#VeronaProVercelli in anteprima: Mentre i media nazionali (ri)scoprono PAZZINI l'HELLAS dei record offensivi attende al Binti una PRO VERCELLI assolutamente galvanizzata dopo la vittoria nel derby col NOVARA a 15 anni dall'ultimo successo...

Pubblicato da andrea smarso giovedì 20 ottobre 2016 13:43, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento


#VeronaProVercelli +   -   =

Nella seconda settimana in cui i media nazionali si sono accorti di aver chiuso prima del tempo nel cassetto dei ricordi un grande bomber come PAZZINI (incensato da tutte le parti dopo la quarta doppietta consecutiva e dall'alto delle 10 reti in 5 gare e mezza disputate) 'reo' di aver abbandonato la Serie A per coerenza verso una piazza che lo stima molto e che gli ha ridato la possibilità di sentirsi importante, l'HELLAS riceve al Bentegodi una PRO VERCELLI galvanizzata a bomba dopo il successo (di rimonta) al 90esimo nel derby col NOVARA.
Punti importanti che, aldilà della grande soddisfazione per aver battuto gli odiati rivali a distanza di 15 anni, portano la PRO verso il centro della classifica e mettono ancora più in luce le grandi doti di bomber LA MANTIA che, secondo il diesse VARINI, è già pronto per la Serie A dopo anni trascorsi per la maggior parte in Lega Pro.
Di certo il 25enne ariete dei bianchi autore di 6 gol in 9 presenze sarà uno dei pericoli da cui dovrà guardarsi il VERONA affrontando una squadra di tecnica inferiore che però ha già dimostrato di poter dar fastidio a chiunque in Serie B e nella prossima trasferta avrà ben poco da perdere a casa della prima della classe.
Sulla carta l'HELLAS di PAZZINI e RÔMULO parte sempre coi favori del pronostico ma le ultime due gare hanno dimostrato che anche i gialloblù vanno in difficoltà se affrontati senza paura con pressing alto ed intensità... 'Colpa' del gioco arioso e votato all'attacco di mister PECCHIA e di una fase difensiva ormai riconosciuto tallone d'Achille degli scaligeri ma, come si è visto anche nel più recente passato, quando si ha a disposizione un attacco 'stellare' com'è quello del VERONA attuale tante magagne vengono nascoste sotto il tappeto.

Precedenti
La gara tra VERONA e PRO VERCELLI è relativamente antica risalendo in maggior parte agli anni '30-'40 ma le due squadre non si sono incrociate molte volte: In Serie B è successo solo in sette occasioni ed i gialloblù hanno perso una sola volta vincendo negli tre altri match.
La prima vittoria arriva nell'annata '39-'40 grazie alle reti scaligere di ANDREIS e PRISCO, nel '40-'41 un 4 a 3 che divertì non poco (c'è da scommetterci) i tifosi veronesi mentre, dopo un salto di più di settant'anni, ecco il 3 a 1 del 4 Maggio 2013 a seguito delle reti messe a segno da CACCIATORE, GOMEZ e SGRIGNA che condannarono i piemontesi alla Lega Pro.

Ad arbitrare la prossima sfida sarà il signor Antonio Rapuano della sezione Aia di Rimini.


QUI VERONA
In dubbio fino all'ultimo PISANO che, quand'anche fosse convocato, difficilmente è destinato a partire dal primo minuto contro i piemontesi.
Sicuramente out Juani GOMEZ vittima di una distrazione miofasciale al bicipite femorale della gamba sinistra nel'ultima gara ad Ascoli Piceno.
FOSSATI al rientro della classifica tornerà a daare equilibrio e ordine davanti alla difesa.

Convocati
Fuori BOLDOR e GOMEZ ma rientra PISANO dall'infortunio...

Portieri: 12. Coppola, 1. Nicolas, Difensori, 4. Bianchetti, 30. Caracciolo, 13. Cherubin, 3. Pisano, 28. Riccardi, 18. Souprayen
Centrocampisti: 24. Bessa, 8. Fossati, 16. Maresca, 2. Romulo, 27. Valoti, 20. Zaccagni, 14. Zuculini
Attaccanti: 25. Cappelluzzo, 23. Fares, 9. Ganz, 10. Luppi, 11. Pazzini, 26. Siligardi, 7. Troianiello

Probabile formazione
4-3-3 con Nicolas; Romulo-Bianchetti-Caracciolo-Souprayen; Valoti-Fossati-Bessa; Luppi-Pazzini-Siligardi


QUI VERCELLI
Mister LONGO sarà regolarmente in panca al Bentegodi nonostante nel derby col NOVARA sia stato allontanato dal campo anzitempo a causa di qualche protesta di troppo: Solo un'ammonizione per l'allenatore della PRO che potrà quindi dirigere i suoi nel teatro più prestigioso della cadetteria.
I piemontesi scenderanno sul prato del Binti probabilmente più 'coperti' del solito con un 3-5-2 con gli esterni più votati a fare i terzini che le ali.
Fabio EGUELFI è tornato a lavorare col gruppo mentre anche il difensore invoriano KONATE è rientrato a correre sul campo.
Solo palestra per LEGATI, PALAZZI, GERMANO e BANI.

Convocati
Fuori PALAZZI e i lungodegenti VAJUSHI, KONATE ed EGUELFI.

Ecco l’elenco dei convocati:
Portieri: 1 Provedel, 12 Zaccagno, 22 Gilardi;
Difensori: 2 Berra, 3 Germano, 4 Bani, 13 Legati, 16 Mussmann, 24 Luperto, 33 Mammarella;
Centrocampisti: 5 Budel, 7 Mustacchio, 11 Sprocati, 17 Ardizzone, 18 Castellano, 20 Emmanuello, 21 Castiglia, 23 Baldini, 25 Altobelli;
Attaccanti: 9 Morra, 10 La Mantia, 14 Malonga, 27 Ebagua.

Probabile formazione
3-5-2 con Provedel; Legati-Luperto-Bani; Germano-Mustacchio-Budel-Altobelli-Mammarella; Ebagua-La Mantia

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



DICONO +   -   =

Mister PECCHIA «Per me la partita più importante è sempre la prossima, tutte le nostre energie mentali e fisiche quindi sono sulla Pro Vercelli. Ogni avversario ha le sue caratteristiche, questa squadra ha fisicità davanti, qualità in mezzo al campo, giocatori di esperienza e giovani validi. Sono tosti e noi a prescindere dall'avversario dobbiamo avere tanta voglia di fare sempre cose buone. Longo poi è un allenatore giovane, con le idee chiare, ha dato un'idea alla squadra. Ho visto una Pro Vercelli in salute, è un allenatore competente e capace» HellasVerona.it

Mister LONGO tecnico della PRO VERCELLI «La gara di domenica l'abbiamo archiviata già lunedì: dobbiamo sfruttare l'autostima che ci ha dato, per completare il lungo cammino che ci aspetta. Vogliamo crescere partita dopo partita, a partire da Verona: l'Hellas è di una categoria superiore, ma mi attendo una buona risposta da tutto il gruppo per fare una buona prestazione. Credo che la Pro Vercelli stia dimostrando di avere buone caratteristiche come ha detto Pecchia, ma con il lavoro quotidiano possiamo ancora crescere. Turnover? Stiamo valutando alcune situazioni, sappiamo benissimo che con partite così ravvicinate bisogna gestire le forza. Potrebbe esserci qualche cambiamento, ma non sarà un turnover molto ampio: ragioniamo partita per partita, senza fare troppi calcoli. Vogliamo fare bella figura a Verona. Indisponibili? Domani non ci sarà Palazzi, che non è stato convocato» HellasVerona.it

Nicolò CHERUBIN «Ascoli? Abbiamo sofferto nei primi venti minuti ma ci può stare, in un campo caldo come quello. Mi sono trovato bene con Bianchetti, anche se la sintonia aumenterà con il numero di partite giocate assieme. Come migliorare in difesa? Bisogna parlare di tutta la squadra, noi durante la settimana lavoriamo per questo, il mister è molto preparato e noi dobbiamo seguirlo. Normale che pressando alto si debba accettare anche l’uno contro uno, ma noi siamo giocatori di esperienza e dobbiamo essere in grado di farlo. Pecchia durante la settimana ti fa stare bene, anche se ovviamente pretende tanto e noi giustamente ce la mettiamo tutta. Perché dobbiamo ricordare che ogni gara comincia dallo 0-0 e quindi vincere è sempre difficile, ma noi siamo disposti a sacrificarci l’uno per l’altro: in questo momento lo facciamo e si vede, speriamo di continuare così. Abbiamo le idee ben chiare sulla Pro Vercelli, su quello che dobbiamo fare. Faremmo un grande errore a sottovalutarla, ha qualità, bisognerà farsi trovare pronti. Adesso tutti fanno la gara della vita contro di noi, quindi si chiudono e si fa fatica a fare gol, ma proprio per questo va sottolineato ciò che di buono stiamo facendo» HellasVerona.it


Bomber PAZZINI «La Pro Vercelli? Sono una squadra in salute, avranno entusiasmo come ce l'abbiamo noi. Non vediamo l'ora di scendere in campo in casa, davanti ai nostri tifosi. Come diciamo sempre, la partita più dura è sempre la prossima, quindi si lavora sempre a testa bassa. Se la Nazionale è un mio obiettivo? L’azzurro è la massima espressione del calcio in Italia. Ad ogni modo i miei pensieri sono tutti per il Verona» HellasVerona.it

