ENTELLA 1-2 HELLAS VERONA: Primo tempo in cui i gialloblù annullano gli avversari sulle vampate di un gran BESSA che va in gol ed illumina i suoi con giocate d'alta classe, il raddoppio è di PISANO ma nella ripresa i padroni di casa crescono e mettono sotto costantemente gli scaligeri senza tuttavia acciuffare il pari

Pubblicato da andrea smarso sabato 6 maggio 2017 18:23, vedi , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#EntellaVerona +   -   =

RECAP & IMPRESSIONI
L'ENTELLA parte forte con CATELLANI e CAPUTO mettendo apprensione a NICOLAS nei primi 120 secondi ma è un fuoco di paglia ed è l'HELLAS a passare con BESSA al minuto numero 3: Il brasiliano è bravo e fortunato con il tiro da fuori che subisce la determinante deviazione sulla schiena di CECCARELLI.
Passano 7 minuti e l'HELLAS raddoppia con PISANO che torna al suo gol classico con la capocciata da calcio d'angolo; da li in poi è VERONA show con una pressione costante degli uomini di PECCHIA sulla trequarti offensiva ed il tiro da fuori dei vari SILIGARDI, LUPPI e soprattutto BESSA... Scarse in quantità e qualità le conclusioni dei padroni di casa che non riescono mai a palleggiare con la facilità degli scaligeri.
Al 45° il signor Pizzuto termina il primo tempo senza concedere recupero.
La ripresa si apre ancora con i biancocelesti a spingere e al 53° vengono premiati: CATELLANI in area protegge palla col corpo mentre da dietro CARACCIOLO è autore di un intervento scomposto sui piedi dell'avversario che cade.
Il signor Pizzuto è lì e concede la massima punizione, alla battuta va CAPUTO che spiazza NICOLAS e accorcia le distanze col 18esimo centro stagionale (record personale del vice capocannoniere della Serie B dietro a PAZZINI).
I gialloblù hanno forse tirato i remi in barca troppo presto e nel secondo tempo non si rendono mai pericolosi arretrando spesso sulle incursioni dell'ENTELLA che nonostante tutto non avrà più nitide occasioni da gol sino alla fine...

Clicka qui per vedere l'album di Entella 1-2 Verona

Gara dai due volti quella odierna con un VERONA irresistibile nel primo tempo grazie ad un BESSA fine tessitore di gioco ed autore di numerose conclusioni a rete oltre a quella con cui ha sloccato la gara.
Nei secondi 45 minuti più recupero, i gialloblù hanno il torto di scendere in campo essendo forse troppo certi di una vittoria che invece viene messa quasi subito in discussione dagli orgogliosi avversari e così l'HELLAS deve soffrire fino alla fine: Inutili i richiami di mister PECCHIA dall'area tecnica e di capitan PAZZINI che invita i suoi a rimanere alti con la pressione, la voglia di riscatto dei Diavoli Neri unito alla stanchezza degli scaligeri che hanno condotto il gioco senza soluzione di continuità per tutto il primo tempo, bloccano il VERONA nella propria metacampo mentre le avverse condizioni meteo fanno il resto.
In ogni caso tutto è bene ciò che finisce bene, i gialloblù conquistano la 20esima vittoria in campionato con gli unici due tiri nello specchio e piazzano una zampata probabilmente decisiva in chiave promozione.
Vince anche il FROSINONE che mette 10 punti tra sè e la coppia PERUGIA-BENEVENTO: In questo momento i playoff non si disputerebbero.


LA GARA
Giornata piovosa al Comunale di Chiavari dove l'esordiente mister CASTORINA conferma il 4-3-1-2 visto anche con BREDA ma dando più spazio ai giovani come annunciato in settimana: Davanti al portiere IACOBUCCI è l'ex capitano scaligero Luca CECCARELLI a dividere la zona centrale difensiva con PELLIZZER, a centrocampo torna DI PAOLA in cabina di regia mentre il fantasista ZANIOLO, al posto di TREMOLADA, agirà sulla trequarti d'offesa dietro alla coppia CAPUTO (vice capocannoniere della Serie B dietro al 'Pazzo') CATTELLANI.
Conferma il 4-3-3 nonostante le pesanti assenze mister PECCHIA: Al centro della difesa tocca ad Alex FERRARI e CARACCIOLO dare il cambio agli acciaccati BIANCHETTI e BOLDOR, sulla fascia sinistra è RÔMULO che sostituisce SOUPRAYEN mentre in mediana torna FOSSATI a fare il play con ZACCAGNI mezzala destra.
Confermato il trio d'attacco LUPPI-PAZZINI-SILIGARDI.

Circa 1000 i butei giunti in Liguria al seguito dell'HELLAS, piove da due ore sul terreno in sintetico che potrebbe creare qualche problema in più ai gialloblù, ad arbitrare il match è stato designato il signor Ivano Pezzuto della sezione Aia di Lecce.

CATELLANI ci prova dal limite ma non è preciso.
CAPUTO di forza scappa a FERRARI ed entra in area tracciato da NICOLAS in uscita, il portiere si butta sui suoi piedi ma l'attaccante dei Diavoli Neri, da posizione decentrata, riesce lo stesso a concludere! Risolve PISANO che libera l'area...
3° VERONA IN VANTAGGIO: RÔMULO in percussione a sinistra tocca breve per BESSA che dal limite, centralmente, prova il collo destro ad uscire... La palla sbatte sulla schiena di CECCARELLI che cerca di murare e subisce la deviazione probabilmente decisiva per ingannare IACOBUCCI inutilmente proteso in tuffo! Ottavo centro in campionato per Daniel...
10° RADDOPPIO HELLAS: LUPPI, scambiato di fascia con SILIGARDI, scende a destra e conquista un calcio d'angolo, alla battuta va RÔMULO con una palla sul primo palo sulla quale incorna imparabilmente PISANO!

13° CATELLANI batte un calcio di punizione dalla propria trequarti offensiva destra, palla respinta dalla difesa scaligera sui piedi di PALERMO che batte a lato da fuori area...
17° DI PAOLA la gioca verticalmente per ARDIZZONE che parte in posizione regolare ma per un soffio non ci arriva, racoglie NICOLAS.
21° BESSA decentratissimo sulla destra prova a concludere dalla distanza, palla fuori.
24° ZANIOLO vede NICOLAS fuori dai pali e prova il pallonetto ma la palla vola alta sulla traversa della porta veronese.
29° RÔMULO da destra regala a SILIGARDI una palla fantastica sul vertice sinistro dentro l'area ma Luca sparacchia malamente su LUPPI sul secondo palo che non riesce a controllare e la palla va sul fondo! Che erroraccio dell'ex LIVORNO.
37° FERRARI interviene a gamba tesa su CATELLANI: Il signor Pizzuto estrae il cartellino giallo...
38° RÔMULO da destra si accentra e va alla conclusione dal limite dell'area: La palla esce.
39° ARDIZZONE blocca FOSSATI con un pestone e guadagna l'ammonizione.
41° SILIGARDI ci prova dalla distanza, palla fuori di poco...
45° Senza concedere recupero il signor Pizzuto termina i primi 45 minuti.


CAPUTO va alla conclusione dal vertice destro, blocca in tuffo NICOLAS.
3° ENTELLA vicinissima al gol! Calcio d'angolo battuto da CATELLANI da destra, palla sul dischetto dove l'ex capitano gialloblù CECCARELLI si gira e al volo spara una botta micidiale di destro: Palla fuori di poco...
BESSA è un po' egoista e va alla conclusione dal limite mancino ignorando ZACCAGNI che chiama palla in posizione centrale, la palla finisce a lato.
8° L'ENTELLA ACCORCIA LE DISTANZE: CATELLANI in area protegge palla col corpo mentre da dietro CARACCIOLO è autore di un intervento scomposto sui piedi dell'avversario che cade. Il signor Pezzuto è lì e decide per la massima punizione. Alla battuta va CAPUTO che spiazza NICOLAS con una conclusione alla sua sinistra mentre il portiere si butta dalla parte opposta...
15° Primo cambio HELLAS: LUPPI fa spazio a TROIANIELLO, PECCHIA si protegge con l'ex SASSUOLO meno attaccante del 'Pirata'.
21° Gran contropiede condotto da Alex FERRARI che arriva fin sulla trequarti poi serve PAZZINI che va a concludere dal limite non trovando lo specchio...
27° Primo cambio anche per i padroni di casa: ARDIZZONE lascia il posto a MOSCATI.
31° Fallo di PALERMO che entra duro sul piede sinistro di CARACCIOLO che stava spazzando l'area: Il signor Pizzuto estrae il cartellino giallo.
32° ZANIOLO col gomito destro sulla faccia di FOSSATI: Cartellino giallo al giovane trequartista figlio d'arte...
34° Cambia ancora CASTORINA inserendo DIAW al posto di ZANIOLO.
37° BESSA trattiene a lungo lo scatenato DIAW, giusto il cartellino giallo estratto dal signor Pizzuto in faccia al brasiliano.
41° Cambio HELLAS: FARES sostituisce BESSA.
45° Ultima sostituzione per l'ENTELLA: TREMOLADA rileva BENEDETTI.
47° Calcio d'angolo battuto da sinistra di TREMOLADA, sul secondo palo prova l'incornata CAPUTO ma la palla vola di molto sopra la traversa...
48° Bruttissimo intervento del giovane DI PAOLA che si butta a forbice sulle gambe di PAZZINI! Il signor Pizzuto estrae un rosso sacrosanto!

Radiografia del Gol gialloblù 2016/2017
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
PAZZINI02323
BESSA088
LUPPI167
SILIGARDI055
RÔMULO044
GANZ134
VALOTI033
PISANO033
FOSSATI123
ZACCAGNI022
GOMEZ011
BOLDOR011
ZUCULINI B.011
ZUCULINI F.101

I VOTI
  • NICOLAS Una giornata in cui, pioggia a parte, non ha dovuto sopportare grossi patemi, incolpevole sul gol preso quando, col 50% di possibilità, sceglie la parte sbagliata... VOto 6
  • PISANO Importante il suo ritorno al gol perchè gli ridà una certa fiducia anche la davanti come un anno fa (quando, nella pur sfortunata stagione, era stato il terzino più 'goleador' della Serie A) e perchè è la segnatura che a conti fatti vale la vittoria, per il resto abbiamo visto gare migliori da parte di Eros che in questa stagione non ha quasi mai giocato ai suoi standard anche per colpa di qualche guaio fisico di troppo... Voto 6,5
  • FERRARI Luci ed ombre dal difensore in questa gara al 2° CAPUTO di forza gli scappa ma fortunatamente non riesce a trovare la porta, imperioso il suo contropiede al 66° quando regala a PAZZINI una palla interessante, voto 6
  • CARACCIOLO Brutto e scomposto su CATELLANI in area al 53° quando provoca il rigore, in generale Antonio appare sempre in ritardo e in difficoltà, buono l'intervento su DIAW al limite dell'area all'81° ma si vede che non è al massimo della forma... Voto 5,5
  • RÔMULO Un assit al 29° per il gol di BESSA ed un altro che al 29° è sciupato da SILIGARDI, nel secondo tempo, seguendo l'esempio dei compagni, non si propone più in sovrapposizione sulla fascia e la squadra retrocede (con ordine): Voto 6
  • ZACCAGNI Molto lavoro sporco in mediana dove le da e le prende anche se rare volte riesce ad impietosire il direttore di gara, non è stata la miglior gara di Mattia che però non vedeva il campo da tempo... Voto 5,5
  • FOSSATI Vale più o meno quanto scritto per ZACCAGNI anche se Marco, con un pizzico di esperienza in più, riesce ad avere più attenzioni da parte del signor Pizzuto conquistando falli importanti nel far respirare i compagni, voto 6
  • BESSA Il migliore in campo nel primo tempo quando giostra a piacimento e delizia la platea (almeno quella scaligera) con tocchi sopraffini e conclusioni a ripetizioni. Nel secondo tempo sparisce dal campo ma il gol che sblocca la gara vale tantissimo in apertura di gara: Voto 6,5 (gli da il cambio FARES all'86°: Nel finale recupera un pallone importante sul vivace DIAW e permette ai suoi di recuperare fiato prezioso, voto 6)
  • LUPPI Al 10° con una sua discesa a destra conquista il calcio d'angolo che porta al raddoppio scaligero, poi poco altro... Lascia il campo anzitempo quando il mister gli preferisce il collega meno offensivo, voto 6 (gli da il cambio TROIANIELLO al 60°: Gennarino entra per dare copertura a destra e prova anche affondare ma l'avversario lo stende e lui non ci prova più limitandosi a seguire gli 'ordini di scuderia': Voto 6)
  • PAZZINI Nella prima metà di gara non trova mai l'occasione giusta, nel secondo l'unica palla che gli arriva è quella sulla ripartenza di FERRARI ma... Poca roba. Prova a chiedere ai suoi di rimanere alti senza ottenere ascolto, giornata in sordina: Voto 6
  • SILIGARDI Enorme lo spreco sulla palla che gli regala ROMULO al 29°, poi ci prova dalla distanza con palla che esce di poco... Nel secondo tempo si limita a difendere: Voto 5
  • PECCHIA Cambio conservativo al 60° quando preferisce TROIANIELLO a LUPPI, cerca di pungolare i suoi per tenerli alti anche nella ripresa ma ben presto capisce che non gli danno ascolto e allora chiede di coprire di più anche a SILIGARDI e si accontenta di amministrare il vantaggio sino alla fine... Del resto la Serie A passa anche da gare come questa, alla faccia di tutto il resto: Voto 6
[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



