Le schede di B/=\S: NICOLAS David Andrade

Pubblicato da andrea smarso sabato 6 agosto 2016 16:28, vedi , , , , , , , , | Nessun commento

Nato a/il:Colorado do Oeste (BRA) il 12/04/1988
Nazionalità:Brasiliana
Contratto:Definitivo fino a Giugno 2020
Ruolo:Portiere
Altezza:190 Cm
Peso:85 Kg
Posizione:
CARRIERA DA GIOCATORE +   -   =
 SquadraStagioneSeriePartiteGoal Sub. 
Hellas Verona2017 - 2018A36 (+1CI)-71 (-1) 
Hellas Verona2016 - 2017B42 (+2CI)-37 (-2) 
Trapani2015 - 2016B40 (+2PO +2CI)-47 (0 -1) 
Virtus Lanciano2014 - 2015B35-40 
Hellas Verona2013 - 2014A1-5 
Hellas Verona2012 - 2013B2-3 
Hellas Verona2011 - 2012B0 (+1CI)0 (0) 
Hellas VeronaGen. 2011 - 2011LP100 
AnapolinaGen. 2010 - Lug. 2010CBSD-- 
TombenseAgo. 2009 - Dic. 2009CBSD-- 
Villa Nova AtléticoFeb. 2009 - Mag. 2009CBSD-- 
Atlético MineiroSet. 2008 - Feb. 2009CBSA-- 
Regatas BrasilGen. 2008 - Set. 2008CBSB-- 
Atlético MineiroNov. 2006 - Gen. 2008CBSA-- 
Giovanili Atlético Mineiro BFino a Nov. 2006--- 
LEGENDA: CBSB=Campeonato Brasileiro Série B (Serie B Brasiliana), CBSA=Campeonato Brasileiro Série A (Serie A Brasiliana), Campeonato Brasileiro Série D (Serie D Brasiliana), LP1= Lega Pro Prima Divisione, CI= Coppa Italia, PO=Playoff

NEWS E CURIOSITÀ +   -   = 6 Agosto 2016
Quanto è cresciuto il ragazzo arrivato a Verona dalla sconosciuta Colorado do Oeste (stato di Rondônia, poco distante dal confine con la Bolivia) poco più che 22enne!
Maturato all'ombra di RAFAEL del quale si avvia a prendere il posto lasciato ufficialmente dal connazionale a Luglio scorso (dopo 314 presenze!).
Ed effettivamente sarebbe impossibile parlare di NICOLAS senza accostarlo a quello che è stato per otto stagioni e mezza l'estremo difensore dei gialloblù e che da Gennaio 2011 a Luglio 2014 ha rappresentato punto di riferimento e confronto per lo spaesato David catapultato nel calcio italiano dall'Associação Atlética Anapolina: DE ANDRADE ha rappresentato per il prossimo primo portiere scaligero un punto di riferimento e di arrivo oltre che un collega, un amico ed un esempio da seguire sino al 2014 quando la società di Via Belgio ha deciso di continuare a credere nelle qualità di NICOLAS e mandarlo a 'proseguire gli studi' al LANCIANO ed a laurearsi come uno dei portieri più valenti della cadetteria con il TRAPANI nella stagione successiva.
Ora l'HELLAS si trova tra le mani un 28enne con ampi margini di crescita che tra i pali saprà fornire le necessarie garanzie.


DAL BRASILE CON TANTE SPERANZE...
L'allora diesse Mauro GIBELLINI preleva il classe '88 dall'Associação Atlética Anapolina (in prestito dall'Atlético Mineiro società con la quale era cresciuto e poi stato girato in serie minori brasiliane) a Gennaio 2011 e per 3 stagioni e mezza il ragazzo matura all'ombra del connazionale RAFAEL dal quale impara i segreti del mestiere e li applica con profitto alla prima stagione da protagonista in Serie B alla VIRTUS LANCIANO nel 2014-15.
Nella stagione seguente COSMI lo vuole al TRAPANI insieme a TORREGROSSA ma mentre l'attaccante siciliano rappresenta una seconda scelta dei granata, il portiere brasiliano è uno su cui mister punta forte sin dall'inizio e David lo ripaga alla grande con prestazioni di rilievo che contribuiscono a trascinare la squadra ai playoff.
Questa, dopo essere stato controriscattato dall'HELLAS, dovrà essere la stagione della verità per NICOLAS!

Qui trovate la pagina Facebook ufficiale del calciatore mentre questa è un'altra (non so quanto attuale).

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


ANEDDOTI & ALTRO DA RICORDARE +   -   =

Nicolas Andrade
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nicolas David Andrade Meglio conosciuto come Nicolas (Colorado do Oeste, 12 aprile 1988) è un calciatore brasiliano, portiere del Verona.

Carriera
Prelevato dal Verona nella stagione 2010-2011 ha ricoperto il ruolo di riserva per quattro stagioni, ottenendo due promozioni. Nella stagione 2014-2015 è stato ceduto in prestito in serie B alla Virtus Lanciano dove ha giocato da titolare. Nel luglio 2015, dopo aver rinnovato con il Verona, passa al Trapani in prestito con diritto di riscatto e controriscatto a favore degli scaligeri.
Nell'estate 2016 fa ritorno al Verona trovando un posto da titolare durante la stagione 2016-2017 e ottenendo a fine campionato la promozione in Serie A con il club scaligero. Tuttavia viene confermato come portiere titolare anche in massima serie, per la stagione 2017-2018.

Nícolas Andrade
From Wikipedia, the free encyclopedia

Nícolas David Andrade known as Nícolas (born 12 April 1988) is a Brazilian professional footballer who plays as a goalkeeper for Hellas Verona.

FONTE: Wikipedia.org


STAGIONE 2017-18 +   -   =
Futuro da definire per il portiere Nicolas
giugno 18, 2018

L’agente dell’estremo difensore brasiliano, João Santos, sotto contratto con l’Hellas Verona sino al 30 giugno 2020, ha parlato del suo assistito con Tony D’Amico. Le parti si sono date appuntamento tra una settimana. Nei prossimi giorni infatti il procuratore si recherà in Inghilterra per definire il trasferimento di Jorginho al Manchester City. Ad ora per Nicolas non sono giunte richieste.

Nicolas in uscita
giugno 13, 2018

Il portiere dell’Hellas Verona, Nicolas David Andrade, in scadenza di contratto col club gialloblù il 30 giugno 2020, può cambiare casacca. Nei prossimi giorni l’agente dell’estremo difensore scaligero, João Santos, parlerà con la dirigenza veronese per trovare una soluzione.

FONTE: HellasLive.it


20.05.2018
«Nessun problema a restare anche in B»
Nicolas impegnato nella sfida contro la Juve

Almeno lui, in mezzo ad una stagione da incubo, ha provato a chiudere con un guizzo. Nicolas non ha certo rovinato la festa alla Juve, ma a Lichtsteiner di sicuro sì. Tiro dal dischetto respinto allo svizzero che sperava di chiudere la sua avventura in maglia bianconera con un gol e onore salvato. «È vero, ho respinto un rigore, ma ormai non contava più niente», abbassa la testa a fine partita il portiere del Verona che esce sconfitto anche dall’Allianz Stadium. «Bello a livello personale, niente di più. Ho guardato i suoi movimenti, come prendeva la rincorsa, ed ho anche avuto un po’ di fortuna. Non ho neanche visto se, poi, Lichtsteiner mi ha lanciato un’occhiataccia. Anche se fosse, è lo stesso». Poco prima, l’addio al calcio italiano di Buffon e l’applauso. «Purtroppo non sono riuscito a vederlo finita la partita», racconta il brasiliano. «Avrei voluto abbracciarlo e fargli un grande in bocca al lupo. È stato uno dei miei modelli, un idolo».

Nonostante tutto, Nicolas non riesce a darsi pace. Troppo brutto il campionato del Verona, troppe occasioni perse e troppo rammarico per provare a guardare i lati positivi. «Potevamo affrontare in modo diverso le partite che contavano veramente. Ci è mancata la mentalità giusta. Quando non sei sereno di testa, la paghi sempre. Le qualità ce le abbiamo sempre avute, è dal punto di vista psicologico che siamo venuti meno». Una carenza che neppure Pecchia è riuscito a colmare, uno dei tanti errori che hanno segnato il destino dell’Hellas. «Non ci ha detto niente negli spogliatoi. Del resto, che doveva dirci?», si domanda Nicolas. «Il suo futuro lo deciderà la società. Certo, tutti dobbiamo assumerci le nostre colpe. Io, per primo».

E, la società, deciderà anche il futuro del numero uno brasiliano che ha altri due anni di contratto e potrebbe essere uomo mercato. «Non avrei nessun problema a ripartire dalla Serie B. Sono a Verona da sette anni, è la città dove abito e dove ho gli amici. Per me, riportare l’Hellas a grandi livelli, sarebbe un onore. Certo, se il club avesse bisogno di cedermi per far cassa, farei quel che serve. Se un club non mi vuole, è inutile stare ad impuntarsi. Io, comunque, a Verona ci voglio restare». Questioni da affrontare nelle prossime settimane quando, la società, dovrà scegliere ds e guida tecnica. Da quel momento, capiremo se sarà rifondazione o meno. «L’importante è non mollare», chiude Nicolas. «Ho avuto tanti momenti difficili nella mia carriera, ma si deve sempre ripartire. Focalizzarsi sull’obiettivo. Poi, se sarà rivoluzione tecnica o meno, vedremo. Di sicuro, va il mio ringraziamento ai compagni perché è stata dura, ma se non ci fossero stati loro, lo sarebbe stata ancor di più».
Davide Cailotto

FONTE: LArena.it


João Santos: “Nicolas vuole rimanere a Verona”
maggio 22, 2018

“Sto aspettando di capire chi sarà il nuovo direttore sportivo per poter poi parlare con l’Hellas Verona del mio assistito, il cui contratto scade nel 2020. La volontà del ragazzo è quella di rimanere a Verona – ha dichiarato l’agente del portiere gialloblù, Joao Santos, a Hellas Live – Nonostante la retrocessione, Nicolas ha fatto bene quest’anno. Offerte per lui? Ad ora non ne ho ricevute”.

