#VeronaLatina in anteprima: Nessun precedente tra HELLAS e LATINA che ha esordito tra i professionisti di Lega Pro 'solo' nel 2002, secondo i bookmaker non c'è gara ma le vittorie vanno conquistate sul campo e quanto fatto in Coppa Italia va subito dimenticato, la Serie B e un'altra cosa...

Pubblicato da andrea smarso giovedì 25 agosto 2016 19:42, vedi , , , , , , , , | Nessun commento


#VeronaLatina +   -   =

Nessun precedente tra l'HELLAS ed il LATINA che ha esordito tra i professionisti di Lega Pro 'solo' nel 2002: L'esordio in Serie B tra gli scaligeri ed i leoni alati sarà quindi un esordio in tutti i sensi.
Arbitrerà la sfida il signor Daniele Minelli della sezione Aia di Varese.

I bookmaker danno davvero poche speranze agli ospiti tra Bet-At-Home (il meno pessimista) che paga la vittoria dei nerazzuri 4,54 volte la posta contro i 6 di Better, di contro BetFlag e Sisal pagano la vittoria dell'Hellas una volta e trequarti segno che, nei loro pronostici, è davvero probabile. Pareggio dato mediamente intorno a 3,4.

QUI VERONA
Martedì sono tornati in gruppo SILIGARDI, SOUPRAYEN e VIVIANI, anche se non al meglio potrebbero essere impiegati per l'esordio in campionato.
Certamente fuori ALBERTAZZI che ne dovrebbe avere per circa 3 mesi...

Convocati
Portieri: 12. Coppola, 1. Nicolas,
Difensori: 4. Bianchetti, 30. Caracciolo, 5. Helander, 3. Pisano, 18. Souprayen
Centrocampisti: 24. Bessa, 8. Fossati, 19. Greco, 2. Romulo, 7. Viviani, 20. Zaccagni, 14. Zuculini
Attaccanti: 25. Cappelluzzo, 23. Fares, 9. Ganz, 21. Gomez Taleb, 10. Luppi, 11. Pazzini, 26. Siligardi

Probabile formazione
4-3-3 con Nicolas; Pisano-Bianchetti-Helander-Romulo; Fossati-Viviani-Greco; Wszolek-Pazzini-Luppi


QUI LATINA
I nerazzurri si sono imposti per 5 a 0 nella partitella di oggi pomeriggio all’Ex Fulgorcavi contro la Primavera, in gol DE VITIS figlio del grandissimo bomber (anche ex VERONA Totò), PAPONI autore di una tripletta e MORETTI.
Al Bentegodi Mister VIVARINI dovrà fare i conti con numerose indisponibilità nella rosa nonostante i tanti esuberi della stessa: Squalificato BRUSCAGIN (assenza molto pesante in difesa per i nerazzurri), infortunati JEFFERSON, BANDINELLI, BARRY, CORVIA, DI MATTEO, MARCHIONNI, MORETTI, NELSON, NICA, SHAHINAS e VARGA.

Convocati
Pinsoglio, Sottoriva, Tonti, Acosty, Amadio, Ammari, Boakye, Brosco, Celli, Criscuolo, De Vitis, Dellafiore, D’Urso, Esposito, Garcia Tena, Maciucca, Mariga, Paponi, Rocca, Rolando, Scaglia

Probabile formazione
3-5-1-1 con Pinsoglio; Brosco-Dellafiore-Garcia Tena; Regoli-Rocca-De Vitis-Mariga-Scaglia; Ammari; Paponi


[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



DICONO +   -   =

Mister PECCHIA2 sul match di domani al Bentegodi «Del Latina conosco l’allenatore Vivarini e di lui ho grandissimo rispetto, la sua è una squadra organizzata, con dei valori, ma noi abbiamo in mente solo i tre punti, senza pensare ad altre cose. E’ una squadra lavorata, con un modo particolare di giocare, senza alcun tipo di timore. Chiaramente viene a Verona pensando di fare la propria partita, ma noi dobbiamo pensare che li abbiamo studiati, che la squadra è pronta. Dobbiamo tirare dalla nostra parte i tifosi con la passione e l’atteggiamento giusto. Ne abbiamo bisogno, ma quello che diamo al pubblico, il pubblico ci darà. Il Latina ha già anni di Serie B alle spalle, ha calciatori importanti e l’esperienza giusta: è una squadra da prendere con le molle. Il mio esonero quattro anni fa? E’ acqua passata, penso al presente che è il Verona» HellasVerona.it

Così mister NOVARINI, tecnico del LATINA, nella conferenza stampa prepartita «Esordire a Verona significa affrontare una trasferta in casa della squadra candidata alla vittoria del campionato. Penso, però, sia meglio incontrare i gialloblu adesso che quando avranno i meccanismi ben oliati e una fluidità di gioco definita in mezzo al campo. Abbiamo visionato il Verona in tre o quattro partite: individualità sopra la media, ma il calcio insegna che può sempre succedere di tutto specie all’inizio della stagione. Personalmente speravo di recuperare qualche giocatore in più per questa partita, faremo di necessità virtù presentandoci comunque con una squadra di livello: la società mi abbia messo a disposizione una rosa abbastanza ampia. Siamo stretti in qualche ruolo, ad esempio sugli esterni, ma possiamo essere competitivi. Questo esordio in serie B è una partita che aspettavo da tanto tempo: dopo essere stato a Pescara in un passato abbastanza lontano, ho lavorato tantissimo per arrivare a questo obiettivo. Ho tanta carica e voglia di fare bene. La stessa carica e voglia che dovrà avere la squadra. In vista di questa gara. Abbiamo lavorato molto sull’aspetto difensivo, dobbiamo essere concentrati per non far giocare il Verona che ha grandi individualità che possono creare problemi. Inoltre dovremo essere bravi a manovrare tenendo palla. A Novara abbiamo perso troppi palloni in transizione, poi abbiamo sofferto le loro ripartenze. Abbiamo lavorato per limitare questa lacuna, cercheremo di avere il pallino del gioco in mano. Speriamo di avere la forza di farlo, ho visto la squadra motivata e concentrata e sono molto fiducioso» USLatinaCalcio.it

BESSA si presenta «Le prime impressioni in vista del campionato? Sono arrivato a Verona tardi rispetto a come volevo, ma ora sono qui. Il campionato inizia sabato, ci sono buoni presupposti e il gruppo mi piace, speriamo di iniziare bene. Come mi sento? Molto bene di testa e anche di fisico bene perché mi sono preparato dal primo giorni di ritiro con l’Inter. Voglio conoscere ancora di più i compagni ma nel complesso sono soddisfatto. Le mie caratteristiche? Mi piace giocare la palla, credo di essere abbastanza tecnico e di avere una buona visione del gioco, mi sono adatto in virtù delle difficoltà e ora mi ritrovo a saper fare abbastanza bene tutti i ruoli del centrocampo. Quale preferisco? Mezzala sinistra, è il ruolo che ho ricoperto più spesso e in cui mi sento più a mio agio. Come sono passato da mezza punta a mezzala? E’ stata una scelta ragionata, perché non ci sono molte squadre che giocano con il trequartista, desideravo diventare più utile a squadra e compagni. Io in competizione con Viviani? La scelta del regista spetta al mister, apprezzo molto Federico, che è un calciatore molto forte. Sono reduce da un’annata positiva a livello personale al Como, con Ganz abbiamo fatto belle giocate, spero di dare una mano. Cosa auguro a Simone Andrea? Di arrivare almeno a 16 gol, come l’anno scorso. Gli allenamenti? Pecchia mi ha provato a centrocampo, sia da mezzala sinistra che destra, il mister ci ruota molto e in questo momento sto cercando di capire i meccanismi della squadra e di tutti i ruoli. L’approccio aggressivo alla partita? E’ un modo che mi piace, speriamo che i risultati ci diano ragione, mi trovo bene negli allenamenti» HellasVerona.it

Pecchia nella conferenza stampa prepartita

PISANO sull'esordio in campionato «Abbiamo addosso gli occhi di tutti, delle altre squadre e anche dei nostri tifosi, dopo la retrocessione scorso anno. Per questo ci stiamo preparando bene e abbiamo dimostrato in TIM Cup che i meccanismi stanno entrando nella testa, e che abbiamo lavorato bene finora. L'emozione è tanta, ma dopo il fischio d'inizio sono sicuro che la testa si svuoterà e faremo sul serio, perché vogliamo partire forte. Qui a Verona, poi, c'è grande attaccamento, me ne sono accorto fin dal primo giorno, questa Curva fa venire la pelle d'oca. E' una piazza che ti fa sentire importante. Il Latina è una buona squadra, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi, fare la nostra gara ed avere la mentalità positiva che porta prestazioni e punti. Stiamo preparando tutti una grande battaglia, perché sarà così per tutto il campionato. Sabato si parte e dobbiamo farci trovare pronti, quello che vogliamo è risalire subito in Serie A. Sappiamo che è difficile, tutte le partite sono una lotta, specie con le altre cinque squadre che vogliono salire. Le due retrocesse hanno mantenuto la stessa squadra, il Bari ha fatto un bel mercato, lo Spezia e il Cesena ci provano da anni... Dovremo giocarcela con tutti, in casa e fuori casa, e i tifosi saranno il nostro uomo in più in questo campionato»

BRUSCAGIN difensore del LATINA «La prima giornata sarà già un test molto impegnativo. Il Verona, non è una novità, è una squadra costruita per altri campionati ma comunque se adesso si ritrovano ad affrontare noi vuol dire che il loro livello è questo. Da un punto di vista è meglio affrontarli subito perché magari tutti i meccanismi possono essere rodati al cento per cento» SerieB24.com

...Anche il presidente SETTI è vicino alle vittime del terremoto ed appoggia l'iniziativa benefica del C.C.C HELLAS VERONA «Sono vicino alle persone colpite dal tremendo terremoto verificatosi l'altra notte nel Centro Italia. Ho vissuto in prima persona una tragedia simile e per questo ritengo molto importanti iniziative come quelle del Coordinamento Calcio Club Hellas Verona, che ha tempestivamente organizzato una raccolta di beni di prima necessità da portare dove c'è maggiore bisogno. Anche l'Hellas Verona vuole fare la sua parte, devolvendo 1 euro per ogni persona presente allo stadio in occasione di Verona-Latina. Quindi invito tutti i tifosi gialloblù a venire al Bentegodi non solo per sostenere l'Hellas, ma anche le popolazioni colpite dal sisma» HellasVerona.it

L'ex diesse e attaccante dell'HELLAS Mauro GIBELLINI sul futuro campionato dei gialloblù «Bella squadra, quella che è stata costruita per la stagione che inizia. Ha tutto per stare in alto e per vincere. Chiaro, parlo adesso e il giudizio non può essere definitivo. Il mercato è aperto e si sa che negli ultimi giorni spesso maturano delle trattative inaspettate che possono modificare il volto di un gruppo. L’incognita per l’Hellas, ma non solo, è questa. Vedremo se ci saranno delle cessioni, ma il Verona è ben costruito e in attacco ha gente come Ganz, Pazzini e, Luppi. Non conosco direttamente Fabio Pecchia, ma ho l’impressione di grande serietà da parte sua: si può avere fiducia» Hellas1903.it

FuscoPecchia

Il diesse FUSCO 'Mercato? Ultimi ritocchi ma la base c'è' «Nell'ultima settimana di mercato, di norma, si perde un po' di lucidità perché tutte le squadre hanno i propri obiettivi da conseguire. Io invece spero di restare lucido, c'è sempre spazio per migliorare e completare la rosa, oltre ad ascoltare le esigenze dei vari tesserati. Pazzini? E' il nostro capitano, che torna in B dopo tanti anni dopo aver vinto con l'Atalanta da giovane e speriamo si possa ripetere qui a Verona. Dà prestigio sia al Verona che all'intero campionato, quindi siamo doppiamente contenti. E' il nostro capitano, perché oltre che un grande calciatore è anche una persona di grandi valori. Serie B? E' come una maratona, molto lunga, c'è chi parte bene e finisce male, e viceversa. Bisogna quindi rimanere lucidi perché sono in tanti a puntare a un obiettivo che non tutti raggiungeranno. Occorre quindi creare il giusto spirito di squadra e di ambiente, che abbiamo creato e dobbiamo incrementare. Sorpresa del campionato? Potrebbe essere una delle neopromosse. Viviani? E' un calciatore del Verona, ambizioso e con richieste dalla Serie A. Con lui siamo stati chiari fin dall'inizio: per noi è un giocatore importante, poi naturalmente le aspirazioni di mercato valgono per tutti. Un calciatore su cui comunque abbiamo lavorato un mese e mezzo e che stimiamo. E' un ragazzo abbastanza giovane già protagonista ai massimi livelli, quindi speriamo di averlo con noi. Qui la base della squadra era già di alto livello, quindi abbiamo innestato qualche calciatore con lo spirito giusto. E' stato importante lavorare per un mese e mezzo con la squadra quasi pronta, ora in quest'ultima settimana ci potrà essere qualche ritocco in entrata e in uscita» HellasVerona.it

Mister PECCHIA1 'Concentrati sul via del campionato' «Siamo agli sgoccioli, il ghiaccio lo abbiamo rotto in TIM Cup, ma il campionato è un'altra cosa: c'è emozione e voglia di iniziare. Possiamo affrontare la stagione in una buona condizione atletica. Il Latina è una squadra valida e organizzata, dobbiamo pensare a prenderci i tre punti in palio tenendo la testa sulla partita. L'importante, in questo momento dove le voci di mercato creano scompiglio, è restare concentrati. Dobbiamo convincerci di avere un gruppo valido per affrontare la gara e il campionato, perché la mia squadra deve avere una grandissima voglia di vincere. E' un esordio particolare per me, questo con il Latina, ma i tre punti in palio sono la cosa più importante. Pazzini? Deve fare quello che sa fare, ma deve essere supportato da tutta la squadra. Mercato? Le voci non mi interessano, io penso solo a preparare la prossima gara con tutti i calciatori che ho in rosa. La Serie B è un campionato veramente imprevedibile, c'è chi parte in sordina e poi arriva in alto, c'è chi fa un campionato di vertice dopo aver faticato l'anno precedente, ci sono le neopromosse che sono già abituate a vincere spesso azzeccano la stagione. Dalla nostra parte però avremo anche la nostra tifoseria, sempre presente» HellasVerona.it

PAZZINI a Sky Sport 24 «Io protagonista dell'Hellas? Lo spero e me lo auguro. Sappiamo che la B è un campionato difficile, stiamo lavorando bene e siamo carichi. Voglio di dare una mano alla squadra e speriamo di toglierci delle soddisfazioni. La scorsa annata è stata brutta, abbiamo cercato di cancellarla. Se lo meritano tifosi, piazza e la società. Sono motivato per questa nuova sfida. Il clima degli allenamenti? Stiamo lavorando bene e tanto, si è creato un bell'entusiasmo. I presupposti per fare una bella stagione ci sono. Ho voglia di far bene, di dimostrare e di ripartire dopo un'annata non buona» HellasVerona.it



ALTRE NEWS IN ALLEGATO +   -   =

OPERAZIONE RIUSCITA PER ALBERTAZZI, fotografato sorridente in un ospedale di Bologna dopo l'intervento eseguito dal professor Marcacci

CHIAMATA IN NAZIONALE per HELANDER, STEFANEC e TUPTA



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: ...E CAMPANHARO esordirà nei preliminari di Champions League coi bulgari del LUDOGORETS! Manca solo l'ufficialità per CARROZZA al NARDÒ in Serie D. Nicola CIOTOLA torna alla CASERTANA in Lega Pro.

