Subscribe Us

Autobus dell'HELLAS preso di mira a Roma! Indignazione e vergogna ma basterebbe applicare (per davvero) leggi che già esistono intanto 'godiamoci' le attribuzioni di responsabilità tra il sindaco di Verona Tosi, le risposte del suo omologo di Roma Marino, le repliche della Polizia e le tante (troppe) chiacchiere: Finirà come è sempre finita 'Passato il santo passata la festa'


HELLAS News... +   -   =

...E COME PER IL DOPO MILAN E IL DOPO PALERMO di Coppa Italia (ma allargando un po' lo sguardo sulla gestione del calcio dal punto di vista dell'ordine pubblico basti pensare alle intemperanze verbali dei tifosi laziali nella finale di Supercoppa Italiana o agli scontri a Genova di Sabato scorso in occasione di SAMPDORIA-JUVENTUS) siamo purtroppo ancora qui a commentare violenze verbali quando non fisiche che col calcio non c'entrano nulla ma che dal calcio prendono spunto per vomitare addosso al prossimo ogni sorta di frustrazione e colpa con la quasi certezza dell'impunità...
E la cosa che più rattrista, per quanto riguarda l'assalto al pulmann ATV che trasportava la squadra scaligera, è che l'ennesima intemperanza arriva proprio nonostante la chiusura della Curva Sud giallorossa dopo i vergognosi cori contro BALOTELLI nel campionato scorso: Come a dire potete chiudere tutti i settori che volete, anche lo stadio intero, ma non riuscirete a fermarci! (e comunque essendo questi fatti avvenuti all'esterno dello stadio niente sarà da imputare al 'club della Lupa').
Frasi da guerriglia come queste, degne di ben altra e più degna causa, sono normalmente pensate dai banali delinquenti travestiti da tifosi che ben conoscono (e sfruttano) le debolezze dell'ambiente paracalcistico nostrano e vi si infilano senza pietà! D'altronde se nemmeno la morte del commissario Raciti è bastata a far cambiare le cose non si capisce come e quando il problema verrà affrontato con la necessaria serietà e concretezza...

Nel frattempo in Italia, paese che si professa democratico, nessuno può considerarsi libero di assistere ad un evento calcistico professionistico (con preoccupanti incursioni anche nelle serie decisamente inferiori) senz'altro pensiero che non sia la partita in sé: Ci sarà sempre da sorbirsi la parte delle canzonacce del ventennio, la parte dei cori razzisti e/o quella a discriminazione territoriale quando va bene e non ci si ritrova bersagliati da bottigliette e oggetti vari o energumeni ai quali non piaci per come sei vestito o pettinato (potrà a qualcuno sembrare incredibile ma so per certo che è accaduto anche questo)...
E quando qualche addetto ai lavori di caratura internazionale (leggasi Fabio CAPELLO) esce dal coro con frasi forti tipo 'il calcio italiano è ostaggio degli ultrà' basta sputtanarlo e liquidarlo con un bel 'dovrebbe starsene zitto invece di sputare nel piatto in cui ha mangiato fino all'altro ieri' (frase che di per sé non è nemmeno pertinente ma lancia un messaggio chiaro e forte a chi ha orecchie per intendere); fortunatamente stavolta è intervenuto anche il cittì della Nazionale PRANDELLI 'Il nostro calcio non è così. Non dobbiamo far finta di nulla. Il problema violenza va evidenziato...' ma tant'è dopo la dovuta indagine finirà come è sempre finita: Passato il santo passata la festa

Andrea Mandorlini: Assalto pullman

La soluzione? Applicare (ma veramente) le leggi in merito che già esistono intanto 'godiamoci' le attribuzioni di responsabilità tra il sindaco di Verona Tosi 'Se quello che è successo a Roma fosse capitato a Verona, l'intera città sarebbe stata messa sotto accusa. Quel che è accaduto è di una gravità inaudita da noi le forze dell'ordine non avrebbero mai lasciato accadere una cosa del genere' subito incalzato dal suo omologo di Roma Marino 'Condanno la violenza di ieri ai danni del Verona. Questo grave episodio, tuttavia, non consente di colpevolizzare un'intera comunità. Roma è una città accogliente con tutti. Un gruppo di violenti non la rappresenta', la replica della Polizia 'La polizia ha fatto il suo dovere. L'episodio del sasso è stato un'imboscata. I servizi di controllo sono sempre inappuntabili, ma la città non può essere militarizzata per alcuni scriteriati' e l'Osservatorio del Viminale che, presa visione di filmati e quant'altro, farà scattare DASPO ed eventuali denunce penali su persone che, come sempre più spesso accade in Italia, non pagheranno nulla o quasi in confronto a quello che dovrebbero: Bell'esempio di giustizia che alla prima occasione verrà derisa e infranta alla prossima occasione utile in un circola vizioso che strangola il sistema calcio in particolare e il paese in generale...

