Subscribe Us

PESCARA in fallimento, NANU senza stipendio, ZEYTULAEV senza casa! Calcio minore: storia di una crisi annunciata ma la congiuntura globale non c'entra

Come scritto ieri, il PESCARA di GALDERISI e ZEYTULAEV al settimo posto nel Girone B, Domenica non scenderà in campo per scioperare contro la società rea di non pagare gli stipendi ormai da Agosto. Contro la società abruzzese è in atto una procedura di fallimento con situazioni limite tipo il trovarsi senza stanza pagata in albergo (per l'ex gialloblù uzbeko ma anche per altri 2/3 giocatori) e di conseguenza non sapere dove passare la notte, come un banalissimo barbone qualsiasi! Fra le società di LEGA PRO è comunque diventato costume pagare con almeno 3 mesi di ritardo (e stiamo parlando ANCHE di stipendi da 1.500 Euro mensili) ed in Serie B non sembra andare tanto meglio se è vero, come è vero, che circa la metà delle 22 squadre partecipanti al torneo cadetto sono in ritardo nei pagamenti. Data la situazione, ancora più valore assumono la 'cura PREVIDI' che nell'attuale stagione ha abbassato di parecchio il monte ingaggi dell'HELLAS e la puntualità di pagamento con la quale il Conte ARVEDI assolve al suo ruolo di proprietario permettendo ai calciatori scaligeri di giocare serenamente, senza dover pensare ad altro che ad allenarsi e giocare a calcio (vantaggio non trascurabile rispetto ai loro colleghi meno fortunati). La società gialloblù rischia di rimanere però fra le poche virtuose: la crisi globale stà infatti colpendo anche il calcio ma non si nascondano dietro a questo i signori che stanno nella 'stanza dei bottoni' dell'amministrazione pallonara italiana: da anni ormai le classifiche sono ri-scritte a colpi di carta bollata e non solo a causa di frodi sportive (vere o presunte) ma sopratutto per fallimenti economici (clamorosi i casi di MESSINA e LA SPEZIA per rimanere all'ultima stagione) e liti furibonde per lo 'spartimento della torta' fra Serie A e B che rischiano ogni volta di far fermare i rispettivi campionati. Per anni hanno tollerato lo sperpero di risorse in rose di 40 giocatori, scambi di giocatori sopravvalutati per coprire magagne di bilancio o veri e propri miracoli di creatività nel pagamento delle tasse dovute all'erario statale come il clamoroso 'spalmadebiti' che salvò la LAZIO, quando le si permise di rateizzare il dovuto in 100 anni se non erro, anche per non meglio precisate ragioni di ordine pubblico (e provate a chiedere quanto furono felici gli imprenditori 'normali' quando seppero che, al contrario del loro collega LOTITO, loro avrebbero dovuto pagare secondo la solita tempistica)
Come scritto ieri, il PESCARA di GALDERISI e ZEYTULAEV al settimo posto nel Girone B, Domenica non scenderà in campo per scioperare contro la società rea di non pagare gli stipendi ormai da Agosto. Contro la società abruzzese è in atto una procedura di fallimento con situazioni limite tipo il trovarsi senza stanza pagata in albergo (per l'ex gialloblù uzbeko ma anche per altri 2/3 giocatori) e di conseguenza non sapere dove passare la notte, come un banalissimo barbone qualsiasi! Fra le società di LEGA PRO è comunque diventato costume pagare con almeno 3 mesi di ritardo (e stiamo parlando ANCHE di stipendi da 1.500 Euro mensili) ed in Serie B non sembra andare tanto meglio se è vero, come è vero, che circa la metà delle 22 squadre partecipanti al torneo cadetto sono in ritardo nei pagamenti. Data la situazione, ancora più valore assumono la 'cura PREVIDI' che nell'attuale stagione ha abbassato di parecchio il monte ingaggi dell'HELLAS (da 730mila a 200mila Euro/Mese) e la puntualità di pagamento con la quale il Conte ARVEDI assolve al suo ruolo di proprietario permettendo ai calciatori scaligeri di giocare serenamente, senza dover pensare ad altro che ad allenarsi e giocare a calcio (vantaggio non trascurabile rispetto ai loro colleghi meno fortunati). La società gialloblù rischia di rimanere però fra le poche virtuose: la crisi globale stà infatti colpendo anche il calcio ma non si nascondano dietro a questo i signori che stanno nella 'stanza dei bottoni' dell'amministrazione pallonara italiana: da anni ormai le classifiche sono ri-scritte a colpi di carta bollata e non solo a causa di frodi sportive (vere o presunte) ma sopratutto per fallimenti economici (clamorosi i casi di MESSINA e LA SPEZIA per rimanere all'ultima stagione) e liti furibonde per lo 'spartimento della torta' fra Serie A e B che rischiano ogni volta di far fermare i rispettivi campionati. Per anni hanno tollerato lo sperpero di risorse in rose di 40 giocatori, scambi di giocatori sopravvalutati per coprire magagne di bilancio o veri e propri miracoli di creatività nel pagamento delle tasse dovute all'erario statale come il clamoroso 'spalmadebiti' che salvò la LAZIO, quando le si permise di rateizzare il dovuto in 100 anni se non erro, anche per non meglio precisate ragioni di ordine pubblico (e provate a chiedere quanto furono felici gli imprenditori 'normali' quando seppero che, al contrario del loro collega LOTITO, loro avrebbero dovuto pagare secondo la solita tempistica).

