A Fuorigioco tiene ancora banco la questione CESSIONE DEL VERONA, sopratutto dopo l'articolo di Tuttosport che ipotizzava un ritorno di PASTORELLO

Tanto per rinfrescare la memoria propongo questa immagine, con un ironico epitaffio, che apparì pochi giorni dopo quella che pensavamo la definitiva uscita di scena di Gianbattista PASTORELLO dal management del Verona; evidentemente sbagliavamo: sembra che il business man WiCentino sia molto attirato dagli europei del 2012, dal progetto nuovo stadio a Verona e tutti i soldi che si muoverebbero per quella occasione. A preoccupare ancor di più le voci secondo cui diventeremmo una società satellite del Genoa di PREZIOSI: come fu a suo tempo, anche se in maniera non del tutto spiacevole, del Parma di Tanzi; Giambattista non riesce a 'liberarsi' dagli sponsor, deve avere sempre qualcuno dietro che gli guardi le spalle...
Ieri sera a Fuorigioco si è parlato, per quel che riguarda l'Hellas, del clamoroso articolo uscito sul quotidiano TuttoSport secondo cui, Gianbattista PASTORELLO, ceduto il LUGANO, si alleerebbe col suo degno compagnio di merende, tale Enrico PREZIOSI (patròn del GENOA e "collega" del WiCentino almeno fino a fine stagione in Liguria) per acquistare il Verona: altro che favori e impegno amichevole... Lo conosciamo bene il barba nel bene ma sopratutto nel male: UNO SQUALO DEL CALCIO. Ala Gialloblù scrive: Se viene PASTORELLO il prossimo anno non faccio l'abbonamento giuro! - Saremmo in tanti a ragionare così Ala ma quanto credi che incideremmo? Ormai l'indotto creato dagli abbonamenti non è più così importante... Insomma: se la sanguisuga ha deciso di comprare, potremmo fare ben poco se non protestare, sempre civilmente, tutta la nostra indignazione e la nostra delusione ma con scarsi risultati temo! Nei giorni scorsi, fortunatamente, ha parlato chiaramente e direttamente contro la clamorosa ipotesi di cui sopra anche l'avvocato Roberto BUSSINELLO, a capo di una delle 2 cordate (a cui sembra aggiungersi quella del barbaonta purtroppo) sui sintomi che, diciamocela tutta, portavano tutti in una direzione impensabile fino ad inizio stagione: PASTORELLO in sede per settimane, PASTORELLO negli uffici UNICREDIT a Milano, PASTORELLO con Giovanni GALLI a cena prima che l'ex diesse decidesse di venire a Verona... Insomma la sua ingombrante presenza ha sempre aleggiato su Corte Pancaldo e pure io che, fino a poche settimane fa non ci volevo credere sono ora costretto ad ammettere che sono stato ingenuo: GB PASTORELLO non se n'è mai andato veramente... Via i cattivi pensieri!!! Ci soccorre Max: Ragazzi lasciamo perdere la cessione e Domenica in massa a seguire l'Hellas di PELLEGRINI!!!

Ospite al telefono era Riccardo MEGGIORINI, di Isola della Scala, attaccante del Cittadella che, all'andata segnò una trippletta al Foggia (che non era ancora allenato però da GALDERISI) e quest'anno ha raggiunto quota 10; sulla stagione dell'Hellas: "La speranza e l'ultima a morire ma più si va avanti e meno speranze rimangono... Io ho visto qualche partita del Verona e sono rimasto piuttosto deluso... E si che i giocatori compongono, sulla carta, una delle squadre più forti della C1 perciò è difficile spiegare questa situazione"

Allora Riccardo come si segna al Foggia? Come la preparò FOSCARINI quella partita? - chiede il conduttore - "Il FOGGIA è una squadra impostata molto all'attacco quindi, ripartendo veloci, si può sperare di trovarli scoperti... Però poi ogni partita ha la sua storia..." - come dire: non è affatto detto che una squadra che viene da una striscia di 5 vittorie faccia quegli errori propio qui da noi, sempre ammesso che l'Hellas attuale ne sappia minimamente approfittare poi... - Simone scrive: CISSE', RAVELLI, VRIZ o ALTINIER davanti Domenica e PASTORELLO a casa ma Davide PELLEGRINI è stato chiaro l'altro giorno "Inserimento di giovani sì ma con calma: mancano 9 partite e sono tutte partite poco adatte agli esperimenti, per ovvie ragioni".

