#HellasWeeklyNews L'amichevole s'ha da fare: La Gusta Trading richiama all'ordine Via Olanda - #SpalVerona esaurito in un lampo il settore ospiti - RRAHMANI primo in Serie A per palloni recuperati - Fiocco rosa in casa RAGUSA - Stop EMPEREUR - #Calciomercato #HellasVerona ultime novità

Pubblicato da Smarso domenica 29 dicembre 2019 15:58, vedi | Nessun commento


#HellasWeeklyNews +   -   =

#Calciomercato #HellasVerona
A Novembre si parlava di EMPOLI ora invece di CAGLIARI, quel che è certo è che difficilmente ADJAPONG terminerà la stagione in maglia gialloblù.
Altro incontro tra D'AMICO e GIUNTOLI per la valutazione di alcuni giovani profili della società partenopea da inserire nell'operazione che includerebbe RRAHMANI e AMRABAT: Il diesse azzurro propone l'attaccante classe '98 LEANDRINHO: Tutti i dettagli in questo post B/=\S dedicato...

Palloni recuperati, con la quota di 240 Amir RRAHMANI è il primo in Serie A!

L'amichevole s'ha da fare! Dopo lo 'sbotto' del CLUB AFRICAIN sul proprio sito web che invitava tutti a fissare una nuova data per il test-match saltato con il club scaligero, scende in campo anche la Gusta Trading (società di consulenza specializzata nel settore calcio che aveva organizzato l'evento) che 'intende richiamare pubblicamente, dopo averlo fatto in ogni altra modalità, l’Hellas Verona alle proprie responsabilità contrattuali. Questo pubblico richiamo si è reso urgente anche a seguito dell’ultimo comunicato diffuso dal Club Africain, che in assenza di un annuncio da parte dell’Hellas Verona di disponibilità a giocare l’incontro in una prossima data, ha annunciato precise azioni di rivalsa presso il Tas, massimo organo sportivo competente'

Stop EMPEREUR, il difensore poco prima di Natale ha rimediato una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra; ne da notizia HellasVerona.it aggiungendo che i tempi di recupero non sono al momento quantificabili...

#SpalVerona esaurito in un lampo il settore ospiti, il club ferrarese consiglia l'acquisto di altri biglietti nel settore 1 Curva Est.

Fiocco rosa per RAGUSA: L'attaccante gialloblù in prestito allo SPEZIA è diventato papà di Nina Luce!

GOL COLLECTION HELLAS VERONA SERIE A 2019/20

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Luciano BRUNI a 'Radio Sportiva' «Quando giocavo, spesso non era un Natale di ferie ma di allenamento. Secondo me è giusto staccare durante le feste, questi giorni servono a tante squadre per rimettere a posto infortunati e fare un check-in. La Serie A? Il Cagliari è la sorpresa ma fino a un certo punto. Maran è un allenatore poco pubblicizzato ma ha sempre fatto ottime cose e credo vada sottolineato. Conferme? La Lazio, che dopo il primo tempo con l’Atalanta ha fatto una cavalcata. L'Hellas? Juric sta facendo un grandissimo lavoro. E’ un allenatore di sostanza, poche chiacchiere e tanti fatti. Mi fa molto piacere che porti il Verona in questa importante posizione di classifica» CalcioHellas.it


SAVES COLLECTION HELLAS VERONA 2019/20

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: È Beppe IACHINI il nuovo allenatore della FIORENTINA che cede GILBERTO alla FLUMINENSE, succede all'esonerato Vincenzo MONTELLA. Mister Filippo INZAGHI schiacciasassi in B col BENEVENTO: 43 punti in 18 partite rappresentano un bottino record per la cadetteria!

TANTO TUONÒ CHE NON PIOVVE... Un solo indagato per i buuh razzisti, non tifa HELLAS ed è residente ad Agrigento!

CALCIOMERCATO SERIE A: Il MILAN convince IBRAHIMOVIC! L'attaccante svedese fermo da metà Novembre tornerà in Serie A dopo aver firmato un contratto semestrale coi rossoneri.... Ufficiale anche NICOLA sulla panchina del GENOA



RASSEGNA STAMPA +   -   =
_


Traduzione: 'Mantieni l’attenzione sull’obiettivo, centralizza la forza di lottare e usa la fede per vincere'


_


27 DIC 2019
LA PENNA PIÙ VELOCE DEL WEST
La “penna più veloce del west” è tornata tra noi. Maurizio Setti, tra i mille talenti, ha pure questo: lui quelli bravi sembra sempre volerli vendere in fretta. Non sia mai che scappi l’occasione di incassare subito; non sia mai che si riesca a fare un ragionamento su un mezzo progetto. E così nemmeno a metà campionato, Amrabat è già dato al Napoli, Rrahmani quasi e Kumbulla è a sua volta chiacchierato. E tutti ricordiamo la cessione in stile Carl Lewis di Jorginho.

Tralasciando il lato romantico della faccenda – leggi il messaggio che si lancia ai tifosi – sui cui non ci esprimiamo per non passare da vecchi tromboni nostalgici di un calcio che non c’è più (in realtà non guardiamo al passato), passerei alla questioni più concrete. Mi chiedo: la nostra società – dopo quasi otto anni di introiti con lo stesso presidente – non è in grado, come dire (passatemi l’espressione), di “tirarsela” un poco? Ha (ancora) necessità di fare cassa appena può? Non ha la forza di prolungare (e ritoccare) i contratti dei calciatori migliori per poter alzare la propria forza contrattuale con gli acquirenti? Puoi anche vendere, ma c’è modo e modo, tempo e tempo. Aggiungo: è necessario mettere sul mercato tutti i tre migliori contemporaneamente senza salvaguardarne nemmeno uno? Che ricadute può avere sulla squadra, sui diretti interessati e quindi sui risultati dell’oggi (cioè di questo finora ottimo campionato) questo modus operandi?

Si apre poi una gigantesca questione sul domani: smantellando la squadra a giugno (se vendi i tre più forti l’hai già smantellata anche dovessi tenere tutti gli altri) Juric rimarrebbe? Assodato che, oltre alla questione tecnica, per confermarlo sarà necessario ovviamente rivedere quella economica.

Domande che vagano. Domande a cui per ora voglio dare solo una risposta: sono giorni di festa, godiamoci il momento e godiamocela finché dura. Con la “penna più veloce del west” guardare a orizzonti troppo futuri non ha molto senso.
Francesco Barana

24 DIC 2019
APPLAUSI, VENDIAMO TUTTI I PEZZI PREGIATI
Che bello amici! Stiamo cedendo tutti i nostri gioiellini. Non appena il buon Juric, lavorando bene e per appena mezza stagione, ha prodotto un buon raccolto, ecco che immediatamente la società è andata (o sta andando all’incasso). In tempi andati (iniziamo ad essere datati…) questo era sufficiente per creare un largo dissenso e un malcontento diffuso. Invece no. Oggi i tempi sono cambiati e quindi non solo si deve assistere alla mietitura ma bisogna pure applaudire. Come Fabri (Fibra). Applausi per tutti. Perché così va il calcio moderno, perché una società come il Verona “non può permettersi”, perché “compralo ti el Verona…”.

L’asticella non solo non si è alzata, ma si è abbassata così tanto “ed è già tanto che siamo in serie A”. Quindi che altro c’è da aggiungere? Applaudiamo ad Amrabat e Rrahmani al Napoli, applaudiamo per Kumbulla all’Inter (o alla Juve) e applaudiamo perché siamo l’unica società che cede i suoi pezzi migliori a gennaio e con la salvezza tutta da giocare.

Cosa ci resta da sperare? In mezzo a questo tripudio la speranza è di finirla con la politica dei prestiti secchi, dell’ascensore su e giù, dei paracaduti. Che questi soldi servano al Verona, a costruire una squadra forte, con giocatori di proprietà (esempio: andate subito ad acquistare Salcedo!), e a dare un centro sportivo all’altezza. Che serve più dello stadio (che tra l’altro non sarebbe neanche di proprietà). Novantadue minuti di applausi.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.Telenuovo.it


«Problemi col volo, Hellas annulla amichevole. Ma deve recuperarla»
27 Dicembre 2019

«A seguito della decisione dell’Hellas Verona di non giocare l’incontro amichevole del 22 dicembre a Tunisi, secondo gli accordi sottoscritti e registrati alla Fifa, Gusta Trading KG intende richiamare pubblicamente, dopo averlo fatto in ogni altra modalità, l’Hellas Verona alle proprie responsabilità contrattuali. Questo pubblico richiamo si è reso urgente anche a seguito dell’ultimo comunicato diffuso dal Club Africain, che in assenza di un annuncio da parte dell’Hellas Verona di disponibilità a giocare l’incontro in una prossima data, ha annunciato precise azioni di rivalsa presso il Tas, massimo organo sportivo competente». Lo afferma in una nota la Gusta Trading KG, l’agenzia di consulenza specializzata nel settore calcio, riguardo il match amichevole che la squadra veronese avrebbe dovuto disputare, ma che è saltato per problemi con il volo.

«Pur non avendo infatti alcuna responsabilità l’Hellas Verona per la mancata partenza di venerdì 20, non può dirsi altrettanto per la decisione di ignorare le alternative riparatorie prontamente garantite ed illustrate ufficialmente dalla nostra Agenzia, che avrebbero comunque permesso di giocare il match ed ottemperare ai propri impegni», prosegue il comunicato -. Alla luce degli sviluppi e altresì delle notizie diffuse sui mezzi di stampa veronesi e nazionali che lascerebbero laconicamente intuire mancanze di professionalità ed onorabilità che ledono la reputazione
della scrivente, invitiamo pubblicamente Hellas Verona – conclude la società – ad annunciare la propria disponibilità a fissare una data prossima per recuperare l’incontro, ferme restando le stesse condizioni».

