#TrapaniVerona in anteprima: Al Polisportivo Provinciale di Trapani sfida inedita tra i siciliani, che arrivano dalla doppia esaltante vittoria con BARI e BENEVENTO e nel ritorno hanno segnato più di tutti, e l'HELLAS ancora in cerca di un'identità precisa dopo gli ultimi tre deludenti pareggi...

Pubblicato da andrea smarso giovedì 30 marzo 2017 19:29, vedi , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#TrapaniVerona +   -   =

Dopo aver portato in B il PORTOSUMMAGA dei miracoli il 9 Maggio di 7 anni fa (in una gara che ancora brucia nella memoria dei tifosi scaligeri), mister CALORI, specializzato in missions impossible (per gli altri) e subentrato in corsa il 3 Dicembre scorso a Serse COSMI, ha ottenuto 6 pareggi, 5 vittorie e 4 sconfitte per un totale di 21 punti ed è la squadra che, con 21 gol in 11 gare, ha segnato più di tutti nel girone di ritorno!
Capolavori della nuova gestione del tecnico aretino sono il 4 a 0 inflitto al BARI in Sicilia e il 3 a 1 sbattuto in faccia a domicilio al BENEVENTO nelle ultime due partite: L'HELLAS dei 3 pari consecutivi ed un gioco che pare svanito dovrà essere molto molto accorto ma allo stesso tempo scoprirsi inevitabilmente per cominciare finalmente la rincorsa a SPAL e FROSINONE (rispettivamente a +3 e +4 punti in classifica) proprio dal Polisportivo Provinciale di Trapani che si preannuncia bardato a festa a giudicare dai numeri della prevendita di ticket.


Precedenti
Gara praticamente inedita quella fra TRAPANI ed HELLAS VERONA dal momento che l'unico precedente ufficiale tra le due squadre risale al match d'andata al Binti del 30 Ottobre scorso finito 2 a 0 a favore degli scaligeri grazie alle reti di SILIGARDI e VALOTI.
A Luglio 2015 l'altra partita tra i gialloblù di MANDORLINI e i granata di Serse COSMI ma si disputò a Racines ed era un'amichevole...

Ad arbitrare la prossima gara è stato designato sarà il signor Federico La Penna della sezione Aia di Roma 1.

Verona 2-0 Trapani: Highlights dal match d'andata...

QUI TRAPANI
Il talento di scuola ROMA CASASOLA centrale difensivo reinventato terzino destro, il veronese (di nascita e pure di giovanili calcistiche) NIZZETTO spostato sulla trequarti e il pieno recupero di CORONADO a fare da seconda punta, con queste tre mosse ed il suo calcio propositivo ('Se ti difendi e basta, sei già battuto') mister CALORI ha rivoluzionato la squadra siciliana rendendo verosimile quella che fino a Dicembre sembrava un impresa ai limiti del possibile e quattro mesi dopo appare una possibilità concreta.
Rientrati dagli impegni in nazionale i giovani JALLOW e COLOMBATTO (arrivati a Gennaio), l'unico indisponibile per il prossimo turno è il centravanti CITRO che sta recuperando dalla lussazione alla spalla destra ma il resto della ciurma sicula risulta abile e arruolabile.

Convocati
‪‎Portieri: 1.Guerrieri, 12.Ferrara, 16.Pigliacelli;
‪Difensori: 2.Cason, 3.Daì, 4.Pagliarulo, 6.Legittimo, 13.Fazio, 23.Visconti, 29.Rizzato, 32.Casasola, 34.Kresic;
‪Centrocampisti: 5.Rossi, 7.Nizzetto, 8.Vitale, 14.Ciaramitaro, 17.Barillà, 19.Maracchi, 20.Coronado, 24.Raffaello, 25.Canotto, 26.Colombatto;
‪Attaccanti: 9.Manconi, 11.Curiale, 27.Jallow.

Probabile formazione
4-3-2-1 con Pigliacelli; Casasola-Pagliarulo-Legittimo-Rizzato; Colombatto-F. Rossi-Barillà; Nizzetto-Coronado; Manconi


QUI VERONA
Come preventivato, RÔMULO e BESSA sono stati squalificati dal giudice sportivo per somma di ammonizioni, la 'quota fantasia gialloblù' al Polisportivo Provinciale di Trapani sarà perciò largamente compromessa ma non è detto che sia uno svantaggio in un campo in cui la Garra di un Franco ZUCULINI, la ritrovata vena di un SILIGARDI unite alla determinazione di Capitan PAZZINI potranno rivelarsi ugualmente determinanti senza contare VALOTI che scalpita ai box da un po'...
Mister PECCHIA nella conferenza stampa odierna ha annunciato l'indisponibilità di GANZ per ragione fisiche.

Convocati
Oltre agli squalificati RÔMULO e BESSA e all'infortunato GOMEZ rimane ai box anche GANZ...

Portieri: Coppola, Ferrari L., Nicolas.
Difensori: Bianchetti, Boldor, Caracciolo, Ferrari A., Pisano, Souprayen.
Centrocampisti: Fossati, Valoti, Zaccagni, Zuculini B., Zuculini F.
Attaccanti: Cappelluzzo, Fares, Luppi, Pazzini, Siligardi, Troianiello.

Probabile formazione
3-5-2 con Nicolas; Pisano-Boldor-Caracciolo; Zaccagni-Zuculini F.-Fossati-Valoti-Souprayen; Siligardi-Pazzini

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister CALORI2 tecnico del TRAPANI analizza la prossima sfida contro l'HELLAS «Il Verona è una squadra costruita per vincere: non a caso è stata prima in classifica per molto tempo. Noi vogliamo proseguire su questa strada: non abbiamo tempo di analizzare chi abbiamo di fronte ogni sabato, dobbiamo analizzare prima di tutto noi stessi. Chi giocherà lo deciderò domani mattina: voglio sfruttare tutto il tempo per scegliere, sono contento di riavere Colombatto a disposizione. Noi cerchiamo sempre di puntare a vincere: non importa chi affrontiamo, dobbiamo vincere anche col Verona. Le altre nostre avversarie hanno avuto penalizzazioni? Non cambia molto: noi dobbiamo fare i punti ad ogni partita. Col Verona è la partita dell'anno come fu con il Palermo due anni fa? Come prestigio è normale che la sfida col Verona sia importantissima, non c'è bisogno di motivare i ragazzi che sono carichi già di loro per incontrare una big davanti ai nostri tifosi. Sappiamo che l'Hellas è una squadra importante, ma noi vogliamo cercare di vincere. Il Verona ha individualità fuori categoria come Pazzini, che non c'entra nulla con la Serie B: dobbiamo puntare al colpo grosso per rilanciare ancor di più le nostri ambizioni. La piazza di Verona vive il calcio in maniera viscerale, lo stadio è sempre pieno: è normale che adesso ci sia un po' di pressione da parte dell'ambiente visto che loro ambiscono sempre alla Serie A» TGGialloBlu.it

Mister PECCHIA2 nella conferenza stampa odierna «Il Trapani? Siamo in crescita e dobbiamo insistere. In questo momento i risultati non ci stanno ripagando del lavoro svolto, nell'ultimo periodo abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato. A Trapani il nostro atteggiamento non deve cambiare: voglio un Verona vincente, non importa se sarà bello o brutto. Affronteremo una squadra viva e in salute, ma io guardo in casa mia, ci siamo allenati con intensità e sono convinto che faremo una grande prestazione. Col Pisa abbiamo fatto una partita maschia, avremmo potuto fare il secondo gol, poi un altro ancora, anche se le partite si possono vincere anche 1-0, gestendo il risultato. Siamo andati in vantaggio, per tutta la partita gli avversari sono arrivati 2 volte soltanto negli ultimi 30 metri e siamo stati puniti, il risultato finale fa rabbia al di là del rigore, che si commenta da solo. Siligardi? Sono convinto che sarà determinante in questo finale di stagione, ha qualità e consapevolezza nei suoi mezzi e questo gli viene riconosciuto anche dal gruppo. Franco Zuculini? In questo momento sta dando un contributo importante, lo voglio sfruttare il più possibile e per questo devo gestirlo. Pazzini? Il problema che ha avuto è superato. È in crescita e questa settimana si è allenato alla grande. Ganz non ci sarà, a riprova di quanto avevo già detto: mi spiace molto, perché spesso durante l’anno non ha avuto la possibilità di allenarsi con continuità. La fiducia di Setti? È uno stimolo e fa sicuramente piacere. La sua vicinanza a me e a tutto lo staff è una cosa di cui ero al corrente, ci confrontiamo spesso anche durante la settimana, e non posso fare altro che essergli grato e riconoscente» HellasVerona.it

Livio LUPPI ex attaccante all'HELLAS negli anni '70 «Il Verona ha vissuto il proprio momento migliore quando segnava gragnuole di reti. Dopo è calato in fase realizzativa, mentre non ha smesso di prendere gol evitabili, come quello subito col Pisa. Significa che urge essere più efficaci sul piano delle conclusioni. Giocare con due attaccanti, considerato che nelle fila gialloblù c’è, con Pazzini, gente del valore di Siligardi, Ganz e del mio omonimo Luppi, resta la soluzione più utile. Ci sono dieci turni da affrontare e occorre sfruttare le potenzialità che ci sono, anche perché il cammino che aspetta il Verona è complicato, a cominciare dalla trasferta di Trapani» Hellas1903.it

