#VeronaEntella in anteprima: L'HELLAS in crisi aspetta al Binti un ENTELLA in astinenza di vittorie da un mese e mezzo, fra i gialloblù rientrano dal turno di squalifica capitan PAZZINI e PISANO, pesanti assenze fra i liguri senza TROIANO, AMMARI, COSTA FERREIRA e l'ex CECCARELLI ma ci sarà Aniello...

Pubblicato da andrea smarso giovedì 15 dicembre 2016 21:07, vedi , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#VeronaEntella +   -   =

Tre sconfitte nelle ultime cinque gare e solo quattro le reti messe a segno ma a parlare di crisi nera non sono solo i freddi numeri, basta infatti ricordare come giocava il VERONA di qualche tempo fa (con un calcio fatto di velocità, idee, precisione chirurgica nell'esecuzione) e vedere le ultime partite per capire che qualcosa è andato storto...
C'è solo da capire chi avrà ragione tra i pessimisti che credono ad un HELLAS bluff che è stato ormai studiato e imparato a memoria dagli avversari e gli ottimisti che si affidano ad uno stile di gioco che non può essere andato del tutto perso in un mese.
Realisticamente spero in un momento di appannamento generale dei gialloblù che, unito ad episodi sfavorevoli in serie, stà preoccupando non poco chi (me compreso), esaltato da un tipo di calcio che da molto non si vedeva a Verona, assiste tutto ad un tratto allo sfuggire di sicurezze che si pensavano ormai acquisite.
Insomma un mese di calo ci può anche stare (soprattutto perchè anche le altre non è che stiano correndo più di tanto) ma occhio comunque ai liguri che arrivano al 'Binti' non avendo nulla da perdere e, pur gravati da assenze pesanti e a secco di vittorie dal 29 Ottobre, si trovano pur sempre in zona playoff.

Precedenti
Gara giovanissima quella tra scaligeri e diavoli neri che consta in un unico match precedente a quello di Lunedì: Era infatti il 12 agosto 2012 e nello stadio ligure l'HELLAS affrontava l'ENTELLA in un turno di Coppa Italia, la squadra di Chiavari andò in vantaggio per prima ma venne poi rimontata grazie alle reti di RIVAS e GOMEZ (doppietta)...

Ad arbitrare la sfida sarà il signor Federico La Penna della sezione Aia di Roma.


QUI VERONA
CHERUBIN fuori almeno fino a Gennaio, poi si deciderà per un eventuale intervento chirurgico, ALBERTAZZI ha ricominciato a correre sul campo ma rientrerà solamente nel nuovo anno, difficile anche il recupero di Juani GOMEZ ancora alle prese con la lombalgia.
Al rientro dalla squalifica tornano a disposizione capitan PAZZINI e PISANO.

Convocati
Portieri: 12. Coppola, 31. Ferrari, 1. Nicolas
Difensori: 4. Bianchetti, 5. Boldor, 30. Caracciolo, 3. Pisano, 28. Riccardi, 18. Souprayen
Centrocampisti: 24. Bessa, 8. Fossati, 16. Maresca, 2. Romulo, 27. Valoti, 20. Zaccagni
Attaccanti: 25. Cappelluzzo, 23. Fares, 9. Ganz, 21. Gomez, 10. Luppi, 11. Pazzini, 26. Siligardi, 7. Troianiello

Probabile formazione
Altro stop per ZUCULINI (risentimento muscolare al flessore della gamba sinistra).

4-3-3 con Nicolas; Pisano-Bianchetti-Caracciolo-Souprayen; Romulo-Fossati-Bessa; Luppi-Pazzini-Siligardi


QUI CHIAVARI
A Verona la squadra di mister BREDA dovrà fare a meno dell'ex capitano gialloblù Luca CECCARELLI in difesa e dei centrocampisti TROIANO, AMMARI e COSTA FERREIRA: Assenza davvero molto pesanti per i Diavoli Neri in crisi di risultati da più di un mese...
Per un ex squalificato, un altro ex (poco amato a voler usare un eufemismo) sarà probabilmente in campo, si tratta di Aniello CUTOLO che in maglia scaligera, lo ricorderete, si divorò un gol pazzesco nella finale di andata dei playout del 2007 a La Spezia e, con la maglia del PADOVA al Bentegodi 'bollò' due volte su due (andando ad esultare nella prima occasione sotto la Curva Sud e 'bisticciando' con mister MANDORLINI che chiedeva rispetto per i tifosi).

Convocati
Portieri: Iacobucci, Paroni, Ayoub.
Difensori: Pellizzer, Benedetti, Sini, Belli, Iacoponi, Keita, Baraye.
Centrocampisti: Gerli, Di Paola, Moscati, Palermo, Tremolada.
Attaccanti: Caputo, Cutolo, Beretta, Diaw, Mota Carvalho, Puntoriere.

Probabile formazione
Aniello CUTOLO non è dato come titolare al Binti ma BREDA sa che l'attaccante ha segnato sempre contro il VERONA...

4-3-1-2 con Iacobucci; Iacoponi-Benedetti-Sini-Keita; Palermo-Moscati-Belli; Tremolada; Caputo-Masucci

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister PECCHIA «Serve un cambio di marcia, dobbiamo superare il brutto episodio con il Vicenza. Nel primo quarto d’ora abbiamo creato tante situazioni determinanti, questo vuol dire che l’approccio è giusto. Chiaramente le partite non durano così poco, dobbiamo tornare a gestire le situazioni come nella prima parte del campionato. Se ho in mente un cambio di modulo? Prima di ogni altra cosa, mi aspetto più leggerezza mentale e psicologica nel giocare la palla, come abbiamo fatto con il Bari, e anche nella prima parte della sfida con il Perugia. Dobbiamo continuare ad insistere, non è un discorso legato alla tattica ma alla mentalità. Siamo in una fase di difficoltà, i risultati dicono questo. Bisognava dare continuità ai risultati ma non ci siamo riusciti, adesso dobbiamo ripartire. Dispiace che si sia fermato Zuculini, poteva darci una grande mano per caratteristiche fisiche e per tempra morale. Chiedere di più da chi entra dalla panchina? A mio avviso ‘Zucu’ e Bessa hanno fatto bene con il Vicenza, due delle tre occasioni create nel secondo tempo portano la firma di Franco, anche se con la nebbia è stato difficile notarlo. In generale vedo calciatori in forma, i nostri dati lo testimoniano, qualche calo fisiologico ci sta, soprattutto da chi ha tirato la carretta per lungo tempo. La coppia Ganz-Pazzini? Hanno già giocato insieme a partita in corso, è una delle nostre soluzioni. Come ho già detto, non è un discorso di uomini, tattica o moduli, ma di mentalità. Voglio vedere una grande reazione, inciderà molto la forza del gruppo nell’affrontare la gara. Il ritorno di Juanito? Si è aggregato da poco, la mancanza di continuità ne ha condizionato il rendimento. E’ un calciatore molto forte, in grado di dare molte soluzioni» HellasVerona.it

Mister BREDA tecnico dell'ENTELLA «Sicuramente non ci mancheranno le motivazioni in una cornice come quella del Bentegodi, sarà una bellissima partita: poi non andremo certo a fare le figurine, andiamo a Verona per cercare di fare il risultato. L'Hellas non è imbattibile. Noi abbiamo le nostre armi che sono la nostra capacità di stare in campo, la nostra intensità, il nostro spirito di gruppo ed anche le nostre qualità nelle varie fasi di gioco. Bisogna usare tutto al massimo, fare una prestazione super a Verona e cercare di sfruttare i loro punti deboli» TGGialloBlu.it

Matteo MATTEAZZI, diggì dell'ENTELLA, analizza il brutto momento dei liguri ed il prossimo impegno al Bentegodi «Credo si possa parlare tranquillamente di una frenata dovuta ad un calo di tensione. Una cosa che può capitare durante un periodo con varie difficoltà, sia sul piano del gioco che della concentrazione. Abbiamo alzato l'asticella dopo quanto fatto nei mesi scorsi ma è evidente che non è semplice. Il prossimo turno al Bentegodi? Sarà una gara difficilissima contro una formazione forte, ma che non sta vivendo il suo momento migliore. Non dovremo spaventarci e giocare a viso aperto. Con coraggio e fiducia» TuttoMercatoWeb.com

PecchiaBreda

Capitan CECCARELLI non scenderà in campo al Bentegodi perchè squalificato «Il rapporto con l’Hellas? C’è un legame che non si è spezzato. Verona è una piazza da cui ricevi un amore indescrivibile. Certo, dall’altro lato devi mettere in conto che, quando le cose non vanno per il meglio, ci sono i mugugni. Ma il bello di giocare in una realtà come quella è proprio questo: la passione è coinvolgente. Noi dell’Entella arriviamo da un momento non semplice. C’è stato un calo. Contiamo di tornare appieno in carreggiata e arrivare alla pausa in zona playoff. Veniamo lì consapevoli della difficoltà di questa partita, ma anche di come il Verona, rispetto a qualche tempo fa, sia più fragile. Possiamo pungere» Hellas1903.it

PISANO sulla sconfitta di Vicenza ed i problemi dell'HELLAS dell'ultimo mese «Vicenza? Non mi aspettavo quel risultato, noi le gare le prepariamo ma non si può mai sapere come sarà effettivamente la partita, che è sempre condizionata da momenti ed episodi, contro o a favore che siano. Sta di fatto che abbiamo perso una gara importante, un derby, cui tenevamo sia noi che i tifosi, ma adesso siamo già proiettati sull'Entella. Tutte le squadre affrontano cali, noi lo stiamo avendo ora, ma lo spogliatoio è unito, siamo positivi, sappiamo della forza che abbiamo. L'importante è riprendere subito il cammino, abbiamo fatto un gran calcio e se continuiamo a lavorare possiamo tornare al più presto quelli di prima, a partire da lunedì sera, riunendoci come gruppo. I tifosi del Verona ci sono sempre stati vicini, capisco che si vorrebbe sempre vedere un grande Hellas ma prima di tutto vengono i risultati, e questi finora dicono che siamo primi in classifica. Daremo tutto nelle tre gare che mancano alla fine dell'andata, poi la pausa» HellasVerona.it

Il presidente SETTI sul mercato e la crisi dell'HELLAS «Mercato? Bessa è nostro, dopo le 18 presenze maturate. Rappresenta per noi sia un grande investimento che un’importante scommessa che vogliamo vincere. Ci sono ancora delle partite prima del mercato, poi sarà compito del direttore sportivo Fusco valutare le eventuali possibilità, fermo restando che stiamo parlando di una squadra forte. Faremo le nostre valutazioni sul calciomercato confrontandoci tutti insieme nel segno della continuità, che abbiamo mantenuto anche lo scorso anno, nonostante la stagione negativa. Ogni decisione verrà presa con la collaborazione di tutti. Unità fra squadra e società sono da mettere al primo posto per guardare avanti con fiducia. Il momento dell’Hellas? Ci aspettano partite importantissime, finora abbiamo fatto un percorso straordinario, pur con qualche battuta d’arresto. Vincere, si sa, non è mai facile né scontato. Normale aspettarsi a questo punto una reazione da una squadra che ha valori importanti» CalcioNews24.com

