#HellasNews Verso VERONA-CROTONE confortati dai precedenti - Sconfitta secca per la Primavera alla prima amichevole - ALBERTAZZI fuori almeno un mese SILIGARDI quasi...

Pubblicato da andrea smarso domenica 14 agosto 2016 10:44, vedi , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#HellasNews +   -   =

VERONA-CROTONE i precedenti al Binti favorevoli ai gialloblù che in 5 match non hanno mai perso e anzi vinto in 2 occasioni... Fuori SILIGARDI, ALBERTAZZI e SOUPRAYEN

SCONFITTA NETTA PER LA PRIMAVERA nella prima amichevole stagionale, il DELTA ROVIGO vince per 3 a 0...

ALBERTAZZI FUORI 4 SETTIMANE! Pessimo inizio di stagione per Michelangelo che ha subito uno stiramento del legamento collaterale laterale del ginocchio sinistro, la prognosi si avvicina al mese...

AZZURRI UNDER 20, il cittì Alberico EVANI chiama anche CAPPELLUZZO che disputa poi l'intero secondo tempo del match amichevole...

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



DICONO +   -   =

Fabio PECCHIA sul prossimo match di Coppa Italia contro il CROTONE «Intanto abbiamo rotto il ghiaccio, abbiamo conosciuto il 'Bentegodi'. Contro il Foggia l'atteggiamento è stato giusto, il clima anche, fattori che mi danno le cose che cercavo. Ora occorre fare lo step successivo per migliorare ancora. Il nostro stimolo è quello di affrontare una gara da vincere, a prescindere dall'avversario. Affrontare una squadra di Serie A come il Crotone è importante e stimolante per tutti, però noi dobbiamo entrare in campo pensando di fare le nostre cose dal primo minuto. Che loro abbiano giocatori importanti a noi interessa fino a un certo punto, quello che conta è la nostra crescita fisica, tattica e psicologica. Una gara così importante ci dirà ancor di più a che punto siamo in vista del campionato. Non pensiamo già al Bologna che attende al turno successivo, la testa è solo alla gara di domani, per dare un segnalo di crescita» HellasVerona.it

'Nanu' GALDERISI promuove il nuovo HELLAS «La retrocessione? Un incidente di percorso può capitare a chiunque. L’Hellas dell’anno scorso ha avuto l’attenuante di una buona dose di sfortuna. Per il futuro sara’ determinante la ripresa mentale ma mi pare che Pecchia stia facendo davvero un ottimo lavoro. La coppia Setti-Fusco? La società ha fatto scelte oculate responsabilizzando l’allenatore che sta portando mentalità e rinnovato entusiasmo; Verona merita altri palcoscenici ma per tornarci occorre prima affrontare e vincere la serie B, campionato lungo e difficile. Sussitono i cronici problemi difensivi? L’errore non si cerca nella difesa ma nella squadra. Il gruppo nella sua interezza e’ la chiave di tutto. Il tempo per calarsi nella nuova categoria c’è. Ma non bisogna avere fretta di vincere subito; i ragazzi devono lavorare sodo e non dare nulla per scontato» HellasNews.it

L'agente del neoarrivo CARACCIOLO «Siamo contenti di avere sottoscritto un contratto di tre anni con l’Hellas Verona Antonio è entusiasta della nuova avventura e per venire all’Hellas, ha rinunciato alla Serie A» HellasNews.it

GANZ «Domenica abbiamo una partita molto importante, ma sono contento perché si vede che siamo un gruppo affiatato e solido. La cosa più importante è il campionato, ma il Crotone gioca in Serie A e questo ci dirà a che punto siamo dopo aver battuto il Foggia. Ci stiamo preparando e domenica tireremo le somme. Sul campionato invece è impossibile fare previsioni adesso, a dispetto del valore di mercato in campo si è tutti uguali. Vinceremo solo lavorando e impegnadoci più degli altri. La Serie B è lunghissima e non va sottovalutata nessuna partita» HellasVerona.it

L'agente del neoarrivo CARACCIOLO «Siamo contenti di avere sottoscritto un contratto di tre anni con l’Hellas Verona Antonio è entusiasta della nuova avventura e per venire all’Hellas, ha rinunciato alla Serie A» HellasNews.it

