PORTOSUMMAGA - HELLAS VERONA: Vincere per girare la boa al comando, diventare campioni d'inverno e puntare dritti al successo finale!

Pubblicato da andrea smarso venerdì 11 dicembre 2009 21:16, vedi , , , , , , , , | Nessun commento

PORTOSUMMAGA - HELLAS VERONA:  Ultima di andata che più insidiosa non poteva essere per i gialloblù 'caduti' per la prima volta in campionato dopo 15 gare proprio Domenica scorsa al 'Binti' contro il RIMINI, ma i butèi, al solito, non hanno 'tradito' le attese: già esaurito da Mercoledì pomeriggio il settore ospiti del 'Mecchia'! L'ultimo (e unico) precedente a casa dei granata risale al 2 Novembre dello scorso anno (vedi album poco sotto) quando fini a reti inviolate e con gli avversari giocava il poco rimpianto William DA SILVA. Chissà se, dopo aver patteggiato per il TARANTO a suo tempo, Domenica tiferà per il PORTOGRUARO... In ogni caso, siamo pronti a scommetterci, nessuno fra i numerosi tifosi scaligeri presenti allo stadio ci farà gran caso!


PORTOSUMMAGA - HELLAS VERONA: Ultima di andata che più insidiosa non poteva essere per i gialloblù 'caduti' per la prima volta in campionato dopo 15 gare proprio Domenica scorsa al 'Binti' contro il RIMINI, ma i butèi, al solito, non hanno 'tradito' le attese: già esaurito da Mercoledì pomeriggio il settore ospiti del 'Mecchia'! L'ultimo (e unico) precedente a casa dei granata risale al 2 Novembre dello scorso anno (vedi album poco sotto) quando finì a reti inviolate e con gli avversari giocava il poco rimpianto William DA SILVA. Chissà se, dopo aver patteggiato per il TARANTO a suo tempo, Domenica tiferà per il PORTOGRUARO... In ogni caso, siamo pronti a scommetterci, nessuno fra i numerosi tifosi scaligeri presenti allo stadio ci farà gran caso! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

Portogruaro 0-0 Verona (2 Novembre 2008)

QUI PORTOGRUARO:I veneziani sono i veri e propri outsider della stagione; partiti in quarta hanno avuto qualche partita di relativa flessione in cui molti addetti ai lavori hanno pronosticato tempi duri per la formazione di CALORI che invece, grazie al carattere specchio di quello del suo allenatore che in campo, da buon mediano, non mollava mai, si è ritrovata alla grande e si è portata al terzo posto in classifica a pari punti con il PESCARA. Fuori il giovane difensore PONDACO, squalificato dal giudice per due giornate, i gialloblù ritroveranno ALTINIER 'Il Bomberino' che ora è capocannoniere del Girone B e PUCCIO, il mediano di provenienza INTER fatto esordire da MANCINI in Champions e forse 'scaricato' un po' troppo frettolosamente dal VERONA. Gabbo si stà comportando veramente bene coi lagunari e stà garantendo dinamismo e grinta al centrocampo granata ma occhio anche a capitan CUNICO che al BINTI pareggio il gol dell'HELLAS nella partita di ritorno... Il centrocampista ha piedi buoni e probabilmente non sfigurerebbe anche in Serie B. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

Da Verona allo stadio 'Mecchia' di PORTOGRUARO (VE)(171 km – circa 1 ora e 47 min. Tempo previsto: Soleggiato 4°C)

Visualizzazione ingrandita della mappa

QUI VERONA:Con l'HELLAS che ha un maledetto bisogno di ritrovare la via del gol un altro stop per SELVA 'La Belva' non ci voleva! E invece proprio Mercoledì il capocannoniere gialloblù ha saltato l'allenamento in via precauzionale a causa di una contusione al ginocchio. Proprio ora che, tornato da Cesenatico, Andy doveva recuperare minutaggio e tornare a sfondare le reti... Speriamo non si tratti di nulla di grave e di rivederlo in campo a Portogruaro. Nell'allenamento odierno, ad ogni modo, si sono mossi col gruppo CANGI, CAMPAGNA e anche SELVA ma se per i primi due non ci dovrebbero essere particolari problemi (con CANGI chiaramente titolare e CAMPAGNA eventualmente pronto in panca) qualche perplessità suscita la condizione del centravanti che, appena uscito dal lungo infortunio al polpaccio ha dovuto fermarsi ancora una volta a causa di una contusione al gionocchio. La formazione anti-PORTOSUMMAGA dovrebbe essere perciò la 'solita' con il rientro di RAFAEL tra i pali, CANGI, COMAZZI, CECCARELLI e PUGLIESE nella linea di difesa da destra a sinistra, il trio-MEDiana RUSSO, ESPOSITO, PENSALFINI ed in attacco RANTIER (che si gioca la maglia a metà con CIOTOLA), COLOMBO e BERRETTONI. E FARIAS? Nonostante la buona gara col LUMEZZANE ed in campionato contro il RIMINI, REMONDINA pare ancora intenzionato a dare fiducia all'esperienza ma se RANTIER non si 'sveglia' in fretta e CIOTOLA continua ad essere 'tutto fumo e niente arrosto', per il brasiliano le possibilità di giocare saranno sempre più numerose... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


I risultati del sondaggio B/=\S sulla 'pazzia' di RAFA...

DICONO:
REMONDINA la vede dura ma ha fiducia nel suo HELLAS nella difficile trasferta a PORTOGRUARO «Sono due squadre che si assomigliano molto perchè entrambe giocano sempre per vincere. Non sarà facile domenica anche perchè il Portogruaro ha un bravissimo allenatore che prepara le partite con molta attenzione. Vedremo chi la spunterà, noi siamo carichi», intanto si è rivisto SELVA col gruppo «Ha ripreso a correre ieri perchè domenica aveva preso una botta al ginocchio. Conto di recuperarlo per la trasferta di Portogruaro.» (TGGialloblu.it)
CUNICO rispetta la capolista ma avverte i gialloblù «Il Verona? La squadra più forte del girone: andrà in serie B. Però noi siamo pronti per fare lo sgambetto. Sarebbe proprio bello vincere il derby e agganciare i gialloblù al giro di boa. Però siamo anche consapevoli che ci aspetta una sfida tosta, di quelle difficili, ma, ripeto, siamo pronti» (Leggo.it)
Il diesse BONATO sul mercato di Gennaio «Adesso non è il momento di parlarne. Ci sono due gare importanti, due trasferte che non possiamo sbagliare. Questo gruppo ha valori veri e va salvaguardato. Di mercato ne parleremo solo dopo il 20 dicembre, quando ci sarà la sosta. E solo facendo una seria e attenta analisi. Dico prima di tutto che l'analisi va fatta in profondità. Una società importante è quella società che non si fa trascinare nel gorgo dell'emotività. Per esperienza dico: gennaio è un mese strano. A volte puoi fare più confusione che altro. Per questo voglio prima vedere il Verona al cento per cento. O almeno al novanta per cento. Se ci siamo tutti e stiamo bene, questa squadra non ha bisogno di nessuno. Valuteremo le cose con calma, analizzandole in ogni aspetto e tenendo presente che la squadra al completo può ancora darci molto. Poi, se dopo questa analisi ci renderemo conto che serve qualcosa, ci faremo trovare pronti» (TGGialloblu.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


