#BeneventoVerona in anteprima: Seconda trasferta consecutiva in terra campana per l'HELLAS contro un BENEVENTO da molti indicato come potenziale outsider dopo l'arrivo di mister BARONI in panca ed il ricco calciomercato che ha portato, fra gli altri, i vari CRAGNO, CHIBSAH, CERAVOLO e PUSCAS

Pubblicato da andrea smarso mercoledì 7 settembre 2016 21:31, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento


#BeneventoVerona +   -   =

...Arrivata al primo posto nella scorsa stagione di Lega Pro, la squadra del presidente VIGORITO dopo un mercato con i fiocchi, si propone come la più papabile tra le outsider ed in effetti, a soffermarsi su qualche nome della rosa, ne ha ben donde a cominciare dal nuovo tecnico Marco BARONI (53 presenze e 2 gol nell'HELLAS 1996-98) reduce da un'ottima stagione col NOVARA culminata con la conquista dei playoff e a lungo associato alla guida dal VERONA prima della definitiva virata su mister PECCHIA.
In porta il rampante CRAGNO (14 gettoni in Serie A da 20enne al CAGLIARI e portiere titolare dell'Under 21 azzurra), a metà campo il 23enne ghanese di scuola JUVE CHIBSAH titolare nel 2015-16 col FROSINONE, in attacco il bomber CERAVOLO 11 e 12 gol nelle ultime due stagioni con la TERNANA in B ma anche il talento 20enne di scuola INTER PUSCAS anche lui reduce da una buona stagione col BARI...
Insomma i campani sono la classica squadra da prendere con le molle in un ambiente che sarà ostile (più o meno come quello di Salerno) ed entusiasta di ricevere la 'corazzata' veronese: Al 'Vigorito' servirà insomma una prova di spessore da parte degli scaligeri!

Nessun precedente tra le due compagini al Vigorito ma al Bentegodi esiste un 'succoso' 4-2 nell'84-85: Era il 22 Agosto della stagione tricolore e la gara era un turno di Coppa Italia e Preben Larsen ELKJAER si presentava con una tripletta sulla quale Antonio DI GENNARO mise il cappello col 4 centro!
HELLAS ovviamente favorito dai bookmaker che danno l'X2 poco sopra l'1,30 (1,36 alla SISAL, 1,35 alla SNAI), arbitrerà il signor Federico La Penna della sezione Aia di Roma 1.


QUI BENEVENTO
Curva Sud esaurita per ricevere 'come si deve' il VERONA (con probabili 'infiltrazioni' da Caserta e Napoli) a pochi giorni dall'87esimo compleanno compiuto dalla società della Strega.
In mediana, scontata la squalifica, torna a disposizione DE FALCO al quale mister BARONI è pronto ad affiancare CHIBSAH, probabilmente fuori dall'11 iniziale BUZZEGOLI.

Convocati
Fuori MUSACCI e PUSCAS (mignolo ingessato per il talentino rumeno in prestito dall'INTER), BARONI pronto a virare sul 4-4-1-1 col trequartista FALCO dietro all'unica punta CERAVOLO.

Portieri: Cragno, Gori, Piscitelli;
Difensori: Bagadur, Camporese, Gyamfi, Lopez, Lucioni, Padella, Pezzi, Venuti;
Centrocampisti: Buzzegoli, Chisbah, De Falco, Del Pinto, Jakimovski, Melara, Pajac;
Attaccanti: Ciciretti, Cissè, Ceravolo, Falco.

Probabile formazione
4-4-1-1 con Gori; Venuti-Lucioni-Padella-Lopez; Melara-De Falco-Chibsa-Ciciretti; Falco; Ceravolo


QUI VERONA
Differenziato programmato in settimana per FOSSATI, GANZ e ZUCULINI, ancora ai box PAZZINI che non sarà recuperato.
CHERUBIN e CARACCIOLO in lotta per una maglia al fianco di BIANCHETTI al centro della difesa.
Fra i convocati ci sarà sicuramente MARESCA anche se non in piena forma mentre il giovane BOLDOR, arrivato solo ieri, potrebbe non essere coi nuovi compagni.

Convocati
Fuori ZUCULINI, PAZZINI e BOLDOR (oltre al lungodegente ALBERTAZZI), prima chiamata per MARESCA e TROIANIELLO.

Portieri: 12. Coppola, 1. Nicolas, 22. Vencato
Difensori: 4. Bianchetti, 30. Caracciolo, 13. Cherubin, 3. Pisano, 18. Souprayen
Centrocampisti: 24. Bessa, 8. Fossati, 16. Maresca, 2. Romulo, 27. Valoti, 20. Zaccagni
Attaccanti: 25. Cappelluzzo, 23. Fares, 9. Ganz, 21. Gomez Taleb, 10. Luppi, 26. Siligardi, 7. Troianiello

Probabile formazione
4-3-3 con Nicolas; Pisano-Bianchetti-Cherubin-Souprayen; Romulo-Bessa-Fossati; Luppi-Ganz-Siligardi

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



DICONO +   -   =

Mister BARONI tecnico del BENEVENTO «In questo Benevento ci sono ottimi ingredienti, ottime basi, altrimenti non avremmo fatto queste due buone prestazioni. C’è grande disponibilità da parte dei ragazzi e quindi proveremo a bruciare un po’ le tappe. Contro il Verona Cissé è disponibile, certo dovrà ritrovare la miglior condizione. Torna poi De Falco e anche Del Pinto è a disposizione. Puscas, invece, penso che già dalla prossima settimana rientrerà a lavorare con il gruppo. L'Hellas?È una squadra che ha pochi punti deboli, ma cercheremo di trovarli. Proveremo a fare una prestazione importante, Hanno qualcosina in più rispetto a tutte le altre, ho grande rispetto nei loro confronti, ma da parte nostra ci teniamo a fare bene» SerieB24.it

Mister PECCHIA «Benevento? Troviamo una squadra con delle qualità, calciatori validi e in buon momento. Hanno affrontato la categoria con personalità, dovremo fare molta attenzione e preparare la gara nel migliore dei modi. Troveremo un ambiente con grande entusiasmo, ma noi dobbiamo pensare solo alla partita, avrà un peso relativo. Mi piace la personalità della mia squadra, dobbiamo dimostrarla anche a Benevento. Quando c’è l’occasione di affondare il colpo bisogna farlo, ma ci sono anche gli avversari. Come lo stesso Benevento, ha fatto due partite importanti con calciatori e gioco di qualità. Quindi grande rispetto, noi dobbiamo fare la nostra partita con concentrazione. Rispetto a Salerno chiedo il risultato pieno, ogni partita deve essere un gradino verso il miglioramento. Ci sono state delle situazioni da migliorare e questa settimana abbiamo fatto un passo in avanti. Il mio obiettivo è vincere le gare e cerco di utilizzare ogni mia risorsa al meglio. Pazzini? È ancora nella fase iniziale del recupero, sta insieme a noi e migliora di giorno in giorno. Lui scalpita, ma in queste situazioni bisogna avere pazienza. Ganz ha dimostrato di avere ottime qualità sotto porta sia partendo dal primo minuto che subentrando, poi Juanito adesso è in forma e c’è anche Cappelluzzo. Avere tanti tifosi in trasferta per me aumenta il senso di responsabilità, dal punto di vista dell’atteggiamento non dovremo mai deludere il nostro pubblico» HellasVerona.it

Silvano FONTOLAN stopper dello scudetto scaligero 'Serve più attenzione in difesa' «Visto che il Verona affronterà una formazione che ha sviluppato una grande facilità ad andare in rete, ritengo che Pecchia, questa settimana, sia impegnato a studiare le adeguate contromisure. Ma non credo che per questa ragione ci sarà in campo un Hellas rinunciatario o speculativo: l’idea di gioco del Verona è quella che è emersa fin dall’avvio di questa stagione e, seppure azzardare sia talvolta insidioso, la formula scelta è quella giusta. Detto questo, non c’è dubbio che la partita che aspetta i gialloblù sia un bel termometro per capire a che punto di maturazione sia la squadra» Hellas1903.it


Antonio DI GENNARO segnò il quarto gol in Coppa Italia al BENEVENTO ospite al Bentegodi nel lontano 1984-85 «La società ha fatto un ottimo mercato e la squadra è stata allestita per vincere. Domenica nel secondo tempo i ragazzi hanno avuto un calo, ma le premesse per vincere il campionato ci sono tutte. Daniel Bessa? Si tratta di un ottimo giocatore. Si è già inserito molto bene negli schemi della squadra e anche con grande professionalità. Può fare la differenza. Anche Fossati è molto bravo. Se possono coesistere Pazzini e Ganz? Ganz nel Como ha fatto la prima punta. Tuttavia, essendo un giocatore molto intelligente, può agire anche da seconda punta o da esterno d’attacco. Pazzini, per esperienza e carisma, è un elemento imprescindibile. Riguardo alla partita di sabato, sulla carta il Verona è nettamente più forte, ma il Benevento è una squadra molto bene organizzata. Ai gialloblù servirà la massima concentrazione. Pecchia ha comunque già fatto capire alla squadra che i risultati vanno conquistati e che ci sarà da lottare fino all’ultima giornata» Hellas1903.it