Samuel SOUPRAYEN, tra i più presenti nelle fila gialloblù 2016-17, si racconta a Tavellin su L'Arena «Il compagno con cui ho legato di più? Momo Fares. E’ francese come me, all’inizio mi ha aiutato tanto con la nuova lingua e veniamo sempre insieme all’allenamento. Il mio arrivo al Verona? Ero in scadenza con il Digione, c’erano delle squadre su di me tra cui anche il Verona. Ho sempre sentito parlare bene di questa piazza. Da qui sono passati grandi campioni come Luca Toni, Rafa Marquez e Javier Saviola. Senza parlare della città, semplicemente stupenda. Ho preso casa in centro, amo passeggiare tra bellezze e monumenti ricche di storia. Il Souprayen privato? Quando non solo sul campo faccio il papà a tutti gli effetti. Sono sposato con Imane e papà di tre bellissimi bambini: Ibrahim gioca nella Scuola Calcio del Verona e quando riesco vado a vedere i suoi allenamenti. Mia figlia Aliyah fa ginnastica alla fondazione Bentegodi e poi c’è la più piccola, Soumaya, la veronese di casa. E’ nata proprio qui infatti, all’ospedale di Borgo Trento, il 16 novembre 2015» LArena.it

Mister CALORI1 tecnico del TRAPANI a Sky «Stiamo cercando di risalire la china, dobbiamo cercare di proseguire. Il Verona è sempre stato primo, ora è terzo, però ha un organico di primo livello. Noi dobbiamo cercare di fare il massimo a prescindere dall’avversario. Sappiamo che non è facile, perché abbiamo rispetto dell’avversario, però dobbiamo fare qualcosa di straordinario per raggiungere la salvezza» Hellas1903.it

...E l'ex Pedro TROGLIO passato da poco dal TIGRE al CLUB UNIVERSITARIO come allenatore, sostiene i fratelli ZUCULINI suoi connazionali «Sono due bravi giocatori. Hanno velocità, scatto, grinta. Hanno girato molto per l’Europa in questi anni, Verona può essere la loro giusta collocazione. Le loro capacità valgono molto per questo Hellas: sono fondamentali» Hellas1903.it

Silvano FONTOLAN a 'La Gazzetta dello Sport' «Il momento non è semplice perché le avversarie hanno qualche punto in più, ma siamo stati primi – parlo in prima persona plurale perché considero sempre il Verona una famiglia – per metà stagione. Quel che di buono è stato fatto non può essersi smarrito in queste settimane» Hellas1903.it

Mister PECCHIA1 a Sky da Coverciano «Il campionato è aperto e ancora tutto è possibile, vedo la squadra in crescita. L’obiettivo del Verona è chiaro, anche se vincere è sempre difficile. In questo momento abbiamo rallentato il nostro cammino ma mancano ancora 10 giornate alla fine del campionato che possono dire molto. Gli ultimi tre pareggi? In casa contro Ascoli e Pisa avremmo meritato ampiamente di vincere, i punti persi pesano sulla classifica. Contro il Pisa avevamo la partita sotto controllo e al di là del rigore non concesso, episodio evidente che si commenta da solo, dovevamo essere bravi a chiudere prima la gara. Stavamo tenendo bene il campo, certe partite si possono vincere anche 1-0 e non avevamo rischiato nulla ma, sull’unica opportunità costruita dagli ospiti, hanno trovato un risultato insperato per loro con un grande gol» Hellas1903.it



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

NAZIONALI GIALLOBLÙ ancora in campo per tutta la partita Alex FERRARI con l'UNDER 21 azzurra nell'amichevole persa 2 a 1 contro i pari età della SPAGNA, sconfitta fatale per la SLOVACCHIA UNDER 19 di TUPTA e STEFANEC, i padroni di casa della GERMANIA battono gli slovacchi e approdano così alla fase finale dell'Europeo di categoria al loro posto...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Pedro TROGLIO lascia il TIGRE e va in Perù...

MOTOGP: VIÑALES trionfa nel primo GP della stagione dopo un gran duello con la DUCATI di DOVIZIOSO! Terzo un gran ROSSI nonostante un week-end pessimo...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Trapani-Verona, i convocati di mister Calori

31 marzo 2017Sono venticinque i calciatori granata convocati da mister Alessandro Calori per la gara Trapani-Verona
Sono venticinque i calciatori granata convocati da mister Alessandro Calori per la gara Trapani-Verona, valevole come trentatreesima giornata del campionato di Serie B 2016/17, che si disputerà domani (sabato 1 aprile ore 15) presso lo stadio Provinciale di Trapani.
‪‎PORTIERI: 1.Guerrieri, 12.Ferrara, 16.Pigliacelli;
‪DIFENSORI: 2.Cason, 3.Daì, 4.Pagliarulo, 6.Legittimo, 13.Fazio, 23.Visconti, 29.Rizzato, 32.Casasola, 34.Kresic;
‪CENTROCAMPISTI: 5.Rossi, 7.Nizzetto, 8.Vitale, 14.Ciaramitaro, 17.Barillà, 19.Maracchi, 20.Coronado, 24.Raffaello, 25.Canotto, 26.Colombatto;
‪ATTACCANTI: 9.Manconi, 11.Curiale, 27.Jallow.

FONTE: TrapaniCalcio.it


PRIMO PIANO
La Gazzetta dello Sport: il Verona deve riprendersi per evitare i playoff
30.03.2017 12:30 di Anna Vuerich
Fonte: La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta dello Sport ha analizzato la situazione delle squadre di Serie B in vista delle ultime partite di campionato.
Frosinone e Spal sembrano essere due certezze, ma il Verona può cambiare i giochi e mettere tutto in discussione: attualmente rientra nella lista delle squadre da playoff ma, se riuscisse a uscire da questo momento di crisi, potrebbe togliersi da questa posizione scomoda.

Molti saranno gli scontri diretti di Serie B, dalla prossima giornata di campionato fino alla fine, e i gialloblù di Pecchia non avranno sicuramente vita facile dato che, su dieci partite, sei saranno in trasferta.
Tuttavia, se il Verona riuscisse a staccarsi di 10 punti sulla quarta in classifica, potrebbe evitare i playoff e riuscire a salire direttamente in A.

COPERTINA
Souprayen: "Centreremo la promozione. Siligardi è il nostro Messi"
30.03.2017 11:30 di Anna Vuerich
Fonte: La Gazzetta dello Sport
Samuel Souprayen ha rilasciato un'intervista esclusiva alla Gazzetta dello Sport, che gli ha voluto dedicare dello spazio tra le pagine anche per il suo piccolo traguardo: in 32 giornate di campionato non è mai stato indisponibile.

"Lo scorso anno ci è mancato tutto, abbiamo cominciato a correre troppo tardi. Quest'anno siamo partiti forte, ma ora soffriamo. Abbiamo ancora dieci partite da giocare però, e il mese di aprile sarà decisivo.

Tenterò di andare in gol perché anche gli allenatori mi dicono di tirare, ma prima devo fare cose più importanti: assist, cross e procurare rigori. Mi piace il ruolo che ho, ma preferisco marcare a zona piuttosto che a uomo.
Il mio modello di riferimento è Abidal e so che ha un ristorante a Lione, dove vive ancora la mia famiglia. Anche se tifo la squadra della città, ora ho in testa solo la promozione del Verona.

In questa città sto bene: abito nel centro storico con mia moglie e i miei tre figli.
Secondo me noi siamo i più forti del campionato. Abbiamo qualità in generale, non solo per i gol di Pazzini. Siligardi ha dei piedi incredibili, è il nostro Messi, mentre Ganz mi ricorda Pippo Inzaghi: è una punta d'area di rigore.
Siamo convinti che alla fine riusciremo a centrare la promozione".

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Trapani: si va verso il sold out contro il Verona? - 28/03/2017 ore 19:09

Dopo i due successi consecutivi contro Bari e Benevento e la zona salvezza che si è notevolmente avvicinata, per la sfida che opporrà il Trapani al Verona sabato pomeriggio si preannuncia il "tutto esaurito" al "Provinciale". Tra abbonati e biglietti acquistati, sono infatti già circa 6.000 i tifosi che prenderanno posto allo stadio per il match contro i gialloblu.

Si autorizza l'uso dei contenuti ai fini di cronaca, a condizione di citare GoalSicilia.it come fonte, in base alla legge n. 633/1941 sul diritto d'autore

FONTE: GoalSicilia.it


TRAPANI
Trapani: comincia la settimana verso il big match contro l'Hellas Verona
Trapani Calcio, seduta pomeridiana: altra finale da vincere (foto: www.serieb24.com)

Il Trapani Calcio è tornato in questi giorni a lavoro, per preparare la sfida di sabato pomeriggio contro l’Hellas Verona. La vittoria contro il Benevento al Vigoritio ha ridato speranza agli uomini di Calori. L’obiettivo è arrivare a questa sfida dando il massimo delle proprie potenzialità.

