Le schede di B/=\S: Francesco CANGI

Pubblicato da andrea smarso giovedì 7 gennaio 2010 13:45, vedi , , , , , , , , , , | Nessun commento

Data di nascita:15/12/1982
Luogo di nascita:Città di Castello (PG)
Nazionalità:Italiana
Ruolo:Terzino Destro
Altezza:182 Cm.
Peso:74 Kg.
Posizione:
Carriera da giocatore +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
PerugiaGen. 2013 - 20131^ Divisione110 
Cremonese2012 - Gen. 20131^ Divisione100 
Hellas Verona2011 - 2012B220 
Hellas Verona2010 - 20111^ Divisione191 
Hellas Verona2009 - 20101^ Divisione312 
Gallipoli2008 - 20091^ Divisione234 
LuccheseDa Gen. 2008 - 2008C161 
Massese2007 - Gen. 2008C1162 
Massese2006 - 2007C1285 
Spal2005 - 2006C2220 
Sora2004 - 2005C100 
Arezzo2003 - 2004C130 
Arezzo2002 - 2003C1150 
ArezzoDa Gen. 2002 - 2002C130 
Castel di Sangro2001 - Gen. 2002C121 
SanSepolcro2000 - 2001D333 
SanSepolcro1999 - 2000D202 
Giovanili SanSepolcroFino al 1999Serie535 

Intervista a Francesco Cangi, 03/11/2009Hellas - Ravenna 7/2/2010 ... Gol di Cangi

News e curiosità +   -   =
Finalmente anche sulla fascia destra un terzino degno di questo nome! Corre come un matto per 90 minuti su 90, s'impegna a 1000, rendimento costante, su di lui si può sempre contare e oltre a mettere qualche buon pallone in mezzo va pure alla conclusione ogni tanto... Che volere di più? Mah... Forse un paio di gol?

È uno che ha sempre segnato qualche golletto (4 nella stagione scorsa al GALLIPOLI ma ha un record personale di 5 nella MASSESE...) ma nell'HELLAS deve ancora sbloccarsi in questo senso, chiaro che bucare le porte non è lavoro suo quanto evitare che i gol ce li facciano ma, se capitasse anche il contrario, non sarebbe certo brutta cosa eh eh... [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

ALTRE NEWS
Perugia, Cangi punta in alto: "Battendo l'Avellino si può puntare al primo posto"
28.02.2013 15:40 di Alessio LAMANNA
Fonte: giornaledellumbria.it

Francesco Cangi dà la conferma: il Perugia ora non si pone limiti e pensa anche al primo posto. Il laterale tifernate sembra che nel Grifo di Camplone ci giochi da sempre. Più difensore rispetto ad Anania, tatticamente impeccabile e bravo anche in fase propositiva, è a Perugia da due mesi e con 5 vittorie in 6 partite è già un punto fermo. "Beh - spiega alla ripresa - a Verona facevamo il 4-3-3 e sono avvantaggiato, senza contare la grossa mano che mi hanno dato i compagni nell'ambientarmi e il fatto che, da umbro, avevo già conoscenza dell'ambiente. Giocare nel Perugia è sempre stato il mio sogno e di certo se dovessimo raggiungere l'obiettivo per me la soddisfazione sarebbe doppia".

"Una squadra in condizione non vorrebbe mai fermarsi - continua -, ma nel nostro caso penso che la sosta sia stata più utile che dannosa. La settimana scorsa abbiamo fatto un po' di forza, ora prepariamo un'altra partita importante. Qui ci sono un bel mix di gioventù ed esperienza, una squadra forte e uno spogliatoio unito, non lo dico per dire. Dobbiamo stare attenti a tutti, perchè i passi falsi sono possibili se abbassiamo la guardia, ma possiamo anche battere tutti. L'Avellino è una prova del nove? Sì, dobbiamo dare prova di essere squadra matura, non sarà facile ma batterlo potrebbe aprirci un nuovo cammino, quello che porta al primo posto. Fermo restando il fatto che l'eventuale primato dipenderebbe anche dai risultati degli altri e non solo dai nostri. Una mancata vittoria comprometterebbe invece la caccia al primato ma non certo quella ai playoff nè sminuirebbe il gran lavoro compiuto sinora...".

