Subscribe Us

Le schede di B/=\S: Matteo RUBIN

Matteo Rubin (Photocredits HellasVerona.it)

Data di nascita:09/07/1987
Luogo di nascita:Bassano del Grappa (VI)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Difensore
Altezza:183 Cm
Peso:75 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
ChievoGen. 2014 - 2014A-- 
Hellas Verona2013 - Gen. 2014A0 (+ 1 Cop.)0 
SienaGen. 2012 - 2013A24 (+1 Cop.)0 
BolognaGen. 2012 - 2012A91 
Parma2011 - Gen. 2012A4 (+2 Cop.)0 
Bologna2010 - 2011A29 (+1 Cop.)0 
Torino2009 - 2010B34 (+4 P.O.)1 
Torino2008 - 2009A27 (+2 Cop.)0 
Torino2007 - 2008A60 
Cittadella2006 - 2007C1180 
Cittadella2005 - 2006C16 (+1 Cop.)0 
CittadellaFino al 2005Giovanili-- 
LEGENDA: Cop.=Presenze nelle Coppe, P.O.=Presenze nei play off

3 settembre 2013 - Matteo Rubin si presenta all'Hellas Verona

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
...Mancino eclettico Matteo RUBIN, oltre ad essere impiegato come terzino sinistro puro, è in grado di giocare anche a sinistra in una difesa a tre oppure fare l'esterno sinistro alto (ala arretrata) in mediana; il tipo di calciatore che piace a MANDORLINI e SOGLIANO che da quella parte, dietro al 'sempreverde' AGOSTINI, possono contare anche sull'entusiasmo del giovane ALBERTAZZI in comproprietà col MILAN.

GIOVANILI IN VENETO POI IL TORINO
Nativo di Bassano del Grappa il giovane difensore cresce nelle giovanili del CITTADELLA ed esordisce in C1 all'età di 18 anni e due anni più tardi viene ingaggiato dal TORINO in comproprietà: Matteo è un difensore emergente, nel 2007 esordisce in Serie A (sostituendo NATALI contro la LAZIO), arrivano le convocazioni per l'azzurro Under 20 e subito dopo Under 21 dove, alla seconda gara importante contro la GRECIA, il giocatore s'infortuna seriamente; la diagnosi parla di rottura dei legamenti del ginocchio sinistro ed il resto della stagione 2007/2008 è compromesso.
RUBIN torna in campo con i granata ad Aprile e a Giugno viene riscattato completamente dal club veneto rimanendo col 'Toro' nonostante la retrocessione del 2008 e la corte di molte squadre importanti come NAPOLI, PALERMO, SAMPDORIA e LIVORNO.

AVANTI E INDIETRO SULLA VIA EMILIA
Nell'estate del 2010, nello scambio che porta BERNACCI a Torino, Matteo si trasferisce in prestito al BOLOGNA ancora in Serie A dove gioca tutta la stagione come titolare fisso ma la stgione è travagliata sia in panchina (dove Franco COLOMBA viene esonerato ancor prima di cominciare ed il suo sostituto MALESANI riesce a conquistare una salvezza risicata) che ai vertici della società con cambi di proprietà e presidenti che non trasmettono certo serenità al team felsineo.
Nella stagione 2011-2012 il nuovo tecnico è BISOLI che cambia tutto e spedisce RUBIN in prestito al PARMA: L'allenatore non avrà molta fortuna in rossoblù (verrà esonerato a fine Ottobre) ma nemmeno il terzino con i ducali e dopo sole 4 presenze, a Gennaio, torna al BOLOGNA dove a fine stagione avrà la soddisfazione di mettere a segno il primo gol nella massima serie contro il NAPOLI...

SIENA E VERONA
A Luglio dell'anno scorso, nell'operazione che porta GAZZI al TORINO, RUBIN viena ceduto in comproprietà al SIENA: Con i toscani il difensore gioca abbastanza regolarmente ma a fine stagione i bianconeri vengono retrocessi e quando il neopromosso HELLAS chiama Matteo non ci pensa su due volte anche se conosce le gerarchie del mister che, almeno per il momento, gli preferisce AGOSTINI (e forse anche ALBERTAZZI) ma l'ex SIENA, arrivato in prestito, ha già dimostrato di valere una Serie A medioalta ed il futuro potrebbe essere dalla sua...