CALORI allenatore dei granata sceglie un profilo basso nonostante la classifica inviti a ben altri pensieri «Prima arriviamo a quota 40, meglio è. Questa è la nostra priorità: ci servono altri 14 punti, poi, eventualmente, si possono fare altri discorsi. Tuttavia vedo i ragazzi particolarmente carichi. Per cui dico: giochiamocela alla grande come sempre, sperando di avere più fortuna rispetto a Cosenza, dove abbiamo perso (3-2, ndr) immeritatamente. Il derby Con il Verona? Beh, sognare non costa nulla...» (Leggo)
Christian ALTINIER bomber del PORTOGRUARO ricorda la bigia stagione nell'HELLAS, che accoglienza si aspetta dai tifosi gialloblù? «Non saprei. Se mi fischieranno potrò solo dar loro ragione. Giustamente il calciatore viene valutato per quello che fa in campo. E io quell'anno combinai davvero pochino: se fai zero gol fanno bene a fischiarti» Un pronostico per PORTOSUMMAGA-HELLAS? «Impossibile. Quella di domenica è una partita tutta da giocare: il Verona ha un'ottima squadra, costruita per vincere, solida, capace di prendere pochi gol, addirittura nessuno finora fuori casa... Sarà dura, durissima, lo sappiamo, ma noi non rinunciamo alla nostra filosofia di gioco. Ce la giocheremo, proveremo a fare la partita anche stavolta come è nelle nostre corde»
ESPOSITO sul PORTOSUMMAGA «È una squadra costruita per vincere e ci attende una gara difficile. Noi, però, conosciamo le nostre potenzialità e andremo ad affrontarli senza timori reverenziali, forte del contributo, importantissimo, dei nostri tifosi che accorreranno in massa a sostenerci» (DNews.eu) e poi... «Hanno fatto veramente bene, nelle ultime partite hanno perso qualche colpo in trasfertta ma in casa si sono sempre fatti rispettare. Non sarà una partita facile ma noi dovremo affrontare la gara con lo spirito giusto, dobbiamo voltare pagina e farlo in fretta. Una vittoria è la medicina migliore» (LArena.it)
REMONDINA torna sullo stop interno imposto dal RIMINI Domenica scorsa «E’ solo una sconfitta, normalissima. Arrivata alla fine di una partita storta che però abbiamo dominato. Non dobbiamo fare drammi, non è il caso. E’ sempre duro analizzare una partita come quella di domenica scorsa col Rimini. Cosa ci è mancato? Il gol, chiaramente. Forse dobbiamo essere meno belli e più cinici, ma non posso imputare niente ai ragazzi. Ce l’hanno messa tutta, hanno giocato praticamente nella metà campo avversaria, se non abbiamo vinto vuol dire che qualcosa ci è mancato. Dobbiamo rimboccarci le maniche, lavorare ancora di più, migliorare sotto porta» (Leggo.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


[ALTRE NEWS]
COPPA ITALIA DI LEGA PRO GIRONE 'D': LUMEZZANE avanti nonostante il lungo scomodo viaggio e la banda di ragazzini; il POTENZA liquidato per 3 a 0
FERIE NATALIZIE DI UNA SETTIMANA OBBLIGATORIE AI CALCIATORI: Tutte le società di questa Lega, anche per la corrente stagione sportiva, devono concedere ai propri calciatori sette giorni consecutivi di riposo obbligatorio, dopo l’ultima gara in programma nel mese di Dicembre, esclusi i programmi di recupero da infortuni. Le società potranno, previo accordo con il gruppo dei propri calciatori, frazionare il periodo, a condizione che il riposo complessivo obbligatorio sia, comunque, di sette giorni e che gli stessi siano fruiti dopo l’ultima giornata di Dicembre e prima della ripresa dell’attività ufficiale in Gennaio (Lega-Calcio-Serie-C.it)
IL CASMS PONE LIMITAZIONI su FOGGIA-VERONA del 20 Dicembre prossimo: un biglietto a persona.
E SPALLETTI VA IN RUSSIA! Allenerà lo ZENITH di ROSINA... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

INTER 2-0 RUBIN KAZAN HighlightsRigore sbagliato ma arriva un difensore: "Ghe pensi mì!"Liverpool 1-2 Fiorentina Highlights

[IN BREVE]
COME I BUTELÉI: È continua polemica tra PANUCCI che vuole le scuse di PREZIOSI per una presunta manata ed il presidente del GENOA che dice di aver reagito ad una 'chiara minaccia' del difensore esterno destro del PARMA.
MAROTTA SU CASSANO: 'Poverino è depresso perchè LIPPI non lo chiama...'.
CHAMPIONS LEAGUE: Anche l'INTER agguanta gli ottavi, fantastico gol di BALOTELLI su calcio di punizione da distanza siderale ed un effetto incredibile dato alla palla! La FIORENTINA, pure in emergenza, batte il LIVERPOOL a domicilio e chiude da prima nel girone!
INCIDENTI IN CATANZARO-VERONA DEL GENNAIO 2006: Assolto il tifoso giallorosso che era stato arrestato, il PM aveva chiesto 7 mesi...
OH! QUANDO SCAPPA... SCAPPA! E LEHMANN la fa in campo dietro ai tabelloni pubblicitari.
CORONA RICATTAVA MELANDRI E ADRIANO condannato a quasi 4 anni di carcere, lo farà? Mah...
BASKET NBA: Nessuno ferma i LAKERS di BRYANT ad ovest mentre ad est dominano i CELTICS di Boston alla 9^ vittoria di seguito, cadono i RAPTORS senza BARGNANI ed i 76ERS sono all'undicesima sconfitta di fila!
FORMULA 1: La FIA cambia il punteggio, 25 al primo, 20 al secondo e 15 al terzo. La MERCEDES insiste, vuole il ritorno di SCHUMI.
CIO 'SCATENATO': Pesanti modifiche al programma di ciclismo su pista e di tennis.
SCI: Nella supercombinata della Val d'Isere l'azzurro MOELGG sul gradino più basso del podio.
NUOTO: Pronti via, ad Istanbul per i Campionati Europei in vasca corta la SEGAT è subito d'argento! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

NBA highlights from December 7thNBA highlights from December 6th

GIOCO PRONOSTICI:
Brutta giornada butèi! Sentìr l'HELLAS perdar così fa màl dal bon santo dio... Consolemose col fatto che l'è la prima òlta in 'stò campionato, prima o dopo dovea pur sucedar!

Tornando al zugo la BRIDGET la fa veder che non la s'ha dato par vinta e con 8 punti la mete in riga tùti! Bravi però anca i butèi del terzetto GABRI, GEDE e MARTINO al secondo posto. Sfigadòn son mì (e me sà che almanco stò titolo non me le porta via nìsuni).

