HELLAS VERONA NEWS: Giovanni GALLI sulla sconfitta contro il LEGNANO, dei giocatori, di SARRI ed è dispiaciuto che gli ex dello scudetto critichino.

Ti piace questo articolo? Votalo clickando qui: Vota questo articolo BONDOLA/=\SMARSA su Wikio
BELLAVISTA rientra contro la Ternana: ma la prossima partita, come altre in questa stagione, sembra già abbia un esito scontato; il clima in casa gialloblù è molto pesante e la squadra, a meno di clamorosi quanto imprevisti miracoli, è destinata a retrocedere in C2
- GALLI A TGGIALLOBLU.IT: DELUSO DA QUESTI RAGAZZI, SARRI NON SI TOCCA
Giovanni GALLI ha una voce stanca e abbattuta "Sono deluso e molto molto dispiaciuto per l'Hellas Verona: durante la settimana i ragazzi lavorano bene, prima della partita appaiono concentratissimi e dopo offrono prestazioni come quella contro il Legnano... E' inspiegabile!!! E chiaro che se da 5 partite consecutive prendiamo un gol nel primo quarto d'ora anche psicologicamente si fa dura per noi e diamo un grosso vantaggio all'avversario; è come non si partisse mai dallo 0 a 0, non è possibile continuare in questo modo". Maurizio SARRI ha detto che anche i giocatori si devono prendere le proprie responsabilità, avendo cambiato 3 allenatori e 2 diesse dall'inizio stagione "E' giusto... Anche io ho sempre difeso questi ragazzi ma davanti a certe prestazioni è lampante che a questo punto un qualcosa in più devono darlo loro... Io sono il primo responsabile perchè l'allenatore l'ho portato io, il mercato di Gennaio l'ho fatto io e sempre io ho deciso quelli che dovevano rimanere e quelli che dovevano partire, però io mi sono fidato dell'uomo" interessante questo lapsus di GALLI nel passaggio dal singolare al plurale, sarei pronto a scommettere che in questo momento, l'ex portiere del Milan e della Nazionale, stava pensando al suo cruccio più grosso: Daniele MORANTE ;o) "ed in questo momento non posso che essere deluso". Ecco Giovanni... Chi ti sta deludendo di più in questo momento fra nuovi e vecchia guardia? "No guarda non mi va di fare distinzioni di questo tipo, posso solo dirti che speravo molto nei nuovi, perchè loro non erano stati toccati dalle situazioni precedenti e dalla retrocessione in C1 ed invece purtroppo sembra siano stati 'contaminati' dai vecchi: in questo momento nessuno dei nuovi stà giocando ai suoi livelli: NON NE RICONOSCO UNO!!!". Permane in società la fiducia verso il mister? "Il discorso di Maurizio SARRI non è nemmeno da prendere in considerazione, l'allenatore non si tocca e non è assolutamente in discussione... E' chiaro che c'è una grande delusione ma alla fin fine chi va in campo sono i giocatori e sono loro che devono darsi una mossa..." condivido, sono convinto che l'allenatore incida meno del 10%: nemmeno Fabio CAPELLO o Cesare PRANDELLI potrebbero invertire la rotta con questa gente che scende in campo a mio avviso "Poi sono molto dispiaciuto di aver letto in settimana quella intervista ad alcuni ex giocatori del Verona (questa n.d.s) in cui si attacca il presidente Pietro ARVEDI... Lui è l'ultimo da incolpare di questa situazione, vuole molto bene al Verona, ci ha lasciato lavorare in pace e si è tirato fuori, se i risultati sono quelli che sono lui è il meno responsabile di tutti!!!". La telefonata (che potete ascoltare integralmente clickando qui) finisce senza che l'intervistatore chieda lumi sulla società: non credete che tutto l'ambiente, non solo i giocatori, si rasserenerebbe un po' sapendo chi tira le fila in società? Che sia ARVEDI? O che sia un misterioso personaggio che non vuole apparire e ha lasciato ARVEDI come facciata? E se non vuole apparire qual'è il motivo? Bah... Domande inutili che vengono in mente solo a stupidi tifosi come me... I veri giornalisti fanno altre domande...


Nella Ternana, Domenica prossima, mancheranno Del Grosso e Rigoni; la gara è giustamente presentata come sfida della disperazione:
- TERNANA, SQUALIFICATO DEL GROSSO
Il Giudice Sportivo di serie C ha squalificato per una giornata il difensore esterno della Ternana Federico Del Grosso che dunque salterà la sfida di domenica contro il Verona. L'assenza di Del Grosso (7 presenze nella stagione, 4 dalla panchina) si somma a quella del centrocampista Marco Rigoni (19 presenze, 6 gol), che sconterà contro il Verona la seconda delle due giornate di squalifica prese dopo l'espulsione rimediata contro il Sassuolo.