(Ph. Facebook – Club Africain Tunisi)

FONTE: VVox.it


NEWS
TMW - Gennaio mese di fuoco per il Verona
26.12.2019 18:00 di Stefano Bentivogli Twitter: @sbentivogli10
Fonte: Tuttomercatoweb.com
Sorrisi e tanto buonumore. Il Natale in casa Hellas è trascorso in grande serenità, legittimata da una classifica che restituisce un margine sulla zona rossa rassicurante, seppur ridotto rispetto ad alcune settimane fa. In sedici partite gli scaligeri hanno raccolto diciannove punti, quasi la metà del bottino necessario a garantirsi l'aritmetica salvezza. Perdipiù queste feste vengono vissute sull'onda lunga della folle rimonta nel finale sul Torino, che ha reso decisamente più dolce la sosta. Il riposo dei gialloblù si protrarrà fino al 28 dicembre, data in cui è fissata la ripresa degli allenamenti a Peschiera del Garda.

Insomma, fiducia e consapevolezza, che però adesso devono tornare a fruttare punti alla squadra di Juric. Dopo aver passato indenni il mese abbondante di fuoco in cui il calendario ha messo di fronte Inter, Fiorentina, Roma e Atalanta, alla ripresa i gialloblù saranno attesi dal distico con SPAL - penultima in classifica - e il fanalino di coda Genoa. Successivamente sarà la volta del Bologna al Dall'Ara, per poi accogliere il Lecce al Bentegodi nel match inaugurale del girone di ritorno. Ça va sans dire, una buona fetta di salvezza passa dal mese di gennaio: fondamentale sarà affrontarlo con una buona scorta di energie, fisiche e mentali.

Alle soglie di un momento cruciale della stagione, Juric si augura di poter contare su una rosa più assortita. Gli acquisti certi sono Badu e Bessa, entrambi ai box dai nastri di partenza: il ghanese deve solo recuperare il ritmo partita, per l'ex Genoa potrebbe volerci ancora un po' di tempo. Poi c'è il mercato: da escludere a priori grandi manovre, si proverà a puntellare la rosa con le occasioni che si presenteranno al d.s. D'Amico. Dimarco, Berisha e Pjaca sembrano essere i nomi più gettonati, anche se di concreto al momento c'è ben poco. Il fronte più caldo è quello che riguarda le uscite: Amrabat e Rrahmani flirtano con il Napoli, in una doppia operazione da perfezionare però per l'estate.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Esuberi, la situazione
By Redazione - 26 Dicembre 2019

Di Gaudio e Crescenzi su tutti, ma anche Checchin e Saveljevs. Diversa ancora la situazione di Danzi e Tupta.

Andiamo con ordine e vediamo ogni singola situazione.

Totò Di Gaudio

L’attaccante siciliano ha rifiutato Pescara proprio all’ultimo giorno di mercato estivo, preferendo rimanere in gialloblù, seppur da fuori rosa. Ora il Pescara ritorna alla carica, ma attenzione che nelle ultime ore si fa sempre più insistente l’interesse del Palermo. Per Di Gaudio, che sicuramente lascerà l’Hellas in questa sessione di mercato, potrebbe essere un ritorno a casa.

Alessandro Crescenzi

Sembra un percorso esattamente inverso a Di Gaudio quello del biondo terzino scuola Roma. Lui in estate ha rifiutato il Palermo e ora invece sembra vicino alla sua Pescara, società per la quale ha militato per molti anni. Anche lui non passerà San Valentino nella città di Romeo e Giulietta.

Luca Checchin

Il grave infortunio alla caviglia lo ha tolto dai giochi di mercato per tutta estate, ma il matrimonio con l’Alessandria, società dove è cresciuto da bambino e dove ha giocato nell’ultima stagione, si potrà completare a gennaio, se il centrocampista avrà recuperato dai suoi problemi fisici.

Aleksejs Saveljevs

Altro rifiuto degli ultimi giorni di mercato: Saveljevs doveva andare al Rende in Serie C ma ha preferito restare a Verona per giocare da fuori quota in Primavera. Per Corrent è un giocatore importante, anche perchè è nazionale lettone, ma resta comunque fuori età per il campionato che sta disputando. L’occasione di un prestito in Serie C tornerà anche a gennaio, ma a questo punto potrebbe anche terminare l’anno in gialloblù e provare l’avventura tra i professionisti in estate.

Andrea Danzi

Una manciata di minuti con Juric e niente più. Ma uno come Danzi ha bisogno di giocare. In B c’è la fila per lui, ora deve essere bravo D’Amico a scegliere l’opportunità giusta per la crescita del giocatore, in ottica di un ritorno più maturo a Verona.

Lubomir Tupta

Fuori dai piani di Juric e bloccato da un infortunio. Tupta ha il bagaglio pronto da mesi. In estate non è andato in porto nè il trasferimento al Cosenza, nè quello al Chievo. Le due società cadette potrebbero tornare alla carica a gennaio.

Damiano Conati

FONTE: HellasNews.it


24.12.2019
La B bussa per Di Carmine Samuel si stringe all’Hellas

Quelli che... non hanno trovato spazio. E cercano segnali dal Verona. Non sono pochi. C’è chi resiste, chi, probabilmente, non ha certo intenzione di abbandonare proprio adesso il mondo Hellas. A partire dal più illustre di tutti: Giampaolo Pazzini. Ultimi sei mesi di contratto in gialloblù. Cinque anni comunque intensi. Tra gol, attese, momenti gloriosi, infortuni. L’ultimo immagine è quella che rimasta impressa nella mente di tutti: Pazzo segna col Toro dal dischetto e propizia la seconda rete della magnifica rimonta veronese. Una decina di giorni fa si era parlato di un interessamento del Vicenza per Pazzini. Di mezzo c’è Renzo Rosso, stilista, imprenditore fondatore e azionista di Diesel, oltre che primo ispiratore e sostenitore del Lane, oggi capolista nel girone B di serie C. Solo sussurri, dopo che per il Pazzo si era parlato di contratto da un anno e mezzo. Tuttavia, non c’è stato seguito. Lo stipendio dell’attaccante toscano resta pesante. Per averlo i prossimi sei mesi bisogna sborsare 650 mila euro. Un pensiero l’ha fatto pure il Benevento di Pippo Inzaghi. Ma i sanniti sono già in fuga e forse non daranno seguito ad altre operazioni di mercato di grande impatto.

LA B SU DI CARMINE. Veniamo agli altri. E a come cambiano gli orizzonti in fretta intorno a Samuel Di Carmine. Messo nel mirino da Salernitana e dallo stesso Perugia. Poche gioie in gialloblù, Infortuni ed esclusioni. Fino alla rete (la sua prima in serie A) della vittoria siglata contro la Fiorentina. Alla quale ha fatto seguito la doppietta d’autore realizzata a Bergamo contro l’Atalanta. Oggi Di Carmine si tiene stretta la serie A. E le sirene cadette hanno smesso di cantare. Almeno per adesso. Per Salvatore Bocchetti, giocatore di livello, frenato non poco dagli infortuni, pare esserci l’interesse del Crotone. Uno con la sua esperienza, però, potrà servire da qui alla fine alla contraerea di Juric. Di sicuro, non c’è nessuna trattativa aperta.

DANZI IN USCITA? Potrebbe valutare situazioni diversi anche l’enfant du pays Andrea Danzi. Non certo un addio, ma un arrivederci. In attesa, magari, di poter tornare a Verona da protagonista. Sul centrocampista muovono Livorno ed Ascoli. Pure qui siamo nel campo dei sondaggi. Gennaro Tutino si è visto all’alba della stagione in corso. Poi, stop. Plausibile un ritorno al Napoli, in modo da trovare poi altra collocazione e magari una vetrina tutta per lui. E in questo momento pare essere sempre molto attivo il Crotone, che un pensiero per Tutino l’ha già fatto.

PERUGIA CHIAMA. Poco campo per Luigi Vitale, esterno che deve fare i conti con un Lazovic che, nel ruolo, sembra sposare appieno le idee di Juric. Già in estate si era fatto vivo il Perugia per Vitale. E il club umbro pare intenzionato a fare ancora un sondaggio con il direttore Tony D’Amico per capire se esistono gli estremi per dare vita ad una seria trattativa. Dalla Scozia, invece, fanno sapere che il Kilmarnock è interessato al centrocampista gialloblù. Per Liam si tratterrebbe di un ritorno a casa. Ma Henderson, nella lunga corsa alla salvezza, potrebbe considerarsi ancora funzionale agli equilibri del Verona.

TORNA BESSA. Una valutazione va fatta anche su Daniel Bessa. Finito fuori dai giochi per un infortunio che gli ha fatto saltare la prima parte di stagione. Oggi il tempo del ritorno appare vicino. Per il Verona - potenzialmente - potrebbe trattarsi di una risorsa in più. Ma, dove eravamo rimasti? In estate sembrava che il mercato potesse destinare altrove Bessa. In questi cinque mesi gli è mancata la vetrina. Il SudAmerica lo aveva blandito a luglio. Con il Toro, una vera e propria trattativa, non è mai partita. Ora, c’è da capire se Bessa ed Hellas possano davvero camminare insieme la via che porta alla salvezza. La Salernitana potrebbe essere interessata ad un ritorno in granata di Alan Empereur, che con Juric ha trovato poco campo. •

Simone Antolini

FONTE: LArena.it


PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
31/DICEMBRE/2019 - 13:35
Peschiera - Oggi, martedì 31 dicembre, allo Sporting Center 'Paradiso' di Peschiera, sessione mattutina di sola palestra per i gialloblù di mister Juric, che torneranno ad allenarsi domani, giorno di Capodanno, con una seduta non aperta al pubblico.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
30/DICEMBRE/2019 - 13:45
Peschiera - Oggi, lunedì 30 dicembre, nuova seduta mattutina di allenamento per i gialloblù. Allo Sporting Center 'Paradiso' di Peschiera, dopo il consueto riscaldamento, i ragazzi di mister Juric hanno svolto una serie di esercitazioni tattiche per poi disputare una partita a campo intero.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
29/DICEMBRE/2019 - 14:25
Peschiera - Oggi, domenica 29 dicembre, seduta mattutina di allenamento per i gialloblù di mister Juric, ad una settimana dalla ripresa del campionato di Serie A TIM e - quindi - dal match di Ferrara contro la SPAL. Allo Sporting Center 'Paradiso' di Peschiera, dopo il consueto riscaldamento, Veloso e compagni hanno svolto una serie di esercitazioni tattiche per poi disputare mini-partite a campo ridotto.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
28/DICEMBRE/2019 - 17:30
Peschiera - Oggi, sabato 28 dicembre, è iniziata a Peschiera - dopo la pausa natalizia - la preparazione al match di domenica 5 gennaio 2020, a Ferrara contro la Spal, gara che segnerà la ripresa del campionato di Serie A TIM.
Nella seduta odierna pomeridiana, riscaldamento con attivazioni, esercitazioni tecniche, possessi-palla, partita a campo ridotto e lavoro aerobico.
Gremita di pubblico la tribunetta del campo centrale dello Sporting Center 'Paradiso’ di Peschiera.

