CARPI 1-1 HELLAS VERONA: Gli emiliani la buttano sull'agonismo e passano per primi col 'solito' LASAGNA ma, sul finire del primo tempo, dopo 5 tocchi di prima i gialloblù pareggiano col 15esimo centro di PAZZINI. Nella ripresa la supremazia scaligera non basta e la gara termina con in pareggio.

Pubblicato da andrea smarso sabato 24 dicembre 2016 18:34, vedi , , , , , , , , , , | Nessun commento


#CarpiVerona +   -   =

RECAP & IMPRESSIONI
Il CARPI la mette quasi subito sull'intensità fisica e agonistica cercando varie volte la rissa con i gialloblù ma passano in vantaggio al 14° a causa di un'uscita troppo anticipata di NICOLAS verso il vertice sinistro dal quale LASAGNA lo fulmina con un diagonale.
La gara prosegue con un HELLAS anche volenteroso ma troppo 'leggero' nei contrasti e preso regolarmente in mezzo a centrocampo dove i padroni di casa hanno spesso un paio di uomini in più dato l'arretramento di LOLLO, dalla metà del primo tempo è SILIGARDI a rendersi pericoloso per quattro volte in una decina di minuti ma la porta è quasi sempre un miraggio...
Nei minuti di recupero FOSSATI la passa al limite dove giochicchiano con tocchi rapidi e brevi i gialloblù, alla fine arriva l'imbucata per PAZZINI che parte decentrato a sinistra e fulmina BELEC con un gran diagonale sul secondo palo.
Ripresa che continua sui binari del nervosismo del primo tempo, numerosi i fischi del signor Pasqua che alla fine sarà costretto ad usare ben dieci cartellini gialli (e a chiudere più di un occhi per non cacciar fuori nessuno) ma le uniche grandi occasioni capiteranno sulla testa di RÔMULO al 53° e tra i piedi del Pazzo al 91°.

Clicka qui per vedere l'album di Carpi 1-1 Verona

Pareggio tutto sommato giusto anche se il VERONA avrebbe meritato un pizzico di più per quanto s'è visto nel secondo tempo, continuano le difficoltà dei gialloblù dalla cintola in su dove ad una innegabile qualità non corrisponde un'intensità ed una fisicità adeguata.
Il CARPI a centrocampo ha mandato fuori giri in più occasioni gli scaligeri grazie alla superiorità numerica e, quando non è bastata, le legnate sistematiche hanno ridotto l'HELLAS a più miti consigli.
Qualche perplessità destano anche gli esterni offensivi che non girano più alla stessa velocità di PAZZINI come ad inizio campionato: Mister PECCHIA cerca di girare un po' le carte ma BESSA non ha il passo ed è evidentemente fuori ruolo, SILIGARDI una ne fa e cento ne sbaglia, GOMEZ e LUPPI girano spesso a vuoto mentre GANZ è considerato esclusivamente come centrale.
Il FROSINONE batte il BENEVENTO e aggancia i gialloblù in testa alla classifica: Il campione d'inverno verrà (forse) deciso all'ultima di andata Venerdì 30 Dicembre quando al Bentegodi arriverà il CESENA ed i ciociari giocheranno in trasferta sul campo della PRO VERCELLI.


LA GARA
Mister CASTORI accantona almeno in questa gara il consueto 4-3-3 a favore di un più guardingo 4-4-1-1 e, sfruttando magari la superiorità numerica a centrocampo, innescare le fantasiose giocate dei vari LOLLO, DI GAUDIO e LASAGNA.
Risponde ancora col 4-3-3 mister PECCHIA confermando in blocco la difesa e ZACCAGNI in mediana vicino a FOSSATI e RÔMULO mentre BESSA, che probabilmente darà il cambio durante la gara al connazionale, starà sulla linea degli avanti con SILIGARDI dalla parte opposta e capitan PAZZINI in mezzo.

3 vittorie e un pari nelle ultime 4 per il CARPI, circa 700 i tifosi gialloblù che stipano la Curva Est del Cabassi, dirige il signor Pasqua di Tivoli alla 77esima in Serie B.

8° È RÔMULO il primo a tirare in porta dai 20 metri in zona centrale, BELEC si inginocchia e raccoglie.
14° CARPI IN VANTAGGIO: SILIGARDI perde palla sul dischetto di centrocampo a causa del tackle di MBAYE, palla a CRIMI che lancia sulla destra LASAGNA, SOUPRAYEN non è nei paraggi, CARACCIOLO lo insegue alla lontana ma l'erroraccio è di NICOLAS che esce con troppo anticipo venendo punito dal gran diagonale di Kevin...
16° Palla profonda per PAZZINI che in area prova la girata volante senza trovare appieno la palla...
17° DI GAUDIO da sinistra ne salta un paio e da fuori area prova il tiro a giro: Palla che volta un paio di metri all'esterno dell'incrocio destro
18° PAZZINI a gamba tesa su GAGLIOLO, il signor Pasqua estrae il primo cartellino giallo.
19° ROMAGNOLI trattiene PAZZINI a lungo, altra ammonizione nel giro di nemmeno 60 secondi.
22° SOUPRAYEN in sovrapposizione la mette nel mezzo dove SILIGARDI al volo la spara in mezzo ai tifosi gialloblù.
25° PISANO da destra traversa per l'incornata di SILIGARDI che non trova lo specchio.
26° LETIZIA usa le cattive con SILIGARDI che gli scappa, cartellino giallo per il giocatore del CARPI.
27° Altro tentativo di SILIGARDI, stavolta appena fuori dall'area, BELEC si tuffa e smanaccia in angolo con qualche apprensione!
31° ZACCAGNI commette un fallo tattico in mezzo al campo, altro cartellino giallo sventolato dal signor Pasqua.
32° BESSA da sinistra cerca SILIGARDI in area ma il suo tiro sul palo opposto esce a lato.
39° Rimessa laterale da destra in zona offensiva per il CARPI, palla sulla testa di DI GAUDIO vicino alla porta ma l'esterno mancino colpisce debole favorendo l'intervento di NICOLAS.
43° CONCAS colpito in uscito da NICOLAS non ce la fa, gli da il cambio BIANCO.
45° SOUPRAYEN dal vertice dell'area sinistra impegna BELEC che anticipa PAZZINI sul fondo.
47° GRAN PAREGGIO DELL'HELLAS: FOSSATI in verticale per SILIGARDI che al limite appoggia a sinistra per SOUPRAYEN subito indietro per ZACCAGNI che serve una perfetta imbucata a PAZZINI sul filo del fuorigioco... Nulla da fare per BELEC che deve arrendersi al capocannoniere della Serie B ed ai cinque tocchi di prima dell'HELLAS!
48° Dopo tre minuti di recupero il signor Pasqua termina il primo tempo.

Radiografia del Gol gialloblù 2016/2017
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
PAZZINI01515
BESSA044
VALOTI033
GANZ123
FOSSATI123
LUPPI123
RÔMULO022
PISANO022
GOMEZ011
SILIGARDI011
ZACCAGNI011
ZUCULINI101

2° I padroni di casa incitati da CASTORI partono all'offesa e in due minuti conquistano due calci d'angolo.
RÔMULO sfugge a BIANCO che lo tira giù senza tanti complimenti, giusta l'ammonizione...
11° STRUNA con un fallo prolungato su BESSA, altro cartellino giallo estratto da Pasqua.
12° BIANCHETTI stende LETIZIA che lo aveva saltato: Ennesima ammonizione comminata dall'arbitro.
16° CRIMI supera di tacco SOUPRAYEN e il terzino francese lo stende: Ecco l'ottavo cartellino giallo...
18° BESSA toccato duro è richiamato in panchina per precauzione, dentro LUPPI.
23° Tiro-cross di CRIMI dal vertice destro dell'area, NICOLAS blocca in tranquillità.
24° Secondo cambio HELLAS: GGOMEZOMEZ prende il posto di SILIGARDI.
27° Occasionissima HELLAS: LUPPI crossa in mezzo per la schiacciata di testa di RÔMULO! La palla rimbalza davanti a BELEC che poi la agguanta in un secondo momento...
35° LETIZIA ci prova dalla distanza: Palla a lato. CARACCIOLO sente l'inguine tirare in un contrasto con un avversario e chiama il cambio, dentro BOLDOR... Cambia anche CASTORI: BIFULCO rileva LOLLO.
38° GOMEZ con un fallo da dietro su BIANCO: Ammonizione per Juani.
41° Spintone evidente di BOLDOR su DI GAUDIO lanciato verso NICOLAS, il signor Pasqua estrae il decimo cartellino giallo: Giusto, il difensore romeno non era l'ultimo uomo.
43° SOUPRAYEN da sinistra cerca il colpo di testa di GOMEZ che impatta debole favorendo il recupero BELEC.
44° CASTORI si copre con l'ultimo cambio: Dentro il difensore POLI al posto dello sgusciante DI GAUDIO e CARPI che vira sul 5-3-1-1.
46° Altra grande occasione HELLAS: PAZZINI riceve da sinistra sul dischetto del rigore e tira venendo murato da POLI! Pallone recuperato da RÔMULO che ad un passo dalla linea di fondo non riesce a superare BELEC!
47° ZACCAGNI trattiene BIFULCO che cercava di arrivare in area, calcio di punizione battuto da LETIZIA dal vertice sinistro con palla che vola sopra la traversadi un paio di metri...
49° Il signor Pasqua fischia tre volte e termina la gara dopo quattro minuti di recupero.

