
BASKET SERIE A: La TEZENIS VERONA vince ma che partita a NOVARA!
CALCIO FEMMINILE: Il BARDOLINO VERONA si riprende affibbiandone 5 alla FIAMMAMONZA!
FUORI DALLA PORTA? DENTRO DALLA FINESTRA! Il Giappone si ricandida alle Olimpiadi del 2010 dopo essere stato escluso con Tokio ci riprova con le candidature unite di Hiroshima e Nagasaki...
CICLISMO: Nella PARIGI-TOURS dominano i belgi, quarto POZZATO.
VOLLEY: Finalmente MARMI LANZA! La squadra gialloblù vince al palazzetto contro TARANTO. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]




LE PAGELLE
Berrettoni e Russo tra i promossi
RAFAEL 7
Miracoloso quando para il tiro a colpo sicuro di Rizzi che poteva dare all’Andria il 2-0.
CANGI 6
Bloccato nel primo tempo. Più intraprendente nella ripresa.
CECCARELLI 5,5
Soffre, assieme a Comazzi, la velocità di Sy. Ammonito, salterà Reggio Emilia.
COMAZZI 5,5
Quando finisce 1 contro 1 soccombe quasi sempre.
PUGLIESE 6
Primo tempo da 5. Ripresa da 7.
RUSSO 6,5
Sta entrando in condizione e diventa sempre più importante per questa squadra.
ESPOSITO 6
Nel primo tempo non trova mai le misure. Molto meglio nel secondo.
CIOTOLA 5,5
Poco fumo e niente arrosto (dal 50’ COLOMBO 6: entra e la partita cambia registro).
SELVA 8
Classico bomber. Inguardabile per almeno cinquanta minuti, poi si scatena e infila tre volte il portiere avversario (dal 65’ GARZON ng).
BERRETTONI 6,5
Il migliore finché in campo. Quando troverà il gol con regolarità diventerà un vero leader (dal 58’ RANTIER 6: è lontano dalla forma migliore, ma supplisce con tanta generosità). (G.Vig./ass)

Hellas, Selva oscura l’Andria
Primo tempo shock. Nella ripresa tris del bomber: Verona 2° a un punto dal Porto
di Gianluca Vighini
VERONA - Dodici punti in quattro giornate, squadra ancora imbattuta, due soli gol incassati, dodici gol fatti. Queste sono le cifre della corazzata Hellas. Il secondo posto solitario in classifica dopo il 3-1 all’Andria è lo specchio di una squadra costruita per vincere. E che Remondina sia alla guida di una macchina potentissima lo si è capito proprio contro i pugliesi. Già, perché il vecchio Verona, quello delle ultime stagioni per intenderci, una partita così l’avrebbe persa. Sotto di un gol al termine di un primo tempo in cui i gialloblù hanno preferito dedicarsi al sudoku, piuttosto che giocare a calcio, contro un’Andria con la bava alla bocca, senza punte ma con un sorprendente Sy che ha infilato dopo quattro minuti Rafael (primo gol della stagione incassato dal brasiliano), l’Hellas è riemerso solo grazie alla forza di una rosa da categoria superiore.

La pochezza dei primi 45’, in cui i pugliesi hanno anche rischiato di chiudere il match con Rizzi (solo a tu per tu con Rafael che ha sventato la minaccia), ha fatto da contraltare ad una ripresa in cui l’Hellas si è letteralmente scatenato. Trascinato da Selva, dopo che Remondina ha inserito Colombo, il Verona ha “polverizzato” il fanalino di coda in meno di nove minuti. Il pareggio è giunto al 53’ con la Belva pronta a fiondarsi su un cross di Berrettoni, il vantaggio appena 7’ più tardi sempre con Selva abilissimo (e furbissimo...) nel liberarsi di Ceppitelli e insaccare di testa, infine il 3-1 su cross al bacio di Esposito. Poi normale amministrazione. «E’ la prova - ha spiegato Remondina a fine gara - che non esistono partite facili». E Selva. «Più che alla classifica dei bomber penso alle vittorie del Verona. Dedico la tripletta al ragazzo della Sud scomparso la scorsa settimana». (ass)

FONTE: Leggo.it


LA MOSSA VINCENTE
IL TECNICO HA DATO LA SVOLTA CAMBIANDO MODULO NELLA RIPRESA
Remo e il 4-3-1-2: «È un’arma in più». C’è preoccupazione, però, per il polpaccio della ‘Belva’: gli dà fastidio già da qualche iorno e ieri l’ha costretto
a lasciare il campo. Adesso è in dubbio per la prossima

Andrea Spiazzi Verona
Te lo aspetti raggiante, invece esce dal tunnel quasi rabbuiato. Andy Selva, l’eroe di giornata, pensa già alla sfida di Reggio Emilia e agli impegni con la sua nazionale, il San Marino, e il fastidio al polpaccio, che in settimana gli ha causato una preparazione imperfetta e durante la gara gli ha dato fastidio, non lo lascia tranquillo. «Vedremo cosa diranno i medici - esordisce la “Belva” - intanto godiamoci questa vittoria». La tripletta è il sogno di ogni bomber. «È la quarta nella mia carriera, la precedente la feci col Sassuolo contro il Pizzighettone, le prime due in serie D».

Il Bentegodi ha potuto godere di dieci minuti di “Selva show”. «No - taglia corto lui - di 40 minuti di Hellas show, meglio così, abbiamo reagito nella ripresa giocando come sappiamo fare». Gian Marco Remondina non boccia del tutto i primi 45’. «È vero che loro potevano andare sul 2-0, ma sarebbe stata una punizione eccessiva a fronte delle nostre 3 o 4 palle gol create contro un’Andria che puntava a chiudersi». Con Colombo ed il 4-3-1-2 le cose hanno funzionato meglio. «Colombo ha fatto quel che mi aspettavo, ha cambiato la partita - spiega il mister -, lui, come Rantier, tuttavia, non hanno ancora 90’ nelle gambe». Gli chiedi se abbandonerà il 4-3-3 e lui risponde: «Vedremo, dovremo provare il nuovo schema, credo che per ora possa essere una soluzione da usare a partita in corso».