BOLLETTINO MEDICO: ALAN EMPEREUR
27/DICEMBRE/2019 - 14:00
Verona - Dopo le ultime visite strumentali cui il calciatore si è sottoposto nelle scorse ore, Hellas Verona FC comunica che Alan Empereur ha rimediato poco prima di Natale una lesione 3a, vale a dire di primo grado, al bicipite femorale della coscia sinistra.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
23/DICEMBRE/2019 - 13:20
Peschiera - Ultimo allenamento prenatalizio, oggi, lunedì 23 dicembre, per i ragazzi di mister Juric. Allo Sporting Center ‘Paradiso’ seduta mattutina incentrata sulla sola parte atletica.

PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
22/DICEMBRE/2019 - 17:15
Peschiera - Allo Sporting Center ‘Paradiso’ di Peschiera sono proseguiti oggi, domenica 22 dicembre, gli allenamenti prenatalizi della squadra di mister Ivan Juric con una doppia seduta. In quella mattutina, palestra ed esercitazioni tecnico-tattiche. In quella pomeridiana, dopo il riscaldamento, partita a campo intero.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: È Beppe IACHINI il nuovo allenatore della FIORENTINA che cede GILBERTO alla FLUMINENSE, succede all'esonerato Vincenzo MONTELLA. Mister Filippo INZAGHI schiacciasassi in B col BENEVENTO: 43 punti in 18 partite rappresentano un bottino record per la cadetteria!

TANTO TUONÒ CHE NON PIOVVE... Un solo indagato per i buuh razzisti, non tifa HELLAS ed è residente ad Agrigento!

CALCIOMERCATO SERIE A: Il MILAN convince IBRAHIMOVIC! L'attaccante svedese fermo da metà Novembre tornerà in Serie A dopo aver firmato un contratto semestrale coi rossoneri.... Ufficiale anche NICOLA sulla panchina del GENOA

Filippo Inzaghi da record a Benevento
dicembre 27, 2019

I 43 punti conquistati del Benevento di Filippo Inzaghi in 18 giornate del campionato cadetto, rappresentano un nuovo record per la Serie B dal 1994/1995, quando iniziò l’era dei tre punti a vittoria.

FONTE: HellasLive.it


La Cronaca di Verona
“Caso Balotelli”: dal ridicolo al tragicomico
Giornali e tv hanno ricoperto di melma un’intera città. Ora che la vicenda si è sgonfiata nessuno chiede scusa. Il razzismo fa schifo, ma chi insulta a casaccio Verona non è da meno. Alla prossima

Di Cronaca di Verona - 23 Dicembre 2019

C’era una volta, per l’ennesima volta, un’intera città ricoperta di melma dai soliti noti dei giornali e della tivù perché 4 scemi su 15 mila avevano insultato il signor Mario Balotelli per il colore della sua pelle. Quella città si chiamava e si chiama Verona. L’ex promessa (mai mantenuta) della pedata italica, sentitosi preso di mira durante la partita del Brescia in casa dell’Hellas, si era infuriato con la Curva Sud scagliando il pallone in segno di protesta nel settore “caldo” del tifo gialloblù. L’episodio, in questo meraviglioso Paese, aveva riempito quotidiani e trasmissioni militanti. Era stata una sorta di riedizione del “caso Marsiglia”, il professore di religione ebraica del liceo classico Maffei che nel 2000 aveva finto di essere stato picchiato da una fantomatica banda di naziskin, una colossale balla smascherata in quattro e quattr’otto dagli inquirenti. Anche allora però Verona, per i soliti noti, era razzista e squadrista. C’era una volta Verona capitale mondiale del Klux Klux Klan, nessuno si è mai scusato per aver inutilmente vomitato fango su tutti noi, e nessuno lo sta facendo ora che si è scoperto che quei 4 scemi su 15 mila in realtà (nel momento in cui scriviamo) erano solo uno, e che peraltro non risiede nemmeno a Verona, ma ad Agrigento, da una vita, e a cui dell’Hellas non gliene frega un piffero. Ricordate il filmato girato col telefonino dalla Curva Sud in cui si sentiva uno scemo che ululava all’indirizzo di Balotelli? Pare che l’“ululatore” fosse il signore che vive ad Agrigento e che a filmarlo sia stata una sua amica. L’“ululatore” al momento è l’unico indagato per il caso che ha scosso l’Italia. Forse ce ne saranno altri, magari 3-4 (in tal caso persone da allontanare dagli stadi), ma al Bentegodi quel giorno c’erano 15 mila persone! Che figura di palta per gli accusatori! Come mai oggi i paladini dell’antirazzismo non rettificano quanto detto sui tifosi del Verona? Perché non si scusano per aver fatto passare ancora una volta la nostra città per un covo di incivili? Insultare le persone a causa del colore della loro pelle è da imbecilli, da ignoranti, è uno dei gesti più spregevoli che si possa commettere. E però è altrettanto vergognoso non scusarsi per quanto detto e scritto a vanvera sulla nostra città. C’era una volta lo stadio Bentegodi la cui tribuna Est era stata chiusa dal giudice sportivo a causa di presunti insulti razzisti che secondo Mario Balotelli erano volati dalla Curva Sud. C’era una volta la tribuna Est riaperta perché evidentemente i razzisti erano al massimo 3-4 e non era giusto penalizzare per colpa loro migliaia di persone perbene. C’era una volta, e c’è ancora oggi, un solo “ululatore” indagato. C’erano una volta, e speriamo che non ci siano mai più, professionisti dell’informazione che anziché informare disinformavano un’intera nazione.

FONTE: CronacaDiVerona.com


PRIMA SQUADRA
GILBERTO CEDUTO AL FLUMINENSE
26/12/2019 14:50
ACF Fiorentina comunica di aver ceduto, a titolo definitivo, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Morars Junior Gilberto al Fluminense Football Club.
Il Club viola si è riservato il 50% dei diritti economici sulla futura cessione.

IACHINI È IL NUOVO ALLENATORE DELLA FIORENTINA
ACF Fiorentina comunica che Giuseppe Iachini è il nuovo allenatore della Prima Squadra viola.
23/12/2019 19:08

Iachini, nato ad Ascoli Piceno il 7 maggio 1964, ha vestito, da calciatore, la maglia viola per 127 volte tra il 1989 ed il 1994 e da allenatore ha guidato, tra le altre, Sampdoria, Palermo, Sassuolo ed Udinese.

Rocco Commisso ha voluto così commentare: "Ci tengo a ringraziare Vincenzo Montella per l’impegno e la sua serietà professionale dimostrati qui alla Fiorentina. L'attuale situazione di classifica ci ha imposto un cambio della guida tecnica. Abbiamo scelto Iachini perché è un uomo di spessore, legato a Firenze e alla Fiorentina. Adesso dobbiamo stare uniti e rimetterci sulla giusta strada al più presto tutti insieme".

Iachini verrà presentato alla stampa il 28 dicembre.

Il nuovo tecnico viola dirigerà il suo primo allenamento al Centro Sportivo Davide Astori il prossimo 29 dicembre.

FONTE: It.ViolaChannel.tv


DAVIDE NICOLA E’ IL NUOVO TECNICO

Il Genoa Cricket and Football Club comunica di avere formalizzato il cambio di conduzione tecnica in prima squadra. L’incarico è stato affidato all’allenatore Davide Nicola, ex giocatore rossoblù negli anni Novanta (166 presenze in campionato), vincitore di una Coppa Anglo-Italiana allo stadio di Wembley. Davide Nicola ha esercitato da allenatore in cinque club italiani (Udinese, Crotone, Bari, Livorno e Lumezzane) e domenica dirigerà il primo allenamento al Centro Sportivo G.Signorini. La Società ringrazia mister Thiago Motta per la dedizione profusa durante la sua esperienza.

FONTE: GenoaCFC.it


27 dicembre 2019
ZLATAN IBRAHIMOVIC RIABBRACCIA IL MILAN
Definito l'accordo con l'attaccante svedese: "Ritorno nella città che amo, lotterò per cambiare il corso di questa stagione"

AC Milan comunica di aver concluso un accordo per il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Zlatan Ibrahimovic. L'attaccante svedese ha raggiunto un accordo con il Club rossonero fino al termine di questa stagione, con l’opzione di estenderlo per la stagione successiva.

Zlatan Ibrahimovic, nato a Malmö (Svezia) il 3 ottobre 1981, fa ritorno al Milan dopo aver scritto pagine importanti nella storia rossonera, collezionando, nelle stagioni 2010/11 e 2011/12, 85 presenze e 56 reti e contribuendo nel 2011 in maniera decisiva alla conquista del diciottesimo Scudetto e della Supercoppa Italiana.

La straordinaria carriera di Zlatan, iniziata con la maglia del Malmö Fotbollförening, è stata scandita, oltre che dal Milan, da AFC Ajax, Juventus FC, FC Internazionale, FC Barcelona, Paris Saint-Germain Football Club, Manchester United FC e Los Angeles Galaxy, per un totale di 788 partite e 473 gol. Tra gli innumerevoli riconoscimenti individuali, Ibrahimovic ha vinto 5 titoli di capocannoniere (2 in Italia) e 11 edizioni del Guldbollen, il premio assegnato al miglior calciatore svedese. In Serie A è stato eletto per 3 volte miglior giocatore assoluto e 5 volte miglior giocatore straniero.