BianchettiPecchiaZaccagni

I VOTI
  • NICOLAS Erroraccio sul gol dello svantaggio! Il portiere brasiliano esagera spesso nelle uscite e oggi costa probabilmente un paio di punti all'HELLAS, voto 4,5
  • PISANO Stà piano piano tornando sui livelli che gli riconosciamo a Verona, buona prova del terzino da combattimento scaligero... Voto 6
  • BIANCHETTI Mura DI GAUDIO lanciato a rete al 44° con un intervento da urlo ma in generale oggi è tra i migliori, voto 6,5
  • CARACCIOLO Solita pugna da mastino, peccato per quel risentimento all'inguine che lo costringe ad uscire anzitempo: Voto 6 (gli da il cambio all'81° BOLDOR che spende bene l'ammonizione in un momento in cui è il VERONA ad essere più pericoloso, voto 6)
  • SOUPRAYEN Un sacco di affondo del terzino a sinistra, tanti i palloni messi in mezzo ma solo uno degno di rilievo, dov'è in difesa in occasione del gol subito? Voto 5,5
  • ZACCAGNI Cerca bene l'inserimento ma usa troppo spesso il fioretto quando servirebbe la spada (e/o la clava) sbattendo contro gli energumeni biancorossi che non usano nei suoi confronti troppi riguardi, meglio nel secondo tempo come tutto l'HELLAS quando la sua freschezza atletica ha la meglio sui diretti avversari: Voto 6
  • FOSSATI Sbaglia qualche palla di troppo ma avvia l'azione del pari, per il resto le solite geometrie e oggi incredibilmente non becca ammonizioni! Voto 6
  • RÔMULO Non ha lo spunto di inizio campionato ma lo stesso il suo peso specifico in campo è di rilievo, peccato per quel tentativo all'8° e per quelle due occasioni nel secondo tempo... Voto 6
  • BESSA Spesso confusionario non riesce ad essere propositivo anche perchè appena supera un avversario subisce il raddoppio di un secondo che lo neutralizza: Voto 5,5 (gli da il cambio al 63° LUPPI che beccato dal pubblico per i suoi trascorsi modenesi riesce a metter in mezzo un solo pallone giocabile sul quale ROMULO sfiora il 2 a 1... Può fare sicuramente di più e meglio: Troppi errori, voto 5)
  • PAZZINI 15esimo gol oggi per il capitano che combatte come un ossesso e tiene alta la tensione dei suoi che faticano a reggere la pressione dei padroni di casa, letale come sempre in area di rigore: Voto 6,5
  • SILIGARDI Perde un paio di palle sanguinose ma nel complesso è tra i più pericolosi... Voto 6,5 (gli da il cambio al 70° GOMEZ che purtroppo non sembra avere nemmeno più la velocità di pensiero dei bei tempi! Prosegue nella ricerca dell'io perduto dopo anni di cura mandorliniana... Voto 5)
  • PECCHIA Assicura che il suo HELLAS corre e che se c'è un problema non riguarda di sicuro la condizione fisica ma i gialloblù giocavano tutt'altro calcio fino ad un mese fa e questo è un fatto oggettivo... Deve fare di necessità virtù sulle fasce d'attacco (o magari cambiare modulo) e spera in un aiutino a Gennaio, oggi mi trovo d'accordo con lui: Forse il VERONA meritava un pizzico di più... Voto 6
[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister CASTORI tecnico del CARPI «La squadra ha disputato una prestazione eccellente per intensità e determinazione contro un avversario forte. Abbiamo confermato il nostro momento positivo che ormai dura da cinque partite; dobbiamo continuare su questa strada. Nonostante i problemi fisici di alcuni giocatori nel corso della settimana, mi sento di dire che tutti hanno dato il massimo e alla fine, anche se il risultato è di parità, mi soddisfa. L’unico neo è stato nell’occasione del gol del Verona probabimente condizionato dalla sostituzione obbligata di Concas. Purtroppo non avevamo ancora trovato le giuste misure e Pazzini, che è un ottimo giocatore, ci ha punito. Per il resto non ho da muovere appunti ai ragazzi che sono stati encomiabili. Ora cerchiamo di chiudere nel migliore dei modi il girone di andata con una bella prestazione a Novara: Festeggiamo il Natale poi ci prepareremo al meglio dal giorno di Santo Stefano. Ancora ritiro? L’unica cosa che voglio dire è che siamo andati in ritiro nè per punizione nè per scaramanzia. Chi pensa questo, ci offende…siamo stati solo a lavorare con grande concentrazione e applicazione e i risultati si sono visti sul campo» CarpiFC.com

Mister PECCHIA «Abbiamo concesso pochissimo a una squadra forte come il Carpi, che può contare su individualità importanti come Lasagna. Avremmo meritato di vincere, ma una prestazione così ci dà forza: abbiamo tenuto a lungo il Carpi nella propria metà campo. Complimenti a tutta la squadra per la qualità di gioco, le tante palle gol create e la prestazione in generale. Bene anche la reazione dopo il gol del Carpi, la gara rischiava di mettersi su altri binari, ma poi abbiamo fatto una gran rete. La squadra sta bene, la vittoria con l'Entella ci ha dato forza. Zaccagni? Siamo molto contenti, è un patrimonio della società. Cesena? Recuperiamo le energie per quest'ultima gara, vogliamo continuare con questo trend, con questa spinta. Tutti avremmo preferito trovare tre punti sotto l'albero, ci accontentiamo di un punto e una grande prestazione: auguri a tutti i tifosi gialloblù» HellasVerona.it

BianchettiPecchiaZaccagni

LETIZIA centrocampista del CARPI «E’ stata una partita molto difficile, la abbiamo interpretata come dovevamo e come l’avevamo preparata. Sicuramente è stato decisivo subire gol nel recupero del primo tempo, in quell’occasione avremmo dovuto essere più attenti. Il Verona è un’ottima squadra, è in testa per merito e non per caso, hanno tanti giocatori forti, noi abbiamo fatto il possibile. L’abbiamo affrontato come dovevamo, pressando tanto e aggredendoli alti. Solo tre vittorie casalinghe? Dico che è meglio un punto che niente, adesso pensiamo al Novara per finire al meglio il girone d’andata. Faccio gli auguri a tutti i nostri tifosi di Buon Natale» CarpiFC.com

ZACCAGNI «Con il Carpi abbiamo fatto una buonissima gara, giocando come sappiamo. Purtroppo non siamo riusciti a fare il secondo gol, nonostante l'iniziativa fosse sempre nostra. Siamo una squadra di carattere, dobbiamo dimostrarlo ogni partita. Sono soddisfatto della maglia da titolare, cerco sempre di fare il massimo, mettendomi a disposizione della squadra e del mister. Sono molto contento di questo girone d'andata, ora pensiamo a chiudere al meglio l'anno nella sfida di venerdì contro il Cesena. Maresca? Per me è un maestro, mi dà una grande mano, sia in campo che fuori. Cerco sempre di prendere quanto posso da lui e dagli altri punti di riferimento, come Coppola e Pazzini. Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutti i tifosi gialloblù» HellasVerona.it

BIANCHETTI «Torniamo da Carpi con un buon punto, ma ci dispiace perché avremmo meritato di più. Abbiamo fatto la nostra partita cercando di concedere il meno possibile ad una squadra di valore, ben preparata e molto fisica. Abbiamo provato ad interpretarla nel modo corretto e sotto il profilo agonistico ci siam battuti bene. Siamo stati bravi a non disunirci dopo il gol e, soprattutto nel secondo tempo, sono arrivate molte occasioni che potevano cambiare il risultato. Il nostro è un gruppo di carattere, non si possono affrontare e vincere tutte le sfide con un colpo di fioretto. Siamo primi in classifica, anche se ci dispiace di aver preso qualche gol in più nelle partite scorse. Lavoriamo tutti insieme per poterci togliere delle belle soddisfazioni. Il Frosinone? E' un bel testa a testa anche se all'andata li abbiamo battuti e questo potrebbe rappresentare un vantaggio per noi, soprattutto per gli scontri diretti. Colgo l'occasione per fare i miei più sinceri auguri di Buon Natale a tutti i tifosi e al popolo gialloblù» HellasVerona.it



LE ALTRE DI B +   -   =

Dura lotta tra FROSINONE e BENEVENTO ma alla fine la spuntano i ciociari che vincono per 3 a 2 e agganciano il VERONA in testa alla classifica.
Poker implacabile della SPAL sulla TERNANA, i sorprendenti ferraresi salgono al secondo posto!
Vince ancora il VICENZA nel derby veneto col CITTADELLA, 2 a 0 ed il LANEROSSI si toglie dalle sabbie mobili... 4 a 1 dell'ENTELLA sul NOVARA, 3 a 1 del CESENA sul TRAPANI.
Pareggio per 1 a 1 in ASCOLI-BARI e PERUGIA-LATINA.
Il lupi irpini la hanno la meglio per 3 a 2 sulla SALERNITANA nel derby campano, 2 a 1 del BRESCIA sulla PRO VERCELLI, infine 0 a 0 tra PISA e SPEZIA



