#MilanVerona in anteprima: Ottavi di finale di Coppa Italia in cui l'ingrediente più pepato rischia di essere l'intervista rilasciata dal braccio destro di VOLPI (patròn dello SPEZIA) secondo la quale gli Aquilotti avrebbero un contenzioso in atto con la società di Via Belgio...

Pubblicato da andrea smarso martedì 12 dicembre 2017 21:32, vedi , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#MilanVerona +   -   =

Alla vigilia di una una gara vissuta più come un fastidioso incidente di percorso che altro (gli obiettivi del VERONA sono purtroppo ben altri e ben più importanti ahinoi che l'eventuale avanzamento ai quarti), l'unico ingrediente 'pepato' rischiano di essere le parole uscite (o per meglio dire 'scoppiate') oggi ed attribuite a Giampiero Fiorani (braccio destro di VOLPI patròn dello SPEZIA) secondo il quale, tra il proprietario degli Aquilotti e l'HELLAS, sarebbe in atto un contenzioso a causa di non meglio precisati investimenti di VOLPI nella società di Via Belgio che non sarebbero andati a buon fine a causa di un'altrettanto imprecisata colpa di Maurizio SETTI reo di non aver rispettato dei patti.
La società di via Belgio (angolo via Francia) ha prontamente smentito tutto, minacciando altresì di difendersi in ogni sede e con ogni mezzo da quelle che ritiene accuse del tutto prive di fondamento ma la domanda che sorge spontanea è 'Che interesse avrebbe avuto Fiorani (o chi ha riportato la sua intervista su CittaDellaSpezia.com) a spararla tanto grossa?'... Chi vivrà vedrà, intanto il mistero si infittisce e l'HELLAS sprofonda in campionato tra mille sospetti mai del tutto chiariti.

Precedenti e curiosità (da HellasVerona.it)
- Sono 7 i precedenti tra le due squadre in TIM Cup, con un bilancio di 1 vittoria per il Verona, ben 6 pareggi e nessun trionfo per i rossoneri. L'ultima volta che le due formazioni si sono scontrate nella competizione risale alla stagione 1991/92.
- In questa stagione, 3 giocatori del Verona sono andati a segno nella competizione: Daniele Verde (2 gol contro l'Avellino), Bruno Zuculini (una rete contro l'Avellino) e Mohamed Fares, che ha realizzato il gol del pareggio nel derby poi vinto ai rigori dal Verona.
- Martín Caceres ha segnato già segnato in TIM Cup contro il Milan: nel febbraio 2012, quando vestiva la maglia della Juventus, realizzò una doppietta contro i rossoneri a 'San Siro'.
- 5 giocatori del Verona hanno indossato la maglia del Milan in passato: si tratta di Coppola, Cerci, Felicioli, Pazzini e Valoti.

Ad arbitrare il prossimo match sarà il signor Gavillucci della sezione AIA di Latina.


QUI MILANO (sponda rossonera)
Previsto turn-over anche in casa del Diavolo BONUCCI e BORINI (peraltro acciaccato) potrebbero riposare ma anche KESSIÉ e BIGLIA sono in dubbio.
In mezzo al campo dovrebbe quindi toccare a LOCATELLI mentre in attacco potrebbe partire CALHANOGLU; in ballottaggio CUTRONE e SILVA con quest'ultimo favorito sul giovane italiano.

Convocati
PORTIERI: A. Donnarumma, G. Donnarumma, Guarnone
DIFENSORI: Abate, Antonelli, Bonucci, Calabria, Gomez, Musacchio, Paletta, Rodriguez, Romagnoli, Zapata
CENTROCAMPISTI: Biglia, Bonaventura, Borini, Kessie, Montolivo, Zanellato
ATTACCANTI: Cutrone, Kalinic, André Silva, Suso.

4-3-3 con Storari; Calabria-Zapata-Paletta-Antonelli; Zanellato-Montolivo-Locatelli; Borini-André Silva-Calhanoglu.


QUI VERONA
Bruno ZUCULINI è tornato in gruppo ma quasi certamente verrà 'risparmiato' per il lunch match di domenica prossima al Binti di nuovo col MILAN di fronte; anche PECCHIA pensa ad un moderato turn-over che prevede SILVESTRI tra i pali, il ritorno di BEARZOTTI e FELICIOLI sulle fasce in difesa ed i vari FOSSATI, VALOTI e LEE a dar manforte tra centrocampo e attacco.

Convocati
Fuori CERCI, BÜCHEL e NICOLAS, ma torna GONZÁLEZ che, non in lista per la Serie A, può comunque giocare nel torneo di Coppa Italia...

2. Romulo, 4. Laner, 5. Zuculini B., 7. Verde, 8. Fossati, 9. Kean, 11. Pazzini, 14. Zuculini F., 17. Silvestri, 19. Gonzalez, 21. Lee, 23. Calvano, 24. Bessa, 27. Valoti, 28. Ferrari, 29. Tupta, 37. Bearzotti, 40. Coppola, 69. Souprayen, 72. Danzi, 75. Heurtaux, 81. Borghetto, 93. Fares, 97. Felicioli

4-4-1-1 con Silvestri; Bearzotti-Ferrari-Heurtaux-Felicioli; Romulo-Fossati-Bessa-Lee; Valoti; Kean.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister GATTUSO tecnico del MILAN che da poco ha rilevato MONTELLA «Vogliamo passare, abbiamo il dovere di farlo, anche se sarà una partita molto difficile. Turnover? Dobbiamo valutare qualche giocatore acciaccato, vediamo dopo la rifinitura di oggi. La difesa a 4 al momento ci dà più garanzie, ma diamo ancora troppo campo agli avversari: c'è tanto da lavorare. Le vittorie ti danno grande consapevolezza, intensità e voglia. Contro il Bologna era importantissimo vincere, ma c'è ancora molto da migliorare. I tifosi rossoneri ci hanno dato una grossa mano domenica, loro sanno come creare la giusta atmosfera: vogliamo far tornare l'entusiasmo attraverso le vittorie e le prestazioni. I giocatori si stanno allenando in modo corretto e con grande veemenza» ACMilan.it

Mister PECCHIA «Siamo felici di poter giocare questa partita, per noi è una sfida che ci permette di valutare la condizione psicologica e fisica del gruppo, la TIM Cup è una competizione nella quale vogliamo fare la nostra parte. Giocherà chi sta meglio e chi avrà più energie. Il Milan anche domenica? Sono due gare diverse, rimaniamo concentrati sulla gara di domani. Fortunatamente gran parte del gruppo è in condizione, domani non ci saranno Buchel e Cerci, ma tutti gli altri sono a disposizione. Dovrò gestire la rosa e le risorse della squadra. Pazzini? L'infortunio è alle spalle, ora deve recuperare la condizione attraverso gli allenamenti e il lavoro» HellasVerona.it

SUSO, esterno offensivo del MILAN, a Milan TV «Il gruppo è sempre stato molto unito, stiamo lavorando bene. Remiamo tutti nella stessa direzione. È chiaro che se faremo meglio in campo la gente verrà di più allo stadio. Ë un momento difficile, speriamo di fare bene in tutte le competizioni. Arrivare in fondo in Europa League sarebbe molto importante, perché darebbe anche l'accesso alla Champions. Il Milan ha l'obbligo di fare bene in tutte le competizioni. Con il Verona non sarà facile» TuttoMercatoWeb.com