Mister PECCHIA a B Magazine «Noi favoriti? A quanto pare quello che si dice è questo. Tutti parlano, ma io penso alla mia squadra e solo ed esclusivamente a lavorare. Ora pensiamo a crescere, come squadra e come gruppo, poi si vedrà. La B è un campionato apertissimo, mentre la Serie A è decisamente più prevedibile. In B cambiano valori e situazioni improvvisamente. Tante squadre sulla carta negli anni scorsi dovevano lottare per non retrocedere e poi sono state promosse. Il campionato è bello e imprevedibile. Proprio per quello mi viene da ridere quando si parla dell'Hellas Verona favorito. Modulo preferito? 4-3-3, ma i numeri lasciano il tempo che trovano. Pazzini? Il 'Pazzo' è grande giocatore e una gran persona. Tra di noi c'è un rapporto leale spontaneo e diretto. Ha fatto anche lui una scelta consapevole per riprendersi e ripagare fiducia che l'Hellas Verona ha avuto in lui. E sono sicuro lo farà» TuttoMercatoWeb.com


IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Juan Manuel ITURBE non convince SPALLETTI, sarà addio definitivo con la ROMA? Pierluigi GOLLINI emigrato in Inghilterra a difendere i pali dell'ASTON VILLA 'Uova sull’Hellas? In Italia normale, i tifosi hanno poca pazienza'... Male la prima coi VIllains per l'ex portiere scaligero con qualche responsabilità sul gol che è valso la sconfitta con lo SHEFFIELD UNITED..



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Giochi e Scommesse
Scommesse, Serie B: primo posto Hellas Verona vale 4,00
I gialloblù gran favoriti nel torneo cadetto che comincia il 26 agosto

di Redazione 1322 10 agosto 2016 fonte ilVelino/AGV NEWS Roma

Roma, 13:22 - 10 agosto 2016 (AGV NEWS)
Sarà l’anticipo Spezia-Salernitana ad aprire venerdì 26 agosto il campionato di Serie B 2016-17. Un torneo lungo 42 giornate che per i bookmaker si concluderà con il primo posto dell’Hellas Verona. Il trionfo dei gialloblù, appena retrocessi, viene infatti quotato a 4,00. Secondo candidato a vincere il campionato cadetto è il Carpi bancato a 6,00. A seguire il terzetto Frosinone, Cesena e Spezia (8,00). Dovesse arrivare primo il Bari verrebbe pagata 12 volte la scommessa, mentre la vittoria del Trapani vale 15. Più distanziato il Vicenza: i biancorossi che terminano sul gradino più alto del podio vengono dati a 50,00.

FONTE: IlVelino.it


“Nanu” promuove il Verona
11 agosto 2016

Armando Mantovanelli
“Nanu” Galderisi, neo mister della Lucchese, commenta l’Hellas:
“La retrocessione ha fatto male a tutti ma l’orgoglio dei tifosi è immenso e a Verona la categoria conta poco. La maglia e’ il vero valore aggiunto e va oltre ogni dinamica”.

Nelle parole di “Nanu” tanta amarezza ma anche la consapevolezza che i gialloblù possano riprendersi immediatamente.
“Un incidente di percorso può capitare a chiunque. L’Hellas dell’anno scorso ha avuto l’attenuante di una buona dose di sfortuna. Per il futuro sara’ determinante la ripresa mentale ma mi pare che Pecchia stia facendo davvero un ottimo lavoro”.

La coppia Setti-Fusco e’ da promuovere?
“La società ha fatto scelte oculate responsabilizzando l’allenatore che sta portando mentalità e rinnovato entusiasmo; Verona merita altri palcoscenici ma per tornarci occorre prima affrontare e vincere la serie B, campionato lungo e difficile”.

Dopo la partita di Coppa Italia in molti hanno rivisto alcuni cronici problemi difensivi della scorsa stagione: questione di reparto?
“Direi di no. L’errore non si cerca nella difesa ma nella squadra. Il gruppo nella sua interezza e’ la chiave di tutto. Il tempo per calarsi nella nuova categoria c’è. Ma non bisogna avere fretta di vincere subito; i ragazzi devono lavorare sodo e non dare nulla per scontato”.

