Le schede di B/=\S: Guillermo Daniel RODRÍGUEZ Pérez

Guillermo Daniel Rodríguez Pérez
Nato a/il:Montevideo (Uruguay) il 21/03/1984
Nazionalità:Uruguayana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2016
Ruolo:Difensore centrale
Altezza:185 Cm
Peso:85 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2014 - 2015A13 (+2CI)0 (+0) 
Torino2013 - 2014A6 (+1CI)0 (+0) 
Torino2012 - 2013A22 (+1CI)0 (+0) 
Cesena2011 - 2012A28 (+1CI)0 (+0) 
Peñarol2010-2011PDU20 (+4CS +10CL)2 (+0 +0) 
PeñarolGen. 2009 - 2010PDU260 
Independiente2008 - Gen. 2009PDA25 (+2CS)0 (+0) 
Independiente2007 - 2008PDA362 
Independiente2006 - 2007PDA301 
LensGen. 2006 - 2006L120 
Atlas2005 - Gen. 2006PDM142 
Atlas2004 - 2005PDM152 
Danubio2004PDU171 
Danubio2003PDU181 
Danubio2002PDU50 
Giovanili Danubio2000 - 2002--- 
LEGENDA: PDU=Primera División Uruguaya (Serie A Uruguayana), PDM=Primera División de México (Serie A Messicana), L1=Ligue 1 (Serie A Francese), PDA=Primera División Argentina (Serie A Argentina), CS=Copa Sudamericana, CL=Copa Libertadores de América (Coppa Continentale Americana), CI=Coppa Italia

4 Dicembre 2011: Rodriguez prende il posto di Antonioli

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 14 Dicembre 2014
Arrivato a titolo definitivo con un biennale dal TORINO dopo una stagione in cui è stato sottoutilizzato da mister VENTURA, il roccioso difensore sudamericano dotato della tipica garra charrua uruguagia, è stato 'scoperto' da MANDORLINI solo alla 14^ gara di campionato contro la SAMP in cui, anche se l'HELLAS è incappato nella terza sconfitta consecutiva a seguito di un preoccupante periodo no, El Pelado (questo il nomignolo che lo accompagna) è stato uno dei pochissimi a 'salvarsi'...
30 anni, fisico possente (185 cm distribuiti su 85 kili di peso), gioca da centrale difensivo ma può essere utilizzato all'occorenza anche da terzino sinistro.

GIOVANILI IN URUGUAY E MESSICO, POI LA LIGUE 1
Cresciuto tra le fila del DANUBIO, viene promosso 18enne in prima squadra e poi mandato a farsi le ossa nel vicino Messico all'ATLAS dove, nonostante la giovane età, si distingue per furore agonistica e precisione nei contrasti: Naturale la chiamata della Nazionale Under 20 nel 2003 e quella della Celeste nell'anno successivo.
A Gennaio 2006 Guillermo Daniel conosce anche il calcio europeo in Ligue 1 dove i bianconeri della Franja lo mandano in prestito al LENS ma il difensore, dopo aver disputato un paio di gare, non gioca più e a fine stagione torna in Uruguay.

LA CONSACRAZIONE CON L'INDEPENDIENTE E IL RITORNO IN URUGUAY
Nell'estate di quell'anno, il DANUBIO lo cede all'INDEPENDIENTE in Primera División Argentina dove finalmente RODRIGUEZ trova la sua miglior dimensione coi Diavoli Rossi, gioca stabilmente ed entra nel cuore dei tifosi segnando l'unico gol in quella stagione proprio nel derby con il RACING CLUB DE AVELLANEDA.
Dopo altre due stagioni da titolare inamovibile in maglia roja Guillermo torna in patria a giocare con i mitici Carboneros del CLUB ATLÉTICO PEÑAROL: Con la squadra più prestigiosa dell'Uruguay il giocatore rimarrà fino al 2011 giocando per 10 volte anche in Copa Libertadores.

L'AVVENTURA ITALIANA CON CESENA, TORINO E... VERONA
Il 10 Agosto del 2011 El Pelado viene ingaggiato con un triennale dal CESENA, esordisce quasi subito contro il MILAN e allo Juventus Stadium va persino in porta ma non riesce ad impedire la retrocessione dei romagnoli.
Nell'annata successiva passa al TORINO dove, a seguito di una stagione da protagonista in maglia granata con 23 presenze tra campionato e Coppa Italia, il club di Urbano CAIRO lo riscatta dal PEÑAROL facendogli firmare un biennale ma qualcosa va storto nel 2013-14 se il difensore uruguayano non viene quasi più visto da mister VENTURA che lo utilizza col contagocce così SOGLIANO lo porta al VERONA fra i gialloblù reduci dai 68 gol presi in Serie A (terz'ultima difesa per reti subite dopo LIVORNO e SASSUOLO)

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =
  • El Pelado, questo il nomignolo che il difensore uruguayano si porta dietro a causa della calvizie totale che lo caratterizza...
  • In porta se serve! Il 4 Dicembre 2011 il CESENA sta perdendo di misura in casa della JUVENTUS quando Francesco ANTONIOLI, portiere dei romagnoli, si fa espellere dopo i 3 cambi già utilizzati dalla sua squadra; fra i pali va RODRIGUEZ che non riesce ad impedire il gol del 2 a 0 ad opera di VIDAL dagli 11 metri
  • Cinque giornate di squalifica in Primera División Argentina nel 2008! Il difensore uruguayano aveva afferrato per il collo un guardalinee a seguito dell'espulsione di capitan MONTENEGRO quando Guillermo giocava con i Diablos Rojos dell'INDEPENDIENTE...

