#HellasNews of the week: Verona premiato in Piazza dei signori dalla Lega di Serie B dopo la promozione, SETTI 'Confermati PECCHIA e FUSCO! TONI? Ho già un ruolo anche per lui...', PAZZINI 'Almeno 15 gol in A? Piano, ci sarà da soffrire...' - Centro sportivo a Lugagnano il sindaco assicura: 'Si farà!'


#HellasNews +   -   =

HELLAS PREMIATO DALLA LEGA DI B in Piazza dei Signori, il presidente SETTI conferma la coppia PECCHIA-FUSCO nei rispettivi ruoli ma dice di aver pronto anche un ruolo perfetto per TONI che alla Gazzetta, forse un po' sibillinamente, aveva detto di dover parlare con la dirigenza scaligera dopo un anno passato più o meno ad osservare... Capitan PAZZINI non vede ovviamente l'ora di tornare in Serie A dopo l'ottima stagione appena trascorsa 'In Serie A almeno 15 gol? Adesso stacchiamo un po' poi si vedrà, la società dovrà fare certamente qualcosa e ci sarà sicuramente da soffrire per raggiungere l'obiettivo salvezza...'

CENTRO SPORTIVO HELLAS AL FORTE DI LUGAGNANO: il presidente SETTI, a margine della premiazione da parte della Lega di B al VERONA neopromosso, s'è intrattenuta col sindaco Tosi per parlare del nuovo centro sportivo scaligero (sul quale l'iter burocratico sembra essersi 'impantanato') e sui lavori da fare al Bentegodi in vista della prossima stagione.
Il primo cittadino scaligero ha assicurato più tardi al TGGialloBlu.it che il progetto è avviato e approvato e che è destinato a partire (prima o poi).


[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Il presidente SETTI alla premiazione in Piazza dei Signori «La cosa più importante è essere riusciti a centrare la promozione, sudata ma decisamente meritata. Ora siamo già proiettati sulla prossima stagione sportiva. Riunione con l'Amministrazione Comunale? Abbiamo parlato anche del centro sportivo che, dopo il benestare della sovrintendenza arrivato un anno fa, ora è fermo e abbiamo voluto capire a che punto siamo, per andare avanti e accelerare. Altro tema discusso è stato il miglioramento del 'Bentegodi', stiamo cercando di fare tutto ciò che possa essere propedeutico alla nostra attività. Toni? Il mio rapporto con lui è strepitoso, è un valore aggiunto per questa società. Sa della mia stima verso nei suoi confronti, sappiamo già quale sarà il ruolo giusto per lui. La nuova rosa? Cercheremo di trovare i calciatori giusti per la Serie A, sicuramente ci saranno dei cambiamenti ma ne parleremo più avanti. Fusco e Pecchia? Confermati senza dubbio, e non solo per la promozione ma per il modo in cui hanno lavorato. In Serie A Pecchia potrà esprimere ancora meglio i propri valori umani e calcistici. I tifosi? Verona, oltre a essere una città bellissima ha un pubblico strepitoso, che merita nel modo più assoluto la massima serie. E noi la diferenderemo a denti stretti. La nuova Serie A? Ci sono varie fasce di classifica, noi partiamo chiaramente per salvarci» HellasVerona.it

Capitan PAZZINI alla premiazione dell'HELLAS «E' stata una stagione molto lunga, speravo di riuscire a chiuderla prima, invece abbiamo lottato fino all'ultimo, ma l'obiettivo che ci eravamo preposti è stato centrato. E' finita alla grande e torniamo in Serie A, questa è la cosa più importante. I miei gol? Segnare non è mai facile, per me è stata una soddisfazione molto grande. Speravo di fare tanti gol, sono rimasto proprio per questo: per fare bene e dimostrare in tutti i modi di poter riportare il Verona nella massima serie dopo un'annata molto difficile per tutti. Al di là dei tanti gol, sono contento che questi abbiano portato molti punti, per me questo gruppo è molto importante, l'obiettivo finale era l'unica cosa che importava, sono contento. Le difficoltà più dure? Rispetto alla Serie A abbiamo affrontato 4 partite in più, non sono tante, il problema è che in B non c'è mai una pausa e che si è giocato ogni settimana. Adesso c'è bisogno di recuperare le energie, davanti ci aspetta una stagione che deve essere per forza bella, tutti la vogliono affrontare alla grande. Sappiamo che la Serie A è un campionato diverso dalla cadetteria, sicuramente cambieremo qualcosa ma per ora godiamoci questo grande entusiasmo per il ritorno del Verona là dove città, tifosi e società meritano. Ci aspetta un campionato di sofferenza, ma non ci tireremo indietro. La premiazione della Lega B? Festeggiare tutti insieme e salutare i tifosi è stato il miglior modo per chiudere l'anno» HellasVerona.it