L’Hellas a un passo dalla vetta
>>Andria battuta 3-1 dopo lo svantaggio iniziale. Selva cala il tris per la quarta vittoria consecutiva

AL BENTEGODI
L’ANDRIA SEGNA SUBITO, MA LA TRIPLETTA DELL’ATTACCANTE VALE LA QUARTA VITTORIA CONSECUTIVA
Selva cala il tris e l’Hellas centra il poker
Andrea Spiazzi Verona
L’Hellas vola sulle ali di Andy Selva ma fatica un tempo per avere ragione di un’Andria per nulla disposta a fare da materasso. Alberto Comazzi, amico del “Graz ”, tifoso scomparso in un incidente stradale, depone sotto la Sud un mazzo di fiori. Sono in 13.500 al Bentegodi, compresi duecento andriesi. In campo vanno i “soliti“ undici, i protagonisti delle tre precedenti vittorie, “Remo”non vuole spezzare l’incantesimo. Passano quattro minuti e l’Andria colpisce a freddo con Ousmane Sy, che lanciato dalle retrovie trova un Comazzi lento nel chiudergli lo spazio: il francese non lascia scampo a Rafael trafiggendolo con un potente destro. Prova a reagire l’Hellas, ma Ciotola non trova la porta dal limite al minuto 11. L’Andria, che già era partita a riccio, ha buon gioco nel mettersi in dieci dietro la linea della palla, col solo Sy a fare paura davanti.

17’: Pensalfini apre di esterno a sinistra, irrompe Berrettoni ma il suo tiro è messo in angolo daMennella. Ceccarelli si fa ammonire per proteste al 30’e salterà per squalifica la gara di Reggio Emilia. La gara si scalda,Remondina protesta con l’arbitro, fatica l’Hellas a farsi spazio con precisione tra le maglie avversarie, anche se Berrettoni è una mina vagante e Selva cimette grinta, mentre Ciotola sbaglia tocchi semplici. A tempo scaduto Rafael salva lo 0-2 su piatto al volo di Rizzi dopo una discesa devastante sulla destra del solito Sy. Il Verona nella ripresa parte forte ma la muraglia dell’Andria sembra tenere. Al 4’ esce Ciotola e fa spazio aColombo, Berrettoni diventa trequartista, il nuovo modulo funziona e dopo otto minuti Selva insacca sotto porta finalizzando un’azi one insistita che mette i pugliesi sulle ginocchia. L’Hellas sfianca l’avversario e Remondina infila Rantier per Berrettoni. Nemmeno il tempodi vedere all’operail francese che Selva la “Belva” infila il secondo gol al 15’ in stacco di prepotenza su cross di Russo: esplode il Bentegodi.

Macché, non c’è tempo per esultare perché tre minuti dopo il boato è ancora più forte: la belva sente l’ odore del sangue avversario e si avventa su un corner di Esposito, ancora testa, ancora gol. Esce, sostituito da Rantier: tutti in piedi per il sanmarinese indiavolato. L’Hellas passa al 4-4-2 con Rantier e Colombo in avanti e Garzon esterno a sinistra in mediana. Rafael in due tempi ferma un tiro velenoso di Giorgetti al 29’. Il resto è storia, il Verona controlla e conclude in surplace: ora la vetta è lì ad un punto.

Hellas Verona 3 Andria 1

Hellas Verona (4- 3- 3)
Rafael 6,5; Cangi 6, Ceccarelli 6, Comazzi 6, Pugliese 6; Russo 6,5, Esposito 6, Pensalfini 6,5; Ciotola 5,5 (50’ Colombo 6), Selva 8 (65’ Garzon 6), Berrettoni 6,5 (58’ Rantier 6). All. Remondina 7,5

Andria (4- 5-1)
Mennella 6; Pierotti 5,5, Sibilano 5,5, Pomante 6, Goisis 5,5; D'Allocco 6 (64’ Mastrolilli 5,5), Paolucci 6, Ottobre 6, Rizzi 6 (58’ Ceppitelli 6); Doumbia 6 (72’ Giorgetti 6); Sy 6,5. All. Papagni 5

MARCATORI 4’ Sy; 53’, 60’ e 63’ Selva

LE ALTRE PARTITE
TERNANA ANCORA KO
Pari tra Portogruaro e Pescara e ora il Verona è a -1 dalla vetta
>> Nel match più importante della giornata la capolista Portogruaro è stata fermata dal Pescara: adesso, quindi, il Verona è a un solo punto dal primo posto.
Questo il quadro completo dell’ottava giornata: Cosenza-Foggia 4-0, Lanciano- Potenza 1-0, Portogruaro- Pescara 2-2, Ravenna- Reggiana 3-1, Real Marcianise- Cavese 0-0, Taranto- Giulianova 0-0, Ternana-Pescina 0-2, Spal-Rimini (oggi).

La nuova classifica
Portogruaro 19 punti; Verona 18; Pescara 16; Ternana 15; Ravenna e Taranto 12; Pescina e Reggiana 11; Cosenza, Lanciano e Giulianova 10; Spal e Cavese 8; Rimini e Real Marcianise 7; Foggia 6; Potenza 5; Andria 4. (Spal e Rimini una partita in meno).

Il prossimo turno
Queste le partite della nona giornata, in programma domenica 18 ottobre: Andria- Portogruaro, Cavese-Ternana, Foggia-Taranto, Giulianova- Spal, Pescara-Ravenna, Pescina-Lanciano, Reggiana- Verona, Rimini-Real Marcianise, Potenza-Cosenza (lunedì 19).

Seconda divisione
Pareggio esterno (1-1) per la Sambonifacese sul campo del Sud Tirol. Ora in classifica è nona a quota 11, mentre l’Alghero è sempre al comando con 17 punti.