Guillermo Rodríguez
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guillermo Daniel Rodríguez Pérez (Montevideo, 21 marzo 1984) è un calciatore uruguaiano, difensore dell'Hellas Verona.
È soprannominato El Pelado (in lingua italiana Il Pelato).

Caratteristiche tecniche
Possente difensore centrale, è dotato di grande fisicità ed è abile nei colpi di testa. Raramente è stato impiegato anche nel ruolo di terzino sinistro.

Carriera
- Club
Inizi
Inizia la sua carriera nelle giovanili del Danubio, e nel 2002 viene promosso in prima squadra. Rimane in Uruguay fino al 2004, collezionando in due stagioni 40 presenze e due reti.

Prestiti ad Atlas e Lens
Nel 2004 viene ceduto in prestito al club messicano dell'Atlas de Guadalajara, con cui disputa una notevole stagione, conclusa con 29 partite e 4 gol. L'Atlas fa esplicita richiesta per riavere il giocatore anche per l'anno seguente, ma le difficili condizioni economiche del club ne determinano il ritorno al Danubio
La stagione successiva accetta il trasferimento, sempre a titolo temporaneo, al Lens. Debutta in Ligue 1 il 18 febbraio 2006 nella sconfitta esterna per 4-1 contro il Rennes e scende ancora in campo il 18 marzo contro il Tolosa, ma il giocatore viene presto relegato ai margini della squadra, non trovando più spazio. La breve esperienza in Francia si conclude, dunque, con soli due match disputati.

Independiente
Nel luglio 2006 passa in prestito all'Independiente, nella Primera División argentina. Debutta con Los Diablos Rojos il 6 agosto 2006 nella vittoria esterna per 4-1 contro il Colón e realizza la sua prima rete con la maglia roja il 20 maggio seguente nel derby contro il Racing de Avellaneda. Colleziona in tutto 30 presenze e una rete.
Il club di Avellaneda ne riscatta l'intero cartellino e lo conferma titolare della squadra. Gioca tutte e 36 le partite del Campionato Apertura e Clausura, segnando anche due reti contro Newell's Old Boys e San Lorenzo.
Il 14 settembre 2008 si è reso protagonista di un episodio di violenza in occasione del match contro il Boca Juniors: in seguito ad una veemente protesta, ha afferrato per il collo il guardialinee Diego Romero, ed è stato immediatamente espulso. Rodriguez, in seguito, si è scusato per il suo comportamento, affermando di essersi innervosito dopo l'espulsione del capitano Daniel Montenegro, ed è stato squalificato per 5 giornate

Peñarol
Dopo essere stato insistentemente cercato da una squadra turca, nell'agosto 2009 torna in Uruguay, ingaggiato dal Peñarol. Esordisce con la maglia Aurinegros il 30 agosto 2009 nel pareggio per 1-1 contro il Cerro, e totalizza a fine anno 26 presenze, tra Apertura e Clausura. Confermato anche per la Stagione seguente, segna la sua prima rete in maglia giallonera il 29 agosto 2010 contro il Santiago Wanderers e si ripete il 5 marzo 2011 segnando il gol decisivo contro il Bella Vista. Disputa in tutto 20 partite di campionato, più quattro di Copa Sudamericana, nella quale il club viene sconfitto agli ottavi dal Goiás.

Cesena
Il 10 agosto 2011 viene ufficialmente ingaggiato dal Cesena[15], con un contratto fino al 2014. Il 24 settembre 2011 esordisce in maglia bianconera nella partita contro il Milan, persa per 1-0. Il 4 dicembre 2011, in Juventus-Cesena (2-0) valida per la quattordicesima giornata del campionato, prende il posto da portiere di Francesco Antonioli, che era stato espulso (e i tre cambi erano già stati utilizzati). Subisce così il 2-0 finale, segnato dal dischetto da Arturo Vidal. Termina la sua prima stagione in Serie A con 28 presenze, ma non può impedire al retrocessione del club, che ritorna in Serie B dopo due anni.

Torino
Dopo aver considerato un ritorno in Uruguay, il 4 agosto 2012 viene acquistato a titolo temporaneo dal Torino, con cui sottoscrive un contratto di un anno con opzione per altri due. Esordisce in maglia granata il 21 ottobre 2012 a Palermo disputando un'ottima partita; la gara termina 0-0. Il 26 giugno 2013 viene ufficializzato il suo riscatto a titolo definitivo dal Peñarol, con un contratto biennale.

Hellas Verona
Il 29 luglio 2014 passa a titolo definitivo all'Hellas Verona.

