#HellasWeeklyNews #Primiero2018: Inizia il ritiro gialloblù tra speranze e perplessità - Curva Sud: 'Società supponente, ha avvelenato il rapporto tra la città e l'Hellas Verona', Coordinamento CCHV: 'Presidente più fatti e meno chiacchiere!' - Presentate le nuove maglie Macron all'Hellas Store Arena tra qualche contestazione

Pubblicato da andrea smarso domenica 8 luglio 2018 15:39, vedi , , , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#HellasWeeklyNews +   -   =

#Primiero2018 ecco la lista dei convocati e dei tecnici del ritiro gialloblù. Cinque Primavera con la prima squadra, nessuna presentazione (nemmeno di tecnico e diesse) e lavoro in sordina: Non è detto sia un male! Meno chiacchiere e più fatti da un campionato che per l'HELLAS dovrà essere per forza di cose da protagonista dopo le scelleratezze della passata stagione ed una deriva più o meno confermata da SETTI nel segno della continuità...

Comunicato Curva Sud: Questa società, con i suoi atteggiamenti e la sua supponenza, ha avvelenato il rapporto tra la città e l’Hellas Verona

Comunicato Coordinamento Calcio Club Hellas Verona: Presidente metta da parte prese di posizione , atteggiamenti supponenti, o altro e inizi a vivere Verona… se si vuole ripartire insieme , il primo passo lo faccia Lei. Ma con i fatti e non con le “ciàcole”! Per sempre “W il Verona calcio e Verona città”!

Macron ha presentato le nuove maglie: Niente di particolarmente spettacolare (il bianco nei bordini non centra molto) ma sono maglie carine e soprattutto i colori (almeno della Home) sono più simili agli originali... Interessante anche l'idea del 115 sulla Third per ricordare il 115esimo anno di storia della squadra scaligera.

Singolare protesta all'apertura del nuovo Hellas Store, tifoso fa l'uomo-sandwich contro SETTI: Sul davanti la scritta Chi ha dignità non da soldi a Setti e sul dietro Io non sono complice di Setti


[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mimmo VOLPATI jolly dello scudetto all'Hellas Store Arena «Mi suscita preoccupazione lo scoramento diffuso nell’ambiente. La scorsa stagione, d’altronde, è stata disastrosa. Adesso bisogna riprendere e superare lo scollegamento che noto tra i tifosi e il Verona. Il pubblico è sempre stata una fondamentale risorsa per l’Hellas, spero torni a essere così presto. Anche Setti sa che questo è un problema che va superato, anche perché in città ci sono altre due squadre professionistiche, il Chievo in A e la Virtus in C: se si perde partecipazione nell’Hellas, possono crescere nel seguito, e sarebbe il Verona a perdere supporto. Serve essere uniti per raggiungere dei risultati. A cominciare, naturalmente, dal gruppo gialloblù, dallo spogliatoio, che deve essere composto da giocatore legati ai colori e alla maglia» Hellas1903.it

Matteo BIANCHETTI «Le nuove maglie? Sono veramente belle, hanno un buon tessuto e i colori sociali del Verona, sono contento per questo. La prossima stagione? Si riazzera e si riparte da capo, ce la metteremo tutta e daremo il massimo, la società sta facendo il meglio per la squadra prendendo calciatori che conoscono la categoria, noi dobbiamo metterci a disposizione. La voglia di rivincita sarà il nostro trampolino di lancio, dovremo integrare al meglio i giocatori nuovi e dimostrare che non siamo quelli dell'anno scorso, dando tutti di più. La Serie B? E' un campionato difficile, dove nessuno ti regala nulla. Dovremo affrontare tutte le partite come abbiamo fatto due anni fa» HellasVerona.it


Visite e test, comincia la nuova stagione

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Leo COLUCCI ripartirà dalla VIS PESARO, dopo le esperienze in Serie C con REGGIANA e PORDENONE l'ex centrocampista gialloblù sarebbe pronto a sedersi sulla panchina dei marchigiani. IONITA al CHIEVO c'è l'accordo col giocatore. Leandro GRECO alla CREMONESE, ritroverà MANDORLINI e GOMEZ...

SERIE B: Il neopromosso FOGGIA partirà con un pesantissimo fardello! -15 punti inflitti dal Tribunale Federale Nazionale 'per avere reimpiegato nell’attività gestionale e sportiva nel corso delle stagioni sportive 2015/2016 e 2016/2017 un importo monetario molto ingente, sia a mezzo di bonifici, sia a mezzo di denaro contante, proventi di attività illecite di evasione e/o elusione fiscale, alcune delle quali integranti anche reato'. Tre mesi di squalifica anche per mister DE ZERBI nel frattempo emigrato al SASSUOLO. CESENA cornuto e mazziato: Dopo il fallimento arriva anche la lettera di sfratto dallo stadio Mannuzzi...


Ecco il nuovo Hellas Store Arena

RASSEGNA STAMPA +   -   =
COMUNICATO CURVA SUD


COMUNICATO COORDINAMENTO CALCIO CLUB HELLAS VERONA


08 LUG 2018
NESSUN BAVAGLIO
Mai si era vista una stagione partire in questa modo. Il Verona scappa dalla città, dalla sua gente, dai media. Grosso e D’Amico, le scelte “contro tutti” del presidente Setti, non sono stati presentati. Nè loro, nè la squadra. All’inaugurazione delle nuove maglie, Telenuovo non è stata invitata. Evento privato, la giustificazione. Forse diamo fastidio. Togliamo il forse. Critichiamo come è giusto che sia. E diciamo bravi quando se lo meritano. Non è difficile da capire. Ma Setti ha la querela facile. Ne ha annunciate altre a giornalisti di questo gruppo, per banali motivi. Anche al sottoscritto. Vuole intimidirci, non ce la farà.