FONTE: DNews.eu


Verona-Andria Le voci dallo spogliatoio
19:18 del 11 ottobre
A Verona si presenta un Andria orfana di Dionigi, bloccato dalla sciatalgia. Mister Papagni mette in campo un 4-4-2 prudente cercando di colpire i gialloblù in contropiede. Sono passati appena tre minuti quando la giovane punta Ousmane Sy parte in contropiede e complice una deviazione di Comazzi deposita la palla in rete. Il resto del primo tempo è a senso unico: l'Hellas Verona che attacca e crea diverse occasioni da goal con Ciotola e Berrettoni ma senza riuscire a recuperare lo svantaggio. L'ultima occasione del primo tempo è ancora però dell'Andria, con Rizzi che costringe Rafael alla parata. Il secondo tempo è solo gialloblù, Remondina mette in campo Colombo per Ciotola trasformando il 4-3-3 in un 4-3-1-2 con Berrettoni dietro alle punte. Al 53' Selva insacca da sotto porta il tiro-cross di Berrettoni e riporta il risultato in pareggio. La punta scaligera è scatenata, realizza altri due goal di testa al 61' e al 63' affondando definitivamente l'Andria. Vittoria meritata per il Verona, che lancia un segnale importante alle altre pretendenti per la promozione.

VERONA
L'allenatore del Verona, Gianmarco Remondina: 'Credo che nel primo tempo non abbiamo giocato malissimo, abbiamo preso il goal a freddo e quando vai sotto le partite diventano sempre difficili. Nonostante tutto abbiamo trovato la forza per pareggiare, soprattutto granzie all'ingresso di Colombo e Rantier. Per quanto riguarda Selva, ottimo dal punto di vista realizzativo ma credo abbia ampi margini di miglioramento dal punto di vista tecnico. Non è in perfette condizioni e allenandosi 6 su giorni su 7 non è facile trovarle'.

Il difensore del Verona, Luca Ceccarelli: 'Meglio di così non si può fare, quattro vittore nelle ultime quattro partite anche se oggi ci siamo arrabbiati un po' tutti per il primo tempo, forse perchè c'è mancata un po' di cattiveria. Negli spogliatoi il mister ci ha dato una scossa, abbiamo preso le sue parole non come un rimprovero ma come qualcosa che ci potesse dare la carica giusta e così abbiamo fatto nel secondo tempo'.

L'attaccante del Verona, Andy Selva: 'Non è un Verona Selva dipendente, è un Verona che ha iniziato a giocare bene da quattro partite portando a casa quattro vittorie consecutive. Abbiamo regalato i primi 15 minuti all'Andria giocando poi fino alla fine del primo tempo un po' disordinati. Nel secondo tempo invece è sceso in campo il Verona che tutti conosciamo, abbiamo fatto la nostra partita pareggiando e poi chiudendo definitivamente la gara. Prima tripletta a Verona ma non la prima in assoluto: questa è la mia quarta!'.

ANDRIA
L'allenatore dell'Andria, Aldo Papagni: 'Il film del primo tempo ci consentiva di pensare ad un risultato positivo, pur subendo abbiamo sempre cercato di ripartire e abbiamo avuto sul finale un'importante occasione per portarci sul 2 a 0. Nel secondo tempo abbiamo subito la forza del Verona e la spinta del pubblico. Il Verona ha vinto meritatamente anche se sul secondo goal i miei ragazzi hanno visto un fallo'.
Matteo Ambrosi

FONTE: CalcioMercato.com


Prima divisione, Cremonese in testa. Verona ok
TORINO, 11 ottobre - L'ottava giornata della prima divisione vede continuare la corsa della Cremonese che supera il Perugia e stacca il Novara, fermata sul pari dal Varese. L'Alessandria corsara a Monza. Nel Girone B il Verona supera l'Andria e si porta a ridosso del Portogruaro che non va oltre il pari casalingo con un coriaceo Pescara che rallenta la capolista.

Girone A: Benevento-Lumezzane 2-1 Como-Pergocrema 1-1 Cremonese-Perugia 1-0 Figline-Pro Patria 2-1 Foligno-Arezzo 1-4 Lecco-Sorrento 1-0 Monza-Alessandria 0-1 Novara-Varese 1-1 Paganese-Viareggio 0-0
Classifica: Cremonese 19 punti; Novara 18; Arezzo 15; Varese, Perugia e Lumezzane 14; Pergocrema 12; Alessandria e Benevento 11; Lecco 10; Figline e Viareggio 9; Sorrento, Monza e Foligno 8; Como 7; Pro Patria 5; Paganese 4. Perugia e Figline penalizzate di 1 punto.
Prossimo turno (domenica 18 ottobre): Arezzo-Paganese Cremonese-Benevento Lecco-Alessandria Lumezzane-Novara Perugia-Pergocrema Pro Patria-Como Sorrento-Monza Varese-Figline Viareggio-Foligno

Girone B: Cosenza-Foggia 4-0 Lanciano-Potenza 1-0 Portogruaro-Pescara 2-2 Ravenna-Reggiana 3-1 Real Marcianise-Cavese 0-0 Spal-Rimini domani Taranto-Giulianova 0-0 Ternana-Pescina 0-2 Verona-Andria 3-1
Classifica: Portogruaro 19 punti; Verona 18; Pescara 16; Ternana 15; Ravenna e Taranto 12; Pescina e Reggiana 11; Cosenza, Lanciano e Giulianova 10; Spal e Cavese 8; Rimini e Real Marcianise 7; Foggia 6; Potenza 5; Andria 4. Spal e Rimini una gara in meno.
Prossimo turno (domenica 18 ottobre): Andria-Portogruaro Cavese-Ternana Foggia-Taranto Giulianova-Spal Pescara-Ravenna Pescina-Lanciano Potenza-Cosenza (19/10) Reggiana-Verona Rimini-Real Marcianise