HELLAS 1-0 PRO PATRIA (Puliero 18/5/2008)PRO PATRIA 1-1 HELLAS (Puliero 25/5/2008)

Forse tutto questo era (è) inevitabile... Forse è necessario che alcune squadre scompaiano per far cambiare direzione al carrozzone guidato dai soliti noti a capo delle italiche leghe di calcio professionistico e se saranno le 'piccole' (che in ITALIA sono tutte eccetto JUVE-MILAN-INTER-ROMA-NAPOLI-LAZIO-FIORENTINA) a dover pagare per tutte tanto meglio! Tanto ormai i tornei nazionali sono 'quasi' snobbati (e non parlo solo della COPPA ITAL... Ehm pardòn TIM CUP...) a favore di quelli internazionali (nelle COPPE EUROPEE le vittorie ed i gol vengono pagate a suon di milioni di Euro!) ed i soldi incamerati direttamente dai tifosi che vanno allo stadio a vedersi la partita sono diventati ormai una infima parte di quelli che si raggranellano da diritti TV e merchandise del brand. Come a dire che non solo non ha più senso parlare di calcio in termini di sport quando, chiamando le cose col loro nome, se ne dovrebbe ormai discutere in termini di spettacolo, glamour, veline e schèi, ma che la direzione imboccata (ufficialmente ancora no ma praticamente sì) dai 'signori del calcio' che maneggiano la palanca, è quella del 'torneo globale' al quale devono partecipare le più ricche e famose fra le società europee REAL MADRID, CHELSEA, JUVENTUS, MILAN, BARCELLONA, BAYERN MONACO, LIVERPOOL, INTER, LIONE, OLIMPIQUE MARSIGLIA ecc... Alle quali si aggiungeranno, in maniera studiatissima in termini di massimizzazione del profitto, quelle del resto del mondo; ma con calma eh? Giusto il tempo di vedere se, economicamente parlando, convenga più una LEGA MONDIALE oppure, come succede ora, far sfidare le più forti di EUROPA e SUDAMERICA in una partita secca...

Sondaggio a risposta multipla
Grande prova quella dell'HELLAS contro il NOVARA ma a questo punto...
E' un fuoco di paglia e con la PRO PATRIA si tornera a soffrire e magari perdere...
Il VERONA si e' ritrovato con la PRO SESTO e d'ora in poi ne vedremo delle belle...
Siamo scarsi come prima: solo fortuna!
Non siamo mai stati cosi' scarsi, abbiamo la possibilita' di agganciare i playoff
La verita' sta' nel mezzo! Come lo sara' la nostra classifica alla fine del campionato...
Commenta i risultati