In classifica generale MARTINO l'ha ciapà BRUNI al primo posto (grande japonico) e la BRIDGET l'è ritornà a soli 2 punti da la vetta sorpassando ALE90HVR. In zona salvezza acque sempre più torbide par mì e tra 'na setimana o dò, se la va'vanti così, me sa che GEDE el me ciàpa e dopo el me sorpassa, che sfigado che son Ah ah...
Alla prox. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

CLASSIFICA DI GIORNATA
8 - Bridget
6 - Gabri, Gede, Martino
5 - Mister Loyal, Pose
4 - Ale90hvr, Bruni, Lucky, Robroy
3 - Black
2 - Smarso

CLASSIFICA GENERALE
69 - Bruni, Martino
68 - Bridget
65 - Ale90hvr
63 - Pose
62 - Mister Loyal
60 - Lucky
58 - Robroy
56 - Black
55 - Gabri
49 - Smarso
46 - Gede

CLASSIFICA PRECEDENTE
65 - Bruni
63 - Martino
61 - Ale90hvr
60 - Bridget
58 - Pose
57 - Mister Loyal
56 - Lucky
54 - Robroy
53 - Black
49 - Gabri
47 - Smarso
40 - Gede

RECORD DI STAGIONE
Punteggio massimo in una giocata: Ale90hvr, Bruni (11)
Max. numero di pronostici azzeccati: Ale90HVr (8)
Max. numero di risultati azzeccati: Bruni (5)
Punteggio minimo in una giocata: Bridget, Federico Montresor, Gabri, Lucky, Mister Loyal, Robroy, Smarso, VALE/=\VALES (1)

ALBO D'ORO CAMPIONI
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)





SFIDA PER TENERE LA VETTA
Hellas>> Dubbi in attacco per Remondina. Ma a Portogruaro serve vincere a tutti i costi
Partita cruciale. I temi del match Cancellare l’onta del ko col Rimini contro i veneziani che sono squadra solida In campo Una fase di gioco di Hellas-Real Marcianise. I temi del match. Cancellare l’onta del ko col Rimini contro i veneziani che sono squadra solida
Andrea Spiazzi Verona
Verso Portogruaro per ritrovare punti e fiducia. La truppa gialloblù è decisa più che mai a cancellare l’onta della prima sconfitta in campionato con una prestazione da capolista. La vetta è t u tt ’altro che facile da mantenere, i veneziani godono di ottima salute e l’Hellas va ad affrontare un gruppo che è stato a lungo in testa nella prima parte del girone d’andata e che vuole confermare di non essere stato una bolla di sapone nonostante la sconfitta patita domenica scorsa a Cosenza. Gian Marco Remondina ha più di un dubbio sulla formazione da mandare in campo. In porta tornerà Rafael dopo aver scontato la squalifica di due turni. La difesa dovrebbe essere quella solita.

Probabile formazione Anche se Cangi ieri si è allenato a parte la sua presenza non è in discussione per domenica. I restanti tre saranno Ceccarelli, Comazzi e Pugliese. In mediana spazio a Russo, Esposito e Pensalfini. Le perplessità sono riservate al reparto offensivo. Andy Selva non sarà in condizione di scendere in campo dal primo minuto e siederà molto probabilmente in panchina, con Colombo titolare. Il posto che vacilla più di tutti gli altri è quello di Rantier. Il francese, forse in calo di condizione, non ha convinto del tutto nelle ultime prestazioni. Al suo posto è pronto Ciotola, i due sono al 50 per cento di probabilità di indossare la casacca. Non pare plausibile un ingresso da subito di Diego Farias: il talentuoso brasiliano non è, secondo il mister, ancora in grado di affrontare i 90 minuti, dovendo migliorare negli automatismi del gruppo e resta quindi una carta da giocarsi nell’ultima mezz’ora per cambiare i ritmi e provare a colpire qualora fosse necessario. Sugli altri campi, tra le rivali del Verona, big match a Terni tra Ternana e Reggiana, il Pescara ha lo scomodo ospite Real Marcianise, il Ravenna ospita l’Andria mentre il Cosenza va a Taranto. A Portogruaro saranno presenti circa 1300 tifosi che stanno esaurendo i biglietti messi a disposizione della società veneziana per il settore ospiti.

GLI AVVERSARI
Difesa in emergenza Pondaco squalificato Madaschi infortunato l’ex è Gabriele Puccio
>> Solo un precedente tra Portogruaro ed Hellas, quello dello scorso anno con finale 0-0. Nelle ultime 5 gare casalinghe Cunico e compagni hanno ottenuto 8 punti, frutto di due successi (1-0 con Taranto e Potenza), due pareggi (2-2 col Pescara e 0-0 con la Cavese) ed un ko (1-2 con la Ternana). Numeri a confronto: l’He l - las viaggia a 29 punti con 7 vittorie, 8 pareggi ed una sconfitta. Venti le reti realizzate dai gialloblù (ma solo una nelle ultime quattro giornate) e 5 quelle incassate. I 26 punti dei veneziani sono frutto di 8 vittorie (quattro in casa), 2 pari e 3 sconfitte. Il Portogruaro ha segnato una rete in più dell’Hellas (ma solo 9 tra le mura amiche a fronte delle 12 in esterna), subendone però 17 (solo 6 delle quali in casa). Calori dovrà rinunciare ai difensori Madaschi fuori un mese per infortunio e di Pondaco squalificato, Recupera invece Specchia. L’ex è Gabriele Puccio, l’anno scorso in maglia gialloblù. << A.S.

HELLAS
A ESPOSITO ANCORA NON VA GIÙ IL KO COL RIMINI. E CHIAMA A RACCOLTA I TIFOSI
«E adesso, tutti a Portogruaro». Il centrocampista di Napoli suona la carica per la prossima gara: «Quello con
i granata è un impegno difficile ma li affrontiamo senza timori reverenziali»

Andrea Spiazzi Verona
Non gli va giù. La sconfitta interna, la prima della stagione, col Rimini lascia a distanza di tre giorni uno strascico amaro nelle parole di Gennaro Esposito, napoletano verace classe ’85, perno del centrocampo gialloblù. «Pensavamo di segnare nei primi 45 minuti, ma siamo rimasti a secco - spiega - la cosa che più conta è, però, che non abbiamo mai mollato, e questa deve essere la nostra matrice ogni volta che scendiamo in campo».

Occasione mancata «Al di là della sconfitta - prosegue l’ex Gallipoli - il fatto che più dispiace è che abbiamo perso l’occasione di allungare sulle rivali, peccato. In casa abbiamo deluso con Spal e Rimini, vedremo di rifarci al più presto. Domenica abbiamo avuto la conferma che questo è un campionato insidioso, che non lascia spazio a tentennamenti».

Una sorta di “chi si ferma è perduto”per chi vuole arrivare primo, ora che in sei punti ci sono otto squadre con pretese di arrivare quantomeno ai playoff. Una di queste, a tre distanze dall’Hellas, è il prossimo avversario, il Portogruaro, capace di dominare nelle prime giornate, per poi avere un brusco arresto e, ultimamente, una netta ripresa. «È una squadra costruita per vincere - dice Esposito - e ci attende una gara difficile. Noi, però, conosciamo le nostre potenzialità e andremo ad affrontarli senza timori reverenziali, forte del contributo, importantissimo, dei nostri tifosi che accorreranno in massa a sostenerci». Esposito, con Cangi e Russo, è uno dei tre ex gallipolini che stanno spingendo Francesco Di Gennaro a raggiungerli in riva all’Adige per bissare la promozione in B con la maglia gialloblù.

Dal campo
Selva, un altro stop potrebbe saltare la sfida di domenica
Non c'è pace per Andy Selva. Ieri il gialloblù non si è allenato a causa di una contusione al ginocchio, cosa che preoccupa lo staff dell’Hellas. Il sammarinese, dopo aver recuperato dal guaio al polpaccio, ha bisogno di mettere minuti nelle gambe e questo nuovo stop potrebbe pregiudicare il suo impiego domenica a Portogruaro. Lavoro differenziato per Dario Campagna. Oggi seduta pomeridiana a Sandrà._ A.S.