Andrea LA MANTIA attaccante della PRO VERCELLI «Com'è l'umore? E’ stata una settimana bella, perché veniamo da una vittoria importante. Lo spirito sarà quello giusto, per affrontare una partita sulla carta proibitiva. Ma nulla è impossibile, andiamo in campo per dare fastidio a tutti. Il Gol col Novara? Segnare in un derby è una sensazione diversa: ci ha rimesso in partita, e la mia esultanza dimostra quanto fosse importante quel gol. Meritavamo una vittoria così e lo meritava tutta la città: mancava da troppo tempo. Sabato impegno durissimo con l’Hellas Verona? Incontrare un grande come Pazzini sarà un’emozione grandissima: Pazzini è un attaccante forte che ammiro molto: in area è uno dei più forti, l’ha sempre dimostrato sia in Serie A sia in Serie B. Speriamo di poterlo fermare, sono sicuro che i nostri difensori faranno una grande partita. E poi sono tifoso della Roma, ci ha fatto perdere uno scudetto qualche anno fa con la Sampdoria: spero di vendicarmi» (ride, ndr.) TuttoB.com

Mino FAVINI scoprì il giovane PAZZINI «Sono felice di vederlo di nuovo sul campo alla maniera in cui ho imparato a conoscerlo. Ma non ho mai avuto dubbi, ero certo che si sarebbe ritrovato: è un uomo vero, oltre che un bravissimo giocatore. E la sua decisione di restare a Verona, dopo un’annata come quella passata, ne è la dimostrazione. La sua prima rete, sabato con l’Ascoli, è stata esemplare delle qualità che in lui si notavano già da adolescente: uno stacco di testa imponente, un’elevazione fuori dal comune. Per il gioco aereo ha un istinto speciale. Non mi riferisco soltanto alla capacità di segnare, ma anche per come lo sa utilizzare per dare soluzioni tattiche utili a tutta la squadra. Uno come lui è unico, non ci sono termini di paragone» Hellas1903.it


L'ex terzino dell'HELLAS FALSINI confronta l'attuale HELLAS con quello che conquistò la promozione nel '98-99 in guidato in panchina da Cesare PRANDELLI «Ci sono delle analogie tra il “nostro” Verona e quello di oggi, ossia l’entusiasmo, la tendenza a proporsi sempre e la facilità in fase realizzativa. A prevalere, tuttavia, sono le differenze. L’Hellas di Fabio Pecchia, un amico che ho avuto come compagno di squadra al Siena, e che sta facendo un lavoro eccellente, è una squadra costruita per vincere. La disponibilità di campioni come Pazzini, Romulo e Maresca lo pone al di sopra della categoria. Noi, invece, eravamo degli outsider, una covata di giovani, votati all’offensiva in modo talvolta persino un po’ folle. Con me c’erano Brocchi, Melis, Gonnella, Italiano, Cammarata, tra gli altri. Il Verona, ora, è più pragmatico» Hellas1903.it

Massimo VARINI diesse della sorprendente PRO VERCELLI «È stata una gioia speciale sia per i nostri tifosi che per il presidente che dal suo insediamento non aveva ancora vinto contro il Novara. Rispetto alle prime giornate siamo senza dubbio più concreti, più sporchi. Adesso, in sintesi, siamo diventati una squadra di Serie B. Detto che è presto per dare giudizi sia sulle possibili rivelazioni che sulle grandi in crisi, credo che quest’anno il campionato sia più equilibrato. Non c’è, ad esempio, una squadra materasso come lo scorso anno è stata il Como. Davanti, invece, c’è il Verona che è senza dubbio la più forte del campionato ma non è al livello del Cagliari dello scorso anno. Pazzini? È un giocatore importante sia in Serie A che in Serie B. Quando si scende di categoria è molto importante lo spirito con il quale ci si approccia alla realtà. Pazzini è stato bravo a capire subito quale doveva essere il suo compito, prendendosi le responsabilità da giocatore cardine del progetto... Il nostro bomber La Mantia? Stiamo parlando di un ragazzo che in area di rigore è davvero fortissimo che sa attaccare la palla come i grandi giocatori. Può ancora crescere sul gioco di squadra fuori dall’area ma sta già migliorando. Ha potenzialità da categoria superiore. La sua è una scommessa che ci sentivamo di fare che ci sta ripagando» Hellas1903.it



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Pro Vercelli: Longo ne porta 23 a Verona
Sono 23 i convocati di mister Longo, che, pur dovendo fare a meno dei lungodegenti Vajushi, Konate ed Eguelfi, ha il resto della rosa a disposizione per la trasferta di Verona contro la capolista.

Ecco l’elenco dei convocati:
Portieri: 1 Provedel, 12 Zaccagno, 22 Gilardi;
Difensori: 2 Berra, 3 Germano, 4 Bani, 13 Legati, 16 Mussmann, 24 Luperto, 33 Mammarella;
Centrocampisti: 5 Budel, 7 Mustacchio, 11 Sprocati, 17 Ardizzone, 18 Castellano, 20 Emmanuello, 21 Castiglia, 23 Baldini, 25 Altobelli;
Attaccanti: 9 Morra, 10 La Mantia, 14 Malonga, 27 Ebagua.

FONTE: CalcioNews24.com


PRIMO PIANO
Pro Vercelli, La Mantia: "Verona? Andiamo in campo per dare fastidio a tutti"
19.10.2016 23.30 di Christian Pravatà Twitter: @Christianpravat
Fonte: www.magicapro.it
Conferenza stampa di metà settimana in casa Pro Vercelli. A prendere la parola a tre giorni dal match del “Bentegodi” con l’Hellas Verona è stato Andrea La Mantia. Ecco riportate di seguito le sue parole riportate dai colleghi di Magicapro.it:

Archiviato il derby, si pensa all’impegno di sabato. Umore? E’ stata una settimana bella, perché veniamo da una vittoria importante. Lo spirito sarà quello giusto, per affrontare una partita sulla carta proibitiva. Ma nulla è impossibile, andiamo in campo per dare fastidio a tutti.

Quello segnato con il Novara è il tuo quinto gol in campionato, ma ha un sapore diverso dagli altri. Segnare in un derby è una sensazione diversa: ci ha rimesso in partita, e la mia esultanza dimostra quanto fosse importante quel gol. Meritavamo una vittoria così e lo meritava tutta la città: mancava da troppo tempo.

Sabato affronterete l’Hellas Verona, dove milita un grande giocatore come Pazzini. Sarà un’emozione grandissima: Pazzini è un attaccante forte che ammiro molto: in area è uno dei più forti, l’ha sempre dimostrato sia in Serie A sia in Serie B. Speriamo di poterlo fermare, sono sicuro che i nostri difensori faranno una grande partita. E poi sono tifoso della Roma, ci ha fatto perdere uno scudetto qualche anno fa con la Sampdoria: spero di vendicarmi (ride, ndr.).

Giocare dall’inizio o a partita in corso? Entrare a partita in corso è più facile, perché qunado l’attaccante entra solitamente il risultato non è positivo, la squadra gioca per te e arrivano più palloni: è il mio primo anno in Serie B, è giusto fare la gavetta. Questa cosa non mi pesa, l’importante è farsi trovare pronti in ogni occasione. Sinceramente non pensavo di partire così bene in un campionato così difficile, ma con l’esperienza in Lega Pro ho maturato consapevolezza nei miei mezzi. Grazie alla Pro Vercelli per avermi dato questa grande opportunità.

Differenze tra Vercelli e Cosenza? Cosenza era una piazza bella e difficile, dove il calcio è una ragione di vita. Rimarrà sempre nel mio cuore. La differenza con Vercelli si respira nel clima che si vive in settimana: però devo dire che anche la Pro è molto seguita, lo si vede anche in giro per le strade e per la città. Per essere una città così piccola, i tifosi danno grandi soddisfazioni.

In quale modulo e con quali compagni ti trovi meglio? Come caratteristiche posso adattarmi a qualsiasi modulo, con qualsiasi compagno: sono tutti forti, spero di dar loro una mano per raggiungere il nostro obiettivo. Poi, dovendo scegliere, forse mi trovo meglio nel 3-5-2: ma posso adattarmi in qualsiasi modulo, i numeri non contano. L’importante è l’atteggiamento con cui si scende in campo.

Qual è stato finora il momento più difficile della stagione? Sicuramente la sconfitta con il Cittadella, perché ha messo a nudo delle nostre debolezze: eravamo spaesati, dopo essere partiti bene. Forse è stato un problema caratteriale, che abbiamo limato nel prosieguo del campionato

Pronti per giocare in un “Bentegodi” con 30000 persone? Ci sarà tantissima gente, sarà uno stimolo in più per cercare di portare a casa un buon risultato.

FONTE: TuttoB.com


PROBABILE FORMAZIONE HELLAS
Tutti i dubbi di Pecchia
21/10/2016 22:52
Molti dubbi di formazione per Pecchia in vista della sfida contro la Pro Vercelli. Il mister pontino sarebbe tentato di proporre una difesa a 3 con Caracciolo, Bianchetti e Cherubin (che si potrebbe trasformare anche in una difesa a 4 con l'ex Brescia terzino destro) ma alla fine dovrebbe riproporre il 4-3-3 con Romulo basso come terzino destro (Pisano è convocato ma non è al 100%), Bianchetti e Caracciolo al centro e Souprayen a sinistra, A centrocampo ritorna Fossati in regia, con il confermatissimo Bessa alla sua sinistra. Per il ruolo di interno destro c'è un ballottaggio: Valoti o Zaccagni? Senza sottovalutare che Zuculini è tornato in forma dopo i piccoli infortuni del mese scorso. Davanti, Capitan Pazzini dovrebbe avere vicino Siligardi e Luppi.

