PENSALFINI «Verona è una fede... Non può essere considerata come le altre», BONATO difende REMONDINA, HELLAS-TERNANA su RaiSportPiù.


LA SCHEDA DI PENSALFINI: Cuore e mente del Sassuolo per 5 stagioni nelle quali la squadra emiliana è passata dalla C2 a sfiorare il playoff per la promozione in massima serie, Filippo è passato in questa stagione alla corte dell'HELLAS in cui ha ritrovato REMONDINA e BONATO rispettivamente allenatore e diesse.

PENSALFINI stima moltissimo il duo e quando VERONA si è presentata come una proposta concreta non ci ha pensato due volte... Tifoso del CESENA vede in Verona e nella sua squadra una fede: «Verona, nonostante il sottoscritto sia un tifoso del Cesena, è una fede. Non mi era mai capitato in passato di poter esibirmi in una piazza così. Verona è diversa. Il pubblico è diverso. Una società che in C può vantare più di diecimila abbonati, per forza di cose non può essere considerata come le altre» (L'Arena) [COMMENTA]

Sondaggio a risposta singola
Una maglia per due...
Se PENSALFINI non ce la fa chi volete in campo al suo posto?

GARZON cuore veronese e capitano senza paura!
CAMPISI dinamismo e piedi buoni faranno comodo a COSENZA!



Intervista a Esposito, 08/09/2009Intervista a Berrettoni, 08/09/2009


[ALTRE NEWS]
LA LEGA PRO COMUNICA I PROSSIMI 5 POSTICIPI: Dalla 5^ alla 9^ giornata; VERONA-TERNANA il 21 Settembre alle 20.45 sarà trasmessa da RaiSportPiù....E BONATO DIFENDE IL REMO: Giustamente il diesse difende le sue scelte e si dice convinto che alla fine i veri valori emergeranno (per quel che può valere sposo in pieno la linea del dirigente scaligero, la squadra c'è ed è normale qualche sbandamento iniziale ma riderà bene chi riderà ultimo...).
L'HELLAS VERONA E LE ALTRE ammesse alla fase finale della Coppa Italia di Lega Pro [COMMENTA]

Intervista a Pugliese, 08/09/2009Sintesi Verona 1-1 Cavese, 06/09/2009


[IN BREVE]
VITA DA EX: SCIACCALUGA, centrocampista di scuola doriana arrivato con MALESANI nel campionato 2002/2003 imposto dai PASTORELLO's una presenza in coppa nell'HELLAS in 2 stagioni, ora al RAVENNA nel nostro stesso girone, ci vede favoriti per la promozione insieme al PESCARA.
FORMULA 1: MASSA non demorde 'Tornerò più forte di prima!' mentre RAIKKONEN 'promuove' FISICHELLA e promette il podio a MONZA.
QUALIFICAZIONI SUDAFRICA 2010: L'ITALIA si sbarazza della BULGARIA con un secco 2 a 0 firmato GROSSO e IAQUINTA; Ora basta un punto per la qualificazione matematica al mondiale. L'INGHILTERRA di CAPELLO si è qualificata mentre per la FRANCIA ci sono grossi dubbi...
PALLAVOLO: La Nazionale in caduta libera, la RUSSIA ci fa perdere la quarta partita su 5 gare! [COMMENTA]



GIOCO PRONOSTICI:
Ciao butèi prima giocata B/=\S e prima classifica a sorpresa: La BRIDGET, come la TERNANA stupisce e fa fuori tutti con un bel 9 (frutto di 4 risultati azzeccati perfettamente ed un pronostico)! Stacca i secondi (LUCKY 5 pronostici beccati per lui e POSE) di ben 4 punti e conquista ovviamente il primo titolo di campione(SSA) di giornata per cui... Che dire? Brava anzi bravissima BRI sono orgoglione di te (però t'avevo avvisato, poi facciamo i conti hi hi).

Male MARTINO e MISTER LOYAL malissimo io e FEDERICO MONTRESOR sfigadoni di giornata con un solo misero punto :0(

AVVISO A TUTTI: Copiaincollate solo dai miei pronostici perchè se lo fate da altri correte il rischio di portarvi dietro errori di formato non vostri (vero MR LOYAL e LUCKY?) che fin dalla prossima giornata comincerò a penalizzare ;0)
Saluti e AVANTI I BLU'!