Il Verona ha fatto 25 punti nell’ultimo campionato, un disastro, il secondo nelle ultime due apparizioni. Dà fastidio che lo diciamo e lo ricordiamo. La polvere deve andare velocemente sotto il tappeto. Il tifoso è trattato come un essere decerebrato senza memoria. Dovevamo stare zitti, non farlo notare? Per quanto mi riguarda siamo stati anche troppo comprensivi, soprattutto quando Fusco e Pecchia ci raccontavano che avrebbero lottato fino alla fine. Il primo è scappato (o forse non se n’è mai andato…), il secondo si è disintegrato, intrappolato sotto le macerie della penosa squadra che gli avevano affidato e che lui aveva accettato di guidare raccontandoci che era la miglior squadra del mondo…

Invece di cambiare pagina il Verona scappa. Pubblicando foto di un Pazzini felice dopo gli strali che sono volati fino a qualche settimana fa. Come se niente fosse. Tra poco diranno che ci siamo inventati tutto. Pazzini trattato come soprammobile, cacciato al Levante e le dichiarazioni di Fusco e la risposta del Pazzo su Insta. Se Pazzini tornerà il leader che merita di essere e che speriamo che sia, questo aumenterà ancora di più le responsabilità di Setti per la gestione sciagurata del giocatore nell’ultima stagione. Non lo dimenticheremo per due foto sorridenti come altri stanno già tentando di fare dopo aver tirato bordate pilotate all’attaccante.

A Telenuovo abbiamo un unico padrone: il telespettatore e il lettore. Nella nostra televisione, nei nostri spazi non abbiamo mai fatto liste di proscrizione. Tutte le opinioni sono rappresentate. Anche quelle con cui non siamo d’accordo. Soprattutto quelle. Sfido qualcuno, anche dei miei colleghi a dire il contrario. Se qualcuno della società vuole confrontarsi con noi lo deve fare a viso aperto. Accettando le nostre regole: domande libere senza story board che arrivi dall’alto. Non abbiamo mai permesso che uno studio televisivo si tramutasse in una gogna mediatica. Ma nemmeno in un postribolo di leccaculi.

Mettiamo sempre la faccia, non siamo vigliacchi. L’editore è stato partner del Verona e in quel periodo il Verona ha sfiorato l’Europa League e ha portato a casa una salvezza super-tranquilla. Abbiamo trasmesso per primi (e mi risulta ancora oggi da soli) le partite della più bella squadra Primavera che il Verona abbia mai avuto. Abbiamo portato le amichevoli del Verona nelle case di tutti i veronesi gratuitamente. E al terzo anno di quell’accordo, pur partner, abbiamo criticato senza preclusioni quando il Verona naufragava (ed allora in molti considerano quelle critiche eccessive…). Non so quanti qui a Verona, in presenza di un accordo del genere, avrebbero fatto lo stesso. Lezioni di morale in questo senso non ne accettiamo.

Il Verona cresce solo se ci sono le critiche. Questo sfugge a Setti. La nostra opera di controllo è fondamentale. Alza l’asticella. Prendete le magliette. Come mai quest’anno la società dice che sono tornati i colori giusti (cit. Barresi)? Allora vuol dire che erano sbagliati prima… Eppure quando lo dicevamo davamo fastidio e se avessero potuto quegli stessi dirigenti che oggi dicono che erano sbagliati, ci avrebbero querelati o comunque zittiti. Perché quelle critiche davano fastidio.

Non staremo zitti. Ma tiferemo Verona, come sempre, perchè vogliamo troppo bene alla squadra della nostra città, in cui ci troviamo uniti a gioire per una vittoria e a piangere per una retrocessione. Tifare vuol dire anche criticare. Emozioni e delusioni che Setti, Righi, Barresi, D’Amico, Fusco non potranno mai capire.
Gianluca Vighini

02 LUG 2018
SCANDALIZZATEVI E SCONCERTATEVI…IN SILENZIO
Il redivivo (toh c’è) Barresi dice che loro sono “scandalizzati e sconcertati”. Oh finalmente un po’ di sana autocritica, mi son detto. Finalmente un po’ di umiltà e l’ammissione dell’ignominia: la vergognosa retrocessione a cui la città ha assistito impietrita e impotente. E invece no: scandalo (sic) e sconcerto (doppio sic) di Barresi sono per il taglio del paracadute da 25 a 20 milioni. Barresi, intendiamoci, che parla chiaramente come direttore operativo del Verona e non come consigliere di amministrazione del Mantova (da oggi in poi sarà sempre meglio specificare).

Mi chiedo solamente quanto sia opportuno (tralasciamo l’ineleganza), dopo una stagione così umiliante per i tifosi, esprimersi con cotanta isteria sul già di per sé controverso e discutibile paracadute. Mi chiedo se Setti & C. vivano sulla luna, su Marte o chissà dove per non rendersi conto del peso di certi lamenti nell’attuale contesto e momento storico: con l’ennesimo mercato che si preannuncia in spending review, nonostante il bilancio a posto (così ci hanno ripetuto alla noia), il paracadute (tagliato o meno comunque una cifra cospicua) e le ennesime plusvalenze milionarie. E dopo il (sorprendente) investimento di Setti nel Mantova, cartina di tornasole dell’ottimo stato di salute imprenditoriale di Mister Manila.