Verona (4-3-3): Nicolas; Romulo, Bianchetti, Caracciolo, Souprayen; Fossati, Valoti, Bessa; Siligardi, Pazzini, Luppi. All: Pecchia.

FORMAZIONE PRO VERCELLI
Ebagua-La Mantia per la sfida dagli 8 Scudetti
21/10/2016 20:10
Ci saranno 8 Scudetti in scena al Bentegodi sabato pomeriggio: 7 della Pro Vercelli (tutti molto, ma molto antichi) e 1 del Verona (quello storico e probabilmente irripetibile del 1985). Moreno Longo opterà per il 3-5-2 con Provedel in porta e con Legati, Bani e Luperto in difesa. Sulle fasce ci saranno Germano e Mammarella mentre in mezzo a centrocampo, senza Palazzi, spazio ad Altobelli e Castiglia (favorito su Emmanuello) con l'esperto Budel in regia. In attacco dovrebbe esserci la coppia La Mantia-Ebagua con Mustacchio pronto ad entrare dalla panchina.

Pro Vercelli (3-5-2): Provedel; Legati, Bani, Luperto; Germano, Altobelli, Budel, Castiglia, Mammarella; Ebagua, La Mantia. All: Longo.
L.VAL.

VERONA-PRO VERCELLI, I PRECEDENTI IN B
Verona, con la Pro 3 vittorie in 7 match
20/10/2016 07:55
Verona e Pro Vercelli si affronteranno sabato 22 ottobre alle ore 15 al Bentegodi per la 10^ giornata di Serie B. I gialloblù, al comando della classifica con 20 punti, cercheranno di consolidare il primato, mentre gli ospiti, reduci dalla vittoria col Novara, sono a quota 12 e proveranno ad avvicinarsi alla zona playoff.

L’incontro tra scaligeri e piemontesi non presenta una grande tradizione. In cadetteria si sono affrontati solo 7 volte in riva all’Adige ed il bilancio è a favore dei padroni di casa con 3 vittorie, 3 pari e un ko. La maggior parte delle partite si sono giocate a cavallo degli anni '30 e '40.

La prima volta che incrociarono i guantoni in B, infatti, risale al torneo 1935/36 ed il match si concluse a reti inviolate. L’anno successivo (36/37), ancora parità: 1-1 e per i gialloblù segnò Romanini. Nel 37/38, si verificò la prima e unica vittoria della Pro: 1-2, il 6 febbraio 1938. Nel 1938/39, invece, ecco arrivare la 3^ ics: 1-1 (gol di Biagini per il Verona).

Le ultime 3 volte successive tris di vittorie scaligere. Il 19 maggio 1940 (stagione 1939/40), 2-0 grazie alle reti di Andreis e Prisco; mentre nel 1940/41 la gara si concluse con un pirotecnico 4-3 (per l’Hellas, doppietta di Conti, Zanetti e Facchin). Infine, dopo un salto di 73 anni, l’ultimo “1” è del 2012/13 (4 maggio 2013), in cui la squadra allenata da Mandorlini s’impose per 3-1: Cacciatore al 35’, Gomez al 52’, Sgrigna al 72’. Per la Pro, accorciò le distanze Iemmello all’85’. Quell’Hellas com'è noto, alla fine del torneo venne promosso in A.

Verona in vantaggio anche nel computo delle reti realizzate: 12 a 8.

VERONA-PRO VERCELLI, I PRECEDENTI IN SERIE B
GARE GIOCATE: 7
VITTORIE VERONA: 3
PAREGGI: 3
VITTORIE PRO VERCELLI: 1
GOL FATTI VERONA: 12
GOL FATTI PRO VERCELLI: 8
ANDREA FAEDDA

EX GLORIE GIALLOBLù
Hellas-Pro Vercelli anche in via Sogare
19/10/2016 18:56
Hellas Verona-Pro Vercelli non si giocherà solo al 'Bentegodi' ma anche a pochi passi dalla "casa" dei gialloblù. Sabato 22 ottobre (calcio d'inizio ore 10.30, l'ingresso al campo sarà gratuito) al centro sportivo di via Sogare, l'ASD Ex Calciatori Hellas Verona incontrerà la formazione dei Veterani della Pro Vercelli, per una giornata di sport, condivisione e amicizia. Al termine dell'incontro in via Sogare, infatti, la delegazione ospite sarà invitata nella sede dell'ASD Ex Calciatori Hellas Verona per un pranzo comune, prima di poter assistere a Verona- Pro Vercelli direttamente allo stadio 'Bentegodi'.

Un momento per potersi ritrovare, come conferma Nico Penzo dell'ASD Ex Calciatori Hellas Verona: "Siamo felici di poter condividere questo momento insieme ai Veterani della Pro Vercelli, che siamo contenti di ospitare a Verona per una giornata così speciale. Un modo diverso per approcciarsi alla partita, affinché il calcio sia utilizzato come veicolo di valori imprescindibili nello sport come amicizia e condivisione".

Lo conferma anche Franco Balocco, Presidente Associazione Veterani Pro Vercelli: "Condividiamo in pieno quanto espresso e sottolineato dall'amico Nico Penzo. Siamo onorati e orgogliosi di poterci confrontare con i "colleghi" gialloblù non solo sul campo ma anche attraverso aspirazioni e sentimenti. Sarà una giornata all'insegna dell'amicizia e dell'amarcord visto che si trovano due club blasonati con alle spalle una storia invidiabile".
L.VAL.

FONTE: TGGialloBlu.it


MERCATO: GANZ di ritorno alla JUVE a Gennaio? Dopo i 16 gol col COMO nella passata stagione ed il contratto con la JUVE, il futuro di Simone Andrea sembrava in piena rampa di lancio ma, dopo un inizio molto promettente con la squadra gialloblù, l'attaccante è finito ai margini nelle scelte di mister PECCHIA con la JUVE che potrebbe decidere di spostarlo nel prossimo mercato per farlo giocare con contionuità... Intanto il diesse FUSCO avrebbe chiuso col MODENA per il giovane centrocampista ghanese Emmanuel BESEA classe 1997 che rimarrebbe in prestito in Emilia fino a fine stagione. Quanti affari in ballo con l'INTER! BESSA a parte, si discute dei Primavera TUPTA e BELKHEIR...



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: La JUVE in cerca di un portiere per il dopo BUFFON valuterebbe anche GOLLINI ceduto dall'HELLAS in estate agli inglesi dell'ASTON VILLA. HELANDER in gol contro la LAZIO, mister MANDORLINI valutato dal CESENA per un eventuale dopo DRAGO? Alla finestra anche il BARI per l'ex tecnico scaligero...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
NEWS
Serie B, Pazzini e La Mantia armi letali
18.10.2016 12:00 di Pellegrino Marciano Twitter: @pellegrinom17
Ormai si fa fatica a definire la stagione di Giampaolo Pazzini, bomber dell'Hellas Verona e capocannoniere del torneo con 10 gol in 6 partite disputate. Da quattro partite l'ex di Milan ed Inter segna doppiette e punta forte al record personale di 19 marcature fatto registrare ai tempi della Sampdoria. Non è da meno, in proporzione, l'attaccante della Pro Vercelli La Mantia, capace di timbrare il cartellino 4 volte partendo dalla panchina. Ecco tutte le curiosità sulla giornata appena conclusa segnalate da Football Data:

13 Copertina – ovviamente – per Giampaolo Pazzini, per il quale non si trovano più aggettivi per descriverne l’avvio di stagione 2016/17: 10 reti in 6 partite giocate, capocannoniere del campionato, già in doppia cifra, alla quarta doppietta consecutiva, avviato al suo record personale stagionale di 19 gol firmato con la Sampdoria 2009/10, è di gran lunga il calciatore più determinante del torneo: le sue reti hanno portato all’Hellas Verona 13 punti sui 20 totali, pari al 65% del dato complessivo.

6 Incredibile Pro Vercelli: 6 gol su 11 segnati nelle prime 9 giornate dai bianchi di Longo arrivano con calciatori subentrati a partita iniziata: 4 La Mantia, 1 a testa Morra ed Emmanuello. Si tratta del 54,5% del dato globale.

0 I gol subiti dal Vicenza nelle due gare dell’era-Bisoli: all’arrivo dell’ex tecnico di Cesena e Perugia, i biancorossi veneti vantavano la difesa più fragile con 13 reti incassate in 7 partite, alla pari della Pro Vercelli.

3 Due big del campionato in questa fase stentano a trovare la via del gol: Bari e Spezia, infatti, hanno segnato solo con 3 giocatori a testa, le peggiori – al momento – nella Lega B 2016/17 per versatilità di soluzioni offensive.

FONTE: TuttoAvellino.it


SPORT | giovedì 20 ottobre 2016, 22:57
Pro: nella tana del rullo-compressore-Hellas Verona

Un rullo compressore. Ma, detto così, verrebbe naturale pensare "come volevasi dimostrare". Venti punti in 9 giornate di campionato. Sì, in questo senso non è proprio l'en plein, complice un inizio di campionato difficile, con la sconfitta bugiarda di Benevento e l'infortunio di Giampaolo Pazzini. Che però, da qualche tempo, gli scaligeri hanno ritrovato e da lì sì che le cifre si sono fatte da "en plein": il "Pazzo" è stato capace, nelle ultime quattro giornate di altrettante doppiette, che hanno fatto salire il computo dei gol realizzate a quota 22. Resta una difesa che qualcosa concede: sono 9, infatti, le reti subite, in media una a partita.