- Nazionale
Nel 2003 viene convocato dal commissario tecnico Jorge da Silva nella Selezione uruguagia Under-20 per il Campionato sudamericano Under-20, svoltosi proprio in Uruguay. Esordisce nella competizione il 5 gennaio 2003 contro i pari età ecuadoriani, e realizza il gol del decisivo 2-1 all'88esimo minuto. Il 7 gennaio è ancora titolare al centro della difesa contro il Perù e segna il primo gol dell'incontro, finito vittoriosamente per 4-1. Prima della partita contro il Brasile, tuttavia, riporta un grave infortunio, che lo costringe a terminare anzitempo il torneo.

Ad appena vent'anni compiuti l'allenatore Jorge Fossati lo convoca ufficialmente nella Nazionale maggiore per la Copa América 2004 in Perù. Debutta così con la Celeste il 13 luglio 2004, nella sconfitta per 4-2 contro l'Argentina, subentrando a Fabián Estoyanoff. Scende in campo anche nei quarti di finale, contro il Paraguay e nella finale per il terzo posto contro la Colombia, vinta dall'Uruguay per 2-1.

Dopo aver disputato numerose partite di Qualificazione al mondiale 2006, gioca anche le due partite di spareggio playoff contro la Nazionale Australiana, che determineranno l'esclusione della formazione uruguaiana dal torneo. Ad oggi, sono in tutto 12 le presenze in nazionale maggiore.

Palmarès
- Club
Primera División Profesional de Uruguay: 2 Danubio: 2004 Peñarol: 2009-2010

FONTE: Wikipedia.org


PRECISAZIONE
RODRIGUEZ NON E' PIU' DEL VERONA
15/07/2015 11:23
Guillermo Rodiriguez non è riuscito a convincere il Verona che a fine maggio non ha esercitato il diritto di prolungamento del suo contratto. Rodriguez quindi non è un giocatore fuori rosa, ma è semplicemente svincolato, non essendo più tesserato per il club di via Belgio.

La precisazione arriva direttamente dalla società scaligera. Acquistato a titolo definitivo dal Torino, Rodriguez non ha allungato subito il suo contratto, accettando l'opzione e forse sicuro di poter dimostrare il suo valore sul campo.

Dopo aver faticato a trovare spazio all'inizio della passata stagione, si è fatto largo dalla quattordicesima giornata, dando buone indicazioni e mostrando il carattere giusto che piace tanto ai tifosi. Ha poi commesso qualche errore di troppo, alternando buone prestazioni a qualche grave amnesia. Il Verona ha deciso di prendere altre strade per il reparto arretrato.
(L.F.)
TGGialloblu.it

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE A
Verona, Rodriguez torna titolare e prenota il futuro: ancora gialloblù
15.04.2015 21.22 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Nonostante le difficoltà dell'attuale stagione Guillermo Rodriguez avrebbe le carte in regola per continuare l'avventura nel Verona. Secondo quanto riportato da Hellasnews.it l'uruguaiano, con un contratto valido fino al giugno 2016, sarebbe indirizzato verso la permanenza. Nelle ultime settimane, poi, l'ex Torino e Cesena, è riuscito anche a ritagliarsi uno spazio importante da titolare, relegando in panchina Rafa Marquez.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


ABEO - Rodriguez: “Lazio? Noi con carattere”
Postata il 19/03/2015 alle ore 14:15
Verona - Le dichiarazioni del difensore gialloblù, Guillermo Rodriguez, rilasciate al termine dell'incontro con i bambini del reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico "G. B. Rossi" di Borgo Roma (Verona).

UNA PARTITA ANCORA PIU’ DURA DI QUELLA COL NAPOLI
“La Lazio? Sarà una partita difficile, loro stanno giocando molto bene ma noi dobbiamo pensare a fare gol. Loro sono molto forti, tutta la squadra sta facendo bene, hanno molte qualità interessanti e giocano sempre al massimo. Per portare a casa punti dovremo scendere in campo con lo stesso spirito che abbiamo usato con il Napoli, ascoltando sempre i consigli dell’allenatore. Noi arriviamo molto preparati, sappiamo che il prossimo incontro sarà ancora più duro. Il momento del Verona? Ci sono state molte cose positive che ci sono capitate, il recupero degli infortunati è soltanto una di queste. E poi ci sono i gol di Luca Toni, speriamo che continui così”.

#ABEOday: Parla Guillermo...

CONCENTRATO PER IL CAMPIONATO
“La mia stagione? La mia prima preoccupazione è la salvezza del Verona, poi valuteremo quello che sarà dopo. Personalmente non mi preoccupo per il futuro, i miei pensieri sono tutti per la domenica. Con il Napoli abbiamo fatto una grande partita, ma adesso ci aspetta una partita ancora più dura. Ho recuperato dall’infortunio, adesso sto bene, sono al 100%. Se sono stato contento di aver avuto contro Zapata al posto di Higuain? Per me è uguale, sono due calciatori diversi ma non cambiava giocare contro uno o contro l’altro, perché cerco sempre di dare il massimo. Anche marcare Klose sarà difficile, probabilmente l’avversario più impegnativo sarà Toni, anche se non sembra è molto forte (ride, ndr)”.
Ufficio Stampa

Rodriguez: "Derby? Pronti a dare tutto"
Postata il 18/12/2014 alle ore 23:30
Verona - Le dichiarazioni del difensore gialloblù, Guillermo Rodriguez, rilasciate durante la trasmissione "Vighini Show", in onda su Telenuovo e condotta dal giornalista Gianluca Vighini.