Non entro nel merito tecnico-legale sulla giustezza o meno del taglio. La società cercherà, dal suo punto di vista legittimamente, di far valere le proprie ragioni nelle sedi opportune. Qua si analizza la reazione mediatica della dirigenza: inopportuna e irrispettosa nello scenario attuale, con una piazza (essa sì) sconcertata per un Verona che non vede decollare, per un orizzonte sportivo chiaro-scuro e per alcune scelte societarie (il direttore sportivo) quantomeno ambigue.

Oggi come oggi tutto serve, per riavvicinare la piazza, tranne che gli alti lai della società sui soldi. Siete incazzati per la sforbiciata al paracadute? Fate quello che dovete fare, protestate, ricorrete, ma in silenzio, con discrezione. Tutto vogliamo tranne che sentirvi parlare di soldi.
Francesco Barana

FONTE: Blog.Telenuovo.it


Hellas Verona, Grosso convoca anche cinque Primavera per il ritiro

By Simone Negri
Lug 7, 2018
Linea verde in casa Hellas Verona
Comincia oggi la stagione dell’Hellas Verona, pronto a ripartire dalla Serie B con un nuovo tecnico al comando della rosa gialloblu. Gli scaligeri di mister Fabio Grosso stanno svolgendo il primo allenamento della nuova stagione nel ritiro di Primiero, dove lavoreranno da oggi fino al 22 luglio.

Nell’elenco dei convocati figurano anche cinque elementi della Primavera: si tratta del portiere Mattia Chiesa – uno dei volti nuovi in casa Verona -, del difensore Marash Kumbulla, dei centrocampisti Aleksejs Saveljevs e Andrea Danzi (attualmente impegnato con la Nazionale Under 19) e dell’attaccante Lubomir Tupta. In attesa di conoscere il futuro, i giovani del vivaio gialloblu stanno lavorando con il resto del gruppo della prima squadra.

FONTE: MondoPrimavera.it


Caro Grosso, allenali sui calci piazzati
By Redazione - 8 luglio 2018

Il Mondiale di calcio ha insegnato che i calci piazzati sono le principali fonti di gol del calcio moderno. Punizioni dirette o indirette, calci d’angolo, addirittura rimesse laterali lunghe: l’edizione 2018 del Mondiale ha visto pochissimi gol su azione e quasi tutti su gioco da fermo. In un campionato come quello di Serie B, con difese molto chiuse e non precisamente di alto livello, avere una squadra abile nel calcio piazzato potrebbe diventare un’arma in più. Anzi, nel calcio d’oggi, forse addirittura l’arma più importante. D.C.

FONTE: HellasNews.it


Contestato Setti
luglio 7, 2018

Momenti di tensione ieri pomeriggio all’esterno dell’Hellas Store Arena all’arrivo del presidente Maurizio Setti. Un gruppo di tifosi, come racconta La Gazzetta dello Sport, ha voluto esprimere al numero uno del club gialloblù il proprio disappunto.

FONTE: HellasLive.it


NEWS
07 luglio 2018 - 11:42
Il Verona cambia, la certezza rimane Mazzola
Team manager dal 2010, in gialloblù da giocatore per sette stagioni: Sandro c’è sempre

di Redazione Hellas1903

L’Hellas è stato ampiamente ribaltato per quanto riguarda i quadri tecnici. Una nuova rivoluzione per il Verona, ma con una certezza che rimane: Sandro Mazzola.
Il team manager resta saldamente nello staff gialloblù, confermatissimo.

Mazzola svolge questo ruolo dal 2010: quella si avvia a iniziare, quindi, è la sua nona stagione nell’organigramma dell’Hellas.
Una presenza che dà continuità e che è conosce nei minimi dettagli l’ambiente, anche per le sette annate vissute da giocatore con il Verona, dal 2000 al 2007.

Mazzola, centrocampista poi divenuto capitano dell’Hellas, in gialloblù ha giocato 216 partite segnando 4 gol, ma molte di più, ormai, le ha vissute della panchina del Verona, sempre al fianco dei diversi allenatori e calciatori che hanno vestito la maglia che è stata, a lungo, la sua.

NEWS
06 luglio 2018 - 16:42
Volpati e il Verona: “Fondamentale tornare a essere uniti”
La bandiera dell’Hellas: “Lo scoramento che percepisco deve essere superato”

di Redazione Hellas1903

Domenico Volpati, grande bandiera del Verona, presente allo Store dell’Hellas nel giorno in cui si è alzato il sipario sulle nuove maglie della squadra, parla delle vicende gialloblù.

Dice: “Mi suscita preoccupazione lo scoramento diffuso nell’ambiente. La scorsa stagione, d’altronde, è stata disastrosa. Adesso bisogna riprendere e superare lo scollegamento che noto tra i tifosi e il Verona. Il pubblico è sempre stata una fondamentale risorsa per l’Hellas, spero torni a essere così presto“.