Che partita dovrà fare la Pro Vercelli? Accorta ma, allo stesso tempo, non rinunciataria. Saranno gli attuali padroni della classifica di Serie B ad aver l'obbligo di vincere contro una formazione che vale circa un decimo dei suoi ingaggi. I bianchi, oltre alla serenità che il confronto suggerisce, si presenteranno allo stadio "Marcantonio Bentegodi" con la consapevolezza di una posizione di assoluta tranquillità di graduatoria, figlia dei 12 punti complessivi, 9 dei quali conquistati negli ultimi quattro match.

D'altro canto, la formazione timonata da Fabio Pecchia, comincia a dare dimostrazione di essere la corazzata che tutti si aspettavano alla vigilia: nell'ultimo impegno ad Ascoli, allo stadio "Cino e Lillo Del Duca", i gialloblu hanno dilagato per 4 reti ad una giocando "la peggior partita dell'anno", come l'ha definita lo stesso tecnico avversario. Vien da chiedersi cosa ci si debba aspettare quando, in campo, la manovra sarà più fluida e i meccanismi funzioneranno "a memoria". Detto questo, andando a dare un'occhiata alla formazione schierata contro la compagine del Picchio, l'Hellas segue i dettami di un 4-3-3 particolarmente offensiva con Nicolas in porta, Cherubin e Bianchetti centrali difensivi con Rômulo e Souprayen "spie" laterali rispettivamente di destra e sinistra. E' l'ex Siviglia, Juventus e Palermo Enzo Maresca (!) a giostrare le operazioni in cabina di regia, insieme alle mezze ali Bessa e Valoti. La davanti, insieme a Pazzini e Siligardi, ballottaggio per l'ultimo posto avanzato a causa della sicura assenza di Juanito Gomez: al suo posto, scalda i motori Davide Luppi, grande ex di turno.
Stefano Fonsato

Pro, e adesso la temibile trasferta contro l'Hellas
PAZZINI SEGNA A RAFFICA, LONGO PROPORRA' UN 5-3-2?

La più dolce ripresa degli allenamento di sempre. Pomeriggio di serenità - e non potrebbe essere altrimenti - quello di oggi allo stadio "Leonida Robbiano-Silvio Piola", dove i ragazzi di mister Moreno Longo - eroi per aver riportato "sulla sponda giusta" del fiume Sesia il derby dopo oltre 15 anni di sofferenze, hanno ripreso a sudare in vista della prossima trasferta allo stadio "Marcantonio Bentegodi" di Verona.

Una gara proibitiva, non c'è che dire, che giunge proprio nel momento in cui l'Hellas di mister Fabio Pecchia "è uscita" in tutta la sua potenza, guidata là davanti da un certo Giampaolo Pazzini, alla sua quarta doppietta consecutiva, nell'ultimo impegno affrontato allo stadio "Cino e Lillo del DUca" di Ascoli, dove i gialloblu si sono imposti 4 a 1.

Un risultato straripante, figlio paradossalmente di "una delle peggiori prove stagionali", secondo le parole pronunciate a fine gara proprio da Pecchia. Se le cose stanno così, verrebbe da chiedersi, meglio scendere in campo "al risparmio" concentrandosi su impegni più abbordabili? Assolutamente No, è la risposta, per quanto questi tipi di ragionamenti esistono, nel calcio, soprattutto ai livelli più alti, checché ce la vengono a raccontare.

La certezza, ad ogni buon conto, è che lo spirito di Longo trasmesso ai suoi ragazzi, porterà la Pro a cercare di giocare un brutto scherzo a una formazione che, comunque, là dietro qualcosa concede. E' in attacco che i numeri degli scaligeri sono da brividi: ben 22 gol fatti, roba da chiudere la retroguardia e fare in modo di buttare via la chiave. Ancora presto per capire quale modulo verrà utilizzato dall'ex tecnico della Primavera del Toro: in ballottaggio c'è un ritorno al 4-3-3 oppure una versione molto difensiva de 3-5-2, di quelli che assomigliano molto di più a un 5-3-2. La prima cosa da tenere ben presente e da ripetere come un mantra sarà una e una sola, per partite come quelle di sabato (si gioca alle ore 15): mai, assolutamente, porgere il fianco all'avversario. Con quella qualità al proprio cospetto, si rischia l'imbarcata. Bensì, determinazione e aggressività, per quanto possibile: l'unico modo per uscirne da Leoni.
Stefano Fonsato

FONTE: InfoVercelli24.it


Il caso Ganz e i possibili sviluppi
18 ottobre 2016 1 Commento

In estate il suo arrivo veniva esaltato da critica ed addetti ai lavori. Simone Andrea Ganz arrivava al Verona dopo i 16 gol nel Como e prometteva grandi cose anche in riva all’Adige.
Il buon inizio di campionato sembrava essere il la’ per una stagione da protagonista, con o senza Pazzini.
Mister Pecchia non ha mai nascosto che il figlio d’arte potesse indifferentemente giocare da prima punta o da esterno nel tridente.
Invece gradualmente il ragazzo è stato sopravanzato sia nel ruolo di attaccante centrale che in posizione più defilata.
Le scelte dell’allenatore sono ricadute su altri compagni e Ganz si è dovuto accomodare troppo spesso in panchina.
Alcune malelingue sostengono che il Verona preferisca valorizzare i tesserati di proprietà rispetto a chi, proprio come lui, ha una situazione contrattuale (controriscatto della Juve) che a giugno premierà il club di provenienza.
Il rischio è però che l’Hellas possa perdere il ragazzo a gennaio, con la “Vecchia Signora” che presumibilmente proverà a rilanciarlo dove possa avere la possibilità di giocare con continuità.

FONTE: HellasNews.it


NEWS
Numeri: il Verona si porta il pallone da casa
Più di 30′ di possesso a partita per l’Hellas: è record per la Serie B

di Redazione Hellas1903, 20/10/2016, 14:49

Il pallone, il Verona, se lo porta direttamente da casa, un po’ come si faceva quando da piccoli si giocava al campetto o ai giardini.
L’0sservazione è dettata dai numeri relativi al campionato di Serie B.
L’Hellas, infatti, è al primo posto non soltanto nella classifica che conta, quella generale, ma anche nella graduatoria del possesso palla.

I gialloblù, infatti, hanno il controllo della palla, appunto, per 30′ e 5 secondi a partita. Un margine di vantaggio largo sulla squadra che è seconda, il Benevento, che si è ferma a 26′ e 22 secondi.

Inoltre il Verona ha una statistica pari al 72 percento di passaggi riusciti. Anche questo, dato che pone la squadra di Fabio Pecchia al vertice della categoria.

NEWS
Pazzini: “Quanti gol? Con Toni ho fatto una scommessa…”
L’attaccante gialloblù: “Orgoglioso del paragone con Van Basten”

di Redazione Hellas1903, 19/10/2016, 15:19

Giampaolo Pazzini è intervenuto in conferenza stampa, in vista della partita con la Pro Vercelli.
Il Verona è “Pazzo-dipendente”? “Non credo, io cerco di aiutare la squadra. Il merito lo divido coi compagni che mi mettono sempre in condizione per fare bene.”
Meglio di te solo Toni e Van Basten: “È incredibile, sono numeri davvero importanti. Questi paragoni riempiono di orgoglio.”

Cos’è cambiato dall’anno scorso? “La salute. Ho avuto tanti problemi fisici e, per cercare di aiutare la squadra, spesso ho peggiorato la mia situazione. La stagione passata deve essere eliminata dalla nostra mente.”

Quattro doppiette, ma la tripletta? “Mio figlio mi chiede spesso di portagli un pallone a casa (ride, ndr), mi farebbe molto piacere segnare tre gol.”

Complimenti da Toni? “Ho una scommessa con lui per il numero dei gol. Gli offrirei volentieri anche una vacanza se dovessi vincere. Ci sono tutti i presupposti per fare bene in questa stagione.”

La fascia di capitano? “È una cosa importante. Dà molti stimoli e responsabilità perchè sei sempre sotto gli occhi dei compagni, bisogna dare l’esempio e, a volte, rimproverare.”

Ganz? “Ci sono passato anche io da queste situazioni. Lui deve stare sereno, è un giovane di grande qualità che vede la porta come pochi. Sono sicuro che ci darà una grande mano. Deve solo allenarsi bene, come sta facendo.”

Un pensiero alla Nazionale? “L’Azzurro è la massima espressione di calcio del nostro Paese. Tutto dipenderà dalle mie prestazioni con l’Hellas.”