CLASSIFICA GENERALE
9 - Bridget
5 - Lucky, Pose
4 - ale90hvr, Gabri, Paolo
3 - Martino
2 - Mister Loyal
1 - Federico Montresor, Smarso

RECORD DI STAGIONE
Punteggio massimo in una giocata: Bridget (9)
Max. numero di pronostici azzeccati: Bridget, Lucky (5)
Max. numero di risultati azzeccati: Bridget (4)
Punteggio minimo in una giocata: Federico Montresor, Smarso (1)

ALBO D'ORO CAMPIONI
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)







Prima Divisione, ecco i prossimi posticipi del lunedì
La Lega Pro ha comunicato i prossimi cinque posticipi che si giocheranno alle ore 20.45 del lunedì e verranno trasmessi in diretta Tv su RaiSportPiù
5^ giornata: Verona-Ternana 21 settembre 20.45;
6^ giornata: Novara-Alessandria 28 settembre;
7^ giornata: Giulianova-Virtus Lanciano 5 ottobre;
8^ giornata Spal-Rimini 12 ottobre;
9^ giornata: Potenza-Cosenza 19 ottobre.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


«Verona, tre punti per la svolta»
Berrettoni fiducioso: «A Cosenza serve la vittoria» Giovedì 10 Settembre 2009
di Gianluca Vighini
VERONA - Era una scommessa. E per quello che si è visto finora, Nereo Bonato l’ha vinta. Emanule Berrettoni, arrivato in gialloblù a parametro zero dal Bassano, è stato uno dei più positivi dell’Hellas in questo avvio. Le sue veloci folate, i suoi dribbling e le sue reti hanno già conquistato i tifosi veronesi. Anche nella brutta partita di domenica con la Cavese, Berrettoni è stato tra i migliori. E quando Remondina lo ha sostituito con Farias, il pubblico del Bentegodi si è scagliato contro il tecnico chiedendo a gran voce la sostituzione di Selva che fino a quel momento non aveva brillato. Critiche che comunque sono servite alla squadra per fare quadrato, anche attorno al proprio allenatore. Spiega Berrettoni. «Il mister ha tutta la nostra fiducia. E questo mi sembra la cosa più importante. I cori, comunque ci stanno. La gente paga il biglietto e ha il diritto di contestare».

Passo falso. Indubbio che la partita con la Cavese sia stata un mezzo passo falso. Ora il Verona è già costretto a inseguire la sorprendente capolista Ternana, già lontana quattro lunghezze dai gialloblù. «Ma è meglio non fare drammi - aggiunge Berrettoni -, perché “certe” partite è meglio farle adesso che più avanti. Almeno ora c’è il tempo di recuperare».
A Cosenza bisogna vincere. «C’è un solo rimedio - conclude Berrettoni -. Ed è andare a Cosenza (calabresi con un Fiore in più, ndr) per vincere. Come? Segnando un gol più degli avversari. Insomma, serve una svolta».
Pensalfini a rischio. Filippo Pensalfini è a forte rischio per la trasferta calabrese. Il centrocampista del Verona accusa una forte contusione al bicipite femorale della gamba destra (vicino al ginocchio): al momento sembra indisponibile per la delicata gara di Cosenza.
Riecco Rantier. E ieri si è rivisto invece Julien Rantier il cui percorso verso la guarigione dalla pubalgia è ancora lungo. Il francese infatti non si è allenato ma ha ripreso in parte con il gruppo. Quasi impossibile che venga convocato per domenica ma potrebbe esserci (almeno in panchina) contro la Ternana nel posticipo di lunedì 21.
Colombo in gruppo. Buone notizie arrivano da Colombo. L’attaccante arrivato nell’ultimo giorno di mercato da Bari ha infatti ripreso ad allenarsi col gruppo. Se i progressi continuano anche nei prossimi giorni, a Cosenza potrebbe andare in panchina. (ass)