Giampiero Fiorani banchiere e braccio destro di VOLPI patròn dello SPEZIA «Avevamo un interesse nel Verona che non si è concretizzato. C'era una simpatia personale tra Volpi e il presidente del Verona, e in questo senso c'è stato un investimento che il signor Volpi ha ritenuto di fare pur senza avere alcuna partecipazione in quella società o alcun ruolo decisionale. Ma come nascono le simpatie nascono anche le tensioni e i litigi quando non si rispettano le intese. Ma il presidente del Verona Calcio non si è rivelato la persona che sembrava... Era un'attività che sembrava avere una sua logica e poter avere una sua continuità. Un certo tipo di supporto finanziario doveva rientrare nell'alveo della passione sportiva di Gabriele Volpi ma non ha funzionato. Speriamo la cosa si risolva nell'arco di qualche settimana in accordo con i tempi della giustizia civile. Cosa ne sarà del Verona non dipende da noi» TGGialloBlu.it

Il presidente SETTI alla cena di Natale gialloblù «Questa è una società giovane dove tutti lavorano bene. Il prosieguo del nostro campionato lo vedo bene. Sono convinto che ci saranno soddisfazioni per tutti. Ferrara? Sul risultato finale di ieri è giusto il pareggio, anche se abbiamo giocato meglio noi. Il grande dispiacere è che eravamo sul 2-0 a pochi minuti dalla fine. La nostra purtroppo è una squadra giovane, sia d'età che di numero di gare giocate in Serie A, ma sta crescendo. Bisogna avere tutti fiducia, quello che aveva detto il mister due mesi fa, poi si è avverato: stiamo crescendo. Siamo tutti fiduciosi: abbiamo le potenzialità per rimanere in Serie A e siamo sicuri che lotteremo fino alla fine» HellasVerona.it


PecchiaSetti


IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: GOMEZ-CREMONESE, ci siamo quasi...

SORTEGGI EUROPEI: JUVENTUS-TOTTENHAM e ROMA-SHAKTAR ma saranno REAL MADRID-PSG e CHELSEA-BARÇA le 'finali' anticipate... Per il BAYERN ecco il BESIKTAS.



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Tim Cup, c'è il Verona: Milan con Andrè Silva e Cutrone
Sette precedenti in Coppa Italia: mai una vittoria rossonera

13 Dicembre 2017
Foto LaPresse

Dopo la vittoria col Bologna, il Milan si prepara ad affrontare il Verona in Coppa Italia. In palio ci sono i quarti di finale contro l'Inter, che ha superato il Pordenone soltanto ai rigori. Per la Tim Cup Gattuso dovrebbe insistere con il 4-3-3 con Kessie, Montolivo e Bonaventura in mediana e Suso, Cutrone e André Silva in attacco. Sette finora i precedenti in Coppa tra Milan ed Hellas: 6 pareggi e une vittoria gialloblù.
Alla prima al Meazza da allenatore del Milan, col Bologna Gattuso ha centrato anche la sua prima vittoria sulla panchina rossonera. E ora Ringhio cerca subito il bis in Coppa Italia. A San Siro arriva il Verona e tanti fantasmi del passato. Contro l'Hellas, infatti, il Milan ha spesso faticato. Soprattutto in Coppa Italia (sei pareggi e una sconfitta). Striscia che Gattuso vorrebbe interrompere proprio con una bella vittoria per dare una svolta alla stagione e iniziare a garantire continuità di risultati.

Contro l'Hellas, del resto, il Milan si gioca non solo il passaggio del turno (che vorrebbe dire derby ai quarti), ma anche una chance per confermare assetto tattico e uomini chiave, Donnarumma compreso. Vista la posta in palio, a San Siro Gattuso non dovrebbe affidarsi a un turnover massiccio. Anche perché la sfida di Tim Cup potrebbe essere anche la prova generale di Verona-Milan di campionato in programma domenica. E l'ex Pazzini ha voglia di rivincita...

PROBABILI FORMAZIONI
MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Montolivo, Bonaventura; Suso, Cutrone, André Silva.
VERONA (4-4-2): Silvestri; Bearzotti, Heurtaux, Souprayen, Felicioli; Romulo, Fossati, Bessa, Fares; Lee, Pazzini.

FONTE: SportMediaset.Mediaset.it


RASSEGNA STAMPA
Coppa Italia, il Corriere di Verona: "L'Hellas a casa del Diavolo"
13.12.2017 09:23 di Tommaso Bonan
"L'Hellas a casa del Diavolo". Questo il titolo dell'edizione odierna del Corriere di Verona. In Coppa Italia contro il Milan, il tecnico Pecchia darà spazio alle riserve: "Ci proveremo". E domenica sarà ancora sfida ai rossoneri.

PROBABILI FORMAZIONI
Le probabili formazioni di Milan-Hellas - C'è Biglia, out Cerci e Buchel
Fischio di inizio alle ore 20.45. Live testuale, pagelle e voci dei protagonisti su Tuttomercatoweb.com

13.12.2017 06:50 di Giorgia Baldinacci
Il Milan cerca continuità dopo la vittoria con il Bologna, anche per scacciare il nuovo caso Donnarumma. Ci proverà con l'Hellas Verona, nella sfida valida per gli ottavi di Coppa Italia, in scena a San Siro con fischio di inizio alle ore 20.45. La squadra rossonera fa il suo ingresso nella competizione nazionale dalla porta principale, i veronesi invece hanno già dribblato l'ostacolo Chievo nel derby vinto ai calci di rigore nel turno precedente. Primo incrocio stagionale, le due infatti non si sono ancora affrontate nel girone d'andata ma si daranno nuovamente appuntamento domenica, nel lunch match della 17a giornata di Serie A. La vincente sfiderà l'Inter ai quarti di finale in programma il 27 dicembre. Arbitra il match il signor Claudio Gavillucci della sezione di Latina.

COME ARRIVA IL MILAN - "La difesa a quattro ci dà più garanzie", ha detto il tecnico Gattuso alla vigilia a conferma della bontà del ritrovato 4-3-3 come modulo di riferimento. Storari non recupera dal problema al polpaccio ma c'è Donnarumma tra i pali, a disposizione Kessie (dal 1' in campo) e Borini in dubbio alla vigilia, Biglia è convocato ma Montolivo potrebbe comunque partire titolare in cabina di regia. Nel tridente d'attacco si dovrebbero muovere Suso, Silva e Cutrone con Bonaventura mezzala e Kalinic a riposo. In difesa Calabria per Abate e Romagnoli per Musacchio. Ancora out Chalanoglu e il lungodegente Conti in fase di recupero.

COME ARRIVA L'HELLAS - "In Coppa Italia dentro chi sta meglio", ha precisato l'allenatore Fabio Pecchia che vorrebbe cancellare l'amarezza per il pareggio con la Spal in una missione impossibile al Meazza. Tanto turnover nel 4-4-2 con Silvestri in porta, Bearzotti e Felicioli sulle fasce, Heurtaux e Ferrari (in ballottaggio con Souprayen) al centro. Lee dovrebbe guidare l'attacco insieme a Kean, con Bessa a centrocampo. Zuculini ha smaltito il guaio muscolare accusato con il Genoa e ci sarà, Buchel e Cerci invece no.

PROBABILI FORMAZIONI:
MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Montolivo, Bonaventura; Suso, Silva, Cutrone. A disp. A. Donnarumma, Guarnone, Abate, Antonelli, Gomez, Musacchio, Paletta, Zapata, Borini, Zanellato, Kalinic. Allenatore: Gennaro Gattuso.

HELLAS VERONA (4-4-2): Silvestri; Bearzotti, Ferrari, Heurtaux, Felicioli; Romulo, Fossati, Bessa, Fares; Lee, Kean. A disp. Nicolas, Coppola, Caceres, Caracciolo, Souprayen, Calvano, Valoti, Zuculini, Pazzini. Allenatore: Fabio Pecchia.