ZACCAGNI 'La promozione? Gioia indescrivibile' «Quella appena trascorsa è stata una stagione fantastica per tutti, sono molto contento per gli obiettivi raggiunti. Il ricordo più bello è legato al primo gol, ad Ascoli. Le festa a Cesena? Un'emozione indescrivibile, di quelle che ti porti dentro tutta la vita. Credo che non si sia mai vista una curva così a Cesena, ma anche in piazza Brà è stato bellissimo: erano le 3 di notte e c'era ancora gente ad aspettarci per fare festa. La mia stagione? Quest'anno sono maturato tanto, ho imparato tanto dai compagni più esperti, sia in campo che fuori, non voglio smettere di crescere. Mister Pecchia? Ha sempre detto che gioca chi si impegna negli allenamenti, perciò ho sempre dato il massimo, riuscendo a ritagliarmi il mio spazio. Un commento sul gruppo? Siamo stati molto uniti, soprattutto nei momenti in cui le cose si facevano più difficili, grazie a questa nostra forza siamo riusciti a conquistare la promozione. Il futuro? Io lo vedo in gialloblù, spero di rimanere qui e di fare bene. La Serie A? Me l'aspetto più difficile della cadetteria, dovremo cercare di rimanere concentrati e uniti per portare a casa le partite che contano. Dalla Serie B dobbiamo portare con noi quella cattiveria che molte volte siamo riusciti ad esprimere in campo» TGGialloBlu.it

Luca TONI parla del suo futuro a a 'La Gazzetta dello Sport' «In questa stagione ho fatto da spettatore, dovrò parlare con il presidente Setti per capire cosa fare da grande. Già fai fatica da giocatore quando magari hai 4-5 anni di contratto. Figuriamoci da dirigente, quando scadi di anno in anno. Fortunatamente non devo lavorare per forza, ma posso scegliere di fare quello che più mi piace. Il calcio è la mia passione» Hellas1903.it

Alex FERRARI a 'La Gazzetta dello Sport' dopo la convocazione nella Nazionale maggiore 'sperimentale' di VENTURA «Un grande orgoglio per me, questa convocazione è un altro traguardo raggiunto in questa splendida stagione. Se sono stato selezionato dall’Italia lo devo anche alle prestazioni con il Verona. Resto con i piedi per terra, comunque, sono concentrato sull’Europeo con l’Unger 21» Hellas1903.it


SettiPazzini

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: MARESCA nuovo tecnico dell'ASCOLI dopo l'addio di AGLIETTI, Enzo era in concorrenza con un altro ex: Chicco BROCCHI. Roberto BORDIN, ex vice di MANDORLINI all'HELLAS, vicino al doplete in Moldavia!

NBA FINALS: Nella Western Conference il compito già proibitivo per gli SPURS orfani di PARKER di superare i WARRIORS diventa impossibile in seguito al forfait di Kawhi LEONARD in gara 1! Quasi normale il poker secco di GOLDEN STATE che accedono alla finalissima in cui, per la terza volta consecutiva, si scontreranno coi CAVALIERS di King JAMES campioni a est dopo il 4 a 1 ai CELTICS che pure nella Regular Season li avevano superati in classifica: Anche per BOSTON il dover rinunciare a Isaiah THOMAS è stato fatale! Settima finale NBA di fila in cui Lebron sarà ancora protagonista dopo aver superato il mitico Michael JORDAN per punti segnati ai playoff...



RASSEGNA STAMPA +   -   = NEWS
Ferrari: “Io in Nazionale, grazie Verona”
Il difensore: “Resto con i piedi per terra, fondamentali le mie partite con l’Hellas”

di Redazione Hellas1903, 27/05/2017, 14:16

Alex Ferrari è pronto a entrare nel gruppo dell’Italia.
Una nazionale sperimentale, quella dei giocatori convocati da Gian Piero Ventura per l’amichevole di mercoledì con San Marino, ma pur sempre un gruppo azzurro da cui attingere per il futuro.
Ferrari, in proposito, riporta “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola, dice: “Un grande orgoglio per me, questa convocazione è un altro traguardo raggiunto in questa splendida stagione. Se sono stato selezionato dall’Italia lo devo anche alle prestazioni con il Verona. Resto con i piedi per terra, comunque, sono concentrato sull’Europeo con l’Unger 21”

NEWS
Troianiello superstar: “Grazie Verona!”
Bagno di folla per il centrocampista-amuleto, tra selfie e richieste di dediche alla fidanzata

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi 27/05/2017, 13:45
“Gennaro fai un video-saluto alla mia fidanzata in napoletano”? È una delle tante richieste di questa mattina in Piazza dei Signori fatte a Gennaro Troianiello, trascinatore dello spogliatoio dell’Hellas promosso in A, divenuto idolo dei tifosi grazie ai video che lo ritraggono in più occasioni come vero mattatore del gruppo.
Un ragazzo dalla simpatia contagiosa che si è innamorato di Verona, dove sa che, probabilmente non resterà.