Emanuele PADELLA difensore della Strega «La partita con la squadra gialloblù la prepariamo serenamente. Gli attaccanti di serie B sono tutti molto forti, molto più veloci di quelli della Lega Pro. Ci carica vedere il nostro pubblico che certamente affollerà lo stadio. Sono certo che con il Verona verranno in massa e noi potremo continuare a sognare. Tanto non costa nulla. La B l’ho fatta tre anni or sono, so che arriveranno anche momenti difficili. Noi dobbiamo puntare alla salvezza, assicurarci subito cinquanta punti. Poi, magari ci divertiremo» SPortal.it

Fabio LUCIONI capitano del BENEVENTO «Si affronta con la massima umiltà e tanta voglia di fare. Non sarà un incontro facile perché loro hanno un organico da Serie A e sono sicuro che saliranno di categoria. Ci stiamo allenando bene per la partita più difficile dell'anno, con la compattezza e la voglia possiamo uscirne a testa alta. Come possiamo non amare il nostro presidente, ci dà tanta carica quando viene nello spogliatoio» TuttoMercatoWeb.com

Karamoko CISSÈ 25 presenze 1 gol nel VERONA di Lega Pro 2007-08 e ora attaccante del BENEVENTO «Con il Carpi il pareggio ci sta stretto, abbiamo dimostrato di avere tante qualità perché non era semplice affrontare in trasferta una squadra reduce da un campionato di serie A. Ora ci stiamo allenando al meglio per il Verona, una corazzata almeno sulla carta. Una forza però che dovranno dimostrare sul campo, noi siamo tranquilli, in fondo è una partita di calcio. Anzi, vi dirò di più. Giocando in casa, sono loro che dovranno temerci perché ci sarà uno stadio a spingerci verso la vittoria» Hellas1903.it

CHERUBIN si presenta «Mi ha fatto piacere l’interessamento del Presidente Setti e del Direttore Sportivo Fusco, sono carico con tanta voglia di far bene, ho voglia di rilanciarmi e penso che questa sia la piazza giusta per me. Anche Pecchia è preparato, ti lascia grande libertà, poi si sa che il calcio è fatto di risultati, quindi dovremo essere bravi a creare i presupposti per una grande stagione. Da parte mia, io affronto ogni allenamento al massimo per non avere rimpianti, per me è importante quest’anno. Col Bologna ho fatto tutto il ritiro, non ho ancora il ritmo partita ma sono a disposizione del mister. Solo giocando potrò ritrovarlo. Sono un difensore mancino, ma ho giocato anche da terzino. Me la cavo bene nel gioco aereo» HellasVerona.it



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

CAMPAGNA ABBONAMENTI HELLAS 2016/17: Superata quota 10mila!


Radiografia del Gol gialloblù 2016/2017
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
LUPPI112
GANZ112
PAZZINI011
BESSA011
GOMEZ011
FOSSATI101
ZUCULINI101

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Anche EMANUELSON sceglie l'INGILTERRA, giocherà con lo SHEFFIELD WEDNESDAY in Championship... VIVIANI si presenta al BOLOGNA 'Ringrazio Bigon per la fiducia: mi ha voluto fortemente'

QUALIFICAZIONE EUROPEI, L'ITALIA soffre in ISRAELE (ma alla fine la porta a casa), la SPAGNA seppellisce di gol il LICHTENSTEIN: 8 a 0!



RASSEGNA STAMPA +   -   =
La danza della Strega può far tremare l’Hellas
Di Francesco Carluccio - 8 settembre 2016

Passano le ore, sale l’attesa. Benevento-Hellas Verona è una delle partite che lo scorso anno, di questi tempi, i tifosi giallorossi potevano solo immaginare. Ora che la realtà si è mescolata magicamente al sogno è lecito spingersi oltre, desiderando magari di vivere un pomeriggio al di fuori dell’ordinario. Tra le aspettative scevre da qualsiasi tipo di pressione e il riscontro del campo, passano però tante cose. Tra queste anche le parole, in special modo quelle dei due allenatori. Due che si rispettano, si fanno i complimenti a vicenda, ma che hanno lo stesso obiettivo: dare continuità al proprio gioco e ai risultati ottenuti nelle prime due giornate.

Sia Hellas che Benevento hanno gli stessi punti in classifica, condividono la posizione a ridosso della capolista Cittadella e sono a caccia di conferme importanti. Pecchia ha qualche dubbio dovuto soprattutto agli infortuni. Quello di Pazzini rischia di non pesare eccessivamente, vista la buona vena di Simone Ganz. A centrocampo Enzo Maresca non è al meglio per provare l’esordio. Ma che problema c’è, in fondo? Bessa con la Salernitana ha giocato una partita da leader, Fossati è il calciatore che tutti vorrebbero avere in squadra, Romulo da mezzala ha reso più di ogni aspettativa. A vederla così, il Verona sembrerebbe in una botte di ferro, ma l’ex tecnico del Latina ammonisce tutti: “Stiamo provando a costruire la nostra identità. Troveremo una squadra con delle qualità importanti, un pubblico caloroso e un organico che si è ben calato nella realtà della categoria”. Un mix micidiale, insomma, del quale Baroni vuole fare tesoro.

Proprio l’allenatore giallorosso, intervenuto stamattina al teatro De Simone all’interno del “Road Show” di Sky Sport, non ha negato di avere ambizioni di prestigio. “Questa città, questo pubblico e questo club mi piacciono perché sono uno che punta sempre in alto”. Ha poi ribadito un concetto già espresso qualche ora prima in conferenza stampa e che lascia intendere una certezza importante: il Benevento non si tirerà indietro davanti a nessun avversario, a prescindere dal nome, dal blasone e dalla sua storia sportiva. Baroni vuole una Strega con un dna ben preciso, che dia del filo da torcere giocando il suo tipo di calcio come fatto a Modena contro il Carpi. Con l’Hellas di Pecchia l’asticella si alzerà inevitabilmente: “Ma conto di avere un ventaglio di scelte più ampio, e questo non è un dettaglio”.

L’allenatore scaligero, dal suo canto, ha accolto con piacere l’arrivo di Maresca: “Non è al meglio, ma sarà con noi perchè giocatori come lui trasmettono ai compagni voglia di vincere”. Doppietta in finale di Coppa Uefa al Middlesbrough nel 2006, vittoria del trofeo anche nel 2007 intervallata dalla conquista di una Supercoppa Europea, uno Scudetto con la Juve nel 2002-2003. Sono solo alcuni dei successi del centrocampista che va ad arricchire un organico di grande levatura. E se mai dovessero smarrirsi, i gialloblu dando uno sguardo in tribuna potrebbero incrociare anche gli occhi di Luca Toni, ora dirigente nonché capocannoniere della storia dell’Hellas. Uno che dieci anni fa, al cielo di Berlino, sollevò la Coppa del Mondo. Tanto, tantissimo. Eppure niente in confronto alla conquista della B per un tifoso giallorosso. Che è felice ma non sazio. Una volta che la musica è partita, conviene danzare. E fare anche l’impossibile per provare a non fermarsi più.

FONTE: SannioSport.it


08 settembre 2016
Padella pronto a friggere il Verona
@ Screenshot tratto da Youtube

A Benevento, nel prossimo turno di serie B, arriverà l'Hellas Verona ed Emanuele Padella lo aspetta a piè fermo.
"La partita con la squadra gialloblù la prepariamo serenamente. Gli attaccanti di serie B sono tutti molto forti, molto più veloci di quelli della Lega Pro. Ci carica vedere il nostro pubblico che certamente
affollerà lo stadio. Sono certo che con il Verona verranno in massa e noi potremo continuare a sognare. Tanto non costa nulla", racconta il difensore giallorosso al 'Corriere dello Sport'.

"La B l’ho fatta tre anni or sono, so che arriveranno anche momenti difficili. Noi dobbiamo puntare alla salvezza, assicurarci subito cinquanta punti. Poi, magari ci divertiremo", aggiunge l'ex Grosseto.

FONTE: SPortal.it


08 SET 2016
IL VERO PERICOLO E’ IL BENEVENTO
Dopo aver superato indenne la gara con la Salernitana, all’orizzonte del Verona si staglia un’altra gara molto difficile. Seconda trasferta consecutiva e vi dico subito che è una gara che non mi piace per niente.

Anzi: credo che il Benevento rappresenti un rischio molto più alto rispetto alla Salernitana. Si arriva in un ambiente caricato a molla, dove non si è lesinato per il mercato, dove c’è un bravissimo allenatore (Baroni, già stopper dell’Hellas, già vice di Malesani) e dove sarà il Verona ad avere tutto da perdere.

Ovviamente non c’è partita a guardare gli organici, ma come s’è visto anche a Salerno, l’Hellas non può certo mettersi a fare il compitino. E’ bene dirlo, perchè l’attenzione mediatica su questa partita si è abbassata notevolmente, invece è bene tenerla desta. Non è una formalità e le insidie sono maggiori, ripeto, rispetto a Salerno.