Rafael squalificato, salta Cosenza. Posticipo tv il 21 con la Ternana
Hellas, il diesse Bonato fa scudo: «Giù le mani dal tecnico Remondina» Mercoledì 09 Settembre 2009
di Gianluca Vighini
VERONA - Come quando era un portiere. Di nuovo in campo. Stavolta a parare le critiche piovute sull’Hellas, incapace di vincere al Bentegodi e già lontano quattro punti dalla capolista Ternana. Troppi per una squadra costruita per vincere. Sotto accusa c’è mister Remondina, che il diesse gialloblù Nereo Bonato ha voluto confermare sulla panchina scaligera. E allora tocca proprio a lui a fare scudo a squadra e tecnico.
Pregi e difetti. «Di Remondina conosco tutto - spiega Bonato -, pregi e difetti. So che ha delle potenzialità e so che le tirerà fuori. Quello che è successo domenica al Bentegodi (la contestazione nei confronti del tecnico ndr) è frutto della stagione passata. Quest’anno i presupposti sono completamente diversi, non è paragonabile quello che è successo l’anno scorso con oggi».
Preoccupato? No, grazie. «Non sono affatto preoccupato - sbotta Bonato -, so che questa è una squadra di valore e che i valori emergeranno. Quella di domenica è stata la prima partita “steccata”. Se vogliamo è naturale per una squadra che ha cambiato così tanto. Sono convinto che da questa situazione uscirà un Verona rafforzato».
Uscita sbagliata e... squalifica. «Il match è stato sicuramente influenzato dall’espulsione di Rafael (squalificato un turno, salterà la trasferta a Cosenza, ndr) - commenta Bonato -, perché ci siamo trovati a giocare in una situazione tattica inedita. Ma adesso serve solo pazienza. Posso capire la voglia di vincere del nostro pubblico: sono convinto che alla fine le soddisfazioni arriveranno».
La società c’è. Domenica nessuno dirigente si era presentato in sala stampa al Bentegodi per prendere posizione dopo una gara deludente. «Ma non ce n’era bisogno - ha spiegato il diesse -, la società c’è, è presente. Ha messo a disposizione dello staff tecnico quello di cui c’era bisogno, quindi secondo me, anche questo momento, rientra nella normalità».
Ieri la ripresa. A Sandrà è iniziata la preparazione per Cosenza. Colombo non è ancora aggregato al gruppo. Anche ieri ha lavorato a parte. Pure Ciotola ha svolto una seduta differenziata. Fermi Pensalfini (contusione) e Rantier che continua il programma per guarire della pubablgia. Infine assenti Selva (impegnato con la Nazionale di San Marino) e Burato (in Under 20).
Posticipo tv. Hellas-Ternana sarà il posticipo tv su RaiSport Sat del quinto turno, in programma alle 20,45 lunedì 21 al Bentegodi. (ass)

FONTE: Leggo.it


Remo col dubbio Pensalfini Colombo verso la panchina
PER COSENZA RECUPERA CIOTOLA
Andrea Spiazzi Verona
Cinque aprile 2009: Hellas - Pro Sesto 2-0. L’ultima fotografia di un Bentegodi esultante per la vittoria del Verona risale a cinque mesi fa, quando il successo sulla squadra lombarda portò i gialloblù a sperare nell’ultimo assalto ai playoff. Giuseppe Pugliese marcò l’1-0 e fu il suo primo gol con la casacca dell’Hellas che gli valse una fuga pazza e festante sotto la Sud.

“Gepy ” analizza, dopo undici turni senza vittorie in casa, la gara con la Cavese: «Sembra una maledizione, ultimamente in casa accade sempre qualcosa di strano che ci mette in difficoltà e non riusciamo a vincere. Domenica dopo pochi minuti eravamo in vantaggio, tutto andava bene, poi l’espulsione ci ha costretto a giocare con il solo Selva davanti». L’obiettivo è rifarsi già a Cosenza. «Assolutamente si» - conferma Pugliese -, pur avendo il massimo rispetto per i calabresi, che con gli innesti di Fiore e Biancolini hanno dato ulteriore qualità ad un gruppo storico già molto affiatato».

Ieri hanno lavorato solo in parte col gruppo Colombo e Rantier, mentre Ciotola si è allenato regolarmente. A riposo Pensalfini: gli esami a cui si è sottoposto il centrocampista hanno evidenziato una contusione al bicipite femorale.