Pazzini può essere l’erede di Toni?
“La scelta di trattenere Giampaolo e’ stata determinante; il “Pazzo” è un perfetto finalizzatore e chi gioca al suo fianco può solo imparare e beneficiarne. Ganz e Luppi sono avvertiti”..

Ag. Caracciolo: “Ha rinunciato alla Serie A per venire all’Hellas Verona”
agosto 10, 2016
“Siamo contenti di avere sottoscritto un contratto di tre anni con l’Hellas Verona – ha dichiarato l’agente Giuseppe Riso a Hellas Live – Antonio è entusiasta della nuova avventura e per venire all’Hellas, ha rinunciato alla Serie A”.

FONTE: HellasNews.it


NEWS
Antonio Caracciolo, un nuovo difensore per il Verona
L’ex centrale del Brescia si trasferisce in gialloblù

di Jacopo Michele Bellomi, @jjbellomi 10/08/2016, 13:35

Antonio Caracciolo sta per diventare un nuovo giocatore del Verona e andrà a rinforzare la retroguardia della squadra di Pecchia.
Classe ’90, nasce a Tempio Pausania, in Sardegna, ma a tre anni si trasferisce in provincia di Milano. Comincia a giocare con le giovanili dell’Inter, con cui continua fino al 2007, quando viene ceduto al Pavia. Nella stessa stagione esordisce tra i professionisti in C2, giocando anche nei playout vinti contro la Caravaggese.
Rimane in Lombardia fino al gennaio 2010, collezionando 15 presenze e 1 gol in tre stagioni. Segue un’esperienza nel Bari di Ventura, con cui non scende mai in campo in Serie A, poi il cartellino viene comprato dal Genoa che lo gira subito al Gubbio.

Con gli umbri, in Lega Pro, colleziona 31 presenze in totale in stagione, diventando uno dei pilastri della squadra che vince il campionato e viene promossa in Serie B. Vista l’ottima annata, il prestito viene rinnovato ma l’anno successivo, nonostante le 33 gare giocate, il Gubbio termina il campionato al penultimo posto e retrocede.

Il Brescia fiuta l’affare e, nel 2012, lo acquista in comproprietà. Buona la prima stagione (19 presenze in Serie B), la comproprietà si risolve alle buste e diventa interamente un giocatore delle rondinelle. A questo punto viene girato in prestito alla Cremonese, in Lega Pro, dove conclude il campionato con 28 presenze e 3 gol, record personale di marcature.

Torna a Brescia, dove non rientra nei piani dell’allenatore. Parte ai margini della rosa, ma con sacrificio riesce a ritagliarsi uno spazio che con il tempo lo vede sempre più leader difensivo della squadra. Termina la stagione con 34 presenze e il posto da titolare, confermato per la Serie B 2015/16, in cui si mette in evidenza come uno dei migliori difensori del campionato, in virtù di 42 gare giocate e 2 reti.

Caracciolo è un difensore centrale che, all’occorrenza, può giocare anche terzino destro. È dotato di un buon piede, giocava attaccante da giovane, e a volte cerca di fare salire la squadra palla al piede partendo dalla difesa. Il suo modello è Thiago Silva, considerato il più completo dietro gli inarrivabili Nesta e Maldini.
Jacopo Michele Bellomi

NEWS
La battuta di Toni: “Verona salvo con Zidane? Bisognava vendere l’Arena…”
“Se l’avessimo preso a gennaio saremmo ancora in A? È molto bravo”

di Redazione Hellas1903, 10/08/2016, 08:27

Ospite di “Premium Sport” per il post Real Madrid-Siviglia, match valido per la Supercoppa europea 2016 e terminato 3-2 per le “merengues” dopo i tempi supplementari, Luca Toni ha parlato della squadra di Zidane, elogiando lo stesso tecnico francese ed effettuando una disamina tattica su Alvaro Morata.
E il nuovo dirigente gialloblù scherza: “Se l’Hellas sarebbe ancora in A se avesse ingaggiato Zidane in panchina a gennaio? Forse dovevamo vendere l’Arena (ride, ndr). Zidane è molto bravo nella gestione del gruppo, ha avuto grande carattere nel tenere in panchina giocatori fondamentali. Con il Siviglia ha avuto anche un pizzico do fortuna”.

