Le schede di B/=\S: Martín CÁCERES

Nato a/il:Montevideo (Uruguay) il 07/04/1987
Nazionalità:Uruguayana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2018
Ruolo:Difensore
Altezza:180 Cm
Peso:78 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal 
Hellas Verona2017 - Gen. 2018A14 (+1CI)3 (+0) 
SothamptonFeb. 2017 - 2017PL10 
Juventus2015 - 2016A6 (+2CI)0 (+0) 
Juventus2014 - 2015A10 (+2CI +2CL)1 (+0 +0) 
Juventus2013 - 2014A17 (+1CI +3CL +8EL +1SI)0 (+1 +0 +0 +0) 
Juventus2012 - 2013A18 (+2CI +2CL)1 (+0 +0) 
JuventusGen. 2012 - 2012A11 (+3CI)1 (+2) 
Siviglia2011 - Gen. 2012PD14 (+4CR)1 (+0) 
Siviglia2010 - 2011PD25 (+5CR +7EL)1 (+0 +0) 
Juventus2009 - 2010A15 (+1CI +5CL)1 (+0 +0) 
Barcellona2008 - 2009PD14 (+7CR +3CL)0 (+0 +0) 
Recreativo Huelva2007 - 2008PD34 (+2CR)2 (+1) 
Defensor Sporting2006 - 2007PDU244 
Defensor Sporting2005 - 2006PDU20 
Giovanili Defensor SportingFino al 2005--- 
LEGENDA: PDU=Primera División Uruguaya (Serie A Uruguayana), PD=Primera División (Serie A Spagnola), CR=Copa del Rey (Coppa Nazionale Spagnola), CL=Champions League, CI=Coppa Italia, EL=Europa League, SI=Supercoppa Italiana, PL=Premier League

Barça's Martin CaceresGracias Martin - La Juventus saluta Martin Caceres

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 2 Settembre 2017
'Parcheggiato' quasi per caso dopo una chiacchiera tra LOTITO patròn della LAZIO e SETTI, l'ex JUVE è il colpo più importante di FUSCO nel reparto arretrato: Per l'uruguagio svincolatosi dal SOUTHAMPTON non c'era posto da extracomunitario in biancoceleste così si è scelta la temporanea soluzione scaligera con contratto annuale e zero spese per l'ingaggio.
In realtà l'affare prevedeva anche l'arrivo di KISHNA sulla corsia esterna d'attacco ma l'olandese ha rifiutato più o meno tutto fin'ora impuntadosi per rimanere a giocare nella capitale ma il vantaggio per il VERONA c'è stato comunque perchè PECCHIA s'è assicurato un ottimo incursore di fascia destra (se impiegato come terzino) ma al tempo stesso un baluardo difensivo centrale di tutto rispetto per la Serie A.
Peccato che la sua permanenza rischi di interrompersi anzitempo a Gennaio ma in fondo, come dice spesso un mio amico, Piuttosto di niente... È meglio piuttosto!

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, CÁCERES è ovviamente dotata della tipica garra charrúa ma, al contrario della rudezza che spesso contraddistingue i sudamericani, Martín possiede un ottimo piede ed un'eleganza tecnica che poche volte si vede nei difensori.
Può giocare da centrale sia in una difesa a 4 che a 3 ma è anche un temibile incursore sia da terzino destro che da esterno di centrocampo nel 3-5-2.
Per aumentare la concentrazione, prima delle gare si isola dai compagni per un'ora, un'ora e mezza pensando solo alla partita ma è dato come un ottimo elemento anche all'interno dello spogliatoio.
Peccato che qualche infortunio di troppo ne abbia limitato la carriera.


GIOVANILI URUGUAY POI LA SPAGNA E LA PRIMA ESPERIENZA ITALIANA
Cresciuto nelle giovanili del DEFENSOR SPORTING esordisce 18enne in prima squadra ed un anno dopo è già capitano dei Violeta.
A Febbraio 2007 il VILLAREAL si accaparra gratuitamente il difensore per la Liga e lo gira subito in prestito al RECREATIVO DE HUELVA sino al termine della stagione.
Per il 2008-09 CÁCERES viene inaggiato dal BARCELLONA per più di 16 milioni di Euro ma tra i blaugrana, pur partecipando al triplete Campionato, Coppa del Re e Coppa dei Campioni, non gioca molto così passa (in prestito con diritto di riscatto fissato a 12 milioni) alla JUVENTUS.

JUVENTUS-SIVIGLIA-JUVENTUS
Coi bianconeri va a segno all'esordio il 12 Settembre nel 2 a 0 alla LAZIO e piano piano sulla destra scalza la concorrenza di ZEBINA e GRYGERA prima che una pubalgia lo tenga fuori dal campo per qualche mese.
Al termine di una stagione in ogni caso positiva la JUVE non lo riscatta e Martín torna al BARÇA che lo gira in prestito al SIVIGLIA per la stagione 2010-11.

L'annata dei Rojiblancos non parte bene, la squadra viene eliminata dalla Champions League e l'allenatore viene esonerato ma alla fine CÁCERES ritrova continuità, trascina gli andalusi fino al quinto posto in Liga e viene riscattato definitivamente per una somma complessiva di circa 4,5 milioni.

A Gennaio 2012 la JUVENTUS lo ottiene ancora in prestito su espresso volere del giocatore e l'8 Febbraio la sua doppietta contro il MILAN, al nuovo debutto coi bianconeri, trascina i compagni in finale di Coppa Italia; dopo la conquista dello scudetto le Zebre esercitano l'obbligo di riscatto fissato col SIVIGLIA a 8 milioni e concedono un quadriennale al difensore.
Nell'estate del 2012 un altro problema fisico priva CONTE del giocatore sino a Ottobre e la cosa si ripete anche nella stagione successiva ed in quella dopo ancora sotto la guida di mister ALLEGRI.
A Gennaio 2015 CÁCERES rientra ma il suo apporto dura solo due mesi prima di dover rinunciare definitivamente al resto della stagione a causa dell'ennesimo grave infortunio.
Con lui in campo il 2015-16 dei bianconeri si apre con la conquista della Supercoppa Italia ma alcuni guai muscolari lo tengono ancora fuori per qualche settimana, ma al ritorno da una notte brava in discoteca nella notte fra il 28 e 29 settembre il difensore uruguagio ubriaco alla guida della sua Ferrari si schianta distruggendo la fuoriserie ma rimanendo fortunatamente incolume! La brutta avventura, oltre al biasimo della società torinese e all'esclusione dalla prima squadra, gli causa anche il ritiro della patente per 6 mesi oltre ad un migliaio di euro di multa.
Tra l'altro Martín non è nuovo a episodi del genere avendo già distrutto una Porsche nel suo primo anno a Torino in circostanze similari... Reintegrato in squadra a metà Ottobre 2015, a Febbraio 2016 la rottura del tendine d'Achille destro pone fine malamente e prima del tempo alla sua ultima stagione in bianconero.

APPARIZIONE AL SOUTHAMPTON, ORA VERONA
Poco più di un anno dopo (segnato anche dalla morte del fratello in patria) CÁCERES si accorda coi Saints ma riesce a vedere il campo in una sola occasione prima di rescindere con gli inglesi e accettare la corte della LAZIO che lo riporta in Italia ma, con la lista cortissima sugli extracomunitari, lo 'parcheggia' al VERONA assicurandogli lo stipendio almeno fino a Giugno 2018.

Qui trovate la pagina Instagram ufficiale del calciatore mentre questo è il suo profilo Twitter.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.it]


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =


Martín Cáceres
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
José Martín Cáceres Silva (Montevideo, 7 aprile 1987) è un calciatore uruguaiano, difensore del Verona e della nazionale uruguaiana.

Nella sua carriera ha conseguito un treble con il Barcellona nella stagione 2008-2009, vincendo campionato spagnolo, Coppa del Re e UEFA Champions League, e conquistato 5 campionati italiani consecutivi (2012-2016), 2 Coppe Italia (2015 e 2016) e 3 Supercoppe di Lega (2012, 2013 e 2015) con la Juventus.

Con la nazionale ha vinto la Copa América di Argentina 2011, prendendo inoltre parte ai Mondiali di Sudafrica 2010 e Brasile 2014, e alla Confederations Cup di Brasile 2013. In ambito giovanile, con l'Uruguay Under-20 è stato terzo classificato al Sudamericano Sub-20 di Paraguay 2007, e ha preso parte al Mondiale Under-20 di Canada 2007.

Biografia
È soprannominato El Pelado, nomignolo derivante dal fatto che, da bambino, la madre gli rasò a zero i capelli. Ha due figli, nati rispettivamente nel 2007 e nel 2014.

Caratteristiche tecniche
È un difensore centrale, ma può rivestire ogni ruolo del reparto arretrato, sia nello schieramento a quattro che in quello a tre, ben comportandosi all'occasione anche come esterno in un centrocampo a cinque. Fa della grinta e della personalità i suoi punti forti.
Massimiliano Allegri, nel descrivere le sue caratteristiche, parlò di lui come un difensore che gode nel portare l'avversario al duello uno contro uno, oltre che essere dotato di un ottimo piede.
Calciatore affidabile, dotato di grande concentrazione che gli consente di sbagliare difficilmente l'approccio alle partite. È stato inoltre descritto dai suoi compagni della Juventus anche come un ottimo uomo spogliatoio.

Carriera
 - Club
Inizi e Barcellona
Inizia la sua carriera in patria con il Defensor Sporting, squadra della quale diventa capitano ad appena diciannove anni. In totale colleziona 26 presenze segnando 4 reti. Nel febbraio del 2007 firma per il Villarreal per cinque anni, con un trasferimento gratuito dal Defensor. Il Villarreal lo gira immediatamente al Recreativo de Huelva per la stagione 2007-2008. Il 9 gennaio 2008 segna una rete fondamentale contro lo stesso Villarreal, in una gara di Coppa del Re vinta dal Recreativo per 1-0. Nella stagione giocata a Huelva totalizza 34 presenze e due gol.

Il 4 giugno 2008 il Barcellona si assicura le sue prestazioni, pagando il cartellino 16,5 milioni di euro e inserendo una clausola rescissoria di 50 milioni di euro valida fino alla fine del 2012. Nella stagione 2008-2009 trova poco spazio in campo, concludendo la stagione in terra catalana con 14 presenze nella Liga, 7 in Coppa del Re e 3 in Champions League, vincendo tuttavia coi Blaugrana uno storico treble.

Juventus e Siviglia
Il 7 agosto 2009 viene ufficializzato il suo passaggio dal Barcellona alla Juventus, in prestito con diritto di riscatto fissato a 12 milioni. Il successivo 12 settembre, al suo esordio coi bianconeri segna il suo primo gol, sbloccando la partita poi vinta 2-0 contro la Lazio all'Olimpico. Col tempo riesce a ritagliarsi uno spazio da titolare sulla fascia destra, approfittando dei continui infortuni di Zebina e vincendo la concorrenza di Grygera; in seguito, una pubalgia lo costringe a stare a sua volta fuori dai campi per alcuni mesi. Al termine di una stagione comunque positiva sul piano personale, la Juventus decide tuttavia di non riscattarlo a causa dell'elevato prezzo, di conseguenza il giocatore torna nei ranghi della squadra catalana.

Il 30 agosto 2010 viene ceduto in prestito dal Barcellona al Siviglia. Martín riesce a giocare con continuità soprattutto nella seconda metà della stagione, dopo la cessione di Konko. La stagione per gli andalusi parte male, con l'eliminazione ai play-off di Champions League e con l'esonero già a settembre dell'allenatore. A fine stagione il Siviglia raggiunge il quinto posto e la qualificazione all'Europa League. Il 31 maggio 2011, il Siviglia ne riscatta il cartellino per 3 milioni di euro, più altri 1,5 milioni in base alle prestazioni della squadra nelle stagioni future. Nella sessione di mercato di gennaio 2012, torna alla Juventus con la formula del prestito.

Ritorno alla Juventus
Il 27 gennaio 2012, su spinta dello stesso giocatore, ritorna nuovamente alla Juventus con un prestito oneroso a 1,5 milioni di euro, con obbligo di riscatto fissato a 8 milioni nel caso il club si qualifichi nelle prime sei posizioni del campionato. Fa il suo secondo esordio coi colori juventini l'8 febbraio, nella semifinale d'andata di Coppa Italia in casa del Milan, e anche stavolta trova subito il gol siglando una doppietta decisiva nel 2-1 finale per i bianconeri. Il 25 marzo segna il suo secondo gol in Serie A, il primo nella sua seconda parentesi piemontese, siglando il vantaggio nella sfida poi vinta 2-0 contro l'Inter. Il 6 maggio seguente vince il suo primo trofeo con la maglia della Juventus aggiudicandosi lo scudetto, che arriva sul campo neutro di Trieste, a una giornata dal termine, grazie al 2-0 sul Cagliari e alla contemporanea sconfitta del Milan nel derby. Il 25 maggio 2012 la società torinese esercita quindi in proprio favore il diritto di riscatto su Cáceres.

Un infortunio rimediato nell'estate del 2012, durante il Trofeo TIM, costringe l'uruguaiano a saltare la vittoriosa trasferta cinese della Supercoppa italiana. Il 20 ottobre successivo realizza di testa la sua prima rete stagionale, nella vittoria casalinga in campionato per 2-0 contro il Napoli. Il 5 maggio 2013, grazie al successo interno della Juventus sul Palermo per 1-0, conquista con tre giornate d'anticipo il secondo scudetto consecutivo.

Il 2013-2014 non inizia nel migliore dei modi per Cáceres, che a causa di un infortunio è costretto a saltare la prima parte dell'annata, rientrando nei ranghi a fine ottobre in occasione della sfida di Champions League in casa del Real Madrid. Nel corso della stagione incrementa il suo minutaggio soprattutto nelle competizioni europee, trovando l'unica rete stagionale il 18 dicembre 2013, in Coppa Italia contro i cadetti dell'Avellino. Il 4 maggio 2014, dopo la vittoria del Catania sulla rivale Roma, con tre turni d'anticipo l'uruguaiano inanella il terzo scudetto di fila alla Juventus.

Come la precedente, anche la prima parte dell'annata 2014-2015 vede l'uruguaiano vittima di un infortunio, rimediato nel 3-2 interno alla Roma dei primi d'ottobre, che lo tiene fermo per tre mesi. L'11 gennaio 2015, al ritorno in campo, segna la seconda rete bianconera nel successo 3-1 in casa del Napoli; un paio di mesi dopo, tuttavia, incappa in un nuovo infortunio che pone fine anticipatamente alla sua stagione.

Il 2015-2016 lo vede giocare da titolare la sfida di apertura dell'annata, la Supercoppa italiana vinta 2-0 a Shanghai contro la Lazio. Tuttavia, ulteriori guai muscolari lo tengono lontano dai campi nelle successive settimane. Nella notte fra il 28 e 29 settembre 2015 il giocatore è inoltre protagonista di un incidente automobilistico a Torino, da cui esce incolume; ciò nonostante, il riscontro di un tasso alcolemico superiore ai limiti di legge porta la Juventus a escluderlo temporaneamente dalla prima squadra. Successivamente reintegrato in rosa, il 3 febbraio 2016 incappa in un ennesimo infortunio nella sfida casalinga di campionato contro il Genoa, rimediando una lesione del tendine d'achille destro che lo costringe a un intervento chirurgico e a chiudere anzitempo la sua ultima stagione a Torino; il successivo 30 giugno, dopo sei anni totali in maglia juventina, decide infatti di andare in scadenza di contratto svincolandosi così dal club piemontese.

Southampton e Verona
Dopo vari mesi d'inattività il 16 febbraio 2017 si accorda con gli inglesi del Southampton, con cui nello scorcio finale della stagione 2016-2017 scende tuttavia in campo in una sola occasione, debuttando in Premier League nella vittoria esterna del 13 maggio 2017 contro il Middlesbrough (2-1). Non essendo riuscito a convincere l'ambiente, il 25 dello stesso mese risolve il suo contratto con i Saints.

Il successivo 4 agosto torna quindi in Serie A, accordandosi col neopromosso Verona. Fa il suo esordio con la maglia dei veneti in Coppa Italia, nella vittoria del 13 agosto contro l'Avellino (3-1), quindi in campionato sei giorni dopo contro il Napoli. Segna il suo primo gol con gli scaligeri il 20 novembre, nella sconfitta interna contro il Bologna (2-3), tornando nell'occasione in rete nella massima serie italiana dall'11 gennaio 2015. Il giocatore rimane a Verona per un semestre, nel corso del quale ritrova continuità di rendimento e buone prestazioni.

L'8 gennaio 2018 viene acquistato dalla Lazio.

 - Nazionale
Cáceres ha giocato nell'Under-20 dell'Uruguay al Campionato mondiale Under-20, tenutosi in Canada. Con lui la squadra arrivò tra l'altro terza nel Campionato sudamericano Under-20 2007.

Dal 2008 è entrato nella nazionale maggiore del suo paese. Il 14 ottobre 2009 viene espulso durante la partita decisiva con l'Argentina per le Qualificazioni ai Mondiali in Sudafrica del 2010: la sua espulsione porta la sua squadra in 10 uomini e alla sua sconfitta (0-1). Alla competizione Mondiale dell'estate 2010 raggiunge con la nazionale un risultato storico, arrivando a giocare la semifinale contro i Paesi Bassi di Sneijder e Robben. Verranno poi eliminati perdendo quest'ultimo incontro per 3-2.

Il 17 luglio 2011, nei quarti di finale della Coppa America, calcia il rigore decisivo nella sfida contro l'Argentina determinando il passaggio alle semifinali per l'Uruguay che, alla fine, vincerà la competizione.

Dopo due anni di mancate convocazioni, ritorna a indossare la casacca della selezione nazionale nel 2017, in occasione delle due amichevoli europee contro Irlanda e Italia.

Palmarès
 - Club
Competizioni nazionali
Campionato spagnolo: 1 Barcellona: 2008-2009
Coppa di Spagna: 1 Barcellona: 2008-2009
Campionato italiano: 5 Juventus: 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016
Supercoppa italiana: 3 Juventus: 2012, 2013, 2015
Coppa Italia: 2 Juventus: 2014-2015, 2015-2016

Competizioni internazionali
UEFA Champions League: 1 Barcellona: 2008-2009

 - Nazionale
Coppa America: 1 Argentina 2011


Martín Cáceres
From Wikipedia, the free encyclopedia

This name uses Spanish naming customs: the first or paternal family name is Cáceres and the second or maternal family name is Silva.

José Martín Cáceres Silva (Spanish pronunciation: [marˈtiŋ ˈkaseɾes]; born 7 April 1987) is a Uruguayan professional footballer who plays for Italian club Hellas Verona FC. Mainly a central defender, he can also play on either flank, mostly as a right-back.
After starting out at Defensor, he was bought by Spanish club Villarreal in 2007. In the following years he competed in Spain and Italy, notably winning five Serie A titles with Juventus and the 2009 Champions League with Barcelona; despite his ability, his career was limited by several injuries.
An Uruguayan international since the age of 20, Cáceres represented the country in two World Cups, the 2013 Confederations Cup and the 2011 Copa América, winning the latter tournament.

Club career
Early years
Born in Montevideo, Cáceres started his career with hometown's Defensor Sporting, becoming a first-team regular at a young age and competing in one full Primera División season with the team. In early February 2007 he had already signed for Spanish club Villarreal CF, with the deal being made effective in July.
Upon arriving at Villarreal, Cáceres was immediately sent on loan to fellow La Liga side Recreativo de Huelva, being one of the most used players during the season and often partnering Beto in central defence as the Andalusians managed to retain their division status, finishing in 16th position; on 9 January 2008 he scored against the club that owned his rights in the Copa del Rey (1–0 home win, but 1–2 loss on aggregate), and never appeared officially for the former.

Barcelona
Cáceres joined FC Barcelona on 4 June 2008, with a reported transfer fee of €16.5 million being paid to Villarreal. A buyout clause of €50 million was included in the deal, which ran until June 2012. During his only season at the Camp Nou he featured sparsely, due to both injury and technical decisions.
Even after his recovery, Cáceres only managed to be fourth-choice stopper behind Rafael Márquez, Gerard Piqué and Carles Puyol. He appeared in three games in the campaign's UEFA Champions League – two starts, 217 minutes – being an unused substitute in the final against Manchester United which completed the treble for the Catalans.

Loan to Juventus
On 6 August 2009, Barcelona loaned Cáceres to Juventus F.C. in Serie A, with the Turin team having an option to make his stay permanent at the end of the season for €11 million, plus €1 million in variables. He made his debut in a pre-season friendly against former team Villarreal the following day, replacing Jonathan Zebina at right-back at half-time.
The league season began well for Cáceres as he made a goal-scoring debut, netting the opener in a 2–0 away win against S.S. Lazio. He began as a regular under Ciro Ferrara, but his campaign would be ultimately disrupted by a number of injuries, including one in January 2010 that put him out of action for several months.

Sevilla
On 30 August 2010, Cáceres returned to Spain and joined Sevilla FC on a season-long loan, with an option to purchase. He featured regularly for the Gregorio Manzano-led team, especially at right back following the return of Abdoulay Konko to Genoa C.F.C. in January 2011.
On 1 May 2011, Cáceres was severely injured by Michael Jakobsen in a match against UD Almería, suffering a lacerated kidney following a dangerous challenge. The Dane was given a straight red card, and the South American was initially ruled out for the rest of the campaign, but unexpectedly recovered for the final two games, with Sevilla finishing fifth and qualifying to the UEFA Europa League.
On 31 May 2011, Sevilla agreed a €3 million deal plus €1.5 million in variables with Barcelona for the permanent move of Cáceres to the Ramón Sánchez Pizjuán Stadium. In late January 2012, however, he returned to Juventus, on loan.