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Carpi / Hellas Verona 1-1
24/12/2016 19:32 - by gaudiopedalino
Buon pareggio dell’Hellas al “Cabassi” con il Carpi. Pecchia ripresenta la medesima formazione che a fatica aveva superato l’Entella, nell’ultima giornata, con l’unica eccezione di Siligardi al posto di Valoti. I gialloblù prendono in mano le redini del gioco a ritmi abbastanza blandi ma, poco prima del quarto d’ora, il Carpi passa in vantaggio, nella prima azione d’attacco biancorossa. C’è un lungo lancio dall’altezza della metà campo verso Lasagna che, fra Souprayen e Caracciolo, sul filo del fuorigioco punta l’area dove gli si avventa contro, completamente fuori tempo Nicolas che è superato dall’ex Cerea che insacca. Pronta risposta scaligera con Pazzini che cerca l’acrobatica girata su imbucata di Fossati ma non colpisce bene la palla che arriva tranquilla fra le braccia del portiere. Prima del ventesimo Pazzini e Romagnoli finiscono sul taccuino dell’arbitro per una serie di reciproche scorrettezze. Alla mezzora anche Zaccagni è ammonito. L’Hellas cerca il pareggio prevalentemente con Siligardi che prima non inquadra la porta, poi tira debolmente e infine, su perfetto lancio di Bessa, sfiora il secondo palo. In pieno recupero bella azione tutta di prima iniziata da Fossati per Siligardi, Souprayen e imbucata per Pazzini che fulmina il portiere. Si va al riposo con un giusto pareggio. Al quarto d’ora Bessa, che aveva subito un colpo qualche minuto prima, è costretto a uscire sostituito da Luppi. Il Verona prende campo e chiude gli emiliani nella loro metà campo. Un colpo di tacco di Luppi, fischiatissimo dai suoi concittadini, finisce a lato di poco. Pecchia richiama Siligardi per Gomez. Alla mezzora occasionissima veronese. Traversone di Luppi per Romulo che da due passi schiaccia di testa obbligando al miracolo il portiere ma poteva fare meglio. A dieci dalla fine anche Caracciolo alza bandiera bianca per un problema muscolare, al suo posto c’è il debutto in campionato del giovane Boldor. In pieno recupero mischia in area emiliana ma, l’ultimo tocco di Romulo, finisce a lato. Termina con un pareggio una buona partita dell’Hellas che ha ritrovato gioco e determinazione. Gli infortuni di Bessa e Caracciolo hanno bruciato due cambi per Pecchia che alla fine si è detto comunque soddisfatto della prestazione che mantiene ancora i gialloblù in testa alla classifica, seppur in coabitazione con il Frosinone. Quindicesima rete di Pazzini in quindici gare giocate.

FONTE: RadioRCS.it


LE PAGELLE
Le pagelle del Verona: Nicolas giornata no, Pazzini toglie le castagne dal fuoco
24.12.2016 18:30 di Giorgia Segala
Nicolas 5 – Troppe leggerezze, responsabile sul gol preso e protagonista di una situazione tesa quando travolge Concas in uscita. Giornata no.

Pisano 6 – Offre dei buoni cross ma raramente trova i compagni in posizione, macina chilometri sulla sua fascia e si propone sempre.

Bianchetti 6.5 – Cerca di ristabilire l'equilibrio dopo il gol di Lasagna. Partita ordinata, le sue ultime prestazioni stanno offrendo maggior sicurezza al reparto.

Caracciolo 6.5 – Partita molto buona dell’ex Brescia, costretto ad uscire per infortunio muscolare. (Boldor 6 – Gioca solo pochi minuti, ma commette un fallo fondamentale per frenare un pericolosissimo contropiede del Carpi.)

Souprayen 5.5 – Male in fase difensiva, mentre in avanti solo nel secondo tempo offre qualche spunto interessante. Troppo poco.

Romulo 5.5 – Qualche giocata interessante, negli ultimi minuti si trova tra i piedi il pallone del possibile vantaggio ma spreca tutto. Potrebbe fare di più e meglio, si ritrova intrappolato nella solita rete di eccessivo amore per se stesso.

Fossati 5.5 – Impalpabile nel primo tempo, si fa vedere un po’ di più nella ripresa. Riesce ad evitare l’ammonizione che gli costerebbe la squalifica, poiché diffidato.

Zaccagni 6.5 – Forse ancora un po’ acerbo, commette delle imprecisioni ma l’atteggiamento è quello giusto. Propositivo, veloce, offre il proprio aiuto ai compagni. Ha buoni margini di crescita.

Bessa 6 – Primo tempo non sufficiente, cresce nel secondo. Può comunque fare molto meglio di così, nell’ultimo periodo appare un po’ appannato. (Luppi 6 – Entra in partita a tutta birra, sfiora anche la conclusione. Il suo atteggiamento troppo concitato a volte lo rende poco lucido.)

Pazzini 7 – È sempre lui a togliere le castagne dal fuoco. Quindici gol segnati alla 20a giornata, trascina da vero leader questo Verona che funziona a singhiozzo.

Siligardi 6 – Nel primo tempo va sempre lui alla conclusione. Molta volontà, poca precisione. Nella ripresa non pervenuto, e Pecchia lo sostituisce. (Gomez s.v.)

FONTE: TuttoHellasVerona.it


Carpi-Verona 1-1, al Cabassi vincono i cartellini gialli
24 dicembre 2016

Termina 1-1 la sfida del Cabassi tra Carpi e Verona in virtù delle reti di Lasagna e Pazzini. Risultato sostanzialmente giusto, anche se gli scaligeri possono recriminare per la grande occasione sciupata da Romulo nel recupero. Alla fine a farla da padrone sono i cartellini gialli, ben nove quelli estratti dall’arbitro Pasqua. Di seguito cronaca e tabellino:

PRIMO TEMPO – Dopo i primi dieci minuti di studio tra le due formazioni il Carpi colpisce con quella che è la sua arma migliore, ossia il contropiede. Al 14′ Lasagna se ne va sul filo del fuorigioco e batte Nicolas in uscita. Il Verona accusa il colpo e rischia di capitolare nuovamente tre minuti più tardi. Di Gaudio fa tutto benissimo in fase preparatoria ma conclude a lato di poco. Col passare dei minuti il match si fa più teso e fioccano i cartellini gialli per entrambe le formazioni. Al 32′ Siligardi va vicissimo al pareggio, il suo diagonale sibila a pochi centimetri dal palo. Il Carpi gestisce con ordine risschiando poco, ma viene colpito proprio nel finale di primo tempo. Souprayen serve Pazzini in profondita, piattone che supera Belec e ristabilisce la parità.

SECONDO TEMPO – La ripresa è ancora più avara di occasioni da rete. Per i primi venti minuti la situazione è di stallo totale, il Verona prova a creare senza successo, il Carpi si difende con ordine. Al 68′ il subentrato Luppi ha una buona occasione all’interno dell’area ma non riesce ad impattare il pallone. Cinque minuti dopo Romulo incorna su cross dello stesso Luppi, Belec si salva ala grande. Lo stesso Romulo al 92′ ha l’occasione per vincere il match ma la sua conclusione termina incredibilmente a lato. Al 94′ ci prova Letizia su punizione, ma il suo destro si perde alto sopra la traversa. Un punto per parte che accontenta maggiormente i biancorossi.

CARPI-VERONA 1-1
CARPI (4-4-1-1): Belec; Struna, Gagliolo, Romagnoli, Letizia; Crimi, Lollo (dall’82’ Bifulco), Mbaye, Di Gaudio (dal 90′ Poli); Concas (dal 43′ Bianco); Lasagna. A disp. Colombi, Montipò, Catellani, Jawo, De Marchi, Mezzoni. All. Castori.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Caracciolo (dall’81’ Boldor), Souprayen; Zaccagni, Fossati, Bessa (dal 63′ Luppi); Romulo, Pazzini, Siligardi (dal 70′ Gomez). A disp. Coppola, Troianiello, Ganz, Maresca, Cappelluzzo, Valoti. All. Pecchia.

Arbitro: Pasqua di Tivoli
Marcatori: 14′ Lasagna (C), 45′ (3) Pazzini (V)
Note – Ammoniti: Pazzini (V), Romagnoli (C), Letizia (C), Zaccagni (V), Struna (C), Bianchetti (V), Souprayen (V), Gomez (V), Boldor (V)

FONTE: SerieB24.com


24 DIC 2016
GRANDE REAZIONE, STRADA RITROVATA
Mi è piaciuto terribilmente il secondo tempo del Verona. E’ mancato solo il colpo del ko, ma quello che noi tendiamo a fare è dimenticare che in campo ci sono anche gli avversari. Nella fattispecie: una squadra rognosa, brutta che pensa solo a distruggere il gioco e a commettere falli sistematici a centrocampo.

Un calcio “sporco” da cui è emerso il Verona, le sue trame di gioco, la sua capacità di giocare palla a terra. E’ mancato il gol e non è poco, ma bisogna saper leggere dentro le prestazioni. Quella di oggi è molto importante, perché c’è stata una reazione netta alle avversità (uscita folle di Nicolas, gol del Carpi) e il gioco ritrovato.

In questo finale di anno, dopo un fisiologico calo fisico, è un’iniezione di fiducia non indifferente e suggella il buon lavoro che ha fatto Pecchia su questa squadra. Il gol meraviglioso di Pazzini dopo quattro tocchi di prima è stata la cornice della giornata.