RITORNANO JALLOW E COLOMBATTO
Il lunedì la squadra ha svolto una seduta pomeridiana, invece ieri una doppia seduta di allenamento. Oggi la squadra tornerà in campo per l’allenamento alle 15 che prevede questo programma:

1. Lavori organici
2. Possessi palla
3. Partitella finale

Per quanto riguarda la situazione infortunati, ancora fermo ai box Nicola Citro. L’attaccante sta recuperando dall’infortunio alla spalla. Invece sono ritornati dai loro rispettivi impegni con le nazionali Lamin Jallow e Santiago Colombatto

ALTRI APPUNTAMENTI
Dopo la seduta di oggi, la squadra ritornerà in campo domani allo stesso orario e poi la vigilia la rifinitura alle ore 15 e dopo conferenza stampa dell’allenatore Alessandro Calori

FONTE: SerieB24.com


Hellas Verona: Pecchia confermato solo se…
Pubblicato il 29 marzo 2017 di Fabio Iacono

L'Hellas Verona si tiene stretto Fabio Pecchia. Secondo quanto pubblicato da calciomercato.it, dopo i risultati non esaltanti delle ultime settimane era a forte rischio esonero, ma ha ricevuto la conferma della società. All'ex vice di Benitez è stato chiesto di far salire il livello di gioco della propria squadra e soprattutto dovrà tornare a vincere per conquistare punti importanti per la classifica in vista del rovente finale di stagione.

FONTE: BZona.it


30 punti nelle prime 13 giornate, 25 negli ultimi 19 turni. I numeri dell’Hellas Verona di Fabio Pecchia
marzo 28, 2017

La squadra che doveva essere l’ammazza campionato cadetto, dopo il doppio pesante ko contro Novara e Cittadella (9 reti subite in due partite, ndr) non è si è più ripresa. E non sono solo i numeri purtroppo a confermarlo. L’Hellas Verona non sa più vincere. Dallo scorso novembre, i gialloblù in 19 partite hanno vinto solo 6 volte, 7 pareggi e 6 sconfitte, per un totale di appena 25 punti conquistati, con una media di 1.31 a gara. Un bottino troppo scarno se si vuole tornare in Serie A. Prima della doppia debacle contro Novara e Cittadella, l’Hellas Verona guardava tutti dall’alto grazie ai 30 punti conquistati a suon di gol e prestazioni di spessore nelle prime 13 giornate.

FONTE: HellasLive.it


TRAPANI
Trapani: comincia la settimana verso il big match contro l'Hellas Verona
27.03.2017 21.00 di Christian Pravatà Twitter: @Christianpravat
Fonte: Www.trapanicalcio.it
Dopo la vittoria esterna di sabato scorso contro il Benevento ed un giorno di riposo, il Trapani Calcio ha ripreso oggi gli allenamenti in vista della prossima gara di campionato, Trapani-Verona, valevole per la trentatreesima giornata di Lega B, che si disputerà sabato 1 aprile alle 15 presso lo Stadio Provinciale di Trapani.

Assente mister Alessandro Calori, impegnato a Coverciano per il corso di aggiornamento per allenatori organizzato dal settore tecnico della Figc e per la votazione e la cerimonia dei premi “Panchina d’oro 2016”, la seduta di allenamento pomeridiana è stata diretta dallo staff tecnico granata.

Pagliarulo e compagni hanno iniziato con un riscaldamento generale, proseguendo poi con lavori organici, possessi palla ed una partita finale. Parte del gruppo ha svolto un lavoro leggermente ridotto per recuperare dalla gara di sabato scorso.

Tutti a disposizione, fatta eccezione per il centravanti Nicola Citro che sta recuperando dalla lussazione alla spalla destra. Per il numero 18 granata lavoro in palestra e da dopodomani inizierà il recupero.

Ancora indisponibili Lamin Jallow e Santiago Colombatto, il loro rientro dagli impegni con le rispettive nazionali è previsto nei prossimi giorni.

Gli allenamenti riprendono domani con una doppia seduta (ore 10.30 e ore 15), mercoledì e giovedì allenamento pomeridiano alle 15 e venerdì consueta rifinitura della vigilia che verrà effettuata alle 15.

FONTE: TuttoB.com


Hellas Verona: protestare è la virtù dei deboli, o no?
Il punto ottenuto contro il Pisa non soddisfa il verona, che è stato protagonista maggiormente fuori dal campo

marzo 27, 2017 Salvatore ciotta

Hellas Verona sull’orlo di una crisi di nervi, al fischio finale i giocatori circondano l’arbitro per protestare contro la decisione del rigore non concesso al 44' del secondo tempo per un contatto tra Mannini e Zaccagni, che dopo averlo visto svariate volte ancora adesso sembra che il giocatore gialloblu cerchi il contatto.

La squadra di Pecchia dopo un inizio entusiasmante, nel girone di ritorno si è persa, probabilmente il tecnico gialloblu dopo le ultime partite del girone di andata, a causa delle troppe reti subite, ha arretrato il baricentro della squadra rendendola meno pericolosa in fase d’attacco.

Adesso che le prime due piazze sembrano svanire, sembra quasi che la squadra gialloblu la metta in gazzarra, stupidi chiacchericci, proteste per qualunque fallo subito, riuscendo con ciò a perdere anche il controllo della gara.

Ma la cosa più stucchevole non è avvenuta in campo, bensì durante la telecronaca del match, due giornalisti di Telearena, si sono fatti ammirare per due perle di saggezza, la prima che l’arbitro favorisce una squadra che non paga l’Irpef e che continua a prendere penalizzazioni, con la seconda rincarano la dose dando dei cialtroni ai toscani.

Essere giornalisti è un impegno gravoso, si ha il dovere di informare obiettivamente, ma anche di essere informati, proprio come non è successo ieri, e proprio questa ignoranza mediatica potrebbe portare a fomentare dissidi tra le due tifoserie.

Ecco perchè a Verona, con una squadra che potrebbe vincere il campionato a mani basse, si sta lentamente perdendo il lume della ragione.

FONTE: CalcioDipendenza.com


27 marzo 2017
Trapani, c’è il Verona: Citro ancora a parte
Dopo la bella vittoria contro il Benevento i granata sono tornati a lavorare per preparare il prossimo complicato incontro con la squadra di Pecchia. Assente Calori - impegnato a Coverciano - così come i nazionali Jallow e Colombatto

I calciatori del Trapani si allenano per preparare la gara contro l'Hellas Veroa (foto trapanicalcio.it)

Quello che sta facendo il Trapani in questa seconda parte di stagione si avvicina molto a un miracolo. Prima di Natale la squadra granata cominciava a sollevare la testa, a partire dal 2017 i siciliani si sono resi protagonisti di un cammino tanto sorprendente quanto emozionante. In pochi credevano che la formazione vista nei primi mesi dell’attuale campiona di Serie B potesse avere qualche speranza di salvarsi; oggi invece, il gruppo di Calori dimostra di settimana in settimana di stare bene tanto mentalmente quanto fisicamente. Prova ne sono le due belle vittorie contro Bari (per 4-0) e Benevento (per 3-1 fuori casa). Grande merito va dato all’allenatore che sin dal momento del suo arrivo in Sicilia ha iniziato a lavorare sulla testa di un gruppo sfiduciato dai tanti risultati negativi; risultati che sono via via cambiati, anche grazie al lavoro della società nell’ultima finestra di calciomercato. E ora - da un ultimo posto che sembrava aver già condannato il Trapani - Calori e i suoi ragazzi si trovano al terzultimo posto, ad un punto dai playout e a soli due lunghezze dalla salvezza diretta.

Allenamento al pomeriggio - I granata non vogliono fermarsi e spinti da un ritrovato entusiasmo ora credono fortemente di poter mantenere la categoria: la media punti delle ultime giornate è quella di una squadra di alta classifica. Non bisogna però abbassare la guardia e dopo il bel successo nell’anticipo del Vigorito i siciliani sono già tornati a lavorare per preparare il match contro l’Hellas Verona. Un incontro tanto complicato quanto importante, che per il Trapani sarà un altro test sul cammino che porta alla salvezza. Senza Calori - impegnato a Coverciano per il corso di aggiornamento per allenatori organizzato dal settore tecnico della Figc e per la votazione e la cerimonia dei premi Panchina d’oro 2016 - la seduta di allenamento pomeridiana è stata diretta dallo staff tecnico granata. Pagliarulo e compagni hanno iniziato con un riscaldamento generale, proseguendo poi con lavori organici, possessi palla ed una partita finale (su legge sul sito ufficiale della società). Parte del gruppo ha svolto un lavoro leggermente ridotto per recuperare dalla gara di sabato scorso.

Infermeria - Tutti a disposizione, fatta eccezione per il centravanti Nicola Citro che sta recuperando dalla lussazione alla spalla destra; il numero 18 granata ha lavorato in palestra e da dopodomani inizierà il recupero. Ancora indisponibili anche Lamin Jallow e Santiago Colombario (impegnati con le loro nazionali e di ritorno in Sicilia nei prossimi giorni). Gli allenamenti riprenderanno nella giornata di domani con una doppia seduta (ore 10.30 e ore 15). Mercoledì e giovedì, invece, allenamento pomeridiano alle 15 e venerdì consueta rifinitura della vigilia che verrà effettuata alle ore 15.