Qui trovate la pagina Twitter ufficiale del calciatore, questo è invece il profilo FaceBook

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • C'era chi a Marzo lo vedeva possibile alternativa in Nazionale maggiore date le sue ottime prestazioni con la maglia del SIENA, poi il cittì PRANDELLI virò su altre scelte ma la stagione appena passata per Matteo è stata molto positiva ed in Primavera aleggiavano grandi società (INTER, JUVE e FIORENTINA) attorno al suo nome...
  • Non avrebbe mai voluto lasciare la maglia granata... O forse si? e quindi saluta in tono polemico il TORINO 'Sinceramente mi sarebbe piaciuto restare, avevo fiducia nella società, ma evidentemente non è stata ricambiata. Non conosco ancora il motivo per cui mi hanno scaricato, mi sono sempre comportato bene. Credo che la dirigenza non si sia comportata in modo corretto...' Di tutt'altro parere Matteo un anno prima 'Ho chiesto espressamente al presidente Cairo di essere ceduto. Sono grato al Torino per avermi lanciato in Serie A ma ultimamente sono successe cose che mi hanno cambiato molto. Non ho nulla contro mister Ventura o i compagni ma è meglio cambiare aria'
  • A segno anche in Serie A il 6 maggio in BOLOGNA 2-0 NAPOLI Matteo segna il suo primo goal nella massima serie calcistica italiana
  • Primo (gran) gol da professionista con i granata in Serie B contro il GALLIPOLI il 2 Maggio 2010: Gran rasoiata dalla distanza, un diagonale che non lascia scampo al portiere!
  • Esordio in Serie A a 20 anni con la maglia del TORINO il 25 agosto 2007 quando entra al posto di NATALI al minuto 62 di LAZIO-TORINO che finirà 2 a 2

Torino-Gallipoli 2-0 primo gol da professionista per RUBINBologna - Napoli 2-0 e Matteo rompe il ghiaccio anche in Serie A!

Matteo Rubin
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matteo Rubin (Bassano del Grappa, 9 luglio 1987) è un calciatore italiano, difensore del Verona.

Caratteristiche tecniche
Gioca come terzino sinistro. Può essere impiegato come laterale sinistro in un modulo che prevede la difesa a tre. In caso di necessità potrebbe ricoprire il ruolo di esterno puro di centrocampo(sempre a sinistra).

Carriera
- Club
Inizi e Torino
Cresciuto nelle giovanili del Cittadella, esordisce in Serie C1 il 23 ottobre 2005, nel corso di Salernitana-Cittadella (1-0) subentrando a Sestu al 39' della ripresa.

Dopo due stagioni in Veneto, il 3 luglio 2007 viene acquistato in compartecipazione dal Torino.

Debutta in Serie A a 20 anni, il 25 agosto 2007, entrando al posto di Natali al 62' nel corso di Lazio-Torino (2-2). Il 30 settembre 2007 disputa il suo primo derby entrando al 24' del secondo tempo in Torino-Juventus (0-1).

Il 24 ottobre 2007 viene operato al legamento del crociato anteriore sinistro , operazione che lo terrà fermo per gran parte della stagione.

Rientra in campo il 13 aprile 2008, disputando i minuti finali di Genoa-Torino (3-0).

Il 10 giugno 2008 il Torino ne acquisisce la totale proprietà del cartellino.

Nonostante una buona stagione a livello personale a fine anno il club di Urbano Cairo retrocede in Serie B. Decide di restare nonostante fosse stato cercato da vari club di Serie A tra cui Napoli, Palermo, Sampdoria e Livorno.

Il 20 novembre 2009 prolunga il suo contratto fino al 30 giugno 2013.

Il 1 maggio 2010 realizza il suo primo gol in maglia granata nell'occasione della partita con il Gallipoli, poi vinta 2-0, segnando un gol da fuori area.

In prestito al Parma e alla Sampdoria
L'anno successivo viene prestato al Parma e con essa gioca 24 partite in Seria A nella stagione 2003-2004. Dopo l'anno a Parma viene ceduto sempre in prestito alla Sampdoria dove però gioca solo 8 partite fino a gennaio 2005.

Bologna e Parma
Il 20 agosto 2010 si trasferisce in prestito secco al Bologna nell'ambito dell'operazione che porta Marco Bernacci a compiere il percorso inverso.

Il 6 agosto 2011 passa in prestito al Parma. Esordisce con i ducali l'11 settembre 2011 alla 2ª giornata in Juventus-Parma (4-1) , giocando titolare.

Ritorno a Bologna
Il 3 gennaio 2012 torna in prestito al Bologna. Il 6 maggio in Bologna-Napoli segna il suo primo goal in Serie A, realizzando il goal che chiude la partita sul 2-0.

Hellas Verona
Il 2 settembre 2013 passa in prestito al Verona.

Chievo
Il 24 gennaio 2014, viene ingaggiato dal Chievo in prestito con diritto di riscatto.

Nazionale
Dopo aver collezionato una sola presenza nella Nazionale Under-20, il 12 ottobre 2007 esordisce in Nazionale Under-21 nella partita contro la Croazia, vinta 2-0 , valevole per la qualificazione al Campionato europeo di calcio Under-21 2009. Il 16 ottobre 2007 durante la partita Grecia-Italia (2-2) si infortuna, subendo la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro.

FONTE: Wikipedia.org