Juventus return
At Juventus, Cáceres chose to wear the number 4 shirt, which had previously belonged to compatriot Paolo Montero. He made his debut for Juve in his second spell on 8 February 2012, playing the full 90 minutes in a 2–1 away win against A.C. Milan in the semi-finals of the Coppa Italia and scoring both of his team's goals. On 25 March he netted his first league goal, heading home an Andrea Pirlo corner kick in the 57th minute of a 2–0 home success over Inter Milan.
On 25 May 2012, Cáceres joined Juventus on a permanent basis, signing a four-year contract. He missed most of the first half of the 2014–15 campaign, after picking up an injury in a 3–2 home win over A.S. Roma in October 2014 which sidelined him for three months. He returned to the starting line-up on 11 January 2015, scoring in a 3–1 defeat of S.S.C. Napoli at the Stadio San Paolo. On 8 March, however, he fractured his ankle during a training session, requiring surgery; as a result, he was ruled out indefinitely.
Cáceres returned to the starting line-up on 8 August 2015, in Juventus's 2–0 victory over Lazio in the Supercoppa Italiana. In late September, however, he had his driving license revoked for six months and was suspended by the club after crashing his Ferrari into a bus stop in Turin following a wrong turn. He is alleged to have been over the legal alcohol limit for driving.
Cáceres returned to action on 6 January 2016, starting and playing 84 minutes in a 3–0 home triumph over Hellas Verona FC. On 4 February, it was confirmed that he would be sidelined for the rest of the season due to the rupture of his right Achilles tendon during the match the day before against Genoa. In May, Juventus' director of football Giuseppe Marotta announced that the player's contract would not be renewed, and that he would be leaving the club on 30 June.

Southampton
On 16 February 2017, Cáceres joined Premier League club Southampton as a free agent, signing an initial contract lasting until the end of the season. Ten days later he was included in a matchday squad for the first time, remaining an unused substitute in the final of the EFL Cup, a 2–3 loss to Manchester United.
After three months at St Mary's Stadium, Cáceres appeared in his first and only game for Southampton, starting in a 2–1 away win over Middlesbrough on 13 May. He was released on 25 May.

Verona
In early August 2017, Cáceres returned to Italy, signing for Hellas Verona on a deal running until 30 June 2018. However, it was reported that Lazio had already expressed an interest in acquiring his services, but were ultimately unable to as their quota of two non-EU signings from abroad had already been filled. He joined Verona instead as a result, although rumours circulated in the media linking him with a possible move to Lazio in January as there were no restrictions impeding the transfer of non-EU players between Italian clubs.

Lazio
On 8 January 2018, Cáceres joined Lazio on a one-year contract with the option for a renewal.

International career
Cáceres played with the Uruguayan under-20 team at the 2007 FIFA World Cup held in Canada, appearing in all the games in an eventual round-of-16 exit. Previously, he was named the Best Defender at the 2007 South American Youth Championship, helping his team to the third place.

Cáceres made his debut for the full side on 12 September of that year, in Johannesburg against South Africa. In 2010, he was selected by manager Óscar Tabárez for his list of 23 players for that year's FIFA World Cup, backing up FC Porto's Jorge Fucile at right-back and appearing in the semifinals against the Netherlands and the third-place match against Germany (both 2–3 losses).

With Fucile not being selected to the 2011 Copa América in Argentina, Cáceres appeared in five out of six games during the tournament – as right and left back – with the Charrúas winning their 15th continental tournament. He notably scored the decisive penalty in a penalty shootout victory over the hosts, in the quarter-finals.

Cáceres made four appearances for Uruguay in the 2013 FIFA Confederations Cup: in the third-place match against Italy, his penalty was saved by Juventus team-mate Gianluigi Buffon, as the opposition won the shootout by 3–2 after a 2–2 deadlock following extra time. He played four games in the 2014 World Cup, helping the nation reach the last-16 phase.

Due to an ankle injury suffered in March 2015, Cáceres was excluded from Uruguay's 2015 Copa América squad. A serious Achilles tendon ailment in February 2016 also prevented his participation in the Copa América Centenario the following summer.

Style of play
Cáceres's primary position is that of a central defender, but he can also operate as a left or right back, being noted for his pace, strength, tackling and aerial ability. During his time with Juventus, his tenacious approach drew comparisons to countryman Montero, who also played there.

Honours
 - Club
Barcelona
  • La Liga: 2008–09
  • Copa del Rey: 2008–09
  • UEFA Champions League: 2008–09

Juventus
  • Serie A: 2011–12, 2012–13, 2013–14, 2014–15, 2015–16
  • Coppa Italia: 2014–15, 2015–16; runners-up 2011–12
  • Supercoppa Italiana: 2012, 2013, 2015; runners-up 2014
  • UEFA Champions League: runners-up 2014–15

Southampton
  • EFL Cup: runners-up 2016–17

 - International
Uruguay
  • Copa América: 2011

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2017-18 +   -   =
RASSEGNA
GdS: "Caceres, l'intoccabile nell'Uruguay"
02.07.2018 16:00 di Ilaria Lauria
Fonte: Gazzetta dello Sport
Un leader, non solo difensivo. Martin Caceres in Russia si sta rilanciando appieno. Dopo l’eliminazione di Milinkovic è l’ultimo laziale rimasto in corsa ai Mondiali. Ma è soprattutto uno dei grandi protagonisti del bel cammino dell’Uruguay. Delle quattro partite giocate dai sudamericani non ha saltato nemmeno un minuto. Oltre al portiere Muslera sono appena tre i giocatori di movimento sempre presenti: il capitano Godin, la stella Suarez e, appunto, Caceres.
No, non può essere un caso. E il fatto che l’Uruguay finora abbia subito un solo gol non fa che rimarcare ulteriormente l’importanza del difensore biancoceleste.

I suoi sei mesi in biancoceleste, peraltro, non avevano mostrato un difensore così in forma. È rimasto fuori in 12 delle prime 13 partite di campionato da quando a gennaio è arrivato dal Verona. Prima aveva bisogno di tempo per inserirsi, poi ha subito un infortunio che lo ha reso indisponibile per diverse settimane. A quel punto riuscire a trovare spazio non era facilissimo. La Lazio era in volata con l’Inter, si giocava la qualificazione alla Champions. Non c’era tempo per sperimentare. Per questo, nonostante qualche buona prestazione (compresa quella di Firenze, dove segnò), nelle ultime due decisive partite non ha giocato.

Deve dimostrare affidabilità contro i francesi per candidarsi ad un posto da titolare nella Lazio che Lotito, Tare e Inzaghi stanno costruendo. L’Uruguay e il Mondiale come trampolino di lancio biancoceleste. Venerdì servirà qualità tecnica, ma soprattutto presenza fisica e personalità, proprio quelle che sta cercando la Lazio. D’altronde a Roma ne erano convinti già a gennaio: Caceres può essere un leader. Non soltanto difensivo.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Martin Caceres è davanti a un bivio
Il Betis si fa avanti per il grintoso difensore uruguaiano. Che però ha già giocato nel Siviglia.

Il difensore uruguaiano non è convinto di restare in Italia dopo la breve parentesi vissuta alla Lazio: trasferitosi nella Capitale dopo essersi rilanciato all’Hellas Verona, non ha trovato molto spazio con Simone Inzaghi, che per esempio non lo ha impiegato nella decisiva gara con l’Inter, preferendogli uno Stefan De Vrij già sicuro di passare tra i nerazzurri a fine campionato.

Il Betis Siviglia ha tastato il terreno ma il sudamericano, che ha giocato nel Siviglia tra il 2010 e il 2012, sta riflettendo benché con i biancoverdi avrebbe l’opportunità di giocare l’Europa League. In passato si vociferò che escluse l’ipotesi di andare al Torino per i suoi trascorsi alla Juventus.
SPORTAL.IT | 29-05-2018 17:55

FONTE: SPortal.it


Caceres: “Una fortuna per me l’Hellas Verona. Ho un bel ricordo dei compagni, di Pecchia e dei tifosi”
marzo 3, 2018

“Giocatore finito? Quando senti queste voci devi andare oltre, dare loro il poco tempo che meritano. Anzi, lasciar perdere. Mi ero rotto il tendine d’Achille, sei mesi fermo. Sono andato al Southampton, mi hanno fatto fare una partita in 4 mesi. Volevo tornare a tutti i costi in Italia, è il posto dove sono stato meglio. Mi ha cercato la Lazio, ho detto subito sì. Sono potuto arrivare soltanto a gennaio, quando avevo il passaporto da comunitario. La parentesi al Verona? Una fortuna per me, cinque mesi in cui mi sono trovato bene. Sono capitato al momento giusto e me ne sono andato via con un bel ricordo: dei compagni, di Pecchia, dei tifosi”. Queste le dichiarazioni dell’ex difensore dell’Hellas Verona, Martin Caceres, rilasciate a Tuttosport.

FONTE: HellasLive.it


SERIE A
Le pagelle di Caceres, personalità e assist ma in difesa traballa
06.02.2018 12:00 di Pietro Lazzerini Twitter: @PietroLazze
Martin Caceres, nonostante la buona prima parte di stagione con la maglia dell'Hellas Verona, aspettava a gloria la possibilità di tornare ai vertici del campionato vestendo la maglia della Lazio. Ieri, alla prima partita da titolare in biancoceleste, la sua prestazione si divide tra il bell'assist per Parolo nel gol del pareggio e la fase finale di gara, quando ha patito e non poco, la maggiore freschezza di Laxalt. La Gazzetta dello Sport lo valuta da 5,5: "L'assist per Parolo, ma poi si perde Laxalt, lo salva la Var". L'edizione di Roma del Corriere della Sera, con lo stesso voto, scrive: "Al debutto all'Olimpico mostra personalità. Lo salva il Var quando si fa soffiare la palla da Laxalt". TMW, conferma il voto dei quotidiani e aggiunge: "Commette un grave errore che manda Laxalt in porta, ma il VAR lo salva almeno nel punteggio". Infine Tuttosport, più severo degli altri nella sua valutazione finale con un 5 in pagella: "Grave errore sul gol annullato a Laxalt. Viene graziato dal Var".

I VOTI
La Gazzetta dello Sport: 5,5
Tuttosport: 5
Corriere della Sera: 5,5
Tuttomercatoweb.com: 5,5

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Caceres: “Ringrazierò sempre Pecchia e l’Hellas Verona per l’opportunità di tornare in Italia”
febbraio 3, 2018

L’ex difensore dell’Hellas Verona, Martin Caceres, ha debuttato con la Lazio mercoledì in coppa Italia contro il Milan. “Ringrazierò sempre Pecchia e il club per avermi concesso l’opportunità di tornare in Italia. Ogni squadra mi ha lasciato qualcosa. A Barcellona ho avuto la possibilità di crescere al fianco di Rafa Marquez e poi alla Juventus, dove ho trascorso tanti anni, sono i club che mi hanno dato di più – ha dichiarato l’ex gialloblù alla tv biancoceleste – Ma sono state positive pure le esperienze con Siviglia e Southampton, come gli ultimi sei mesi a Verona”.

FONTE: HellasLive.it


Lotito-Setti: un favore da 800mila euro
By Redazione - 31 gennaio 2018

Secondo indiscrezioni di mercato, la Lazio ha girato all’Hellas Verona 800mila euro per il favore Caceres.
Una somma importante, per un ragazzo che non giocava da due anni e sul quale il Verona, che lo ha rivitalizzato, e la Lazio, che ha avuto l’idea, hanno scommesso a scatola chiusa.
D.Con.

FONTE: HellasNews.it




NEWS
Ciao Caceres, Verona ha rigenerato “El Pelado”
In quattro mesi una crescita costante del difensore, fino a diventare leader della difesa

di Raffaele Campo, 08/01/2018, 15:02

L’avventura di Martin Caceres al Verona è ufficialmente terminata: da oggi è un giocatore della Lazio.

Molto positivi sono stati questi quattro mesi del difensore centrale uruguaiano, 30 anni, con la maglia gialloblù.

Il calciatore era arrivato nella squadra di Pecchia con un certo scetticismo, in quanto reduce da un’annata da dimenticare: da settembre a gennaio la Juventus lo aveva messo fuori rosa, mentre tra febbraio e maggio aveva raccolto una sola presenza in Premier League con la maglia del Southampton, soprattutto per via delle precarie condizioni fisiche.

All’Hellas la storia è cambiata. Caceres è tornato quel guerriero e lottatore ammirato in passato sia in bianconero che con la casacca dell’Uruguay.

Dopo le difficoltà delle prime gare, dovute ad una condizione atletica da ritrovare, il calciatore ha guidato la difesa gialloblù, agendo sia da terzino che da centrale e divenendone in poco tempo un autentico leader.

Oltre alle prestazioni convincenti, Caceres non ha perso nemmeno il vizio del gol: 3 marcature in totale, tra cui quella a Ferrara con la Spal, rete da attaccante aggiunto.

“El Pelado” è dunque tornato, Verona lo ringrazia per quanto fatto e lo saluta con dispiacere. Sorride, invece, la Lazio di Inzaghi che con lui rafforza la sua linea di difesa.

FONTE: Hellas1903.it


Imbarazzo Caceres
By Redazione - 8 gennaio 2018

Fusco aveva assicurato che si sarebbe incontrato con Caceres e il suo agente dopo la sfida con il Napoli per parlare del futuro del difensore.

Considerando che il day after Napoli è stato domenica e che oggi la Lazio ha bellamente ufficializzato l’approdo dell’uruguaiano in biancoceleste, o l’incontro di cui parlava Fusco è avvenuto sul treno di ritorno dalla Campania (ambiente sereno e mente molto fredda), oppure era tutto già deciso dal 31 luglio scorso, come hanno detto tutti i giornalisti e la società laziale.

Rimane il dispiacere per aver perso il miglior difensore in rosa e l’imbarazzo per come Fusco abbia voluto gestire la cessione, tenendo segreto un affare che non era segreto a nessuno. Senza capire veramente il perchè.
D.Con.

FONTE: HellasNews.it


SERIE A
Caceres per la Champions: Lazio, un usato sicuro aspettando De Vrij
08.01.2018 13:45 di Lorenzo Di Benedetto Twitter: @Lore_Dibe88
Un colpo annunciato da mesi ma che adesso è anche ufficiale. Martin Caceres è un nuovo giocatore della Lazio e a partire da oggi Simone Inzaghi avrà a disposizione un nuovo difensore per puntare dritto alla Champions League. Una novità in rosa ma che rappresenta senza ombra di dubbio un usato sicuro vista la sua grande esperienza nel calcio italiano. Prima la Juventus e poi il Verona, per un giocatore che ha sempre fatto bene quando chiamato in causa e che andrà ad aggiungere qualità al reparto arretrato biancoceleste in attesa di capire cosa ne sarà di Stefan de Vrij.

L'olandese deve ancora decidere il suo futuro, come annunciato dal direttore sportivo dei capitolini Igli Tare, e nelle prossime ore sceglierà se rinnovare il suo contratto o meno con la società di Claudio Lotito. A prescindere da tutto il giocatore non si muoverà da Roma prima dell'estate ma intanto la Lazio si è comunque cautelata tesserando ufficialmente Caceres che proverà a diventare un titolare nella difesa a tre di Inzaghi.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Comunicato 08.01.201
08 Gennaio 2018 COMUNICATI
La S.S. Lazio comunica di aver acquisito a titolo definitivo le prestazioni sportive del calciatore José Martín Cáceres Silva, proveniente dalla società Hellas Verona F.C..

Cáceres ha sottoscritto un contratto annuale con opzione di rinnovo.

FONTE: SSLazio.it


Calciomercato Lazio: per Caceres non è ancora fatta
Alex Bianchi, 4 gennaio 2018

La Lazio ha dimostrato di avere un organico all’altezza del campionato e non solo. Le ottime uscite a livelli europeo hanno fatto capire che per conquistare l’Europa League tutti dovranno vedersela anche con la squadra di Simone Inzaghi, ma per il momento quello che conta ai tifosi è proseguire nell’ottimo percorso in campionato in attesa magari di qualche nuovo innesto.
Uno che sembrava certo qualche settimana fa ora si starebbe allontanando. Stiamo parlando del difensore ex Juventus, ed ora all’Hellas Verona, Martin Caceres. Il giocatore, che si sta ben comportando in campionato, è un valore importante per la squadra di Pecchia e perderlo in questo momento potrebbe significare retrocessione.

Il Direttore sportivo dell’Hellas Verona, Fusco, parlando dell’uruguaiano ha detto: “Rifarei di nuovo questa operazione, a Verona è arrivato perchè è un grande giocatore che doveva recuperare dall’infortunio ed è stato bravo a calarsi in questa realtà. Ha un contratto fino a giugno, adesso ci incontreremo con il giocatore per capire la sua volontà, non c’è nulla di firmato con la Lazio. Se un giocatore vuole restare qui deve essere però motivato e rimanere senza rimpianti“.

FONTE: CalcioLine.com


Calciomercato Lazio, Caceres in più
L’uruguaiano arriverà a Formello dopo la sosta. Un jolly difensivo per Inzaghi. Contratto triennale, clausola di rescissione a 5 milioni

© ANSA

di Fabrizio Patania
MARTEDÌ 2 GENNAIO 2018 09:00
ROMA - Un gol alla Juve per salutare il Bentegodi, l’Epifania al San Paolo di Napoli e poi tanti abbracci al Verona, dove si è ritrovato dopo un anno buio in Premier e ha giocato con discreta continuità: 13 presenze nel girone d’andata, 1078 minuti in campo, 3 gol. Martin Caceres si prepara a raggiungere la Lazio, che non poteva tesserarlo ad agosto perché le caselle per due extracomunitari (Marusic e Caicedo) erano già state occupate. L’uruguaiano è il rinforzo promesso da Lotito in estate a Inzaghi, forse il vero motivo per cui decise di non prendere nessun difensore al posto di Hoedt, venduto a peso d’oro (17 milioni di euro) al Southampton, un colpo pazzesco considerando il rendimento (scadente) dell’olandese in Premier. Arriverà dopo la sosta di campionato, ormai alle porte. Caceres, nei piani della società biancoceleste, dovrebbe cominciare ad allenarsi a Formello il 14 gennaio, alla ripresa dei lavori.

AL SAN PAOLO - L’operazione, concordata in estate, andrà definita e sistemata formalmente nei prossimi giorni tra le due società. Per questo motivo la Lazio non l’ha ufficializzata e il Verona ancora tentenna e tenta una fragile resistenza. Pecchia corre per la salvezza, alla fine di agosto l’uruguaiano rappresentava un punto interrogativo per tutti, oggi è un punto di forza, perderlo significa indebolirsi. Farà giocare Caceres sabato con il Napoli al San Paolo e poi sarà costretto a salutarlo e sostituirlo. Come non è ancora chiaro nei pensieri del club veneto. La Lazio ha provato a inserire Mauricio nell’operazione, ma l’ex difensore dello Sporting Lisbona non possiede le stesse caratteristiche di Caceres e sta valutando altre offerte, potrebbe tornare in Brasile, lo sta trattando l’Atletico Mineiro. La società biancoceleste gli ha dato il permesso di cercarsi una sistemazione.

FONTE: CorriereDelloSport.it


Caceres e quell’affare chiuso in estate
By Redazione - 31 dicembre 2017

Hellas News aveva anticipato tutti in estate (http://www.hellasnews.it/caceres-i-perche-dellaffare-lampo/). La Lazio aveva chiuso l’affare lampo con il Verona perché il regolamento permette di acquistare senza problemi un giocatore extracomunitario che abbia militato in Italia negli ultimi 6 mesi di contratto. Se Caceres avesse firmato con i gialloblù entro il 31 luglio, avrebbe potuto essere tesserato dalla Lazio entro il 31 gennaio. Firmando lo scorso 28 luglio (l’ufficialità è stata data il 4 agosto, ma le firme sono avvenute una settimana prima), il forte terzino potrà diventare giocatore biancoceleste il prossimo 28 gennaio.

Ci sarà quindi nella trasferta del Verona a Napoli (guai fisici permettendo) e poi molto probabilmente avrà il nulla osta da parte del Verona per trasferirsi a Roma, ambientarsi e aspettare il 28 gennaio per la firma del contratto. Ma non è da escludere che possa giocare anche la gara casalinga contro il Crotone al Bentegodi dopo la sosta. Poi però partirá sicuramente.

Possibilità che rimanga a Verona? Ce ne sarebbe una soltanto. Quella in cui lui si impuntasse e rifiutasse la Lazio prima di giugno per restare in gialloblù. Onestamente di difficilissima realizzazione.

La speranza è che la società scaligera sappia intervenire per sostituirlo con un giocatore di uguale valore e non pensi che basta aspettare Bianchetti e Cherubin o rilanciare Souprayen, per prendere il posto di uno dei migliori terzini visti in Serie A in questo girone d’andata.
D.Con.

