HELLAS VERONA - REGGIANA anteprima: CECCARELLI, CANGI e COLOMBO probabili assenti ma anche i granata subiscono assenze pesanti...

Pubblicato da andrea smarso venerdì 5 marzo 2010 21:24, vedi , , , , , , , , | Nessun commento



ULTIME NEWS:
CANGI e CECCARELLI ancora fuori! CAMPAGNA e COMAZZI non li faranno rimpiangere... Preoccupa di più la situazione di COLOMBO, convocato ma non al meglio, probabilmente Corrado comincerà dalla panca per poi forse entrare a partita in corsa a seconda di come si metterà. Il modulo? Mah! Solo REMONDINA lo sa, probabilmente ancora 4-3-1-2 con RANTIER a fianco di DI GENNARO, BERRETTONI 20 metri alle loro spalle e ancora panca per GARZON...

Questa la lista dei convocati (HellasVerona.it)
PORTIERI: Ingrassia, Rafael;
DIFENSORI: Anselmi, Bertolucci, Campagna, Comazzi, Massoni, Pugliese;
CENTROCAMPISTI: Burato, Esposito, Garzon, Pensalfini, Russo;
ATTACCANTI: Berrettoni, Ciotola, Colombo, Di Gennaro, Farias, Rantier.

HELLAS VERONA - REGGIANA: I granata ospiti al 'Bentegodi' 26 volte hanno ottenuto 7 vittorie e 3 pareggi dal 1929 ad oggi; l'ultima sconfitta casalinga dell'HELLAS contro REGGIANA risale al campionato di Serie B 1998-1999 (ma il VERONA alla fine arrivò primo e fu promosso). Partita che rischia di essere molto condizionata dalle assenze di ambo le parti: i gialloblù che hanno dovuto fare a meno di CECCARELLI, ANSELMI e CANGI contro l'ANDRIA (partita nella quale s'è infortunato quasi subito anche COLOMBO), vedranno probabilmente il solo rientro del centrale difensivo ex SASSUOLO perchè gli altri 2 difensori e Corrado si sono allenati a singhiozzo durante la settimana; anche DALLA BONA, nonostante lavori in gruppo da più di una settimana, non sembra aver smaltito del tutto la tendinite che lo perseguita. Ma se gli scaligeri 'piangono' non ridono certo i granata che si presenteranno al 'Bentegodi' privi del portiere TOMASIG, del difensore ANDERSON CAVALHEIR ROBERT e del centrocampista ALESSI, tutti titolari, tutti squalificati insieme a due dirigenti coinvolti nel marasma della 'movimentata' gara contro il RAVENNA durante la quale pure i tifosi granata non si sono comportati granchè bene (durante il secondo tempo di gara rivolgevano all'arbitro frasi e cori offensivi, lanciando verso lo stesso numerose bottiglie di plastica) ma che, ciònonostante, potranno lo stesso venire al 'Binti'... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Intervista a Gian Marco RemondinaLe immagini del pareggio a reti bianche dell'andata (Reggiana 0-0 Verona del 18 Ottobre 2009)Intervista a Rafael De Andrade

QUI VERONA: Fra le assenze quella che più peserebbe se confermata è quella del centravanti 'boa' nonchè vero e proprio playmaker d'attacco COLOMBO... Corrado, uscito malconcio poco dopo l'inizio di ANDRIA-VERONA, ha subito una brutta distorsione e senza di lui il 4-3-1-2 sembra aver perso lo smalto iniziale: DI GENNARO si trova a meraviglia con il compagno di reparto di scuola ATALANTA e sa 'infilarsi' al meglio degli spazi creati dal collega... Non si può chiedere di certo a RANTIER (seconda punta) di giocare come COLOMBO (e forse nemmeno a SELVA se e quando rientrerà a tempo pieno) e visto che i vari BERRETTONI, CIOTOLA e FARIAS giocano più che altro esterni sarebbe molto più saggio, a mio avviso, tornare al 4-3-3 per vedere di mettere qualche palla in più al centro per la testa di DI GENNARO... Si vedrà! Nel frattempo si prefigura la 'nuova' coppia COMAZZI-ANSEMI al centro della difesa, con MASSONI pronto alla bisogna, CAMPAGNA a sostituire CANGI sulla corsia di destra, la stessa linea mediana vista nella partita precedente (PENSALFINI-ESPOSITO-RUSSO) e, a seconda del modulo, BERRETTONI, DI GENNARO, RANTIER e/o CIOTOLA davanti. Personalmente mi piacerebbe vedere GARZON al posto di PENSALFINI (e DALLA BONA almeno in panca) con il ritorno al 4-3-3 ed il tridente BERRETTONI-DI GENNARO-RANTIER ma il mister, che ha il polso della situazione in squadra, agirà sicuramente al meglio... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


QUI REGGIANA: La squadra di DOMISSINI si trova al terzo posto, 2 punti sotto alla 'rivelazione' PORTOSUMMAGA a quota 38 (una zona molto trafficata che vede anche COSENZA, PESCARA e TERNANA) dopo 10 vittorie e 8 pareggi, 38 gol fatti (miglior attacco insieme al COSENZA) e 28 subiti. Dopo una partenza un po' in sordina rispetto alle ambizioni (singolare il fatto che, dall'inizio del campionato alla 15esima gara, la REGGIANA abbia ottenuto con regolare cadenza ogni 3 partite una vittoria, una sconfitta ed un pareggio!), i granata hanno trovato continuità ed inanellato dall'inizio di Dicembre a metà Gennaio 5 vittorie di fila. Proprio sul più bello però, quando la vetta della classifica sembrava alla portata, 2 sconfitte (in casa col PORTOSUMMAGA ed in trasferta con la CAVESE) e tre pareggi hanno 'frenato' la rincorsa degli emiliani. Nella rosa granata, in mezzo ad un collettivo di sicuro valore, spicca il nome di TEMELIN esperto attaccante di scuola ATALANTA, ex CREMONESE ed inseguito anche dall'HELLAS nella stagione scorsa... Fino a questo momento ha realizzato 'solo' 4 gol in 15 partite ma è un elemento pericoloso, da tenere sempre d'occhio. Altro 'brutto cliente' per la difesa gialloblù sarà Paolo ROSSI (omonimo del più famoso centravanti del LANEROSSI che trionfò con l'ITALIA al Mundial '82) autore di 10 centri ma anche Mirko STEFANI, difensore con licenza di segnare che è andato a rete per ben 8 volte (6 su calcio di rigore). [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Radiografia del Gol gialloblù 2009/2010
GiocatoreAmic.CoppaCamp.Tot.
CECCARELLI2-68
SELVA42511
BERRETTONI102315
COLOMBO62311
RANTIER62311
CIOTOLA18-220
DI GENNARO7-29
PENSALFINI2-24
RUSSO1-23
FARIAS82111
ANSELMI1-12
CANGI1-12
GOMEZ TALEB23-5
GARZON31-4
MASSONI-1-1
BURATO2--2
DIANDA1--1
SIBILANO1--1
SCAPINI1--1
VIVIANI1--1
GUCCIONE1--1

