Subscribe Us

Regalato da PASTORELLO come una sorta di ciliegina sulla torta da consegnare a PRANDELLI, Robert ŠPEHAR costò 5 miliardi delle vecchie lire ma l'attuale cittì della Nazionale lo accantonò subito e a Gennaio se ne andò senza rimpianti...

Robert Špehar

Data di nascita:13/05/1970
Luogo di nascita:Osijek (Croazia)
Nazionalità:Croata
Ruolo:Attaccante
Altezza:180 Cm
Peso:75 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Omonia Nicosia2004-2005DA73 
NK Osijek2003-2004PNHL2717 
NK Osijek2002-2003PNHL125 
Standard LiegiGen. 2002-2002PL103 
GalatasarayOtt. 2001-Gen. 2002SL10 
Sporting Lisbona2001- Ott. 2001PL20 
Sporting Lisbona2000-2001PL95 
Sporting LisbonaGen. 2000-2000PL00 
Hellas Verona1999-Gen. 2000L130 
Monaco1998-1999L1143 
MonacoOtt. 1997-1998L1133 
Bruges1997-Ott. 1997PL13 
Bruges1996-1997PL2726 
Bruges1995-1996PL2211 
NK Osijek1994-1995PNHL2623 
Croatia Zagabria1993-1994PNHL3218 
Croatia ZagabriaDic. 1992-1993PNHL149 
NK Osijek1992-Dic. 1992PNHL104 
NK Osijek1991-1992PNHL199 
NK Osijek1991-1992PNHL199 
NK Osijek1990-1991PLJ141 
NK Osijek1989-1990PLJ-- 
NK Osijek1988-1989PLJ20 
NK OsijekFino al 1988Giovanili-- 
LEGENDA: PLJ=Prva Liga Jugoslava (Serie A Ex Jugoslavia), PNHL=Prva Hrvatska Nogometna Liga (Serie A Croazia), PL=Pro League (Serie A Belgio), L1=Ligue 1(Serie A Francia), PL=Primeira Liga (Serie A Portogallo), SL=Süper Lig (Serie A Turchia), DA=Divisione A (Serie A Cipro)

Regalato da PASTORELLO come una sorta di ciliegina sulla torta da consegnare a PRANDELLI, l'attaccante firmò per l'HELLAS il 4 luglio 1999 un contratto di due anni con opzione per il terzo al costo di 5 miliardi delle vecchie lire.
Il quotidiano L'Arena titolava «Colpo Hellas, preso Spehar dal Monaco», poi a fondo pagina si riportava «Forse arriva Pirlo in prestito»: Certo che la sorte ha un'ironia del tutto particolare se guardiamo alle vicende col senno di poi...

NEWS E CURIOSITÀ +   -   =
Talento precoce, Robert esordisce appena 18enne con l'NK OSIJEK (squadra della sua città natale) dei VLAOVIC e dei SUKER nella stagione 1988-1989 ma l'exploit per l'attaccante croato arriva a 22 anni quando, trasferitosi nella DINAMO ZAGABRIA nell'inverno precedente, 'bolla' 18 volte nella prima vera stagione da titolare (arrivando ad un solo gol da VLAOVIC capocannoniere del torneo).
Nel '94-'95, torna all'NK OSIJEK e si 'scatena': 23 reti in 26 presenze nel massimo campionato croato alla media stratosferica di quasi un gol a partita! Ma in Nazionale non brilla, gioca poco e mai dall'inizio sempre 'oscurato' dai colleghi citati precedentemente ai quali vanno aggiunti anche BOKSIC e VUCEVIC.
Nell'estate successiva SPEHAR viene ingaggiato dal BRUGES che in Belgio vuole strappare l'egemonia pressochè totale all'ANDERLECHT ed in effetti la nuova squadra di SPEHAR ci riesce vincendo campionato e coppa nazionale, grazie anche agli 11 centri della nuova 'stella' in attacco.
Ma la migliore stagione belga del nostro è quella del 1996-1997 quando Robert vince la classifica dei cannonieri con 26 gol in 27 presenze (e paradossalmente gioca la sua ultima partita con la Nazionale croata l'11 dicembre del 1996).
Ad Ottobre arriva il MONACO in Francia e al contempo la discesa repentina nella carriera di Robert che si trova davanti gente come HENRY, TREZEGUET e IKPEBA: Con la squadra del Principato 6 gol in due stagioni, 3 presenze nel VERONA di PRANDELLI (che gli preferisce regolarmente CAMMARATA e ADAILTON) in metà stagione poi il passaggio allo SPORTING LISBONA in Portogallo, a Gennaio 2000, ma anche qui SPEHAR sembra aver smarrito la via del gol così, dopo aver messo a segno 5 reti in 11 presenze, ad Ottobre del 2001 viene spedito prima in Turchia al GALATASARAY (una sola presenza) poi di ritorno allo STANDARD LIEGI in Belgio (10 presenze 3 gol).
Così a 32 anni torna in patria a giocare nella squadra che lo ha lanciato e che crede ancora in lui: In maniera abbastanza sorprendente SPEHAR ritrova forma fisica e fiuto del gol e nella stagione successiva, a 34 anni suonati, vince campionato e titolo cannonieri ancora una volta nella Prva NHL con 17 reti in 27 partite.
Finita qui? Nemmeno per idea: SPEHAR si trasferisce a Cipro nell'OMONIA NICOSIA dove ha il tempo di mettere a segno 3 gol in 7 gare e vincere la coppa nazionale cipriota poi il ritiro avvenuto nell'estate del 2005.