SORTEGGI CHAMPIONS LEAGUE: La JUVE con SIVIGLIA, OLIMPIQUE LIONE e DINAMO ZAGABRIA, il NAPOLI con BENFICA, DINANMO KIEV e BESIKTAS...

PARAOLIMPIADI, La Federazione Russa furiosa per l'esclusione di tutta la squadra atletica causa doping (ma se la stessa decisione era stata presa per gli atleti normodotati non si capisce perchè per gli altri il doping di stato doveva essere in qualche modo 'tollerato')

RIO 2016 SI CONCLUDE, 28 medaglie per l'Italia che chiude con l'argento nella pallavolo ed il bronzo nella lotta libera...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
CALCIO
Presentazione campionato Serie B: Bari e Verona favorite

Il campionato di serie B 2016-17 è ormai alle porte e si preannuncia assai equilibrato e avvincente, sulla falsariga dell’ultimo disputato, concluso con le promozioni di Cagliari, Pescara e Crotone.

Al via tante squadre appaiono ben disegnate e in grado di farla da padrone, ma come sappiamo, rispetto al gradino superiore, in cadetteria contano tantissimi aspetti, primo fra tutte la tenuta sulla lunga distanza.

La B è una vera maratona calcistica che si dipana lungo 42 tappe, e sarà decisivo farsi trovare pronti a primavera; quello è negli ultimi anni il periodo consono a delineare meglio le candidate più serie a giocarsi la promozione e allo stesso tempo indicativo di coloro che dovranno sudare per mantenere la categoria.

Le tre provenienti dalla A sembrano attrezzate per disputare un ottimo torneo e non dovrebbero subire il classico contraccolpo psicologico post-retrocessione. Ma negli ultimi anni ci sono state compagini abili a sparigliare le carte e le griglie di partenza, ultimo caso (eclatante, visto come si era salvato solo 12 mesi prima) quello del Crotone. E in fondo anche l’Empoli di Sarri o le due matricole assolute per la massima serie, Carpi e Frosinone – che solo un paio d’anni prima stazionavano addirittura in Lega Pro –, non partivano certo favorite in origine. Come sempre, ci sarà spazio per delle sorprese che potrebbero ingannare chi si azzarda nei pronostici.

Ecco la prima giornata da calendario e qualche annotazione in merito alle squadre:

[...]

VERONA-LATINA
Verona (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Caacciolo, Romulo; Zuculini, Viviani, Fossati; Luppi, Pazzini, Ganz. Allenatore: Pecchia.
Latina (3-5-2): Pinsoglio; Bruscagin, Dellafiore, Garcia Tena; Regoli, Rocca, Marchionni, Mariga, Scaglia; Paponi, Corvia. Allenatore: Vivarini.

Ovviamente i pronostici devono essere rispettati sul campo e nell’esigentissima Verona (almeno sponda Hellas), i tifosi sono stati spesso scottati nelle precedenti stagioni cadette che avevano seguito la retrocessione dalla A. Ma obiettivamente questa squadra sembra essersi lasciata dietro le scorie di pochi mesi orsono e ha poco o nulla da condividere con la squadra che con Malesani scese in B per poi inabissarsi ancora più giù.
Pecchia sembra aver convinto i più scettici, non solo per il positivo cammino in Coppa Italia ma soprattutto per i suoi metodi di allenamento, per la ricerca di un gioco moderno e offensivo e per la grande ambizione e determinazione che sembra essere riuscito a trasmettere anche in elementi fondamentali come Romulo o Pazzini. C’è un bel mix tra nuovi acquisti (su tutti Ganz, Fossati, Antonio Caracciolo e Zuculini) e alcuni reduci desiderosi di riscatto.
Il Latina, su cui avevo riposto grandi aspettative lo scorso campionato, tuttora mi incuriosisce ed è formato in campo da giocatori su cui è possibile puntare (Corvia, Scaglia, il giovane Marchionni) ma sembra soprattutto solido. Mi dà l’idea che dopo lo spavento dell’anno scorso vorrà badare al sodo, e la scelta di ridare fiducia a certi giocatori “di categoria”, integrandoli con nuovi dalle medesime caratteristiche, ne è per me una conferma.

[...]

Gianni Gardon
articolo tratto dal blog giannivillegas.wordpress.com

FONTE: Blog.GuerinSportivo.it


26 AGO 2016
LA SQUADRA DA BATTERE
Non c’è un addetto ai lavori che non indichi il Verona come la favorita per il campionato. Questione di blasone, ma molto di più, stavolta fanno i soldi. Quello smodato paracadute di 25 milioni di euro che ha salvato le casse societarie, con Setti supplicante in Lega mentre De Laurentis gli rispondeva a sberleffi, pongono l’Hellas davanti a tutti. C’è poco da dire o da fare. Mentre altre squadre si arrabattano alla ricerca di qualche migliaia di euro per tirare avanti, il Verona appare come una squadra di nababbi. Aver tenuto uno come Pazzini, avergli affiancato uno come Ganz, oltre ai vari Siligardi, Gomez, Luppi e via elencando, ha come effetto a cascata il risultato di mettere il Verona in pole-position, atteso al varco da tutta la serie B.

Il Verona sarà la squadra da battere, tutti ci aspetteranno e questa sarà la vera e propria insidia del campionato che parte stasera e che per l’Hellas inizierà sabato con la sfida contro il Latina. Ci saranno squadre che attenderanno questa partita come l’occasione di una stagione, come giocare contro il Barcellona e, state certi, l’impegno contro i gialloblù sarà sempre massimale.

Fatta la tara con la differenza di qualità, il Verona non si potrà mai permettere di abbassare la guardia. Contro nessuna squadra, proprio a partire dal Latina. Ci saranno partite che si caricheranno da sole, altre in cui il gruppo, Pecchia, Fusco e tutto l’entourage dovranno essere bravi ad alzare la tensione per non avere pericolosi cali.

Il campionato di B si gioca alla distanza, con un cammino costante, sapendo vincere con le grandi, ma anche contro le piccole. Per dirla in breve: la partita sarà anche psicologica e non è un caso che mister Fabio ha calcato la mano su questo fin dall’inizio. A quanto so in questi giorni la tensione degli allenamenti si è alzata a Peschiera. Sono volate anche “sane” stecche nelle partitelle, che francamente non guastano mai. Vuol dire che il clima è caldo e che si è pronti a questa sfida. Domani ne sapremo più.
Gianluca Vighini

FONTE: Blog.TeleNuovo.it


Le probabili formazioni di Verona-Latina, match valido per la 1a giornata della Serie B, in programma sabato 27 agosto alle ore 20:30
Sabato 27 agosto alle ore 20:30 allo stadio Bentegodi andrà in scena il match tra Verona e Latina, gara valida per la 1a giornata del campionato di Serie B.
Il Verona torna in Serie B dopo diversi anni trascorsi nella massima categoria del calcio italiano. Lo fa ovviamente con l’obiettivo di tornare al più presto in Serie A. Come guida tecnica scelto Fabio Pecchia, al debutto da primo allenatore dopo le esperienze da vice di Rafa Benitez al Napoli, Real Madrid e Newcastle.
Anche il Latina sceglie un debuttante, almeno per quanto riguarda la Serie B. Si tratta di Vincenzo Vivarini, che conosce bene il sudpontino per aver allenato anni fa l’Aprilia in Lega Pro.I nerazzurri lo scorso si sono salvati a fatica, quest’anno l’obiettivo è quello di una salvezza quanto più possibile tranquilla.

Le probabili formazioni
Verona (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Helander, Romulo; Fossati, Greco, Viviani; Siligardi, Pazzini, Ganz. All: Pecchia
Latina (3-5-2): Pinsoglio; Bruscagin, Dellafiore, Garcia Tena; Nica, Rocca, Marchionni, Mariga, Scaglia; Paponi, Corvia. All.: Vivarini

FONTE: SportNotizie24.it


Aspettando la… Serie B 2016/2017
Scritto da Stefano Pantano il 25 agosto 2016 alle 11:00.

Vi presentiamo il campionato di Serie B. Un viaggio che vi porterà a conoscere curiosità, volti nuovi, candidate alla promozione e possibili sorprese del torneo con consigli degli esperti di turno e personalissimi pronostici. Buona lettura e buon campionato cadetto!

Castori Carpi PP truceRETROCESSE AGGUERRITE, MA NON SOLO – L’Hellas Verona è pronta a recitare il ruolo di protagonista nel campionato di Serie B, il presidente Maurizio Setti ha affidato al nuovo tecnico Fabio Pecchia un organico di livello assoluto. Su tutti spicca il reparto avanzato che, oltre a Pazzini, può contare sul talento Ganz e sull’ex Modena Luppi. Determinate a contendersi una posizione di vertice il Carpi del confermato Fabrizio Castori e il nuovo Frosinone targato Pasquale Marino, due squadre che non hanno stravolto le proprie rose puntando sul blocco storico. Gli emiliani hanno ingaggiato l’attaccante Catellani dallo Spezia e il difensore Blanchard proprio dal club giallazzurro, che dal canto suo si è assicurato degli ottimi innesti quali Brighenti, Mazzotta e Cocco. Dionisi, Soddimo, D. Ciofani - Frosinone - PPChi, invece, ha rivoluzionato completamente il proprio schieramento è il Bari di Roberto Stellone, che riparte dalla Puglia per cancellare la retrocessione della scorsa stagione. Proverà a ridare l’assalto alla massima serie il Trapani del confermatissimo Serse Cosmi dopo averla vista sfumare nella finale play-off contro il Pescara. I siciliani si affidano ai loro gioielli Coronado e Petkovic oltre a diversi giovani di prospettiva. Si sono mosse con intelligenza anche le altre formazioni impegnate negli ultimi spareggi promozione. Il Novara riparte da Roberto Boscaglia e da un organico rafforzato dagli importanti arrivi di Scognamiglio, Kupisz e Sansone. Il Cesena dà fiducia a Massimo Drago, che con il bel gioco tenterà di riportare i romagnoli in A. Molto ambizioso lo Spezia di Domenico Di Carlo, che può contare sul bomber ex Foggia Iemmello, pronto a giocarsi le sue carte nel torneo cadetto dopo i 36 gol realizzati nella stagione passata.

SPAL festa lega pro PPOCCHI PUNTATI SU – Attenzione, però, alle sorprese. Si sono mosse con intelligenza le neopromosse Benevento e Spal. I sanniti si misurano per la prima volta con il campionato di Serie B e, visto il mercato svolto, possono ambire a qualcosa di più di una semplice salvezza. Il nuovo allenatore Marco Baroni può contare su una base solida, ulteriormente rafforzata dagli arrivi dei vari Cragno, Camporese, Chibsah, Ceravolo e Falco tanto per citare i colpi più altisonanti. Molto interessante la campagna acquisti della compagine ferrarese che puntellato la rosa a disposizione di Leonardo Semplici con innesti di esperienza come Antenucci, Arini e Schiattarella oltre a giocatori di prospettiva quali il portiere scuola Udinese Meret e il centravanti ex Parma Cerri. La Salernitana cercherà di riscattare la deludente stagione scorsa in cui la permanenza in cadetteria è arrivata soltanto dopo i play-out contro la Virtus Lanciano. Alla corte di Giuseppe Sannino sono giunti calciatori di esperienza come Laverone, Vitale e soprattutto Rosina, autentico pezzo da novanta per la B. Senza dimenticare il ritorno di Cristian Bucchi a Perugia, con l’obiettivo dichiarato di arrivare tra le prime otto.