FONTE: TuttoSport.com


Selva fa tris L'Hellas esalta il Bentegodi
IL POKER È SERVITO. ARRIVA IL QUARTO SUCCESSO CONSECUTIVO
L'Andria chiude il primo tempo in vantaggio Remondina cambia il modulo nella ripresa, il Verona rimonta e sorpassa i pugliesi
Un tempo da Cenerentola, un altro da Regina. Il Verona prima piange e poi sorride. Al novantesimo i gialloblù festeggiano la quarta vittoria consecutiva e i tifosi cantano. Va al tappeto anche l'Andria va ma i pugliesi hanno il merito di aver messo paura alla truppa di Remondina per quarantacinque minuti. Vanno in vantaggio all'inizio della partita, alzano un bunker «dinamico» davanti all'area di rigore, mandano in tilt il dispositivo difensivo veronese con la rapidità di Ousmane Sy e l'intelligenza tattica di Rizzi, rischiano di chiudere la partita alla fine del primo tempo ma la grande parata di Rafael sbatte le porte in faccio ai ragazzi di Papagni.

Nella ripresa cresce Selva e cambia il Verona, splendida la tripletta di Andy la Belva che rilancia la squadra verso i quartieri alti della classifica, a un punto dal Portogruaro capolista.

Ora i «fedelissimi» preparano la trasferta in massa in terra emiliana per sostenere l'Hellas contro la Reggiana ma alla fine del primo tempo si vedevano solo musi lunghi. Non c'era molto da stare allegri vista la prestazione della squadra. Un passo indietro importante rispetto alle ultime partite anche se Remondina non tocca la formazione titolare, vanno in campo i «soliti noti».

Rafael in porta, quattro in linea davanti - Cangi, Ceccarelli, Comazzi e Pugliese - Russo e Pensalfini in mezzo con Esposito in regia, Selva, Berrettoni e Ciotola nel tridente d'attacco. Papagni risponde con il velocissimo Ousmane Sy in avanti, Rizzi tra le linee attento a marcare Esposito da una parte all'altra del campo, tre a centrocampo e tre difensori centrali con due esterni (Pierotti da una parte e Doumbia dall'altra) pronti ad abbassarsi per formare una linea difensiva a cinque. Le squadre si stanno ancora studiando e l'Andria passa in vantaggio. Lancio lunghissimo per Sy, l'attaccante africano con passaporto francese brucia Comazzi sullo scatto, entra in area e batte a rete, c'è un tocco del difensore gialloblù, Rafael è spiazzato, palla in fondo al sacco. Per la prima volta della stagione il Verona va sotto. Un'altra prova di maturità per l'Hellas di Remondina. I risultati non sono buoni, almeno fino al termine del primo tempo. Gran confusione in mezzo, tanti passaggi sbagliati, qualche sbandamento di troppo in difesa. Il tridente non incide, Berrettoni e Ciotola giocano con i piedi sulla linea laterale, Selva è solo in mezzo. Un paio di tiri dal limite, una bella conclusione di Berrettoni respinta da Mennella, nulla più, il Verona è tutto qui. L'Andria, invece, è vivo, quando riparte con Sy per Ceccarelli e Comazzi son dolori, alla fine del primo tempo il raddoppio sembra cosa fatta. L'attaccante dei pugliesi se ne va a destra, palla in mezzo, Rizzi colpisce a botta sicura, paratissima di Rafael che respinge.

Remondina capisce che così non va. All'inizio della ripresa toglie Ciotola e manda in campo Colombo, cambia il modulo e fa giocare Berrettoni da fantasista alle spalle delle due punte. L'Hellas sembra un'altra squadra, inizia l'assedio all'Andria, Sibilano e compagni si salvano con tanta determinazione e un po' d'affanno ma dopo pochi minuti arriva il pari. Berrettoni scende a destra, tocco per Colombo, girata di destro, Mennella respinge, Selva è lì e fulmina il portiere.
L'Andria si sgretola, Remondina gioca anche la carta Rantier, Berrettoni esce, il francesino gioca alle spalle di Selva e Berrettoni. Al quarto d'ora il raddoppio gialloblù. Questa volta tocca a Russo trovare gloria sulla destra, perfetto il cross in mezzo, Selva sposta Ceppitelli con un spinta e colpisce di testa. Mennella è battuto, i pugliesi protestano vivacemente ma l'arbitro convalida la rete.

Per non lasciare troppi dubbi Andy la Belva decide di completare l'opera nell'unico modo che conosce. Il cross arriva ancora da destra, questa volta l'assist è di Esposito, Selva stacca in mezzo all'area tra due giocatori avversari, colpo di testa perfetto, la palla sbatte sull'interno del palo e rotola in rete. Manca ancora mezz'ora alla fine ma la partita si chiude qui. L'Andria non ha più la forza di reagire, il Verona controlla senza strafare, conserva energie e non umilia gli avversari. Le «grandi» possono permetterselo.
Luca Mantovani

Rizzi tira a botta sicura Capolavoro di Rafael
PRIMO TEMPO
4': Andria in vantaggio. Lancio lungo che salta tutta la difesa gialloblù, Ousmane Sy salta in velocità Comazzi, entra in area e batte a rete, leggera deviazione di Comazzi che inganna Rafael già in tuffo, palla in rete.
10': percussione di Berrettoni, tocco di Selva, Ciotola si libera al limite e va al tiro, fuori di poco.
16': bella giocata di Pensalfini che taglia il campo con un esterno sinistro, Berrettoni stoppa in area e batte di sinistro, Mennella mette in angolo.
28': punizione dalla destra di Esposito, Pierotti strattona in area Ceccarelli, i gialloblù chiedono il rigore, Barbeno lascia correre.
47': ancora una grande progressione di Ousmane Sy, perfetto il cross al centro, Rizzi batte a colpo sicuro, miracolo di Rafael che respinge.