"Sto tornando in un Club che rispetto enormemente e in una città che amo – ha dichiarato Zlatan Ibrahimovic -. Lotterò con i miei compagni di squadra per cambiare il corso di questa stagione e farò di tutto per centrare i nostri obiettivi".

Ibrahimovic sarà a Milano giovedì 2 gennaio per sostenere i test medici necessari alla regolare formalizzazione dell’accordo, per poi unirsi ai nuovi compagni di squadra per i primi allenamenti. Una volta ufficializzato il contratto, verrà organizzata la conferenza stampa di presentazione, con diretta televisiva sul Club Channel "Milan TV" e sulla App Ufficiale AC Milan.

#IZBACK!

FONTE: ACMilan.com

#HellasWeeklyNews Annullata improvvisamente la mini tournée in Tunisia: Rimbalzo di responsabilità dal quale nessuno esce al meglio - Panchina del VERONA tra le più prolifiche della Serie A - BADU e BESSA convocabili da Gennaio, due rinforzi importanti - La Primavera brilla in Coppa Italia...

Pubblicato da Smarso domenica 22 dicembre 2019 17:41, vedi | Nessun commento


#HellasWeeklyNews +   -   =

Annullata improvvisamente la mini tournée in Tunisia a causa di non meglio precisati 'problemi organizzativi non riconducibili né addebitabili al Club gialloblù'
Il CLUB AFRICAIN ha invece spiegato attraverso il proprio sito web che la compagnia aerea che doveva prelevare i gialloblù non aveva ricevuto i permessi di volo in Italia ma che avrebbe garantito una soluzione alternativa probabilmente non accettata dal club scaligero.
Altro colpo di scena il giorno dopo quando la compagnia aerea, vittima delle ire del club tunisino che aveva minacciato causa civile, ha precisato di non essere stata pagata per tempo e che caso mai sarà lei a far causa: Insomma un gran pasticcio dal quale nessuna delle parti esce al meglio dal punto di vista dell'immagine.
Nel frattempo da Tunisi giunge notizia della contestazione dei tifosi del CLUB AFRICAIN salvato recentemente dalla bancarotta proprio grazie ad una raccolta di fondi dei supporters...

Per il VERONA panchina corta e di scarsa qualità? Non sembrerebbe guardando ai dati segnalati da 'La Gazzetta dello Sport', infatti per apporto di reti quella gialloblù con 7 e la seconda panca più prolifica della Serie A dopo quella dell'ATALANTA con un solo gol in più mentre, per quanto riguarda la media spettatori, la Lega segnala 17.583 presenze al Binti fino ad ora.

L'allenamento scaligero di ieri

BADU di nuovo a pieno regime dopo il brillante superamento della microembolia polmonare che, individuata ad Agosto, gli ha fatto perdere tutto il girone d'andata. Ne da notizia diretta il sito web della società scaligera e non può che essere una buona, buonissima nuova dato che il ghanese potrà far tirare il fiato ad AMRABAT da una parte e permettere a JURIC di virare tatticamente dal 3-4-2-1 al 3-5-2 a seconda dell'avversario affrontato o delle situazioni di gioco nel caso in cui Emmanuel, che verrà reinserito in lista da Gennaio, giochi insieme a Sofyan...

Parzialmente accolto dalla Corte Sportiva d’Appello Nazionale FIGC il ricorso della società scaligera in merito alla chiusura del settore Poltrone Est: Anziché l’intero settore si chiuderà solo lo spicchio 8 dello stesso. Ovviamente soddisfatto il club che si esprime attraverso l'avvocato Fanini 'Riteniamo che in seguito alla nostra approfondita difesa sia stato di fatto riconosciuto il grande impegno e sacrificio di Hellas Verona nell’adottare le precauzioni necessarie per prevenire comportamenti di natura discriminatoria nonché successivamente ai fini dell’individuazione dei responsabili secondo quanto previsto dal Codice di Giustizia Sportiva. E’ una sospensiva che auspichiamo consentirà a tutti i tifosi dell’Hellas Verona di riflettere e responsabilizzarsi, essendo sempre ferma intenzione del Club continuare a combattere fermamente ogni episodio, anche se posto in atto da pochissimi, che sia manifestazione di qualsiasi forma di deprecabile intolleranza, collaborando con le Forze dell’Ordine e le Autorità preposte'.

Intervento alla mano perfettamente riuscito per Samuel DI CARMINE al Sacro Cuore di Negrar, ora l'attaccante dovrà osservare quindici giorni di riposo...

Primavera ai quarti di Coppa Italia dopo la grandissima prestazione sul campo dei pari età del CAGLIARI: I ragazzi di CORRENT asfaltano gli avversari con un 6 a 1 a domicilio che non ammette repliche...

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Liam HENDERSON a France-Press «Il caso Balotelli durante Hellas-Brescia? Era la prima volta che vivevo qualcosa del genere, mi era capitato di vederlo solo in tv con Romelu Lukaku e Raheem Sterling. Ero in panchina e non ho sentito niente, ma ovviamente, vedendo la sua reazione, Balotelli avrà sentito qualcosa. Non reagisci così senza motivo. Problema razzismo solo italiano? Succede ovunque. È una minoranza molto piccola, le persone che fanno o dicono qualcosa di razzista sono stupide, non sono istruite. È importante educare queste persone perché è davvero inaccettabile, è triste nel 2019. Penso che tutti stiano facendo molto qui, i club si stanno unendo. La campagna antirazzista della Serie A? Stupida e inappropriata» TuttoMercatoWeb.com

Darko LAZOVIĆ a L'Arena «Conoscevo già Verona. Con la mia famiglia abitiamo in centro e stiamo molto bene. Dopo la gara col Torino mi sono riposato ed ho avuto modo di fare qualche passeggiata. Posto magnifico. La gara col Torino? Dura, difficile. Loro ci hanno messo le corde tutto il primo tempo. Abbiamo mollato un po’ ed il Toro ci ha mangiato. Noi dobbiamo andare a mille per essere competitivi. Il gol di Parma? Bellissimo. Ero felicissimo. Mi ha dato grande gioia quella rete. Come mi trovo a giocare a sinistra? L’anno scorso ho giocato per un intero girone a sinistra. Non mi complica la vita essere lì. Penso di dare il mio contributo al gruppo. Ci sono tanti buoni giocatori in rosa ed essere impiegato molto dal mister è motivo di soddisfazione per me. Chi rischia di retrocedere? Il campionato è ancora lungo. Stanno correndo tutti. Noi dobbiamo pensare partita per partita. Per me si deciderà magari solo alla terzultima. Adesso c’è troppo equilibrio» HellasLive.it

Mister Alfredo AGLIETTI, artefice della miracolosa promozione in Serie A dell'HELLAS nella passata stagione, parla a 'Radio Sportiva' «Il Verona sta facendo ottime cose, anche nelle difficoltà veniva da due sconfitte e 3-0 col Torino ha raddrizzato una partita che a livello di entusiasmo diventa come una vittoria. È una squadra che sta bene fisicamente non molla mai: la lotta salvezza quest’anno sarà appassionante perché non c’è nessuna squadra che si stacca, il campionato è lungo tutte devono stare attente. Di Carmine? È esploso tardi, ha vissuto diverse stagioni in B un po’ nell’anonimato segnando pochi gol, con risultati personali e di squadra non eccelsi, si è consacrato nel Perugia dove ha trovato il suo ambiente e fatto tanti gol, l’anno scorso è stato molto importante per la nostra promozione con l’Hellas. Quest’anno è partito piano, è un ragazzo che si fa problemi e ha bisogno di sentire la fiducia totale da ambiente, allenatore e società. Se sente questo è un valore aggiunto viceversa rischia di incartarsi da solo, in serie A ci sta e ci sta bene» CalcioHellas.it


Mariusz STĘPIŃSKI a L'Arena «Siamo in tanti marcatori diversi ma anche un grande gruppo. Ci aiutiamo molto in campo e non solo. Abbiamo ripreso una partita che sembrava ormai finita. Quelli del Toro alla fine non ci credevano. Siamo rimasti uniti anche quando sembrava finita... La parata di Musso con l'Udinese? Non so come abbia fatto a prendermi quel colpo di testa. Da lì in poi qualcosa è successo. Noi attaccanti viviamo per il gol. È normale che quando non segni da tempo qualcosa può subentrare dentro te. Non è questione di impegno ma di altro. Comunque acqua passata. Adesso sono più tranquillo e sono convinto che se arriverà la chance di giocare, potrò segnare ancora. Tutti nel Verona possono fare gol perché è lo stesso nostro gioco che lo consente. A Ferrara con la Spal, il primo appuntamento. Pazzini? Da lui c’è solo da imparare. Mi ha detto di andare avanti ed è quello che fa ogni giocatore dell’Hellas. Inutile fermarsi sull’errore... Troppi gol subiti ultimamente? Abbiamo affrontato squadre molto forti e poi nel primo tempo col Toro siamo andati in difficoltà. Come ha detto il mister non possiamo giocare sotto ritmo. Dietro di noi corrono tutte. Penso però che a 38 punti ci si possa salvare. Facciamo così prima ne facciamo 40 di punti, meglio è…» CalcioHellas.it

...Lunga intervista del presidente SETTI a 'La Gazzetta dello Sport' «Cosa mi ha lasciato il 3-3 col Torino? La consapevolezza che se facciamo quello che sappiamo, possiamo combattere contro tutti. Domenica hanno fatto una cosa strepitosa. Recuperare 3 gol è stato un evento incredibile. Non posso che essere fiducioso. L’immagine di questo anno solare? Innanzitutto i pensieri di inizio 2019 perché non si vedeva una squadra che poteva dare ciò che avrebbe potuto. Sulla carta i valori erano di un livello, poi sul campo i fatti erano diversi. E quindi mille pensieri sul perché non riuscisse. A seguire l’immagine della gioia immensa nella serata del ritorno in A, un traguardo impensabile fino ad un certo punto. In quel momento ci siamo resi conto che invece avevamo lavorato bene, la squadra era sbocciata» TGGialloBlu.it