Pazzini Hellas Verona PPIL PRONOSTICO – Forte del paracadute milionario, l’Hellas Verona è, almeno sulla carta, la squadra più forte del torneo. La squadra di Pecchia deve comunque guardarsi le spalle dalle altre ambiziose pretendenti, in particolare da Carpi, Frosinone e Bari. Il campionato di Serie B è imprevedibile, basti pensare alle promozioni negli ultimi due anni dei carpigiani, dei frusinati e del Crotone. Chissà che nella lotta per la A non si inserisca una delle neopromosse, magari proprio la Spal che, entusiasmo a parte, sembra davvero ben attrezzata in questo senso. Per quanto riguarda la lotta retrocessione, le turbolente vicissitudini societarie e tecniche non fanno dormire sonni tranquilli ai tifosi di Pisa e Ternana. Ancora tutta da decifrare la Pro Vercelli dell’ex Torino Primavera Moreno Longo, mentre il gruppo granitico messo su da Roberto Venturato a Cittadella fornisce buone garanzie in ottica salvezza. È ancora presto per esprimere un giudizio definitivo, quel che è certo è che si prospetta un campionato tutt’altro che scontato.

FONTE: MondoPallone.it


“Meglio affrontare il Verona adesso che quando sarà collaudato”
La conferenza stampa di Vincenzo Vivarini: il tecnico nerazzurro ha presentato la sfida del Bentegodi in programma sabato

In conferenza stampa, Vincenzo Vivarini, ha presentato Verona-Latina, sfida in programma sabato sera allo stadio Bentegodi. “Esordire a Verona significa affrontare una trasferta in casa della squadra candidata alla vittoria del campionato – ha dichiarato il tecnico nerazzurro – Penso, però, sia meglio incontrare i gialloblu adesso che quando avranno i meccanismi ben oliati e una fluidità di gioco definita in mezzo al campo. Abbiamo visionato il Verona in tre o quattro partite: individualità sopra la media, ma il calcio insegna che può sempre succedere di tutto specie all’inizio della stagione. Personalmente speravo di recuperare qualche giocatore in più per questa partita, faremo di necessità virtù presentandoci comunque con una squadra di livello: la società mi abbia messo a disposizione una rosa abbastanza ampia. Siamo stretti in qualche ruolo, ad esempio sugli esterni, ma possiamo essere competitivi. Questo esordio in serie B è una partita che aspettavo da tanto tempo: dopo essere stato a Pescara in un passato abbastanza lontano, ho lavorato tantissimo per arrivare a questo obiettivo. Ho tanta carica e voglia di fare bene. La stessa carica e voglia che dovrà avere la squadra. In vista di questa gara – ha aggiunto Vincenzo Vivarini – Abbiamo lavorato molto sull’aspetto difensivo, dobbiamo essere concentrati per non far giocare il Verona che ha grandi individualità che possono creare problemi. Inoltre dovremo essere bravi a manovrare tenendo palla. A Novara abbiamo perso troppi palloni in transizione, poi abbiamo sofferto le loro ripartenze. Abbiamo lavorato per limitare questa lacuna, cercheremo di avere il pallino del gioco in mano. Speriamo di avere la forza di farlo, ho visto la squadra motivata e concentrata e sono molto fiducioso”.

I convocati per la gara contro il Verona
Al “Bentegodi” (sabato) fischio d’inizio alle ore 20.30

Per la gara contro il Verona, in programma sabato 27 agosto al “Bentegodi”, Vincenzo Vivarini ha convocato 21 giocatori.

I CONVOCATI – Pinsoglio, Sottoriva, Tonti, Acosty, Amadio, Ammari, Boakye, Brosco, Celli, Criscuolo, De Vitis, Dellafiore, D’Urso, Esposito, Garcia Tena, Maciucca, Mariga, Paponi, Rocca, Rolando, Scaglia

INDISPONIBILI – Jefferson, Bandinelli, Barry, Corvia, Di Matteo, Marchionni, Moretti, Nelson, Nica, Shahinas, Varga

SQUALIFICATI – Bruscagin

Finisce 5-0 il test con la Primavera
A segno De Vitis, Paponi (3) e Moretti

Il Latina si è imposto 5-0 nella partitella giocata oggi pomeriggio all’Ex Fulgorcavi contro la Primavera. In gol sono andati De Vitis, Paponi (tripletta) e Moretti.

Programma allenamenti
Settimana di lavoro all’Ex Fulgorcavi

Il Latina, per preparare la gara in programma sabato (20.30) allo stadio Bentegodi contro l’Hellas Verona, si allenerà tutta la settimana all’Ex Fulgorcavi. Martedì con una doppia seduta a porte aperte, mercoledì pomeriggio (test con la Primavera a porte aperte), giovedì pomeriggio (porte chiuse) e venerdì con la rifinitura del mattino (porte chiuse).

Programma completo: martedì 9.30 e 17.30 (Ex Fulgorcavi a porte aperte) – mercoledì ore 17.30 test con la Primavera (Ex Fulgorcavi a porte aperte) – giovedì ore 17.30 (Ex Fulgorcavi a porte chiuse) – venerdì ore 9.30 (Ex Fulgorcavi a porte chiuse)

FONTE: USLatinaCalcio.it


Serie B, Verona-Latina: la grande favorita non può fallire contro i Leoni Alati
Autore: IlPresidente scritto il 25 agosto 2016
Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

Vestire i panni della super favorita non è mai facile, soprattutto in un campionato lungo come la Serie B. Il Verona di Pecchia proverà subito a zittire gli scettici in occasione della prima giornata di Serie B contro il Latina. Ecco il pronostico dei nostri esperti e le ultime news sulle probabili formazioni del Bentegodi.

Qui Verona: Siligardi, Souprayen e Viviani hanno recuperato e saranno a disposizione. Possibile esordio dal primo minuto per il nuovo arrivato Antonio Caracciolo.

Qui Latina: in Coppa Italia i Leoni Alati hanno tenuto testa al più quotato Novara. Fare risultato al Bentegodi non sarà una missione facile. In avanti fiducia al tandem Paponi-Corvia.

Precedenti: nessuno.

Pronostico: 1.

Probabili formazioni
Verona (4-3-3): Nicolas; Pisano, Bianchetti, Helander, Romulo; Fossati, Greco, Viviani; Siligardi, Pazzini, Ganz. All. Pecchia.

Latina (3-5-2): Pinsoglio; Garcia, Brosco, Dellafiore; Scaglia, Mariga, Moretti, Rocca, Bruscagin; Paponi, Corvia. All. Vivarini.

FONTE: LaQuotaVincente.com


Pubblicato il:25 agosto 2016
DAVIDE MARTINI
Serie B al via: parte la caccia al Verona
Spezia-Salernitana apre l'edizione numero 85: chi può sognare e chi dovrà soffrire

La #serie B 2016-2017, edizione numero 85, comincerà venerdì sera con l’anticipo Spezia-Salernitana, che coinciderà con l’Opening Day. La notizia più importante è che, per una volta, l’estate non è stata all’insegna di scandali vari. Si parte tutti alla pari, o quasi, visto che una squadra di rincorsa c’è sempre e si chiama Pisa. L’avventura dei nerazzurri nella serie cadetta si sta trasformando in un calvario prima ancora di cominciare, tra balletti societari, un allenatore, Gattuso, dimissionario, ma idolo dei tifosi e pronto a tornare se cambierà qualcosa nella stanza dei bottoni, mercato inesistente e giocatori sull’orlo dello sciopero. L’Aic e la Lega ne escono a pezzi, la speranza è che il campionato non ne esca falsato. Sarebbe, questo, un vero peccato, visto che ai nastri di partenza si preannuncia una stagione equilibrata come quasi non mai.

Tutti a caccia del Verona
Equilibrio verso il basso? Forse, si partirà quasi tutti sullo stesso piano, anche se una squadra in pole, appunto la lepre, ci sarà. Il Verona è la più blasonata e ricca (soprattutto grazie al paracadute) tra le tre retrocesse e con il supporto dell’entusiasmo della piazza che ha già dimenticato l’annus horribilis è pronta a fare l’andatura del campionato. Toni dietro la scrivania, un tecnico emergente come Pecchia e Pazzini già candidato al ruolo di capocannoniere possono essere requisiti sufficienti, a patto di non dare tutto per scontato.
E dietro? La corsa per la seconda promozione e alla zona playoff potrebbe comprendere una dozzina di squadre. Fatale inserire per prime le altre retrocesse, Carpi e Frosinone: la A è svanita subito, per un soffio, ma gli organici non sono di fatto cambiati o lo hanno fatto in meglio. Garanzie, quindi, più gli emiliani, che ripartono da Castori e da certezze come Catellani e Lasagna in attacco. Da verificare al Matusa la voglia di riscatto del tecnico Marino e possibili ribaltoni di mercato last minute.

Playoff e sorprese
Subito a ridosso ecco le protagoniste degli ultimi playoff: Cesena, Spezia, Bari e Trapani, in quest’ordine, sono destinate a un campionato da protagoniste, anche se per i siciliani non si potranno più riproporre a fari spenti, mentre in Liguria, come in Puglia, resistono i dubbi societari, in particolare a Bari, dove il neo-patron Giancaspro è alle prese con l’assestamento economico del club.
E dietro? L’ottava andrà ai playoff, quindi, sotto con le candidate: può farcela l’Entella, attesa alla conferma dopo l’exploit della scorsa stagione che ha portato a sfiorare gli spareggi, come il Novara che punta a consolidarsi, più defilato un Perugia che ha ringiovanito, ma s’affida all’entusiasmo di Christian Bucchi. Ma non si può prescindere dalla solita sorpresa. Al ruolo ambiscono ogni anno “d’ufficio” due neopromosse e la scelta non può che cadere su Benevento e Spal: i campani hanno messo a disposizione dell’esperta guida di Marco Baroni un organico completo in ogni reparto, proprio come la blasonata matricola ferrarese, il cui progetto è di tentare l’assalto alla Serie A in un triennio. Anticipare i tempi è il sogno non proibito.

Pubblicato il:23 agosto 2016
ELLIS BURBEURO - Esperto di Calcio
I pronostici di Cesena-Perugia, Verona-Latina, Novara-Trapani e Vicenza-Carpi
Sono tutte partite in calendario per la prima giornata del campionato di serie B.


Parte nel weekend del 28 agosto, con il solito programma di anticipi e posticipi, il nuovo campionato di serie B, che anche quest'anno si preannuncia equilibrato e con tante squadre che possono lottare per la promozione in serie A. I pronostici su chi vincerà il torneo sono davvero complicati, così come lo sono le partite in calendario per la prima giornata del campionato. Tra queste ci sono anche Cesena-Perugia, Verona-Latina, Novara-Trapani e Vicenza-Carpi. Chi riuscirà a prendersi i tre punti al debutto?

I pronostici di serie B
Verona-Latina 1: questo sarà probabilmente il big match della prima giornata del campionato di #serie B 2016/2017, perché le ambizioni del Verona sono ovviamente quelle di tornare subito in A dopo la retrocessione dello scorso anno. Gli scaligeri si troveranno però di fronte un avversario insidioso come il Latina, squadra sempre da prendere con le pinze.

[...]

FONTE: It.BlastingNews.com


24 agosto 2016
Serie B, La Griglia Di Partenza: In Pole Verona E Carpi
Posted By: Lorenzo D' Aloia

Cuore, sudore e polmoni. Questa è la Serie B, che nel fine settimana ritornerà in campo. Un’altra estate è passata con iscrizioni consegnate all’ultimo secondo e un mercato difficile, che decollerà in questa ultima settimana di agosto con i classici colpi last minute.

Un percorso meno tortuoso, ma sicuramente non facile, lo hanno avute le retrocesse dalla Serie A (Hellas Verona, Carpi e Frosinone), che, grazie ai soldi del paracadute, sono riuscite a muoversi discretamente sul mercato e ad allestire delle rose competitive senza aspettare gli ultimi trepidanti istanti del 31 agosto.

La griglia di partenza della serie cadetta vede in pole position proprio il Verona: il neo tecnico Pecchia potrà contare su una super squadra sin dalla prima sfida del Bentegodi contro il Latina. In questa sessione estiva i veneti hanno rimpiazzato Toni – ritiratosi ed entrato in società – prelevando Ganz e Luppi da Como e Modena. Sempre dal Como retrocesso in Lega Pro, negli ultimi giorni è arrivato il colpo Bessa, che di fatto chiuderà la mediana formata già da Viviani, Siligardi, Valoti (rientrato dal prestito di Livorno) e rinforzata con il duo Franco Zuculini-Fossati, quest’ultimo protagonista nella scorsa stagione nella promozione con il Cagliari. Non è finita, perché il reparto arretrato potrà contare sui centimetri di Antonio Caracciolo, mentre tra i pali sull’esperienza maturata da Nicolas nelle file del Trapani.

Zuculini, nuovo acquisto del Verona, festeggia con Pazzini il gol segnato in Coppa Italia al Crotone (Fonte foto: eldeportivoweb.com)

Alle spalle dei giallo-blu ci sono Carpi e Cesena. Gli emiliani, che hanno perso la massima categoria solo all’ultima giornata, hanno deciso di cambiare il meno possibile per mantenere una base solida ed affidabile con cui Castori potrà lavorare al meglio. La cessione di Mbakogu ha aperto le porte a Catellani, preso in prestito dallo Spezia. La mediana è al completo con il ritorno di Sabbione, mentre la difesa è stata rinforzata con Blanchard. I romagnoli, invece, vorrebbero dimenticare la scorsa stagione, in cui partirono, assieme al Cagliari, con il favore dei pronostici, ma non riuscirono a confermarsi sul campo. Fiducia a Drago e al suo collaudato 4-3-3 con il solito tridente formato da Ciano, Djuric e Ragusa, che all’occorrenza potrà contare anche sul talento di Luca Garritano. La partenza di Sensi per la vicina Sassuolo è stata subito cancellata prendendo il regista Cinelli. Invece, nel reparto arretrato, ci sono stati i maggiori cambiamenti, a partire dalla linea di porta: a difendere i pali ci sarà Agazzi, mentre la fascia destra verrà affidata al martello pneumatico Balzano. Cambiati anche i due centrali: Perticone e Ligi (alla ricerca di riscatto dopo stagioni altalenanti) formeranno la coppia che difenderà l’estremo difensore.