SECONDO TEMPO
8': pareggio del Verona. Azione tambureggiante del Verona, palla sulla fascia per Berrettoni, perfetto il cross per Colombo, girata sottomisura, paratona di Mennella che respinge come può, Selva brucia tutti e batte il portiere dell'Andria.
15': raddoppio dell'Hellas. Russo se ne va sulla destra, palla in mezzo, Selva prima si libera del suo controllore con una spinta poi batte di testa Mennella. L'Andria protesta ma l'arbitra convalida la rete.
17': scambio sulla destra tra Cangi ed Esposito, cross in mezzo dalla trequarti, Selva gira di testa, la palla sbatte sul palo interno e rotola in rete.
30': cross in mezzo di Paolucci, Cangi libera di testa, botta di controbalzo di Mastrolilli, Rafael para in due tempi.
45': buono il cross di Ousmane Sy dalla destra, Pomante stacca bene ma Rafael controlla senza problemi.

FONTE: LArena.it


11/10/2009 - 18:37
Remondina: "Questa è la strada giusta"
"Le gare sono decise da episodi. Ci sono momenti in cui siamo devastanti, quando andiamo a cento all’ora possiamo creare buone situazioni e concretizzare"
VERONA – Prosegue la striscia vincente dell’Hellas Verona, che grazie al 3-1 rifilato in casa all’Andria BAT si trova ad un solo punto dalla vetta. Dopo essere passati in svantaggio i gialloblù si sono rimboccati le maniche, attaccando senza frenesia e cercando sempre il gioco come mezzo per scardinare la porta pugliese. Davanti a microfoni, taccuini e telecamere il tecnico Gian Marco Remondina ha dato merito ai suoi ragazzi per aver saputo sfruttare le occasioni create, indicando quella intrapresa a partire dal match con la Ternana come la strada giusta. Hellasverona.it vi riporta le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù:

La partita si è subito messa male, ma probabilmente ha evidenziato ulteriormente di che pasta è fatto questo Verona.
“Dopo 4’ abbiamo subìto il gol, nella prima frazione la partita è stata buona, forse non eravamo determinati come altre volte. I ragazzi hanno continuato a giocare, con Berrettoni siamo andati vicini alla rete, è stato bravo Rafael a chiudere lo specchio della porta nelle occasioni avversarie. Nel secondo tempo la pressione era alta, meritavamo il vantaggio.”
Ultimamente sembra che riusciate a capire quando colpire l’avversario.
“Le gare sono decise da episodi. Ci sono momenti in cui siamo devastanti, quando andiamo a cento all’ora possiamo creare buone situazioni e concretizzare.”
La tripletta di Andy Selva spazza via le precoci critiche di qualche tempo fa.
“Le critiche ci stanno, soprattutto quando un giocatore non è al top della condizione, all’inizio si fa un po’ fatica. Bisogna dare il tempo a tutti per esprimersi, credo di avere un organico importante. L’obiettivo è dare continuità a questi risultati.”
Anche dopo lo 0-1 i giocatori sono sembrati convinti di poter ripartire immediatamente.
“Lo spirito è quello giusto, ciò che conta è vedere la mia formazione andare avanti senza timori.”
Quando inizierà a guardare la classifica?
“La guardo sempre, siamo comunque all’8° di campionato, aspettiamo a dare valutazioni corrette. Non mi faccio illusioni o problemi.”

11/10/2009 - 18:38
Selva: "Speriamo di continuare così"
“Aver subìto il gol a freddo ci ha innervositi, eravamo un pò disordinati in campo. Nel secondo tempo è uscito il vero Hellas, abbiamo macinato gioco ed azioni"
VERONA - Protagonista di giornata l'attaccante sammarinese Andy Selva, autore di una prestazione maiuscola nella gara casalinga con l'Andria. Ad inizio della ripresa l'ex Sassuolo ha trafitto per tre volte il portiere avversario, permettendo ai gialloblù di ottenere un successo fondamentale nella rincorsa verso la cadetteria. Hellasverona.it vi riporta le dichiarazioni dell’attaccante gialloblù:

Ad inizio stagione qualcuno faceva notare la mancanza di centimetri nell'attacco gialloblù. Le reti messe a segno di testa sembrano dire ben altro.
“Se non sbaglio ci soprannominarono la "banda bassotti". C'è da dire che sappiamo colpire di testa e giocare in velocità. Ci siamo integrando sempre più, i meccanismi vanno via via perfezionandosi, speriamo di continuare così.”
Alla fine del primo tempo Rafael ha salvato il risultato, nella ripresa avete cambiato passo.
“Aver subìto il gol a freddo ci ha innervositi, eravamo un pò disordinati in campo. Nel secondo tempo è uscito il vero Hellas, abbiamo macinato gioco ed azioni, oltre ai tre gol realizzati.”
Una tripletta sotto la Curva Sud non ha bisogno di commenti.
“E' stato semplicemente fantastico, sentire i tifosi cantare il mio nome ed incitare tutti quanti regala grandi emozioni.”
Forse nei primi minuti avete peccato di cattiveria.
“Ce n'è stata pure troppa. Avevamo improntato la partita sull'aggressività, prendere un gol a freddo ci ha fatto cambiare i piani. Disposti diversamente la partita è cambiata.”
E' la prima tripletta che fai?
“No, se non sbaglio è la quarta.”
L'ingresso di Colombo ha cambiato le sorti del match.
"Abbiamo sfruttato maggiormente le fasce, soprattutto a destra con Cangi e Russo. Più sponde e palle in mezzo, è stato un altro gioco. Bravi gli avversari a metterci in difficoltà nel primo tempo."

11/10/2009 - 16:53
Hellas Verona-Andria BAT 3-1
Partenza in salita per i gialloblù (rete di Sy al 4'), ma nella ripresa è un monologo di Selva, che realizza una tripletta (53', 60', 63')
VERONA - Per l'8a giornata di campionato Remondina conferma l'undici di partenza schierato sette giorni fa al "Viviani", quello che ha regalato tre punti col Potenza. Nell'Andria assente Bellavista, reduce dalla rescissione del contratto, Anaclerio in tribuna e Sibilano al centro della difesa.