Qui una pagina Facebook a lui dedicata...


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • Una gara per l'Emilia... Il 2 Luglio scorso, a Vukovar in Croazia, partecipò insieme ad altri big del calcio croato ad una gara benefica in favore dei terremotati dell'Emilia
  • Buon sangue non mente? Il figlio di SPEHAR, Dino, è una delle giovani promesse del calcio croato; classe '94 è una seconda punta e naturalmente è seguito dal papà che, da agente, ha già ricevuto l'interessamento di MANCHESTER UNITED, BAYERN MONACO, CHELSEA ed ARSENAL...
  • Cagionevole? A dir poco!. La carriera di Robert fu sempre limitata dalla pubalgia e altri fastidi che più o meno costantemente accompagnarono l'attaccante
  • Telefono... Quanto mi costi! nell'Ottobre 2007, due anni dopo il ritiro, SPEHAR viene trascinato in tribunale dalla Vodafone che chiede conto dei 5.150,28 euro che l'attaccante avrebbe a debito ancora da quando, giocando nello SPORTING LISBONA, avrebbe superato di molto il minutaggio di chiamata gratuito fornito ad ogni calciatore del club portoghese quando l'azienda telefonica era sponsor principale
  • Capocannoniere nel 2003-2004 con l'NK OSIJEK: 17 gol in 27 presenze nella Prva Hrvatska Nogometna Liga (Serie A croata)
  • Prandelli? No Grazie! Tra l'attuale cittì della Nazionale, al tempo allenatore dell'HELLAS, e SPEHAR non ci fu mai un gran rapporto (a voler usare un eufemismo). Il mister non lo considerava un titolare e alla prima di campionato, 0 a 3 a Milano con l'INTER, Robert tenuto in panca sbottava 'Sono veramente arrabbiato. Non mi aspettavo un trattamento del genere. Avevo accettato di venire a Verona perché ero sicuro di giocare, di avere un posto da titolare. Purtroppo mi sono sbagliato. Il mister dice che sono in ritardo per quel che riguarda la preparazione? Sarà anche vero, però nelle mie condizioni ci sono altri della rosa. Quindi faccio fatica a giustificare un provvedimento che mi ha toccato sul piano professionale'.
    La risposta di PRANDELLI? 'Per Spehar ha già parlato a sufficienza, nelle scorse settimane, il campo. Lui non è un giocatore in grado di fare la differenza come qualcuno aveva pensato. Pertanto ha il dovere di adattarsi alle nostre esigenze anche se questo significa andare in panchina'. Il mister gli diede una possiblità contro la FIORENTINA (mezz'ora) poi il croato si bloccò un mese e mezzo causa pubalgia e il suo rientro fu accompagnato ancora dalle poco incoraggianti del suo tecnico 'Spehar? Da lui non mi aspetto nulla di straordinario'...
  • ...E pensare che un gol l'aveva fatto anche in maglia scaligera, contro il RAVENNA in Coppa Italia, ma l'arbitro Bolognino l'aveva annullato per concedere al VERONA un rigore (poi trasformato da PIOVANELLI)
  • Capocannoniere nel '96-'97 con il BRUGES: 26 gol (quaterna al LOKEREN) in 27 presenze nella Pro League (Serie A belga)
  • Calciatore croato dell'anno nel 1995
  • Capocannoniere nel '93-'94 con l'NK OSIJEK: 26 gol in 23 presenze nella Prva Hrvatska Nogometna Liga (Serie A croata)

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Robert Špehar
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Robert Špehar (Osijek, 13 maggio 1970) è un ex calciatore croato che giocava nel ruolo di attaccante.
Fu capocannoniere nella massima divisione belga nel 1997 e per due volte in quella croata nel 1995 e nel 2004.

Palmarès
- Club
Campionato croato: 1 1992-1993
Campionato belga: 1 1995-1996
Coppa del Belgio: 1 1995-1996
Coppa di Cipro: 1 2004-2005

- Individuale
Miglior calciatore del campionato croato: 1 1995
Capocannoniere della Division 1:1 1996-1997
Capocannoniere dell'1.hnl:2 1994-1995, 2003-2004

FONTE: Wikipedia.org