L'ex FERRARESE sul momento poco brillante del VERONA «È un periodo effettivamente non brillante, ma direi che ci sta, dopo un inizio così importante. Il campionato di Serie B è molto difficile, io ne ho giocati parecchi e so che tipo di squadre si vanno ad affrontare. Ci sta il fatto di avere un momento di minor brillantezza, ma sono convinto che il Verona abbia la squadra e la rosa per fare bene fino alla fine del campionato. Problema fisico, mentale o mancanza di alternative in alcuni ruoli chiave? A volte la stanchezza deriva da un fattore mentale: quando perdi qualche partita, o non la vinci, mentalmente sei più stanco. Al contrario, quando vinci delle gare pur essendo in difficoltà magari hai ancora benzina per fare un ultimo sforzo. Penso che un po’ tutti i fattori che hai detto possano essere veri, ma che nessuno vada a incidere in modo fondamentale. In questo momento è importante che i cosiddetti sostituti diano qualcosa in più, per farsi trovare pronti e far capire a Pecchia che può fidarsi di loro. I campionati di B si vincono anche per questo.» Hellas1903.it

ZUCULINI sulla crisi dell'HELLAS «Siamo ancora primi, non dimentichiamocelo. I momenti difficili ci devono aiutare a crescere e a reagire. Vogliamo superare questo momento, per farlo dobbiamo lavorare sulla testa e sul campo. Sapevamo ci sarebbero stati momenti così. Io sto bene e mi alleno per essere a disposizione del mister» SkySport.it


Cena di Natale gialloblù - Setti: «Avanti con fiducia»Pisano: «Io come l'Hellas, impegno e lavoro per tornare più forti di prima»

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

A TONI UN PREMIO ALLA CARRIERA, Luca premiato a Roma in virtù della suo straordinario contributo alla storia del calcio con il riconoscimento 'Andrea Fortunato – Lo sport è vita' «Sono felice di essere qui e onorato di ricevere questo premio. Sono partito dal basso, dalla Lega Pro, la mia è una bella storia perché non mi ha regalato niente nessuno, sono arrivato con i sacrifici. Il Verona? Sta attraversando un momento un po' così, però se siamo primi, al di là della classifica che adesso conta relativamente, vuol dire che qualcosa di buono è stato fatto. Speriamo di riprendere la nostra strada già da lunedì contro l'Entella. Il mio ruolo da dirigente? E' una carriera lunga, sono appena partito. Sto imparando e mi piace, ma i risultati si vedranno un po' più avanti. Medicina nel calcio? Importantissimo effettuare controlli fisici regolari, e l'Italia in questo è leader. Spero che progetti come quello del passaporto ematico vadano avanti, è importante saper prevenire» HellasVerona.it

DELEGAZIONE HELLAS IN VISITA AI BIMBI DI ABEO: In occasione delle feste natalizie FARES, GOMEZ, NICOLAS e RÔMULO, accompagnati da Sandro MAZZOLA si sono recati in visita all'ospedale di B.go Roma per dare un qualche sollievo ai bimbi malati...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Mister VENTURA e quel 4-2-4 inventato da allenatore dell'HELLAS... Nico LOPEZ retrocede con l'INTERNATIONAL di Porto Alegre.

SORTEGGI EUROPEI: Ottimo campionato di 'IronNick' FERRARI col VENEZIA! Lagunari in vetta in Lega Pro. In Champions League va tutto sommato bene alla JUVE che sfiderà il PORTO mentre per il NAPOLI l'impresa si rivela quasi impossibile visto che i partenopei sono stati accoppiati al REAL MADRID! Sfide molto interessanti anche BARÇA-PSG e ARSENAL-BAYERN... In Europa League ecco ROMA-VILLAREAL e FIORENTINA-MOENCHENGLADBACH



RASSEGNA STAMPA +   -   =
I convocati per il Verona
18 Dicembre 2016

La rifinitura svolta questa mattina dalla truppa biancoceleste porta in dote una brutta notizia dall'infermeria: non partirà per il Veneto Gaetano Masucci, vittima di un attacco di tonsillite. Ventuno i ragazzi convocati da mister Breda, si rivede Francesco Puntoriere, reduce dal gran gol segnato ieri in Primavera contro il Genoa. Ecco l'elenco completo:

PORTIERI: Iacobucci, Paroni, Ayoub.

DIFENSORI: Pellizzer, Benedetti, Sini, Belli, Iacoponi, Keita, Baraye.

CENTROCAMPISTI: Gerli, Di Paola, Moscati, Palermo, Tremolada.

ATTACCANTI: Caputo, Cutolo, Beretta, Diaw, Mota Carvalho, Puntoriere.

FONTE: Entella.it


Hellas Verona - Virtus Entella, le probabili formazioni | Pecchia vuole una "reazione"
Il tecnico in conferenza stampa analizza il momento della squadra, affermando che si tratta più di un problema di mentalità che di modulo: non sembra quindi ancora arrivato il momento per la coppia Pazzini-Ganz

Luca Stoppele
17 dicembre 2016 17:09

Nella diciannovesima giornata del campionato di Serie B, l'Hellas Verona sfida la Virtus Entella nell'ultimo posticipo che andrà in scena allo stadio Bentegodi lunedì 19 dicembre alle 20.30.

È un periodo molto delicato per la squadra di Fabio Pecchia, che nelle ultime cinque partite ha raccolto solamente quattro punti, collezionando tre sconfitte: un rullino di marcia che non si addice alla principale candidata alla promozione, che deve quindi ritrovare sè stessa e il gioco mostrato nella fase iniziale del torneo.
Neppure l'Entella arriva da un periodo felice, con gli stessi punti raccolti dall'Hellas in altrettante giornate giornate, in virtù dei quattro pareggi conquistati: la formazione di Breda attualmente si trova alle soglie della zona play off e un risultato di prestigio al Bentegodi le darebbe lo slancio per entrarvi di diritto.

QUI HELLAS VERONA - "Serve un cambio di marcia, dobbiamo superare il brutto episodio con il Vicenza. Dobbiamo continuare ad insistere, non è un discorso legato alla tattica ma alla mentalità. Siamo in una fase di difficoltà, i risultati dicono questo. Bisognava dare continuità ai risultati ma non ci siamo riusciti, adesso dobbiamo ripartire. Dispiace che si sia fermato Zuculini, poteva darci una grande mano per caratteristiche fisiche e per tempra morale. In generale vedo calciatori in forma, i nostri dati lo testimoniano, qualche calo fisiologico ci sta, soprattutto da chi ha tirato la carretta per lungo tempo. La coppia Ganz-Pazzini? Hanno già giocato insieme a partita in corso, è una delle nostre soluzioni. Voglio vedere una grande reazione, inciderà molto la forza del gruppo nell’affrontare la gara. Il ritorno di Juanito? Si è aggregato da poco, la mancanza di continuità ne ha condizionato il rendimento. E’ un calciatore molto forte, in grado di dare molte soluzioni. Giocare in posticipo? Dobbiamo guardare il nostro percorso, è troppo presto per valutare gli altri campi, sapere il risultato degli altri cambia poco. Detto questo, per me l’Entella è una certezza in questo campionato, hanno fatto buone cose e lavorano insieme da molto. Ci siamo preparati per la sfida, avremo bisogno di tutto il supporto del nostro pubblico per fare una grande prestazione". Pecchia in conferenza stampa parla del momento delicato della squadra e chiede ai suoi una pronta reazione per uscire da questo tunnel. Con Cherubin ancora fermo ai box, l'allenatore schiererà la coppia centrale Bianchetti-Caracciolo, con Souprayen a sinistra e probabilmente Pisano a destra, mentre Romulo dovrebbe comporre la linea mediana con Fossati e Bessa. In attacco ci sarà il rientro di Pazzini, sostenuto quasi certamente da Luppi e da uno tra Fares e Siligardi, con Gomez che non sembra essere ancora pronto al rientro dal primo minuto.

QUI VIRTUS ENTELLA - "Positivo da Ascoli? Io voglio i punti e li non ne abbiamo raccolti, anche se però dobbiamo dire che la gara è stata interpretata bene, qualche errore ci ha danneggiato oltremodo; le letture positive ci sono, stiamo raccogliendo punti rispetto a qualche tempo fa. Dobbiamo guardare avanti, giocare con l’Hellas ti dà motivazioni perché sono la più forte del campionato anche se sappiamo che non sono imbattibili e la prestazione è nelle nostre corde, possiamo e vogliamo far bene; come fare bene lunedi? Dobbiamo utilizzare le nostre armi migliori, che ci sono, la capacità di stare in campo e soprattutto la forza del gruppo che sta emergendo. Vincerà la squadra che riuscirà ad interpretare, al meglio, entrambe le fasi di gioco. Non cerchiamo scuse con gli assenti, chi c’è c’è mentre chi non è a disposizione guarderà la partita da fuori, aiutando i compagni; voglio mettere l’accento sulla prestazione di Diaw, ad Ascoli, grande partita alla prima da titolare e ha messo in campo grande voglia e questo ha fatto sì che facesse una grande gara, prestazione che nessuno gli ha regalato. È una fase della stagione dove tutti vogliono ricaricare le pile, cerchiamo di rischiare le ultime energie rimaste per finire al meglio queste ultime tre gare". Breda carica i suoi sottolineando il blasone dell'avversario, ma dovrà fare i conti con numerose assenze: all'appello infatti mancheranno Ceccarelli e Troinano per squalifica, mentre Ammari e Costa Ferreira torneranno in campo probabilmente nel 2017. Caputo e Masucci quindi dovrebbero essere la coppia d'attacco, Diaw permettendo, con Tremolada alle loro spalle. In difesa invece i due centrali dovrebbero essere Sini e Benedetti.

ARBITRO - Federico La Penna di Roma.


FONTE: VeronaSera.it


PRIMO PIANO
Lesione all'adduttore della gamba destra per Ammari
14.12.2016 21:55 di Redazione TuttoEntella Twitter: @TuttoEntella
Fonte: Comunicato Entella.it
Lesione all'adduttore della gamba destra per Ammari
Gli accertamenti clinici svolti su Najib Ammari hanno evidenziato una lesione di I/II grado all'adduttore lungo della gamba destra. Il centrocampista tornerà a disposizione a gennaio in occasione della ripresa del campionato.

NEWS ENTELLA
Giudice sportivo: a Verona senza Troiano e Ceccarelli
14.12.2016 21:35 di Redazione TuttoEntella Twitter: @TuttoEntella
Doppia assenza pesante per i Diavoli Neri al "Bentegodi". Come si legge sul sito ufficiale della Lega Nazionale Professionisti di B legab.it, per la sfida di lunedì contro il Verona non ci saranno gli squalificati Troiano e Ceccarelli. Fermati dal giudice sportivo dopo il recupero di ieri sera anche Addae e Carpani dell'Ascoli.