[DICONO]
Pippo PENSALFINI, rientrato dal primo minuto contro l'ANDRIA nell'ultima di campionato, 'rivaluta' la gara disputata in Puglia «Una prova di maturità importante perchè abbiamo fatto risultato in piena emergenza, con una difesa inedita visto che tre giocatori su quattro sono scesi in campo insieme per la prima volta e con l'infortunio di Colombo che ha complicato i nostri piani dopo pochi minuti. Ci abbiamo provato, loro sono stati molto bravi a chiudere bene dietro sapevamo che potevano ripartire molto rapidamente e siamo stati attenti proprio a questo. Non abbiamo concesso praticamente nulla e abbiamo costruito tre o quattro occasioni da gol importanti in trasferta, non è facile in un campionato così equilibrato, non ci sono squadre materasso. Avete visto cos'è successo alla Ternana? Una settimana fa ha battuto il Pescara in casa senza troppi problemi, domenica ha beccato tre reti a Pescina, una formazione che lotta per non retrocedere» ...Ma con la REGGIANA, Domenica prossima, conterà sopratutto vincere «Si tratta di una partita importante non dimentichiamo che d'ora in poi saranno tutte finali. I punti valgono doppio. Forse adesso è meno importante giocar bene, conta soprattutto vincere, è giunta l'ora di badare più al concreto» (LArena.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
REMONDINA Domenica incontro di cartello «Vogliamo aumentare il vantaggio. Domenica sarà una gara difficile ed equilibrata, quella granata è una formazione di rango. Non dimentichiamo l'esperienza e la compattezza emiliana» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
ZINI, giocatore-simbolo della REGGIANA giudica l'arbitro del 2 a 2 contro il RAVENNA non all'altezza e crede alla vittoria in casa della capolista «Abbiamo già pagato a Cava il fatto di esserci pianti addosso per le assenze e non ripeteremo l’errore. La gara con il Ravenna ci insegna che, con la giusta rabbia e determinazione, possiamo mettere in difficoltà la prima della classe. Dipende molto da domenica: non bisogna perdere o, altrimenti, addio vetta. Con un risultato positivo, invece, ce la si può ancora fare: il Verona ha parecchi scontri diretti e con Potenza ed Andria non ha fatto certo vedere granchè. Dispiace solo che, nel momento in cui loro si sono ripresi, noi non siamo stati in grado di ritrovare il successo: la rabbia è quella». In porta ci sarà MANFREDINI il vice di TOMASIG squalificato «Ci alleniamo ormai da otto mesi insieme e sappiamo che è bravo; le potenzialità le ha tutte, sta a noi compagni dargli una mano e non dargli troppe responsabilità». Girone equilibrato «Saranno in otto/nove a giocarsi la promozione, l’avevo detto in passato e lo ripeto: per noi può essere un vantaggio, avendo già incontrato tante squadre di vertice» (L´Informazione di Reggio) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
RAFAEL orgoglioso della centesima presenza con la maglia scaligera «Orgoglioso di questo traguardo. Cercherò sempre di migliorare per continuare ad indossare questa maglia. Ricordo bene il mio esordio contro la Sambonifacese. Domenica gara difficilissima» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

[ALTRE NEWS]
CONTRO LA REGGIANA RAFAEL FESTEGGIA LE 100 PRESENZE IN GIALLOBLÙ: Esordì nell'Agosto del 2008 in Coppa Italia di C (HellasVerona.it)
COPPA DISCIPLINA, l'HELLAS è in zona medio-bassa, primi in assoluto quelli del PORTOSUMMAGA, seconda arriva l'ESPERIA VIAREGGIO (prima del Girone A)
IL CASMS CI RIPENSA! Dopo le lamentele esposte dal consiglio comunale di Reggio Emilia il CASMS torna parzialmente sulla sua precedente decisione: i tifosi reggiani avranno accesso al 'Bentegodi' ma potranno acquistare un solo tagliando per ciascun spettatore senza poterlo eventualmente cedere in seguito... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Italia 0-0 Camerun gli highlights

[IN BREVE]
VITA DA EX: A Lugagnano Osvaldo
BAGNOLI riceverà il Premio Apostoli, creato per ricordare un famoso personaggio del calcio dilettantistico... Mario
SALGADO torna in CILE: Preoccupazione per i familiari che non riesce più a contattare dopo il devastante terremoto.
MUTU chiede comprensione alla procura antidoping ma rischia 4 anni se viene riconosciuta la recidiva...
'AMICHEVOLI MONDIALI': MARADONA vince e convince con i suoi albiceleste in GERMANIA, la SPAGNA 'umilia' la FRANCIA a casa sua con VILLA e SERGIO RAMOS, l'EGITTO va in vantaggio con l'INGHILTERRA ma poi i giocatori di CAPELLO pareggiano e ribaltano il risultato, solo l'ITALI(ett)A pareggia col CAMERUN e fa sbadigliare i tifosi: 0 a 0 il risultato finale, buono l'esordio dei 'nuovi' BONUCCI e COSSU. L'
UNDER 21 azzurra intanto vince con i pari età dell'UNGHERIA e li sorpassa in classifica con un super-BALOTELLI ma LIPPI, da quella parte, non ci sente...
'GOL-FANTASMA', la FIGC scrive alla FIFA, la tecnologia c'è fate partire la sperimentazione.
SCI ALPINO: Rientrano da Vancouver gli azzurri dello sci, grande festa per RAZZOLI vincitore della gara di Slalom Speciale ed unico italiano a conquistare un oro!
FORMULA 1: Ma che piano MOSLEY abbatticosti! I nuovi team hanno problemi...
PREMIER LEAGUE: OKAKA 'stella' nell'Under 21 azzurra 'panchinaro' al FULHAM. Tre mesi di stop per OWEN e fine del 'sogno mondiale': il fuoriclasse del MANCHESTER s'è infortunato in Coppa di Lega.
VIA ALLE PARALIMPIADI: Il 12 via all'olimpiade per diversamente abili. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

GIOCO PRONOSTICI:
Punteggi bassini oggi, probabilmente la caduta casalinga del PESCARA ad opera del PORTOSUMMAGA e la netta sconfitta della TERNANA col PESCINA hanno sorpreso molti; in ogni caso con 6 punti è di nuovo BRIDGET la campionessa di giornata! E' la sesta volta quest'anno e ora si trova in testa in questa specialità! Seguono ALE90HVR, BLACK, LUCKY e me. Con un solo punto lo sfigadon è BRUNI.

Si riduce di un punto il distacco di MARTINO da ALE90HVR ma i punti che li separano sono ancora 15 e rimangono 9 partite, ALE90HVR, MISTER LOYAL e POSE devono comunque crederci! In zona retrocessione sono 4 in 5 punti: ROBROY, LUCKY, GEDE e BLACK avranno le loro da fare in una bataglia senza esclusione di colpi... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

CLASSIFICA DI GIORNATA
6 - Bridget
5 - Ale90hvr, Black, Lucky, Smarso
4 - Gede, Robroy
3 - Martino, Mister Loyal
2 - Gabri, Pose
1 - Bruni

CLASSIFICA GENERALE
123 - Martino
108 - Ale90hvr
107 - Mister Loyal
106 - Pose
102 - Bridget
100 - Bruni
099 - Smarso
095 - Gabri
093 - Robroy
091 - Lucky
089 - Gede
088 - Black

CLASSIFICA PRECEDENTE
120 - Martino
104 - Mister Loyal, Pose
103 - Ale90hvr
099 - Bruni
096 - Bridget
094 - Smarso
093 - Gabri
089 - Robroy
086 - Lucky
085 - Gede
083 - Black