DICONO +   -   =

Mister CASTORINA tecnico dell'ENTELLA «Abbiamo perso, ma la prestazione resta buona. L’avversario che avevamo di fronte penso sia il più forte della categoria, eppure i miei ragazzi non hanno mai mollato. Inoltre è stato mostrato un bel calcio e riuscire a mettere pressione al Verona non è facile. Di certo, ora il gruppo ha più certezze per il futuro». Queste in sintesi le parole dell’allenatore della Virtus Entella, Gianpaolo Castorina, al termine del match contro il Verona, perso per 1-2. Prosegue il mister dei “diavoli neri”: «Siamo partiti bene e dopo il loro uno-due, non ci siamo disuniti. I valori dei miei giocatori sono ottimi. La loro risposta nel 2° tempo è stata sorprendente. Hanno messo in campo ciò che sanno fare meglio, restando corti e stabilendosi nella metà campo dell’Hellas. Ripeto, risultato negativo ma la prestazione mi è piaciuta. Sono soddisfatto. Anche il pubblico se n’è accorto e a fine gara ha applaudito. La maglia è stata onorata» TGGialloBlu.it

Mister PECCHIA «Anche altre volte abbiamo provato a fare partenze così sparate e non siamo stati premiati. Oggi ci è andata subito bene. Abbiamo trovato subito lo 0-2 ma non è stato assolutamente facile. L'Entella era davvero ben messa in campo e gioca un bel calcio. Nel 2° tempo ci ha messo alle corde». Queste in sintesi le parole dell'allenatore del Verona, Fabio Pecchia, al termine della vittoria ottenuta contro l'Entella per 1-2. Prosegue il mister scaligero: «Bessa? E' cresciuto da solo in un contesto che gli ha permesso di esprimere alla grande le proprie qualità. Ha ampi margini di miglioramento ed in questa fase di Campionato non sta nemmeno tanto bene. Stringe i denti e anche in condizione precaria, dà alla squadra spunti ed equilibrio. E' giusto però parlare del gruppo e non dei singoli. Anche con grandi assenze, ha dimostrato di voler raggiungere i 3 punti in un ambiente difficile. E' stata messa in campo tanta umiltà, si è sofferto tutti insieme, ed il risultato è stato conseguito con merito. Mancano 180' minuti e sul Frosinone manteniamo il vantaggio minimo. La prossima gara sarà contro il Carpi al Bentegodi. Potrebbe essere decisiva, ma attenzione, anche il Carpi ha grandi valori. Il match non è da sottovalutare. Restiamo aggrappati al lavoro e alle prestazioni. Tanta concentrazione perchè questo è l'unico modo di fronteggiare un finale di Campionato incandescente» TGGialloBlu.it

Daniel BESSA ha sbloccato subito la gara con un tiro da fuori dei suoi «Abbiamo dimostrato di esserci, è stata una partita di combattimento. Abbiamo cominciato bene, nel secondo non siamo stati allo stesso livello ma ci stava, giocavamo fuori casa in un campo difficile. Complimenti a tutti. Queste è una vittoria fondamentale, siamo lì e dobbiamo stare sul pezzo: sabato c’è il Carpi e dobbiamo subito pensare a quello. L’Entella è una buona squadra e l’ha dimostrato anche oggi, ma abbiamo messo tutto quello che avevamo per tenere il risultato e ce l’abbiamo fatta. Mi fa piacere aiutare la squadra e se posso farlo anche con i gol sono contento. Serie A? Per ora sono concentrato solo sul Carpi. Vorrei andare in A col Verona, ma prima abbiamo Carpi e Cesena, dobbiamo restare concentrati fino alla fine» Hellas1903.it

Eros PISANO autore del secondo gol «Felice di aver dato il mio contributo: contento per il gol e per la vittoria. Non era facile, nel secondo tempo abbiamo dovuto lottare ma l’abbiamo fatto da squadra. Ora ci mancano due partite importantissime. Emozioni difficili da descrivere, le meritano la squadra e i tifosi, che in tanti sono venuti fin qua. Abbiamo fatto un passo importante, ma non abbiamo ancora fatto nulla. Abbiamo tenuto con carattere e retto alle difficoltà: se siamo questi anche contro il Carpi diremo sicuramente la nostra. Sarà importante mantenere un profilo basso e preparare la gara nel modo giusto: l’obiettivo è vicino e se ci sarà da morire in campo lo faremo. Dobbiamo scendere in campo per vincere, guardare a noi stessi: faremo di tutto per farlo davanti ai nostri tifosi e nel nostro stadio» Hellas1903.it


PisanoPecchiaBessa

LE ALTRE DI B +   -   =

0 a 0 nell'anticipo di ieri tra PERUGIA e SPEZIA: Grifoni e Aquilotti scelgono di non farsi male.
In ciociaria basta un gol di DIONISI per battere il TRAPANI ma gli uomini di mister CALORI hanno più di un'occasione per recriminare su alcune decisioni arbitrali...
Vittorie esterne per 1 a 0 di NOVARA e TERNANA rispettivamente sui campi di CESENA e VICENZA, l'ormai retrocesso LATINA onora il campo e strappa un punto al Rigamonti di Brescia con le Rondinelle.
2 a 0 del CARPI sulla SALERNITANA. 1 a 1 in ASCOLI-BENEVENTO e AVELLINO-BARI.
Domani alle 17.30 SPAL-PRO VERCELLI, Lunedì PISA-CITTADELLA potrebbe sancire la caduta in Lega Pro anche per i toscani.



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

CALCIOMERCATO: Dall'INTER all'HELLAS il giovane PINAMONTI in prestito?


PisanoPecchiaBessa

RASSEGNA STAMPA +   -   =
COPERTINA
GdS: "Bessa-Pisano: colpo da A. Il Verona vede il lieto fine"
Pecchia si porta sul 2-0 dopo dieci minuti e poi gestisce bene. L'Entella reagisce nella ripresa, ma il rigore di Caputo non basta

07.05.2017 11:30 di Giorgia Segala
Fonte: Gazzetta dello Sport
Scatta verso il traguardo Serie A il Verona corsaro. I veneti confermano il momento splendido vissuto in trasferta (7 risultati positivi consecutivi, con 4 vittorie) battendo un’Entella rivitalizzata dal cambio tecnico.
La squadra di Pecchia trionfa con pieno merito, dominando il primo tempo e gestendo con sicurezza il secondo, quello in cui i padroni di casa provano con carattere la reazione.
Il risultato i gialloblù lo mettono al sicuro in fretta. Dieci minuti e i liguri sono praticamente ko: prima colpisce Bessa, dopo soli 186”, con un tiro dal limite, deviato con la schiena da Ceccarelli, sfortunato ex di giornata, tanto da ingannare Iacobucci.
Al 10’, è Pisano a sfuggire a Benedetti, sull’angolo calciato da Romulo, e a battere il portiere chiavarese con un colpo di testa ravvicinato.
Un 2-0 rapidissimo che conferma l’abilità del Verona nell’avvio delle partite e la fragilità dell’Entella nel gioco aereo (nessuno ha subìto tanti gol di testa come i liguri).

DUELLO TATTICO – Dietro i due episodi vincenti c’è di più: Pecchia, infatti, vince tatticamente il duello con Castorina. L’Entella attacca allargando le mezzali, Palermo e Ardizzone, mentre restano bloccati dietro i terzini.
Pecchia accetta il 4 contro 4 difensivo, così ha la possibilità di ripartire con facilità in contropiede, e scatena in avanti i terzini: in particolare Romulo, piazzato proprio per questo a sinistra (dove Castorina è stato costretto a rinunciare all’ultimo momento al terzino Pecorini, sostituendolo con il centrale Benedetti).
Dopo 7’, poi, il tecnico dei veneti inverte le ali, spostando Siligardi a sinistra, da dove, accentrandosi, apre il varco al terzino brasiliano e all’incursione dell’indiavolato Bessa. Su quella corsia il Verona domina il primo tempo.

LA REAZIONE – L’Entella ha il merito di provare a reagire fino all’ultimo: va vicino al gol in avvio di secondo tempo con Ceccarelli, tiro al volo su angolo, poi si vede regalare un rigore da Caracciolo, che sbaglia in area e travolge Catellani.
Caputo al 9’ realizza dal dischetto, firmando la sua 18° rete in campionato, record personale festeggiato con il classico gesto della bevuta, cancellando parzialmente l’errore del 2’, quando non era riuscito a trovare la via della rete da solo davanti a Nicolas.
Non basta però per rimediare, visto che il Verona blocca i terzini e difende con ordine. Castorina può comunque sorridere per la buona prova di Zaniolo (nel primo tempo) e Di Paola, espulso nel recupero per un fallo su Pazzini, ma davvero positivo. Il resto verrà, intanto il tecnico si gode i giovani che ha lanciato nella Primavera.

FOCUS
GdS, le pagelle di Entella-Verona
Palermo guerriero, Benedetti sbaglia. Romulo arma tattica, Zaccagni soffre

07.05.2017 10:30 di Giorgia Segala articolo letto 339 volte
Fonte: Gazzetta dello Sport

VIRTUS ENTELLA
Iacobucci 6 – Beffato da una deviazione sull’1-0. Incolpevole sul 2-0.

Benedetti 4.5 – Terzino d’emergenza, gioca fuori ruolo e si vede. L’errore più grave però lo commette quando si perde Pisano nell’azione del 2-0.

Ceccarelli 5.5 – Deviazione sfortunata per l’1-0, ma non si oppone nel modo migliore al tiro di Bessa.

Pellizzer 6.5 – Riesce a reggere lo scontro fisico con Pazzini. Sempre ben posizionato, sbaglia pochissimo.

Baraye 5 – Soffre quando viene puntato da Luppi, un po’ meno quando lo sfida Troianiello.

Palermo 6.5 – Guerriero indomito. Mette in difficoltà Zaccagni e lotta al limite del regolamento con Pisano.

Di Paola 6.5 – Ragazzino di personalità, dirige il gioco con lucidità e sicurezza. Il rosso finale è soprattutto dovuto alla foga.

Ardizzone 5 – Dalla sua parte si decide tatticamente la sfida e lui non riesce a capire cosa fare per arginare il duo Bessa-Romulo. (Moscati 6 – Senza strafare, alimenta la reazione Entella.)

Zaniolo 6 – Primo tempo frizzante e pieno di idee, cala parecchio dopo un’ora di gioco. (Diaw s.v.)

Caputo 6 – Freddo sul rigore da record: 18 gol in una stagione non li aveva mai segnati. Spreca però l’occasione al primo minuto che poteva cambiare la partita.

Catellani 6 – Tanto movimento, qualche buona idea, poca concretezza, ma il rigore lo trova lui.

All. Castorina 6 – Esordio con sconfitta, ma l’Entella con lui ritrova personalità e voglia di combattere. In pochi giorni è riuscito a trasmettere le sue idee.


HELLAS VERONA
Nicolas 6 – Esce bene su Caputo in avvio. Si permette qualche distrazione, per fortuna del Verona poco influente.

Romulo 7 – Arma tattica e letale, a sinistra domina il primo tempo, poi, dopo l’intervallo, chiude con forza la corsia.

Ferrari 6 – Insicuro in avvio, con lo scorrere del tempo ritrova sicurezza e diventa prezioso per respingere l’assalto finale.