“Resti anche l’anno prossimo”? gli chiede un tifoso. “Eh magari” fa lui con un velo di tristezza. Poi subito la battuta: “Vorrei ma devo andare in Champions League!”.

Salutandolo gli dico: “Hai visto i veronesi come sono?”. “Davvero non me lo aspettavo, sono fantastici”.

Le richieste di foto si susseguono, i mini video impazzano. Tre ragazzine teen-agers gli dicono: “Ma sei tu quello dei video?” E parte un selfie, loro con le labbra in fuori, che poi vanno via emettendo urletti tipici dell’età, come avessero incontrato Fabio Rovazzi.

Certo, dovesse andar via, Gennaro resterà nel cuore della gente, ben accolto ogni volta che tornerà in questa città di “veronesi tutti matti”, che, al di là di ogni latitudine da cui provengano, sanno apprezzare e affezionarsi a chiunque mostri cuore e quel pizzico di pazzia che a Verona è necessaria come il pepe nella pearà.

NEWS
Setti: “Applauso alla squadra, i tifosi meritano la A”
Verona premiato in Piazza dei Signori dalla Lega B

di Redazione Hellas1903, 27/05/2017, 10:56

Da Piazza dei Signori, il presidente Setti ha preso parola durante la cerimonia di premiazione per la promozione del Verona nella massima serie calcistica italiana.
“Dopo un anno sfortunato siamo tornati in Serie A. Facciamo un grande applauso ai ragazzi, i risultati non sono figli del caso. Voi, tifosi, meritate la Serie A e speriamo di onorarla al meglio.”

NEWS
Verona premiato, è festa in Piazza dei Signori
Un migliaio di tifosi per i gialloblù, presenti anche il Sindaco e l’Assessore allo Sport

di Redazione Hellas1903, 27/05/2017, 11:13

Il Verona è stato premiato dalla Lega B in seguito alla promozione in Serie A conquistata al termine di questa stagione. Davanti a un migliaio di tifosi gialloblù, al Sindaco e all’Assessore allo Sport, il direttore generale della Lega B, Paolo Bedin, ha premiato i giocatori uno a uno con la medaglia celebrativa, senza dimenticare il tecnico Fabio Pecchia.
Un’atmosfera di festa in una Piazza dei Signori a tinte gialloblù, con applausi per tutta la squadra, capitanata dal capocannoniere Giampaolo Pazzini.

NEWS
Pecchia: “Gregario e campione, questo l’Hellas che mi piace”
Il tecnico al “Corriere di Verona”: “Il calcio è come il ciclismo, si vince con la fatica”

di Redazione Hellas1903, 26/05/2017, 10:40

Lunga intervista concessa da Fabio Pecchia al “Corriere di Verona” oggi in edicola.
L’allenatore racconta le proprie esperienze di vita, da giocatore, allenatore e soprattutto uomo.
Sull’Hellas promosso in A, tra l’altro, dice: “Il calcio è come il ciclismo. Uno sport in cui devi andare oltre la fatica, in cui la squadra viene prima del singolo, perché ci sono i campioni che arrivano primi al traguardo, ma per riuscirci serve il sacrificio di tutti. Servono i gregari. E in questo Verona gregario e campione lo è stato ogni giocatore, lo è stato lo spogliatoio. A me piacerebbe che l’Hellas, in A, avesse la stessa tempra che fu di Marco Pantani. Coraggioso, tenace, sempre pronto a scattare”.

NEWS
Toni: “Stagione da spettatore, devo parlare con Setti per il futuro”
Il dirigente gialloblù: “Difficile quando il contratto scade di anno in anno”

di Redazione Hellas1903, 27/05/2017, 10:21

Luca Toni ha rilasciato un’intervista a La Gazzetta dello Sport, in cui parla del suo futuro come dirigente del Verona.
“In questa stagione ho fatto da spettatore, dovrò parlare con il presidente Setti per capire cosa fare da grande. Già fai fatica da giocatore quando magari hai 4-5 anni di contratto. Figuriamoci da dirigente, quando scadi di anno in anno. Fortunatamente non devo lavorare per forza, ma posso scegliere di fare quello che più mi piace. Il calcio è la mia passione”
Su Cassano: “Mi ha chiamato per altre cose, nei giorni scorsi”.