Bonato tranquillo
«Con la Caveseè stato soltanto un passo falso»
Andrea Spiazzi Verona
Ha riflettuto due giorni prima di parlare, poi Nereo Bonato, il direttore sportivo dell’Hellas, ha commentato così la gara di domenica del Verona: «È stata la prima partita che ha un po’ deluso dall’inizio della coppa Italia ad oggi. Non ritengosia il caso di drammatizzare per la mancata vittoria, anche se alcune riflessioni in merito al comportamento della squadra vanno fatte». Bonato ha aggiunto anche un parere sulla contestazione di parte della tifoseria a Remondina:

«Il tecnico gode della massima fiducia della società e non è in alcun modo in discussione». Il pensiero va poi alla prossima sfida in casa del Cosenza, che ieri ha tesserato l’ex laziale Stefano Fiore. «Ci attende una prova non semplice - ammette il ds -, ma so che la squadravorrà mostrare in pieno il suo valore. Dal primominuto in porta ci sarà il giovane portiere Ingrassia che, con la preparazione specifica di questi giorni, sono certo sarà pronto ad affrontare al meglio la gara». Ieri, come previsto, è infatti arrivata la squalifica per un turno a Rafael. Per quel che riguarda il resto della formazione, infine, Remondina potrà contare sull’organico della scorsa settimana, con la speranza di avere a disposizione anche Corrado Colombo, che potrebbe subentrare nel corso della gara a Andy Selva.

FONTE: DNews.eu


Bonato sta con Remondina «Ha fatto scelte logiche»
UN BENTEGODI AMARO. IL SECONDO PAREGGIO CASALINGO CONSECUTIVO NON PREOCCUPA IL DIRETTORE SPORTIVO. «LE DIFFICOLTÀ CI SONO, DOBBIAMO SUPERARLE»
«Ho grande fiducia nel mister La squadra ha grandi valori ma dobbiamo avere pazienza per costruire un gruppo forte»
«Mi dispiace perchè la gente di Verona deve ancora vedere il vero Hellas». Parola di Nereo Bonato. Il secondo pareggio consecutivo al Bentegodi ha lasciato un po'di amaro in bocca al direttore sportivo gialloblù. «Con il Foggia c'è stata la prestazione, è mancato il risultato - ammette Bonato - con la Cavese abbiamo fatto bene all'inizio ma poi siamo andati in difficoltà, non era mai successo prima, nemmeno nelle partite precampionato o in Coppa. Dobbiamo capire cos'è successo».

Alla fine della gara i tifosi se la sono presa con Remondina, non sono mancati i cori contro il tecnico. «Remondina è l'uomo giusto per il Verona, per il nostro progetto - continua Bonato - non è arrivato il risultato e qualcuno ha messo sulla graticola il nostro allenatore, ci può stare, anche lui sa che nel calcio è così. Ma Remondina ha tutta la nostra fiducia, conosco pregi e difetti del nostro tecnico. I valori ci sono, abbiamo giocatori di qualità che devono venir fuori, dobbiamo aver pazienza».

Meglio non preoccuparsi, dunque. «Sono passaggi normali in un processo di crescita - continua Bonato - con la Cavese, dopo l'espulsione di Rafael, c'erano nove giocatori nuovi su undici, non è facile mettere insieme una squadra in poche settimane di lavoro, siamo in gruppo in costruzione, dobbiamo dare fiducia ai nostri ragazzi e al nostro staff tecnico».

Indubbiamente con la Cavese è mancata la mentalità giusta per questo campionato. «Non so, troppo presto per dare giudizi - ammette il direttore sportivo - probabilmente la squadra ha sbagliato perchè non si è adattata in fretta alla nuova situazione tattica, meglio affrontare queste difficoltà all'inizio della stagione così sappiamo come correre ai ripari e quali limiti ci sono».

Fondamentale, quindi, l'espulsione di Rafael. Il Verona in dieci si è arreso alla Cavese. «Abbiamo lasciato troppo campo, questo è vero - spiega ancora Bonato - abbiamo sofferto troppo, ci siamo abbassati troppo con la difesa e non siamo riusciti più a costruire azioni offensive, la spiegazione del pari sta tutto qua».
Qualcuno dice che anche Remondina c'ha messo del suo. Prima l'uscita di Ciotola per far entrare Ingrassia, poi il cambio tra Campisi e Pensalfini e quello tra Farias e Berrettoni, i tifosi si aspettavano un Verona più spregiudicato ma non è andata così. «Ha fatto scelte logiche - continua Bonato - ha tolto un esterno per far entrare il secondo portiere e poi ha cercato di mantenere l'equilibrio tra i vari reparti, non dimentichiamo che la squadra stava soffrendo. Prendiamo le cose positive, abbiamo portato a casa un punto con grande sacrificio, vuol dire che ci sono le basi per lavorrare».