FONTE: SportSky.it


NEWS
Livio Luppi: “Servono le due punte per la A”
L’ex attaccante del Verona: “Pecchia schieri un uomo in coppia con Pazzini”

di Redazione Hellas1903, 30/03/2017, 11:15

Livio Luppi, grande attaccante del Verona negli anni ’70, parla delle scelte dell’Hellas per il finale di stagione.
Intervistato dal “Corriere di Verona” oggi in edicola, Luppi osserva: “Il Verona ha vissuto il proprio momento migliore quando segnava gragnuole di reti. Dopo è calato in fase realizzativa, mentre non ha smesso di prendere gol evitabili, come quello subito col Pisa. Significa che urge essere più efficaci sul piano delle conclusioni”.
Continua Luppi: “Giocare con due attaccanti, considerato che nelle fila gialloblù c’è, con Pazzini, gente del valore di Siligardi, Ganz e del mio omonimo Luppi, resta la soluzione più utile. Ci sono dieci turni da affrontare e occorre sfruttare le potenzialità che ci sono, anche perché il cammino che aspetta il Verona è complicato, a cominciare dalla trasferta di Trapani”.

NEWS
Qui Trapani, squadra rinata in attesa del Verona
I siciliani a soli due punti dalla salvezza diretta volano con Coronado

di Redazione Hellas1903, 30/03/2017, 11:44
TRAPANI, ITALY - DECEMBER 16: Igor Coronado of Trapani celebrates after scoring the equalizing goal during the Serie B match between Trapani Calcio and Frosinone Calcio at Stadio Provinciale on December 16, 2016 in Trapani, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Il Trapani è tornato in piena corsa salvezza grazie alle recenti vittorie a suon di gol. Due turni fa il sonoro 4-0 rifilato al Bari, sabato scorso il 3-1 in casa del Benevento. Ma c’è di più. Nelle ultime 11 partite il Trapani ha fatto più punti che in tutto il girone di andata.
Merito anche di Alessandro Calori, che ha saputo puntare sugli uomini giusti come Pigliacelli, Jallow, Manconi e Barillà.
A Benevento l’allenatore dei granata è stato abile a modificare il modulo, passando dal 4-3-1-2 al 5-3-2 sfruttando le ripartenze di Igor Coronado, goleador della squadra e autore in Campania di due reti e un assist.

Sabato, contro il Verona, lo stadio Provinciale sarà pieno, il Trapani vuole continuare la sua marcia verso la salvezza.

NEWS
Trapani, Calori : “Col Verona non facile, ma dobbiamo fare qualcosa di straordinario”
L’allenatore del Trapani: “Stiamo risalendo la china, dobbiamo proseguire”

di Redazione Hellas1903, 29/03/2017, 16:49

Alessandro Calori, allenatore del Trapani, ha rilasciato a Sky le seguenti dichiarazioni in vista della partita tra Tapani e Verona di sabato alle 15.
“Stiamo cercando di risalire la china – dice Calori – dobbiamo cercare di proseguire. Il Verona è sempre stato primo, ora è terzo, però ha un organico di primo livello. Noi dobbiamo cercare di fare il massimo a prescindere dall’avversario. Sappiamo che non è facile, perché abbiamo rispetto dell’avversario, però dobbiamo fare qualcosa di straordinario per raggiungere la salvezza”

NEWS
Troglio: “Che bravi gli Zuculini”
L’ex centrocampista dell’Hellas: “Veloci e grintosi: fondamentali per questo Verona”

di Redazione Hellas1903, 29/03/2017, 14:35

Pedro Troglio, centrocampista al Verona nel 1988-89, vicecampione del mondo con l’Argentina nel 1990, da qualche giorno direttore tecnico del Club Universitario, in Però, parla dei fratelli Zuculini.
Contattato da da www.hellas.1903.it, Troglio commenta: “Sono due bravi giocatori. Hanno velocità, scatto, grinta. Hanno girato molto per l’Europa in questi anni, Verona può essere la loro giusta collocazione. Le loro capacità valgono molto per questo Hellas: sono fondamentali”.

NEWS
Ferrari c’è, è pronto per il Trapani
Il difensore è rientrato dopo gli impegni con l’Under 21

di Redazione Hellas1903, 28/03/2017, 15:45

In campo sia nell’amichevole con la Polonia che in quella con la Spagna, Alex Ferrari da stamattina è tornato a disposizione del Verona.
Il difensore, che in questi giorni è stato impegnato con l’Under 21 del’Italia, guidata dal ct Gigi Di Biagio, oggi ha svolto lavoro di scarico in palestra.
Ferrari sarà pronto per la gara di sabato con il Trapani, con Fabio Pecchia che valuterà se schierarlo da titolare o farlo iniziare dalla panchina, con Eros Pisano al via dal 1' nel ruolo di terzino destro.

NEWS
Trapani, stadio pieno col Verona
Prevendita boom per la gara di sabato con l’Hellas

di Redazione Hellas1903, 28/03/2017, 12:55

Grande entusiasmo a Trapani per il momento della squadra siciliana, risalita in classifica dopo che sembrava ormai destinata alla retrocessione.
Le ultime vittorie con Bari e Benevento hanno dato il via a un clima euforico. Sabato il Verona giocherà in trasferta allo stadio “Provinciale” ed è boom di vendita per i biglietti.
Sono già più di 1000 i tagliandi staccati per la gara, riporta il sito www.losportivomagazine.com

EX VERONA
Fontolan: “Il Verona non può essersi smarrito”
L’ex difensore: “Momento non semplice, ma l’Hellas si deve riprendere”

di Redazione Hellas1903, 28/03/2017, 12:42

Intervistato da “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola, Silvano Fontolan commenta la situazione del Verona.
L’ex difensore, in gialloblù dal 1983 al 1988, una bandiera dell’Hellas, dice: “Il momento non è semplice perché le avversarie hanno qualche punto in più, ma siamo stati primi – parlo in prima persona plurale perché considero sempre il Verona una famiglia – per metà stagione. Quel che di buono è stato fatto non può essersi smarrito in queste settimane”.

NEWS
Pecchia: “Punti persi con Ascoli e Pisa”
Il tecnico gialloblù: “Mancano 10 partite e tutto può succedere”

di Redazione Hellas1903, 27/03/2017, 23:35

Intervenuto ai microfoni di Sky durante le premiazioni per la “Panchina d’Oro”, a Coverciano, Fabio Pecchia ha commentato il momento del Verona dopo il pari con il Pisa.
Osserva Pecchia: “Il campionato è aperto e ancora tutto è possibile, vedo la squadra in crescita. L’obiettivo del Verona è chiaro, anche se vincere è sempre difficile. In questo momento abbiamo rallentato il nostro cammino ma mancano ancora 10 giornate alla fine del campionato che possono dire molto. Gli ultimi tre pareggi? In casa contro Ascoli e Pisa avremmo meritato ampiamente di vincere, i punti persi pesano sulla classifica”.
Poi: “Contro il Pisa avevamo la partita sotto controllo e al di là del rigore non concesso, episodio evidente che si commenta da solo, dovevamo essere bravi a chiudere prima la gara. Stavamo tenendo bene il campo, certe partite si possono vincere anche 1-0 e non avevamo rischiato nulla ma, sull’unica opportunità costruita dagli ospiti, hanno trovato un risultato insperato per loro con un grande gol”.

VISTO DA NOI
Non è finita finché non è finita
Danno e beffa per il Verona con il Pisa, ma ci sono dieci partite da giocare a tutta

di Lorenzo Fabiano, @lollofab 27/03/2017, 13:20

Era avvilito Fabio Pecchia quando lo abbiamo incontrato insieme a Filippo Fusco nei sotterranei del Bentegodi. Nei suoi confronti abbiamo sempre cercato di mantenere un atteggiamento di equilibrio: elogi quando li meritava e critiche senza sconti quando ci stavano. Ieri ci siamo sentiti in dovere di soffermarci un attimo ad esprimergli la nostra stima. Ci sembrava giusto farlo. Come ha ribadito lo stesso presidente Setti, Pecchia ha il pregio di essere un uomo colto, preparato, e soprattutto onesto. Ha dentro la cultura del lavoro. In un paese come questo, chi ce l’ha merita un plauso a prescindere. In panchina mette la stessa energia che lo contraddistingueva da giocatore: uno che sgobba e fatica senza il minimo risparmio.

Sia chiaro che al Verona il giovane tecnico di Formia sta dando tutto. Nessuno nega abbia compiuto errori, come del resto abbiamo più volte sottolineato proprio da queste colonne, ma se ieri pomeriggio la squadra avesse preso i tre punti che meritava, gran parte del merito sarebbe stato proprio suo. Siamo cresciuti in un calcio in cui gli allenatori erano dei sarti che ritagliavano gli abiti su misura degli uomini a disposizione. Oggi molto di frequente assistiamo all’esatto contrario. Prima vengono disegnate le creazioni e poi sono confezionate con il rischio che le misure non siano quelle giuste. Un giorno Dino Zoff ci ha detto: “Il calcio è un gioco molto semplice, peccato ci siano dei presunti fenomeni a renderlo complicato”. Spesso abbiamo imputato a Fabio Pecchia di privilegiare il modulo agli uomini sacrificandoli sull’altare del 4-3-3. È capitato infatti di vedere qualcuno indossare taglie visibilmente abbondanti (es. Zaccagni esterno sinistro a Vercelli) oppure troppo strette (Bessa deve sempre stare all’epicentro del gioco). Invocavamo a gran voce l’impiego di una seconda punta in supporto a Pazzini. Vedevamo in Siligardi l’uomo giusto per poter svolgere quel compito che del resto già ben faceva ai tempi di Livorno quando lui e Paulinho spaccavano le difese.