Non credo che si possa incorrere nell’errore di sottovalutare l’avversario. Pecchia avrà di certo studiato i rivali di sabato e visto che sono una squadra di ben altro spessore, anche tattico, rispetto alla Salernitana. E l’ambiente che aspetta il Verona sarà peraltro molto simile a quello di domenica scorsa.

Il Benevento aspetta questa gara come se fosse una finale, il Verona deve giocarla con le gambe e con la testa. Cercando di portare quella mezz’ora strepitosa giocata all’Arechi almeno a quarantacinque minuti. Crescere e in fretta, dice Pecchia. Benevento è una tappa fondamentale.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.TeleNuovo.it


Benevento, Baroni: “Il Verona è una squadra con pochi punti deboli, ma li troveremo”
7 settembre 2016

Il Benevento prosegue il programma di avvicinamento al big match di sabato contro il Verona e questo pomeriggio in conferenza stampa mister Marco Baroni ha analizzato la gara contro gli scaligeri, unitamente alle altre tematiche di casa giallorossa. “Contro il Carpi ho creduto di poterla vincere anche dopo il pareggio, temevo questa partita ed è andata abbastanza bene. Sono soddisfatto ma l’abbiamo messa in archivio ormai, dobbiamo continuare a crescere. Lo possiamo fare e lo dobbiamo fare”.

Scelte fatte al “Braglia” a gara in corso – “Sono arrivati ragazzi negli ultimi giorni e in questo momento tengo a preservare ciò che già conosco. Abbiamo preso il gol nel nostro momento migliore, l’abbiamo analizzato e, ripeto, pensiamo al Verona”.

Pregi della squadra – “In questo Benevento ci sono ottimi ingredienti, ottime basi, altrimenti non avremmo fatto queste due buone prestazioni. C’è grande disponibilità da parte dei ragazzi e quindi proveremo a bruciare un po’ le tappe”.

Stato di forma di alcuni singoli – “Cissé è disponibile, certo dovrà ritrovare la miglior condizione. Torna poi De Falco e anche Del Pinto è a disposizione. Puscas, invece, penso che già dalla prossima settimana rientrerà a lavorare con il gruppo”.

Verona – “È una squadra che ha pochi punti deboli, ma cercheremo di trovarli. Proveremo a fare una prestazione importante, Hanno qualcosina in più rispetto a tutte le altre, ho grande rispetto nei loro confronti, ma da parte nostra ci teniamo a fare bene”.

Scelta fatta di venire a Benevento – “Quando mi sono preso un giorno di tempo prima di accettare è perché ho voluto conoscere l’organico che avevo a disposizione. Sono rimasto favorevolmente colpito dall’entusiasmo dei tifosi, non può fare altro che piacere, anche se penso in primis penso a lavorare con questi ragazzi”.

Clima all’interno dello spogliatoio – “C’è un bel clima, lavorare insieme non è mai facile. Cerco di essere sempre attento a tutti e in questo momento soprattutto a quelli che hanno giocato meno perché saranno utili in seguito. Questo è un campionato fin troppo lungo”

FONTE: SerieB24.com


Curva Sud Benevento: Con il Verona pronta la coreografia
Curva Sud Benevento

08 Settembre 2016 alle 10:00
Con un comunicato apparso sul blog ufficiale della Curva Sud Benevento, i tifosi giallorossi annunciano la coreografia per la partita con il Verona. ecco il testo integrale:

"Partiamo subito nel comunicarvi che per la gara di sabato contro l’Hellas Verona stiamo organizzando una coreografia. I dettagli ve li sveleremo sulla fanzina che distribuiremo prima del fischio d’inizio. L’unica richiesta che vi facciamo è quella di venire con largo anticipo allo stadio, in modo da organizzare al meglio il da farsi. Cercate, inoltre, di posizionarvi al centro della Curva per creare un effetto scenico importante.Prima del fischio d’inizio saranno anche venduti dei nuovi gadget con il ricavato che sarà inserito all’interno di salvadanai che, come annunciato negli scorsi comunicati, serviranno per tassarci le trasferte.Nei prossimi giorni arriveranno anche le nuove sciarpe estive che potrete ancora prenotare presso la Publick Center di via Massimo D’Azeglio, aperta dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 24. Per ulteriori informazioni chiamate Gianluca allo 0824/362552.Vi comunichiamo, inoltre che stiamo già organizzando il pullman per Latina. Per coloro che si prenoteranno entro sabato 10 settembre, sarà riservato uno sconto di due euro sul costo del biglietto che pagheranno soltanto 10 euro. Dopo questa data il costo sarà di 12 euro.Prossimamente effettueremo anche l’estrazione di sei numeri che corrisponderanno agli abbonamenti che vanno dal 3300 al 4775, come “promesso” in un vecchio comunicato. I vincitori saranno omaggiati con del materiale firmato Curva Sud.Cogliamo l’occasione nel fare gli auguri al nostro amato Benevento che ha compiuto 87 anni lo scorso 6 settembre: 87 anni di gioie e dolori, tanti auguri ai nostri colori."
CURVA SUD BENEVENTO

Jonathan Checola

FONTE: Benevento.IAmCalcio.it


Serie B, 3a giornata: le probabili formazioni
Probabili formazioni Serie B 3a giornata: Cesena Carpi l’anticipo di lusso, Benevento-Verona da non perdere. Ternana-Spezia ed Entella-Pisa di lunedì

Autore: Daniel Saviano - 6 settembre 2016 - 13:44
Terza giornata per la cadetteria che domani prevede l’incontro tra Ternana e Pisa, rinviata all’esordio a causa dei guai societari che interessavano la squadra toscana. Da venerdì invece inizierà il terzo turno della serie B con subito il big match tra Cesena e Carpi; la capolista solitaria, il Cittadella neopromossa, in casa della Pro Vercelli. Seconda trasferta di fila per il Verona, ancora in terra campana, questa volta nel Sannio, dove affronterà il Benevento
[...]

BENEVENTO-VERONA
Benevento (4-2-3-1): Gori; Venuti, Lucioni, Padella, Lopez; Chibsah, Buzzegoli; Melara, Falco, Ciciretti; Masucci, Ceravolo. Allenatore: Breda
Verona (4-3-3): Nicolas; Bianchetti, Caracciolo, Souprayen, Pisano; Romulo, Bessa, Fossati; Gomez, Ganz, Siigardi. Allenatore: Pecchia

[...]

FONTE: StopAndGoal.net


NEWS
STORIE GIALLOROSSE: CRAGNO VOLA ALTO TRA BUFFON E DONNARUMMA
07.09.2016 16:51 di Redazione TuttoBenevento
Su gazzanet.it proprio oggi è stato pubblicato un articolo molto interessante che riguarda il "nostro" portiere. La storia di Alessio Cragno infatti è davvero particolare, infatti è riuscito nel difficile compito di farsi largo in mezzo a 2 mostri sacri come Buffon e Donnarumma. Il portiere è di proprietà del Cagliari che lo ha blindato con un contratto fino al 2020 dopo aver appurato che non era possibile per un talento così cristallino rimanere in panchina seppur in serie A e dietro un portiere di tutto rispetto come Storari era praticamente impensabile.

Alessio Cragno, che dopo le ultime 2 gare, i tifosi dell’Under 21 possono definire l’Uomo cRagno, sulle orme di un altro grandissimo numero uno del passato come Walter Zenga, è un carattere forte, fortissimo, per un ventiduenne. Cragno ha salvato la nazionale degli azzurrini in più di una occasione, meritando un 7 in pagella della Gazzetta dello Sport e tanti apprezzamenti positivi. Scuola Brescia, dopo il no della Fiorentina, alto 1,84 ma con una esplosività non comune è approdato al Cagliari qualche anno fà dove da gennaio 2016 è stato spedito a farsi le ossa a Lanciano dove è stato sempre titolare. A Cagliari tutti e tre i portieri sono in scadenza di contratto il prossimo luglio; questo significa che il futuro per Cragno sarà sempre più in Sardegna. Quest'anno lo aspetta la stagione della conferma a Benevento, insieme alla nazionale Under 21. Il club campano è stato veloce, velocissimo, nell’assicurarselo in prestito, anticipando l’assalto del Red Bull Salisburgo. Perchè anche all’estero, infatti, Cragno non passa inosservato, per di più dopo le ultime prestazioni con l'Under. In mezzo tra il mostro sacro Buffon e il fenomeno Donnarumma.

FONTE: TuttoBenevento.it


BENEVENTO-VERONA, I PRECEDENTI
1984/85, il "sindaco" annichilì la "strega"
08/09/2016 10:50
Benevento e Verona si scontreranno sabato prossimo, 10 settembre alle ore 15 allo stadio “Vigorito”, per la 3^ giornata di Serie B. Tra le due formazioni non esistono precedenti in terra campana in nessuna competizione. Al Bentegodi invece, si registra una partita disputata in Coppa Italia, nella stagione dello Scudetto gialloblù 1984/85. In quell’occasione, il 22 agosto 1984, i “mastini” ridussero a brandelli la “strega” per 4-2. Mattatore della sfida fu (manco a dirlo), il "sindaco" Preben Larsen Elkjaer, autore di una tripletta. Il 4° gol venne realizzato da Di Gennaro.