Partenza in salita per i gialloblù: al 4' lancio dalle retrovie per Sy, che giunto al limite dell'area controlla col destro e trafigge Rafael, inutile la scivolata di Comazzi, col difensore che sfiora solo leggermente la palla. Discesa di Berrettoni al 10', Ciotola tenta il colpo di giustezza dai sedici metri, ma il tiro è chiuso troppo e termina a lato. Preziosismo di Pensalfini (17') con cambio di gioco di esterno, l'ex laziale colpisce da posizione defilata ma Mennella è bravo a respingere in corner.

Alla mezzora Berrettoni raccoglie ai venticinque metri e batte di destro verso il secondo palo, palla a lato. Ancora l'attaccante scaligero controlla su una rimessa laterale di Pugliese e scocca il destro, l'estremo difensore pugliese va in tuffo. Su ribaltamento di fronte contropiede guidato da Sy che mette al centro, respinta prodigiosa di Rafael su intervento a colpo sicuro di Rizzi.

Il forcing scaligero in apertura di ripresa porta al pareggio di Selva (53') che trova il tap-in su tiro-cross di Berrettoni. Sette minuti dopo l'attaccante sammarinese regala il sorpasso agli uomini di Remondina con un'incornata su traversone col contagiri di Russo. Il magic-moment dell'ex Sassuolo prosegue con un altro colpo di testa che batte Mennella, questa volta su assist al bacio di Esposito dalla trequarti (63').

L'Hellas viaggia sulle ali dell'entusiasmo e Colombo (70') prova a ripetere il colpo riuscitogli pochi giorni fa con la Sambo, senza però inquadrare la porta. Al 75', in una delle poche folate degli ospiti, ci prova da fuori il neo-entrato Giorgetti, Rafael blocca in due tempi. Al 90' Doumbia serve Pomante con un traversone morbido dai venticinque metri, il colpo di testa del centrale pugliese è preda del numero uno scaligero.

La partita termina dopo cinque minuti di recupero, quarto successo di fila per gli uomini di Remondina, che ora distano soltanto un punto dalla vetta in virtù del pari tra Portogruaro e Pescara. Ospiti cinici nell'unico contropiede della gara, ripresa caratterizzata da un avvio di personalità dei gialloblù.

Il tabellino
HELLAS VERONA F.C. - A.S. ANDRIA BAT 3-1 (0-1)
Reti: 4' Sy; 53', 60', 63' Selva

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Cangi, Ceccarelli, Comazzi, Pugliese; Russo, Esposito, Pensalfini; Ciotola (50' Colombo), Selva (65' Garzon), Berrettoni (58' Rantier). (Ingrassia, Anselmi, Bertolucci, Farias). All. Remondina

A.S. ANDRIA BAT
Mennella; Pierotti, Sibilano, Pomante, Goisis; D'Allocco (64' Mastrolilli), Paolucci, Ottobre, Rizzi (58' Ceppitelli); Doumbia (72' Giorgetti); Sy. (Pazzagli, Braca, Iennaco, Margarita). All. Papagni

Arbitro: Barbeno di Brescia
Assistenti: Gualtieri, Liturco
Ammoniti: Ceccarelli, Rizzi
Espulsi: -
Recupero: 3' - 5'
Spettatori: 13.454

FONTE: HellasVerona.it


Prima Divisione Girone B, i risultati di oggi
11/10/2009 - h. 17:17 - Colpaccio esterno del Pescina, Cosenza poker al Foggia (alla quarta sconfitta consecutiva), Verona in rimonta con un triplo Selva, tris del Ravenna e pari nel big match di Portogruaro.
Cosenza-Foggia 4-0
Lanciano-Potenza 1-0
Marcianise-Cavese 0-0
Portogruaro-Pescara 2-2
Ravenna-Reggiana 3-0
Taranto-Giulianova 0-0
Ternana-Pescina VdG 0-2
Verona-Andria 3-1
Spal-Rimini posticipo di lunedì 12 ottobre, ore 20:45

Classifica, dopo 8 giornate:
Portogruaro 19,
Verona 18,
Pescara 16,
Ternana 15,
Ravenna 12,
Reggiana, Pescina VdG e Taranto 11,
Giulianova, V. Lanciano e Cosenza 10,
Spal e Cavese 8,
Rimini e Marcianise 7,
Foggia 6,
Potenza 5,
Andria 4

Prossimo turno (domenica 18 ottobre, ore 15):
Andria-Portogruaro;
Cavese-Ternana;
Foggia-Taranto;
Giulianova-Spal;
Pescara-Ravenna;
Pescina-Lanciano;
Potenza-Cosenza (lunedì 19, ore 20:45);
Reggiana-Verona;
Rimini-Marcianise

FONTE: TuttoLegaPro.com


11/10/2009 21:13
Standing ovation per Andy la belva
Remondina risponde al primo tempo perfetto di Papagni con Colombo vicino a Selva e Rantier trequartista. Il Verona ne fa tre in nove minuti con il suo nuovo bomber (5 reti, nella foto i festeggiamenti dopo il 2-1) che esce salutato dall'applauso corale dei 13 mila del Bentegodi. Sy sorprende Ceccarelli e Comazzi. Rafael, parata decisiva su Rizzi nel giorno del primo gol subito in campionato.

RAFAEL 7. Becca gol (il primo della stagione) alla conclusione numero uno dell'Andria: Sy al 4'. Compie l'ennesimo miracolo della sua annata alla conclusione numero due dell'Andria: Rizzi dopo volata di Sy sulla destra. Nella ripresa fa lo spettatore.

CANGI 6,5. Si esalta nella ripresa, quando il Verona prende coraggio, campo e domina le fasce. Al 23' Esposito lo pesca in mezzo all'area da azione d'angolo ma Ottobre gli porta via di testa il pallone del pareggio.