Aggiunge Volpati: “Anche Setti sa che questo è un problema che va superato, anche perché in città ci sono altre due squadre professionistiche, il Chievo in A e la Virtus in C: se si perde partecipazione nell’Hellas, possono crescere nel seguito, e sarebbe il Verona a perdere supporto. Serve essere uniti per raggiungere dei risultati. A cominciare, naturalmente, dal gruppo gialloblù, dallo spogliatoio, che deve essere composto da giocatore legati ai colori e alla maglia“.

NEWS
06 luglio 2018 - 15:45
Protesta contro Setti: “Non diamogli soldi”
Un tifoso all’esterno dello Store espone un cartello per contestare il presidente dell’Hellas

di Redazione Hellas1903

Una protesta silenziosa, con l’esposizione di un cartello “fronte-retro”.
Un tifoso, all’esterno dello Store del Verona, nel giorno della presentazione delle nuove maglie gialloblù, ha contestato Maurizio Setti in questo modo.
Nella parte anteriore del cartello si legge la scritta “Chi ha dignità non dà soldi a Setti”, mentre dietro ce n’era un’altra: “Io non sono complice di Setti”.


FONTE: Hellas1903.it


SERIE B
Oggi giocherebbero così: Hellas Verona, Grosso per tornare in A
Non vengono presi in considerazione nei presenti focus Ascoli, Bari e Cesena a causa delle attuali vicende societarie in via di definizione

05.07.2018 15:33 di Luca Bargellini Twitter: @BargelliniLuca
Tornare subito in Serie A per dimostrare che quello della passata stagione è stato solo un passo falso. E' questo il progetto dell'Hellas Verona di Maurizio Setti che per riuscirci ha deciso di affidarsi a Fabio Grosso, tecnico che lo scorso anno ha sorpreso fin dalla sua prima esperienza fra i professionisti.

Chi è arrivato: Grosso si è portato Karamoko Cissè da Bari per dare all'attacco un punto di riferimento che già conosca le sue richieste sul fronte tattico. Almici dell'Atalanta rappresenta invece un tassello importante in sostituzione di Fares ceduto alla SPAL.

Chi potrebbe arrivare: Il terzo ritorno in prestito di Deian Boldor dal Bologna sembra quasi certo per la retroguardia, così come l'arrivo dal Cesena di Karim Laribi a centrocampo. Andrea Favilli e Antonio Di Gaudio sono i due sogni per l'attacco.

Acquisti:
Karamoko Cissé (definitivo dal Bari)
Alberto Almici (prestito dall'Atalanta)
Giampaolo Pazzini (rientro prestito dal Levante)
Riccardo Brosco (rientro prestito dal Carpi)
Pierluigi Cappelluzzo (rientro prestito dal Pescara)

Cessioni:
Vederico Viviani (definitivo alla SPAL)
Mohamed Fares (prestito alla SPAL)
Thomas Heurtaux (fine prestito all'Udinese)
Moise Kean (fine prestito alla Juventus)
Daniele Verde (fine prestito alla Roma)
Bruno Petkovic (fine prestito al Bologna)
Marcel Buchel (fine prestito all'Empoli)
Alex Ferrari (fine prestito al Bologna)
Rolando Aarons (fine prestito al Newcastle)
Alessio Cerci (svincolato)
Ferdinando Coppola (svincolato)

Probabile formazione: Sarà ancora 4-3-3 per gli scaligeri. Con esterni tecnici che supportino il centravanti titolare.

Hellas Verona (4-3-3): Nicolas; ALMICI, Caracciolo, Bianchetti, Suoprayen; Fossati, Zaccagni, Valoti; Matos, CISSE', Lee. Allenatore: Grosso.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


06.07.2018
Addio Nike, ecco le nuove divise del Verona

Dopo la fine della collaborazione con Nike (i cui risultati estetici -soprattutto nell'utilizzo dei colori- non hanno mai convinto i tifosi), per le divise da gara (già in vendita) il Verona per la stagione 2018/2019 si affida a Macron, azienda di abbigliamento e attrezzatura sportiva bolognese.
Maglie all'indirizzo della sobrietà, che sulla pagina Facebook dell'Hellas raccolgono prevalentemente consensi dai tifosi, anche se giudicate in alcuni casi «troppo semplici».
Manca per ora il main sponsor al centro della maglia.

I DETTAGLI (leggi QUI il pdf con la presentazione integrale delle divise)
La maglia «Home» è blu con collo a polo con dettagli gialli nel fondo maglia e nei bordi manica. La parte anteriore presenta un disegno rigato, tono su tono, leggermente in rilievo. Sul petto, a destra, il logo Macron. A sinistra, lato cuore, lo stemma dell’Hellas Verona. Il backneck è personalizzato con un’etichetta blu con stemma del club e la scritta PER SEMPRE GIALLOBLU. Sul retro, sotto al colletto, la scritta VERONA in giallo. Completano il kit casalingo Shorts bianchi con bordo coscia gialloblu e calzettoni blu con due righe orizzontali e centrali bianco e giallo e scritta VERONA.

La versione «Away» è bianca con bordi manica e fondo maglia con righe gialloblu. Blu è anche il collo alla coreana, mentre l’interno è giallo con il backneck personalizzato dall’etichetta con scritta PER SEMPRE GIALLOBLU. Sul retro, sotto al collo, la scritta VERONA. Il kit è completato da shorts blu con bordo coscia bianco giallo e calzettoni bianchi con al centro la scritta VERONA e due righe orizzontali gialloblu.