FONTE: HellasLive.it


NICOLAS: «ABBIAMO SBAGLIATO, SIAMO COLPEVOLI»
19/MAGGIO/2018 - 18:20
Torino - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Juventus-Hellas Verona, 38a giornata della Serie A TIM 2017/18.

«C'è tanto rammarico per questa stagione, sappiamo tutti che avremmo potuto fare meglio, soprattutto nelle partite più importanti. Le qualità ce le abbiamo, ma probabilmente è stato un problema di mentalità, nessuno di noi è esente da colpe. Dobbiamo dimenticare quest'anno e prepararci al meglio per la prossima stagione, ripartendo con lo spirito di chi non vuole arrendersi mai. Il rigore? E' sempre bello pararlo, ma oggi purtroppo non serviva a niente. Buffon? E' stato uno dei miei esempi, per me sarà sempre un idolo. Gli faccio un grosso in bocca al lupo e gli auguro il meglio. Il mio futuro? Sarei pronto a ripartire dalla Serie B con il Verona, sono in questa città da tanti anni, ma sono a completa disposizione della società».

FONTE: HellasVerona.it


Serie A, Nicolas il più presente tra i gialloblù
aprile 26, 2018

È il portiere Nicolas il più presente dell’Hellas Verona di Fabio Pecchia. Il portiere gialloblù ha giocato 33 partite su 34 in campionato, per un totale di 2970’. Il secondo più impiegato è Romulo, con 33 gettoni e 2812’, jolly Italo-brasiliano che risulta il più presente contando anche la coppa Italia. Terzo posto per il difensore Antonio Caracciolo con 29 presenze per un totale di 2540’ giocati. Dopo trentaquattro giornate di campionato, scende a dieci il numero dei giocatori sempre in campo e mai sostituiti nel massimo campionato italiano. Tra questi, solo due di movimento, entrambi difensori: Milan Skriniar dell’Inter e Francesco Acerbi del Sassuolo.

FONTE: HellasLive.it


NICOLAS: «GIUSTO METTERCI LA FACCIA, FINCHÉ C'È SPERANZA ABBIAMO IL DOVERE DI PROVARCI»
18/APRILE/2018 - 23:30
Verona - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas al termine di Hellas Verona-Sassuolo, 33a giornata della Serie A TIM 2017/18.

«Questa sera volevo assumermi delle responsabilità e metterci la faccia, sono consapevole che il mio ruolo in campo è molto delicato e quando un portiere sbaglia è quasi sempre un errore decisivo. Potevo fare di più sull’azione del gol, senza dubbio. Squadra? Siamo stati tutti sotto tono, dovevamo spingere di più e metterci cuore. Salvezza? Finché c’è la speranza è giusto puntare all’obiettivo dando tutto quello che abbiamo dentro, anche in quei campi dove sappiamo già sarà difficile strappare punti, ma dobbiamo provarci»

BUON COMPLEANNO NICOLAS
12/APRILE/2018 - 00:01
Tanti auguri Nicolas!
La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra
augurano buon compleanno a Nicolas.
Il portiere gialloblù compie oggi 30 anni.

NICOLAS: «VITTORIA DEL GRUPPO. FUSCO? SAREBBE BELLO VEDERLO TORNARE INDIETRO»
08/APRILE/2018 - 17:30
Verona - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, al termine di Hellas Verona-Cagliari, 31a giornata della Serie A TIM 2017/18.

«È stata una partita molto sofferta, sapevamo di dover portare a casa una vittoria e lo abbiamo fatto tutti insieme da squadra vera nonostante la bruttissima partita di Benevento e i punti persi. Sono contento che le mie parate abbiano dato una mano, soprattutto negli ultimi momenti della gara. Una prestazione e una vittoria che dedico ai miei compagni, sarà una lotta fino alla fine. Post Benevento? È arrivato un cambio di mentalità, dentro di noi è scattato qualcosa dopo le parole del direttore sportivo, ora dobbiamo soltanto pensare a vincere anche con risultati e prestazioni come quelle di oggi. Fusco? Personalmente è dispiaciuto tanto, non si è mai sottratto al confronto e ci ha sempre messo la faccia soprattutto nei momenti peggiori. Tutti gli vogliamo ancora bene e sarebbe bello vederlo ritornare. La decisione di Fusco ci ha toccato tutti e ci siamo resi conto che stavamo facendo male. Mi è dispiaciuto tanto e volevo rivederlo a Verona. Tifosi? Capisco la contestazione perché la nostra è una squadra con una grande storia, in questo momento voglio concentrarmi solo sul risultato, il confronto con loro è anche su questo. Chiedo di non mollare per darci una mano. Salvezza? La classifca parla chiaro, siamo ad un passo dalla SPAL e non possiamo permetterci di buttare al vento il lavoro fatto sin qui»

FONTE: HellasVerona.it


SERIE A
NICOLAS, ALLA FINE UNA SCOMMESSA VINTA
Nicolas foto hellasverona.it

22/03/2018 11:10
Era stato uno dei più bersagliati, soprattutto a inizio stagione e spesso a ragione. Insicuro, inesperto, evidentemente un pesce fuor d'acqua. Ma poi Nicolas, portiere designato del Verona, ha tenuto duro, si è tappato le orecchie, ha lavorato ed è cresciuto e maturato.

Ora Nicolas non è più un problema. Anzi, spesso senza le sue parate (vedi domenica scorsa) il Verona rischierebbe di perdere con passivi ancora più pesanti.

Insomma, ora Nicolas sembra pronto per la serie A. Una buona notizia in vista del terribile mese di aprile in cui la difesa del Verona sarà sottoposta a particolari sollecitazioni.

FONTE: TGGialloBlu.it


CUORE GIALLOBLU NICOLAS
20/MARZO/2018 - 17:10
Verona - E' Nicolas il vincitore del Cuore Gialloblù per la gara contro l'Atalanta, grazie ai 45 voti raccolti. Completano il podio Calvano e Romulo, rispettivamente con 21 e 11 preferenze.
In classifica generale Calvano rimane in testa a quota 195 davanti a Romulo, con 156 voti. In terza posizione troviamo Buchel con 127 preferenze.

FONTE: HellasVerona.it


IL PORTIERE DELL'HELLAS
Nicolas: Vinciamo il derby e ci salviamo
09/03/2018 11:20
“I primi quattro anni ho resistito senza giocare perché sentivo che mi davano fiducia, mi chiedevano di continuare a lavorare sodo, e quando c’erano giorni difficili cercavo di imparare dei più vecchi. Mi hanno dato una mano in tanti, da Rafael, portiere, a Ceccarelli in C, Agostini, anche Toni. Luca mi ha aiutato anche a Lanciano, per farmi giocare. Mi dava consigli, ha parlato anche con Leone, ds del Lanciano, per favorire il mio inserimento. Mi è servito. Cosa significa questo derby per uno straniero? Lo sento tanto perché mi ricordo i tempi della C: sognavamo di arrivare in A per rigiocare il derby". Così Nicolas a La Gazzetta dello Sport in vista del derby.

Il portiere del Verona ha continuato: "Quando ce l’abbiamo fatta, autunno 2013, è stato bellissimo per me, anche se abbiamo perso. Ma al ritorno abbiamo vinto noi. Se ho amici al Chievo? Cacciatore perché era da noi, talvolta vedevo Meggiorini in qualche ristorante sul lago, ma incontri casuali. Cosa deve migliorare l’Hellas per salvarsi? Continuità e mentalità diversa: facciamo una partita buona e l’altra no".

Nicolas ha concluso: "Mai due vittorie di fila, se ci riusciamo sabato sarebbe la prima volta. Per me è la prima stagione da titolare in A, a 29 anni, quindi dovevo dimostrare di poterci stare, sono passato da un periodo duro, andavo fuori a cena e sentivo i mormorii, gli sguardi, ma non mi sono mai abbattuto e mi ha dato la forza. Perché l’Hellas vincerà il derby? Perché vale come la salvezza: darebbe punti, spinta, fiducia e entusiasmo”.