Il Team Manager MAZZOLA presenta la mini tournée in Tunisia «Lo staff ha valutato che tre settimane senza partite di un certo livello non fossero l’ideale per preparare al meglio la sfida con la Spal: è capitata quest’occasione e così abbiamo organizzato questa tournée. Dobbiamo ringraziare l’agenzia Gusta Trading - Football di Attilio Carducci e Massimo Tramontana, società specializzata nell’organizzazione di ritiri internazionali. Il Club Africain? La scelta dell’avversario del test-match è ricaduta su di loro perché sono una squadra di livello: oltre all’amichevole i ragazzi si alleneranno due volte al giorno sempre allo stadio di Radès» HellasVerona.it



LE ALTRE DI A +   -   =

2 a 1 della JUVENTUS Mercoledì a Genova sul campo della SAMP: CAPRARI aveva pareggiato l'iniziale gol dei bianconeri con DYBALA ma lo spettacolare gol di RONALDO, che si è arrampicato in cielo per andare a incornare il portiere blucerchiato, ha definitivamente fissato il punteggio.
Pesante ko interno anche per la FIORENTINA che al Franchi ha ceduto per 4 a 1 alla ROMA: Esonerato mister MONTELLA.
Seconda sconfitta consecutiva per il CAGLIARI che perde a Udine nei minuti finali per 2 a 1.
Dopo la sorprendente vittoria in rimonta della SPAL al Comunale di Torino contro il Toro scivola all'ultimo posto il GENOA che a San Siro contro l'INTER subisce un poker!
Pioggia di gol anche sul MILAN che ne prende addirittura 5 a Bergamo ad opera di un'ATALANTA scatenata.
Il BRESCIA esce dalla zona retrocessione per 92 minuti prima di essere ripresso dal gol di GRASSI per il PARMA.
BOLOGNA corsaro a LECCE anche se nel finale i salentini hanno riaperto la gara portandosi sul 2 a 3 con FARIAS.
Chiuderanno la 17esima giornata stasera SASSUOLO e NAPOLI mentre LAZIO-VERONA, sospesa per la partecipazione dei biancazzurri alla supercoppa italiana stasera contro la JUVE, verrà recuperata mercoledi 5 febbraio 2020 alle ore 20.45



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Già finito il matrimonio tra SALA e la SPAL, il diesse dei ferraresi scarica letteralmente l'ex esterno gialloblù 'Sala ultimamente non si sta allenando con la squadra, perché siamo convinti che tutti debbano essere dentro al progetto. Abbiamo visto qualche cosa di sbagliato, quindi da gennaio gli troveremo una collocazione diversa'. Il 31enne TIBONI riparte dalla Serie D calabrese con la PALMESE.
Ufficialità per il trasferimento di ESPOSITO al CORIGLIANO.

...QUANDO LA TOPPA È PEGGIO DEL BUCO: La Lega Calcio combatte (a parole e sui social almeno) il razzismo e non potrebbe essere altrimenti ma la nuova campagna con le tre scimmie è criticata da MILAN, ROMA e una buona parte di semplici tifosi che non condividono il messaggio che si sta cercando di trasmettere. Invece che affidarsi ad un artista (e al suo legittimo modo di interpretare il fenomeno) non era meglio investire quei soldi in qualcosa di più pratico e diretto tipo telecamere per individuare chiaramente i responsabili? Dopo la censura al 'Corriere dello Sport' e la registrazione audio (rubata) all'AD della Lega Calcio Luigi De Siervo, un'altra topica che il calcio italiano da al mondo proprio quando la nazionale sembra essere tornata ad ottimi livelli.

ESONERATO MONTELLA: Costa cara all'ormai ex tecnico della FIORENTINA il ko interno con la ROMA, il club viola ha infatti deciso l'esonero per 'dare un’immediata svolta positiva alla stagione in corso e la necessità di scendere in campo con serenità e grinta indispensabili per le partite future'...



RASSEGNA STAMPA +   -   =


RASSEGNA
L'Arena: "Caro Verona, richiudi la porta Troppe reti nelle ultime gare"
18.12.2019 12:00 di Enrico Brigi Twitter: @enrico_brigi
Fonte: L'Arena
Uno degli aspetti degni di maggior attenzione in questo momento in casa gialloblù è sicuramente quello che riguarda la difesa. Come ricorda oggi, infatti, il quotidiano "L'Arena" nelle ultime tre partite sono stati ben nove i palloni finiti nella rete difesa da Silvestri. Un dato, questo, da non sottovalutare, soprattutto tenendo conto i rimanenti 11 gol presi nelle precedenti tredici giornate. In ottica futura Setti e, in particolar modo, D'Amico hanno davanti un dato da non sottovalutare.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Media spettatori Serie A TIM, 17.583 presenze al Bentegodi
dicembre 21, 2019

È l’Inter la squadra del massimo campionato italiano a riscuotere il maggior numero di presenze allo stadio: 64.473 spettatori di media a San Siro per i nerazzurri di Conte. Secondo posto per il Milan (53.917) ed ultimo gradino del podio per la Juventus (39.740). Quindicesimo posto per l’Hellas Verona con 17.583 spettatori.

I gol dalla panchina, 2º posto per l’Hellas Verona
dicembre 20, 2019

La squadra che è riuscita a sfruttare di più i gol realizzati dai giocatori subentrati dalla panchina, nel campionario in corso, è l’Atalanta, con 8 gol. Secondo posto di questa speciale classifica per l’Hellas Verona (7), podio chiuso dalla Juventus (6). Ultimo posto per il Torino (1). Fonte: La Gazzetta dello Sport

Quindici giorni di riposo per Di Carmine
dicembre 17, 2019

Lo scatto pubblicato su Instagram dall’attaccante dell’Hellas Verona, Samuel Di Carmine, dopo l’operazione alla mano sinistra a seguito della frattura al dito medio.

Di Carmine dimesso questa mattina dall’ospedale
dicembre 17, 2019

L’intervento alla mano sinistra a cui si è sottoposto ieri a Negrar l’attaccante dell’Hellas Verona, Samuel Di Carmine, è perfettamente riuscito. Al gialloblù sono state applicate tre viti al dito medio della mano sinistra, fratturato in allenamento la settimana scorsa. Di Carmine, dimesso questa mattina dall’ospedale, toglierà i punti il 30 dicembre e solo allora potrà riprendere l’attività sportiva a pieno regime.

FONTE: HellasLive.it


NEWS
21 dicembre 2019 - 19:22
Annullamento dell’amichevole col Verona, i tifosi del Club Africain contestano la dirigenza
Raduni e proteste dei sostenitori della squadra di Tunisi dopo il caos che ha portato alla cancellazione del match

di Redazione Hellas1903

Proteste e contestazioni oggi a Tunisi da parte dei tifosi del Club Africain (foto assabahnews.tn) nei confronti della società per l’annullamento dell’amichevole col Verona, che oggi ha annunciato di restare in Italia dopo il caos creato ieri dalle compagnie aeree.
Come riporta assabahnews.tn molti sostenitori si sono radunati per chiedere le dimissioni della dirigenza dello storico club di Tunisi, seguito da centinaia di migliaia di appassionati (la pagina facebook conta 1 milione e 700 mila like).
I tifosi del Club Africain si sono resi protagonisti, circa un mese fa, di un gesto di grande attaccamento nei confronti della propria squadra. Infatti, secondo quanto riportato da BBC Sport, il club ha rischiato la bancarotta prima dell’intervento dei suoi sostenitori, che hanno raccolto quasi 450.000 dollari per la squadra della mezzaluna, che è in vita sin dal 1920.

NEWS
21 dicembre 2019 - 07:59
Caos aereo tunisino, ecco perché è saltato il ritiro del Verona. Al lavoro per salvare l’amichevole di domani
Il Club Africain: “Danneggiati da Jasmin Airwais, l’Hellas annuncerà oggi che la partita si giocherà”

di Redazione Hellas1903

Caos aereo totale. Questo il motivo dell’annullamento del mini-ritiro che il Verona avrebbe dovuto fare da ieri pomeriggio fino a lunedì in Tunisia.
Il Club Africain, col quale l’Hellas avrebbe dovuto misurarsi in amichevole domani, spiega i motivi del fallimento dell’evento, affidandosi a un lungo comunicato. Nel mirino la compagnia aerea Jasmin Airwais, che non ha avuto il permesso di volare sopra l’Italia. La società di calcio tunisina annuncia che oggi il Verona comunicherà che l’amichevole di domenica si farà, con i gialloblù che partirebbero il mattino dello stesso giorno, domani alle 8..

Questo il contenuto del comunicato del Club Africain diffuso nella tarda serata di ieri.

“Il Club Africain offre ai suoi fedeli tifosi le seguenti spiegazioni e legate alla partita con l’Hellas Verona:
1-Ha firmato un contratto con la compagnia airways “Jasmin Airways” per il trasporto della squadra Hellas Verona venerdì 20 dicembre 2019 da Verona in Tunisia. Questo contratto è stato concluso dalla Corte nazionale tunisino del turismo ontt.
2-la compagnia “Jasmin Airways” ci ha segnalato oggi di dover rispettare i suoi obblighi perché non ha ricevuto il permesso di volo in Italia.
3-la gestione del Club Africain non fa parte del regolamento logistico per evitare questo incidente chiamando la società Nouvelair che ha accettato e ha ricevuto una somma in più per la somma richiesta. (…) La società ha ha ottenuto i permessi di volare sopra il cielo italiano dopo un intervento della squadra Hellas Verona. Nouvelair si è ritirata all’ultimo minuto perché non ha trovato l’equipaggio disponibile per garantire il viaggio in questione nonostante il suo consenso preliminare.
Il Club Africain ha quindi chiesto di intervenire per risolvere questo problema e già promesso di garantire il viaggio di trasporto della squadra Hellas Verona domenica 22 dicembre 2019 alle 8 AM.
La società dell’Hellas Verona ha accettato di giocare la partita e lo annuncerà in una dichiarazione stampa sul suo sito ufficiale sabato 21 dicembre 2019 quando il piano aerea dalla compagnia aerea nazionale Tunisair.
6 Il Club Africain sta lavorando per il successo di questo evento nonostante gli eventi che sono successi che sono completamente fuori dalla sua portata.
Decide anche di presentare un caso civile contro la compagnia di Jasmin Airways per i suoi obblighi e chiedere il risarcimento per i danni materiali e morali”.