Per la maglia «Third», la scelta è ricaduta sul total black. Il collo è alla coreana e il backneck personalizzato. Loghi e scritte sono in color oro: sul petto a destra il logo Macron, a sinistra il dettaglio del logo del Verona, con il profilo dei due mastini al fianco della scala. Sullo sfondo, in grafica embossata, il numero 115 che rappresenta gli anni di storia del Club. Sul retro, sotto al collo, la scritta VERONA, sempre in oro. Neri anche gli shorts e i calzettoni, questi ultimi con riga dorata al centro.

06.07.2018
Allenatori rampanti La Verona del pallone guarda già al futuro
Linea verde in panchina. Hellas e Chievo vanno a braccetto, almeno nelle scelte degli allenatori. Giovani, anagraficamente ma soprattutto come esperienza nel massimo campionato italiano o nel torneo cadetto. Fiducia al nuovo corso insomma, sulle sponde dell’Adige ma anche in buona parte dell’Italia del pallone: soprattutto in Serie B, dove quasi la metà dei prossimi allenatori hanno nessuna, una o due stagioni annata alle spalle nelle due massime competizioni tricolori. Si cerca di andare più sul sicuro in Serie A, dove comunque quasi un terzo delle società ha deciso di affidarsi a tecnici che hanno meno di due stagioni alle spalle tra A e B.

[...]

COLPO GROSSO. Qualche dubbio in più l’ha avuto dall’altra parte dell’Adige il presidente del Verona Maurizio Setti, soprattutto dopo un campionato vissuto sempre in grande difficoltà e chiuso con una retrocessione che fa ancora male. Il pensiero di puntare su un tecnico navigato è comunque rimasto per settimane, con i vertici gialloblù pronti a vagliare soluzioni di mister esperti della categoria come Giuseppe Iachini o come Davide Nicola, più giovane del collega ma comunque con diverse stagioni tra A e B alle spalle. Le incognite di puntare su un allenatore giovane, anagraficamente ma soprattutto come esperienza in panchina, sono state spazzate via anche grazie al lavoro di Tony D’Amico, che ha sponsorizzato l’arrivo di Fabio Grosso nonostante i dubbi di un ambiente che probabilmente sperava in una scelta diversa. Perchè se da un lato l’ex terzino campione del mondo ha lavorato a lungo nel settore giovanile di un club come la Juventus convincendo molti degli addetti ai lavori, dall’altra la sua carriera nei massimi campionati professionisti italiani conta soltanto lo scorso torneo cadetto con il Bari, sconfitto dal Cittadella al primo turno dei playoff. Una scommessa da vincere per i dirigenti gialloblù, un azzardo per molti tifosi che restano scettici e che Grosso dovrà provare a convincere fin dall’inizio.

PANCHINE GIOVANI. Con l’Hellas che però è in buona compagnia nel campionato di Serie B, dove ben nove formazioni su 22 hanno deciso di dare fiducia ad allenatori con due o meno campionati di A e B alle spalle: hanno scelto degli esordienti assoluti Avellino, Brescia, Carpi e pure il Livorno, che avranno in panchina i vari Michele Marcolini, David Suazo, Marcello Chezzi e Andrea Sottil, che finora mai erano stati protagonisti come allenatori nel torneo cadetto. Carriera ancora fresca pure per Alessandro Nesta, subentrato sulla panchina del Perugia a maggio ed eliminato al primo turno dei playoff ma comunque confermato per il 2018-2019, e per Fabio Liverani che riportato il Lecce in Serie B, Stefano Vecchi scelto dal Venezia dopo i successi con la Primavera dell’Inter, e Roberto Venturato, tra i tecnici più apprezzati della cadetteria con il suo Cittadella, accostato anche all’Hellas assieme al direttore sportivo dei padovani Stefano Marchetti.
Luca Mazzara

FONTE: LArena.it


#PRIMIERO2018 - DAY 2: SEDUTA POMERIGGIO
08/LUGLIO/2018 - 19:45

Primiero (Trento) - Secondo allenamento della giornata a Primiero per i gialloblù sul campo di Mezzano. Dopo un riscaldamento iniziale, tanto lavoro con la palla per la squadra, prima di procedere con una serie di esercitazioni sul possesso e una partitella in chiusura di allenamento.

#PRIMIERO2018 #DAY2: SEDUTA MATTINO
08/LUGLIO/2018 - 12:40
Primiero (Trento) - Si entra nel vivo del ritiro di #Primiero2018, con la squadra che in mattinata è scesa sul campo per la prima delle due sedute giornaliere previste. Lavoro senza palla per il gruppo a disposizione di mister Fabio Grosso, con i gialloblù che hanno svolto riscaldamento, mobilità articolare ed esercitazioni propriocettive.

#PRIMIERO2018 - DAY 1: LA PRIMA GIORNATA IN RITIRO DEI GIALLOBLÙ
07/LUGLIO/2018 - 19:40

Primiero - E' ufficialmente iniziato il ritiro di #Primiero2018 dell'Hellas Verona, che nella mattinata di oggi è partito da Peschiera alla volta del Trentino, per raggiungere i luoghi che per il secondo anno ospiteranno la preparazione estiva dei gialloblù. Alle 12.20 circa l'arrivo all'Hotel Luis, con la sistemazione nelle camere e i primi momenti tutti insieme per squadra e staff, guidati da mister Fabio Grosso.