FONTE: HellasNews.it


Caceres segna e esulta, tifosi bianconeri imbufaliti. El Pelado: «Rispetto, ma lotto per il Verona»
Per Caceres Juventus è sinonimo di passato, col Verona ha fatto gol ai bianconeri e ha esultato: c’è chi non l’ha presa bene, sui social i tifosi della Vecchia Signora hanno protestato

Di Gianmarco Lotti - 31 dicembre 2017

«RISPETTO sempre questi colori ⚪️⚫️ 🙌🏼 Ma c’è anche di dire che ho dei compagni e una squadra per qui in questo momento lotto fino alla fine!». Martin Caceres risponde così alle accuse di alcuni tifosi juventini che non hanno gradito l’esultanza del giocatore, ex della sfida, nel match contro la Juventus. In tanti hanno comunque fatto l’in bocca al lupo al giocatore, altri hanno continuato ad attaccarlo.



Verona-Juventus: Caceres segna e esulta, tifosi bianconeri imbufaliti – FOTO – 30 dicembre, ore 23

Non è una regola scritta nel calcio e, francamente, avrebbe anche un po’ stufato, ma ormai è diventata la normalità: chi segna alla sua ex squadra, non esulta. Si può essere d’accordo o meno, basti vedere cosa è accaduto al Bentegodi. Martin Caceres ha segnato il gol del momentaneo pareggio del Verona contro la Juventus, in una partita che poi i bianconeri hanno vinto grazie a un super Paulo Dybala. Caceres ha fatto gol con un bel tiro da fuori, ma non è stato l’unico dispiacere inferto ai fan juventini.

Dopo il gol, chi si aspettava un Caceres “muto” si è sbagliato di grosso. L’uruguaiano ha esultato correndo all’impazzata verso i compagni e buttandosi in ginocchio sotto uno spicchio di tifosi. Niente di male, se non fosse per la sua esperienza juventina durata quasi cinque anni. Sui social, ovviamente, c’è chi non l’ha presa bene e ha dato dell’ingrato all’ex di turno. Si tratta di tifosi della Juventus, che hanno rimproverato Caceres per la sua esultanza ritenuta irrispettosa. C’è anche chi ha preso le difese del veronese, come si può intuire dai tweet qui sotto.










FONTE: CalcioNews24.com


Lazio

30/12/17 23:05| Calciomercato | Autore: Redazione
Il contratto di trasferimento per questa sessione di mercato di gennaio già è pronto. Adesso è chiara anche la data in cui Martin Caceres sarà a disposizione di Simone Inzaghi e non più di Fabio Pecchia. Da dopo la prossima sosta di campionato, il difensore infatti passerà dal Verona alla Lazio. Un'altra gara con la maglia gialloblù (il 6 gennaio contro il Napoli) e poi via all'avventura in biancoceleste a partire dal 21 gennaio (quando la Lazio affronterà in casa il Chievo). Tutto già deciso nell'accordo preso tra le parti l'estate scorsa ed ora è arrivata la conferma del trasferimento alla corte di Inzaghi. Nel contratto col club biancocelste, inoltre, Caceres avrà inserita una clausola rescissoria di 5 milioni di euro. La parentesi all'Hellas dunque si avvicina al capolinea e dal penultimo impegno di campionato di gennaio, Caceres sarà un nuovo rinforzo alla corte di Inzaghi.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Calciomercato Lazio, Caceres è chiamato a una scelta: lasciare l'Hellas o restare
IL DIFENSORE È DA MESI PROMESSO SPOSO DEI BIANCOCELESTI, MA NON HA ANCORA COMUNICATO LA SUA DECISIONE
Redazione Fantagazzetta | 25/12/2017 17:13 1'
Caceres (Getty Images)

Pochi giorni all’inizio della sessione invernale di calciomercato e per Martin Caceres si avvicina il momento di prendere una decisione. Il difensore uruguaiano, arrivato in estate all’Hellas Verona, potrebbe infatti trasferirsi alla Lazio, com’era previsto già da alcuni mesi; l’ultima parola però spetta all’ex Juventus, che ancora non ha resa nota la sua volontà.

Anche il ds dell’Hellas, Filippo Fusco, ha lasciato intendere alcuni giorni fa che la situazione è ancora in divenire. L’obiettivo di Caceres è giocare con continuità in vista del Mondiale, cosa che alla Lazio potrebbe anche non avvenire; tuttavia il calo di Bastos potrebbe portare Simone Inzaghi, nel caso in cui l’uruguaiano stesse bene dal punto di vista fisico, ad affiancarlo a De Vrij e Radu nel terzetto difensivo biancoceleste.

FONTE: FantaGazzetta.com


Fusco, dg del Verona: “Non è scontato che Caceres andrà alla Lazio”
24/12/2017 Marco Corsini

Martin Caceres è un obiettivo della Lazio per il mercato di gennaio. Il difensore, ex Juventus, sta ben facendo con la maglia dell’Hellas Verona. Ma il suo futuro è ancora tutto da scrivere.

Il dg del Verona, Fusco, ha voluto fare chiarezza sul futuro di Martin Caceres. Le sue parole ai cronisti dopo il match degli scaligeri: “Caceres è un giocatore che ha un contratto con noi fino al 2018. E’ un giocatore per noi importante. Sta entrando in condizione, il mercato inizia il 3 gennaio e valuteremo. Ha un’offerta, come noto, da una squadra importante come la Lazio. E’ normale che vorremmo che restasse con noi, credo che dal suo punto di vista valuterà dove potrà essere impiegato con maggiore continuità in vista dei Mondiali. Per ora ce lo teniamo stretto, ma la sua volontà è chiaramente determinante, ha fatto un grande bagno di umiltà venendo qui”.

FONTE: LazioChannel.it


Caceres e il dubbio di non rivederlo in gialloblù
By Redazione - 24 dicembre 2017

Martin Caceres, in panchina con il mal di schiena, osserva la retroguardia scaligera che a Udine viene seppellita viva dai bianconeri.

La sensazione è che la straordinaria prestazione dell’ex Juventino in marcatura su Suso, abbia convinto il quartier generale della Lazio a riprendersi il roccioso sudamericano, possibilmente integro. Le condizioni fisiche di Caceres sono imprescindibili per il club capitolino. Per questo motivo, è molto probabile che il Verona debba preservarlo, prima di restituirlo nella finestra di gennaio. Se così fosse, è chiaro che i tifosi non rivedranno più Martin con il gialloblù addosso.

Un grattacapo non da poco per il diesse Fusco che non troverà facilmente un sostituto all’altezza. La difesa del Verona senza Caceres perde buona parte del proprio potenziale. Molto male.
M.C.

FONTE: HellasNews.it


CALCIOMERCATO
Verona o Lazio? Caceres sfoglia la margherita
22/12/2017 17:57
Verona o Roma (sponda Lazio)? Caceres sfoglia la margherita. L'intenzione del Verona è quella di tenere il difensore uruguaiano fino alla fine del campionato, ma anche la Lazio vuole il giocatore e punta a "richiamarlo alla base" già a gennaio (come era previsto questa estate).

La volontà del giocatore risulta quindi fondamentale: l'ex Juve avrebbe espresso la volontà di rimanere a Verona, ora però c'è bisogno di un accordo tra le società e il procuratore del giocatore.

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE A
Il borsino della A - Hellas Verona, il più valutato è della Lazio
21.12.2017 16:30 di Andrea Losapio Twitter: @losapiotmw
L'Hellas Verona di Fabio Pecchia, nonostante il penultimo posto, può ben sperare per il futuro. I gialloblù hanno dato dimostrazione di poter crescere, nelle ultime settimane, anche grazie ai giovani. Kean e Verde su tutti, ben dosati dal tecnico scaligero, con un Alessio Cerci che sta salendo di condizione. Qualche dubbio sulla difesa, probabilmente non all'altezza della A.

MEGLIO DI TUTTI - Martin Caceres - 5 milioni
Rimasto a parametro zero per un anno, con qualche dubbio sulle sue condizioni fisiche, è finito a Verona per una questione di opportunità: la Lazio lo aveva già praticamente acquistato ma, essendo extracomunitario, doveva fare una tappa intermedia. A gennaio l'uruguagio sarà, con ogni probabilità, trasferito all'Olimpico per la sua nuova avventura.

SVALUTATION - Giampaolo Pazzini - 2 milioni
In Serie B è praticamente inarrestabile, in A sta vivendo un periodo complicato, perché Pecchia lo vede più come una riserva che non come il moloch che, almeno per una piazza come Verona, dovrebbe essere. Spesso e volentieri gli viene preferito Kean.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Fascetti: "Caceres? Se il Verona vuol salvarsi, lo tenga"
20.12.2017 18:00 di Lorenzo Marucci
Martin Caceres ha fugato tutti i dubbi e in questa prima parte di stagione è diventato uno dei punti di riferimento del Verona. I gialloblù però rischiano di perderlo a fine anno o addirittura già a gennaio in virtù di un accordo con la Lazio (con cui lo ha di fatto ingaggiato in sinergia) che in estate non aveva uno slot libero per gli extracomunitari. "E' un gran giocatore, un bel difensore che alla Juve aveva già dimostrato tutto il suo valore", dice a Tuttomercatoweb.com Eugenio Fascetti. "Si è rivelato un grande acquisto, sa fare bene le due fasi, difesa e attacco".

Dovesse approdare alla Lazio?
"Sarebbe un bell'innesto. Di giocatori come lui avrebbero bisogno tutte le squadre".

Ora ha fugato anche tutti i dubbi...
"Erano perplessità forse fisiche o legate al comportamento. Voci su di lui ce ne sono state tante. Come giocatore, ripeto, è forte, duttile, dà carattere alla squadra, è un vincente".

Se fosse nel Verona invece che farebbe?
"Se voglio salvarmi tengo Caceres. E' una speranza in più per restare in serie A".

SERIE A
Scadenza 2018 - Caceres: l'Hellas se lo gode, la Lazio lo aspetta
20.12.2017 15:15 di Simone Bernabei Twitter: @Simo_Berna
Un po a sorpresa, in estate Martin Caceres ha firmato per l'Hellas Verona. L'uruguayano aveva trovato l'accordo con la Lazio, ma la società biancoceleste non aveva slot disponibili per gli extracomunitari. Da qui la sinergia mai nascosta proprio col club scaligero che per ora si gode il ritorno ad ottimi livelli dell'ex Juventus.

Il futuro come detto è già scritto, visto che l'Hellas in estate gli ha fatto firmare un contratto annuale proprio per permettergli a giugno 2018 di scegliere la Lazio. E così sarà, con la possibilità che l'operazione possa essere anticipata già a gennaio.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
Campagna acquisti? Caceres ai saluti...
20/12/2017 12:00
Il mercato di gennaio si avvicina: il primo nodo da sciogliere per Setti è quello legato a Caceres. Lotito lo ha "parcheggiato" a Verona con la chiara intenzione di riprenderselo a gennaio.

La società biancoceleste, ad agosto, aveva inviato l'uruguaiano a Verona per questioni regolamentari dovute al tesseramento di giocatori extracomunitari, ma risolto il problema il Ds Tare è pronto a riprendersi l'ex Juve.

Il Verona proverà a trattenere Caceres fino al termine della stagione, ma trovare l'accordo sarà molto difficile. Basterà "l'amicizia" tra Maurizio Setti e Claudio Lotito?

Chiaramente, se un titolarissimo come Caceres dovesse andare via, il Verona avrebbe bisogno di un terzino destro altrettanto valido...

FONTE: TGGialloBlu.it


Il regalo di Natale per Inzaghi: arriva Caceres
Con il Natale ormai alle porte, anche i presidenti sono pronti ad impacchettare nuovi calciatori per regalarli ai propri allenatori: è il caso di Martin Caceres e della Lazio
Di Francesca Flavio - 20 dicembre 2017
La carriera di Martin Caceres è sempre stata contraddistinta da alti e bassi, momenti in cui è stato protagonista nei top club e altri in cui ha dovuto ricominciare da realtà calcistiche, se così si può dire, meno metropolitane. Caparbio, combattivo, affamato, l’uruguayano ha trovato a Verona la chance, a 30 anni, di riprendere in mano la propria carriera. Arrivato a parametro zero dopo l’esperienza al Southampton, l’ex difensore della Juve è vicino alla Lazio.

L’approdo estivo in terra veneta era già stato contraddistinto da alcuni rumors relativi proprio alla squadra biancoceleste: Caceres “parcheggiato” a Verona fino a gennaio perchè extracomunitario. In questi 6 mesi in gialloblu l’uruguayano è sceso in campo con continuità, ritrovando anche una condizione fisica ottimale. Adesso, secondo quanto scrive Il Corriere della Sera, Caceres potrebbe trasferirsi alla Lazio nel corso della finestra invernale di trasferimenti. Il suo arrivo permetterebbe al tecnico Simone Inzaghi di avere più duttilità in difesa, tenendo conto che l’uruguayano è un terzino di ruolo che può adattarsi bene anche nel ruolo di centrale di difesa. Caceres-Lazio per blindare la porta.

FONTE: CalcioNews24.com


Il Verona saluta Caceres: “Felici di averlo avuto con noi”
L’uruguaiano a gennaio sarà biancoceleste dopo il parcheggio in Veneto

di redazionecittaceleste, 19/12/2017, 16:29
ROMA – Il Verona saluta Caceres, pronto a sbarcare alla Lazio. Il ds Filippo Fusco ha parlato proprio dell’uruguaiano in occasione degli Italian Sport Awards ai microfoni di Tmw Radio: “Caceres è arrivato che aveva giocato poco, ma è un professionista straordinario, un uomo d’esperienza, di carattere. Ci ha dato un aiuto importante e noi gli abbiamo dato la continuità che non aveva avuto nell’ultimo periodo. Caceres ha una carriera tale che nessuno può metterlo in discussione. Siamo felici di averlo con noi, di averlo avuto con noi”.

FONTE: CittaCeleste.it


Calciomercato Lazio, i motivi che fanno di Caceres l’acquisto perfetto
Calciomercato Lazio – In difesa Caceres sarà il primo rinforzo per Inzaghi. E l’allenatore non poteva chiedere di meglio…
Di Rocco Fabio Musolino - 15 dicembre 2017

Il primo acquisto del calciomercato invernale è già assicurato. Martin Caceres sarà da gennaio (clicca qui per i dettagli dell’operazione) un nuovo giocatore della Lazio. Il difensore dell’Hellas Verona è perfetto per il modulo a tre di Simone Inzaghi perchè, oltre a garantire esperienza al reparto, è dotato di buona tecnica coi piedi e può adattarsi anche al ruolo di terzino destro. Questa sua duttilità permetterebbe al tecnico piacentino di modificare lo schema tattico a gara in corso, senza dover sprecare alcun cambio (Bastos e Wallace non possono essere adattati sulla fascia, mentre Patric non garantisce totale sicurezza). Bravo ovviamente in marcatura, l’ex Juventus si rende spesso pericoloso negli inserimenti su palla inattiva. Un altro dettaglio da non sottovalutare riguarda l’Europa League: l’uruguayano potrebbe essere inserito senza problemi in lista Uefa visto che la squadra veneta non disputa alcuna competizione continentale. Si può dunque parlare di un altro grande colpo della dirigenza capitolina che, senza dover sborsare un euro, ha già regalato al proprio mister il rinforzo adatto per il pacchetto arretrato.

FONTE: LazioNews24.com


Verona - Ha segnato il gol del raddoppio del Verona, oltre ad aver offerto una gara di personalità ed esperienza. L'ottima prestazione di Martin Caceres non è passata inosservata e gli ha permesso di vincere la tappa del Cuore Gialloblù per SPAL-Hellas Verona. Sul podio lo seguono Cerci e Verde, scelti dai votanti come secondo e terzo miglior giocatore gialloblù della sfida di Ferrara.

La classifica generale del concorso rimane invariata nelle prime due posizioni, con Bruno Zuculini primo a quota 153 voti e Verde secondo a 75 voti, ma in terza posizione Cerci (47 voti) sorpassa Buchel (fermo a quota 41). Le votazioni riapriranno al termine della gara di domenica contro il Milan, e rimarranno attive per le successive 48 ore.

FONTE: HellasVerona.it


Seconda rete in gialloblù per Caceres
dicembre 11, 2017

Un’ottima prestazione quella di Martin Caceres a Ferrara in casa della Spal, coronata col gol, il secondo in questo campionato con la maglia dell’Hellas Verona, che ha purtroppo solo illuso il pubblico di fede gialloblù. Rispetto alla prima marcatura realizzata al Bentegodi col Bologna, il gol Caceres questa volta è servito per tornare a Verona almeno con un punto. Futuro del jolly difensore uruguaiano che intanto è ancora tutto da definire, anche se stando alle dichiarazioni del ds Tare, il ritorno alla Lazio pare sia oramai solo una questione di giorni.

FONTE: HellasLive.it


Lazio, ufficiale il primo acquisto! Arriva Martin Caceres dall'Hellas
di Luca Zaglia
02 DIC 2017

I biancocelesti della Lazio hanno già ufficializzato, come sottolinea il Corriere dello Sport, il primo acquisto della sessione invernale di mercato: per la difesa capitolina dunque, è in arrivo dall'Hellas Verona l'uruguaiano Martin Caceres. Il difensore però, si aggregherà alla rosa di Inzaghi solamente dopo il 6 gennaio: il club veneto vuole approfittare delle abilità del suo jolly difensivo, almeno fino all'impegnativo match contro il Napoli.



​​Dopo quella data, l'uruguaiano firmerà un contratto fino a giugno col rinnovo legato alle presenze: se giocherà il 50% dei match da gennaio a maggio il prolungamento per altre due stagioni sarà automatico. Intanto, mister Simone Inzaghi lo attende con ansia: lo inserirà anche nella lista UEFA ed ha intenzione di puntare forte su di lui.

FONTE: 90Min.com


Caceres: “Sei e sarai il numero uno”
novembre 14, 2017
Il difensore dell’Hellas Verona, Martin Caceres, dopo la clamorosa esclusione dai Mondiali dell’Italia di Giampiero Ventura, sui social ha voluto dedicare un pensiero all’ex compagno di squadra, Gianluigi Buffon: “Sei e sarai il numero uno”. Per il portiere più forte di tutti i tempi, quello di ieri è stato il peggior addio alla nazionale italiana.

FONTE: HellasLive.it


COMUNICATO MEDICO: MARTIN CACERES
06/NOVEMBRE/2017 - 19:50
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che il calciatore Martin Caceres, convocato per le sfide contro Polonia (10 novembre) e Austria (14 novembre), non raggiungerà il ritiro dell'Uruguay, in accordo con lo staff medico della nazionale, a causa di un affaticamento muscolare al flessore destro accusato durante Cagliari-Hellas Verona. Il calciatore seguirà un programma di recupero a Peschiera.

FONTE: HellasVerona.it


NEWS
Caceres, il recupero continua
La presenza del difensore dell’Hellas a Cagliari resta ancora in dubbio

di Redazione Hellas1903, 31/10/2017, 14:22

Martin Caceres accelera per recuperare dalla contrattura al flessore destro che l’ha fermato in queste settimane.
Oggi, a Peschiera del Garda, il difensore ha proseguito il programma previsto per arrivare al pieno rientro. L’impiego di Caceres, comunque, resta in dubbio per la trasferta di domenica sul campo del Cagliari.
Nei prossimi giorni saranno valutate con maggiori dettagli le sue condizioni.

FONTE: Hellas1903.it


Lazio, il primo rinforzo per gennaio è pronto
del 23 ottobre 2017 alle 11:52

Secondo La Gazzetta, Martin Caceres è promesso alla Lazio per gennaio. L'uruguaiano dirà addio al Verona dopo pochi mesi come prestabilito in estate, Inzaghi lo aspetta in biancoceleste.

FONTE: CalcioMercato.com


CACERES: «ABBIAMO GIOCATO CON VOGLIA E GRINTA, ORA TESTA ALL'ATALANTA»
22/OTTOBRE/2017 - 15:40
Verona - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Martin Caceres, rilasciate al termine di Chievo-Hellas Verona, 9a giornata della Serie A 2017/18.

«Dispiace aver perso, quello di oggi è stata un derby vero. Abbiamo messo in campo tanta grinta e voglia, Nonostante l'uomo in meno, siamo riusciti a riaprire i giochi nel secondo tempo dimostrando di avere il giusto approccio. Ora dobbiamo concentrarci sulla prossima partita, quella con l'Atalanta. Le mie incursioni? Mi piace vincere, quindi se riesco ad aiutare i miei compagni sono contento. Dobbiamo ripartire dell'approccio che ha avuto la squadra in questa stracittadina».

FONTE: HellasVerona.it


Lazio, Caceres ha già detto sì
del 18 ottobre 2017 alle 20:37

Martin Caceres sarà il nuovo difensore che la Lazio aspetta. Da gennaio, il centrale uruguaiano saluterà il Verona dove ha giocato in questi mesi per raggiungere Simone Inzaghi, ha già detto sì a Lotito

FONTE: CalcioMercato.com


MERCATO LAZIO
Mercato Lazio, ds. Verona: “Caceres? Deciderà il giocatore”
Ecco le ultime…

di redazionecittaceleste, 16/10/2017, 20:56
ROMA – Filippo Fusco, direttore sportivo dell’Hellas Verona, ha parlato ai microfoni di Sky Sport prima del posticipo con il Benevento. Il dirigente ha trattato il tema Caceres-Lazio: “Caceres ha un contratto con noi di un anno, ma la volontà del giocatore in questi casi è importante soprattutto con un giocatore in scadenza. Per ora siamo contenti che sia con noi, sta trovando continuità di prestazioni, cosa che non aveva avuto negli ultimi anni. Ci sta dando una mano per la crescita del gruppo con la sua esperienza e la professionalità che lo contraddistingue. Gennaio è lontano, per ora pensiamo al Benevento che è una partita troppo importante”.