FONTE: TGGialloBlu.it


NICOLAS: «STASERA ABBIAMO SBAGLIATO MOLTO, ORA TORNIAMO A VINCERE IN CASA NOSTRA»
19/FEBBRAIO/2018 - 23:40
Roma - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, al termine di Lazio-Hellas Verona, 25a giornata della Serie A TIM 2017/18

«Sapevamo di trovarci in un campo molto difficile, queste sono sempre trasferte insidiose contro squadre che sanno giocare bene al calcio. Abbiamo provato a concedere il meno possibile, cercando in tutti i modi di tenere botta. Purtroppo hanno trovato il gol nel nostro momento migliore, all’inizio della ripresa. Rispetto alla scorsa partita abbiamo giocato meglio, purtroppo ci manca ancora il gol. Vedo tanto impegno da parte dei miei compagni, serve più lucidità, quel passo in più per arrivare in porta e segnare. Classifica? Da questo momento in poi non possiamo più permetterci di sbagliare, il calendario ci da degli stimoli ma dobbiamo dare di più senza abbassare la testa. Dobbiamo rimediare ai nostri errori, soprattutto in fase di ripartenza. Fondamentale è ritornare alla vittoria in casa, ho ancora molta fiducia nelle possibilità di salvarci»

FONTE: HellasVerona.it


Nicolas: “Con 34 punti ci possiamo salvare. I tifosi meriterebbero ben altro campionato da parte nostra”
febbraio 14, 2018

“Quale e` stata la parata piu` difficile? Ne ho fatte tante all’inizio, quella sul tiro a botta sicura di Quagliarella, credo… E poi Caprari e` stato bravissimo a mettere quel pallone sulla testa di Barreto e poi il rigore. E pensare che l’avevo studiato Quagliarella. Di solito lui incrocia forte il tiro ma domenica l’ha aperto. Peccato”.

Crotone a +6. Come si fa a prenderlo? “Dobbiamo crederci sempre. Spesso parliamo durante i ritiri tra noi giocatori. Sarebbe bello riuscire a centrare la salvezza. Ho trovato la serie A dopo tanto lavoro, mi dispiacerebbe perderla”.

Salvezza a quanti punti? Il Crotone ora avra` qualche partita impossibile, cioe` contro grandi squadre o formazioni come la Sampdoria che stanno molto bene. Ci si salva a 34 punti. Noi dobbiamo fare dieci o quindici punti in quelle gare che arriveranno tutti insieme dopo il Toro. Da Benevento in poi. Chiaro che cercheremo di far punti sempre ma non e` facile” – ha dichiarato Nicolas a L’Arena – “Come vedo la squadra? Mi piace. Ora siamo più equilibrati e piu` forti, la vittoria a Firenze non e` stata un caso. Ci sono ancora tante partite da qui alla fine del campionato. Adesso siamo consapevoli che gare come la Spal, il Sassuolo o il Cagliari per dire, non dobbiamo sbagliarle. Se arrivassero tanti punti potremmo davvero salvarci”.

Gli altri pero` sanno che siete in difficolta` e cercano fin da subito il gol. E cosi`? “Sì, c’e` un po’ di verita` in questo. Con il Milan e la Fiorentina, ci siamo salvati subito e poi abbiamo vinto. Con la Roma non e` andata cosi` ed anche la Samp ha fatto gol subito dopo pochi minuti del secondo tempo”.

Chi fa gol nel Verona? “Gli attaccanti. A Firenze c’eravamo riusciti. A Genova e` stata durissima. Troppo poco l’azione di Verde e quella di Kean. E` vero che subiamo tante reti ma tra le squadre che stanno sotto, siamo quella che ha segnato di piu`. Ribadisco, nulla da perdere e cerchiamo di far risultato su ogni campo”.

Se sento ancora Pazzini o Bessa? “Bessa l’ho sentito anche ieri. Non parliamo mai di calcio ma di altre cose. Lui e` dispiaciuto e si augura che l’Hellas possa salvarsi. Sul suo trasferimento, quando si e` concretizzato, mi ha detto che era una scelta professionale. Punto e basta. Rafael? È un mio grande amico. Si alterna con Cragno nella porta del Cagliari. Lui sta bene in Sardegna. La vita costa meno di qui e poi c’e` il mare. Diciamo che sia la` che qui a Verona si vive molto bene. Se vengo spesso in citta`? Abito in collina appena fuori e sto molto bene. Adesso vedo se riesco a comperarmi un appartamento. Sono otto anni che paghi l’affitto, dopo un po’ sono soldi buttati”.

Torniamo al calcio. I tifosi li senti da dietro la porta? “Loro meriterebbero un altro campionato da parte nostra. Quando perdiamo di brutto mi chiudo in casa e non esco di casa. Non ho paura di nessuno ma e` una forma di rispetto. I nostri tifosi ci stanno male e non mi sembra il caso di andare in giro. Son fatto cosi`, non cerco applausi mi impegno e do` il massimo. Loro fanno un tifo speciale per noi. Vorrei davvero salvarmi per loro. Tifosi non abbandonateci. Andiamo avanti dando il massimo. Anche a Roma con la Lazio. La classifica non ci da` spazio per i calcoli. E` chiaro che se a Genova fossimo stati zero a zero a poco dalla fine della partita, avremmo badato a portare a casa il punto. Pero` a noi serve un altro colpo come a Firenze e poi dobbiamo far bene nelle gare in casa”.

Cosa sogni la notte? La salvezza o ti svegli con l’incubo della serie B? “Non ho mai pensato di andare in B. Vi dico la verita`, nessun incubo. Solo tanta amarezza come dopo le partite con Spal e Bologna. Con loro erano ormai quattro punti, minimo ed invece…”.

FONTE: HellasLive.it


I NUMERI
Chi ha fatto più parate in tutta Europa? Nicolas
14/02/2018 12:28
Nicolas è il portiere che ha fatto più parate in assoluto nei cinque maggiori campionati europei. Nelle prime 24 giornate della Serie A, l'ex vice Rafael ha respinto (o bloccato) 111 tiri.

In Europa, dietro all’estremo difensore gialloblù, ci sono Fabianski del Swansea (100) e Pavlenka del Werder (89).

In Italia, sul podio, c'è l'altro "veronese" Sorrentino (90 parate) e poi Cordaz del Crotone con 89.

FONTE: TGGialloBlu.it


Serie A, i migliori della 24ª giornata per la Panini. C’è Nicolas
febbraio 13, 2018

La Panini ha stilato la Top 11 dopo la 24ª giornata della Serie A TIM. Per l’Hellas Verona, figura il portiere Nicolas, il miglior estremo difensore della quinta giornata del girone di ritorno.

FONTE: HellasLive.it


NEWS
Nicolas, l’agente: “Fa sempre grandi parate, vuole restare al Verona”
Joao Santos: “La salvezza dell’Hellas passa dalla partita contro il Crotone”

di Redazione Hellas1903, 12/01/2018, 16:30

Joao Santos, agente di Nicolas, parla a Tuttomercatoweb in merito alla stagione del portiere del Verona.
“Fa sempre delle grandi parate – dice Santos – la salvezza del Verona passa dalla partita contro il Crotone. Mi auguro che arrivino i tre punti. Il ragazzo ha un contratto lungo con il Verona e vuole giocare per la sua squadra”.

FONTE: Hellas1903.it


'PREMIO SANTE BEGALI': NICOLAS AL PRIMO POSTO DOPO 18 GIORNATE
27/DICEMBRE/2017 - 12:00

Verona - E' dell'estremo difensore gialloblù Nicolas il primato provvisorio nella classifica del 'Premio Sante Begali'. Il riconoscimento, dedicato alla memoria dello storico difensore gialloblù, celebra il calciatore dell'Hellas Verona più corretto in campo in rapporto ai minuti giocati. Il portiere è stato ammonito una sola volta in 1620', mentre al secondo posto troviamo Daniele Verde: mai ammonito né espulso, ma con meno minuti giocati (1234'). A seguire Caceres, Cerci e Pazzini, che completano le prime 5 posizioni.

'PREMIO SANTE BEGALI' - REGOLAMENTO 2017/2018
Vince il calciatore che:
- non ha mai vinto nelle edizioni precedenti;
- ha giocato almeno metà delle partite;
- non ha mai ricevuto un'espulsione diretta;
- concorre invece chi è stato espulso per somma di ammonizioni.

'PREMIO SANTE BEGALI' - CLASSIFICA PROVVISORIA
1 - Nicolas
2 - Verde
3 - Caceres
4 - Cerci
5 - Pazzini

'PREMIO SANTE BEGALI' - ALBO D'ORO
2009/2010 Pensalfini
2010/2011 Rafael
2011/2012 Rafael
2012/2013 Sgrigna
2013/2014 Agostini
2014/2015 Benussi
2015/2016 Siligardi
2016/2017 Bessa

I NUMERI DI #CAGLIARIVERONA
06/NOVEMBRE/2017 - 15:20
Verona - Vediamo, grazie alle statistiche e alle curiosità fornite da Opta Sports e Panini Digital, alcuni dei numeri di Cagliari-Hellas Verona
[...]

LE PRIME VOLTE
Giornata di prime volte per Nicolas e Bruno Zuculini. Il portiere ha infatti parato il primo rigore in Serie A. Primo gol nella massima serie per l'argentino, che coincide anche con la prima rete di testa dell'Hellas Verona in campionato.

NICOLAS: «SFRUTTIAMO AL MASSIMO LA SOSTA. RIGORE PARATO? PECCATO NON SIA BASTATO PER VINCERE»
05/NOVEMBRE/2017 - 18:10
Cagliari - Le dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Cagliari-Hellas Verona, 12a giornata della Serie A TIM.