ALBO D'ORO CAMPIONI
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


COPPA DISCIPLINA DEI CAMPIONATI DI 1^ E 2^ DIVISIONE
Si rende noto la classifica della Coppa Disciplina dei Campionati di 1^ e 2^ Divisione in relazione ai provvedimenti disciplinari irrogati a tutto il 3 Marzo 2010.
1^ D I V I S I O N E
PORTOGRUARO SUMMAGA S.R.L B 13.75
ESPERIA VIAREGGIO S.R.L. A 15.70
FIGLINE S.R.L. A 18.45
FOLIGNO CALCIO S.R.L. A 20.10
VIRTUS LANCIANO 1924 SRL B 20.20
NOVARA CALCIO SPA A 20.80
SPAL 1907 S.P.A. B 24.00
RAVENNA CALCIO S.R.L. B 24.55
PERUGIA CALCIO S.P.A. A 25.05
MONZA BRIANZA 1912 S.P.A. A 25.35
SORRENTO CALCIO S.R.L. A 26.15
PERGOCREMA 1932 S.R.L. A 35.35
AREZZO S.P.A. A 39.25
RIMINI CALCIO F.C. S.R.L. B 40.30
LUMEZZANE S.P.A. A 41.45
PESCINA VALLEGIOVENCO SRL B 45.30
PAGANESE CALCIO 1926 SRL A 46.55
AURORA PRO PATRIA 1919 SRL A 51.40
VARESE 1910 S.P.A. A 52.70
CALCIO LECCO 1912 S.P.A. A 56.40
CREMONESE S.P.A. A 56.40
GIULIANOVA CALCIO S.R.L. B 62.85
HELLAS VERONA F.C. S.P.A. B 63.60
ANDRIA BAT S.R.L. B 68.90
REGGIANA 1919 S.P.A. B 69.35
REAL MARCIANISE CALCIO SPA B 72.55
BENEVENTO CALCIO S.P.A. A 75.20
TARANTO SPORT S.R.L. B 77.25
ALESSANDRIA CALCIO1912 SRL A 81.30
CALCIO COMO S.R.L. A 87.95
TERNANA CALCIO S.P.A. B 88.70
POTENZA SPORT CLUB S.R.L. B 97.15
DELFINO PESCARA 1936 SRL B 112.60
FOGGIA S.P.A. B 131.20
COSENZA CALCIO 1914 SRL B 139.65
CAVESE 1919 S.R.L. B 143.20

FONTE: Lega-Calcio-Serie-C.it


Venerdì 05 Marzo 2010
Ceccarelli, Cangi e Colombo out, torna Anselmi. Remondina: «Il gruppo è forte». Hellas incerottato all’esame-Reggiana
di Gianluca Vighini
VERONA - Ancora emergenza: Luca Ceccarelli salta la Reggiana. Assenza pesante, quella del capitano, appena “mitigata” dal ritorno di Anselmi dopo la squalifica. Giocherà dunque Comazzi, autore di una buona gara ad Andria. A destra anche Cangi è costretto a dare forfait. Ieri, durante la partitella in famiglia giocata sul campo della Ftase in Borgo Roma, il difensore non era nemmeno a bordo campo. Al suo posto Remondina darà ancora fiducia a Campagna. Infine, assenza importante anche quella di Colombo, out a causa di una distorsione alla caviglia: per lui ieri solo terapie.

Panchina lunga. Remondina comunque non si dispera. «Chi ha giocato a ad Andria è stato bravissimo. E mi aspetto grandi cose anche questa domenica da chi sarà chiamato in causa». La gara con la Reggiana è da «difficoltà-massima» in un’ipotetica scala d’importanza. «Affrontiamo il match senza paura - sbotta Remondina -, consci della forza di questo gruppo e sicuri dei nostri mezzi. Andiamo in campo per vincere, come facciamo sempre».

Bonato all’allenamento. La seduta alla Ftase (campo militare in Borgo Roma) è stato seguito con grande attenzione anche dal direttore sportivo Bonato. Anche lui convinto che non si può commettere passi falsi in questo momento del campionato. «Siamo nella fase “calda” della stagione - ha spiegato il diesse -: ogni gara adesso è decisiva». (ass)

Giovedì 04 Marzo 2010
Verona/Il mister dello scudetto: «Campionato aperto, guai mollare». Posticipo il 22 col Giulianova. Bagnoli: «Io sto con Remondina, nulla è scontato»
di Gianluca Vighini
VERONA - Osvaldo Bagnoli (nella foto) non è mai banale. E anche se sono famosi i suoi silenzi, sono le sue parole che restano scolpite. Così il tecnico dello scudetto dell’Hellas, 25 anni dopo quell’impresa, si sta gustando partita per partita il Verona di Remondina. E una sua idea su questa squadra Zaso ce l’ha: «Comincio col dire - spiega - che io sto proprio con lui, con Remondina. Ha ragione quando dice che la B è ancora lontana che non è stato conquistato niente. Ne abbiamo viste di cotte e di crude nel calcio. E necessario tenere alta l’attenzione, non abbassare la guardia». Squadra forte, comunque, questo Hellas. Aggiunge Bagnoli. «Si certo, la squadra è forte. Si è visto che le cose finalmente sono state fatte per bene quest’anno. Ma, come sempre nel calcio, la cosa più importante è un’altra». E così Bagnoli va diritto al cuore del problema. «Il Verona ha ritrovato una società seria. E da lì riparte tutto. Con una società seria si può programmare e fare le cose per bene. E’ la base più importante nel calcio. E ora l’Hellas ce l’ha, dopo anni in cui, francamente abbiamo visto di tutto».
Dalla Bona a singhiozzo. Dopo un paio di giorni di lavoro con il gruppo, Dalla Bona ha svolto un lavoro personalizzato nelle due sedute di ieri.
Terapie per Cangi. Continuano i problemi per Cangi che anche ieri si è solamente sottoposto a terapie. Fermo anche Colombo, mentre Ceccarelli ha svolto una lavoro differenziato.
Posticipo con il Giulianova. Ieri la Lega Pro ha confermato che la gara con il Giulianova del 21 marzo (al Bentegodi) sarà posticipata a lunedì 22, con inizio alle 20,30. Questo per evitare la concomitanza della partita casalinga del Chievo contro il Catania. (ass)

FONTE: Leggo.it


REMONDINA SCEGLIE CIOTOLA MA RESTA FEDELE AL SUO 4-3-1-2
Hellas>> La Reggiana fa paura e il tecnico preferisce affidarsi al modulo più collaudato. Rantier bocciato. È ancora emergenza Ceccarelli e Cangi sono out, confermata la difesa di Andria
Andrea Spiazzi Verona
Dopo due pareggi consecutivi l’He l l a s ha bisogno di tornare ai tre punti. Il Portogruaro s’è risvegliato e domenica ospita l’Andria, quindi tenterà di rosicchiare qualche punto ai gialloblù. Il Verona è più che mai padrone del proprio destino con sei lunghezze di vantaggio sui veneziani ma con la Reggiana (la partita verrà trasmessa in diretta su “E’-T V ”, canale 891 della piattaforma Sky) non può scherzare. Gli emiliani sono desiderosi di riscatto dopo i soli tre punti raccolti nelle ultime cinque partite e vorranno rilanciare le loro ambizioni quantomeno di playoff. Remondina deve fare i conti con l’assenza di Corrado Colombo, ma non solo.

L’allenamento di ieri agli impianti della Comfoter (Comando delle Forze Operative Terrestri), con partitella a ranghi misti con la Berretti, ha detto che con ogni probabilità domenica mancheranno anche Ceccarelli e Cangi, entrambi bloccati da noie muscolari. Come ad Andria, altra emergenza in difesa dunque, che sarà quella che ha tuttavia ben figurato in Puglia con Campagna a destra, Comazzi e Massoni centrali e Giuseppe Pugliese a sinistra. A centrocampo un unico dubbio tra Pensalfini e Garzon come interno sinistro, poi Esposito e Russo. L’assenza di Colombo pare non aver fatto vacillare la convinzione di Remondina di proporre le due punte con trequartista Berrettoni. La novità potrebbe essere quella di inserire al fianco di Di Gennaro non Rantier bensì Nicola Ciotola. L’attaccante di Benevento sta attraversando un momento di buona forma e ieri è stato provato vicino alla punta ex Gallipoli.

Il francese, viceversa, non avendo entusiasmato ad Andria, partirebbe dalla panchina. Se nell’Hellas mancheranno tre titolari altrettanto accade in casa della Reggiana dove sono squalificati il portiere Luca Tomasig, il difensore Anderson Carvalho e il centrocampista Giuseppe Alessi. Bomber Paolo Rossi, già a segno 10 volte, è il pericolo numero uno, e un Rantier bocciato occhio particolare va dato anche a Nardini oltre che al difensore Mirko Alessi, autore di 8 reti della quali 5 su rigore. Gli emiliani hanno avuto 7 penalty, tutti realizzati. Uno solo l’Hellas, sbagliato da Rantier contro il Ravenna. è vero dei soli tre punti nelle ultime cinque giornate per i granata di Dominissini, altrettanto reali sono i dieci punti conquistati nelle ultime cinque trasferte.