Si è mosso sotto traccia il Frosinone: per i ciociari l’avventura con Marino è un nuovo inizio e anche il mercato non ha offerto fuochi d’artificio. Ma proprio questo basso profilo potrebbe rendere più facile il lavoro al nuovo tecnico: l’unico nome di peso è quello di Cocco, preso dal Pescara. Sull’Adriatico era arrivato da capocannoniere della Serie B e come titolare inamovibile, ma i problemi fisici ad inizio stagione e la contemporanea esplosione di Lapadula gli hanno complicato, e non poco, l’anno con i Delfini guidati da Oddo.

Più pimpante il mercato del Perugia, che ha chiuso operazioni di un certo rilievo come il prestito di Dezi, o l’ingaggio di Brighi. Inoltre, con il terzino sinistro Di Chiara, che ha ben figurato nel Foggia di De Zerbi, gli umbri possono vantare una delle migliori linee difensive (oltre al palermitano classe ’93 ci sono Del Prete, Belmonte e Volta). Anche il Novara è una squadra da non sottovalutare: i piemontesi si sono separati da Gonzalez – accasatosi all’Alessandria – ma hanno subito provveduto con l’ingaggio di Sansone (sfortunata la sua parentesi col Bari) e di Kupisz, lo scorso anno protagonista a Brescia e voluto proprio da Boscaglia. Innesti importanti anche dietro con Scognamiglio – il miglior centrale della scorsa stagione – e Calderoni.

Lo stadio San Nicola di Bari è il più capiente delle categoria con i suoi 58270 posti. Fonte foto: www.pianetamilan.it

Partono a fari spenti, ma con l’ambizione di fare un grande campionato, Bari, Spezia e Salernitana. I biancorossi del neo tecnico Stellone sono in attesa degli ultimi rinforzi (il colpo è quello di Furlan dalla Ternana, e nelle ultime ore si tratta Raicevic del Vicenza) per completare l’organico, mentre per i liguri e per campani le rose sono quasi al completo (con Rosina, Donnarumma e Coda i granata possono sognare).

Infine, sempre per la lotta alle posizioni nobili, ci sono Trapani ed Entella. Qualche riserva in più per i siciliani di Mister Cosmi: il DS Faggiano, colonna portante del miracolo sportivo che era in procinto di realizzarsi 3 mesi fa, si è trasferito a Palermo, e i due difensori chiave (Perticone e Scogniamiglio) hanno fatto le valigie e si sono accasati altrove. Resta da capire quanto il collaudato sistema di ripartenze di Cosmi subirà queste cessioni. E non per ultimo, nella passata stagione, il Trapani, sbloccava le gare proprio con i propri difensori attraverso le palle inattive. Il quadro perfetto, dunque, potrebbe aver subito delle variazioni e prima di dare un giudizio definitivo su questo Trapani bisogna aspettare una decina di giornate e il resoconto del campo. Dal suo canto anche l’Entella è una incognita. In campo ha cambiato pochissimo, ma la guida tecnica – Breda ha preso il posto di Aglietti – è cambiata. Anche in questo caso è necessario attendere le prime giornate di campionato per capire se la Virtus possa recitare nuovamente un ruolo da protagonista. Sullo sfondo, poi, ci sarebbe Antonio Cassano, da tempo ai margini del progetto Samp. Il talento di Bari Vecchia potrebbe trovare in Chiavari il giusto compromesso per restare vicino alla famiglia e un nuovo inizio per questi suoi ultimi anni di carriera.

Serse Cosmi, alla seconda stagione sulla panchina del Trapani (fonte immagine: resport24.it)

Come al solito la Serie B riserverà delle sorpresa. Quella più probabile potrebbe essere il Benevento, all’esordio in questa categoria. I campani si sono mossi davvero bene in questa sessione estiva, assicurandosi anche il talento di Franco Ceravolo. Un’altra squadra temibile potrebbe essere il Vicenza, che parte per ottenere una salvezza tranquilla. Stesso obiettivo delle lane per Latina, Ascoli ed Avellino.

Pro Vercelli, Spal e Cittadella sono quelle più indietro, mentre per Pisa e Ternana i problemi potrebbero arrivare da fuori. Però, nonostante queste nostre ipotesi, la Serie B è del tutto imprevedibile e saprà sorprenderci di giornata in giornata. Nulla è scontato in questa categoria, neanche che il Verona vinca il campionato. Sarà, come al solito, un campionato mozzafiato, tirato fino all’ultima giornata di maggio e con dei playoff/playout di giugno roventi.

Ad aprire le danze saranno Spezia e Salernitana nell’anticipo del venerdì. Il Picco, con ogni probabilità, regalerà emozioni almeno sugli spalti. Che altro dire: che i giochi abbiano inizio. La Serie B è tornata.

Fonte foto immagine apertura: www.lanazione.it

FONTE: VociDiSport.it


Latina, Bruscagin non si nasconde: “Tanto entusiasmo per l’inizio della stagione, possiamo fare bene. Verona tra le favorite per la promozione”
24 agosto 2016

A pochi giorni dall’inizio del campionato di Serie B 2016/17, il difensore e, con ogni probabilità, futuro capitano del Latina Matteo Bruscagin è intervenuto nella sala stampa del Francioni per presentare la sfida contro l’Hellas Verona. Queste le sue dichiarazioni riportate in presa diretta da SerieB24.com:

Prima conferenza da capitano?
“Non lo so, questa è una decisione che spetta al mister ma comunque è una responsabilità che mi prendo volentieri. Sono qui a Latina da tanto ed ho sempre cercato di dare l’esempio sul campo. Se il mister vorrà sarò ben felice”.

Questa la quinta stagione con il Latina, hai notato differenze rispetto al passato?
“Ogni anno con gli stessi presupposti: si vuole sempre far bene e puntare al massimo. Sicuramente ci sono delle differenze rispetto al passato. Quest’anno c’è un gruppo giovane composto da tanti ragazzi che hanno voglia di fare e di mettersi in mostra. C’è una buona base di quelli che sono rimasti dallo scorso anno. Credo ci sia tutto per fare una buona stagione poi, come sempre, dipenderà dal campo”.

La presenza di tanti giovani cosa comporta?
“Sicuramente tanto entusiasmo, poi anche i ritmi degli allenamenti sono più alti. C’è più concorrenza e voglia di fare da parte di tutti. Chiaramente l’esperienza è minore rispetto agli altri anni ma negli ultimi due anni abbiamo visto che i risultati sono stati al di sotto delle aspettative nonostante un gruppo con grande esperienza. Il Crotone dello scorso anno ci ha insegnato che si può far bene anche con i giovani”.

Con l’ultimo acquisto di un terzino destro si potrebbe pensare anche ad un modulo diverso dal 3-5-2 con la difesa a quattro?
“Finora abbiamo sempre utilizzato il 3-5-2 ma poi in fase difensiva si difende sempre in quattro con il quinto dalla parte opposta che viene sempre a dare una mano ai difensori. Se in futuro ci saranno cambiamenti di modulo dovreste chiederlo al mister”.

Oltre all’aspetto tecnico mister Vivarini ha dovuto lavorare anche su quello mentale per recuperare fiducia?
“Dopo la stagione travagliata dello scorso anno abbianmo bisogno di tanta fiducia e sarà importante partire bene sin dalle prime partite. Abbiamo un calendario difficile all’inizio però bisognerà partire bene per acquisire fiducia. Le due partite di Coppa Italia, da questo punto di vista, qualcosa ci hanno dato. C’è stata comunque una crescita e anche la sconfitta di Novara è arrivata al termine di una buona prestazione contro una squadra ben attrezzata. Credo che il lavoro che stiamo facendo sia quello giusto e bisogna lavorare tanto perché il mister sta cercando di cambiare la nostra mentalità: vuole una squadra offensiva che attacchi sempre e non si difendi al limite dell’area. C’è tanto da fare ma siamo sulla strada giusta per fare un buon campionato”.

Campionato che inizia subito in salita…
“La prima giornata sarà già un test molto impegnativo. Il Verona, non è una novità, è una squadra costruita per altri campionati ma comunque se adesso si ritrovano ad affrontare noi vuol dire che il loro livello è questo. Da un punto di vista è meglio affrontarli subito perché magari tutti i meccanismi possono essere rodati al cento per cento”.

Finora sei stato schierato come quinto di centrocampo, un ruolo che con il tempo sta diventando il tuo?
“Diciamo che in questo inizio di stagione ho provato in entrambi i ruoli: come terzo di difesa che come quinto di centrocampo. Nelle partite disputate, però, ho giocato di più come esterno di centrocampo. È un ruolo nuovo per me perché la scorsa stagione avevo fatto il terzino in una difesa a quattro però è un ruolo che mi piace, è un ruolo in cui penso di poter dare qualcosa e soprattutto di poter crescere. Vedremo poi se durante l’anno preferirà schierarmi a centrocampo o in difesa, io sono a disposizione e starà al mister decidere. In ogni ruolo cerco sempre di dare il massimo dare un contributo alla squadra”.

Crescita che comunque c’è già stata soprattutto sulla corsa…
“La corsa a livello di resistenza non mi è mai mancata, forse un po’ la rapidità e la velocità non sono le mie caratteristiche migliori ma allenandosi sempre si può sempre migliorare”.

Quali sono le squadre favorite di questo campionato?
“Come organico sicuramente il Verona è tra le favorite per la promozione. Hanno un organico di categoria superiore. Sono rimasti quasi tutti i giocatori che avevano l’anno scorso in Serie A, c’è gente come Pazzini che ha fatto anni di Serie A. Poi ci sono altre squadre ben attrezzate e penso al Novara, al Bari e anche allo Spezia. Sarà un campionato bello ed impegnativo anche quest’anno”.

Ricordo di Pecchia come allenatore?
“Ho un ricordo sicuramente importante. Ha dato il via ad una stagione trionfale per il Latina in cui abbiamo vinto praticamente tutto quello che c’era da vincere ed abbiamo ottenuto la promozione. Con lui abbiamo fatto un lavoro fantastico e il ricordo è più che positivo ma sabato lo metteremo da parte per un giorno e lo riprenderemo dal giorno dopo”.

Precampionato difficile tra infortuni e assenze, come arriva la squadra a questo inizio di campionato?
“Gradualmente i ragazzi stanno recuperando tutti. Ci arriviamo con qualche dubbio a livello numerico perché forse nelle ultime uscite siamo stati un po’ corti a livello di rosa però, poi, chi scende in campo è pronto a dare battaglia e per fare la nostra partita”.

FONTE: SerieB24.com


Gibellini: “Verona, sei forte, ma occhio al mercato”
L’ex gialloblù: “Squadra costruita per vincere, attenzione alle ultime trattative”

di Redazione Hellas1903, 25/08/2016, 08:33
Mauro Gibellini, giocatore del Verona tra il 1981 e il 1982, poi responsabile del settore giovanile, direttore sportivo dell’Hellas dal 2003 al 2005 e dal 2010 al 2012, commenta le prospettive gialloblù per la stagione al via.
Dice Gibellini, intervistato dal Corriere di Verona oggi in edicola: “Bella squadra, quella che è stata costruita per la stagione che inizia. Ha tutto per stare in alto e per vincere. Chiaro, parlo adesso e il giudizio non può essere definitivo. Il mercato è aperto e si sa che negli ultimi giorni spesso maturano delle trattative inaspettate che possono modificare il volto di un gruppo. L’incognita per l’Hellas, ma non solo, è questa”.
Continua Gibellini: “Vedremo se ci saranno delle cessioni, ma il Verona è ben costruito e in attacco ha gente come Ganz, Pazzini e, Luppi. Non conosco direttamente Fabio Pecchia, ma ho l’impressione di grande serietà da parte sua: si può avere fiducia”.

NEWS
Pazzini: “Ho scelto la B col Verona, sento l’affetto della gente”
L’attaccante gialloblù: “La società trasmette grande fiducia, vogliamo toglierci delle soddisfazioni.”

di Redazione Hellas1903, 23/08/2016, 14:53

Anche Giampaolo Pazzini, centravanti dell’Hellas, è intervenuto durante l’evento organizzato da Sky a Verona.
L’attaccante ha motivato con queste parole la sua scelta di rimanere il gialloblù: “Ho deciso di restare qui già durante la scorsa stagione. Ho fatto una scelta. Il mister e il direttore mi hanno trasmesso grande fiducia.”
Sulla Serie B: “Un campionato duro con campi caldi. Questa è una grande piazza, lo stadio è sempre pieno e sento l’affetto della gente. C’è voglia di togliersi delle soddisfazioni. Non sentiamo eccessive pressioni, vogliamo farci trovare pronti.”