MI PRESENTO…
"La panchina? L’ho vissuta tranquillamente, con serenità, aspettando la possibilità di giocare. Ho pensato ad allenarmi e a prepararmi al meglio. Se è stato difficile affrontare questo periodo? No, ero sereno, pensavo soltanto ad allenarmi al massimo. Secondo me bisogna allenarsi per farsi trovare sempre pronti. Il calcio è così: oggi non giochi, ma domani può arrivare una partita che cambia tutto. La mia esperienza al Lens? Sono arrivato troppo tardi ed ero indietro con la preparazione fisica, così sono stato ceduto. L’episodio con il Boca Juniors? Quando giocavo nell’Independiente ho fatto un brutto gesto verso un guardalinee. Come si dice in Italia, mi si è chiusa la vena. E’ stato un brutto episodio, me ne pento, in quell’occasione ho chiesto scusa a tutti. Io non sono così, sono una persona tranquilla e mi comporto correttamente in campo. Il calcio uruguaiano? Lì i difensori sono molto più aggressivi, mentre il campionato italiano è molto diverso, si guarda più alla tattica. Il calcio nel mio Paese è molto più istintivo. La voglia di andare a giocare fuori dal Sudamerica? E’ stato principalmente un motivo economico, ma volevo anche provare una nuova esperienza. Qui ho trovato una bella squadra e un bell’ambiente, mi sento tranquillo. La mia famiglia? Ho tre figli ma non sono sposato. Quando sono in vacanza li vado a trovare spesso".

LAVORIAMO OGNI GIORNO PER MIGLIORARE
"Nico Lopez? È davvero molto veloce. Dopo il Mondiale Under 20 in Sudamerica si parlava soltanto di lui. È una speranza della Nazionale, tutti noi lo sappiamo. Gonzalez? Abbiamo già giocato insieme, è una persona splendida, si allena sempre al 100%. La mia grinta? Io sono un difensore, il mio lavoro è recuperare la palla il prima possibile ed è questo quello che cerco di fare. Sono felice quando a fine partita sono stremato, perché vuol dire che ho dato tutto. Rafa Marquez? Sta bene e lavora insieme a noi per uscire da questo periodo. È troppo forte, fortissimo. Una gran persona, un professionista serio, è molto importante per la squadra. Ho tanto da imparare da lui. Gli errori? Può succedere di farne qualcuno. Come mai il Verona prende gol? Le colpe sono soprattutto dei difensori, come se non si fa gol è colpa degli attaccanti, ma stiamo lavorando tutti assieme per migliorare".

IL DERBY? VOGLIAMO I 3 PUNTI
"Il derby? Arriva una partita importante. Mi aspetto un bell’incontro. A tutte e due le squadre servono i tre punti, faremo di tutto per vincere. Stiamo lavorando bene, c’è un bel clima e siamo concentrati. I tifosi del Verona? Mi piacciono molto, ci sostengono sempre".
Ufficio Stampa

Rodriguez: "Questa vittoria ci può dare la carica"
Postata il 03/12/2014 alle ore 00:30
Verona - Le dichiarazioni difensore gialloblù, Guillermo Rodriguez, rilasciate al termine della partita Hellas Verona-Perugia (1-0).

CHE EMOZIONE TORNARE A VINCERE
"Se mi sono piaciuti gli applausi? Certo, sono contento che ai tifosi sia piaciuto il mio modo di giocare, ma sono stato più contento di vedere la squadra vincere senza subire gol. Venivamo da una situazione molto particolare, ma noi abbiamo pensato al risultato. Ora dobbiamo concentrarci per il campionato, il prossimo impegno con la Sampdoria sarà davvero difficile. Abbiamo fatto una buona partita, sappiamo che possiamo ancora migliorare su tantissime cose. Si può giocare bene oppure male, ma l’importante è la vittoria. Oggi era fondamentale tornare a fare risultato: quando si vince si lavora più serenamente. Cosa manca alla squadra? So solo che se ci impegnamo e giochiamo al massimo delle possibilità possiamo crescere molto. Difesa a 4 oppure a 3? Per me non fa differenza, voglio farmi trovare pronto per quando avrò ancora la possibilità di giocare insieme ai miei compagni. Rafa Marquez? E' bravissimo, un punto di riferimento, fa un certo effetto giocare con un calciatore della sua esperienza. Nico Lopez? E' un personaggio, sono molto contento che lui sia qui. Sta imparando molte cose, può diventare un calciatore in grado di dare un contributo importante alla squadra".

ORA PENSIAMO ALLA SAMP
"La Sampdoria? E' una squadra che sta bene, con una buona classifica. Sta facendo un buon campionato, ma questo non deve impensierirci: noi dobbiamo soltanto pensare a prepararci al meglio. Mi piacerebbe essere della partita, mi alleno ogni giorno per poter essere a disposizione, come tutti i miei compagni. In settimana lavoriamo tutti insieme per la squadra e per la vittoria. Come mi spiego gli infortuni? Abbiamo avuto un po’ di sfortuna".
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

Rodriguez esordisce in maglia gialloblù solo a Dicembre in Coppa Italia...