Rafael ne fa 100 Domenica il portiere Rafael De Andrade raggiungerà quota 100 gare in gialloblù. Il Coordinamento Calcio Club Hellas Verona ha realizzato una maglietta per l'occasione, che consegnerà al giocatore.

HELLAS
IL KO DI COLOMBO RIAPRE LE PORTE AL FRANCESE, MA IL MODULO È DA DECIDERE
Scocca l’ora di Rantier: sarà 4-3-3 per Remondina?
Andrea Spiazzi Verona
Ad Andria ha avuto due palloni d’oro da spingere dentro che il miglior Rantier non avrebbe sbagliato. Il francese, costretto anche quest’anno a restare spesso fuori dai giochi per uno stato diforma nonall’altezza, giura di essere uscito dal tunnel. Domenica in Puglia Remondina gli ha dato fiducia inserendolo come seconda punta al fianco di Di Gennaro. «Mi sento una seconda punta - dice Julien - anche lo scorso anno giocai al fianco di Girardi o di Tiboni, non vedo perchè non possa farlo vicino a Di Gennaro o chi per lui».

Sarà, ma il mister gialloblù potrebbe anche pensare, aspettando Colombo che non ci sarà con la Reggiana, di tornare momentaneamente ai tre davanti: il francese e Berrettoni esterni e in mezzo la punta napoletana. Qualcosa di più si saprà oggi nell’allenamento alla base militare “Confoter ” dove potranno entrare solo gli autorizzati. Ieri ha lavorato a parte Ceccarelli. Solo terapie per Cangi: se dovesse dare forfait è pronto Campagna. Per Colombo terapie e cyclette, sempre a riposo Selva, mentre Dalla Bona ha alternato lavoro personalizzato con attività insieme al gruppo. La Lega Pro ha intanto deciso che la gara Hellas-Giulianova del 21 marzo sarà posticipata al 22 alle 20.30 per la concomitanza con la partita tra Chievo e Catania.

FONTE: DNews.it


giovedì 4 marzo 2010
REGGIANA: Zini, “Con il Verona per vincere”
Questa Reggiana vuole fare risultato a Verona: lo si legge nel volto di una delle bandiere granata, Danilo Zini, che ha ancora tanta rabbia in corpo dopo il 2-2 con il Ravenna, causato da un arbitro non all’altezza della situazione, ma ben conscio del fatto che, se i granata sapranno mettere in campo la grinta e la determinazione di domenica scorsa, nulla è precluso, primo posto compreso.

Partiamo dalla sfida col Ravenna: che dire?
“Non credo nella malafede, altrimenti smetterei di giocare a calcio, ma abbiamo visto cose incredibili: nell’azione che ha portato al primo gol loro c’era un fallo di mano di un attaccante, il gol di Anderson era regolare, oltre all’episodio di Beppe (Alessi – ndr) sul rigore”.

Un arbitraggio non all’altezza della situazione.
“Il problema è che se uno fa questi errori in serie A viene fermato per alcune settimane, Mentre Barbero domenica sarà di nuovo in campo per arbitrare. A Parma, domenica, l’arbitro è tornato sui suoi passi dopo aver concesso un rigore alla Sampdoria: bisognava tornare indietro e cambiare la decisione, non espellere anche Anderson per un gesto forse ingenuo ma non certo eclatante”.

Vi sentite perseguitati?
“No. Subire torti come quelli di domenica ci dà ancora più forza: noi non abbiamo rubato nulla, peccato perché senza gli errori arbitrali saremmo lì ad un passo dalla vetta”.

Ora arriva il Verona, la prima della classe, cosa è lecito attendersi?
“Abbiamo già pagato a Cava il fatto di esserci pianti addosso per le assenze e non ripeteremo l’errore: siamo delusi per i due punti persi perché senza il gol di Toledo non ci avrebbero ripresi. La gara con il Ravenna ci insegna che, con la giusta rabbia e determinazione, possiamo mettere in difficoltà la prima della classe”.

Tra i titolari ci sarà Manfredini, che sostituirà Tomasig: come lo vede?
“Ci alleniamo ormai da otto mesi insieme e sappiamo che è bravo; le potenzialità le ha tutte, sta a noi compagni dargli una mano e non dargli troppe responsabilità”.

Credete nel primo posto?
“Dipende molto da domenica: non bisogna perdere o, altrimenti, addio vetta.
Con un risultato positivo, invece, ce la si può ancora fare: il Verona ha parecchi scontri diretti e con Potenza ed Andria non ha fatto certo vedere granchè”.

Avete qualche rammarico riguardo alla vostra classifica?
“Dispiace solo che, nel momento in cui loro si sono ripresi, noi non siamo stati in grado di ritrovare il successo: la rabbia è quella”.

Le contendenti alla promozione, intanto, si stanno di nuovo compattando.
“Saranno in otto/nove a giocarsi la promozione, l’avevo detto in passato e lo ripeto: per noi può essere un vantaggio, avendo già incontrato tante squadre di vertice”.

La cooperazione, per chiudere, ha garantito di portare a termine l’annata sportiva: soddisfatti?
“Non avevamo dubbi: avevo parlato col presidente ed ero tranquillo. La fiducia in queste persone è tanta e questa notizia ci dà tranquillità e stimoli importanti”.

FONTE: L´Informazione di Reggio


Divieto revocato: via libera per i fans granata alla trasferta di Verona
Il Prefetto di Verona ha dato l'ok dopo un primo stop, grazie anche all'interessamento del sindaco di Reggio Graziano Delrio
Reggio Emilia, 5 marzo 2010. Revocato il divieto di trasferta per i tifosi granata a Verona. I supporter della Reggiana potranno assistere alla gara di domenica al Bentegodi tra la formazione di Loris Dominissini e la capolista.

L'intercessione del sindaco Delrio che aveva domandato la revoca del divieto di trasferta (imposto dall'Osservatorio sulle manifestazioni sportive) sia al sindaco di Verona Flavio Tosi, sia al Prefetto scaligero, ha avuto successo.

La Reggiana comunica sul suo sito che dopo aver spedito una lettera alla Prefettura di Verona, chiedendo la revoca del divieto di trasferta (tenendo conto del comportamento corretto dei tifosi nelle gare esterne dell'attuale campionato e che non sussistono particolari attriti tra le tifoserie), è stata modificata la disposizione precedente.

Così, sarà possibile la vendita di un solo biglietto per ogni tifoso ospite presso i rivenditori autorizzati. La Reggiana inoltre allestirà un pullman di tifo organizzato con steward di controllo.

Il sindaco Delrio, esprime soddisfazione per il risultato raggiunto e afferma in merito: “Ringrazio il Sindaco Flavio Tosi, così come le prefetture e le questure di Reggio Emilia e Verona per la collaborazione affinché la tifoseria ospite potesse essere presente a questo importante appuntamento di Verona, così come era accaduto nella partita di andata a Reggio Emilia per la quale sono stati assunti gli stessi impegni istituzionali e operativi”.

“Ora – conclude Delrio – mi pare importante che i tifosi dimostrino con comportamenti corretti di meritare questo impegno”.