Ieri Pecchia ha avuto il coraggio e l’umiltà di voltar pagina. Non è da tutti. Ha varato la difesa a tre, sfoltito le corsie, e piazzato l’ex livornese al fianco del bomber gialloblù con Bessa a rifinire. La mossa ha dato tangibili segnali di crescita. Siligardi non solo ha fatto gol ma ha giocato finalmente una gara all’altezza meritandosi, per una volta, gli applausi della gente alla sua uscita dal campo. La squadra ha ritrovato passo e vigore. La palla scorreva con maggior velocità sul prato verde. Nella ripresa i cambi sono stati forzati: Siligardi ha chiesto la sostituzione, Zuculini era con la spia della riserva accesa e aveva pure rimediato un brutto colpo nel primo tempo; Pazzini era un miracolato dell’ultima ora. Il Verona stava gestendo il vantaggio senza affanni con il Pisa aggrovigliato in uno sterile possesso senza sbocchi.

Proprio quando stavamo battendo i tasti per aprire e mettere in cassaforte tre punti preziosi, alla prima occasione è arrivato come un fulmine a ciel sereno il pareggio dei toscani. Poi ci si è messo il mediocre Rapuano a completare la frittata. E’ finita con la rabbia e l’amarezza di chi si è visto sfilare la dote che con pazienza e sagacia si era guadagnato. Mancano ora dieci partite alla fine. Come ha detto Filippo Fusco venerdì pomeriggio, saranno dieci finali. Vero che siamo terzi a quattro punti dalla vetta e che la beffa di ieri è stata una pugnalata al cuore, ma se il nuovo Verona ridisegnato da Pecchia non sarà un placebo e troverà continuità, Saturno magari girerà anche dalla nostra parte e allora vedremo come andrà a finire. Intanto stringiamoci attorno al questo giovane allenatore e mettiamo da parte lo scetticismo. Lo merita. I bilanci li stileremo a tempo debito.

FONTE: Hellas1903.it


FORMAZIONE TRAPANI
Calori si affida al talento di Coronado
31/03/2017 18:41
Dopo il punto di penalizzazione inflitto al Latina, il Trapani ora è per la prima volta in stagione "virtualmente" fuori dalla zona retrocessione diretta: Calori, che ha la squadra in forma, partirà con il 4-3-2-1 con Pigliacelli in porta e con Casasola, Pagliarulo, Legittimo e Rizzato in difesa. A centrocampo ci sarà il terzetto formato da Fausto Rossi, Colombatto e Barillà (Maracchi e Ciaramitaro in panchina). Davanti, il talentuoso Coronado e il veronese Nizzetto (in vantaggio sul clivense Jallow) assisteranno la punta Manconi (favorito su Davis Curiale).

Trapani (4-3-2-1): Pigliacelli; Casasola, Pagliarulo, Legittimo, Rizzato; Colombatto, F. Rossi, Barillà; Nizzetto, Coronado; Manconi. All: Calori.
L.VAL.

FORMAZIONE VERONA
La difesa a tre e la coppia Zuculini
31/03/2017 17:20
Il Verona vola a Trapani con le assenze importanti dei suoi due italo-brasiliani squalificati: Romulo e Bessa. Pecchia dovrebbe riproporre la difesa a 3 già intravista col Pisa col modulo del 3-4-1-2. A difendere Nicolas (ex del match) dovrebbero esserci Alex Ferrari, Caracciolo e Boldor (in vantaggio su Bianchetti). Sulle fasce ci saranno Souprayen a sinistra e Pisano a destra (meno probabile vedere Zaccagni o Fares) mentre in mezzo agirà la coppia formata dai fratelli Zuculini: Bruno regista e Franco incontrista. Sulla trequarti dovrebbe esserci il ritorno di Valoti (in ballottaggio con Fossati) che supporterà Siligardi e Pazzini.

Verona (3-4-1-2): Nicolas; A.Ferrari, Caracciolo, Boldor; Pisano, B.Zuculini, F.Zuculini, Souprayen; Valoti; Siligardi, Pazzini. All: Pecchia.

LA CONFERENZA
Calori: Col Verona è la partita dell'anno
31/03/2017 16:58
"Il Verona è una squadra costruita per vincere: non a caso è stata prima in classifica per molto tempo. Noi vogliamo proseguire su questa strada: non abbiamo tempo di analizzare chi abbiamo di fronte ogni sabato, dobbiamo analizzare prima di tutto noi stessi. Chi giocherà lo deciderò domani mattina: voglio sfruttare tutto il tempo per scegliere, sono contento di riavere Colombatto a disposizione. Noi cerchiamo sempre di puntare a vincere: non importa chi affrontiamo, dobbiamo vincere anche col Verona". Alessandro Calori, allenatore del Trapani, interviene in conferenza stampa alla vigilia della sfida col Verona.

Il tecnico aretino ha continuato, caricando il match: "Le altre nostre avversarie hanno avuto penalizzazioni? Non cambia molto: noi dobbiamo fare i punti ad ogni partita. Col Verona è la partita dell'anno come fu con il Palermo due anni fa? Come prestigio è normale che la sfida col Verona sia importantissima, non c'è bisogno di motivare i ragazzi che sono carichi già di loro per incontrare una big davanti ai nostri tifosi. Sappiamo che l'Hellas è una squadra importante, ma noi vogliamo cercare di vincere. Il Verona ha individualità fuori categoria come Pazzini, che non c'entra nulla con la Serie B: dobbiamo puntare al colpo grosso per rilanciare ancor di più le nostri ambizioni".

Calori ha concluso: "La piazza di Verona vive il calcio in maniera viscerale, lo stadio è sempre pieno: è normale che adesso ci sia un po' di pressione da parte dell'ambiente visto che loro ambiscono sempre alla Serie A".
L.VAL.

TRAPANI-VERONA, I PRECEDENTI
Hellas, 1^ volta al Provinciale di Trapani
30/03/2017 16:36
Sfida inedita del Verona contro il Trapani al Polisportivo Provinciale (sabato 1 aprile, ore 15). Le due squadre saranno di fronte per la 33^ giornata del Campionato di B. I gialloblù a quota 55 in classifica, proveranno a raggiungere la Spal al 2° posto; mentre i padroni di casa cercheranno di ottenere punti salvezza. L’Hellas arriva al match dopo cinque risultati utili di fila (2 vittorie e 3 ics), i siciliani invece nelle precedenti 2 gare hanno battuto il Bari 4-0 ed il Benevento 1-3 al “Vigorito”.

Se il match non è mai stato disputato in nessuna categoria o torneo in terra siciliana, è giusto però ricordare almeno la precedente amichevole, risalente alla stagione scorsa e la gara all’andata di questo torneo.

Il 22 luglio 2015 a Racines, i gialloblù di Mandorlini vennero battuti durante la preparazione pre-campionato dagli uomini allenati da Serse Cosmi per 1-2 che si dimostrarono un avversario tosto. A portarsi per primo in vantaggio fu il Verona con un rigore trasformato da Pazzini al 3’, ma al 27’ Montalto siglò il pareggio. Nella ripresa, i carichi di lavoro si fecero sentire maggiormente per gli scaligeri, i quali andarono definitivamente sotto al 72’ subendo il gol di Coronado. Nell’attuale Campionato di B, all’andata (30 ottobre 2016), trionfo dell’Hellas per 2-0 (35' Siligardi, 71’ Valoti).
ANDREA FAEDDA

LA CONFERENZA
Pecchia: Non abbiamo raccolto quanto seminato
30/03/2017 14:04
"Pisa? Non voglio parlare delle colpe dell'arbitro, che sono già troppo evidenti, ma naturalmente noi non dovevamo arrivare in quella situazione. Il Pisa non arrivava quasi mai negli ultimi nostri 30 metri: due volte sono entrati in area e una volta hanno fatto il gol. Sarebbe stato più bello vincere con più di gol scarto ma anche l'1-0 sarebbe andato benissimo: meritavamo di vincere". Fabio Pecchia interviene in conferenza stampa in vista della trasferta di Trapani.

L'allenatore del Verona ha continuato parlando dei singoli: "Siligardi? Andrò contro tutto e tutti ma credo che Luca sarà determinante per questo finale di campionato: ha qualità importanti e la fiducia di tutto il gruppo. F.Zuculini? In questo momento Franco dà qualcosa di importante ma va gestito. Per le sue caratteristiche è una 'miccia' importante: a Trapani dovrebbe partire titolare. Lui potrebbe terminare anche qualche partita, ma voglio preservarlo per le sue condizioni fisiche, ricordiamoci che abbiamo rinunciato a lui per tutta l'andata. Ganz non sta bene e non ci sarà: mi spiace perchè non ho potuto dargli continuità. Pazzini? E' in grande crescita".