E se prima della Nocerina Camplone aveva detto che a vincere sarebbe stato il più forte, Cangi per l'Avellino cambia tattica: "La Nocerina rispetto all'Avellino è più organizzata e forte dal punto di vista del gioco, ma quella biancoverde è squadra esperta e abituata a stare davanti e che merita rispetto. Noi abbiamo dimostrato di saper giocare bene e di poter vincere con tutti, la spunterà chi avrà avuto un pizzico di fortuna in più...".

FONTE: TuttoLegaPro.com


03/01/2013 - 12:23
UFFICIALE: INGAGGIATO CANGI DALLA CREMONESE
Il primo acquisto del mercato di riparazione dei grifoni è Francesco Cangi dalla Cremonese. Il terzino destro in questa stagione ha collezionato dieci presenze nel girone A di Prima divisione. "Sono felice di essere qui a Perugia - afferma il laterale destro nativo di Città di Castello - ho chiesto io alla società di poter venire qua. Ricordo quando da ragazzino venivo in Curva Nord insieme a mio cugino e in campo c'era anche il Direttore Goretti che ora è al mio fianco. Sono un laterale destro di difesa, ho giocato sia come laterale destro sia nel 4-3-3 che nel 4-4-2, nel 3-5-2 come laterale destro del centrocampo a cinque e mi piace spingere. Qualche volta, ma solo nella difesa a tre, ho giocato come centrale. Dei compagni ho giocato insieme ad Esposito a Gallipoli e a Verona, dove ho giocato anche insieme a Rantier e con Russo nella Massese" Il Ds Goretti ha poi aggiunto che Cangi, di proprietà del Verona, arriva con la formula del prestito con diritto di riscatto a favore del Perugia. Quanto alle altre manovre di mercato Goretti ha detto che su Nicco srà presa una decisione sabato dopo i controlli medici "E' un giocatore che ha corsa, di quelli che piacciono a me, quanto alle sue ultime vicende giudiziarie, conosco bene questo mondo, so come sia facile trovarsi impelagati in determinate situazioni e sono sicuro che saranno motivo di riscatto per il ragazzo. Dettori? Pare che il giocatore voglia aspettare richieste dalla B e la cosa ci dà un po' fastidio. Zanchi potrebbe tornare dal prestito col Bellinzona mentre Martella ha molte richieste ma vorremmo tenerlo. In difesa abbiamo un centrale di troppo. Incedibili? Solo Cacioli lo è! Intanto Carloto è andato al Venezia e domenica a Benevento l'emergenza centrocampo continuerà".
Gabriele Tedeschini

FONTE: AC-Perugia.com


NOTIZIE UFFICIALI
UFFICIALE: Cangi al Perugia
Trovano conferma le indiscrezioni rilanciate ieri dal nostro portale.

03.01.2013 18:54 di Valeria DEBBIA
Si chiama Francesco Cangi ed è il nuovo difensore del Perugia. La formula è quella del prestito dal Verona con diritto di riscatto. Classe 1982, originario di Città di Castello, vanta nella sua carriera calcistica la vittoria di tre campionati ad Arezzo, Gallipoli e Verona. Lo annuncia una nota del club umbro.

FONTE: TuttoLegaPro.it


Ceduti alla Cremonese Cangi e Le Noci
Postata il 16/07/2012 alle ore 19:46
Il difensore si trasferisce alla società lombarda in prestito con diritto di riscatto, l'attaccante a titolo definitivo
VERONA - Hellas Verona ha perfezionato le cessioni di Francesco Cangi e Giuseppe Le Noci alla Cremonese.
Il difensore si trasferisce alla società lombarda in prestito con diritto di riscatto, l'attaccante a titolo definitivo.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


«I play off? Non ci pensiamo»
IL PERSONAGGIO. Squalificato Abbate, Francesco Cangi tornerà da titolare sulla fascia destra
«Possiamo centrare la promozione diretta Abbiamo tre gare in casa, dobbiamo vincerle tutte»

