Subscribe Us

Anteprima VERONA-ATALANTA: Chiuso finalmente il mercato è già ora di tornare in campo anche per i tifosi sospesi, come sempre, tra speranze e rimpianti... Squadre profondamente cambiate con l'HELLAS che perde bandiere come RAFAEL e HALLFREDSSON ma anche per gli orobici senza 'El Tanque' DENIS dopo più di 5 anni


#VeronaAtalanta +   -   =

Sulla carta gara sicuramente a portata dell'HELLAS quella che oppone i gialloblù all'ATALANTA nel turno infrassettimanale valevole per la 23esima giornata: Nei 17 precedenti al Binti in Serie A il VERONA è stato capace di imporsi per 7 volte contro le 4 degli avversari che alternano buone prestazioni (soprattutto fra le mura amiche) a gare scialbe come lo 0 a 0 ottenuto a Frosinone una decina di giorni fa.
Il mercato avrà ovviamente un impatto non indifferente sia da una parte che dall'altra visto che entrambe le compagini hanno perso 'pezzi da 90' come RAFAEL, HALLFREDSSON e SALA da una parte ed EL Tanque DENIS, MORALEZ e GRASSI dall'altra e li hanno sostituiti con altre pedine (sperabilmente) importanti come MARRONE, SAMIR, FURMAN, DIAMANTI, BORRIELLO, GAKPÈ e chi più ne ha più ne metta...
Chiuso finalmente il mercato è già ora di tornare in campo anche per i tifosi sospesi, come sempre, tra speranze e rimpianti.

La storia del match: La prima gara in massima serie tra VERONA e ATALANTA si giocònella stagione 1957-58 con i gialloblù che s'imposero con un secco 3 a 0 grazie alla doppietta di BAGNOLI e al gol di BASSETTI ma in seguito i nerazzurri della Dea si rivelarono ben più ostici per tutti gli anni '70 uscendo spesso dal Bentegodi con la vittoria in tasca o al massimo concedendo un punto.
Nemmeno nell'annata del tricolore l'HELLAS riusci a piegare gli orobici che risposero con la segnatura di PACIONE all'iniziale vantaggio griffato da BRUNI.
Dal 1986-87 i gialloblù tornarono a farsi valere grazie alla rimonta del 2 novembre 1986 con i gol di DI GENNARO e GALIA o alla vittoria sul fil di lana del 26 febbraio 1989 grazie a PACIONE che nel frattempo aveva cambiato casacca...
Venendo agli ultimissimi anni gli scaligeri hanno trionfato sia nel 2013-14 con un'altra esaltante remuntada ottenuta nei minuti finali grazie a GOMEZ e JORGINHO che nella passata stagione grazie all'unico gol in campionato di Javier Pedro SAVIOLA.


#BenvenutoLuca & #PowitanieDominik
Fischietto affidato al signor Marco Di Bello della sezione Aia di Brindisi.

QUI VERONA
Ancora fuori REBIĆ mentre MARRONE ha smaltito in velocità i sintomi influenzali e torna a disposizione così come SILIGARDI che ha superato i problemi muscolari e potrebbe partire dall'inizio al posto di JANKOVIĆ nel ballottaggio che include anche EMANUELSON sulle esterne dove WSZOŁEK sembra diventato ormai inamovibile.
In attacco si va verso il ritorno di PAZZINI in coppia con TONI.
In difesa potrebbe esordire GILBERTO visto che PISANO verà spostato sulla fascia mancina dove SOUPRAYEN rimarrà fuori a lungo dopo l'operazione alla caviglia.

Convocati
Portieri: 37. Coppola, 95. Gollini, 88. Marcone
Difensori: 6. Albertazzi, 22. Bianchetti, 5. Helander, 12. Gilberto, 18. Moras, 3. Pisano, 4. Samir
Centrocampisti: 28. Emanuelson, 14. Furman, 19. Greco, 23. Ionita, 8. Marrone, 2. Romulo, 13. Wszolek
Attaccanti: 93. Fares, 21. Gomez Taleb, 7. Jankovic, 11. Pazzini, 16. Siligardi, 9. Toni

Probabile formazione
4-4-2 con Gollini; Gilberto-Moras-Helander-Pisano; Wszolek-Marrone-Ionita-Emanuelson; Toni-Pazzini


QUI BERGAMO
Qualche problema per BELLINI e PALETTA che non hanno recuperato per la gara al Bentegodi di domani ma PINILLA e TOLOI sono rientrati appieno nel gruppo e risultano convocati.
Probabile 3-5-1-1 per mister REJA con DJIMSITI, MASIELLO e CHERUBIN in panchina, CONTI e DRAMÈ sulle esterne e spazio dal primo minuto in attacco per il nuovo arrivato BORRIELLO qualche metro avanti alla fantasia fornito dall'ottimo DIAMANTI che al momento appare in leggero vantaggio nel ballottaggio con GOMEZ.

Convocati
Bassi Davide (30), Borriello Marco (22), Brivio Davide (28), Cherubin Nicolo’ (33), Cigarini Luca (21), Conti Andrea (24), D’Alessandro Marco (7), De Roon Marten (15), Diamanti Alessandro (23), Djimsiti Berat (55), Drame’ Boukary (93), Freuler Remo (11), Gagliardini Roberto (4), Gakpé Serge (13), Gomez Alejandro (10), Kurtic Jasmin (27), Masiello Andrea (5), Migliaccio Giulio (8), Monachello Gaetano (45), Pinilla Mauricio (51), Radunovic Boris (1), Raimondi Cristian (77), Sportiello Marco (57), Toloi Rafael (3)

Probabile formazione
3-5-1-1 con Sportiello; Dijmsiti-Masiello-Cherubin-Conti-Cigarini-De Roon-Migliaccio-Dramè; Diamanti; Borriello.


