Subscribe Us

Le tabelle di GIBELLINI e... Le 'sparate' di CONTE!


LE TABELLE DEL 'GIBO'...
Lunedì il diesse scaligero dichiarava a L'Arena «Mancano cinque partite, se vogliamo giocarci la serie A diretta dobbiamo vincerne quattro e pareggiarne una. Fare 13 punti e arrivare a 80» provocando numerose 'grattatine' in tutti i sostenitori scaligeri e, con ogni probabilità, almeno un migliaio i maledizioni da parte del mister!
Ma la scaramanzia è solo l'ultima delle ragioni per cui GIBELLINI avrebbe fatto meglio a stare zitto: a che servono tanti discorsi se poi, cosa magnifica ed orribile del calcio, basta un episodio contrario per decidere una gara?
Per restare al VERONA delle ultimissime partite gli esempi non mancano: senza quella punizione a tempo scaduto a Brescia le 'Rondinelle' avrebbero vinto? Contro l'EMPOLI cosa sarebbe successo se l'arbitro avesse fischiato quel rigore su FERRARI che ai più era sembrato sacrosanto? E se anche il direttore di gara avesse concesso il penalty poi lo stesso sarebbe stato trasformato in gol? Chi può dirlo? Del resto se hanno fallito i MARADONA ed i BAGGIO...
Tutto questo per dire che fare tabelle non serve propro a nulla se non a fare da base alla tanta retorica che gira intorno al pallone e allora va bene tutto basta che MANDORLINI e la sua squadra si concentrino su una gara per volta cercando di vincerle tutte!
Il resto è aria fritta...

Road to Serie A
SquadraPunti39^40^41^42^
Torino73*PadovaPESCARAModenaALBINOLEFFE
Pescara71*GROSSETOTorinoSAMPDORIANocerina
Sassuolo70*CrotoneLIVORNORegginaJUVE STABIA
Hellas Verona70LivornoALBINOLEFFEVareseMODENA
In maiuscolo le gare fuori casa, * = Una partita da recuperare

...E LE 'SPARATE' DI CONTE!
Martedì Antonio CONTE ex giocatore ed attuale tecnico della JUVENTUS in testa alla classifica della Serie A faceva notare che «Se dovessimo vincerlo, penso che il nostro potrebbe essere paragonato allo scudetto del Verona perchè non dimentichiamo da dove arriviamo» e allora, come amava dire un mio amico romano de Roma, mister famo a capirse perchè se intende dire che la sua squadra sta attuando un buon calcio, come quello dell'HELLAS tricolore, allora con alcuni distinguo potrei non essere del tutto in disaccordo ma il paragone DEVE fermarsi lì perchè il vero e proprio miracolo di una provinciale (avvenuto guardacaso nell'unico anno in cui in Serie A il sorteggio arbitrale è stato quasi integrale) non può essere messo a confronto con i risultati ottenuti da una squadra che da sempre è discussa (e discutibile) nei suoi rapporti poco 'limpidi' con la casta arbitrale (vedi scandalo Moggiopoli) o con l'antidoping (vedi vicenda del dottor Agricola unico colpevole in mezzo ad uno staff di santi) e che ha infine una vera e propria corazzata economica alle spalle (il gruppo FIAT ed il suo indotto)...
Per cui, pure capendo che certi paragoni non possono che esaltare l'immagine di un tecnico poco simpatico ai più, meglio rinfrescare la memoria a quelli che poco ricordano di quel VERONA e del fenomeno incredibile che rappresentò in Italia (e non solo).

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO
Emiliano 'Ciccio' MASCETTI «Questa Juve come l'Hellas dello scudetto? Ma no, per favore. Sono due realtà molto distanti, per tanti motivi. Quello di Conte credo fosse un complimento nei nostri confronti, significa che non siamo stati dimenticati neanche dopo tutto questo tempo. Quell'anno però proprio nessuno ci dava fra i favoriti. Per la Juve è diverso, un marchio così forte devi sempre metterlo fra le prime. Il paragone non ci sta... Con la cessione della metà di Iorio alla Roma e poco altro prendemmo sia Elkjaer che Briegel. Volevamo tenere uno fra Iorio e Galderisi, questo era il nostro piano. Su Nanu c'era la Juve, l'intenzione di Boniperti era quella di darlo alla Lazio per avere in cambio Giordano. E alla Juve, con cui c'erano anche buoni rapporti, era difficile dire di no. Per questo credevamo che alla fine sarebbe rimasto Iorio, che era in comproprietà con la Roma. Andammo alle buste, mettemmo una bella cifra ma la Roma ne mise una ancora più alta. Diciamo che lo pagò bene. E noi rimanemmo con Galderisi» LArena.it