NEWS
Coppa Italia Verona, la data può cambiare
Difficile che col Crotone si giochi il 13. Probabile lo spostamento

di Redazione Hellas1903, 06/08/2016, 14:35

In forte dubbio la disputa della partita del terzo turno di Coppa Italia tra Crotone e Verona il 13 agosto.
La gara, con elevate probabilità, verrà giocata in una data diversa.
Lo stadio “Scida” non è agibile, la prima sede indicata dalla società calabrese, Pescara, sarà occupata dalla squadra di casa.
Al Bentegodi l’inversione di campo non sarà possibile, perché sempre il 13 agosto ci sarà il Chievo.
L’ipotesi Cosenza, già ventilata nelle scorse ore, necessita di un iter burocratico che, per adesso, è residuale.
Per queste ragioni si va verso lo spostamento al 14 agosto (a Pescara) o, il giorno di Ferragosto, a Verona. E solamente se le due sedi non potessero essere fruibili l’incontro verrà giocato a Cosenza.

NEWS
Stadio Salernitana, manto erboso devastato
Il club granata conferma che sarà sistemato per la prima in casa contro il Verona

di Redazione Hellas1903, 06/08/2016, 11:08

Salernitana-Verona, seconda di campionato, si giocherà allo stadio Arechi. Lo fa sapere la Salernitana con una nota al Comune campano in cui comunica che il campo sarà pronto a partire dai primi giorni di settembre, a spese della società granata.
Al momento, infatti, il manto erboso dello stadio (in foto salernonotizie.it) è in un pessimo stato e questo ha portato i granata a non poter utilizzare l’impianto per le due amichevoli estive e la partita di Coppa, perdendo il relativo incasso.
La Salernitana, che ora dovrà rimediare, sta cercando di capire come sia possibile che un campo che aveva ricevuto un riconoscimento per la qualità del terreno di gioco abbia potuto ridursi in questo stato disastroso.

FONTE: Hellas1903.it


VERONA-CROTONE, I PRECEDENTI AL BENTEGODI
2012/13, gran rimonta Hellas col Crotone
11/08/2016 12:12
Verona-Crotone non è un match di grandissima tradizione. Le due squadre saranno di fronte domenica 14 agosto in riva all’Adige per il III turno di Coppa Italia e nella loro storia, si sono affrontate al Bentegodi soltanto in Serie B. Il bilancio dice che su 5 incontri disputati sono 2 le vittorie scaligere, 3 i pareggi e zero le affermazioni dei calabresi. Anche per quanto riguarda i gol fatti, Hellas in vantaggio per 6 a 4.

La prima volta che gialloblù e rossoblù si affrontarono risale al torneo cadetto 2004/05. Esattamente il 30 aprile 2004, il match finì in parità: 0-0. L’anno successivo altra “ics” per 1-1 (a De Guzman 38’ su rigore, rispose Adailton, 46’). Nel 2006/07 (8 ottobre 2006) altro pareggio a reti inviolate, mentre nel 2011/12 (13 novembre 2011), si registra la prima vittoria gialloblù per 2-1 (17’ Pichlmann, 85’ Calil e gol del successo firmato Maietta al 92’). L’ultima gara però fu quella più pirotecnica, nonché emozionante. Si giocò nel 2012/13 (24 marzo 2013) e terminò 3-2 con l’Hellas che vinse in rimonta. Crotone avanti per 0-2 grazie ai gol di Eramo al 33’ e De Giorgio al 58’, ma gran dimostrazione di forza veneta che al 60’ e al 64’ con Cacia ed infine al 67’ con Sgrigna, fece esplodere di gioia il Bentegodi.

VERONA-CROTONE, I PRECEDENTI AL BENTEGODI:
PARTITE GIOCATE: 5
VITTORIE VERONA: 2
PAREGGI: 3
VITTORIE CROTONE: 0
GOL FATTI VERONA: 6
GOL FATTI CROTONE: 4
ANDREA FAEDDA

DEBUTTO SULLE RETI MEDIASET
E Toni ora fa l'opinionista tv
09/08/2016 21:12
Consulente, anzi no: consigliere del presidente Setti, ancora senza scrivania (lo ha detto scherzando alla presentazione dei calendari) e forse futuro ds. Per ora, in attesa di capire cosa farà da "grande" dopo il ritiro, Luca Toni ha iniziato la carriera da opinionista delle reti Mediaset. Un ruolo che lo vedrà protagonista anche se lontano dai campi da gioco. In attesa di tornare, come dirigente del Verona, su quelli infuocati della serie B...