27/04/2012
Non c'è Abbate. Tocca a Cangi. Francesco è pronto. E ha animo guerriero. Sentite qua: «I play off? Proprio non ci penso. Siamo ancora in una posizione di classifica che ci autorizza a pensare in grande. Padroni del nostro destino e convinti di poter centrare l'obbiettivo più importante». Vuole la serie A. Vogliono tutti la serie A. Per Verona, per l'Hellas, per i tifosi, per il presidente Martinelli. Cangi partirà a destra. Occhio all'Empoli. Arrabbiato, affamato, tutt'altro che scoraggiato. «Non facciamoci ingannare dalla loro posizione di classifica – sottolinea il difensore -. Affronteremo un avversario che dispone di grandi valori tecnici. Poi, un campionato può andarti anche male. E se parti per conquistare i playoff, ma ti trovi in zona retrocessione, magari ti diventa più difficile giocare.

Detto questo: tra noi e loro ci sono molti punti di differenza. Vuol dire che abbiamo fatto molto bene e che possiamo giocarcela alla grande. Con rispetto, certo. Ma consapevoli che al Bentegodi siamo una squadra da record, una grande squadra». L'Empoli è già stato sconfitto all'andata. «Mi ricordo però- ammette Cangi – la rete messa a segno da Tavano. Davvero una grande giocata. Non puoi lasciare spazio nemmeno per un secondo ad un giocatore che dispone delle sue qualità». Se finisse oggi il campionato, la squadra toscana si troverebbe a spareggiare con il Vicenza. Se finisse oggi il campionato, il Verona salirebbe in A. «Dobbiamo convincerci – spiega ancora il difensore – che trasformare il nostro sogno in realtà è possibile. Le altre sono ancora dietro. Tocca a loro inseguire. E se facciamo il nostro dovere fino in fondo, tutto è possibile. Ripenso anche a come abbiamo chiuso il girone d'andata. Riuscimmo a battere tutte le squadre che adesso ci aspettano da qui al termine del campionato. Mi rendo conto che la situazione è cambiata e che l'atteggiamento degli avversari nei turni finali del torneo può essere diverso.

Senza paura, però, possiamo affrontare tutto e tutti». Idee chiare? Chiarissime. «Dobbiamo schiacciare la testa all'Empoli. Siamo in casa. Tocca a noi fare la partita. Non possiamo alimentare le loro speranze. I tre punti contano tantissimo». Autostima e voglia di arrivare. Serve toccare anche questi tasti per gonfiare il petto e provare a restare in scia del Torino. «Dobbiamo lasciarci alle spalle le difficoltà incontrate in trasferta. Questa è un'altra partita. E in casa nostra è tutta un'altra storia. In più anche chi lotta con noi per la A non ha guadagnato un granchè. Sono lì, non ci hanno superato. E faremo di tutto per tenerci stretta questa posizione. Ne abbiamo tre ancora in casa. Bene, dobbiamo fare tre su tre, e vincerle tutte. Perché sognare è bello. Ma se il sogno diventa realtà non è meglio per tutti?»
S.A.

FONTE: LArena.it


HELLAS VERONA
Hellas Verona, Cangi: "Ho sempre cercato di lavorare duro"
02.11.2011 20:15 di Mattia Vavassori
Fonte: L'Arena/www.tuttohellasverona.it
La vittoria del gruppo. Così si può intitolare la partita andata in scena ieri al Bentegodi. Attori protagonisti due giocatori che, ultimamente, non avevano trovato molto spazio nello scacchiere tattico di Mandorlini: Cangi e Pichlmann. Dell'austriaco si è già detto molto, ma una forte risposta è arrivata anche dal fluidificante umbro, il quale si esprime così sulle pagine de L'Arena: "E' bello prendersi queste soddisfazioni, farsi trovare pronti e rispondere sul campo a troppe voci che si sono sentite negli ultimi tempi. Da titolare o da riserva ho sempre cercato di lavorare duro per mettere in difficoltà il mister, e continuerò a farlo per dare tanto a questa società".