Osvaldo BAGNOLI allenatore che guidò il VERONA allo storico scudetto riferendosi alla frase del mister bianconero «Deve averlo detto riferendosi al fatto che da qualche anno, la Juventus non è tra le favorite. Però la storia di questa Juventus è molto diversa da quella del mio Verona. Se vuol dire che la Juventus sta vincendo sulla volontà, sulla corsa e sul temperamento prima che sulla tecnica, io non sono tanto d'accordo. Perchè penso che quel Verona non era solo corsa, ma ha vinto perchè ha giocato a calcio meglio degli altri».
Ma come ha reagito a sentire richiamare in causa la sua impresa? «Mi suona bene che Conte abbia detto questo, non la prendo come una critica, tutt'altro. La prendo sempre come una cosa bella, però… La frase non la accetto per la Juventus, perchè è una squadra che prima o dopo ci arriva allo Scudetto, c'è poco da fare: lo dicono 100 anni di storia. Poi ci possono stare gli anni del Genoa, della Lazio, del Napoli, ma restano exploit» IlSussidiario.net

Roberto TRICELLA 'libero' dell'HELLAS tricolore 'Juve come il Verona 1985? Altra storia per costi e budget...' «Direi che è assimilabile solo per quanto riguarda la grande sorpresa, anche se Conte ha fatto un super lavoro. La differenza è che di qualità la Juventus a livello di singoli e di squadra ne ha da vendere, mentre quel Verona per stare a galla doveva vendere i pezzi migliori. I Bianconeri invece potranno mantenere la loro ossatura».
Su i costi del Verona dell'85 «Pensate che quando andavamo a contrattare i premi partita, c´era una tabella scudetto, alla fine quando il risultato era quasi consolidato i dirigenti speravano non si vincesse sempre perché uscivano dal budget. Calcolate che il 70% degli introiti arrivava dai biglietti dello stadio, quindi i conti erano al limite, tutto doveva entrare nei circa 7-8miliardi lordi di cui il Verona poteva disporre. Vincendo tra l'altro ogni anno c'era da adeguare l'ingaggio dei giocatori richiesti dai grandi club che altrimenti sarebbero andati via. A livello economico insomma il paragone non si può fare. La nostra squadra era fatta da diversi giocatori a costi ridotti, gli ingaggi più importanti di quell'anno erano dei due stranieri. Grande merito va dato all'accoppiata Mascetti-Bagnoli che hanno integrato un telaio già consolidato con inserimenti mirati» TuttoMercatoWeb.com

'Nanu' GALDERISI 'centravanti' del VERONA Campione d'Italia tricolore 'Juve come Verona? Per favore!' «Io credo che lui intendesse il fatto che entrambi i successi sono stati inattesi per l'opinione pubblica ma di certo non si possono paragonare le due squadre. A Verona abbiamo fatto un vero e proprio miracolo, noi eravamo partiti per salvarci, la Juve invece per arrivare dopo Inter e Milan. Noi avevamo buoni giocatori, che arrivavano da stagioni non facili nella stagione prima per i loro club, la Juventus è una squadra formata da campioni. Del resto Boniperti ha sempre detto che vincere non è importante, ma è l'unica cosa che conta, e la Juventus se lo merita avendo fatto un grande campionato di grande intensità e forza» TuttoMercatoWeb.com


ALTRE NEWS IN ALLEGATO
Oltre a CECCARELLI squalificato anche RUSSO. MAIETTA e GALLI in terapia...
La JUVE STABIA insegue MARECO per la prossima stagione, il cartellino del paraguayano è ancora del BRESCIA
Due tifosi della Reggina, S.U. e M.A. – entrambi 34enni, con precedenti e destinatari di Daspo – sono stati denunciati dalla polizia a Reggio Calabria per lancio di oggetti pericolosi!


IN BREVE A PIÉ PAGINA
SOLO PAURA PER VACEK... Il giocatore del CHIEVO aveva perso i sensi dopo una pallonata ricevuta contro la ROMA nell'ultima gara di campionato. Ricoverato per accertamenti ora sta bene fortunatamente
L'OSSERVATORIO incontra i rappresentanti delle tifoserie...
SPARATA DI CONTE: 'Se dovessimo vincere, penso che questo sia uno scudetto paragonabile a quello del Verona, perché non dimentico da dove arriviamo'
PREMIER LEAGUE: BALOTELLI litiga con la fidanzata e chiama la polizia...
LIGA SPAGNOLA: MESSI in lizza per battere il recordi di MÜLLER, 67 gol in una stagione!

RASSEGNA STAMPA