SERIE A
Milan, Suso: "Abbiamo l'obbligo di far bene in tutte le competizioni"
12.12.2017 18:19 di Michele Pavese Twitter: @7mp84
L'esterno offensivo del Milan Suso ha parlato ai microfoni di Milan Tv del momento dei rossoneri: "Il gruppo è sempre stato molto unito, stiamo lavorando bene. Remiamo tutti nella stessa direzione. È chiaro che se faremo meglio in campo la gente verrà di più allo stadio. Ë un momento difficile, speriamo di fare bene in tutte le competizioni. Arrivare in fondo in Europa League sarebbe molto importante, perché darebbe anche l'accesso alla Champions. Il Milan ha l'obbligo di fare bene in tutte le competizioni. Con il Verona non sarà facile".

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona sull'Hellas: "Quella sindrome da rimonta"
12.12.2017 08:43 di Pietro Lazzerini Twitter: @PietroLazze
Il Corriere di Verona di questa mattina si concentra sull'Hellas dopo il pareggio di Ferrara contro la SPAL: "L'Hellas e quella sindrome da rimonta". Sono già otto i punti persi per strada dalla squadra di Pecchia a causa di rimonte dopo iniziale vantaggio, un bottino sprecato per chi sta lottando per salvarsi.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Cutrone trascinatore: sarà titolare in Milan-Verona
Patrick Cutrone si guadagna una maglia da titolare in Coppa Italia per Milan-Verona. Gennaro Gattuso si fida di lui, il suo ingresso nell’ultimo match è stato un gran segnale

Di Gianmarco Lotti - 13 dicembre 2017
Dopo la partita tremenda con il Rijeka, Gennaro Gattuso ha chiesto una svolta emotiva al suo Milan. La squadra molle vista in Europa League era chiamata a riscattarsi contro il Bologna e ci è riuscita in parte. Ad aver convinto tutti, tifosi e tecnico, è Patrick Cutrone: il suo ingresso contro i rossoblu ha dato la spinta giusta al Milan per vincere. Per questo è stato promosso titolare.

In Coppa Italia il Milan giocherà contro il Verona e non ci sarà spazio per le riserve. Giocherà Bonucci, ci sarà pure Donnarumma in porta, in attacco invece spazio al giovanissimo prodotto del vivaio rossonero. Cutrone ha le caratteristiche richieste da Gattuso, ovverosia qualità e carattere. Stasera con l’Hellas sarà a fianco di Suso e di André Silva in avanti.

FONTE: CalcioNews24.com


PROBABILI FORMAZIONI
Coppa Italia, la probabile formazione di Milan-Verona
Domani inizierà il cammino del Milan in Tim Cup. Gli scaligeri i primi avversari. Ecco le probabili scelte di Gattuso, che attuerà un leggero turnover.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi 12/12/2017, 20:26

Nonostante il campionato non veda il Milan in posizioni particolarmente alte e la Coppa Italia ponga i rossoneri contro un avversario storicamente ostico e rappresenti una possibile scorciatoia per l’accesso all’Europa League, Gennaro Gattuso probabilmente attuerà un po’ di turnover in vista del match contro l’Hellas Verona, esordio per i rossoneri in Coppa Italia, agli ottavi di finale. Se il Milan dovesse passare il turno affronterebbe probabilmente l’Inter. Scopriamo insieme le probabili scelte di Gattuso.

Cambia anche il portiere: riposo per Gianluigi Donnarumma, coinvolto da molte voci nelle ultime ore, e spazio a Marco Storari, che dovrebbe aver recuperato da qualche piccolo acciacco. Confermata la difesa a quattro: terzino destro Davide Calabria, con Cristian Zapata e Gabriel Paletta centrali, a sinistra spazio a Luca Antonelli. Per la prima volta potrebbe dunque restare fuori per scelta tecnica o turnover il capitano Leonardo Bonucci.

A centrocampo solito stacanovista Franck Kessie, più perchè non ha sostituti di ruolo che perchè sia realmente un intoccabile. Fatto sta che anche domani dovrebbe partire dal primo minuto. Confermato anche l’ottimo Riccardo Montolivo, con Lucas Biglia ancora non al top e probabilmente impegnato domenica a Verona in campionato. Completa il trio della mediana Manuel Locatelli, che con Gattuso sta trovando un po’ più di spazio.

Davanti ancora tridente. Rino però non rinuncia alle due punte. Ecco perchè André Silva potrebbe partire leggermente più largo sulla destra, con Patrick Cutrone punta centrale e Fabio Borini, confermatissimo e lui sì davvero intoccabile, a sinistra.
MILAN (4-3-3): Storari; Calabria, Zapata, Paletta, Antonelli; Kessie, Montolivo, Locatelli; André Silva, Cutrone, Borini

FONTE: PianetaMilan.it


12 dicembre 2017
MILAN-VERONA: I CONVOCATI
Sono 23 i rossoneri a disposizione di Mister Gattuso per l'ottavo di finale della TIM Cup a San Siro
Terminata la rifinitura a Milanello, Mister Gattuso ha diramato l'elenco dei 23 giocatori convocati per Milan-Hellas Verona, ottavo di finale della TIM Cup in programma mercoledì alle 20.45 a San Siro. Ecco la lista completa:

PORTIERI: A. Donnarumma, G. Donnarumma, Guarnone
DIFENSORI: Abate, Antonelli, Bonucci, Calabria, Gomez, Musacchio, Paletta, Rodriguez, Romagnoli, Zapata
CENTROCAMPISTI: Biglia, Bonaventura, Borini, Kessie, Montolivo, Zanellato
ATTACCANTI: Cutrone, Kalinic, André Silva, Suso.

L'ALLENAMENTO
Ritrovo alle 14.30 per i rossoneri a Milanello, dove hanno svolto la rifinitura in vista della gara di Coppa Italia (ottavi di finale) che vedrà il Diavolo impegnato contro il Verona mercoledì alle 20.45 a San Siro. In campo alle 15.30, la squadra ha iniziato la prima fase del lavoro con una serie di esercizi atletici, al termine dei quali è subentrata subito la parte tecnico-tattica: divisi in gruppi per reparto, i giocatori hanno effettuato una serie di esercitazioni su quelle che potranno essere alcune potenziali situazioni di gioco da affrontare. La sessione è terminata con la consueta partitella su campo ridotto. Dopo la partita, il programma prevede un allenamento giovedì mattina, alle 11.30.

12 dicembre 2017
GATTUSO: "ABBIAMO IL DOVERE DI PASSARE"
Il Mister a Milan TV prima del Verona: "Vogliamo far tornare l'entusiasmo, dobbiamo vincere ancora"

Milan-Hellas Verona sarà la prima gara - a eliminazione diretta - della nostra TIM Cup, valida per gli ottavi di finale. Cambia la competizione, ma non lo stadio e nemmeno l'obiettivo rispetto al Bologna: la vittoria. Martedì di vigilia a Milanello, verso l'incontro di mercoledì alle 20.45 a San Siro, con le dichiarazioni di Rino Gattuso che sono arrivate in un'intervista esclusiva negli studi di Milan TV, in diretta anche su Facebook, al posto della classica conferenza stampa.

IL VERONA IN TIM CUP
"Vogliamo passare, abbiamo il dovere di farlo, anche se sarà una partita molto difficile. Turnover? Dobbiamo valutare qualche giocatore acciaccato, vediamo dopo la rifinitura di oggi. La difesa a 4 al momento ci dà più garanzie, ma diamo ancora troppo campo agli avversari: c'è tanto da lavorare".