FONTE: IlRestoDelCarlino.IlSole24Ore.com


06/03/2010
La Reggiana porta anche i tifosi
GLI AVVERSARI. Gli emiliani dovranno rinunciare a tre squalificati ma i fedelissimi ci saranno
Ci saranno anche loro. I tifosi della Reggiana saranno regolarmente sugli spalti domani a tifare per la squadra di Loris Dominissini. Lo «sblocco» della trasferta è arrivato nella giornata di ieri, attraverso una nuova notifica del Prefetto di Verona. Per dare il via libera alla trasferta in terra veronese dei sostenitori emiliani è stato tenuto conto della lettera indirizzata dalla Reggiana al Questore di Reggio Emilia, con cui, tenuto conto del «buon comportamento dei tifosi reggiani nelle trasferte della corrente stagione» e considerato che «non sussistono motivi di particolare attrito tra le tifoserie» era stata richiesta la «revoca del provvedimento inerente il divieto, per i tifosi reggiani a partecipare alla trasferta in parola con l'impegno, per ogni pullman di tifosi organizzato, a mettere a disposizione uno steward con funzioni di controllo e relativo elenco nominativo dei partenti».
Inoltre, considerata la successiva nota del Questore di Verona, con la quale, tenuto conto che nella partita disputata a Reggio Emilia il 18 ottobre 2009, a cui hanno assistito circa 2500 tifosi veronesi, non si sono verificate turbative per l'ordine e la sicurezza pubblica, ha espresso parere favorevole ad un riesame del provvedimento prefettizio ed ha proposto di adottare, in proposito, le seguenti prescrizioni: acquisto di un solo tagliando per ciascun spettatore ospite, incedibilità del titolo e limitazioni nella vendita nel giorno della gara. Secondo la «Gazzetta di Reggio» gran parte del merito va anche al sindaco di Verona Flavio Tosi che ha instaurato un dialogo costruttivo con le istituzioni e il primo cittadino di Reggio. La Reggiana sarà dunque sostenuta al Bentegodi dai propri tifosi, ma dovrà comunque fare a meno di tre giocatori, fermati dal giudice sportivo. Si tratta di Anderson, Alessi e Tomasig, sanzionati nell'ultima gara pareggiata da granata con il Ravenna.

05/03/2010
Infermeria sempre affollata Remondina «ritocca» il Verona
IL TEST. I gialloblù si sono allenati al centro sportivo Comfoter di Borgo Roma intitolato al capitano Manuel Fiorito. Ancora a riposo Cangi e Colombo, lavoro differenziato per Ceccarelli il tecnico ha provato nuovi schemi in vista della sfida con la Reggiana
La Reggiana piange con tre squalificati da sostituire, il Verona non può ridere con l'infermeria affollata e una squadra da ritoccare in vista della sfida di domenica al Bentegodi. Dalla staff sanitario non arrivano buone notizie per Gian Marco Remondina. Francesco Cangi e Corrado Colombo sono ancora fermi, Andy Selva è sempre a riposo, Luca Ceccarelli si è limitato a una «corsetta» intorno al campo dopo le terapie per curare il problema che lo frena da qualche settimana.

Ieri pomeriggio il tecnico del Verona ha approfittato della tradizionale partitella infrasettimanale per provare alcuni schemi in vista della sfida con gli emiliani. Test in famiglia per i gialloblù che sono stati ospitati per la prima volta della stagione dal centro sportivo Comfoter di Borgo Roma intitolato alla memoria del capitano Manuel Fiorito, che ha perso la vita qualche anno fa in un attentato terroristico in Afghanistan.

Nella prima parte di gara Remondina ha mescolato un po' le carte e ha messo in campo i giocatori disponibili della prima squadra con il sostegno di Viviani e Jorginho. Due schieramenti a specchio con l'ormai classico 4-3-1-2, in casacca bianca «Ciccio» Ingrassia tra i pali, Comazzi e Anselmi al centro della difesa, Campagna e Pugliese sulle fasce, Burato in regia, Garzon e Dalla Bona come interni, Ciotola e Di Gennaro in avanti con Berrettoni alle spalle degli attaccanti. In casacca verde Rafael in porta, Jorginho e Massoni centrali, Viviani a destra e Bertolucci a sinistra, centrocampo di titolari con Esposito, Russo e Garzon, tridente offensivo con Rantier, Farias e Campisi nell'inedito ruolo di fantasista.

Meglio i verdi, almeno per il risultato, visto che la partita è finita due a uno per Esposito e compagni grazie ai gol di Rantier e Farias ma le indicazioni sono buone per tutti. «La condizione fisica è veramente eccellente», ammette Romano Mattè, già allenatore di Mali e Indonesia ora opinionista televisivo, mentre segue la gara a bordo campo. Difficile pensare a recuperi dell'ultima ora, Remondina dovrà fare i conti con i giocatori che ha a disposizione. Probabile il ritorno in mezzo alla difesa di Fabrizio Anselmi, che ha scontato la giornata di squalifica, l'ex centrale del Sassuolo farà coppia con Comazzi mentre Campagna ritroverà il posto sulla fascia vista l'assenza di Cangi.

Poco da cambiare in mezzo al campo, Esposito e Russo sono al cento per cento, sulla via del recupero anche Pensalfini, Garzon scalpita per conquistare una maglia da titolare. Qualche alternativa in avanti. Intoccabile Francesco Di Gennaro al centro dell'attacco, in grande evidenza Berrettoni alle spalle delle punte, Remondina dovrà scegliere tra Ciotola e Rantier, chi sarà la «spalla» del bomber? Da valutare anche la possibilità di ritornare al tridente con una punta centrale e due attaccanti larghi sulle fasce. Piccoli dubbi che il tecnico gialloblù potrà scegliere nell'allenamento di oggi pomeriggio a Sandrà o nella rifinitura di domani mattina a Castelnuovo.
Luca Mantovani

05/03/2010
Zini cerca 3 punti al Bentegodi «Così riapriamo il campionato»
QUI REGGIANA. Il difensore emiliano carica i compagni di squadra
Arrabbiata al punto giusto. La Reggiana arriverà a Verona cattiva quanto basta per mettere in difficoltà la squadra di Gianmarco Remondina. Il pari casalingo con il Ravenna, costellato di episodi dubbi contestati in maniera decisa dalla squadra di Dominissini, ha messo addosso alla banda granata tanta adrenalina. Gli emiliani sono stati decimati dalla mannaia del giudice sportivo e domenica al Bentegodi dovranno fare a meno di Alessi, Anderson e Tomasig. Tuttavia, in casa reggiana c'è voglia di regalarsi una grande prestazione.

Per tutti parla il difensore Danilo Zini. Parole significative le sue. "A Verona dobbiamo e possiamo fare risultato. Una nostra vittoria avrebbe una ripercussione importante sul campionato". La Reggiana è in piena corsa playoff, terza in classifica a quota 38 punti, alla pari di Pescara, Cosenza e Ternana. Zini prima di tuffarsi nella sfida di domenica prossima con i gialloblù fa un salto all'indietro. "Contro il Ravenna abbiamo visto cose incredibili. Non credo nella malafede dell'arbitro, altrimenti smetterei di giocare, ma il gol di Anderson era regolare, e la loro prima rete è stata viziata da un fallo di mano". Parla, vorrebbe ringhiare. Meglio, però, trattenere le energie per il faccia a faccia con la capolista. "Noi però - ammette Zini - non ci abbattiamo di certo. Anzi, ci stiamo caricando per tornare in campo ancora più forti e determinati. Va detto anche che se fossimo riusciti a portare a casa la vittoria con il Ravenna, adesso la vetta sarebbe molto più vicina".

E adesso il Verona. Affrontare la prima della classe con tre giocatori costretti allo stop dalla squalifica non sembra essere il massimo della vita. "Non ci piangeremo di certo addosso - ammette il difensore -, anche perché abbiamo visto già contro la Cavese che questo tipo di atteggiamento non paga. Contro il Verona dovremo giocare una grande partita. Ma la Reggiana può fare bella figura. E buttando in campo la giusta rabbia potremo riuscire a metterli in difficoltà".

Poi la punzecchiatura. "Contro Andria e Potenza - ammette Zini - il Verona non ha fatto vedere un granché. Quindi, dovremo fare di tutto per uscire da questo scontro con un risultato positivo. Anche perché poi loro saranno impegnati in una serie di scontri diretti importanti. Certo, perdere questo confronto vorrebbe dire abbandonare qualsiasi possibilità di agganciare la vetta. C'è un rammarico: quando loro si sono ripresi, non siamo riusciti anche noi a vincere. Ma adesso possiamo rifarci". S.A.