Le due squadre arrivano al faccia a faccia, entrambe a 4 punti. I giallorossi hanno battuto la Spal per 2-0 alla 1^ giornata, mentre alla 2^ hanno imposto il pareggio al Carpi in trasferta. Il Verona invece, è reduce dalla vittoria contro il Latina per 4-1 e dal pareggio di 1-1 a Salerno.
ANDREA FAEDDA

AVVERSARIO HELLAS
L'Outsider mascherata
07/09/2016 12:27
Altra trasferta campana per il Verona di Fabio Pecchia. Dopo il pareggio con la Salernitana, l'Hellas è atteso a Benevento: la squadra neo-promossa allenata dall'ex Marco Baroni è a pari punti in classifica con i gialloblù a quota 4 (punti conquistati con la vittoria sulla Spal e il pareggio col Carpi). La critica, al momento, è quasi tutta d'accordo: il Benevento dovrebbe essere l'outsider di questo campionato di B.

SOLDI, SOLDI, SOLDI. Ma pur essendo una neo-promossa, il Benevento ha una forza economica non indifferente. Il patron Oreste Vigorito è uno degli uomini più ricchi della Campania (e forse d'Italia...). Avvocato, ha fatto le sue fortune con il business dell'energia eolica: ha sempre costruito squadroni costosissimi in Lega Pro ma non è mai riuscito ad ottenere la tanto agognata promozione con i sanniti. Il salto in B arrivò l'anno scorso con Gaetano Auteri in panchina: paradossalmente, dopo che l'avvocato cedette la società (gratuitamente...) a Fabrizio Pallotta.

PUSCAS E GLI ALTRI. Ma dopo il braccio di ferro di questa estate (c'erano delle clausole in favore dell'ex presidente da risolvere), Vigorito è tornato presidente e come sua consuetudine ha fatto un mercato dispendioso: sono arrivati giocatori importanti per la categoria come Ceravolo, Puscas, Cragno, Camporese, Falco e Chibsah. Non sarà certo facile per il Verona di Pecchia: il Benevento è una squadra tosta, compatta e che ha tanta qualità. Un outsider che poi tanto outsider non è...
LUCA VALENTINOTTI

PRESENTAZIONE
Cherubin: Per Me ogni gara è una finale
06/09/2016 14:12
"Ogni partita è una finale. Anzi ogni allenamento. Sono venuto qui perché mi hanno fortemente voluto il presidente e il ds". Nicoló Cherubin ha la missione impossibile di sistemare la difesa del Verona. "E sono pronto a farlo. Ma credetemi: non è mai un problema di reparto".
Ragiona con la parola "gruppo" sempre in testa: "Non è una frase fatta. È così. Qui c'è un grande gruppo, l'ho già visto. E si vedrà nei momenti difficili".

FONTE: TgGialloblu.it


Pubblicato il: 6 settembre 2016
MARCO VERDINI
Pronostico Ascoli-Spal, Avellino-Trapani e Benevento-Verona, sabato 10/9
La guida scommesse sui match della terza giornata di Serie B, sabato 10 settembre ore 15.00.


Sabato 10 settembre continua l'appuntamento con la #serie B, che ha in programma i match della terza giornata. La nostra attenzione si sposta su tre partite che si preannunciano molto interessanti per i nostri scommettitori. L'Ascoli ospita la Spal, il Trapani di Cosmi sfida l'Avellino, il Benevento ospita il Verona allenato da Fabio Pecchia; tutte e tre le gare inizieranno alle ore 15.00. Di seguito proponiamo la nostra guida scommesse, con i pronostici, le quote e i consigli sui segni da giocare.
[...]

Puntiamo sul Verona
Chiude il match tra il Benevento di Marco e il Verona di Pecchia. I gialloblu hanno il chiaro obiettivo di tornare in Serie A e, dopo de turni di campionato cadetto, hanno ottenuto 4 punti. Dopo la vittoria nella prima giornata è arrivato un pareggio nel turno precedente, 1-1 in trasferta contro la Salernitana. Anche il Benevento ha guadagnato 4 punti fino ad ora, domenica scorsa i campani hanno fermato il Carpi fuori casa (1-1 il finale). Nonostante lo stato di forma delle due compagini sia simile rimane favorito il Verona, che tra l'altro attende il rientro di Giampaolo Pazzini. Consigliamo allora di puntare sulla doppia chance X2, quotata 1,36 da Sisal Match Point (quota SNAI 1,35).

FONTE: It.BlastingNews.com


Benevento-Hellas Verona, i pomeridiani di oggi
Martedì 06 Settembre 2016 20:50

QUI BENEVENTO
Sessione pomeridiana per i giallorossi di mister Baroni in vista della gara di sabato prossimo contro la formazione dell’Hellas Verona. Sul rettangolo verde del centro sportivo di Paduli, coloro che sono stati impiegati in terra emiliana, hanno effettuato un lavoro di forza in palestra con trasformazioni sul campo, gli altri, invece, hanno svolto una partita contro la Primavera di mister Ignoffo. Lucioni e compagni proseguiranno la preparazione nella giornata di domani. In programma, una seduta di lavoro a porte aperte. Fischio d’inizio ore 16. A seguire, il tecnico e un calciatore saranno a disposizione degli operatori dell’informazione presso la sala stampa di via Ariella di Paduli.

QUI VERONA
Allenamento pomeridiano per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento con la palla, possesso palla e partitella. Lavoro atletico per chi ha giocato contro la Salernitana.
Fossati, Ganz e Zuculini, dopo aver svolto l'intera seduta mattutina con la squadra, hanno effettuato lavoro differenziato programmato. Pazzini continua la fase di recupero.
Domani in programma una seduta mattutina (ore 10.30) a porte aperte.

FONTE: BeneventoCalcio.it


STORIE
Quando Baroni segnava per il Verona
L’allenatore del Benevento è un (amato) ex dell’Hellas

di Matteo Fontana, @teofontana 08/09/2016, 23:48

Il grunge si era eclissato dopo che, l’anno prima, Kurt Cobain si era sparato, ponendo fine alla propria vita e alla disperazione che l’aveva desolatamente accompagnata. Si cantavano gli Oasis e i Blur, il brit pop, i fratelli Gallagher che ancora non litigavano e lo stile casual di Damon Albarn. A Verona, nell’estate del 1995, si parlava soltanto di una cosa: l’Hellas doveva tornare in Serie A.
L’aveva promesso la proprietà, la famiglia Mazzi, ponendo la stagione che si avviava ad iniziare come quella che avrebbe completato il programma triennale per la promozione. Lo suggerivano le scelte di mercato, a partire dall’allenatore: Attilio Perotti, il miglior tecnico della Serie B, una figura mite, bresciano d’origine e genovese d’adozione, che presto avrebbe conquistato l’affetto del pubblico di Verona. E l’allestimento della squadra era una garanzia. Nardino Previdi, con l’incarico di vicepresidente esecutivo, ingaggiò l’attaccante più forte della categoria, Totò De Vitis. Con lui, un favoloso regista, Onofrio Barone, per tutti Nuccio, una seconda punta talentuosa, Nicola Zanini, un terzino sinistro portentoso, Paolo Vanoli. Fu confermato un giovane emergente, Damiano Tommasi. E dall’Ancona arrivò un difensore dalla lunga esperienza, che pareva perduto per il calcio di vaglia e che, invece, si era ricostruito. Il suo nome, Marco Baroni.
Oggi quel ragazzo ha 21 anni in più. Fa l’allenatore, guida il Benevento, il prossimo avversario del Verona. Con l’Hellas, nel 1996, fu promosso in Serie A: “Non si possono fare confronti tra la squadra di allora e quella di adesso. Ai coloro gialloblù sono legato da grandi ricordi e da tante amicizie. Quel Verona era fortissimo, il legame con la città e con i compagni di quel tempo è sempre intenso”, racconta oggi Baroni. Di lui rimangono impressi i gol realizzati nella stagione in cui l’Hellas salì in A. Sette reti, fece, Marco. Il più esaltante, quello che, in pieno recupero, permise al Verona di battere per 2-1 il Brescia al Bentegodi. Una zampata sotto la Curva Sud, nel giorno in cui, per la prima volta, fu esposto il cartello in cui veniva dichiarata la durata del prolungamento oltre il 90’. Allo stadio, quando fu alzata la lavagna elettronica che annunciava che si sarebbe giocato per altri 6’, ci fu un boato: tutti pensarono che il Verona ce l’avrebbe fatta, avrebbe vinto. Marco Baroni diede ragione alla gente gialloblù.

Nel novembre del 1995 l’Hellas vinse per la prima volta il derby con il Chievo. Per il calendario, giocando in trasferta. Il Verona passò in vantaggio per 2-0 all’inizio del secondo tempo, Michele Cossato accorciò, riaprendo il conto. Il Chievo ebbe la palla del pari, ma sulla linea di porta, uscendo in dribbling, ci pensò Baroni a evitare la rete, in un momento di emozionante tensione.