Caracciolo 5.5 – Gara ricca di anticipi e grande ardore fisico. Il rigore, però, è un vero regalo all’Entella e complica parecchio la sfida.

Pisano 7 – Chiude su Caputo al primo minuto, poi piazza il colpo di testa vincente che regala tranquillità alla squadra.

Zaccagni 5.5 – Grande determinazione, ma quando si ritrova tra i piedi Palermo ne soffre un po’ l’ardore fisico.

Fossati 6 – Un tempo in sofferenza a causa delle incursioni di Zaniolo. Resta prezioso però nella gestione del gioco.

Bessa 6.5 – Straordinario per un tempo e non solo per il gol. Tecnica sopraffina, mobilità determinante, finché regge il fisico. Esce sfinito. (Fares s.v.)

Siligardi 6 – Va a sprazzi, ma i suoi movimenti aprono varchi importantissimi per Romulo.

Pazzini 6 – Non fa gol, tira poco e male, ma la sua presenza si sente sempre. Fondamentale nella gestione del secondo tempo.

Luppi 6 – Mette in affanno Baraye con i suoi scatti, sparisce però in fretta. (Troianiello 6 – Sostituisce Lupi e ne replica i compiti in un momento, però, più complicato.)

All. Pecchia 7 – Incide sulla sfida con scelte importanti, qualcuna coraggiosa, tutte azzeccate.


Arbitro Pezzuto 6 – Giudica bene il contatto Caracciolo-Catellani che porta al rigore in favore dell’Entella, manca un po’ di personalità nella gestione del finale, molto spezzettato, e soprattutto nel conteggio del recupero.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


VIRTUS ENTELLA-HELLAS VERONA, le pagelle
7 maggio 2017
Le pagelle di Virtus Entella-Hellas Verona 1-2

Un tempo per uno al ‘Comunale’, ma a portare a casa punti è solo il Verona, trascinato dalle reti di un super-Bessa e del ritrovato Pisano, ma anche dalle sgroppate di Romulo, questa volta schierato terzino sinistro. Dall’altra parte risalta invece la prestazione di Zaniolo, che nonostante la giovane età (classe ’99, ndr) risulta di gran lunga il migliore tra i suoi.

Ecco quindi le pagelle dell’incontro di SerieB24:
Virtus Entella: Iacobucci 6; Benedetti 5.5 (90' Tremolada s.v.), Pellizzer 5.5, Ceccarelli 6, Baraye 6; Palermo 6, Di Paola 5.5, Ardizzone 5.5 (73' Moscati 6); Zaniolo 7 (79' Diaw 6); Caputo 6, Catellani 6.

Hellas Verona: Nicolas 6; Pisano 6.5, Ferrari A. 6, Caracciolo 5.5, Romulo 6.5; Zaccagni 6, Fossati 6, Bessa 7 (87' Fares s.v.); Siligardi 6, Pazzini 6, Luppi 5.5 (60' Troianiello 6).

FONTE: SerieB24.com


Serie B, Virtus Entella-Verona 1-2
© Getty Images

di Sportal.it
Hellas Verona di Pecchia corsaro anche a Chiavari contro l’Entella del neo allenatore Castorina, subentrato in settimana a Breda, nella terz’ultima di campionato. Il concomitante successo del Frosinone lascia immutate le posizioni in classifica: Verona secondo con 72 punti, Frosinone 71 in attesa della Spal capolista impegnata domenica contro la Pro Vercelli. Il successo del Verona sotto una pioggia battente per 2 a 1 è stato il frutto di un primo tempo dominato con reti in avvio di Bessa ed il raddoppio di Pisano e di una ripresa di contenimento dopo la rete dell’Entella con Caputo su rigore. Prossimo turno: Virtus Entella-Novara, Verona-Carpi e Benevento-Frosinone.

Primo tempo.
Partenza fulminante dell’Entella che sfiora la rete (2’) con Caputo, il centravanti salta anche Nicolas ma non Caracciolo che devia in angolo. Il Verona però è ritornata la squadra d’inizio stagione. Lo dimostra Bessa, in forma strepitosa, che, dopo la rete contro il Vicenza, non si fa pregare nemmeno a Chiavari (3’): botta dal limite, leggera deviazione e palla in rete per lo 0 a 1 dell’Hellas Verona per la gioia dei 900 tifosi gialloblù arrivati in Liguria. Ci si aspetta la reazione dei padroni di casa, invece al primo angolo il Verona raddoppia: angolo di Romulo, stacco sottomisura di Pisano, lasciato colpevolmente solo, e palla in rete per lo 0 a 2. Il Verona controlla un’Entella che non riesce a rendersi pericolosa tranne che con il giovanissimo Zaniolo, classe 1999: palla a giro dal vertice sinistro al 25’, palla appena sopra l’incrocio. Il Verona controlla ed attacca, schiacciando l’Entella nella propria metà campo. Siligardi, Pazzini, Bessa vanno al tiro, palla a lato non di molto. Sull’altro fronte gli avanti della Virtus mancano sempre nell’ultimo passaggio.

Secondo tempo.
Stesse formazioni in campo dopo l’intervallo. Anche stavolta la Virtus Entella parte bene. Caputo impegna Nicolas (1’). Al 3’ angolo Entella corretto al volo dall’ex Ceccarelli: tutti immobili, buon per Nicolas che la palla esca di un niente alla sua sinistra. Il Verona, a differenza del primo tempo, non spegne la fiammata dei ragazzi di Castorina che concretizzano i loro sforzi al 9’ col rigore procurato da un intervento falloso su Catellani e realizzato da Caputo, al 18esimo gol stagionale per la gioia della tifoseria casalinga. Cambia il risultato: 2 a 1 sempre per l’Hellas ma l’Entella sembra trasformata. 15’: Pecchia inserisce l’esperto Troianiello per Luppi. La gara imbocca la strada dell’equilibrio, si gioca tra le due trequarti, occasioni non se ne vedono. Castorina inserisce Moscato per Ardizzone al 27’, quindi al 32’ Diaw per Zaniolo nell’Entella. 41’: dentro Fares per l’esausto Bessa nel Verona. Nell’Entella entra Tremolanda. L’arbitro concede 4 minuti di recupero. Angolo Entella al primo di recupero: stacco perentorio di Caputo, palla alta. Quindi l’arbitro espelle Catellani per un fallaccio su Pazzini a centrocampo. Triplice fischio: Entella-Verona 1-2.
6 maggio 2017

FONTE: Sport.Tiscali.it


sabato 06 maggio 2017, 18:58
Calcio, la Virtus Entella si arrende di misura all’Hellas Verona
Gli scaligeri, sempre più lanciati verso la promozione in serie A, espugnano per due a uno il terreno del Comunale, grazie soprattutto ad un avvio bruciante. Nella ripresa ritorna al gol il bomber biancoceleste “Ciccio” Caputo

Nella foto di Agnese Carilli il bomber della Virtus Entella "Ciccio" Caputo trasforma il rigore con cui i biancocelesti accorciano le distanze contro il Verona

L’avventura di Gianpaolo Castorina sulla panchina della Virtus Entella inizia con una sconfitta per 2-1 in casa contro l’Hellas Verona, sempre più lanciato verso il ritorno in serie A.

Avvio davvero bruciante quello degli scaligeri, che dopo dieci minuti sono già in vantaggio per due a zero, grazie alle reti di Bessa e Pisano. I chiavaresi, che non riescono ad interrompere la serie di risultati negativi (quattro sconfitte consecutive, un solo punto conquistato nelle ultime sei partite), accorciano comunque le distanze nella ripresa, grazie ad un rigore trasformato dal bomber “Ciccio” Caputo, che torna così al gol dopo più di un mese, portandosi a quota 18 reti nella classifica dei marcatori.

In classifica, la salvezza dei biancocelesti è ora certificata anche dall’aritmetica, anche se i playoff - ammesso che vengano disputati (il Frosinone, terzo, ha infatti portato a 10 i punti di vantaggio sul Perugia, quarto) - si possono ormai considerare pressoché irraggiungibili.
Redazione

FONTE: TuttoLevante.it


Grande reazione, ma il Verona passa al Comunale
06 Maggio 2017

Finisce 2-1 in favore degli scaligeri il match della 40esima giornata. A segno nel primo tempo Bessa e Pisano, nella ripresa ha risposto Caputo su rigore, arrivato al 18esimo centro stagionale, record in carriera.

FONTE: Estella.it


06 MAG 2017
SOFFERENZA E SPERANZA
Altro passo importante verso la promozione in serie A. Il Verona parte forte a Chiavari, segna due gol in 10 minuti, gioca con sicurezza e relativa tranquillità, fino al rigore per l’Entella che cambia un po’ tutto. L’Hellas cala dopo aver speso tantissimo nel primo tempo, la Virtus attacca con convinzione alla ricerca di un pareggio che servirebbe a poco per la sua classifica.

Sofferenza e speranza. La ripresa ci ha regalato un Verona impaurito, stanco, sofferente, ma vincente. Tre punti fondamentali per tenere a distanza il Frosinone che può comunque esultare per aver portato a 10 le lunghezze di vantaggio sul quarto posto occupato dal Perugia. A questo punto anche la promozione diretta del Frosinone non è legata ad altri risultati. Con due vittorie sarà serie A sicura sia per l’Hellas che per la squadra di Marino e addio playoff (per la disperazione di Sky).

Tornando al match in Liguria, il Verona ha mostrato nel primo tempo la sua faccia più bella. Doppio vantaggio in apertura, ottimo palleggio e grande spirito di sacrificio nel pressare e ripartire. Ero curioso di rivedere Zaccagni dal primo minuto, di valutare il ritorno di Pisano e la tenuta della coppia Ferrari-Caracciolo. Sono arrivate risposte molto positive. Buona anche l’intuizione di adattare Romulo a sinistra e non Pisano. Non è ancora fatta e sarebbe un grave errore credere di essere ormai sicuri di tagliare il traguardo. Ho l’impressione (diciamo il timore) che l’interesse per i playoff da parte di sky e di chi ruota attorno al business del calcio condizionerà i prossimi incontri. L’Hellas dovrà essere più forte di tutto e tutti. E attenzione a Benevento-Frosinone, partita chiave in tutti i sensi.
Luca Fioravanti

06 MAG 2017
LA NOSTRA SQUADRA
Conta solo vincere. Nient’altro. E il Verona ha vinto. Contro tutto, contro ogni ingiustizia. Nella settimana più assurda della storia recente, dopo il derby vinto all’ultimo secondo, gli arbitraggi discutibili, la chiusura della Curva Sud, la trasferta di Cesena vietata, il guardalinee di Frosinone, solo i tre punti potevano lavare la sensazione di un gigantesco disegno contro il Verona. Dice bene Pecchia: non consumiamo energie mentali per dare spiegazioni a tutto questo, mettiamole in campo, se noi vinciamo, possono fare quello che vogliono. E’ pur vero, che aver vigilato è servito.

Mettere un avvenimento sotto i riflettori induce ad avere più attenzione. Pensate, ad esempio, se oggi il guardalinee di Frosinone avesse sbagliato, che cosa sarebbe successo. Invece è filato tutto liscio perchè c’era giustamente quell’attenzione che siamo riusciti a creare dopo l’ennesimo torto. Buoni si ma non coglioni…

E ora mancano 180 minuti e tutto è ancora nelle nostre mani. Oggi non si giocherebbero i play-off, vincere con il Carpi potrebbe anche significare serie A matematica. Lascio a voi ogni calcolo possibile, a me piace pensare che questa squadra sia vicinissima all’obiettivo, con tutti i suoi limiti, con tutti i suoi difetti, ma anche con una carica di simpatia che è nei tiri di Bessa, nell’indolenza di Siligardi, nella tenacia di Pazzini, nella durezza di Bruno Zuculini, nell’anarchia di Romulo, nell’agonismo di Pisano, nella determinazione di Souprayen, nei tackle di Zaccagni, nelle sgroppate di Luppi, nelle soluzioni di Fossati, nei sorrisi di Troianello, nella timidezza di Bianchetti, nella rudezza di Caracciolo, nella freschezza di Ferrari, nelle verticalizzazioni di Valoti, nei tuffi di Nicolas, nel ginocchio malandato di Franco Zuculini, nel folle e affascinante progetto tattico di Pecchia e Fusco. Brutta o bella è la nostra squadra, e ora, a due giornate dalla fine, lo è un po’ di più.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.Telenuovo.it


Inter: Pinamonti rinnova, nel suo futuro c’è il Verona?
La giovane punta nerazzurra pronta al rinnovo fino al 2022

Di Salvatore Ciotta -04/05/2017
Suning fin dal primo giorno da nuovo proprietario dell’Inter, ha detto di voler puntare sul made in Italy, l’acquisto di Gagliardini è stato il primo tassello, diciamo una specie di biglietto da visita, un acquisto azzeccato visto che quando è stato assente l’Inter ha sempre faticato.