FONTE: CittaCeleste.it


A Gennaio Caceres alla Lazio: le conferme
By Redazione - 15 ottobre 2017

Martin Caceres sarà un calciatore della Lazio a partire da gennaio. A dichiararlo Igli Tare, ds biancoceleste, a Premium.
“Obiettivi stagionali? All’inizio partiamo sempre dalla seconda fila, poi le cose cambiano. Il campo ci deve aiutare con i risultati per darci consapevolezza, ma vedendo la rosa e pensando a Nani, Felipe Anderson e Caceres che arriverà a gennaio, questa squadra può dare molto fastidio”.

FONTE: HellasNews.it


Verona, Caceres saluta a gennaio: va alla Lazio
del 11 ottobre 2017 alle 21:21
Martin Caceres raggiungerà la Lazio da gennaio. Tutto confermato, il difensore non rinvierà il discorso a giugno ma lascerà il Verona già dalla prossima finestra di mercato invernale.

FONTE: CalcioMercato.com


NAZIONALI: CACERES PROTAGONISTA CON L'URUGUAY CONTRO LA BOLIVIA
11/OTTOBRE/2017 - 11:30
Verona - Si è conclusa nel migliore dei modi la fase di Qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 per Martin Caceres e per il suo Uruguay, qualificato arrivando secondo nel girone a 31 punti dietro al Brasile. Il difensore gialloblù è partito titolare anche nell'ultima gara contro la Bolivia, impreziosendo un'ottima prestazione con il gol dell'1-1, dando il via alla rimonta che ha permesso a Caceres e compagni di vincere per 4-2. Rimasto sul terreno di gioco fino al triplice fischio, il difensore ha effettuato 45 passaggi positivi su 48 effettuati, risultando essere uno dei giocatori migliori della partita.

FONTE: HellasVerona.it


Lazio, a gennaio arriverà Caceres: sarà lui il rinforzo giusto?

di Luca Russo
04 OTT 2017
Nonostante l'ottimo inizio di stagione bisogna ammettere che la Lazio, sul fronte difensivo, continua a presentare delle lacune evidenti. Simone Inzaghi, da diverse partite, sta convivendo con numerose assenze causa infortuni. Wallace, Bastos, Lukaku, Basta più la consueta incognita De Vrij: l'allenatore biancoceleste si è spesso dovuto reinventare la linea difensiva. La bravura del tecnico italiano è evidente: ha lanciato il giovane Luiz Felipe, adattato Patric e Luis Leiva da centrali e dato fiducia a presunte riserve come Marusic o Patric. In tutto ciò sta continuando ad ottenere risultati positivi: la Lazio, infatti, sta facendo bene sia in Serie A (quarto posto in classifica) che in Europa League (primo posto nel girone).

La domanda, tuttavia, è una: la squadra biancoceleste riuscirà a mantenere tale continuità per tutta la durata della stagione? Difficile dirlo. Ma un aiuto concreto potrebbe arrivare dalla prossima sessione di mercato invernale. Perché la Lazio, nel mese di gennaio, avrà la possibilità di ingaggiare un nuovo difensore. Si tratta di Martin Caceres, ex calciatore della Juventus che in questa prima parte di stagione, a causa del passaporto extracomunitario, non poteva essere tesserato dal club biancoceleste ed è stato parcheggiato all'Hellas Verona.



Nei prossimi mesi, dunque, la Lazio libererà tale slot e potrà assicurarsi le prestazioni sportive del difensore uruguaiano. Per Simone Inzaghi sarà un rinforzo di tutto rispetto, sia per il valore assoluto del giocatore ma soprattutto per la sua eccezionale duttilità tattica. Caceres, come dimostrato nel corso della sua lunga carriera, è in grado di giocare in qualsiasi modulo nei ruoli di terzino destro, terzino sinistro e centrale. Un jolly che rischia di diventare preziosissimo per l'attuale retroguardia biancoceleste, ad oggi, probabilmente, l'unico anello debole della squadra.

FONTE: 90Min.com


Caceres risolverà i problemi della Lazio in difesa
Martin Caceres è all’Hellas Verona ma è già della Lazio: i biancocelesti hanno confermato che a gennaio avranno l’ex juventino come rinforzo in difesa. Le ultime news di mercato

Di Gianmarco Lotti - 4 ottobre 2017
La Lazio ha problemi in difesa, non ha una rosa lunghissima per quanto concerne la retroguardia e a gennaio tornerà sul calciomercato. Sarà soltanto una formalità di mercato, ma Martin Caceres passerà ai capitolini. Figurerà come nuovo acquisto ma in realtà da qualche settimana si sa già che l’ex juventino vestirà la divisa laziale. Adesso, con la rosa ridotto all’osso, è più che certo il trasferimento alla truppa di Simone Inzaghi.

Non ha il passaporto comunitario e quindi ad agosto la Lazio ha deciso di parcheggiarlo in prestito al Verona. L’Hellas aveva uno slot libero e quindi a gennaio l’acquisto di un extracomunitario da una società italiana non occuperà una casella libera in casa Lazio. Un escamotage che prenderà corpo a gennaio e che aiuterà non poco i biancocelesti.

FONTE: CalcioNews24.com


COMUNICATO MEDICO: CACERES E ROMULO
02/OTTOBRE/2017 - 19:30
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che i calciatori Martin Caceres e Romulo, in seguito agli infortuni subiti in occasione della sfida contro il Torino, hanno riportato quanto segue: trauma alla spalla sinistra per Caceres, che sarà valutato direttamente dallo staff medico dell'Uruguay. Romulo, invece, è stato sottoposto ad accertamenti clinico-diagnostici che hanno evidenziato un trauma contusivo alla spalla destra: i tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

FONTE: HellasVerona.it


Caceres, infortunio in Torino-Hellas Verona: gli aggiornamenti
Nuovo problema fisico per il difensore uruguaiano. Infortunio Caceres: il calciatore dell’Hellas Verona ko contro il Torino. Gli aggiornamenti

Di Antonio Parrotto - 1 ottobre 2017
L’Hellas Verona è stato costretto a sostituire, attorno alla mezz’ora del primo tempo, Romulo, ko per infortunio. Il tecnico Pecchia, all’intervallo, è stato costretto a un nuovo cambio per un problema fisico. Anche Martin Caceres, difensore arrivato quest’anno grazie a una sinergia con la Lazio, ha lasciato il campo.
Il difensore ha preso una botta alla spalla nel primo tempo, ha stretto i denti fino al termine del primo tempo ma poi è stato rimpiazzato da Heurtaux. Problemi alla spalla dunque anche per l’ex juventino. Presto nuovi aggiornamenti sulle condizioni del giocatore del Verona.

FONTE: CalcioNews24.com


NEWS
Difesa Verona, con il Toro torna Caceres
L’uruguagio sta bene, domenica giocherà titolare

di Redazione Hellas1903, 29/09/2017, 16:42

Martin Caceres giocherà titolare con il Torino.
L’uruguagio sta bene dopo i problemi alla schiena ed è pronto a partire dall’inizio nella partita di domenica sul campo dei granata.
Caceres si era bloccato per una lombalgia acuta prima della gara con la Sampdoria, infortunio che l’ha costretto a stare fuori con i blucerchiati per sedersi poi in panchina nello 0-3 subito con la Lazio.

FONTE: HellasVerona.it


NAZIONALI: CACERES CONVOCATO CON L'URUGUAY CONTRO VENEZUELA E BOLIVIA
19/SETTEMBRE/2017 - 10:00

Verona - Convocazione nella Nazionale uruguaiana per Martin Caceres. Il difensore gialloblù è stato selezionato dal CT Oscar Tabarez per partecipare alle gare di qualificazione al Mondiale di Russia 2018 contro il Venezuela (il 5 ottobre) e la Bolivia (il 10 ottobre). Di seguito i dettagli delle partite:

Giovedì 5 ottobre ore (17 ora locale; 23 ora italiana)
Estadio Polideportivo de Pueblo Nuevo - San Cristobal (Venezuela)
VENEZUELA-URUGUAY

Martedì 10 ottobre ore (20.30 ora locale; 1.30 ora italiana)
Estadio Centenario - Montevideo (Uruguay)
URUGUAY-BOLIVIA

NAZIONALI: CACERES IN CAMPO 90' CON L'URUGUAY
06/SETTEMBRE/2017 - 14:00
Verona - Solidità difensiva: buona prova di Martin Caceres con l'Uruguay, impegnato nella notte di mercoledì 6 settembre nella sfida di qualificazione per il Mondiale di Russa 2018. Ad Asuncion Paraguay-Uruguay termina 1-2, sfida che consegna alla Nazionale di Caceres il secondo posto nel girone sudamericano, dietro al Brasile. Il gialloblù, in campo per tutti i 90' della gara, è stata autore di una prestazione ordinata e concreta, a capo della difesa a quattro composta, oltre da Caceres, da Pereira, Godin e Gimenez.


FONTE: HellasVerona.it


Blitz Uruguay, 90' in campo per Caceres nel colpo in Paraguay
Il giocatore del Verona comanda la difesa della sua nazionale nel 2-1 di Asuncion

di Redazione Hellas1903, 06/09/2017, 09:09

Ancora una prova solida per Martin Caceres, con l’Uruguay che vince per 2-1 ad Asuncion con il Paraguay e si avvicina alla qualificazione al Mondiale dell’anno prossimo in Russia.
Caceres ha fatto coppia al centro della difesa della Celeste con Diego Godin.
Prestazione quadrata per il giocatore del Verona in una gara decisa dal gol di Valverde, raddoppiato dall’autorete di Gomez. Il Paraguay ha accorciato nel finale con Romero.

L’Uruguay è ora secondo nel girone sudamericano, dietro al Brasile.

FONTE: Hellas1903.it


IL DIFENSORE GIALLOBLIU'
Caceres blocca Messi e l'Argentina
01/09/2017 11:47
Un'intera partita contro il tridente Dybala-Icardi-Messi, una prestazione di alto livello e nessun gol subito. Questa la serata del difensore gialloblù Martin Caceres, schierato titolare dal CT del suo Uruguay, Oscar Tabarez, contro l'Argentina nella gara valida per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018, una sfida terminata sullo 0-0.

Appuntamento ora a mercoledì 6 settembre (alle 2 di notte in Italia) per la gara contro il Paraguay, durante la quale Caceres e compagni dovranno difendere il terzo posto nel girone che li vede, al momento, direttamente qualificati al Mondiale.

FONTE: TGGialloBlu.it


📝Prestazione di alto livello e nessun gol subito. Ecco i numeri di @martincaceres_7 in #UruguayArgentina 💪👍⚽ #DaiVerona

Un post condiviso da Hellas Verona FC (@hellasveronafc) in data:




NEWS
Caceres è un muro, l’Argentina non passa a Montevideo
Il difensore del Verona titolare con l’Uruguay nella sfida per la qualificazione al Mondiale 2018

di Redazione Hellas1903, 01/09/2017, 08:29

L’Argentina schierava il tridente delle meraviglioso formato da Dybala, Icardi e Messi. L’Uruguay non si è fatto sorprendere e giocando con accortezza ha pareggiato per 0-0 nella sfida disputato allo stadio del Centenario di Montevideo.
Martin Caceres è rimasto in campo per tutta la partita nella gara valida per le qualificazioni al Mondiale 2018.
Il difensore del Verona è stato impiegato da Oscar Washington Tabarez, ct della “Celeste”, nel ruolo di terzino sinistro, e ha disputato una partita di grande solidità.

FONTE: Hellas1903.it


ALTRE NOTIZIE
Le pagelle dell'Uruguay - Ottima gara di Caceres, non incide Cavani
Risultato finale: Uruguay-Argentina 0-0

01.09.2017 03:09 di Antonino Sergi
Muslera 6,5 - Intervento da applausi sul calcio di punizione di Messi, ottimo nelle uscite aeree l'ex estremo difensore della Lazio.

Caceres 6,5 - Non sbaglia praticamente nulla il Pelado, il terzino del Verona riesce a chiudere tutti gli spazi a Di Maria.

Godin 6,5 - Di testa diventa praticamente insuperabile, da capitano è l'ultimo a mollare ringhiando sulle caviglie degli avanti dell'Argentina.

Gimenez 6,5 - Fa coppia con Godin come all'Atletico Madrid senza sbagliare praticamente nulla, marca abbastanza stretto Mauro Icardi specie nel secondo tempo.

Silva 6 - L'ex Torino ha vita facile sulla fascia mancina, l'esterno argentino Acuna fa di tutto per non creargli pericoli ed apprensioni.

Nandez 6 - Classico centrocampista sudamericano, tanta garra anche sulla corsia destra e generosità. Talento da seguire il calciatore del Boca Juniors.

Gonzalez 6 - Qualche intervento al limite del regolamento ma segue quasi ad uomo Leo Messi, non sfigura assolutamente il Tata. (Dal 67' Corujo 6 - Entra nel momento di maggior "difficoltà" dell'Uruguay, bene sulla fascia destra).

Vecino 6 - Tiene un buon ritmo il centrocampista dell'Inter, costretto a dare una grande mano dietro provando anche a mettere ordine.

Rodriguez 5,5 - Il Cebolla inizia molto bene prima di eclissarsi sulla corsia mancina, qualche buon traversone ma nulla di rilevante.

Suarez 6,5 - Stringe i denti e nonostante i problemi al ginocchio scende in campo, il suo carisma è oro colato per la Celeste ed esce per infortunio acclamato dal popolo uruguagio. (Dal 83' Stuani sv).

Cavani 5,5 - Si divora un'ottima occasione nella prima frazione, oscurato dalla presenza del Pistolero Suarez non incide nella gara del Centenario.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


NAZIONALI: CACERES, CONVOCAZIONE DALL'URUGUAY PER LE QUALIFICAZIONI A RUSSIA 2018
16/AGOSTO/2017 - 16:00
Verona - Prima convocazione in gialloblù con la Nazionale Uruguaiana per il difensore Martin Caceres, selezionato dal CT Óscar Tabárez per partecipare a due gare del Primo Turno di Qualificazione al Mondiale di Russia 2018. Per l'occasione l'Uruguay affronterà l'Argentina a Montevideo giovedì 31 agosto e il Paraguay ad Asunción martedì 5 settembre.

Giovedì 31 agosto ore (20.00 ora locale; 01.00 ora italiana)
Estadio Centenario - Montevideo (Uruguay)
URUGUAY-ARGENTINA

Martedì 5 settembre ore (20.00 ora locale; 02.00 ora italiana)
Estadio Defensores del Chaco - Asunción (Paraguay)
PARAGUAY-URUGUAY

PRESENTAZIONE UFFICIALE: MARTIN CACERES
11/AGOSTO/2017 - 14:30
Verona - Le principali dichiarazioni del nuovo difensore gialloblù Martin Caceres, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

LA SCELTA DI VERONA
«Voglio ringraziare la società, il mio procuratore e tutti coloro che hanno lavorato per farmi tornare in Italia. Quella che mi ha dato il Verona è una grande opportunità per tornare a giocare ai miei livelli e in questo momento penso solo all'Hellas e a fare bene con questa maglia. Sarà un campionato difficile, sono qui per dare il massimo ed aiutare il Verona a raggiungere il suo obiettivo, la salvezza. Ora però pensiamo solo alla prossima sfida, contro l'Avellino, ci teniamo a fare bene per passare il turno».

CHE SQUADRA HO TROVATO
«Un gruppo solido, forte, che si allena con grande dedizione e con calciatori del calibro di Cerci e Pazzini. Sto imparando a conoscere mister Pecchia e i suoi metodi, mi ha sorpreso la grande intensità che mette in ogni seduta e in ogni esercizio. Anche rispetto alla Premier League, dove ho giocato e che reputo un campionato di altissimo livello. Con il mister sono subito andato d'accordo, ad entrambi piace vincere. Ha un atteggiamento europeo, gioca sempre palla a terra e tiene alti i ritmi».

COME STO
«Nell'ultimo periodo alcuni infortuni hanno condizionato il mio rendimento e la possibilità di scendere in campo, ma ora mi sto allenando molto bene e con il gruppo. Ho tanta voglia di dare il meglio per questi colori. Il mio ruolo? Lo deciderà il mister, posso giocare in qualsiasi posizione della difesa. In campo già con l'Avellino? Sono a disposizione, poi deciderà il mister».

Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del calciatore Martin Caceres, che ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2018.


#BenvenutoMartin

FONTE: HellasVerona.it


PRIMA DI VERONA +   -   =
Hellasmania: Cáceres, la soluzione "charrúa"
del 02 agosto 2017 alle 16:30

di Nicola Corona
Può un giocatore cambiare da solo l'assetto e gli obiettivi di una squadra di calcio? No, ovviamente. Stiamo parlando comunque di uno sport di squadra e un calciatore da solo non può certo incidere così tanto. Però, se inseriti all'interno del contesto giusto, ci sono giocatori che possono rappresentare la soluzione ideale ad una serie di problemi diversi.

È il caso di Martin Cáceres, ormai vicinissimo al Verona grazie al lavoro svolto in sinergia con la Lazio per assicurarsi le prestazioni del difensore uruguaiano. Cáceres, classe 1987, non è certo un profilo che necessita di tante presentazioni. Cinque volte campione d'Italia con la Juventus ed una volta campione di Spagna col Barcellona, nel suo palmares vanta anche una Champions League sempre col Barca e una Copa America vinta con l'Uruguay. Insomma, un giocatore di caratura internazionale che si appresta a sbarcare in riva all'Adige, ennesima scommessa fatta dal DS Fusco in questa calda estate 2017.

Rapido, bravissimo nell'uno contro uno e molto dotato tecnicamente, Cáceres ha tra le sue caratteristiche migliori anche la tipica garra uruguagia, quel temperamento fiero e combattivo che è l'orgoglio del popolo Charrùa e che ha permesso ad un Paese di poco più di tre milioni di abitanti di assumere un ruolo di primo piano nel panorama calcistico mondiale fin dal suo principio. Oltre a tutto ciò, "El Pelado", come è bonariamente soprannominato Cáceres in patria, ha dimostrato più volte in passato di essere letale anche in fase offensiva, in particolare nelle situazioni di palla inattiva, grazie ad un ottimo tempo d'inserimento e un grande colpo di testa. Insomma, Cáceres al Verona può davvero rappresentare una soluzione utilissima, portando l'esperienza maturata nelle grandi squadre in cui ha giocato e andando a riempire in un solo colpo i "buchi tattici" della difesa gialloblù. Sì perchè l'uruguaiano può ricoprire senza problemi sia il ruolo di terzino destro che quello di centrale difensivo e in caso di necessità può essere spostato anche sulla fascia sinistra, ruolo che occupa abitualmente con la sua nazionale. Un vero e proprio jolly difensivo che permetterebbe a Pecchia di variare e trovare nuove importanti soluzioni per la difesa del Verona (ad esempio con Cáceres terzino sarebbe possibile utilizzare con più continuità Romulo a centrocampo o in attacco).

Tra i tanti aspetti positivi, vale però la pena di individuare anche qualche dubbio legittimo sul suo possibile arrivo. Il primo riguarda la condizione fisica dell'uruguaiano. Il giocatore ha subito nel corso della sua carriera una serie impressionante di infortuni, l'ultimo dei quali, al tendine d'achille, lo ha costretto ad un lungo stop e non ha fatto altro che aumentarne la fama di "giocatore di cristallo". Ora pare che Cáceres stia meglio, anche se l'unica presenza con cui ha concluso la sua breve esperienza al Southampton lascia ancora qualche dubbio sulla sua fragilità fisica. L'altro grande dubbio riguarda la formula con cui "El Pelado" arriverebbe a Verona. Il giocatore dovrebbe rimanere in gialloblù fino a gennaio, per poi passare alla Lazio, vera protagonista di quest'operazione di mercato e impossibilitata a metterlo sotto contratto prima per motivi legati al numero degli extracomunitari in rosa. Insomma, un arrivo a breve scadenza che rischia di non essere un vantaggio né per Cáceres né per il Verona che dovrebbe già mettere in conto la sua partenza a metà stagione, senza poter programmare al meglio l'intero campionato.

Intanto Cáceres nei giorni scorsi ha già effettuato le visite mediche e ha trovato l'accordo col Verona, ora si aspetta solo che venga raggiunto anche quello con la Lazio (si discute sulla clausola rescissoria). Se l'operazione alla fine dovesse andare in porto, l'Hellas potrebbe davvero aver trovato una soluzione ai suoi problemi difensivi, anche se al momento le avversative ed i dubbi permangono. Insomma, anche per Cáceres siamo di fronte ad una bella scommessa, l'ennesima dell'estate per il DS Fusco. Ma se una scommessa è stata fatta per Cassano, penso valga la pena provarci anche per Cáceres. Con la speranza che l'esito, alla fine, sia ben diverso.