«La partita? Non siamo riusciti a costruire le manovre come volevamo e a creare il gioco che ci chiede il mister, per il quale abbiamo lavorato durante la settimana. Abbiamo provato a rimanere compatti e a difendere il risultato, ma 90 minuti così è difficile reggerli, e prima o poi subisci. Perdere è già brutto di per sé, ma se la sconfitta arriva contro una diretta concorrente fa ancora più male. Dobbiamo tirarci su il morale e sfruttare al massimo ogni giorno di questa lunga sosta, pensare alla prossima partita ed ai tre punti. Il rigore? Cerco sempre di dare una mano alla mia squadra, purtroppo non basta parare i rigori per vincere le partite»

FONTE: HellasVerona.it


NEWS
Numeri, Nicolas para più di tutti in Europa
Il portiere del Verona in testa per tiri ribattuti

di Redazione Hellas1903, 07/10/2017, 21:52
VERONA, ITALY - SEPTEMBER 20: Nicolas David Andrade of Hellas Verona gestures during the Serie A match between Hellas Verona FC and UC Sampdoria at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on September 20, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Dopo sette giornate di campionato, Nicolas, estremo difensore dell’Hellas, vanta un singolare primato.
Secondo il sito di statistiche www.whoscored.com, il brasiliano è il portiere che ha compiuto più parate, con conseguenti salvataggi, nei cinque maggiori campionati europei.
Per la precisione, i tiri respinti da Nicolas sono 34.

FONTE: Hellas1903.it


IL DUBBIO
LACRIME NICOLAS
A ROMA CHI GIOCA?

11/09/2017 07:59
Il cinque a zero con la Fiorentina lascia ferite morali che sarà difficilissimo curare.

Nicolas è arrivato in sala stampa distrutto, con gli occhi gonfi. Davanti ad alcuni tifosi si è lasciato andare ad un pianto a dirotto.

Nelle sue parole, la voglia di riscatto, ma la situazione è difficilissima e Pecchia dovrà fare una scelta delicatissima contro la Roma: mettere in campo Nicolas, infatti vuol dire da una parte concedere fiducia al portiere designato titolare, ma dall'altra mettergli sulle spalle una responsabilità che forse il portiere brasiliano non è in grado di reggere. Davanti ad un nuovo errore, infatti, l'avventura di Nicolas tra i pali del Verona sarebbe praticamente finita. Ecco perchè a Roma potrebbe giocare Silvestri, l'altro giovanissimo numero uno messo dalla società a custodire la porta del Verona in questo campionato di serie A. (g.vig.)

FONTE: TGGialloBlu.it


NICOLAS: «VERONA IRRICONOSCIBILE, LAVORIAMO PER MIGLIORARE»
10/SETTEMBRE/2017 - 18:05
Verona - Le dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Hellas Verona-Fiorentina, 3a giornata della Serie A TIM 2017/18.

«In questa partita siamo stati un Verona irriconoscibile. Il risultato brucia, perché eravamo in casa, davanti ad i nostri tifosi. Il Verona non è questo, dobbiamo lavorare per crescere e migliorare, questa partita può servire a questo scopo. Se potevo fare meglio? Il campionato è ancora lungo, sicuramente abbiamo fatto molti errori e in Serie A non ci possiamo permettere tanti sbagli. Non eravamo lucidi, ci è mancata la cattiveria, dobbiamo tornare a soffrire tutti insieme. I fischi? Ci stanno, i tifosi hanno cantato tanto e non è bello tornare a casa quando la propria squadra del cuore ha perso in questa maniera. Mi sento un portiere da Serie A, ho fatto degli errori ma so che posso fare tanto, conosco le mie qualità».

FONTE: HellasVerona.it


Top 11 Europa, Nicolas eletto miglior portiere del mese di Agosto
settembre 5, 2017
Whoscored.com ha stilato gli undici migliori giocatori in Europa del mese di Agosto. Il n.1 risulta essere il portiere dell’Hellas Verona, Nicolas.

FONTE: HellasLive.it


Nicolas: “Rinnovo grande emozione, resterei all’Hellas altri dieci anni”
By Federico Messini - 4 settembre 2017

Le dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas rilasciate a Hellas Channel:
“È una grande emozione, ringrazio la società e tutti quanti per avermi dato la possibilità di rinnovare con l’Hellas. Sono sette anni che sono al Verona, è sempre bello e starei qui altri dieci anni. Il ricordo più bello? Quando abbiamo riconquistato la serie B a Salerno. Il lavoro quest’anno va benissimo, Silvestri è arrivato, è un bravo portiere è una brava persona: ci siamo trovati subito bene. Domenica contro la Fiorentina sarà una gara importante, sarà una grande sfida e vogliamo fare punti in casa”.

FONTE: HellasNews.it


Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver prolungato il contratto del portiere Nicolas fino al 30 giugno 2020.

Ecco alcuni dei numeri più interessanti relativi al calciatore classe 1988.

- E' stato il giocatore più impiegato in Serie B nella stagione 2016/17.
- Nello scorso campionato ha chiuso con la porta inviolata in ben 17 occasioni.
- Nelle prime due giornate di questa Serie A, solo Puggioni (15) ha effettuato più parate di Nícolas (12).


FONTE: HellasVerona.it


LE GERARCHIE
NICOLAS TITOLARE POI SI VEDRA'
27/07/2017 08:25
Nicolas partirà come portiere titolare nel Verona 2017/2018 poi si vedrà.

Per ora Silvestri, 1991 arrivato dal Leeds, si accomoderà in panchina.

La scelta è stata fatta: Nicolas ha vinto il campionato e Pecchia non vuole per ora creare dualismi. Nicolas merita una chance.

Ovviamente, come sempre accade in questi casi, nulla è per sempre: successe anche con Prandelli nel 1999 quando Battistini partì titolare, ma poi dopo l'espulsione a Parma, perse il posto a beneficio di Frey che grazie a grandissime prestazioni (leggendaria quella contro il Perugia) divenne il titolare fisso. Insomma saranno le prestazioni a consolidare il posto da titolare di Nicolas. (g.vig.)

FONTE: TGGialloBlu.it


STAGIONE 2016-17 +   -   =
Fusco e il nodo del portiere
By Federico Messini - 13 giugno 2017

Nicolas ha vinto, ha disputato due finali play off consecutive da titolare e gode della fiducia del mister. Però non ha convinto del tutto quest’anno ed avere lui come numero uno in Serie A non fa propriamente dormire sonni tranquilli.

Nando Coppola è in scadenza di contratto, ha appena spento 39 candeline e, nonostante sia una presenza molto carismatica nello spogliatoio, in due anni a Verona non ha praticamente mai toccato campo.

Lorenzo Ferrari è un classe ’96 e farebbe ancora molto comodo come terzo portiere perché è under e non occupa spazio in lista. Ma vorrebbe giocare per crescere e mettersi in buona luce.

Fusco si trova in una situazione complicata perché Nicolas chiede garanzie per essere titolare, Coppola con tutta probabilità appenderà i guantoni al chiodo, mentre Ferrari chiederà di essere ceduto in prestito per giocare.

Quali saranno le scelte del Verona?

La società vuole affiancare a Nicolas un portiere esperto che abbia giocato in Serie A e che possa competere con il brasiliano per il ruolo di numero uno.

Il nome principale sul taccuino di Fusco è Luca Pegolo (36 anni), che si libera a parametro zero e che, essendo prodotto del vivaio gialloblù, andrebbe ad occupare uno slot libero dei quattro a disposizione per i giocatori cresciuti nel club. Pegolo arriverebbe a Verona senza le pretese di un posto da titolare, ma potrebbe anche giocare assicurando affidabilità nel caso in cui Nicolas dovesse compiere dei passi falsi.

L’altro nome circolato in questo periodo è quello di Federico Marchetti (34), della Lazio. Il ragazzo è forte, verrebbe a Verona solo per giocare titolare e sarebbe anche felice di avvicinarsi a casa visto che è vicentino di Bassano del Grappa. Però il suo contratto è superiore al milione di euro e scade nel 2018 e poi preoccupano anche le sue condizioni fisiche dato che quest’anno ha saltato una ventina di partite per infortunio. Situazione quindi non del tutto chiara.

Infine c’è il ruolo di terzo portiere che potrebbe ricoprire Alessandro Salvetti (20), in questa stagione in prestito a L’Aquila in Serie D, dove non ha giocato moltissimo (11 presenze). Salvetti è under e, come fatto con Ferrari nella stagione appena conclusa, potrebbe vivere un’annata da comprimario, senza occupare spazio nelle liste, ma di crescita allenandosi quotidianamente con due portieri da Serie A..

FONTE: HellasNews.it


SERIE A
Hellas Verona, ag. Nicolas: "Vuole restare e confermarsi in Serie A"
03.06.2017 00.45 di Tommaso Maschio
Intervistato da Hellaslive.it l'agente Joao Santos ha parlato del futuro del portiere Nicolas, punto di forza della squadra di Pecchia in questa stagione: “L'annata appena conclusa è stata molto importante per Nicolas che ha sofferto a tratti come tutta la squadra, ma alla fine è riuscito a conquistare la sua prima promozione in Serie A. Ha giocato 42 partite, un vero record oltre che un motivo d'orgoglio. - continua l'agente del brasiliano – Il suo contratto scade nel 2019 e il suo obiettivo è quello di restare a Verona e confermarsi in massima serie con questa maglia”.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


B-Best Awards, Pazzini e Nicolas: «Premio e promozione, che soddisfazione!»
01/GIUGNO/2017 - 12:30
[...]

Nicolas: «E' stata una promozione sofferta fino all'ultimo, per questo ancora più bella. Tutti insieme abbiamo gioito e ringrazio anche chi lavora notte e giorno dietro alla squadra, per permetterci di rendere al massimo. Cosa ha fatto la differenza? Non aver mai mollato. Il mister ci diceva sempre di tenere la testa alta perché i momenti bui arrivano per tutti. E' normale attrversare questi periodi, bisogna saperli affrontare uniti per raggiungere il traguardo. La Serie A? L'importante è giocare con la giusta mentalità per raggiungerla la salvezza. Pazzini? E' stato importantissimo, in campo e fuori. Io il più presente in Serie B? Ho sempre lavorato per questo, per giocare tutte le partite. Per me è una grande soddisfazione».