FONTE: Hellas1903.it


IL SINDACO
Tosi: Il centro sportivo si farà
27/05/2017 15:08
L'Hellas Verona è stato premiato dalla Lega serie B e dall'amministrazione comunale per la promozione in serie A. Sul palco allestito in piazza dei Signori c'erano il sindaco Flavio Tosi, l'assessore allo sport Alberto Bozza, il presidente dell'Hellas Maurizio Setti e il direttore generale della Lega serie B Paolo Bedin che hanno consegnato le medaglie alla squadra e allo staff tecnico.

Terminata la cerimonia di premiazione il sindaco Tosi si è intrattenuto con i vertici della società scaligera. "Abbiamo parlato - ha detto Tosi - del centro sportivo al Forte di Lugagnano e di altri aspetti sullo stadio nell'ottica di un normale ed efficiente rapporto tra amministazione e il club del presidente Setti. Il centro sportivo si farà, il progetto è già stato approvato, l'iter avviato"

PARLA IL CENTROCAMPISTA
Zaccagni: Promozione? Emozione indescrivibile
27/05/2017 12:46
"Quella appena trascorsa è stata una stagione fantastica per tutti, sono molto contento per gli obiettivi raggiunti. Il ricordo più bello è legato al primo gol, ad Ascoli. Le festa a Cesena? Un'emozione indescrivibile, di quelle che ti porti dentro tutta la vita. Credo che non si sia mai vista una curva così a Cesena, ma anche in piazza Brà è stato bellissimo: erano le 3 di notte e c'era ancora gente ad aspettarci per fare festa". Queste le parole di Zaccagni nella sede di Isokinetic, in occasione di un evento del gruppo.

Il centrocampista cesenate ha proseguito: "La mia stagione? Quest'anno sono maturato tanto, ho imparato tanto dai compagni più esperti, sia in campo che fuori, non voglio smettere di crescere. Mister Pecchia? Ha sempre detto che gioca chi si impegna negli allenamenti, perciò ho sempre dato il massimo, riuscendo a ritagliarmi il mio spazio. Un commento sul gruppo? Siamo stati molto uniti, soprattutto nei momenti in cui le cose si facevano più difficili, grazie a questa nostra forza siamo riusciti a conquistare la promozione. Il futuro? Io lo vedo in gialloblù, spero di rimanere qui e di fare bene. La Serie A? Me l'aspetto più difficile della cadetteria, dovremo cercare di rimanere concentrati e uniti per portare a casa le partite che contano. Dalla Serie B dobbiamo portare con noi quella cattiveria che molte volte siamo riusciti ad esprimere in campo".
L.VAL.

PREMIAZIONE HELLAS
Toni assente, Setti: Ho già un ruolo per lui
27/05/2017 11:37
"Luca Toni? Per il Verona è un valore aggiunto. Il nostro rapporto è strepitoso. Ho pensato già ad un ruolo per lui in società, visto che so perfettamente dove Luca può essere importante per il bene dell'Hellas. Nessun mistero sulla sua assenza. Ieri ha festeggiato il compleanno e oggi è in viaggio premio, diciamo così". Il presidente del Verona Maurizio Setti ha parlato al termine della premiazione della Lega serie B in Piazza dei Signori per il secondo posto in campionato dehl'Hellas.

"Non è il momento di trattare aspetti tecnici - ha aggiunto Setti -. Ci sarà tempo per analizzare ogni aspetto, parlare dei giocatori da riconfermare e dei rinforzi da prendere. Di sicuro l'obiettivo per l'anno prossimo sarà la salvezza. Cercheremo di centrarlo senza troppe sofferenze".

INTERVISTA
Toni: Non so ancora cosa farò da 'grande'...
27/05/2017 09:45
“In questa stagione ho fatto da spettatore, ora dovrò parlare con il presidente Setti per capire cosa fare da grande. Già fai fatica da giocatore quando magari hai 4-5 anni di contratto. Figuriamoci da dirigente, quando scadi di anno in anno". Così Luca Toni in un'intervista alla Gazzetta dello Sport.

Toni ha lanciato un messaggio al presidente neanche tanto velato: "Fortunatamente non devo lavorare per forza, ma posso scegliere di fare quello che più mi piace. Il calcio è la mia passione. Cassano? Mi ha chiamato per altre cose, nei giorni scorsi”.