NEWS
Favini: “Pazzini attaccante nato: nessuno come lui”
Lo scopritore del bomber gialloblù: “Formidabile in elevazione. Ed è un uomo vero”

di Redazione Hellas1903, 19/10/2016, 08:13

Mino Favini per 24 anni è stato il responsabile del settore giovanile dell’Atalanta. Tra i tanti talenti forgiati alla sua scuola c’è Giampaolo Pazzini.
Intervistato dal Corriere di Verona oggi in edicola, Favini, a proposito dell’attaccante dell’Hellas, dice: “Sono felice di vederlo di nuovo sul campo alla maniera in cui ho imparato a conoscerlo. Ma non ho mai avuto dubbi, ero certo che si sarebbe ritrovato: è un uomo vero, oltre che un bravissimo giocatore. E la sua decisione di restare a Verona, dopo un’annata come quella passata, ne è la dimostrazione”.
Continua Favini: “la sua prima rete, sabato con l’Ascoli, è stata esemplare delle qualità che in lui si notavano già da adolescente: uno stacco di testa imponente, un’elevazione fuori dal comune. Per il gioco aereo ha un istinto speciale. Non mi riferisco soltanto alla capacità di segnare, ma anche per come lo sa utilizzare per dare soluzioni tattiche utili a tutta la squadra. Uno come lui è unico, non ci sono termini di paragone”.

NEWS
Mondiali 2014, Romulo: “Dissi a Prandelli di non convocarmi”
Il centrocampista: “Soffrivo di pubalgia, non sarebbe stato giusto partire”

di Redazione Hellas1903, 19/10/2016, 08:04

Romulo ha parlato ai microfoni di Sky Sport, in collegamento diretto da Verona, tornando sull’episodio della sua esclusione dal Mondiale di Brasile 2014.
“Prandelli mi aveva confermato tra i convocati per il Mondiale, ma io non stavo bene, soffrivo di pubalgia. Ho deciso di parlare con lui e, in lacrime, gli ho detto che sarebbe stato meglio convocare un altro giocatore al posto mio. Volevo andare, ma non mi sembrava giusto partire in quelle condizioni.”
Conclude il centrocampista: “Ho deciso di fare la cosa giusta. Sono sicuro che avrò un’altra possibilità con la Nazionale.”

NEWS
Hellas, frenata Pazzini
Allenamento differenziato per il bomber gialloblù . Ma la sua presenza con la Pro Vercelli non è in dubbio

di Redazione Hellas1903, 18/10/2016, 21:29

Frenata per Giampaolo Pazzini.
L’attaccante gialloblù, 10 gol in 6 partite giocate, ha svolto un allenamento differenziato programmato nell’ultima seduta del Verona.
Per il Pazzo, al momento, non è in dubbio l’impiego nella gara di sabato con la Pro Vercelli.

Le sue condizioni, comunque, saranno verificate con maggior attenzione nei prossimi giorni.

VISTO DA NOI
Il Verona e la legge dei numeri primi
Le statistiche dalla parte dell’Hellas. Che ha imparato a vincere anche quando non gioca bene

di Lorenzo Fabiano, @lollofab 18/10/2016, 18:20

Non ho mai nutrito particolare simpatia per i numeri. In verità li ho sempre sofferti. Ho sempre tuttavia riconosciuto un grande merito ai calcoli aritmetici: a differenza di altre discipline aperte alle interpretazioni, le cifre non mentono e si mostrano impietose, dure, e aride, tanta è la loro chiarezza. La matematica, non è qualcosa di soggettivo o relativo: come recita un vecchio detto, non è opinabile. La verità dei numeri è un sola e sta nella loro essenza. Il Verona di quest’anno mi facilita parecchio le cose. A cinquant’anni scopro che la matematica mi fa meno paura e la affronto con meno ansia, se non addirittura con rinnovato piacere. Ringrazio sentitamente.

Ad Ascoli il Verona, come ha riconosciuto come molta onestà il suo stesso allenatore, ha disputato la peggior partita della stagione. Soprattutto nel primo tempo, ha faticato a trovare il filo ed è apparso parecchio impreciso stentando non poco. Alla fine ha vinto 4-1. Ok che il calcio non è una scienza esatta, ma vallo un po’ a spiegare un successo così largo a fronte di una prestazione sottotono. Vero che la partita è girata con il gol di Pazzini allo scadere e l’espulsione di Addae per una scellerata entrata da tergo sul bomber gialloblù. Tuttavia la ragione di una tal misura sta proprio nei numeri. Basta solo andarli e vedere: vi invito a farlo. Il Verona ha giocato 673 palloni contro 364 dell’Ascoli con un possesso palla pari al 66% contro il 34% dei suoi avversari. L’indice di pericolosità dei gialloblù è stato del 52,4% contro il 44,1% dei marchigiani. L’Ascoli ha tirato nello specchio della porta 5 volte, e fatto un solo gol; il Verona 7, e ha fatto quaterna. La differenza l’ha fatta la qualità a disposizione dei due allenatori. Pecchia ne abbonda, il povero Aglietti, per di più senza Cacia, no. Il Verona fa la parte del leone, il padrone della savana che quando fiuta il momento propizio affonda le fauci nella preda.

L’Hellas viaggia a una media superiore a due gol a partita (miglior attacco con 22 reti) e nelle ultime sei partite ha raccolto la bellezza di 16 punti su 18. Pazzini marcia a doppiette da quattro partite consecutive, e con 10 gol è il capocannoniere della serie B. Sabato pomeriggio ad Ascoli il Verona non ha certo offerto il suo volto migliore. Nel primo tempo, come dicevo, ha giocato oggettivamente male faticando a mettere insieme tre passaggi, risultando irriconoscibile per lunghi tratti. Sbloccato il risultato alla prima occasione buona, ha dilagato nella ripresa complice la pochezza dell’avversario in inferiorità numerica. All’inizio della stagione imputavamo a Pecchia di vestire talvolta la sua truppa di divise troppo eleganti per il fango della cadetteria.
Reclamavamo più sostanza nel timore di perderci nella trame barocche del Tiki-Taka. I numeri dimostrano che il Verona non si adagia in dialoghi orizzontali, ma sa dare profondità, quando necessario, al suo ragionamento. Nella conferenza stampa alla vigilia di Ascoli, Pecchia se ne era uscito con una battuta sul tema: “ben venga il bel gioco, ma a me interessa vincere”. Buon profeta il mister, perché il verdetto del Del Duca ha sentenziato proprio questo. In Seria A la Juventus, è l’unica squadra che, in virtù della sua forza, vince anche quando la serata non è delle migliori. Sta in testa, perché la cosa riesce solo a lei. In serie B, finora, il Verona dimostra di essere l’unica squadra in grado di emularla. Non resta che continuare su questa via. Di tal passo, i numeri gialloblù non potranno che continuare ad essere primi in beata solitudine.

CALCIOMERCATO
Mercato, il Verona blinda Besea del Modena
Raggiunto un accordo di massima per il centrocampista ghanese classe 1997

di Redazione Hellas1903, 18/10/2016, 15:50

Filippo Fusco pensa già al futuro del Verona ed è pronto a chiudere per il giovane centrocampista del Modena Emmanuel Besea.
Come riporta la Gazzetta di Modena, l’Hellas, che già nel mercato estivo era stato vicino ad acquistare il giocatore ghanese, avrebbe raggiunto un accordo con la società canarina e con il calciatore stesso.
Besea, classe 1997, arriverebbe in gialloblù a titolo definitivo già a gennaio, per poi restare comunque in prestito al Modena fino a fine stagione.

NEWS
Valoti su Instagram: “Riposiamo, dopo si corre!”
Relax con Ganz e Troianiello tra una seduta e l’altra per Mattia

di Redazione Hellas1903, 18/10/2016, 14:48

“Riposiamo un po’ che dopo si corre!”
Mattia Valoti, via Instagram, ritrae un momento di relax a Peschiera del Garda tra le due sedute di allenamento in programma oggi per il Verona.
Con il centrocampista gialloblù ci sono Simoneandrea Ganz e Gennaro Troianiello, scherzosamente chiamato da Valoti “il re dei cioccolatini”.

Clima sereno e già carico, quello dell’Hellas, alla ripresa in vista della partita di sabato con la Pro Vercelli.

NEWS
Pazzo da record: soltanto Van Basten e Toni hanno segnato più di lui
L’attaccante gialloblù imprendibile in Serie B per reti fatte. E in A davanti ci sono altri due giganti

di Redazione Hellas1903, 18/10/2016, 08:36

In Serie B nessuno nella storia ha segnato, nelle prime nove partite di campionato, come Giampaolo Pazzini.
La statistica stilata da “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola riporta che a totalizzare 9 gol in 9 giornate sono stati soltanto Marco Di Vaio nella Salernitana 1997-98 e Stefano Ghirardello (proprio lui, l’attaccante cresciuto nel Verona, con cui ha giocato più stagioni da professionista) con il Cittadella 2001-2002. Questo per quanto riguarda la Serie B.
Per trovare qualcuno che abbia saputo fare meglio del Pazzo occorre salire in A e incontrare i dati di due giganti del gol. Nel 1992-93 Marco Van Basten con il Milan siglò 12 gol in nove turni, mentre nel 2005-2006 ad arrivare a 11 fu Luca Toni, con la Fiorentina. Qualcosa di gialloblù, nel record aperto di Pazzini, c’è sempre.

NEWS
Hellas con il “ritmo Prandelli”. Falsini: “Il Verona ’98-’99 era diverso”
Per i gialloblù 20 punti in 9 gare come diciotto anni fa. Il terzino: “Noi eravamo degli outsider”

di Redazione Hellas1903, 18/10/2016, 08:16

In nove partite il Verona ha raccolto 20 punti.
Una marcia che eguaglia quella condotta dall’Hellas 1998-99: in panchina Cesare Prandelli, in campo una squadra partita tra le incognite e che, invece, ebbe un percorso trionfale, per poi cogliere la promozione in Serie al primo posto.
In quel gruppo c’era Gianluca Falsini, terzino sinistro di spinta, propulsore mancino della formazione gialloblù. Falsini, ora, allena l’Under 16 dell’Empoli.