Un altro italiano su cui punta la dirigenza cinese è Pinamonti, il non ancora maggiorenne attaccante dell’Inter, secondo quanto riporta il sito fcinternews, è prossimo al rinnovo del contratto, scadenza che sarà prolungata al 2022.

Il 17 enne ragazzo quest’anno ha totalizzato due presenze in prima squadra, nella Primavera invece in 25 presenze ha segnato 18 reti e regalato un assist ai compagni, una classe fuori dal comune, che ne farà il probabile futuro centravanti nerazzurro.

Nella prossima stagione Pinamonti sarà aggregato ala prima squadra in modo da fargli fare esperienza, ma il suo futuro potrebbe essere al Verona. Infatti, se gli scaligeri saranno promossi in Serie A, l’attaccante nerazzurro sarà dato in prestito, per farsi le ossa e respirare aria di grande calcio.

Entro giugno Pinamonti sarà chiamato per rinnovare il contratto, il futuro è dalla sua parte.

FONTE: SportPaper.it


NEWS
Verona corsaro, con l’Entella l’ottava vittoria esterna
Soltanto la Spal ha ottenuto lo stesso numero di successi fuori casa

di Redazione Hellas1903, 08/05/2017, 16:55

Sono otto le vittorie fuori casa del Verona, in questo campionato.
L’Hellas ha incamerato l’ultimo successo esterno sabato a Chiavari, con l’Entella.
Soltanto la Spal ha un numero pari di affermazioni in trasferta.

Il Verona aveva già espugnato i campi della stessa Spal, della Ternana, dell’Ascoli, dello Spezia, del Brescia, del Trapani e del Bari.

NEWS
Spal, la A ancora non c’è
Contro la Pro Vercelli finisce 0-0: festa rinviata

di Redazione Hellas1903, 07/05/2017, 19:26
Doveva essere il grande giorno per la Spal, che vincendo oggi poteva festeggiare lo storico ritorno in Serie A. Tuttavia, il match contro la Pro Vercelli, in lotta per evitare i play-out, è terminato a reti bianche.
Con questo risultato, la Spal si porta a 75 punti, tre in più del Verona. Per la promozione, saranno dunque decisive le prossime due gare con Ternana e Bari.
I piemontesi, invece, si portano a 48 lunghezze, quattro in più dalla zona play-out.

VISTO DA NOI
E il Verona canta sotto la pioggia
La vittoria dell’Hellas con l’Entella messa in musica

di Lorenzo Fabiano, @lollofab 07/05/2017, 11:00

Nel rivivere le fasi del primo tempo di ieri sotto il diluvio di Chiavari, nel nostro ipotetico Gol Deejay vediamo scorrere le immagini accompagnate dalla musica dei Cult, gruppo post punk appartenente alla new wave inglese di metà anni ottanta fondato nel 1983 dal vocalist Ian Astbury e dal chitarrista Billy Duffy. Il sound prescelto non può che essere quello di Rain, il loro brano più celebre pubblicato nel 1985 nell’albumRevolution che consacrò il successo della band britannica. Pezzo penetrante, note avvolgenti, ritmo aggressivo ed incessante che calza a meraviglia con il Verona ammirato nei primi 45 minuti di ieri. Un monologo che a nostro avviso poteva andare anche oltre il 2-0 impartito dall’uno-due firmato da Bessa e Pisano.

Un Verona decisamente rock, che si è espresso su alte frequenze e toni elevati attraverso Il battito delle percussioni e il riff di chitarre in un’armonica ed omogenea dimostrazione di forza e compattezza. Una bellezza insomma, sotto i capricci di un cielo inclemente. Nel secondo tempo la squadra di Pecchia, ha deposto le chitarre del rock gotico dei Cult, mettendosi a strimpellare al pianoforte cadenze decisamente più basse con l’intenzione di mettere tre punti d’oro in cassetta di sicurezza. È venuta fuori la classica melodia italica un po’ sdolcinata e smelensa. D’altronde, se l’obiettivo era addormentare la partita non poteva essere altrimenti. Diciamo allora che una nenia alla vaccinara come Sotto la Pioggia di Antonello Venditti andrebbe benissimo. Vero che il rigore realizzato da Ciccio Caputo ha ravvivato la contesa, vero pure che il Verona è andato in sofferenza; vero anche che in definitiva grossi pericoli dalle parti di Nicolas non ne ha corsi. Ieri i tre punti erano vitali. Quindi anche la ballata di abbacchio val bene una messa.

Arrivati a questo punto prendiamo tutto, anche ciò che meno ci aggrada se serve. È servito eccome. Siamo a 180 minuti dal traguardo di una corsa infinita. Chiudiamo con una dedica alle stoiche ugole gialloblù che non hanno smesso di cantare un secondo sotto la pioggia battente. 800 reincarnazioni di Gene Kelly venute a ballare Singing in The Rain in Riviera di Levante. Uno spettacolo di fradicia allegria e sana passione. Chissà se Il Grande Fratello dell’Osservatorio del Ministero degli Interni avrà apprezzato.

NEWS
Pagelle Verona, Bessa incanta, Pisano attacca e difende, Pazzo lottatore
Ferrari tiene alto il muro in difesa, Romulo spinge a sinistra. Zaccagni, quanta corsa

di Matteo Fontana, @teofontana 06/05/2017, 18:17

NICOLAS 6
Non si fa sorprendere dalle conclusioni dell’Entella. Zaniolo e Ceccarelli per poco non lo battono con tiri comunque fuoria dalla sua partita e che escono sul fondo. Lo supera Caputo, ma soltanto su rigore.

PISANO 7
Difende e attacca con la medesima efficacia. Salva su Caputo in apertura e segna il gol del 2-0 in un momento fondamentale della gara. Poi è sempre attento e dalla sua parte non si passa.

FERRARI 6,5
Grande concentrazione, conferma di essere un difensore di grande affidabilità. Deve, però, non eccedere in irruenza: ammonito per un fallo di frenesia, come già accaduto a Bari, quando fu anche espulso. Ma sbarra le avanzate dell’Entella con regolarità.

CARACCIOLO 5,5
Peccato per l’entrata distratta su Catellani che consente a Caputo di passare all’incasso dal dischetto, rimettendo in discussione il risultato. Una macchia che abbassa la valutazione della sua prova.

ROMULO 6,5
Rombante nel primo tempo, più ala che terzino, schierato sulla fascia mancina al posto dello squalificato Souprayen. Deve arretrare nella ripresa, con l’Entella che si fa più aggressiva.

ZACCAGNI 6,5
Si mette in evidenza per corsa e spessore agonistico. Lavora da mediano puro senza rinunciare a proporsi in fase offensiva. Prestazione di spessore.

FOSSATI 6
Si batte a centrocampo con furore, prende botte e le restituisce. Dà ordine all’azione del Verona, talvolta si abbassa eccessivamente ma è bravo a fare da schermo alla difesa.

BESSA 7,5
Un’altra partita sontuosa per questo talento che non smette di brillare. Più luccicante di un diamante, segna (con il supporto di una deviazione dell’ex Ceccarelli) il gol del vantaggio del Verona e dopo dipinge calcio fino tra tocchi di classe e intelligenza tattica.

SILIGARDI 6
Nel primo tempo, allo stesso modo dell’Hellas, dà il meglio di sé. Non soltanto tenta di andare al tiro, rendendosi insidioso, ma non indugia se c’è bisogno di agire in interdizione. Dopo l’intervallo, con il Verona che indietreggia, non incide.

PAZZINI 6,5
Disputa una gara di lotta, di sacrificio, di umiltà. Capitano esemplare, mette da parte l’egoismo del centravanti da 23 gol in campionato – il record di Cacia è una rete più avanti – e fa girare la squadra da regista d’attacco, agevola gli inserimenti, si sbatte per farla respirare quando c’è da stringere i denti.

LUPPI 5,5
Parte a tutta ma si spegne presto. Si incaponisce in alcune giocate personali e nel secondo tempo spreca dei ribaltamenti di fronte golosi. A quel punto, Pecchia preferisce toglierlo.

TROIANIELLO 6
Fa fruttare la sua esperienza coprendo la fascia di competenza con accortezza.

FARES ng

PECCHIA 7
Prepara nel dettaglio l’approccio alla gara, che è micidiale, con l’uno-due che lancia il Verona. Per un tempo la sua squadra è un inno al calcio, ma dopo si rilassa e c’è da porre rimedio ai guai che potrebbero scaturirne. Così cambia modulo e lo fa a ragion veduta.

NEWS
Pisano: “Pronti a morire in campo per centrare l’obiettivo”
Il terzino: “Abbiamo lottato da squadra e tenuto con carattere: vogliamo dire la nostra anche contro il Carpi”

di Redazione Hellas1903, 06/05/2017, 17:51

“Felice di aver dato il mio contributo: contento per il gol e per la vittoria. Non era facile, nel secondo tempo abbiamo dovuto lottare ma l’abbiamo fatto da squadra. Ora ci mancano due partite importantissime. Emozioni difficili da descrivere, le meritano la squadra e i tifosi, che in tanti sono venuti fin qua. Abbiamo fatto un passo importante, ma non abbiamo ancora fatto nulla. Abbiamo tenuto con carattere e retto alle difficoltà: se siamo questi anche contro il Carpi diremo sicuramente la nostra. Sarà importante mantenere un profilo basso e preparare la gara nel modo giusto: l’obiettivo è vicino e se ci sarà da morire in campo lo faremo. Dobbiamo scendere in campo per vincere, guardare a noi stessi: faremo di tutto per farlo davanti ai nostri tifosi e nel nostro stadio.”
Questo il commento di Eros Pisano dopo il successo per 2-1 del Verona contro l’Entella.

NEWS
Pecchia: “Vittoria di umiltà e sofferenza”
Il tecnico: “Carpi? Speriamo di avere tutto lo stadio a disposizione”

di Redazione Hellas1903, 06/05/2017, 17:34

Fabio Pecchia, allenatore del Verona, ha parlato al termine della gara vinta in trasferta a Chiavari, contro la Virtus Entella.
“Oggi grande partenza, siamo stati premiati e abbiamo trovato subito il raddoppio. I nostri avversari erano in salute e ci hanno messo alle corde nel secondo tempo. Una vittoria di umiltà e sofferenza.”
Su Bessa: “Il giocatore è cresciuto, la squadra gli permette di mostrare le sue qualità. Non è nelle migliori condizioni ma sta stringendo i denti e riesce sempre a darci una mano nei momenti difficili.”

Sul finale di campionato: “Ogni partita è decisiva. La prossima è col Carpi che fuori casa riesce a dimostrare il proprio valore. Speriamo di avere tutto lo stadio a disposizione.”

Promozione? “Il margine sul Frosinone è ancora minimo. La squadra deve rimanere sempre concentrata perchè il finale è pieno di tensioni e stress. Ne parleremo alla fine, quando taglieremo il traguardo.”

NEWS
Bessa: “Vittoria fondamentale, ora concentrati sul Carpi”
Il centrocampista: “Campo molto difficile, abbiamo dato tutto per portare a casa il risultato”

di Redazione Hellas1903, 06/05/2017, 17:28

Suo il gol che ha sbloccato la gara del Verona contro l’Entella nel 2-1 esterno dei gialloblù.
Daniel Bessa, nel dopo partita, commenta così la vittoria: “Abbiamo dimostrato di esserci, è stata una partita di combattimento. Abbiamo cominciato bene, nel secondo non siamo stati allo stesso livello ma ci stava, giocavamo fuori casa in un campo difficile. Complimenti a tutti. Queste è una vittoria fondamentale, siamo lì e dobbiamo stare sul pezzo: sabato c’è il Carpi e dobbiamo subito pensare a quello. L’Entella è una buona squadra e l’ha dimostrato anche oggi, ma abbiamo messo tutto quello che avevamo per tenere il risultato e ce l’abbiamo fatta. Mi fa piacere aiutare la squadra e se posso farlo anche con i gol sono contento. Serie A? Per ora sono concentrato solo sul Carpi. Vorrei andare in A col Verona, ma prima abbiamo Carpi e Cesena, dobbiamo restare concentrati fino alla fine”.