CECCARELLI 6. Primo tempo da incubo contro Sy che si metteva giusto in mezzo ai due centrali e andava su ogni pallone calciato dalla difesa. Dalla difficoltà di scivolare alle spalle di Comazzi con un attimo di anticipo alla bravura del passo in avanti a cercare il fuorigioco nella ripresa. In mezzo un rigore reclamato (trattenuta di Pierotti al 29') ma anche un giallo (inutile) per reiterate proteste dopo un fallo a favore al 30'. Diffidato, salterà la trasferta di Reggio: "Sto già rosicando perchè vorrei giocare sempre" ha detto a fine partita.

COMAZZI 6. Sy lo brucia nell'azione del primo gol e il primo tempo, come per Ceccarelli, è da mettersi le mani nei capelli che non ha. Si riprende nella ripresa, ma resta un passetto indietro rispetto alle ultime prestazioni. A Reggio farà coppia con Anselmi.

PUGLIESE 6,5. A un certo punto del primo tempo gli tocca Sy sulle ripartenze perchè è il più veloce dei difensori, e la musica per l'attaccante africano un po' cambia. Un bel cross al 12' per Ceccarelli (spaccata mal riuscita) e conclusione alta al 1' del secondo tempo da fuori dopo un batti e ribatti in area. Prezioso anche al 6' della ripresa quando da una sua iniziativa sulla sinistra nasce un mezzo lob che Selva gira in porta con una sforbiciata tanto bella quanto inutile.

RUSSO 6,5. Cresce di condizione di domenica in domenica. Fa legna ma anche altro ed è uno dei segreti del Verona che cambia volto nella ripresa. Versione assist-man nel 2-1 di Selva. Versione film horror nei due palloni persi che mandano in porta Sy al 4' e Rizzi davanti a Rafael in chiusura di primo tempo.

ESPOSITO 6. Soffre il Rizzi trequartista a uomo nel primo tempo. Meglio nella ripresa quando torna a mettere in mostra piede vellutato e idee giuste. Palloni al bacio in mezzo all'area per Cangi al 23' e per Selva al 17' nell'azione del terzo gol della belva.

PENSALFINI 6,5. Tiene nel primo tempo non all'altezza del Verona. Sveglia l'Hellas al 16' rubando un pallone sulla destra e trovando con un esterno strepitoso Berrettoni in area.

CIOTOLA 5. Tanti indizi fanno una prova: d'accordo che squadra che vince non si cambia, ma questo Ciotola continua a non convincere e Rantier pare un po' stufo dell'abbonamento alla panchina. Tiro strozzato al 10' da buona posizione, svirgolata da dimenticare al 29' dopo rimpallo provocato da Berrettoni. Il suo cambio con Colombo "gira" la partita.

dal 4' s.t. Colombo 6,5. Il suo ingresso "libera" Selva che diventa protagonista. Entra in tutte le azioni dei gol. Ci mette, peso, centimetri e voglia. Mennella lo stoppa con un prodigio all'8' ma sul tap in Selva fa comunque 1-1. E al 26' ci prova al volo dalla distanza come contro lo Sambo ma questa volta senza trovare la porta.

SELVA 8. E' la media matematica di un primo tempo da 5 e di 20 minuti della ripresa da 11. In difficoltà all'inizio, si esalta quando Remondina gli mette in fianco Colombo e anzichè agira da boa fa la seconda punta. Nel 2-1 spintarella d'esperienza a Ceppitelli che fa tanto arrabbiare Papagni. Colpisce tre volte dentro l'area piccola, dove deve incidere. Finisce zoppo per una botta al polpaccio.

dal 19' s.t. Garzon 6. Entra a partita praticamente conclusa, dopo il 3-1, per riequilibrare il Verona e finire con il 4-4-2.

BERRETTONI 6,5. Nel primo tempo è uno dei pochi a crederci e anche a cercare la porta. Costringe Mennella al miracolo al 16', non chiude bene il destro a giro al 31'. Nella ripresa mette in mezzo il pallone per Colombo nell'azione dell'1-1 di Selva, poi Remondina lo sacrifica per Rantier.

dal 13' s.t. Rantier 6. Trequartista non è il suo ruolo, ma si adegua. Meglio con il 4-4-2 vicino a Colombo ma a bisogno di minuti e fiducia.

REMONDINA 6,5. Sy è una sorpresa anche per lui, che pure gli avversari dovrebbe conoscerli tutti. Fa l'arciere che ha tante frecce a disposizione per il proprio arco e scocca quelle giuste. Colombo cambia la partita e la striscia aperta di quattro vittorie consecutive non è cosa da poco.

Arbitro BARBENO 5,5. C'era rigore su Ceccarelli, c'era la spinta di Selva a Ceppitelli nell'azione del secondo gol. Fischia poco e male nel primo tempo, facendo infuriare il pubblico quando chiama al faccia a faccia Remondina. (s.rasu)

11/10/2009 16:50
Hellas Verona-Andria 3-1 Un, due, tre e Selva firma la tripletta per la quarta vittoria di fila
Dopo quattro minuti di forcing iniziale arriva la doccia fredda per il Verona che subisce il gol di Sy in contropiede: rasoterra seminando Comazzi sulla corsa. Nella ripresa fuori Citolola per Colombo e esplosione di Selva che realizza la tripletta in dieci minuti tra il 9' ed il 19'. Prova di forza mostruosa del Verona che gira la partita in un batter d'occhio e archivia la quarta vittoria di seguito

VERONA - ANDRIA 3 - 1
VERONA: rafael, cangi, comazzi, ceccarelli, pugliese, russo, esposito, pensalfini, berrettoni (rantier 14' st), selva (garzon 21' st), ciotola (colombo 6' st) (ingrassia, anselmi, campisi, farias)
all. remondina