FONTE: TuttoB.com


Cangi e l’Hellas Verona insieme fino al 2013
15/07/2011 - 11:08
Formalizzato il rinnovo del contratto del difensore, che in gialloblù ha collezionato nelle ultime due stagioni 63 presenze e 3 reti
VERONA – Hellas Verona rende noto che è stato formalizzato in ogni particolare il rinnovo del contratto del calciatore Francesco Cangi.

Il difensore, che in gialloblù ha collezionato nelle ultime due stagioni 63 presenze e 3 reti, si lega al club di Via Torricelli fino al 30 giugno 2013.

FONTE: HellasVerona.it


ALTRE NEWS
Hellas Verona, Cangi: "Abbiamo sofferto fino alla fine"
09.05.2011 21:00 di Valeria Debbia
Fonte: Ufficio Stampa Hellas Verona
"E' stata una partita molto difficile, abbiamo sofferto fino alla fine, giocando ad un buon ritmo senza chiudere le sorti del match. A livello psicologico questa gara aveva un'enorme importanza, ci servivano assolutamente i tre punti". Sottolinea il valore dell'intera posta Francesco Cangi dopo il fischio finale di Hellas Verona-Lumezzane.

Per avere la certezza di disputare gli spareggi-promozione, serve almeno un punto in occasione dell'ultima sfida della regular-season: "Oggi (ieri, ndr) dovevamo centrare il bottino pieno e l'abbiamo fatto, concentriamoci sul prossimo impegno cercando di conquistare matematicamente i play-off. Godiamoci la vittoria, da martedì il mirino si sposta sul Pergocrema".

Buona la compattezza fra i reparti evidenziata contro la formazione di Nicola: "Tutti i giocatori si sono sacrificati, a partire dagli attaccanti, siamo contenti perchP la squadra sta bene".

L'esterno difensivo e Giuseppe Russo sono fra gli atleti più in forma: "Sia io che il centrocampista siamo sempre sul pezzo, indipendentemente da infortuni o scelte tecniche non è mai mancata la professionalità. Finchè c'è da lottare siamo i primi a darsi da fare, noi come tutti gli altri".

FONTE: TuttoLegaPro.com


ALTRE NEWS
Hellas Verona, Cangi: "Basta un passo falso per essere fuori dai play-off"
21.04.2011 22.00 di Valeria Debbia per tuttolegapro.com
Fonte: Ufficio Stampa Hellas Verona
Domenica scorsa Francesco Cangi è tornato in campo con l'Hellas Verona, complice un problema muscolare che ha fermato Matteo Abbate. L'esterno ex Gallipoli mostra grande fame di vittorie, dopo aver ritrovato una maglia da titolare: "Ho lasciato alle spalle l'infortunio che mi ha bloccato dal 9 gennaio, sono tornato a disposizione da tre-quattro partite, spero di fornire il mio contributo e di tornare a buoni livelli. Ho trovato un Verona cambiato grazie all'arrivo di Mandorlini, consapevole dei propri pregi e dei difetti. Al di là del ko di Sorrento stiamo lavorando per acciuffare tre punti necessari al fine di raggiungere l'obiettivo".
La Spal dista due punti, avendo centrato con la Reggiana il primo bottino pieno dell'era-Remondina: "Siamo tutti vicini, il campionato è molto difficile. La lotta per i play-off ed i play-out è racchiusa in poche lunghezze, dobbiamo continuare a guardare in casa nostra cercando di mantenere la posizione. Basta un passo falso per restare fuori dal gruppo. Ciò che conta è affrontare una partita alla volta, sabato sarà fondamentale concedere meno possibile agli avversari. Aver ritrovato il successo ha aiutato ad invertire la rotta emiliana, al "Bentegodi" ogni avversario tira fuori il meglio. Ultimamente in casa abbiamo fatto valere il fattore-campo, cerchiamo di ripeterci".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