[Commenta qui sotto o sulla pagina Facebook di BONDOLA/=\SMARSA, condividi a piè di pagina, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

DICONO +   -   =

Mister REJA tecnico dell'ATALANTA «Ho sentito quanto ha detto l'amico Gigi Delneri. Credono ancora nella salvezza e non faranno sconti a nessuno. Mi sembra giusto, hanno ancora delle possibilità e per questo dovremo fare molta attenzione perché troveremo un ambiente carico e, vedendo la prestazione di Torino, una squadra che sta bene in campo e sarà motivata, per parte nostra mi aspetto una prestazione di vigore dal punto di vista atletico ma anche qualche soluzione in più dal punto di vista tecnico. Noi stiamo rincorrendo la vittoria da un po' di tempo: tutti sappiamo che possiamo dare di più rispetto all'ultimo periodo, ma sento che stiamo chiudendo il cerchio e che il periodo di convalescenza è finito. Da 15 giorni la squadra sta lavorando bene e spero che i nuovi si integrino subito in modo da poterli utilizzare immediatamente. Sono soddisfatto per quanto fatto sul mercato, dal punto di vista tecnico secondo me siamo anche migliorati. Le premesse sono buone. Ora però mi piacerebbe ritornare a far vedere il calcio che eravamo abituati a vedere prima perché ha dato non solo la piacevolezza di venire allo stadio ai tifosi, ma anche i risultati. E io sono convinto che questa squadra abbia nelle sue corde un certo tipo di calcio. Tutte le squadre hanno un momento di calo, ma adesso spero che si cominci a vedere la vera Atalanta» Atalanta.it

Pierino FANNA sul mercato dell'HELLAS «E' un mercato che rispecchia la nostra situazione: spiace aver perso Sala, ma se avevano mercato era giusto farli partire. Lui, Hallfredsson su tutti, ma era giusto pensare ad un ricambio della rosa. E' giusto programmare il futuro, da adesso. La prossima stagione in B? Le speranze, da ex giocatore e da tifoso, non le abbandono. E' giusto ci siano, ma serve essere realisti e pensare anche al futuro. Chi mi incuriosisce di più tra Gilberto, Rebic, Emanuelson, Marrone, Furman, Samir? L'importante è che vengano giocatori con motivazioni e voglia di farsi vedere. E' una piazza dove, se si rendono conto che la società ha passato ed ambizioni, servono qualità e volontà» HellasVerona.it

MARRONE si presenta «Arrivo qui con grandi motivazioni. Io e l'Hellas Verona abbiamo gli stessi obiettivi, riscattarci dopo un inizio di stagione non esaltante. Voglio portare le mie qualità, il mister mi ha voluto e il direttore mi ha presentato un progetto interessante. Li ringrazio per la fiducia e per l'opportunità che mi hanno concesso, questo per me è un grande punto di partenza. L'impatto con il pubblico? Mi hanno parlato tutti bene della città, della società e della tifoseria. I tifosi ci sono sempre vicini, la curva è sempre piena e noi daremo tutto per onorare la maglia. Dovremo uscire dal campo esausti ma consapevoli di aver dato tutto» HellasVerona.it

FURMAN nuovo acquisto gialloblù «Le mie qualità? Sono un centrocampista centrale, più portato al gioco offensivo. Mi ispiro infatti a calciatori come Toni Kroos e Luka Modric, che giocano nel mio ruolo. La mia condizione fisica? Mi sono sempre allenato, soprattutto in un momento come questo, dove non conoscevo ancora bene quale sarebbe stato il mio futuro. Mi sento bene, non vedo l'ora di giocare e di scendere in campo. Ho fatto un allenamento con la squadra, sono a completa disposizione dell'allenatore e se il mister vuole io sono pronto» HellasVerona.it

Roberto BORDIN, ex vice di MANDORLINI su IONITA ed un suo eventuale inserimento al NAPOLI per Giugno «Ionita è una bravissima persona. Quando è arrivato, in silenzio, si è guadagnato il posto da titolare per l'impegno profuso in allenamento. È una mezzala moderna, bravo con i piedi, molto forte di testa, bravo negli inserimenti. In un ambiente come Napoli potrebbe integrarsi benissimo. Può crescere ancora tanto, mentalmente è molto ambizioso. È un ragazzo che vuole sfondare. Vice Hamsik? Lo slovacco è più offensivo. Ionita è più bravo ad inserirsi, ma non disdegna il tiro. È un centrocampista completo, può essere impiegato sia a destra che a sinistra» CalcioMercato.com


25 Gennaio 2015, 1 a 0 per l'HELLAS nell'ultimo VERONA-ATALANTA

LE ALTRE DI A +   -   =

GARDINI-INTER CI SIAMO! Secondo il TGGialloBlu.it sarebbe questione di ore l'addio del Diggì scaligero per approdare all'INTER nel medesimo ruolo, per quanto riguarda l'HELLAS non è escluso che il presidente SETTI prenda in mano tutto in prima persona...



RASSEGNA STAMPA +   -   =


Posta un commento

0 Commenti