Ovviamente ci sono anche delle considerazioni critiche che non vanno dimenticate. Considerazioni che la società non potrà non fare a gennaio nel momento in cui ci sarà da ridisegnare una squadra che poi non avrà tregua sino a maggio. Valutazioni da fare con calma e da non sbagliare perchè poi non saranno rimediabili e con quel materiale umano Pecchia dovrà condurre la barca in porto. Ma oggi la cosa più importante è fare più punti possibili e chiudere alla grande questa andata. Con queste premesse e dopo la gara di oggi si può affrontare il Cesena con maggiore ottimismo.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.Telenuovo.it


NEWS
Pagelle Verona: Zaccagni alla Jorginho, Pazzo micidiale
Nicolas, che errore. Souprayen e Bessa in sofferenza, Fossati tra luci e ombre

di Matteo Fontana, @teofontana 24/12/2016, 17:37

NICOLAS 5
Errore imbarazzante sul gol del Carpi: una di quelle situazioni in cui ci si domanda “che cosa sta facendo?”. La risposta è uno sbaglio ciclopico che apre la porta a Lasagna. Poi cerca di uscire dalla pentola, ma la cottura è già arrivata.

PISANO 6
In una partita che si trasforma in una mezza battaglia, è uno dei più combattivi. Soffre molto l’estro dell’agile Di Gaudio, ma alla lunga riesce a contenerlo. Per difendere con maggior cura attacca poco.

BIANCHETTI 6
Sorpreso dalla verticalizzazione del Carpi che porta all’1-0, riordina le idee e spazza via più di qualche pallone fastidioso. Nelle ultime partite è parso più concentrato.

CARACCIOLO 6,5
Bravissimo in alcune chiusure nell’uno contro uno. La difesa del Verona si regge sulla sua velocità. E per questo è un guaio grosso il problema muscolare che lo costringe ad uscire. Si aspettano i responsi sul suo forzato stop.

SOUPRAYEN 5,5
Tante, troppe imprecisioni. L’Hellas fatica sulla sua corsia. Convince di più nel secondo tempo, quando il Verona sale con maggior frequenza e gli permette di avere spazio per spingere.

ZACCAGNI 7
Comincia timido, poi si esalta nel vigore di un confronto in cui servono polmoni e muscoli. Non è l’incredibile Hulk, ma supplisce con l’intelligenza tattica. Cattura palloni in serie e fornisce a Pazzini un assist delizioso per il pari. E non smette mai di correre. Lo fa sempre con lucidità, inoltre. Suggestione grande: in certi momenti ricorda Jorginho.

FOSSATI 6
In grossa difficoltà se aggredito dalla fisicità del Carpi, che mena duro a centrocampo, si mette a ragionare è dà logica alla manovra del Verona. Rimane nel limbo: bene, benino, non benissimo, praticamente sufficiente.

BESSA 5,5
Perde un contrasto “sanguinante” che lancia il Carpi verso il gol del vantaggio. Non ha la freschezza dei giorni belli, dovrebbe rifiatare. Recupera, nella valutazione, con delle pregevoli giocate, ma non è brillante.

SILIGARDI 6
Forti incertezze in avvio, ma dopo è lui a suonare la sveglia, costruendosi due occasioni limpide: sulla prima ribatte Belec, sulla seconda la mira è out per un’inezia. Cala alla distanza.

PAZZINI 7
Sono quindici, i suoi gol in campionato, e quello di Carpi è pesantissimo perché tira fuori il Verona dalle complicazioni di giornata. Duello nerboruto e sul filo dei nervi con Gagliolo. Gran rete da attaccantissimo. Sfiora il 2-1 nel finale. Senza di lui l’Hellas perde metà del proprio potenziale.

ROMULO 6
A volte somiglia a un giocatore dei cartoni animati. Suggerisce un amico: “È come se fosse uno della New Team”. Ovvero, la squadra di Holly & Benji. Si incaponisce in continue azioni personali. Chiaro, peraltro, che la sua tecnica e la sua corsa restano imprescindibili.

LUPPI 6
Entra come un velocista, subito nel cuore della partita. Generosità immensa, aiuta il Verona a prendere metri. Il suo difetto è l’eccesso di frenesia.

GOMEZ 5,5
Non aggiunge spessore all’attacco di Pecchia. Ancora fuori condizione.

BOLDOR 6
Prende un’ammonizione ben spesa, frenando un contropiede ad alto rischio del Carpi.

PECCHIA 6,5
Si rivedono, in forma ridotta, degli sprazzi del bellissimo Verona delle prime tredici partite: una squadra con un folto specchio di idee. Il “buco” sul gol di Lasagna spariglia le carte. L’Hellas non molla e si solleva. Non è una squadra in gran salute, ma questo è un punto che conta.

NEWS
Buon Verona, a Carpi è 1-1
Pazzini risponde al vantaggio di Lasagna, bella prova dei gialloblù di Pecchia al “Cabassi”

di Alessandro Lerin, @alessandrolerin 24/12/2016, 17:07

Un buon Verona pareggia 1-1 a Carpi, con Pazzini (ora a quota 15 gol in campionato) che risponde al vantaggio di Lasagna. Bella prova dei ragazzi di Pecchia, che dimostrano carattere andando a rimontare lo svantaggio iniziale e, per quanto visto nei 90 minuti, avrebbero meritato qualcosa in più.
Hellas in campo al “Cabassi” con Nicolas in porta, Pisano, Bianchetti, Caracciolo e Souprayen dietro, Zaccagni, Fossati, Romulo a centrocampo e Bessa, Siligardi e Pazzini in avanti.

Il Carpi risponde con Belec tra i pali, Struna, Romagnoli, Gagliolo, e Letizia dietro, Concas, Mbaye, Crimi, Di Gaudio a centrocampo e Lollo-Lasagna in attacco.

Primo squillo del Verona dopo 8 minuti. Romulo, da fuori area, va al tiro con il destro, Belec blocca senza problemi. I gialloblù fanno fatica a tenere palla, il Carpi gioca con grande aggressività e non lascia spazi per l’avanzata degli uomini di Pecchia. Al 14′ arriva il vantaggio dei padroni di casa. Siligardi perde palla a centrocampo, Crimi verticalizza subito per Lasagna che, approfittando anche dell’uscita fuori tempo di Nicolas, insacca a porta vuota.

Il gol sveglia il Verona, che tenta subito di reagire. Pazzini prova a suonare la carica, i difensori del Carpi non usano certo le maniere gentili, eppure è l’attaccante gialloblù il primo a prendersi il giallo per proteste. Poco dopo saranno Romagnoli e Letizia gli ammoniti nella retroguardia di Castori.

22′, cross di Souprayen dalla sinistra, Silgardi cerca la girata al volo dal limite ma manda alle stelle. Poco dopo ci prova ancora Siligardi, su un bell’invito di Pisano dalla destra: colpo di testa a lato. Al 27′ è di nuovo il fantasista mancino gialloblù a rendersi pericoloso: il suo sinistro velenoso viene deviato da Belec in calcio d’angolo. Ancora Hellas vicino al gol al 32′: Bessa manda al tiro Siligardi, diagonale di poco a lato. La gara resta nervosa, scintille Nicolas-Crimi al 35′. Concas, al 43′, lascia il posto a Bianco.

45′, pericoloso cross di Souprayen dalla sinistra: Gagliolo è decisivo nel salvare in corner da dentro l’area piccola e anticipare Siligardi pronto a insaccare sul secondo palo. Il gol del pari arriva allo scadere di primo tempo. Azione avviata da Fossati, scambio di prima tra Siligardi, Souprayen e Zaccagni, bravo a liberare al tiro Pazzini: l’attaccante, a tu per tu con Belec, è freddissimo e insacca. Pareggio tanto meritato quanto pesante.

L’arbitro Pasqua continua a estrarre gialli anche nella ripresa. Ammoniti, nel primo quarto d’ora, Struna, Bianchetti e Souprayen. Primo cambio nel Verona al 18′: dentro Luppi al posto di Bessa. Pecchia prova ad alzare i ritmi di una gara che, nella ripresa, offre poco in termini di occasioni da rete. Punizione di Romulo al 22′, Luppi di poco non arriva all’impatto di testa. Dentro anche Gomez, al 25′, per Siligardi. Occasione Verona al 28′: cross di Luppi dalla destra, Belec salva su colpo di testa ravvicinato di Romulo e respinge. Destro di Letizia dalla distanza al 35′, palla a lato. Entra Boldor per Caracciolo, infortunato, al 36′. Nel Carpi esce Lollo per far posto a Bifulco. Ammoniti anche Gomez e Boldor nel Verona. 44′, cross di Souprayen dalla sinistra, Belec fa suo il colpo di testa di Juanito. A Castori va bene il pari e al 45′ inserisce Poli al posto di Di Gaudio. Grande chance per Pazzini nel recupero, ma il suo tiro viene ribattuto, poi Romulo manda fuori da pochi passi. Brivido poco dopo, quando Letizia manda alto un calcio di punizione da posizione molto pericolosa.

Finisce 1-1 a Carpi. Hellas che rimane in testa alla classifica, a quota 38 punti, anche se ora alla pari del Frosinone, vincente sul Benevento allo scadere.