NEWS
Serie B, il Frosinone vince e stacca il Perugia
I ciociari vanno a +10 sul quarto posto: per ora niente play off di Serie B

di Redazione Hellas1903, 06/05/2017, 17:06

Il Frosinone tiene il passo del Verona e batte 1-0 il Trapani.
Per gli uomini di Marino decide un gol di Dionisi nel primo tempo.
I ciociari, complice il pareggio di ieri tra Perugia e Spezia, staccano gli umbri e si portano a +10 sul quarto posto. Al momento, dunque, non si disputerebbero i play off di Serie B e le prime tre andrebbero direttamente nella massima serie.

NEWS
Il Verona non si ferma, a Chiavari un colpo che sa di A!
2-1 sull’Entella, ancora Bessa-gol, poi Pisano. I liguri accorciano su rigore ma l’Hellas tiene

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi 06/05/2017, 17:01

Vittoria a Chiavari e promozione che si avvicina. Il Verona supera gli avversari per 2-1 con le reti di Bessa e di Pisano, domina nel primo temo, cala nella ripresa ma senza rischiare. Un successo netto, quello dei ragazzi di Pecchia che sostenuti dagli 800 tifosi gialloblù che cantano sotto la pioggia, vedono la Serie A avvicinasi. Vince anche il Frosinone col Trapani, ma visti gli altri risultati oggi non si disputerebbero i playoff perché la quarta, il Perugia, dista 10 punti dal Frosinone. I ciociari, con la Spal e l’Hellas sarebbero promossi e tanti saluti agli spareggi. Questo è quanto a due giornate dalla fine.
Con Souprayen, Zuculini e Valoti squalificati, Pecchia scelglie il 4-3-3 con Pisano terzino destro, sulla sua linea Ferrari, Caracciolo e Romulo. Zaccagni, Fossati e Bessa stanno a centrocampo, in avanti Siligardi, Pazzini e Luppi.
Castorina, alla sua prima gara coi liguri, risponde col 4-3-1-2 così composto: Iacobucci in porta, Benedetti, Pellizzer, Cecarelli, Baraye dietro, Palermo, Di Paola, Ardizzone in mezzo, poi Zaniolo dietro a Caputo e Catellani.

Piove di brutto a Chiavari ma il terreno sintetico, pur scivoloso, in qualche modo tiene. Gli ottocento veronesi, sotto l’acqua battente, colorano e riscaldano l’ambiente.

VERONA AVVIO FULMINANTE: BESSA, E’ ANCORA MAGIA, PISANO FA IL 2-0 DOPO 10’
La prima occasione è per Caputo che scatta, dopo due minuti, davanti a Nicolas, lo salta ma viene fermato da Pisano.

Sembra la prosecuzione della gara col Vicenza quando al 4’, Bessa, dalla solita mattonella, calcia. Il tiro è forte e una deviazione con la schiena dell’ex Ceccarelli completa l’opera: il Verona va in vantaggio.

Prova a rispondere l’Entella, freddata alla prima occasione. Da una fuga di Luppi sulla destra, arriva un corner al 10’. Lo stesso Luppi batte, irrompe Pisano sul primo palo e di testa fa 2-0. Il tifosi gialloblù cantano “Verona Alè!”. Poco dopo arriva la notizia del vantaggio del Frosinone sul Trapani.

La gara potrebbe considerarsi già chiusa, ma l’Entella mostra di avere voglia ed energia di riaprirla. L’Hellas non cala la concentrazione e prosegue nella ricerca di azioni veloci in verticale.

Minuto 21’, Bessa ci prova ancora ma dalla destra, la palla va sull’esterno della rete. Siligardi e Pazzini aggrediscono il portatore di palla, Pecchia non vuole che si molli un centimetro. Al 24’ Zaniolo sfiora la porta di Nicolas e va vicino al gol. L’Hellas tiene bene, Zaccagni ringhia e recupera palloni, Siligardi al 30’ riceve da Romulo e calcia, per poco la deviazione di Luppi non infila la porta.

Catellani parte al 37’, ruba il tempo a Ferrari che lo stende e prende l’ammonizione. Il secondo giallo lo prende Ardizzone per un fallo su Fossati. Romulo e Siligardi provano dalla distanza senza fortuna, è un Verona che domina la gara quello che va all’intervallo sullo 0-2.

SECONDO TEMPO: RIGORE PER L’ENTELLA, CAPUTO FA L’1-2
Dopo tre minuti Ceccarelli, poco dentro l’area, calcia al volo di destro e la palla sibila vicino al palo. Vuole rifarsi la squadra di casa, ma subito il Verona riprende il pallino del gioco. Bessa ci prova un paio di volte dalla distanza, Pazzini chiede palloni giocabili.

All’8’ Catellani viene travolto in area da Caracciolo che gli frana addosso in maniera scomposta. Pezzuto indica il dischetto e Caputo spiazza Nicolas per l’1-2. Il Verona si abbassa e l’Entella prende coraggio.

Al 15’ Pecchia richiama Luppi e fa entrare Troianiello. Al 16’ Palermo va col gomito sulla faccia di Zaccagni, Pezzuto non vede. I ritmi calano, l’Hellas allenta la presa e bada a non scoprirsi. 24’: Palermo sgomita ancora, stavolta sulla faccia di Pisano, c’è punizione non l’ammonizione. Moscati per Ardizzone è il primo cambio di Castorina. Diaw prende il posto del giovane Zaniolo ed effettua qualche scorribanda a destra senza impensierire i gialloblù. Bessa, però, lo trattiene al 37’ e viene ammonito.

Il Verona di Pecchia vince con merito con l’Entella e sogna che già sabato prossimo, in casa col Capi, possa raggiungere il grande obbiettivo, che un gran finale di campionato dei gialloblù (14 punti nelle ultime sei gare), a 180 minuti dalla fine, ha reso sempre più tangibile.

FONTE: Hellas1903.it


DOPO CHIAVARI
Toccando ferro e... dicendolo sottovoce
08/05/2017 12:52
Il risultato di Chiavari avvicina ancor di più l’Hellas alla Serie A. E’ giusto però mantenere la calma e spegnere gli entusiasmi. Atteggiamento da “piedi per terra”, per non destabilizzare il gruppo e fargli conservare la concentrazione. Meglio così. Compattezza e umiltà. Sono queste le parole d’ordine invocate da mister Pecchia del termine della sfida contro l’Entella. Il Verona è tanto così dalla promozione e sabato prossimo potrebbe festeggiare. Al 90’ della gara col Carpi, le probabilità di rompere gli indugi e stappare lo spumante ci sono, eccome. Ma adesso è più sicuro toccare ferro e dirlo sottovoce. Una sola e più sicura combinazione di risultati farebbe scattare il ritorno della truppa gialloblù nella massima serie con una giornata d’anticipo: la vittoria scaligera sulla squadra modenese ed il contemporaneo stop (pareggio oppure ko), del Frosinone in casa del Benevento. Ma attenzione, parlare di Verona-Carpi come di un match scontato, è assolutamente sconveniente. Guai a prendere l’impegno sottogamba. Alla fin dei conti è simile a quello del Frosinone in terra campana. Sia Benevento che Carpi infatti, hanno tutto l’interesse a far sì che i playoff ci siano, per cui per rientrare anche loro nel discorso promozione, devono necessariamente mettere i bastoni fra le ruote alle squadre che invece intendono “ammazzare” gli spareggi.

Il Verona dovrà giocare come ha fatto nelle ultime partite. Lo schiaffo subito in casa con lo Spezia è servito. Da allora i veneti hanno cambiato registro. Complice anche il gol a tempo scaduto segnato a Novara, da Pazzini nel turno successivo. Una rete che ha riacceso gli ardori, la determinazione, la grinta e l’essere pragmatici ed essenziali dopo un periodo piuttosto grigio.

Il derby col Vicenza e la gara con l’Entella sono state l’essenza dell’unità e della caparbietà. Autorevoli ingredienti in questo finale di campionato, affinché si tagli il tanto agognato traguardo. Sotto al diluvio di Chiavari, l’Hellas ha alzato subito i ritmi ed il pressing. Ha fatto capire immediatamente che non aveva tempo da perdere ed in 10’ con Bessa e Pisano chiude i conti. Poteva triplicare, ma non ci è riuscito. Nella ripresa il calo fisico s’è fatto sentire, ha subito il ritorno degli avversari, ma dopo la loro rete, ha prevalso la sua trincea.

Poi testa già al Carpi. E se sarà promozione senza il tifo della Sud (in attesa del ricorso), dispiace moltissimo ma… pazienza. Tanto, fuori dal Bentegodi ad attendere i gialloblù, non ci sarà solo la Curva inconcepibilmente squalificata, ma una città intera.
ANDREA FAEDDA

SERIE B
L'emozione del Cecca: Verona non si dimentica

06/05/2017 22:50
“Verona? Una forte emozione, mi sento ancora un po’ dei vostri perché cinque anni non si dimenticano. Li sono cresciuto, è cresciuta la mia famiglia, sono stato benissimo e quindi le emozioni sono forti. Poi quelle poche volte che mi collego sui social i ragazzi della curva mi dimostrano sempre una grande affetto per cui era giusto questa volta che fossi io ad andare a salutare loro”. Così Luca Ceccarelli, capitano dell’Entella ed ex gialloblù a fine partita, dopo l’applauso degli ottocento tifosi del Verona in trasferta a Chiavari prima della gara e il suo saluto finale, con tanto di maglia lanciata in curva.

“Ci aspettava una partita difficile, lo sapevamo, il Verona ha due o tre giocatori che sono davvero importanti, ha vinto con esperienza nel secondo tempo ma ci sta. Noi siamo contenti della salvezza, il Verona non è li per caso e spero che rimanga dov’è in classifica anche nelle prossime due partite”.

IL MISTER DELL'ENTELLA
Castorina: Verona forte, ragazzi bravi lo stesso
06/05/2017 19:14
«Abbiamo perso, ma la prestazione resta buona. L’avversario che avevamo di fronte penso sia il più forte della categoria, eppure i miei ragazzi non hanno mai mollato. Inoltre è stato mostrato un bel calcio e riuscire a mettere pressione al Verona non è facile. Di certo, ora il gruppo ha più certezze per il futuro». Queste in sintesi le parole dell’allenatore della Virtus Entella, Gianpaolo Castorina, al termine del match contro il Verona, perso per 1-2. Prosegue il mister dei “diavoli neri”: «Siamo partiti bene e dopo il loro uno-due, non ci siamo disuniti. I valori dei miei giocatori sono ottimi. La loro risposta nel 2° tempo è stata sorprendente. Hanno messo in campo ciò che sanno fare meglio, restando corti e stabilendosi nella metà campo dell’Hellas. Ripeto, risultato negativo ma la prestazione mi è piaciuta. Sono soddisfatto. Anche il pubblico se n’è accorto e a fine gara ha applaudito. La maglia è stata onorata».
A.F.

IL NR 24 IN MIXED-ZONE
Bessa: Testa al Carpi, guai a deconcentrarci

06/05/2017 18:59
«Vittoria importantissima. La squadra oggi ha fatto tutto il necessario per strappare i 3 punti e ci è riuscita. Bel primo tempo, mentre nella ripresa siamo calati. Ci sta, avevamo speso un bel po’ contro un avversario forte». Queste in sintesi le parole del nr 24 del Verona, Daniel Bessa, al termine della gara vinta a Chiavari per 1-2 sull’Entella. Prosegue il fantasista gialloblù: «Adesso non resta che proseguire in questo modo. La nostra testa è già al Carpi».

Sul suo momento: «Provo a dare qualcosa in più. Ma anche gli altri miei compagni non sono da meno. Voglio aiutare la squadra anche con le parole, per questo in campo li sprono a dare il meglio. Anche oggi sono andato a segno sia per merito loro, che per il gran allenamento che facciamo in settimana. La cosa importante però non è chi segna, ma portare a casa la vittoria».

Sulla promozione: «E’ vicinissima, ma guai a deconcentraci. Pensiamo agli ultimi 2 match».

Sui tifosi: «Grandissimi anche oggi. Ci fanno sentire il loro affetto ovunque. Non mancheranno mai».
A.F.