VISTO DA NOI
Buon campionato Verona, e che il soggiorno sia breve
Via alla settimana che conduce alla prima gara, un nuovo Hellas ha fame di vittorie

di Andrea Spiazzi, @AndreaSpiazzi 22/08/2016, 13:06

È iniziata la settimana che porta alla prima di Campionato. Sarà una stagione “dura, delicata, difficile” come diceva Roberto Puliero.
Il Verona si è ben attrezzato, aspettando gli ultimi e necessari aggiustamenti in difesa, per competere con le migliori della categoria. Una categoria nella quale si è precipitati che non si avevano ricordi di quanto malamente. Ieri, osservando la serie A, molti avranno condiviso anche solo un momento di stizza pura, vedendo alcune squadre competervi che tecnicamente sono davvero poca cosa.
Tuttavia siamo qua, e bisognerà sfangarla. Con un entusiasmo ritrovato, con Pecchia che sembra avere le idee giuste, con Fusco che muove le pedine da vero scacchista, con Setti che finalmente pare aver recuperato serenità e uomini di cui fidarsi fino in fondo. Noi, come sempre, giudichiamo i fatti. E questi fatti, per ora, ci piacciono.

Il taglio netto e necessario con il passato c’è stato. Un nuovo Verona è nato e ha già fatto capire che la stoffa c’è. Abbiamo sentito recitare nei giorni scorsi da qualcuno il mantra, fin troppo triste, che è il campionato che conta (ma che bella scoperta!), come se aver passato due turni di Coppa fosse nulla.

Questa squadra, con la mentalità che ha dimostrato, merita di essere incoraggiata. Perché quella vista in Coppa Italia potrà (e dovrà) essere la stessa mentalità di sabato col Latina. Solo che sarà meno facile avere ragione dell’avversario.

Pare proprio, inoltre, che non andiamo incontro a un campionato che si giocheranno in tre, come quattro anni fa, ma ben più difficile. Con almeno cinque o sei squadre in grado di stare punto a punto nelle prime posizioni. Ci saranno i momenti duri.

Dopo una stagione diretta e giocata da fantasmi, ora i nuovi ragazzi di Pecchia paiono avere la giusta fame di vincere. Che il Bentegodi sia il fortino, e che, anche lontano, non manchi mai lo spirito di battaglia.

Buon campionato, Verona, e che il soggiorno sia breve.

NEWS
Latina, tre gol in amichevole in vista del Verona
Contro il Monterotondo vanno in rete Boakye, Regolanti e Acosty

di Redazione Hellas1903, 21/08/2016, 12:30

Ad una settimana dall’esordio in campionato con il Verona, il Latina ha disputato un’amichevole di preparazione contro il Monterotondo.
Il match è terminato 3-0 per i nerazzurri, con i gol che sono arrivati tutti nella seconda frazione: Boakye ha segnato il primo, favorito da una respinta corta del portiere avversario, poi Regolanti ha raddoppiato con una pallonetto e, nel finale, Acosty ha chiuso la gara su rigore.
Sicuramente un buon test per la squadra, con il tecnico Vivarini cha ha potuto provare diverse soluzioni in vista della gara con l’Hellas, in programma il 27 agosto.
(Foto uslatinacalcio.it)

FONTE: Hellas1903.it


AVVERSARIO HELLAS
Latina in emergenza
Rebus a centrocampo

26/08/2016 18:34
Il Latina arriva in emergenza al Bentegodi. Molti gli assenti per l'esordio a Verona: Corvia, Marchionni e Jefferson su tutti. Nel 3-5-2, in porta ci sarà Pinsoglio, in difesa Brosco, Dellafiore e l'iberico Garcia Tena, mentre sugli esterni agiranno Bruscagin e Scaglia. Rebus a centrocampo: senza Marchionni e Moretti (in partenza), in mezzo dovrebbe giocare il terzetto Rocca, Criscuolo e Mariga, ma sono disponibili anche De Vitis e il nuovo arrivato D'Urso. In attacco ci sarà la coppia Boakye-Paponi, ma Acosty scalpita.

Probabile Formazione Latina (3-5-2): Pinsoglio; Brosco, Dellafiore, Garcia Tena; Bruscagin, Rocca, Criscuolo, Mariga, Scaglia; Paponi, Boakye. Allenatore: Vivarini.
L.VAL.

SERIE B AL VIA
Pecchia, subito la “sua” Latina contro
25/08/2016 12:49
Pronti, via: la Serie B sta per iniziare, la stagione del Verona è pronta a ricominciare. C’è subito il Latina sulla strada di Fabio Pecchia. La “sua” Latina, il suo luogo di origine: è nato a Formia e ha vissuto a Lenola, a sud della città pontina, prima di entrare giovanissimo nel settore giovanile dell’Avellino. Quel Latina che allenò in Lega Pro nel 2012 e che lasciò l’amaro in bocca all’avvocato: dopo un girone d’andata in testa, un ritorno un po’ sbiadito gli costò la panchina. Poi il Latina si riprese e con Stefano Sanderra conquistò la Serie B dopo la finale play-off contro il Pisa.

NERAZZURRI DEL LAZIO. Il Latina, dopo quella promozione, è rimasto in pianta stabile in B. Il primo anno accarezzò persino il sogno della A: nella finale play-off del 2014, fu il Cesena di Bisoli ad avere la meglio nella doppia finale. Negli ultimi due anni il Latina è sempre stato a metà classifica chiudendo prima al tredicesimo posto e poi al sedicesimo (evitando per pochissimo il play-out che sorrise alla Salernitana e affossò il Lanciano). Dopo tantissimi avvicendamenti in panchina (2 anni con 6 allenatori: Breda, Beretta, Iuliano, Somma, Chiappini, Gautieri), quest’anno la panchina è stata affidata a Vincenzo Vivarini, artefice della promozione del Teramo in B nel 2015 (quello di Lapadula), poi retrocesso dalla Giustizia Sportiva.

BOAKYE E MARCHIONNI. Vivarini è solito usare il 3-5-2. In questa sessione di calciomercato, il Ds Mauro Facci non ha fatto grandi colpi: per quest’anno ci si affiderà sul gruppo dell’anno scorso (tra gli arrivi c’è Alessandro De Vitis, figlio di Totò, in prestito dalla Samp). Da Marchionni, che dopo tanti anni da esterno puro di Parma e Juventus ha preso posto in cabina di regia, all'affidabile mediano Federico Moretti fino al buon difensore Brosco e l’eterna promessa (ex Sassuolo) Richmond Boakye, sul quale si fa grande affidamento. In rosa poi ci sono anche Mariga (un passato anche all’Inter) e Daniele Corvia, un attaccante navigato per la categoria. Al Bentegodi è tutto pronto, sabato sera la stagione del Verona entrerà nel vivo: l’Hellas è favorito ma il Latina non verrà certo a Verona per fare la vittima sacrificale…
LUCA VALENTINOTTI

SOLIDARIETà
Terremoto, l'impegno del Cord. Calcio Club Hellas
24/08/2016 18:39
Per dare un aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto, il Coordinamento Calcio Club Hellas Verona allestirà, presso la sede, una raccolta di beni di prima necessità. Già attivati dei contatti diretti sul territorio e tutto il materiale sarà consegnato personalmente con un viaggio a metà della prossima settimana.

– beni alimentari a lunga conservazione: acqua, latte a lunga conservazione (cartoni), pasta, riso, farina, zucchero, caffè.

-Tonno, fagioli, legumi, pomodori (TUTTO IN SCATOLA), biscotti, olio, sale

– sapone, carta igienica, pannolini per bimbo e anziani, salviette deumidificate, assorbenti da donna

– medicine comuni (es tachipirina da 150, 250, 500 e 1000, aspirina etc), garze, acqua ossigenata, cerotti

– abbigliamento solo se nuovo, in particolare sportivo.

GIOVEDÌ 25, VENERDÌ 26, LUNEDÌ 29, MARTEDÌ 30, dalle 21:15 alle 24 presso Campo Sportivo “OLIVIERI”, via Sogare 9/C

Per info: coordinamentocchv @gmail.com e 345 4975416

SERIE B AL VIA
Col Latina è sfida inedita
24/08/2016 11:38
Verona e Latina non si sono mai sfidate: sabato sarà la prima volta nell’esordio della nuova B. La squadra pontina viene da una storia fatta di dilettantismo tra Promozione, Eccellenza e Serie D. Quando Osvaldo Bagnoli portava lo storico Scudetto a Verona, il Latina giocava il campionato interregionale, dopo il primo fallimento societario (negli anni ’70 ci fu anche tanta C). In anni recenti, nel 2002, arrivò la promozione tra i professionisti in Lega Pro. Dopo il secondo fallimento del 2006, i laziali hanno compiuto una vera e propria scalata dall’Eccellenza fino alla Serie B conquistata nel 2013.
L.VAL.

SERIE B
Verona sei pronto?
Cinque dubbi per Pecchia

22/08/2016 13:46
Sabato l'avvio di campionato contro il Latina. Il Verona si ritrova domani dopo il test con il Legnago con molte certezze e anche qualche dubbio. Come sta la squadra di Pecchia? E' pronta a recitare il ruolo da protagonista che blasone e ricco paracadute gli concede? Vediamo.

1) DIFESA (AD OLTRANZA). Colpa della difesa, dei difensori, del modulo o dell'atteggiamento. L'eterno dilemma che si ripercorre di anno in anno e di allenatore in allenatore. Nelle ultime quattro stagioni a Verona sono passati più difensori che nella metropolitana di Pechino. Per un motivo o per l'altro sono stati bocciati quasi tutti. Così ci si chiede: colpa loro (solo) o colpa dell'organizzazione? Con Delneri qualche passo avanti si era visto, ma non sufficiente per dirimere la questione dopo gli anni di Mandorlini. Con Pecchia la questione resta in sospeso viste le due reti prese con Foggia e Crotone. Scarsi i difensori o organizzazione troppo offensiva? La verità sta nel mezzo e nelle mani di Fusco.

2) ROMULO O REMO? Chi resta a Verona? Romulo o suo fratello? Altra questione aperta. E' probabile che con il contratto in scadenza Romulo se ne vada. Ma chi lo vuole? Firmino che pare farne le veci, dice che una squadra si troverà. Intanto però lo stipendio lo paga il Verona ed è uno stipendio che in B permetterebbe di pagare tre come Cacia. Restasse deve fare la differenza. E torniamo a capo: Romulo o Remo?

3) VIVIANI (NON ELIA). Fosse il ciclista si andrebbe sul sicuro. Gold medal, polmoni a mantice, intelligenza, determinazione. Ma il Viviani dell'Hellas è un giocatore che potenzialmente potrebbe essere il migliore ma che alla fine non lo è mai. E se costruisci la squadra su di lui deve essere sicuro di due cose. Che stia bene e che soprattutto rimanga. Ma non passa giorno che non esca una voce di mercato che non fa rima con offerte perchè quelle non sono mai arrivate. Comunque vada: Pecchia merita di sapere se contarci o no.

4) PER FAVORE PRENDETE UN TERZINO SINISTRO. Quello che segue è un appello vero e proprio al signor Fusco. "Egregio direttore sportivo, capisco le esigenze di mercato, capisco la difficoltà di reperire gente in quel ruolo, capisco tutto... Ma veda di sistemare una volta per tutte la fascia sinistra. Prenda un giocatore con quelle specifiche caratteristiche e non un destro che si "adatta" anche a sinistra o peggio ancora "un centrale che sappia fare anche la fascia". Cercate con i vostri scouting un cavolo di giocatore sulla sinistra, possibilmente senza publagia, senza caviglie che stridono, senza tendiniti, insomma che stia bene e che corra avanti e indietro. Ne abbiamo bisogno".

5) PAZZINI-GANZ. Non lo volevo dire. Non volevo nemmeno scriverlo. Non voglio, giuro, che diventi un tormentone. Non me la sento proprio di fare un altro anno a 91' minuto (sabato sera torniamo...) a chiedermi se possono giocare assieme, se uno esclude l'altro. Spero segnino una valanga di gol entrambi e possibilmente che giochino assieme. Detto questo per ora Ganz mi sembra più in palla di Pazzini. Ma era solo calcio d'estate. Ora si farà sul serio.
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TgGialloblu.it


Serie B: Verona senza rivali, Carpi e Cesena inseguono

del 26 agosto 2016 alle 15:15
Un campionato spesso imprevedibile, ma per i quotisti anche con qualche certezza. E’ il Verona la squadra da battere nella nuova stagione di Serie B: dopo l’arrivo di Fabio Pecchia e la conferma di Giampaolo Pazzini in attacco, i gialloblù volano nelle scommesse Microgame Group sul primo posto a fine stagione (e quindi sulla promozione diretta), per il quale sono favoriti a 3,50. Nessun’altra squadra al momento tiene il passo del Verona: in quota la più vicina è il Carpi - altra pretendente al ritorno in A - ma già piazzato a 6 volte la scommessa. Terzo posto per il Cesena, la scorsa stagione tagliato fuori dalla lotta alla promozione nel primo turno dei playoff: ci sarà ancora Drago in panchina e con meccanismi rodati i bianconeri si candidano a 7,50, davanti allo Spezia (8,50), partito alla grande in Coppa Italia con le vittorie su Modena e Udinese. Sarà proprio la squadra di Di Carlo la prima a scendere in campo nell’anticipo di stasera contro la Salernitana, sulla quale è favorita a 1,72. Partenza in salita, invece, per i granata di Sannino, chiamati a riscattare la disastrosa stagione chiusa con la salvezza ai playout: la vittoria in trasferta pagherebbe 5,37, il pareggio vale 3,40.

Pecchia l'avvocato, Minala e l'ironia sull'età. Barbara Petrillo festeggia Santacroce
del 24 agosto 2016 alle 09:27
Buon compleanno a
[...]

