Subscribe Us

Campionato 1973-1974, mancano 5 giornate alla fine, l'HELLAS è in zona retrocessione ed il presidente GARONZI chiama 'El Gringo'...


LA TELEFONATA...
Campionato di Serie A 1973-1974 l'HELLAS, invischiato nella lotta per non retrocedere a cinque giornate dal termine, il 21 Aprile gioca al 'Bentegodi' una gara fondamentale in chiave salvezza contro il NAPOLI di VINICIO.

Il presidente scaligero Saverio GARONZI, avendo buoni 'agganci' in FIAT e conoscendo il desiderio del centravanti brasiliano degli azzurri (già in forza al 'suo' VERONA qualche stagione prima e poi passato ai partenopei via FIORENTINA) Sergio detto 'Il Gringo' CLERICI di aprire una concessionaria nel suo paese al termine della carriera, telefona all'attaccante sudamericano nel Venerdì che precede la partita promettendogli la sua 'intercessione' con la fabbrica di Torino.

Non si sa bene come, la telefonata arriva alle orecchie di un quotidiano napoletano che la diffonde prontamente e, da questo punto in poi, la 'frittata' sembra fatta (anche se, come vedremo poi, è tutt'altro che limitata al contesto VERONA-NAPOLI che per la cronaca finì 1 a 0 in favore dei gialloblù):
  • La Procura Federale convoca prima CLERICI, che ammette il fatto, poi GARONZI che in un primo momento nega, attirandosi sospetti ulteriori, poi è costretto ad ammettere che «Sì... L'ho chiamato ma non per corromperlo... Solo per 'salutarlo' in nome dei vecchi tempi»
  • In un primo momento il Capo dell’Ufficio Inchieste Corrado De Biase sembra credere al sudamericano che giura e spergiura sulla sua buona fede ed assicura che mai e poi mai ha avuto la sensazione che si volesse corromperlo dato che in quella telefonata l'argomento calcio non fu menzionato per niente...
    Il calciatore è stimato, corretto e gode di buona reputazione nell'ambiente ma i giornali insistono e comincia a circolare la voce che a CLERICI sia stato chiesto (da uno sconosciuto) di giocare alla morte contro il FOGGIA e di risparmiare l'ardore agonistico con l'HELLAS (d'altronde poco prima NAPOLI-FOGGIA era finita 1 a 1 proprio con gol del 'gringo')
  • Della faccenda pare poter approfittare il FOGGIA che, arrivati a fine campionato un punto sotto agli scaligeri e quindi retrocessi in cadetteria con SAMPDORIA e GENOA, possono a buon conto chiedere di sopravanzare i veronesi e guadagnarsi la permanenza in Serie A a colpi di carta bollata
  • Ma il colpo di scena è in agguato: uno vero e proprio scoop della 'Gazzetta Dello Sport' rivela che all'ultima giornata, in occasione di FOGGIA-MILAN del 19 Maggio, all'arbitro Menicucci da parte del segretario del FOGGIA sig. AFFALATO sarebbero stati offerti tre orologi (uno per sé del valore di 7/800mila lire ed altri due destinati ai guardalinee) per arbitrare in maniera 'clemente' verso la squadra di casa (il tutto è riportato dal referto della 'giacchetta nera' che rifiuta categoricamente la combine).
    Il presidente FESCE, patròn dei 'satanelli, s'indigna: «Smentisco nella maniera più categorica la notizia, che getta solo discredito e fango sul buon nome dell'Unione Sportiva Foggia e dell'intera cittadinanza. La società ha deciso di sporgere querela nei confronti di chi ha propagato tale notizia diffamatoria. Sembra davvero troppo, per un club già punito da una dura retrocessione»', ma ormai 'il re è nudo' ed il rapporto dell'arbitro sembra inoppugnabile
  • Che fare a questo punto? È chiaro VERONA e FOGGIA vanno punite ma come salvare 'capra&cavoli' visto che retrocedendo gli scaligeri si finirebbe per premiare i foggiani colpevoli di tentata corruzione come i loro colleghi?
    Idea! 3 punti di penalizzazione ad entrambe le compagini da scontarsi nel successivo campionato di Serie A per l'HELLAS e di Serie B per i pugliesi...
  • Tutti felici e contenti dunque? Ma nemmeno per idea perchè a questo punto saltano fuori (giustamente) i dirigenti della SAMPDORIA che chiedono di subentrare nella massima serie a VERONA e FOGGIA dato il loro comportamento: visto che i gialloblù c'hanno provato con CLERICI ed i rossoneri con Menicucci, perchè non premiate noi arrivati dietro ad entrambi ma 'puliti' fino a prova contraria?
    E così fu con la SAMPDORIA a godere fra i due litiganti, retrocessione diretta per la squadra di GARONZI (e sua squalifica di tre anni) e sei punti da scontarsi nel campionato appena concluso di Serie A più tre punti da pagarsi nel campionato cadetto per i 'satanelli' (retrocessi una seconda volta) con il segretario AFFALATO squalificato per tre anni ...

Questa la classifica finale della Serie A 1973-1974
1Lazio43
2Juventus41
3Napoli36
4Inter35
5Torino34
6Fiorentina33
7Milan30
8Roma29
9Bologna29
10Cagliari28
11Cesena27
12Lane Rossi Vicenza26
13Hellas Verona25*
14Foggia24*
15Sampdoria20
16Genoa17
VERONA retrocesso d'ufficio, FOGGIA -6 in questa classifica e -3 nella prossima stagione in Serie B


Per ulteriori particolari invito gli interessati a leggere la 'ricca' rassegna stampa in allegato.
Ringrazio tutte le fonti da cui ho 'pescato' informazioni per questo post

[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]