Proprio questo è stato fatto dal momento dell'eliminazione della COPPA COPPE, per far partecipare più squadre possibile alla CHAMPIONS LEAGUE e rimpolpare un po' i nomi di quelle che saranno costrette a giocarsi 'solo' la UEFA, e dall'entrata in campo (mai figura onomatopeica fu più centrata) dei grandi network televisivi con i loro 'devastanti' mezzi finanziari... Va bene! Se è questo che il calcio moderno vuole diamoglielo pure basta che per favore la smettiamo con la solita, ridicola svista arbitrale (guardacaso nel 99% dei casi sempre a favore delle grandi) e con l'appiglio ai 'bacini di utenza' per giustificare il doppio o triplo salto di categoria SOLO per chi ha i mezzi economici per ottenerlo! Fatevi il vostro maledetto torneo per ricchi e lasciate in pace chi ama vedersi la partita seduto allo stadio in mezzo ai cori e vuole poter discutere ancora di calcio-sport al bar con gli amici una buona volta! O almeno abbiate la decenza di non 'piangere il morto' se la gente abbandona gli stadi perchè non aderente alla casta ROSSONERAZZURRABIANCONERAGIALLOROSSA: ma perchè scrivendo di questo mi devo sentire come l'ultimo dei mohicani? Come ODIO IL CALCIO MODERNO!

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Da Verona allo stadio 'Speroni' di Busto Arsizio (MI)(183 km, circa 2 ora 5 min. Tempo previsto: Variabile 2°C)

Visualizzazione ingrandita della mappa

I video del TGGialloblù:
- PRO PATRIA-VERONA 1-2: 2007-08
- PRO PATRIA-VERONA 1-1: PLAYOUT
- GARZON: PRO PATRIA? ALTRA STORIA
- CAMPISI: GRAZIE REMONDINA
- TIBONI SI RACCONTA: SERVIZIO

ALTRE NEWS: REMONDINA, 'A Busto siamo chiamati ad una prova di maturità'. RAFAEL, 'Non li vedi, ma sai di avere novemila persone alle tue spalle. Hai tanta forza in più. È come avere altri novemila portieri che ti aiutano a tenere la palla lontana...'. Domenica contro il PRO PATRIA? 'Gara difficile... Loro sono capolisti ma noi siamo l'HELLAS... E poi siamo in serie positiva da sei partite'. QUI PRO PATRIA: I bustocchi hanno già festeggiato 7 vittorie e per due volte hanno raccolto un punto... Tre sole sconfitte, in 12 gare, fanno dei tigrotti una squadra molto pericolosa che si presenterà contro i gialloblù col dente avvelenato anche dalla retrocessione causata loro proprio dall'HELLAS alla fine di 180 minuti giocati al limite dell'arresto cardio-circolatorio per i numerosi butèi presenti a Busto Arsizio ed in Piazza dei Signori. Mister LERDA può contare sul miglior attacco del girone (20 gol fatti) con i pericolosi CORREA (trequartista sudamericano e capocannoniere del Girone A con 7 centri), FOFANA, TOLEDO e l'ex scaligero CAMMARATA che i butèi ben conoscono e che doveva approdare in gialloblù solo a Gennaio 2008. 'STRIPTEASE' IN CAMPO: PLASMATI e rossoblù vari non hanno avuto un'idea originale, già a TREVISO, qualche mese fa, dei baby calciatori... ALLENAMENTO ITALIA LEGA PRO: Nessun butèl dell'HELLAS convocato. PRO PATRIA-HELLAS VERONA, arbitra Viti di Campobasso. ALLENAMENTO, a riposo solo PUCCIO.


GIOCO PRONOSTICI:
ROBROY ancora campione :!: Con la bellezza di 8 punti 8) ROBROY infila tutti e si porta di prepotenza in testa alla classifica UAUAUA Con un solo punto in meno arrivano ad un passo dal podio BUBU, MARTINO e ROUGEHELLAS, piazza d'onore per ALE90HVR :!:

Altra brutta prestazione per me :( 3 soli punti insieme a MR31032001... La buona notizia è che BRUNI ad essere Sfigadòn per oggi con la miseria di un solo punto :!: Quanto mi dispiaceeeeeee UAUAUA ...

Detto di ROBROY in testa alla classifica generale, segnalo la 'tenuta' di BORO al secondo posto e GABRI che raggiunge BRUNI al terzo. Scivolone di BRIDGET che si dimentica di giocare e becca uno 0 ed un'ammonizione: che svampi :!: ;o)


Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
RobRoy55
Boro53
Bruni, Gabri51
Martino50
MR3103200149
Bubu77, Smarso48
Bridget, RougeHellas46
Scaligero43
Ale90HVr42
Mister Loyal40
Pose Gialloblù39


ALBO D'ORO CAMPIONI
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


[RASSEGNA STAMPA]