FONTE: DNews.eu


NEWS
Giudice Sportivo
Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 7 Dicembre 2009 ha squalificato per due giornate effettive il difensore Pondaco Stefano, per quel che riguarda il Verona nessun provvedimento.

FONTE: PortogruaroSummaga.it


Venerdì 11 Dicembre 2009
Granata in fermento.
Cunico suona la carica: «Pronti a sgambettare la super capolista»
di Marco Zorzo
PORTOGRUARO - Massimo rispetto. La capolista Hellas merita questo e altro. Il Porto aspetta carico lo strano derby d’alta quota. Strano perché i granata, che sono stati pure primi in solitudine, non si aspettavano una sfida così importante, con 26 punti in saccoccia, all’ultima di andata. Gli stessi del Pescara, tre in meno dei cugini scaligeri, leader solitari del girone B di Prima Divisione...

Pasta di capitano. Piedi vellutati, cervello fino. Ecco Marco Cunico, re di Portogruaro. Un giocatore di categoria superiore, che nell’ultimo comune della provincia di Venezia prima di arrivare in Friuli, ha trovato il suo habitat. «Il Verona? - sbotta - La squadra più forte del girone: andrà in serie B. Però noi siamo pronti per fare lo sgambetto. Sarebbe proprio bello vincere il derby e agganciare i gialloblù al giro di boa. Però siamo anche consapevoli che ci aspetta una sfida tosta, di quelle difficili, ma, ripeto, siamo pronti».

Calori mette in guardia. Ecco il mister del Porto, che tiene a precisare. «Prima arriviamo a quota 40, meglio è. Questa è la nostra priorità: ci servono altri 14 punti, poi, eventualmente, si possono fare altri discorsi. Tuttavia vedo i ragazzi particolarmente carichi. Per cui dico: giochiamocela alla grande come sempre, sperando di avere più fortuna rispetto a Cosenza, dove abbiamo perso (3-2, ndr) immeritatamente. Il derby Con il Verona? Beh, sognare non costa nulla...». Più chiaro di così.

Venerdì 11 Dicembre 2009
Il diesse Bonato in vista del derby a Portogruaro: «Gara diffcile, loro giocano bene»
«Hellas, bisogna recuperare i punti persi»
di Gianluca Vighini
VERONA - «La sfida a Portogruaro? Cercheremo di recuperare i punti persi, ma affronteremo un avversario che esprime il miglior calcio del girone». Il diesse dell’Hellas Nereo Bonato mette in guardia così i suoi dalle insidie del derby. Bonato è andato spesso a guardare la squadra di Calori e ha sempre espresso la sua ammirazione. «Non è una sorpresa, e neanche una meteora», aveva detto dopo poche giornate dall’inizio del campionato «è una squadra contro cui faticheranno tutti».

Intanto il Verona non vince da quattro gare, l’ultimo successo risale alla gara interna con il Real Marcianise, il 15 novembre scorso, e la sconfitta al Bentegodi con il Rimini, implica un pronto riscatto. «La classifica è ottima - commenta Bonato - ma penso che ci manchino almeno tre, quattro punti. Cercheremo di recuperarli nelle prossime due gare prima della sosta natalizia». E il mercato di gennaio bussa alla porta, ma il direttore sportivo gialloblù per adesso non ne vuole parlare. «Ci sono due gare importanti, due trasferte che non possiamo sbagliare. Questo gruppo ha valori veri e va salvaguardato. Di mercato ne parleremo solo dopo il 20 dicembre, quando ci sarà la sosta. E solo facendo una seria e attenta analisi».

Vuol dire che Selva (nella foto piccola) e Colombo riscuotono ancora la fiducia di dirigenza e tecnici del Verona. I due saranno comunque osservati speciali sia a Portogruaro, sia a Foggia. Su Selva, Bonato spiega. «E’ completamente guarito dal malanno al polpaccio. Domenica ha preso una botta al ginocchio cadendo male. Ha fatto un po’ di mesoterapia e spero che a Portogruaro ci sia».

E Colombo? «Corrado è cresciuto costantemente fino alla gara con il Pescina. Poi si è influenzato, ha fatto dieci giorni con la febbre e quando è tornato aveva perso la condizione. E’ subentrata la voglia di spaccare il mondo, una certa frenesia, un po’ di nervosismo. Sono convinto che se recuperiamo tutti i nostri uomini e la forma migliore questa squadra non ha nulla da invidiare a nessuno». Selva intanto, ieri ha svolto un lavoro differenziato assieme a Campagna e a Cangi. Aumentano le possibilità di vederlo in campo nel derby. (ass)

Mecchia tutto esaurito. Selva si è fermato per una botta al ginocchio
Hellas verso il derby a Portogruaro Remondina: «Meno belli, più cinici»
di Gianluca Vighini
VERONA - «E’ solo una sconfitta, normalissima. Arrivata alla fine di una partita storta che però abbiamo dominato. Non dobbiamo fare drammi, non è il caso». Da martedì la missione di Gian Marco Remondina è preparare al meglio la trasferta a Portogruaro, ultima tappa del girone d’andata per l’Hellas che resta capolista, nonostante l’evidente frenata. «E’ sempre duro analizzare una partita come quella di domenica scorsa col Rimini. Cosa ci è mancato? Il gol, chiaramente. Forse dobbiamo essere meno belli e più cinici, ma non posso imputare niente ai ragazzi. Ce l’hanno messa tutta, hanno giocato praticamente nella metà campo avversaria, se non abbiamo vinto vuol dire che qualcosa ci è mancato. Dobbiamo rimboccarci le maniche, lavorare ancora di più, migliorare sotto porta».

Nel derby a Portogruaro, il Verona arriverà con una carica rabbiosa pari a quella messa in campo contro la Ternana, dopo i pareggi con Cavese e Cosenza. Spiega Remondina. «Voglio ribadire per l’ennesima volta che proprio i risultati di domenica testimoniano che ho ragione io quando dico che in questo campionato non esistono squadre facili o materasso. Prendete il Rimini: aveva quattro o cinque giocatori che hanno sempre giocato in serie B, è una squadra esperta che ha saputo portare via questa vittoria, mettendo in campo tanto concretezza, quella che a noi è mancata».

Intanto a Portogruaro si va verso il tutto esaurito con una “invasione” da parte dei veronesi. Ieri la società veneziana ha comunicato che il settore ospiti è già tutto esaurito e che restano disponibili solo poche centinaia di biglietti di tribuna che presumibilmente verranno venduti nelle prossime ore. Le biglietterie, quindi, domenica resteranno chiuse. Ma la brutta notizia è arrivata dopo l’allenamento di ieri: Andy Selva, infatti si è bloccato nuovamente per una botta al ginocchio. Il bomber è rimasto a riposo precauzionale. Dopo il malanno al polpaccio, il calvario della “Belva” sembra non finire mai. (ass)

FONTE: Leggo.it


10.12.2009 15.09 di Stefano Sica
Casms, limitazioni per cinque gare
Il Comitato di Analisi per la Sicurezza sulle Manifestazioni Sportive (Casms) ha deliberato la chiusura del settore ospiti per Bologna-Atalanta (19 dicembre) e Genoa-Bari (20 dicembre). Il Comitato ha determinato anche la vendita di un solo biglietto a spettatore per Brescia-Modena (Serie B, 19 dicembre) e Foggia-Verona (Prima Divisione, 20 dicembre). Per Manfredonia-Brindisi (Seconda divisione, 19 dicembre) ci sarà la vendita di un solo biglietto per ciascun spettatore ospite.