FONTE: Hellas1903.it


Castori: “Una prestazione eccellente”

CARPI – Queste le parole di Fabrizio Castori al termine di Carpi-Verona:
“La squadra ha disputato una prestazione eccellente per intensità e determinazione contro un avversario forte. Abbiamo confermato il nostro momento positivo che ormai dura da cinque partite; dobbiamo continuare su questa strada. Nonostante i problemi fisici di alcuni giocatori nel corso della settimana, mi sento di dire che tutti hanno dato il massimo e alla fine, anche se il risultato è di parità, mi soddisfa”

“L’unico neo è stato nell’occasione del gol del Verona probabimente condizionato dalla sostituzione obbligata di Concas. Purtroppo non avevamo ancora trovato le giuste misure e Pazzini, che è un ottimo giocatore, ci ha punito. Per il resto non ho da muovere appunti ai ragazzi che sono stati encomiabili”

“Ora cerchiamo di chiudere nel migliore dei modi il girone di andata con una bella prestazione a Novara: Festeggiamo il Natale poi ci prepareremo al meglio dal giorno di Santo Stefano. Ancora ritiro? L’unica cosa che voglio dire è che siamo andati in ritiro nè per punizione nè per scaramanzia. Chi pensa questo, ci offende…siamo stati solo a lavorare con grande concentrazione e applicazione e i risultati si sono visti sul campo”.

Letizia: “Fatta la partita che dovevamo”

CARPI – Le dichiarazioni di Gaetano Letizia al termine di Carpi-Verona:
“E’ stata una partita molto difficile, la abbiamo interpretata come dovevamo e come l’avevamo preparata. Sicuramente è stato decisivo subire gol nel recupero del primo tempo, in quell’occasione avremmo dovuto essere più attenti”.
“Il Verona è un’ottima squadra, è in testa per merito e non per caso, hanno tanti giocatori forti, noi abbiamo fatto il possibile. L’abbiamo affrontato come dovevamo, pressando tanto e aggredendoli alti”.
“Solo tre vittorie casalinghe? Dico che è meglio un punto che niente, adesso pensiamo al Novara per finire al meglio il girone d’andata”.
“Faccio gli auguri a tutti i nostri tifosi di Buon Natale”.

FONTE: CarpiFC.com


LA CONFERENZA
Pecchia: Meritavamo la vittoria

24/12/2016 19:09
"Abbiamo concesso pochissimo a una squadra forte come il Carpi, che può contare su individualità importanti come Lasagna. Avremmo meritato di vincere, ma una prestazione così ci dà forza: abbiamo tenuto a lungo il Carpi nella propria metà campo. Complimenti a tutta la squadra per la qualità di gioco, le tante palle gol create e la prestazione in generale. Bene anche la reazione dopo il gol del Carpi, la gara rischiava di mettersi su altri binari, ma poi abbiamo fatto una gran rete". Così Fabio Pecchia al termine di Carpi-Verona (1-1).

Il tecnico dell'Hellas ha continuato: "La squadra sta bene, la vittoria con l'Entella ci ha dato forza. Zaccagni? Siamo molto contenti, è un patrimonio della società. Cesena? Recuperiamo le energie per quest'ultima gara, vogliamo continuare con questo trend, con questa spinta. Tutti avremmo preferito trovare tre punti sotto l'albero, ci accontentiamo di un punto e una grande prestazione: auguri a tutti i tifosi gialloblù".
L.VAL.

PARLA IL CENTROCAMPISTA
Zaccagni: Maresca è un maestro per me

24/12/2016 19:04
"Con il Carpi abbiamo fatto una buonissima gara, giocando come sappiamo. Purtroppo non siamo riusciti a fare il secondo gol, nonostante l'iniziativa fosse sempre nostra. Siamo una squadra di carattere, dobbiamo dimostrarlo ogni partita. Sono soddisfatto della maglia da titolare, cerco sempre di fare il massimo, mettendomi a disposizione della squadra e del mister. Sono molto contento di questo girone d'andata, ora pensiamo a chiudere al meglio l'anno nella sfida di venerdì contro il Cesena". Queste le principali dichiarazioni di Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Carpi-Hellas Verona (1-1).

Il centrocampista gialloblù ha continuato: "Maresca? Per me è un maestro, mi dà una grande mano, sia in campo che fuori. Cerco sempre di prendere quanto posso da lui e dagli altri punti di riferimento, come Coppola e Pazzini. Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutti i tifosi gialloblù".
L.VAL.

HELLAS VERONA
Bianchetti: Siamo una squadra di carattere

24/12/2016 19:01
"Torniamo da Carpi con un buon punto, ma ci dispiace perché avremmo meritato di più. Abbiamo fatto la nostra partita cercando di concedere il meno possibile ad una squadra di valore, ben preparata e molto fisica. Abbiamo provato ad interpretarla nel modo corretto e sotto il profilo agonistico ci siam battuti bene. Siamo stati bravi a non disunirci dopo il gol e, soprattutto nel secondo tempo, sono arrivate molte occasioni che potevano cambiare il risultato. Il nostro è un gruppo di carattere, non si possono affrontare e vincere tutte le sfide con un colpo di fioretto". Così Matteo Bianchetti dopo il pareggio col Carpi.

Il difensore ex Inter ha continuato: "Siamo primi in classifica, anche se ci dispiace di aver preso qualche gol in più nelle partite scorse. Lavoriamo tutti insieme per poterci togliere delle belle soddisfazioni. Il Frosinone? E' un bel testa a testa anche se all'andata li abbiamo battuti e questo potrebbe rappresentare un vantaggio per noi, soprattutto per gli scontri diretti. Colgo l'occasione per fare i miei più sinceri auguri di Buon Natale a tutti i tifosi e al popolo gialloblù".
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


Serie B: Frosinone, vittoria e 1° posto. Pari Carpi-Verona, ok Entella e Spal
del 24 dicembre 2016 alle 17:15

Pisa-Spezia è stato l'anticipo che ha aperto la 20esima giornata di campionato in Serie B, in campo alla vigilia di Natale per il penultimo turno nel girone d'andata. La squadra allenata da Gattuso celebra con un un buon pareggio per 0-0 (il settimo in campionato) contro una delle squadre più forti del campionato il passaggio della società da Petroni a Corrado. Liguri ai margini dei playoff, toscani ai margini dei playout

Poi alle ore 15 si giocano altre dieci partite. Il Verona pareggia a Carpi nel big match di giornata: 1-1 grazie ai gol di Lasagna e Pazzini (capocannoniere con 15 reti). La squadra di Pecchia resta prima in classifica, ma si fa raggiungere dal Frosinone che nello scontro diretto con il Benevento vince 3-2 con la rete di Kragl e la doppietta di Dionisi. Si porta a -3 dalle due capoliste la Spal: 4-0 alla Ternana con tripletta di Zigoni e gol di Beghetto. Il Cittadella perde il derby veneto con il Vicenza: decidono Rizzo e Cernigoi. 1-1 tra Bari e Ascoli con gol di Tonucci e Perez. Derby campano tra Avellino e Salernitana che va agli irpini: Jidayi, Ardemagni e Verde in gol, inutili le reti di Busellato e Donnarumma. 4-1 dell'Entella sul Novara con doppiette di Masucci e Caputo. 1-1 tra Perugia e Latina con gol di Guberti e Dellafiore. Il Brescia batte la Pro Vercelli con due gol di capitan Caracciolo. 3-1 del Cesena sul fanalino di coda Trapani.

Hellas Verona, le pagelle di CM: la riagguanta Pazzini
del 24 dicembre 2016 alle 17:14
di Gabriele Pasca

Carpi-Verona 1-1

Nicolas 6
Pisano 5,5
Bianchetti 6,5
Caracciolo 6 (81' Boldor sv)
Souprayen 6
Zaccagni 5,5
Fossati 6
Bessa 5,5 (63' Luppi 6)
Romulo 6,5
Pazzini 7
Siligardi 5,5 (69' Gomez 5,5)

All. Pecchia 6

FONTE: CalcioMercato.com


Carpi - Hellas Verona 1-1 | Pazzini raddrizza la partita dello stadio Braglia
I padroni di casa passano in vantaggio nel primo quarto d'ora con Lasagna, ma nel recupero della prima frazione di gioco, il Pazzo agguanta il pareggio alla prima occasione utile arrivata sui suoi piedi

Luca Stoppele
24 dicembre 2016 13:56

La squadra di Pecchia non riesce ad andare oltre l'1-1 in terra emiliana, dopo una partita molto combattuta e tesa, che ha visto "piovere" diversi cartellini gialli su entrambe le formazioni. Come ci si aspettava, il Carpi si è dimostrato una squadra ostica che può ambire a tornare nella massima serie: i gialloblu hanno provato a tessere la propria trama di gioco, cercando sia la soluzione centrale che gli esterni, trovando sempre però l'opposizione dei padroni di casa, che spesso si affidavano al fallo sistematico per arrestare gli attacchi scaligeri. A condizionare la resa del gioco del club di via Belgio ci hanno spesso pensato gli errori individuali, come passaggi imprecisi o palloni persi malamente. E proprio uno di questi ultimi ha dato il via alla ripartenza del vantaggio emiliano, con Nicolas che forse si è lasciato andare ad un'uscita troppo precipitosa. Nel giro di pochi minuti i gialloblu, nonostante la rete subita al primo tiro avversario, hanno saputo reagire e costringere Belec a diversi interventi, mentre i padroni di casa sono riusciti a farsi rivedere dalle parti dell'estremo difensore dell'Hellas solo verso la fine della prima frazione. Allo scadere del tempo di recupero, l'undici di Pecchia ha combinato bene al limite dell'area, mettendo in condizione Pazzini di freddare il portiere avversario e di mandare le formazioni negli spogliatoi in parità.
Nella ripresa poi il gioco è stato ulteriormente spezzettato, con lo spettacolo che non è mai riuscito a decollare e un Verona che ha continuato ad essere un po' confusionario in fase di manovra, nonostante gli sforzi di Fossati di riportare l'ordine. Questo però non ha impedito agli ospiti di costruire un paio di occasioni invitanti, sciupate però per la poca lucidità.

Un pareggio allo stadio Braglia, contro una formazione così ostica e ben messa in campo non è un risultato da buttare per l'Hellas Verona, che però avrebbe forse potuto essere un po' più preciso in fase di costruzione. Pecchia può comunque guardare con una certa soddisfazione alla reazione dei suoi, mentre avrà ancora da lavorare per migliorare la fase di palleggio.
Con la vittoria arrivata al quinto minuto di recupero sul Benevento, il Frosinone aggancia i gialloblu a quota 38, mentre la Spal si porta a 3 lunghezze di distanza: il campionato di Serie B sembra essere ancora lontano dal trovare il suo padrone.

PRIMO TEMPO - La partita si dimostra subito molto combattuta. È di Romulo il primo tentativo a rete del match, ma il suo tiro da fuori è centrale. Siligardi al 14' perde un pallone a centrocampo e Crimi ne approfitta per lanciare Lasagna: Nicolas esce in maniera avventata e la punta lo supera con un preciso rasoterra. Fossati al 16' scodella in area per Pazzini che cerca la conclusione acrobatica senza fortuna. Di Gaudio un minuto dopo se ne va sulla sinistra e prova il tiro a giro, che però è fuorimisura. Al 22' Siligardi, servito da Romulo che aveva trovato spazio sulla destra, prova la girata in area ma la sfera termina altissima. La partita continua ad essere equilibrata e maschia, con Di Pasqua che non sembra in grado di controllare la situazione. Al 27' Belec si deve distendere per mettere in corner l'insidiosa conclusione di Siligardi. Al 32' il Verona riparte con Siligardi, che allarga per Bessa il quale poi gli rende la sfera in area: il suo sinistro però termina sul fondo. La partita diventa sempre più nervosa: al 35' Nicolas anticipa Concas e lo travolge, con l'arbitro che ferma per fuorigioco e Crimi che affronta a muso duro il portiere, rifilandogli un buffetto sulla nuca. Al 39' Di Gaudio cicca il pallone che arriva dalla fascia destra, che diventa preda dell'estremo difensore scaligero. Gagliolo al 46' mette in angolo un pericoloso tiro-cross di Souprayen. Al 48' l'Hellas combina bene al limite dell'area avversaria e riesce a smarcare Pazzini, che davanti a Belec lo fredda col destro.

SECONDO TEMPO - La partita sulla falsa riga dei primi 45 minuti, con un po' di confusione e molti contrasti. Il primo tiro in porta della ripresa arriva al 57' con una punizione di Romulo bloccata da Belec. La partita continua ad essere molta tesa e a farne le spese è soprattutto lo spettacolo. Al 67' una punizione della trequarti di Romulo attraversa l'area emiliana senza trovare una deviazione vincente. Nicolas al 68' blocca il traversone sbagliato di Crimi. Bianco, già ammonito, al 72' stende Zaccagni ma Pasqua incomprensibilmente non estrae il secondo giallo. Il cross di Luppi al 73' trova Romulo tutto solo in area, ma il suo colpo di testa è centrale e Belec sventa. Mano di Zaccagni al 75' e l'arbitro grazia anche lui. Il Verona si fa più arrembante nel finale ma i padroni di casa sono sempre pronti a colpire. Al 81' Caracciolo è costretto al cambio da un infortunio. Gomez all'88' si avventa di testa sul cross di Souprayen ma la conclusione è centrale. Al 91' Poli respinge il tiro a botta sicura di Pazzini, ma la sfera arriva a Romlulo, che da buona posizione mette fuori. Alta la punizione di Letizia al 94'.

CARPI - HELLAS VERONA 1-1
MARCATORI: Lasagna (C) al 14', Pazzini (HV) al 48' pt

CARPI (4-4-1-1): Belec; Struna, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Concas (dal 43' Bianco), Mbaye, Crimi, Di Gaudio (dal 90' Poli); Lollo (dal 81' Bifulco); Lasagna.
A disposizione: Colombi, Montipò, Catellani, Jawo, De Marchi, Mezzoni. Allenatore: Fabrizio Castori.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Caracciolo (dal 81' Boldor), Bianchetti, Souprayen; Zaccagni, Fossati, Bessa (dal 63' Luppi); Romulo, Pazzini, Siligardi (dal 70' Gomez).
A disposizione: Coppola, Troianiello, Ganz, Maresca, Cappelluzzo, Valoti. Allenatore: Fabio Pecchia.

ARBITRO: Fabrizio Pasqua di Tivoli.
AMMONITI: Pazzini, Romagnoli, Letizia, Zaccagni, Bianco, Struna, Bianchetti, Souprayen, Gomez, Boldor

FONTE: VeronaSera.it


SERIE B
Carpi, Letizia: "Partita difficile, interpretata come dovevamo"
24.12.2016 18.48 di Alessandra Stefanelli
Le dichiarazioni di Gaetano Letizia al termine di Carpi-Verona: “E’ stata una partita molto difficile, la abbiamo interpretata come dovevamo e come l’avevamo preparata. Sicuramente è stato decisivo subire gol nel recupero del primo tempo, in quell’occasione avremmo dovuto essere più attenti. Il Verona è un’ottima squadra, è in testa per merito e non per caso, hanno tanti giocatori forti, noi abbiamo fatto il possibile. L’abbiamo affrontato come dovevamo, pressando tanto e aggredendoli alti. Solo tre vittorie casalinghe? Dico che è meglio un punto che niente, adesso pensiamo al Novara per finire al meglio il girone d’andata”, riporta il sito ufficiale del club.

SERIE B
Carpi, Castori: "Il Carpi non si da per vinto, ottima prestazione"
24.12.2016 17.31 di Antonino Sergi
Soddisfatto il tecnico del Carpi Fabrizio Castori ai microfoni di Sky Sport dopo il pareggio contro il Verona. "Prestazione eccellente dei ragazzi, dobbiamo continuare così. Questa settimana abbiamo avuto qualche problematica, mi sento di dire che il risultato è scaturito da una prestazione dove i ragazzi hanno dato il massimo. Il Carpi non si da di certo per vinto. Il Verona ha giocatori importanti come Giampaolo Pazzini che ti possono punire, non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi".

ALTRE NOTIZIE
Hellas Verona, Pecchia soddisfatto: "Abbiamo giocato una gran partita"
24.12.2016 17.25 di Patrick Iannarelli
Fabio Pecchia, allenatore dell' Hellas Verona, è intervenuto dopo il pareggio per 1-1 in casa del Carpi. Ecco le sue parole ai microfoni di Sky Sport.

Un punto su un campo difficile, potevate anche vincerla oggi?
"Sono soddisfatto perché abbiamo fatto una grande prestazione contro una squadra forte. Avremmo meritato la vittoria per come abbiamo giocato".

Verona-Frosinone sarà la lotta per il titolo di campione d' inverno?
"Per quello che può contare sì. Noi pensiamo alla nostra crescita e il nostro percorso. Il Frosinone è una squadra forte, ma noi pensiamo al nostro lavoto. Poi la classifica che conta è quella di maggio".

Pensi che arriveranno rinforzi nel mercato di gennaio?
"No, non parliamo del mercato, ci interessa poco. Oggi abbiamo fatto una grande partita, di personalità e di carattere. Avremmo potuto vincere".

ALTRE NOTIZIE
Le pagelle dell' Hellas Verona - Pazzini non sbaglia, Gomez delude
24.12.2016 17.04 di Patrick Iannarelli
Un pareggio che lascia l'amaro in bocca. Il Verona pareggia in rimonta il casa del Carpi: Pazzini risponde a Lasagna, con un secondo tempo un po' sottotono. Ecco le pagelle del match.

Nicolas 5 - Un errore sul primo goal ed un intervento su Concas poco ortodosso. Non una buona giornata per lui.

Pisano 6 - Spinge bene e gioca una gara compatta. Non soffre mai e non esagera, gestendo al meglio la partita.

Caracciolo 6.5 - Gestisce bene la gara, senza mai soffrire. Esce nel finale per via di un infortunio. Dall' 81' Boldor s.v.

Bianchetti 6 - Solidità e compattezza, con marcature strette e alla vecchia maniera. Qualche imprecisione in più rispetto al compagno di reparto.

Souprayen 6 - Spinge bene e quando la fa crea sempre la superiorità. Un po' meno precisa la fase difensiva.

Zaccagni 6 - Gestisce bene il centrocampo, con tanti palloni verticalizzati e tanti recuperati.

Fossati 6.5 - Tira, crossa, compie assist e recupera palloni. Il leader a centrocampo è proprio lui.

Bessa 6.5 - Buona gara da parte di Bessa che ha servito molti palloni in profondità per Pazzini. Dal 63’ Luppi 6.5 - Si propone spesso e va sempre in sovrapposizione, sfiorando anche la rete.

Romulo 6 - Ha molte occasioni sui suoi piedi, ma sbaglia troppo. Poteva essere decisivo, ma non riesce a trovare la via del goal .

Pazzini 7 - Esperienza e qualità, con un goal che comunque pesa. Sarà lui l'uomo che dovrà trascinare il Verona in serie A.

Siligardi 6.5 - Il più in forma del Verona, con tiri in porta e cross pericolosi. Gran primo tempo per lui. Dal 70’ Juanito Gomez 5 - Poco concreto, sbaglia troppo. Deve sicuramente essere più incisivo.

ALTRE NOTIZIE
Le pagelle del Carpi - Lasagna infallibile, Lollo delude
24.12.2016 16.59 di Patrick Iannarelli
Un buon punto per il Carpi, che conquista il pareggio nel big match contro il Verona. Ecco le pagelle del match.

Belec 6.5 - Prova attenta e senza troppi patemi per il portiere del Carpi, che non rischia quasi mai.

Struna 5.5 - Si sacrifica sempre in entrambe le fasi, ma spesso compie troppe leggerezze.

Gagliolo 6.5 - Gestisce bene la linea difensiva e non soffre mai sulle verticalizzazioni di Pazzini.

Romagnoli 6 - Qualche errore di troppo rispetto al compagno di reparto, ma gioca comunque una prova sufficiente.

Letizia 6 - Compie entrambe le fasi senza problemi, non andando mai in difficoltà contro gli attaccanti esterni avversari.

Crimi 6.5 - Solito match di sacrificio, con tantissimi palloni recuperati ed innumerevoli inserimenti in fase offensiva.

Mbaye 6 - Prova sempre a rompere il gioco avversario con interventi e recuperi della sfera. E spesso ci riesce.

Lollo 5.5 - Qualche imprecisione di troppo e qualche errore in fase di impostazione. Dall' 81' Bifulco s.v.

Di Gaudio 6.5 - Dribbling, corsa e tiro. Al numero 11 del Carpi non manca nulla. Solita partita sopra la sufficienza per lui. Dal 90' Poli

Concas 6 - Buona partita da parte del numero 7, che prova l’accelerazione più volte. Esce anzitempo per via di un infortunio. Dal 44’ Bianco 6 - Consistenza e poca forma per il centrocampista centrale, che forma una vera e propria diga.

Lasagna 7 - Pochi tiri, ma tutti in porta e dentro la rete. Ancora una gran partita del numero 15.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


24.12.2016
Amarezza Pecchia «Bella prestazione Si poteva vincere»
Pecchia incita la squadra a Carpi FOTO EXPRESS

Un pareggio amaro per l’Hellas. Il Verona porta a casa un punto da Carpi ma se avesse vinto non avrebbe rubato nulla. «Abbiamo concesso pochissimo a una squadra forte come il Carpi - ammette mister Pecchia a fine gara -, che può contare su individualità importanti come Lasagna. Potevamo anche vincere ma una prestazione così ci dà forza».
Buona anche la reazione dopo la rete del Carpi. «La gara rischiava di mettersi su altri binari - spiega - ma poi abbiamo fatto un gran gol. La squadra sta bene, la vittoria con l'Entella ci ha dato forza». tra le individualità brilla la prova del giovane Zaccagni. «Siamo molto contenti - conclude Pecchia - , è un patrimonio della società. Cesena? Recuperiamo le energie per quest'ultima gara, vogliamo continuare con questo trend, con questa spinta. Tutti avremmo preferito trovare tre punti sotto l'albero, ci accontentiamo di un punto e una grande prestazione».
Luca Mantovani

24.12.2016
L’Hellas pareggia in casa del Carpi
Pazzo fa quindici

Pazzini realizza il gol del pareggio FOTO EXPRESS

L’Hellas porta a casa un punto dalla trasferta di Carpi ma resta un po’ di amaro in bocca alla fine della gara. Finisce uno a uno la gara del Cabassi, un botta e risposta tra i bomber delle due squadre: Lasagna porta avanti gli emiliani al 14’ sfruttando un’indecisione dei gialloblù in mezzo e un’uscita “scellerata“ di Lasagna, Pazzini firma il pareggio al 48’ e sale a quota quindici nella classifica dei marcatori. Nella ripresa l’Hellas va alla ricerca della rete della vittoria ma il bunker del Carpi resiste e così il Verona mantiene la vetta della classifica ma viene raggiunto in testa a quota 38 dal Frosinone che batte tre a due il Benevento.
Luca Mantovani

FONTE: LArena.it


25/DICEMBRE/2016 - 00:01

A chi ci sostiene ogni giorno

A chi ci segue ovunque

A chi almeno una volta ha sentito il cuore battere per questi colori

Buon Natale gialloblù!


Pecchia: «Tutti bravi, meritavamo di più»
24/DICEMBRE/2016 - 18:00
Carpi - Segui su Hellas Verona Channel le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia, rilasciate al termine di Carpi-Hellas Verona (1-1), 20a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Abbiamo concesso pochissimo a una squadra forte come il Carpi, che può contare su individualità importanti come Lasagna. Avremmo meritato di vincere, ma una prestazione così ci dà forza: abbiamo tenuto a lungo il Carpi nella propria metà campo. Complimenti a tutta la squadra per la qualità di gioco, le tante palle gol create e la prestazione in generale. Bene anche la reazione dopo il gol del Carpi, la gara rischiava di mettersi su altri binari, ma poi abbiamo fatto una gran rete. La squadra sta bene, la vittoria con l'Entella ci ha dato forza. Zaccagni? Siamo molto contenti, è un patrimonio della società. Cesena? Recuperiamo le energie per quest'ultima gara, vogliamo continuare con questo trend, con questa spinta. Tutti avremmo preferito trovare tre punti sotto l'albero, ci accontentiamo di un punto e una grande prestazione: auguri a tutti i tifosi gialloblù».

Zaccagni: «Bella prestazione, ora pensiamo a chiudere bene l'anno»
24/DICEMBRE/2016 - 17:55
Carpi - Segui su Hellas Verona Channel le principali dichiarazioni del centrocampista gialloblù Mattia Zaccagni, rilasciate al termine di Carpi-Hellas Verona (1-1), 20a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Con il Carpi abbiamo fatto una buonissima gara, giocando come sappiamo. Purtroppo non siamo riusciti a fare il secondo gol, nonostante l'iniziativa fosse sempre nostra. Siamo una squadra di carattere, dobbiamo dimostrarlo ogni partita. Sono soddisfatto della maglia da titolare, cerco sempre di fare il massimo, mettendomi a disposizione della squadra e del mister. Sono molto contento di questo girone d'andata, ora pensiamo a chiudere al meglio l'anno nella sfida di venerdì contro il Cesena. Maresca? Per me è un maestro, mi dà una grande mano, sia in campo che fuori. Cerco sempre di prendere quanto posso da lui e dagli altri punti di riferimento, come Coppola e Pazzini. Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutti i tifosi gialloblù».

Bianchetti: «Siamo una squadra di carattere, Pazzini capitano vero»
24/DICEMBRE/2016 - 17:55
Carpi - Segui su Hellas Verona Channel le principali dichiarazioni del difensore gialloblù Matteo Bianchetti, rilasciate al termine di Carpi-Hellas Verona (1-1), 20a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Torniamo da Carpi con un buon punto, ma ci dispiace perché avremmo meritato di più. Abbiamo fatto la nostra partita cercando di concedere il meno possibile ad una squadra di valore, ben preparata e molto fisica. Abbiamo provato ad interpretarla nel modo corretto e sotto il profilo agonistico ci siam battuti bene. Siamo stati bravi a non disunirci dopo il gol e, soprattutto nel secondo tempo, sono arrivate molte occasioni che potevano cambiare il risultato. Il nostro è un gruppo di carattere, non si possono affrontare e vincere tutte le sfide con un colpo di fioretto. Siamo primi in classifica, anche se ci dispiace di aver preso qualche gol in più nelle partite scorse. Lavoriamo tutti insieme per poterci togliere delle belle soddisfazioni. Il Frosinone? E' un bel testa a testa anche se all'andata li abbiamo battuti e questo potrebbe rappresentare un vantaggio per noi, soprattutto per gli scontri diretti. Colgo l'occasione per fare i miei più sinceri auguri di Buon Natale a tutti i tifosi e al popolo gialloblù»

Serie B ConTe.it: Carpi-Hellas Verona 1-1
24/DICEMBRE/2016 - 13:40
Carpi - Finisce in pareggio il confronto tra Carpi e Verona. Un buon punto conquistato fuori casa contro una diretta concorrente. A decidere la partita i due centravanti, nel primo tempo. al gol di Lasagna al 14' (dubbia la posizione di partenza dell'attaccante) risponde Pazzini al 48', grazie ad una bella triangolazione al limite dell'area tra Souprayen, Zaccagni e il 'Pazzo', con il capitano gialloblù che col destro batte Belec. Anche nella ripresa il Verona mette in campo l'orgoglio: i gialloblù ci credono, ai punti meritebbero la vittoria. Il verdetto del campo è un pareggio: Verona sale a 38 punti, occupando il primo posto a pari merito con il Frosinone. Appuntamento al 'Bentegodi' per il 30 dicembre, per la sfida con il Cesena, ultima del 2016 e del girone d'andata.

CARPI-HELLAS VERONA 1-1
Marcatori: 14' pt Lasagna, 48' pt Pazzini.

CARPI (4-4-1-1): Belec; Struna, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Concas (dal 44' pt Bianco), Mbaye, Crimi, Di Gaudio (dal 45' st Poli); Lollo (dal 36' st Bifulco); Lasagna.
A disposizione: Colombi, Montipò, Catellani, Jawo, De Marchi, Mezzoni.
All.: Castori.