Secondo MEGGIORINI la Serie C attuale è adatta per far crescere i giovani? "Di sicuro il giovane è quello che ha più voglia ed entusiasmo di tutti, poi dipende anche dalle circostanze, dai contratti e dalle piazze... Ma è chiaro che il giovane è anche portato a sbagliare di più ed è meno immune alle pressioni come giustamente dice mister PELLEGRINI"; c'è anche chi, purtroppo, è possibilista sul ritorno del barba: io odio PASTORELLO ma per il bene del Verona sarei pronto ad accettarlo; l'importante è che porti un po' di soldi per risalire scrive Pippo Valpo. Pippo se per te risalire significa diventare satelliti del Genoa... Non vi fidate di PASTORELLO!!! Quel che conta per lui sono SOLO le sue tasche!!! E stò giro arriverebbe con PREZIOSI, devo ricordare le prodezze del giocattolaio? fate voi...

Quale sarebbe secondo MEGGIORINI il peggiore avversrio per l'Hellas ai playout? "Beh son tutte dure ai playout MANFREDONIA, PAGANESE, LECCO... Tutti daranno il massimo lì farà la differenza l'esperienza..." Si e poi - interviene De Pietro - in due partite secche contano molto gli episodi... Vedi l'errore di CUTOLO l'anno scorso con lo SPEZIA o la prodezza di DO PRADO nella stessa partita e fra l'altro Riccardo al ritorno c'era al Bentegodi vero Riccardo? "Si si c'ero e purtroppo ho assistito alla partita..."; salutato MEGGIORINI è il turno di altri messaggi: Sono 3/4 anni che non vado allo stadio ma Domenica ci sarò, PELLEGRINI va sostenuto senza se e senza ma; sono d'accordo: Domenica i tifosi dovranno essere il 12° uomo in campo ma sono sicuro che, nonostante quanto patito fin'ora, i tifosi dell'Hellas non tradiranno...

Ma è vero che Giovanni Batista LANCINI insieme agli altri 4 mettevano insieme 8.500 milioni di Euro? Se è vero perchè ARVEDI non ha venduto? E per fortuna che il conte vuole bene al Verona! chiede un ascoltatore. Risponde De Pietro - Su LANCINI abbiamo fatto una puntata intera (la trovate clickando qui) ed il suo gruppo metteva insieme circa 800 milioni di Euro (non miliardi!!!) ma comunque per acquistare l'Hellas bastavano eccome... - altro argomento è: chi vorreste al centro dell'atacco dell'Hellas ne 4-3-3 di PELLEGRINI contro il FOGGIA? - Detto fra noi DA SILVA non giocherà - suggerisce il conduttore e ci fornisce una "voce di corridoio" importante... Se gioca DA SILVA divento tifoso del Chievo scrive Michele; beh... Nemmeno a me piace molto il "brasiliano" ma cerhiamo di non esagerare eh eh (c'è poco da ridere in realtà se pensiamo che quest'osso e capocannoniere dell'Hellas).

A che punto sono con la vendita del Verona? Se PASTORELLO arrivasse con soldi e progetti benvenga se no che rimanga dov'è dice Michele... Mah... Io sono allibito!!! Bastano due anni scarsi per riabilitare un personaggio come GB? Il discorso di PASTORELLO ancorato al Verona va visto a più ampio raggio - risponde il conduttore - spesso il calcio è una parte di altri fonti di business intorno a cui girano i guadagni di questi uomini: gli europei del 2012 ad esempio... Emergerebbe la questione stadio e tutti gli affari ad esso collegati... PASTORELLO avrebbe tutto l'interesse a rimanere a Verona, a restare in quella che è l'Hellas Service (che difficilmente mollò a Pietro ARVEDI quando fu il momento), che era nata appositamente per gestire la questione stadio... Per questo non deve stupire questo ronzare dell'ex patròn attorno al Verona - e io sono sempre più preoccupato...

Ragazzi che memoria corta che bbiamo se stiamo qui a sperare ancora in PASTORELLO scrive Mario e qualcuno finalmente riequilibria i pro e contro barba... Ero seriamente preoccupato per questa riabilitazione possibile del WiCentino: grazie Mario e poi: Se PASTORELLO è ancora padrone del Verona allo stadio non ci va più nessuno scrive un'altro ascoltatore; bene così: ALLA LARGA BARBA!!!