Adesso arriva la trasferta di Cosenza, ancora un test importante. «Hanno vinto due campionati negli ultimi due anni - racconta - vuol dire che il gruppo è compatto. Poi hanno inserito tre o quattro elementi di grande qualità, Stefano Fiore è solo l'ultimo tassello. Non sarà una partita facile». Rafael squalificato, in porta ci sarà Ingrassia. E Colombo? Andrà almeno in panchina? «Sabato Colombo s'è fermato durante la rifinitura - conclude Bonato - e abbiamo deciso di non rischiarlo. Adesso dobbiamo vedere che cosa succederà in settimana ma non dovrebbero esserci problemi».
Luca Mantovani

Rafael salta Cosenza In porta va Ingrassia
Il giudice sportivo ha squalificato per una giornata l'estremo difensore gialloblù Rafael De Andrade, espulso al 24' del primo tempo nella gara con la Cavese. Il portiere brasiliano salterà quindi la sfida in programma domenica prossimo al «San Vito» di Cosenza. Al suo posto Giuseppe Ingrassia che ha già esordito contro la squadra campana.

AL LAVORO. Archiviato il pari con la Cavese Garzon e compagni hanno ripreso la preparazione in vista della sfida di Cosenza. I gialloblù hanno affrontato alcuni esercizi di mobilità, per poi passare a potenza aerobica, esercitazioni tattiche e partitelle a tema. Lavoro individuale per Nicola Ciotola e Corrado Colombo, a riposo Filippo Pensalfini (che si sottoporrà ad accertamenti per valutare l'entità della contusione muscolare subìta contro la Cavese) e Julien Rantier.
IN NAZIONALE. Andy Selva è stato convocato dalla nazionale di San Marino, Andrea Burato è stato chiamato dalla Nazionale Under 20.
I BIGLIETTI. Il Cosenza ha messo a disposizione della tifoseria ospite 1557 biglietti per la partita con il Verona. I tagliandi, nominativi, sono disponibili fino alle 19 di sabato 12 settembre al costo di 11 euro e 50 più diritti di agenzia al Verona Box Office in via Pallone 12 a Verona e nei punti vendita booking show presenti sul territorio nazionale: www.bookingshow.com.MAZ

FONTE: LArena.it


Esposito: "Stiamo lavorando bene" - VIDEO 09/09/2009 - 10:19
"Andremo a Cosenza, su un campo difficile, per fare la nostra partita. Nessun timore, noi siamo il Verona"

Berrettoni: "Il gruppo resta tranquillo" - VIDEO 08/09/2009 - 16:58
"Sappiamo di avere tempo a disposizione per rimediare alla prestazione con la Cavese. L'inferiorità numerica non è comunque un alibi"

Pugliese: "Noi siamo tutti col mister" - VIDEO 09/09/2009 - 10:06
"Ha preparato la partita in ogni minimo dettaglio, se siamo andati in difficoltà non è di certo colpa sua"

Al via la preparazione del match col Cosenza 08/09/2009 - 17:35
Garzon e compagni hanno affrontato mobilità, potenza aerobica, tattica e partitelle a tema. Differenziato per Ciotola e Colombo, a riposo Pensalfini e Rantier

FONTE: HellasVerona.it


Pensalfini a rischio per Cosenza. Rantier riprende 09/09/2009 18:09
Una brutta botta al bicipite femorale vicino al ginocchio mette in dubbio il centrocampista. Si rivede invece il francese che però potrebbe ritornare in squadra contro la Ternana. Anche Colombo sta meglio e potrebbe debuttare in Calabria

IL S.MARINO DI SELVA NE PRENDE 7 IN REP.CECA

HELLAS, CIOTOLA A PIENO RITMO

Il Verona ai raggi X: il centrocampo 09/09/2009 16:57
Il centrocampo è la zona dove il Verona può esprimere maggior qualità. Le conferme di capitan Garzon e Campisi e gli arrivi di Russo ed Esposito dal Gallipoli, di Pensalfini dal Sassuolo (nella foto) e del giovane Burato dal Chevo vanno ad impreziosire la formazione gialloblù.