Ufficiale: Guillermo Rodriguez in gialloblù
Postata il 29/07/2014 alle ore 15:45
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo definitivo, le prestazioni sportive del calciatore Guillermo Daniel Rodríguez Pérez dalla società Torino FC. Il difensore uruguaiano ha superato le visite mediche e ha già sostenuto il primo allenamento.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it

12 agosto 2014 - Guillermo Rodriguez si presenta

26.07.2014
Hellas, Rodriguez in arrivo dal Torino
VERONA. Il Verona sta definendo col Torino gli ultimi dettagli per l'arrivo di Guillermo Rodriguez, trentenne centrale uruguaiano in uscita dal Toro che ha vestito lungo la sua lunga carriera anche la maglia della Nazionale. Per Rodriguez pronto un contratto di due anni.
Alessandro De Pietro

FONTE: LArena.it


Torino, Guillermo Rodriguez piace al Verona. Ma il Cordoba...
Mercoledì, 23 Luglio 2014 15:00 Scritto da Redazione Toro News
Calciomercato / Numerose richieste per "El Pelado", si fanno avanti anche gli scaligeri: per il Toro, però, l'ideale sarebbe l'estero
Cordoba, Danubio, Bologna, Chievo, ed oggi... Hellas Verona. Queste le società che hanno chiesto informazioni al Torino su Guillermo Rodriguez, difensore centrale in uscita dal club granata e neppure convocato per il ritiro estivo 2014. Una situazione, quella del "Pelado", ormai arcinota a tutti i nostri lettori: il giocatore, uruguaiano e dal passaporto extracomunitario, dovrebbe essere ceduto all'estero per liberare un posto per un nuovo tesseramento (il principale indiziato è, ovviamente, il brasiliano Bruno Peres), ma, per il momento, il trasferimento non si riesce a concretizzare.

Dopo l'iniziale interessamento del Penarol, club di origine del difensore, poi defilatosi, hanno richiesto informazioni anche Cordoba e Danubio, con gli spagnoli che non mollano e tentano di convincere il giocatore: ostacolo maggiore nella chiusura dell'affare. Il Toro, infatti, non ha alcun problema a firmare e fosse per i granata la trattativa sarebbe già chiusa. Interessanti anche le piste interne, Bologna e Chievo, che non libererebbero, però, un posto da extracomunitario in rosa. Nelle ultime ore, inoltre, si è fatto avanti con Gianluca Petrachi l'Hellas Verona, alla ricerca di un'alternativa per la propria retroguardia, che avrebbe individuato nel Pelado un usato sicuro pronto all'impiego.

Sean Sogliano, ds dei veneti ed ex calciatore del Torino, ne ha già parlato col collega granata, che in queste ore si trova a Riscone di Brunico, ma il responsabile del calciomercato del Toro per ora prende tempo. La priorità è, e resta, l'estero, se, come pare, Abou Diop e Alen Stevanovic dovessero restare nel campionato italiano, magari in Serie B. In particolare, come vi avevamo già riferito, il serbo classe '91 é diretto al prestito a Bari, in compagnia del compagno Marco Chiosa.

FONTE: ToroNews.net


ALTRE NOTIZIE
UFFICIALE:Torino, preso Guillermo Rodriguez
Uruguaiano del Cesena firma per una stagione

04.08.2012 17.16 di Redazione TMW.
Fonte: ANSA
(ANSA) - TORINO, 4 AGO - Il Torino ha chiuso la trattativa con il Cesena per il difensore Guillermo Rodriguez. L'uruguaiano - annuncia il club granata - e' stato preso a titolo definitivo. Rodriguez ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2013, con opzione di rinnovo per due anni a favore della societa' granata.

SERIE B
Cesena, il Penarol rivuole Rodriguez
21.07.2012 13.43 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
Guillermo Rodriguez, difensore del Cesena, sta per tornare in Uruguay. Secondo Todomercadoweb.es, il giocatore che l'anno scorso ha disputato ventotto partite in serie A, sarebbe finito nel mirino del Penarol, pronto a riabbracciarlo dopo averlo ceduto ai romagnoli.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Peñarol: si lavora per riportare a casa Rodriguez, ma attenzione al Chievo versione ‘Celeste’
By Simone Grassi on 5 giugno 2012
Era il 24 agosto 2011 e il Cesena ufficializzava l’acquisto di Guillermo Rodriguez, difensore uruguaiano classe 1984, proveniente dal Peñarol. Dopo solo un anno di militanza nel campionato italiano, El Pelado potrebbe già fare ritorno in patria, proprio tra le fila dei Carboneros. Il club giallonero non nasconde il suo interesse per il difensore centrale, dal 2004 nel giro della nazionale Celeste e potrebbe usufruire di una clausola presente nel contratto del giocatore cesenate, che prevedeva la libera negoziazione con qualunque club in caso di retrocessione dei bianconeri emiliani in serie B, ipotesi poi verificatasi. Fino ad ora, infatti, il Cesena non ha ancora versato il milione di euro pattuito per riscattare definitivamente il giocatore sudamericano. Jorge Da Silva, direttore tecnico del club e Osvaldo Giménez, direttore sportivo, devono guardarsi dalla concorrenza del ChievoVerona, che ha puntato anche un altro uruguaiano, Nicolas Lodeiro, centrocampista offensivo in scadenza di contratto con l’Ajax.