FONTE: TuttoEntella.com


AVVERSARI
Entella, l'ex Ceccarelli squalificato contro il Verona
13.12.2016 21:30 di Giorgia Segala
Luca Ceccarelli era diffidato e, in occasione di Ascoli-Virtus Entella, è stato ammonito per un fallo da rigore. L'ex gialloblù sarà quindi costretto a saltare la gara di lunedì 19 dicembre contro il Verona. Squalificato anche il suo compagno di squadra Michele Troiano.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Verona, calma Zuculini: "Siamo ancora primi"
Zuculini festeggia un gol con Pazzini (Lapresse)

Il centrocampista del Verona predica calma e si concentra sul prossimo impegno di campionato: il 19 dicembre alle 20.30 ecco l'Entella al 'Bentegodi'
Il Verona s'è inceppato. Quattro partite nelle ultime quattro gare di campionato ma soprattutto una serenità di gioco che non c'è più: la manifesta superiorità dimostrata ad inizio campionato sembra scomparsa, a dimostrazione che anche i ragazzi di Pecchia sono... umani. Pazzini segna con meno regolarità, la difesa prende più acqua che mai.

"Siamo ancora primi" - E Zuculini - intervistato a TeleArenaSport - ha fatto il punto della situazione con estrema lucidità: "Siamo ancora primi, non dimentichiamocelo. I momenti difficili ci devono aiutare a crescere e a reagire. Vogliamo superare questo momento, per farlo dobbiamo lavorare sulla testa e sul campo. Sapevamo ci sarebbero stati momenti così. Io sto bene e mi alleno per essere a disposizione del mister".

FONTE: SkySport.it


NEWS
Ceccarelli: “Verona, sei nel mio cuore”
Il difensore dell’Entella, squalificato, non ci sarà lunedì: “Possiamo insidiare l’Hellas”

di Redazione Hellas1903, 16/12/2016, 08:12

Luca Ceccarelli, al Verona dal 2008 al 2013, a lungo capitano gialloblù, gioca nell’Entella, ma lunedì non sarà in campo in quanto squalificato.
Il difensore della squadra ligure, intervistato dal “Corriere di Verona”, dice: “Il rapporto con l’Hellas? C’è un legame che non si è spezzato. Verona è una piazza da cui ricevi un amore indescrivibile. Certo, dall’altro lato devi mettere in conto che, quando le cose non vanno per il meglio, ci sono i mugugni. Ma il bello di giocare in una realtà come quella è proprio questo: la passione è coinvolgente”.

Aggiunge Ceccarelli: “Noi dell’Entella arriviamo da un momento non semplice. C’è stato un calo. Contiamo di tornare appieno in carreggiata e arrivare alla pausa in zona playoff. Veniamo lì consapevoli della difficoltà di questa partita, ma anche di come il Verona, rispetto a qualche tempo fa, sia più fragile. Possiamo pungere”.

NEWS
Entella, a Verona la sfida dell’ex Cutolo
Fischiatissimo dal pubblico gialloblù, il fantasista ha sempre segnato al Bentegodi contro l’Hellas

di Redazione Hellas1903, 15/12/2016, 14:27

Nell’immaginario rimane il ricordo del gol che mancò a porta sguarnita a La Spezia, nello spareggio d’andata dei playout di Serie B nel 2007.
Aniello Cutolo ha legato quell’errore l’esperienza con la maglia del Verona. Uno sbaglio che il pubblico gialloblù non gli ha mai perdonato.
Tra i cadetti, nel corso degli anni, Cutolo è diventato un affidabile fantasista. Ora all’Entella, è passato anche dal Padova, e proprio con i biancoscudati è tornato per la prima volta al Bentegodi nel 2011.

Fischiato e “beccato” ripetutamente dalla tifoseria gialloblù, Cutolo segnò ed esplose in un’esultanza infuocata sotto la Curva Sud. Poco ci mancò che venisse alle mani con l’allora tecnico dell’Hellas, Andrea Mandorlini.

Di nuovo attaccato dai sostenitori del Verona nel 2013, sempre con il Padova, firmò un altro gol nel 2-0 che marcò la sconfitta dell’Hellas.

Un ex pericoloso, quindi, quello che si presenterà di fronte ai gialloblù lunedì sera.

INVITATO SPECIALE
Ferrarese: “Il Verona può farcela, chi gioca meno sia d’aiuto”
L’ex gialloblù: “Battere l’Entella sarebbe una boccata d’ossigeno”

di Alessandro Lerin, @alessandrolerin 13/12/2016, 21:45

Claudio Ferrarese, ex ala gialloblù, ha parlato del momento del Verona e delle ambizioni degli uomini di Fabio Pecchia. Intervistato da hellas1903.it, queste le sue parole.

Terza sconfitta nelle ultime cinque di campionato, per il Verona, dopo l’1-0 del “Menti” nel derby. Come giudichi il momento delicato dei gialloblù, dopo l’ottimo avvio di stagione?
È un periodo effettivamente non brillante, ma direi che ci sta, dopo un inizio così importante. Il campionato di Serie B è molto difficile, io ne ho giocati parecchi e so che tipo di squadre si vanno ad affrontare. Ci sta il fatto di avere un momento di minor brillantezza, ma sono convinto che il Verona abbia la squadra e la rosa per fare bene fino alla fine del campionato.

È più un problema fisico, mentale o di mancanza di alternative in alcuni ruoli chiave?
A volte la stanchezza deriva da un fattore mentale: quando perdi qualche partita, o non la vinci, mentalmente sei più stanco. Al contrario, quando vinci delle gare pur essendo in difficoltà magari hai ancora benzina per fare un ultimo sforzo. Penso che un po’ tutti i fattori che hai detto possano essere veri, ma che nessuno vada a incidere in modo fondamentale. In questo momento è importante che i cosiddetti sostituti diano qualcosa in più, per farsi trovare pronti e far capire a Pecchia che può fidarsi di loro. I campionati di B si vincono anche per questo.

A Verona hai centrato due promozioni dalla B alla A: su quale ingrediente Pecchia dovrà lavorare per mantenere la testa della classifica?
È vero, ho avuto la fortuna di vincere due campionati a Verona e, secondo me, la cosa fondamentale è essere un gruppo unito e coeso anche nei momenti di difficoltà. Per questo dico che chi può fare la differenza sono quelli che giocano meno: se quei ragazzi daranno quel qualcosa in più, sono convinto che il Verona andrà in Serie A senza problemi. Se, invece, chi gioca meno crea problemi o non rema dalla stessa parte, si va incontro a tante difficoltà.

In generale, come giudichi il lavoro svolto fin qui da Pecchia e il suo modo di fare calcio?
Pecchia è la persona giusta per centrare l’obiettivo del Verona. Lo dico sinceramente, perché di persona non lo conosco molto. L’ho visto lavorare, ho visto e sentito Corrent e mi dice quanto lavorano e la meticolosità nel preparare le partite. È vero che non ha grande esperienza come primo allenatore, ma è stato un calciatore importante e ha vissuto esperienze incredibili anche come vice. Sono convinto che con il suo lavoro, le sue metodologie e l’esperienza che ha, riuscirà a portare l’Hellas in A.

Ventura, in una recente intervista, ha detto che il suo 4-2-4 è nato a Verona. Fu un Hellas, quello, che centrò 37 punti nel girone di ritorno, non sufficienti, tuttavia, per evitare la retrocessione. Tu che di quella squadra hai fatto parte, che ricordo hai dell’attuale CT della Nazionale?
Ventura ha cambiato il mio modo di giocare, se avessi avuto un allenatore come lui a vent’anni probabilmente sarei stato un altro tipo di calciatore. Per me è stato davvero fondamentale, ha saputo valorizzarmi e con lui ho fatto sei mesi pazzeschi. Sei mesi conclusi, purtroppo, con una retrocessione che non meritavamo affatto. Guardando alla mia carriera professionale, con il senno di poi, scendere in Lega Pro l’anno dopo è stato un errore, perché in seguito non sono più tornato a giocare in Serie B o in Serie A. Sono voluto rimanere per amore di Verona e della città. Penso che con Ventura si sia visto un calcio veramente spettacolare, che tutti qui ancora ricordano. A Verona lui stesso si rilanciò. E quando è diventato CT, scherzando, gli ho detto: «Mister, se sei arrivato in Nazionale è grazie a quell’anno a Verona, sennò non avresti più allenato».

Lunedì sera il Verona affronterà l’Entella al Bentegodi: che gara ti aspetti?
L’Entella è una buona squadra, ha dei giocatori importanti soprattutto tecnicamente, ma tre punti per il Verona sarebbero una bella boccata d’ossigeno. L’Hellas deve vincere per ripartire, ha tutte le carte in regola per farlo.

NEWS
Hellas, l’attacco si è sgonfiato
Crollo della media realizzativa del Verona: i gialloblù non mordono più

di Redazione Hellas1903, 13/12/2016, 09:17

Questo il dato che riporta la media realizzativa del Verona fino alla tredicesima giornata e nelle successive cinque.
La crisi dei gialloblù va letta anche e soprattutto attraverso questi numeri. L’Hellas, in precedenza, era una macchina da gol e creava moltissime occasioni per andare a rete.
In seguito, invece, il Verona si è inceppato. A Vicenza la prova della squadra di Fabio Pecchia ha toccato il picco negativo quanto a pericolosità stagionale: 27.1 percento, l’indice calcolato da Panini Digital per l’Hellas nel derby perso al “Menti” sabato.

NEWS
Bomber d’Europa, Pazzini al quarto posto
Il centravanti gialloblù insegue Aubameyang, Gayle e Cavani

di Redazione Hellas1903, 12/12/2016, 22:42

Prima di sabato Giampaolo Pazzini, centravanti del Verona, con 14 reti era il secondo miglior capocannoniere d’Europa dopo Pierre-Emerick Aubameyang del Borussia Dortmund, autore di 15 gol in Bundesliga.
Ora, invece, complice anche la sua assenza forzata a Vicenza, il Pazzo è quarto.
Durante il weekend è infatti stato superato sia da Edinson Cavani, autore di una doppietta nel big match tra il PSG e il Nizza, che da Dwight Gayle del Newcastle.
Quest’ultimo, sabato pomeriggio, ha rifilato una tripletta al Birmingham in occasione del ventesimo turno di Championship.
Entrambi gli attaccanti sono adesso a quota 16 gol.