Pecchia ha concluso con una considerazione sul Trapani e sugli squalificati gialloblù: "Sappiamo che è una squadra in salute ma noi dobbiamo pensare sempre a puntare al massimo. Bessa e Romulo? Sono nostri titolari, giocatori importanti con qualità straordinarie: a maggior ragione devono venire fuori le qualità del gruppo senza di loro. Voglio una squadra operaia. Sento la fiducia del presidente e di tutto lo staff. I dati non si possono contestare: abbiamo fatto un passo indietro dal punto di vista dei risultati ma in questo momento, e negli allenamenti, vedo la mia squadra spingere sull'acceleratore. Abbiamo raccolto troppo poco di quanto abbiamo seminato. Spal e Frosinone giocano prima di noi (venerdì contro Avellino e Cesena, ndr)? Cambia poco chi gioca prima e chi dopo: l'obiettivo è sempre vincere".
L.VAL.

APRILE DECISIVO
Hellas, la settimana più lunga
29/03/2017 17:07
Mancano solo 10 partite alla fine della stagione: Frosinone e Spal hanno leggermente allungato in classifica, lasciando poco più indietro il Verona. Questa settimana sarà molto importante perchè si giocheranno tre partite in una settimana, sono molti i punti in palio: l'Hellas sarà sabato 1 aprile a Trapani, martedì sera poi al Bentegodi arriverà lo Spezia, mentre lunedì sera ci sarà il posticipo col Novara in Piemonte.

Ma aprile sarà caratterizzato da altre tre sfide in una settimana. Dopo il match di Pasquetta con il Cittadella (lunedì 17 aprile), il Verona avrà altri tre incontri solamente in sette giorni: il 22 aprile a Bari, poi a metà settimana altra trasferta a Perugia, per infine tornare il 29 al Bentegodi per disputare il derby col Vicenza. Saranno sette incontri decisivi ad aprile (poi gli ultimi 3 della stagione a maggio): questo è il mese dove si decide tutta una stagione.
L.VAL.

AVVERSARIO HELLAS
Il Trapani e quella forma invidiabile
29/03/2017 12:15
Il Verona vola in Sicilia per cercare la vittoria dopo i 3 pareggi consecutivi con Ascoli, Pro Vercelli e Pisa: c'è da affrontare il Trapani di Calori. Dopo aver sfiorato la promozione l'anno scorso (persa la finale play-off col Pescara di Lapadula), i granata hanno passato tutta la stagione all'ultimo posto in classifica, con un distacco importante dalla zona play-out. Cosmi ha pagato per tutti e al suo posto è arrivato Calori, molto prima di Natale. Il cambio di passo non è arrivato subito: solo a febbraio-marzo la squadra ha incominciato a correre, anche perchè elementi come Coronado, Barillà e Fausto Rossi sono ottimi per la categoria.

FORMA INVIDIABILE. Il Trapani è tornato pienamente nella lotta per la salvezza: al momento è terzultimo in classifica a quota 32 punti ad un solo punto da Brescia e Latina e distante solo due lunghezze da Cesena e Vicenza a 34. Dopo la bruciante sconfitta nello scontro diretto di Terni (2-1 per la Ternana) sono arrivate due roboanti vittorie con squadre di livello: il rotondo 4-0 col Bari e la vittoria in trasferta a Benevento (1-3). I siciliani sono in grande forma: il Verona, senza Bessa e Romulo squalificati, però è obbligato a vincere per riprendere la sua corsa verso la vetta.
LUCA VALENTINOTTI

SERIE B
Franco Zuculini il "soul" del Verona
28/03/2017 16:14
Fusco lo tratta come un figlio. O come un fratello. Nessuno meglio del ds del Verona sa che cosa Franco Zuculini possa dare all’Hellas e quanto questo giocatore sia mancato nella fase centrale del campionato, quando il Verona si è impastoiato dentro le sue paure e uno con la sua grinta avrebbe potuto fare la differenza.

Ora anche il Bentegodi lo ha conosciuto e Franco è diventato un idolo dello stadio. Zuculini incarna esattamente il sentire del pubblico veronese. Un giocatore di grande temperamento, di stampo quasi anglosassone, che non tira mai indietro la gamba, anche a rischio di farsi male, come purtroppo in passato era già successo.

Con quel suo continuo correre e quella sua eccezionale grinta, Franco Zuculini riesce a cambiare persino il dna di una squadra tecnica e compassata come quella scaligera.

La sua presenza a centrocampo ha regalato equilibrio al Verona, tanta corsa, uno stimolo anche per i compagni di reparto.

L’unica incognita è la sua condizione fisica. Zuculini è tornato al calcio dopo due bruttissimi infortuni al ginocchio, dopo aver anche rischiato di chiudere.

Un pensiero che proprio Fusco gli ha fatto passare, quando lo ha voluto a Verona. E ora Franco ha una specie di debito di riconoscenza nei confronti della città e del suo dirigente che lo ha convinto a continuare contro tutto e contro il destino avverso.

Un debito che vuole ripagare con la vittoria del campionato e la promozione dell'Hellas. Con Franco Zuculini nel motore, il Verona ce la può fare.
GIANLUCA VIGHINI

SERIE B
Siligardi c'è (ma diciamolo piano)
28/03/2017 16:11
Trattandosi di Luca Siligardi l’argomento è da maneggiare con grande cura. Il rischio di essere smentiti è infatti dietro l’angolo.

O meglio: è nella testa di un giocatore che potenzialmente è il migliore di tutti ma che poi in campo si perde spesso in un bicchiere d’acqua. Meglio limitarsi allora al racconto di quello che si è visto domenica contro il Pisa: ovvero il migliore Siligardi della stagione.

Detta così sembra semplicissima. Come il gol, bellissimo, che ha portato all’1-0 del Verona. Invece quel Siligardi è frutto di un lungo lavoro, partito dal campo d’allenamento e arrivato finalmente anche in partita.

Pecchia non ha mai dubitato un attimo che Siligardi fosse il suo asso nella manica. Lo ha irrobustito a suon di iniezioni di fiducia che per un giocatore come Siligardi equivale praticamente a tutto.

Senza fiducia l’attaccante si smarrisce, si intestardisce, il più delle volte naufraga. E’ successo tante volte, troppe. Siligardi non va, Siligardi è il grande cruccio dell’Hellas. Eppure spesso Pecchia quando deve pensare a chi possa fare la differenza nella sua squadra lo inserisce negli undici titolari. Largo a destra nei tre, seconda punta nel nuovo Verona che si è visto domenica scorsa contro il Pisa.

Il risultato di quest’ultima evoluzione è un Siligardi come mai si era visto. Più dentro nella manovra, più incisivo, caricato al punto giusto, esaltato dal gol.

Il resto lo hanno fatto gli applausi che per l’autostima dell’attaccante sono mattoni fondamentali. Ora mancano dieci partite da qui alla fine e la speranza è di aver finalmente ritrovato uno dei protagonisti mancati di questa stagione. Se è così, la volata promozione non deve far paura.
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE B
Verona, Corriere del Veneto: “A Trapani inizia il mese decisivo”
29.03.2017 13.23 di Marco Frattino Twitter: @MFrattino
“Hellas, a Trapani inizia il mese delle sfide decisive”. Titola così l'edizione veronese del Corriere del Veneto, che sottolinea le sette gare da giocare nel giro dei 29 giorni di aprile per ritornare in vetta alla graduatoria di Serie B. La squadra allenata da Fabio Pecchia si lancia all’inseguimento della Serie A e deve rincorrere Frosinone e Spal, al momento le prime due forze del campionato e che, quindi, otterrebbero la promozione. Il calendario che si presenta di fronte all’Hellas è pieno di ostacoli aguzzi, a cominciare dalla trasferta di sabato a Trapani.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


31.03.2017
INTERVISTE
Souprayen, dieci domande per la A «Trapani una tappa, ce la faremo...»
Samuel Souprayen, sempre presente, anche con il capo fasciato

Col Pisa il mister ha cambiato giocando a tre dietro con te e Romulo piu alti...come ti sei trovato?
Mi piace giocare sia a 3 che a 4, il mister fa le sue scelte ed io sono a disposizione. Pecchia mi chiede sempre di essere propositivo e questo è l’atteggiamento che devo tenere, al di là del modulo con cui scendiamo in campo.

Sei quello che ha giocato di più con Nicolas buon rendimento...senti la fiducia di Pecchia?
Ho giocato 32 partite e il mister mi aiuta e mi dà consigli per migliorare sia in fase difensiva che offensiva.

Con la Roma la prima di campionato un grande esordio poi ...
Per me era il primo anno che giocavo in un campionato diverso rispetto a quello francese, e in più abbiamo trovato delle difficoltà. Non era facile, perché fisicamente non stavo bene: ho stretto i denti, avevo un problema alla caviglia ma poi ho deciso di operarmi. Era febbraio, sono rientrato a fine marzo non è stato facile.