FABIO PECCHIA, 1973, neoallenatore del Verona, vice di Benitez a Napoli, che se lo è portato anche a Madrid e Newcastle. Non era mai capitato che, una volta terminata l’esperienza in Italia, un vice seguisse il proprio capo allenatore anche all’estero. Per allenare il Verona ha rinunciato a 3 anni contratto a Newcastle ”Voglio un calcio propositivo, un Hellas all'inglese. L’esempio? Il Leicester di Claudio Ranieri".
Ex centrocampista di Avellino, Napoli (2 volte) Juventus, Sampdoria, Torino, Bologna (3 volte), Como, Siena, Ascoli, Foggia, Frosinone. A Napoli era il perno del centrocampo. Alla Juve, invece era chiuso da un certo Zidane.
E' laureato in legge ( “ci ho messo dieci anni a laurearmi e devo anche ringraziare mia moglie. Noi ci siamo conosciuti all'Università e mi interrogava prima di ogni esame, avvocato anche lei. Ci sono stati periodi durissimi, il calcio, la famiglia, poi sono arrivati i figli. Commerciale e Procedura Civile li ho dati mentre ero già padre”) e ha ottenuto l'abilitazione all'avvocatura. Del resto a Napoli lo avevano soprannominato l'Avvocato, quando era ancora soltanto uno studente

[...]

FONTE: CalcioMercato.com


PROBABILI FORMAZIONI
Le probabili formazioni di Hellas-Latina - Pazzini guida i veronesi
Fischio d'inizio stasera ore 20.30. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!
27.08.2016 06.50 di Patrick Iannarelli
Ha inizio il campionato di Serie B 2016/2017. L'Hellas Verona, squadra accreditata per la promozione nella massima serie, ospiterà il Latina nel match che si svolgerà allo Stadio Bentegodi. I gialloblu sono favoriti per la vittoria visto l' organico, ma le sorprese, soprattutto nelle prime gare del nuovo campionato, sono sempre all'ordine del giorno. Il match, che potrete seguire in diretta su Tuttomercatoweb.com, verrà diretto dal signor Minelli. Il calcio di inizio è previsto per le ore 20.30.

COME ARRIVA L' HELLAS - I padroni di casa sono carichi per questo nuovo campionato di Serie B. Lo stesso tecnico degli scaligeri ha specificato come ci siano ancora tanti dubbi sulla formazione titolare, ma lo stesso ha dichiarato di aver recuperato elementi importanti come il centrocampista ex Roma Federico Viviani. Al centro dell'attacco troveremo Giampaolo Pazzini, desideroso di diventare il protagonista di questa nuova stagione.

COME ARRIVA IL LATINA - Tanti indisponibili per gli ospiti, che arrivano a questa gara un po' in emergenza. Gli indisponibili saranno Jefferson, Bandinelli, Barry, Corvia, Di Matteo, Marchionni, Moretti, Nelson, Nica, Shahinas e Varga. Assente anche Bruscagin, che dovrà scontare una squalifica dello scorso campionato. Classico 3-5-2 con Paponi e Boakye al centro dell'attacco.

LE PROBABILI FORMAZIONI
Hellas Verona (4-3-3) - Nicolas; Pisano, Bianchetti, Caracciolo, Romulo; Zuculini, Viviani, Fossati; Luppi, Pazzini, Ganz. Allenatore: Fabio Pecchia.

Latina (3-5-2) - Pinsoglio; Garcia Tena, Dellafiore, Brosco; Scaglia, Mariga, Criscuoli, Rocca, Regoli; Boakye, Paponi. Allenatore: Vincenzo Vivarini.

SERIE B
Novellino: "Hellas favorito, che lotta fra Perugia, Bari, Cesena e Trapani"
26.08.2016 12.34 di Andrea Piras
Ai microfoni di Tuttosport, l'ex tecnico di Sampdoria, Napoli e Venzia Walter Novellino ha presentato il prossimo campionato di Serie B: "Sarà un campionato di grande livello, come quello dell'anno scorso. Mi auguro che venga dato sempre più spazio ai giovani che arrivano dal campionato Primavera, perchè dal mio punto di vista la Serie B deve essere un serbatoio di giovani. Le favorite? Se ne dovessi scegliere una, probabilmente punterei sul Verona, perchè può contare sui giocatori che sono riusciti a trattenere dalla Serie A. Anche Frosinone e Carpi hanno già un organico che conosce la categoria. Ma, dal mio punto di vista, la B è un campionato dove la qualità serve, però ci devono essere anche carattere e voglia. Sono tante le squadre che possono fare bene. Penso al Perugia, al Bari, al Cesena, al Trapani. Sarà una bella lotta tra di loro".

SERIE B
Gazzetta dello Sport: "Verona? Sì, ma non solo. In tanti si giocano la A"
26.08.2016 10.12 di Andrea Piras
Il campionato cadetto scalda i motori. Al "Picco" de La Spezia questa sera gli aquilotti di Di Carlo ospiteranno la Salernitana. L'edizione odierna della Gazzetta dello Sport dedica uno speciale alla Serie B. Questo il titolo in primo piano: "Verona? Sì, ma non solo. In tanti si giocano la". Gli scaligeri ovviamente sono i favoriti, ma Bari e Spezia possono dire la loro, in attesa magari di una sorpresa.

SERIE B
Tuttosport: "Mozzafiato. Via alla B: sarà show"
26.08.2016 10.09 di Andrea Piras
Spezia e Salernitana daranno il via alla Serie B 2016-2017 questa sera. L'edizione odierna di Tuttosport dedica il titolo al campionato cadetto: "Mozzafiato. Via alla B: sarà show". Fra le favorite le tre retrocesse dalla Serie A Verona, Carpi e Frosinone.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Serie B / Hellas Verona-Latina: numeri e curiosità
27/AGOSTO/2016 - 14:40
Verona - Scopri i numeri, le statistiche e le curiosità fornite da Opta Sports di Hellas Verona-Latina, 1a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 27 agosto (ore 20.30) allo stadio 'Bentegodi'.

Hellas Verona e Latina si affrontano in Serie B per la prima volta nella loro storia
Il Verona ha vinto all'esordio in Serie B una sola volta nelle ultime sette partecipazioni
Il Latina invece in tre partecipazioni, è in perfetto equilibrio con una vittoria, un pareggio e una sconfitta all'esordio in cadetteria
Eros Pisano si presenta al nuovo campionato da difensore più prolifico (5 reti) nella scorsa stagione di Serie A

#VeronaLatina: 21 convocati
27/AGOSTO/2016 - 12:25
Verona – Sono 21 i convocati da mister Pecchia per la sfida Hellas Verona-Latina, 1a gara di Serie B ConTe.it 2016/17, in programma sabato 27 agosto allo stadio 'Bentegodi' (ore 20.30). L'elenco è stato diramato al termine della rifinitura, in cui la squadra ha svolto risveglio muscolare, riscaldamento e calci piazzati.

#VERONALATINA
CONVOCATI

Portieri
12. Coppola
1. Nicolas

Difensori
4. Bianchetti
30. Caracciolo
5. Helander
3. Pisano
18. Souprayen

Centrocampisti
24. Bessa
8. Fossati
19. Greco
2. Romulo
7. Viviani
20. Zaccagni
14. Zuculini

Attaccanti
25. Cappelluzzo
23. Fares
9. Ganz
21. Gomez Taleb
10. Luppi
11. Pazzini
26. Siligardi

#VeronaLatina: spazio alla solidarietà e a Elia Viviani
26/AGOSTO/2016 - 20:10

Verona - Tante le iniziative che accompagneranno i gialloblù nella prima giornata del campionato Serie B ConTe.it 2016/17. Innanzitutto, spazio alla solidarietà verso le popolazioni colpite dal terremoto: i bambini che accompagneranno in campo i calciatori, indosseranno una speciale maglietta bianca con la scritta 'Uniti non si trema / dona ora 45500' (Nella foto la squadra indossa la T-Shirt) per sensibilizzare alla donazione. Maglietta che sarà poi autografata da tutti i calciatori gialloblù e messa in vendita all'Hellas Store per le popolazioni colpite dal sisma. Si ricorda che per ogni spettatore presente al Bentegodi in occasione di Verona-Latina, l'Hellas Verona devolverà 1 euro al Dipartimento della Protezione Civile. Prima del calcio d'inizio verrà anche osservato un minuto di silenzio e si giocherà con il lutto al braccio per ricordare le vittime del terremoto.

Nel pre partita, spazio anche per un veronese d'oro: Elia Viviani, medaglia d'oro nell'omnium di ciclismo su pista ai Giochi di Rio, verrà premiato a bordo campo dal Presidente Maurizio Setti e Luca Toni con un riconoscimento speciale. Ad assistere all'esordio del Verona in Serie B ci saranno anche gli oltre 200 bambini che hanno partecipato agli Hellas Summer Camp, che saluteranno l'inizio della stagione sventolando altrettante bandierine gialloblù.

APERTURA CANCELLI E RITIRO ACCREDITI
In occasione della gara Hellas Verona-Latina, 1a giornata del campionato Serie B ConTe.it 2016/17 in programma sabato 27 agosto (ore 20.30), si comunica che i cancelli dello stadio 'Bentegodi' apriranno alle ore 19.

Il box dedicato agli accrediti è quello adiacente all'ingresso autorità (canc. 27) e aprirà alle ore 18.30, si ricorda che per il ritiro è necessario mostrare un documento d'identità.

Il box 'accrediti stampa', adiacente al cancello 25, è quello dedicato agli organi d'informazione. I fotografi, invece, ritireranno il prorpio accredito ed entreranno dal cancello 16.

Entrambi i box apriranno alle ore 19 e chiuderanno alle 21.

Pecchia: «Partire alla grande in un Bentegodi pieno»
26/AGOSTO/2016 - 14:30
Verona - Segui sulla pagina Facebook ufficiale dell'Hellas Verona FC la conferenza stampa dell'allenatore gialloblù Fabio Pecchia alla vigilia di Hellas Verona-Latina, 1a giornata della Serie B 2016/17.


LA MENTALITA’ DEL VERONA
«C’è grande emozione, ma vogliamo partire bene. Quando sento che abbiamo un calendario facile mi viene da sorridere perché le partite vanno giocate. Poi, a fine gara, si può dire se è stata una partita semplice. Al mercato non penso, sono energie sprecate, va tutto indirizzato sulla gara di domani. Dobbiamo pensare alla gara in modo positivo, sapendo che ogni partita può nascondere insidie, ma entusiasti di affrontarla, con grandissima voglia di vincere. L’ideale sarebbe avere sia corsa che qualità, dando un segnale di crescita rispetto alle partite precedenti, da tutti i punti di vista. Durante l’anno continuerò ad alzare l’asticella di partita in partita dal punto di vista fisico e caratteriale, se vogliamo di più dobbiamo fare di più. Solo il lavoro quotidiano può darci risultati, per il resto dobbiamo isolarci e pensare alla gara».

IL LATINA DI VIVARINI
«Del Latina conosco l’allenatore Vivarini e di lui ho grandissimo rispetto, la sua è una squadra organizzata, con dei valori, ma noi abbiamo in mente solo i tre punti, senza pensare ad altre cose. E’ una squadra lavorata, con un modo particolare di giocare, senza alcun tipo di timore. Chiaramente viene a Verona pensando di fare la propria partita, ma noi dobbiamo pensare che li abbiamo studiati, che la squadra è pronta. Dobbiamo tirare dalla nostra parte i tifosi con la passione e l’atteggiamento giusto. Ne abbiamo bisogno, ma quello che diamo al pubblico, il pubblico ci darà. Il Latina ha già anni di Serie B alle spalle, ha calciatori importanti e l’esperienza giusta: è una squadra da prendere con le molle. Il mio esonero quattro anni fa? E’ acqua passata, penso al presente che è il Verona».

COME ARRIVIAMO ALLA GARA
«Non ho ancora in mente gli undici titolari, avremo la rifinitura e deciderò. Ho dubbi ma sono positivi, perché la squadra è al completo e abbiamo recuperato tanti calciatori, con livelli diversi. Siligardi, Souprayen e Viviani sono tornati in gruppo, tutte valutazioni che ho fatto durante la settimana. Chiaramente hanno qualcosa in meno rispetto ad altri, ma hanno lavorato quasi a pieno regime. Sono sereno perché chi scenderà in campo sono sicuro avrà il giusto atteggiamento dal primo all’ultimo minuto. Io devo utilizzare al massimo le risorse che ho a disposizione. Faccio valutazioni sia sulla gara che sulle sostituzioni da fare nella stessa. Se ci sarà da cambiare, lo farò senza paura. Bessa? Tutto è possibile, viene da una preparazione fatta con l’Inter, è in buone condizioni».

#UNITINONSITREMA
«Sul terremoto ho solo grande tristezza e poche parole. Bisogna stare vicini alle popolazioni, bellissima la campagna #UnitiNonSiTrema, in questa partita ci sarà un motivo in più per sperare che il Bentegodi sia pieno. Sono sicuro che i veronesi parteciperanno in massa a questa iniziativa. La mia terra è molto vicino ai luoghi del disastro, per questo il mio coinvolgimento emotivo è grande».

Peschiera: seduta mattino
26/AGOSTO/2016 - 12:20
Verona - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera del Garda. La squadra, agli ordini dell'allentore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, lavoro di rapidità, esercitazioni tattiche e partita.

Sabato 27 agosto in programma una seduta mattutina a porte chiuse, prima dell'esordio in campionato al 'Bentegodi' contro il Latina (ore 20.30).

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Sabato 27 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse e Hellas Verona-Latina (ore 20.30)
Domenica 28 agosto: allenamento mattutino (ore 10)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per le eventuali variazioni si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Bessa: «Grazie Verona per questa occasione, ti ripagherò»
25/AGOSTO/2016 - 16:05
Verona - Segui sulla pagina ufficiale di Facebook dell'Hellas Verona FC la conferenza stampa di presentazione del centrocampista Daniel Bessa (nella foto insieme ad Alessandro Di Benedetto, amministratore di ChanceBet). Il calciatore ha scelto il numero 24.