FONTE: TGGialloBlu.it


SERIE B
Verona, Pecchia: "Noi favoriti? Si dice così, ma la B è imprevedibile"
09.08.2016 17.57 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Salutati Real Madrid e Newcastle, ove è stato vice di Rafa Benitez, Fabio Pecchia riparte dal ruolo di allenatore del Verona. L'ex centrocampista di Juventus e Napoli ne ha parlato a B Magazine: "Noi favoriti? A quanto pare quello che si dice è questo. Tutti parlano, ma io penso alla mia squadra e solo ed esclusivamente a lavorare. Ora pensiamo a crescere, come squadra e come gruppo, poi si vedrà.

La B è un campionato apertissimo, mentre la Serie A è decisamente più prevedibile. In B cambiano valori e situazioni improvvisamente. Tante squadre sulla carta negli anni scorsi dovevano lottare per non retrocedere e poi sono state promosse. Il campionato è bello e imprevedibile. Proprio per quello mi viene da ridere quando si parla dell'Hellas Verona favorito.

Benitez? Sapeva che prima o poi avrei ripreso il mio cammino. In questi anni ho cercato di rubargli il più possibile. Ho fatto esperienze bellissime in club importantissimi, ma come ho detto volevo riprendere la mia strada. Quindi per lui non è stata una sorpresa.

Modulo preferito? 4-3-3, ma i numeri lasciano il tempo che trovano. Pazzini? Il 'Pazzo' è grande giocatore e una gran persona. Tra di noi c'è un rapporto leale spontaneo e diretto. Ha fatto anche lui una scelta consapevole per riprendersi e ripagare fiducia che l'Hellas Verona ha avuto in lui. E sono sicuro lo farà".

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Primavera KO in amichevole con il Delta Rovigo
13/AGOSTO/2016 - 19:30
Rovigo - Gambe pesanti, tante buone idee e cose su cui lavorare. Termina con una sconfitta la prima amichevole ufficiale della Primavera gialloblù, che si vede superare per 3-0 dal Delta Rovigo, esperta formazione militante in Serie D. Il Verona parte bene, ma è il Rovigo ad andare in vantaggio, dopo un rigore trasformato da Alessandro. I gialloblù non demordono e si riversano nella metà campo avversaria, costruendo diverse palle gol, con uno Stefanec molto ispirato. Purtroppo, nel momento di massimo sforzo, arriva il raddoppio dei padroni di casa, firmato da Dukic su calcio d'angolo a inizio secondo tempo. Chiude nel finale Capogrosso, che è abile a sfruttare un contropiede e a battere Vencato. Da questo test mister Pavanel ha comunque potuto ricavare diverse informazioni importanti sullo stato di forma dei suoi ragazzi, molti dei quali si allenano insieme solo da pochi giorni. All'inizio del campionato manca circa un mese, qualche buono spunto su come arrivarci pronti è arrivato anche oggi.

DELTA ROVIGO-HELLAS VERONA 3-0
Marcatori: 9' pt Alessandro (rig.), 6' st Dukic, 24' st Capogrosso.

DELTA ROVIGO (4-3-3): Boccanera (dal 25' st Spinelli); Festa (dal 13' st Contri), Dukic, Tarantino, Fabbri (dal 23' st Fabbris); Fortunato, Sentinelli (dal 13' st Capogrosso), Alessandro (dal 19' st Mboup); Miotto, Ferrari (dal 13' st Gattoni), Oliveira (dal 1' st Caraccio).
A disposizione: El Otmani, Soro.
All.: Passiatore.

HELLAS VERONA (4-3-1-2): Vencato; Pavan (dal 19' st Nigretti), Casale (dal 39' st Perazzolo), Kumbulla (dal 1' st Dall'Agnola), Badan (dal 30' st Aloisi); Danzi (dal 19' st Cherubin), Pellacani (dall'11 st Buxton), Sapucci (dal 23' st Pinton); Hoxha; Stefanec (dall'11' st Marulli), Tupta (dal 40' st Gecchele).
A disposizione: Carletti, Di Filippo, Dentale, Cinti.
All.: Pavanel.