Lo stesso Grosso, nel pomeriggio, insieme al preparatore atletico Stefano Cellio, ha guidato la sua prima seduta da allenatore dell'Hellas Verona, con i calciatori gialloblù che si sono dedicati principalmente alle esercitazioni tecniche, oltre che al lavoro atletico e con la palla.

CONVOCATI #PRIMIERO2018 E STAFF TECNICO STAGIONE 2018/19
07/LUGLIO/2018 - 10:15
Verona - Di seguito l'elenco dei convocati per il ritiro di #Primiero2018, in programma da sabato 7 a domenica 22 luglio. La squadra, agli ordini di mister Fabio Grosso, è già partita alla volta della località, dove nel pomeriggio si svolgerà il primo allenamento della stagione. Si è unito ai nuovi compagni anche l'ultimo arrivato in casa gialloblù Samuel Gustafson, così come il portiere classe 2000 Mattia Chiesa.

#PRIMIERO2018 - CONVOCATI
Almici Alberto
Andrade Nicolas
Bearzotti Enrico
Bianchetti Matteo
Boldor Deian
Brosco Riccardo
Calvano Simone
Cappelluzzo Pierluigi
Caracciolo Antonio
Cherubin Nicolò
Chiesa Mattia
Cissè Karamoko
Danzi Andrea**
Felicioli Gian Filippo
Ferrari Lorenzo
Fossati Marco
Gonzalez Alejandro*
Gustafson Samuel
Kumbulla Marash
Laribi Karim***
Lee Seung-woo*
Matos Ryder
Pazzini Giampaolo
Saveljevs Aleksejs
Silvestri Marco
Souprayen Samuel
Tupta Lubomir
Zaccagni Mattia

*Raggiungeranno la squadra successivamente
**Impegnato con la Nazionale Under 19
***Il calciatore raggiungerà comunque il ritiro di Primiero in attesa dell'esecutività del trasferimento

L'Hellas Verona FC comunica inoltre lo staff tecnico e medico per la stagione sportiva 2018/19.

Allenatore: Fabio Grosso
Allenatore in seconda: Mauro Carretta
Team Manager: Sandro Mazzola
Collaboratore tecnico: Stefano Raponi
Collaboratore tecnico: Stefano Petrini
Preparatore dei portieri: Massimo Cataldi
Preparatore atletico: Stefano Cellio
Preparatore atletico e recupero infortuni: Riccardo Ragnacci
Match analyst: Guido Didona

Magazziniere: Tomas Bodini
Magazziniere: Zeno Sabaini

STAFF MEDICO
Responsabile sanitario: Dario Donato
Medico addetto alla prima squadra: Emanuele Brotto
Consulente medico: Paolo Righi
Fisioterapista: Umberto Improta
Massofisioterapista: Mattia Todeschini
Fisioterapista: Marius Udrescu
Fisioterapista: Yuri Tabarelli

ECCO IL NUOVO HELLAS STORE ARENA
06/LUGLIO/2018 - 18:15

Verona - Riaperto l'Hellas Store Arena di via Cattaneo, nel cuore di Verona. Presentata la nuova collezione firmata Macron con le maglie per la stagione 2018/19, i prodotti ufficiali gialloblù e tanto altro, in una giornata che ha visto la partecipazione di una delegazione composta dai calciatori della prima squadra, insieme agli Ex Gialloblù e ambasciatori Sergio Guidotti e Antonio Terracciano oltre a Franco Bergamaschi, Luigi Sacchetti e Domenico Volpati. Spazio anche ai partner, come Macron, Air Dolomiti e Sartori Vini, e ai rugbisti della nazionale italiana (sponsorizzata proprio da Macron) Ian McKinley e Angelo Esposito.

Queste le dichiarazioni del direttore operativo dell'Hellas Verona, Francesco Barresi: «E' uno store che riserva tante piccole attenzioni per quella che è la storia della città di Verona e per lo Scudetto vinto. Tutto quello che c'è è creato grazie alla sinergia tra il nostro Club e Macron, partner che ha sposato il nostro progetto». Sulla stessa linea Marco Sorosina, responsabile commerciale gialloblù, che si focalizza sui partner presenti sulle nuove maglie: «Abbiamo avuto il piacere di ospitare un partner nuovo e importantissimo come Air Dolomiti, che comparirà sulle maglie home e away nella funzione di Co-Jersey Sponsor, mentre ci fa piacere che un'azienda storica come Sartori Vini sia presente sulla terza maglia, quella celebrativa».

BIANCHETTI: «C'È VOGLIA DI RIPARTIRE, DANDO TUTTI IL MASSIMO»
06/LUGLIO/2018 - 17:20

Verona - Le parole del difensore gialloblù Matteo Bianchetti, intervenuto a durante l'evento di riapertura dell'Hellas Store Arena: «Le nuove maglie? Sono veramente belle, hanno un buon tessuto e i colori sociali del Verona, sono contento per questo. La prossima stagione? Si riazzera e si riparte da capo, ce la metteremo tutta e daremo il massimo, la società sta facendo il meglio per la squadra prendendo calciatori che conoscono la categoria, noi dobbiamo metterci a disposizione. La voglia di rivincita sarà il nostro trampolino di lancio, dovremo integrare al meglio i giocatori nuovi e dimostrare che non siamo quelli dell'anno scorso, dando tutti di più. La Serie B? E' un campionato difficile, dove nessuno ti regala nulla. Dovremo affrontare tutte le partite come abbiamo fatto due anni fa»


Verona - Passione, storia, tradizione: il Verona. Questi i tre valori che hanno guidato l'Hellas Verona FC e l'ufficio stile di Macron per creare la prima Collezione Gara 2018/19 firmata dall'azienda italiana per il Club gialloblù. Tre maglie innovative ma allo stesso tempo di grande impatto e valore storico. Tre maglie, Home, Away e Third, che hanno in ogni versione un particolare dettaglio di design che le rende uniche ed esclusive. In particolare, la maglia Third è dedicata ai 115 anni di storia dell’Hellas, a rendere omaggio all'epopea di uno dei Club più antichi e gloriosi del panorama calcistico italiano.