04/03/2010
Pensalfini indica la strada per la B
PROTAGONISTI. Tornato in campo domenica ad Andria, l'esperto centrocampista sottolinea la prova di grande maturità e non è d'accordo con chi critica l'Hellas «Da qui alla fine ci aspettano tutte finali, ogni partita può presentare grandi insidie. Basta pensare alle nostre avversarie... In questo momento del campionato, non conta giocar bene, conta solo vincere»
Ha ritrovato una maglia da titolare dopo più di un mese. Gian Marco Remondina ha rilanciato dal primo minuto Filippo Pensalfini nella delicata trasferta di Andria, capitan Garzon è finito in panchina, l'ex centrocampista del Sassuolo ha preso posizione in mezzo al campo, a sinistra di Esposito, alle spalle del tridente offensivo. L'Hellas ha strappato un punto in terra pugliese, i gialloblù sono ancora al primo posto con sei punti sul Portogruaro secondo, otto sul gruppetto delle terze formato da Ternana e Pescara, Cosenza e Reggiana. «Una prova di maturità importante - ammette Pensalfini - perchè abbiamo fatto risultato in piena emergenza, con una difesa inedita visto che tre giocatori su quattro sono scesi in campo insieme per la prima volta e con l'infortunio di Colombo che ha complicato i nostri piani dopo pochi minuti».

Il Verona ha risposto bene, è arrivato ancora uno zero a zero in trasferta. Qualcuno sostiene che si poteva fare di più contro una squadra che lotta per non retrocedere. «Ci abbiamo provato, loro sono stati molto bravi a chiudere bene dietro - spiega Pensalfini - sapevamo che potevano ripartire molto rapidamente e siamo stati attenti proprio a questo. Non abbiamo concesso praticamente nulla e abbiamo costruito tre o quattro occasioni da gol importanti in trasferta, non è facile in un campionato così equilibrato, non ci sono squadre materasso. Avete visto cos'è successo alla Ternana? Una settimana fa ha battuto il Pescara in casa senza troppi problemi, domenica ha beccato tre reti a Pescina, una formazione che lotta per non retrocedere».

Però l'Hellas ha frenato ancora dopo una sosta. Prima del riposo aveva battuto il Ravenna in casa con una grande prestazione, nelle ultime due gare dopo lo stop del campionato ha raccolto due pareggi contro due squadre che viaggiano a bassa quota, prima al Bentegodi con il Potenza poi con l'Andria. «Sono due partite completamente diverse - puntualizza Pensalfini - con il Potenza non abbiamo fatto una grande prestazione e, proprio quando siamo passati in vantaggio, ci siamo distratti concedendo due gol ai lucani. Siamo stati bravi a riequilibrare la partita, altro che storie. Molto meglio ad Andria, abbiamo giocato in trasferta con grande autorità, abbiamo costruito occasioni importanti, non siamo mai stati in affanno. La traversa dell'Andria? Un tiro fortunato, non un'azione che ci ha messo in difficoltà. Credetemi ora il Verona è molto concreto, questa è la nostra forza».

Non solo la concretezza. L'Hellas ha qualità, esperienza, temperamento. Remondina può contare su un organico molto importante. «Questo è vero ma per centrare l'obiettivo che inseguiamo dall'estate non si poteva fare altrimenti - aggiunge Pensalfini - ma ci sono anche altre società che hanno speso molto e hanno affidato una rosa importante ai tecnici ma hanno incontrato qualche problema in più rispetto al Verona. Noi invece siamo molto uniti, c'è grande rispetto tra compagni, quando non si gioca è sempre duro andare in panchina ma sappiamo che chi va in campo merita di giocare e non farà rimpiangere chi sta fuori. Sono stato fuori per un mese ma Garzon ha fatto benissimo. Contro l'Andria non hanno giocato Cangi, Ceccarelli e Anselmi, tre punti fermi della difesa, ma Comazzi, Campagna e Massoni hanno offerto una prova da applausi».

Domenica arriva al Bentegodi la Reggiana, l'occasione buona per dare un segnale forte a tutto il campionato, non solo alla Reggiana che insegue. «Si tratta di una partita importante - conclude Pensalfini - non dimentichiamo che d'ora in poi saranno tutte finali. I punti valgono doppio. Forse adesso è meno importante giocar bene, conta soprattutto vincere, è giunta l'ora di badare più al concreto».
Luca Mantovani

04/03/2010
Posticipo per la sfida al Giulianova
Verona-Giulianova si giocherà in posticipo, per la concomitanza con Chievo-Catania, domenica 21 marzo. L'Hellas scenderà dunque in campo lunedì 22, alle ore 20.45.

IL MASTINO. Testa a testa sempre più serrato tra Emanuele Berrettoni e Giuseppe Pugliese nell'undicesima edizione de "Il Mastino del Bentegodi". Berrettoni guida la graduatoria con 277 preferenze ed è tallonato da Pugliese, che ne ha ora 271. Alle loro spalle Selva con 123 preferenze.

05/03/2010
Debutta il ValpolicHellas con Tommasi e Di Gennaro
È stato un doppio battesimo a contraddistinguere la serata dedicata all'inaugurazione ufficiale del Calcio Club Valpolichellas, ubicato nella località di Bure, frazione sotto la giurisdizione comunale di San Pietro Incariano. Un battesimo, questo del neonato club, che è coinciso con il debutto di Francesco Di Gennaro, già entrato prepotentemente in sintonia con i tifosi e che assieme ai compagni Alberto Comazzi e Julien Rantier, ha dato lustro alla serata inaugurale per il neonato sodalizio che ha la propria sede presso il Bar Dal Chicco.

Ma ad arricchire il parterre degli ospiti è stata la presenza di quel personaggio straordinario qual'è Damiano Tommasi che ha stabilito qui la residenza e è uno tra gli oltre cento tesserati del calcio club, con un'altro noto ed apprezzato ex gialloblù Franco Bergamaschi, a significare come sia solido al di là degli anni, l'attaccamento della tifoseria scaligera nei confronti di chi ha indossato la maglia dell'Hellas. Una grande soddisfazione per il presidente Federico «Chicco» Galvani che, assieme ai suoi solerti collaboratori Corrado Ballarini, Alberto Spillere e Luca Ballarini, non ha lasciato nulla al caso per organizzare la splendida serata.

TRASFERTA A PESCINA. In occasione della partita tra Pescina e Verona in programma domenica 14 marzo organizzano la trasferta il Calcio Club «I Lupi dell'Hellas» di Pozzo di San Giovanni Lupatoto per info 347. 6990393 (Davide) oppure 3405879819(Alberto) e il Calcio Club «Da Nicolas» per info 347. 4249627 (Barbara) oppure 347. 8371382 (Bazza). C. R.

