#SpeziaVerona in anteprima: Gli Aquilotti, già in difficoltà in zona gol, dovranno rinunciare anche all'ex VERONA NENE' che da solo ha segnato 4 dei 10 gol messi a segno dai liguri, mister PECCHIA costretto a fare a meno dell'unico caposaldo in difesa BIANCHETTI squalificato dal giudice sportivo...

Pubblicato da andrea smarso venerdì 4 novembre 2016 10:20, vedi , , , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#SpeziaVerona +   -   =

Ritorno all'antisatadio dopo lunghissimo tempo per gli allenamenti gialloblù! Patròn SETTI l'aveva promesso qualche tempo fa e i tifosi scaligeri sembrano aver alquanto gradito affollando le tribuncine del campetto dietro la tribuna ovest del Binti (purtroppo si è trattato solo di un 'mordi e fuggi' per ora visto che la squadra ricomincerà ad allenarsi allo Sporting Club di Peschiera).
Un vecchio adagio calcistico recita 'I grandi attacchi fanno vincere le partite ma sono le grandi difese a farti vincere i campionati' e l'HELLAS, dopo aver ampiamente dimostrato di avere il miglior reparto avanzato del campionato, sta facendo molti passi avanti anche nel reparto arretrato visto che non subisce gol da 289 minuti e quella scaligera è attualmente la terza miglior difesa con 9 gol buscati immediatamente dietro proprio al prossimo avversario SPEZIA con 7 e al PISA con 6.
Liguri tra le squadre meno prolifiche del torneo, solo 10 i centri fin'ora di cui quasi la metà messi a segno dal buon NENÈ che, squalificato, non disputerà la gara contro la sua ex squadra.

Un migliaio circa i tifosi scaligeri che saranno presenti al 'Picco' a 9 anni dall'andata doppia sfida che condannò i colori gialloblù alla Serie C, dirigerà la gara il signor Riccardo Pinzani della sezione Aia di Empoli.


Precedenti
Campo assolutamente sfaforevole quello del 'Picco' per i gialloblù che, oltre all'andata playout persa nel 2007 (era il 15 Giugno e quell'1-2 segnato dal clamoroso errore sottoporta di Aniello CUTOLO, come anticipato, costò carissimo poichè non bastò lo 0 a 0 del ritorno, in un 'Bentegodi da combattimento', ad evitare l'onta della retrocessione in C), sono stati sconfitti a La Spezia per altre 8 volte in 14 partite!
Solo 3 le vittorie del VERONA in Liguria: La prima coincide anche con la prima volta che le due compagini si affrontarono in cadetteria, era il campionato 1929-30 e gli scaligeri la spuntarono grazie al gol di DALFINI così come nell'annata successiva fu tale CIPRIANI il match-winner per i gialloblù.
A seguire, un trentennio di vittorie spezzine e (pochi) pareggi e, dopo l'ultima sconfitta subita nel campionato 1950-51, l'HELLAS ritrovò lo SPEZIA in Serie B dopo un salto temporale di più di 50 anni: Annata 2006-07, al 'Picco' gli aquilotti si imposero per 1 a 0 nella regular season e per 2 a 1 ai playout.
L'ultimo SPEZIA-VERONA tornò ad arridere ai simboli scaligeri: Era il 26 Gennaio 2013 e fu bomber CACIA, a 9 minuti dal termine, a regalare la terza vittoria della storia al VERONA.


QUI LA SPEZIA
Non sarà della gara NENÈ espulso col BENEVENTO, al posto dell'ex gialloblù giocherà con ogni probabilità 'El Diablo' GRANOCHE (fra l'altro ex CHIEVO).
Mister DI CARLO dovrà rinunciare anche al difensore TERZI pure lui squalificato.
Vicini al rientro MASTINU e CROCCHIANTI.

Convocati
Fuori per squalifica qualificati NENÈ e TERZI, mentre PICCOLO, CROCCHIANTI, SIGNORELLI e PULZETTI (68 presenze 3 gol nell'HELLAS dal 2005 al 2007) sono ancora alle prese con i rispettivi infortuni.

Portieri: 1.Chichizola, 12.Pagnini, 33.Valentini A.
Difensori: 3.Valentini N., 5.De Col, 6.Ceccaroni, 17. Migliore, 20.Datkovic, 27.Barbato, 32.Galli
Centocampisti: 7.Sciaudone, 13.Deiola, 15.Errasti, 24.Vignali, 25.Maggiore
Attaccanti: 11.Baez, 18.Okereke, 23.Piu, 26.Mastinu, 29.Granoche, 34.Cisotti

Probabile formazione
In campo dal primo minuto anche DE COL che nel 2013 passo dalle giovanili scaligere...

4-3-3 con Chichizola; Migliore-Valentini-Datkovic-De Col; Vignali-Errasti-Maggiore; Piu-Granoche-Baez


QUI VERONA
Espulso per doppia ammonizione nell'ultima gara al Binti col TRAPANI BIANCHETTI sarà squalificato e non potrà essere d'aiuto ai compagni al 'Picco'.
Interessanti saranno le scelte di mister PECCHIA per la prima volta senza l'ex capitano dell'Under 21 azzurra che sin qui le aveva giocate tutte e la sistemazione di CARACCIOLO e CHERUBIN entrambi mancini.
Ancora ai box anche ZUCULINI e Juani GOMEZ.

Convocati
GOMEZ non ce la fa ma ZUCULINI è tra i 22 convocati...

Portieri: 12. Coppola, 31. Ferrari, 1. Nicolas
Difensori: 30. Caracciolo, 13. Cherubin, 3. Pisano, 28. Riccardi, 18. Souprayen
Centrocampisti: 24. Bessa, 8. Fossati, 16. Maresca, 2. Romulo, 27. Valoti, 20. Zaccagni, 14. Zuculini
Attaccanti: 25. Cappelluzzo, 23. Fares, 9. Ganz, 10. Luppi, 11. Pazzini, 26. Siligardi, 7. Troianiello

Probabile formazione
4-3-3 con Nicolas; Pisano-Caracciolo-Cherubin-Souprayen; Romulo-Fossati-Bessa; Siligardi-Pazzini-Luppi

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister DI CARLO «Domani al "Picco" arriva una corazzata, con un attaccante in splendida forte come Pazzini, che oggi in A avrebbe lo stesso rendimento, ma in generale è una squadra composta da tanti ottimi calciatori e ben allenata da Fabio Pecchia; noi dovremo scendere in campo con quella mentalità che ci ha già consentito di compiere diverse imprese e domani cercheremo di farlo davanti al nostro pubblico. Sarà una sfida affascinante, nella quale dovremo essere molto aggressivi dato che il Verona è una squadra con grande qualità tecnica, ma gli spazi per far male all'Hellas ci sono e noi dovremo sfruttarli al meglio; dovremo essere bravi ad esaltare le nostre caratteristiche per mettere a nudo i piccoli difetti che i nostri avversari hanno.» ACSpezia.com

Mister PECCHIA «Lo Spezia ha da anni un ruolo importante in Serie B, sempre costruito per raggiungere i primi posti. Con un allenatore esperto, lì da un anno, che lavora bene. Hanno esperienza, velocità, gioventù, un tifo che spinge e un campo impegnativo. Hanno un misto sintetico molto particolare, veloce, che condiziona la gara, e in casa hanno perso una volta sola. Nené? Forte, ma anche Granoche non mi sembra un attaccante di primo pelo, quindi al di là delle assenze sono forti e competitivi. Cercheranno di fare la loro gara, non è una squadra che specula, proveranno a giocare. Il pubblico è molto caldo, voglio che i miei riescano a fare la loro prestazione a prescindere, come è stato finora» HellasVerona.it

Di CarloPecchia

...Anche FERRARESE in quel doppio spareggio sciagurato del 2007 «Fa ancora male ripensarci, e sarà così per sempre. In trasferta dominammo, avremmo meritato di imporci con un risultato netto. Al contrario, perdemmo. Ogni volta che il Verona gioca là riaffiorano le immagini di quell’incontro. Somiglianze con la squadra che conquistò il campionato 1998-99 con Prandelli in panchina? Noi non eravamo quotati, all’inizio, come possibili vincenti. Il Verona di oggi, sì. Ma ci sono delle affinità: Fabio Pecchia, come Prandelli, è un tecnico emergente e che ha una visione del calcio basata sulla mentalità offensiva» Hellas1903.it

SILIGARDI «Mi serve continuità. Quella che non mi è stata data. Quella che mi dà Pecchia che non mi boccia se una partita non ho fatto bene... Ovvio che voglio andare in doppia cifra. Ovvio che voglia avere una dimensione da serie A. Era quello che cercavo che volevo l'anno scorso. Sono felicissimo di essere rimasto a Verona. Voglio riscattare quell'annata orribile» TGGialloBlu.it

FOSSATI alla Gazzetta dello Sport «Se conquisto la A sul campo un’altra volta, penso di meritarmela. Ho accettato con entusiasmo questa soluzione, spero di restare a Verona a lungo. Mi sento pronto per la serie A, maturato, cresciuto mentalmente e tatticamente: ci sono. Trequartista o play? Mediano davanti alla difesa". Per centrare l'obiettivo il Verona può contare sul super bomber Giampaolo Pazzini: "Quando ci sono i campioni bisogna sfruttarli. Lui può trasformare in gol ogni assist. Poi ci sono Romulo e tanti altri, però qui il gruppo è nato più in fretta rispetto a Cagliari. Siamo due ex Milan e Inter? Io purtroppo solo a livello di giovanili. Mi piace il progetto del Milan di portare i giovani ad alto livello: prima ero tifoso, ora basta...» GianlucaDiMarzio.com

BAEZ attaccante uruguayano dello SPEZIA «Il Verona? Affronteremo la capolista e sarà senza dubbio una partita stimolante, di grande fascino; le partite più difficili sono anche le più belle da giocare, noi siamo carichi e pronti a lavorare intensamente per cogliere un risultato positivo davanti al nostro pubblico» Hellas1903.it


26 Gennaio 2013: Bomber CACIA, a 9 minuti dal termine, regala la terza vittoria della storia al VERONA sul campo del Picco

ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

#UNITINONSITREMA, questo il titolo scelto per la serata di gala organizzata da Rotary Club di Verona e Provincia, in collaborazione con Hellas Verona FC, a favore dei terremotati del Centro Italia, presentata oggi nella sala stampa della sede di via Belgio in occasione della conferenza stampa di Luca Siligardi. Presenti, per svelare l'iniziativa, il Direttore Operativo gialloblù Francesco Barresi, la Presidente della commissione delle relazioni esterne Antonella Benedetti e il Past Governor di Rotary Alvise Farina.

FIOCCO ROSA IN CASA TROIANIELLO! Alle 18 dell'1 Novembre, presso l’ospedale di Peschiera, la signora Adelaide compagna dell’attaccante gialloblù ha dato alla luce la piccola Sofia...

NAZIONALI GIALLOBLÙ: STEFANEC con la SLOVACCHIA UNDER 19, TUPTA deve invece rinunciare causa infortunio...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Mister MANDORLINI dice di no sia al CESENA che al PALERMO dove in panchina rimarrà per il momento il suo 'ex chiodo fisso' DE ZERBI... Nel frattempo le voci che lo vogliono a breve sulla panchina dell'INTER resistono.

SERIE A: Ufficiale la risoluzione consensuale del contratto tra l'INTER e mister DE BOER dopo la sconfitta con la SAMP...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Spezia-Hellas Verona Le probabili formazioni | Pecchia: "Campo difficile"
I numeri e i pronostici sono tutti per i gialloblu, che affronteranno una squadra priva della punta Nené. Ma mister Pecchia avverte: "Granoche non è un attaccante di primo pelo"

La Redazione
04 novembre 2016 15:05

Domani 5 novembre alle 15 allo stadio Picco ci sarà il fischio d'inizio della partita del campionato di Serie B tra Spezia ed Hellas Verona. A darlo sarà l'arbitro Riccardo Pinzani di Empoli.

Si gioca la giornata numero 13 del torneo cadetto, con i gialloblu saldamente in testa alla classifica con 27 punti e i liguri nella prima metà della gradutoria con 17. Identici però i risultati delle due squadre se si valutano le sfide interne dello Spezia e quelle in trasferta dell'Hellas: 3 vittorie, 2 pareggi e una sconfitta, che significano un fattore campo importante per il gruppo allenato da Domenico Di Carlo.

Rendimento costante e alto per l'Hellas Verona, che non perde da 9 partite di campionato, mentre lo Spezia è in fase calante: non vince da cinque partite, in cui è riuscito a totalizzare solo un punto. 31 le sfide precedenti tra Spezia ed Hellas: 14 le vittorie gialloblu, 10 quelle bianconere (tutte in casa).

Insomma, se si guardano i numeri oltre ai nomi delle due rose, il pronostico è tutto in favore dei veronesi. Ma l'allenatore dell'Hellas Fabio Pecchia è consapevole delle difficoltà di questa partita: "Hanno esperienza, velocità, gioventù, un tifo che spinge e un campo impegnativo. Hanno un misto sintetico molto particolare, veloce, che condiziona la gara, e in casa hanno perso una volta sola".

Nené poteva essere il pericolo numero uno per la difesa gialloblu, se non fosse stato squalificato. "È forte - ammette Pecchia - ma anche Granoche non mi sembra un attaccante di primo pelo. Al di là delle assenze sono forti e competitivi. Noi abbiamo recuperato quasi tutti, resta a casa solo Gomez perché sta ancora recuperando". E non ci sarà neanche Bianchetti perché squalificato, ma Pecchia non ne fa un dramma: "Caracciolo e Cherubin hanno già fatto partite insieme, daranno il loro contributo".

Non ci sarà Nené nello Spezia e neanche Terzi per squalifica. Gli infortunati bianconeri invece sono Pulzetti, Crocchianti e Signorelli. Ma Di Carlo sa di poter far affidamento sui suoi giocatori e su un grande tifo. "Sono convinto che domani il nostro pubblico ci aiuterà a fare la differenza - ha detto il tecnico dello Spezia - il Picco è casa nostra e domani dovremo dimostrarlo con una prestazione superlativa, anche se sappiamo che non sarà facile, dato che davanti a noi ci sarà un top team per la categoria. Indipendentemente dal modulo, quello che non deve mai mancare è l'atteggiamento che consente di esaltare il collettivo".

Infine, queste le probabili formazioni che domani scenderanno in campo:

FONTE: VeronaSera.it


Di Carlo: "Dobbiamo esaltare il collettivo: è la nostra via"
"Contro la prima della classe senza paura e puntando sempre al massimo; dovremo essere bravi ad esaltare le nostre caratteristiche per mettere a nudo i piccoli difetti dei nostri avversari"

04 nov 2016 - 14:21

E' un mister Di Carlo assai determinato quello che alla vigilia di Spezia-Hellas Verona si presenta nella sala polifunzionale del C.S. "Bruno Ferdeghini": "Della sfida di Benevento resta l'amarezza per non aver portato a casa un risultato positivo che sarebbe stato decisamente meritato, ma la gara del "Vigorito", su cui ha pesato l'inferiorità numerica, deve insegnarci che bisogna sempre tenere i nervi ben saldi ed affrontare squadre toste e determinate con il loro stesso atteggiamento.

Oltre agli squalificati Nenè e Terzi, domani non saranno sicuramente della gara Piccolo, il cui recupero procede bene, Crocchianti, Signorelli e Pulzetti, mentre gli altri sono tutti pronti a scendere in campo contro la capolista.

Domani al "Picco" arriva una corazzata, con un attaccante in splendida forte come Pazzini, che oggi in A avrebbe lo stesso rendimento, ma in generale è una squadra composta da tanti ottimi calciatori e ben allenata da Fabio Pecchia; noi dovremo scendere in campo con quella mentalità che ci ha già consentito di compiere diverse imprese e domani cercheremo di farlo davanti al nostro pubblico.

Sarà una sfida affascinante, nella quale dovremo essere molto aggressivi dato che il Verona è una squadra con grande qualità tecnica, ma gli spazi per far male all'Hellas ci sono e noi dovremo sfruttarli al meglio; dovremo essere bravi ad esaltare le nostre caratteristiche per mettere a nudo i piccoli difetti che i nostri avversari hanno.

Sono convinto che domani il nostro pubblico ci aiuterà a fare la differenza, il "Picco" è casa nostra e domani dovremo dimostrarlo con una prestazione superlativa, anche se sappiamo che non sarà facile, dato che davanti a noi ci sarà un top team per la categoria; indipendentemente dal modulo, quello che non deve mai mancare è l'atteggiamento che consente di esaltare il collettivo: i giocatori di talento fanno vincere un paio di partite, la capacità di fare bene come squadra fa vincere un campionato.

Granoche? Sono molto contento di Pablo, si sente bene e ha grandi motivazioni; non ha bisogno dei miei consigli, è un calciatore esperto che ha giocato in Serie A e deve solo essere sereno, determinato, cattivo e lucido, ovvero ciò che chiedo a tutti i ragazzi.

Norcia? Abbiamo avuto modo di conoscere gente dai grandi valori umani e vederli alle prese con un dramma del genere fa veramente male; non dobbiamo farli rimanere da soli, bensì aiutarli a ricostruire quelle certezze spazzate via dal terremoto".

FONTE: ACSpezia.com


SPEZIA-VERONA, I PRECEDENTI IN SERIE B
Al "Picco" nel 2013, ci pensò Cacia
03/11/2016 16:23
Spezia e Verona saranno di scena sabato prossimo 5 novembre (ore 15), allo stadio Picco per la 13^ giornata di Campionato. I gialloblù sempre primi in classifica a quota 27, proveranno ad allungare a danno delle inseguitrici, mentre i bianconeri, con una vittoria potrebbero agguantare la zona playoff che dista solo una lunghezza.

La storia dice che le due squadre, in Serie B, si sono affrontate in Liguria per 13 volte. 14 se si considera il playout perso dall’Hellas nel 2007. Il bilancio vede i padroni di casa in netto vantaggio con 9 vittorie, 2 pareggi e 3 successi scaligeri. Ma andiamo con ordine. La prima volta che spezzini e veronesi si sono incrociati nel Campionato cadetto risale addirittura alla stagione 1929/30 (9 marzo 1930) e l’Hellas al primo colpo espugnò il campo ligure per 0-1 (gol di Dalfini). Stesso risultato (0-1) l’annata dopo (1930/31, 21 giugno 1931) solo che a siglare la rete della vittoria veneta fu Cipriani. Il resto degli anni ’30, ‘40 fino agli inizi degli anni ’50, solo vittorie spezzine e pareggi. A cominciare dal sonante 4-0 del 3 gennaio 1932 (stagione 1931/32), per arrivare all’1-0 del 4 febbraio 1951 (stagione 1950/51). Da quella data, Spezia e Verona non si incontrarono più per ben 55 anni. Infatti il nuovo faccia a faccia avvenne nel Campionato 2006/07 quando i liguri non solo vinsero 1-0 nel torneo regolare, ma batterono i gialloblù anche all’andata dei playout (15 giugno 2007, 2-1) per mantenere la categoria. A Sibilano che segnò al 22’, risposero in rimonta Saverino al 73’ su rigore e Do Prado all’87’. Lo 0-0 del ritorno (21 giugno 2007) al Bentegodi, decretò la retrocessione dell’Hellas nell’inferno della Lega Pro. Spezia e Verona si riaffrontarono in Serie B, 6 anni dopo (2012/13), in quello che fu il loro ultimo scontro. Il 26 gennaio 2013, un gol di Cacia all’81’, permise agli scaligeri di vincere in casa spezzina (in cadetteria) per la 3^ volta. Il computo dei gol fatti vede i padroni di casa in netto vantaggio con 23 reti a 9.

SPEZIA-VERONA, I PRECEDENTI IN SERIE B:
PARTITE GIOCATE: 14 (UNA AI PLAYOUT)

VITTORIE SPEZIA: 9

PAREGGI: 2

VITTORIE VERONA: 3

GOL FATTI SPEZIA: 23

GOL FATTI VERONA: 9
ANDREA FAEDDA

LA RETROCESSIONE DEL 2007
L'Hellas a La Spezia dimenticando i fantasmi
02/11/2016 16:49
La capolista Verona, sabato, sarà di scena a La Spezia per sfidare la squadra di Mimmo Di Carlo. I liguri, come ogni anno, ad inizio campionato erano tra le squadre favorite ma il campo fino adesso ha decretato solamente il nono posto (fuori dai play-off) con 17 punti. I bianconeri hanno raccolto 4 zoppicanti punti nelle ultime 5 partite (vittoria col Brescia, pareggio col Cittadella, sconfitte con Benevento, Avellino e Carpi) e hanno assolutamente bisogno di punti. Inoltre, affronteranno il Verona senza la loro punta centrale, il brasiliano Nenè (ex Hellas): in attacco dovrebbe giocare l'esperto Diablo Granoche.

I FANTASMI DEL PASSATO. La Spezia non può che evocare ricordi tristissimi per tutto il popolo gialloblù: l'Hellas cadde rovinosamente in C nel 2007 dopo che perse la finale play-out contro lo Spezia di Antonio Soda. Come dimenticarsi nella gara d'andata lo scatenato Do Prado (che gioca ancora, attualmente al Botafogo in Brasile) e l'incredibile gol sbagliato da Aniello Cutolo. E poi al ritorno quando Nieto e Da Silva (non proprio Van Basten e Pelè...) non riuscirono a trafiggere Santoni. Quel giorno, al Bentegodi, 25mila spettatori applaudirono tra le lacrime la propria squadra (che aveva fatto un girone di ritorno super con Ventura): oggi gli stessi cuori gialloblù sorridono compiaciuti guardando il Verona di Pecchia, che settimana dopo settimana accarezza sempre più il sogno di tornare in Serie A.
LUCA VALENTINOTTI

L'INTERVISTA
Siligardi: faccio gol se credete in me
02/11/2016 15:29
In eterno bilico. Come se non riuscisse mai a trovare un equilibrio. La vita e la carriera di Luca Siligardi non conosce mezze misure. O va su su o va giù giù. Un po' come il suo ciondolare certe giornate in campo, quando non gli riesce il dribbling e la testa si abbassa. O come l'anno scorso quando niente riusciva e lui finiva in panchina senza quella seconda chance. Ora però è tutt'altro Siligardi.

Perchè anche se la giornata non è ottima, Pecchia crede in lui. Ed anche perchè quando non segna, poi vai a vedere le cifre e scopri che lui è sempre tra i migliori.

Il suo repertorio non tradisce. Semmai fa arrabbiare. Perchè si vorrebbe Siligardi sempre tra i migliori. Con quella finta, quello scatto, quel rientro, quel sinistro rasoiato, Siligardi poteva essere uno dei ragazzi più interessanti del vivaio italiano. E lo è ancora se pensiamo che ha 28 anni e certe lezioni le ha imparate.

Partiamo da qui, dall'autostima: "Vuoi sapere se credo in me? Tanto. Da uno a dieci ti rispondo dieci" spiega in conferenza stampa facendo un esercizio di verità che per uno come lui non è nemmeno difficile. Pregi e difetti. Snocciolati in un attimo: "Mi conoscono, sanno cosa posso dare. Giocare per me non è mai facile". E poi ancora: "Mi serve continuità. Quella che non mi è stata data. Quella che mi dà Pecchia che non mi boccia se una partita non ho fatto bene". E c'è anche il lampo di ambizione: "Ovvio che voglio andare in doppia cifra. Ovvio che voglia avere una dimensione da serie A. Era quello che cercavo che volevo l'anno scorso". Alla fine un'ammissione, netta secca: "Sì, sono felicissimo di essere rimasto a Verona. Voglio riscattare quell'annata orribile".
GIANLUCA VIGHINI

HELLAS VERONA
Cinque motivi per non ritenersi già in serie A
01/11/2016 16:47
Il Verona veleggia in testa alla classifica ma ritenersi già in serie A potrebbe rivelarsi un incredibile errore di valutazione. Ecco cinque motivi per cui il Verona non deve mollare.

1) IL CAMPIONATO E' LUNGHISSIMO. Si, è una frase fatta, che si ripete spesso. Ma è la verità. Il torneo di serie B è lunghissimo e spesso non basta una grande andata per arrivare alla serie A. Tante squadre in passato ne hanno fatto le spese. E' un torneo dove è più importante fare un cammino costante e un'accelerata a primavera, piuttosto di straordinarie strisce positive e cali vistosi.

2) GESTIRE LA CRISI. Proprio per la sua lunghezza, il cammino di ogni squadra è costellato da un momento di crisi. Fisica, psicologica, dovuta ad infortuni e squalifiche. Tanto più si è bravi (ed equilibrati) ad affrontare questa crisi, tanto più aumentano le possibilità di andare in serie A.

3) I VALORI ALLA FINE ESCONO. E' una regola. Se è vero che esiste sempre una sorpresa, è vero che le grandi le ritrovi sempre lì. Possono sbagliare qualche partita, magari fanno fatica a carburare ma poi i valori vengono fuori. Le avversarie del Verona, alla fine, saranno Carpi e Frosinone, quelle pronosticate alla vigilia. Oltre naturalmente le sorprese.

4) PERDERE LA DIMENSIONE. Come si è visto le insidie sono dietro l'angolo, in ogni partita. Basta poco per compromettere una gara. Benevento, Brescia, la stessa gara con l'Ascoli poi abilmente portata in porto, hanno evidenziato che solo una grande attenzione e una massima dedizione permettono al Verona di vincere le gare. Gli avversari cercano l'impresa, vogliono fare la partita perfetta, hanno stimoli a giocare contro l'Hellas, sia in casa sia quando vengono al Bentegodi. Dare per scontato che "tanto il Verona è superiore" è un errore che nessuno può commettere.

5) NESSUNA TABELLA. Sbagliato anche fare tabelle. Il Verona deve raccogliere sempre il massimo, gara per gara. Dire che se a gennaio si gira a più cinque o più sei vuol dire serie A quasi certa è un altro errore. Il Verona deve convivere con la sua dimensione di forza non perdendo l'umiltà. E' una condizione nuova, diversa dalla sofferenza a cui si è abituati. Proprio per questo è pericoloso abbandonarsi al facile entusiasmo.
GIANLUCA VIGHINI

ALLENAMENTI VERONA
Hellas ritorna in città: seduta all'Antistadio
31/10/2016 12:37
Dopo tantissimi anni, l'Hellas ritorna in città ad allenarsi (almeno per una volta) all'Antistadio. Vinto il match col Trapani, la ripresa degli allenamenti per i gialloblù è fissata per martedì 1 novembre. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, tornerà in campo domani in vista del match contro lo Spezia in programma sabato 5 novembre (ore 15) allo stadio 'Picco'. La seduta a porte aperte di domani mattina avrà luogo all'antistadio 'Guido Tavellin', mentre il resto della settimana la squadra si allenerà come di consueto a Peschiera.

PROGRAMMA ALLENAMENTI
Martedì 1 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30). All'Antistadio del Bentegodi.

Mercoledì 2 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30)

Giovedì 3 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse

Venerdì 4 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse

Sabato 5 novembre: Spezia-Hellas Verona (ore 15)
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


Spezia-Hellas Verona, squalificati Nenè, Terzi e Bianchetti
ottobre 31, 2016

Saranno tre gli squalificati della sfida di sabato prossimo a La Spezia. L’allenatore ligure Di Carlo non avrà a disposizione il difensore Terzi e l’attaccante Nenè, mentre Pecchia non potrà contare su Bianchetti, espulso per doppia ammonizione domenica al Bentegodi contro il Trapani.

FONTE: HellasLive.it


Difesa sugli scudi: 289′ di imbattibilita’
31 ottobre 2016 0

Il Verona primo è la sintesi di dati statistici inequivocabili: al miglior attacco (27 segnature) segue una difesa arcigna. Attualmente la linea arretrata gialloblù è la terza più forte del torneo con l’imbattibilita’ di Nicolas salita a 289′.
Dopo il gol subito da Orsolini dell’Ascoli, i ragazzi di Mister Pecchia non hanno concesso più nulla. Agli avversari non resta che consolarsi con prestazioni sufficienti perché pensare solo di battere questo Hellas ad oggi è davvero difficile.

FONTE: HellasNews.it


NEWS
Verona verso La Spezia: Pazzini ha fame di gol, il digiuno può bastare
Il bomber gialloblù è a secco da 180 minuti ma resta il capocannoniere della B

di Raffaele Campo, 04/11/2016, 18:21

Per Giampaolo Pazzini la partita contro lo Spezia può essere l’occasione per tornare al gol.
Il bomber del Verona è a secco da due gare. La sua ultime rete risale alla partita casalinga di due settimane fa contro la Pro Vercelli, prima delle sfide contro Pisa e Trapani.

Al momento, i numeri del ‘Pazzo’ dicono 11 reti in 9 presenze. L’attaccante non vuole di certo fermarsi e dopo due turni a digiuno, nei quali le sue prestazioni sono state comunque fondamentali per la squadra, mette nel mirino la porta dello Spezia, che pur vanta la seconda miglior difesa del torneo. Chichizola è avvisato, Pazzini ha molta fame di gol, il digiuno può bastare.

NEWS
Setti: “Verona, vinci a La Spezia e prendi il volo”
Il presidente gialloblù: “Tre punti in Liguria sarebbero fondamentali. Approfittiamo dell’incertezza dietro”

di Redazione Hellas1903, 05/11/2016, 08:34

“L’obiettivo è vincerle tutte”. Maurizio Setti, presidente del Verona, parla del momento dell’Hellas, intervistato in esclusiva dal canale tematico del club, HV24.
Dice Setti: “Stiamo giocando bene e fatto risultati, ma non c’è ancora stata la differenza. Dietro tutte quante si stanno “mangiando” punti e dobbiamo essere bravi ad approfittarne, con una serie di successi si può riuscirci”.

Osserva il patron della società di via Belgio: “La trasferta sul campo dello Spezia è dura, difficile, ma una vittoria là sarebbe fondamentale per dare un segnale forte. Andiamo a cercare i tre punti dappertutto”.

NEWS
Ferrarese: “Lo Spezia è una ferita aperta, ma questo Verona è forte”
L’ex ala gialloblù: “Lo spareggio perso con loro, che tristezza. Pecchia somiglia a Prandelli”

di Redazione Hellas1903, 04/11/2016, 08:24

Era uno dei trascinatori del Verona che, nel giugno del 2007, disputò lo spareggio per restare in Serie B con lo Spezia.
Una doppia sfida che si concluse con la retrocessione dell’Hellas, allenato da Giampiero Ventura, sconfitto in modo beffardo all’andata, in Liguria, per 2-1, e che nel ritorno si fermò sullo 0-0.
Claudio Ferrarese, ex ala gialloblù, intervistato dal “Corriere di Verona” oggi in edicola, ricorda: “Fa ancora male ripensarci, e sarà così per sempre. In trasferta dominammo, avremmo meritato di imporci con un risultato netto. Al contrario, perdemmo. Ogni volta che il Verona gioca là riaffiorano le immagini di quell’incontro”.

Continua Ferrarese, che con l’Hellas fu promosso in A nel 1998-99 con Cesare Prandelli in panchina: “Somiglianze con la squadra che conquistò il campionato? Noi non eravamo quotati, all’inizio, come possibili vincenti. Il Verona di oggi, sì. Ma ci sono delle affinità: Fabio Pecchia, come Prandelli, è un tecnico emergente e che ha una visione del calcio basata sulla mentalità offensiva”.

NEWS
Spezia, per il Verona si scalda Granoche
Nenè fuori per squalifica, in attacco è pronto l’uruguagio. Ma attenzione a Okereke

di Redazione Hellas1903, 03/11/2016, 11:47

Favorito per sostituire Nenè, squalificato per tre giornate dopo l’espulsione con il Benevento, nella gara che lo Spezia disputerà sabato con il Verona, è Pablo Granoche.
L’attaccante uruguagio è pronto per giocare da titolare contro l’Hellas, allo stadio “Picco”.
L’alternativa a sorpresa è rappresentata da David Okereke, giovane punta nigeriana (è nato nel 1977), che nella partitella di metà settimana della squadra di Mimmo Di Carlo con la formazione Under 17 ha segnato una tripletta.

NEWS
Hellas, inizia un mese di fuoco
Scontri al vertice per i gialloblù da qui a inizio dicembre. E c’è anche la Coppa Italia

di Redazione Hellas1903, 03/11/2016, 08:25

Un mese di sfide di grande livello per il Verona, quello che si è appena aperto, e che si prolungherà fino a inizio dicembre.
Si comincia sabato con la trasferta sul campo dello Spezia, avversario tosto e ambizioso, che in casa esprime il massimo della propria carica agonistica. L’Hellas tornerà al Bentegodi domenica 13 novembre, per affrontare il Novara, e sarà fuori di nuovo il venerdì successivo, il 18.

In programma la gara allo stadio Tombolato con il Cittadella, secondo in classifica e primo inseguitore dei gialloblù a braccetto con l’Entella.

Di seguito, doppio turno interno per il Verona, sempre di domenica: il 27 con il Bari dei molti ex, finora mai brillante ma che, quanto a valori tecnici, è sulla carta una delle prime candidate alla corsa per la promozione. Il mese di dicembre inizierà con la sfida del con il Perugia, al Bentegodi. Gli umbri sanno esprimere un calcio vivace, spettacolare e redditizio e si sono accreditati come la grande outsider per i vertici della cadetteria.

Inoltre, l’1 dicembre, l’Hellas giocherà in Coppa Italia: quarto turno a eliminazione diretta, davanti, in Emilia, ci sarà il Bologna, per un duello da Serie A con una formazione anch’essa colma di ex Verona, in campo e non solo.

NEWS
Porta blindata, Verona terza miglior difesa
I gialloblù non prendono gol da tre partite, ma occhio allo Spezia in casa

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi 02/11/2016, 10:33

Il Verona, dopo il migliore attacco, ora è anche la terza migliore difesa della Serie B.
La classifica, infatti, mostra un Hellas che ha subito solo 9 reti in dodici turni di campionato e che non prende gol da tre partite, cioè dalla gara in trasferta ad Ascoli (1-4 il risultato finale, gol di Orsolini), per un totale di 289’ minuti con la porta inviolata.
Sabato i gialloblù affronteranno lo Spezia, squadra che al momento è al secondo posto della classifica dei gol subiti (7, dietro solo al Pisa) ma che, allo stesso tempo, è tra le peggiori per quanto riguarda l’attacco. Sono solo 10 le reti messe a segno dalla squadra di Di Carlo e quattro di esse sono stati realizzati da Nenè, ex gialloblù che però deve scontare un turno di squalifica.

Attenzione al fattore campo: lo Spezia in casa è un avversario ostico, con un bottino di 3 vittorie e 2 pareggi su 6 gare giocate davanti ai propri tifosi.

NEWS
Difesa Hellas, con lo Spezia Bianchetti squalificato: c’è Cherubin
Cambio al centro, Caracciolo perno, Pisano e Souprayen a completare la linea

di Redazione Hellas1903, 31/10/2016, 16:31

Domani il Verona ricomincerà ad allenarsi. In vista della partita con lo Spezia una certezza c’è già: allo stadio “Picco” sarà assente Matteo Bianchetti.
Espulso nel finale della gara con il Trapani, il difensore verrà squalificato.

Al suo posto è già pronto Nicolò Cherubin.

A destra, domenica, è rientrato offrendo una buona prestazione Eros Pisano. A sinistra, Samuel Souprayen. Queste le prime indicazioni, in attesa degli esiti della settimana di preparazione della trasferta sul campo ligure.

NEWS
Baez: “Carichi e pronti ad affrontare il Verona”
L’attaccante dei liguri: “Gara stimolante e di grande fascino, vogliamo fare bene davanti al nostro pubblico”

di Redazione Hellas1903, 31/10/2016, 16:10

Dopo la sconfitta per 1-0 in casa del Benevento, lo Spezia guarda già alla prossima sfida, che vedrà i liguri impegnati contro l’Hellas.
L’attaccante uruguaiano Jaime Baez è convinto che lo Spezia possa disputare un’ottima gara.

Queste le sue parole, rilasciate a Gazzetta della Spezia e Provincia: “Il Verona? Affronteremo la capolista e sarà senza dubbio una partita stimolante, di grande fascino; le partite più difficili sono anche le più belle da giocare, noi siamo carichi e pronti a lavorare intensamente per cogliere un risultato positivo davanti al nostro pubblico”.

foto: acspezia.com

NEWS
Spezia, l’ex Nenè squalificato, salta il Verona
L’attaccante, espulso col Benevento, sarà fermato dal giudice sportivo

di Redazione Hellas1903, 31/10/2016, 08:11

Niente sfida dell’ex per Nenè, attaccante dello Spezia passato dal Verona nella prima parte della stagione 2014-2015.
L’attaccante, espulso per un gesto di reazione nella partita persa sabato dai liguri sul campo del Benevento, sarà squalificato.

Mancherà, dunque, per la gara in programma allo stadio “Picco” sabato prossimo alle 15. Nel reparto avanzato spezzino il suo posto, probabilmente, sarà preso da Pablo Granoche.

FONTE: Hellas1903.it


Hellas Verona, Fossati: "Felice per Dessena. Pazzini? Un campione e se andiamo in A stavolta me la gioco..."

02/11 09:30 | Press | Autore: Redazione
La serie A l'aveva già conquistata la passata stagione, ma Fossati dovrà attendere ancora un anno. Questa estate il regista lombardo è stato coinvolto nell'operazione che ha portato il moldavo Artur Ionita a Cagliari e così ha dovuto ricominciare da Verona. Obiettivo? Vincere per due volte consecutive il campionato di B per poi finalmente giocarsi le sue carte in massima serie:

"Se conquisto la A sul campo un’altra volta, penso di meritarmela" - si legge nelle pagine de La Gazzetta dello Sport -"Ho accettato con entusiasmo questa soluzione, spero di restare a Verona a lungo. Mi sento pronto per la serie A, maturato, cresciuto mentalmente e tatticamente: ci sono. Trequartista o play? Mediano davanti alla difesa". Per centrare l'obiettivo il Verona può contare sul super bomber Giampaolo Pazzini: "Quando ci sono i campioni bisogna sfruttarli. Lui può trasformare in gol ogni assist. Poi ci sono Romulo e tanti altri, però qui il gruppo è nato più in fretta rispetto a Cagliari. Siamo due ex Milan e Inter? Io purtroppo solo a livello di giovanili. Mi piace il progetto del Milan di portare i giovani ad alto livello: prima ero tifoso, ora basta...".

L'Hellas ha quasi l'obbligo di vincere il campionato, un po' come il Cagliari la passata stagione: "Dovevamo vincere a tutti i costi, con giocatori forti, molto forti. Non c’era squadra che poteva competere. Però i nomi non bastano mai, bisogna creare gruppo e trovare la giusta mentalità: così è stato. Dessena?L’ho sentito, è un ragazzo d’oro, leader vero: gli bastava uno sguardo per farsi seguire. Sono veramente contento. Verona diverso dal Cagliari? Qui abbiamo trovato sin dal primo giorno la mentalità vincente, con un allenatore che subito ci ha fatto capire i suoi principi. Pecchia mi ha dato più responsabilità, qui c’è più gruppo e meno individualità. La cosa che mi ha sorpreso, nei due posti, è stato l’entusiasmo. Nessuno ha fatto pesare la retrocessione e i compagni rimasti hanno subito avuto voglia di riscatto. Certo, partire bene aiuta. E giocare al Bentegodi con questo pubblico..."

In chiusura d'intervista Fossati indica le principali rivali per la promozione e parla di tre "piazze" al quale è particolarmente legato: "Il Perugia va forte, è nel mio cuore perché mi ha fatto crescere. A proposito, visto quello che si sta passando in zona per il terremoto, sono molto vicino a loro. Anche ad Ascoli, altra piazza dove sono stato. Bari? Non è facile giocare lì, ci si aspetta sempre tanto. Non mi sembra però una situazione critica: la classifica è corta. La B è sempre difficile, con la possibilità di sbagliare ovunque. E il livello non mi sembra abbassato, anche se tante società hanno ridotto il budget. Rivali? Frosinone e Carpi, poi Spezia e Bari. La rivelazione non mancherà: Entella o Cittadella. E se il Perugia continua così...".

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE B
Spezia, i convocati di Di Carlo per il Verona. Tornano Mastinu e Cisotti
04.11.2016 18:04 di Luca Bargellini
Sfida di alta classifica per lo Spezia domani al 'Picco' contro il Verona. Questa la lista dei convocati del club ligure: Portieri: 1.Chichizola, 12.Pagnini, 33.Valentini A. Difensori: 3.Valentini N., 5.De Col, 6.Ceccaroni, 17. Migliore, 20.Datkovic, 27.Barbato, 32.Galli Centocampisti: 7.Sciaudone, 13.Deiola, 15.Errasti, 24.Vignali, 25.Maggiore Attaccanti: 11.Baez, 18.Okereke, 23.Piu, 26.Mastinu, 29.Granoche, 34.Cisotti Indisponibili: squalificati Nenè e Terzi, out Crocchianti, Piccolo, Pulzetti, Signorelli e Tamas.

LE STATISTICHE
Spezia-Verona, monologo bianconero... iniziato e finito in gialloblù
04.11.2016 11.19 di Redazione Footstats Twitter: @FootStatsCalcio
La prima volta, nel 1929-1930, si imposero gli ospiti per 1-0. Così come in occasione dell'ultimo scontro diretto, 2012-2013, stesso punteggio.
Nei restanti Spezia-Hellas Verona di campionato, 13 incontri fra cadetteria ed ex Serie C, i gialloblù hanno sbancato il Picco solo in un'occasione, 1930-1931, poi è un monologo bianconero: 10 successi e 2 segni X (nel 1932-1933 e nel 1936-1937, entrambi per 1-1).

CONFRONTI DIRETTI A LA SPEZIA (SERIE B E SERIE C)*
15 incontri disputati
10 vittorie Spezia
2 pareggi
3 vittorie Hellas Verona
24 gol fatti Spezia
9 gol fatti Hellas Verona

PRIMA SFIDA A LA SPEZIA (SERIE B)
Spezia-Hellas Verona 0-1, 19° giornata 1929/1930

ULTIMA SFIDA A LA SPEZIA (SERIE B)
Spezia-Hellas Verona 0-1, 23° giornata 2012/2013

* Statistiche comprensive del play-out nella stagione 2006/2007.

A TU PER TU
...con Siligardi
"Avanti per la mia strada, faccio quello che so fare. Voglio riscattare l'anno scorso e non penso al mercato. Pecchia come Nicola. Inter, mi dispiace..."

04.11.2016 00.00 di Alessio Alaimo Twitter: @alaimotmw
"In Serie B tutti conoscono le mie caratteristiche, ci sta fare fatica, ma io devo cercare di andare avanti e fare sempre quello che mi contraddistingue". A TuttoMercatoWeb parole firmate Luca Siligardi, attaccante dell'Hellas Verona, protagonista della vittoria gialloblù contro il Trapani domenica scorsa. "Se guardo indietro qualcosa ho fatto, ma so che posso fare ancora meglio. Personalmente, poi, fare gol è sempre bello. Cerchiamo di andare avanti così, rimanendo concentrati sul nostro obiettivo, sapendo che il campionato è ancora lungo e ci aspettano tante insidie. Sono felice di essere rimasto a Verona, voglio riscattare - continua Siligardi - la scorsa stagione".

Per il Verona l'obiettivo è uno solo: la serie A. Per voi una responsabilità in più?
"Sicuramente conosciamo la nostra forza, sappiamo fin dove ci spossiamo spingere e quali squadre possono darci fastidio. Certo, abbiamo delle responsabilità di un certo tipo, ma questo non cambia l'impegno che mettiamo ogni giorno nel lavoro. La strada che stiamo seguendo è quella giusta, oltre ai risultati arrivano anche le prestazioni Il mio obiettivo è quello di arrivare il prima possibile in doppia cifra, ma allo stesso modo voglio che tutti i miei gol siano utili alla squadra. Cercherò di dare sempre il 100% e anche di più affinché questo avvenga. Io credo in me stesso, so che posso fare ancora meglio".

Una sfida anche per Pecchia. Le prime impressioni?
"Il mister mi chiede spesso di tirare, più si calcia in porta e più è possibile fare gol. Il mister conosce le mie caratteristiche e cerca di sfruttarle sempre al massimo, mi dà sempre la possibilità di rifarmi subito dopo un errore. Mi dice spesso che da me si aspetta sempre qualcosa di più. Sento la sua fiducia, e per me questo aspetto è importante perché mi può aiutare molto, voglio ripagarlo sul campo. Per certi aspetti mi ricorda Davide Nicola".

Hellas a parte, che campionato vede?
"È un campionato molto equilibrato, ogni partita va preparata bene, nulla è scontato nemmeno per il Verona. Ogni gara è una battaglia, sempre".

Pronti per lo Spezia?
"Ci aspetta una partita difficile, complicata. Conosco bene lo Spezia dai miei trascorsi a Livorno, con loro è una partita a sé: sono duri da affrontare perché giocano in maniera aggressiva. Per di più, il loro stadio è una bolgia. Dovremo cercare di essere più forti e di imporre il nostro gioco".

Serie A: che fatica l'Inter...
"Mi dispiace per il momento difficile che stanno attraversando, ma sono sicuro che sapranno riprendersi. Io però in questo momento sono concentrato solo sul Verona e soprattutto sullo Spezia".

Gennaio 2017: ci pensa al mercato?
"Sono davvero contento di essere rimasto in gialloblù, anche perché devo riscattare la scorsa stagione".

SERIE B
Verona, stati generali del club all'Antistadio. Differenziato per Zuculini
01.11.2016 15.38 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Erano presenti tutti gli stati generali dell'Hellas Verona all'allenamento di questa mattina della prima squadra presso l'antistadio 'Guido Tavallin. Presenti il presidente Maurizio Setti, il vicepresidente Luca Toni e il ds Filippo Fusco. Sul fronte del campo differenziato per Zuculini, mentre Gomez prosegue la fase di recupero. Seduta di scarico per Pisano.

SERIE B
Corriere di Verona: "Hellas a porta chiusa". Terzo cleen sheet scaligero
01.11.2016 11.08 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Per quanto riguarda la stagione da protagonista in Serie B dell'Hellas Verona spesso si parla dell'ottimo fronte offensivo guidato da Giampaolo Pazzini, ma c'è anche una retroguardia di altrettanto valore. Ne parla il Corriere di Verona questa mattina in un pezzo dal titolo: "Hellas a porta chiusa". "Il 2-0 sul Trapani e la raggiunta solidità difensiva. Per Nicolas&C. la terza partita senza prendere gol".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


#SpeziaVerona: vivila con noi e scopri numeri e curiosità
04/NOVEMBRE/2016 - 17:20
NUMERI & CURIOSITA'
Scopri i numeri, le statistiche e le curiosità fornite da Opta Sports di Spezia-Hellas Verona, 13a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 5 novembre (ore 15) allo stadio 'Picco'


Spezia e Verona si sono incontrate 26 volte in Serie B: 12 vittorie per i gialloblù, 8 per i bianchi, 6 i pareggi.
Verona imbattuto da 9 partite di campionato, con 7 vittorie e 2 pareggi: in questo periodo il Verona ha segnato 22 gol, mantenendo la porta inviolata nelle ultime tre gare.
Gialloblù miglior attacco del campionato con 27 gol, 16 dei quali sono arrivati nei primi 45 minuti di gioco.

Pecchia: «Spezia squadra forte ed esperta, giochiamo con personalità»
04/NOVEMBRE/2016 - 12:32
Peschiera - Segui su Hellas Verona Channel la conferenza stampa dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia alla vigilia di Spezia-Hellas Verona, 13a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

LO SPEZIA DI DI CARLO
«Lo Spezia ha da anni un ruolo importante in Serie B, sempre costruito per raggiungere i primi posti. Con un allenatore esperto, lì da un anno, che lavora bene. Hanno esperienza, velocità, gioventù, un tifo che spinge e un campo impegnativo. Hanno un misto sintetico molto particolare, veloce, che condiziona la gara, e in casa hanno perso una volta sola. Nené? Forte, ma anche Granoche non mi sembra un attaccante di primo pelo, quindi al di là delle assenze sono forti e competitivi. Cercheranno di fare la loro gara, non è una squadra che specula, proveranno a giocare. Il pubblico è molto caldo, voglio che i miei riescano a fare la loro prestazione a prescindere, come è stato finora».

LO STATO DI FORMA
«Abbiamo recuperato quasi tutti, sono contento, resta a casa solo Juanito perché sta ancora recuperando. Già dalla settimana prossima penso si allenerà sempre con il gruppo. Bianchetti ha giocato sempre, ma Caracciolo e Cherubin hanno già fatto partite insieme, daranno il loro contributo. Finora Bianchetti ha fatto una grande stagione, ma sono convinto che i sostituti faranno una grande prestazione. Abbiamo smaltito bene durante la settimana, mi fa piacere non aver avuto complicazioni o infortuni nonostante le tante partite, dispiace solo per la squalifica di Bianchetti. Non svelo l'undici di partenza perché tutti si sentano potenziali titolari, ho una squadra di grandi professionisti e tutti meriterebbero di giocare. Le scelte le faccio all'ultimo perché tutti meriterebbero di giocare. Mi piace gestire 24 giocatori, non solo 11».

LA MENTALITA' DEL VERONA
«Verona di Pecchia? Io faccio parte di un grande ingranaggio, il Verona non è mio ma del club, della città, della tifoseria, io cerco solo di dare il mio contributo come allenatore. Ogni settimana ci aspetta un esame, pensiamo sempre al miglioramento di partita in partita, ad aumentare l'attenzione, la voglia di sacrificarsi ed essere umili. Più passa il tempo e più gli impegni diventano difficili. Antistadio? Vogliamo stringere il rapporto con la tifoseria, voglio che la gente sia fiera di come gioca il Verona e di come scende in campo. Bellissima emozione, un'iniziativa che sono sicuro vorremo ripetere. Troianiello papà? Tutti contenti, abbiamo festeggiato senza perdere la concentrazione sulla gara. Tutte le squadra hanno voglia di vincere, chi ne ha di più la spunta. Ed è questo che noi vogliamo fare. Primavera? E' un patrimonio della società, la nostra rosa è competitiva ma spesso chiamiamo ragazzi per farli crescere ed essere i giocatori del Verona di domani».

#SpeziaVerona: 22 convocati
04/NOVEMBRE/2016 - 12:25
Peschiera - Dopo la rifinitura mattutina in cui la squadra ha svolto rapidità, esercitazioni tattiche, esercitazioni sui calci piazzati e partita, è stata diramata la lista dei 22 convocati per la sfida contro lo Spezia, 13a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 5 novembre allo stadio 'Picco' (ore 15).

#SPEZIAVERONA
CONVOCATI

Portieri

12. Coppola
31. Ferrari
1. Nicolas

Difensori

30. Caracciolo
13. Cherubin
3. Pisano
28. Riccardi
18. Souprayen

Centrocampisti

24. Bessa
8. Fossati
16. Maresca
2. Romulo
27. Valoti
20. Zaccagni
14. Zuculini

Attaccanti

25. Cappelluzzo
23. Fares
9. Ganz
10. Luppi
11. Pazzini
26. Siligardi
7. Troianiello

Peschiera: seduta mattino
03/NOVEMBRE/2016 - 13:50
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, rapidità, esercitazioni tattiche per reparti e partita. Differenziato sul campo per Zuculini e Gomez.

La squadra tornerà in campo domani, con una seduta mattutina a porte chiuse (ore 10.30).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*
Venerdì 4 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Sabato 5 novembre: Spezia-Hellas Verona (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Siligardi: «Felice del Verona, Spezia sarà complicata»
02/NOVEMBRE/2016 - 15:30
Verona - Su Hellas Verona Channel la conferenza stampa dell'attaccante gialloblù Luca Siligardi, vista di Spezia-Hellas Verona, 13a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

IL NOSTRO CAMPIONATO
«Conosciamo la nostra forza, ma siamo consci anche del fatto che altre squadre possono darci fastidio. La strada che stiamo seguendo è quella giusta, oltre ai risultati arrivano anche le prestazioni e, personalmente, fare gol è sempre bello. Cerchiamo di andare avanti così, rimanendo concentrati sul nostro obiettivo, sapendo che il campionato è ancora lungo e ci aspettano tante insidie».

SPEZIA, SFIDA DIFFICILISSIMA
«Contro lo Spezia ci aspetterà una partita più che difficile, contro una squadra dura da affrontare che gioca in maniera aggressiva. Dovremmo essere bravi ad imporre il nostro gioco ed essere più forti di loro. Sarebbe bello continuare a segnare, per trovare costanza. Sappiamo che ogni partita sarà una battaglia e per questo pensiamo a gara dopo gara».

IO, LUCA SILIGARDI
«Il gol contro il Trapani? Il mister mi chiede spesso di tirare, più si calcia in porta e più è possibile fare gol. In Serie B tutti conoscono le mie caratteristiche, ci sta fare fatica, ma io devo cercare di andare avanti e fare sempre quello che mi contraddistingue. Spero di arrivare il prima possibile alla doppia cifra, sarebbe bello che tutti i miei gol siano utili alla squadra. Cercherò di dare sempre il 100% e anche di più affinché questo avvenga. Io credo in me stesso, se guardo indietro qualcosa ho fatto, ma so che posso fare ancora meglio. Non rimpiango nulla, è naturale che il mio obiettivo sia quello di diventare un calciatore di Serie A, ma c’è ancora tempo per farlo. Se sono felice di essere rimasto qui? Assolutamente sì, voglio riscattare la scorsa stagione».

MISTER PECCHIA E I SINGOLI
«Giocare con Pazzini è uno stimolo importante, sai che davanti hai un calciatore forte, un punto di riferimento. Non mi stupisco del suo avvio di campionato, inoltre ci dà carica, sicurezza e possiamo contare sempre su di lui. Bessa? L’ho visto giocare lo scorso anno, non mi stupisco delle sue qualità. E’ un calciatore forte nonostante sia giovane. Fossati? Abbiamo un centrocampo con tanta qualità, compresi anche Maresca, Zaccagni, Valoti e gli altri che quando vengono chiamati in causa hanno la personalità per fare bene. Fossati lo scorso ha vinto il campionato da protagonista, ci dà equilibrio e può anche spingere. Il mister? Mi dà costanza e fiducia, mi dà delle direttive, sta a me trovare la giusta posizione in campo. Lui e i miei compagni credono in me, voglio essere un calciatore determinante per questa squadra».

ALLENARSI ALL’ANTISTADIO
«E’ stato bellissimo, sono venuto tante persone e stare vicino alla città ha fatto sentire bene sia la squadra che tutti i tifosi».

UNITINONSITREMA
02/NOVEMBRE/2016 - 15:25
Verona - #UNITINONSITREMA, questo il titolo scelto per la serata di gala organizzata da Rotary Club di Verona e Provincia, in collaborazione con Hellas Verona FC, a favore dei terremotati del Centro Italia, presentata oggi nella sala stampa della sede di via Belgio in occasione della conferenza stampa di Luca Siligardi. Presenti, per svelare l'iniziativa, il Direttore Operativo gialloblù Francesco Barresi, la Presidente della commissione delle relazioni esterne Antonella Benedetti e il Past Governor di Rotary Alvise Farina.

Martedì 8 Novembre, alle ore 19.30, il Winter Garden dell’Hotel Crowne Plaza (Via Belgio 16, Verona) accoglierà i soci Rotary ed alcune delle più note autorità locali nell’ambito di un evento a scopo benefico, dove sarà ospite la prima squadra dell’Hellas Verona FC accompagnata da una delegazione composta dai dirigenti gialloblù, a testimonianza di un rapporto più vivo per un aiuto concreto e per un fine di solidarietà.

Una serata dedicata alla beneficenza, che si aprirà con un aperitivo di benvenuto per poi proseguire con una cena di gala (contributo di partecipazione: 80 €), prima di concludersi con un’asta organizzata dal Rotary Club in cui sarà possibile fare offerte per le maglie “match worn” utlizzate dai gialloblù nell’ultima gara casalinga di campionato contro il Trapani e donate al Rotary dal club di via Belgio, oltre a premi emozionali legati all'Hellas. Pezzi unici con uno scopo: aiutare, con la vendita e grazie alla generosità di tutti i partecipanti, le popolazione colpite dai numerosi terremoti del Centro Italia.

L’intero ricavato della serata, infatti, sarà devoluto alla Onlus Distrettuale Rotary 2060, che si occuperà direttamente di indirizzare i fondi nella modalità che sarà ritenuta più idonea, anche alla luce dei nuovi eventi sismici che hanno interessato il nostro paese.

#UNITINONSITREMA

Sono disponibili gli ultimi tagliandi per la serata.

INFO
rcverona@rotary2060.eu
info@hellasverona.it

Peschiera: seduta mattino
02/NOVEMBRE/2016 - 13:30
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, forza e trasformazione sul campo, lavoro atletico e partita.

Differenziato sul campo per Zuculini e Gomez.

La squadra tornerà in campo domani, con una seduta mattutina a porte chiuse (ore 10.30).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*
Giovedì 3 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Venerdì 4 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Sabato 5 novembre: Spezia-Hellas Verona (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Giudice Sportivo: Bianchetti salterà Spezia-Verona
02/NOVEMBRE/2016 - 13:25
Verona - Il Giudice Sportivo, Emilio Battaglia, ha squalificato per una giornata il calciatore gialloblù Matteo Bianchetti poiché, in occasione di Hellas Verona-Trapani, ha ricevuto una "doppia ammonizione per comportamento scorretto nei confronti di un avversario". Il calciatore non sarà quindi a disposizione per Spezia-Hellas Verona, 13a giornata della Serie B ConTe.it.

Benvenuta Sofia Troianiello
01/NOVEMBRE/2016 - 20:45
Verona – Fiocco rosa in casa Troianiello. Alle 18, presso l’ospedale di Peschiera, Adelaide, compagna dell’attaccante gialloblù, ha dato alla luce la piccola Sofia. Mamma e bimba stanno benissimo. E allora da tutto l’Hellas Verona FC le più sentite congratulazioni a Gennaro e famiglia!

Setti: «Antistadio? Bello vedere i tifosi vicino alla squadra»
01/NOVEMBRE/2016 - 15:00
Verona - Le dichiarazioni del Presidente gialloblù Maurizio Setti, rilasciate a margine dell'allenamento odierno presso l'Antistadio 'Guido Tavellin'.

«Allenarsi qui all'Antistadio è bello, l'avevamo promesso, è un riconoscimento alla città e ai tifosi, ce l'hanno chiesto tanto e ci siamo sentiti di farlo. Stiamo mettendo a posto questo impianto e sarebbe meraviglioso poterlo sfruttare di più. I tifosi sono venuti numerosi anche oggi, non ci hanno mai abbandonato, ci sono sempre stati vicino. Credo che questa piazza abbia dei sostenitori che poche altre squadre possono permettersi di avere, ne siamo molto contenti. Siamo venuti ad allenarci qui dopo la vittoria con il Trapani, ma l'avremmo fatto in ogni caso, normale che se le cose procedono nella direzione giusta è tutto più bello. Mi fa molto piacere vedere i bambini che iniziano ad apprezzare ciò che l'Hellas rappresenta, speriamo che crescendo diventino tifosi e magari calciatori della nostra squadra».

Antistadio: seduta mattino
01/NOVEMBRE/2016 - 13:00

Verona - Allenamento mattutino per i gialloblù all'Antistadio 'Guido Tavellin'. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla e partitelle a tema. Oltre ai tanti tifosi presenti hanno assistito all'allenamento anche il presidente Maurizio Setti, Luca Toni e il Direttore Sportivo, Filippo Fusco.

Differenziato per Zuculini, mentre Gomez prosegue la fase di recupero. Seduta di scarico per Pisano.

La squadra tornerà in campo domani, con una seduta mattutina a porte aperte (ore 10.30) allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Mercoledì 2 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30)
Giovedì 3 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Venerdì 4 novembre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Sabato 5 novembre: Spezia-Hellas Verona (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Stefanec convocato dalla Slovacchia U19, Tupta si ferma per infortunio
31/OTTOBRE/2016 - 21:30
Verona - Altra chiamata con la Slovacchia Under 19 per l'attaccante della Primavera dell'Hellas Verona Simon Stefanec, che dal 7 al 14 novembre sarà protagonista a Marbella, in Spagna, per un torneo internazionale contro Belgio, Polonia e Norvegia.
Non potrà invece rispondere alla convocazione né prendere parte alla sfida di sabato contro il Latina Lubomir Tupta, che durante la settimana ha subito un infortunio durante una seduta di allenamento. L'attaccante slovacco è stato sottoposto ad esami strumentali diagnostici che hanno evidenziato una distorsione alla caviglia sinistra con lesione di secondo grado del legamento perineo astralgico anteriore. I tempi di recupero sono da valutare in base all'evoluzione del quadro clinico.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Mister MANDORLINI dice di no sia al CESENA che al PALERMO dove in panchina rimarrà per il momento il suo 'ex chiodo fisso' DE ZERBI... Nel frattempo le voci che lo vogliono a breve sulla panchina dell'INTER resistono.

SERIE A: Ufficiale la risoluzione consensuale del contratto tra l'INTER e mister DE BOER dopo la sconfitta con la SAMP...

Inter, ora è ufficiale: via De Boer. Risolto il contratto con l'olandese
Altro ribaltone sulla panchina nerazzurra: la squadra momentaneamente a Vecchi. Pioli in pole


1 Novembre 2016
De Boer-Inter, è finita. Suning ha deciso per l'ennesimo ribaltone in casa nerazzurra: scaricato il tecnico olandese dopo un bilancio di 5 vittorie, 7 sconfitte e 2 pareggi in 14 partite tra campionato ed Europa League. Il club ha comunicato ufficialmente la risoluzione del contratto: a guidare momentaneamente la squadra nella trasferta europea di Southampton il Primavera Vecchi. In pole poi l'ex Lazio Pioli: per lui contratto di un anno e mezzo.

E' ufficialmente finita la breve avventura di De Boer sulla panchina dell'Inter, iniziata il 9 agosto. Incassata la fiducia della proprietà nella giornata di venerdì, all'allenatore olandese è stata fatale la sconfitta di Genova contro la Sampdoria, la quinta in undici giornate di campionato, la quarta nelle ultime cinque gare (battuto soltanto il Torino). Saluta dunque l'ottavo tecnico dalla stagione successiva al Triplete di Mourinho a oggi dopo Benitez, Leonardo, Gasperini, Ranieri, Stramaccioni, Mazzarri e Mancini. Visti i tempi strettissimi, sarà Stefano Vecchi, promosso temporaneamente dalla Primavera, a preparare e a condurre la squadra nella importante e decisiva sfida di giovedì in Europa League in casa del Southampton. Poi, salvo altri clamorosi ripensamenti e ribaltoni, la panchina andrà a Stefano Pioli, rientrato stamattina dagli Stati Uniti. Per l'ex Lazio pronto un contratto fino a giugno 2018. L'altro nome caldo era quello di Leonardo, fortemente voluto dall'ex presidente Massimo Moratti. Ma Suning ha scelto un'altra strada.

[...]

FONTE: SportMediaset.Mediaset.it


ALLENATORI
Mandorlini dice di no
A Palermo resta De Zerbi

01/11/2016 15:56
Andrea Mandorlini dopo la panchina del Cesena avrebbe rifiutato anche quella del Palermo. L'indiscrezione del contatto tra il presidente rosanero Zamparini e il tecnico ancora sotto contratto con il Verona è uscita oggi su Mediagol.it.

Zamparini avrebbe sondato le disponibilità di Mandorlini e di Edy Reja prima della sfida poi persa dal Palermo a Cagliari, nel posticipo di ieri. Incassati due no il presidente rosanero avrebbe deciso di andare avanti con De Zerbi, riconfermato quest'oggi dallo stesso Zamparini e dal d.s. del Palermo Faggiano.

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE A
Ferri: "Mandorlini ha i tasti giusti da schiacciare. Spero che l'Inter lo scelga"
01.11.2016 18.37 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Ai microfoni di Premium Sport, l'ex difensore nerazzurro Riccardo Ferri avanza la candidatura di Andrea Mandorlini per il dopo Frank de Boer sulla panchina dell'Inter: "L'importante è che ci sia un'idea unica di andare su un allenatore che conosca l'ambiente interista. Io vedrei più in pole position Mandorlini rispetto a Pioli. Non me ne voglia Pioli, ha fatto bene nel nostro campionato e lo stimo tantissimo, ma Mandorlini conosce l'ambiente, conosce Appiano Gentile e molti degli addetti ai lavori attuali, quindi sarebbe più facilitato. L'ho sentito ed è disponibilissimo. Lui è a stretto contatto con il dg Gardini, erano legati a Verona: ha dei tasti giusti da schiacciare. Mi auguro che anche la società possa optare per questa scelta che credo sia la più ponderata".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento Caracciolo


Wallpapers gallery