COLLEZIONE GARA 2018/19 - COMUNICATO STAMPA

HOME
La Home è blu con collo a polo con dettagli gialli nel fondo maglia e nei bordi manica. La parte anteriore presenta un disegno rigato, tono su tono, leggermente in rilievo. Sul petto, a destra, il logo Macron. A sinistra, lato cuore, lo stemma dell’Hellas Verona. Il backneck è personalizzato con un’etichetta blu con stemma del club e la scritta PER SEMPRE GIALLOBLU. Sul retro, sotto al colletto, la scritta VERONA in giallo. Completano il kit casalingo Shorts bianchi con bordo coscia gialloblu e calzettoni blu con due righe orizzontali e centrali bianco e giallo e scritta VERONA. La vestibilità è Slim Fit e la presenza di inserti in micromesh assicurano una perfetta traspirabilità.


AWAY
Il tessuto jaquardato caratterizza la versione Away, che è bianca con bordi manica e fondo maglia con righe gialloblu. Blu è anche il collo alla coreana, mentre l’interno è giallo con il backneck personalizzato dall’etichetta con scritta PER SEMPRE GIALLOBLU. Sul retro, sotto al collo, la scritta VERONA. Il kit è completato da shorts blu con bordo coscia bianco giallo e calzettoni bianchi con al centro la scritta VERONA e due righe orizzontali gialloblu.


THIRD
Infine, per quanto riguarda la maglia Third, la scelta è ricaduta sul total black. Il collo è alla coreana e il backneck personalizzato. Loghi e scritte sono in color oro: sul petto a destra il logo Macron, a sinistra il dettaglio del logo del Verona, con il profilo dei due mastini al fianco della scala. Sullo sfondo, in grafica embossata, il numero 115 che rappresenta gli anni di storia del Club. Sul retro, sotto al collo, la scritta VERONA, sempre in oro. Neri anche gli shorts e i calzettoni, questi ultimi con riga dorata al centro.


Ricerca stilistica, rispetto della storia e della tradizione della squadra sono gli ingredienti che hanno consentito di realizzare una collezione di grande impatto emozionale oltre che qualitativamente e tecnicamente eccezionale. Maglie che i tifosi gialloblù potranno indossare con la passione e il senso di appartenenza che da sempre li contraddistingue, per accompagnare la squadra sia nelle partite casalinghe, sia fuori dalle mura del Bentegodi.

COLLEZIONE GARA 2018/19 - IMMAGINI HD

#PRIMIERO2018: L'11 E IL 14 LUGLIO LE AMICHEVOLI CONTRO US PRIMIERO E LA FIORITA
04/LUGLIO/2018 - 18:30
Verona - Fissate due amichevoli a Mezzano per il ritiro di #Primiero2018. Prima uscita in programma mercoledì 11 luglio (ore 17.30) contro la formazione locale dell'US Primiero, mentre sabato 14 luglio, sempre alla stessa ora, il Verona sfiderà La Fiorita di San Marino. Dopo il terzo test match di mercoledì 18 luglio a Moena contro la Fiorentina, i gialloblù saranno impegnati in un'ultima amichevole nella giornata di sabato 21 luglio, sempre a Mezzano (orario e avversario da definire).

I prezzi dei tagliandi per le amichevoli di Mezzano saranno comunicati successivamente.

TRA VISITE MEDICHE E TEST FISICI, AL VIA LA STAGIONE 2018/19
04/LUGLIO/2018 - 19:10

Verona - Sono iniziate le visite mediche dei calciatori dell'Hellas Verona, in vista della stagione 2018/19. Test fisici e controlli di routine, un passaggio fondamentale prima della partenza per il ritiro, dove si costruiscono le basi della preparazione fisica dell'intero campionato. Visite che si stanno suddividendo, secondo le diverse competenze, tra il Centro Polifunzionale 'Don Calabria' e il centro Isokinetic di Verona. Quest'ultimo è infatti lo Sport Medicine Partner dell'Hellas Verona, realtà da molto tempo a fianco del Club, istituto specializzato nei test e nel recupero dagli infortuni, dove da oggi e fino a venerdì si alterneranno tutti i calciatori gialloblù.

Completate le visite mediche, è in programma per la mattinata di sabato 7 luglio la partenza per il ritiro di #Primiero2018, dove nel pomeriggio si svolgerà il primo allenamento della stagione, sul campo di Mezzano.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Leo COLUCCI ripartirà dalla VIS PESARO, dopo le esperienze in Serie C con REGGIANA e PORDENONE l'ex centrocampista gialloblù sarebbe pronto a sedersi sulla panchina dei marchigiani. IONITA al CHIEVO c'è l'accordo col giocatore. Leandro GRECO alla CREMONESE, ritroverà MANDORLINI e GOMEZ...