TIM Cup / Hellas Verona-Crotone: numeri e curiosità
13/AGOSTO/2016 - 17:15
Verona - Scopri i numeri, le statistiche e le curiosità di Hellas Verona-Crotone, III° Turno Eliminatorio di TIM Cup in programma domenica 14 agosto (ore 20.45) allo stadio 'Bentegodi'.

Hellas Verona e Crotone si affrontano in TIM Cup per la prima volta nella loro storia
Tanto spettacolo nelle ultime quattro sfide tra le due squadre, con 18 gol segnati in totale
Il Verona ha segnato in 8 delle ultime 9 gare disputate in TIM Cup
L'attaccante gialloblù Davide Luppi ha segnato l'ultima volta che ha affrontato il Crotone, lo scorso aprile con la maglia del Modena

Ufficiale: prolungano Nicolas e Checchin
13/AGOSTO/2016 - 16:50
Verona - L'Hellas Verona FC comunica di aver prolungato il contratto con i calciatori Nicolas David Andrade e Luca Checchin rispettivamente fino al 30 giugno 2019 e al 30 giugno 2020.

Fabio Pecchia: «Ora serve fare un passo in avanti»
13/AGOSTO/2016 - 14:55
Verona - Segui su Hellas Verona Channel la conferenza stampa di mister Pecchia alla vigilia di Hellas Verona-Crotone.

VERSO IL CROTONE
«Intanto abbiamo rotto il ghiaccio, abbiamo conosciuto il 'Bentegodi'. Contro il Foggia l'atteggiamento è stato giusto, il clima anche, fattori che mi danno le cose che cercavo. Ora occorre fare lo step successivo per migliorare ancora. Il nostro stimolo è quello di affrontare una gara da vincere, a prescindere dall'avversario. Affrontare una squadra di Serie A come il Crotone è importante e stimolante per tutti, però noi dobbiamo entrare in campo pensando di fare le nostre cose dal primo minuto. Che loro abbiano giocatori importanti a noi interessa fino a un certo punto, quello che conta è la nostra crescita fisica, tattica e psicologica. Una gara così importante ci dirà ancor di più a che punto siamo in vista del campionato. Non pensiamo già al Bologna che attende al turno successivo, la testa è solo alla gara di domani, per dare un segnalo di crescita».

LA MENTALITA' CHE SERVE
«Voglio vedere una squadra con voglia di vincere, legata al risultato al di là di ciò che può accadere nella singola gara. Dobbiamo anche gestire meglio i momenti di difficoltà, che ci possono essere nell'arco della gara. Col Foggia in certi frangenti è venuto meno l'equilibrio e abbiamo subito qualche ripartenza evitabile, su questo dobbiamo lavorare. L'atteggiamento invece deve essere spregiudicato, con la voglia di raggiungere il risultato. La difesa del Verona non è scarsa, ha gestito bene le situazioni soffrendo alcune differenze fisiche rispetto al Foggia. Ma io parlerò sempre di squadra e mai di reparto, le responsabilità saranno sempre condivise. I miei calciatori devono avere il giusto mix di qualità, quantità e voglia di correre. Questo ci permetterà di vincere le gare.
Quando ero calciatore ero molto competitivo, e questo aspetto vorrei rivederlo nella mia squadra. Vincere poi è sempre difficile, e la Serie B ha un livello che si è alzato, con tante squadre che si stanno attrezzando e vogliono fare un campionato di livello. Io penso al Verona, a crescere nel minor tempo possibile e ad affrontare ogni avversario nel modo giusto».

LE SCELTE SUL CAMPO
«L'obiettivo è quello di sfruttare e gestire al massimo tutti i giocatori, il reparto offensivo non riguarda solo Pazzini e Ganz. Anche per la fascia sinistra ho tante soluzioni, con Romulo, Pisano, Fares e gli altri. Come Souprayen, che nonostante le difficoltà dello scorso anno è un ottimo giocatore. Siligardi? Ci ho parlato il primo giorno di ritiro, per me non si muove da Verona, ma io alleno tutti con la stessa intensità, anche i calciatori definiti 'in partenza'. Una squadra con tante alternative è una squadra che alza il livello degli allenamenti, perché c'è concorrenza. In generale sono contento di tutto, solo l'infortunio di Albertazzi avrei potuto gestirlo in maniera diversa, è una mia responsabilità».