FONTE: CalcioSudamericano.it


Colpo del Cesena, preso Guillermo Rodriguez "Giaccherini alla Juve? Sono solo storie"
MERCATO. Il difensore 27enne arriva in prestito oneroso dal Penarol. Intanto l'agente del centrocampista smentisce l'interesse della Vecchia Signora

Cesena, 10 agosto 2011 - Il Cesena si rinforza in difesa. Ecco che dal Penarol arriva Guillermo Rodriguez, centrale di 27 anni. Il giocatore, che vanta una dozzina di presenze nella Celeste, sbarca in Romagna con la formula del prestito oneroso. La società di Campedelli aspetta a dare l'annuncio ufficiale perché si deve prima liberare un posto da extracomunitario in rosa (Bogdani o un altro extracomunitario delle giovanili).

FONTE: IlRestoDelCarlino.it


Calciomercato, il Cesena sulle tracce di Rodriguez e Insua
Il campionato non è ancora iniziato, ma in questo scorcio di stagione estiva il Cesena si piazza sicuramente in 'zona Europa' per quanto riguarda le società più attive sul mercato. Piacciono Rodriguez (Penarol) e Insua (Liverpool)
Redazione 3 Agosto 2011
Il campionato non è ancora iniziato, ma in questo scorcio di stagione estiva il Cesena si piazza sicuramente in ‘zona Europa’ per quanto riguarda le società più attive sul mercato. Dopo i colpi delle settimane scorse, su tutti quelli di Mutu, Eder e Candreva, il Cavalluccio è ancora alla ricerca di alcuni innesti importanti che possano garantire a mister Giampaolo una rosa capace di guadagnare la salvezza in tranquillità. La società è sulle tracce di Guillermo Daniel Rodríguez Pérez, 27enne difensore uruguagio del Penarol.

Ieri c’è stato l’incontro con l’agente del difensore, per il quale la società di Montevideo ha chiesto 3 milioni di euro. L’ostacolo più grosso è rappresentato però dal fatto che il giocatore è extracomunitario. E’ soprattutto per questo motivo che il Cesena di Campedelli, che ancora cerca un rinforzo per il reparto arretrato, non ha mollato Vangelis Moras, svincolato dal Bologna, al quale è stato proposto un contratto biennale.

[...]

FONTE: CesenaToday.it


CALCIOMERCATO
Tuttosport - Conte vuole un quarto difensore
Bonucchi, Barzagli e Chiellini da soli non bastano. Si prevedono movimenti in entrata.

08.07.2011 12:45 di Giacomo Auriemma
Qualora la trattativa per Matias Silvestre (26) non dovesse andare a buon fine, la Juve avrebbe già individuato il tassello da aggiungere alla retroguardia bianconera: Guillermo Daniel Rodriguez Perez (27) difensore uruguaiano del Penarol, la cui operazione presenta pro e contro. Rodriguez è valutato dal club sudamericano appena 3 milioni, pochi rispetto ai 7 richiesti da Lo Monaco per Silvestre, ma è extracomunitario. L'ex centrale dell'Indipendiente, reduce da una sfortunata parentesi in Francia con la maglia del Lens, piace a Conte per la sua potenza fisica e la capacità di inserimento sulle palle inattive. Sullo sfondo rimangono sempre Ogbonna (23), Bocchetti (24) e Rolando (25), che richiedono però un maggiore sforzo economico.

FONTE: TuttoJuve.com


11 Marzo 2011
GUILLERMO RODRÍGUEZ SERÁ BAJA POR MÁS DE UN MES
Pelado el fondo
Guillermo Rodríguez sufrió un esguince de rodilla que le afectó el ligamento lateral externo y estará cerca de un mes y medio al margen. La lesión del zaguero le crea un problema a Diego Aguirre por la seguidilla de partidos y la carencia de defensas.

Problemas para Peñarol en la conformación de la última línea. A la seguidilla de partidos, se le suma la lesión de Guillermo Rodríguez. Luego de realizarle "los estudios correspondientes, se constató" un esguince de rodilla que afectó el ligamento lateral externo del zaguero.
Esta lesión hace que al defensa le hayan colocado un yeso, y se estime un tiempo de recuperación de aproximadamente 45 días.

Esta baja de Guillermo Rodríguez se suma a la ya sabida por toda la primera mitad de año de Gerardo Alcoba, por lo que Diego Aguirre deberá echar mano a los juveniles, y existe una gran probabilidad de que el próximo domingo ingrese desde el vamos Emilio Mac Eachen.
Peñarol ensaya variantes pensando en el próximo domingo ante Cerro en el Tróccoli ya que luego viajará a Quito para enfrentar a Liga el próximo jueves.
Montevideo Portal

FONTE: Montevideo.com.uy


Guillermo Rodríguez firmó con Peñarol
PUBLICADO POR LA CALDERA DEL DIABLO SÁBADO, 15 DE AGOSTO DE 2009 EN 11:34 P. M.
Luego de un falso acuerdo y unas horas de duda en la capital uruguaya, finalmente Guillermo Rodríguez firmó con Peñarol y es nuevo refuerzo Carbonero. Realizamos un repaso de su etapa en Independiente.

El ahora ex defensor de Independiente ya es oficialmente jugador de Peñarol, firmó su contrato y posó con la camiseta aurinegra. Pero la cosa no fue tan fácil porque el uruguayo se retiró de la sede de su nuevo club sin rubricar el conchabo, al parecer por desacuerdos en la "letra chica".

Según el diario El País de Montevideo, "Peñarol le exigió una documentación al jugador, y éste no las tenía a mano", causa que motivó la demora. Tres horas más tarde, a las 18, Rodríguez regresó y, frente a los asombrados medios que lo esperaban desde hacía rato, firmó y se puso su nueva camiseta.

Un repaso del uruguayo en Independiente
A pedido de nuestros amigos de Blog Carbonero, hacemos un repaso de Guillermo Rodríguez, que jugó mucho en Independiente, y tuvo al menos tres etapas que se puedan recordar en su paso por el Club.
Llegó como un recio defensor uruguayo de los que tuvieron tanto éxito en el Rojo (siempre los futbolistas charrúas fueron sinónimo de buen rendimiento y hay una afinidad especial con ellos) y poco a poco se convirtió en un jugador inamovible, apuntalado siempre por un buen central a su lado, como Leandro Gioda (también en otra etapa) o Carlos Matheu.

Sin duda su mejor momento fue en la época de Pedro Troglio, en la que Independiente estuvo puntero del campeonato durante 14 fechas. Sin embargo, con el correr de los partidos su regularidad se fue cayendo como todo Independiente.
En 2008 había mostrado nuevamente algo de su mejor nivel, hasta que llegó el recordado partido ante Boca en la Bombonera (septiembre 2008), cuando en un rapto de necedad y desatino tomó del cuello al juez de línea. Le dieron apenas cinco fechas de suspensión, cuando podrían haber sido hasta 15.

Desde su regreso ya no se recuperó más, y la parte más baja fue el debut de Américo Gallego como DT, cuando Independiente cayó 5-1 con Lanús y el Tolo borró a varios jugadores, incluido Rodríguez, supuestamente por negarse a jugar en Reserva, con una frase famosa del DT: "El señor Rodríguez no juega más en Independiente". Luego no sólo tuvo que desdecirse, sino que insólitamente un jugador que no rendía como "número 6" lo hizo jugar de lateral izquierdo.

Los resultados fueron catastróficos, ya que la última etapa del uruguayo fue realmente deplorable y olvidable, e incluye otra goleada 5-0 con Banfield. El que le siguió, 20 de junio de 2009, derrota 1-0 con San Lorenzo por la 18º fecha del Clausura, fue el último partido de Rodríguez en Independiente.
En la Temporada 2008/09 Guillermo Rodríguez jugó 25 partidos en Independiente (todos como titular), en uno de ellos fue considerado la figura de la cancha por La Caldera del Diablo, una vez fue suplente y recibió seis amarillas y una roja.
En la 2007/08 jugó 35 partidos (siempre titular, 2 goles), en uno fue el Diabólico de la cancha, fue reemplazado tres veces y recibió siete amarillas.
Emiliano Penelas

FONTE: LaCalderaDelDiablo.net


SUDAMERICA
Independiente, Rodriguez richiesto in Turchia
24.05.2009 18.16 di Alfonso Alfano
Un club turco avrebbe offerto all'Independiente due milioni di euro per Guillermo Rodriguez (25). Se l'offerta dovesse essere confermata la società di Avellaneda darebbe l'assenso alla cessione del difensore, che in settimana aveva già chiesto di essere ceduto.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIO ESTERO
Argentina: Rodriguez furioso, mani al collo del guardalinee
15 settembre 2008
Guillermo Rodriguez immortalato nel momento di 'ordinaria follia'

Il calciatore dell'Independiente ha perso la testa durante la gara contro il Boca Juniors, valida per la 5.a giornata del torneo d'Apertura. Adesso rischia una lunga squalifica

Ordinaria follia - Rischia una lunga squalifica Guillermo Rodriguez, il difensore uruguaiano dell'Independiente che nel corso del 'Clasico' contro il Boca Juniors, valido per la 5.a giornata del campionato di Apertura terminato 1-1, è stato immortalato mentre prende per il collo il guardalinee Diego Romero, in una forma eccessiva di protesta.

Arbitro contestato - Il calciatore, che si è poi scusato negli spogliatoi con l'assistente dell'arbitro, ha perso la testa a tre minuti dalla fine quando gli animi erano surriscaldati e anche la bandiera dell'Independiente Daniel Montenegro era stato mandato anzitempo negli spogliatoi da un direttore di gara, Pablo Lunati, non impeccabile e criticato da entrambe le squadre.

FONTE: Sport.Sky.it


29/12/2006 12:00 AM
ESCLUSIVA P.NAPOLI. RODRIGUEZ:" MI PIACEREBBE TORNARE A GIOCARE IN EUROPA E NELLO STADIO DI DIEGO..."
La Gazzetta dello Sport con un' anticipazione ha lanciato la "bomba" che il Napoli è interessato al difensore uruguagio Guillermo Daniel Rodriguez Perez, attualmente in forza all' Independiente de Avellaneda compagine della massima divisione argentina. Pianetanapoli in esclusiva ha raccolto le dichiarazioni del diretto interessato. Il calciatore sorpreso per tanto interesse ha professato il piacere per essere stato accostato alla maglia azzurra.

Hola Guillermo, ti sono giunte le voci che il Napoli calcio è interessato al tuo cartellino?
"Questa mi giunge nuova, dopo l' esperienza in Francia non pensavo che suscitassi sempre se è vero, interesse anche in Italia. Il mio procuratore non mi ha detto nulla di particolare al riguardo, comunque a sto punto, chiederò direttamente a lui, se effettivamente il Napoli mi vuole in Italia"

Come si è sviluppata fino ad ora la tua carriera?
"Dopo aver giocato in patria con il Danubio, sono andato a giocare in una delle più importanti squadre messicane, l'Atlas di Guadalajara, quindi ho ricevuto la chiamata del Lens e poi sono tornato in Sud America al' Inedependiente, dove tuttora mi trovo benissimo"

Come mai l' esperienza francese è durata cosi poco?
" Ho trovato un bell' ambiente al Racing, si lavora molto tranquillamente e si da molto spazio ai giovani. La chiamata però di un club prestigioso come l' Independiente non poteva lasciarmi indifferente."

Ciò significa che non ti muoverai più dall' Argentina?
"Assolutamente no, avendo il passaporto comunitario mi piacerebbe tantissimo provare a giocare in Spagna o in italia, i paesi dove si gioca il calciò più difficile in Europa. Napoli anche se ora si trova in prima divisione, sarebbe una piazza che non si può rifiutare."

A proposito di Napoli conosci gli altri uruguagi Amodio e Bogliacino?
" Si li conosco anche se non ci ho giocato mai assieme in patria."

Il tuo rapporto con la nazionale della "Celeste"?
"Anche se ho solo ventidue anni ho collezionato dodici presenze in nazionale, nella quale sono stato impiegato più da difensore centrale. La nazionale si sta ringiovanendo e quindi conto di giocarmi le mie chances per il futuro."

A proposito di ruolo, quali sono le tue caratteristiche tecniche?
"Sono nato difensore centrale, poi sono stato provato come terzino sinistro e da quel momento ricopro questo ruolo, anche se per necessità posso riadattarmi a fare il centrale. Mi piace andare avanti e fare dei cross per le punte, anche se sicuramente do il megliio di me nella fase di non possesso, in cui mi trovo a mio agio nel difendere l' out mancino"

Guilllermo sai che il Napoli cerca proprio un defensor izquierdo(terzino sinistro ndr)?
"Beh, mi fa piaciere, io sono qua, se l' Independiente vuole darmi via, io sono pronto a venir a giocare nello stadio di Diego"

FONTE: PianetaNapoli.it


Pretende Atlas comprar a Guillermo Rodríguez
por: Agencia Fuente: NOTIMEX
Atlas tiene la intención de adquirir al defensa uruguayo Guillermo Rodríguez; sin embargo, la situación financiera del equipo complica la operación
GUADALAJARA, México, nov. 22, 2005.- Aunque la intención de la directiva de los rojinegros del Atlas es que el defensa uruguayo Guillermo Rodríguez siga con el plantel, la situación es complicada por la situación financiera en que se encuentran las arcas de Zorros.
El presidente de Atlas, Ernesto Fregoso Dueñas, resaltó que las posibilidades de cumplir con las opciones actuales "son muy difíciles, porque sería una compra y la cantidad es bastante alta, pero tenemos que negociar para extender los servicios de Guillermo por lo menos un torneo más".

La carta del jugador uruguayo pertenece al Danubio Futbol Club y por lo pronto no se tiene contemplada una reunión para saber el futuro del defensa, pero la opción más viable para los rojinegros es que Rodríguez continúe a préstamo.

Fregoso Dueñas explicó que un factor para que se pueda dar ese préstamo es la eliminación de los charrúas del Mundial Alemania 2006, hecho que puede favorecer la transacción.

Pero será hasta dentro de unos días cuando converse con un contacto con sus homólogos uruguayos, ya que deberán esperar un tiempo prudente tras la eliminación del representativo sudamericano por conducto de Australia.

"No hemos entrado en negociaciones normales todavía, vamos a iniciar la próxima semana, porque también queremos un poco de tranquilidad con la gente de allá y que superen el golpe anímico de la eliminación del mundial de Uruguay", afirmó.

Por otra parte el conjunto atlista aún mantienen las esperanzas de clasificar a la liguilla del Torneo Apertura 2005, pero el timonel de los Zorros, Daniel Guzmán, es realista y sabe lo difícil de lograr avanzar a la siguiente fase del certamen.

"Les comenté que se den cuenta cuando recién empezamos esto, que era todo tinieblas y ahora por medio del trabajo hemos conseguido esto, quiero que piensen sacar tres puntos y si se da el milagro qué bueno, eso vendría a darnos fortaleza de que también los milagros existen", concluyó

FONTE: Montevideo.com.uy

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaNapoli mister PECCHIA

HELLAS VERONA 3-1 AVELLINO

Wallpapers gallery