FONTE: CalcioMercato.com


Calciomercato | Lazio-Caceres, si cerca l'accordo per la clausola da inserire nel contratto
01/08/17 15:41| Calciomercato | Autore: Redazione
Martin Caceres giocherà ancora in Italia in futuro, con Lazio e Verona pronte a chiudere in sinergia quest'operazione. Il difensore ha definito tutti i dettagli con i gialloblù, ma vuole fare lo stesso anche con i biancocelesti. Nel contratto con la Lazio, squadra in cui si trasferirà tra gennaio e giugno, vuole anche l'inserimento di una clausola. Caceres la vuole bassa, i biancocelesti a non meno di 5 milioni. E' questo l'ultimo tassello da sistemare prima che la trattativa vada a buon fine.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


CALCIOMERCATO
Caceres, pratiche da ultimare, poi l’ufficialità
Serve l’okay per alcuni documenti, dopo il difensore sarà del Verona

di Redazione Hellas1903, 30/07/2017, 16:58

Serve ancora qualche documento per ultimare il tesseramento di Martin Caceres da parte del Verona.
Il difensore, superate le visite mediche, nei prossimi giorni sarà a tutti gli effetti un giocatore dell’Hellas.
Restano da ultimare alcune pratiche, legate al passaporto di Caceres. Poi il suo trasferimento in gialloblù verrà formalizzato.

FONTE: Hellas1903.it


Calciomercato | Hellas Verona, ecco Caceres: stasera raggiungerà i compagni in ritiro
Verona

28/07/17 18:16| Calciomercato | Autore: Redazione
Prima foto da nuovo giocatore dell'Hellas Verona per Martin Caceres, che ha firmato e stasera raggiungerà i compagni in ritiro. Operazione conclusa positivamente dopo l'esito delle visite e condotta dall'agente FIFA Roberto Falcone, con Caceres che nell'ambito della sinergia tra Verona e Lazio potrà passare ai biancocelesti a gennaio o a giugno.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Caceres sta ultimando le visite mediche, attesa nel pomeriggio l’ufficialità
luglio 28, 2017

Martin Caceres sta ultimando le visite mediche all’ospedale di Borgo Trento e nel pomeriggio è attesa da parte dell’Hellas Verona l’ufficialità.

Accordo Setti-Lotito: Caceres e Kishna all’Hellas Verona
luglio 28, 2017
Martin Caceres oggi sosterrà le visite mediche con l’Hellas Verona prima di firmare l’accordo col club gialloblù. Il difensore uruguaiano verrà parcheggiato in riva all’Adige dalla Lazio fino a gennaio. Il presidente Lotito, per ringraziare il collega Setti, girerà in prestito Ricardo Kishna. In prestito al Lilla nella seconda parte della scorsa stagione, l’ex Ajax definirà il trasferimento a Verona non appena il suo agente Raiola rientrerà in Italia, come conferma La Gazzetta dello Sport.

FONTE: HellasLive.it


Caceres: i perché dell’affare lampo
By Redazione - 28 luglio 2017

Damiano Conati
Martin Caceres ha svolto le visite mediche e può dirsi praticamente un giocatore del Verona, preso da svincolato in collaborazione con la Lazio che non poteva permettersi l’arrivo di un extracomunitario all’estero o dalla lista dei giocatori liberi.

Però Tare e Lotito possono acquistare senza problemi un giocatore extra-UE che abbia militato in Italia negli ultimi 6 mesi di contratto. Ecco perché tanta fretta nel chiudere l’affare con il Verona: se Caceres avesse firmato con i gialloblù entro il 31 luglio, poteva essere tesserato dalla Lazio entro il 31 gennaio. Firmando oggi 28 luglio, diventerà giocatore biancoceleste il prossimo 28 gennaio.

Il Verona è ben felice di questa trattativa per tre motivi, oltre che per il fatto che, economicamente parlando, non sborserá un euro, essendo tutto a carico di Lotito.

Primo motivo: i gialloblù hanno già il sostituto di Caceres. È Riccardo Brosco che i primi di aprile di quest’anno ha riportato la rottura del legamento crociato anteriore e del menisco mediale del ginocchio destro. Almeno 6 mesi di stop per lui e adesso la possibilità di rietrare con calma e dare il cambio al difensore uruguaiano.

Secondo motivo: intavolare una collaborazione con la Lazio e soprattutto con il suo vulcanico presidente Lotito, anche perché nel calcio avere buoni rapporti con tutti non guasta mai.

Terzo motivo: in questa strategia di mercato, l’Hellas sta cercando di inserire anche il talento olandese Ricardo Kishna, che la Lazio aveva già promesso al Benevento. Kishna è un campioncino che deve maturare in moltissimi aspetti, ma che con il Verona e con Pecchia, che ama i giovani, potrebbe fare davvero bene.

FONTE: HellasNews.it


NEWS
Lottatore nato: ecco la storia di Martin Cáceres
Grinta spianata e voglia di vincere, un combattente per l’Hellas

di Raffaele Campo, 28/07/2017, 16:59

Quasi a sorpresa, Martin Cáceres è ormai nuovo giocatore del Verona.
Il calciatore, molto bravo nel gioco aereo e conosciuto in patria anche col nomignolo di “El Pelado”, ha compiuto 30 anni lo scorso aprile, e alle spalle ha una lunga carriera.
Cáceres ha giocato in molte squadre, e una caratteristica che ha sempre contraddistinto è la sua “garra”, la “grinta”: la voglia di vincere e di risultare decisivo non è mai mancata. Non a caso può vantare una bacheca personale piena di trofei, vedi il “triplete” con il Barcellona nella stagione 2008/2009 e i cinque scudetti consecutivi con la Juventus tra il 2012 e il 2016, a cui si aggiungono due Coppe italia e tre Supercoppe italiane. In bianconero, a causa dell’intoccabilità del trio Bonucci-Barzagli-Chiellini, l’ex Defensor e Siviglia non è stato impiegato con costanza. Tuttavia, ogni volta che Conte e Allegri lo chiamano in causa, lui risponde sempre presente, e a volte realizza reti pesanti, come la doppietta a San Siro contro il Milan in Coppa Italia a febbraio 2012 e l’incornata decisiva contro il Napoli nel big match del 20 ottobre dello stesso anno.
Lo stesso discorso può farsi relativamente al percorso con la “camiseta” dell’Uruguay, di cui è un leader e un pilastro all’interno dell’undici titolare. Con la casacca della “Celeste” vince la Copa America nel 2011.

Ebbene, se da un lato il giocatore ha mostrato qualità importanti, dall’altro, fuori dal campo, ha collezionato ben tre incidenti stradali, l’ultimo alla fine di settembre 2015. La sua carriera calcistica si è poi ulteriormente bloccata cinque mesi più tardi, quando a febbraio 2016 si rompe il tendine d’Achille.

Lasciata la Juventus, soltanto a febbraio, dopo essere stato accostato a diverse società italiane, tra cui Milan, Inter e Fiorentina, il difensore firma un contratto di sei mesi col Southampton. Ma l’esperienza in Premier non è fortunata, in quanto scende in campo in una sola occasione, ovvero alla terzultima di campionato contro il Middlesbrough.

Ora cercherà un nuovo rilancio all’Hellas, in una piazza in grado di esaltare lottatori nati come lui.

CALCIOMERCATO
Caceres a Verona, visite mediche completate
Il difensore ha ultimato i controlli all’ospedale di Borgo Trento, presto la firma con l’Hellas

di Redazione Hellas1903, 28/07/2017, 11:31

Si sono concluse in questi minuti le visite per Martin Caceres, arrivato a Verona per completare i dettagli dell’accordo che lo porteranno all’Hellas.
Caceres, dopo aver svolto e completato in mattinata i controlli all’ospedale di Borgo Trento, all’interno del reparto di Medicina dello Sport, siglerà il contratto che lo legherà al club gialloblù in prestito dalla Lazio.

FONTE: Hellas1903.it


Calciomercato - Verona, domani visite mediche per Caceres: operazione in sinergia con la Lazio
Serie A

27/07/17 18:20| Calciomercato | Autore: Redazione
Un giocatore con esperienza internazionale, per rinforzare la difesa dell’Hellas Verona. L’operazione salvezza è cominciata soprattutto dal calciomercato, per i gialloblu, che ora stanno per piazzare un nuovo colpo: Martin Caceres. Il difensore, ex Juve, domani sosterrà le visite mediche; in caso di esito positivo, si procederà alla firma sui documenti che ne sanciranno l’arrivo.

L’operazione è stata condotta in sinergia con la Lazio, che valuterà se aggregarlo alla squadra a gennaio o al termine della prossima stagione. Un fattore importante, in questa situazione, saranno le condizioni di Matteo Bianchetti, operato due settimane fa per un serio infortunio che rende ancora incogniti i tempi di recupero per lo svolgimento dell’attività agonistica.

Calciomercato | Hellas Verona, da Sadiq a Caceres: il punto
27/07/17 14:55| Calciomercato | Autore: Redazione
[...]

Il Verona punta a raggiungere l'intesa con il giocatore assistito da Raiola che, dal canto suo, spera che il proprio assistito scelga proprio i gialloblu. In difesa, infine, potrebbe arrivare Martin Caceres tramite la Lazio che, per evitare di occupare i due posti da extra, lascerebbe l'uruguaiano all'Hellas per poi prenderlo a gennaio o a giugno.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


CALCIOMERCATO
Patto Setti-Lotito per far tornare Caceres
27/07/2017 14:36
Lotito chiama, il Verona risponde. La politica (sportiva) va a braccetto con gli affari (e il calciomercato).
Lazio e Verona sono da sempre società alleate. E ieri quando il presidente laziale ha chiuso l'affare Caceres ha cercato subito una sponda con Maurizio Setti.
"Puoi tesserarmi Caceres?" la domanda di Lotito al Verona. Qualche minuto per verificare che il posto da extracomunitario fosse veramente libero e poi l'affare è decollato.
Caceres tornerà alla Lazio a gennaio e il Verona non sborserà un centesimo.
Vantaggi per l'Hellas? Beh il primo è di potersi godere per sei mesi a costo zero un giocatore che solo tre anni fa era inamovibile alla Juventus (sebbene gravato da infortuni che lo hanno molto limitato al Southampton)
E poi, grazie al canale privilegiato con Lotito, il Verona supererà completamente il Benevento nella corsa a Kishna, talentuosissimo olandese controllato dalla Lazio.
Il vero obiettivo di Setti e Fusco è proprio questo. (g.vig.)

CALCIOMERCATO
Colpo Caceres? Si lavora con la Lazio
27/07/2017 13:29
Assorbita la delusione Cassano, il Verona lavora ad un altro colpo da regalare a Pecchia.
Scartata l'idea Diamanti, Setti ha iniziato un'operazione con la Lazio per portare Caceres a Verona.
La notizia ha trovato conferma.
L'operazione sarebbe congiunta: il Verona ha ancora un posto da extracomunitario e potrebbe quindi aiutare la Lazio per far tornare l'ex Juve.
Ovviamente nell'operazione sarebbe comprensivo anche l'olandese Kishna che è un obiettivo dell'Hellas.
Setti cerca il colpo a sorpresa, Caceres è una ipotesi concreta.

FONTE: TGGialloBlu.it


Lazio-Caceres: è fatta. Ma da gennaio
Il difensore è extracomunitario: sarà tesserato dal Verona e tra sei mesi sarà ceduto al club biancoceleste

© ANSA

di Daniele Rindone
GIOVEDÌ 27 LUGLIO 2017 10:42
ROMA - Un’operazione lampo, a sorpresa, valida per gennaio. La Lazio ha trovato l’accordo con Martin Caceres, difensore-jolly uruguaiano, ex Juventus. Lotito ha incontrato il giocatore ieri a Milano, si sono accordati. Caceres era svincolato, ha detto sì ai biancocelesti. E’ un’operazione per gennaio perché il difensore è extracomunitario e l’unico posto libero è tenuto in caldo per il nuovo attaccante. Caceres in questa finestra di mercato sarà tesserato da un altro club, dovrebbe essere l’Hellas Verona, ha dato disponibilità a Lotito. L’uruguaiano firmerà al minimo federale con i veronesi. L’Hellas lo cederà alla Lazio a gennaio, sono questi i patti.

FONTE: CorriereDelloSport.it


26 luglio 2017
Calciomercato Lazio, trattativa in corso per Martin Caceres
L'ex difensore bianconero - svincolato dopo l'esperienza al Southampton - è sempre più vicino, resta da trovare l'accordo economico. Potrebbe diventare il quarto rinforzo di Inzaghi, ma occhio alla casella da extracomunitario...

Martin Caceres, difensore nel mirino della Lazio (Getty)

Marusic, Leiva, Di Gennaro... e Martin Caceres? Potrebbe essere lui il quarto acquisto di Simone Inzaghi e della Lazio in questa sessione di calciomercato. Classe '87, difensore di esperienza, una vita alla Juventus con cui ha vinto Scudetti e trofei (pur non giocando sempre titolare). Ora... la Lazio? Trattativa in corso per portare Caceres all'Olimpico, le parti sono più vicine ma resta da trovare l'accordo economico col calciatore, svincolato dopo l'esperienza al Southampton l'anno scorso (una sola presenza in Premier). Se tutto dovesse andare bene, Caceres svolgerebbe le visite mediche in Paideia nella giornata di giovedì. Controlli importanti e fondamentali visti i problemi fisici avuti in passato. Trattativa per Caceres, si cerca accordo.

La strategia per Caceres
Un centrale per Inzaghi, la Lazio studia Caceres e lui... studia la Lazio. Il giocatore si trova a Milano insieme alla moglie (che lo assiste in queste trattative). I due hanno parlato coi biancocelesti ma sull'ex Juve c'è anche l'Antalyaspor, squadra turca di Serie A. Tuttavia, l'offerta della Lazio è buona. E se dovessero accettare pronto il viaggio per Roma con tanto di visite mediche in Paideia. Capitolo tesseramento: Caceres è extracomunitario, la Lazio ha già preso Adam Marusic quindi esaurirebbe i posti a disposizione, rinunciando ad Azmoun (centravanti classe '95 in trattativa coi biancocelesti). Quindi, la Lazio sta ragionando ad una soluzione: far tesserare Caceres da un'altra squadra italiana con posti in più per poi tesserarlo a gennaio. Ragionamenti che andranno fatti quando verrà trovato l'accordo economico.

Caceres a caccia del rilancio
Lui, la Juve e gli Scudetti. In cinque anni di bianconero (sei, contando anche la stagione 2009-10), Caceres ha vinto 5 titoli, 2 Coppe Italia e 3 Supercoppe. Un uomo spogliatoio, uno che faceva gruppo. 110 presenze e 7 reti con la maglia bianconera, ben 70 con la nazionale uruguayana, con cui ha vinto la Copa America del 2011. Poi la Juve, la parentesi più lunga della sua carriera durata sei anni: da lì, il passaggio al Southampton l'anno scorso: stagione sfortunata con tanti problemi fisici e una sola apparizione in Premier League. Ora l'occasione Lazio? Centrale, terzino, ottimo per il 3-5-2 che Simone Inzaghi sta cercando di plasmare. Può ricoprire tutti i ruoli della difesa. E dopo una stagione "no" El Pelado è a caccia del rilancio.

FONTE: Sport.Sky.it


Calciomercato | Lazio, proposto Martin Caceres
18/07/17 00:02| Calciomercato | Autore: Gianluca Di Marzio
E' stata un'annata difficile, l'ultima, per Martin Caceres: gli ultimi sei mesi in Premier League con la maglia del Southampton, con cui ha centrato una sola presenza anche a causa di vari infortuni. Ora il difensore uruguaiano è stato proposto alla Lazio, il club biancoceleste farà le proprie valutazioni e deciderà se intavolare una trattativa con il classe 1987.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


Le stelle bianconere - Martin Caceres, fondamentale e sfortunato
del 28 giugno 2017 alle 08:28
di Mattia Carapelli

José Martin Caceres Silva arriva alla Juventus una prima volta nel 2009, in prestito dallo straordinario Barcellona di Guardiola, con cui aveva appena vinto il Triplete. A 22 anni questo ragazzo muscoloso di Montevideo si mette subito al servizio della traballante banda Ferrara, che sarà poi sostituito da Zaccheroni in un’annata sportivamente drammatica: settimo posto, fuori ai quarti di finale di Coppa Italia, ai gironi di Champions e agli ottavi di Europa League. A fine stagione la dirigenza bianconera decide di non investire i 12 milioni di euro previsti per il diritto di riscatto di Caceres, che torna così al Camp Nou: ma è solo questione di tempo, prima che la Juve lo richiami a sé.

GOL PESANTI E INFORTUNI - In una stagione e mezza con la maglia del Siviglia, dal 2010 al gennaio 2012, Caceres diventa un perno della difesa biancorossa. Ma con la sorprendente Juve di Conte campione d’inverno, il desiderio di fare la differenza con la Signora torna: l’uruguaiano torna in prestito a Torino, stavolta con un obbligo di riscatto previsto nel caso in cui la squadra si qualifichi fra le prime sei posizioni del campionato. La Juve vincerà lo scudetto, il primo dei cinque di un ciclo storico: alla fine Caceres collezionerà 110 presenze e 7 gol, alcuni di questi dal peso specifico incredibile (si pensi a quello contro l’Inter il 25 marzo 2012, ma anche quello contro il Napoli il 20 ottobre dello stesso anno, entrambe marcature dell’1-0). Peccato che i continui infortuni ne riducano nettamente le apparizioni in campo: da ultimo, la lacerazione del tendine d’achille segna il canto del cigno di Caceres alla Juve. Lascerà i bianconeri con la gloria del pentacampione sulla propria pelle. Impossibile dimenticare El Pelado: il fondamentale, sfortunato Pelado.

FONTE: IlBianconero.com


APPROFONDIMENTI
Martin Caceres: perché sarebbe una pessima idea
di Giacomo Dessì giugno 21, 2017 - 15:30

Tra i vari nomi accostati al Cagliari per il dopo Bruno Alves è spuntato fuori anche quello di Martin Caceres, difensore ex Juventus di cui già si era ipotizzato un possibile arrivo in rossoblù la scorsa estate, che a Torino fu protagonista di buonissime stagioni nonostante le poche presenze.

Il problema è quel verbo al passato remoto. Perché se è vero che dalla scadenza del suo contratto con i bianconeri è passato solo un anno e che ad aprile ha compiuto appena trent’anni, è anche vero che si sta parlando di un giocatore che sembra già appartenere ai tempi che furono.

L‘ultima stagione Martin l’ha passata tra rifiutare ingaggi e fare panchina a Southampton, non proprio il profilo che ci si aspetterebbe di vedere al Cagliari. A questo si aggiunga che i suoi comportamenti fuori dal campo non sono sempre stati molto professionali, cosa che ha portato la Juve a non rinnovargli il contratto. In ultima analisi il nodo ingaggio, anche se svalutato di certo è ancora un rischio che non vale la pena correre.

Il ds Giovanni Rossi pare intenzionato a valutare dei profili completamente diversi e sembra che l’ingaggio del difensore uruguaiano sia destinato a rimanere solo una voce o per fare i maligni un poco velato suggerimento a mezzo stampa.

FONTE: CalcioCasteddu.it


LEICESTER – Idea Martin Caceres per la difesa
Posted on maggio 29, 2017 by Simone |
Il Leicester andrà alla ricerca di difensori nel periodo di calciomercato estivo per la prossima stagione e secondo la stampa britannica, Martin Caceres sarebbe entrato fortemente nel mirino delle Foxes. Il difensore uruguaiano, ex Juventus, ha appena concluso la sua breve esperienza con la maglia del Southampton, club con il quale ha giocato soltanto una partita. Ma il suo futuro potrebbe essere ancora in Inghilterra, sponda Leicester che così approfitterebbe nel prenderlo a parametro zero, ma su di lui ci sono anche le sirene dalla Scozia, con il Celtic in particolare molto interessato.

FONTE: PassionePremier.com


IN DEMAND Celtic and Leicester in talks to sign Southampton’s unsettled defender Martin Caceres
Caceres ready to quit Saints with Celtic, Leicester and Watford all keen on former Barcelona and Juventus star

EXCLUSIVE By Duncan Wright
27th May 2017, 11:20 am Updated: 27th May 2017, 11:23 am

MARTIN CACERES is in talks with Celtic and Leicester after deciding to quit Southampton for regular first team football.
Former Barcelona and Juventus defender Caceres only joined Southampton on a free transfer in February.
REUTERS Martin Caceres is wanted by Celtic, Leicester and Watford after leaving Southampton

But the 30-year-old Uruguayan found it impossible to prove himself at St Mary’s after he was restricted to just one first team appearance at the club.
Keep up to date with ALL the latest football news, gossip and rumours
The defender was told the club were more keen to promote their young players from the academy, and will become a free agent at the end of next month once his short-term deal runs down.

But that has not stopped several clubs in England and Scotland showing an interest in signing the player, who has played in two World Cups with Uruguay.
SunSport understands he has been contacted by Scottish champions Celtic as manager Brendan Rodgers looks to assemble a team capable of making it through to the Champions League group stages next season.

GETTY IMAGES Martin Caceres struiggled to make an impact at Southampton after four years playing for Juventus

But he could also have the option of remaining in the Premier League with both Leicester and Watford making contact to sound out his interest.
Foxes manager Craig Shakespeare knows he has to add more quality to a defence that looked vulnerable for much of last season.

FONTE: TheSun.co.uk


The curious case of Martin Caceres
Yesterday Southampton confirmed that Martin Caceres would leave the club this summer, thus ending one of the most unusual transfers in club history.

by Chris Hughes may 26 2017
Follow @ChrisHughes1996

Back in January Southampton were faced with the rocking reality that long-serving captain Jose Fonte was to depart the club. He’d been in and out of Claude Puel’s heavily-rotated team and he had his head in other places.