Fu un Hellas dolcissimo, amato, eppure incompleto, quello. Perotti fece sapere che se ne sarebbe andato per avvicinarsi alla famiglia, prima della fine del campionato. Si capì subito che non il Verona non sarebbe più stato come prima. Volarono anni corti come giorni. Con Gigi Cagni come allenatore, l’Hellas retrocesse subito. In B, di nuovo, e sempre con Cagni, ci volle l’esonero del tecnico, con Sergio Maddè a subentrare, per alimentare i rimpianti per un obiettivo sfumato. Baroni lasciò il Verona nel 1998. Nel 2002 tornò per fare da vice di Alberto Malesani. Ogni tanto si è parlato di lui come possibile allenatore dell’Hellas. Di sicuro, nel cuore dei tifosi gialloblù, c’è rimasto. E pazienza se nella partita con il Benevento sarà un avversario.

INVITATO SPECIALE
Di Gennaro: “Verona allestito per vincere. Pazzini imprescindibile”
L’ex gialloblù: “Il Benevento è molto ben organizzato, sabato servirà la massima concentrazione”

di Raffaele Campo, 08/09/2016, 20:24

L’ultimo (e unico) precedente tra Hellas e Benevento risale all’ormai lontano 22 agosto 1984.
Si trattava di una gara di Coppa Italia e i gialloblù si imposero con un netto 4-2.
A siglare la terza rete ci pensò Antonio Di Gennaro su calcio di rigore. Proprio l’ex centrocampista del Verona parla a Hellas1903.it della nuova squadra allenata da Pecchia e della sfida di sabato contro i campani.
Di Gennaro, dopo queste prime due giornate di campionato, che idea si è fatto del Verona? Cosa funziona già e in cosa deve invece migliorare?
“La società ha fatto un ottimo mercato e la squadra è stata allestita per vincere. Domenica nel secondo tempo i ragazzi hanno avuto un calo, ma le premesse per vincere il campionato ci sono tutte”.

Tra i nuovi calciatori arrivati, cosa pensa di Daniel Bessa?
“Si tratta di un ottimo giocatore. Si è già inserito molto bene negli schemi della squadra e anche con grande professionalità. Può fare la differenza. Anche Fossati è molto bravo”.

Nel 4-3-3 di Pecchia, possono coesistere Pazzini e Ganz?
“Ganz nel Como ha fatto la prima punta. Tuttavia, essendo un giocatore molto intelligente, può agire anche da seconda punta o da esterno d’attacco. Pazzini, per esperienza e carisma, è un elemento imprescindibile”.

Quale potrebbe essere la squadra rivelazione di questa Serie B 2016/2017?
“In Serie B ci sono tante squadre interessanti. Se proprio devo fare dei nomi, scelgo due delle tre neopromosse, vale a dire Spal e Benevento. In queste prime due giornate hanno fatto molto bene”.

Proprio questo sabato il Verona sarà impegnato contro il Benevento. Le ricorda qualcosa l’ultima sfida tra queste due squadre?
“Quello era il nostro periodo migliore. Per noi campionato e Coppa Italia non facevano differenza. Adesso le cose sono cambiate. Riguardo alla partita di sabato, sulla carta il Verona è nettamente più forte, ma il Benevento è una squadra molto bene organizzata. Ai gialloblù servirà la massima concentrazione. Pecchia ha comunque già fatto capire alla squadra che i risultati vanno conquistati e che ci sarà da lottare fino all’ultima giornata”.

NEWS
Fontolan: “Verona, con il Benevento alza il muro”
L’ex stopper gialloblù: “Bene l’Hellas d’attacco, ora più attenzione dietro”

di Redazione Hellas1903, 08/09/2016, 11:49

Il Verona prende gol da 11 partite di fila, compresa la Coppa Italia (quattro, quindi, nella nuova stagione). Il Benevento segna ininterrottamente da 23 gare.
Il confronto di sabato sarà un test utile per valutare la solidità dell’Hellas, quindi. Silvano Fontolan, grande difensore gialloblù dal 1983 al 1988, stopper gialloblù degli anni più belli, commenta, intervistato dal Corriere di Verona oggi in edicola, la sfida in programma allo stadio “Vigorito”.
Dice Fontolan: “Visto che il Verona affronterà una formazione che ha sviluppato una grande facilità ad andare in rete, ritengo che Pecchia, questa settimana, sia impegnato a studiare le adeguate contromisure. Ma non credo che per questa ragione ci sarà in campo un Hellas rinunciatario o speculativo: l’idea di gioco del Verona è quella che è emersa fin dall’avvio di questa stagione e, seppure azzardare sia talvolta insidioso, la formula scelta è quella giusta. Detto questo, non c’è dubbio che la partita che aspetta i gialloblù sia un bel termometro per capire a che punto di maturazione sia la squadra”.

NEWS
Cissè: “Il nostro pubblico ci spingerà alla vittoria”
“Paura del Verona? Saranno loro a doverci temere”

di Redazione Hellas1903, 07/09/2016, 13:56

Karamoko Cissè, attaccante del Benevento nonché ex Verona (ha vestito la maglia gialloblù nella stagione 2007/2008 collezionando 25 presenze e 1 gol) parla a “ottopagine.it” della sfida di sabato che vedrà impegnati i campani proprio contro la squadra di Pecchia: “Con il Carpi il pareggio ci sta stretto, abbiamo dimostrato di avere tante qualità perché non era semplice affrontare in trasferta una squadra reduce da un campionato di serie A”.
Prosegue Cissè: “Ora ci stiamo allenando al meglio per il Verona, una corazzata almeno sulla carta. Una forza però che dovranno dimostrare sul campo, noi siamo tranquilli, in fondo è una partita di calcio. Anzi, vi dirò di più. Giocando in casa, sono loro che dovranno temerci perché ci sarà uno stadio a spingerci verso la vittoria”.
L’attaccante, fermo per infortunio dallo scorso 30 aprile, sta per tornare a disposizione del tecnico Marco Baroni.

NEWS
Verona, Souprayen il più preciso della B
76 passaggi riusciti nella trasferta di Salerno: nessuno come lui

di Redazione Hellas1903, 06/09/2016, 22:10

Il campionato di Serie B 2016/2017 è appena iniziato, ma Samuel Souprayen vanta già un piccolo primato: secondo le statistiche calcolate da Panini Digital, il terzino sinistro francese risulta essere il giocatore più preciso della Serie B.
Dopo aver ottenuto questo singolare risultato anche al termine della prima giornata contro il Latina, domenica sera, nella trasferta di Salerno, l’ex Rennes e Digione si è (ri)confermato grazie all’ottimo numero di 76 passaggi riusciti.
Continuando così, per Souprayen, 27 anni e reduce da una stagione travagliata, questo può essere l’anno del riscatto.

NEWS
Matricole terriBili, verso Benevento-Verona
Ottimo avvio per le squadre neopromosse dalla Lega Pro.

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi 05/09/2016, 15:17

La classifica di Serie B, dopo la seconda giornata, mostra un dato particolare: l’ottima partenza delle squadre appena promosse dalla Lega Pro.
A punteggio pieno e davanti a tutti, infatti, comanda il Cittadella. La squadra veneta, data tra le meno favorite per questo torneo, si è prima imposta sul Bari e poi sulla Ternana, dimostrando di avere tutte le carte in regola per poter essere l’outsider di questo campionato di Serie B.
Un gradino sotto, a pari punti dell’Hellas (4) e sua prossima rivale, troviamo il Benevento, che viene dalla vittoria con la Spal e dal sorprendente pareggio col Carpi nell’ultimo turno. Debuttate assoluta della categoria, la squadra di Baroni può vantare alcune individualità importanti, come Buzzegoli, Falco e Ceravolo (in foto legab.it), oltre ad una buona organizzazione in campo.

Scendendo ancora in classifica, tra le squadre a 3 punti, ci sono le altre due neopromosse Spal e Pisa. I ferraresi, come riportato sopra, hanno perso la prima contro il Benevento, ma si sono imposti 3-0 ieri sul Vicenza, ritrovando il primo successo in B dopo 23 anni di attesa. I nerazzurri, dopo aver saltato il primo turno per le questioni societarie, tornato Gattuso sono riusciti a vincere col Novara e potrebbero addirittura salire in testa alla classifica, in caso di successo nel recupero con la Ternana.

Come previsto, anche se sono passati solo due giornate, la Serie B si conferma un campionato imprevedibile ed equilibrato, in cui anche le ultime arrivate possono mettere in difficoltà i club più blasonati.