RIDARE ENTUSIASMO
"Le vittorie ti danno grande consapevolezza, intensità e voglia. Contro il Bologna era importantissimo vincere, ma c'è ancora molto da migliorare. I tifosi rossoneri ci hanno dato una grossa mano domenica, loro sanno come creare la giusta atmosfera: vogliamo far tornare l'entusiasmo attraverso le vittorie e le prestazioni. I giocatori si stanno allenando in modo corretto e con grande veemenza".

ALTRI TEMI
"Sorteggio di Europa League? Testa solo al Verona, poi penseremo al Ludogorets: non hanno un grandissimo nome ma sono forti e con giocatori tecnici, avremo il vantaggio che in quel periodo il loro campionato si ferma per 2 mesi. VAR? Non ti fa pensar male, ci voleva. Si poteva usare a Benevento, quando Romagnoli è entrato duro ma senza toccare l'avversario. Donnarumma lo vedo tranquillo, gli brucia quando non arrivano i risultati. Da parte mia non c'è nessun problema, ci parlo tutti i giorni".

GUARDA L'INTERVISTA INTEGRALE:

FONTE: ACMilan.com


ULTIM’ORA
MILANO, 19:42
CALCIO, MILAN: LAVORO ATLETICO E TATTICO, IN COPPA ITALIA TURNOVER
Milan subito al lavoro, il giorno dopo la vittoria casalinga contro il Bologna. I giocatori scesi in campo ieri hanno svolto un lavoro defaticante in palestra, mentre il resto del gruppo si e' allenato sul campo centrale. I rossoneri saranno gia' in campo mercoledi' contro il Verona a S.Siro, per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Il Milan affrontera' i veneti anche in campionato domenica alle 12:30, sempre in casa. Per il match di Tim Cup, Gattuso dovrebbe far ruotare alcuni giocatori. In difesa potrebbe rifiatare Bonucci, mentre in mediana dovremmo rivedere dal primo minuto Biglia. Gattuso ha voluto svolgere del lavoro atletico e tattico. Da valutare Borini, che ieri ha subito una botta alla caviglia sinistra. Non dovrebbe essere nulla di grave, ma contro l'Hellas potrebbe rifiatare. Domani seduta di rifinitura e conferenza stampa di vigilia di mister Gattuso.

FONTE: Sport.Repubblica.it


Milan, retroscena Gattuso: "Se non fate quello che dico, vi distruggo"
Francesco Manno
11 DIC 2017

C'era grande preoccupazione in casa Milan per la sfida interna dei rossoneri contro il Bologna. Gattuso, infatti, nelle prime due gare della sua stagione, aveva raccolto appena un punto a Benevento, contro una squadra, quella di De Zerbi che, prima della sfida del Vigorito contro i lombardi, aveva perso tutte le partite disputate in campionato (ben 14). Come se ciò non bastasse era arrivata la sconfitta in Europa League contro il Rijeka per 2-0.



Il Bologna, inoltre, era un avversario da non sottovalutare per 2 motivi su tutti. Aveva la stessa classifica dei rossoneri e aveva un ruolino di marcia particolarmente positivo in trasferta (12 dei 21 punti conquistati sono arrivati fuori dal Dall'Ara). Un buon Milan, tuttavia, ha battuto i felsinei per 2-1.

L'edizione odierna del Corriere dello Sport rivela un particolare retroscena. Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, ha letteralmente trascinato i suoi durante la sfida di San Siro. Nonostante la notte gelida, con tanto di neve a San Siro, Rino ha guidato il suo Milan in giacca. "Se non fate quello che vi dico, vi distruggo in settimana!", ha urlato Gattuso ai suoi giocatori. Un’entrata dura, proprio come quando correva in mezzo al campo!

"Siamo soddisfatti per la prestazione e per la vittoria, ma la strada da percorrere è ancora lunga. Concediamo ancora troppe occasioni ai nostri avversari, dobbiamo migliorare", ha detto l’allenatore dopo la partita. Ora testa al doppio confronto con l’Hellas Verona (mercoledì in Coppa Italia, poi in campionato). La ferita per ‘accoltellamento’ con il Benevento è stata cancellata.

Verona al lavoro per il ritorno di Hallfredsson dall'Udinese: tutti i dettagli
Niccolò Mariotto
10 DIC 2017

Dopo aver vestito la maglia del Verona per oltre cinque stagioni l'islandese Emil Hallfredsson, mediano di proprietà dell'Udinese, il prossimo gennaio potrebbe fare ritorno al club gialloblu. A riportare questa notizia è il quotidiano L'Arena.


Con l'arrivo di Oddo sulla panchina della formazione friulana dopo l'esonero di Delneri il 33enne rischia di non trovare più spazio in campo in quanto il tecnico pare orientato a puntare su altri giocatori per il reparto di centrocampo: per questo motivo Hallfredsson potrebbe prendere in considerazione un ritorno al Verona il prossimo gennaio.

Secondo le ultime indiscrezioni le parti avrebbero già avviato i primi contatti: possiamo quindi aspettarci della novità a breve. Oltre al Verona però attenzione anche alla SPAL: anche il club emiliano sarebbe interessato ad acquistare Hallfredsson. Vedremo chi sarà a spuntarla.

FONTE: 90Min.com


COPPA ITALIA
MILAN-VERONA: PROBABILI FORMAZIONI, ORARIO E DOVE VEDERLA IN TV E STREAMING
Prima sfida in 5 giorni tra Milan e Verona: in palio ci sono i quarti di finale di Coppa Italia, con lo scenario del derby particolarmente concreto.
Redazione Goal Italia
09:28
Prima sfida delle due in programma in 5 giorni: Milan e Verona, in attesa di incontrarsi anche in campionato, si trovano una di fronte all'altra in Coppa Italia. In palio ci sono i quarti di finale della competizione.

DOVE E QUANDO
Milan-Verona è in programma mercoledì 13 dicembre a San Siro. Calcio d'inizio alle 20.45.

DOVE VEDERLA IN TV E STREAMING
La gara tra Milan e Verona sarà visibile in diretta esclusiva su Rai 1. Si potrà inoltre vedere in diretta streaming anche su Rai Play.

PROBABILI FORMAZIONI
MILAN (4-3-3): Storari; Calabria, Zapata, Paletta, Antonelli; Kessié, Montolivo, Locatelli; André Silva, Cutrone, Borini.
VERONA (4-4-2): Silvestri; Bearzotti, Ferrari, Heurtaux, Felicioli; Romulo, Fossati, Buchel, Fares; Lee, Bessa.

AI QUARTI CONTRO...
Chi passa tra Milan e Verona affronterà la vincente di Inter-Pordenone il 27 dicembre. Lo scenario di un gran derby ai quarti di Coppa Italia appare dunque particolarmente concreto.

FONTE: Goal.com


Tuttosport – Verso Milan-Hellas Verona: da valutare Borini e Kessié
Da Pasquale - dicembre 11, 2017
Franck Kessié ed Erick Pulgar (©Getty Images

MILAN NEWS – Il Milan torna finalmente a vincere. Tre punti d’oro per la squadra rossonera. Che ha bisogno di risalire la classifica ma soprattutto di ritrovare serenità e morale.

Ma di tempo per esultare non c’è perché dicembre è un mese ricco di impegni. Mercoledì è in programma l’ottavo di Coppa Italia contro l’Hellas Verona ed è un obiettivo da non fallire per dare un senso alla stagione del Milan. Si giocherà a San Siro alle 20.45. Gennaro Gattuso da oggi è concentrato su questa gara ed è già alle prese con le scelte di formazioni. Che saranno influenzate dalle assenze certi e quelle probabili.