Serie C1. Pellegrini al rientro sulla panchina dell'Hellas sottolinea il clima positivo trovato tra i gialloblù
DAVIDE: «GIOCOTORI SORRIDENTI» TANTO A PIANGERE SONO I TIFOSI
La formazione di Galderisi nelle ultime cinque partite ha totalizzato tanti punti (15) quanti ne hanno messi in cascina in 20 giornate Morante & compagni. I satanelli hanno poi segnato otto reti nelle ultime cinque apparizioni, tre in meno rispetto all’attivo della truppa gialloblù. Verona-Foggia si può leggere anche così.
L'ESORDIO BIS DI Davide Pellegrini al Bentegodi vedrà il tecnico "meno emozionato, perché non sono più un esordiente" - sorride - "una partita che ci vedrà di fronte a una compagine che viene da una serie di risultati importanti". Ma
sono i soliti problemi ad attanagliare il Verona. Oltre a quello, risaputo, del gol, daranno forfait per infortunio sia Vigna che Sibilano, oltre lo squalificato Morabito. Sono quindi previste rivoluzioni, non solo in ambito tattico. "Gli infortuni di Vigna e Sibilano sono due tegole che sinceramente non mi aspettavo" ammette Pellegrini. "La rosa comunque è composta da 30 giocatori e penso che ci siano ragazzi in gamba che li sapranno sostituire a dovere. Quanto staranno fuori? Vigna starà fermo tutta la settimana prossima, come Sibilano. Come cambieremo? Non ho intenzione di stravolgere più di tanto il lavoro che è stato fatto prima. Stiamo lavorando anche su un altro modulo (4-3-3, ndr) poi valuteremo. I giocatori devono essere in grado di cambiare a partita in corso, senza avere traumi". Si parte comunque dalla difesa a quattro, con Mancinelli candidato a ricoprire
il ruolo di terzino sinistro. "L’unica cosa certa è che continueremo a fare questo sistema difensivo. Piocelle play basso? Sto cercando di trovare dei correttivi, vedremo". Una cosa è certa, Pellegrini non intende mettere alla porta nessuno. "Iakovlevski? Spazio ce n’è per tutti. Se i ragazzi mi dimostra no di avere voglia, temperamento e di volere ottenere dei risultati, la possibilità c’è per tutti".
NESSUNO ESCLUSO compresi Morante e Da Silva. "Si sono allenati bene" sottolinea il tecnico gialloblù. "Non pensavo di trovarli così sorridenti, come il resto della squadra, vista la situazione. Sicuramente una nota positiva. Abbiamo cercato di lavorare sotto un aspetto anche psicologico, per ritrovare entusiasmo e questo negli ultimi giorni è migliorato tantissimo. Quali sono i punti di forza del Foggia? Era già una buona squadra prima e adesso lo è ancora di più. Sono poi i risultati a fare la differenza, creano entusiasmo. È una squadra temibile, sotto tutti i punti di vista"
.
FONTE: Il Verona

Sarà il primavera al centro dell'attacco gialloblù contro il Foggia? Altinier non stà benissimo e Davide parrebbe intenzionato a schierare Iakovlevski, Alberto COMAZZI e Nicola CORRENT, anche se acciaccati dovrebbero essere a disposizione del mister mentre salterà sicuramente la gara Lorenzo SIBILANO:
- VERONA, ALTINIER RECUPERA, ANCORA A PARTE COMAZZI E CORRENT
Potrebbe essere la vera sorpresa del Verona anti-Foggia. Anche oggi Iakovlevski ha lavorato con il gruppo dando buoni segnali. A precisa domanda sulla possibilità di vedere in campo dal primo minuto il giovane attaccante russo domenica contro il Foggia, Pellegrini ha risposto con un "c'è spazio per tutti, non chiudo la porta in faccia a nessuno" che è forse una mezza conferma. Intanto oggi (ieri n.d.s.) è rientrato in gruppo Altinier, che è però reduce da una contrattura all'adduttore. Piccoli problemi anche per Comazzi (ginocchio) e Corrent che oggi hanno lavorato, ma solo a scopo precauzionale, ancora a parte. Salterà sicuramente il Foggia Lorenzo Sibilano, il cui problema muscolare rimediato ieri durante la partitella verrà valutato nei prossimi giorni dopo l'ecografia. Fosse confermato lo stiramento agli adduttori per il centrale gialloblù vorrebbe dire almeno tre/quattro settimane di stop.

FONTE: TGGialloblu.it

- ULTIMA CHIAMATA Domenica un match dentro o fuori
Pellegrini a caccia dei 3 punti: "Il Foggia non deve far paura"
Per credere alla salvezza bisogna assolutamente vincere contro i pugliesi. Ieri però un'altra tegola: si è stirato Sibilano, non ci sarà contro i rossoneri.

FONTE: DNews.eu


Volley A2 uomini. Domani il match contro gli abruzzesi Quasi retrocessi è da vincere ad ogni costo
[OFFTOPIC]: LA MARMI A CACCIA NEL PINETO PREGANDO UNA SANTA CROCE
La rivale per la promozione Vibo Valentia, che vanta un punto dimargine, affronta la Codyeco in una trasferta delicata


MotoGp. L'australiano precede tre Yamaha. Questa sera alle 21 le qualifiche
[OFFTOPIC] - STONER ANCORA LEADER, SCINTILLE VALE-PEDROSA
Lo spagnolo tampona Rossi e finisce a terra battendo la mano infortunata. Ilpesarese solo 8°

FONTE: Il Verona

Condividi questo articolo:
Vota su WikioFav This With TechnoratiSalva su SegnaloCondividi su MeemiVota su Fai InformazioneDigg ThisVota su DiggitaAdd To Del.icio.usSegnala su ziczac Furl this page

0 commenti:

Posta un commento

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#VeronaTorino Juric

#AtalantaVerona highlights


Archivio