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE B
Hellas, Pecchia: "Non dobbiamo disperdere il patrimonio accumulato"
26.05.2017 16.34 di Tommaso Maschio
Il tecnico dell'Hellas Verona Fabio Pecchia ha parlato al Corriere del Veneto di presente e futuro: “Siamo stati sbarazzini all'inizio, ma quando sono arrivate le prime difficoltà questo ha finito per nuocerci. Poi è nato un altro Hellas più pratico, consapevole che si è preso la promozione. Per la Serie A sarà importante non disperdere il patrimonio accumulato in questa stagione, sopratutto a livello mentale. - continua Pecchia – Al Real Madrid c'erano grandissimi campioni come Bale, Sergio Ramos e Ronaldo e loro dopo aver vinto una partita pensavano subito a quella dopo per vincere ancora. Questa è la mentalità che dovrebbero avere tutti i giocatori”.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Setti: «Promozione bella e meritata, ma stiamo già guardando al prossimo campionato»
27/MAGGIO/2017 - 13:30
Verona - Le principali dichiarazioni del Presidente gialloblù Maurizio Setti, rilasciate in occasione della premiazione per l'avvenuta promozione da parte della Lega B, in piazza dei Signori.

«La cosa più importante è essere riusciti a centrare la promozione, sudata ma decisamente meritata. Ora siamo già proiettati sulla prossima stagione sportiva. Riunione con l'Amministrazione Comunale? Abbiamo parlato anche del centro sportivo che, dopo il benestare della sovrintendenza arrivato un anno fa, ora è fermo e abbiamo voluto capire a che punto siamo, per andare avanti e accelerare. Altro tema discusso è stato il miglioramento del 'Bentegodi', stiamo cercando di fare tutto ciò che possa essere propedeutico alla nostra attività. Toni? Il mio rapporto con lui è strepitoso, è un valore aggiunto per questa società. Sa della mia stima verso nei suoi confronti, sappiamo già quale sarà il ruolo giusto per lui. La nuova rosa? Cercheremo di trovare i calciatori giusti per la Serie A, sicuramente ci saranno dei cambiamenti ma ne parleremo più avanti. Fusco e Pecchia? Confermati senza dubbio, e non solo per la promozione ma per il modo in cui hanno lavorato. In Serie A Pecchia potrà esprimere ancora meglio i propri valori umani e calcistici. I tifosi? Verona, oltre a essere una città bellissima ha un pubblico strepitoso, che merita nel modo più assoluto la massima serie. E noi la diferenderemo a denti stretti. La nuova Serie A? Ci sono varie fasce di classifica, noi partiamo chiaramente per salvarci».

Pazzini: «Il Verona è dove merita, avanti con questo entusiasmo»
27/MAGGIO/2017 - 13:00
Verona - Le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Giampaolo Pazzini, rilasciate in occasione della premiazione per l'avvenuta promozione da parte della Lega B, in piazza dei Signori.

«E' stata una stagione molto lunga, speravo di riuscire a chiuderla prima, invece abbiamo lottato fino all'ultimo, ma l'obiettivo che ci eravamo preposti è stato centrato. E' finita alla grande e torniamo in Serie A, questa è la cosa più importante. I miei gol? Segnare non è mai facile, per me è stata una soddisfazione molto grande. Speravo di fare tanti gol, sono rimasto proprio per questo: per fare bene e dimostrare in tutti i modi di poter riportare il Verona nella massima serie dopo un'annata molto difficile per tutti. Al di là dei tanti gol, sono contento che questi abbiano portato molti punti, per me questo gruppo è molto importante, l'obiettivo finale era l'unica cosa che importava, sono contento. Le difficoltà più dure? Rispetto alla Serie A abbiamo affrontato 4 partite in più, non sono tante, il problema è che in B non c'è mai una pausa e che si è giocato ogni settimana. Adesso c'è bisogno di recuperare le energie, davanti ci aspetta una stagione che deve essere per forza bella, tutti la vogliono affrontare alla grande. Sappiamo che la Serie A è un campionato diverso dalla cadetteria, sicuramente cambieremo qualcosa ma per ora godiamoci questo grande entusiasmo per il ritorno del Verona là dove città, tifosi e società meritano. Ci aspetta un campionato di sofferenza, ma non ci tireremo indietro. La premiazione della Lega B? Festeggiare tutti insieme e salutare i tifosi è stato il miglior modo per chiudere l'anno».