Nel primo gruppo rientra Lucas Biglia, fuori per Milan-Bologna a causa di una distorsione alla caviglia e non sarà a disposizione per mercoledì. Secondo l’edizione odierna di Tuttosport sono in dubbio altri due calciatori: Fabio Borini e Franck Kessié.

L’ex Sunderland, protagonista ieri con una grande prestazione di sacrificio e corsa, è stato sostituito a causa di una contusione alla caviglia sinistra. L’ivoriano ha giocato invece tutta la partita, ma è uscito dal campo zoppicano (probabilmente per un riacutizzarsi di un problema accusato durante il riscaldamento). Le loro condizioni sono da valutare nelle prossime ore.
Redazione MilanLive.it

FONTE: MilanLive.it


PREPARAZIONE
Coppa Italia, Milan-Hellas Verona probabili formazioni: Calhanoglu torna dal primo minuto?
RITORNA LA COPPA ITALIA, TROFEO NEL QUALE GENNARO GATTUSO NON VUOLE SFIGURARE. TUTTO PRONTO O QUASI CON LE PROBABILI FORMAZIONI DI MILAN-HELLAS VERONA.

Scritto da Giancarlo Fusco | 11 dicembre 2017
Neanche il tempo di metabolizzare al meglio la buona vittoria ottenuta contro il Bologna che i rossoneri devono tornare subito a lavoro. Mercoledì c’è la Coppa Italia e con essa l’Hellas Verona che in pochi giorni incontrerà i ragazzi di Gattuso per ben due volte. Il neo allenatore rossonero deve ancora prendere una decisione definitiva su chi mandare in campo. Intanto ecco le probabili formazioni di Milan-Hellas Verona.

Con ogni probabilità, scusate il gioco di parole, in campo scenderà il Milan 2 anche perché Gattuso vuole dare un maggiore minutaggio nelle gambe di chi ha giocato di meno. Potrebbe tornare in campo dal primo minuto, Manuel Locatelli a centrocampo. Per Lucas Biglia difficile stabilire se potrà essere della partita vista la distorsione che lo ha tenuto fuori anche contro il Bologna. Spazio anche ad Hakan Calhanoglu che ha ancora tanto da dimostrare. In difesa dovrebbe giocare Zapata con Paletta al centro mentre le corsie esterne dovrebbero essere occupate da Calabria e Antonelli. In attacco potrebbe esserci il ballottaggio Cutrone-André Silva.

Coppa Italia, le probabili formazioni di Milan-Hellas Verona:
MILAN (4-3-3): Storari; Calabria, Zapata, Paletta, Antonelli; Zanellato, Montolivo, Locatelli; Borini, André Silva, Calhanoglu.
VERONA (4-4-2): Silvestri; Bearzotti, Ferrari, Heurtaux, Felicioli; Romulo, Fossati, Buchel, Fares; Lee, Bessa.

FONTE: DailyMilan.it


CALCIO
Milan-Hellas Verona 1-0, Mario Balotelli ‘griffa’ l’ultimo successo rossonero
Mario Balotelli regala al Milan una vittoria fondamentale contro il Verona: buona la prima per Clarence Seedorf sulla panchina rossonera.
di Francesco Spagnolo - 11 dicembre 2017
MILANO – Mercoledì sera il Milan di Gennaro Gattuso farà il suo esordio in Tim Cup contro l’Hellas Verona di Fabio Pecchia, sfida valida per gli ottavi di finale della competizione. L’ultima volta che le due squadre si sono sfidate a San Siro era il 19 gennaio 2014 quando vinsero i rossoneri grazie al rigore di Mario Balotelli. Una sfida che i tifosi milanisti ricorderanno visto che segnava l’esordio di Clarence Seedorf sulla panchina lombarda.

Mario Balotelli manda ko il Verona – Non è stato sicuramente un esordio semplice per Seedorf che contro il Verona ha dovuto soffrire e faticare non poco. Gli scaligeri si presentano a Milano per cercare di portare a casa un risultato positivo e c’erano riusciti fino a sette minuti dal 90' quando l’ingenuità di Gonzalez permette ai rossoneri di passare in vantaggio. Il difensore veronese ferma fallosamente Kakà in area di rigore, con un intervento sicuramente evitabile vista la posizione (angolino basso vicino alla bandierina ndr). Dal dischetto si è presentato super Mario Balotelli che decide il match e si sblocca dopo due errori consecutivi contro Napoli e Genoa. Il Verona prova a rimediare all’errore con un forcing finale ma alla fine sono i rossoneri a portare a casa il successo.

Il tabellino del match
Milan–Hellas Verona 1-0
Milan (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Zapata C., Bonera (53' Silvestre), Emanuelson; Montolivo, de Jong; Honda (63' Birsa), Kakà, Robinho (78' Petagna); Balotelli. A disp. Coppola, Gabriel, Mexes, Rami, Poli, Nocerino, Zaccardo, Cristante. All. Seedorf

Hellas Verona (4-3-3): Rafael; González A. (85' Jankovic), Moras, Maietta, Agostini; Rômulo, Cirigliano (90' Donadel), Halfredsson; Iturbe, Cacia (61' Martinho), Gómez J. A disp. Nícolas, Borra, Albertazzi, Donati, Rubin, Donsah, Marquez, Cacciatore. All. Mandorlini

Arbitro: Sig. Mauro Bergonzi di Genova
Marcatori: 82' rig. Balotelli (M)
Note: Ammoniti: Montolivo (M); Silvestre, Maietta (H). Angoli: 6-8 per l’Hellas Verona. Recupero: 0' pt; 3' st.

FONTE: NewsMondo.it


12 DIC 2017
SETTI DEVE FARE SUBITO CHIAREZZA
Ora basta: non si bara più. Soprattutto non si può barare sulla pelle del Verona. Le frasi di Fiorani, banchiere e braccio destro di Gabriele Volpi sono gravissime. Da oggi nulla sarà come prima. Non basta ventilare una querela, o una banale smentita sul sito ufficiale per mettere a tacere tutto.

Il silenzio non ci appartiene. Soprattutto quando si tratta di Hellas Verona. La questione è gravissima, c’è poco da fare e da girarci attorno. Testimonia un legame tra Setti e Volpi, se non societario, sicuramente finanziario. E’ il nodo principale anche del netto cambio di rotta tra il primo Setti, quello che parlava di Borussia Dortmund e questo, dimesso e silenzioso che parla di “squadra troppo inesperta” dopo l’ennesima delusione.

Il limite è stato raggiunto. Ora si parla di Hellas Verona, di futuro, di capire che cosa ne sarà di questa società. E’ un affare che riguarda tutti. Tifosi, stampa, imprenditori, politica. Ognuno deve fare la sua parte per chiedere a Setti almeno di essere chiaro. Il Verona è una società privata, certo, ma vive grazie alla passione e alla fede dei suoi tifosi. E’ uno degli asset di Verona, uno dei suoi migliori prodotti, quanto lo può essere la Melegatti, altra azienda simbolo che in questi giorni sta vivendo una grottesca situazione sulla pelle di lavoratori fin troppo pazienti e soprattutto vittime di lotte di cui non sono assolutamente responsabili.

Setti non può più stare zitto. Deve uscire allo scoperto spiegare, spiegarci. E se in cuor suo ritiene che questa vicenda sia troppo grande per lui e per le sue tasche deve dirlo e farsi da parte. Ora non si scherza più.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.Telenuovo.it


Maturità ed esperienza: la lista della spesa di Fusco
By Redazione - 11 dicembre 2017

Paloschi, Borriello e Floccari. Insieme fanno 857 presenze e 218 gol in Serie A. Verde, Kean e Valoti ne hanno 64 con 5 segnature all’attivo di cui, la maggior parte, realizzate quest’anno. Solo Cerci, che con la Spal è stato tra i migliori in campo, Romulo e Caceres, sono per l’Hellas giocatori di un certo pedigree.