IL NR 3 IN MIXED-ZONE
Pisano: 3 punti presi con unità e tenacia

06/05/2017 18:45
«Della prestazione di oggi sono molto contento. Dopo un periodo un po’ storto, la vittoria di oggi grazie anche ad un mio gol, mi ripaga parecchio. Il primo tempo è stato giocato davvero bene, mentre nella ripresa ha tenuto banco la nostra tenacia e ce l’abbiamo fatta». Queste in sintesi le parole del difensore del Verona, Eros Pisano, al termine della gara vinta a Chiavari per 1-2 sull’Entella. Prosegue il nr 3 gialloblù: «Siamo rimasti uniti e la squadra sotto la pressione degli avversari non si è sciolta. Questo ci dà la forza per affrontare al meglio il Carpi. Sarà molto dura ma se manterremo i piedi per terra e se saremo concentrati, potremo spuntarla anche con loro. La A è ormai vicina e siamo pronti a morire pur di tagliare il traguardo. Gli allenamenti all’Antistadio? Sono serviti, eccome. Hanno dato parecchio entusiasmo e morale. I nostri tifosi non ci hanno mai abbandonato».
A.F.

IL MISTER DEL VERONA
Pecchia: Serie A? Vicina ma restiamo umili

06/05/2017 17:34
«Anche altre volte abbiamo provato a fare partenze così sparate e non siamo stati premiati. Oggi ci è andata subito bene. Abbiamo trovato subito lo 0-2 ma non è stato assolutamente facile. L'Entella era davvero ben messa in campo e gioca un bel calcio. Nel 2° tempo ci ha messo alle corde». Queste in sintesi le parole dell'allenatore del Verona, Fabio Pecchia, al termine della vittoria ottenuta contro l'Entella per 1-2. Prosegue il mister scaligero: «Bessa? E' cresciuto da solo in un contesto che gli ha permesso di esprimere alla grande le proprie qualità. Ha ampi margini di miglioramento ed in questa fase di Campionato non sta nemmeno tanto bene. Stringe i denti e anche in condizione precaria, dà alla squadra spunti ed equilibrio. E' giusto però parlare del gruppo e non dei singoli. Anche con grandi assenze, ha dimostrato di voler raggiungere i 3 punti in un ambiente difficile. E' stata messa in campo tanta umiltà, si è sofferto tutti insieme, ed il risultato è stato conseguito con merito».

Sull'obiettivo della Serie A: «Mancano 180' minuti e sul Frosinone manteniamo il vantaggio minimo. La prossima gara sarà contro il Carpi al Bentegodi. Potrebbe essere decisiva, ma attenzione, anche il Carpi ha grandi valori. Il match non è da sottovalutare. Restiamo aggrappati al lavoro e alle prestazioni. Tanta concentrazione perchè questo è l'unico modo di fronteggiare un finale di Campionato incandescente».
A.F.

FONTE: TGGialloBlu.it


Verona, le pagelle di CM: Pisano il migliore, Zaccagni non riesce a incidere
del 06 maggio 2017 alle 17:09
di Gabriele Mazzarello

Virtus Entella-Hellas Verona 1-2

Nicolas 6
Romulo 6
Caracciolo 5,5
Ferrari A. 6
Pisano 7
Zaccagni 5,5
Fossati 6
Bessa 6,5 (86' Fares sv)
Luppi 6 (60' Troianiello 5,5)
Siligardi 6,5
Pazzini 5,5

All. Pecchia 6

FONTE: CalcioMercato.com


Virtus Entella - Hellas Verona 1-2 | I gialloblu allungano verso la Serie A
Bessa e Pisano, nei primi dieci minuti, firmano il doppio vantaggio della squadra di Pecchia e ad inizio ripresa Capuano accorcia le distanze dal dischetto, ma non basta per impedire agli ospiti di conquistare tre punti d'oro

Luca Stoppele
06 maggio 2017 14:02

L'Hellas Verona sbanca lo stadio comunale di Chiavari, dove supera per 2-1 la Virtus Entella nella quarantesima giorna di Serie B.

Grazie ad una delle migliori performance della stagione, i gialloblu tornano dalla trasferta ligure con tre punti che gli permettono di mettere una seria ipoteca sulla promozione diretta, quando mancano due giornate al termine del campionato.
Non è stata comunque una partita facile per gli scaligeri, contro un avversario che non si è mai arreso, nel tentativo di agguantare il pareggio. L'undici di Castorina è partito forte fin dai primi minuti, creando subito una bella occasione con Caputo, il quale ha sorpreso la linea difensiva avversaria ma, dopo aver evitato l'uscita di Nicolas, ha visto Pisano mettere in corner la sua conclusione. A mettere il match sui giusti binari per la squadra di Pecchia, ci ha pensato allora Bessa, il migliore in campo in questa gara, che ha preso palla al limite e lasciato partire il destro, reso poi imprendibile dalla deviazione dell'ex Ceccarelli. Con gli osipiti in vantaggio, l'Entella non si è persa d'animo e ha ripreso a macinare il proprio gioco, ma poco dopo è dovuta capitolare una seconda volta, quando Pisano ha trovato il colpo di testa vincente sugli sviluppi di un corner. Sotto di due reti nei primi minuti, i liguri hanno comunque continuato ad attaccare per ridurre il gap, faticando però a rendersi veramente pericolosi. Ben messa in campo, infatti la squadra di Pecchia ha potuto contare su un grande lavoro in fase di non possesso del tridente offensivo, che ha mantenuto alta la pressione sui portatori di palla nei primi 45 minuti, impedendo così agli avversari far partire l'azione in maniera agevole e recuperando diversi palloni. Su una di queste ripartenze, al 21' Bessa ha provato un tiro-cross che quasi non sorprende Iacobucci, mentre Zaniolo tre minuti dopo ha messo alta la sfera al termine di una bella combinazione dei suoi, interrotta dalla retroguardia ospite. Sempre aggressivi e pronti a chiudere i varchi per poi ripartire, i gialloblu sono andati nuovamente vicini alla terza marcatura alla mezzora, ma il sinistro di Siligardi, imbeccato da Romulo, non ha trovato la porta, così come Luppi non è riuscito a deviarlo verso la rete. Più lucido nel fraseggio, quindi con meno errori rispetto al solito, l'Hellas è parso essere in pieno controllo del match, con i padroni di casa sempre combattivi ma incapaci di impesierire Nicolas. Al 40' però ecco un sussulto dell'Entella, con la conclusione a botta sicura di Zaniolo respinta col corpo da Ferrari, mentre subito dopo Siligardi ha visto uscire di poco il suo insidioso sinistro. Il primo tempo si è quindi concluso sul 2-0 per gli ospiti, conquistato sotto una scrosciante pioggia che non ha mai smesso di battere sul terreno di gioco di Chiavari.

L'inizio della ripresa ha visto i padroni di casa ancora sugli scudi, con Ceccarelli che ha rischiato di farsi perdonare la fortuita deviazione del primo gol, con uno splendido destro al volo da dentro l'area che è passato vicinissimo al palo della porta gialloblu. Gli ospiti sono comunque rimasti sul pezzo, nonostante il pressing non fosse più quello dei primi 45 minuti, ma al 53' Caracciolo ha ingenuamente atterrato Catellani in area e Caputo dal dischetto non si è fatto pregare, accorciando le distanze. La formazione di Castorina allora ha profuso il massimo sforzo, continuando però a schiantarsi contro il fortino scaligero, che in tutto il resto della partita non ha concesso una singola vera occasione, mentre al 72' un pallone messo in area da calcio d'angolo ha fatto vacillare la porta di Iacobucci. Nel finale poi le due squadre sono apparse molto stanche, lasciandosi anche andare a qualche eccesso di nervosismo, che è costato il rosso diretto a Di Paola per un brutto intervento su Pazzini.

Questa vittoria rappresenta un bel passo in avanti verso la Serie A per il club di via Belgio, che ora è atteso dalle ultime due di campionato: la sfida in casa con il Carpi e la trasferta di Cesena. Due partite che in questi giorni sono state al centro di numerose polemiche, per i presunti cori razzisti della partita con il Vicenza che hanno portato alla chiusura per un turno della Curva Sud e per l'intenzione dell'Osservatorio Nazionale per le Manifestazioni Sportive di vietare ai tifosi scaligeri la trasferta di Cesena. Tutte polemiche che rischiano di minare l'equilibrio della squadra, con Pecchia che dovrà essere molto bravo ad isolare i suoi da questa negatività, per compiere gli ultimi due passi fondamentali per il ritorno nel calcio che conta.

FONTE: VeronaSera.it


RASSEGNA STAMPA
Il Corriere del Veneto: “Hellas, in volo verso la A”
07.05.2017 09.18 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
Una battaglia sotto l’acqua consegna al Verona una vittoria sull’Entella che pesa come un macigno di granito sulla corsa per la promozione in Serie A, spiega Il Corriere del Veneto. Un tempo da padrone, per l’Hellas, e un altro in sofferenza, con il patema d’animo per il gol che riapre la partita – Caracciolo stende in area Catellani, Caputo timbra di precisione –, ma come in certe favole, tutto è bene quel che finisce bene, con un 2-1 di lotta.

SERIE B
Verona, Bessa: "Grande gruppo, sono in fiducia. Grazie a Pecchia e Fusco"
06.05.2017 17.38 di Luca Chiarini
Stagione straordinaria per Daniel Bessa, in gol anche oggi contro l'Entella. Ecco le sue parole rilasciate a Sky Sport: "In ogni squadra in cui ho giocato ho imparato qualcosa, qui ho trovato un grande gruppo che mi sta mettendo nelle migliori condizioni, sono in fiducia. Sono molto contento di aver sbloccato la partita. Il mister mi sta dando dando, il direttore Fusco credeva in me già tre anni fa, mi fido di lui e mi fa piacere averli entrambi quest'anno".

SERIE B
Verona, Pecchia: "Grande partenza, testa bassa e pedalare fino al traguardo"
06.05.2017 17.21 di Antonino Sergi
Queste le dichiarazioni di Pecchia ai microfoni di Sky Sport dopo la vittoria ottenuta al Comunale contro l'Entella. "Oggi siamo riusciti a trovare due reti in dieci minuti, l'Entella però nel secondo tempo ci ha messo alla corde. Il nostro è un gruppo che ha dimostrato di voler ottenere un unico risultato nonostante le numerose assenze. Mancano 180 minuti al finale, ogni partita è decisiva. Noi continuiamo a guardare avanti, il Carpi è una squadra di valori e non possiamo sbagliare. Visto il margine minimo sul Frosinone dobbiamo mantenere la squadra aggrappata sul lavoro e sulle prestazioni. Come un ciclista, testa bassa e pedalare fino al traguardo. Bessa? E' cresciuto molto ed ha ampi margini di miglioramento, sta stringendo i denti e riesce a trovare il guizzo vincente".

SERIE B
Serie B, la classifica aggiornata: al momento niente playoff
06.05.2017 17.08 di Daniel Uccellieri
Queste la classifica aggiornata dopo il 40° turno di serie B. Al momento i playoff non si disputerebbero, visto che il Frosinone, terzo in classifica, ha 10 punti di vantaggio sul Perugia. Per quanto riguarda la corsa alla salvezza, il Pisa è con un piede in Lega Pro, mentre la Ternana ha scavalcato in classifica il Vicenza ed al momento sarebbe ai playout con il Trapani.

SPAL 74*, Verona 72, Frosinone 71, Perugia 61, Benevento 59, Carpi 58, Cittadella 57*, Spezia 56, Novara 53, Bari 53, Salernitana 51, Entella 51, Cesena 49, Pro Vercelli 47*, Ascoli 46, Brescia 46, Avellino 46, Trapani 44, Ternana 43, Vicenza 41, Pisa 34*, Latina 31

(* una partita in meno)

SERIE B
Le pagelle dell'Entella - Zaniolo il migliore, Catellani ci crede fino alla fine
Risultato finale: Entella-Verona 1-2

06.05.2017 17.06 di Antonino Sergi
Iacobucci 6 - Non ha responsabilità su entrambe le reti subite, subisce anche pochissimi tiri in porta.

Benedetti 5 - Da rivedere assolutamente la sua marcatura su Pisano in occasione del raddoppio del Verona, in affanno quando spinge Romulo. Dal 90' Tremolada sv

Ceccarelli 6 - Sfiora la rete da spellarsi le mani, sbaglia pochissimo ed è sfortunato in occasione della rete di Bessa.