HELLAS VERONA (4-3-3): Nicolas; Pisano, Caracciolo (dal 36' st Boldor), Bianchetti, Souprayen; Zaccagni, Fossati, Bessa (dal 18' st Luppi); Romulo, Pazzini, Siligardi (dal 25' st Gomez).
A disposizione: Coppola, Troianiello, Ganz, Maresca, Cappelluzzo, Valoti.
All.: Pecchia.

Arbitro: sig. Pasqua di Tivoli.
Assistenti: sigg. Villa di Rimini e Dei Giudici di Latina.

NOTE. Ammoniti: Pazzini, Romagnoli, Letizia, Zaccagni, Bianco, Struna, Bianchetti, Souprayen, Gomez, Boldor.


FINALE: CARPI - VERONA 1-1. Nella ripresa il risultato non cambia. Gara decisa dai centravanti: vantaggio di Lasagna, risposta di Pazzini.
90+4Min.
Letizia s'incarica della battuta: il suo destro a giro termina alto sulla traversa.
90+3Min.
Percussione di Bifulco, Zaccagni lo stende al limite dell'area e concede una punizione da posizione interessante.
90+2Min.
OCCASIONE VERONA. Due opportunità per la squadra di Pecchia. Poli mura il destro a botta sicura di Pazzini, poi Rômulo non trova la porta.
90Min.
SOSTITUZIONE CARPI. Castori esaurisce i cambi e puntella la difesa con Poli. Esce Di Gaudio.
89Min.
Ci saranno quattro minuti di recupero.
88Min.
Letizia prova la battuta a sopresa per Lasagna. Nícolas legge in anticipo e fa sua la sfera.
87Min.
AMMONIZIONE VERONA. Giallo ai danni di Boldor, autore di un fallo tattico su Di Gaudio. Il Carpi guadagna una punizione sulla trequarti.
86Min.
Traversone velenoso dalla destra di Juanito Gómez, Belec e Struna riescono ad anticipare Pazzini.
84Min.
AMMONIZIONE VERONA. Giallo per Juanito Gómez, autore di un'entrata in ritardo su Bianco.
81Min.
UN CAMBIO PER PARTE. Castori inserisce Bifulco per Lollo. Boldor prende il posto dell'infortunato Caracciolo.
79Min.
S'intensificano i movimenti sulle due panchine. Caracciolo sarà costretto ad uscire.
77Min.
Caracciolo lamenta un fastidio muscolare all'adduttore sinistro. Gioco momentaneamente fermo.
75Min.
Lollo cerca spazio sulla destra. Caracciolo riconquista il possesso.
73Min.
OCCASIONE VERONA. Cross dalla destra di Luppi, Rômulo stacca indisturbato. Belec è reattivo e mette in corner.
71Min.
Lancio di Gagliolo, Di Gaudio si coordina ma non riesce ad indirizzare verso lo specchio.
70Min.
SOSTITUZIONE VERONA. Secondo cambio per Pecchia: Juanito Gómez prende il posto di Siligardi.
69Min.
Tiro-cross di Crimi dalla destra. Nessun problema per Nícolas.
68Min.
Cross dalla destra di Pisano, Luppi non c'arriva.
66Min.
Fase di stallo del match. Ancora nessuna occasione in questa ripresa.
63Min.
SOSTITUZIONE VERONA. Primo cambio per Pecchia: fuori Bessa, dentro Luppi.
61Min.
AMMONIZIONE VERONA. Fioccano i gialli. Ne fa le spese anche Souprayen.
60Min.
S'intensifiano i movimenti sulle panchine. Pecchia prepara il primo cambio.
58Min.
AMMONIZIONE VERONA. Anche Bianchetti finisce sul taccuino di Pasqua.
56Min.
AMMONIZIONE CARPI. Giallo ai danni di Struna, trattenuta prolungata su Bessa.
54Min.
Bessa va in area da Souprayen: suggerimento impreciso la sfera si perde sul fondo.
52Min.
Pazzini apre sulla destra per l'accorrente Pisano. Letizia legge bene e intercetta.
50Min.
Cross dalla destra di Pisano, Zaccagni non trova spazio per concludere.
47Min.
AMMONIZIONE CARPI. Giallo per Bianco, autore di un blocco irregolare ai danni di Rômulo.
47Min.
Angolo di Crimi, nessun pericolo dalle parti di Nícolas.
46Min.
INIZIA IL SECONDO TEMPO DI CARPI - VERONA. Nessun cambio durante l'intervallo.
Int.
FINE PRIMO TEMPO: CARPI - VERONA 1-1. Gara nervosa. Emiliani avanti con Lasagna, Pazzini firma il pari nel recupero.
45+4Min.
Quindicesimo centro in campionato per Pazzini.
45+3Min.
Triangolazione al limite dell'area tra Souprayen, Zaccagni e Pazzini. Il capitano ospite trafigge Belec con il destro.
45+3Min.
CARPI - VERONA 1-1. Gol del Verona. Rete di Pazzini.
45+1Min.
Traversone basso di Souprayen dalla sinistra, Gagliolo si rifugia in corner.
45Min.
Tre minuti di recupero.
44Min.
SOSTITUZIONE CARPI. Cambio forzato per Castori: Concas non può proseguire, entra Bianco.
43Min.
Scintille in mezzo al campo tra diversi giocatori. Il sig. Pasqua seda gli animi.
42Min.
Zaccagni ha ricevuto le cure a bordocampo e rientra sul terreno di gioco.
40Min.
Gioco momentaneamente fermo per un infortunio occorso a Zaccagni.
39Min.
Conclusione di Di Gaudio da dentro l'area: destro sporco, facile per Nícolas.
38Min.
Lasagna crea scompiglio in area. Bianchetti risolve.
37Min.
Concas si è ripreso e rientra sul terreno di gioco.
36Min.
Concas resta a terra in seguito allo scontro con Nícolas. Crimi riprende l'estremo difensore con veemenza. Il direttore di gara seda gli animi.
35Min.
Rômulo perde palla al limite dell'area. Nello prosieguo, Mbaye pesca Concas in area. Nícolas interviene con i pugni.
33Min.
Destro di Pazzini, Romagnoli si oppone con il corpo.
32Min.
OCCASIONE VERONA. Siligardi sfiora il palo con un sinistro in diagonale da dentro l'area.
31Min.
AMMONIZIONE VERONA. Giallo per Zaccagni, autore di un fallo tattico su Lollo.
31Min.
Zaccagni porta palla e incrocia col destro da fuori: Romagnoli fa muro.
30Min.
Pazzini mette pressione a Gagliolo. Il centrale spara in out.
27Min.
Siligardi è il più pericoloso dei suoi. Il n°26 carica il sinistro da fuori, Belec si distende e devia in corner.
26Min.
AMMONIZIONE CARPI. Giallo ai danni di Letizia, autore di un intervento da dietro su Siligardi.
25Min.
Pennellata di Pisano dalla destra, Siligardi non inquadra lo specchio di testa.
23Min.
Traversone basso di Souprayen, girata alta di Siligardi.
22Min.
Affondo di Pisano sulla destra. Belec anticipa Pazzini sul cross.
19Min.
AMMONIZIONE CARPI. Giallo ai danni di Romagnoli.
18Min.
AMMONIZIONE VERONA. Pazzini affonda il tackle su Gagliolo. Il capitano ospite è il primo ammonito del match.
17Min.
Di Gaudio carica il destro a giro da fuori area: pallone a lato.
16Min.
Fossati scodella in area per Pazzini. La punta ci prova in acrobazia, Belec blocca agevolmente.
15Min.
Ottavo centro in campionato per Lasagna.
14Min.
Crimi ruba la sfera a Bessa e verticalizza per Lasagna. Il centravanti batte Nícolas in uscita con un preciso destro in diagonale.
14Min.
CARPI - VERONA 1-0. Gol del Carpi. Rete di Lasagna.
13Min.
Spunto di Di Gaudio sulla sinistra, Pisano lo ferma con le cattive.
12Min.
Cross di Struna dalla trequarti. Nícolas fa sua la sfera.
10Min.
Souprayen e Bessa duettano sulla sinistra. Il fantasista brasiliano si trascina la sfera sul fondo.
8Min.
Destro di Rômulo da fuori area, Belec blocca centralmente.
5Min.
Lollo contende la sfera a Bianchetti all'altezza della bandierina di sinistra. Il difensore ospite ha la meglio e guadagna la rimessa dal fondo.
3Min.
Lancio di Crimi ad indirizzo di Lasagna, buona la chiusura di Caracciolo.

INIZIA CARPI - VERONA! Gli ospiti muovono il primo pallone.

L’Hellas viene dal successo interno sull’Entella e può laurearsi “campione d’inverno” già oggi. Pazzini guiderà il reparto avanzato, supportato da Rômulo e dal "carpigiano" Siligardi.

I padroni di casa, reduci dalla vittoria di Salerno, vogliono ridurre il distacco dalla capolista. Squalificato Sabbione, rientra Lollo. Castori conferma Belec tra i pali e Concas a centrocampo. Lasagna agirà da unica punta.

Allo Stadio S. Cabassi si disputa il big match del 20° turno di Serie B: Carpi-Verona. La direzione arbitrale è affidata al sig. Pasqua della sezione di Tivoli.

FONTE: HellasVerona.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaMilan Caracciolo

#VeronaMilan Bessa


Wallpapers gallery