The Saints failed to bring in a centre-back across the remaining weeks of the transfer window and were therefore left without many options – hence the links to free agent Martin Caceres. Two-and-a-half weeks later the Uruguayan joined on the 16th of February.

But the deal whiffed right from the beginning. The defender might of had experience with Barcelona, Sevilla and Juventus but none of them were keen to keep him on in the past and he’s also failed to secure a first team spot. In fact he’s only made 30+ league appearances once in his career, and that in the 2007/08 season for Recreativo.

What’s more, Caceres had been a free agent for SEVEN months before anyone had picked him off of the free agency market, and it doesn’t suggest something was up in the first place then what does?
Sunderland and other Premier League sides were linked with him last summer, and in January once again sides in Italy and Spain were credited with interest in the versatile man, yet nothing came about.
Admittedly in the February before last Caceres has suffered a long-term injury that likely had him struggling for fitness beyond the summer, but it still seems unusual.


When the now 30-year-old joined the club in February the fans were naturally giving in allowing the defender a few weeks to reach full match fitness, having gone a year without playing.
However it took until the middle of May – the 13th to be precise – before Caceres made his full Southampton debut, having previously only made appearances for the U-23’s side.
Before the defender made his full debut the Saints had gone on a run of five games without a win, only suggesting further than rotation was needed before he was brought in.

Caceres was impressive on his debut, despite it ending as his only appearance for the club. It heavily suggests something deeper was going on. Something the fans didn’t know about.
He has been banned from driving in the past whilst at Juventus, and has an injury-prone record for just about every team he’s played for. Maybe he didn’t get on with Puel? Maybe he never really gave it his all? Maybe he was brought in my Les Reed without the manager really wanting him?

What’s for sure is that if reports are true then Caceres was the highest-earning footballer in Southampton’s history, bringing in a reported £100,000 a week across the three-or-so months he was part of the squad.
Something was definitely going on behind the scenes as to why his game-time was so limited, but that’s something we may never find out. All we know is that as he prepares to leave at the end of his contract, Martin Caceres will remain one of the most interesting signings in Saints history.

FONTE: SouthamptonFC.com


Saints release four players
Southampton Football Club has confirmed the list of professional players who have been released this summer.

By SFC Media
Thu 25 May | FIRST TEAM
Martin Caceres was part of the Uruguay team that beat England at the 2014 World Cup

Cuco Martina, Lloyd Isgrove and Harley Willard have all left the club, while Martín Cáceres also departs at the end of his short-term deal.
The club wishes to thank each player for their hard work and service during their time with Southampton, and we wish all of them the very best for the future.

FONTE: SouthamptonFC.com


Martín Cáceres signs for Southampton after brother’s death delays move
• Former Barcelona and Juventus defender joins until end of season
• Cáceres provides cover for the injured Virgil van Dijk
Thursday 16 February 2017 20.55 GMT
Southampton have confirmed the signing of the Uruguay defender Martín Cáceres, who has joined on a short-term deal until the end of the season.

Will deadline day signings be key for Palace, Hull, Southampton and Leicester?
Read more
The former Barcelona, Juventus and Sevilla centre-back, a free agent since June, underwent a medical in Southampton last week but the transfer was delayed after the death of his brother in their homeland. Cáceres has now completed the move and the Saints hope that the five-times Serie A winner will strengthen their defence after the departure of José Fonte to West Ham during the January transfer window and the ankle injury suffered by Virgil van Dijk, who is not expected to return until at least April.

“I am very happy to have signed for what is an important club in English football,” Cáceres told the Southampton club website. “I am looking forward to getting started with my new team-mates.

“Of all of the options that I had, I think that the best option for me was to come to Southampton. I am extremely happy to have joined this club.”

Cáceres, who will turn 30 in April, has won 68 caps for Uruguay – playing in the last two World Cups – and was a Champions League and La Liga winner with Barcelona in 2008-09. Southampton will be keen to see him get up to speed but it may take some time: his last competitive match was on 3 February 2016, when he played for Juventus in a 1-0 win against Genoa.

The Southampton executive director, Les Reed, said: “In a tough situation for us, losing Virgil to injury, he will bring experience, talent and character. He has played in the biggest of games, and will provide depth to our squad.

“Two days of extensive medicals and tough fitness tests have further demonstrated his desire and positive personality.”

FONTE: TheGuardian.com


Martin Caceres: Southampton sign ex-Juventus and Barcelona defender
Southampton have signed former Juventus and Barcelona defender Martin Caceres until the end of the season.

Martin Caceres was part of the Uruguay team that beat England at the 2014 World Cup

16 February 2017 | Football
The free agent, who has 68 caps for Uruguay, left Serie A giants Juventus in the summer.
"I am very happy to have signed for what is an important club in English football," said the 29-year-old, who has not played a game for over a year.
"Of all of the options that I had, I think that the best option for me was to come to Southampton."

Caceres also played for Spanish clubs Barcelona and Sevilla, winning La Liga and the Champions League during his time at the Nou Camp.
He made 77 appearances for Italian champions Juve across three spells, winning the Serie A title four times.
However, he has not made a competitive appearance since last February after suffering a ruptured Achilles tendon.
He will provide cover for Southampton centre-back Virgil van Dijk, who was ruled out for up to three months with an ankle injury.

FONTE: BBC.com


Di Marzio: “Caceres ha rifiutato l’offerta del Milan”
Da Matteo B. - febbraio 5, 2017
Martin Caceres (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILAN – La giornata di oggi doveva essere quella decisiva per la decisione di Martin Caceres di accettare o meno l’offerta avanzata da Adriano Galliani per tesserarlo fino a fine stagione con un contratto da circa 400 mila euro, bonus inclusi.

Stando a quanto rivelato tramite il proprio blog da Gianluca Di Marzio, giornalista esperto di calciomercato di Sky Sport, il difensore uruguayano avrebbe rifiutato la proposta del Milan. Dopo aver rinviato da ieri a oggi la sua risposta definitiva, l’ex di Barcellona e Juventus avrebbe declinato l’offerta rossonera. Dunque Vincenzo Montella, salvo sorprese, non avrà alcun innesto nel reparto difensivo dopo gli infortuni di Mattia De Sciglio e Luca Antonelli. Dovrà arrangiarsi con il materiale a disposizione, sperando che i problemi fisici all’interno della sua squadra terminino.


Caceres potrebbe approdare in Premier League e nelle prossime ore partirà per Londra, dove ascolterà alcune offerte. Anche da Cina, Turchia e Russia si sono fatte avanti alcune società. Stamane il quotidiano Tuttosport riporta di una proposta dai russi del Lokomotiv Mosca: contratto da 2 anni e mezzo a 1,5 milioni netti annui. In questi giorni il calciatore valuterà il proprio futuro. La pista Milan, salvo sorprese, dovrebbe essere sfumata definitivamente. L’offerta economica di Galliani, concordata con Marco Fassone e i cinesi, non ha convinto il 29enne sudamericano.
Redazione MilanLive.it

FONTE: MilanLive.it


Milan, il colpo last-minute si chiama Martin Caceres
Di Dario Romano - 3 febbraio 2017
Oggi, 3 febbraio, manca esattamente un mese alla scadenza del closing con la cordata cinese, colei che dovrà acquisire la maggioranza delle quote Milan. Ed è passato esattamente un anno da quando Martin Caceres, difensore sudamericano ex Juventus, ha giocato la sua ultima gara ufficiale in carriera. Si disputava Juve-Genoa allo Stadium, match vinto di misura dai padroni di casa, quando Caceres subì la lesione del tendine d’achille. Un infortunio più grave del previsto, che avrebbe dovuto lasciarlo fuori massimo 4-5 mesi, ma l’uruguayano un anno dopo non ha ne’ ripreso a giocare ne’ trovato una squadra all’altezza che potesse accoglierlo.

Potrebbe finalmente essere arrivato il momento per Caceres di trovare un nuovo ingaggio. Il Milan fa sul serio per il duttile difensore, già sondato la scorsa estate, quando però arrivò il ‘no’ della cordata cinese e dell’allora a.d. in pectore Nicholas Gancikoff. L’ex bianconero di recente è stato sondato dal Trabzonspor, che però lo ha rispedito al mittente dopo le visite mediche negative. Oppure dal Crystal Palace che però non gli ha proposto un contratto come si deve.

VICINO AL MILAN- Al Milan Caceres servirebbe come il pane, visti gli infortuni sulle corsie laterali difensive, ma prima vanno valutate le sue reali condizioni. Oggi test medici previsti a Milano dopo l’incontro di ieri sera tra il difensore ed Adriano Galliani a cena. L’accordo economico è stato teoricamente già trovato. Come riportato da diversi siti web, stamattina alle ore 8,15 circa Caceres si è presentato come da accordi alla clinica milanese de ‘La Madonnina‘, luogo dove tutti i nuovi acquisti del Milan svolgono le visite mediche di rito. Per l’uruguayano però si tratta di controlli ancor più determinanti per capire se potrà essere disponibile nel breve tempo alla causa di Vincenzo Montella. Sarà una lunga giornata per il difensore 29enne, che settimane fa ha già ‘fallito’ alcuni test che lo avrebbero portato a diventare nuovo calciatore del Trabzonspor in Turchia. Calciatore duttile, l’uruguayano classe ’87 può giocare in diversi ruoli della difesa, come terzino destro o centrale e all’occorrenza anche da laterale mancino. Ma il Milan non può permettersi di ingaggiare un elemento che rischia di arricchire l’infermeria già colma piuttosto che la rosa utilizzabile da Vincenzo Montella.

FONTE: DailyNews24.com


Cosa ci era mancato di Martín Cáceres?
IL DIFENSORE URUGUAIANO POTREBBE FIRMARE COL MILAN DOPO UN ANNO ESATTO LONTANO DAI CAMPI
Alan Bisio | 02/02/2017 22:08
Muscoli e tronisti (Getty Images)

  • "Soy un joven de 21 años que tiene todas las ganas del mundo. Tengo bastante velocidad. Tengo la garra charrúa. Soy fuerte, soy aguerrido y voy muy bien de cabeza" [Martín Cáceres, 2008]

Martín che usa la testa (Getty Images)

Dal viola del Defensor Sporting - cui Martín ha chiesto asilo per continuare ad allenarsi nel periodo da svincolato - a quello della Fiorentina poco ci è mancato, ma pure Inter, Bologna, Napoli, Roma, Crystal Palace, OM e Trabzonspor potrebbero accodarsi ai commenti sullo strano gennaio di Mr. Cáceres, sempre che qualcuno abbia davvero conosciuto il Dr. Martín. Chi dice non superi le visite mediche, chi abbia silurato Daniel Fonseca come procuratore, altri nutrono dubbi sul poter praticare ancora novanta minuti in campionati professionistici. Salutata Torino come uno degli Hateful Eight - fra cui Padoin - capaci di cucirsi addosso cinque scudi di fila e cinquanta punti in fronte - con una Porsche Cayenne ed una Ferrari in meno - è di oggi la notizia dell'incontro con Galliani e delle visite mediche col Milan fissate per domattina. Sarà una buona idea presentare un ventinovenne capellone, detto "El Pelado", a Gabriel Paletta? Magari non gli piacciono i calzettoni portati a mo' di parigine.

5 di fila 🏆🏆🏆🏆🏆🇮🇹

Un post condiviso da Martín Cáceres (@martincaceres_7) in data:



Ragazzine, al riparo (Getty Images)

Eppure Guardiola, che di calcio pare capirne, nel Charrúa aveva visto del buono: prelevato dal Villarreal a titolo gratuito dal Nuovo Mondo, Cáceres gioca con continuità in prestito al Recreativo de Huelva (Stefano Sorrentino, compagno di squadra al Decano, lo paragona a Nesta) e impressiona Pep al punto da fargli investire sedici milioni e mezzo per vedere il suo faccione sulla copertina di Mundo Deportivo come fosse il Lorenzo Lamas di Montevideo: a fine stagione, col Barça, le presenze sono ventiquattro fra Liga e Copa del Rey e Champions e Guardiola - con Márquez infortunato - preferisce schierare Yaya Touré al centro della difesa. Triplete da comparsa. Finiscono qui i tempi della clausola da cinquanta milioni e inizia la vita italiana di Cáceres, con la Juventus pronta a prelevarlo con diritto di riscatto fissato a dieci dopo l'estenuante cessione di Poulsen e gli acquisti di Diego, Felipe Melo e dello svincolato Cannavaro.

La più usata a PES 2008


"Il nuovo Montero" - così vengono chiamati almeno una volta dalla stampa tutti i centrali uruguaiani che passano dall'Italia - all'esordio in Serie A entra subito nei volubili cuori dei tifosi con il gol che sblocca la gara contro la Lazio, all'Olimpico. El Pelado non risente della concorrenza di Zebina e Grygera, ma la rete ai biancocelesti resterà fra le poche gioie di quella stagione: la società, allarmata dalla pubalgia, non lo riscatterà. Dopo una parentesi al Siviglia di Guarente e Cigarini, Cáceres torna sotto la Mole e, a una settimana da San Valentino, è ancora colpo di fulmine: due reti a San Siro nella semifinale d'andata di coppa Italia, la seconda imitando Del Piero (2'12" nel video qui sotto).


Piccoli Cáceres di belle speranze nell'agosto 2008 (Getty Images)

L'ultimo acuto di Cáceres in Italia è al San Paolo di Napoli: ancora un gol decisivo, ancora una volta in trasferta. L'ultimo match giocato, invece, risale al 3 febbraio 2016, esattamente un anno fa, prima che il tendine d'Achille si lacerasse al Ferraris. I fattacci, quelli da insabbiare per "non ledere la reputazione del club", vanno oltre gli incidenti d'auto, oltre il tasso alcolemico e oltre i video hard - si fa per dire - finiti in rete per colpa di Forlán dopo la vittoria della Copa América. All'11 marzo 2014 risale la telefonata alla Juventus di un padre infuriato col Charrúa per aver "usufruito" della figlia diciassettenne. Ci sarebbero pure foto e video fatti dagli amici della ragazza nei parcheggi di un noto centro commerciale di Torino. Ok che "Uruguay" significa "il paese degli uccelli colorati" in guaranì antico, ma a tutto c'è un limite. Estorsione. 'Ndrangheta. Brutte storie che non fanno vivere sereno il calciatore, che pure avrebbe moglie - Natalia Sommarruga, conosciuta in Uruguay ai tempi del liceo - e figli.

Se pico vos y Tevez 💪🏼💙💛

Un post condiviso da Martín Cáceres (@martincaceres_7) in data:



Quanto può essere utile Martín Cáceres a Vincenzo Montella? Con Calabria, Antonelli e De Sciglio out, un giocatore come il Pelado - in grado di occupare tutti e quattro gli slot di difesa - fisicamente in ordine farebbe il titolare in molti top club. Ne sapremo di più dopo le visite mediche previste per domattina.

FONTE: Fantagazzetta.com


Fiorentina, l'apertura di Martin Caceres: "Io in viola? Dico che sarebbe bello"
di Matteo Baldini
25 GEN 2017

Martin Caceres, difensore uruguaiano con un passato nella Juventus, non riesce a tornare in campo: l'ultimo trasferimento saltato è stato quello al Trabzonspor, quando in sostanza era già tutto concluso, e ora l'ex bianconero si proietta nuovamente sulla ricerca di un club da cui ripartire. Lo stesso Caceres, ai microfoni di Tuttomercatoweb, è tornato ad esprimersi sul proprio futuro e sulla possibilità di un ritorno in Serie A oltre che sulle proprie condizioni fisiche.

Queste le dichiarazioni dell'uruguaiano, convinto di essere totalmente integro e in grado di tornare a giocare ad alti livelli: "​Sto benissimo e sono in grande forma. Sto lavorando in questo periodo, tra poco vado a fare allenamento. Non so dire quando potrete rivedermi in campo, non posso sbilanciarmi. Di sicuro non vedo l'ora di tornare a giocare". Caceres non ha voluto prendere le distanze dalle voci che, di recente, lo hanno accostato alla Fiorentina: "Cosa penso? Dico che sarebbe bello" ha ammesso il versatile difensore.

FONTE: 90Min.com


Dalla Turchia – Ecco quale sarà il futuro di Martin Caceres
6 GENNAIO 2017 - 19:57 - 19:57
GIOACCHINO CASTROGIOVANNI
In questi giorni si era parlato di Caceres vicinissimo al Rosario Central. Poi, la trattativa è naufragata perché il neo allenatore, Paolo Montero, non era convinto della sua lunga inattività.

ROTTURA CON L’AGENTE
Inoltre, questo problema ha portato alla rottura col suo agente storico, Daniel Fonseca. Nelle ultime ore, però, il difensore, ex Juventus, ha trovato una squadra disposta ad ingaggiarlo.

FUTURO IN TURCHIA?
Infatti, dopo le lusinghe di vari club italiani (tra cui l’Inter), il Trabzonspor, club turco in zona retrocessione, avrebbe tentato un approccio con Caceres. Il difensore ha risposto positivamente e lunedì, secondo TRT Spor, ci saranno le visite mediche. Quindi, è definita (quasi) la nuova avventura per l’uruguaiano.

FONTE: SpazioInter.it


Martin Caceres, ecco perchè l’uruguaiano è ancora senza squadra
Da Marco Orru - 13/10/2016
Martin Caceres ©Getty Images

Martin Caceres ha 29 anni, ha partecipato più o meno attivamente ai successi della Juventus degli ultimi anni, è un nazionale uruguaiano, e ha giocato in club come Barcellona e Siviglia. E’ disponibile a parametro zero dal 1 luglio 2016, ma a metà ottobre è ancora svincolato. Qualcosa evidentemente non torna. Direte voi, è infortunato? Sì, ma dal grave infortunio al tendine d’Achille subito lo scorso febbraio durante Juve-Genoa si è ripreso ormai alla grande ed è pienamente recuperato.

E’ vero che è molto propenso ad infortunarsi, ma non è una motivazione che regge. E’ anche vero che essendo svincolato il giocatore pretende un ingaggio da 2,5-3 milioni di euro, motivo per cui non ha trovato l’accordo per prolungare con la Juventus, ma anche questo è un ostacolo aggirabile.

Secondo Alfredo Pedullà la vera motivazione per cui il giocatore è ancora senza squadra è perchè nell’ultimo anno in bianconero erano stati registrati alcuni comportamenti poco consoni al di fuori del campo. Ed è per questo forse che Caceres si ritrova ancora senza squadra, con l’Inter che comunque ci sta facendo più che un pensierino.

FONTE: JuveLive.it


PREMIER LEAGUE
Martín Cáceres on Antonio Conte’s Chelsea radar
The Uruguayan centre-back is currently without a club and can sign for a new team in spite of the transfer window having closed last week. He is well-known to Conte, having played for him at Juventus.

As.com Updated at: 5 September 2016 17:05h CEST

Conte keen on Cáceres reunion
Though the transfer window closed last week, Antonio Conte is still looking for defensive reinforcements. According to reports in both Italy and England, the Chelsea coach has set his sights on former Juventus and Barcelona defender Martín Cáceres. Currently unattached, Cáceres is free to sign with a new club at any time.

The Uruguayan was released by Juventus in June having played a number of seasons for Conte during his time in charge of the Old Lady. If Chelsea were to make a move and add Cáceres to their squad he would become their third defensive signing of the summer having already brought in Marcos Alonso from Fiorentina and brought back David Luiz from PSG.

Despite his injury problems, Cáceres has racked up 68 caps for Uruguay since making his debut in 2007.

Cáceres’ poor injury record could be problematic
One potential stumbling block to signing Cáceres is his injury record. He suffered a season-ending Achilles injury back in February from which he is still recovering, a factor that has no doubt put off potential suitors.

FONTE: En.AS.com


Napoli, per la difesa è molto vicino Martin Caceres
16 Agosto 2016
Napoli, per la difesa è molto vicino Martin Caceres
La prima è una trattativa più che avviata. La seconda un'idea appena abbozzata ma che potrebbe presto tradursi in qualcosa di molto concreto. Martin Caceres è vicino al Napoli, tanto vicino che già si ipotizzavano le visite mediche per la giornata di domani. In realtà il tutto è stto posticipato, ma i contatti con Fonseca, agente dell'ex juventuno ora svincolato, proseguono.

[...]

FONTE: SportMediaset.Mediaset.it


Ricatto sessuale alla Juve: "Abbiamo le immagini di un vostro campione con una minorenne"
Tutto inizia con una telefonata intercettata dalla polizia l’11 marzo del 2014 ed inserita negli atti dell’inchiesta “sull’infiltrazione della criminalità organizzata nei gruppi ultras per la gestione del bagarinaggio”.

Martin Caceres, ex calciatore della Juve

Redazione Tiscali
La storia è quanto mai inquietante e particolare. Avrebbe come protagonista l’ex calciatore della Juventus Martin Caceres e una minorenne, ma sullo sfondo si muovono un possibile tentativo di estorsione al club torinese e le indagini sulla criminalità organizzata. Ma vediamo dall’inizio.

L'inizio
Secondo quanto si legge su La Stampa, tutto ha inizio quando un addetto all’ingresso di Mondo Juve di Vinovo si presenta un padre oltremodo arrabbiato. “E’ urgente. Questo papà sostiene che qualche calciatore se la fa con la figlia minorenne”, dice l'addetto parlando al telefono con gli uffici della sicurezza della sede bianconera di Torino. La telefonata viene intercettata dalla polizia l’11 marzo del 2014 ed è inserita negli atti dell’inchiesta “sull’infiltrazione della criminalità organizzata nei gruppi ultras per la gestione del bagarinaggio”.