Lega B: Hellas Verona premiato in Piazza dei Signori
27/MAGGIO/2017 - 12:50

Verona - La Lega B ha premiato l'Hellas Verona tra la sua gente, nel cuore della città. Una mattinata "trionfale" per squadra e staff gialloblù che hanno ricevuto, direttamente dalle mani del Direttore Generale della Lega B, Paolo Bedin, il trofeo per la promozione ottenuta in Piazza dei Signori. Presenti anche il Sindaco, Flavio Tosi, e l'Assessore allo Sport, Alberto Bozza che, dopo il saluto del presidente Maurizio Setti, insieme ai tanti tifosi presenti hanno voluto ringraziare la squadra per l'obiettivo raggiunto, in attesa della prossima stagione sportiva.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: MARESCA nuovo tecnico dell'ASCOLI dopo l'addio di AGLIETTI, Enzo era in concorrenza con un altro ex: Chicco BROCCHI. Roberto BORDIN, ex vice di MANDORLINI all'HELLAS, vicino al doplete in Moldavia!

NBA FINALS: Nella Western Conference il compito già proibitivo per gli SPURS orfani di PARKER di superare i WARRIORS diventa impossibile in seguito al forfait di Kawhi LEONARD in gara 1! Quasi normale il poker secco di GOLDEN STATE che accedono alla finalissima in cui, per la terza volta consecutiva, si scontreranno coi CAVALIERS di King JAMES campioni a est dopo il 4 a 1 ai CELTICS che pure nella Regular Season li avevano superati in classifica: Anche per BOSTON il dover rinunciare a Isaiah THOMAS è stato fatale! Settima finale NBA di fila in cui Lebron sarà ancora protagonista dopo aver superato il mitico Michael JORDAN per punti segnati ai playoff...

NEWS
Ex Verona, Maresca nuovo tecnico dell’Ascoli
L’ex centrocampista non ha il patentino per allenare, sarà affiancato

di Redazione Hellas1903, 27/05/2017, 10:05

Tre mesi fa, Enzo Maresca aveva deciso di chiudere con il calcio giocato pubblicando un lungo messaggio sui social, ma dalla prossima stagione tornerà in campo, come nuovo allenatore dell’Ascoli.

La squadra marchegiana, infatti, dopo essersi salvata sotto la guida di Aglietti, ha deciso di svoltare e di cambiare allenatore. La prima scelta era Fabio Grosso, attuale tecnico della Primavera della Juventus, ma la scelta finale è ricaduta sull’ex centrocampista di Verona, Juventus e Palermo. L’unico problema è che Maresca non è ancora in possesso del patentino da allenatore e per questo motivo avrà bisogno di essere affiancato da un tecnico certificato.

FONTE: Hellas1903.it


26 maggio 2017
Ascoli, per il dopo Aglietti c’è Maresca
La società bianconera - che seguiva con interesse Fabio Grosso - ha deciso di puntare sull’ex centrocampista che appena tre mesi fa ha salutato il calcio giocato. Si attende ora di definire chi lo affiancherà, dal momento che il tecnico non può allenare da solo in Serie B

Enzo Maresca ha lasciato il Verona e il calcio giocato nei mesi scorsi (LaPresse)

L'Ascoli ha trovato il profilo giusto che nella prossima stagione sostituirà Alfredo Aglietti sulla panchina bianconera: si tratta di Enzo Maresca, ex centrocampista che fino a pochi mesi fa scendeva in campo da calciatore con l’Hellas Verona e che dopo aver smesso a stagione in corso è ora pronto a cominciare una nuova avventura, questa volta alla guida di una squadra. L'ex calciatore - tra le altre - di Juventus, Palermo e Hellas Verona in Italia, e di Olympiakos e Siviglia all’estero, appena tre mesi fa aveva detto addio al calcio giocato con il desiderio di ripartire per una nuova avventura che ora sembra davvero ad un passo. L'ex giocatore e la società marchigiana hanno già raggiunto un'intesa di massima che porterà presto Maresca a sedersi in panchina per guidare l’Ascoli.

Da risolvere le questioni burocratiche relative al patentino
Come anticipato nei giorni scorsi, con Aglietti - capace di guidare la squadra alla salvezza con una giornata di anticipo in questo campionato - sarà divorzio, e presto il tutto diverrà ufficiale. Sono state ore di riflessione e di studio per i dirigenti dell’Ascoli, alla ricerca del giusto profilo su cui puntare per portare avanti il progetto del club. La società aveva iniziato così a sondare numerose possibilità e la più gradita tra queste sembrava essere quella che portava a Fabio Grosso (attuale tecnico della Primavera della Juventus). Alla fine però la scelta è ricaduta su un altro ex juventino, che per sedersi in panchina e guidare la squadra bianconera avrà bisogno di una persona con il patentino da allenatore.