B-Best Awards Night: premiati Nicolas e Pazzini
31/MAGGIO/2017 - 23:00

Milano - Due gialloblù premiati agli 'Oscar della Serie B'. E' andata in scena questa sera ai Magazzini Generali di Milano la B-Best Awards Night, l'evento organizzato dalla Lega B e da Red Bull per consegnare i riconoscimenti ai protagonisti della stagione da poco conclusasi con la promozione in Serie A del Verona. Presente alla serata una delegazione di squadra e società gialloblù, tra cui i due premiati Giampaolo Pazzini (capocannoniere del campionato) e Nicolas (calciatore con più minuti in assoluto disputati durante la stagione regolare), oltre a Marco Ezio Fossati.
Grande soddisfazione per il capitano e il portiere dell'Hellas Verona, che hanno voluto simbolicamente condividere il riconoscimento con tutti i compagni di squadra che hanno permesso il raggiungimento di questi e altri importanti traguardi.

FONTE: HellasVerona.it


Nicolas: “Voglio tornare in Serie A. L’Hellas Verona punta al 1º posto in classifica”
aprile 21, 2017

“Il Verona è stato costruito per vincere e per stare sempre in alto, dove siamo adesso. Il Trapani era una squadra nata per salvarsi. Contro il Verona vogliono vincere tutti. Mentre contro il Trapani, magari, la prendevano un po’ più alla leggera. Cosa ho imparato dai playoff dell’anno scorso? Che sono difficilissimi, un altro campionato. Posso prendere quel sentimento che mi è rimasto, assieme a quella rabbia, e metterlo in queste sei partite che mancano con il Verona. Essere i favoriti è un peso? No, è invece una motivazione. Chi viene qui sa che deve pensare in grande e puntare in alto. Siamo preparati a questa mentalità. A me non pesa perché ho imparato che se ti viene chiesto tanto è perché puoi dare tanto. A Verona dal 2010 ma prima chance nel 2016? Ho sempre sperato di trovare il mio spazio qui. Ci è voluto di più perché non avevo esperienza, e quando ero arrivato a Verona serviva quella. Rafael? Ci sentiamo ancora e mi dice di stare sempre sul pezzo perché ha visto che ci sono stati dei momenti difficili. Lui mi sta vicino dicendo di tenere la testa alta perché Verona è una grande piazza. Tra noi è nato un bellissimo legame, è stata la prima persona che mi ha dato una mano qui a Verona – ha dichiarato Nicolas a La Gazzetta dello Sport – Quando sono arrivato, non sapevo neanche l’italiano… C’era tanto rispetto nonostante ognuno cercasse di tagliarsi il proprio spazio. Cosa mi ha insegnato? La pazienza, saper aspettare il mio momento. Lui era il mio fratello più grande, e mi tirava le orecchie quando ce n’era bisogno. Mi diceva: "Nico, tu prima di tutto devi imparare i verbi italiani perché così viene più facile". Bessa? Tecnicamente è più brasiliano, ma da italiano ha imparato a muoversi e a sacrificarsi per la squadra. In Brasile, invece, sapete com’è… c’è un po’ più di casino, meno tattica e più istinto. Lui è stato in squadre di A, gli è mancata l’opportunità. Se sono pronto per la Serie A? Io volevo giocarci già prima, poi è successo quello che è successo… e quindi ora sì, voglio tornarci. Se pesano di più i cinque gol all’esordio in A col Napoli oppure i 5 gol subiti a Cittadella? Quelli di Cittadella, perché se facevo un po’ meglio forse potevamo avere tre punti in più. A me non dispiace prendere un brutto gol, dispiace se i miei compagni rientrano nello spogliatoio con una sconfitta per colpa mia. La trasferta di Bari? Sarà difficilissima, perché loro vorranno riscattarsi subito. Noi dobbiamo dare il giusto peso alla partita, facendo il nostro lavoro per portare a casa i tre punti e senza pensare che siamo alla pari del Frosinone. Corsa al primo posto chiusa? No. Noi puntiamo a quello”.

FONTE: HellasLive.it


BUON COMPLEANNO NICOLAS
12/APRILE/2017 - 09:00
Tanti auguri Nicolas!

La Società, lo staff tecnico e tutta la squadra

augurano buon compleanno a Nicolas Andrade.

Il portiere gialloblù compie oggi 29 anni.

Nicolas «In difesa stiamo lavorando bene, avanti con convinzione e cattiveria»
01/APRILE/2017 - 18:15
Trapani - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Trapani-Hellas Verona (0-2), 33a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Siamo riusciti a conquistare i 3 punti concedendo veramente poco al Trapani. Sappiamo soffrire e fare gol, consapevoli della nostra forza. La difesa oggi ha lavorato molto bene. Al di là del modulo dobbiamo giocare sempre come abbiamo fatto oggi, con convinzione e cattiveria per portare a casa le vittorie, rimanendo sempre sul pezzo. Quando concedi qualcosa è chiaro che rischi di subìre gol ma oggi siamo stati bravi. Da qui al termine del campionato ogni partita conta molto, sono tutte delle finali. Pazzini e Zuculini? Tutta la rosa è fatta di giocatori importanti, siamo un gruppo unito ed è arrivato il momento di affrontare le prossime 9 partite al massimo. Abbiamo raccolto molto meno di quanto abbiamo meritato sino ad ora ma non mi illudo; non è mai stato facile e non lo sarà fino alla fine».

Nicolas: «Guardiamo avanti, con più cattiveria ci rialzeremo»
25/FEBBRAIO/2017 - 17:25
Frosinone - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Frosinone-Hellas Verona (1-0), 27a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Siamo andati in svantaggio, ma non abbiamo mai smesso di giocare per riprendere questa partita. Dispiace per il risultato, siamo tutti arrabbiati ma dobbiamo guardare avanti, occorre più cattiveria per rialzarci da questa situazione. Abbiamo l'occasione di fare bene in queste partite ravvicinate, sarà importantissimo fare più punti possibili. Faremo di tutto per raggiungere il nostro obiettivo, vogliamo tornare a vincere. Il cambio di modulo? Oggi abbiamo cambiato, ma l'assetto tattico conta fino ad un certo punto, abbiamo giocato un buon calcio in entrambi gli schieramenti. Queste sconfitte ci fanno male, vogliamo voltare pagina, abbiamo tante possibilità per fare punti»

FONTE: HellasVerona.it


TRAPANI E VERONA
Nicolas, record vittorie nel 2016
03/01/2017 18:13
E’ il giocatore della serie B che ha vinto più partite nel 2016: stiamo parlando di Nicolas che tra Hellas e Trapani ha collezionato ben 24 successi. Un bottino di tutto rispetto per il portiere gialloblù che solo lo scorso anno ha mancato di un soffio la promozione in serie A con la squadra di Cosmi e oggi ancora da titolare si trova con il Verona primo da inizio anno. Anche le sue parate hanno contribuito a mantenere la squadra di Pecchia là in alto nononstante qualche partita poco brillante e non certo da ricordare, Cittadella su tutte.

FONTE: TGGialloBlu.it


Nicolas: «Grazie a tifosi e compagni per la fiducia»
27/NOVEMBRE/2016 - 21:05
Verona - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Hellas Verona-Bari (1-0), 16a giornata della Serie B ConTe.it.

«Dopo le scorse partite qualche critica era normale, non era facile ma abbiamo dato una bella risposta sul campo. Il Bari è una grande squadra, sapevamo che era una sfida difficile, ma abbiamo messo in campo una prestazione di sacrificio, ma a volte i match vanno affrontati così. Bello l'applauso dei tifosi, ci hanno dato una grande mano e personalmente mi ha donato molta sicurezza. Ringrazio loro e i miei compagni per la fiducia. L'allenamento all'antistadio? Il contatto con la gente del Verona ci ha dato serenità. Ora tiriamo un sospiro di sollievo e pensiamo alla prossima. La classifica? La Serie B è così, un campionato molto equilibrato, dove tutti vogliono vincere. La TIM Cup? Per noi è molto importante, perché ci darà la possibilità di confrontarci con squadre di alto livello»