Da tutte le limitazioni sono esclusi, per l'intero territorio nazionale e per qualsiasi incontro, i possessori della Tessera del tifoso. Il Casms, infine, ha preso atto "del deplorevole comportamento dei tifosi della Roma e della Lazio nel corso dell'ultimo derby, già rimarcato dall'Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive ed ha evidenziato i positivi risultati dell'azione di contrasto, tuttora in corso, contro le frange violente delle due tifoserie".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


11/12/2009
L'Hellas prenota il primo titolo «Ma l'attacco si deve svegliare»
APPUNTAMENTO A PORTOGRUARO. Verona in terra veneziana per l'ultima d'andata. Se vince è «campione d'inverno»
Scalpita anche il giovane Farias «Tutti i giocatori vogliono giocare di più, sono sempre a disposizione e cerco di farmi trovare pronto»

Il titolo di «campione d'inverno» non regala certo la promozione in serie B ma una cosa è chiara: chi chiude in vetta il girone d'andata ha forti probabilità di giocare l'anno dopo tra i cadetti. Proprio per questo l'Hellas andrà a caccia della vittoria a Portogruaro, dove si chiude l'andata, per mandare un segnale importante a tutte le avversarie.

Solo tre squadre - Ternana, Pescara e Portogruaro - possono contendere questo riconoscimento virtuale ai gialloblù ma la frenata di Ceccarelli e compagni che nell'ultime quattro giornate hanno raccolto solo tre punti hanno allargato il lotto di concorrenti in corsa per la promozione diretta in B. In sei punti ci sono otto formazioni, l'Hellas guarda tutti dall'alto in basso con un punto di vantaggio sulla Ternana e tre su Pescara e Portogruaro ma sono tornate nel giro anche Ravenna e Cosenza - con quattro lunghezze da recuperare - Reggiana e Rimini con tre.
Tutti i riflettori saranno puntati proprio sulla sfida del «Mecchia», l'Hellas potrebbe conquistare matematicamente il titolo di campione d'inverno con una vittoria ma i padroni puntano al successo per agganciare la vetta e riaprire il campionato. Impegno tutt'altro che facile anche per la Ternana. Gli umbri dovranno vedersela con la Reggiana, gli uomini di Baldassarri hanno incamerato il primo pari della stagione a Giulianova dopo aver messo insieme nove vittorie e sei sconfitte, gli emiliani hanno ripreso il treno per i play off dopo il rotondo due a zero con il Pescina.

Non è certo irresistibile l'avversario del Pescara, gli abruzzesi riceveranno all'Adriatico il Real Marcianise, un solo obiettivo per i biancazzurri: vincere per salire in classifica e salvare la panchina di Antonello Cuccureddu.
Sfida casalinga anche per il Ravenna, i romagnoli ospiteranno l'Andria che si è rilanciata in classifica dopo la vittoria sul Taranto ma sempre in lotta per non retrocedere. Si ritrovano di fronte dopo la sfida di Coppa anche Cosenza e Taranto. L'altro giorno i calabresi hanno battuto in casa i pugliesi e si sono qualificati per le semifinali, dopodomani si invertono i campi e la truppa di Brucato cercherà di rovesciare la situazione. Il Rimini, infine. Dopo il successo di Verona dovrà confermare i progressi di gioco e risultati con il Giulianova, la vittoria non è un traguardo irraggiungibile. Ma l'Hellas deve pensare al Portogruaro. Per tenere la vetta e tornare a vincere. «Per farlo deve risvegliarsi l'attacco che non fa gol da qualche domenica», ripetono i tifosi gialloblù A bordo campo scalpita proprio Diegon Farias. Due gol in Coppa a Lumezzane e venticinque minuti di buon calcio con il Rimini. «Sono un giocatore - ammette il giovane brasiliano - e vorrei giocare di più ma è quello che vogliono tutti. Il mister sa che io sono sempre a disposizione, che può contare su di me ma ho grande rispetto per Remondina e per i compagni, le scelte del mister non vanno discusse. Io cerco solo di farmi trovare pronto per il bene del Verona».

10/12/2009
CRISTIAN ALTINIER
«Il Verona? Fa paura Ma noi sappiamo solo giocare per vincere»
Cristian Altinier prende la mira. Senza alzare la voce, prontissimo però a trasformare in oro il primo pallone utile. Perché il centravanti del Portogruaro (18 gol l'anno scorso con la casacca della Sambonifacese, manco uno nei tribolatissimi sei mesi vissuti all'Hellas), ha un piccolo grande obiettivo da centrare: il cinquantesimo gol da quando ha debuttato tra i prof (Mantova 2000-'01). Come se non bastassero gli stimoli della sfida d'alta quota con la corazzata gialloblù attesa tra tre giorni allo stadio «Mecchi», Guardacaso l'occasione gliela offre proprio il Verona, uno dei grandi rimpianti della sua carriera. Forse il più grande. La memoria torna all'annata 2007-'08 e a quella salvezza acciuffata con le unghie e i denti da Zeytulaev a Busto Arsizio: «Sì», ricorda lui, «sei mesi e dieci partite ma non ho fatto bene, la squadra andava male. Io pure...».

Neanche un gol in gialloblù: rimpianti? O proprio non si poteva fare meglio?
«L'occasione che il Verona mi aveva offerto andava presa al volo. Purtroppo le difficoltà si rivelarono peggiori del previsto. Meglio potevo fare di sicuro, non mi piace cercare alibi. Io mi sono sempre sentito responsabile, come tutti i miei compagni di allora, della situazione. Per fortuna che almeno l'obiettivo della salvezza, alla fine, venne centrato».
Che accoglienza ti aspetti domenica dai tifosi veronesi?
«Non saprei. Se mi fischieranno potrò solo dar loro ragione. Giustamente il calciatore viene valutato per quello che fa in campo. E io quell'anno combinai davvero pochino: se fai zero gol fanno bene a fischiarti».
Fai un pronostico.
«Impossibile. Quella di domenica è una partita tutta da giocare: il Verona ha un'ottima squadra, costruita per vincere, solida, capace di prendere pochi gol, addirittura nessuno finora fuori casa... Sarà dura, durissima, lo sappiamo, ma noi non rinunciamo alla nostra filosofia di gioco. Ce la giocheremo, proveremo a fare la partita anche stavolta come è nelle nostre corde».
Ma in schedina cosa giocheresti?
«In schedina (sorride) mi giocherei il 2 del Verona».
Verona primo e Portogruaro terzo a tre punti di distanza. Non c'è dubbio che si tratti di un big-match. Eppure ultimamente sia il Verona che il Portogruaro hanno frenato.
«È vero. Non guardo in casa del Verona. Dico che il nostro calo poteva anche starci, anche perché siamo abituati a proporre calcio, a giocarcela senza difenderci a priori. E sui campi pesanti veniamo un po' penalizzati».
Fai una promessa: sei a quota 49 gol, possibile che non pensi al cinquantesimo sigillo?
«Il calcio non è matematica, non è che certe cose si possono promettere: io dico solo che mi impegno oggi al Portogruaro così come mi impegnai in quei sei mesi di Verona. I risultati li valuteremo poi».
Alla luce del vostro splendido girone di andata, quali sono adesso le vostre prospettive?
«Il primo obiettivo resta la salvezza, quella quota 40 punti cui vogliamo arrivare il prima possibile».
Possibile che ancora nessuno, negli spogliatoi, abbia buttato lì la parola play-off?
«Giuro, non se ne è mai parlato. Ma farlo oggi sarebbe comunque prematuro».
Quali sono le tue favorite per la promozione?
«Per il primo posto vedo Verona o Pescara».
E le outsider?
«Rimini e Cosenza davanti a tutte. Poi, massì, possiamo starci anche noi. E attenti a Ravenna e Taranto: possono rientrare comodamente nei giochi che contano».
Una battuta sulla Sambo: 18 gol l'anno passato prima dell'addio. Che ricordi hai conservato?
«Quelli di un gruppo fantastico e di un'annata impossibile da dimenticare nonostante quei play off sfuggiti per un solo punto».
Quest'anno come li vedi?
«Vedo che si stanno barcamenando a cavallo della zona playoff: il campionato mi sembra livellato: se stanno agganciati fino alla fine credo che ce la possono pure fare».
Chiudiamo sulla supersfida con il Verona. Descrivi la domenica ideale: vittoria con un tuo gol?
«L'importante sarebbe vincere e basta. Sognare è facile, in pratica sarà molto più complicata. Ma lo ripeto: il Verona è fortissimo, noi ce la giocheremo fino in fondo».