Berrettoni: Tranquilli, vinciamo a Cosenza 09/09/2009 16:18
Emanuele Berrettoni, attaccante dell'Hellas non nasconde la delusione per la partita di domenica contro la Cavese ma allo stesso tempo è carico per il prossimo appuntamento: "Cosenza è fondamentale, vinceremo"

Bonato para le critiche: ho fiducia nella squadra e in Remondina 08/09/2009 17:54
Il direttore sportivo scende in campo per difendere la squadra e il tecnico dopo il deludente pareggio con la Cavese. "Siamo solo all'inizio, stiamo calmi - ha spiegato a Tggialloblu.it. - Capisco i veronesi: hanno voglia di tornare grandi e purtroppo in casa fino ad oggi non siamo stati all'altezza".

Altro che fortino inespugnabile, il Bentegodi tallone d'Achille dell'Hellas 08/09/2009 16:12
Risultati impietosi per l'Hellas allo stadio Bentegodi . Nelle ultime undici 11 uscite casalinghe soltanto 2 vittorie contro Reggiana e Pro Sesto, 7 pareggi e 2 sconfitte.

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]
FORMULA 1: MASSA non demorde 'Tornerò più forte di prima!' mentre RAIKKONEN 'promuove' FISICHELLA e promette il podio a MONZA. NAZIONALE: L'ITALIA si sbarazza della BULGARIA con un secco 2 a 0 firmato GROSSo e IAQUINTA; Ora basta un punto per la qualificazione matematica a SUDAFRICA 2010. L'INGHILTERRA di CAPELLO si è qualificata mentre per la FRANCIA ci sono grossi dubbi... PALLAVOLO: La Nazionale in caduta libera, la RUSSIA ci fa perdere la quarta partita su 5 gare! VITA DA EX: SCIACCALUGA, centrocampista di scuola doriana arrivato con MALESANI nel campionato 2002/2003 imposto dai PASTORELLO's una presenza in coppa nell'HELLAS in 2 stagioni, ora al RAVENNA nel nostro stesso girone, ci vede favoriti per la promozione insieme al PESCARA.
FORMULA 1: MASSA non demorde 'Tornerò più forte di prima!' mentre RAIKKONEN 'promuove' FISICHELLA e promette il podio a MONZA. QUALIFICAZIONI SUDAFRICA 2010: L'ITALIA si sbarazza della BULGARIA con un secco 2 a 0 firmato GROSSO e IAQUINTA; Ora basta un punto per la qualificazione matematica al mondiale. L'INGHILTERRA di CAPELLO si è qualificata mentre per la FRANCIA ci sono grossi dubbi... TENNIS: La PENNETTA non fa il miracolo ma ora è tra le prime 10 al mondo nel ranking ATP, un risultato insperato fino a non molto tempo fa... PALLAVOLO: La Nazionale in caduta libera, la RUSSIA ci fa perdere la quarta partita su 5 gare! VITA DA EX: SCIACCALUGA, centrocampista di scuola doriana arrivato con MALESANI nel campionato 2002/2003 imposto dai PASTORELLO's una presenza in coppa nell'HELLAS in 2 stagioni, ora al RAVENNA nel nostro stesso girone, ci vede favoriti per la promozione insieme al PESCARA.
FORMULA 1
IL FERRARISTA È FIDUCIOSO
La certezza di Massa «Non ho nessun timore sarò veloce come prima»

Pallavolo
CADUTA VERTICALE PER LA NAZIONALE LA RUSSIA CI BATTE
Italia in caduta verticale negli Europei di pallavolo in corso in Turchia. Gli azzurri hanno perso il quarto match su cinque facendosi superare dalla Russia per 3-0 (25-23, 25-21, 25-21) in un’ora e 15 minuti. Oggi l’Italia affronta la Finlandia.