Pellizzer 5,5 - Non è un compito semplice tenere a bada Pazzini, riesce in qualche modo a limitarlo seppur con qualche sbavatura.

Baraye 6 - Migliora nel secondo tempo facendo vedere le sue qualità in fase di spinta, pochi problemi con Luppi e Siligardi.

Palermo 5,5 - Qualche errore in fase di impostazione, ci mette la grinta ma non basta nel piovoso pomeriggio del Comunale.

Di Paola 5,5 - Mette in mostra qualche buona qualità in fase di impostazione, sfiora la grande giocata nel primo tempo per Ardizzone. Rovina la sua prestazione con il brutto intervento su Pazzini che gli vale l'espulsione diretta nel finale.

Ardizzone 5 - Parte bene ma si perde alla distanza, perde il duello con Bessa non riuscendo ad arginare il centrocampista brasiliano. Dal 73' Moscati 6 - Ci mette la freschezza per mettere in difficoltà la difesa del Verona.

Zaniolo 6,5 - Il migliore in campo della squadra di Castorina, è il più giovane in campo e non lo si nota creando diverse apprensioni alla difesa del Verona. Dal 79' Diaw sv

Caputo 6 - Freddo dal dischetto nell'unica vera occasione per mettersi in luce, batte Nicolas per la rete della speranza.

Catellani 6,5 - Cresce a dismisura nel secondo tempo provando a mettere in difficoltà la retroguardia scaligere, si guadagna il calcio di rigore.

SERIE B
Le pagelle del Verona - Bessa prova da leader, Romulo mai domo
Risultato finale: Entella-Verona 1-2

06.05.2017 17.05 di Antonino Sergi
Nicolas 6 - Ordinaria amministrazione per l'estremo difensore del Verona, non riesce ad ipnotizzare Caputo dagli undici metri.

Romulo 6,5 - Giocatore di un'altra categoria, fa da spola tra attacco e difesa mettendo sempre in difficoltà tutti i reparti dell'Entella.

Ferrari 6 - Sbaglia poco o nulla, rischia soltanto in apertura quando si fa sfuggire dalla marcatura Ciccio Caputo.

Caracciolo 5 - Un'ingenuità l'intervento ai danni di Catellani che regala il calcio di rigore all'Entella, soffre la freschezza dell'attaccante di casa.

Pisano 6,5 - Poche volte rischia in fase difensiva e poi si fa trovare pronto di testa ad insaccare per la rete del raddoppio.

Zaccagni 6 - Lavoro oscuro per il giovane centrocampista di Pecchia, va a creare densità in mezzo al campo.

Fossati 6 - Meglio nel primo tempo ma imposta sempre a testa alta, si sacrifica molto nel finale andando a contrastare gli avanti dell'Entella.

Bessa 7 - Si prende per mano il Verona, sigla in apertura la rete che sblocca il match. Fa valere le sue doti tecniche in mezzo al campo. Dal 87' Fares sv

Siligardi 6 - Pericoloso specie nella prima frazione, poi deve retrocedere per dare una mano al centrocampo successivamente alla rete di Caputo.

Pazzini 5,5 - Non vive un grandissimo pomeriggio al Comunale, viene sempre marcato stretto dalla difesa dell'Entella e non tira mai in porta.

Luppi 6 - Parte bene in avvio provando sempre lo slalom contro Baraye, cala alla distanza perdendo anche qualche pallone di troppo. Dal 61' Troianiello 6 - Va a rimpolpare il centrocampo dopo la rete di Caputo, ci mette l'esperienza.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


I numeri di #ENTELLAVERONA
08/MAGGIO/2017 - 15:15
Verona - Analizziamo con i numeri Opta e Panini Digital la sfida dello stadio Comunale di Chiavari tra Virtus Entella ed Hellas Verona.

GOL GIALLOBLU'
Con la partita di Chiavari, il Verona è arrivato a 6 gare di fila (4 vittorie e 2 pari) con almeno un gol all'attivo: non succedeva da ottobre. Inoltre, considerando le ultime 10 partite, solo in un'occasione l'Hellas non è riuscito a segnare, contro lo Spezia. Le ultime 4 reti, infine, hanno tutte Romulo (con 3 assist e 1 gol) come protagonista.

I NUMERI DEL VERONA IN TRASFERTA
Con la vittoria di Chiavari, il Verona si è portato a 8 successi esterni nel campionato in corso, come la SPAL: nessuno ha fatto meglio. Quello dell'Hellas è anche in migliore attacco esterno, con 28 reti messe a segno, a conferma di una imbattibilità esterna che dura da 7 turni.

ANCORA BESSA
Di nuovo a segno, dopo il derby contro il Vicenza, Daniel Bessa. Il centrocampista, autore del gol che ha sbloccato la sfida di Chiavari, è ora arrivato a 8 reti in campionato, secondo miglior marcatore stagionale del Verona, dietro a Pazzini. Un record: 5 di questi gol, compreso quello di sabato, sono arrivati su tiri da fuori area. Nessuno ha fatto meglio in Serie B.

Pecchia: «Verona di qualità e sacrificio, avanti con fiducia»
06/MAGGIO/2017 - 18:00
Chiavari - Le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate al termine di Virtus Entella-Hellas Verona (1-2), 40a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Il nostro è un gruppo che anche oggi ha dimostrato di voler vincere, saprendo soffrire e stando in campo con la giusta umiltà e qualità. Siamo partiti forte e in 10 minuti abbiamo fatto due gol, poi l'Entella ha dimostrato di essere una squadra in salute e nel secondo tempo ci ha messo in difficoltà. Nella ripresa abbiamo avuto qualche incertezza, ma nonostante ciò la nostra vittoria è stata meritata. Mancano ancora 180' e il margine è minimo, con 6 punti a disposizione può ancora succedere di tutto. Bessa? E' cresciuto molto e ha ancora ampi margini di crescita, con l'Entella ha stretto i denti e si è messo a disposizione del gruppo, come del resto chiedo a tutti i miei ragazzi. Ora rimaniamo concentrati sul rush finale, dobbiamo fare come i ciclisti, tenere la testa bassa e pedalare fino alla fine, aggrappandoci alle nostre prestazioni. Il Carpi è una squadra ostica in trasferta, li affronteremo sperando di avere tutto il 'Bentegodi' a disposizione».

Bessa: «ll mio gol è per la squadra, ora testa al Carpi»
06/MAGGIO/2017 - 17:50
Chiavari - Le dichiarazioni del centrocampista gialloblù Daniel Bessa, rilasciate al termine di Virtus Entella-Hellas Verona (1-2), 40a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Abbiamo iniziato la gara come volevamo, sono arrivati i gol e siamo stati bravi a tenere campo e ritmi anche quando, nel secondo tempo, l'Entella ci ha creato qualche difficoltà. Gol? Importanti se sono al servizio di tutta la squadra, in questo momento stiamo dando tutti ancora di più poiché sappiamo cosa ci stiamo giocando. Sono contento per la vittoria, è un ottimo periodo e per questo devo ringraziare i miei compagni che in allenamento mi danno fiducia e la carica giusta. La testa ora è già al Carpi, il resto non conta. Sono dieci mesi che lavoriamo per un obiettivo importante e dobbiamo contare sulle nostre forze. I tifosi? Sono senza parole, anche oggi hanno dimostrato di che pasta sono fatti. Vedremo cosa succederà, in ogni caso sabato prossimo siamo pronti a scendere in campo e a giocare anche per loro, si meritano tanto»

Pisano: «Siamo stati compatti per una vittoria importantissima»
06/MAGGIO/2017 - 17:45
Chiavari - Le dichiarazioni del difensore gialloblù Eros Pisano, rilasciate al termine di Virtus Entella-Hellas Verona (1-2), 40a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Tre punti davvero importantissimi, volevamo questo risultato e l'abbiamo ottenuto da squadra vera. Siamo stati bravi ad entrare in campo con la giusta mentalità e la giusta cattiveria, trovando il doppio vantaggio e poi gestendo la partita. Nel secondo tempo abbiamo sofferto ma siamo riusciti a portare a casa un risultato importante. Il gol? Sono sempre emozioni difficile da spiegare.... Sono molto contento, soprattutto per i tifosi che anche oggi erano in tanti sotto la pioggia. Ci tenevano tanto e anche noi, la squadra voleva vincere e ce l'ha fatta. Serie A? Speriamo dalla prossima partita di potere decidere qualcosa in più sul nostro futuro, dipende esclusivamente da noi. Dobbiamo comunque tenere un basso profilo, l'obiettivo è vicino, ce la metteremo tutta sul campo. Manteniamo questa mentalità e alla fine tireremo le somme. Antistadio? Allenarci là è sempre un'emozione, con la squadra e i tifosi in un tutt'uno»

Serie B ConTe.it: Virtus Entella-Hellas Verona 1-2
06/MAGGIO/2017 - 13:50
Chiavari - Virtus Entella-Hellas Verona finisce 1-2, l'Hellas sotto la pioggia battente conquista tre punti preziosi e consolida il secondo posto. Basta un tempo al Verona per mettere in cassaforte il risultato: al 4' Bessa dalla distanza batte Iacobucci, al 10' Siligardi raddoppia. Al 10' della pripresa Caputo segna il gol della bandiera su calcio di rigore, poi i gialloblù gestiscono il risultato. Negli attimi finali Di Paola riceve il rosso diretto per un brutto fallo ai danni di Pazzini. Prossimo appuntamento al Bentegodi, sabato 13 maggio alle ore 15 arriva il Carpi. Domani la squadra riprenderà ad allenarsi con una seduta a porte aperte, con inizio alle ore 10.30.

VIRTUS ENTELLA-HELLAS VERONA 1-2
Marcatore: 4' pt Bessa, 10' pt Pisano, 10' st Caputo (rig.).

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Iacobucci; Benedetti (dal 45' st Tremolada), Pellizzer, Cecarelli, Baraye; Ardizzone (dal 28' st Moscati), Di Paola, Palermo; Zaniolo (dal 34' st Diaw); Caputo, Catellani.
A disposizione: Paroni, Filippini, Puntoriere, Cleur, Ba, Sini.
All.: Castorina.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Romulo, Ferrari A., Caracciolo, Pisano; Zaccagni, Fossati, Bessa (dal 42' st Fares); Luppi (dal 15' st Troianiello), Pazzini, Siligardi.
A disposizione: Coppola, Ferrari L., Bianchetti, Ganz, Cappelluzzo, Tupta, Casale.
All.: Pecchia.

Arbitro: sig. Ivano Pezzuto (sez. Aia Lecce).
Assistenti: sigg. Giuseppe Borzomì (sez. Aia Torino) e Michele Grossi (sez. Aia Frosinone).
NOTE. Espulso: al 48' st Di Paola. Ammonito: Ferrari A., Ardizzone, Palermo, Zaniolo, Bessa.

Il Verona supera l'ostacolo Entella 1-2 grazie ai gol di Bessa e Pisano, inutile il rigore trasformato da Caputo per i liguri. Grazie a questa vittoria gli uomini di Pecchia volano a quota 72 punti in classifica; quelli di Castorina restano inchiodati a 51.