09/12/2009
I veneziani fanno sul serio e vanno all'assalto di Tiboni
GLI AVVERSARI. Potrebbe far coppia con Altinier, anche lui ex gialloblù
La sorpresa del campionato è ancora lì. A tre punti dal Verona. E domenica affronterà l'Hellas nell'ultima gara del girone d'andata. Il Portogruaro è avversario da prendere con le molle. Ha dimostrato di saperci fare. E ha confermato nel corso della prima parte della stagione di avere qualità e buone idee. Grandi meriti, probabilmente, vanno attribuiti al tecnico Alessandro Calori. Uno che da calciatore riusciva a farsi rispettare da tutti. Calori ha trasmesso al suo gruppo valori forti. E i granata sono riusciti ad entrare a pieno titolo nel salotto buono del campionato.

Tra gli avversari dei ragazzi di GianMarco Remondina, due facce note. Quella di Christian Altinier, attaccante sfortunato nella sua esperienza veronese, rinato poi alla Sambonifacese e decisamente ispirato al «Porto». E quella di Gabriele Puccio. All'Hellas si è visto poco niente. A Portogruaro ne parlano invece bene. Il ragazzo corre è ama dare sostanza quando viene chiamato in causa. Non è tutto. La società è guidata da Francesco Mio, presidente illuminato e ambizioso quanto basta per garantire un futuro interessante al suo club. Di Mio, in passato, si era parlato anche delle nostre parti, per un possibile interessamento all'acquisizione dell'Hellas. La sfida di domenica non sarà l'unica in programma, visto che sul mercato Portogruaro e Verona potrebbero trovarsi a lottare per lo stesso giocatore: Christian Tiboni. Amato qui a Verona. Oggetto dei desideri, pare, per il Porto dei miracoli.S. A.

09/12/2009
Lumezzane, che Potenza Il tris vale la semifinale
LEGA PRO. Un altro brindisi per i rossoblù: avanti anche nella Coppa Italia di categoria
Menichini lancia una formazione-baby che gioca una grande partita Poi ci pensano Lauria e Galabinov a segnare i gol della qualificazione

FONTE: LArena.it


11/12/2009 - 16:46
Sandrà: Campagna, Cangi e Selva col gruppo
Venerdì per i gialloblù torello di riscaldamento, rapidità, esercitazioni sulle palle inattive e sulla tattica offensiva

11/12/2009 - 14:57
Portogruaro-Hellas Verona, arbitra Cafari Panico di Cassino
Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Amoretti (Imperia) e Crispo (Genova)

11/12/2009 - 10:50
Per Foggia un solo biglietto per spettatore
Lo ha deciso il Casms in riferimento alla gara in programma domenica 20 dicembre allo stadio "Zaccheria"

10/12/2009 - 16:49
A Portogruaro un solo precedente per l'Hellas Verona
0-0 datato 2 novembre 2008, con Domenicali sulla panchina granata e l'ex Da Silva in campo. Buona marcia casalinga per Cunico e compagni in questa stagione
VERONA - In occasione dell'ultima gara del girone d'andata i gialloblù di Remondina saranno impegnati sul campo del Portogruaro, staccato di sole tre lunghezze dalla formazione scaligera. Un solo precedente al "Mecchia" per l'Hellas, nella scorsa stagione: 0-0 il 2 novembre 2008, con Domenicali sulla panchina granata e l'ex Da Silva in campo.

Nelle ultime 5 gare casalinghe Cunico e compagni hanno ottenuto 8 punti, frutto di due successi (1-0 con Taranto e Potenza), due pareggi (2-2 col Pescara e 0-0 con la Cavese) ed un ko (1-2 con la Ternana).

10/12/2009 - 16:59
Verso il Portogruaro, test con la Berretti a Sandrà
Alla partitella infrasettimanale non hanno preso parte Campagna, Cangi e Selva: per loro lavoro differenziato

10/12/2009 - 16:32
Giovanili: tutte le gare del weekend gialloblù
Derby col Chievo per gli Allievi Regionali di Dall'Oglio, doppia sfida col Mezzocorona per Allievi e Giovanissimi Nazionali

10/12/2009 - 16:16
Spazio interviste venerdì alle ore 13:45
A disposizione degli organi d'informazione il tecnico Gian Marco Remondina ed il difensore Giuseppe Pugliese

FONTE: HellasVerona.it


11/12/2009 16:20
Portogruaro, la sorpresa del campionato
Il Portogruaro è certamente la sorpresa del campionato. Partita con l'idea di salvarsi la squadra di Calori (nella foto) occupa il terzo posto in classifica con 26 punti, a sole tre lunghezze dall'Hellas capolista. La squadra veneta è reduce dalla sconfitta di Cosenza per 3-2.

11/12/2009 16:49
Remondina: Siamo arrabbiati, vogliamo vincere
Dopo la sconfitta casalinga contro il Rimini l'Hellas vuole tornare alla vittoria che manca da quattro partite. Il tecnico Remondina spiega: "E' stata certamente un settimana diversa dalle altre ma domenica si torna già in campo e noi siamo carichi".
Il tecnico dell'Hellas Gianmarco Remondina vuole tornare alla vittoria contro il Portogruaro per riprendere la corsa verso la serie B.