VERONA, MI PRESENTO
«Le prime impressioni in vista del campionato? Sono arrivato a Verona tardi rispetto a come volevo, ma ora sono qui. Il campionato inizia sabato, ci sono buoni presupposti e il gruppo mi piace, speriamo di iniziare bene. Come mi sento? Molto bene di testa e anche di fisico bene perché mi sono preparato dal primo giorni di ritiro con l’Inter. Voglio conoscere ancora di più i compagni ma nel complesso sono soddisfatto. Le mie caratteristiche? Mi piace giocare la palla, credo di essere abbastanza tecnico e di avere una buona visione del gioco, mi sono adatto in virtù delle difficoltà e ora mi ritrovo a saper fare abbastanza bene tutti i ruoli del centrocampo. Quale preferisco? Mezzala sinistra, è il ruolo che ho ricoperto più spesso e in cui mi sento più a mio agio. Come sono passato da mezza punta a mezzala? E’ stata una scelta ragionata, perché non ci sono molte squadre che giocano con il trequartista, desideravo diventare più utile a squadra e compagni. Io in competizione con Viviani? La scelta del regista spetta al mister, apprezzo molto Federico, che è un calciatore molto forte. Sono reduce da un’annata positiva a livello personale al Como, con Ganz abbiamo fatto belle giocate, spero di dare una mano. Cosa auguro a Simone Andrea? Di arrivare almeno a 16 gol, come l’anno scorso. Gli allenamenti? Pecchia mi ha provato a centrocampo, sia da mezzala sinistra che destra, il mister ci ruota molto e in questo momento sto cercando di capire i meccanismi della squadra e di tutti i ruoli. L’approccio aggressivo alla partita? E’ un modo che mi piace, speriamo che i risultati ci diano ragione, mi trovo bene negli allenamenti».

TRA PRESENTE E FUTURO
«Se Verona sarà il mio trampolino di lancio? Dopo le NextGen Series del 2012 ho avuto un infortunio e questo mi ha penalizzato, pian piano ho ritrovato fiducia e continuità. Io un predestinato? No, non sento nessuna pressione, però voglio sempre di più, spero di stare qui il più tempo possibile. Voglio ringraziare la Società che mi ha fortemente voluto, non solo a chiacchere ma anche a fatti, questo mi dà molta carica e cercherò di ripagare sul campo. I miei pensieri sono tutti per il Verona , qua voglio costruire il mio futuro e il mio presente».

LA SERIE B
«Conosco la Serie B, negli ultimi due anni ho vinto i play off con il Bologna e poi mi sono ritrovato laggiù con il Como: è un campionato duro e difficile, ogni partita è una battaglia, ma se si affronta ogni partita con la giusta cattiveria allora ci si può togliere tante soddisfazioni. Se sarà il Verona di Bessa? No, sarà quello del mister, dei tifosi, di tutti quanti. Solo così potremmo raggiungere il nostro obiettivo. Abbiamo bisogno di tutti, sarà il Verona del Verona».

GLI ESORDI
«I primi passi con l’Inter? Ero molto giovane quando l’Inter mi ha notato, ho accettato la proposta dei nerazzurri e sono praticamente cresciuto a Milano. Ringrazio l’Inter per quegli anni belli e per tutto ciò che hanno fatto per me, ho sempre desiderato di giocare a pallone. Quando mi ha aiutato il calcetto? In Brasile ci giovavo spesso, è uno sport che pratico anche durante le vacanze. E’ bello e stimolante, ti aiuta a ragionare più velocemente e di conseguenza a giocare più rapido. I miei miti? Ronaldinho al Barcellona è stato qualcosa di speciale, ma mi piace molto anche Pirlo. Il più forte per me resta Ronaldo. Il rapporto con la famiglia? Sono molto legato a mia mamma, gli sono stato vicino quando è stata malata, ho un rapporto pazzesco anche se sono uscito di casa molto presto. La mia famiglia mi aiuta tanto, vivo qui a Verona con la ragazza ma verranno a trovarmi molto spesso».

Intervento chirurgico per Albertazzi
25/AGOSTO/2016 - 14:15

Albertazzi sorridente dopo l'operazione

Verona - L’Hellas Verona FC informa che il calciatore Michelangelo Albertazzi è stato sottoposto, a Bologna, ad intervento chirurgico di ricostruzione biologica del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. L’operazione, eseguita dal professor Marcacci con la presenza dello staff medico dell'Hellas Verona, è perfettamente riuscita. Il giocatore verrà dimesso nella giornata di sabato, con un percorso riabilitativo prestabilito. I tempi di recupero, comunque non inferiori ai cinque mesi, verranno valutati in base alla progressione biologico-clinica.

#UnitiNonSiTrema: Setti lancia l'iniziativa per il Centro Italia
25/AGOSTO/2016 - 12:25

Verona - Anche l'Hellas Verona scende in campo per dare un aiuto concreto alle persone colpite dal terremoto nel Centro Italia. Il Club ha infatti deciso di lanciare un'inziativa fortemente voluta dal Presidente Maurizio Setti, #UnitiNonSiTrema, per donare 1 euro al Dipartimento della Protezione Civile per ogni spettatore (abbonato o pagante) presente a Hellas Verona-Latina, in programma sabato 27 agosto alle 20.30. Questa è che la prima di una serie di iniziative, che Maurizio Setti ha voluto commentare al sito ufficiale del Club:
«Sono vicino alle persone colpite dal tremendo terremoto verificatosi l'altra notte nel Centro Italia. Ho vissuto in prima persona una tragedia simile e per questo ritengo molto importanti iniziative come quelle del Coordinamento Calcio Club Hellas Verona, che ha tempestivamente organizzato una raccolta di beni di prima necessità da portare dove c'è maggiore bisogno. Anche l'Hellas Verona vuole fare la sua parte, devolvendo 1 euro per ogni persona presente allo stadio in occasione di Verona-Latina. Quindi invito tutti i tifosi gialloblù a venire al Bentegodi non solo per sostenere l'Hellas, ma anche le popolazioni colpite dal sisma».

#UnitiNonSiTrema

COORDINAMENTO CALCIO CLUB HELLAS VERONA - IL COMUNICATO

Serie B: Daniele Minelli arbitrerà Hellas Verona-Latina
25/AGOSTO/2016 - 12:23
Verona - La Commissione Arbitri Nazionale Serie B ha indicato gli ufficiali di gara assegnati per Hellas Verona-Latina, 1a giornata del campionato Serie B ConTe.it in programma sabato 27 agosto (ore 20.30). Ad arbitrare la sfida sarà il sig. Daniele Minelli della sezione Aia di Varese, assistito nell'occasione dai sigg. Antonino Santoro (sez. Aia di Catania) e Christian Rossi (sez. Aia La Spezia). Quarto ufficiale di gara sarà il sig. Lorenzo Maggioni (sez. Aia Lecco).

Peschiera: seduta mattino
25/AGOSTO/2016 - 11:55
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera del Garda. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche, esercitazioni sui calci piazzati e partitella.

Per la giornata di venerdì 26 agosto, in programma una seduta mattutina a porte chiuse.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Venerdì 26 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse
Sabato 27 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse e Hellas Verona-Latina (ore 20.30)
Domenica 28 agosto: allenamento mattutino (ore 10)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per le eventuali variazioni si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Pisano: «Umiltà e carattere per iniziare bene»
24/AGOSTO/2016 - 20:15
Verona - Le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, Eros Pisano, rilasciate in esclusiva durante la trasmissione sportiva 'Fuorigioco', in onda su RadioVerona.

L'ESORDIO CON IL LATINA
«Abbiamo addosso gli occhi di tutti, delle altre squadre e anche dei nostri tifosi, dopo la retrocessione scorso anno. Per questo ci stiamo preparando bene e abbiamo dimostrato in TIM Cup che i meccanismi stanno entrando nella testa, e che abbiamo lavorato bene finora. L'emozione è tanta, ma dopo il fischio d'inizio sono sicuro che la testa si svuoterà e faremo sul serio, perché vogliamo partire forte. Qui a Verona, poi, c'è grande attaccamento, me ne sono accorto fin dal primo giorno, questa Curva fa venire la pelle d'oca. E' una piazza che ti fa sentire importante. Il Latina è una buona squadra, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi, fare la nostra gara ed avere la mentalità positiva che porta prestazioni e punti. Stiamo preparando tutti una grande battaglia, perché sarà così per tutto il campionato. Sabato si parte e dobbiamo farci trovare pronti, quello che vogliamo è risalire subito in Serie A. Sappiamo che è difficile, tutte le partite sono una lotta, specie con le altre cinque squadre che vogliono salire. Le due retrocesse hanno mantenuto la stessa squadra, il Bari ha fatto un bel mercato, lo Spezia e il Cesena ci provano da anni... Dovremo giocarcela con tutti, in casa e fuori casa, e i tifosi saranno il nostro uomo in più in questo campionato».

LA NUOVA ROSA DEL VERONA
«Siamo a buon punto, la società ha fatto un gran lavoro mantenendo l'ossatura e mettendo innesti giovani e bravi che già in TIM Cup hanno dimostrato il loro grande valore. Come dicevo, sarà importante iniziare bene. La società ha deciso anche di cambiare alcuni elementi, e sono contento perché i nuovi si sono ambientati subito, anche grazie a chi invece è rimasto. Mister Pecchia sta facendo un gran lavoro per prepararci a questa stagione durissima, dover vincere sempre per arrivare in alto mette indubbiamente un peso sulle spalle dei calciatori. Zuculini? E' il più matto, canta e suona. Ma non molla mai, lotta su tutti i palloni, dà la carica alla squadra e non si risparmia. Mi ha colpito molto Ganz, è un giovane che ha voglia di arrivare e diventare qualcuno».

PECCHIA E LA SQUADRA
«Pecchia oggi compie gli anni ma ci ha detto il regalo lo vuole sabato. Lui ha dal primo giorno ha dato massimo fiducia a tutti, vuole un rapporto umano prima di tutto, e lo sta avendo con grande rispetto dei ruoli. Vuole grande umiltà in questo periodo dell'anno. Anche Fusco è così, vuole rapporti sinceri. La difesa? E' presto per giudicarla, dovremo migliorare ma siamo già a buon punto e penso faremo bene perché è dalle buone difese che nascono le squadre vincenti. Movimenti di mercato dell'ultima settimana? E' difficile cambiare compagni in difesa, perché ci vuole intesa, ma questo finora non è successo, si va in campo per dare il meglio. Se tutti hanno voglia di vincere allora non importa da quanto si gioca assieme. L'unica scommessa che abbiamo fatto tra di noi è cercare di vincere ogni partita, magari facendo un buon calcio. Il mister ce lo chiede, ma non è facile in un campionato dove c'è grande fisicità. Il legame che si è creato con questi colori è forte, dovremo tutti faticare ma lo faremo perché abbiamo grande voglia di ritornare».

IL MIO FUTURO
«Rinnovo? Non ho fretta, qui sto bene, ne parleremo una volta finito il mercato. Dopo la retrocessione ho valutato qualche richiesta anche dall'estero, ma qui a Verona sto bene e ho deciso così, spero di riscattarmi qui perché la retrocessione ha fatto male anche a noi calciatori e c'è voglia di recuperare. Il mio ruolo? Potrei giocare a destra, ma può capitare di andare a sinistra ed è un po' diverso col piede debole, ma si cerca di limitare i danni. Quest'anno è importante per me, perché magari tanti pensano che Pisano sia un giocatore da Serie A, ma ora gioco in Serie B e devo tenere umiltà e mentalità giusta, così come tutti i miei compagni, per non perdere la testa in caso di un filotto di vittorie o situazioni simili. Dobbiamo trovare la responsabilità in ciascuno di noi, sul campo bisogna dare il massimo».

Peschiera: seduta mattino
24/AGOSTO/2016 - 12:30
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento tecnico, possesso palla, esercitazioni con tiri in porta ed esercitazioni tattiche.

Nella giornata di giovedì 25 agosto in programma una seduta mattutina a porte chiuse.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Giovedì 25 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse
Venerdì 26 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse
Sabato 27 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse e Hellas Verona-Latina (ore 20.30)
Domenica 28 agosto: allenamento mattutino (ore 10)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per le eventuali variazioni si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Nazionali: convocazioni per Helander, Stefanec e Tupta
24/AGOSTO/2016 - 10:35
Verona - Convocazione in Nazionale maggiore per Filip Helander. Il difensore gialloblù è stato chiamato dal c.t. Jan Andersson per Svezia-Olanda che verrà giocata martedì 6 settembre 2016 a Solna, gara valida per le qualificazioni dei Mondiali di Russia 2018. Filip raggiungerà il ritiro della Nazionale svedere lunedì 29 agosto e tornerà a Verona mercoledì 7 settembre.

Convocazione in nazionale anche per Simon Stefanec e Lubomir Tupta. I due calciatori dell'Hellas Verona, entrambi classe 1998, sono stati convocati dalla Slovacchia Under 19 dal 28 agosto al 1 settembre a Poprad per due incontri amichevoli contro i pari età della Svizzera, che si terranno martedì 30 agosto e giovedì 1 settembre.

Tanti auguri mister!
24/AGOSTO/2016 - 09:00
Tanti auguri mister!

La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra augurano buon compleanno a Fabio Pecchia.
L'allenatore gialloblù compie oggi 43 anni.