Il calciatore ricercato dal padre infuriato è appunto Martin Caceres che oggi non è più della Juve. Non risulta – stando al quotidiano piemontese – sia indagato ma la storia è ancora oggetto di approfondimento da parte della procura.

"L'inchiesta sulle infiltrazioni 'ndrangheta e la probabile estorsione"
Le forze dell’ordine si trovano la vicenda tra le mani quando mettono sotto controllo i telefoni di alcuni manager bianconeri durante l’inchiesta sulle infiltrazioni ‘ndranghetiste nella curva. Allargano l’ascolto alla famiglia della ragazza 17enne nel 2014. “Anche se la famiglia non sembra avere rapporti con gli esponenti della compagine criminale su cui si indaga – si legge negli atti – le modalità di contatto con il personale della società inducono a ritenere che lo stesso (il padre, ndr) possa essere in relazione con gli ambienti ‘ndranghetistici e abbia ideato una probabile estorsione ai danni dei calciatori e dei dirigenti sportivi”.

"Reati attinenti la sfera sessuale di minorenni"
Inoltre la procura ritiene doveroso svolgere accertamenti su una vicenda che “presenta inquietanti profili attinenti anche a reati concernenti la sfera sessuale di soggetti minori”.

Gli incontri tra la ragazzina e il calciatore sarebbero avvenuti, stando alle accuse del genitore, nel parcheggio dell’8 Gallery. E un incontro sarebbe stato addirittura filmato e fotografato da amici della ragazza e da sua sorella. Ci sarebbe poi stato un tentativo di vendere il materiale ad una agenzia giornalistica per 20mila euro, ma senza successo. Da qui l’ipotesi di tentata estorsione.

Il padre avrebbe detto di cercare Caceres per “guardarlo in faccia e rimproverarlo”. “Sono un padre”, avrebbe spiegato alla security della Juve. “Ho le sue foto in auto…”, avrebbe aggiunto al telefono. Avrebbe però sempre sostenuto di non sapere niente del tentativo di estorsione.

Indagini non chiuse
“La polizia nei giorni successivi all’11 marzo – sempre secondo La Stampa – rintraccia la ragazza e verbalizza. “Gli agenti ci hanno preso i cellulari per cercare le foto”, afferma il padre. La figlia nel frattempo “conferma di aver incontrato Caceres”. Le intercettazioni “inserite negli atti dell’inchiesta coordinata dai Pm Toso e Abbatecola non sono state stralciate e le indagini non sono ancora chiuse”, conclude il quotidiano torinese.

8 agosto 2016

FONTE: Tiscali.it


Martin Caceres, rapporti con mia figlia minorenne”: ombra estorsione alla Juventus
di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 agosto 2016 13:31
“Martin Caceres, rapporti con mia figlia minorenne”: ombra estorsione alla Juventus

TORINO – Il giocatore della Juventus, Martin Caceres, sarebbe stato al centro di un caso di ricatto a sfondo s******e. Il dettaglio rivelato da Massimiliano Peggio per La Stampa ed è emerso dai documenti dell’indagine sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nelle fila della tifoseria bianconera.

Il caso è scoppiato quando il padre di una ragazza si è presentato all’ingresso di Mondo Juve a Vinovo pretendendo di parlare con un dirigente juventino: “È urgente – avrebbe detto al telefono l’addetto alla sicurezza dell’ingresso – Questo papà sostiene che qualche calciatore se la fa con la figlia minorenne“. La telefonata è stata intercettata dalla polizia e poi inserita negli atti dell’inchiesta.

Il sospetto degli inquirenti è che l’uomo possa avere legami con la criminalità organizzata che gravita intorno agli stadi e al mondo del bagarinaggio: “Anche se la famiglia non sembra avere rapporti con gli esponenti della compagine criminale su cui si indaga – si legge nelle carte – le modalità di contatto con il personale della società inducono a ritenere che il padre possa essere in relazione con gli ambienti ‘ndranghetisti e abbia ideato una probabile estorsione ai danni dei calciatori e dei dirigenti sportivi”.

Pesa però la versione dell’uomo che accusa Caceres di essersi appartato con sua figlia minorenne in un parcheggio. Secondo il padre della ragazza, ci sarebbero anche alcuni filmati e foto di quegli incontri, registrati dagli amici di sua figlia: “Sono un padre – avrebbe spiegato alla security della Juve – Ho le sue foto in auto…”. L’ipotesi degli inquirenti è che l’uomo avrebbe messo in piedi quindi una sorta di ricatto con una possibile richiesta di estorsione.

FONTE: BlitzQuotidiano.it


NEWS
Thursday May 26 2016
‘Caceres will leave Juventus’
By Football Italia staff

Giuseppe Marotta reiterates that Martin Caceres will leave Juventus but “I don’t know” if he’ll join Napoli.
The Uruguayan defender’s time with the Bianconeri has been plagued by injuries and off-field problems, and he’s never made 20 Serie A appearances in a single season.
With the former Barcelona man out of contract at the end of the season, it has been confirmed that he will not be offered an extension.
“Caceres closes his relationship with us on June 30,” Marotta told Tuttomercatoweb at the Football Leaders conference.
“He has always worked with professionalism, but I don’t know whether he’ll go to Napoli or somewhere else.”

FONTE: Football-Italia.net


Allegri: Juve, difesa più forte del mondo. Pjanic top in Europa
LUNEDÌ 16 MAGGIO 2016 00:25
ROMA - La cavalcata scudetto, il gruppo di campioni, la loro crescita, il mercato, il sogno della Champions e il titolo da difendere e confermare per la sesta volta consecutiva. E ancora, i segreti della società bianconera, le chiavi per costruire una squadra vincente, la dimensione mondiale della Juve. Massimiliano Allegri senza veli a Sky, protagonista di una tavola rotonda che ha svelato tutti i segreti del quinto trionfo consecutivo del club campione d'Italia.
[...]

JUVE, DIFESA PIÙ FORTE DEL MONDO - «La Juventus ha i difensori più forti del mondo. Non scordiamoci che abbiamo perso Caceres, che è al livello di Chiellini, Bonucci e Barzagli. Martin è un giocatore che ha piede, che gode nell'affrontare l'avversario uno contro uno. E quest'anno Chiellini, Bonucci e Barzagli insieme hanno giocato il 14-15% delle partite. Caceres mi è dispiaciuto molto averlo fuori e perderlo, è forte. Son contento di Rugani, è cresciuto molto difensivamente ma è migliorato molto nella distribuzione della palla e nella velocità del passaggio. Bonucci è un regista, è proprio per questo può migliorare ancora perché a volte può far girare il pallone più velocemente invece di fermarlo.».

[...]

FONTE: CorriereDelloSport.it


Chiellini: “Giornata speciale, il mio pensiero a Marchisio e Caceres”
Redazione 15 maggio 2016

Giorgio Chiellini ha scritto su Instagram questo bel messaggio dopo la festa scudetto: “Oggi è stata una giornata speciale per me: ho festeggiato il mio sesto scudetto, 400 partite con la Juve e un goal per la mia principessa che è venuta per la prima volta allo Stadium.
Ma il mio pensiero in questo momento va a due persone: Claudio che non ha potuto festeggiare con noi e soprattutto Martin che in questi anni ha portato ogni giorno sorrisi, energia e linfa vitale per la squadra, che ha sempre dato anima e corpo per questo gruppo e che purtroppo a fine stagione ci saluterà. Un grande tributo per una persona speciale!!!”.

FONTE: MondoBiancoNero.com


di Claudio Pellecchia
L'addio di Martin Caceres
29 aprile 2016
Alla fine, quindi, ha avuto ragione Giacomo Scutiero. Martin Caceres non rinnoverà con la Juventus, come annunciato già nei giorni scorsi da Beppe Marotta (“è libero di firmare con chi vuole”). Dalle ultime voci pare che sarà la Roma la prossima squadra del difensore uruguaiano, con Sabatini lesto ad offrire un triennale (cifre ancora da definire) e a bruciare la concorrenza del Napoli.

In questi mesi, nelle chat di gruppo di Juventibus, ci siamo confrontati diverse volte sul tema. E’ la conclusione è stata sempre la stessa: buon, anzi ottimo, giocatore, che quando è stato chiamato in causa ha fatto sempre la sua parte egregiamente, ma che paga l’eccessiva tendenza agli infortuni (l’ultimo la rottura del tendine d’Achille che lo terrà fuori ancora a lungo) e un atteggiamento fuori dal campo non sempre irreprensibile. Qualcosa di gestibile nell’ovattato ambiente torinese, difficilmente in piazze più calde e meno discrete, con il ragazzo che dovrà darsi una regolata per evitare ed evitarsi problemi in serie.

Perché, dal punto di vista tecnico, non si discute: 110 presenze e 7 gol (molti dei quali decisivi) nella sua seconda parentesi bianconera (dopo quella, fugace, del 2009/2010), una duttilità che lo rnederebbe titolare in 19 squadre su 20 dell’attuale Serie A, la capacità di giocare tanto in un sistema a 3 che in uno a 4 senza particolari difficoltà, senso della posizione e dell’anticipo, ottimo nell’1vs1 tanto nel breve quanto sull’allungo.

Riuscisse a trovare una condizione fisica accettabile, sarebbe decisamente un gran colpo che risolverebbe non pochi problemi nella retroguardia giallorossa (o di qualsiasi altra squadra dovesse riuscire ad assicurarsi le sue prestazioni). Speriamo di non doverlo rimpiangere, soprattutto ora che un Chiellini più fragile che mai va per i 32 e Barzagli, alla soglia dei 36, dovrà essere gestito al meglio.

Al ragazzo, uno degli otto superstiti della Juventus che inaugurò questo nuovo quinquennio d’oro, va comunque tributato un applauso e un ringraziamento per l’impegno e l’attaccamento che, al di là di tutte le difficoltà dentro e fuori dal campo, non è mai venuto meno.

FONTE: Juventibus.com


BBC + C: Martin Caceres è il jolly perfetto. Ma Fonseca complica tutto
29 MARZO 2016 - 09:28 - 9:28
Nella conclamata “BBC” Juventina potremmo tranquillamente inserire una “C” in più. C come Caceres, ovvero uno dei quattro giocatori che hanno reso imperforabile la difesa Juventina. Martin non è mai stato il più considerato a livello mediatico, ma sotto il profilo sportivo è uno dei migliori difensori d’Europa e le belle parole spese per lui da Allegri e, in generale, da tutti i suoi compagni confermano la sua importanza.

CaceresLEADER SILENZIOSO – Avere un’alternativa del suo calibro non è cosa di poco conto. Sin dal suo ritorno (dopo la breve parentesi nel 2010), Caceres ha dimostrato la sua importanza all’interno del gruppo. Alternativa a Lichtsteiner prima e naturale sostituto di Barzagli poi, il jolly uruguaiano mixa un’ottima tecnica ad una rapidità che lo rende il più “europeo” tra i difensori di casa Juve.

Altro aspetto da non sottovalutare, è il suo peso specifico all’interno dello spogliatoio bianconero, testimoniato recentemente dalle belle parole spese da Buffon dopo aver battuto il record di imbattibilità, ringraziandolo “per l’entusiasmo che mostra anche nei momenti più difficili”.

JUVE, SVEGLIA! – Un contratto prossimo alla scadenza ed un procuratore (Fonseca) che lo sta proponendo a destra e a manca, stanno definendo un futuro che pare sempre meno bianconero. La dirigenza Juve è chiamata a decidere se puntare o meno sul forte difensore sudamericano, con Napoli e le Milanesi alla finestra, bisogna agire in fretta.

La prospettiva di un posto da titolare in una delle altre big italiane stuzzica Caceres che, tuttavia, ha sempre dimostrato un forte attaccamento alla maglia juventina; ora la palla passa a società e giocatore; a loro il compito di svelare il futuro della lussuosa “C” di riserva.
Pietro Pregnolato

FONTE: SpazioJ.it


05.02.2016 11:35 - in: La squadra
Caceres, intervento riuscito
Il difensore è stato sottoposto questa mattino all'operazione per la ricostruzione del tendine di Achille destro


In seguito all'infortunio patito durante la partita contro il Genoa, questa mattina , presso la Clinica Fornaca di Sessant, Martin Caceres è stato sottoposto a intervento chirurgico per la ricostruzione del tendine di Achille destro. L'operazione, eseguita da professor Flavio Quaglia, è perfettamente riuscita. Il tempo previsto per il recupero è di cinque mesi.

FONTE: Juventus.com


NEWS
Thursday February 4 2016
Season over for Caceres
By Football Italia staff

Juventus defender Martin Caceres has ruptured his Achilles tendon, and will miss the rest of the season.
The Uruguayan was in tears as he was stretchered-off during last night’s win over Genoa, and it was immediately feared that he had torn his Achilles.
"Martin Caceres underwent a series of tests to ascertain the full extent of his injury," Juventus confirmed on their official website.
"These confirmed a torn right Achilles tendon and the player will have surgery tomorrow."
The news means Caceres will miss the rest of the Bianconeri’s season, and he may well have played his last game for the club, with his contract expiring in the summer.

FONTE: Football-Italia.net


Caceres, schianto in Ferrari e patente ritirata
Il giocatore protagonista di un incidente nella notte: alcool test positivo. La Juve potrebbe metterlo fuori rosa

martedì 29 settembre 2015

TORINO - I mille euro di multa dei Vigili Urbani saranno uno scherzo rispetto alla sanzione che la Juventus sta pensando per Martin Caceres, protagonista di un incidente stradale la notte scorsa. I vertici della società hanno già deciso che gli verrà affibiata una multa salatissima (probabilmente il massimo consentito dai regolamenti di Lega, che nel suo caso si aggirerebbe intorno ai 20mila euro) e in queste ore viene presa in considerazione, di concerto con il tecnico Allgeri, l'ipotesi di mettere il giocatore fuori rosa, anche perché il difensore uruguaiano è recidivo (è il secondo incidente nel giro di un anno) e perché in questo periodo sta recuperando dall'ennesimo infortunio muscolare. E le notti brave a base di alcol e discoteca non fanno esattamente parte delle terapie riabilitative.

I FATTI - Dopo la mezzanotte, il calciatore della Juventus, si è schiantato con la sua Ferrari contro una fermata del bus, senza riportare ferite. Sottoposto all'alcoltest dalla polizia stradale, aveva un tasso superiore superiore ai limiti di legge e gli è stata ritirata la patente e comminata una multa di circa mille euro. L'incidente stradale è stato rilevato dalla polizia in corso Giambone alle 00.40. L'auto, che procedeva verso il sottopasso, ha invaso la corsia opposta al senso di marcia, ed è finita contro alcune vetture in sosta e la fermata dell'autobus, abbattendo la pensilina. È intervenuto anche il personale del 118, ma il calciatore non ha riportato alcuna ferita e l'intervento è stato classificato come 'codice bianco'. Caceres non è nuovo a incidenti stradali. Lo scorso anno, sempre di notte, finì con la sua auto contro l' ingresso della stazione della metropolitana in via Nizza.

FONTE: TuttoSport.com


BY BEN GLADWELL
Sep 29, 2015
Juventus defender Martin Caceres involved in car crash - reports
Juventus defender Martin Caceres has been disqualified from driving for six months after crashing his Ferrari in Turin on Monday night, according to reports in Italy.
The ANSA news agency and La Gazzetta dello Sport also reported that Caceres, 28, was over the legal limit for alcohol.
The accident is said to have happened just after midnight, when the Juve and Uruguay defender lost control of his car after taking a wrong turn.



He reportedly hit the central reservation and collided with two parked cars before coming to rest wedged under a bus shelter. The player was able to walk away unharmed, but was fined €1,000 by the police, who took away his licence and his car for 180 days.
It is not the first time Caceres has been involved in an accident in the Piedmont city, having driven his car into the entrance of a metro station in 2013.
Caceres was expected to feature for Juventus in their Champions League clash with Sevilla on Wednesday night but it is not clear whether he will face any further punishment from the Bianconeri.

FONTE: ESPNFC.com


11.01.2015 23:23 - in: Serie A
Caceres: «Contento di essere tornato»
«È stata dura, anche perché non ero mai stato fuori così a lungo. Felice per il gol, ma soprattutto per la vittoria»


Più di tre mesi passati a lavorare sodo per recuperare e a vedere i compagni lottare in ogni gara, senza poter dar loro una mano. Martin Caceres non giocava dal 5 ottobre scorso, dalla gara contro la Roma e ha naturalmente sofferto per la lontananza dal campo. Ha però anche scelto il momento e il modo migliore per tornare: in una gara importantissima come quella contro il Napoli, segnando un gol da tre punti. Di meglio, davvero non poteva sperare: «Sono contento a livello personale, ma anche per la squadra, perché era troppo importante vincere. È importante essere tornato, è stata dura, anche perché non ero mai stato fuori così a lungo».

Quando Britos ha pareggiato nella ripresa, si poteva davvero iniziare a pensare che ultimamente chiudere in vantaggio il primo tempo sia più una iattura che altro. Poi Ci ha pensato Martin a scacciare simili idee: «Era un peccato non essere riusciti a tenere il vantaggio, ma loro sono forti e la partita era difficile. Per fortuna siamo riusciti a segnare di nuovo e a vincere. Era una gara complicata, ma lo sono tutte e dobbiamo affrontarle ogni partita come se fosse l'ultima».

FONTE: Juventus.com


BY ESPN STAFF
Mar 18, 2013
Caceres involved in car crash
Juventus defender Martin Caceres is recuperating following his involvement in a car crash on Sunday morning.
Caceres, 25, was left with facial bruising and cuts after his Porsche was hit by a car that had ran a red light. The Uruguay international was also being treated for head trauma after the incident.
The Serie A club have said that their player is in a good condition but will spend the next few days at Clinica Fornaca di Sessant for further treatment and tests. Juve added that Caceres' diagnosis is a ''head injury, with a lacerated contusion wound to his scalp and right cheekbone''.
The former Barcelona man was initially taken to the trauma unit at Maria Adelaide Hospital before moving on to the clinic.

FONTE: ESPNFC.com


Caceres in bianconero fino al 2016
25 maggio 2012
Martin Caceres ora è a tutti gli effetti un giocatore della Juventus. La società bianconera ha esercitato oggi l'opzione per l'acquisizione a titolo definitivo del difensore uruguaiano. Caceres ha siglato un contratto quadriennale, che lo legherà alla Juventus sino al 30 giugno 2016.

FONTE: Juventus.com


Juventus, Caceres a “Filo diretto”: “Vidal ed io sostituiremo al meglio Chiellini e Barzagli”
Questa settimana è Martin Caceres il grande protagonista di “Filo Diretto”, una trasmissione in onda su Juventus Channel. Di seguito la trascrizione a cura di “TuttoJuve”: Grazie per l’autografo che mi hai fatto. Come è nato il soprannome “El Pelado”? “E’ un piacere fermarsi fuori dal centro sportivo per firmare autografi e scattare qualche foto. […]

Inserito in Calcio | Scritto venerdì, 09 marzo 2012 | Autore Domenico M.
Questa settimana è Martin Caceres il grande protagonista di “Filo Diretto”, una trasmissione in onda su Juventus Channel. Di seguito la trascrizione a cura di “TuttoJuve”:

Grazie per l’autografo che mi hai fatto. Come è nato il soprannome “El Pelado”?
“E’ un piacere fermarsi fuori dal centro sportivo per firmare autografi e scattare qualche foto. Il soprannome ce l’ho da tanti anni. Circa quindici anni fa giocavo sempre a calcio e avevo questi capelli lunghi. Un giorno mia madrea è arrivata e me li ha tagliati a zero. E da lì, El Pelado”.

Per te è stato uno choc…
“Sì, mi piacciono i capelli lunghi”.

Volevo un tuo parere su Messi e sul nostro Capitano…
“Ho giocato con lui nel Barcellona, lui è un grande, credo non si possa dire niente come giocatore e come persona. L’anno che ho giocato con lui ho appreso molto da lui, perchè come persona e come giocatore non si può dire più di quello che già si vede. Su Del Piero, ho la fortuna ed il piacere di giocare con lui, è un mito, non è che si possa dire tanto di più. E’ una grande persona, ha fatto la storia di questo club e sono molto contento di essere tornato a giocare insieme a lui, è una grande campione e un grande uomo”.

E poi cosa pensi del nostro stadio, visto che hai giocato al Camp Nou.
“Mi piace. La Juve è la prima squadra che ha un suo stadio in Italia. E’ un grande stadio e credo che per il tifoso della Juventus sia un piacere enorme. Dà una carica enorme alla squadra”.

Cosa ti hanno insegnato i tuoi genitori da bambino, cosa ti porti dentro?
“L’umiltà e il sacrificio soprattutto. Poi in Uruguay si vive diversamente rispetto all’Europa, le abitudini, la cultura, la tradizione sono diverse. Ma l’umiltà, il sacrificio, il cercare di fare sempre le cose per bene, sono cose che valgono ovunque”.

Sei preoccupato per l’emergenza difesa che ci sarà domenica a Genova? Hai parlato con Vidal? Riuscirete a proteggere la porta di Gigi?
“Ovviamente mancano due grandi giocatori come Barzagli e Chiellini. Se ho l’opportunità di giocare con Arturo in difesa, lo faremo nella maniera migliore per sopperire a queste due pesanti assenze che abbiamo”.