VISTO DA NOI
Verona in crisi, ma no ai “rottamatori”
Hellas inguardabile nel derby, però non si invochi il passato: tocca a Pecchia cambiare

di Lorenzo Fabiano, @lollofab 12/12/2016, 17:17

Se avessimo perso il derby a Carnevale con un gol di Galano, avrei pensato ad uno scherzo. Perfido e geniale finché volete, ma pur sempre uno scherzo. Purtroppo siamo invece a Santa Lucia, sul tavolo c’è solo carbone, ed è tutto vero. Ce lo siamo meritato, diciamo la verità. Troppo brutto questo Verona per aspirare a qualcosa di meglio. Nel mio consueto giretto sui social ho assistito sbalordito alla carica degli indomabili pretoriani del mandorlinismo, manco se ne stessero appostati sulla riva dell’Adige al Boschetto ad aspettare le esequie (sportive) di Pecchia trascinate dalle gelide correnti. Andrea Mandorlini è ormai parte del passato. Un bel passato, al quale saremo sempre grati, ma tuttavia un capitolo chiuso, tra le altre cose con colpevole ritardo da parte della società.
Pecchia dopo una partenza col botto è in grande difficoltà. La sua faccia davanti alle telecamere di Sky dopo la partita di sabato era tutta un programma. La squadra è irriconoscibile: poche idee e ben confuse verrebbe da dire. Questa non è nemmeno lontana parente di quella che incantava fino a un po’ di tempo fa. Il giocattolo non si è rotto, ma mostra crepe. Si muove al ralenti, pasticcia, va in confusione, è in preda all’ansia. Mettere insieme tre passaggi è impresa improvvisamente diventata titanica. La squadra si allunga, si disunisce, e quando è presa contropiede, il sangue le va alla testa. Brutto affare.

Il giovane tecnico di Formia, si trova a dover affrontare la prima seria crisi della stagione. Tre punti in cinque partite, con l’aggravante della quaterna subita in Coppa Italia a Bologna, come li dovremmo chiamare? Scopriamo che l’Hellas, non è quella corazzata ritratta con tanta enfasi ed eccessi di ottimismo da tanti, anzi troppi, depositari del verbo alla vigilia di questo campionato. La squadra è buona, abbiamo fior di giocatori, alcuni un lusso per la categoria, ma affiorano anche parecchi nei. La rosa non è cosi completa come si pensava. Esempi? Se ogni volta che a destra manca Pisano, siamo costretti ad arretrare Romulo o piazzare il giovane Zaccagni, significa che in quella zona del campo non siamo sufficientemente coperti. Lo stesso vale sulla corsia di sinistra, dove non c’è un alternativa a Souprayen. Tuttavia, a mio modesto parere, il vero nodo sta a centrocampo, dove vedrei tanto bene un medianaccio vecchia maniera, un tipico cacciatore di palloni, uno che lavora sporco, ma che al momento non abbiamo. Urge un intervento sul mercato riparatore di gennaio, escluso solo poche settimane da Fusco. Di fronte ai tanti nodi impregnati nel pettine, spero il ds abbia cambiato idea.

Ma al di là di tutto, le risposte le deve dare soprattutto Fabio Pecchia. Le trame del suo calcio spagnoleggiante, appaiono un po’ troppo damascate e barocche per la mia indole calvinista, ma è un uomo intelligente, preparato, e ha tanto entusiasmo. In questo momento è sotto accusa, inutile girarci intorno. Attenzione però: è avvocato e pure abilitato alla professione. Prepari un’arringa quindi, che esca dai binari del refrain politicamente corretto tipo “Ho avuto indicazioni. Dobbiamo lavorare e crescere”. Non vorrei mai replicare con un #Staiserenofabio. Già da lunedì sera contro l’Entella ci sorprenda con qualcosa di nuovo nel modo di stare in campo. Stiamogli vicino e aiutiamolo a dare la scossa. Un’ultima cosa: cerco di fare il mio mestiere con obiettività; per questo lo critico per certe scelte tecniche e tattiche che non condivido, ma lo sostengo. Parlare di rottamazione è una follia dettata solo dalla rabbia del momento. Se aggiungiamo che per i “rottamatori” non è un gran periodo, meglio imboccare la via della prudenza: #Iostoconfabio.

VISTO DA NOI
La parola di un Presidente
I momenti chiave di una stagione nei quali il silenzio non aiuta

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi 11/12/2016, 10:13

L’ultima volta che il Presidente del Verona Maurizio Setti ha parlato è stata il 4 novembre scorso, attraverso i canali privati dell’Ufficio Stampa. “Verona vinci a La Spezia e prendi il volo”. E così fu. L’Hellas ne fece 4 con una prova di forza disarmante. Coincidenza? Io non lo credo. Specie per chi come Setti parla poco, quando parla un effetto per forza lo crea. Innanzitutto nei confronti della squadra, poi dell’ambiente.
Ecco, l’ambiente. Mai come ora la gente del Verona ha bisogno di sapere, di capire. E nessuno più di un Presidente può spiegare, rassicurare, o perlomeno cercare di farlo. Stipendi, paracadute, spogliatoio, mercato, futuro. Se a prevalere è il silenzio tutti hanno diritto di pensare a quello che vogliono, di credere in qualche motivo, pur magari errato, per darsi una spiegazione circa il momento della squadra.
In questo Verona c’è bisogno di ritrovare serenità, e non possono sempre essere solo Pecchia e Fusco a spiegare alle telecamere e ai taccuini come vanno le cose. Setti ha molto rispetto per i ruoli, per questo, probabilmente, non ama intervenire. Ma ora il momento è molto delicato, la squadra è in netta difficoltà. Nessuno ha la bacchetta magica, e a nessuno piacciono le chiacchiere ma, in alcuni momenti chiave di una stagione, la parola di un Presidente può essere fondamentale.

FONTE: Hellas1903.it


Hellas Verona, 3 sconfitte nelle ultime cinque partite
dicembre 11, 2016

L’involuzione continua. E poco importa se il Verona è sempre primo in classifica. La squadra gialloblù di Fabio Pecchia allo stadio Menti di Vicenza ha incassato il quarto ko in campionato, il terzo nelle ultime cinque giornate, Hellas capace in 450′ di raccogliere appena 4 punti grazie alla vittoria contro il Bari ed il pareggio col Perugia al Bentegodi. Una media da retrocessione che preoccupa e non poco il popolo di fede Hellas.

Hellas Verona non sai più segnare!
dicembre 11, 2016

Nelle prime 13 giornate di campionato, l’Hellas Verona di Fabio Pecchia aveva impressionato tutti per la facilità con cui si presentava davanti al portiere avversario. I gialloblù anche dopo la pesante sconfitta nel derby contro il Vicenza, si confermano il miglior attacco cadetto, con 35 reti all’attivo, 31 delle quali però sono state realizzate nelle prime 13 giornate.

Negli ultimi 450′ infatti l’Hellas Verona è andato a segno solo 4 volte. Troppo poco per sognare in grAnde.

FONTE: Hellas1903.it


LA CONFERENZA
Breda: A Verona non per fare le figurine
17/12/2016 15:18
"Sicuramente non ci mancheranno le motivazioni in una cornice come quella del Bentegodi, sarà una bellissima partita: poi non andremo certo a fare le figurine, andiamo a Verona per cercare di fare il risultato. L'Hellas non è imbattibile. Noi abbiamo le nostre armi che sono la nostra capacità di stare in campo, la nostra intensità, il nostro spirito di gruppo ed anche le nostre qualità nelle varie fasi di gioco. Bisogna usare tutto al massimo, fare una prestazione super a Verona e cercare di sfruttare i loro punti deboli". Così Roberto Breda, allenatore della Virtus Entella, nella conferenza stampa in vista del match di lunedì sera al Bentegodi.

L'ex tecnico della Salernitana dovrà rinunciare ad elementi chiave come Troiano e Ceccarelli per squalifica, e Ammari e Costa Ferreira per infortunio: "Questo è un gruppo che ha sempre trovato risposte non ha mai cercato scuse su chi c'era o non c'era. La capacità di trovare risorse è una delle nostre prerogative".

Infine, Breda ha parlato del suo bomber, Francesco Caputo, che è in astinenza da gol: "Occasioni ne ha sempre ed è quella la cosa importate, nella stagione soprattutto gli attaccanti hanno questi momenti. L'importante è come interpreti la gara e come fa lui mi piace sempre e quindi va benissimo. Deve solo continuare a spingere, fare, sapendo che il gol arriva e quanto arriverà ce ne saranno altri. Il suo lavoro è sempre importante".
L.VAL.

LA CONFERENZA
Pecchia: Adesso serve un cambio di marcia
17/12/2016 14:44
Dopo la dolorosa sconfitta nel derby col Vicenza, il Verona vuole (e deve) assolutamente ripartire. Lunedì sera al Bentegodi arriva la Virtus Entella di Cutolo e Mister Pecchia è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match: "Serve un cambio di marcia, dobbiamo superare il brutto episodio con il Vicenza. Nel primo quarto d’ora abbiamo creato tante situazioni determinanti, questo vuol dire che l’approccio è giusto. Chiaramente le partite non durano così poco, dobbiamo tornare a gestire le situazioni come nella prima parte del campionato. Se ho in mente un cambio di modulo? Prima di ogni altra cosa, mi aspetto più leggerezza mentale e psicologica nel giocare la palla, come abbiamo fatto con il Bari, e anche nella prima parte della sfida con il Perugia. Dobbiamo continuare ad insistere, non è un discorso legato alla tattica ma alla mentalità".

L'allenatore del Verona ha continuato: "Siamo in una fase di difficoltà, i risultati dicono questo. Bisognava dare continuità ai risultati ma non ci siamo riusciti, adesso dobbiamo ripartire. Dispiace che si sia fermato Zuculini, poteva darci una grande mano per caratteristiche fisiche e per tempra morale. In generale vedo calciatori in forma, i nostri dati lo testimoniano, qualche calo fisiologico ci sta, soprattutto da chi ha tirato la carretta per lungo tempo. La coppia Ganz-Pazzini? Hanno già giocato insieme a partita in corso, è una delle nostre soluzioni. Come ho già detto, non è un discorso di uomini, tattica o moduli, ma di mentalità. Voglio vedere una grande reazione, inciderà molto la forza del gruppo nell’affrontare la gara. Gomez sta meglio, si è aggregato da poco: la mancanza di continuità ne ha condizionato il rendimento. E’ un calciatore molto forte, in grado di dare molte soluzioni".

Pecchia ha parlato anche di Cutolo: "Dobbiamo guardare il nostro percorso, è troppo presto per valutare gli altri campi, sapere il risultato degli altri cambia poco. Detto questo, per me l’Entella è una certezza in questo campionato, hanno fatto buone cose e lavorano insieme da molto. Ci siamo preparati per la sfida, avremo bisogno di tutto il supporto del nostro pubblico per fare una grande prestazione. Cutolo? L'Entella ha tanti giocatori temibili in avanti come anche Caputo e Tremolada".

Pecchia ha concluso: "Il mercato? Per adesso abbiamo da giocare 3 partite importanti, altre valutazioni a fine anno. Devo dire che ho visto una grandissima professionalità anche da chi ha trovato poco spazio. Le critiche? Comprensibili e legittime, le accettiamo. Vado avanti per la mia strada, vogliamo rispondere con le prestazioni sul campo".
L.VAL.

VERONA-V.ENTELLA, I PRECEDENTI
Gomez-show nell'unico precedente con l'Entella
16/12/2016 12:19
Un solo precedente tra Verona e Virtus Entella che lunedì 19 dicembre (ore 20.30) si affronteranno al Bentegodi per la 19^ giornata di Serie B. Quella gara, valida per la Coppa Italia 2012/13, si sarebbe dovuta giocare in riva all’Adige, ma per indisponibilità dello stadio veronese, si disputò a Chiavari il 12 agosto 2012. Il vincitore fu l’Hellas per 2-3. A sorpresa passò in vantaggio la formazione di casa con Rosso al 12’, ma i gialloblù di Mandorlini, prima pareggiarono con Rivas al 25’ e poi misero la freccia con Gomez al 45’. Nella ripresa, lo stesso argentino al 50’ calò il tris, ma dopo 3’ a mettere nuovamente apprensione agli scaligeri ci pensò ancora Rosso che siglò il gol del 2-3 finale.