Peschiera: seduta pomeriggio, in gruppo Siligardi, Souprayen e Viviani
23/AGOSTO/2016 - 20:00
Verona - Allenamento pomeridiano per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso'. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla e partitella a campo ridotto.

Si sono allenati regolarmente con il gruppo Siligardi, Souprayen e Viviani.

La seduta mattutina in programma mercoledì 24 agosto sarà a porte chiuse.

PESCHIERA - PROGRAMMA ALLENAMENTI*

Mercoledì 24 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse
Giovedì 25 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse
Venerdì 26 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse
Sabato 27 agosto: allenamento mattutino (ore 10) a porte chiuse e Hellas Verona-Latina (ore 20.30)
Domenica 28 agosto: allenamento mattutino (ore 10)

*Gli orari degli allenamenti potrebbero subire variazioni a seconda delle esigenze dello staff tecnico. Per le eventuali variazioni si prega di consultare il report giornaliero su hellasverona.it

Fusco: «Mercato? Ultimi ritocchi per un Verona protagonista»
23/AGOSTO/2016 - 16:50

Verona - Le dichiarazioni del Direttore Sportivo Filippo Fusco, rilasciate a Sky Sport 24 margine della prima tappa del Road Show Sky, tenutasi nella Sala Arazzi del Comune di Verona.

«Nell'ultima settimana di mercato, di norma, si perde un po' di lucidità perché tutte le squadre hanno i propri obiettivi da conseguire. Io invece spero di restare lucido, c'è sempre spazio per migliorare e completare la rosa, oltre ad ascoltare le esigenze dei vari tesserati. Pazzini? E' il nostro capitano, che torna in B dopo tanti anni dopo aver vinto con l'Atalanta da giovane e speriamo si possa ripetere qui a Verona. Dà prestigio sia al Verona che all'intero campionato, quindi siamo doppiamente contenti. E' il nostro capitano, perché oltre che un grande calciatore è anche una persona di grandi valori. Serie B? E' come una maratona, molto lunga, c'è chi parte bene e finisce male, e viceversa. Bisogna quindi rimanere lucidi perché sono in tanti a puntare a un obiettivo che non tutti raggiungeranno. Occorre quindi creare il giusto spirito di squadra e di ambiente, che abbiamo creato e dobbiamo incrementare. Sorpresa del campionato? Potrebbe essere una delle neopromosse. Viviani? E' un calciatore del Verona, ambizioso e con richieste dalla Serie A. Con lui siamo stati chiari fin dall'inizio: per noi è un giocatore importante, poi naturalmente le aspirazioni di mercato valgono per tutti. Un calciatore su cui comunque abbiamo lavorato un mese e mezzo e che stimiamo. E' un ragazzo abbastanza giovane già protagonista ai massimi livelli, quindi speriamo di averlo con noi. Qui la base della squadra era già di alto livello, quindi abbiamo innestato qualche calciatore con lo spirito giusto. E' stato importante lavorare per un mese e mezzo con la squadra quasi pronta, ora in quest'ultima settimana ci potrà essere qualche ritocco in entrata e in uscita».

Pecchia: «Latina? Dobbiamo avere grande voglia di vincere»
23/AGOSTO/2016 - 16:15

Verona - Le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù, Fabio Pecchia, rilasciate a margine della prima tappa del Road Show Sky, tenutasi nella Sala Arazzi del Comune di Verona.

«Siamo agli sgoccioli, il ghiaccio lo abbiamo rotto in TIM Cup, ma il campionato è un'altra cosa: c'è emozione e voglia di iniziare. Possiamo affrontare la stagione in una buona condizione atletica. Il Latina è una squadra valida e organizzata, dobbiamo pensare a prenderci i tre punti in palio tenendo la testa sulla partita. L'importante, in questo momento dove le voci di mercato creano scompiglio, è restare concentrati. Dobbiamo convincerci di avere un gruppo valido per affrontare la gara e il campionato, perché la mia squadra deve avere una grandissima voglia di vincere. E' un esordio particolare per me, questo con il Latina, ma i tre punti in palio sono la cosa più importante. Pazzini? Deve fare quello che sa fare, ma deve essere supportato da tutta la squadra. Mercato? Le voci non mi interessano, io penso solo a preparare la prossima gara con tutti i calciatori che ho in rosa. La Serie B è un campionato veramente imprevedibile, c'è chi parte in sordina e poi arriva in alto, c'è chi fa un campionato di vertice dopo aver faticato l'anno precedente, ci sono le neopromosse che sono già abituate a vincere spesso azzeccano la stagione. Dalla nostra parte però avremo anche la nostra tifoseria, sempre presente».

Pazzini: «Serie B difficile, ma siamo carichi e lavoriamo bene»
23/AGOSTO/2016 - 16:05
Verona - Le dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Giampaolo Pazzini, rilasciate a Sky Sport 24 a margine della prima tappa del Road Show Sky, tenutasi nella Sala Arazzi del Comune di Verona.

«Io protagonista dell'Hellas? Lo spero e me lo auguro. Sappiamo che la B è un campionato difficile, stiamo lavorando bene e siamo carichi. Voglio di dare una mano alla squadra e speriamo di toglierci delle soddisfazioni. La scorsa annata è stata brutta, abbiamo cercato di cancellarla. Se lo meritano tifosi, piazza e la società. Sono motivato per questa nuova sfida. Il clima degli allenamenti? Stiamo lavorando bene e tanto, si è creato un bell'entusiasmo. I presupposti per fare una bella stagione ci sono. Ho voglia di far bene, di dimostrare e di ripartire dopo un'annata non buona».

Road Show Sky: Verona protagonista a Palazzo Barbieri
23/AGOSTO/2016 - 16:00
Verona - E' andata in scena nella Sala Arazzi di Palazzo Barbieri la prima tappa del Road Show Sky, l'itinerario della nota tivù satellitare attraverso le città delle squadre di Serie B. A partire da Verona e dal Verona, presente con una delegazione formata dal Direttore Sportivo Filippo Fusco, dall'allenatore Fabio Pecchia e dal capitano Giampaolo Pazzini.

Tante le personalità, come i giornalisti Ilenia Moracci, Diletta Leotta e Gianluca Di Marzio, oltre all'Executive Vice President Sky Sport e Sky Media Jacques Raynaud e al Direttore Marketing della Lega B Giovanni Zurleni. Per il Comune di Verona, presenti il sindaco Flavio Tosi e l'assessore allo sport Alberto Bozza.

Proprio Raynaud ha voluto portare il punto di vista di Sky Sport, dichiarando che: «La Serie B, per Sky, è un appuntamento molto importante, con il Verona che reciterà un ruolo da protagonista». Diletta Leotta ha invece indicato «Giampaolo Pazzini come calciatore fondamentale non solo per il Verona, ma per tutto il campionato, per la sua carriera ad alti livelli». Aggiunge l'esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio: «Il Verona è una squadra forte, che è stata molto attiva sul mercato in queste settimane. Potrebbe ancora cambiare qualcosa in difesa, ma Pazzini e Viviani saranno fondamentali». L'idea di Fabio Pecchia sulla sua squadra, invece, è molto chiara: «Cristiano Ronaldo e Bale? Adesso alleno il Verona e non cambierei i miei calciatori con nessuno al mondo».

Peschiera: seduta mattino
23/AGOSTO/2016 - 12:50
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, lavoro atletico e circuiti di forza in palestra.

Oggi pomeriggio è in programma un'altra seduta a porte aperte (17.30).

HV24 - 22 agosto 2016
22/AGOSTO/2016 - 23:15

Verona - Torna l'appuntamento con HV24, la finestra sul mondo dell'Hellas Verona. Si ricomincia dal test match vinto contro il Legnago, vinto 4-2 grazie alla tripletta di Torregrossa e con gli esordi in gialloblù di Caracciolo e Bessa, rivissuto attraverso gli highlights e le parole di Pierluigi Cappelluzzo e Mattia Zaccagni. Questo e molto altro, con le news dal Settore Giovanile e gli appuntamenti che accompagneranno i gialloblù all'esordio in campionato contro il Latina, in programma sabato 27 agosto (ore 20.30) allo stadio 'Bentegodi'.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: ...E CAMPANHARO esordirà nei preliminari di Champions League coi bulgari del LUDOGORETS! Manca solo l'ufficialità per CARROZZA al NARDÒ in Serie D. Nicola CIOTOLA torna alla CASERTANA in Lega Pro.

SORTEGGI CHAMPIONS LEAGUE: La JUVE con SIVIGLIA, OLIMPIQUE LIONE e DINAMO ZAGABRIA, il NAPOLI con BENFICA, DINANMO KIEV e BESIKTAS...

PARAOLIMPIADI, La Federazione Russa furiosa per l'esclusione di tutta la squadra atletica causa doping (ma se la stessa decisione era stata presa per gli atleti normodotati non si capisce perchè per gli altri il doping di stato doveva essere in qualche modo 'tollerato')

RIO 2016 SI CONCLUDE, 28 medaglie per l'Italia che chiude con l'argento nella pallavolo ed il bronzo nella lotta libera...

Rio 2016, russi esclusi dalle Paralimpiadi
Mosca furiosa: "Colpo ai disabili di tutto il mondo"


di Redazione Sport
La storia del doping russo è un cocktail «disgustoso» in cui «l'80% è dato da ragioni politiche» e il «20% dal doping» vero e proprio, una strategia contro lo sport russo, gli atleti russi e la Russia come Stato. Così il premier Dmitri Medvedev sulla sua pagina Facebook. L'esclusione degli atleti paralimpici dai Giochi di Rio «è un colpo a tutti i disabili, non solo quelli russi» ed è motivato «dal desiderio di alcuni alti funzionari del movimento Paralimpico di eliminare forti avversari».

Rio 2016, grande festa di chiusura al Maracanà. 28 medaglie per l'Italia, Usa oro nel basket

Una cerimonia di chiusura in grande stile, che non poteva non essere ispirata al Carnevale, per le Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Nella cornice del Maracanà, il Brasile ha così potuto festeggiare non solo la fine dei Giochi, ma anche le ultime medaglie d'oro conquistate, tra cui quella nel volley, a spese dell'Italia.

FONTE: Leggo.it


Champions League, i sorteggi: la Juventus con il Siviglia, il Napoli pesca il Benfica
Nel gruppo dei bianconeri anche il Lione e Dinamo Zagabria, per gli azzurri la Dinamo Kiev e il Besiktas


FONTE: CorriereDelloSport.it


LEGA PRO
UFFICIALE: Casertana, preso l'esterno offensivo Ciotola
22.08.2016 18.36 di Daniel Uccellieri
Fonte: casertanafc.it
La Casertana F.C. comunica di aver ingaggiato il calciatore Nicola Ciotola. Esterno offensivo nato a Benevento il 28 marzo 1984, per lui si tratta di un ritorno in rossoblu dopo la parentesi dello scorso anno terminata nel gennaio 2016 con il trasferimento al Martina Franca. La carriera di Ciotola è costellata di maglie importanti come quelle di Pisa, Avellino, Hellas Verona, Taranto, Juve Stabia, Como. "Sono molto felice di essere tornato - ha commentato Ciotola al momento della firma - Ritrovo molti miei compagni con cui sono rimasto in ottimi rapporti. Sono molto motivato e non vedo l'ora di cominciare questo campionato. Fisicamente mi sento molto bene e spero di dare il mio contributo con massima umiltà e dedizione. Mi metto a disposizione del mister e dei miei compagni con massimo sacrificio. Spero che tutti insieme riusciremo a raggiungere traguardi importanti".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


NEWS
Ex Verona, Campanharo in Champions col Ludogorets
Il centrocampista con la formazione bulgara accede alla fase a gironi

di Redazione Hellas1903, 24/08/2016, 08:46

Al Verona nella stagione 2014-2015, poi passato ai francesi dell’Evian, Gustavo Campanharo ora gioca in Bulgaria con il Ludogorets.
Tra qualche settimana il giocatore brasiliano potrà debuttare nella fase a gironi di Champions League.
Il Ludogorets, infatti, ha superato i turni eliminatori. Ieri ha pareggiato per 2-2 con il Viktoria Plzen e ha conquistato il biglietto per i gruppi.

Nel finale di gara è entrato anche Campanharo, che ora avrà la chance di sfidare i grandi d’Europa.

FONTE: Hellas1903.it


NARDÒ – Colpo grosso: l’ex Lecce Carrozza in arrivo? Fissata la presentazione ufficiale
Carrozza Caputo Foto: A. Carrozza (@M. Caputo)

mar. 23-Ago-2016 09:30
Non solo Drissa Diarra, per il quale manca solo l’ufficialità, un altro ex Lecce potrebbe presto accasarsi a Nardò. Si tratta di Alessandro Carrozza, che nelle ultime ore ha rescisso consensualmente il rapporto col club giallorosso. Gallipolino doc e cresciuto nel settore giovanile del Gallipoli, Carrozza, nonostante i 34 anni, rappresenterebbe un lusso per la Serie D. In carriera, per l’esterno offensivo, tanto professionismo con le esperienze in A con l’Atalanta, in B con Pisa, Hellas Verona, Spezia e Varese, in C con Gallipoli, Taranto, Juve Stabia e, appunto, Lecce.

Intanto, il club del presidente Maurizio Fanuli ha fatto sapere che per “giovedì 25 agosto, alle ore 21.00, l’Acd Nardò si presenterà ai suoi tifosi. Il tutto nello splendido scenario di piazza Salandra. Un abbraccio a tinte granata per iniziare insieme una stagione di sport e di passione totalmente dipendenti”.

FONTE: SalentoSport.net

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento Caracciolo


Wallpapers gallery