A Ferrara, il Verona ha dominato per 80 minuti. Qualche rischio lo ha corso, questo è vero, ma ha creato molto, costringendo gli avversari alla sofferenza quasi totale, purtroppo spazzata via in 5 minuti, dopo che i locali hanno provato (e trovato) la vena realizzativa di Paloschi, Floccari e Antenucci. Assieme a Borriello, ieri a secco, un lusso (anche economico), che in attacco poche squadre di bassa classifica possono permettersi. Dall’altra parte, solo per citarne alcuni, Nicolas, Caracciolo, Ferrari e Fares. Difficile non notare le differenze.

Esemplificativo in tal senso il primo Verona in serie A di Mandorlini, quando il tecnico gettava nella mischia i gregari Donati e Donadel che, seppur gravati dalla carta d’identità, vantavano più di un centinaio di presenze in categoria e sapevano come gestire i momenti “caldi”. Anche quella era una squadra imbottita di debuttanti, ma qua e là erano state inserite vecchie volpi che facevano la differenza. Di gran lunga sostituzioni diverse dal pur bravo Valoti o addirittura Calvano, che fino all’altro giorno si allenava da solo a Peschiera.

Il vecchio diesse Sogliano l’aveva capito e accanto ad alcuni giovanotti di belle speranze, aveva inserito una buona dose di esperienza.

Urge correre ai ripari. Con il mercato alle porte, servono due/tre rinforzi di lungo corso, e soprattutto non si pensi che per sostituire uno come Caceres, che andrà alla Lazio, basta aspettare il rientro di Bianchetti. Scelte determinanti aspettano il Direttore Fusco, che una volta per tutte faranno comprendere chiaramente se l’obiettivo dell’Hellas è lottare per salvare la massima serie o gettare le basi per un altro campionato di serie B.
Damiano Conati

FONTE: HellasNews.it


Trasparenza gialloblù
dicembre 12, 2017

Aspettando il bilancio… Un paio di mesi fa, anche alla luce delle dichiarazioni del Presidente Sig. Maurizio Setti, avevamo chiesto un atto di trasparenza auspicando la pubblicazione dei bilanci di Hellas Verona S.p.A. e partecipate sul sito hellasverona.it. Richiesta inevasa ad oggi, forse perché il bilancio non è ancora stato approvato, avvalendosi del maggior termine dei 180 gg? Probabilmente anche se a inizio novembre, la stampa riportava che ad un ipotetico investitore era stata consegnata una situazione contabile certificata (immagino ci si riferisse al bilancio accompagnato dalla Relazione del Revisore). Tuttavia qualche giorno fa, in un articolo de il “Sole24Ore”, si leggeva come il Sole avesse chiesto al Verona notizie sul Bilancio al 30/06/2017 ottenendo come risposta “che il bilancio 2016-2017 sarà chiuso lievemente in positivo”. Quindi sembrerebbe ancora in fase di redazione… Poco male… attenderemo fiduciosi il deposito presso il Registro delle Imprese. Sempre e solo forza Hellas Verona!! Ps: Per la cronaca Il Sole riporta d’aver formulato analoga domanda sul bilancio 2016-2017 all’altra società calcistica di Verona senza ottenere risposta (anche in tale caso – e in generale in ogni società calcistica – servirebbe un po’ di trasparenza in più…). Verona col Cuore – AC Verona Hellas Supporters Trust.

FONTE: HellasLive.it


Coppa Italia, Verona: se fai l’impresa col Milan trovi l’Inter
I nerazzurri passano ai rigori con il Pordenone a San Siro

di Redazione Hellas1903, 13/12/2017, 01:01

Partita tiratissima a San Siro tra Inter e Pordenone.
I friulani, allenati dall’ex gialloblù Leonardo Colucci, con in campo Emanuele Berrettoni, protagonista nell’Hellas dal 2010 al 2012, mettono in crisi i nerazzurri.
La gara si chiude ai rigori, con l’Inter che passa il turno di Coppa Italia a fatica.
Se il Verona dovesse compiere l’impresa di battere il Milan, incontrerebbe la formazione di Spalletti nei quarti.

NEWS
Milan, Kessie e Borini in dubbio per mercoledì
Alcuni acciacchi potrebbero far saltare il match di Coppa Italia ai due giocatori

di Redazione Hellas1903, 11/12/2017, 19:22

Problemi dopo il match contro il Bologna per Fabio Borini e Frank Kessie. I due rossoneri sono usciti dal campo con una storta e una contusione alla caviglia.
Secondo quanto riporta l’edizione odierna di Tuttosport, le condizioni dei due giocatori sono da valutare. Non è da escludere che mister Gattuso li tenga a riposo, in vista dell’impegno di campionato, sempre contro il Verona, domenica pomeriggio.

FONTE: Hellas1903.it


COPPA ITALIA
Milan-Verona: probabili formazioni
13/12/2017 09:36
Ottavi di Coppa Italia in scena a San Siro (questa sera fischio di inizio alle ore 20.45). Sarà Milan contro Verona. Ecco le probabili formazioni:

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Montolivo, Bonaventura; Suso, Silva, Cutrone. Allenatore: Gennaro Gattuso.

HELLAS VERONA (4-4-2): Silvestri; Bearzotti, Ferrari, Heurtaux, Felicioli; Romulo, Fossati, Bessa, Fares; Lee, Kean. Allenatore: Fabio Pecchia.

IL CASO
Fiorani, che bomba!
Contenzioso col Verona

12/12/2017 13:03
Sempre La Spezia. Sempre Volpi. Nonostante le smentite. Nonostante le querele. Stavolta la bomba esplode fragorosa. La fa deflagare Giampiero Fiorani, banchiere e braccio destro di Gabriele Volpi, patron dello Spezia.

L'occasione: la cena di "Avevamo un interesse nel Verona che non si è concretizzato" ha detto alla stampa Volpi a fine cena.

Poi è toccato a Fiorani spiegare: "C'era una simpatia personale tra Volpi e il presidente del Verona (Maurizio Setti, ndr), e in questo senso c'è stato un investimento che il signor Volpi ha ritenuto di fare pur senza avere alcuna partecipazione in quella società o alcun ruolo decisionale. Ma come nascono le simpatie nascono anche le tensioni e i litigi quando non si rispettano le intese".

Parole durissime a cui, per ora, la società veronese non ha dato seguito. Fiorani ha aggiunto: "Ma il presidente del Verona Calcio non si è rivelato la persona che sembrava".

La questione è diventata legale. E Fiorani aggiunge al sito cittadellaspezia.com: "Era un'attività che sembrava avere una sua logica e poter avere una sua continuità. Un certo tipo di supporto finanziario doveva rientrare nell'alveo della passione sportiva di Gabriele Volpi ma non ha funzionato. Speriamo la cosa si risolva nell'arco di qualche settimana in accordo con i tempi della giustizia civile. Cosa ne sarà del Verona non dipende da noi".

PARLA IL PRESIDENTE
Setti: Pecchia profetico purtroppo siamo giovani
12/12/2017 24:07
”Questa è una società giovane dove tutti lavorano bene. Il prosieguo del nostro campionato lo vedo bene. Sono convinto che ci saranno soddisfazioni per tutti. Ferrara? Sul risultato finale di ieri è giusto il pareggio, anche se abbiamo giocato meglio noi. Il grande dispiacere è che eravamo sul 2-0 a pochi minuti dalla fine". Così il presidente del Verona, Maurizio Setti, ha parlato a Hellas Verona Channel.