ALTRE NEWS
Hellas Verona, scatta l'ora di Cangi. Ko Berrettoni e Abbate
16.04.2011 11:30 di Claudio Gallaro
Fonte: Tggialloblu.it
Francesco Cangi non giocava dal 9 Gennaio quando l'Hellas Verona pareggiò a Como 1-1: era la seconda di ritorno, da li in avanti piccoli infortuni, tanti rinvii e una condizione non impeccabile. A Sorrento toccherà proprio a lui sostituire Matteo Abbate, fermato da un risentimento all'addutore destro. Proprio Abbate era riuscito a calarsi perfettamente nel "nuovo" ruolo precludendo di fatto l'impiego di Cangi. Per il difensore gialloblù quella di domenica sarà una grande occasione di riscatto. Sono intanto 19 i convocati dal tecnico ravennate: nella lista non figura Emanuele Berrettoni alle prese con un problema alla caviglia. In porta giocherà Rafael; difesa a quattro con Cangi a destra e Anderson a sinistra con Ceccarelli e Maietta centrali. A centrocampo Esposito in cabina di regia supportato da Martina Rini e Hallfredsson. Davanti Mancini a sinistra e Le Noci a destra con Ferrari punto di riferimento centrale.

Hellas Verona (4-3-3) Rafael; Cangi, Ceccarelli, Maietta, Anderson; Martina Rini, Esposito, Hallfredsson; Mancini, Ferrari, Le Noci.

FONTE: TuttoLegaPro.com


- Buon profeta contro il COSENZA (fonte: TGGialloblu.it - 21 Gennaio 2010)
Cangi non ha dubbi: "Cosenza gara della svolta"
Non cerca alibi il difensore dell'Hellas Francesco Cangi: "Inutile nasconderlo. Non siamo stati brillanti nelle ultime uscite. Abbiamo creato diverse palle gol ma non siamo riusciti a concretizzarle. Quella di domenica contro il Cosenza sarà la gara della svolta".

Nella gara d'andata gli era stato ingiustamente annullato un gol e Francesco Cangi vuole assolutamente i tre punti domenica: "Dobbiamo assolutamente tornare alla vittoria domenica contro il Cosenza. Sarà una battaglia perchè anche loro dopo la sconfitta con il Giulianova non vogliono perdere il contatto con le prime. In ogni caso il nostro obiettivo è preciso e dopo il pareggio di Cava dei Tirreni ce lo siamo detti nello spogliatoio: quella di domenica sarà la gara della svolta". Il Verona ha raccolto 19 punti in trasferta e 16 al Bentegodi: "Non c'è nessun problema a giocare in casa. E' innegabile che abbiamo fatto meglio fuori ma forse perchè i campi sono più piccoli e le squadre tendono a scoprirsi". Si è parlato del problema del carattere: "Il mister non risparmia rimproveri alla squadra quando servono. Siamo carichi per la sfida di domenica, l'abbiamo preparata molto bene. Vogliamo assolutamente vincere". Non tutti lo sanno ma l'Hellas ha cinque punti in più: "Si sono quelli che mi hanno dato in testa per lo scontro di gioco a Cava. Con questi cinque siamo a 40". (A.B.)


- ...Il passaggio all'HELLAS! (fonte: LInformazione.E-TV.it - 9 Luglio 2009)
L’Hellas Verona continua a fare shopping
IL MERCATO DELLE ALTRE La società scaligera è scatenata e punta in alto. Dopo Burato e Farias, approdano Pensalfini, Selva e Massoni

Il Varese comincia a muoversi e, dopo l’arrivo dell’ex centravanti della Canavese,Osarimen Ebagua,punta di nuovo sui giocatori africani:sfruttando un canale preferenziale col Milan,la società lombarda non dovrebbe avere problemi ad accaparrarsi Wilfred Osuji,centrocampista 19enne in forza alla Primavera rossonera, e Kingsley Umunegbu,esterno d’attacco che ha trascorso la passata stagione tra Salernitana e Portogruaro.