Tu ti senti un sudamericano diverso dai giocatori che solitamente arrivano dal Sudamerica?
“Ovviamente ai giocatori uruguagi piace più andare sulla gamba che sulla palla (ride, ndr). A me però piace anche giocare la palla, soprattutto quando gioco terzino. Forse sì, sono un po’ diverso dagli giocatori sudamericani”.

Come hai preso la notizia di mister Conte squalificato contro il Genoa? Credi che la sua assenza possa essere determinate per l’esito della gara?
“E’ difficile senza il mister, perchè il mister è tutto. Uno quando gioca e sente il mister fuori, sa di avere una presenza importante, è uno che partecipa molto dalla panchina, vive la gara con i giocatori, dà tanto. Ma cercheremo di giocare nel miglior modo possibile per vincere a Genova”.

Cosa ti piace fare nel tempo libero?
“E’ che sono sempre a Vinovo, non vado altrove (ride, ndr). Sto con mia moglie e la mia bambina di cinque anni”.

Maschietto o femminuccia?
“Femminuccia, Martina”.

Da bambino avevi un idolo?
“Un uruguagio, Enzo Francescoli. Da bambino non conoscevo molto il calcio europeo ed il mio idolo era quindi un uruguagio”.

Si parla di calcio europeo in Sudamerica?
“Si parla più di calcio uruguagio e dopo tutto il resto”.

Cosa ti ha convinto a tornare qui?
“Tutto. Per il club, che un club con tanta storia, è una squadra molto molto grande. Ma anche per tutto quello che ho trovato qui, l’organizzazione, la città, i compagni…”.

Hai sempre desiderato di tornare…
“Si, nella mia testa c’era la Juve”.

Quali sono i tuoi punti di forza?
“La forza, la determinazione, allenarsi sempre tanto e allenarsi bene. Poi è chiaro che è il campo che deve dare i risultati. Però se uno si prepara bene, crede in quello che fa e lo fa con grande forza di volontà, poi i risultati arrivano”.

Dove invece devi ancora migliorare?
“Tanto, sono giovane, ho solo 24 anni. Ogni giorno uno apprende molto”.

Hai sempre voluto fare il difensore?
“Sì, tutte le posizioni della difesa. Ovviamente poi mi piace anche andare in avanti”.

Poi tu ogni tanto qualche gol lo fai…
“Quando gioco da terzino sono più vicino alla porta…quando posso sì”.

Pensi che potresti giocare anche come esterno di centrocampo?
“Se c’è da farlo, lo faccio senza nessun problema”.

Anche in porta?
“Nooo (ride, ndr). Ovviamente io gioco in difesa e sto bene lì, però se dovessere esserci la necessità di giocare anche come esterno di centrocampo lo farei”.

Come vedi il campionato italiano quest’anno e che differenza hai trovato con il campionato spagnolo?
“Il calcio italiano è sempre duro, forte, e lo è anche quest’anno. Credo sia totalmente differente a quello spagnolo, che è un più fluido. In quello italiano c’è più combattimento e più equilibrio tra le squadre rispetto a quello spagnolo, dove dominano Barcellona e Real Madrid. Anche la partita contro il Bologna dell’altro giorno è stata difficile”.

E anche domenica a Genova vi aspetta un’altra gara dura…
“Di più, credo di sì”.

Che effetto ti fa quando vieni paragonato a Montero? Siete simili come caratteristiche?
“Quando mi paragonano a Montero mi viene un po’ d’ansia perchè ha fatto tantissimi anni alla Juve, ha vinto tantissimo, è stato un grandissimo campione. Io sono agli inizi . Anche se abbiamo caratteristiche simili, ho ancora tanta strada da fare”.

Come giocherete contro il Genoa?
“Non so ancora come giocheremo, ma ci stiamo allenando per preparare al meglio la partita”.

Differenze tra lo spogliatoio della Juve di quest’anno e quello di due anni fa?
“Il cambio dei giocatori. Rispetto ad un anno e mezzo fa sono rimasti cinque-sei giocatori, Marchisio, Del Piero, Buffon, De Ceglie, Marrone…Lo spogliatoio di oggi è fatto sicuramente di grandi giocatori, con grandi qualità, c’è compattezza ed un grande ambiente”.

Lazio, udinese, Roma, Inter: quali squadre temi di più per l’obiettivo secondo posto? Credi nello scudetto? Quali sono le differenze tra Milan e Juve?
“Lazio e Udinese stanno andando molto bene e premono per crescere: forse sono le due squadre da temere un po’ di più. Milan e Juve sono due grandi squadre, ovviamente il Milan arriva da tante vittorie, ha vinto lo scorso campionato, si conoscono da più tempo”.

Qual è la cosa che ti fa più arrabbiare quando giochi? Come ti prepari alle partite? Senti la tensione nervosa?
“Mi arrabbio quando perdo. L’unica cosa che conta è vincere, quindi perdere mi fa arrabbiare tantissimo. Prima delle partite, mi concentro un’ora-un’ora e mezza prima, però non sono teso, sono tranquillo”.

Tu con chi dormi in camera?
“Con Elia”.

E’ simpatico?
“Sì, sì”.

Ha voglia anche lui di giocare?
“Direi di sì. Spero ci sia spazio anche per lui”.

FONTE: Leggilo.net


AC Milan 1-2 Juventus: Returning hero Caceres strikes double to put Conte's men in sight of Coppa Italia final
By Kris Voakes
Feb 8, 2012 21:40:00
The Uruguayan found the net twice in the second half to give the Bianconeri a huge advantage heading into the second leg to be played in Turin in six weeks' time

Two-goal Martin Caceres was the star of the show as Juventus beat AC Milan 2-1 in the first leg of their Coppa Italia semi-final tie at San Siro on Wednesday night.

Caceres, in his first game back at Juve on loan from Sevilla, fired the Bianconeri ahead on 53 minutes, but Stephan El Shaarawy levelled matters just nine minutes later to restore parity. Caceres' lofted effort in the closing stages proved the decider though, sending the tie to Turin with Juve in the box seat.
The visitors set the pace for much of the first half, taking the game to Milan with their usual fluid style, but after Marco Borriello failed to make the most of two good positions, El Shaarawy got himself into some space deep in Juve territory in one of the first moments of real threat. However, the young forward’s shot from near the byeline flashed just across the face of goal with no Milan team-mate around to tap in the loose ball.

A Juventus attack at pace down the left almost led to a goal at the other end, but after originally slipping, Marcelo Estigarribia leapt back up only to fire just wide of the far post. Moments later Emanuele Giaccherini drifted into space and sent a deflected effort looping towards the top corner of Marco Amelia’s net, but the Milan keeper scrambled across to push the ball over.

Further half chances came and went in the first half as Juve failed to turn their superiority into a half-time lead. But it would take them less than eight minutes to break the deadlock after the restart.

After a surging run forward by Simone Padoin ended in a collision with Thiago Silva, the ball broke for Borriello, whose shot was parried away by Amelia but only into the path of Caceres, who tapped home unchallenged to give his side a deserved lead.

The Rossoneri soon got onto level terms, though. A fantastic left-footed cross on the run from Luca Antonini found Massimo Ambrosini at the far post, and the skipper's cool header back into the centre made it easy for El Shaarawy to side-foot home.

Moments later, the home side thought they'd taken the lead when Zlatan Ibrahimovic beat Marco Storari from eight yards, but the Swede was adjudged to have deliberately handled the ball as it came to him from Mark van Bommel's deflected shot.

Mirko Vucinic passed up a good chance to put Juve back in front after Ambrosini lost the ball to Fabio Quagliarella, and then the Montenegrin failed to make enough space to get a shot away as he was crowded out in the Milan box.

However, the Bianconeri weren't to be denied, as wing-back Caceres bagged a second goal seven minutes from time, lifting a side-foot shot across Amelia into the far corner of the net after Ambrosini failed to clear Giaccherini's searching pass.

The result makes Juventus big favourites to progress ahead of the second leg at Juventus Stadium on March 21, with their unbeaten run in all competitions this season having been stretched to 24 games.

FONTE: Goal.com


CON OPCIÓN DE COMPRA POR PARTE DEL EQUIPO ITALIANO
El Sevilla cede a Cáceres a la Juve
EFE 24/01/12 - 23:32.
El defensa uruguayo Martín Cáceres ha sido cedido por el Sevilla a la Juventus de Turín por lo que resta de temporada, con una opción de compra de su ficha para el club italiano una vez concluya el préstamo, según informó esta noche la televisión oficial del Sevilla FC.

Esta operación, según las mismas fuentes, supone al Sevilla un ingreso de 1.5 millones de euros por la cesión más otros ocho millones si al final de la temporada el club italiano ejerce la opción de compra, aunque si no lo hiciera la entidad hispalense ingresaría otros 1.5 millones. El internacional uruguayo, que el próximo abril cumplirá 25 años, vuelve así al equipo turinés, donde ya estuvo cedido por el Barcelona en la temporada 2009-10.

Martín Cáceres jugó la pasada campaña en el Sevilla también cedido por el club azulgrana y a la conclusión de la misma ejerció la opción de adquirir la ficha del uruguayo por 3,5 millones de euros, por lo que en ésta cumplía su segunda temporada en el equipo hispalense. El defensa nacido en Montevideo jugó en el Defensor Sporting de su país y en febrero de 2007 fue contratado por el Villarreal, quien lo cedió al Recreativo de Huelva, para posteriormente contratarlo el Barcelona.

FONTE: Marca.com


31.05.2011 16:50
Sevilla exercise option to purchase Cáceres
Sevilla CF have confirmed to FC Barcelona that they will be exercising their right to purchase included in the loan agreement for Martín Cáceres.

The Club could make as much as 4.5 million euros from the deal, made up of 3 million fixed euros and 1.5 that are variable depending on how Sevilla CF fare in the next four editions of the Champions League.

The central defender arrived from FC Barcelona in 2008 from Recreativo Huelva, on loan at the time from Villarreal. After playing in the treble winning Barça team, the defender went on loan in 2009 to Juventus. After a year on loan he returned to Italy. In August 2010, Martín Cáceres went out on loan again, this time to Sevilla, who had the option to buy, an option that they have ultimately decided to exercise.

FONTE: FCBarcelona.cat


Sevilla's Martin Caceres ruled out for rest of season
Sevilla's Uruguayan defender, who is on loan at the club from Barcelona, is out for the remainder of the season after lacerating his kidney in a freak clash against Almeria

By Gareth McKnight
May 4, 2011 13:45:00

Martin Caceres will miss the rest of Sevilla's season after being hospitalised after the 1-0 win over Almeria at the weekend.
The club revealed on their official website that the Uruguayan was forced to remain in hospital for 24 hours with a lacerated kidney, following a challenge with Michael Jakobsen.
The injury will be a blow for the Andalusian club's run in, as they battle against Atletico Madrid and Athletic Bilbao for Europa League qualification places.
The club statement also identified that Cacares had a subcapsular hematoma in the kidney, and that Sevilla and the player will need to "have patience to be able to return."
The 24-year-old is on loan at the club from Barcelona, and the injury could mean the Montevideo born defender has played his last game for Sevilla.

FONTE: Goal.com


ARSENAL
Martin Caceres To Replace William Gallas as Arsenal's Newbie?
SAURA BHATTACHARJEE
APRIL 6, 2010
It looks like Arsenal is going to witness the arrival of some fresh faces to shake things up a bit in Emirates Stadium this summer. With news doing the rounds in the world media that Arsenal may have secured the services of Bordeaux striker Marouane Chamakh, the atmosphere at Emirates Stadium must be a happy one.
There are reports that Arsenal has started preliminary negotiations with Martin Caceres in order to sign him in the summer. The 22-year-old Barcelona player currently on loan to Juventus has been impressive this season, although an injury at the start of the year has seen him sidelined from action.

The Uruguayan central defender had a forgettable season at Barcelona after his move from Recreativo in the summer of 2008. He was sidelined for the majority of the season due to injury.
He made an impressive start on his loan deal to Juventus, scoring a goal in his debut against Lazio. His impressive performance for the Old Lady has made him a fan favorite at Juventus, but an injury sustained during January had him sidelined for a few months.
It remains to be seen whether or not Wenger offers a new contract to the injured William Gallas. It was reported that Gallas would look for other lucrative offers if he was not assured a long-term future in Arsenal. With Wenger not ready to offer more than a year's extension, Gallas' future remains uncertain.
Standing at nearly 6'0", the youngster has the physical strength to survive in the Premier League. With Wenger ruing the injuries to his first choice players all season, a physically strong and tall defender like Caceres can do him a world of good.
He would be a very good replacement for Gallas given his impressive defensive displays for Juventus. The 22-year-old Uruguayan professional's attacking capabilities will provide Arsenal with further attacking options. He can also be useful during corners due to his height.

With Wenger sticking to his policy of only signing "talented, skilled young" players, Caceres can be a good bargain for him at around £10 million. Combined with his good defensive reflexes and aggressiveness, he can develop into a future defensive stalwart for Arsenal.
But Caceres seems unnecessarily aggressive at times, causing him to often be caught out of position. He needs to bring his aggression down a bit because it can only lead to penalties and needless bookings.
Fortunately, the youngster has age on his side, and with more experience and proper nurturing he can develop into another Song or Sagna for Wenger.
Caceres can also fit well into Arsenal's pacy style of play. He was very impressive in his attacking displays during his days with Recreativo Huelva. Although with Juventus his attacking responsibilities are considerably less, he has provided good support to the midfield and attack when required.
Although there are no confirmed reports as of yet, if the move develops, it will be beneficial for Arsenal. Caceres has also expressed his desire to play for the Gunners, which may make the summer move all the more easy for Wenger.
Will Gallas leave Arsenal? Will Wenger sign the talented young Caceres? Can Caceres successfully replace Gallas?
All the answers will have to wait until the summer window opens and a new season starts.

FONTE: BleacherReport.com


Friendly: Submarine sink Juve
Saturday 8 August, 2009
Juventus were thumped 4-1 by Villarreal last night on Martin Caceres’ debut, but Ciro Ferrara believes “this slap in the face will do us good.”
The Bianconeri were so far unbeaten in their summer friendlies, falling to Aston Villa in the Peace Cup Final only in a sudden death penalty shoot-out.

But this hammering is a rude awakening for a side that had beaten Real Madrid 2-1 last week.
“We were heaped with praise and did well up until now, but this slap in the face will do us good and get our feet back on the ground,” mused the Coach.
“We will get back to work in a relaxed manner. This is a team at the highest level, regardless of this evening. We are upset, but also convinced we can do well in future.”

With Diego still out injured, Sebastian Giovinco started behind David Trezeguet and Alessandro Del Piero in Salerno.
Del Piero was the first to test the goalkeeper from a Trez assist, but Santi Cazorla brought a tough save out of Alex Manninger, then opened the scoring just shy of the break.
He avoided a Felipe Melo challenge and unleashed a left-foot screamer from distance that left Manninger with precious little chance.
Ex-Barcelona defender Caceres, who arrived this week on loan with an option to buy for £9m, made his debut for the second half.

But Juve fell to pieces as Manninger parried a Pereira effort into the path of Brazilian Nilmar, then a scuffle broke out sparked by Christian Molinaro’s foul on the goalscorer.
Amauri and Robert Pires went close before the ex-Arsenal star made it 3-0 by tapping in from impressive solo work by Perreira.
Amauri wasted a counter-attack by misplacing the pass back to Vincenzo Iaquinta and Juventus did eventually get on the scoresheet with a Tiago Mendes corner whipped on to Amauri’s foot.
However, moments later the Yellow Submarine completed the 4-1 rout with a Pires volley. In stoppages Iaquinta’s free kick was beaten away and nobody was ready for the follow-up.

Juventus 1-4 Villarreal
Scorers: Santi Cazorla 42 (V), Nilmar 52 (V), Pires 78, 89 (V), Amauri 84 (J)

Juventus: Manninger; Zebina (Caceres 46), Legrottaglie (Ariaudo 80), Cannavaro, Molinaro (Chiellini 72); Camoranesi (Salihamidzic 46), Felipe Melo (Tiago 72), Marchisio (Zanetti 65); Giovinco; Del Piero (Amauri 46), Trezeguet (Iaquinta 46)

Villarreal: Diego Lopez; Capdevila, Godin, Gonzalo, Javi Venta; Cani, Eguren, Ibagaza, Santi Cazorla; Rossi, Nilmar
Ref: Damato

FONTE: FootBall-Italia.net.cat


06.08.2009 18:51
Cáceres goes to Juventus on loan

Martín Cáceres will play for the Old Lady next season. The Italian outfit have taken the player on loan and will have an option to buy him for €11 million plus €1 million in variable payments.
FC Barcelona and Juventus have reached a deal for the one-season loan of Martín Cáceres. The Italian club will have an option to buy the defender for €11 million plus €1 million based on objectives achieved.

A year at Barça
The 22-year-old Cáceres came to Barça in the summer of 2008. He took an active role in the treble winning season, especially in the Cup. He played seven games in the competition together with thirteen in the League and three in the Champions League.

FONTE: FCBarcelona.cat


¿Martín Cáceres o Sylvinho?
Por Borja Barba en Mayo 6, 2009 @BorjaBarba

Quizá es la gran duda (amén de la preocupación por el estado de Thierry Henry), que se presenta ante el barcelonismo ante su gran cita de Stamford Bridge. Las bajas de Carles Puyol, amonestado en el partido de ida, y de Rafa Márquez, lesionado en el menisco también en el duelo de hace una semana, han obligado a Pep Guardiola a recomponer su línea defensiva e idear una alternativa a sus cuatro habituales.

Sin una confirmación definitiva, que no llegará hasta que ambos equipos salten al césped, todo parece apuntar a que será el uruguayo Martín Cáceres el que ocupe un puesto en el eje de la zaga junto a Gerard Piqué, por lo que la opción de desplazar a Eric Abidal hacia el centro y que su puesto en el lateral lo ocupe Sylvinho, parece finalmente descartada. Lo cierto es que el central ex recreativista despierta no pocas dudas sobre su rendimiento en un partido de máximas exigencias.

Cáceres ha sido utilizado por Guardiola en contadas ocasiones a lo largo de la temporada. Sólo ha participado en 540 minutos en Liga, por los más de 2.000 de Puyol, Márquez o Piqué. Su última actuación data del 11 de abril, en el 2-0 ante el Recre. Es evidente que el técnico de Santpedor no tiene plena confianza en el charrúa quien, no olvidemos, significó para su actual club un desembolso de 17 millones de euros.

Quizá, no obstante, su perfil se ajuste más a las necesidades de los azulgranas en el choque de hoy: es el único sustituto natural de los habituales y su juego aéreo no ofrece dudas. Se espera un bombardeo de balones colgados al área por parte de los centrocampista Blues, y la opción de Sylvinho para defender por alto no parece la más apropiada.

En cualquier caso, pocas bajas podrían haber afectado tanto a los planes de Guardiola como la de sus dos centrales más aventajados. Si Cáceres consigue sobreponerse esta noche a la mala sombra que le acecha desde su llegada a Can Barça y solventar el difícil examen que el Chelsea plantará sobre su mesa, habrá comenzado a demostrar que realmente vale los diecisiete millones que alguien colocó en su etiqueta de precio.

FONTE: DiariosDeFutbol.com


LIGA BBVA | BARCELONA
Puyol y Márquez dejan la defensa en emergencia
El capitán estará diez días de baja y Rafa sigue 'tocado'.

Fabián Ortiz 31 enero 2009 00:00h CET
[...]

Pero ese equilibrio casi perfecto se rompe cuando entra en escena Martín Cáceres. El uruguayo, con una adaptación lenta al fútbol que practica el Barcelona, sólo suma 130 minutos en la Liga, producto de sus cuatro presencias. Y con Piqué, su posible pareja mañana, sólo ha jugado dos veces, en la Copa.

Sólo hay un precedente
La defensa que el Barça presentará en Santander, a menos que se recupere Rafael Márquez, sólo tiene un precedente esta temporada. Alves, Cáceres, Piqué y Abidal han jugado juntos sólo el encuentro de ida ante el Benidorm (0-1), en Foietes. Los centrales repitieron en el Calderón (1-3), también en la Copa del Rey.

FONTE: Futbol.AS.com


NOTICIAS DE RUMORES Y FICHAJES
El Villarreal ficha a Martín Cáceres
El club de Castellón ha cerrado la contratación de este central zurdo uruguayo, procedente del Defensor de Montevideo.

02/02/2007
Elena Fernandez
El Villarreal ha confirmado, mediante su sitio web oficial, que ha cerrado la contratación de Martín Cáceres, defensa de, tan sólo, 19 años, procedente del Defensor de Montevideo.
El central uruguayo ha firmado por la entidad castellonense por lo que resta de temporada y cinco más aunque jugará, en calidad de cedido, en su actual club y no se incorporará a las órdenes de Manuel Pellegrini hasta el próximo mes de julio.
Cáceres ha sido nombrado mejor defensa central del recién terminado Campeonato Sudamericano sub-20, en el que su selección quedó tercera logrando el pase para el Mundial sub-20 que se celebrará en Canadá en junio y julio.

FONTE: MercaFutbol.com

0 commenti:

Posta un commento

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#Antonino RAGUSA si presenta

#CataniaVerona highlights


Wallpapers gallery