FONTE: Hellas1903.it


Benevento, Baroni: “Serie A? Sono ambizioso, abbiamo progetti importanti”
Marco Baroni

Redazione 08-09-2016 15:00
Quattro punti in due partite nella prima storica apparizione in Serie B, tra le possibili sorprese di questo campionato c'è anche il Benevento neopromosso. Lo sa bene anche l'allenatore del club campano, Marco Baroni, intervenuto quest'oggi ai microfoni di Sky Sport: "In città si respira tanto entusiasmo, è bastato poco perchè qui c'è fame e desiderio di calcio - ha detto l'ex Pescara e Novara -. Poi ci sono i sogni, che sono l'elemento trainante più importante. Noi, però, dobbiamo restare sempre attenti e con i piedi per terra pensando soltanto al lavoro, la nostra testa è già alla partita di sabato contro l'Hellas Verona, ancora più importante perché davanti al nostro pubblico. Quella di Pecchia è una squadra forte che ha tutte le carte in regola per portare fino in fondo il proprio progetto, ma noi ci stiamo preparando con grande rispetto e con la consapevolezza che molto dipenderà dalla nostra prestazione".

"Penso alla Serie A? Io sono ambizioso come il presidente - ha proseguito Baroni -, il nostro obiettivo è appassionare il nostro pubblico e fare qualcosa di importante. Certamente questo è un campionato difficile in cui dobbiamo sempre stare concentrati, ma io voglio portare la mia umiltà per cercare di far bene e raggiungere traguardi. Perché ho preso 24 ore prima di accettare la panchina del Benevento? Perché io non penso ai contratti, penso ai progetti importanti, ai sogni e alle ambizioni. Alla fine il presidente ha apprezzato questa cosa, sapendo che soltanto la dedizione e la professionalità ti portano a fare bene. Adesso abbiamo iniziato insieme questa maratona e abbiamo fatto solo qualche metro, vediamo di arrivare in fondo".

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


SERIE B
Benevento, Baroni ne convoca 22: torna Cragno dopo l'Under 21
09.09.2016 17.06 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Al termine dell'odierna seduta di allenamento, il tecnico Marco Baroni ha diramato l'elenco dei 22 calciatori convocati per la gara di domani contro la formazione dell'Hellas Verona: ritorna Cragno dopo l'esperienza con l'Under 21.

Portieri: Cragno, Gori, Piscitelli;
Difensori: Bagadur, Camporese, Gyamfi, Lopez, Lucioni, Padella, Pezzi, Venuti;
Centrocampisti: Buzzegoli, Chisbah, De Falco, Del Pinto, Jakimovski, Melara, Pajac;
Attaccanti: Ciciretti, Cissè, Ceravolo, Falco.

SERIE B
Il Corriere di Verona sull'Hellas: "Seconda tappa a sud"
09.09.2016 11.54 di Pietro Lazzerini Twitter: @PietroLazze
Il Corriere di Verona di oggi apre con la prossima partita dell'Hellas contro il Benevento titolando: "Seconda tappa a sud". Il tecnico Pecchia è sicuro: "Questa volta vinciamo. Quello che voglio in più rispetto alla prestazione contro la Salernitana è il risultato pieno, la vittoria. Loro sono partiti bene ma il fattore ambientale non ci condizionerà".

SERIE B
Benevento, Lucioni: "Hellas favorito, ma possiamo uscirne a testa alta"
08.09.2016 18.57 di Tommaso Maschio
Il capitano del Benevento Fabio Lucioni ha parlato a Sky Sport della prossima sfida contro l'Hellas Verona: "Si affronta con la massima umiltà e tanta voglia di fare. Non sarà un incontro facile perché loro hanno un organico da Serie A e sono sicuro che saliranno di categoria. Ci stiamo allenando bene per la partita più difficile dell'anno, con la compattezza e la voglia possiamo uscirne a testa alta. - conclude il difensore parlando poi del presidente - Come possiamo non amare il nostro presidente, ci dà tanta carica quando viene nello spogliatoio".

SERIE B
Hellas Verona, la svolta tiqui-taca di Pecchia. Ma serve concretezza
07.09.2016 11.21 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
"Hellas, svolta tiqui-taca". Il Corriere del Veneto - Verona analizza le prime due uscite della squadra di Fabio Pecchia. Che sul gioco degli scaligeri ha dato un'impronta abbastanza chiara: possesso palla compreso attorno al 60%, gioco collettivo e tanti passaggi. Anche a costo di poca concretezza: all'Arechi contro la Salernitana Marco Fossati ha toccato 61 volte il pallone, Daniel Bessa 57. Samuel Souprayen si è però piazzato in cima a questa statistica, come già sucesso contro il Latina. Tanta qualità, a scapito magari della concretezza: nonostante un indice di pericolosità del 52,9% contro i campani non è arrivata infatti la vittoria.

SERIE B
Benevento, prove di sfida al Verona. Torna De Falco, Chibsah titolare
07.09.2016 10.56 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Fresco di compleanno (87 anni, festeggiati simbolicamente ieri), il Benevento si avvia alla prossima sfida di campionato contro il Verona. Sulla probabile formazione dei sanniti fa il punto Il mattino: fari puntati ovviamente su Filippo Falco, in mediana tornerà a disposizione De Falco, con Del Pinto che potrebbe andare in panchina. Probabile maglia da titolare per Chibsah.

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona apre con l'Hellas: "Svolta tiqui-taca"
07.09.2016 09.23 di Pietro Lazzerini Twitter: @PietroLazze
Il Corriere di Verona di questa mattina apre a tutta pagina titolando: "Hellas, svolta tiqui-taca". L'impronta di Pecchia cambia radicalmente volto alla squadra veneta e si basa sul grande possesso palla e sui tanti passaggi. A Salerno però è mancata un po' di concretezza, che potrebbe essere trovata comunque con l'andare del campionato.

SERIE A
Juventus, l'Hellas potrà riscattare Ganz: ma c'è il controriscatto
06.09.2016 18.34 di Lorenzo Di Benedetto Twitter: @Lore_Dibe88
Simone Andrea Ganz ha iniziato nel migliore dei modi la sua stagione al Verona, segnando due gol in altrettante gare di Serie B e subito si inizia a parlare di mercato. Secondo quanto riportato da GazzaMercato.it l'Hellas potrà riscattarlo a fine stagione dalla Juventus, che in estate gli ha fatto firmare un contratto quadriennale, a 1,5 milioni di euro, ma i bianconeri successivamente avranno a loro favore un controriscatto fissato a 2 milioni.

SERIE B
ESCLUSIVA TMW - Benevento, Di Somma: "Felici del mercato. Rimpianto Eramo"
06.09.2016 11.18 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Un mercato molto attivo per la prima, storica, stagione in Serie B. Il Benevento di Salvatore Di Somma non si è fatto attendere in fase di trattativa e la classifica inizia già a sorridere. "Crediamo che il nostro operato sia stato positivo - racconta a Tuttomercatoweb.com lo stesso dirigente sannita - e che ci abbia permesso di allestire una squadra competitiva per un campionato complesso come quello di Serie B. Obiettivo? Una salvezza tranquilla".

[...]

Il prossimo turno, invece, vi vedrà affrontare l'Hellas Verona. La vera favorita per la vittoria finale.
"Sono un corazzata che potrebbe fare tranquillamente bella figura anche in Serie A. Abbiamo massimo rispetto ma nessuna paura. Li affronteremo consapevoli del loro blasone ma con grande entusiasmo".

Chiudiamo con un altro pensiero sul mercato. C'è un rimpianto che si porta dietro dalla session estiva?
"Sì ed è quello legato ad Eramo. Un mese di trattative e la certezza di aver chiuso l'accordo con tutte le parti. Poi però non si concretizzato nulla e ci siamo sentiti presi un po' in giro".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


#BeneventoVerona: 21 convocati
09/SETTEMBRE/2016 - 11:00
Peschiera - Rifinitura per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche e sui calci piazzati. Lavoro differenziato per Zuculini, che non prenderà parte alla trasferta.
Al termine della seduta è stata diramata la lista dei 21 convocati per la sfida Benevento-Hellas Verona, 3a gara di Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 10 settembre allo stadio 'Vigorito' (ore 15).

#BENEVENTOVERONA
CONVOCATI

Portieri

12. Coppola
1. Nicolas
22. Vencato


Difensori

4. Bianchetti
30. Caracciolo
13. Cherubin
3. Pisano
18. Souprayen

Centrocampisti

24. Bessa
8. Fossati
16. Maresca
2. Romulo
27. Valoti
20. Zaccagni

Attaccanti

25. Cappelluzzo
23. Fares
9. Ganz
21. Gomez Taleb
10. Luppi
26. Siligardi
7. Troianiello

Pecchia: «A Benevento con personalità e concentrazione»
08/SETTEMBRE/2016 - 14:30
Verona - Segui live su Hellas Verona Channel la conferenza stampa dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia in vista di Benevento-Hellas Verona, 3a giornata della Serie B ConTe.it.