I NUOVI ARRIVATI
«Caracciolo e Bessa li conoscevo già, ma in questi giorni c'è stato poco tempo per vederli all'opera. Ora devono solo integrarsi, ma non credo ci saranno problemi. Spero arrivi presto il 31 agosto, così da poter chiudere il capitolo calciomercato. Bessa l'ho visto troppo poco, mentre Caracciolo sta bene fisicamente e quindi sicuramente sarà con noi. Bessa sa ricoprire diversi ruoli del centrocampo, ha tanta qualità e intelligenza. Trovargli il ruolo non sarà un problema, è un ragazzo sveglio. Anche Caracciolo ci darà una grande mano».

Peschiera: seduta mattino
13/AGOSTO/2016 - 12:00
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù allo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera del Garda. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche ed esercitazioni su calcio piazzato. Domani in programma la rifinitura mattutina a porta chiuse.

Lavoro differenziato per Souprayen. Fisioterapia e differenziato in palestra per Siligardi, terapie per Albertazzi.

HV24 - 12 agosto 2016
12/AGOSTO/2016 - 23:00

Verona - Torna l'appuntamento con HV24, la finestra sul mondo dell'Hellas Verona. Rivivi il primo giorno in gialloblù di Antonio Caracciolo e Daniel Bessa attraverso immagini esclusive, prima di passare al focus sulla sfida contro il Crotone, presentata dall'attaccante Simone Andrea Ganz e dal Responsabile Biglietteria, Moris Rigodanze, che anticipa alcuni dati sulla prevendita e sulla campagna abbonamenti 2016/17. Senza dimenticare l'esperienza con l'Under 20 di Pierluigi Cappelluzzo.

Peschiera: seduta mattino
12/AGOSTO/2016 - 13:00
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche per reparti e partita. Primo allenamento in gialloblù per Daniel Bessa. Helander ha svolto l'intero allenamento con il gruppo. Lavoro differenziato per Souprayen. Fisioterapia e differenziato in palestra per Siligardi, terapie per Albertazzi.

Domani in programma seduta mattutina a porte chiuse.

Ganz: «Stiamo bene in campo e fuori, grande gruppo»
11/AGOSTO/2016 - 18:50

Verona - Segui su Hellas Verona Channel le dichiarazioni dell'attaccante gialloblù Simone Andrea Ganz, rilasciate in previsione di Hellas Verona-Crotone, III° turno della TIM Cup 2016/17.

LA GARA CONTRO IL CROTONE
«Domenica abbiamo una partita molto importante, ma sono contento perché si vede che siamo un gruppo affiatato e solido. La cosa più importante è il campionato, ma il Crotone gioca in Serie A e questo ci dirà a che punto siamo dopo aver battuto il Foggia. Ci stiamo preparando e domenica tireremo le somme. Sul campionato invece è impossibile fare previsioni adesso, a dispetto del valore di mercato in campo si è tutti uguali. Vinceremo solo lavorando e impegnadoci più degli altri. La Serie B è lunghissima e non va sottovalutata nessuna partita».

IL NOSTRO GRUPPO
«Non c'è differenza tra chi gioca mezz'ora e chi invece fa tutta la partita, e anche io ragiono così, dando sempre tutto. Sono contentissimo perché iniziare bene è positivo per tutti, e fin dal mio arrivo sono stato accolto alla grande. Questo stare bene insieme poi lo portiamo anche in campo. Pazzini? Il rapporto è veramente buonissimo, lo conoscevo già, mentre in campo c'è una sana competizione che ci deve essere in ogni squadra per migliorarsi. Penso che possa aiutare i giovani come me a dare tutto quello che abbiamo».