Mister, che settimana è stata dopo la sconfitta contro il Rimini?
Diversa sicuramente, abbiamo analizzato la partita e ci siamo accorti che abbiamo creato tante situazioni da gol. Il nostro problema in questo momento è che sotto porta siamo poco incisivi ma il discorso non riguarda solo gli attaccanti.
Il Verona sarà molto arrabbiato contro il Portogruaro. Riuscirete a canalizzare questa rabbia nella prestazione?
Si dobbiamo essere cattivi e determinati, ma attenzione a non farsi prendere dalla frenesia. I giocatori devono sapere che stanno facendo molto bene la loro parte, quello di domenica è stato solo un incidente di percorso.
Il Portogruaro è una squadra che gioca a calcio rispetto magari al Rimin che tende a difensersi e ripartire. Questa cosa potrebbe agevolare il Verona?
Sono due squadre che si assomigliano molto perchè entrambe giocano sempre per vincere. Non sarà facile domenica anche perchè il Portogruaro ha un bravissimo allenatore che prepara le partite con molta attenzione. Vedremo chi la spunterà, noi siamo carichi.
Dopo la buona prova di domenica, Farias potrebbe giocare dall'inizio?
Deciderò domenica mattina dopo aver analizzato l'intera settimana. Farias è un bravo giocatore, con la sua velocità salta con facilità le difese avversarie ma diventa entrando a partita in corso è più determinante.
Come sta Selva che in questa settimana ha lavorato da differenziato qualche giorno?
Ha ripreso a correre ieri perchè domenica aveva preso una botta al ginocchio. Conto di recuperarlo per la trasferta di Portogruaro. (A.B.)

10/12/2009 14:10
Bonato: Mercato? Ne parleremo solo dopo le prossime due gare
Le prossime gare saranno decisive per capire se fare affidamento ancora sulla coppia Selva-Colombo. Il direttore sportivo del Verona a Tg gialloblu spiega quali saranno le strategie dell'Hellas in vista del mercato di riparazione. "Credo nei valori di questa squadra. Abbiamo avuto un appannamento, ma se abbiamo tutta la rosa almeno al novanta per cento della forma...". E poi sulla classifica: "Ottima. Anche se potevamo avere tre, quattro punti in più".
Gennaio è dietro l'angolo, il mercato bussa alla porta, il Verona prepara le strategie. Dopo la prima sconfitta del campionato, i dubbi sulla "tenuta" della coppia di attaccanti Selva-Colombo, la necessità di "riparare" l'ottima campagna acquista estiva, Tggialloblu ha voluto fare con il ds del Verona Nereo Bonato il punto della situazione.

- Direttore siete pronti a intervenire sul mercato a gennaio?
"Calma. Adesso non è il momento di parlarne. Ci sono due gare importanti, due trasferte che non possiamo sbagliare. Questo gruppo ha valori veri e va salvaguardato. Di mercato ne parleremo solo dopo il 20 dicembre, quando ci sarà la sosta. E solo facendo una seria e attenta analisi".
- Nel caso sarete pronti?
"Dico prima di tutto che l'analisi va fatta in profondità. Una società importante è quella società che non si fa trascinare nel gorgo dell'emotività. Per esperienza dico: gennaio è un mese strano. A volte puoi fare più confusione che altro. Per questo voglio prima vedere il Verona al cento per cento. O almeno al novanta per cento. Se ci siamo tutti e stiamo bene, questa squadra non ha bisogno di nessuno".
- Il punto è qui. Credo che nell'analisi dovrete pensare soprattutto alle condizioni fisiche dei vostri giocatori. Per esempio: come sta Selva?
"Selva è completamente guarito dal malanno al polpaccio. Domenica ha preso una botta al ginocchio cadendo male. Ha fatto un po' di mesoterapia e spero che a Portogruaro ci sarà".
- E Colombo? Si aspettava di più da Corrado?
"Colombo ha fatto una crescita progressiva sino alla gara con il Pescina. Poi è stato fermato dall'influenza. E da lì in poi è caduto in una spirale da cui sta uscendo adesso. Poi sappiamo come vanno queste cose: un giocatore entra in campo con la voglia di spaccare il mondo, la condizione non ti sorregge, ti innervosisci e finisci per fare peggio".
- Altri non sono in condizione...
"Appunto. E' questo che volevo dire. Ora dobbiamo essere più concentrati a recuperare quegli uomini che ancora non ci hanno dato quello che possono dare, che al mercato".
- Eppure il Verona è sempre primo...
"La classifica è ottima e non posso che essere contento. A volte ci si dimentica un po' che la squadra è quasi tutta cambiata, che siamo partiti da zero. Ma è logico: a Verona c'è una grande voglia di risalire, ci sta un po' di pressione... Alla nostra classifica, comunque, mancano tre, o quattro punti. Speriamo di recuperarli nelle prossime due gare".
- Preoccupato?
"Nemmeno un po'. Ero più preoccupato quest'estate, francamente. Ora so che cosa può dare questa squadra. Fateci solo recuperare condizione e uomini e vedrete che il Verona volerà ancora".
- Appuntamento allora a gennaio...
"Valuteremo le cose con calma, analizzandole in ogni aspetto e tenendo presente che la squadra al completo può ancora darci molto. Poi, se dopo questa analisi ci renderemo conto che serve qualcosa, ci faremo trovare pronti".
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TGGialloblu.it



[OFFTOPIC]
COME I BUTELÉI: È continua polemica tra PANUCCI che vuole le scuse di PREZIOSI per una presunta manata ed il presidente del GENOA che dice di aver reagito ad una 'chiara minaccia' del difensore esterno destro del PARMA. MAROTTA SU CASSANO: 'Poverino è depresso perchè LIPPI non lo chiama...'. CHAMPIONS LEAGUE: Anche l'INTER agguanta gli ottavi, fantastico gol di BALOTELLI su calcio di punizione da distanza siderale ed un effetto incredibile dato alla palla! La FIORENTINA, pure in emergenza, batte il LIVERPOOL a domicilio e chiude da prima nel girone! INCIDENTI IN CATANZARO-VERONA DEL GENNAIO 2006: Assolto il tifoso giallorosso che era stato arrestato, il PM aveva chiesto 7 mesi... OH! QUANDO SCAPPA... SCAPPA! E LEHMANN la fa in campo dietro ai tabelloni pubblicitari. CORONA RICATTAVA MELANDRI E ADRIANO condannato a quasi 4 anni di carcere, lo farà? Mah... BASKET NBA: Nessuno ferma i LAKERS di BRYANT ad ovest mentre ad est dominano i CELTICS di Boston alla 9^ vittoria di seguito, cadono i RAPTORS senza BARGNANI ed i 76ERS sono all'undicesima sconfitta di fila! FORMULA 1: La FIA cambia il punteggio, 25 al primo, 20 al secondo e 15 al terzo. La MERCEDES insiste, vuole il ritorno di SCHUMI. CIO 'SCATENATO': Pesanti modifiche al programma di ciclismo su pista e di tennis. SCI: Nella supercombinata della Val d'Isere l'azzurro MOELGG sul gradino più basso del podio. NUOTO: Pronti via, ad Istanbul per i Campionati Europei in vasca corta la SEGAT è subito d'argento!
COME I BUTELÉI: È continua polemica tra PANUCCI che vuole le scuse di PREZIOSI per una presunta manata ed il presidente del GENOA che dice di aver reagito ad una 'chiara minaccia' del difensore esterno destro del PARMA. MAROTTA SU CASSANO: 'Poverino è depresso perchè LIPPI non lo chiama...'. CHAMPIONS LEAGUE: Anche l'INTER agguanta gli ottavi, fantastico gol di BALOTELLI su calcio di punizione da distanza siderale ed un effetto incredibile dato alla palla! La FIORENTINA, pure in emergenza, batte il LIVERPOOL a domicilio e chiude da prima nel girone! INCIDENTI IN CATANZARO-VERONA DEL GENNAIO 2006: Assolto il tifoso giallorosso che era stato arrestato, il PM aveva chiesto 7 mesi... OH! QUANDO SCAPPA... SCAPPA! E LEHMANN la fa in campo dietro ai tabelloni pubblicitari. CORONA RICATTAVA MELANDRI E ADRIANO condannato a quasi 4 anni di carcere, lo farà? Mah... BASKET NBA: Nessuno ferma i LAKERS di BRYANT ad ovest mentre ad est dominano i CELTICS di Boston alla 9^ vittoria di seguito, cadono i RAPTORS senza BARGNANI ed i 76ERS sono all'undicesima sconfitta di fila! FORMULA 1: La FIA cambia il punteggio, 25 al primo, 20 al secondo e 15 al terzo. La MERCEDES insiste, vuole il ritorno di SCHUMI. CIO 'SCATENATO': Pesanti modifiche al programma di ciclismo su pista e di tennis. SCI: Nella supercombinata della Val d'Isere l'azzurro MOELGG sul gradino più basso del podio. NUOTO: Pronti via, ad Istanbul per i Campionati Europei in vasca corta la SEGAT è subito d'argento! E SPALLETTI VA IN RUSSIA! Allenerà lo ZENITH di ROSINA...
Moelgg salta sul podio. E' 3° in supercombinata
Il 27enne altoatesino si piazza terzo in Val d'Isere alle spalle degli austriaci Benjamin Raich e Marcel Hirscher