Nuovo ruolo, nuova sfida
Da definire ancora chi affiancherà Maresca in questa avventura, il futuro tecnico dell’Ascoli non potrebbe ancora allenare da solo in Serie B; sarà quindi formalmente una coppia a guidare il prossimo gruppo bianconero che sta nascendo in questi giorni. Dal Veneto alle Marche, dal campo alla panchina: l'ex centrocampista si prepara per una nuova storia, per una sfida diversa da quelle affrontate finora ma che nella sua carriera da vagabondo non sono certo mai mancate. Ora verrà il momento di formalizzare l’accordo, poi arriveranno anche le firme sui contratti che legheranno Maresca alla società marchigiana.

FONTE: SportSky.it


Curry e compagni favoriti a 1,35 dopo la delusione dello scorso anno
© EPA

VENERDÌ 26 MAGGIO 2017 17:09
ROMA - Sarà ancora la sfida tra Golden State e Cleveland a decidere il titolo in Nba. Warriors e Cavs si troveranno faccia a faccia nella serie finale per il terzo anno consecutivo, con Curry e compagni che svettano nelle quote dei bookmaker. Golden State si prende il primo posto in tabellone dopo la delusione dello scorso anno: la rivincita sui Cavaliers vale 1,35, il bis di Cleveland si gioca a 3,20. I Warriors sono in vantaggio anche per la prima sfida in programma a Oakland nella notte tra giovedì 1 e venerdì 2 giugno: la vittoria si gioca a 1,28, il colpo di James e i suoi pagherebbe 3,40.

Il numero 23 dei Cavs segna 35 punti e diventa il miglior marcatore della storia dei playoff NBA trascinando la sua squadra alle Finals contro i Warriors
© EPA

VENERDÌ 26 MAGGIO 2017 10:45
ROMA - Per il terzo anno consecutivo saranno i Golden State Warriors e i Cleveland Cavaliers a contendersi il titolo NBA. I Cavs campioni in carica, questa notte, hanno infatti strapazzato 135-103 i Boston Celtics in un match a senso unico e hanno conquistato il loro terzo successo di fila nella Eastern Conference chiudendo la serie finale con un eloquente 4-1. Una volta preso il controllo dei ritmi e dei punteggi grazie ad un primo quarto dominato dalle giocate di LeBron James (11 punti 6 assist, 4 rimbalzi e 2 recuperi) e chiuso in vantaggio di 16 lunghezze (43-27), i Cavs non hanno dovuto fare altro che tenere a bada, aiutati da un ottimo Williams in uscita dalla panchina (14 punti nel secondo quarto), i timidi tentativi di reazione dei Celtics - orfani di Thomas e del rookie Jaylen Brown - i quali sono definitivamente sprofondati dopo l'ultima spallata (un parziale di 34-17) assestata da Irving e compagni al rientro dagli spogliatoi.

KING JAMES - Sul successo dei Cavaliers è ancora una volta scolpita l'inconfondibile effige di LeBron James che ha chiuso la sua serata da sballo con 35 punti - frutto di un notevole con 13/18 dal campo -, 8 rimbalzi, 8 assist e 3 recuperi. Uno score finale che portato "King James" a scalzare un mostro sacro come Michael Jordan dalla vetta della classifica dei migliori marcatori dei playoff NBA, ora occupata dal numero 23 dei Cavs con 5.995 punti. Oltre a James però si sono messi come sempre in mostra anche Kyrie Irving (24 punti e 7 assist) e Kevin Love (15 punti, 11 rimbalzi e un mostruoso +43 di plus/minus).

FONTE: CorriereDelloSport.it


26 maggio 2017
Finale NBA, Golden State Warriors - Cleveland Cavaliers in streaming
Viviamo assieme le finali NBA: gara-1 tra Golden State Warriors e Cleveland Cavaliers sarà trasmessa in streaming eccezionalmente aperto a tutti su skysport.it. Appuntamento per la notte tra giovedì 1 e venerdì 2 giugno alle 3 del mattino per la palla a due