FONTE: HellasVerona.it


SERIE B
Hellas Verona, ag. Nicolas: "È arrabbiato e vuole rifarsi subito"
21.11.2016 17.53 di Tommaso Maschio
Intervistato da Hellaslive.it l'agente Joao Santos ha parlato del momento del portiere del Verona Nicolas reduce da una brutta prestazione, come tutta la squadra del resto, contro il Cittadella: "L'Hellas ha subito una doppia battuta d'arresto davvero molto strana e contro il Cittadella è capitata una cosa difficile come l'aver subito cinque reti tutte da calcio piazzato. Nonostante questo momento considero l'Hellas la squadra più forte della categoria, ma Pecchia ora deve capire qual è il problema. Miauguro che domenica al Bentegodi contro il Bari si possa riprendere il cammino giusto. - continua Joao Santos - Nicolas? L'ho sentito dopo il ko col Cittadella e gli ho detto che deve stare tranquillo e sereno, lavorare per migliorarsi come tutta la squadra. Era arrabbiato, ma anche voglioso di dimostrare che si è trattato solo di una giornata storta".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Nicolas: «Nulla è scontato, con umiltà per battere il Novara»
10/NOVEMBRE/2016 - 19:40
Verona - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate durante la trasmissione 'Fuorigioco', in onda sulla official radio, Radio Verona, in vista di Hellas Verona-Novara, 14a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.
«Troppo facile vincere? Le gare sofferte invece non sono mancate e non abbiamo ancora fatto niente, tutti contro di noi cercano di dare il massimo. Come a La Spezia, dove abbiamo trovato una squadra di medio-alta classifica, in uno stadio sempre duro. Adesso arriva il Novara, hanno iniziato così così ma lo scorso anno hanno fatto i playoff e restano una squadra importante con grandi individualità, non sarà facile. Occorre restare umili e tenere i piedi per terra. Noi con Pecchia, che mi sta insegnando tanto, curiamo anche i più piccoli dettagli perché vogliamo vincere ma non è scontato, basta vedere le tante squadre da cui ci si aspettava qualcosa di diverso. Siamo tutti uniti, cerchiamo tutti gli stessi risultati e gli stessi obiettivi. Affetto dei tifosi? L'importante è che il lavoro sia riconosciuto, ho sempre voluto tornare, più felice di così non potrei essere. Cosa mi manca del Brasile? Solo il caldo, Verona mi è entrata dentro. EL'Hellas è la mia squadra del cuore, quella cui devo tutto, se oggi gioco in Italia devo solo ringraziare il Verona. Sento tanta responsabilità perché ho passato tanti anni qui, so come vanno le cose. Giocare in Serie A col Verona? Un sogno, ma ora penso che dobbiamo vincere la B lavorando sodo, è un campionato insidioso. A Lanciano e Trapani sono andato per fare esperienza, che era ciò che mi mancava. Sono cresciuto tanto, anche mentalmente, è molto diverso giocare dallo stare in panchina. L'importante, durante le gare, è non perdere mai la concentrazione. E quando fai una parata, la Curva Sud si scalda e diventa tutto più bello...».

Nicolas: «Porta inviolata, in Serie B tante sfide difficili»
30/OTTOBRE/2016 - 18:10
Verona - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Hellas Verona-Trapani (2-0), 12a giornata della Serie B ConTe.it 2016/17.

«Porta inviolata da tre giornate? Sono contento, è importante perché ci dà fiducia. Il merito non è solo mio, va diviso con i compagni. Col Trapani è stata una partita difficile, loro sono una squadra insidiosa, li conosco bene. Per me è stata una gara particolare, giocavo contro la mia ex squadra, dopo un po' di nervosismo iniziale però le cose sono andate meglio. Loro chiusi in difesa? Gli avversari stanno cominciando a conoscere il nostro gioco e si regolano di conseguenza, noi dovremo fare sempre meglio per andare avanti. I gol? Abbiamo tanti calciatori che possono segnare, per noi fa poca differenza chi segna, l'importante è che vinca la squadra. Il rosso a Bianchetti? Queste cose possono succedere in partita, ma sono sicuro che chi lo sostituirà si farà trovare pronto. Il mio sogno? Arrivare in Serie A con il Verona. E' sempre stato ciò che desideravo, quando in ritiro mi hanno detto che sarei stato il portiere titolare sono stato molto contento. Coppola? Mi dà spesso consigli, è un bene avere un calciatore della sua esperienza. Ora testa allo Spezia, non sarà per niente facile. Anche oggi era importante vincere».

Nicolas: «La classifica? Dobbiamo andare avanti con umiltà e sacrificio»
15/OTTOBRE/2016 - 18:00
Ascoli - Ecco le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Ascoli-Hellas Verona (1-4), 9a giornata della Serie B ConTe.it 2016/2017.

«La vittoria di oggi? Merito di tutta la squadra. Io, come portiere, devo dare sempre il massimo. Oggi era una partita difficile, su un campo insidioso. La parata più pericolosa? Sicuramente quella su Lazzari, è stata dura. Ora siamo primi, ma non dobbiamo mai mollare, ogni distrazione può metterci in difficoltà. La maglia da titolare? L'ho voluta tanto, anche quando giocavo a Lanciano, ma sapevo che dovevo ancora fare esperienza. Ora sono molto più tranquillo nel fare le mie scelte quando sono in campo. Dopo il gol subìto ho cercato di spronare i miei compagni a non mollare, a tenere sempre alta la testa. Ora serve la giusta concentrazione, come dice sempre il mister, 'l'umiltà ci farà vincere'. I tifosi sono sempre con noi, oggi ci hanno dato la carica giusta per entrare in partita. Abbiamo tanti giovani forti in squadra, sono molto contento per i gol di Bessa e Zaccagni».

Ufficiale: prolungano Nicolas e Checchin
13/AGOSTO/2016 - 16:50
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver prolungato il contratto con i calciatori Nicolas David Andrade e Luca Checchin rispettivamente fino al 30 giugno 2019 e al 30 giugno 2020.

Nicolas: «Bello indossare questa maglia da protagonista»
05/AGOSTO/2016 - 23:15

Verona - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Nicolas, rilasciate al termine di Hellas Verona-Foggia, II° turno della TIM Cup 2016/17:
«La prima è sempre importante, per dare fiducia a tutto l'ambiente: questa vittoria ci serviva. Ora ci attende il Crotone, per cui bisognerà lavorare tanto con l'idea di far bene come oggi. Sono qui per aiutare la squadra, ci aiutiamo a vicenda e siamo riusciti a vincere una partita difficile. Io il nuovo Rafael? Voglio fare la mia storia, lui ha fatto la sua, molto bella. Loro giocavano molto, palleggiavano. Abbiamo rischiato anche, ma oggi abbiamo avuto la meglio. Siamo riusciti a vincere ed è andata bene. Mentalità giusta? Credo nella squadra, come tutti. Lo scorso anno è il passato, abbiamo sempre fatto bene in B e conosciamo le qualità che ci vogliono per fare bene. Più sacrifici facciamo e più riusciamo ad arrivare in alto. A Verona ho sempre voluto bene, volevo tornare e non voglio perdere questa occasione. Tornare qui da protagonista è stato bello, tante emozioni»

FONTE: HellasVerona.it


Verona, Nicolas: 'Vogliamo almeno i playoff. Sul mister...'
del 28 luglio 2016 alle 17:14
Nicolas Andrade, portiere del Verona, ha parlato a Sky Sport della stagione gialloblù: "Lo scorso anno a Trapani ci è mancato pochissimo, speriamo di arrivare ai play off senza problemi quest'anno. Stiamo lavorando tanto, il mister e pure Pazzini ci mettono a disposizione la loro esperienza. I portieri brasiliani? E' una buona scuola così come quella italiana, il migliore di tutti resta Buffon".

FONTE: CalcioMercato.com


Nicolas: «Pronto per il Verona, la mia occasione»
17/LUGLIO/2016 - 20:45

Racines (Bolzano) - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù, Nicolas Andrade, rilasciate al termine del test match Hellas Verona-Top 22 Calcio Dilettante: «La prima parte del ritiro è sempre dura, però ci stiamo allenando tanto e bene, siamo contenti di questo inizio. Stiamo lavorando duro per cercare di tornare in Serie A. Negli ultimi anni ho cercato di crescere con l'obiettivo di tornare al Verona, aspettavo da tanto tempo questa occasione. Sicuramente mettermi in discussione via da Verona mi ha fatto crescere, ma ho sempre lavorato per tornare qui. La tradizione brasiliana sulla porta gialloblù? E' una grande responsabilità, Rafael mi ha aiutato tantissimo, gli devo tanto. La Serie B? È un campionato molto difficile, dove nulla è scontato: la promozione del Crotone non se l'aspettava nessuno, il Trapani all'inizio stava retrocedendo e ppi siamo arrivati terzi. Dobbiamo stare uniti, solo così raggiungeremo i nostri risultati. La squadra? Sta crescendo benissimo, stiamo bene assieme. Se sarò il primo portiere? Questa decisione spetta all'allenatore».

FONTE: HellasVerona.it


Ecco perché Nicolas non è un giocatore bandiera
13 luglio 2016

Damiano Conati
Stagione 2010/2011. Arrivano in prova a gennaio due giocatori sudamericani: uno è il centrocampista offensivo uruguaiano Pablo Di Fiori, l’altro è il portiere Nicolas Andrade.

Il primo venne scartato e oggi gioca nelle serie minori del suo paese. Il brasiliano invece fu tesserato per poi rimanere in gialloblù per altre tre stagioni.
Oggi Nicolas è tornato al Verona da protagonista, dopo la grande stagione a Trapani, ma purtroppo non andrà ad occupare la casella di giocatore bandiera, come erroneamente indicato anche dalla nostra redazione qualche giorno fa.

La fatidica quarta stagione doveva essere completa, anziché vissuta in gialloblù solo per 6 mesi. Ed ecco che così i giocatori over diventano attualmente 19 (con 18 posti a disposizione) e l’unico che corrisponde ai requisiti di bandiera è Juanito Gomez, con uno slot libero al suo fianco.
A questo punto Nicolas rimane fino a prova contraria, per lasciare spazio magari ad un giocatore più affidabile (De Sanctis) o addirittura ad uno come Gianluca Pegolo, che non solo è all’ultimo anno di contratto con il Sassuolo, ma darebbe ancheimportanti certezze al reparto e andrebbe ad occupare il secondo posto come fedelissimo gialloblù.

L’unico problema di Pegolo è l’ingaggio: attualmente vicino al milione di euro, totalmente fuori portata per le casse gialloblù.