Il pubblico del Bentegodi mette pressione?
Verona è una piazza importante che pretende tanto, come è giusto che sia. Sono convinto che uniti sarà più semplice raggiungere l'obiettivo di tutti. Il Bentegodi che spinge è la nostra arma in più e un ostacolo enorme per gli avversari.

C'e' il rischio di andare ai play off...Cosa ne pensi?
La mia testa non pensa ai playoff. La classifica la guardiamo alla fine, ora ci restano 10 partite da affrontare al massimo. Al termine del campionato tireremo le somme e valuteremo quanto fatto. Ora conta solo fare più punti possibili.

Quanto di manca il gol?
Mi manca, ma non è la priorità per un difensore. Spero comunque di segnare il prima possibile per aiutare i miei compagni. Per adesso mi accontento di fare qualche assist.

Il compagno con il quale leghi di piu?
Momo Fares. E’ francese come me, all’inizio mi ha aiutato tanto con la nuova lingua e veniamo sempre insieme all’allenamento.

Ci racconti come sei arrivato al Verona?
Ero in scadenza con il Digione, c’erano delle squadre su di me tra cui anche il Verona. Ho sempre sentito parlare bene di questa piazza. Da qui sono passati grandi campioni come Luca Toni, Rafa Marquez e Javier Saviola. Senza parlare della città, semplicemente stupenda. Ho preso casa in centro, amo passeggiare tra bellezze e monumenti ricche di storia.

Parlaci del Souprayen privato...
Quando non solo sul campo faccio il papà a tutti gli effetti. Sono sposato con Imane e papà di tre bellissimi bambini: Ibrahim gioca nella Scuola Calcio del Verona e quando riesco vado a vedere i suoi allenamenti. Mia figlia Aliyah fa ginnastica alla fondazione Bentegodi e poi c’è la più piccola, Soumaya, la veronese di casa. E’ nata proprio qui infatti, all’ospedale di Borgo Trento, il 16 novembre 2015.

Trapani trasferta difficile e perche?
Noi dobbiamo pensare alla nostra prestazione, perché Trapani rappresenta una delle 10 tappe che da qui alla fine.
Gianluca Tavellin

FONTE: LArena.it


Trapani: report seduta pomeriggio
31/MARZO/2017 - 19:30
Trapani - Allenamento pomeridiano per i gialloblù presso lo stadio 'Provinciale' di Trapani . La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, torelli, esercitazioni sui calci piazzati e possesso palla.

Domani squadre in campo alle ore 15 per Trapani-Hellas Verona.

#TrapaniVerona: vivila con noi e scopri numeri e curiosità
31/MARZO/2017 - 16:50

NUMERI & CURIOSITA'
Scopri i numeri, le statistiche e le curiosità fornite da Opta Sports di Trapani-Hellas Verona, 33a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 1 aprile (ore 15) allo stadio 'Provinciale'.

- Seconda sfida in Serie B tra Hellas Verona e Trapani. L'unico precedente, giocato lo scorso 30 ottobre, è stato vinto per 2-0 dai gialloblù.

- Con 2 vittorie e 3 pareggi, il Verona è imbatutto da cinque giornate in campionato: dall'altra parte il Trapani, forte di 3 vittorie e di altrettanti pareggi, è imbattuto in casa da 6 incontri di B.

- Avversari a confronto: si sfidano la squadra che ha segnato maggiormente su azione nel campionato di B in corso (Verona: 34 gol) e quella che ne ha subiti di più in questa graduatoria (Trapani: 31). Il Verona fino a qui è la squadra che ha segnato più di tutti nei primi tempi, 30 reti finora. Di contro, il Trapani è la squadra che ne ha subite di più nello stesso lasso di tempo, 24.

#TrapaniVerona: 20 convocati
31/MARZO/2017 - 10:50
Verona - Diramata la lista dei 20 convocati per la sfida contro il Trapani, 33a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 1 aprile allo stadio 'Provinciale' (ore 15).

#TRAPANIVERONA
CONVOCATI

Portieri

12. Coppola
31. Ferrari L.
1. Nicolas

Difensori

4. Bianchetti
5. Boldor
30. Caracciolo
28. Ferrari A.
3. Pisano
18. Souprayen

Centrocampisti

8. Fossati
27. Valoti
20. Zaccagni
33. Zuculini B.
14. Zuculini F.

Attaccanti

25. Cappelluzzo
23. Fares
10. Luppi
11. Pazzini
26. Siligardi
7. Troianiello

BUON COMPLEANNO PISANO
31/MARZO/2017 - 09:00
Tanti auguri Eros!

La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra

augurano buon compleanno a Eros Pisano.

Il difensore gialloblù compie oggi 30 anni.

Pecchia: «A Trapani voglio un Verona vincente»
30/MARZO/2017 - 16:35
Peschiera - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate in vista di Trapani-Hellas Verona.

VERSO TRAPANI
«Il Trapani? Siamo in crescita e dobbiamo insistere. In questo momento i risultati non ci stanno ripagando del lavoro svolto, nell'ultimo periodo abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato. A Trapani il nostro atteggiamento non deve cambiare: voglio un Verona vincente, non importa se sarà bello o brutto. Affronteremo una squadra viva e in salute, ma io guardo in casa mia, ci siamo allenati con intensità e sono convinto che faremo una grande prestazione».

QUESTIONE DI FIDUCIA
«Col Pisa abbiamo fatto una partita maschia, avremmo potuto fare il secondo gol, poi un altro ancora, anche se le partite si possono vincere anche 1-0, gestendo il risultato. Siamo andati in vantaggio, per tutta la partita gli avversari sono arrivati 2 volte soltanto negli ultimi 30 metri e siamo stati puniti, il risultato finale fa rabbia al di là del rigore, che si commenta da solo. Siligardi? Sono convinto che sarà determinante in questo finale di stagione, ha qualità e consapevolezza nei suoi mezzi e questo gli viene riconosciuto anche dal gruppo. Franco Zuculini? In questo momento sta dando un contributo importante, lo voglio sfruttare il più possibile e per questo devo gestirlo. Pazzini? Il problema che ha avuto è superato. È in crescita e questa settimana si è allenato alla grande. Ganz non ci sarà, a riprova di quanto avevo già detto: mi spiace molto, perché spesso durante l’anno non ha avuto la possibilità di allenarsi con continuità. La fiducia di Setti? È uno stimolo e fa sicuramente piacere. La sua vicinanza a me e a tutto lo staff è una cosa di cui ero al corrente, ci confrontiamo spesso anche durante la settimana, e non posso fare altro che essergli grato e riconoscente».

Peschiera: report seduta mattino
30/MARZO/2017 - 13:05
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche e partitella. Lavoro differenziato per Simone Andrea Ganz.

Domani la squadra si trasferirà a Trapani in mattinata, dove svolgerà la seduta di rifinitura nel pomeriggio.

Inizia la nuova avventura dell'Hellas Store Adigeo!
30/MARZO/2017 - 12:15

Verona - Primo scontrino emesso: felpa e t-shirt della nuova collezione tempo libero. E' iniziata così, alle ore 9, l'avventura del nuovo negozio gialloblù, l'Hellas Store Adigeo, all'interno del nuovo Centro Commerciale Adigeo, inaugurato proprio questa mattina. Tanti i tifosi e i curiosi che, attirati dalla particolare forma a chiosco con tetto semiscoperto, hanno visitato il corner gialloblù, situato nella galleria del piano terra della nuova area commerciale (ingresso di via Copernico). In vendita il merchandising ufficiale, dalla maglie gara fino alla collezione tempo libero, senza dimenticare i servizi di prevendita per le partite casalinghe del Bentegodi e tutte le esperienze per vivere il giorno gara da protagonisti. Hellas Store Agideo è aperto tutti i giorni, con orario continuato dalle 9 alle 21.

Scuola Calcio Elite: in sala Lucchi si parla delle regole del calcio
29/MARZO/2017 - 21:24

Verona - Proseguono gli incontri formativi promossi dalla Scuola Calcio Elite dell'Hellas Verona, per affrontare con l'aiuto di esperti qualificati gli argomenti meno conosciuti ma basilari per la crescita dei giovani atleti. Tema della serata della Sala Lucchi, a due passi dallo stadio 'Bentegodi', è stato 'Le regole del gioco, il gioco delle regole', argomento trattato da diversi punti di vista. Platea di ospiti molto importante, infatti, con l'ex calciatore del Verona e presidente dell'Associazione Italiana Calciatori Damiano Tommasi, l'ex arbitro internazionale Massimiliano Saccani e Coordinatore Nazionale Avviso Pubblico Pierpaolo Romani. A moderare il dibattito, come sempre, il reponsabile Scuola Calcio Zaccaria Tommasi, che ha condotto attraverso le tematiche le decine di persone presenti, tra rappresentanti delle società calcistiche veronesi, genitori, bambini e tecnici della Scuola Calcio gialloblù, oltre alle ragazze del Verona Calcio Femminile. L'educazione alla legalità è un tema tanto importante quanto sottovalutato, e insegnarlo fin dai primissimi anni di approccio al calcio è un valore aggiunto utile per tutta la vita.