Andrea Burato e I Diego Farias sono ufficialmente due giocatori dell’Hellas Verona: anche in questo caso,come nel precedente,la società gialloblu ha sfruttato i buoni rapporti con una società vicina,nella fattispecie i cugini del Chievo.Arrivano nella città di Romeo e Giulietta anche Filippo Pensalfini,Andy Selva e Leonardo Massoni,tre elementi di categoria superiore provenienti dal Sassuolo che proiettano la squadra in testa nei pronostici per la vittoria finale.

Il ds dell’Hellas,Nereo Bonato,ha inoltre ormai concluso la trattativa per Francesco Cangi:il 27enne esterno del Gallipoli firmerà a breve un biennale.La Pro Patria pensa per l’attacco ad Omar Torri (Albinoleffe),ma prende quota l’ipotesi Francesco Ripa (Sorrento); il Rimini,invece,ha chiuso con il Palermo per il promettente Salvatore Temperino,20enne centrocampista della Primavera campione d’Italia. (d.rev.)



- Con CANGI non si passa! (fonte: Lega Italiana Calcio Professionistico - Aprile 2009)
CALCIATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA A CANGI FRANCESCO (GALLIPOLI CALCIO S.R.L.) per aver commesso fallo su un avversario privandolo della chiara opportunità di segnare una rete.


- In gol col GALLIPOLI dove giocava con RUSSO ed ESPOSITO (fonte: AmarantoMagazine.it - 19 Ottobre 2008)
Arezzo, un bel pareggio a Gallipoli
... Dopo un primo tempo giocato su ritmi elevatissimi, la seconda frazione di gioco vede le due squadre affrontarsi a viso aperto, ma nessuna riesce a creare una vera e propria palla gol; al 67’ il Gallipoli trova il pareggio, con quello che è stato il primo vero tiro in porta del secondo tempo: Riccardo crossa sul secondo palo dove l’accorrente Cangi di testa firma il gol dell’ex...

GALLIPOLI (4-3-3): Rossi; Vastola, Sissoko, Antonioli, Mele (65’ Riccardo); Russo, Esposito, Cangi; Ginestra, Di Gennaro (58’ Marzeglia), Mounard.
A disposizione: Marcandalli, Cini, Ianniciello, Zampa, Cimarelli.
Allenatore: Giuseppe Giannini.
AREZZO (4-2-3-1): Marconato; Bricca, Terra (85’ Conte), Fanucci, Grillo; Beati, Miglietta (78’ Doga); Bondi, Baclet, Croce (87’ Matute); Chianese.
A disposizione: Lancini, Cavagna, Martinetti, Vigna.
Allenatore: Marco Cari.
ARBITRO: Corletto di Castelfranco Veneto (Tronchin – De Rosa).
RETI: pt 3’ Chianese, 41’ Vastola, 43’ Baclet; st 22’ Cangi.
Note. Recupero: 1’ e 4’ . Angoli: 5-2 per il Gallipoli. Ammoniti: Croce, Miglietta, Sissoko, Baclet.


- Entusiasta al secondo gol nella squadra del 'Principe' GIANNINI (fonte: Gazzetta dello Sport - 15 Settembre 2008)
Gallipoli: Una squadra tritatutti «Come vuole Barba»
Giannini: «Il presidente mi ha chiesto la partenza razzo: accontentato». Cangi: «Nell´intervallo dovevo uscire...»

Il Gallipoli centra il tris di vittorie e l´entusiasmo esplode. La gioia la palpi guardando gli abbracci tra il presidente Barba, il tecnico Giannini e il d.s. Dimitri in un Bianco che è in pieno tripudio dopo il convincente successo sul Foligno, firmato dai gol di Russo e Cangi, neo capocannoniere della squadra gallipolina.