Lunedì prossimo, primo faccia a faccia tra le due squadre in cadetteria. Il Verona dopo il brutto 1-0 subito a Vicenza proverà a rimettersi in marcia e cercherà di consolidare il suo primato, “minacciato” dalle inseguitrici. L’Entella invece, reduce dal 2-2 casalingo contro il Trapani, occupa l’ultimo posto disponibile per i playoff ed il suo intento sarà quello di mantenerlo.
ANDREA FAEDDA

AVVERSARIO HELLAS
Al Bentegodi arriva la Virtus Entella di Cutolo
15/12/2016 10:53
Non ancora smaltite del tutto le scorie post-derby col Vicenza, il Verona torna al Bentegodi nel posticipo del lunedì sera per affrontare la Virtus Entella. I liguri sono reduci dalla sconfitta (recupero della gara rinviata) di martedì contro l'Ascoli di Cacia. E' stato un novembre nero per gli uomini di Breda (l'allenatore trevigiano che guidava la Salernitana nella famosa finale play-off del 2011): l'ultima vittoria dell'Entella risale al 29 ottobre, un roboante 4-0 rifilato al Brescia di Brocchi che consegnò il secondo posto ai biancocelesti. Poi il black-out: sconfitta pesante con la Ternana, i pareggi con Pro Vercelli, Spezia, Latina, Trapani e infine la sconfitta con l'Ascoli.

IL RITORNO DI CUTOLO. Ora i chiavaresi sono ottavi in classifica con 26 punti: l'ultimo posto buono per accedere ai play-off. La Virtus Entella ha elementi in rosa di livello: dall'ex capitano del Verona Luca Ceccarelli a Michele Troiano (entrambi non ci saranno al Bentegodi per squalifica) al promettente portiere Iacobucci, al talentuoso terzino sinistro Keita fino al bomber della squadra, l'ex Bari Francesco Caputo, ora a quota 9 gol. E poi c'è Aniello Cutolo: dopo l'incredibile gol sbagliato a La Spezia nella finale play-out del 2007 e il suo ritorno al Bentegodi con la maglia del Padova (dove segnò, con polemiche, 2 volte su 2), l'esterno campano non è molto amato (per usare un eufemismo...) dai tifosi gialloblù. Tutti quanti si augurano che questa volta (lunedì sera) non lo si veda di nuovo esultare in campo come se avesse vinto la Champions League...
L.VAL.

SERIE B
Ecco cinque motivi per essere ottimisti
13/12/2016 12:10
Grandina sul Verona. Dopo la sconfitta con il Vicenza il pessimismo ha preso il posto dell'euforia di qualche settimana fa. E mentre c'è la caccia al capro espiatorio (dagli stipendi alle rotture nello spogliatoio, tutto fa brodo...), ci si dimentica che nonostante tutto si è ancora primi. Ecco perchè si può guardare avanti con ottimismo.

1) TROPPO BRUTTO PER ESSERE VERO. Il Verona ha improvvisamente smesso di giocare. E questo da una parte ha determinato il rincorrersi delle più disparate voci (ovvio che ci si chieda il perchè), ma dall'altra parte è evidente che non è possibile che questa squadra abbia disimparato tutto. Più verosimile una crisi di risultati che ha investito l'autostima.

2) NESSUNO HA ROMULO E PAZZINI. Diciamoci la verità: sono questi due a fare la differenza. E la possono fare sempre e comunque, anche quando non sei in giornata. In un momento in cui non ti gira, è bene affidarsi a loro e alla loro classe.

3) NON CI SONO AVVERSARIE. Attenzione: non stiamo sottovalutando il campionato. Ma non è una bestemmia dire che quest'anno non si intravvedono avversarie all'altezza del Verona. La prova? Nonostante le pessime prove dell'ultimo mese, l'Hellas resta primo perchè gli altri vanno ancora più piano.

4) IL BENTEGODI AMICO. Mancano tre gare alla fine dell'andata e il Verona ne gioca due in casa (Entella e Cesena) e una fuori (Carpi). Il Bentegodi in un momento così delicato è un alleato prezioso.

5) PUNTI BUTTATI. E' vero che nell'ultimo mese sono arrivate tante delusioni, ma c'è stata anche un po' di sfortuna. Non era assurdo vincere con il Perugia (gol al 93') e pareggiare con il Vicenza. Metteteci tre punti in più in classifica e guardate dove si potrebbe essere...
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TGGialloBlu.it


Setti: «Bessa è nostro. Mercato? Ci penserà il ds»
Le dichiarazioni del presidente dell’Hellas Verona, Maurizio Setti, intervenuto a margine della cena di Natale degli scaligeri al sito web ufficiale del club

Di Andrea Bartolone - 13 dicembre 2016
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Setti, presidente dell’Hellas Verona, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di un’intervista con il sito web ufficiale del club scaligero a margine della cena di Natale della squadra gialloblù: «Credo che questi momenti siano importanti per ringraziare tutte quelle persone che non appaiono mai, ma che lavorano con passione tutti i giorni per il Verona. Il momento dell’Hellas? Ci aspettano partite importantissime, finora abbiamo fatto un percorso straordinario, pur con qualche battuta d’arresto. Vincere, si sa, non è mai facile né scontato. Normale aspettarsi a questo punto una reazione da una squadra che ha valori importanti». Il presidente vira poi sulla finestra di calciomercato che aprirà a gennaio: «Mercato? Bessa è nostro, dopo le 18 presenze maturate. Rappresenta per noi sia un grande investimento che un’importante scommessa che vogliamo vincere. Ci sono ancora delle partite prima del mercato, poi sarà compito del direttore sportivo Fusco valutare le eventuali possibilità, fermo restando che stiamo parlando di una squadra forte. Faremo le nostre valutazioni sul calciomercato confrontandoci tutti insieme nel segno della continuità, che abbiamo mantenuto anche lo scorso anno, nonostante la stagione negativa. Ogni decisione verrà presa con la collaborazione di tutti. Unità fra squadra e società sono da mettere al primo posto per guardare avanti con fiducia».

Serie B, regna l’equilibrio dopo diciotto giornate
Le prime otto in classifica sono racchiuse in soli sei punti

Di Giuseppe Caruso - 13 dicembre 2016
© foto www.imagephotoagency.it

18a DI SERIE B: A dispetto dei pronostici, questa stagione di Serie B si sta dimostrando molto equilibrata e la classifica attuale vede racchiuse in soli sei punti le prime otto in classifica. Non riesce dunque a prendere il largo il Verona, che sconfitto nel derby con il Vicenza per 1 a 0, mantiene il primo posto ma con soli due punti su Benevento, Spal e Frosinone. I campani non vanno oltre l’1 a 1 contro l’Avellino, mentre il Frosinone fa un vero tonfo, cedendo per 3 a 1 alla Salernitana. Sorride, invece, la Spal, che aggancia il secondo posto, grazie alla vittoria per 2 a 1 sullo Spezia. Terminano senza reti Pisa – Bari e Brescia – Novara, mentre il Cesena ottiene un importantissimo successo per 3 a 0 contro il Cittadella. Rimane critica la situazione del Trapani, che quantomeno muove la classifica grazie al pareggio per 2 a 2 con l’Entella, mentre la Pro Vercelli crolla a Perugia per 1 a 0. Il Carpi si porta in zona play-off, grazie all’1 a 1 contro la Ternana, firmato dal solito Kevin Lasagna, vero leader degli emiliani. Infine Ascoli – Latina termina 2 a 2.

OCCHIO A… Kevin Lasagna – L’attaccante, originario di San Benedetto Po, è una delle grandi conferme di questo campionato. Il classe 93’ sta letteralmente trascinando il Carpi con sette reti decisive che hanno portato a sette risultati utili per la formazione emiliana. Cresciuto nelle giovanili del Chievo Verona, il ventitreenne giocava ancora in Serie D nel 2013, quando segnò con la maglia dell’Este ben 21 reti. Nella scorsa stagione ha disputato il suo primo campionato di Serie A, con cinque reti messe a segno contro Empoli, Hellas Verona, Roma, Fiorentina ed Inter che non sono valse la salvezza per i carpigiani ma che gli hanno permesso di mettersi in mostra e di dimostrare di meritare di giocare in Serie A. Partita per partita, Lasagna sta dimostrando di essere un attaccante d’altra categoria, attirando le attenzioni di diversi club di Serie A. Il futuro è tutto dalla sua parte.

FONTE: CalcioNews24.com


PROBABILI FORMAZIONI
Le probabili formazioni di Verona-Entella - Ancora tridente per Pecchia
Fischio d'inizio alle 20.30. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!

19.12.2016 06.20 di Andrea Piras
Riprendere la corsa il prima possibile. E' questo l'obiettivo di Verona ed Entella che questa sera chiuderanno la 19a giornata di Serie B, la terzultima prima della fine del 2016. Gli scaligeri, che in caso di successo sarebbero saldi al comando del campionato cadetto, non stanno attraversando un ottimo momento. I gialloblu di Pecchia hanno vinto soltanto una delle ultime cinque uscite stagionali subendo ben 12 gol. Dall'altra parte i biancocelesti non vincono da sei turni, quando lo scorso 29 ottobre avevano strapazzato 4-0 il Brescia. Da quel pomeriggio i chiavaresi di Roberto Breda hanno raccolto solamente quattro punti frutto dei pareggi contro Pro Vercelli, Spezia, Latina e Trapani e le sconfitte contro Ternana e Ascoli, quest'ultima arrivata martedì scorso. “Bentegodi” fortino della compagine veneta che davanti al pubblico amico ha conquistato 20 dei 34 punti complessivi con sei vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, quella sonora contro il Novara del 13 novembre. Lontano dalla Liguria l'Entella ha conquistato l'intera posta in palio soltanto una volta, 1-0 sul campo del Cesena grazie al gol di Ammari, conquistando 7 punti su 26 raccolti in trasferta. L'incontro sarà affidato al signor Luca La Penna della sezione arbitrale di Roma 1.

COME ARRIVA IL VERONA - Fabio Pecchia potrebbe non schierare le due punte di peso Pazzini e Ganz. Il favorito al centro dell'attacco è il primo che insieme a Fares e Luppi dovrebbe comporre il tridente. In cabina di regia ci sarà Fossati con Bessa a sinistra e Romulo a destra mentre in difesa, a protezione della porta di Nicolas, ci saranno Pisano a destra, Souprayen a sinistra e la coppia centrale formata da Bianchetti e Caracciolo.

