Subscribe Us

CLAMOROSO su LANCINI aveva ragione ARVEDI, arrestati a Brescia Giovanni Battista e la sua cricca di filibustieri


Certo che ci vuole tutta: Giovanni Battista LANCINI era intervenuto duramente a Fuorigioco su Radio Verona scagliandosi contro Pietro ARVEDI e quelle che, a suo dire, erano fandonie sparate dal proprietario dell'Hellas per distogliere l'attenzione da un campionato tutt'altro che esaltante del Verona. Ma qualcosa di poco chiaro ci doveva anche essere visto e considerato che Renato CIPOLLINI aveva dichiarato, precedentemente allo j'accuse del conte, che il patròn del Verona aveva salvato la società da personaggi di dubbia fama. Roba da matti!!! L'imprenditore bresciano minacciava querele a destra e a manca! E ora?

 - TRUFFA CON LE CASE DEGLI ALTRI: TENTO' LA SCALATA AL VERONA CALCIO L'IMPRENDITORE ARRESTATO A BRESCIA PER TRUFFA. VENDEVA IMMOBILI ALL'INSAPUTA DEI PROPRIETARI
Dopo due anni di indagini i carabinieri bloccano i protagonisti di una lunga serie di truffe immobiliari: vendevano case, capannoni e terreni senza esserne proprietari e sono finiti in manette in 7 a Brescia. Circa 12 le vittime dalle agenzie immobiliari ad imprenditori in varie province del nord Italia. Tecnica raffinatissima basata sulla falsificazione dei documenti, caparre incassate più volte per lo stesso bene, vendite portate a termine con rogiti notarili dice il colonnello RISCALDATI del nucleo Carabinieri di Brescia: "I finti proprietari sono riusciti ad ingannare sia gli acquirenti che i notai stessi vendendo il bene ad inconsapevoli compratori".

Alcune immagini prese al volo dal TG1 delle 13:30

Alcuni componenti della banda erano riusciti anche a fingersi curatori fallimentari nelle aste giudiziarie; la mente, secondo gli inquirenti è un imprenditore dell'ovest bresciano già noto alle cronache per il tentativo di acquisto dell'Hellas Verona, soldi falsi aveva accusato il presidente della società calcistica, l'imprenditore smentì ma nelle perquisizioni i carabinieri hanno trovato borsoni con soldi contraffatti oltre ad una tonnellata di derrate alimentari scadute pronte a tornare in commercio con una nuova etichetta

FONTE: TG1 della RAI