SERIE B: Il neopromosso FOGGIA partirà con un pesantissimo fardello! -15 punti inflitti dal Tribunale Federale Nazionale 'per avere reimpiegato nell’attività gestionale e sportiva nel corso delle stagioni sportive 2015/2016 e 2016/2017 un importo monetario molto ingente, sia a mezzo di bonifici, sia a mezzo di denaro contante, proventi di attività illecite di evasione e/o elusione fiscale, alcune delle quali integranti anche reato'. Tre mesi di squalifica anche per mister DE ZERBI nel frattempo emigrato al SASSUOLO. CESENA cornuto e mazziato: Dopo il fallimento arriva anche la lettera di sfratto dallo stadio Mannuzzi...

SERIE A
Chievo, Ionita ancora in attesa: c'è l'accordo di massima col giocatore
05.07.2018 17:42 di Tommaso Bonan
Il Chievo si raduna quest'oggi al Centro Atlante, dove - sottolinea il Corriere di Verona - si noterà l’assenza del naturale sostituto di Castro, o almeno il tassello del Cagliari che il Chievo ha individuato per tamponare la cessione dell’argentino ai sardi: leggi Ionita, col quale c’è un accordo di massima, lui che però ha prolungato le ferie per motivi familiari e quindi ancora non ha firmato con i gialloblù. Gialloblù cui servono almeno un difensore centrale e un terzino, se guardiamo alla difesa: lì, in fascia sinistra, oltre a Letizia, Milic e Molinaro, ecco l’ipotesi Federico Peluso.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


EX VERONA
06 luglio 2018 - 12:40
Ex gialloblù, Greco alla Cremonese
Il centrocampista lascia il Bari e si trasferisce in Lombardia

di Redazione Hellas1903

Leandro Greco, ex giocatore del Verona, non è più un giocatore del Bari.
La società pugliese, infatti, ha comunicato di aver ceduto i diritti sportivi del centrocampista, a titolo definitivo, alla Cremonese.
Greco ha totalizzato 94 presenza con la maglia gialloblù, segnando 4 reti.

EX VERONA
05 luglio 2018 - 12:45
Ex Verona, Colucci nuovo tecnico della Vis Pesaro
L’allenatore riparte dalla Serie C

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi
Leonardo Colucci

La Vis Pesaro, squadra che parteciperà al prossimo campionato di Serie C, ha comunicato di aver trovato il nuovo allenatore.
La scelta è ricaduta su Leonardo Colucci, ex gialloblù, a cui è stata affidata la guida tecnica della prima squadra, tornata tra i professionisti dopo tredici anni tra i dilettanti.
Il tecnico è reduce dall’esperienza a Pordenone, conclusa bruscamente con l’esonero dopo 29 gare a causa di un periodo di risultati negativi per la squadra.
Colucci ha giocato con la maglia del Verona dal 1996 al 2002, segnando 10 gol in 147 partite.

FONTE: Hellas1903.it


Cesena, dal Comune avviso sfratto stadio Manuzzi
luglio 2, 2018

Nuova tegola per il Cesena Calcio sempre più vicino al fallimento: nella tarda mattinata, con una nota inviata tramite posta certificata, il Comune della città romagnola ha informato il club dell’avvio del procedimento per la decadenza del contratto di concessione dello Stadio comunale ‘Dino Manuzzì’ e dell’impianto sportivo di Villa Silvia, alla luce delle numerose e gravi inadempienze della società bianconera. Alla base della decisione del Comune, il fatto che l’Ac Cesena non ha rinnovato la polizza fideiussoria a garanzia degli obblighi contrattuali legati alla concessione dei due impianti, dell’importo di 255mila euro, richiesta da Palazzo Albornoz come tutela. Ad aggravare il quadro, c’è il fatto che l’Ac Cesena non ha rinnovato neppure l’assicurazione su Stadio e Villa Silvia, scaduta il 15 maggio. Al Cesena Calcio viene, comunque, concesso un periodo di 15 giorni per sistemare la propria posizione. Fonte: ANSA

Serie B, 15 punti di penalità per il Foggia nella stagione 2018/19
luglio 2, 2018

Il Foggia resta in Serie B. Ma con 15 punti di penalizzazione. “Il Tribunale Federale Nazionale presieduto da Cesare Mastrocola ha inflitto al Foggia 15 punti di penalizzazione in classifica da scontare nella stagione sportiva 2018/2019. La società era stata deferita lo scorso 15 maggio insieme a 37 soggetti tra dirigenti, calciatori e tecnici “per avere reimpiegato nell’attività gestionale e sportiva nel corso delle stagioni sportive 2015/2016 e 2016/2017 un importo monetario molto ingente, sia a mezzo di bonifici, sia a mezzo di denaro contante, proventi di attività illecite di evasione e/o elusione fiscale, alcune delle quali integranti anche reato”. Il TFN ha sanzionato con 3 mesi di squalifica Roberto De Zerbi, attuale tecnico del Sassuolo e all’epoca dei fatti tecnico del Foggia”. Fonte: figc.it, foto: quotidianodifoggia.it

FONTE: HellasLive.it

0 commenti:

Posta un commento

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#Antonino RAGUSA si presenta

#CataniaVerona highlights


Wallpapers gallery