Intervistato dal Corriere di Verona oggi in edicola su affinità e differenze tra il Verona di oggi e quello in cui giocava lui, Falsini commenta: “Ci sono delle analogie tra il “nostro” Verona e quello di oggi, ossia l’entusiasmo, la tendenza a proporsi sempre e la facilità in fase realizzativa. A prevalere, tuttavia, sono le differenze”.

Osserva l’ex terzino: “L’Hellas di Fabio Pecchia, un amico che ho avuto come compagno di squadra al Siena, e che sta facendo un lavoro eccellente, è una squadra costruita per vincere. La disponibilità di campioni come Pazzini, Romulo e Maresca lo pone al di sopra della categoria. Noi, invece, eravamo degli outsider, una covata di giovani, votati all’offensiva in modo talvolta persino un po’ folle. Con me c’erano Brocchi, Melis, Gonnella, Italiano, Cammarata, tra gli altri. Il Verona, ora, è più pragmatico”

NEWS
Bessa, già eguagliato il record personale di gol
Il centrocampista ha siglato 3 reti in sole 9 partite, contro Latina, Avellino e Ascoli

di Redazione Hellas1903, 17/10/2016, 19:50

Tra i gialloblù che si stanno mettendo maggiormente in mostra, in questo avvio di campionato, c’è senza dubbio Daniel Bessa.
Centrocampista dai piedi delicati, l’italo brasiliano si sta riscoprendo, in queste prime 9 gare di Serie B, anche goleador. Già 3, infatti, le reti messe a segno, in campionato, con la maglia del Verona: in gol alla prima giornata contro il Latina e alla quarta contro l’Avellino, Bessa ha fatto centro anche ad Ascoli, con una realizzazione di pregevolissima fattura.
Bessa, così, ha già eguagliato il proprio record personale di gol stagionali: lo scorso anno, al Como, ne siglò 3 in 36 presenze.

NEWS
Pro Vercelli, Varini: “Il Verona ha Pazzini, ma anche La Mantia è da Serie A”
Il ds del club piemontese: “Ora siamo una vera squadra di B”

di Redazione Hellas1903, 17/10/2016, 18:46

Tre vittorie nelle ultime quattro giornate e l’ultima, ieri, in rimonta e allo scadere nel derby col Novara. La Pro Vercelli ha spiccato il volo, e il direttore sportivo Massimo Varini, a tuttomercatoweb.com, non nasconde la soddisfazione. “È stata una gioia speciale – dice il ds – sia per i nostri tifosi che per il presidente che dal suo insediamento non aveva ancora vinto contro il Novara. Rispetto alle prime giornate siamo senza dubbio più concreti, più sporchi. Adesso, in sintesi, siamo diventati una squadra di Serie B”. Sul torneo Varini aggiunge: “Detto che è presto per dare giudizi sia sulle possibili rivelazioni che sulle grandi in crisi, credo che quest’anno il campionato sia più equilibrato. Non c’è, ad esempio, una squadra materasso come lo scorso anno è stata il Como. Davanti, invece, c’è il Verona che è senza dubbio la più forte del campionato ma non è al livello del Cagliari dello scorso anno”.
Il dirigente del club piemontese si sofferma su Giampaolo Pazzini: “È un giocatore importante sia in Serie A che in Serie B. Quando si scende di categoria è molto importante lo spirito con il quale ci si approccia alla realtà. Pazzini è stato bravo a capire subito quale doveva essere il suo compito, prendendosi le responsabilità da giocatore cardine del progetto”.
Un bomber ce l’ha anche la Pro Vercelli, Andrea La Mantia, autore di sei gol in nove presenze tra Tim Cup e Campionato.

“Stiamo parlando di un ragazzo che in area di rigore è davvero fortissimo – spiega Varini – che sa attaccare la palla come i grandi giocatori. Può ancora crescere sul gioco di squadra fuori dall’area ma sta già migliorando. Ha potenzialità da categoria superiore. La sua è una scommessa che ci sentivamo di fare che ci sta ripagando”.

FONTE: Hellas1903.it


Inter, occhi puntati sul Verona: tre nomi in ballo con gli scaligeri

del 17 ottobre 2016 alle 23:48
Secondo quanto riporta FcInterNews, scout dell'Inter stanno seguendo con assiduità Lubomir Tupta, attaccante classe '98 della Primavera dell'Hellas Verona autore di 5 gol in 4 partite finora. Tra le due società, inoltre, c'è in ballo anche il nome di Menaour Belkheir, attaccante del '99 in prestito alla società nerazzurra, e soprattutto quello di Daniel Bessa, regista classe '93 che funge da faro del centrocampo di Pecchia: Bessa è arrivato a Verona in prestito con obbligo di riscatto alla diciottesima presenza e appare dunque destinato a rimanere in maglia gialloblù, dal momento che ha già giocato 9 gare. L'Inter avrà il 30% sulla futura rivendita.

FONTE: CalcioMercato.com


Hellas Verona, Maresca: “Pazzini per noi è fondamentale. L’obiettivo è la Serie A, per riportare la squadra dove merita”

Redazione 18-10-2016 23:54
Il primo posto in B e l'obiettivo Serie A ben chiaro. E' la fotografia attuale dell'Hellas Verona, rispecchiata anche dalle parole di Enzo Maresca che elogia Pazzini, suo compagno di squadra che a suon di gol ha portato la squadra veneta sul primo gradino della B: "Pazzini per noi è fondamentale - le sue dichiarazioni durante la trasmissione Sky 'L'Originale' -. E' un giocatore importante in A, e in serie B lo è ancora di più. Speriamo continui così perché vogliamo raggiungere il nostro obiettivo che è riportare la squadra dove merita, per i tifosi e per la società". Maresca poi si è soffermato brevemente sul caso Icardi all'Inter, ricordando anche la sua esultanza, quando giocava per la Juventus, che aveva sollevato polemiche: "Sono cose che quando cambi squadra o quando succedono episodi tipo questo ci sono delle conseguenze", ha affermato il centrocampista dell'Hellas.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE B
Pro Vercelli, Longo: "Contro l'Hellas sfruttiamo la scia positiva del derby"
21.10.2016 14.12 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Dopo la vittoria nel derby contro il Novara per la Pro Vercelli di Moreno Longo arriva un nuovo test di livello contro il Verona. Questo il pensiero di Longo in conferenza stampa (fonte MagicaPro.it): "La gara di domenica l'abbiamo archiviata già lunedì: dobbiamo sfruttare l'autostima che ci ha dato, per completare il lungo cammino che ci aspetta. Vogliamo crescere partita dopo partita, a partire da Verona: l'Hellas è di una categoria superiore, ma mi attendo una buona risposta da tutto il gruppo per fare una buona prestazione. Credo che la Pro Vercelli stia dimostrando di avere buone caratteristiche come ha detto Pecchia, ma con il lavoro quotidiano possiamo ancora crescere. Turnover? Stiamo valutando alcune situazioni, sappiamo benissimo che con partite così ravvicinate bisogna gestire le forza. Potrebbe esserci qualche cambiamento, ma non sarà un turnover molto ampio: ragioniamo partita per partita, senza fare troppi calcoli. Vogliamo fare bella figura a Verona. Indisponibili? Domani non ci sarà Palazzi, che non è stato convocato".

SERIE B
Verona, Pecchia: "Stuzzicato dalla difesa a tre. E' un'opportunità"
21.10.2016 13.23 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Sfida interna al Bentegodi per l'Hellas Verona di Fabio Pecchia. Queste le parole del tecnico scaligero in conferenza stampa: "La Pro Vercelli ha una rosa esperta, forte in tutti i reparti e con grande entusiasmo - si legge su HellasNews.it -. Da parte nostra dobbiamo continuare ad avere l'atteggiamento adatto e puntare sempre a prendere il massimo da ogni gara. Come sempre il punto è trovare la mentalità giusta con umiltà e voglia di vincere. Rientra Fossati ma a centrocampo siamo in tanti, compresi Zuculini e Zaccagni. Sono tutti in grandissima condizione e scegliere non è facile.
Rómulo terzino? Non è detto: lui è un jolly e posso metterlo ovunque. La linea difensiva a tre mi stuzzica: è un'opportunità da utilizzare sicuramente. Cerchiamo però prima di avere i meccanismi ben oliati. Dopo ogni gara riguardiamo sempre il video e percepisco sfumature diverse rispetto a quando si è giocato".

SERIE B
Corriere di Verona: "Torna Fossati. Maresca o Valoti contro la Pro?"
21.10.2016 10.57 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
In vista della sfida alla Pro Vercelli in casa Verona rimangono vivi alcuni dubbi di formazione. Ne parla il Corriere di Verona in un pezzo dedicato in particolare al centrocampo di Fabio Pecchia. "Torna Fossati. Maresca o Valoti?" è il titolo del pezzo che riassume il dilemma scaligero.