ANDRIA: mennella, pomante, sibilano, gosis, pierotti, palucci, ottobre, d'allocco, sy, doumbia 8giorgetti 29' st), rizzi (ceppitelli 14' st) (pazzagli, brava, mastrolili, maragarita, anaclerio)
all. pagani

Note
gol: sy 4' pt, selva 9' st, selva 16' st, selva 19' st
ammoniti: rizzi 46' pt
espulsi:
spettatori: 13.454

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]
QUALIFICAZIONI MONDIALI: L'ITALIA pareggia (in extremis) in IRLANDA ed aggancia le finali dell'anno prossimo mentre l'ARGENTINA si aggrappa a PALERMO: gol al 92° e la selecciòn continua a sperare... SECONDA DIVISIONE: Altro pareggio per la SAMBO dopo essere stata sul 2 a 0! BASKET SERIE A: La TEZENIS VERONA vince ma che partita a NOVARA! CALCIO FEMMINILE: Il BARDOLINO VERONA si riprende affibbiandone 5 alla FIAMMAMONZA! FUORI DALLA PORTA? DENTRO DALLA FINESTRA! Il Giappone si ricandida alle Olimpiadi del 2010 dopo essere stato escluso con Tokio ci riprova con le candidature unite di Hiroshima e Nagasaki... CICLISMO: Nella PARIGI-TOURS dominano i belgi, quarto POZZATO. VOLLEY: Finalmente MARMI LANZA! La squadra gialloblù vince al palazzetto contro TARANTO.
QUALIFICAZIONI MONDIALI: L'ITALIA pareggia (in extremis) in IRLANDA ed aggancia le finali dell'anno prossimo mentre l'ARGENTINA si aggrappa a PALERMO: gol al 92° e la selecciòn continua a sperare... SECONDA DIVISIONE: Altro pareggio per la SAMBO dopo essere stata sul 2 a 0! BASKET SERIE A: La TEZENIS VERONA vince ma che partita a NOVARA! CALCIO FEMMINILE: Il BARDOLINO VERONA si riprende affibbiandone 5 alla FIAMMAMONZA! FUORI DALLA PORTA? DENTRO DALLA FINESTRA! Il Giappone si ricandida alle Olimpiadi del 2010 dopo essere stato escluso con Tokio ci riprova con le candidature unite di Hiroshima e Nagasaki... CICLISMO: Nella PARIGI-TOURS dominano i belgi, quarto POZZATO. VOLLEY: Finalmente MARMI LANZA! La squadra gialloblù vince al palazzetto contro TARANTO.
VOLLEY
LA MARMI LANZA SI RITROVA
Taranto battuta al tie-break>> Dopo due sconfitte i gialloblù tornano a sorridere. Peccato per il quarto set. Decisivo l’ingresso di Curti. Il centrale mette a segno un “muro” importantissimo nel momento più caldo

Ciclismo
GILBERT TRIONFA NELLA PARIGI-TOURS POZZATO È QUARTO
Il belga Philippe Gilbert ha vinto allo sprint la Parigi-Tours, classica in linea di 230 chilometri. Al secondo posto un altro belga, l'ex campione del mondo Tom
Boonen, terzo lo sloveno Borut Bozic. Quarto il migliore degli italiani Filippo Pozzato.

IRLANDA 2-2 ITALIA (Highlights)UKRAINA 1-0 INGHILTERRA (Highlights)ARGENTINA 2-1 PER%Ugrave; (Highlights)


Hiroshima- Nagasaki
PER I GIOCHI DEL 2020 IL GIAPPONE CANDIDA DUE CITTÀ SIMBOLO
Hiroshima e Nagasaki, colpite dalla bomba atomica nel 1945, sono le candidate del Giappone ad ospitare le Olimpiadi del 2020. Il Giappone si ripresenta, dopo che Tokyo è stata bocciata qualche giorno fa per i Giochi del 2016.

FONTE: DNews.eu

Lippi e Gilardino. Intuito e opportunismo
Azzurri in festa dopo l'aritmetica qualificazione al Mondiale ottenuta con il 2-2 a Dublino. Abile il c.t. ad azzeccare la sostituzione di Di Natale con il Gila. Da predatore la rete del bomber viola che si candida a centravanti fisso della Nazionale

Palermo nella tormenta. L'Argentina vince e spera
Sotto una bufera, il Perù pareggia al 90' ma al 92' Martin Palermo segna il 2-1 che rilancia le speranze mondiali. Decisiva, mercoledì, la sfida con l'Uruguay. Maradona: "Dio a un certo punto si è ricordato di rivolgere uno sguardo al Monumental"

FONTE: Gazzetta.it

Calcio Femminile, il Bardolino ne fa cinque al Fiammamonza
Bella vittoria del Bardolino che alla prima di campionato riscatta l'eliminazione dalla Champions League battendo 5-0 in casa il Fiammamonza. Le reti portano la firma di Parisi, Schiavi, Paliotti. Doppietta per Villar.

Pazza Tezenis: domina e spreca, ma alla fine vince 79-69
I giganti gialloblù espugnano il parquet novarese dopo aver dilapidato il clamoroso break 18-0 d'apertura. I padroni di casa rimontano e addirittura sorpassano già prima dell'intervallo e nella ripresa riemergono da un altro allungo veronese. Nel finale sale in cattegra Gueye nel duello con Rotondo, in una partita marchiata anche dalla buona prova di Ferrarese (8 assist), Gandini (15 p. + 10 rimbalzi) e Gori. Male invece Nobile

Ancora un pareggio per la Sambo: 1-1 contro il Sud Tirol
Ennesimo pareggio per i ragazzi di mister Fabio Viviani che, dopo l'ottima occasione sprecata domenica scorsa al Tizian contro la Pro Belvedere, con i rossoblù che si erano portati sul 2-0 per essere poi raggiunti sul 2-2, contro l'Alto Adige passano in vantaggio, ma vengono acciuffati negli ultimi minuti. E la vittoria manca ormai da sei gare

FONTE: TGGialloblu.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio