Davide PELLEGRINI ha partecipato ieri sera a Fuorigioco su Radio Verona, Luca VIGNA fuori 2 settimane, Verona-Foggia info biglietti, STAMILLA mastino

A Radio Verona, Davide PELLEGRINI (in questa foto presa dal quotidiano Il Verona) intervistato da Alessandro De Pietro, ci parla di Hellas, di come ha trovato la squadra, i nuovi, William DA SILVA e Daniele MORANTE, quali saranno i cambiamenti? Che moduli adotterà? Leandro GRECO reggerà 90 minuti? Quali esperienze ripeterà e quali no?
Stasera a condurre è Alessandro De Pietro mentre l'ospite, al telefono, è il "neo" allenatore dell'Hellas Verona, Davide PELLEGRINI: Davide buonasera, ci chiedevamo come cambierà il nuovo Verona di PELLEGRINI rispetto a quello di Maurizio SARRI perchè serve un finalmente un Verona delle vittorie, quello dei pareggi potrebbe non bastare... "Beh... Per prima cosa bisogna scrollarsi di dosso questa mentalità negativa che ci stiamo portando addosso da un po'... E' chiaro ch non ho la bacchetta magica per risolvere tutti i problemi, ci sto e ci stiamo lavorando, speriamo che i ragazzi accolgano questi messaggi che stiamo mandando e che mettano poi in campo tutto quello che hanno".

Un tifoso chiede qual'è la cosa che il mister ripeterà in questa sua seconda esperienza alla guida dell'hellas e quale invece non rifarà più: "Ma... Indubbiamente nella mia passata esperienza ci sono state cose giuste e altre sbagliate..." tipo davide? - lo incalza il conduttore - "Tipo me lo tengo per me..." - taglia corto il mister - "Però bisogna considerare che con me la barca non è mai affondata, siamo rimasti a galla nonostante tutti i problemi che c'erano, siamo rimasti sempre vicini alla salvezza..." Comunque sarà un PELLEGRINI diverso quello che vedremo no? - si informa De Pietro - Qualcosa cambierà in base alla tua passata esperienza credo... "Beh nella vita capita di fare cose giuste e cose sbagliate, nessuno è perfetto! Anch'io posso aver commesso degli errori come aver fatto cose buone; è ovvio che dopo uno deve farsi un bell'esame di coscienza, capire dove ha sbagliato e cercare di migliorare e dove ha fatto bene per mettere queste cose nella testa dei giocatori".

Claudio messaggia: Davide può fare quello che vuole, l'importante è che non faccia giocare DA SILVA! - in molti, durante la trasmissione, chiederanno di lasciar fuori bradipo lento DA SILVA e far giocare di più i giovani, altri ricorderanno volentieri la partita con la Cremonese e la vittoria con la Ternana come partite alle quali davide dovrebbe rifarsi per dare un'anima nuova alla nostra squadra - Come si allenano i tanti elementi nuovi che ti sei trovato - prosegue De Pietro - e come concilierai questo lavoro con i giovani da inserire collaborando allo stesso tempo con Diego CAVERZAN? "Io e Diego, già dalla settimana scorsa, abbiamo lavorato per settori separando i reparti di attacco, centrocampo e difesa; in questo CAVERZAN mi stà dando una grossa mano" tra l'altro Diego CAVERZAN doveva venire già dalla prima volta no? Ti aiuta molto averlo vicino giusto? - chiede il conduttore (beh per forza aggiungo io e poi: MA VOGLIAMO METTERE IL RITORNO DELLA MITICA CANZONE sul nostro amato terzinaccio? hi hi hi) Davide ovviamente conferma - Che facce hai trovato nello spogliatoio mister? Voglio dire, quando uno se ne va lascia alcune facce sorridenti altre meno, tu che facce hai ritrovato? "Bisogna resettare tutto, io faccio questo, io entro nello spogliatoio e riparto da zero: se i giocatori mi seguono e mi lasciano intravedere qualcosa li impiego poi in gara, altrimenti non se ne parla".

Da casa Mirco chiede: io ho criticato Davide perchè secondo me non era abbastanza severo, mi auguro che in questa sua seconda esperienza si più grintoso e che infonda questa grinta anche ai giocatori... Altra cosa: quando il Verona di PELLEGRINI difendeva, sui calci d'angolo avversari, teneva due esterni a centrocampo sulle fasce laterali e la palla là non arrivava mai, secondo me questo è un errore che Davide non deve ripetere, sulle ribattute dei nostri difensori la palla va spesso al centro e, non avendo registi, è praticamente persa... "Però se io lascio due esterni alti la squadra avversaria deve tenere almeno tre uomini in fase difensiva di conseguenza tre giocatori in meno da tenere sotto controllo nella nostra area e se poi riusciamo a ripartire in contropiede nell'uno contro uno anche noi ce la possimao giocare, ha ragione l'ascoltatore, è una cosa che è stata fatta, in alcuni casi è stata fatta bene in altri no ma nel calcio nulla è perfetto, non tutte le ciambelle riescono col buco ma abbiamo in ogni caso impedito ad almeno 3 giocatori avversari di venire nella nostra area, cosa che non è possibile se metto tutti i nostri indietro" - bella mossa Davide... Non ci pensavo! Magari cerchiamo di ribattere sugli esterni chissà che di riffe o di raffe non riusciamo anche noi nell'impresa di segnare un po' di più....

E' il turno di Nicola: A te piace il modulo che MAZZARI usa nella DORIA adesso e nella REGGINA prima che prevede 3 difensori, 5 centrocampisti e 2 punte? Secondo me questo modulo sarebbe più adatto ai centrocampisti che abbiamo noi (BELLAVISTA, CORRENT, GARZON...), penso che molte partite le abbiamo perse a centrocampo prima ancora che per gli errori difensivi e attaccanti poco prolifici "In linea di massima non credo che adotterò il 3-5-2, primo perchè mi piace difendere con 4 giocatori perchè trovo che questo mi dia più garanzie e secondo perchè, per proporre un modulo 3-5-2, servirebbero giocatori in grado di fare sia la fase di possesso che la fase di non possesso palla, per far questo servirebbe molto lavoro e di conseguenza troppo tempo e a noi manca proprio quello... Non è un discorso semplice e che si può affrontare nel breve termine quindi presumo che andrò avanti almeno con 4 difensori".

Marco sottolinea che anche Luca VIGNA starà fuori qualche settimana e che quindi le possibili varianti tattiche si riducano ancor di più ma lasciando perdere questo, come hai trovato la squadra ad una settimana dal PELLEGRINI bis? E sopratutto dacci qualche elemento di speranza, qualcosa a cui poterci ancora appigliare nella corsa salvezza, in maniera da dare fiducia alla gente che viene allo stadio "Devo dire che i primi giorni mi sono anch'io molto spaventato, ma penso sia normale considerando che sono entrato in uno spogliatoio in cui risultati ce ne sono stati pochi nella gestione precedente da mister COLOMBA, a mister SARRI a me, di conseguenza non potevo sperare di trovare un ambiente sereno... Ho trovato un gruppo di ragazzi che capisce benissimo com'è la situazione... Ma negli ultimi giorni devo dire che ci sono stati dei progressi, con gente che è arrivata al campo di allenamento molto più tranquilla, che ha lavorato bene e con intensità, mi auguro che questo sia l'inizio buono perchè mettano in campo Domenica tutto quello che hanno, con grinta e determinazione, poi la prestazione domenicale è tutta una conseguenza dell'allenamento svolto in settimana..." - Ma come? Allora vuol dire che fin quà si sono sempre allenati male? Mah...

Come si fa a dare tranquillità ad un gruppo che di tranquillità non ne può avere per tutte le ragioni che sappiamo (classifica, rapporto coi tifosi, società latente, ecc...)? "Forse è un paradosso però bisogna cercare a volte di ridere, di sdrammatizzare, ogniuno deve farsi il proprio esame di coscienza e rendersi conto che può dare di più di ciò che ha dato fin'ora... Se uno si allena con impegno la Domenica la prestazione sarà sicuramente positiva a prescindere dal risultato ma io credo che arrivare al'allenamento più spensierati aiuti..." - Come si faccia ad essere spensierati in questo momento proprio non saprei, speriamo che il mister abbia una ricetta anti-saudade...

Nico: Come hai trovato MORANTE e DA SILVA? "Li ho trovati... Bene direi,. Ho avuto modo di parlare con persone che hanno visto Daniele ultimamente correre e darsi da fare molto di più che all'inizio della mia gestione... Spero che questo sia di buon auspicio da qui alla fine e che il ragazzo riesca a tornare quello di un tempo quando riusciva a segnare con regolarità" - Davide non accenna a DA SILVA, speriamo che abbia già deciso di fargli fare panca... Anzi TRIBUNA!

Quali sono i giovani che si stanno allenando in prima squadra VRIZ a parte? "Oltre a VRIZ ci sono RAVELLI e BOTTOLA che sta recuperando da un infortunio che aveva avuto contro la Cremonese" qualcuno di questi potrà darti qualcosa in più no? - chiede ancora il conduttore - oppure a 9 dalla fine l'inserimento dei giovani è più problematico dato il momento? "Si al momento è un po' difficile inserirli, chiaro ch io ho sempre avuto un occhio ai giovani e sempre l'avrò, dovremmo valutare un po' il tutto... Certo che esterni ne abbiamo tantissimi, esterni che a mio parere possono darci molta qualità e renderci le cose più facili".

Ecco tanti sono nuovi, aldilà degli esterni quanto ti manca ancora per conoscere i "nuovi" provenienti dal mercato di gennaio? "Io non ho certo la pretesa di conoscerli dopo 4 giorni di allenamento... Devo dire però che ho visto qualche cosa che può essere senz'zltro importante e utile nel contesto della squadra, questa settimana mi aiuterà ancor di più per poter fare valutazioni più serie e mettere in campo la squadra migliore contro il Foggia".

Matteo scrive: ma fate qualche cena qualche incontro extra allenamento tanto per cementare il gruppo e trovare un po' di spensieratezza? "Io stò cercando di mettere in palio, durante le partitine infrasettimanali, qualche dolcetto, cose così, per ora di cene non ne abbiamo fatte ancora ma sicuramente ne organizzeremo" - Magari per festeggiare una prossima vittoria eh? Che ne dite?

Chiede ancora il conduttore: Leandro GRECO ha già 90 minuti nelle gambe o dovremo attendere ancora? "Non credo assolutamente che sia adsiposizione per 90 minuti... certo sentiremo anche lui cosa si sente di fare ma non vorrei rischiare di perderlo ancora forzando i tempi di recupero... Se lui se la sente uno spezzone di partita potrebbe anche farlo ma non sono proprio convinto al 100%".

Facciamo tutti un grosso in bocca al lupo a Davide PELLEGRINI e alla sua "nuova" avventura con l'Hellas, sperando che stavolta si concluda con qualcosa da festeggiare!!! Io non ci credo più ma si sà... Sono pronto a pentirmi pur che il Verona eviti il baratro della C2: forza ragazzi!!!


Torna GRECO parte VIGNA ecchesfiga però...
- INFORTUNIO MUSCOLARE PER VIGNA: OUT DUE SETTIMANE
Altra tegola sul Verona. Luca Vigna dovrà infatti restare fermo per almeno due settimane a causa di un infortunio muscolare. Il centrocampista arrivato nell'ultima campagna acquisti salterà dunque sia la gara con il Foggia di Galderisi sia la trasferta di Busto Arsizio con la Pro Patria.

FONTE: TGGialloblu.it

Partita Verona - Foggia tutte le informazioni sui tagliandi d'accesso allo stadio, gli esordienti al derby col Chievo, Alessio STAMILLA mastino del Binti contro il Legnano:
- Hellas Verona-Foggia, info biglietti
I tagliandi per il match coi pugliesi sono disponibili presso i punti vendita del circuito Ticket One

- Esordienti '95 di fronte al Chievo nel prossimo weekend
La Berretti di Zarattoni ospita il Padova capolista, vittorioso nell'ultimo turno contro la Cremonese

- Stamilla "Mastino del Bentegodi" con il Legnano
Il portiere brasiliano Rafael De Andrade sempre primo in classifica generale

FONTE: HellasVerona.it

Serie C1. Ma il tecnico dell'Hellas è consapevole della forza dei pugliesi: «Sono in salute e giocano bene»
PELLEGRINI S...FOGGIA OTTIMISMO <>
Nessuno si tira indietro negli allenamenti. Ora bisogna trasferire quanto di buono facciamo in settimana in partita.

Il giorno della presentazione della quarta guida tecnica, col Pellegrini-bis, le attenzioni della piazza sono state rivolte soprattutto alle dichiarazioni di Arvedi che hanno dato vita all’ennesimo, possibile, ribaltone societario. «Ah sì, non ne sono niente, perchè cos’è successo? - ha detto, sorridendo, il tecnico - . La questione comunque non mi riguarda, ho altri problemi a cui pensare». MEGLIO CONCENTRARE le energie su questo gruppo che ha ancora, anche se le possibilità sono sempre più risicate all’osso, di salvare il salvabile. «L’impatto col gruppo è stato buono, in questi giorni non è che abbiamo fatto cose particolari, anche perchè volevo in primis conoscere i nuovi arrivati. Ho visto della gente che ha voglia di lottare, di impegnarsi, che non si tira indietro negli allenamenti. Ma l’importante è trasferire quanto di buono facciamo in settimana, sul campo, la domenica». Il problema resta sempre
quello: una squadra mentalmente debole, come è stato confermato dalla gestione Sarri, a più riprese. «È dovuto alla mancanza di risultati - spiega Pellegrini -. Qualche rammarico per la mia gestione precedente? Non sarebbe cambiato nulla, anche in caso di vittoria con la Cremonese. Dispiace solo perchè ci hanno tirato via due punti. Sono sempre stato a disposizione della società e ho sempre accettato le loro decisioni, prima di tornare alla Berretti e ora di riprendere la prima squadra. Difficile anche dire che se fossi rimasto, adesso avremmo qualche punto in più, chissà invece, magari avrei perso tutte e sei le gare senza riuscire nemmeno a conquistare il pari a Sesto». Una squadra che «fisicamente ho trovato abbastanza bene e quello che abbiamo proposto in questi giorni l’hanno recepito e svolto bene tutti. Ripeto, il problema
è più mentale
». Visto l’ennesimo avvicendamento in panchina, la sosta avrà giovato «Me lo auguro, anche per questo ho deciso di dare un paio di giorni liberi ai ragazzi, per rigenerarli mentalmente perchè ora bisogna mettersi a lavorare». Cliente peggiore non poteva presentarsi al Bentegodi. «Il Foggia viene da cinque vittorie di fila, è una squadra in salute, che gioca un buon calcio e grazie a questi risultati scende in campo più tranquilla. Ha ambizioni diverse da noi e se era già forte prima, adesso lo è ancora di più. Novità tattiche? Sto cercando di valutare le caratteristiche dei nuovi e in base a queste valuteremo». Molto dipenderà dalla disponibilità di Greco.
«Credo che Leo abbia dimostrato, sia nella passata stagione che quest’anno, il giocatore che può essere. Oggi (ieri, ndr) torna in gruppo e durante la settimana decideremo. Non si può pretendere la luna dopo una settimana di lavoro, meglio non bruciarlo e per domenica, fino all’ultimo, valuteremo la sua disponibilità, almeno per la panchina».

- Comazzi in gruppo Vigna out 15 giorni
Oggi doppia seduta

FONTE: Il Verona

- «E’ una questione mentale: col Foggia bisogna fare punti»
Pellegrini vuole esorcizzare l’Hellas
VERONA - Davide Pellegrini fa spallucce. «Le questioni societarie? Non so nulla. E non sono cose che mi riguardano. Il mio compito è quello di lavorare sul campo e cercare di raddrizzare questa situazione, che non è affatto semplice». Il tecnico dell’Hellas ha avuto modo di conoscere un pochino i nuovi. «L’impatto è stato positivo: le prime sensazioni sono buone. Ho trovato gente motivata, che ha voglia di lottare. Adesso bisogna concretizzare». Domenica arriva il lanciatissimo Foggia di Nanu Galderisi. «Già, è una squadra in salute. D’altronde, i risultati parlano chiaro. Ma troverà un Verona che non ha nessuna intenzione di mollare, anzi. Qui serve soprattutto una scossa mentale, che passa, inevitabilmente, attraverso il risultato: col Foggia bisogna fare punti. E speriamo che la sosta ci abbia aiutato da questo punto di vista». Pellegrini, però, dovrà fare i conti con un Vigna in meno. Il giocatore sarà costretto ai box per due settimane a causa di un guaio muscolare al retto femorale. Una tegola in più, in una stagione disgraziata per l’Hellas, cominciata sotto una cattiva stella e proseguita sempre peggio. Adesso ci sono nove finali per evitare l’onta della C2. Per quanto riguarda Greco, il mister gialloblù è fin troppo chiaro. «valuterò con attenzione le sue condizioni nei prossimi giorni: è ovvio che non ha i 90 minuti nelle gambe».
Sul fronte societario, l’avvocato Bussinello che rappresenta una cordata di imprenditori bresciani (gli indizi portano tutti a Lumezzane...) ha intenzione di accelerare la sua agenda per risolvere il problema del Verona. Chiamerà il sindaco Tosi al quale svelerà il nome degli imprenditori e racconterà i particolari della trattativa. «Il sindaco - ha detto Bussinello - è una figura centrale di questa vicenda. Il fatto che si sia offerto di fare da filtro è importante. Penso di chiamarlo presto (oggi, ndr) per fissare un incontro».

FONTE: Leggo on-line

[OFFTOPIC]: MotoGp. Il Mondiale scatta domenica in Qatar con il primo Gp in notturna.
ROSSI-STONER IL GP E' GIA' UNA STORIA A DUE
Secondo esperti e bookmakers Pedrosa subito tagliato fuori a causa della mano rotta a gennaio

FONTE: Il Verona.it

Condividi questo articolo:
Vota su WikioFav This With TechnoratiSalva su SegnaloCondividi su MeemiVota su Fai InformazioneDigg ThisVota su DiggitaAdd To Del.icio.usSegnala su ziczac

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AtalantaVerona Di Carmine

#AtalantaVerona highlights


Archivio