SERIE A
Inter, si continua a monitorare Tupta: a giugno contatto col Verona
17.10.2016 23.00 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
L'Inter rimane vigile su Lubomir Tupta, attaccante classe 1998 in forza alla Primavera dell'Hellas Verona che piace non poco a Samaden e al suo staff. Per lui fino ad ora 4 presenze, 5 gol e un assist nel campionato Primavera, come sottolinea FcInterNews quest'oggi. Col Verona inoltre vanno esaminate altre due posizioni a giugno prossimo: Daniel Bessa, in prestito agli scaligeri, e Mouhamed Menaour Belkheir, attaccante algerino che ha fatto il percorso inverso ed ora milita nella Primavera nerazzurra.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


#VeronaProVercelli: 22 convocati
21/OTTOBRE/2016 - 17:30
Peschiera - Dopo la rifinitura odierna in cui la squadra ha svolto , è stata diramata la lista dei 22 convocati per la sfida contro la Pro Vercelli, 10a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 22 ottobre allo stadio 'Bentegodi' (ore 15).

#VERONAPROVERCELLI
CONVOCATI

Portieri

12. Coppola
1. Nicolas

Difensori

4. Bianchetti
30. Caracciolo
13. Cherubin
3. Pisano
28. Riccardi
18. Souprayen

Centrocampisti

24. Bessa
8. Fossati
16. Maresca
2. Romulo
27. Valoti
20. Zaccagni
14. Zuculini

Attaccanti

25. Cappelluzzo
23. Fares
9. Ganz
10. Luppi
11. Pazzini
26. Siligardi
7. Troianiello

Serie B / #VeronaProVercelli: vivila con noi e scopri numeri & curiosità
21/OTTOBRE/2016 - 18:05
NUMERI & CURIOSITA'
Scopri i numeri, le statistiche e le curiosità fornite da Opta Sports di Hellas Verona-Pro Vercelli, 10a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 22 ottobre (ore 15) allo stadio 'Bentegodi'

Sono 14 i precedenti tra Hellas Verona e Pro Vercelli in Serie B: il bilancio è di 6 successi gialloblù, 4 sconfitte e 4 pareggi.
Nelle ultime 6 giornate il Verona ha conquistato 5 vittorie e 1 pareggio: 17 i gol segnati e una media di 2.8 a partita.
Pro Vercelli il bersaglio preferito di Luca Siligardi in Serie B: nei quattro incontri precedenti con i biancocrociati, il gialloblù è sempre andato a segno, confezionando anche un assist.

Pecchia: «La Pro Vercelli ha carattere e fisicità, dovremo fare una grande prestazione»
21/OTTOBRE/2016 - 12:30
Peschiera - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù, Fabio Pecchia, rilasciate alla vigilia di Hellas Verona-Pro Vercelli, 10a giornata della SerieB ConTe.it 2016/17.

PRO VERCELLI, SQUADRA TOSTA
«Per me la partita più importante è sempre la prossima, tutte le nostre energie mentali e fisiche quindi sono sulla Pro Vercelli. Ogni avversario ha le sue caratteristiche, questa squadra ha fisicità davanti, qualità in mezzo al campo, giocatori di esperienza e giovani validi. Sono tosti e noi a prescindere dall'avversario dobbiamo avere tanta voglia di fare sempre cose buone. Longo poi è un allenatore giovane, con le idee chiare, ha dato un'idea alla squadra. Ho visto una Pro Vercelli in salute, è un allenatore competente e capace».

COME STA L'HELLAS
«Torna Fossati che ha scontato la squalifica e questo mi fa piacere. Ha fatto sia il regista che la mezzala, farò le mie valutazioni fino all'ultimo, c'è anche Zaccagni galvanizzato dal gol e uno Zuculini ormai recuperato, questo vuol dire avere una rosa profonda, chi scenderà in campo farà sicuramente una grande prestazione, sono tutti molto in forma. Sceglierò anche in base alla gara e agli avversari. Boldor purtroppo ha subìto un colpo alla caviglia, quindi avrò a disposizione Caracciolo, Cherubin e Bianchetti come difensori centrali, con Nicolò che a differenza degli altri è mancino e ha un'esperienza diversa. Caracciolo finora ha fatto grandi cose, sono contento di tutti. Chiaramente giocando si migliora e se Cherubin dovesse giocare andrebbe a fare ancora meglio che ad Ascoli. Romulo è un jolly, è entrato nel gruppo con applicazione, vedremo dove schierarlo. Noi dobbiamo fare una prestazione di livello per appagare il pubblico, che finora apprezza il nostro atteggiamento e quindi non dobbiamo perderlo. I tifosi ci daranno una grande mano. Toni? E' utile a tutti, a me e ai giovani che lo vedono come un esempio. E' uno stimolo in più a far bene».

Cherubin: «Attenti alla Pro Vercelli, in campo con umiltà»
20/OTTOBRE/2016 - 20:00
Verona - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, Nicolò Cherubin, rilasciate durante la trasmissione 'Fuorigioco', in onda su Radio Verona.

«Ascoli? Abbiamo sofferto nei primi venti minuti ma ci può stare, in un campo caldo come quello. Mi sono trovato bene con Bianchetti, anche se la sintonia aumenterà con il numero di partite giocate assieme. Come migliorare in difesa? Bisogna parlare di tutta la squadra, noi durante la settimana lavoriamo per questo, il mister è molto preparato e noi dobbiamo seguirlo. Normale che pressando alto si debba accettare anche l’uno contro uno, ma noi siamo giocatori di esperienza e dobbiamo essere in grado di farlo. Pecchia durante la settimana ti fa stare bene, anche se ovviamente pretende tanto e noi giustamente ce la mettiamo tutta. Perché dobbiamo ricordare che ogni gara comincia dallo 0-0 e quindi vincere è sempre difficile, ma noi siamo disposti a sacrificarci l’uno per l’altro: in questo momento lo facciamo e si vede, speriamo di continuare così. La mentalità è quella giusta, l’alzare l’asticella, remare tutti dalla stessa parte, tutte cose fondamentali per raggiungere obiettivi importanti. Ho girato varie squadre e posso dire che questo è un gruppo bello, c’è un clima positivo, si sta bene insieme. Il merito è di tutti, l’umiltà deve essere alla base di ogni cosa. Abbiamo le idee ben chiare sulla Pro Vercelli, su quello che dobbiamo fare. Faremmo un grande errore a sottovalutarla, ha qualità, bisognerà farsi trovare pronti. Adesso tutti fanno la gara della vita contro di noi, quindi si chiudono e si fa fatica a fare gol, ma proprio per questo va sottolineato ciò che di buono stiamo facendo. Giocare di più? Siamo una rosa forte, ci sta in certi momenti non poter essere titolare, io mi sto allenando forte, sabato ho giocato e penso di aver fatto una buona gara».

Peschiera: seduta mattino
20/OTTOBRE/2016 - 12:30
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento tecnico, esercitazioni tattiche per reparti e partitella a campo ridotto.

Pisano prosegue il programma di recupero personalizzato. Fisioterapia per Gomez.

La squadra tornerà in campo domani, con una seduta mattutina (10.30) a porte chiuse.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*
Venerdì 21 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Sabato 22 ottobre: Hellas Verona-Pro Vercelli (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Serie B: Rapuano arbitrerà Hellas Verona-Pro Vercelli
20/OTTOBRE/2016 - 12:15
Verona - La Commissione Arbitri Nazionale Serie B ha indicato gli ufficiali di gara assegnati per Hellas Verona-Pro Vercelli, 10a giornata del campionato Serie B ConTe.it in programma sabato 22 ottobre (ore 15) allo stadio 'Bentegodi'. Ad arbitrare la sfida sarà il sig. Antonio Rapuano della sezione Aia di Rimini assistito nell'occasione dai sigg. Vincenzo Soricaro (sez. Aia Barletta) e Pietro Dei Giudici (sez. Aia Latina). Quarto ufficiale di gara sarà il sig. Edoardo Paolini (sez. Aia Ascoli Piceno).

Pazzini: «Gruppo affiatato e inizio sprint, ma la strada è lunga»
19/OTTOBRE/2016 - 14:30
Verona - Le principali dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Giampaolo Pazzini, rilasciate durate la conferenza stampa in vista di Hellas Verona-Pro Vercelli, 10a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

IL MIO MOMENTO
«Volevo tornare ad essere protagonista, decisivo, a rimettermi in gioco nel modo giusto. Avevo, ho e avrò ancora tante motivazioni per fare bene. Non mi era mai capitato di fare 4 doppiette di fila, è un momento molto bello e sono contento, ma dall’altra parte so che la strada è lunga e non abbiamo ancora fatto niente. Siamo partiti forti, questo ci ha dato fiducia ed entusiasmo per fare le cose sempre meglio. Bisogna fare i complimenti a tutto il gruppo e questa è l’occasione perfetta per farlo. Non voglio soffermarmi troppo sull’anno scorso, che ci ha lasciato tanta amarezza e voglia di rivincita. Siamo ripartiti con l’entusiasmo di mister Pecchia e del Direttore Sportivo e fin dal ritiro di Racines abbiamo creato un gruppo bello, coeso, e gli effetti si vedono: chi non gioca o chi entra a partita in corso si sente ugualmente importante. Se il Verona è Pazzini dipendente? No, perché hanno fatto gol tanti calciatori. Cerco solo di dare una mano, ma è la squadra a mettermi in condizione di fare bene, il merito è da dividere con i compagni. Spesso abbiamo noi la gestione del gioco, ricevere palla vicino alla porta è un fattore molto improntante per un attaccante. Cosa è cambiato dall’anno scorso? La salute. E’ indubbio che un anno fa ho avuto tanti problemi e per cercare dare mano ho forzato i tempi, facendo peggio».