NEWS
17 dicembre 2019 - 13:24
Verona, i gol arrivano: prime conferme di un attacco in ascesa
Le tre reti messe a segno col Toro rappresentano un segnale positivo per il reparto offensivo

di Redazione Hellas1903
Getty Images

Dopo un avvio abbastanza statico dal punto di vista realizzativo, l’Hellas sembrerebbe aver trovato con meno difficoltà la via del gol.

La rimonta col Torino ha mostrato il carattere della squadra di Juric, ma la cosa più importante è data dalle tre marcature concretizzate. Perché i dati dicono che il Verona non segnava almeno tre gol in Serie A dal gennaio del 2018, partita vinta per 4-1 contro la Fiorentina.

Inoltre sono 6 gli incontri consecutivi in cui i gialloblù vanno a segno, per un totale di 11 reti. E l’aspetto più positivo è che finalmente si percepiscono segnali incoraggianti dagli attaccanti. Di Carmine si è sbloccato con il destro decisivo contro i Viola, siglando poi una doppietta all’Atalanta. Così come di grande importanza sono le recenti firme di Pazzini e Stepinski, entrambi a digiuno in Serie A da diverso tempo.

FONTE: Hellas1903.it


LA VERSIONE DI JASMIN AIRWAYS
Volo in Tunisia annullato perché non è stato pagato
22/12/2019 10:15
Dopo il comunicato del Club Africain, arriva anche la risposta della compagnia aerea "Jasmin Airways" sul mancato ritiro dell'Hellas in Tunisia.

"Molte informazioni totalmente errate circolano in merito al trasporto per via aerea della squadra di calcio dell'Hellas Verona - scrive in una nota la compagnia aerea - Jasmin Airways conferma che è stata consultata per garantire un volo in partenza dall’Italia verso Tunisi e che ha trasmesso in cambio un’offerta di prezzo agli organizzatori. Tuttavia, nessun contratto è stato firmato e nessun pagamento è stato riscosso dalla compagnia aerea entro i termini, il volo è stato quindi annullato".

Il comunicato si conclude: "La compagnia si stupisce quindi della posizione adottata dalla società Club Africain e delle accuse che ha portato senza prove e si riserva il diritto di agire per vie legali dopo la diffusione di false informazioni".

LE SPIEGAZIONI DEL CLUB AFRICAIN
Ecco perché è saltato il ritiro in Tunisia
21/12/2019 10:40
E’ saltato il ritiro del Verona in Tunisia. Il Club Africain, la squadra che doveva disputare l’amichevole con l’Hellas, ha spiegato le sue ragioni con un comunicato:

“E’ stato firmato un contratto con la compagnia aerea "Jasmin Airways" per il trasporto dell’Hellas, venerdì 20 dicembre, da Verona verso la Tunisia, con ritorno lunedì 23. Questo contratto è stato fatto dalla Corte nazionale tunisina del turismo ma la compagnia "Jasmin Airways" ci ha segnalato di non poter rispettare i suoi obblighi perché non ha ricevuto il permesso di volo in Italia”.

E poi annuncia: “Vogliamo garantire comunque il viaggio di trasporto dell’Hellas per la partita di domenica 22 dicembre".

La società tunisina si spinge anche oltre: “L'Hellas ha accettato di giocare la partita e lo annuncerà in una dichiarazione stampa sul suo sito ufficiale sabato 21 dicembre 2019”.

Ma dall'Hellas è arrivata subito la risposta con una comunicazione ufficiale: è confermato che la squadra si allenerà a Peschiera in questi giorni e tutto il ritiro in Tunisia, compresa l'amichevole, è stato annullato.

UN RIENTRO PREZIOSO
Dopo Badu si aspetta il ritorno di Bessa
18/12/2019 10:25
Durante la prima conferenza stampa del 3 luglio scorso Juric spiegò chiaramente quanto importante era per lui un giocatore come Daniel Bessa: "Io penso che Bessa sia uno dei pochi giocatori, assieme a Pazzini, di questa rosa che abbia dimostrato di poter giocare in serie A. Per cui la mia idea di Bessa è che dovrebbe rimanere perchè ci può dare una grossa mano. Poi è chiaro che se la società riceve un'offerta con tanti soldi, si vende e pensiamo poi a come sostituirlo".

Arrivò l'estate, il ritiro e i rapporti tra Juric e Bessa, complice il mercato, si raffreddarono moltissimo. "Non c'è una situazione chiara" disse Juric dopo l'amichevole con il Trabzonospor in cui Bessa venne escluso "non è completamente dentro. Non è colpa sua, ma se non sei dentro completamente non puoi stare a questi livelli".

Da quel momento in poi Juric mise ai margini della squadra Bessa in attesa che appunto la situazione di mercato si chiarisse. Bessa non partì, al Verona non arrivarono offerte, ma il giocatore italo brasiliano rimase vittima di un grave infortunio muscolare durante un allenamento. Era il 3 settembre, Bessa subì una "lesione dei muscoli adduttori (lungo e obliquo) della gamba destra". Uno "strappo" che per i calciatori spesso è peggio di una frattura. Infatti ancora adesso dopo 4 mesi dall'infortunio il giocatore è in fase di recupero. Piscina, palestra e un piano che si dovrebbe chiudere durante il mese di gennaio, quando anche Juric spera di riaverlo a disposizione. Un altro "acquisto" importante dopo quello di Badu che dovrebbe dare al Verona soluzioni interessanti sulla trequarti, grazie ad un calciatore che ha tra le due doti anche la finalizzazione. Per la salvezza serviranno sicuramente anche i gol di Bessa.

PARLA IL PRESIDENTE DEL VERONA
Setti: Io sono come Juric, sogno il Centro Sportivo
18/12/2019 09:06
“Cosa mi ha lasciato il 3-3 col Torino? La consapevolezza che se facciamo quello che sappiamo, possiamo combattere contro tutti. Domenica hanno fatto una cosa strepitosa. Recuperare 3 gol è stato un evento incredibile. Non posso che essere fiducioso. L’immagine di questo anno solare? Innanzitutto i pensieri di inizio 2019 perché non si vedeva una squadra che poteva dare ciò che avrebbe potuto. Sulla carta i valori erano di un livello, poi sul campo i fatti erano diversi. E quindi mille pensieri sul perché non riuscisse. A seguire l’immagine della gioia immensa nella serata del ritorno in A, un traguardo impensabile fino ad un certo punto. In quel momento ci siamo resi conto che invece avevamo lavorato bene, la squadra era sbocciata”. Così Maurizio Setti parla a La Gazzetta dello Sport.

“L’avvio del campionato mi lascia soddisfatto perché ci davano per morti prima di iniziare. Invece stiamo lavorando bene - ha continuato il presidente dell’Hellas - Utilizziamo la costanza, crediamo in certe idee. E lo dico riferendomi a ogni area del club, dal campo alla dirigenza. Io ed il ds D’Amico volevamo fare certe scelte, sia sotto il profilo del mister sia sotto quello della rosa. Tutti avrebbero dovuto avere nell’anima lo spirito di combattente e del sacrificio. Il popolo gialloblù apprezza questo approccio. Classifica buona ma corta? Siamo più o meno equidistanti dalla terzultima e dalla settima. L’obiettivo rimane la salvezza perché sappiamo che dobbiamo lottare per ogni centimetro”.

L’imprenditore carpigiano ha continuato: “Juric? A me piace Ivan, ha una filosofia di vita e di calcio molto dirette e pratiche. Io sono come lui, quindi in sintonia. Quando ci confrontiamo lo facciamo su un piano paritario. Più sorpreso dai punti o da bel gioco? Il giocare bene era un elemento che non mi sarei aspettato in Serie A perché nei precedenti quattro campionati avevo vissuto più difensivamente. Tanti ottimi giocatori come Amrabat, Kumbulla e Rrahmani? Merito di tutti, dai ragazzi alla parte tecnica. In primis D’Amico che li ha presi e Juric che li ha migliorati”.

Setti ha concluso: “Nuovo stadio? Il Comune ha votato per il pubblico interesse ed è già un fatto storico. La strada è ancora lunga, ma c’è un’idea davvero interessante alle spalle. Una città come Verona con un tifo come quello dell’Hellas penso che possa dare un vantaggio notevole alla squadra. Centro sportivo? È il mio cruccio, stiamo lavorando da tempo su varie aree e spero che in un futuro prossimo si concretizzi la possibilità di posare la prima pietra".

FONTE: TGGialloBlu.it


PESCHIERA: REPORT ALLENAMENTO
21/DICEMBRE/2019 - 18:50
Peschiera - Ha ripreso ad allenarsi, allo Sporting Center 'Paradiso', l'Hellas Verona. La squadra, nella giornata di oggi, si è ritrovata sia al mattino (per una sessione di forza in palestra) che al pomeriggio (riscaldamento, esercitazioni sul possesso palla e partita).


HELLAS VERONA FC - NOTA DEL CLUB
21/DICEMBRE/2019 - 10:45
Verona - Hellas Verona FC ribadisce quanto già comunicato nelle scorse ore, ovverosia che sono stati definitivamente annullati ritiro e amichevole in Tunisia per problemi organizzativi non riconducibili né addebitabili al Club gialloblù.
Hellas Verona FC chiarisce altresì di aver avuto contatti diretti esclusivamente con l’agenzia organizzatrice.
La squadra gialloblù si allenerà sino al 23 dicembre allo Sporting Center ‘Paradiso’ di Peschiera.

HELLAS VERONA FC - NOTA DEL CLUB
20/DICEMBRE/2019 - 21:30
Verona - Hellas Verona FC comunica - suo malgrado - che per problemi organizzativi, non riconducibili né addebitabili alla scrivente Società, sono stati annullati il programmato ritiro in Tunisia e l’annessa amichevole con il Club Africain di domenica 22 dicembre. La squadra gialloblù sopperirà al disagio, svolgendo sino a lunedì 23 dicembre le sedute di allenamento al centro sportivo ‘Paradiso’ di Peschiera.