FONTE: HellasNews.it


BARI
Bari, per la porta piace Nicolas
11.07.2016 11.00 di Angelo Zarra Twitter: @@angezarra49
Nuovo nome per rinforzare il pacchetto dei portieri del Bari a disposizione di mister Stellone. La società pugliese, secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, ha messo nel mirino l'estremo difensore di proprietà del Verona classe 1988 Nicolas Andrade, reduce dall'esperienza al Trapani in prestito. Ma la società scaligera lavora per blindarlo definitivamente con un rinnovo contrattuale.

FONTE: TuttoB.com


NEWS
Mercato, interesse dello Spezia per Nicolas
Il brasiliano è uno dei profili che i liguri stanno valutando in caso di cessione di Chichizola

di Redazione Hellas1903, 22/06/2016, 17:52

Una stagione da protagonista con la maglia del Trapani, quella di Nicolas Andrade, in prestito dal Verona e pronto a tornare a giocare in riva all’Adige.
Le sue prestazioni, tuttavia, non sono passate inosservate solo in casa Hellas. Lo Spezia, come riporta tuttomercatoweb.com, sarebbe interessato all’estremo difensore di proprietà del Verona.
Nicolas è uno dei profili che i liguri stanno valutando in caso di partenza di Chichizola.

FONTE: Hellas1903.it

Nicolas Andrade... L'uomo volante!

STAGIONE 2015-16 +   -   =
Pubblicato il: mar, Ott 13th, 2015 da Giuseppe Pucciarelli
Nicolas Andrade “Protagonista” della 7a giornata di Serie B
Per sfortuna della Salernitana, domenica scorsa Nicolas Andrade è stato di gran lunga il migliore in campo all'”Arechi”. Il portiere del Trapani ha consentito con i suoi interventi – tra i quali un calcio di rigore parato a Gabionetta – il ritorno alla vittoria dei siciliani in trasferta dopo un anno. Una prestazione super che è stata premiata anche dalla Lega di Serie B. Nicolas Andrade è stato infatti eletto come “Protagonista” della 7a giornata del campionato cadetto. Questo il post comparso sulla pagina ufficiale Facebook della Lega di Serie B: “Un rigore respinto, una serie di interventi strepitosi, una prestazione davvero maiuscola: se il Trapani Calcio (ancora imbattuto dopo 7 giornate di campionato) a Salerno è tornato a vincere in trasferta dopo più di un anno, è anche merito del 27enne portiere brasiliano Nicolas Andrade! E’ lui il Protagonista del 7° Turno della Serie B Con Te.it: siete d’accordo con la nostra scelta?”

Per la formazione di Torrente, quindi, una piccola consolazione nel sapere di essersi imbattuti contro un estremo difensore in giornata di grazia. Sperando che presto il “dio dei portieri” possa gettare il suo sguardo benevolo anche sulla Salernitana.

FONTE: SalernoGranata.com


ALTRE NOTIZIE
Trapani, Nicolas Andrade: "A Neto manca ancora qualcosa, l'esperienza alla Juve lo aiuterà"
04.08.2015 07:45 di Redazione TuttoJuve Twitter: @Tuttojuve_com
Nicolas Andrade, portiere del Catania, ha parlato del neo acquisto della Juventus Norberto Neto ai microfoni di Tmw: "La Juve, come vice di Buffon, ha puntato su Neto.

"L'ho conosciuto in Brasile, abbiamo giocato insieme. Mi piace ma gli manca ancora qualcosa. È bravo. Ha fatto bene ad andare alla Juve, sarà un'esperienza che lo aiuterà. Poi alla Juve c'è anche Rubinho, che in Brasile giocava nella mia squadra del cuore".

FONTE: TuttoJuve.com


SERIE B
Trapani, dal Verona ecco il portiere Nicolas
Ingaggiato il brasiliano che ha disputato 35 partite nell’ultima stagione a Lanciano. Scozzarella felice della conferma: «Spero di giocare con più continuità»

di Giacomo di Girolamo— 15 Luglio 2015

TRAPANI. Il portiere brasiliano Nicolas, lo scorso anno al Lanciano dove ha giocato 35 partite (subendo 40 gol) nella Virtus, sarà il titolare del Trapani edizione 2015-2016. Nome completo Nícolas Davis Andrade, classe 1988, il portiere sarà ceduto in prestito dall’Hellas Verona che lo ha sotto contratto fino a 30 giugno 2017. Per Nicolas sarebbe la seconda stagione consecutiva da titolare in serie B. Tesserato dalla società scaligera nella stagione 2010-2011, ha fatto, infatti, panchina per quattro anni nei quali, comunque, ha ottenuto due promozioni. Al Provinciale lo scorso mese di aprile, con un paio di interventi-miracolo, ha impedito ai granata di incrementare il vantaggio ottenuto con un tocco sottomisura da Antonino Barillà al 3’ del primo tempo in una partita che pare non sia stata neanche la migliore del portiere brasiliano e che, comunque, consentì al Trapani di incamerare tre punti importantissimi in chiave salvezza.

L’arrivo di Nicolas viene già salutato con entusiasmo dalla tifoseria granata tra le cui fila, invece, sono in parecchi a nutrire perplessità dopo la notizia relativa all’ospitalità (sarebbe solo tale, comunque, al momento) concessa nel ritiro granata a Salvatore Mastronunzio, la «Vipera» (così il giocatore è stato soprannominato quando giocava nel Frosinone).

FONTE: Trapani.GdS.it


15/07 2015
Il Trapani 2015/16. Ufficiale l'ingaggio del portiere Nicolas David Andrade
Ha già raggiunto la sede del ritiro a Spiazzo, dopo avere firmato il contratto che lo legherà al Trapani per la prossima stagione sportiva, presso la sede dell’Hellas Verona (la Società che detiene il suo cartellino). Nicolas David Andrade, portiere, nato il 12 aprile 1988 a Colorado Do Oeste (Brasile), arriva al Trapani in prestito con diritto di riscatto e contro riscatto.

Inizio della carriera in Brasile, l’Hellas Verona lo aveva portato in Italia nella stagione 2010/11. Con la Società scaligera ha giocato per quattro stagioni (ottenendo due promozioni, in serie B ed in Serie A). Nella scorsa stagione sportiva è stato ceduto in prestito alla Virtus Lanciano, giocando da titolare (35 partite giocate) e diventando determinante per la tranquilla salvezza della squadra abruzzese.

Ecco le prime parole di Nicolas Andrade, dopo avere concluso la sua prima seduta di allenamento con il Trapani: "Sono contentissimo di questa scelta. Non conosco Trapani, ma mi hanno detto che è una bella città, c'è una società seria, in cui si lavora bene ed in maniera serena. Da parte mia, spero di poter dare il mio contributo aiutando al massimo la squadra ed avendo anche soddisfazioni sia come gruppo sia sul piano personale".
Terzo brasiliano in rosa per il Trapani 2015/16: "Aria di casa? Felipe (Sodinha) già lo conoscevo, Tulio (Bagatini) l'ho conosciuto oggi. Ma qui tutti i miei nuovi compagni mi hanno fatto sentire subito a casa, non appena sono arrivato".

FONTE: TrapaniCalcio.it


Ufficiale: Nicolas al Trapani Calcio
15/LUGLIO/2015 - 17:56
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver ceduto alla società Trapani Calcio il portiere David Nicolas Andrade a titolo temporaneo con opzione e contro opzione per l'acquisizione delle prestazioni sportive del calciatore.

FONTE: HellasVerona.it


Di Andrea Rapino | CALCIO, SPORT | 8 luglio 2015
Calciomercato Virtus Lanciano: si complica il ritorno di Nicolas, aumentano le opzioni per il centrocampo
Morellini è il nuovo preparatore atletico. Le indagini sulle frodi sportive fanno slittare il ritiro?

LANCIANO. Si complica a sorpresa la trattativa con l’Hellas Verona per il ritorno di Nicolas Andrade: nei giorni scorsi si era vicini addirittura alla cessione definitiva, ma il brasiliano ora è pronto a partire per il ritiro con gli scaligeri, che potrebbero tenerlo in organico come terzo portiere.

[...]

FONTE: Lanciano24.it


Siamo ancora in ottime mani
Postata il 08/07/2015 alle ore 13:55

Verona – Si colora improvvisamente di verdeoro la mattinata in via Belgio 12. L’Hellas Verona FC informa infatti che Rafael de Andrade Bittencourt Pinheiro e Nicolas David Andrade hanno rinnovato i rispettivi contratti che li legano all’Hellas. I due portieri gialloblù, giunti in sede alle 12.30, hanno apposto la firma in contemporanea, alla presenza del Direttore Sportivo Riccardo Bigon.

FONTE: HellasVerona.it


17:52 | lunedì 06 luglio 2015
Virtus Lanciano: vicino il ritorno di Nicolas dal Verona
Per l'attacco tutto su Inglese: le ultimissime

di Daniele Longo - twitter:@86_longo
Il Lanciano è molto attivo sul mercato, con il direttore Luca Leone che sta cercando di costruire l'ennesima formazione di livello per il campionato cadetto. Secondo le ultissime indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla nostra redazione la Virtus sta stringendo con il Verona per il portiere Nicolas Andrade che tanto bene aveva fatto nella scorsa stagione con la maglia rossonera. Si lavora ad un nuovo prestito ma non è escluso che le due società trovino la quadratura per un passaggio a titolo definitivo.

[...]

FONTE: CalcioNews24.com


Lanciano, trattativa per tre giocatori del Verona
03 luglio alle 21:10
Nuovi affari per il Lanciano. La società di Valentina Maio sta trattando con l'Hellas Verona tre giocatori: uno è il portiere Nicolas Andrade, destinato a rimanere in rossonero dopo la stagione in prestito. Gli altri sono Michael Rabušic ed Ernesto Torregrossa: probabile che arrivi soltanto uno dei due. A riportarlo è lanciano24.it.