La rivoluzione di Londra. Ciclismo su pista stravolto
A Losanna il Cio ha introdotto alcune modifiche al programma: escono tra gli altri l'inseguimento individuale e la corsa a punti. Novità anche nel tennis: ai Giochi inglesi si giocherà il torneo di doppio misto

Mercedes corteggia Schumi "Se torna è un bene per tutti"
Stephen Fry, direttore tecnico della casa tedesca: "In caso di un ritorno di Michael nel circus sarebbe una grossa crescita di prestigio". E sulle trattative: "Stiamo parlando con tanti, è ancora presto. Se sarà un pilota tedesco ad affiancare Rosberg? L'importante è che sia competitivo ovunque"

La Formula 1 cambia di nuovo. 25 punti al 1° come in MotoGP
Mossa del nuovo presidente Fia: dalla prossima stagione 10 piloti a punti, non più 8. Il 2° classificato sale a 20, al 3° solo 15. Intanto la crisi costringe le scuderie a un lancio congiunto delle nuove monoposto

Est: Boston è la migliore. Anthony fa 40, ma non basta
I Celtics si prendono la nona vittoria consecutiva a spese di Washington, al terzo k.o. di fila, trascinati dai 21 punti di Rondo, in una serata in cui Ray Allen taglia il traguardo dei 20.000 punti in carriera e Paul Pierce quello dei 19.000. Una gran rimonta regala la vittoria a Utah

Bargnani deve fermarsi. Toronto cade a Milwaukee
Senza Calderon e il Mago (caviglia dolorante) i Raptors interrompono la striscia di 4 vittorie consecutive. I Bucks passano 117-95, non bastano i 26 punti di Bosh e i 7 di Belinelli

I Lakers demoliscono Utah. Philadelphia nel baratro
Bryant umilia i Jazz, la squadra di Jackson si conferma la migliore della Nba. Ciclone Atlanta su Chicago; per i 76ers undicesima sconfitta di fila dopo il k.o. interno con Detroit

Corona condannato "Mi vergogno di essere italiano"
I giudici della quinta sezione penale del Tribunale di Milano hanno condannato Fabrizio Corona a 3 anni e 8 mesi per gli episodi di tentata estorsione al motociclista Marco Melandri e al calciatore Adriano. Assolto invece per la vicenda Elkann

FONTE: Gazzetta.it


Postato da Salvatore Ferragina il Mercoledì, 09 dicembre @ 22:58:18 CET
Incidenti Catanzaro Verona: ultras del Catanzaro assolto
Contributo di Salvatore Ferragina
Cesare Curcio, di 43 anni, tifoso e ultras del Catanzaro è stato assolto dall’accusa di aver partecipato agli incidenti avvenuti in occasione di Catanzaro Verona nel mese di gennaio del 2006. Gli scontri fra le due tifoserie avvennero fuori dallo stadio Nicola Ceravolo. Il PM aveva chiesto la pena di sette mesi di reclusione per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Gli arrestati subito dopo gli incidenti furono quattro tifosi del Catanzaro.

FONTE: USCatanzaro.net


UFFICIALE: SPALLETTI NUOVO ALLENATORE DELLO ZENIT
Da Roma a San Pietroburgo per riprendere la caccia alla Champions. Luciano Spalletti, che era stato indicato tra i papabili alla successione di Marcello Lippi sulla panchina azzurra dopo i mondiali, rompe gli indugi e sceglie la Russia dopo una trattativa in ballo da mesi. E per lui, dopo le dimissione romane è una nuova tappa di prestigio di una carriera lusinghiera.

INCREDIBILE LEHMANN, FA LA PIPI' A BORDO CAMPO
"Ero nervoso come non mai". Così Jens Lehmann, portiere dello Stoccarda (ed ex milanista: aventura breve e sfortunata) si è giustificato dopo aver fatto pipì in campo (dietro ai cartelloni della sua porta) durante la sfida di Champions tra lo Stoccarda e l'Unirea Urziceni (finita 3 a 1 a favore dei tedeschi punteggio che ha permesso loro di qualificarsi agli ottavi). "Si sentiva decisamente più sollevato", hanno ironizzato i cronisti sportivi. "Questa scena mi ha ricordato il Tour de France", ha detto, divertito, il manager dello Stoccarda, Horst Heldt: "A volte non si ha nessuna possibilità di uscire. Lehmann è riuscito a farlo con molta destrezza anche perché non avrebbe avuto il tempo per andare negli spogliatoi...".

FONTE: Leggo.it


NUOTO
A ISTANBUL SONO INIZIATI GLI EUROPEI IN VASCA CORTA
Gioia Segat, argento e record grande attesa per la Pellegrini
L’atleta delle Fiamme gialleè protagonista nella finale dei 200 misti. Nei 400 sl 4° e 5° posto per Brembilla
e Cobertaldo. E domani c’è la sfida tra Fede e la Filippi.

La polemica
PREZIOSI A PANUCCI: «MI HA PUNTATO DITO L’HO ALLONTANATO»
Non si placa la polemica tra il difensore del Parma Panucci e il presidente del Genoa Preziosi: «Sono un passionale - la versione del patron rossoblu - Panucci mi ha puntato il dito ad un centimetro dal naso e io l’ho allontanato».

Qui Sampdoria
MAROTTA SU CASSANO «IL BARESE È DEPRESSO PER COLPA DEL CT LIPPI»
Marotta, ds della Sampdoria, ha una sua personale spiegazione circa le recenti brutte prestazioni e le ormai frequenti liti con i tifosi doriani di Antonio Cassano: «È depresso, colpa di Lippi, che comunque ha tutto il diritto di fare le sue scelte».

ETO’O-BALOTELLI EROI D’EUROPA RUBIN BATTUTO SENZA PATEMI
Inter >> Il 2-0 rifilato ai campioni russi vale il secondo posto dietro il Barcellona. Le note dolenti
Samuel e Stankovic sostituti per infortunio condizioni da valutare

L’IMPRESA I GOL DI JORGENSEN E GILARDINO RIBALTANO IL RISULTATO
Fiorentina storica a Liverpool Gila in extremis regala il primato

FONTE: DNews.eu
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento highlights


Wallpapers gallery