Goleador - «È andata bene, perché nel secondo tempo non dovevo entrare per un fastidio fisico ed alla prima palla toccata ho segnato il 2-0» svela l´esterno del Gallipoli, Francesco Cangi, umbro di Città di Castello, 2 gol in questo campionato. «Abbiamo proposto un primo tempo fantastico. In campo c´eravamo solo noi ed abbiamo espresso quello che ci ha chiesto il mister. Abbiamo tenuto palla, quando i nostri avversari venivano a pressare. Non abbiamo subito nemmeno un tiro in porta almeno nel primo tempo. Abbiamo collezionato diverse occasioni da rete oltre al gol di Russo. Poi nella ripresa siamo stati bravi a siglare il 2-0 ed a tagliare le gambe alle eventuali speranze di pareggio dei nostri avversari»...
Pasquale Marzotta


- In gol con la LUCCHESE al 97°!!! (fonte: Lega-Calcio.it - 22 Marzo 2008)
Lucchese con il cuore supera il Potenza al novantasettesimo
LUCCA - Contro l'ostico Potenza la Lucchese dopo un primo tempo opaco disputa una ripresa arrembante e, in superiorità numerica, trova il goal al settimo minuto di recupero quando Francesco Cangi deposita la palla in rete facendo esplodere il Porta Elisa e conquistando tre punti fondamentali per la classifica dei rossoneri.

Lucchese – Potenza 1-0

Lucchese: Castelli, Cangi, Renzetti, Guidi, Chiarini, Morello (33'st Cesaretti), Briano, Bertolini, Giglio (16'st Guariniello), De Simone (1'st Bono), Masini. A disp. Moreau, Bonatti, Bolzan, Bonfanti. All. Braglia

Potenza: Cecere, Malafronte, Bruno, Urbano, Cuomo, Memé, D'Ambrosio (36'st Di Bella), Ametrano, Rivaldo Gonzalez (41'st Vianello), Cammarota (26'st Berretti), De Cesare. A disp. Pipolo, Di Bella, Berretti, Vianello. Falanga, Buonocore, Delgado. All. Arleo

Arbitro: Barbiero di Vicenza
Rete: Cangi al 52'st
Ammoniti: Bertolini, Giglio, De Simone, Malafronte, Urbano, Cecere.
Espulso: De Cesare al 23'st per doppia ammonizione.
Note: Calci d'angolo 13-3 per la Lucchese. Spettatori 2700 circa con una settantina di tifosi provenienti da Potenza

La svolta nella stagione della Lucchese c'era stata nel girone di andata proprio a Potenza. Quel giorno allo stadio Viviani finì 2-2 ma i rossoneri mostrarono che qualcosa era cambiato. A diciassette partite di distanza, con una classifica multo più lusinghiera, si può dire che i buoni segnali si sono ripetuti perché la squadra di oggi è stata sicuramente più concreta rispetto a quella delle ultime domeniche, si sono visti passi avanti sul piano del gioco ma finalmente si è tornati alla vittoria dopo tre pareggi consecutivi.

Un successo voluto con il cuore da parte di una squadra e di un collettivo che non ha smesso di correre nemmeno al 97', quando Cangi si è inserito nell'area dei lucani sfruttando un'indecisione della retroguardia, ha arpionato un lancio lungo di Guidi appena spizzicato da Guariniello e poi ha fulminato Cecere.

Lucchese-Potenza si è decisa a tempo scaduto ma la cronaca della partita è ricca di altri episodi con il portiere del Potenza Cecere che nel secondo tempo ha sfoderato una prestazione mostruosa che ha salvato più volte la propria squadra. L'avvio dell'incontro però viene giocato al piccolo trotto, la Lucchese non morde e i rossoblu, ben disposti in campo, sono molto bravi e decisi sulle ripartenze.

Al 6' Bertolini pesca Masini in area ma l'attaccante esita troppo e quando si gira il suo tiro viene ribattuto dal difensore. Al 17' Masini si mette a condurre le ripartenze, prova a ubriacare la difesa con una serie di doppi passi e il suo tiro si spegne di poco a lato. L'incontro si gioca soprattutto a centrocampo ma senza grande convizioni e troppi errori che innescano la controffensiva degli ospiti. Al 30' D'Ambrosio guida un ribaltamento di fronte e conclude da fuori con un raso terra che Castelli devia in angolo con un tuffo. L'ultima emozione arriva al 43' con Bertolini per Masini che dalla sinistra mette al centro per Cangi che di testa non riesce a trovare lo specchio della porta.