COME ARRIVA L'ENTELLA - Due squalificati per Roberto Breda che per la gara di questa sera non avrà a disposizione il capitano Michele Troiano e il difensore, ed ex di turno, Luca Ceccarelli. In porta ci sarà Iacobucci mentre in difesa spazio a Iacoponi a destra, Keita a sinistra mentre al centro ci saranno Benedetti e Pellizzer. A centrocampo giocheranno Belli, Palermo e Moscati con Tremolada alle spalle di Cutolo e Caputo.

LE PROBABILI FORMAZIONI
Verona (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Romulo, Fossati, Bessa; Fares, Pazzini, Luppi. Allenatore: Fabio Pecchia.

Entella (4-3-1-2): Iacobucci; Iacoponi, Benedetti, Pellizzer, Keita; Belli, Palermo, Moscati; Tremolada; Cutolo, Caputo. Allenatore: Roberto Breda.

RASSEGNA STAMPA
Hellas, Corriere del Veneto: “La difesa in emergenza”
17.12.2016 08.58 di Antonio Vitiello Twitter: @AntoVitiello
Un guaio per il Verona. Si allungano i tempi di recupero per Nicolò Cherubin. Sembrava un fastidio di poco conto, quello seguito al trauma contusivo alla caviglia destra riportato nel corso della rifinitura prima della partita con il Novara. Invece è passato un mese e Cherubin è ancora fermo. Il reintegro di Albertazzi, da solo, non basta per dare complete garanzie. Per questo, in via Belgio, si studiano tutte le opzioni. E per questo è tornato a circolare, nelle scorse ore, il nome di Leonardo Blanchard, difensore del Carpi. Da qui a fine dicembre, però, Pecchia avrà una sola carta in meno per la coppia centrale dell’Hellas: Matteo Bianchetti al fianco di Antonio Caracciolo.

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Dg Entella: "A Verona non spaventiamoci. Caputo? E' sereno"
16.12.2016 17.48 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
E' datata 29 ottobre l'ultima vittoria della Virtus Entella. Dal quel giorno per i Diavoli Neri, quattro punti in sei gare e la sensazione che qualcosa si sia incrinato nella favole ligure che aveva sorpreso tutto ad inizio stagione. "Credo si possa parlare tranquillamente di una frenata dovuta ad un calo di tensione - spiega a TuttoMercatoWeb.com il dg della Virtus Entella Matteo Matteazzi -. Una cosa che può capitare durante un periodo con varie difficoltà, sia sul piano del gioco che della concentrazione. Abbiamo alzato l'asticella dopo quanto fatto nei mesi scorsi ma è evidente che non è semplice".

Quale delle sei gare senza vittorie rappresenta per voi il rimpianto maggiore?
"Direi quella di Ascoli perché abbiamo giocato bene al 'Del Duca' e non meritavamo la sconfitta. Particolare anche la gara col Trapani dove abbiamo preso gol oltre il 93'".

Caputo non senza proprio da quel 29/10 contro il Brescia. Quanto incide l'astinenza dal gol del bomber nel vostro momento complicato?
"Francesco è un elemento importante della nostra squadra, che ha risentito dei problemi di gioco della squadra. In più anche lui non è al top della condizione avendo giocato tutti i minuti di tutte le partite. Quotidianamente, però, vedo il ragazzo sereno e determinato, convinto che presto si sbloccherà".

Il prossimo turno di campionato vi vedrà far visita all'Hellas Verona. Che Entella servirà per fare risultato al Bentegodi?
"Sarà una gara difficilissima contro una formazione forte, ma che non sta vivendo il suo momento migliore. Non dovremo spaventarci e giocare a viso aperto. Con coraggio e fiducia".

Chiudiamo col mercato. L'Entella sarà protagonista durante la finestra di gennaio?
"E' presto per fare questo tipo di valutazioni. Abbiamo deciso di fare il punto della situazione solo dopo l'ultima gara del 2016 perché è giusto dare ai giocatori tutto un girone per dimostrare le loro qualità. Successivamente ci confronteremo per capire se e come poter migliorare la rosa".

SERIE B
Corriere di Verona: "Dietro è bagarre Ma l’anti-Hellas ancora non c’è"
14.12.2016 11.27 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
"Dietro è bagarre Ma l’anti-Hellas ancora non c’è". Il Corriere di Verona, in edicola oggi, analizza il campionato di Serie B. Niente campionato vinto in carrozza per gli scaligeri, che nelle ultime 5 giornate hanno ottenuto appena 4 punti. Alle spalle sono tante le inseguitrici: le tre neopromosse più Frosinone e Carpi, oltre a diverse outsider. Però, questa l'analisi del quotidiano, manca una vera e unica avversaria. E l'Hellas deve risvegliarsi se non vuole essere risucchiato dal gruppone.

SERIE B
La Gazzetta dello Sport: "Verona, l'attacco ora è un problema"
13.12.2016 10.08 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Non è tutto oro quel che luccica in casa del Verona primatista in Serie B. Al di la della stagione monstre di Giampaolo Pazzini in attacco l'Hellas sta palesando problemi realizzativi. Ne parla La Gazzetta dello Sport quest'oggi in un pezzo dal titolo "L'attacco ora è un problema" dove si evidenzia come il fronte offensivo scaligero abbia messo a segno solo 4 reti in cinque gare, con Luppi unico a segno assieme al Pazzo.

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona apre: "Hellas Pazzo-dipendente"
13.12.2016 09.23 di Pietro Lazzerini Twitter: @PietroLazze
Il Corriere di Verona di questa mattina dedica ampio spazio alla squadra di Pecchia titolando: "Hellas Pazzo-dipendente, senza Giampaolo l'attacco va in bianco". L'ex bomber del Milan, ora capitano gialloblu, ha segnato la bellezza di 14 reti, trascinando la squadra ai vertici della classifica. Il problema è che se non segna lui, la squadra veneta raramente riesce a portare a casa il risultato.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


#VeronaEntella: 23 convocati
18/DICEMBRE/2016 - 13:30Peschiera - Dopo la rifinitura mattutina in cui la squadra ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche ed esercitazioni sui calci piazzati, è stata diramata la lista dei 23 convocati per la sfida contro la Virtus Entella, 19a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma lunedì 19 dicembre allo stadio 'Bentegodi' (ore 20.30).

#VERONAENTELLA
CONVOCATI

Portieri

12. Coppola
31. Ferrari
1. Nicolas

Difensori

4. Bianchetti
5. Boldor
30. Caracciolo
3. Pisano
28. Riccardi
18. Souprayen

Centrocampisti

24. Bessa
8. Fossati
16. Maresca
2. Romulo
27. Valoti
20. Zaccagni

Attaccanti

25. Cappelluzzo
23. Fares
9. Ganz
21. Gomez
10. Luppi
11. Pazzini
26. Siligardi
7. Troianiello

#VeronaEntella: vivila con noi e scopri numeri e curiosità
17/DICEMBRE/2016 - 18:05

NUMERI & CURIOSITA'
Scopri i numeri, le statistiche e le curiosità fornite da Opta Sports di Hellas Verona-Entella, 19a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma domenica 19 dicembre (ore 20.30) allo stadio 'Bentegodi'

Primo incontro in Serie B tra Hellas Verona e Virtus Entella.
Nel campionato in corso, Verona ed Entella sono le due squadre che hanno segnato più reti nei primi 15’, 6 la squadra gialloblù e 7 la formazione biancoceleste.
La Virtus Entella non vince da 6 partite in campionato (2 sconfitte e 4 pareggi) dopo aver vinto 4 delle precedenti 6.

Pecchia: «Entella? Voglio vedere una reazione importante, quella di un grande gruppo»
17/DICEMBRE/2016 - 13:00
Peschiera - Le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia in vista di Hellas Verona-Virtus Entella.

IL MOMENTO DEI GIALLOBLU’
«Serve un cambio di marcia, dobbiamo superare il brutto episodio con il Vicenza. Nel primo quarto d’ora abbiamo creato tante situazioni determinanti, questo vuol dire che l’approccio è giusto. Chiaramente le partite non durano così poco, dobbiamo tornare a gestire le situazioni come nella prima parte del campionato. Se ho in mente un cambio di modulo? Prima di ogni altra cosa, mi aspetto più leggerezza mentale e psicologica nel giocare la palla, come abbiamo fatto con il Bari, e anche nella prima parte della sfida con il Perugia. Dobbiamo continuare ad insistere, non è un discorso legato alla tattica ma alla mentalità. Siamo in una fase di difficoltà, i risultati dicono questo. Bisognava dare continuità ai risultati ma non ci siamo riusciti, adesso dobbiamo ripartire. Dispiace che si sia fermato Zuculini, poteva darci una grande mano per caratteristiche fisiche e per tempra morale. Chiedere di più da chi entra dalla panchina? A mio avviso ‘Zucu’ e Bessa hanno fatto bene con il Vicenza, due delle tre occasioni create nel secondo tempo portano la firma di Franco, anche se con la nebbia è stato difficile notarlo. In generale vedo calciatori in forma, i nostri dati lo testimoniano, qualche calo fisiologico ci sta, soprattutto da chi ha tirato la carretta per lungo tempo. La coppia Ganz-Pazzini? Hanno già giocato insieme a partita in corso, è una delle nostre soluzioni. Come ho già detto, non è un discorso di uomini, tattica o moduli, ma di mentalità. Voglio vedere una grande reazione, inciderà molto la forza del gruppo nell’affrontare la gara. Il ritorno di Juanito? Si è aggregato da poco, la mancanza di continuità ne ha condizionato il rendimento. E’ un calciatore molto forte, in grado di dare molte soluzioni».

REAGIRE CON L’ENTELLA
«Giocare in posticipo? Dobbiamo guardare il nostro percorso, è troppo presto per valutare gli altri campi, sapere il risultato degli altri cambia poco. Detto questo, per me l’Entella è una certezza in questo campionato, hanno fatto buone cose e lavorano insieme da molto. Ci siamo preparati per la sfida, avremo bisogno di tutto il supporto del nostro pubblico per fare una grande prestazione».

COME RISPONDERE ALLE CRITICHE
«Il mercato? Per adesso abbiamo da giocare 3 partite importanti, altre valutazioni a fine anno. Devo dire che ho visto una grandissima professionalità anche da chi ha trovato poco spazio. Le critiche? Comprensibili e legittime, le accettiamo. Vado avanti per la mia strada, vogliamo rispondere con le prestazioni sul campo».

Peschiera: report seduta mattino
17/DICEMBRE/2016 - 12:50
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche ed esercitazioni sui calci piazzati. Gomez ha svolto la seduta con il gruppo. Si è fermato Zuculini a causa di un risentimento muscolare al flessore della gamba sinistra. Nei prossimi giorni verrà sottoposto ad esami diagnostici.

Domani in programma una seduta mattutina a porte chiuse (ore 11).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Domenica 18 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 19 Dicembre: Hellas Verona-Virtus Entella (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Peschiera: report seduta mattino
16/DICEMBRE/2016 - 13:30
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla, esercitazioni tattiche e partitella. Lavoro differenziato per Juanito Gomez.