FINISCE LA PARTITA! VIRTUS ENTELLA-HELLAS VERONA 1-2!
90+3Min.
ESPULSO DI PAOLA! Intervento durissimo ai danni di Pazzini. Per Pezzuto non ci sono dubbi: è rosso. Entella in dieci uomini.
90+2Min.
Tremolada batte il corner sul secondo palo dove sbuca Caputo, che impatta di testa, ma non inquadra lo specchio della porta.
90+2Min.
Baraye sfonda sulla sinistra e guadagna un calcio d'angolo.
90+1Min.
Pellizzer strattona Pazzini e regala un calcio di punizione nei pressi del cerchio di centrocampo all'Hellas.
90Min.
Ci saranno quattro minuti di recupero.
90Min.
Ultimo cambio nelle fila dell'Entella: esce Benedetti ed entra Tremolada.
89Min.
Romulo perde palla, Pazzini la recupera, ma è in offside. Calcio di punizione per i padroni di casa.
88Min.
Fallo di Diaw su Fossati, calcio di punizione per il Verona.
87Min.
Secondo cambio per Pecchia: Fares prende il posto di Bessa.
86Min.
Fallo di Diaw su Bessa, calcio di punizione per l'Hellas Verona.
85Min.
Zaccagni e Pazzini a terra, Pezzuto è costretto ad interrompere il gioco.
84Min.
Cerca di giocare con il cronometro il Verona, alza il pressing l'Entella.
83Min.
Sugli sviluppi della punizione battuta da Moscati, Caputo scatta con qualche istante d'anticipo e finisce in offside.
82Min.
AMMONITO BESSA! Fallo prolungato ai danni di Diaw.
81Min.
Spinta di Benedetti su Pazzini, calcio di punizione per l'Hellas Verona.
80Min.
Fallo di Pazzini su Di Paola, calcio di punizione per l'Entella.
79Min.
Secondo cambio per l'Entella di Castorina: esce Zaniolo ed entra Diaw.
78Min.
Problemi per Fossati, che resta a terra dolorante. Pezzuto consente allo staff medico di entrare in campo.
77Min.
AMMONITO ZANIOLO! Intervento in ritardo ai danni di Fossati.
76Min.
AMMONITO PALERMO! Secondo ammonito nelle fila dell'Entella.
76Min.
Catellani batte il corner verso Ceccarelli, che si coordina, ma questa volta non impatta bene il pallone.
75Min.
Si riaffacia in avanti l'Entella che guadagna un buon calcio d'angolo.
74Min.
Romulo cerca di sfondare sulla sinistra, ma viene chiuso in rimessa laterale da Benedetti.
73Min.
Primo cambio nell'Entella: esce Ardizzone ed entra Moscati.
72Min.
Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Ferrari è il più lesto ad arrivare sul pallone, ma la sua conclusione di testa non impensierisce Iacobucci.
71Min.
Fallo di Zaniolo su Zaccagni, calcio di punizione per gli scaligeri.
70Min.
Venti minuti alla fine della partita, il Verona cerca di gestire il possesso palla.
69Min.
Gomito largo di Palermo su Pisano, calcio di punizione per il Verona.
68Min.
Spinta di Troianiello su Baraye, punizione per i padroni di casa.
68Min.
Caracciolo, pressato, fa carambolare il pallone su Catellani e gudagna una rimessa dal fondo.
67Min.
Ardizzone verticalizza per Catellani, che scatta coi tempi giusti e viene chiuso in rimessa laterale da Caracciolo.
66Min.
Ferrari trova Pazzini che controlla e calcia. palla sul fondo.
65Min.
Contatto tra Troianiello e Di Paola, per Pezzuto non c'è nulla. Rimessa laterale per i liguri.
64Min.
Zaccagni frana su Baraye e commette fallo, calcio di punizione per i padroni di casa.
63Min.
Cerca di abbassare i ritmi di gioco il Verona, l'Entella non ci sta.
62Min.
Fallo su Zaniolo, calcio di punizione per la Virtus Entella.
61Min.
Zaccagni viene travolto da Palermo e guadagna un calcio di punizione da posizione defilata sulla destra.
60Min.
Primo cambio nelle fila del Verona: esce Luppi ed entra Troianiello.
59Min.
Baraye controlla palla sulla sinistra, poi scivola e concede una rimessa laterale al Verona.
58Min.
Contatto Siligardi-Benedetti, chi ne ha la peggio è il giocatore del Verona che resta a terra dolorante. Gioco fermo.
57Min.
Fallo di Luppi su Baraye, calcio di punizione per l'Entella. S'infiamma lo Stadio Comunale di Chiavari.
56Min.
Attacca con più insistenza l'Entella, Caracciolo è costretto a chiudere Catellani in rimessa laterale.
55Min.
Si affaccia subito in avanti il Verona con Pazzini, che guadagna una punizione da posizione centrale.
54Min.
Dal dischetto, Caputo calcia ad incrociare col destro e spiazza Nicolas. L'Entella riapre la partita.
54Min.
VIRTUS ENTELLA-HELLAS VERONA 1-2, gol della Virtus Entella. Rete di Caputo.
53Min.
CALCIO DI RGIORE PER LA VIRTUS ENTELLA! Fallo di Caracciolo su Catellani.
53Min.
Pressing altissimo del Verona, che recupera palla. Poi Bessa si accentra e calcia, ma non trova lo specchio della porta.
52Min.
Ardizzone lascia partire uno spiovente della trequarti, la palla attraversa tutta l'area di rigore e viene allontanto da Pisano.
51Min.
Da sinistra, Bessa converge verso il centro e calcia col destro: respinge di testa Pellizzer.
50Min.
Fallo di Palermo su Zaccagni, calcio di punizione da posizione defilata sulla destra per il Verona.
49Min.
Bessa scodella in area per Pazzini, che calcia al volo col destro: la palla si impenna e viene successivamente bloccata dall'uscita in presa alta di Iacobucci.
48Min.
OCCASIONE ENTELLA! Catellani mette in mezzo per Ceccarelli che si coordina e calcia in mezza rovesciata: Nicolas immobile e palla fuori di un nulla.
47Min.
I padroni di casa guadagnano il primo corner della ripresa. Sul punto di battuta c'è Catellani.
46Min.
Azione tutta di prima dell'Entella, poi Caputo arma il destro e trova l'ottima risposta di Nicolas.
46Min.
INIZIA IL SECONDO TEMPO! L'Hellas Verona muove il primo pallone della ripresa.

Primo tempo in archivio, si torna negli spogliatoi con il Verona in vantaggio per 0-2 sull'Entella. Decidono, per il momento, i gol di Bessa e Pisano.
Int.
FINISCE IL PRIMO TEMPO! VIRTUS ENTELLA-HELLAS VERONA 0-2!
44Min.
Fallo di Ceccarelli su Pazzini, calcio di punizione per gli ospiti.
42Min.
Problemi per Palermo che resta a terra dolorante, gioco fermo.
41Min.
OCCASIONE VERONA! Azione prolungata del Verona, alla fine, Bessa appoggia a Siligardi che calcia col mancino e non trova lo specchio della porta per un nulla.
40Min.
Palermo appoggia per Zaniolo che apre il piatto mancino ed abbatte Ferrari.
39Min.
AMMONITO ARDIZZONE! Intervento falloso ai danni di Fossati.
38Min.
Spiovente di Zaniolo per Pellizzer, che si scontra con Luppi e finisce a terra. Per Pezzuto non c'è nulla.
37Min.
AMMONITO FERRARI! Fallo tattico ai danni di Catellani.
36Min.
Azione avvolgente del Verona, Bessa mette in mezzo un pallone forte e teso che viene allontanato da Pellizzer.
34Min.
Siligardi lascia partire un traversone che viene deviato in corner da Benedetti. Salgono tutte le torri scaligere.
33Min.
Possesso palla dell'Hellas Verona, si chiude dietro l'Entella.
32Min.
Pressing alto del Verona, l'Entella non riesce ad imbastire una manovra partendo dalle retrovie.
31Min.
Catellani batte una punizione direttamente in porta, la conclusione è lenta e viene agilmente bloccata da Nicolas.
30Min.
Siligardi cerca un tiro-cross che viene deviato da Luppi: palla sul fondo.
29Min.
Manovra avvolgente degli scaligeri, poi Bessa cerca Siligardi che non controlla e fa ripartire l'Entella.
28Min.
Zaniolo cerca il lancio in profondità, ma il tocco è fuori misura e Nicolas blocca il pallone senza problemi.
27Min.
Fallo di Zaccagni su Di Paola, punizione per l'Entella.
26Min.
La formazione di Castorina guadagna una rimessa laterale da posizione avanzata, si difende con ordine il Verona.
25Min.
Fallo di Fossati su Zaniolo, calcio di punizione nei pressi del cerchio di centrocampo per i padroni di casa.
24Min.
OCCASIONE VIRTUS ENTELLA! Ottimo scambio tra Caputo e Catellani, poi Ferrari allontana sui piedi di Zaniolo che calcia col destro e non trova lo specchio della porta per questione di centimetri.
23Min.
Azione personale di Zaniolo, che converge verso il centro e viene chiuso da Ferrari.
22Min.
Pressing altissimo del Verona, Iacobucci è costretto ad allontanare coi piedi.
21Min.
OCCASIONE HELLAS VERONA! Azione avvolgente del Verona, alla fine, Bessa esplode un gran destro dalla distanza: la palla si spegne sull'esterno della rete della porta di Iacobucci.
20Min.
Baraye cerca di andarsene via sulla sinistra, ma viene fermato fallosamente da Luppi. Calcio di punizione per i padroni di casa.
19Min.
Fallo di Zaccagni su Palermo, calcio di punizione nei pressi del cerchio di centrocampo per l'Entella.
18Min.
Scontro tra Pisano e Palermo, chi ne ha la peggio è il centrocampista ligure. Gioco fermo.
17Min.
Giro palla prolungato dell'Entella, poi Di Paola verticalizza per Ardizzone, che scatta coi tempi giusti, ma non riesce ad arrivare sul pallone. Blocca Nicolas.
16Min.
Contatto tra Ardizzone e Zaccagni, per Pezzuto non c'è nulla. Rimessa dal fondo per i padroni di casa.
15Min.
Fallo di Ardizzone su Bessa, calcio di punizione nei pressi del centrocampo per l'Hellas Verona.
14Min.
Sventagliata di Ceccarelli per Ardizzone, che non riesce ad arrivare sul pallone e concede una rimessa laterale al Verona.
13Min.
La punizione battuta da Catellani viene allontanata sui piedi di Palermo, che controlla e calcia, ma non centra il bersaglio. Rimessa dal fondo per gli ospiti.
12Min.
Fallo di Romulo su Benedetti, calcio di punizione per i biancoazzurri. Sul punto di battuta c'è Catellani.
11Min.
Accenna una timida reazione l'Entella, recupera subito palla il Verona.
10Min.
Sugli sviluppi del corner, la palla arriva a Pisano che, tutto solo al centro dell'area di rigore, incorna di testa ed infila Iacobucci. Raddoppio Verona.
10Min.
VIRTUS ENTELLA-HELLAS VERONA 0-2, gol dell’Hellas Verona. Rete di Pisano.
10Min.
Resta in attacco il Verona che guadagna il primo calcio d'angolo del suo match.
9Min.
Possesso palla prolungato dell'Hellas Verona, alla fine, Pisano viene chiuso da Palermo e guadagna una rimessa laterale.
8Min.
Ardizzone cerca Zaniolo, ma sbaglia la misura del passaggio. Rimessa laterale per gli ospiti.
7Min.
Baraye lascia partire un traversone dalla trequarti, deviato: sarà rimessa laterale da posizione avanzata per l'Entella.
6Min.
Fallo di Fossati su Caputo, calcio di punizione per i liguri.
5Min.
Cerca di reagire subito l'Entella, si difende con ordine il Verona.
4Min.
Romulo tocca per Bessa che controlla ed esplode un gran destro dalla lunga distanza, la palla viene deviata da Ceccarelli e s'insacca nell'angolino basso: Iacobucci non può nulla ed il Verona passa in vantaggio.
4Min.
VIRTUS ENTELLA-HELLAS VERONA 0-1, gol dell’Hellas Verona. Rete di Bessa.
3Min.
Sugli sviluppi del corner, la palla arriva a Di Paola che calcia da lunga distanza: sul fondo.
2Min.
OCCASIONE ENTELLA! Caputo si libera di un avversario, salta Nicolas e lascia partire un tiro-cross col mancino che viene salvato da Pisano. Sarà calcio d'angolo per i padroni di casa.
1Min.
Prima conclusione della partita per Catellani, che libera il destro dalla distanza, ma non inquadra lo specchio della porta.
1Min.
INIZIA LA PARTITA! L'Entella gioca il primo pallone del match. Arbitra il signor Ivano Pezzuto della sezione di Lecce.

FORMAZIONE HELLAS VERONA: Il Verona è imbattuto da cinque giornate nel campionato in corso (3V, 2N), 10 reti segnate nel parziale. 4-3-3 per gli uomini di Pecchia, in attacco, il tridente formato da Luppi, Pazzini e Siligardi.

FORMAZIONE VIRTUS ENTELLA: La Virtus Entella ha perso quattro delle ultime cinque gare in campionato (1N), incluse le ultime tre; i liguri non arrivano a quattro sconfitte di fila in B da settembre 2015. Castorina schiera i suoi con un 4-3-1-2 dove Zaniolo agirà alle spalle del tandem offensivo formato da Caputo e Catellani.

Lo Stadio Comunale Aldo Gastaldi sarà il teatro di Virtus Entella-Hellas Verona, sfida valevole per la 40ª giornata della Serie B ConTe.it.

FONTE: HellasVerona.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento Caracciolo


Wallpapers gallery