Al rientro dopo l'intervallo la squadra scende in campo con un altro piglio e soprattuto con Bono al posto di De Simone, una scelta azzeccata che cambia il volto all'incontro con i rossoneri che costringono gli avversari nella propria area di rigore. Al 6' Cangi riceve in area da posizione defilata e fa partire un diagonale che Cecere respinge di pugno. Passano i minuti e si profila lo spettro di uno 0-0 poco salutare per la classifica ma la squadra continua a crederci con Renzetti che al 22' dalla sinistra mette in mezzo un altro pallone che Guariniello centra verso la porta con Cecere che si oppone ancora. La svolta arriva un minuto più tardi con l'espulsione di D'Ambrosio per doppia ammonizione e con la superiorità numerica aumenta ancora la pressione dei padroni di casa. Al 27' Guariniello serve una palla a Masini che dal vertice sinistro fa partire un potente tiro che non viene trattenuto dal portiere ma sul quale Cangi non riesce a intervenire ribadendo in rete. Al 34' Cecere respinge ancora su Masini ma il tiro al volo di Bono sulla respinta non fa che esaltare ancora una volta il portiere rossoblù che si ripete anche sul calcio d'angolo successivo parando un colpo di testa di Bertolini. Al 44' è ancora Cecere, stavolta protagonista di un vero miracolo, che toglie d'istinto dalla porta un tiro al volo di Masini a centro area.

Ormai il pareggio sembra inevitabile ma l'arbitro ha concesso cinque minuti di recupero più un'altro supplementare. Qui si materializza l'impresa con un lancio dalla difesa di Guidi che Guariniello spizzica con Cangi che in area aggancia e infila in rete anticipando tutti. Esplode il Porta Elisa e cominciano le proteste del Potenza con mister Arleo in lacrime che recrimina per il punto perso.
Alessandro Petrini


- Dalla MASSESE alla LUCCHESE (fonte: CalcioToscano.it - 31 Gennaio 2008)
Massese, ceduti Monatti e Cangi alla Lucchese
Nella tarda notte di mercoledì è giunta la notizia della cessione di Matteo Bonatti e Francesco Cangi alla Lucchese. Partono dunque due colonne della squadra, singoli che più di una volta in questa stagione hanno risolto le varie partite.

Nella tarda notte di mercoledì è giunta la notizia della cessione di Matteo Bonatti e Francesco Cangi alla Lucchese. Partono dunque due colonne della squadra, singoli che più di una volta in questa stagione hanno risolto le varie partite a nostro favore. I due avevano grandi richieste da molti club di C1 (Crotone, Ternana, Venezia) e negli ultimi giorni sembrava sempre più difficile mantenerli a Massa. Si attende sempre l’ufficialità del passaggio, ma ai due giocatori un sentito grazie, per aver contribuito a salvarci l’anno scorso, e per aver dato tutto pure nelle difficoltà di quest’anno. I

n entrata sono stati ufficializzati Piazza e Pellecchia, entrambi in comproprietà, il primo proveniente dalla Cremonese, il secondo dall’Empoli. Inoltre sembra risolversi in meglio la questione Ardemagni (il giocatore vuole fortemente Massa, ma ci sono problemi con la società) ed Esposito (il Siena attendeva un nuovo centrocampista prima di farlo partite, e sembra che nelle ultime ore abbia acquistato Antonio Zito dal Taranto). Oggi sarà la giornata cruciale, e finalmente potremo vedere la nuova Massese, che inizierà questo fine campionato con l’obiettivo di racimolare i 12 punti mancanti alla salvezza, sperando poi di poter continuare a far sognare i suoi tifosi.
Alessandro Improta


- CANGI ed i gol: Pochi ma buoni! (fonte: BiancoScudati.net - 11 Aprile 2007)
La Massese deve invertire la rotta
... La difesa dovrebbe schierarsi con Mariotti e Cangi sulle fasce, quest’ultimo autore del gol con il quale la Massese sconfisse il Padova nella gara di andata...
Luigi Mancino

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#Primiero 2017, tutti i dettagli

Hellas Verona premiato in Piazza dei Signori

Wallpapers gallery