SU QUESTA SERIE B…
«Un commento sulla Serie B? Ho trovato un campionato molto equilibrato, tutte le squadre ci affrontano per fare la partita della stagione, per noi è uno stimolo in più. Io come Toni e Van Basten? Sono paragoni che fanno piacere e riempiono d’orgoglio, ma questo dà ancora maggiori motivazioni per fare bene, come ho detto siamo coscienti che la strada è lunga e siamo solo all’inizio, dovremo mantenere questo entusiasmo per tutto l’anno. Io e Luca abbiamo un obiettivo in comune, il gruppo: un obiettivo bello e difficile, ma tutti insieme - siamo convinti - potremo toglierci grandi soddisfazioni».

TRA CAMPO E SPOGLIATOIO
«Una tripletta? Mi piacerebbe portare a casa il pallone a mio figlio, che spesso mi rimprovera per aver fatto solo due gol (ride, ndr). Quale rete mi è piaciuta di più? Per un attaccante i gol sono tutti belli, anche l’ultimo con l’Ascoli. Quello a cui sono più legato è il primo segnato al Brescia. Le mie emozioni da capitano? E’ una bella sensazione, che dà stimoli maggiori perché ho gli occhi dei compagni puntati addosso, devo sempre dare il buon esempio, dando una mano o facendo un rimprovero in caso di bisogno. Cerco sempre di trasmettere voglia e grinta per vincere. Ganz? Parliamo spesso. Io più di ogni altro posso capire i suoi pensieri, ma sono sicuro che avrà la sua occasione, siamo ancora all’inizio e tutti avranno la loro occasione di contribuire. E’ giovane, vede la porta, le sue qualità sono indubbie. In questo gruppo anche chi non gioca in partita non molla niente e questo è un aspetto significativo e importante. Gli allenamenti? Lavoriamo molto con la palla, con tanta intensità, è una tipologia di lavoro che piace molto al gruppo. Il mio rapporto con la città? Mi trovo molto bene a Verona, mia moglie e mio figlio sono molto felici qui».

DI SETTIMANA IN SETTIMANA
«La Pro Vercelli? Sono una squadra in salute, avranno entusiasmo come ce l'abbiamo noi. Non vediamo l'ora di scendere in campo in casa, davanti ai nostri tifosi. Come diciamo sempre, la partita più dura è sempre la prossima, quindi si lavora sempre a testa bassa. Se la Nazionale è un mio obiettivo? L’azzurro è la massima espressione del calcio in Italia. Ad ogni modo i miei pensieri sono tutti per il Verona».

Peschiera: seduta mattino
19/OTTOBRE/2016 - 13:00
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, lavoro atletico, circuiti di forza e una partitella a campo ridotto.

Pisano prosegue il programma di recupero personalizzato. Fisioterapia per Gomez.

La squadra tornerà in campo domani, con una seduta mattutina (10.30) a porte chiuse.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*
Giovedì 20 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Venerdì 21 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Sabato 22 ottobre: Hellas Verona-Pro Vercelli (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Cinque anni insieme: i bambini della Scuola Calcio festeggiano così a Peschiera
18/OTTOBRE/2016 - 19:00

Peschiera - Cinque anni insieme. Da festeggiare a Peschiera, insieme ai calciatori della prima squadra. Un pomeriggio allo Sporting Center 'Il Paradiso' per i bambini che per tutti i cinque anni di attività della Scuola Calcio hanno deciso di scegliere i gialloblù. Un giusto premio per 12 giovani calciatori (compresa una bambina) che, accompagnati dal responsabile della Scuola Calcio, Zaccaria Tommasi, hanno seguito da posizione privilegiata la seduta pomeridiana della squadra prima di entrare in campo e incontare direttamente i propri idoli: non solo foto e autografi, ma anche qualche consiglio chiesto direttamente ai gialloblù, per poter continuare a crescere insieme all'Hellas Verona.

Peschiera: seduta pomeriggio
18/OTTOBRE/2016 - 18:10
Peschiera - Allenamento pomeridiano per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla, lavoro atletico e partitelle a tema.

Differenziato programmato per Pazzini, Pisano prosegue il programma di recupero personalizzato. Fisioterapia per Gomez.

La squadra tornerà in campo domani, con una seduta mattutina (10.30) a porte chiuse.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*
Mercoledì 19 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Giovedì 20 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Venerdì 21 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Sabato 22 ottobre: Hellas Verona-Pro Vercelli (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

B Italia, terminato la stage per Cappelluzzo e Casale
18/OTTOBRE/2016 - 14:00
Verona - Terminata la due giorni di stage a Roma per Cappelluzzo e Casale. I gialloblù, impegnati con la B Italia, sono stati i protagonisti di una seduta di allenamento e di una partita in famiglia presso la struttura sportiva del Mancini Park Hotel di Roma. Dopo l'allenamento del lunedì, 90' minuti per Cappelluzzo e Casale nell'amichevole che ha concluso il raduno, fissata nella mattinata di martedì: entrambi sono stati schierati con la squadra bianca, che è stata sconfitta per 4-1 dalla rappresentativa azzurra.

B ITALIA - IL TABELLINO DELLA PARTITELLA

Azzurri (4-3-3): Gori; Belvisi, Bonifazi, Luperto, Bianchi; Valzania (dal 1' st Ghiglione), Zebli, Castrovilli; Baldini, Volpe, Bifulco (dal 1' st Peralta).

Bianchi (4-3-3): Bardini; Vignali (dal 1'st Orlando), Mantovani, Casale, Felicioli; Rocca, Vitale, D'Urso; Vassallo, Cappelluzzo, Di Mariano.

Peschiera: seduta mattino
18/OTTOBRE/2016 - 12:15
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento in palestra, esercitazioni tecniche e possesso palla.

La squadra tornerà in campo questo pomeriggio, con la seduta (a porte aperte) anticipata alle ore 15.30.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Martedì 18 ottobre: allenamento pomeridiano (ore 15.30)
Mercoledì 19 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Giovedì 20 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Venerdì 21 ottobre: allenamento mattutino (ore 10.30) a porte chiuse
Sabato 22 ottobre: Hellas Verona-Pro Vercelli (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Comunicato medico - Juanito Gomez
18/OTTOBRE/2016 - 11:30
Verona - L'Hellas Verona FC informa che Juanito Gomez è stato sottoposto ad accertamenti strumentali diagnostici presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona (Ospedale di Borgo Trento) che hanno evidenziato una distrazione miofasciale al bicipite femorale della gamba sinistra. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

Peschiera: seduta mattino
16/OTTOBRE/2016 - 12:40

Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera del Garda. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, è stata divisa in due gruppi. Chi ha giocato contro l'Ascoli ha svolto lavoro defaticante in campo e in palestra, chi non è sceso in campo ha effettuato riscaldamento in palestra, possesso palla, lavoro atletico e partitella a campo ridotto.

Seduta fisioterapica per Gomez a causa di un risentimento ai flessori della coscia sinistra accusato durante la sfida del 'Del Duca'. Nei prossimi giorni l'attaccante gialloblù sarà sottoposto agli esami diagnostici.

Domani la squadra osserverà un giorno di riposo.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: La JUVE in cerca di un portiere per il dopo BUFFON valuterebbe anche GOLLINI ceduto dall'HELLAS in estate agli inglesi dell'ASTON VILLA. HELANDER in gol contro la LAZIO, mister MANDORLINI valutato dal CESENA per un eventuale dopo DRAGO? Alla finestra anche il BARI per l'ex tecnico scaligero...


FONTE: Leggo.it


NEWS
Cesena, sondaggio per Mandorlini
Gli emiliani stanno valutando se proseguire o meno con Massimo Drago in panchina

di Redazione Hellas1903, 16/10/2016, 19:12

Dopo il pareggio interno con la Spal, nell’anticipo di venerdì sera, e i 9 punti raccolti in queste prime 9 giornate, in casa Cesena si sta valutando se proseguire o meno con Massimo Drago alla guida della squadra.
In caso di esonero del tecnico, secondo quanto riportato da gianlucadimarzio.com, sarebbe Andrea Mandorlini il candidato numero uno per la panchina bianconera, con la società emiliana che avrebbe già fatto un sondaggio per l’ex allenatore gialloblù, attualmente ancora sotto contratto col Verona.

NEWS
Ex Verona: Helander in gol col Bologna
Il difensore in rete nella gara dell’Olimpico contro la Lazio

di Redazione Hellas1903, 16/10/2016, 16:09

Al debutto con il Bologna, l’ex difensore del Verona (ora in prestito) Filip Helander va subito in gol.
Sua la rete che ha aperto le marcature nella gara della formazione diretta da Roberto Donadoni all’Olimpico con la Lazio.
Helander è stato pronto a deviare in porta un calcio di punizione battuto da Simone Verdi.

FONTE: Hellas1903.it


SERIE B
Bari, confermato Stellone ma Mandorlini piace molto
18.10.2016 11.39 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Per il momento il Bari ha deciso di continuare con Roberto Stellone in panchina. Dopo il confronto post sconfitta di Frosinone la dirigenza ha rinnovato la fiducia nel tecnico, ma la sensazione è che sia una soluzione temporanea. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, infatti, il nome di Andrea Mandorlini sarebbe più che gradito alla società, dove il ds Sean Sogliano ha già avuto modo di lavorare col tecnico al Verona. Altri nomi presi in esame sono quelli di Stefano Colantuono e Delio Rossi.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#DerbyChievoVerona Bessa

#DerbyChievoVerona Caceres


Wallpapers gallery