FONTE: CalcioMercato.com


Di Andrea Rapino | CALCIO, SPORT | 30 giugno 2015
Calciomercato Virtus Lanciano, con l’Hellas Verona si trattano anche due attaccanti
LANCIANO. Non solo Nicolas: dall’Hellas Verona potrebbe arrivare anche il rinforzo che la Virtus Lanciano cerca per l’attacco, reparto che va ricostruito pressoché completamente dopo le partenze di Alberto Cerri, Leonardo Gatto, Gaetano Monachello e Mame Thiam. Il club rossonero sta trattando infatti anche il prestito di uno tra Michael Rabušic (1989, passaporto ceco e origini croate) ed Ernesto Torregrossa (nato a Caltanissetta nel 1992).

Il primo ha passato l’ultima stagione tra Perugia e Crotone; con gli scaligeri ha giocato una manciata di partite nel 2014.

Rabušic manca l’appuntamento con il gol dal periodo della militanza nello Slovan Liberec, dove tra il 2011 e il 2014 ha disputato 69 partite e segnato 23, guadagnando anche un paio di convocazioni per le qualificazioni ai Mondiali del 2014.

Torregrossa invece di reti ne ha segnate 8 in 35 partite, 30 delle quali da titolare, in questo suo primo anno in Serie B, a Crotone. In precedenza aveva giocato in Lega Pro, oltre che con l’Hellas, con Siracusa, Monza, Como e Lumezzane.

La conferma del prestito di Nicolas dal club gialloblù viene considerata una formalità, in quanto il portiere non rientra nei piani della società, e lui vuole essere ceduto a una squadra che gli assicuri un posto da titolare. Per quanto riguarda i due centravanti, entrambi gli affari sono considerati fattibili.

Restano tuttavia aperte anche le strade che possono portare all’arrivo di un’altra punta: Mamadou Tounkara (1996, Lazio Primavera), Roberto Inglese (1991, nell’ultima stagione prestato dal Chievo Verona al Carpi), Pietro Iemmello (1992, dallo Spezia al Foggia) e Lorenzo Rosseti (1994, dalla Juventus all’Atalanta).

FONTE: Lanciano24.it


Nicolas Andrade David

Biografia
Nicolas Andrade David, mais conhecido como Nicolas, foi revelado nas categorias de base do Atlético. No ano de 2009, subiu para a equipe profissional sob o comando do treinador Emerson Leão e ficou por pouco tempo no elenco, já que foi emprestado ao Villa Nova-MG. O goleiro permaneceu no Leão do Bonfim durante o Campeonato Mineiro, e na sequência foi devolvido ao Galo. No dia 09 de junho de 2009, foi emprestado para a Tombense-MG. O goleiro atuou pelo time de Tombos durante 6 meses e no fim do contrato, partiu para a Anapolina, de Goiás.

Ficha Técnica
Nome: Nicolas Andrade David
Posição: Goleiro
Data de Nascimento: 12 de abril de 1988
Naturalidade: Colorado do Oeste-RO

Carreira
Atlético - 2009
Villa Nova-MG - 2009
Atlético - 2009
Ituiutaba-MG - 2009
Tombense-MG - 2009
Anapolina-GO - 2010
Hellas Verona-ITA - 2010/2014
Lanciano-ITA - 2014

FONTE: GaloDigital.com


STORIE DI PORTIERI
LA FAVOLA DI NICOLAS
PROTAGONISTA A LANCIANO

06/07/2015 12:13
Tanti anni ad allenarsi, a sudare, a cercare di migliorare per finire sistematicamente in panchina o in tribuna. Una specie di oggetto misterioso, soprattutto per chi non ha mai seguito un allenamento del Verona. David Andrade Nicolas, classe 1988, brasiliano di Colorado do Oeste (stato di Rondônia, poco distante dal confine con la Bolivia) arrivò a Verona nell'estate del 2010, prelevato dall'Atletico Mineiro (tanta panchina anche lì). L'Hellas era in Lega Pro, Rafael il titolare. Per Nicolas 40 partite da riserva. A fine stagione festeggiò la serie B anche senza riuscire a debuttare.

Nicolas vice di Rafael anche nel 2011/2012 tra i cadetti. L'esordio arriva in Coppa Italia contro il Parma al Tardini il 29 novembre 2011. La matricola Verona vince 2-0 con reti di Ferrari e Gomez. Gloria anche per Nicolas, prima di tornare in panchina per tutto il campionato.

L'esordio in B l'anno dopo, nella stagione della promozione. Due partite contro Virtus Lanciano e Crotone, e di nuovo tanta panchina. Nicolas è la riserva di Rafael anche nella prima stagione in serie A. Sulla carta è il terzo portiere visto che l'Hellas ha preso anche Mihajlov, numero uno della nazionale bulgara. All'ultima giornata l'esordio traumatico al San Paolo contro il Napoli. Finisce 5 a 1 per la squadra di Benitez. Un piccolo incubo per Nicolas.

La svolta arriva la scorsa estate, quando il Verona lo cede in prestito alla Virtus Lanciano in serie B. Nicolas diventa subito titolare inamovibile. Gioca 35 partite, ne salta 7 per un infortunio alla caviglia, poi torna e contribuisce con le sue parate al raggiungimento di una salvezza tranquilla.

A Lanciano stanno insistendo per averlo un altro anno in prestito. Il Verona ha intenzione di allungargli il contratto per poi rimandarlo in Abruzzo e sostituirlo con un altro portiere che possa accettare il ruolo di terzo, dietro a Rafael e Gollini. Per Nicolas una bella favola. Dopo tante stagioni dietro le quinte è diventato protagonista in serie B. (L.F.)

FONTE: TgGialloblu.it


Nicolas Andrade "The Brazilian Stuntman"La Rivelazione della Virtus Lanciano

STAGIONE 2014-15 +   -   =
PRIMO PIANO
ESCLUSIVA TB- Lanciano, nuovo tentativo per Nicolas: i dettagli
28.06.2015 20:00 di Attilio Malena Twitter: @AttilioMalena
Il Lanciano vuole confermare a tutti i costi Nicolas per la porta: nuovi contatti con l'Hellas Verona per consegnare nuovamente a Roberto D'Aversa il solido estremo difensore. Secondo quanto ci risulta, si starebbe trattando sulla base di un nuovo prestito, filtra cauto ottimismo. Una garanzia tra i pali per ripartire al meglio, Nicolas si riavvicina al Lanciano...

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


SERIE B
Il Lanciano perde Nicolas: resterà fuori un mese
Il portiere brasiliano ha problemi a una spalla, il club valuta Amelia (ex Milan)

LANCIANO. Nicolas Andrade dovrà stare fermo per circa venti giorni. Gli accertamenti svolti dal portiere brasiliano della Virtus nell’ospedale di Frosinone, subito dopo l’infortunio patito al Matusa, hanno evidenziato una sublussazione della clavicola.
Per tre settimane Nicolas potrà svolgere solo lavoro atletico: stando così le cose, di certo non sarà disponibile per le prossime gare con Brescia, Bari e Cittadella; forse, per consentire al “goleiro” di riprendere la forma campionato, si dovranno aspettare anche le trasferte di Vicenza e Perugia. Il club rossonero ora è di fronte a un bivio

[...]

FONTE: SporTag.it


Virtus Lanciano, in arrivo il portiere David Nicolas Andrade. Petkovic, niente Virtus!
Brasiliano, classe 1988, arriva in prestito dal Verona. Guai fisici per Petkovic: torna al Catania

Redazione - 28 luglio 2014
Nicolas Andrade

La Virtus Lanciano assesta il colpo tra i pali: sarà il brasiliano dell’Hellas Verona David Nìcolas Andrade il nuovo portiere dei rossoneri.
Classe 1988, 190 cm per 85 kg, l’estremo difensore verdeoro è stato il secondo di Rafael in serie A. Arriverà in prestito nella città frentana.
Dietrofront, invece, per l’attaccante croato Bruno Petkovic, che tornerà al Catania a causa di problemi di natura medica emersi nel corso delle visite mediche effettuate presso la clinica Villa Stuart di Roma. (fonte: Pier Paolo Di Nenno)

FONTE: SporTag.it


STAGIONE 2013-14 +   -   =
Napoli, il nuovo fenomeno è Mertens: Verona affondato.
18 maggio 2014
FANTA-ANALISI. La squadra di Benitez chiude al meglio la stagione con una prestazione spettacolare del suo belga, che si merita un 8,5 in pagella. Doppietta anche per Duvan Zapata, in crescita, e reti di Callejon e Iturbe. Esordio da incubo per Andrade
La cronaca del match - Le pagelle - Amauri-gol, Parma in Europa. Cerci sbaglia un rigore al 93' - Gioca al Fantascudetto L'ALBUM della Serie A Tutti i GOL della

NAPOLI-VERONA 5-1
5' Callejon, 13' e 25' Zapata, 62' e 77' Mertens (N), 66' Iturbe.

[...]

FLOP: David Nicolas Andrade - Che esordio da incubo per il brasiliano classe '88, che si è conquistato una passerella nell'ultima giornata, ma non credeva di trovarsi a raccogliere dal fondo della rete ben cinque palloni. Non impeccabile, il suo voto è un 5 e così è come se non fosse mai sceso in campo.

[...]

FONTE: Sport.Sky.it

0 commenti:

Posta un commento

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#PremioBegali

#Roncone2018


Wallpapers gallery