Finalmente ci siamo. Le finali NBA sono arrivate, e l’appuntamento è di quelli da non perdere: Golden State Warriors contro Cleveland Cavaliers, terzo episodio della trilogia che ha segnato gli ultimi anni di NBA. Per questo, giunti al termine di questa lunga stagione che abbiamo vissuto assieme giorno dopo giorno sul nostro sito, su skysport.it offriremo lo streaming di gara-1 eccezionalmente aperto a tutti, per godere assieme dell’atto finale della stagione 2016-17. Appuntamento per la notte tra giovedì 1 e venerdì 2 giugno, giorno di festa che rende più semplice mettere la sveglia per le 3:00 del mattino, orario della palla a due alla Oracle Arena di Oakland per dare il via alla serie che deciderà la squadra campione di quest’anno. Un appuntamento senza precedenti, perché non era mai successo nella storia della lega che le stesse due squadre si affrontassero in finale per tre volte consecutive: anche i Boston Celtics e i Los Angeles Lakers negli anni ’80, le squadre che hanno creato tantissimi appassionati in giro per il mondo, ci riuscirono per tre volte ma in quattro anni, intervallati nel 1986 dall’intrusione degli Houston Rockets. E non c’è trilogia che si rispetti senza “la bella”, perché dopo la vittoria del 2015 degli Warriors e la rivincita di un anno fa dei Cavs, ora è il momento di mettere tutte le fiches sul tavolo e decretare chi è davvero la squadra migliore delle due. Da una parte Steph Curry, Klay Thompson e Draymond Green con l’aggiunta tutt’altro che secondaria di Kevin Durant, che arrivano alle Finals da imbattuti (12-0 in questi playoff); dall’altra LeBron James, Kyrie Irving e Kevin Love per difendere l’anello conquistato lo scorso anno nell’indimenticabile gara-7 della Oracle Arena. Appuntamento di nuovo lì, alle 3 del mattino della notte tra giovedì e venerdì, da vivere tutti assieme su skysport.it con lo streaming eccezionalmente aperto a tutti e il commento live di Flavio Tranquillo e Davide Pessina, con i contributi della nostra redazione presente in loco per offrirvi una copertura totale dell’evento più importante della stagione NBA, anche sui social network con l’hashtag #SkyNBAFinals. Il momento tanto atteso è finalmente arrivato: Golden State Warriors contro Cleveland Cavaliers – who you got?

FONTE: Sport.Sky.it


SERIE B
Serie B: Enzo Maresca incontra l’Ascoli, può essere il prossimo allenatore
Enzo Maresca ha incontrato l’Ascoli giorni fa: la società marchigiano tiene in considerazione l’ex regista di Palermo e Siviglia per la panchina dell’anno prossimo.

25/05/2017, 13:26

Un ragazzo di carisma e spessore che si è fatto amare da tutti gli ambienti in cui ha giocato e lavorato in carriera.
Non è un caso che tuttora i tifosi del West Bromwich Albion, così come quelli del Siviglia, facciano fatica a dimenticarlo. Lui è Enzo Maresca, uno dei protagonisti della salvezza del Palermo nella stagione 2015-16. In questa annata calcistica, invece, aveva cominciato all’Hellas Verona ma a gennaio ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo per dare avvio alla sua seconda carriera: quella da allenatore.

E, in attesa del conseguimento del patentino da tecnico, potrebbe arrivare il primo incarico: in settimana, infatti, secondo quanto riferito da Gazzamercato, l’ex regista di Palermo e Siviglia ha incontrato la dirigenza dell’Ascoli, club che si è salvato alla penultima giornata di questa Serie B. Il presidente Bellini, che ha deciso di non confermare Alfredo Aglietti, punta deciso su Enzo Maresca. Un primo summit positivo in cui sono state gettate le basi dell’accordo. Essendo sprovvisto, al momento, del patentino si cerca un tecnico per affiancarlo. A dieci di distanza, ad Ascoli potrebbe ripetersi quanto accaduto con Marco Giampaolo, che all’epoca aveva come tutor Massimo Silva. Un nome che potrebbe tornare d’attualità anche stavolta.

FONTE: MediaGol.it


SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Criscitiello: "Ascoli, Brocchi in pole. E pazza idea Maresca"
25.05.2017 12.58 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
Ascoli al lavoro per la prossima stagione. Secondo quanto appreso dal nostro direttore Michele Criscitiello, il principale candidato per la panchina dei marchigiani in vista del prossimo anno è Christian Brocchi. Un'idea seriamente presa in considerazione dal club bianconero. E sullo sfondo una pazza idea Enzo Maresca, ex centrocampista di Palermo e Verona. L'Ascoli si muove, tra Brocchi e l'idea Maresca...

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


IN MOLDAVIA
Bordin vicino a grande doppietta...
26/05/2017 12:25
Roberto Bordin è vicino ad un doppio trionfo in Moldavia con lo Sheriff Tiraspol. Dopo aver vinto la Coppa nazionale (5-0 allo Zaria), l'ex vice di Mandorlini domenica potrebbe vincere anche il campionato moldavo con uno spareggio decisivo.

Pochi giorni fa Bordin è stato virtualmente campione ma nei minuti finali il Dacia Chisinau (la rivale per Scudetto) ha trovato il gol della vittoria sul campo del Ceadir Lunga, così da rimandare la festa. Bordin è vicino ad una grande doppietta alla sua prima esperienza da primo allenatore all'estero.
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#MilanVerona Pecchia

#MilanVerona Fossati


Wallpapers gallery