LA PARTITA COL BENEVENTO
«Benevento? Troviamo una squadra con delle qualità, calciatori validi e in buon momento. Hanno affrontato la categoria con personalità, dovremo fare molta attenzione e preparare la gara nel migliore dei modi. Troveremo un ambiente con grande entusiasmo, ma noi dobbiamo pensare solo alla partita, avrà un peso relativo. Mi piace la personalità della mia squadra, dobbiamo dimostrarla anche a Benevento. Quando c’è l’occasione di affondare il colpo bisogna farlo, ma ci sono anche gli avversari. Come lo stesso Benevento, ha fatto due partite importanti con calciatori e gioco di qualità. Quindi grande rispetto, noi dobbiamo fare la nostra partita con concentrazione. Rispetto a Salerno chiedo il risultato pieno, ogni partita deve essere un gradino verso il miglioramento. Ci sono state delle situazioni da migliorare e questa settimana abbiamo fatto un passo in avanti. Il mio obiettivo è vincere le gare e cerco di utilizzare ogni mia risorsa al meglio. Pazzini? È ancora nella fase iniziale del recupero, sta insieme a noi e migliora di giorno in giorno. Lui scalpita, ma in queste situazioni bisogna avere pazienza. Ganz ha dimostrato di avere ottime qualità sotto porta sia partendo dal primo minuto che subentrando, poi Juanito adesso è in forma e c’è anche Cappelluzzo. Avere tanti tifosi in trasferta per me aumenta il senso di responsabilità, dal punto di vista dell’atteggiamento non dovremo mai deludere il nostro pubblico».

L’IDENTITA’ DEL VERONA
«È vero che il Verona gioca molto la palla, ma i gol, anche in TIM Cup, li abbiamo fatti giocando in maniera veloce, andando in porta con pochi passaggi dopo un recupero di palla. Dovremo alternare quindi il palleggio alle situazioni in cui affondare il colpo e far male. Ci saranno delle partite in cui ci sarà veramente battagliare, in questa fase stiamo invece costruendo un’identità che servirà poi per tutta la stagione. La difesa? Abbiamo preso due gol in campionato di grandissima fattura. Non abbiamo subito grandi svarioni a parte qualche sbavatura ma la linea di difesa mi è piaciuta. Come deve crescere il reparto deve crescere tutta la squadra».

LE ULTIME FASI DEL CALCIOMERCATO
«I nuovi arrivi? Boldor sta bene, ma è arrivato e l’ho conosciuto solo oggi. Maresca ha fatto tutta la settimana con noi, fisicamente non è al meglio ma la sua figura è così importante che sarà con noi in questa trasferta. Greco? È un calciatore importante, oltre che un professionista di grandissimo livello e un ragazzo serissimo. Ha contribuito ai passaggi del turno in TIM Cup ed è subentrato anche contro il Latina perché avevo grandissima fiducia in lui. Poi, con un mercato che si è definito negli ultimi minuti e con le liste bloccate sono state fatte altre valutazioni. Maresca? Non avrà problemi a introdursi nel gruppo, ha un profilo internazionale, grande professionalità, sarà un riferimento per tutto il gruppo. Chi vuole raggiungere alti livelli, avrà in lui un esempio vivente di come ci si comporta per riuscirsi. Sarà un riferimento anche per me, dopo il campione Pazzini adesso ho anche lui. La sua figura è stata scelta pensando questo, ma ci sarà utile anche sul campo».

Peschiera: seduta mattino, primo allenamento per Boldor
08/SETTEMBRE/2016 - 12:45
Verona - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, lavoro di rapidità, possesso palla ed esercitazioni tattiche. Primo allenamento con la squadra per Deian Boldor.

Lavoro differenziato per Zuculini, Pazzini continua la fase di recupero.

Domani in programma una seduta mattutina a porte chiuse.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Venerdì 9 settembre: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse
Sabato 10 settembre: Benevento-Hellas Verona (ore 15)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per eventuali cambiamenti si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Serie B: Federico La Penna arbitrerà Benevento-Verona
08/SETTEMBRE/2016 - 12:15
Verona - La Commissione Arbitri Nazionale Serie B ha indicato gli ufficiali di gara assegnati per Benevento-Hellas Verona, 3a giornata del campionato Serie B ConTe.it in programma sabato 10 settembre (ore 15) allo stadio 'Vigorito'. Ad arbitrare la sfida sarà il sig. Federico La Penna della sezione Aia di Roma 1, assistito nell'occasione dai sigg. Emanuele Prenna (sez. Aia Molfetta) e Giuseppe Opromolla (sez. Aia Salerno). Quarto ufficiale di gara sarà il sig. Giuseppe Strippoli (sez. Aia Bari).

Boldor arriva a Peschiera, scelto il numero 5
07/SETTEMBRE/2016 - 18:30
Verona - Inizia l'avventura in gialloblù di Deian Boldor. A cominciare dalla scelta del numero: il difensore indosserà la maglia numero 5. Lo stesso che lo ha accompagnato con la nazionale rumena fino a martedì 6 settembre, durante le sfide valide per le qualificazioni a Euro 2017: una vittoria (4-0 contro il Lussemburgo) e una sconfitta (3-1 contro la Danimarca), poi via con il primo volo e l'arrivo allo Sporting Center 'Il Paradiso' . Un saluto al Direttore Sportivo, Filippo Fusco, all'allenatore Fabio Pecchia e allo staff tecnico, prima di visitare le strutture del centro sportivo e dare l'appuntamento alla seduta mattutina di giovedì 8 settembre, quando svolgerà il primo allenamento.

Peschiera: seduta mattino
07/SETTEMBRE/2016 - 13:20
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, circuiti di forza, trasformazione sul campo e partita. In seguito al persistere di un fastidio al ginocchio destro, dovuto a una contusione subita durante Salernitana-Verona, Zuculini ha svolto lavoro differenziato. Pazzini continua la fase di recupero.
Domani è in programma un allenamento mattutino a porte chiuse.

Peschiera: seduta pomeriggio
06/SETTEMBRE/2016 - 19:15
Peschiera - Allenamento pomeridiano per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento con la palla, possesso palla e partitella. Lavoro atletico per chi ha giocato contro la Salernitana.
Fossati, Ganz e Zuculini, dopo aver svolto l'intera seduta mattutina con la squadra, hanno effettuato lavoro differenziato programmato. Pazzini continua la fase di recupero.
Domani in programma una seduta mattutina (ore 10.30) a porte aperte.

Cherubin: «Che gruppo, tutti uniti per una grande stagione»
06/SETTEMBRE/2016 - 14:00
Verona - Ecco le dichiarazioni del nuovo difensore gialloblù, Nicolò Cherubin, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

FELICE DI ESSERE QUI
«Mi ha fatto piacere l’interessamento del Presidente Setti e del Direttore Sportivo Fusco, sono carico con tanta voglia di far bene, ho voglia di rilanciarmi e penso che questa sia la piazza giusta per me. Anche Pecchia è preparato, ti lascia grande libertà, poi si sa che il calcio è fatto di risultati, quindi dovremo essere bravi a creare i presupposti per una grande stagione. Da parte mia, io affronto ogni allenamento al massimo per non avere rimpianti, per me è importante quest’anno. Col Bologna ho fatto tutto il ritiro, non ho ancora il ritmo partita ma sono a disposizione del mister. Solo giocando potrò ritrovarlo. Sono un difensore mancino, ma ho giocato anche da terzino. Me la cavo bene nel gioco aereo».

IL GRUPPO E' UNITO
«Difesa da migliorare? Non si parla di reparti ma di squadra, questo è un gruppo unito che voglia di fare grandi cose. La Serie B è molto lunga, tutti giocheranno la partita della vita contro di noi, dovremo essere bravi a gestire tutte le situazioni di gioco, l’attacco ma anche la difesa. Ci sono le idee chiare e questa è la più importante per il futuro. Salernitana? Pensiamo già al Benevento, abbiamo l’idea di migliorare, preparando bene questa partita. Mi sono piaciute le parole del mister, lui parla sempre del gruppo, sulla carta siamo una squadra forte ma poi bisogna vincere sul campo. Siamo molto responsabilizzati dal mister, perché ai centrali spetta il compito di far partire il gioco, ma è una capacità che abbiamo e mi piace farlo. Che sia Serie A o Serie B, vincere è sempre difficile e in palio ci sono sempre i tre punti. Nei momenti difficili si vedrà il vero gruppo, una qualità che noi abbiamo. Maresca? E' un giocatore forte e con esperienza, ci darà sicuramente una mano».

Peschiera: seduta mattino, Maresca e Fares con il gruppo
06/SETTEMBRE/2016 - 11:51
Peschiera - Ripresa degli allenamenti a Peschiera per i gialloblù. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla e partitella. Al termine della seduta lavoro atletico per chi non è sceso in campo nella sfida contro la Salernitana. Primo allenamento in gialloblù per Enzo Maresca. Fares ha smaltito la sindrome influenzale ed è tornato a disposizione. Terapie per Pazzini.

La squadra tornerà in campo questo pomeriggio (ore 17.30) per una seduta a porte aperte.

BUON COMPLEANNO VALOTI
06/SETTEMBRE/2016 - 09:00
Tanti auguri Mattia!

La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra

augurano buon compleanno a Mattia Valoti.

Il centrocampista gialloblù compie oggi 23 anni.