Questo il commento del Responsabile della Scuola Calcio dell'Hellas Verona, Zaccaria Tommasi: «Stasera abbiamo voluto affrontare l'argomento delle regole, ma non solo quelle legate strettamente al rettangolo di gioco. Per questo, abbiamo voluto portare qui tre punti di vista apparentemente distanti ma ugualmente importanti. In particolare, un calciatore come Damiano Tommasi ci può raccontare la visione di chi scende in campo e deve sottostare a un regolamento, ma anche a una filosofia di comportamento.Un ex arbitro come Saccani ci mostra invece il ruolo di chi le regole le rappresenta e ha il compito di farle rispettare. Ma il calcio è uno sport così seguito e importante da rendere necessario anche un intervento sulla legalità in senso più ampio, con un grande esperto di mafia come Pierpaolo Romani a parlarcene».

Peschiera: report seduta mattino
29/MARZO/2017 - 14:00

Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla, esercitazioni di superiorità e inferiorià numerica e partitella. Torna ad allenarsi con il gruppo Alex Ferrari, lavoro differenziato per Simone Andrea Ganz.

Domani in programma una seduta di allenamento mattutina (ore 11) a porte chiuse.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*
Giovedì 30 marzo: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Venerdì 31 marzo: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Sabato 1 aprile: Trapani-Hellas Verona (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Nazionali: Tupta e Stefanec ko contro la Germania
28/MARZO/2017 - 20:00
Verona - Finisce il sogno europeo per la Slovacchia Under 19 di Stefanec e Tupta. Impegnati nel Uefa Elite Round, i due calciatori della Primavera gialloblù non sono riusciti a guidare la propria nazionale alla fase finale dell'Europeo di categoria (in programma in Georgia dal 2 al 15 luglio 2017) e si sono dovuti arrendere nell'ultimo (e decisivo) match contro i padroni di casa della Germania per 4-0. Novanta minuti per Tupta, ancora capitano, e primo tempo in campo per Stefanec, prima di chiudere l'esperienza e fare ritorno a Verona, in attesa della ripresa del campionato Primavera in programma sabato 1 aprile contro il Vicenza.

Impegno con l'Under 21 italiana per Alex Ferrari. Il difensore gialloblù è sceso in campo, nella serata di lunedì 27 marzo, per tutta la partita nell'amichevole giocata a Roma contro la Spagna, terminata 2-1 in favore degli ospiti.

Giudice Sportivo: Bessa e Romulo salteranno #TrapaniVerona
28/MARZO/2017 - 17:00
Verona - Il Giudice Sportivo, Emilio Battaglia, ha squalificato per una giornata i calciatori gialloblù Daniel Bessa, ammonito durante Hellas Verona-Pisa «per proteste nei confronti degli Ufficiali di gara; già diffidato» (quinta sanzione), e Romulo, ammonito «per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato» (quinta sanzione). I calciatori non saranno quindi a disposizione per Trapani-Hellas Verona, 33a giornata della Serie B ConTe.it.

Entrano in diffida (quarta sanzione) Franco e Bruno Zuculini.

Peschiera: report seduta mattino
28/MARZO/2017 - 14:00
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, circuiti di forza sul campo, lavoro atletico, possesso palla e partitella a campo ridotto. Lavoro differenziato per Ganz, a causa di un risentimento al quadricipite destro. È rientrato a Peschiera Alex Ferrari che, dopo i 180' giocati nel doppio impegno con la Nazionale Under 21 (ultima sfida ieri sera contro la Spagna), ha svolto lavoro di scarico in palestra. Hanno assistito all'allenamento i 44 allievi partecipanti al "Corso per preparatori atletici" organizzato dal Settore Tecnico della FIGC.

Variazione di programma: la seduta di allenamento di domani, inizialmente prevista per le ore 11 a porte chiuse, si svolgerà invece a porte aperte.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*
Mercoledì 29 marzo: allenamento mattutino (ore 11)
Giovedì 30 marzo: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Venerdì 31 marzo: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Sabato 1 aprile: Trapani-Hellas Verona (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Pedro TROGLIO lascia il TIGRE e va in Perù...

MOTOGP: VIÑALES trionfa nel primo GP della stagione dopo un gran duello con la DUCATI di DOVIZIOSO! Terzo un gran ROSSI nonostante un week-end pessimo...

SUDAMERICA
UFFICIALE: Tigre, Pedro Troglio lascia e va in Perù. Sava neo tecnico
27.03.2017 23.55 di Fabrizio Zorzoli
UFFICIALE: Tigre, Pedro Troglio lascia e va in Perù. Sava neo tecnico
E' stato presentato qualche ora fa in Perù il tecnico argentino Pedro Antonio Troglio (51), ufficialmente il nuovo DT del Club Universitario de Deportes.
Troglio, ex centrocampista di Lazio, Ascoli e Verona, aveva lasciato la guida del Club Atletico Tigre solamente la settimana scorsa in seguito al ko contro il Gimnasia di La Plata, sua ex squadra.

Nel frattempo il Tigre, dopo la sconfitta esterna in campionato (1-0) rimediata sabato sera contro il Rosario Central, ha nominato oggi il nuovo tecnico: si tratta dell'ex Racing, Quilmes, O'Higgins e San Martín de San Juan Facundo Sava (43), detto "El Colorado", il quale è stato preferito a Sebastián Gallego Méndez e si è legato fino al giugno 2018 alla società di Victoria.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


MotoGp, in Qatar vince Viñales. Rossi sul podio, Dovizioso secondo!
Lo spagnolo vince al debutto con la Yamaha, ma che rimonta per il Dottore: partito decimo, chiude terzo. Male Lorenzo, solo undicesimo

domenica 26 marzo 2017
© EPA

LOSAIL - Un avvio di stagione straordinario regala a Viñales la prima vittoria in MotoGp del 2017. Il pilota della Yamaha si aggiudica la prima tappa in Qatar al termine di una gara inizialmente funestata dalla pioggia e che poi si è trasformata in uno dei più bei avvii di stagione degli ultimi anni. È festa anche per Andrea Dovizioso, secondo al termine di un duello all’ultimo respiro con lo spagnolo, e per Valentino Rossi, ancora una volta straordinario: il Dottore compie l’ennesima rimonta risalendo dalla decima alla terza posizione. Finisce quarto Marc Marquez, malissimo Jorge Lorenzo, solo undicesimo al debutto con la Ducati.

PIOGGIA E RITARDO L’avvio è ancora tormentato dalla pioggia dopo le qualifiche annullate ieri. Stavolta poche gocce d’acqua cadono sul circuito di Losail a pochi minuti dal via, ma sono sufficienti a scombussolare il programma. Dopo diverse verifiche e colloqui tra piloti e Direzione gara, si parte con circa cinquanta minuti di ritardo e dal bagnato della pioggia si passa subito all’infuocato avvio dei piloti: il debuttante Zarco parte come una furia e dalla quarta posizione passa in testa, inseguito da Marquez e Iannone che fanno a sportellate. Alla battaglia si aggiunge ben presto Dovizioso, mentre Viñales non se la sente di rischiare e rimane prudentemente in quinta posizione, dove è scivolato al via.


ZARCO OUT Più indietro, Lorenzo va lungo sulle prime curve e viene risucchiato nelle retrovie, mentre Rossi, partito decimo, inizia a testa bassa la sua rimonta. Una risalita impervia, come testimonia la telecamera sistemata sul lato posteriore della Yamaha del Dottore, che dopo qualche giro si stacca (complice una botta di Crutchlow alla partenza) ma rimane in sicurezza grazie al cavo che la tiene lontana dalla gomma della moto. Il ritmo è altissimo e a farne le spese è proprio Zarco: dopo sei giri a ritmo indemoniato, il francese della Tech3 scivola sulla ghiaia e lascia in testa Dovizioso, che nel frattempo si è messo alle spalle Marquez e Iannone.

DELUSIONE IANNONE È il momento di Viñales, che a questo punto può iniziare a spingere. Lo spagnolo della Yamaha “assale” Iannone e poi Marquez, che però rispondono con altrettanta decisione. Il duello è tiratissimo e davanti ne può approfittare Dovizioso, che allunga sul terzetto di inseguitori. In quinta posizione, invece, Rossi tenta di ricucire lo strappo e riportarsi a ridosso del gruppo di testa. La tensione torna altissima e a farne le spese stavolta è Iannone, che finisce a terra dopo un quasi contatto con Marquez.


DOVIZIOSO-VIÑALES, CHE DUELLO È il via definitivo per Viñales, che torna all’attacco del campione del mondo e lo passa, seguito poco dopo da un Valentino Rossi in formato uragano. Incredibile ancora una volta la rimonta del Dottore, che dopo 12 giri è terzo nonostante il weekend terribilmente difficile e una partenza a handicap. La scena, poi, si fa tutta per Dovizioso e Viñales in lotta per il primo posto, un duello da manuale del motociclismo che alla fine va a favore dello spagnolo, con Rossi che si prende l’ultimo gradino del podio. Al traguardo gli applausi sono per tutti, comprese le sorprese come Aleix Espargarò, bravissimo a conquistare il sesto posto alle spalle di Pedrosa. Molto bene anche Redding, settimo, davanti a Miller, Rins e Folger.

FONTE: TuttoSport.com.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaMilan Caracciolo

#VeronaMilan Bessa


Wallpapers gallery