Setti, che ha rilasciato dichiarazioni solamente al suo ufficio stampa durante la tradizionale cena di Natale del club, ha concluso: "La nostra purtroppo è una squadra giovane, sia d'età che di numero di gare giocate in Serie A, ma sta crescendo. Bisogna avere tutti fiducia, quello che aveva detto il mister due mesi fa, poi si è avverato: stiamo crescendo. Siamo tutti fiduciosi: abbiamo le potenzialità per rimanere in Serie A e siamo sicuri che lotteremo fino alla fine”.

FONTE: TGGialloBlu.it


Sport
Milan - Hellas Verona, le probabili formazioni | Cerci e Buchel saltano la sfida
Lo stesso Pecchia in conferenza stampa ha confermato che sono tutti a disposizione, eccezion fatta per l'attaccante e il centrocampista. Come contro il Chievo, il tecnico dovrebbe fare turnover in questo ottavi di Coppa Italia

Luca Stoppele
12 dicembre 2017 17:45

Milan ed Hellas Verona si affrontano a San Siro mercoledì sera, con fischio d'inizio fissato alle 20.45, per gli ottavi di finale di Coppa Italia.

I rossoneri sono tornati a vincere in campionato domenica sera sotto la guida di Gattuso e ora debuttano in Tim Cup con l'obiettivo di passare il turno. Fino ad ora la stagione del Diavolo è stata decisamente più travagliata del previsto e una vittoria porterebbe quindi fiducia in un ambiente che ne ha effettivamente bisogno.
Gli scaligeri arrivano a questo punto della competizione dopo aver superato il Chievo ai calci di rigore, ma nelle ultime due giornate di Serie A non sono arrivati i risultati auspicati da Pecchia, che cerca quindi risposte dai suoi giocatori proprio nella sfida di San Siro.

QUI MILAN - "Vogliamo passare, abbiamo il dovere di farlo, anche se sarà una partita molto difficile. Turnover? Dobbiamo valutare qualche giocatore acciaccato, vediamo dopo la rifinitura di oggi. La difesa a 4 al momento ci dà più garanzie, ma diamo ancora troppo campo agli avversari: c'è tanto da lavorare.
Le vittorie ti danno grande consapevolezza, intensità e voglia. Contro il Bologna era importantissimo vincere, ma c'è ancora molto da migliorare. I tifosi rossoneri ci hanno dato una grossa mano domenica, loro sanno come creare la giusta atmosfera: vogliamo far tornare l'entusiasmo attraverso le vittorie e le prestazioni. I giocatori si stanno allenando in modo corretto e con grande veemenza.
Sorteggio di Europa League? Testa solo al Verona, poi penseremo al Ludogorets: non hanno un grandissimo nome ma sono forti e con giocatori tecnici, avremo il vantaggio che in quel periodo il loro campionato si ferma per 2 mesi. VAR? Non ti fa pensar male, ci voleva. Si poteva usare a Benevento, quando Romagnoli è entrato duro ma senza toccare l'avversario. Donnarumma lo vedo tranquillo, gli brucia quando non arrivano i risultati. Da parte mia non c'è nessun problema, ci parlo tutti i giorni".
Queste in sintesi le dichiarazioni di Gennaro Gattuso nella conferenza stampa della vigilia. Con Calhanoglu, Mauri e Conti infortunati, il tecnico dovrebbe comunque fare un po' di turnover, in difesa dunque dovrebbero giocare due tra Romagnoli, Zapata e Paletta, con Calabria e Antonelli nel ruolo di terzini. Il centrocampo a tre dovrebbe vedere invece Montolivo in compagnia del giovane Zanellato e probabilmente Kessie, mentre in attacco dovrebbe tornare dal primo minuto Cutrone, sostenuto da Borini e Bonaventura.

QUI HELLAS VERONA - "Siamo felici di poter giocare questa partita, per noi è una sfida che ci permette di valutare la condizione psicologica e fisica del gruppo, la TIM Cup è una competizione nella quale vogliamo fare la nostra parte. Giocherà chi sta meglio e chi avrà più energie. Il Milan anche domenica? Sono due gare diverse, rimaniamo concentrati sulla gara di domani.
Negli ultimi dieci minuti eravamo in vantaggio, ma loro avevano costruito anche qualche occasione prima del gol. La partita lascia l'amaro in bocca per come è arrivato il pareggio, così come le gare contro Bologna e Genoa pesano perchè non abbiamo raccolto punti, ma la squadra deve essere più forte di questo e affrontare la situazione con maturità.
Fortunatamente gran parte del gruppo è in condizione, domani non ci saranno Buchel e Cerci, ma tutti gli altri sono a disposizione. Dovrò gestire la rosa e le risorse della squadra. Pazzini? L'infortunio è alle spalle, ora deve recuperare la condizione attraverso gli allenamenti e il lavoro".
Così Pecchia il giorno prima della partita di San Siro, come riportato dal sito della società gialloblu. Come fatto con il Chievo, l'allenatore dovrebbe dare spazio alle seconde linee, schierando Silvestri in porta con Bearzotti e Felicioli sulle fasce, mentre la coppia di difensori centrali dovrebbe essere composta da Heurtaux e Ferrari. In attacco potrebbe partire Lee, con uno tra Kean e Bessa al suo fianco, mentre a centrocampo sembra scontata la presenza di Fossati, con il possibile debutto dal primo minuto di Franco Zuculini o uno tra lo stesso Bessa e Valoti. Per le corsie laterali invece restano caldi i nomi di Romulo e Fares.

ARBITRO - Claudio Gavillucci di Latina.


FONTE: VeronaSera.it


TIM CUP / #MILANVERONA: 24 CONVOCATI
13/DICEMBRE/2017 - 13:10
Verona - Allenamento mattutino presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera per i gialloblù. Nella rifinitura la squadra ha svolto riscaldamento, torelli ed esercitazioni tattiche.
Questi i 24 convocati per la sfida contro il Milan, valida per gli ottavi di finale della TIM Cup 2017/18, in programma oggi, mercoledì 13 dicembre (ore 20.45) allo stadio 'Meazza'. Convocato anche il difensore Alejandro Gonzalez, che ha scelto la maglia numero 19. Il calciatore, non in lista per il campionato, è regolarmente convocabile per le gare di TIM Cup.


#MILANVERONA
24 CONVOCATI

2. Romulo
4. Laner
5. Zuculini B.
7. Verde
8. Fossati
9. Kean
11. Pazzini
14. Zuculini F.
17. Silvestri
19. Gonzalez
21. Lee
23. Calvano
24. Bessa
27. Valoti
28. Ferrari
29. Tupta
37. Bearzotti
40. Coppola
69. Souprayen
72. Danzi
75. Heurtaux
81. Borghetto
93. Fares
97. Felicioli


#MILANVERONA: SEGUILA CON NOI E SCOPRI NUMERI E CURIOSITÀ
12/DICEMBRE/2017 - 18:00
NUMERI & CURIOSITA'
Scopri i numeri, le statistiche e le curiosità fornite da Opta Sports di Milan-Hellas Verona, ottavi di finale della TIM Cup 2017/18, in programma mercoledì 13 dicembre (ore 20.45) allo stadio 'Meazza'.

- Sono 7 i precedenti tra le due squadre in TIM Cup, con un bilancio di 1 vittoria per il Verona, ben 6 pareggi e nessun trionfo per i rossoneri. L'ultima volta che le due formazioni si sono scontrate nella competizione risale alla stagione 1991/92.

- In questa stagione, 3 giocatori del Verona sono andati a segno nella competizione: Daniele Verde (2 gol contro l'Avellino), Bruno Zuculini (una rete contro l'Avellino) e Mohamed Fares, che ha realizzato il gol del pareggio nel derby poi vinto ai rigori dal Verona.