Domani in programma una seduta mattutina a porte chiuse (ore 11).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Sabato 17 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Domenica 18 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 19 Dicembre: Hellas Verona-Virtus Entella (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

A Toni l''Andrea Fortunato': «Felice per il premio. Verona, con l'Entella test importante»
15/DICEMBRE/2016 - 17:00
Roma - A Luca Toni il premio 'Andrea Fortunato - Lo sport è vita'. Presso la Sala Giunta della sede nazionale del CONI (Roma), l'ex bomber gialloblù ha ritirato il riconoscimento durante l'evento organizzato dall'associazione sportiva 'Fioravante Polito, organizzatrice di questa 8a edizione e che da anni si batte per rendere obbligatorio il Passaporto ematico (intitolato ad Andrea Fortunato, Flavio Falzetti e Piermario Morosini) nello sport. Un premio alla carriera di un grande campione, ricevuto al termine di un incontro moderato dal giornalista Roberto Guerriero in cui si sono toccati temi come l'importanza della prevenzione e dei controlli medici. (nella foto, Luca Toni insieme a Davide Polito, presidente dell'associazione sportiva 'Fioravante Polito')

Queste le parole di Luca Toni, rilasciate al termine della premiazione: «Sono felice di essere qui e onorato di ricevere questo premio. Sono partito dal basso, dalla Lega Pro, la mia è una bella storia perché non mi ha regalato niente nessuno, sono arrivato con i sacrifici. Il Verona? Sta attraversando un momento un po' così, però se siamo primi, al di là della classifica che adesso conta relativamente, vuol dire che qualcosa di buono è stato fatto. Speriamo di riprendere la nostra strada già da lunedì contro l'Entella. Il mio ruolo da dirigente? E' una carriera lunga, sono appena partito. Sto imparando e mi piace, ma i risultati si vedranno un po' più avanti. Medicina nel calcio? Importantissimo effettuare controlli fisici regolari, e l'Italia in questo è leader. Spero che progetti come quello del passaporto ematico vadano avanti, è importante saper prevenire».

PREMIO ANDREA FORTUNATO - I PREMIATI

- Categoria Lo sport è vita: Giovanni Malagò, Presidente Nazionale CONI
- Categoria Medicina: Prof. Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine di Philadelphia (USA)
- Categoria Isituzioni Sportive: Gabriele Gravina, presidente Lega Pro
- Categoria alla carriera: Javier Zanetti e Luca Toni
- Categoria allenatore: Zdenek Zeman
- Categoria giornalisti: Massimo Corcione direttore Sky Sport, Xavier Jacobelli, editorialista Corriere dello Sport
- Categoria Settore Giovanile: Antonio Percassi, Presidente Atalanta
- Categoria solidarietà: Walter Mattioli Presidente Spal
- Categoria direttore sportivo: Pino Iodice, ds Matera
- Categoria alla Memoria: Bruno Mazzotta ex calciatore della Cavese scomparso dopo una partita di calcio (ritirano il riconoscimento i nipoti Francesco e Bruno Cuoco)

Peschiera: report seduta mattino
15/DICEMBRE/2016 - 13:45
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, circuiti di forza e trasformazione sul campo, esercitazioni sui tiri in porta, esercitazioni tattiche per reparto e partita. Zuculini si è allenato regolarmente con il gruppo. Prosegue nel lavoro differenziato Gomez.

Domani in programma una seduta mattutina a porte chiuse (ore 11).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Venerdì 16 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Sabato 17 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Domenica 18 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 19 Dicembre: Hellas Verona-Virtus Entella (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Pisano: «Io come l'Hellas, impegno e lavoro per tornare più forti di prima»
14/DICEMBRE/2016 - 15:30
Verona - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Eros Pisano, rilasciate in vista di Hellas Verona-Virtus Entella, in programma lunedì 19 dicembre (ore 20.30) allo stadio 'Bentegodi'.

COME STA IL VERONA
«Vicenza? Non mi aspettavo quel risultato, noi le gare le prepariamo ma non si può mai sapere come sarà effettivamente la partita, che è sempre condizionata da momenti ed episodi, contro o a favore che siano. Sta di fatto che abbiamo perso una gara importante, un derby, cui tenevamo sia noi che i tifosi, ma adesso siamo già proiettati sull'Entella. Tutte le squadre affrontano cali, noi lo stiamo avendo ora, ma lo spogliatoio è unito, siamo positivi, sappiamo della forza che abbiamo. L'importante è riprendere subito il cammino, abbiamo fatto un gran calcio e se continuiamo a lavorare possiamo tornare al più presto quelli di prima, a partire da lunedì sera, riunendoci come gruppo. I tifosi del Verona ci sono sempre stati vicini, capisco che si vorrebbe sempre vedere un grande Hellas ma prima di tutto vengono i risultati, e questi finora dicono che siamo primi in classifica. Daremo tutto nelle tre gare che mancano alla fine dell'andata, poi la pausa. Entella? Come tutte le partite ci lavoriamo sul campo e le analizziamo. Come tutti, vorranno fare bella figura, spesso succede che al Bentegodi si chiudano e non è facile trovare spazi, ma se siamo noi stessi possiamo dire la nostra. Dobbiamo ritrovare la fluidità di gioco che avevamo prima, stiamo lavorando per cambiare qualcosa e sorprendere gli avversari. Ganz? Magari a Vicenza non è stata la sua miglior partita, ma tante altre volte se chiamato in causa è andato in gol. E' un ragazzo giovane, anche lui sicuramente vorrà più continuità e con essa l'entusiasmo, da cui passa anche la sua crescita. Zaccagni? Sappiamo delle sue qualità, si mette a disposizione del gruppo, mi piacerebbe dargli dei consigli se volesse proseguire nella carriera di terzino destro. Pecchia? Ogni allenatore è fatto a modo suo, lui sa bene quello che vuole e ciò deve fare, la sua impronta l'ha data. Noi lo seguiamo sempre, in tutto».

COME STO IO
«Quest'anno ho avuto qualche problemino fisico e la squalifica che ho scontato di certo non ha aiutato a farmi prendere il ritmo, ma mi sento bene mentalmente e fisicamente. Come me anche tutto il gruppo, abbiamo dimostrato di essere una squadra unita e compatta, usciremo più forti di prima da questo momento. In quest'ultimo periodo non sono riuscito ad allenarmi con continuità, ma ora che questo sta succedendo tutto verrà di conseguenza. Quest'anno devo crescere fisicamente nelle prestazioni. Sono rimasto qui a giugno per dare il mio apporto a questa squadra, andare via a gennaio non è mai stato nei miei pensieri, condivido gli obiettivi di questa società e a Verona sto benissimo.

FACCIAMO CHIAREZZA
«Io e Romulo? In campo capita di avere delle incomprensioni, ma un minuto dopo eravamo nello spogliatoio abbracciati, queste sono occasioni di crescita per tutti. Il Verona è una società solida, gli stipendi arrivano regolarmente. E' presto per parlare anche di premi promozione, la strada è ancora lunghissima».

Peschiera: report seduta mattino, sgambata sul campo per Albertazzi
14/DICEMBRE/2016 - 13:35
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento tecnico, possesso palla, lavoro atletico e partitella. Zuculini non ha preso parte alla seduta a causa di una leggera singrome influenzale, mentre Ganz si è allenato con il gruppo. Allenamento differenziato per Gomez.

Albertazzi torna a prendere confidenza con il campo di Peschiera dopo l'operazione al ginocchio sinistro, mentre nel pomeriggio continuerà il consueto iter riabilitativo presso l'Isokinetic di Verona.

Domani in programma una seduta mattutina a porte aperte (ore 11).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Giovedì 15 dicembre: allenamento mattutino (ore 11)
Venerdì 16 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Sabato 17 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Domenica 18 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 19 Dicembre: Hellas Verona-Virtus Entella (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

A Luca Toni il premio alla carriera 'Andrea Fortunato - Lo Sport è vita'
14/DICEMBRE/2016 - 11:45
Verona - Luca Toni verrà premiato a Roma, in virtù della suo straordinario contributo alla storia del calcio. L'ex bomber gialloblù si aggiudica insieme a Javier Zanetti il riconoscimento alla carriera nell'ambito dell'8^ edizione del premio 'Andrea Fortunato - Lo Sport è vita'. La premiazione avverrà giovedì 15 dicembre (ore 12), presso la Sala Giunta della sede nazionale del CONI, presso il foro italico a Roma.

Il premio 'Andrea Fortunato – Lo sport è vita' è organizzato dall'Associazione Sportiva Fioravante Polito di S.Maria di Castellabate con il patrocinio del CONI. L'obiettivo dell'Associazione, è rendere obbligatorio il Passaporto ematico (intitolato ad Andrea Fortunato, Flavio Falzetti e Piermario Morosini) che mira ad inserire gli esami ematici tra quelli attualmente previsti per ottenere l'idoneità sportiva.

Cena di Natale gialloblù - Setti: «Avanti con fiducia»
13/DICEMBRE/2016 - 23:00

Colà di Lazise - Si è conclusa alle 22.30 la tradizionale cena di Natale dell'Hellas Verona, svoltasi nell'affasciante cornice della 'Serra Giardino d'Inverno' del 'Parco Termale del Garda - Villa dei Cedri'. Appuntamento voluto dal presidente gialloblù Maurizio Setti, con lo scopo di premiare chi, dietro le quinte, tutti i giorni lavora per il Verona, al quale hanno partecipato squadra e tutto lo staff al completo. Un momento conviviale per scambiare auguri in vista delle imminenti festività, prima di tornare a lavore domani mattina a Peschiera per preparare la sfida con l'Entella e gli ultimi impegni di campionato di questo 2016, quelli contro Carpi e Cesena.

Ecco le principali dichiarazioni del presidente Setti, rilasciate ad hellasverona.it a margine della cena:
«Credo che questi momenti siano importanti per ringraziare tutte quelle persone che non appaiono mai, ma che lavorano con passione tutti i giorni per il Verona. Il momento dell'Hellas? Ci aspettano partite importantissime, finora abbiamo fatto un percorso straordinario, pur con qualche battuta d'arresto. Vincere, si sa, non è mai facile né scontato. Normale aspettarsi a questo punto una reazione da una squadra che ha valori importanti. Mercato? Bessa è nostro, dopo le 18 presenze maturate. Rappresenta per noi sia un grande investimento che un'importante scommessa che vogliamo vincere. Ci sono ancora delle partite prima del mercato, poi sarà compito del direttore sportivo Fusco valutare le eventuali possibilità, fermo restando che stiamo parlando di una squadra forte. Faremo le nostre valutazioni sul calciomercato confrontandoci tutti insieme nel segno della continuità, che abbiamo mantenuto anche lo scorso anno, nonostante la stagione negativa. Ogni decisione verrà presa con la collaborazione di tutti. Unità fra squadra e società sono da mettere al primo posto per guardare avanti con fiducia».

Peschiera: report seduta mattino
13/DICEMBRE/2016 - 14:20
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento in palestra, esercitazioni tecniche, lavoro atletico, esercitazioni su calci piazzati e partita, per una seduta che è durata circa 2 ore. Allenamento differenziato per Gomez. Ganz non ha preso parte alla seduta a causa di una leggera sindrome influenzale.