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =
Manlio Torquato sindaco di Nocera Inferiore «Tosi pensa da veronese e agisce da smemorato. Quando lancia accuse dicendo che certi episodi non avverrebbero a Verona, e che in certi casi lì qualcuno si dimetterebbe, dimentica gli scontri che ci furono nella sua città nel 2011, quando la stessa squadra della Nocerina e alcuni supporter furono aggrediti dagli ultras gialloblu. Non siamo figli di un Dio minore - replica Torquato - e quella del Verona è una delle tifoserie peggiori d'Italia e ciò è dimostrato se si va indietro nel tempo tra i vari episodi di violenza negli stadi» SalernoNotizie.it

...Mentre si vocifera del blocco trasferte per i tifosi della ROMA (ma solo quelli privi di tessera chè non siamo troppo cattivi!) il presidente del CONI MALAGÒ va controcorrente 'Servono meno restrizioni' «Certo, sono episodi che fanno riflettere e bisogna cominciare a fare delle riflessioni serie sui tanti impedimenti che ci sono oggi per chi vuole andare allo stadio e vedere solo la partita. Anche se questa è una dinamica che esce fuori dalle tematiche della giustizia sportiva perchè riguarda episodi che non sono accaduti all'interno dell'impianto. Se alla domenica un padre vuole andare allo stadio con suo figlio, bisogna fare in modo che non abbia tutte le complessità burocratiche che esistono. Questo non vuol dire che dobbiamo tornare a non sapere chi entra negli stadi ma queste restrizioni e complessità devono finire» Leggo.it

BIANCHETTI 'Troppi stranieri...' «Purtroppo in Italia ci sono più stranieri che italiani. Noi cercheremo di mettere in difficoltà i nostri mister per trovare sempre più spazio. Certo, se mi chiamassi 'Luis Blanco' probabilmente giocherei. Ogni tecnico e ogni società fanno le loro valutazioni; se loro ritengono che siano meglio gli stranieri... Noi abbiamo fatto un grandissimo Europeo, abbiamo dimostrato di poter competere ai piu' grandi livelli, contro gente che gioca la Champions League da anni. In Spagna ci puntano di più, Isco per esempio ha fatto una doppietta all'ultima partita con il Real Madrid. Speriamo di poter dimostrare anche noi di valere quanto loro» TuttoMercatoWeb.com

Le prime parole del nuovo acquisto RUBIN «La mia avventura a Verona? Sono contento di essere qui, mi impegnerò al massimo per essere pronto. L'Hellas è la società che più di tutte mi ha voluto, sembrava dovessi rimanere a Siena ma alla fine ce l'ho fatta ad arrivare qui. Avevo incontrato i gialloblù due anni fa in Coppa Italia e già avevo la pelle d'oca nel vedere i loro tifosi: il loro calore è fondamentale. La mia condizione? Mi sono allenato con il Siena, mi sento pronto e per la ripresa sarò a disposizione. Non sarà facile guadagnarsi il posto, io farò di tutto per mettere in difficoltà il mister. La Serie A? Non bisogna mai mollare ed essere sempre sul pezzo» HellasVerona.it

Il presidente SETTI sull'agguato al pulmann che trasportava la squadra da Roma a Verona «E' un fatto di gravità inaudita, è spiacevole commentare certi episodi. Per miracolo non si è fatto male nessuno, esprimo solidarietà al nostro allenatore, allo staff tecnico e a tutti i calciatori presenti sul pullman che si sono spaventati tantissimo. Il calcio delle spranghe e delle pietre non ci appartiene, un fatto grave era già successo a Palermo contro i nostri tifosi e oggi si è ripetuto addirittura contro la squadra. Bisogna trovare dei rimedi e ci vogliono pene esemplari per chi adotta comportamenti delinquenziali» HellasVerona.it

Mister MANDORLINI «L'assalto al pullman? Stavamo seguendo la scorta, poi sono arrivati sassi e bastoni vicino a dove ero seduto io. E' andata bene, andavamo veloci perché eravamo in tangenziale, fortunatamente non è stato colpito l'autista. Non siamo potuti tornare subito a Verona a causa dell'inagibilità del pullman, siamo rimasti a Roma a dormire e abbiamo preferito tornare in treno questa mattina. Non voglio dare ulteriore risalto ad episodi del genere, che non c'entrano niente col mondo sportivo. Momenti di tensione precedenti? Assolutamente no, eravamo tranquilli e stavamo andando a prendere l'autostrada. Le mie sensazioni? Fortunatamente è andata bene, poteva succedere di peggio» HellasVerona.it

Federico Spada: "Iturbe, tocca te. Verona è il giusto palcoscenico"3 settembre 2013 - Matteo Rubin

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =
HELLAS VERONA & ABEO SFILATA DI BENEFICENZA: Giovedì 5 settembre (ore 20.30), presso il centro natatorio "Santini" (via Villa 15, Verona), i bambini dell'associazione ABEO (Associazione Bambino Emopatico Oncologico), protagonisti di una serata magica ed emozionante, sfileranno in passerella vestiti con gli abiti della collezione autunno-inverno 2013-14 dei prestigiosi marchi Manila Grace, Dondup e Hellas Verona FC

SCUOLA CALCIO 2013-14 HELLAS VERONA, iscrizioni aperte fino al 30 settembre. Per tutte le informazioni riguardo le iscrizioni: CLICCA QUI

PALERMO-VERONA DI COPPA ITALIA, daspati quattro 'tifosi' rosanero...

Primavera: Hellas Verona-Udinese 3-1 (2a giornata)

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =
VITA DA EX: 'Iron-Nick' FERRARI ha regalato la vittoria allo SPEZIA al Menti di Castellamare 'Con la Juve Stabia ho un ottimo score. Unione del gruppo, saper soffrire e non mollare mai sono le caratteristiche di questa squadra…'

CALCIOMERCATO: Tifosi milanisti in delirio per il ritorno di KAKA!

TENNIS: Derby azzurro ai quarti di finale fra la VINCI e la PENNETTA

CALCIO GERMANIA: Nudo e ubriaco corre nudo per il campo! 'Mia moglie mi ha lasciato' ha cercato di giustificarsi il singolare tifoso... LAHMM festeggerà presto le 100 presenze in Nazionale

Milan, entusiasmo per Kakà che saluta i tifosi

RASSEGNA STAMPA +   -   =