- Martín Caceres ha segnato già segnato in TIM Cup contro il Milan: nel febbraio 2012, quando vestiva la maglia della Juventus, realizzò una doppietta contro i rossoneri a 'San Siro'.

- 5 giocatori del Verona hanno indossato la maglia del Milan in passato: si tratta di Coppola, Cerci, Felicioli, Pazzini e Valoti.


HELLAS VERONA FC - COMUNICATO UFFICIALE
12/DICEMBRE/2017 - 16:00
Verona - L'Hellas Verona FC, riguardo al presunto contenzioso tra Gabriele Volpi e il Club gialloblù, è costretta a precisare quanto segue:

- non esiste alcun contenzioso in corso tra Gabriele Volpi (o società a lui riconducibili) e l'Hellas Verona FC;

- Gabriele Volpi (o società a lui riconducibili) non ha mai fatto investimenti o finanziamenti a vantaggio dell'Hellas Verona FC;

- non esiste alcun contenzioso in corso tra Gabriele Volpi e Maurizio Setti, al quale, in ogni caso, non si può imputare di non avere rispettato asserite e imprecisate intese.

L'Hellas Verona FC e i sui organi si riservano di agire, in ogni sede, contro coloro che continueranno a rappresentare una falsa realtà delle sue vicende societarie.

PECCHIA: «VOGLIAMO FARE LA NOSTRA PARTE IN TIM CUP, FELICI DI GIOCARE QUESTA PARTITA»
12/DICEMBRE/2017 - 14:30
Peschiera - Le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate durante la conferenza stampa alla vigilia di Milan-Hellas Verona, gara valida per gli ottavi di finale della TIM Cup 2017/18.

GARA IMPORTANTE A SAN SIRO
«Siamo felici di poter giocare questa partita, per noi è una sfida che ci permette di valutare la condizione psicologica e fisica del gruppo, la TIM Cup è una competizione nella quale vogliamo fare la nostra parte. Giocherà chi sta meglio e chi avrà più energie. Il Milan anche domenica? Sono due gare diverse, rimaniamo concentrati sulla gara di domani».

IL PAREGGIO CON LA SPAL
«Negli ultimi dieci minuti eravamo in vantaggio, ma loro avevano costruito anche qualche occasione prima del gol. La partita lascia l'amaro in bocca per come è arrivato il pareggio, così come le gare contro Bologna e Genoa pesano perchè non abbiamo raccolto punti, ma la squadra deve essere più forte di questo e affrontare la situazione con maturità».

LA CONDIZIONE DELLA SQUADRA
«Fortunatamente gran parte del gruppo è in condizione, domani non ci saranno Buchel e Cerci, ma tutti gli altri sono a disposizione. Dovrò gestire la rosa e le risorse della squadra. Pazzini? L'infortunio è alle spalle, ora deve recuperare la condizione attraverso gli allenamenti e il lavoro».

PESCHIERA: REPORT SEDUTA MATTINO
12/DICEMBRE/2017 - 13:30
Peschiera - Allenamento mattutino presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiea. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto una prima fase di riscaldamento, passando poi ad esercitazioni tattiche e sul possesso palla. La seduta si è conclusa con una partitella.

Bruno Zuculini si è allenato con il gruppo. Lavoro differenziato per Buchel e Cerci.

HV24, LA NUOVA PUNTATA DALLA CENA DI NATALE DELL'HELLAS VERONA
11/DICEMBRE/2017 - 22:20

Verona - Una serata dedicata alle persone che ogni giorno, dietro le quinte, lavorano per il Verona. Quest'anno, per la tradizionale cena di Natale, l'Hellas Verona ha scelto il Piper, storico locale veronese sulle Torricelle. Qualche ora tutti insieme, dipendenti, dirigenti, squadra e staff, per farsi gli auguri e stringere i ranghi in vista delle prossime sfide di Coppa Italia e Serie A. Una serata terminata attorno alle 22, quando la squadra è rientrata per preparare i prossimi impegni. Proprio dal Piper arriva la nuova puntata di HV24, con tutti i contenuti sull'attualità del Verona e quelli esclusivi dalla cena, compresa un'intervista al Presidente Setti.

PESCHIERA: REPORT SEDUTA MATTINO
11/DICEMBRE/2017 - 13:50
Peschiera - Ripresa immediata degli allenamenti presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiea. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, è stata divisa in due gruppi: lavoro defaticante tra campo e palestra per chi ha giocato contro la SPAL, mentre chi non è sceso in campo ha svolto riscaldamento, lavoro di rapidità, possesso palla e partitella. Lavoro differenziato per Bruno Zuculini.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: GOMEZ-CREMONESE, ci siamo quasi...

SORTEGGI EUROPEI: JUVENTUS-TOTTENHAM e ROMA-SHAKTAR ma saranno REAL MADRID-PSG e CHELSEA-BARÇA le 'finali' anticipate... Per il BAYERN ecco il BESIKTAS.

Champions League, i sorteggi: la Juventus pesca il Tottenham
Quella dei bianconeri è stata la prima pallina estratta a Nyon. La Roma pesca lo Shakthar


lunedì 11 dicembre 2017
TORINO - Aveva il 66% di pescare una inglese e così è stato, ma almeno ha evitato il Manchester City. La Juventus agli ottavi di finale di Champions League sfiderà il Tottenham. Questo il verdetto dell'urna a Nyon dove la pallina dei bianconeri è stata la prima ad essere estratta. La Roma invece ha pescato lo Shakthar.

[...]






12.14 Le altre
Basilea-Manchester City
Porto - Liverpool
Siviglia - Manchester United
Real Madrid - Psg
Shakthar-Roma
Chelsea-Barcellona
Bayern Monaco-Besiktas

[...]

FONTE: TuttoSport.com


Juanito alla Cremonese: piangono sangue gli occhi dei tifosi
By Redazione - 11 dicembre 2017

Piangono sangue gli occhi dei tifosi che vedono l’ex Juanito Gomez accordarsi in serie B con la Cremonese.
L’argentino, classe 85, ha trovato l’intesa sulla base di 7 mesi, con opzione per il prossimo anno legata alla promozione del club lombardo.
Juanito, liberatosi dal Verona lo scorso agosto, avrebbe fatto ancora comodo nell’avanti di Pecchia. Invece ora è ormai un nuovo tesserato grigiorosso. In bocca al lupo Gomez.

FONTE: HellasNews.it


SERIE B
Cremonese, ecco Juanito Gomez
11.12.2017 13:17 di Gianluigi Longari Twitter: @Glongari
Fonte: Alfredo Pedullà
Niente Denis, la Cremonese aveva già frenato diversi giorni fa come vi avevamo anticipato. La Cremonese, ecco la sorpresa, ha scelto Juanito Gomez, un obiettivo dell’estate che diventa sempre più attuale. Svolta attesa nelle prossime ore: Gomez, attaccante esterno classe ’85 di assoluto talento, ha risolto con il Verona lo scorso agosto, gli verrà proposto un biennale. Oppure un contratto fino a giugno con opzione di rinnovo, cambierebbe poco. Di sicuro un colpo di spessore che conferma le enormi ambizioni della Cremonese. Al club del patron Arvedi era stato proposto anche Samuele Longo, ma ormai la scelta è ricaduta su Juanito Gomez. E con Mokulu, reduce da un grave infortunio e ancora di proprietà dell’Avellino, si va verso la risoluzione del contratto. Con la speranza di ritrovarsi presto…

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Posta un commento

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#Antonino RAGUSA si presenta

#CataniaVerona highlights


Wallpapers gallery