- TERNANA-VERONA, SFIDA DELLA DISPERAZIONE
Tre sconfitte consecutive la Ternana, quattro il Verona. Per questo la gara di domenica al "Liberati" è già diventata la sfida della disperazione. In caduta libera l'Hellas (ultimo a 15 punti, -4 dai playout, -13 dalla salvezza) che con il nuovo tecnico Maurizio Sarri ha raccolto solo un punto in 5 partite. E messo in fila prestazioni aberranti come quella di ieri al Bentegodi contro il Legnano. Ma in caduta libera è anche la Ternana, 21 punti in classifica - piena zona playout. Che alle sconfitte di Cremona e in casa contro il Sassuolo, ha aggiunto un altro ko contro la Pro Sesto. Singolare anche il momento dei due allenatori che di recente (Giorgini dopo il ko con il Sassuolo, Sarri ieri sera) hanno espresso profondo dissenso nei confronti del comportamento in campo dei propri giocatori.

FONTE: TGGialloblu.it


A Milano la vittoria di Lunedì, ottenuta nettamente dai Legnanesi, ha fatto storia:
- Prestazione magistrale dei legnanesi nella città di Giulietta e Romeo, già al 9' un uno-due fulminante mette al tappeto gli scaligeri. Mal disposti in campo i giocatori di Sarri, che insiste con la difesa alta, e Mattioli prima al 6', Foglio poi al 9' hanno gioco facile. In tutto il 1° tempo, solo 2 tiri da fuori per il Verona ben parati da Grillo. Per il Legnano un primo tempo da stropicciarsi gli occhi : ritmo, vivacità, aperture da 30 metri, difesa veronese che gioca alta e non riesce a far scattare il fuorigioco, ma i lilla sono in area gialloblu con facilità disarmante, tanto è vero che Politi entrerà al 37' per sostituire Di Bari come cambio tattico. Ma nella ripresa le cose non cambiano, e il francesino Lanteri con una palla in velocità pescato da Valdifiori di sinistro metterà la partita in cassaforte. Ma sorprendentemente il Verona resuscita al 86' Gonnela su azione di calcio d'angolo realizza, e negli ultimi secondi dei 4' di recupero, Siltano di testa accorcia le distanze, ma la partita finisce sul gol. Trionfo lilla, in una città che ha dato tanto al calcio, per i colori legnanesi una pagina storica.
FONTE: AltoMilaneseInRete.it


Il punto sulla 24^ giornata di serie C1:
- Il posticipo di lunedì sera in Serie C1 ha evidenziato la crisi dell'Hellas Verona, ma l'altro lato della medaglia ha messo in mostra tutti i giovani talenti del Legnano. I lilla stanno scrivendo una storia da favola: dopo un complicato inizio di stagione culminato dall'umiliazione subita nel derby con la Pro Patria ed il conseguente esonero di mister Gabetta, Marco Simone ha promosso alla guida della squadra l'ex compagno Egidio Notaristefano, che sta compiendo un autentico capolavoro. Per risanare un bilancio in rosso, a gennaio sono partiti tre pilastri della squadra, uno per reparto: il difensore Bertoli (ceduto ai francesi dello Chateauroux), capitan Arioli (Lumezzane) ed il funambolico angolano Kamata (ottimo il suo impatto a Bari). Contro ogni pronostico il Legnano ha iniziato a volare, ottenendo una serie di sorprendenti vittorie con Venezia, Padova, Monza e appunto Verona, che lo hanno portato a distanza di sicurezza dalla zona retrocessione.
FONTE: CalcioMercato.com


La Paganese spera grazie ad un Hellas ignobile, per il Verona crisi infinita:
- Risorge finalmente il Padova (39). Ottenendo la prima vittoria in assoluto del 2008, per 2-0 contro la Paganese (19)... Fortunatamente per i campani, l'Hellas Verona contina a perdere lasciando così ancora chanches play-out alla squadra di mister Chiappini. Adesso la gara in casa contro il Foggia sarà davvero fondamentale.

- Crisi infinita per l'Hellas Verona (15). Nel posticipo contro il Legnano (33), è arrivata la quarta sconfitta consecutiva. Una prestazione inaccettabile per gli uomini di mister Sarri. Gli 11mila tifosi scaligeri presenti sugli spalti, meritano sicuramente di più. Il risultato di 2-3 è addirittura benevolo nei confronti della squadra di casa. Infatti fino a cinque minuti dal termine, il Legnano era sopra di tre gol. La reazione dell'Hellas Verona è stata troppo tardiva. La classifica è sempre più preoccupante e non si vede proprio l'uscita dal tunnel. Rimane solo da aggrapparsi alla speranza di raggiungere la Paganese distante quattro punti, per giocarsi le chanches di restare in serie C1 tramite la lotteria dei play-out. Il Legnano continua nel suo tranquillo cammino di centro classifica. Peccato, però, per la difficile situazione societaria. Questa squadra, senza le cessioni di gennaio avrebbe potuto davvero guardare un po' più in alto.

FONTE: CalcioPress.net


News dal sito ufficiale dell'Hellas:
- Giudice Sportivo, squalificato il ternano Del Grosso
Tra i rossoverdi sarà assente anche l'attaccante Rigoni, mentre tra le fila scaligere torna Bellavista

- Spazio interviste mercoledì allo stadio "Bentegodi"
A partire dalle ore 14:10 circa, Cissè e Gonnella saranno a disposizione degli organi di stampa

- "Tribuna Fair Play" è tornata col Legnano
Presenti al "Bentegodi" i ragazzi dell'Ares Juventina Poiano, società affiliata Punto Hellas

FONTE: HellasVerona.it

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaTorino Juric

#AtalantaVerona highlights


Archivio