COMUNICATO UFFICIALE: PRONUNCIAMENTO CORTE SPORTIVA D’APPELLO NAZIONALE FIGC
20/DICEMBRE/2019 - 18:00
Verona - La Corte Sportiva d’Appello Nazionale FIGC, in merito al ricorso presentato da Hellas Verona FC con l’avv. Stefano Fanini inerente la “chiusura per una giornata effettiva di gara, con decorrenza immediata, del settore Poltrone Est” ed all’espletato ulteriore supplemento di indagine richiesto alla Procura Federale, ha stabilito a seguito dell’udienza di discussione in data odierna che il reclamo è stato definitivamente parzialmente accolto e, per l’effetto, ha determinato la chiusura del solo settore 8 delle Poltrone Est dello Stadio Bentegodi concedendo altresì la sospensione condizionata della sanzione.

Hellas Verona FC accoglie con soddisfazione la decisione adottata dalla Corte Sportiva d’Appello Nazionale in seguito al reclamo proposto dal Club ed alle relative udienze di discussione, con cui ha riformato la decisione adottata dal Giudice Sportivo limitando, anziché all’intero Settore Poltrone Est, le chiusura al solo settore 8 dello stesso, con ulteriore concessione della sospensione condizionata per un anno di prova, annullando quindi la decorrenza immediata della sanzione.

«Riteniamo che in seguito alla nostra approfondita difesa sia stato di fatto riconosciuto il grande impegno e sacrificio di Hellas Verona nell’adottare le precauzioni necessarie per prevenire comportamenti di natura discriminatoria nonché successivamente ai fini dell’individuazione dei responsabili secondo quanto previsto dal Codice di Giustizia Sportiva - commenta l’Avvocato Stefano Fanini -. E’ una sospensiva che auspichiamo consentirà a tutti i tifosi dell’Hellas Verona di riflettere e responsabilizzarsi, essendo sempre ferma intenzione del Club continuare a combattere fermamente ogni episodio, anche se posto in atto da pochissimi, che sia manifestazione di qualsiasi forma di deprecabile intolleranza, collaborando con le Forze dell’Ordine e le Autorità preposte».

PRIMAVERA TIM CUP: CAGLIARI-HELLAS VERONA 1-6
18/DICEMBRE/2019 - 11:25
Assemini - Che partita, che finale di 2019 per la Primavera gialloblù. I ragazzi di mister Nicola Corrent si impongono sul Cagliari con un netto 6-1, conquistando i Quarti di finale di Primavera TIM Cup. La trasferta più lunga dell'anno porta al risultato più grande, più bello e forse meno prevedibile. L'Hellas apre le danze con Sane, che trova la sua seconda rete stagionale in Coppa Italia. Arriverà anche la terza, e sarà bellissima. Prima, però, Yeboah e Udogie allungano le distanze portando l'Hellas all'intervallo sul 3-0. Ad inizio ripresa Sane pesca il secondo palo con una conclusione a rientrare perfetta, ciliegina sulla torta di una prestazione da applausi. Il Cagliari si affida quindi alla panchina, senza però riuscire a contenere i ragazzi di Corrent che allungano al 16' su calcio di rigore col capitano, Lucas Felippe. A 20' dal termine Contini infila quindi il gol della bandiera per i padroni di casa, che vedono nuovamente la partita sfuggire di mano quando Amayah, anche lui dagli undici metri, infila Piga per il 6-1 finale. È festa negli spogliatoi per i gialloblù, che attendono ora il verdetto di Inter-Frosinone (prevista per le ore 14 di oggi pomeriggio, 18 dicembre) per capire quale avversario si presenterà ai Quarti di finale.


CAGLIARI-HELLAS VERONA 1-6
Marcatori: 8' pt e 5' st Sane, 15' pt Yeboah, 42' pt Udogie, 16' st Felippe (rig), 23' st Contini, 41' st Amayah (rig).

SECONDO TEMPO
47' Finisce qui! Un'Hellas strepitoso batte i Cagliari ad Assemini e vola ai Quarti di finale di Primavera TIM Cup! Gara splendida dei gialloblù, splendida!
46' Entriamo nel primo dei due minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Gialloblù ad un passo dai Quarti di finale!
41' GOL! 6-1 Hellas! Gioia anche per Amayah che non sbaglia dal dischetto!
40' Atterraro Udogie in area, arriva il secondo calcio di rigore per l'Hellas
39' Bruttissimo fallo di Conti su Amayah. Espulsione diretta per il numero 8 del Cagliari
37' Gialloblù concentrati ora a difendere il risultato, cercando di affondare negli spazi in contropiede
27' Completa i cambi anche mister Corrent. Dopo Turra, Amayah e Bracelli ecco Squarzoni e Jemal a sostenere i gialloblù in questa ripresa
23' GOL Contini non sbaglia davanti ad Aznar e infila il gol dell'1-5 per il Cagliari
16' GOL! Felippe dal dischetto non sbaglia! Il capitano col tocco sotto batte Piga e allunga nuovamente per i gialloblù. Grandissima gara quella giocata fin qui dai ragazzi di mister Corrent
15' Calcio di rigore per l'Hellas! Atterrato Pierobon in area
12' Grande avvio dei gialloblù anche in questa ripresa. Il Cagliari si affida ai cambi per tornare in partita, cinque le sostituzioni dei padroni di casa ad inizio secondo tempo
5' GOL! Cosa ha fatto Sane! L'attaccante gialloblù dal limite dell'area calcia col destro a giro sul secondo palo, trovando una traiettoria meravigliosa che non lascia scampo a Piga. 4-0, doppietta di Adama!
1' Partiti

PRIMO TEMPO
45' Si chiude qui la prima frazione di gioco. Grande primo tempo per i ragazzi di mister Nicola Corrent, cinici sotto porta ma allo stesso tempo accorti in difesa a respingere le inziative di un Cagliari propositivo
42' GOL! Allungano i gialloblù! Splendido servizio al centro di Calabrese che pesca Udogie, col numero 3 che di piatto spacca la porta da pochi passi
33' Gara vivace ad Assemini, con l'Hellas che nonostante il vantaggio gioca col baricentro molto alto, pressando nella metà campo avversaria sulla prima costruzione dei padroni di casa
26' Si riaffaccia in avanti il Cagliari. Manca va a staccare su calcio d'angolo sbattendo sulla traversa
15' GOL! Raddoppia l'Hellas con Yeboah, che di testa sul primo palo anticipa Piga per il gol del 2-0. Grande assist di Gresele, ma che avvio dei gialloblù!
13' Risponde il Cagliari con Cossu, che calcia fortissimo all'incrocio dei pali trovando un intervento spaziale di Aznar. Palla in angolo
8' GOL! La sblocca Sane, sempre Sane! La prima proiezione offensiva dei gialloblù manda in porta il numero 9, che salta un uomo e batte Piga per l'1-0
1' Partiti


CAGLIARI: Piga, Porru (dal 1' st Acella), Cancellieri (dal 1' st Ali), Iovu, Kanyamuna (dal 1' st Ladinetti), Cusumanu, Marigosu (dal 1' st Contini), Conti, Cossu, Desogus, Manca (dal 1' st Gagliano)
A disposizione: Ciocci, Atzeni, Boccia, Carboni, Fucci, Lombardi, Dore.
All.: Canzi.

HELLAS VERONA: Aznar, Gresele, Udogie, Esajas (dal 19' st Bracelli), Felippe (dal 26' st Squarzoni), Calabrese, Pierobon (dal 26' st Jemal), Brandi, Sane, Jocic (dal 12' st Turra), Yeboah (dal 19' st Amayah).
A disposizione: Ciezkowski, Bernardinello.
All.: Corrent.


Arbitro: Marchetti (sez. AIA Ostia Lido)
Assistenti: D'Ilario (sez. AIA Tivoli) e Iacovacci (sez. AIA Latina)

NOTE. Ammoniti: Porru, Gresele, Ladinetti, Sane, Aly.

ABILE E ARRUOLABILE: EMMANUEL BADU DI NUOVO IN GRUPPO!
16/DICEMBRE/2019 - 17:55
Verona – Hellas Verona FC è lieto di annunciare che - dopo le ultime, recenti visite specialistiche, brillantemente superate dal calciatore - Emmanuel Badu è abilitato a tornare ad allenarsi a pieno regime con la squadra gialloblù.

Bentornato Emma!

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Già finito il matrimonio tra SALA e la SPAL, il diesse dei ferraresi scarica letteralmente l'ex esterno gialloblù 'Sala ultimamente non si sta allenando con la squadra, perché siamo convinti che tutti debbano essere dentro al progetto. Abbiamo visto qualche cosa di sbagliato, quindi da gennaio gli troveremo una collocazione diversa'. Il 31enne TIBONI riparte dalla Serie D calabrese con la PALMESE.
Ufficialità per il trasferimento di ESPOSITO al CORIGLIANO.

...QUANDO LA TOPPA È PEGGIO DEL BUCO: La Lega Calcio combatte (a parole e sui social almeno) il razzismo e non potrebbe essere altrimenti ma la nuova campagna con le tre scimmie è criticata da MILAN, ROMA e una buona parte di semplici tifosi che non condividono il messaggio che si sta cercando di trasmettere. Invece che affidarsi ad un artista (e al suo legittimo modo di interpretare il fenomeno) non era meglio investire quei soldi in qualcosa di più pratico e diretto tipo telecamere per individuare chiaramente i responsabili? Dopo la censura al 'Corriere dello Sport' e la registrazione audio (rubata) all'AD della Lega Calcio Luigi De Siervo, un'altra topica che il calcio italiano da al mondo proprio quando la nazionale sembra essere tornata ad ottimi livelli.

ESONERATO MONTELLA: Costa cara all'ormai ex tecnico della FIORENTINA il ko interno con la ROMA, il club viola ha infatti deciso l'esonero per 'dare un’immediata svolta positiva alla stagione in corso e la necessità di scendere in campo con serenità e grinta indispensabili per le partite future'...