FONTE: DNews.eu

AZZURRO MONDIALE
Il riscatto di Lippi: Grosso e Iaquinta firmano il 2-0 alla Bulgaria. Ormai ipotecata la qualificazione

Open Usa: Serena mette fine al sogno della Pennetta

«A MONZA VOGLIO IL PODIO»
Gp d’Italia, Raikkonen suona la carica «Vogliamo dare soddisfazione ai tifosi Fisichella? E’ tra i piloti più esperti»

FONTE: Leggo.it

Fiore Fa già impazzire Cosenza 14:32 del 09 settembre
Lega Pro, l'ultimo colpo di mercato. Fiore fa già impazzire Cosenza. "Questa è la maglia che ho amato di più". L'ex nazionale torna nella sua città: "La scalata deve proseguire".

FONTE: Gazzetta dello Sport

Ravenna, capitan Sciaccaluga: "Verona e Pescara le candidate alla promozione"
Nel corso di “Giallorosso da Leoni”, il capitano del Ravenna Paolo Sciaccaluga si è dichiarato soddisfatto per il bottino raccolto dai romagnoli in queste prime giornate. “Cinque punti dopo due trasferte sono un buon ruolino. Adesso l’importante è andare in condizione: solo tra qualche giornata verranno fuori i reali valori e inizierà il vero campionato. Non che adesso non lo sia ma in questo momento capita di incontrare squadre che non sono ancora nella migliore condizione”. Al capitano è stato anche chiesto un giudizio sulle candidate alla promozione: “Credo che Verona e Pescara possano essere in alto anche se quando devi vincere per forza si fa fatica, soprattutto in queste categorie. La Prima Divisione è un campionato equilibrato e tutte le squadre vanno affrontate con grande rispetto”.

FONTE: TuttoLegaPro.com

Colpaccio del Cosenza Fiore torna a casa
IL MERCATO NON FINISCE. L'EX CENTROCAMPISTA DELLA NAZIONALE HA ACCETTATO LE PROPOSTE DELLA SQUADRA CALABRESE CHE DOMENICA AFFRONTERÀ IL VERONA
Nuova vita al Re. Stefano Fiore torna a casa. Un cosentino a Cosenza. Il massimo per i tifosi calabresi. Un po' come se Damiano Tommasi venisse a riprendersi il Verona. Oggi Fiore potrebbe essere il problema in più per l'Hellas di Remondina. Non è ancora sicuro che possa giocare domenica. Il ragazzo, però, è in buona forma. Si è allenato per tutta l'estate con il Lecce, si è fatto aiutare dal talento, e potrebbe essere pronto a stupire ancora. Ieri Fiore si è presentato al suo nuovo pubblico.

Vecchi amici, gente della sua terra. Il Cosenza gli ha fatto firmare un contratto triennale. Quello che di fatto dovrebbe permettergli di scollinare dolcemente. Benevento e Cska Mosca lo hanno tentato più volte. La società campana punta in alto, in Russia, invece, erano pronti denari e parcheggio di lusso.
Fiore, però, ha deciso di farsi raccomandare dal cuore. E così inizia una storia che potrebbe regalare tante emozioni. A lui, ma anche al Cosenza, che alla pari del Verona vuole recitare un ruolo importante nel campionato di Prima Divisione. Il girovago del calcio si è fermato. E lo ha fatto, forse, nel posto giusto al momento giusto. Era alla caccia di qualcosa di intrigante dopo un anno di sospiri, passato ai bordi del campo.

Nella storia da professionista c'è anche un po' di Verona. Un anno di Chievo sotto la direzione di Alberto Malesani. Una stagione importante visto che proprio da Verona Stefano ha preso il volo verso il grande calcio. Il fantasista calabrese ha salutato il campionato cadetto per approdare in serie A: Parma, Udinese, Lazio, Valencia, Fiorentina, Torino e Livorno. In mezzo anche la chiamata in Nazionale. Anni intensi e ricchi di soddisfazioni.

Poi la discesa. Lenta. Due anni fa è tornato in B a Mantova. Pochi squilli, tre reti, ma nient'altro da segnalare. Poteva essere la fine di tutto. Per un anno resta senza squadra. Vive momenti difficili, poi trova la mano tesa del Lecce. Si allena, sembra vicino a trovare un accordo. D'improvviso spunta il Cosenza. Impossibile dire di no.S. A.

FONTE: LArena.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaTorino Juric

#AtalantaVerona highlights


Archivio