Domani in programma una seduta mattutina a porte aperte (ore 11).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Mercoledì 14 dicembre: allenamento mattutino (ore 11)
Giovedì 15 dicembre: allenamento mattutino (ore 11)
Venerdì 16 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Sabato 17 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Domenica 18 dicembre: allenamento mattutino (ore 11) a porte chiuse
Lunedì 19 Dicembre: Hellas Verona-Virtus Entella (ore 20.30)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

L'Hellas Verona incontra i bambini di ABEO
12/DICEMBRE/2016 - 16:15

Verona - Una giornata diversa. Così è stato per i piccoli pazienti del reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico 'G.B. Rossi' di Borgo Roma (Verona), che lunedì 12 dicembre hanno incontrato i calciatori Fares, Gomez, Nicolas e Romulo, accompagnati dal team manager Sandro Mazzola, per trascorrere una mattinata davvero unica. Dei Babbi Natale che in questa occasione non sono scesi dal camino, ma hanno conosciuto direttamente i bambini di ABEO (Associazione Bambino Emopatico Oncologico) e lo staff sanitario del reparto, per consegnare loro dei gadget tutti gialloblù e scambiarsi gli auguri di un felice Natale.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Mister VENTURA e quel 4-2-4 inventato da allenatore dell'HELLAS... Nico LOPEZ retrocede con l'INTERNATIONAL di Porto Alegre.

SORTEGGI EUROPEI: Ottimo campionato di 'IronNick' FERRARI col VENEZIA! Lagunari in vetta in Lega Pro. In Champions League va tutto sommato bene alla JUVE che sfiderà il PORTO mentre per il NAPOLI l'impresa si rivela quasi impossibile visto che i partenopei sono stati accoppiati al REAL MADRID! Sfide molto interessanti anche BARÇA-PSG e ARSENAL-BAYERN... In Europa League ecco ROMA-VILLAREAL e FIORENTINA-MOENCHENGLADBACH



FONTE: Leggo.it


EX VERONA
Ex Verona, Ferrari segna e porta il Venezia in vetta
L’attaccante in rete con l’AlbinoLeffe: la squadra di Inzaghi è prima in Lega Pro

di Redazione Hellas1903, 13/12/2016, 08:45

Ci ha pensato Nicola Ferrari a portare il Venezia in testa alla classifica del girone B di Lega Pro.
Una rete dell’ex attaccante del Verona, a 7' dalla fine della gara, ha permesso alla formazione diretta da Pippo Inzaghi (pure lui in gialloblù da giocatore) di espugnare il terreno dell’AlbinoLeffe.
Vittoria per 1-0 per il Venezia, che ha così superato il Pordenone ed è salito a quota 38 punti. Ferrari era subentrato nel corso del secondo tempo della gara.

NEWS
Ventura: “Il mio 4-2-4 l’ho inventato col Verona”
Il ct dell’Italia: “All’Hellas in emergenza feci giocare Greco esterno”

di Redazione Hellas1903, 13/12/2016, 08:27

Una delle soluzioni tattiche più rilevanti nell’ultimo decennio di calcio in Italia è il 4-2-4, storico assetto riportato in auge da Giampiero Ventura e successiva ripreso anche da Antonio Conte.
Ventura, da quest’estate ct azzurro, spiega, nelle parole riprese dal “Guerin Sportivo” di questo mese, come quell’idea emerse durante la sua permanenza all’Hellas: “Il 4-2-4 nacque col Verona, in un turno di campionato di emergenza assoluta in cui presi un giocatore, Leandro Greco, e ci lavorai in settimana per arrivare a metterlo esterno”.
Nel campionato di Serie B 2006-2007 Ventura, subentrato a Massimo Ficcadenti a fine dicembre, condusse i gialloblù a una prolungata rimonta per la salvezza, sfumata poi ai playout persi con lo Spezia.

EX VERONA
Ex Verona, Nico Lopez retrocede con l’Internacional
L’uruguagio non riesce a contribuire alla salvezza della squadra brasiliana

di Redazione Hellas1903, 12/12/2016, 19:14

L’Internacional di Porto Alegre, uno dei club più importanti e blasonati del Brasile – in bacheca conta ben tre Brasileirao due Libertadores – è retrocesso in Serie B. Ieri sera era necessaria una vittoria contro il Fluminense, ma i biancorossi non sono andati oltre il punteggio di 1-1, terminando il campionato al quartultimo posto con 43 punti, due in meno del Vitoria.
Tra le fila della compagine carioca milita l’ex Verona Nico Lopez. L’attaccante uruguagio, all’Hellas nella stagione 2014/2015 (27 presenze e 5 gol tra campionato e Coppa Italia), ha giocato l’intero match contro il Fluminense, senza però riuscire a incidere. Il calciatore, che in Italia ha vestito anche le maglie di Roma e Udinese, era approdato in Brasile lo scorso luglio, dopo che, da gennaio a giugno, aveva giocato in patria con il Nacional Montevideo.

FONTE: Hellas1903.it


IN PRIMO PIANO SPORT
Coppe: Porto con la Juve, Real Madrid per il Napoli
I sorteggi di Champions. In Europa League: Roma sfida Villarreal, per la Fiorentina c'è il Mönchengladbach


Il momento della sorte è arrivato. L’esito delle urne fa sorridere soprattutto i bianconeri, che estraggono il Porto. Sfida molto più complicata per gli azzurri che dall'urna di Nyon hanno visto avverarsi presagi meno positivi e si sono ritrovati i campioni in carica del Real Madrid. In Europa League, alle italiane in gara, va bene ma non benissimo. Se il pericolo Manchester United è evitato, la Roma si ritrova con quel Villarreal semifinalista della scorsa edizione del trofeo. Mentre la Fiorentina sfiderà il Borussia Moenchengladbach, retrocesso dalla Champions League.

La Juve trova il Porto. Allegri: "Nessuna gara è semplice"
L’urna di Nyon ha consegnato alla Juventus di Massimiliano Allegri il Porto. La squadra di Nuno Espirito Santo, che si è qualificata agli ottavi come seconda del girone G alle spalle del Leicester, giocherà la prima partita in casa, all’Estádio do Dragão il 22/02. Il ritorno invece si giocherà allo Juventus Stadium il 14/03. Ripartirà dunque a febbraio la corsa della Juventus in Champions League, per provare ad arrivare a Cardiff i bianconeri dovranno inizialmente passare dal Portogallo, in una sfida che vedrà tra i protagonisti anche il brasiliano Alex Sandro - arrivato a Torino nell’estate del 2015 proprio dal Porto. Evitati Real Madrid, Manchester City e Bayern Monaco, grandi pericoli della vigilia, la formazione di Allegri troverà la squadra che ha eliminato la Roma ad agosto. Di questo - e non solo - ha parlato il vice presidente della Juventus Pavel Nedved al termine del sorteggio a Nyon: «In Italia ci danno come vincitori dello scudetto senza difficoltà ed ora si penserà che abbiamo già passato gli ottavi di Champions. Ma queste sfide vanno affrontate con grande concentrazione, altrimenti si rischia, soprattutto su due partite secche». Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, mette in guardia dal sottovalutare i portoghesi del Porto. «Sono un'ottima squadra e nel preliminare hanno già eliminato un'italiana», la Roma, come ha ricordato il bianconero. Sulla stessa linea Massimiliano Allegri, che su Twitter avverte: «Questa Juve può giocarsela con chiunque: a questo livello non esistono però partite semplici».


Napoli, contro il Real il riscatto per la Coppa Campioni 1987/88
Una sfida difficile almeno quanto affascinante, sarà il Real Madrid l’avversario che il Napoli affronterà agli ottavi di Champions League. Verdetto dell’urna di Nyon ufficialmente arrivato, in casa azzurra dunque pensieri già rivolti alla doppia sfida contro Cristiano Ronaldo e compagni. «Una sfida fantastica! Felici di batterci contro una leggenda», il primo commento arrivato dal Napoli attraverso il proprio profilo Twitter ufficiale. Napoli che affronterà la prima sfida contro il Real Madrid al Bernabeu, match di ritorno che invece si disputerà al San Paolo. Un solo precedente tra le due squadre, con l'eliminazione al primo turno nella Coppa Campioni 1987/88, quando si giocò al Bernabeu a porte chiuse e in un San Paolo strapieno. Era il Napoli di Maradona, che in quell'anno uscì al primo turno battuto 2-0 all’andata e pareggiando 1-1 al ritorno. Per il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis sarà una sfida storica. «Sarà una sfida bella e di grande fascino. Il Real Madrid è la squadra detentrice del titolo, ha grandissimi campioni e fuoriclasse assoluti. Noi dal canto nostro abbiamo la forza di squadra e vogliamo dimostrare il nostro valore, esprimendo il gioco brillante che, grazie a Sarri, stiamo proponendo in Italia ed in Europa». «È un match che in ogni caso farà la storia del calcio napoletano. - ha aggiunto il patron azzurro - Siamo da anni stabilmente in Europa, con tanto orgoglio e passione. Questa partita rappresenterà una ulteriore esperienza per crescere e maturare in campo internazionale».

La Roma pesca il Villarreal
Un sorteggio di Europa League non propriamente fortunato per la Roma di Spalletti che in vista dei sedicesimi se la dovrà vedere con il Villarreal degli italiani Roberto Soriano e Gianluca Sansone, una delle ’seconde’ più complicate in circolazione. Il ‘sottomarino giallo’ allenato da Fran Escribà è composto da una rosa di grande qualità, tra l’ex Milan Pato, il capitano Bruno Soriano, il difensore argentino Musacchio, l’attaccante Bakambu, i fantasisti Trigueros e Dos Santos. E per febbraio dovrebbe tornare a disposizione anche Roberto Soldado. A margine dei sorteggi di Nyon, è il dirigente giallorosso Tempestilli a fare il punto sulla Roma ai microfoni di Sky: «Bisogna pensare a tutte le partite che dobbiamo affrontare, una per volta, quindi per prima cosa testa al Milan, avversario di questa sera. L’allenatore ha preparato la squadra al meglio. Il Villarreal? È una squadra esperta a livello internazionale e non sarà facile. Noi però abbiamo le nostre carte da giocarci. Siamo un club che si pone sempre degli obiettivi importanti, ogni anno, e vuole centrarli». Il Villarreal lo scorso anno aveva eliminato il Napoli in Champions.

Fiorentina contro i tedeschi uscenti dalla Champions
A parlare per la Fiorentina, dopo il sorteggio dei sedicesimi di finale di Europa League che ha accoppiato i viola con i tedeschi del Borussia Monchengladbach, è il dirigente Andrea Rogg: «Sicuramente sarà una partita molto stimolante per noi, contro una squadra che scende dalla Champions League e che quindi ha un gruppo di grande valore. Anche noi abbiamo dimostrato però di poter dire la nostra in Europa. Per questo, sarà una gara stimolante».

FONTE: Sky.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaNapoli mister PECCHIA

HELLAS VERONA 3-1 AVELLINO

Wallpapers gallery