FONTE: LArena.it


06/03/2010 - 12:49
Hellas Verona-Reggiana, modalità di accesso allo stadio
La società invita tutti gli spettatori a recarsi allo stadio con congruo anticipo. Alle 13:15 l'apertura dei cancelli

06/03/2010 - 12:42
Hellas Verona-Reggiana: 19 convocati, c'è Colombo
Due portieri, sei difensori, cinque centrocampisti e sei attaccanti per la 26a sfida di campionato

05/03/2010 - 15:57
Remondina: "Vogliamo aumentare il vantaggio" - VIDEO
"Domenica sarà una gara difficile ed equilibrata, quella granata è una formazione di rango. Non dimentichiamo l'esperienza e la compattezza emiliana"

05/03/2010 - 15:58
100 volte Rafael: "Orgoglioso di questo traguardo" - VIDEO
"Cercherò sempre di migliorare per continuare ad indossare questa maglia. Ricordo bene il mio esordio contro la Sambonifacese. Domenica gara difficilissima"

05/03/2010 - 17:39
Hellas Verona-Reggiana, nuova notifica del Prefetto
Definito l'acquisto di un solo tagliando per ciascun spettatore ospite, incedibilità del titolo e limitazioni nella vendita nel giorno della gara

05/03/2010 - 16:44
Sandrà, Colombo in parte col gruppo
Nella penultima seduta in vista della Reggiana differenziato per Ceccarelli, corsa per Selva, terapie per Cangi

05/03/2010 - 12:18
Hellas Verona-Reggiana, arbitra Ostinelli di Como
Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Cucchiarini (Città di Castello) e Costanzo (Orvieto)

04/03/2010 - 19:03
Hellas Verona-Reggiana, chiusi accrediti stampa
Scaduto il termine per le richieste in vista della 26a gara di campionato della squadra gialloblù

04/03/2010 - 17:05
Spazio interviste venerdì alle ore 13:45
A disposizione degli organi d'informazione il tecnico Gian Marco Remondina ed il portiere Rafael De Andrade

04/03/2010 - 16:54
Giovedì pomeriggio partitella in famiglia
Per i gialloblù test con una selezione della Berretti e degli Allievi Nazionali presso il centro sportivo "Manuel Fiorito". Corsa per Ceccarelli, terapie per Cangi, Colombo e Selva

04/03/2010 - 12:41
Giovanili: weekend con i ragazzi Hellas
La Berretti fa visita al Portogruaro, derby col Chievo per gli Esordienti '98. Allievi Nazionali e Regionali impegnati con la Sambonifacese

FONTE: HellasVerona.it


05/03/2010 17:34
Remondina: Contro le grandi non abbiamo mai sbagliato
Il tecnico dell'Hellas Gianmarco Remondina presenta la gara contro la Reggiana: "Siamo reduci da due pareggi ma contro le grandi del campionato ricordiamoci che non abbiamo mai sbagliato. Loro verranno ad attaccarci perchè per poter riaprire il campionato hanno a disposizione un solo risultato ma per poter incremetare il vantaggio in classifica serve da parte nostra una grande prova di carattere".

05/03/2010 17:15
Reggiana senza tre titolari. Dominissini prova a riaprire il campionato
Dopo il pareggio esterno sul campo dell'Andria, l'Hellas ospita al Bentegodi la Reggiana. La squadra di Dominissini ha un solo risultato possibile per poter riaprire il campionato ma anche il Verona di Remondina se vuole consolidare il proprio vantaggio in classifica non può permettersi distrazioni. Sono 38 i punti della squadra granata in graduatoria che nella sfida di domenica non avrà a disposizione Tomasig, Carvalho e Alessi, squalificati.
Sfida d'alta classifica domenica al Bentegodi tra Hellas e Reggiana. La squadra di Dominissini ha un solo risultato possibile per poter riaprire il campionato. In classifica i granata stanziano in terza posizione con 38 punti frutto di 10 vittorie, 8 pareggi e 7 sconfitte. In totale sono 38 i gol fatti e 24 quelli subiti. Allo stadio Giglio l'andamento è assolutamente positivo con ben 7 affermazioni su Real Marcianise, Cavese, Cosenza, Potenza, Pescara, Pescina e Rimini; il segno X è uscito contro Hellas, Taranto e Ravenna mentre Lanciano, Foggia e Portogruaro sono riuscite ad espugnare il fortino granata. In casa in totale 23 gol realizzati e 10 subiti. Lontano dall'Emilia sono arrivate 3 vittorie a Terni, Lanciano e Marcianise, 5 pareggi contro Rimini, Taranto, Andria, Spal e Cosenza e 4 sconfitte a beneficio di Portogruaro, Ravenna, Giulianova e Cavese. Dominissini non potrà disporre del portiere titolare Tomasig e di Alessi e Carvalho, per squalifica. I bomber della squadra sono Paolo Rossi e Mirko Stefani, entrambi autori di nove reti. In porta ci sarà Manfredini, difesa a quattro con Zini, Stefani, Mei, Girelli; a centrcampo Viapiana, Maschio, Nardini e Saverino mentre davanti ci saranno Temelin e Rossi. (A.B.)

04/03/2010 16:49
Hellas, Ceccarelli, Cangi e Colombo ko
L'indisponibilità di Colombo per la gara di domenica prossima contro la Reggiana era data praticamente per certa ma la speranza era almeno quella di recuperare Cangi e Ceccarelli. Entrambi però non hanno preso parte al test in famiglia di giovedì pomeriggio. Il primo è rimasto a Sandrà, assieme al bomber di Vimercate e Selva ed è stato sottoposto a terapie mentre il secondo ha provato a correre ma poco dopo si è dovuto fermare.

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]
Vita da ex: Adrian MUTU, ora alla FIORENTINA, rischia 4 anni di squalifica...
VITA DA EX: A Lugagnano Osvaldo BAGNOLI riceverà il Premio Apostoli, creato per ricordare un famoso personaggio del calcio dilettantistico... Mario SALGADO torna in CILE: Preoccupazione per i familiari che non riesce più a contattare dopo il devastante terremoto. MUTU chiede comprensione alla procura antidoping ma rischia 4 anni se viene riconosciuta la recidiva... 'AMICHEVOLI MONDIALI': MARADONA vince e convince con i suoi albiceleste in GERMANIA, la SPAGNA 'umilia' la FRANCIA a casa sua con VILLA e SERGIO RAMOS, l'EGITTO va in vantaggio con l'INGHILTERRA ma poi i giocatori di CAPELLO pareggiano e ribaltano il risultato, solo l'ITALI(ett)A pareggia col CAMERUN e fa sbadigliare i tifosi: 0 a 0 il risultato finale, buono l'esordio dei 'nuovi' BONUCCI e COSSU. L'UNDER 21 azzurra intanto vince con i pari età dell'UNGHERIA e li sorpassa in classifica con un super-BALOTELLI ma LIPPI, da quella parte, non ci sente... 'GOL-FANTASMA', la FIGC scrive alla FIFA, la tecnologia c'è fate partire la sperimentazione. SCI ALPINO: Rientrano da Vancouver gli azzurri dello sci, grande festa per RAZZOLI vincitore della gara di Slalom Speciale ed unico italiano a conquistare un oro! FORMULA 1: Ma che piano MOSLEY abbatticosti! I nuovi team hanno problemi... PREMIER LEAGUE: OKAKA 'stella' nell'Under 21 azzurra 'panchinaro' al FULHAM. Tre mesi di stop per OWEN e fine del 'sogno mondiale': il fuoriclasse del MANCHESTER s'è infortunato in Coppa di Lega. VIA ALLE PARALIMPIADI: Il 12 via all'olimpiade per diversamente abili.
OWEN: STAGIONE FINITA ADDIO AL SOGNO MONDIALE
Stagione finita per Michael Owen che deve così abbandonare anche le ultimissime speranze di partecipare alla spedizione mondiale. L'attaccante del Manchester United si è infortunato nel corso della finale di Coppa di Lega domenica scorsa, accusando un problema muscolare. Gli esami strumentali a cui si è sottoposto nei giorni successivi hanno evidenziato una lesione al livello dei flessori che lo costringerà a restare fermo per i prossimi tre mesi. Owen, 30 anni, chiude così la stagione con 9 gol in 31 presenze, tre gol in 19 partite di Premier League. «È una brutta notizia per la squadra e per Michael - il commento di Alex Ferguson -. Credo che il prato duro di Wembely sia una possibile causa dell'infortunio. Gli auguriamo di rimettersi presto in forma».