HV24 - 5 settembre 2016
05/SETTEMBRE/2016 - 21:00

Verona - Appuntamento con HV24, con una puntata ricca di contenuti esclusivi. Si inizia con gli highlights di Salernitana-Hellas Verona, poi la palla passa ai protagonisti: Franco Zuculini racconta le emozioni del match ai nostri microfoni, rivelando alcuni retroscena della gara e del viaggio di ritorno. E' poi il turno di Mattia Valoti, autore di un bellissimo quanto pericoloso calcio di punizione negli ultimi istanti della partita (con tanto di siparietto con l'amico Simone Andrea Ganz...). Nel finale, spazio all'ultimo arrivato in casa Hellas Verona, Ezio Maresca: riviviamo insieme la sua prima giornata in gialloblù e ascoltiamo il messaggio che ha voluto lasciare ai tifosi.

BUon compleanno Zuculini
05/SETTEMBRE/2016 - 09:00
Tanti auguri Franco!

La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra

augurano buon compleanno a Franco Zuculini.

Il centrocampista gialloblù compie oggi 26 anni.

Campagna Abbonamenti 2016/17: superata quota 10.000!
05/SETTEMBRE/2016 - 18:40
Verona - Era nell'aria e finalmente ci siamo: superata quota 10mila abbonamenti, per la precisione sono 10.013 i cuori gialloblù. Numeri importanti, che testimoniano il grande amore di una piazza che pulsa per i colori dell'Hellas Verona. Ma la Campagna Abbonamenti 2016/17 non termina affatto qui, dunque non perdere l'occasione di poter sostenere il Verona anche in questo campionato, sottoscrivi l'abbonamento per un mito che si rinnova di stagione in stagione.

La Campagna Abbonamenti 2016/17 continuerà fino a mercoledì 28 settembre e sarà temporaneamente sospesa in occasione della prevendita delle gare con Avellino e Frosinone.

Di seguito gli orari di apertura della biglietteria validi fino a mercoledì 28 settembre.

Orari validi fino a mercoledì 28 settembre – Termine campagna abbonamenti

Mercoledì 7/09 14-18.30
Venerdì 9/09 10.30-14.30
Lunedì 12/09 10.30-18.30

Sospensione per prevendita delle gare con Avellino e Frosinone (dal 13 al 27 settembre)

Mercoledì 28/09 10.30-18.30

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Anche EMANUELSON sceglie l'INGILTERRA, giocherà con lo SHEFFIELD WEDNESDAY in Championship... VIVIANI si presenta al BOLOGNA 'Ringrazio Bigon per la fiducia: mi ha voluto fortemente'

QUALIFICAZIONE EUROPEI, L'ITALIA soffre in ISRAELE (ma alla fine la porta a casa), la SPAGNA seppellisce di gol il LICHTENSTEIN: 8 a 0!

Israele-Italia 1-3, gli azzurri soffrono e vincono.
A segno Pellè, Candreva (rigore) e Immobile


La prima vittoria di Ventura non vale solo per il risultato. Che serve per rispondere alla favorita Spagna, partita nelle qualificazioni mondiali con una raffica: 8 a 0 contro il Liechtenstein. Il successo contro Israele rivaluta proprio il ct, dopo il deludente debutto nell'amichevole di giovedì contro la Francia a Bari. Il 3 a 1 di Haifa gli dà ragione. Sia per le scelte fatte in partenza, con Verratti schierato da regista e con Antonelli sistemato sulla corsia sinistra. Loro due e Bonucci hanno cambiato l'Italia, sicuramente più competiva come qualità e carattere. La Nazionale, con il gol di Pellè e il rigore di cadreva, ha subito dato un senso al match. Che si è complicato solo perché Chiellini ha regalato il gol a Ben Chaim e al decimo minuto della ripresa si è fatto cacciare prendendo la seconda amminizione della serata per una trattenuta goffa e inutile su Hamed.

CORAGGIO ALLA META
Ventura, proprio,quando l'Italia è rimasta in dieci, ha dato il meglio di sé. La gara, insomma, non gli è sfuggita di mano. Anzi, ha deciso come prendersi i 3 punti. Tre cambi in otto minuti: Ogbonna al posto di Bonaventura per restare con la difesa a 3, Florenzi in campo per Candreva con l'obiettivo di avere corsa per arrivare al traguardo e Immobile per Eder, cioè finendo comunque con due punte.

Non si è difeso, ma ha cercato di chiudere il match. Pellè ha mandato in porta Immobile e la mossa è stata vincente.
Ha, dunque, fatto l'allenatore, mettendo la sua firma sul successo che, anche se sofferto, non si può discutere. L'Italia, con qualche errore che in futuro non andrà ripetuto, si è comportata da squadra nella notte più delicata. Lo ha detto pure lui. Che ha il merito di aver rilanciato l'Italia in una settimana.

FONTE: Leggo.it


SERIE A
Bologna, Viviani: "Ringrazio Bigon per la fiducia: mi ha voluto fortemente"
07.09.2016 19.15 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Federico Viviani, regista neoarrivo in casa Bologna, parla così durante la conferenza stampa di presentazione come nuovo rossoblù: "Sicuramente è un grandissimo piacere ed onore essere qui, tutti mi hanno parlato benissimo dell'ambiente e del gruppo. Ringrazio il direttore sportivo per la fiducia, dopo avermi portato al Verona ha voluto fortemente arrivassi anche qui a Bologna. L'obiettivo è quello di fare più punti possibili e raggiungere. La trattativa l'ho vissuta con ansia e trepidazione, sono contento che si sia conclusa bene".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


UFFICIALE: niente Cagliari, Emanuelson ha scelto lo Sheffield Wednesday

del 06 settembre 2016 alle 12:12
Lo Sheffield Wednesday ha ufficializzato di aver messo sotto contratto lo svincolato Urby Emanuelson. Il terzino olandese dopo l'esperienza al Verona è stato vicinissimo a firmare con il Cagliari, ma alla fine ha scelto di approdare in Inghilterra.

FONTE: CalcioMercato.com


Spagna esagerata, 8 gol al Liechtenstein
Goleada per la nuova Seleccion di Lopetegui, che al debutto ufficiale sulla panchina della Roja chiude con un impietoso 8-0 sul Liechtenstein. Doppiette per Diego

© EPA

Andrea De Pauli
LUNEDÌ 5 SETTEMBRE 2016 23:15
LEON (SPAGNA) - A quattro giorni dal convincente successo sul Belgio nell’amichevole di Bruxelles, la nuova Spagna di Lopetegui si conferma squadra fin troppo spietata anche nella prima gara ufficiale contro la cenerentola Liechtenstein, che regge un solo tempo, per poi crollare sotto una raffica di ben otto reti complessive nella ripresa. Ringalluzziti dalla goleada inflitta ai malcapitati ragazzi di Rene Pauritsch, gli iberici sono chiamati ora ai già decisivi confronti d’inizio ottobre, che li vedranno in campo contro Italia ed Albania, gli avversari più accreditati alla lotta per la vetta del Gruppo G, che garantisce l’accesso diretto ai Mondiali russi.

SCELTE CONFERMATE - Idee già chiare per l’erede di Del Bosque, che si affida a un undici per nove undicesimi identico a quello che ha sbancato il vecchio Heysel, mettendo fine all’imbattibilità interna di tre anni del Belgio. Rispetto alla gara dello scorso primo settembre, gli unici volti nuovi tra i titolari sono quelli di Sergi Roberto, che sostituisce Carvajal sulla corsia destra, e di Diego Costa, unico terminale offensivo al posto del convalescente Morata, che si accomoda inizialmente in panchina.

GOLEADA - L’abisso tecnico tra le due contendenti è evidente fin dal primo tempo, che però si conclude con un misero 1-0, realizzato dall’attesissimo Diego Costa, che così mette a tacere i numerosi detrattori che gli rinfacciavano quel golletto solitario realizzato al Lussemburgo nelle precedenti undici uscite con la casacca della Spagna. La raffica di reti è rimandata alla ripresa, in cui l’ingresso del pragmatico Nolito al posto dell’autocompiaciuto Thiago favorisce decisamente l’atteggiamento più pragmatico degli iberici. Dopo un palo pieno da calcio piazzato di Koke, arrivano così in sequenza i gol di Sergi Roberto, David Silva e Vitolo. Varcato il 20’, poi, Diego Costa completa la sua doppietta, prima di cedere il posto a Morata. L’exjuventino non perde tempo e, nel giro di pochi minuti, confeziona i suoi due gol personali grazie a una prepotente giocata solitaria e a un piattone da fuori area. In pieno recupero, poi, arriva il sigillo finale di David Silva, che così realizzata la sua 28 marcatura con la Roja. Una decina di minuti in campo anche per il gioiellino del Real Madrid Asensio, che dopo la sua prima gara ufficiale con la Nazionale maggiore spagnola, non potrà più essere chiamato dall’Olanda, nonostante il doppio passaporto garantito dalla mamma, nata nei Paesi Bassi.
@andydepauli

FONTE: CorriereDelloSport.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#DerbyChievoVerona Bessa

#DerbyChievoVerona Caceres


Wallpapers gallery