VEN DIC 20
Mercato, firma il forte centrocampista Gennaro Esposito

Prosegue mirata e cadenzata la campagna rafforzamento in casa Corigliano. Nelle ultime ore, infatti, è arrivata anche la firma dell’esperto centrocampista Gennaro Esposito. Nato a Napoli, classe 1985, Esposito vanta un curriculum di tutto rispetto: un passato nelle giovanili e la prima squadra dei partenopei, quindi in serie A col Siena, e in B con Napoli, Cesena e Hellas Verona. In C ha vestito le maglie di Torres, Juve Stabia, Gallipoli, la stessa H. Verona, Perugia, Salernitana, Venezia mentre in D ha giocato col Potenza e in Eccellenza con Casarano e Pomigliano. Un arrivo di spessore quello di Esposito che va a puntellare la zona nevralgica del campo nonché l’intero organico. Il neo calciatore biancoazzurro si è detto contento della sua nuova avventura e si è già aggregato al gruppo sostenendo i primi allenamenti col resto dei compagni. Esposito va ad unirsi agli arrivi di Colombatti, De Marco, Maniscalchi, La Gamba, Leonardi e Cenci. Non si escludono altri arrivi alla riapertura del mercato dei professionisti.

FONTE: CalcioCorigliano.com


ESCLUSIVA NOTIZIARIOCALCIO
La Palmese ha il suo nuovo attaccante: oggi l'ufficialità
14.12.2019 10:05 di Francesco Pizzoccheri
La Palmese vuole salire la china nel girone I di serie D. E per farlo, la società calabrese ha deciso di rinforzare il reparto avanzato con le prestazioni di Christian Tiboni, attaccante 31enne nato a Desenzano. Secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, la società neroverde ha già l'accordo con l'entourage del calciatore e, nel giro di qualche ora, arriverà anche la nota ufficiale del club.

Tiboni torna in serie D dopo aver totalizzato già quasi 100 gare nel massimo campionato dilettantistico, con le maglie di Padova, Piacenza, Reggina, Agropoli, Palazzolo e San Nicolò. Per lui presenze anche in serie A (Udinese e Atalanta), serie B (Ascoli) e serie C (Sassuolo, Hellas Verona, Foggia, Monza, Prato e Pergolettese).

FONTE: NotiziarioCalcio.com


_

L'arte può essere forte, ma siamo in totale disaccordo nell'utilizzare l'immagine delle scimmie come icona per la lotta al razzismo e siamo sorpresi dalla totale carenza di condivisione. @SerieA pic.twitter.com/SMCWi3y7He

— AC Milan (@acmilan) December 17, 2019


L’#ASRoma è molto sorpresa nel vedere oggi sui social delle scimmie dipinte su dei quadri in quella che sembra essere una campagna contro il razzismo della Serie A. Siamo consapevoli che la Lega voglia combattere il razzismo ma non crediamo che questo sia il modo giusto per farlo pic.twitter.com/F0XpfiGfSl

— AS Roma (@OfficialASRoma) December 16, 2019


SERIE A - 17 DICEMBRE 2019
Lega Serie A, la campagna contro il razzismo è un flop: criticati i quadri con tre scimmie
di F. Q. | 17 DICEMBRE 2019
Doveva essere una campagna per sensibilizzare contro il razzismo sui campi da calcio, e invece si è trasformata in un boomerang: le opere commissionate all’artista Simone Fugazzotto dalla Lega Serie A, che ritraggono tre scimmie con il volto dipinto di diversi colori, hanno attirato più critiche che consensi.

I quadri sono stati realizzati il 15 maggio durante la Finale di Tim Cup tra Lazio e Atalanta, e sono stati consegnati ieri per essere esposti all’ingresso della Sala Assemblea della Lega Serie A: l’amministratore delegato Luigi De Siervo ha spiegato che le opere sono la prima fase di un più ampio progetto sociale e culturale. Fugazzotto, artista famoso per le sue opere provocatorie, dipinge prevalentemente scimmie: in quest’opera i tre animali rappresentano tre diverse etnie, quella caucasica, quella orientale e quella africana. L’obiettivo era quello di testimoniare l’impegno contro ogni forma di discriminazione, ma usare una scimmia come simbolo di umanità e fratellanza, quando spesso viene evocata proprio come insulto razzista, è sembrato a molti un controsenso. L’A.S. Roma su Twitter ha dichiarato di essere rimasta “molto sorpresa” dai quadri: “Siamo consapevoli che la Lega voglia combattere il razzismo, ma non crediamo che questo sia il modo giusto per farlo”

Molti altri utenti sui social hanno espresso le loro perplessità di fronte all’opera, chi con sarcasmo, chi con indignazione. L’artista stesso ha voluto rispondere alle polemiche: “Dipingo solo scimmie, come metafore dell’essere umano. La teoria evolutiva dice questo. Da qui parte tutto. La scimmia come scintilla per insegnare a tutti che non c’è differenza. Perché non smettere di censurare la parola scimmia nel calcio, ma rigirare il concetto e affermare invece che alla fine siamo tutti scimmie? Perché se siamo essere umani, scimmie, anime reincarnate, energia o alieni chissenefrega, l’importante è sentire un concetto di eguaglianza e fratellanza“.

FONTE: IlFattoQuotidiano.it


SPORT
Calcio, campagna anti razzismo con scimmie: polemica sulla Lega Serie A
La Lega Serie A ha presentato una controversa opera a favore della sensibilità anti razzista


Di Daniele Riefolo - 16 Dicembre 2019
Gli ultimi episodi di razzismo nel calcio – che hanno visti protagonisti i tifosi del Verona e il Corriere dello Sport – sono solo gli ultimi di una lunga serie. In queste ore però la polemica è montata su un caso ancor più singolare: La campagna anti razzismo con scimmie della Lega Serie A.

Una singolare iniziativa che ha scatenato diversi malumori: L’iniziativa, lanciata nel mese di maggio in Coppa Italia, a visto vincere l’opera di Simone Fugazzotto. L’artista ha lanciato una campagna contro il razzismo con tre scimmie, che sul volto hanno dipinto un tratto del pallone della Serie A.

Le polemiche della campagna anti razzismo con scimmie
L’artista, noto per l’utilizzo delle scimmie nelle sue opere ha così presentato il suo progetto: “Dipingo solo le scimmie come metafora degli esseri umani. Riportiamo il concetto sui razzisti, poiché in origine siamo tutte scimmie. Quindi ho dipinto una scimmia occidentale, una scimmia asiatica e una scimmia nera” .

Il pezzo è stato presentato oggi alla stampa – malgrado l’iniziativa sia stata lanciata a maggio – sollevando subito opinioni sfavorevoli, soprattutto all’interno del mondo social dove l’opera ha attirato commenti del tutto negativi.

Se l’intento, seppur nobile, è quello di azzerare le differenze culturali, la metafora della scimmia è apparsa fuori luogo: come può essere un animale un livellatore di razze? sottolinea il popolo dei social.

La Lega Serie A non ha ancora espresso un opinione in merito – soprattutto per il timore di autogol a poche dalla presentazione dell’opera vincitrice. Ufficialmente il motivo è l’impegno nell’organizzazione della Supercoppa italiana a Riyahd il giorno 22 – dove si fronteggeranno Juventus e Lazio, rispettivamente campioni d’Italia e vincitrice della Coppa Italia.

La speranza, dopo i tanti tentativi falliti, è che la Lega Serie A possa finalmente porre fine al fenomeno del razzismo all’interno del calcio italiano, anche fuori dagli stadi.

FONTE: CiSiamo.info


SERIE A
La SPAL saluta Sala: "Da gennaio gli troveremo una collocazione"
Jacopo Sala è stato messo ai margini del progetto della SPAL, come conferma il direttore sportivo Vagnati: "Situazione che si trascina da giorni".

Redazione Goal Italia
Getty Images

L'avventura con la maglia della SPAL per Jacopo Sala è giunta già ai titoli di coda. Il laterale italiano era stato acquistato in estate per sostituire Lazzari ma l'ex Sampdoria non è per nulla riuscito nell'intento di non far rimpiangere l'attuale terzino della Lazio.

Come ha confermato il direttore sportivo della SPAL, Davide Vagnati, nel post-partita contro la Roma, da gennaio Jacopo Sala non farà più parte della rosa di Semplici.

"Abbiamo preso una decisione per quanto riguarda Sala che ultimamente non si sta allenando con la squadra, perché siamo convinti che tutti debbano essere dentro al progetto. Abbiamo visto qualche cosa di sbagliato, quindi da gennaio gli troveremo una collocazione diversa: sta dentro chi ci crede, altrimenti cambiamo perché vogliamo giocatori che abbiano fame e voglia. L’episodio di sabato c’entra nulla, è una situazione che si trascina da giorni”.

Parole secche e dure, che lasciano intuire qualche atteggiamento non proprio professionale da parte del giocatore, o comunque qualcosa che non è piaciuta né alla dirigenza spallina, né a Leonardo Semplici.

FONTE: Goal.com


VINCENZO MONTELLA NON È PIÙ L’ALLENATORE DELLA FIORENTINA
21/12/2019 11:22
ACF Fiorentina comunica di aver sollevato Vincenzo Montella dall’incarico di allenatore della Prima squadra.

La decisione del Club arriva al termine di una lunga e attenta analisi delle prestazioni e dei risultati ottenuti dalla squadra.

L’obiettivo di dare un’immediata svolta positiva alla stagione in corso e la necessità di scendere in campo con serenità e grinta indispensabili per le partite future, hanno spinto Proprietà e Dirigenza alla decisione di revocare l’incarico all’attuale allenatore.

La Fiorentina ringrazia Vincenzo Montella ed il suo staff per l’impegno e la serietà profusi in questi mesi e gli augura i migliori successi professionali per il prosieguo della sua carriera.

Il Club viola comunicherà, nei prossimi giorni, il nome del nuovo allenatore della Prima Squadra.

FONTE: IlFattoQuotidiano.it

Supporta il blog BONDOLA/=\SMARSA!

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


Borini si presenta

#BolognaVerona highlights


Archivio