Giovedì 04 Marzo 2010
SBADIGLI AZZURRI
L’Italia non sa più segnare: scialbo 0-0 contro il Camerun. Si salva Bonucci. Il ct: «Io sono soddisfatto»

Giovedì 04 Marzo 2010
Under ok: vince 2-0
Balotelli trascinatore Lippi: «Per lui fanno campagna elettorale»

Giovedì 04 Marzo 2010
Higuain gol: Germania ko, Spagna show a Parigi
L’Argentina vince (1-0) a Monaco contro la Germania e vendica la sconfitta nei quarti del Mondiale 2006. Da allora non si incontravano: decide una perla del madridista Higuain. Maradona, scatenato in panchina, esulta: «La mia è una nazionale da grandi imprese». E allontana il fantasma di Ruggeri, tutor che la federazione vorrebbe affiancargli, ieri in tribuna. Nell’altra amichevole di lusso fischi per la Francia a Saint-Denis dove i Bleus subiscono un pesante kappao (0-2) contro la Spagna: a Parigi non succedeva da 42 anni. I gol di Villa e Sergio Ramos firmano il dominio dei campioni d’Europa con la nuova maglia blu. Vince (3-1) in rimonta l’Inghilterra di Capello a Wembley contro l’Egitto: a Zidan replicano Crouch (doppietta) e Wright-Phillips.

La Slovacchia, nostra avversaria al Mondiale, cede (0-1) alla Norvegia mentre il Paraguay, pure lui nel girone azzurro, supera (3-1) l’Athletic Bilbao. Infine, la Macedonia si impone (2-1) contro il Montenegro: in gol anche l’interista Pandev. (D.Mol.)

FONTE: Leggo.it


SI PARTE IL 12
SU SKY OLTRE 150 ORE DI DIRETTA
Vancouver è pronta per le Paralimpiadi saranno Giochi veri La programmazione tv prevede due canali dedicati
in alta definizione, più 14 ore quotidiane su Sky 1 anche per i non abbonati al pacchetto sport.

F1
IL PIANO DI MOSLEY PER ABBATTERE I COSTI E ATTIRARE INVESTITORI STA GIÀ FALLENDO
Nuovi team in difficoltà: la Usf1 rinvia l’iscrizione

SCI ALPINO
RIENTRO IN ITALIA E FESTA GRANDE PER GIULIANO, ORO OLIMPICO NELLO SLALOM
Un Razzo atterra a Malpensa. Accoglienza trionfale per l’atleta emiliano: «Sono ancora emozionato, dedico questo successo a tutti i miei tifosi».

Lettera alla Fifa
PRESSING DELLA FIGC PER L’I N T RO D UZ I O N E DELLA TECNOLOGIA
In una lettera alla Fifa il presidente della Figc Abete ha ribadito la necessità di risposte concrete alla richiesta di tecnologia al supporto degli arbitri. La Figc si dice disponibile a risperimentare il progetto relativo al 'gol fantasma’.

A Montecarlo>>
ITALIA TIMIDA COL CAMERUN FA SOLTANTO IL “COMPITINO”
Gli azzurri, con tanti volti nuovi, pareggiano senza incantare. Brilla solo Di Natale. Il bomber dell’Udinese è l’unico ad impegnare il portiere dei “leoni”

SPOGLIATOI
«MI È PIACIUTA LA PERSONALITÀ CON CUI HANNO GIOCATO BONUCCI E COSSU»
I due ‘deb’ soddisfano Lippi. La partita non esaltante dell’attacco non preoccupa il ct: «Oggi ci mancavano sette giocatori». Criscito felice: «Penso di aver soddisfatto il mister»

UNDER 21 A TERNI
Okaka e Marrone stendono l’Ungheria e adesso gli azzurrini ritornano in corsa

LE ALTRE GARE
Colpo Argentina sulla Germania Francia ko in casa contro la Spagna

INTERROGATO IERI
Mutu si difende «È stata soltanto una leggerezza» Ma rischia 4 anni
Adrian Mutu attende il proprio destino, che potrebbe essere una squalifica di qualche mese o, nella peggiore delle ipotesi, anche di 4 anni. L’attaccante della Fiorentina ieri è stato ascoltato, a Roma, dal procuratore antidoping del Coni, Ettore Torri, in merito alla sua positività allo stimolante sibutramina nelle partite Fiorentina-Bari del 10 gennaio e Fiorentina- Lazio del 20 gennaio. Mutu, sospeso in via precauzionale, è stato interrogato per circa un’ora ed ha risposto serenamente a tutte le domande.

L’attaccante romeno, assistito dagli avvocati Antonio D’Av i rr o, Michele Ducci e Paolo Rodella, punta a dimostrare la propria buona fede: «Mutu ha fatto vedere a Torri la scatola delle pasticche con le indicazioni che il prodotto era “al 100% naturale” - spiega George Becali, uno degli agenti del giocatore - il ragazzo ha sbagliato e ha riconosciuto il suo errore, che è stato quello di non aver chiesto un consiglio medico prima di assumere il prodotto». La procura antidoping ha preso in consegna la scatola di pasticche. Altro cardine della difesa di Mutu è puntare sulla non recidività rispetto al caso del 2004, quando l’a tt a ccante della Fiorentina venne squalificato per 7 mesi per cocaina, in Inghilterra.

FONTE: DNews.it


05/03/2010
Okaka, stella nell'Under ma riserva nel Fulham

04/03/2010
Bagnoli riceve il premio Apostoli
L'INIZIATIVA. Questa sera a Lugagnano, ricordato un grande personaggio del calcio minore

04/03/2010
Salgado torna in Cile «Il calcio viene dopo»
STORIE DI EX. Il terremoto sconvolge l'attaccante, oggi al Torino
La terra trema. Il Cile si accortoccia su stesso. Morte e devastazione. Dentro alla centrifuga maledetta una, cento, mille storie. Anche quella di Mario Salgado. Attaccante oggi al Toro, passato per una breve parentesi all'Hellas nella stagione 2002-2003. Mario è partito da qualche giorno per la sua terra. Ha messo il calcio da parte. Dopo il sisma che ha colpito il Cile, il telefono dei suoi familiari è rimasto muto. Interrotte le comunicazioni, nessuna notizia dei suoi cari. Impossibile allora restare qui in Italia in attesa di un segnale, di una voce, di una speranza. Come fai a giocare con la morte nel cuore? No, non è possibile, Mario l'ha capito subito e i suoi compagni con lui.

Talchauano, città natale di Salgado, è stata tra le più colpite dal terremoto. "Io e mia moglie - racconta l'ex attaccante gialloblù - abbiamo provato a contattare più volte la nostra famiglia. Ma non abbiamo ottenuto risposta. Non sappiamo quello che è successo. Il sisma è stato violentissimo, tutti hanno avuto modo di vedere la devastazione. In più hanno iniziato a girare per le città gli sciacalli che approfittano della situazione per rubare quello che trovano. No, non posso restare qui con l'idea fissa di non poter aiutare i miei, di non poter fare niente per loro".

Da parte del Torino, naturalmente, è arrivata piena collaborazione. E la società granata, compagni di squadra e tifosi compresi hanno manifestato grande solidarietà nei confronti del giocatore. "Vai pure, il calcio in questi casi viene dopo, molto dopo. Vai e torna quando sarai sereno". L'attaccante è volato a Madrid per prendere poi la coincidenza per Santiago del Cile. Impossibile pensare a qualcosa di diverso. Ha parlato per pochi minuti al telefono. Percettibile la preoccupazione. Crescente l'ansia. "Devo partire, là hanno bisogno di me. Non so quando tornerò". Il calcio passa in secondo piano. Un infortunio aveva ritardato il suo debutto con la maglia del Toro, dopo che Mario aveva giocato la prima parte di stagione al Foggia. Il terribile sisma che ha sconquassato il suo Cile, però, ha cambiato in corsa il suo percorso di vita. Non insegue più un gol. Ma la speranza. Quella più importante. Quella di riabbracciare genitori e parenti finiti all'Inferno dall'altra parte del globo.
Simone Antolini

FONTE: LArena.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#MilanVerona Pecchia

#MilanVerona Fossati


Wallpapers gallery