IL PRIMO MESE A VERONA
«Non è un problema giocare esterno o punta centrale, io mi adatto a quello che chiede mister Pecchia. Lui è molto bravo a vedere in ogni giocatore il meglio, quindi se mi chiede di giocare come contro il Foggia pensa che questa sia la cosa migliore. Siamo una squadra forte, una realtà molto importante con blasone e storia alle spalle, per cui cercherò di dare tutto quello che ho. Fare bene qui sarebbe tanta roba. Partire dalla panchina? Se lo accettassi di buon grado non farei il calciatore. Mio padre? Era allo stadio, mi ha fatto i complimenti, era molto contento per me. Ripetere i gol che ha fatto sarebbe un sogno per me, ma il paragone non mi pesa. Alla Juventus non ci penso, per arrivare in una squadra così importante dovrei comunque lavorare tanto. Sono in prestito, ma con diritto di riscatto e contro riscatto, e la mia testa adesso è solo qui a Verona».

IL CALCIOMERCATO
«Caracciolo? Ho fatto gol al Brescia lo scorso anno ma lui non c'era, sicuramente ci darà una mano come tutti quelli che arriveranno. Bessa? So che stanno parlando, se dovesse arrivare sarebbe un grande acquisto, ci ho giocato insieme al Como e ha grande tecnica».

Nazionali: 45' per Cappelluzzo contro il Forlì
11/AGOSTO/2016 - 16:15
Verona - Quarantacinque minuti in campo per Pierluigi Cappelluzzo, subentrato nel secondo tempo. Questo l'impiego dell'attacccante gialloblù con la Nazionale Under 20, nell'amichevole giocata allo stadio 'Tullio Morgagni' di Forlì tra gli azzurrini di Evani e il Forlì allenato da Gadda, formazione che gioca in Lega Pro. La sfida è terminata 2-0 per i padroni di casa. Nonostante la sconfitta, buona prestazione per Cappelluzzo, capace di creare diverse occasioni.

Peschiera: seduta mattino
11/AGOSTO/2016 - 12:25
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, lavoro di rapidità, esercitazione tattiche e partitella finale e campo ridotto.

Helander, smaltito l'attacco influenzale, ha svolto la prima parte dell'allenamento con il gruppo per poi eseguire lavoro atletico specifico. Souprayen si è fermato anzitempo a scopo precauzionale per una leggera riacutizzazione del problema al polpaccio sinistro. Fisioterapia e differenziato in palestra per Siligardi, terapie per Albertazzi.

Domani in programma una seduta mattutina a porte chiuse.

Peschiera: seduta pomeriggio
10/AGOSTO/2016 - 19:45

Peschiera - Allenamento pomeridiano per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, esercitazioni con conclusioni in porta e partitella a campo ridotto. Grazie al nullaosta e in attesa dell'ufficialità, si è allenato con i gialloblù anche Antonio Caracciolo. Terapie per Siligardi e Albertazzi. Ancora assente Helander, a causa della sindrome influenzale. Zaccagni ha svolto la seduta mattutina con il gruppo, mentre nel pomeriggio ha effettuato lavoro programmato in palestra. Domani in programma una seduta mattutina alle ore 10 (porte aperte).

Comunicato medico - Michelangelo Albertazzi
10/AGOSTO/2016 - 14:50
Verona – L’Hellas Verona FC comunica che il difensore Michelangelo Albertazzi è stato sottoposto in mattinata, presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona (Ospedale di Borgo Trento), ad accertamenti diagnostici che hanno evidenziato uno stiramento del legamento collaterale laterale del ginocchio sinistro. La prognosi è di quattro settimane.

Peschiera: seduta mattino
10/AGOSTO/2016 - 12:37
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento per poi dividersi in due gruppi e alternare esercitazioni tecniche sul campo a lavoro di forza in palestra. Prossima seduta in programma nel pomeriggio, alle ore 17.30 (porte aperte).

Peschiera: seduta pomeriggio
09/AGOSTO/2016 - 20:00
Peschiera - Allenamento pomeridiano per i gialloblù allo Sporting Center ' Il Paradiso' di Peschiera del Garda. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla a campo ridotto e partitella. Lavoro differenziato programmato in palestra e piscina per Zaccagni, terapie invece per Siligardi. Albertazzi ha abbandonato la seduta anzitempo a causa di un fastidio al ginocchio sinistro. Assente Helander a causa di una sindrome influenzale.

Domani in programma una doppia seduta a porte aperte (ore 10 e 17.30).

Peschiera: seduta mattino
09/AGOSTO/2016 - 13:00
Peschiera - Allenamento mattutino per i gialloblù allo Sporting Center ' Il Paradiso' di Peschiera del Garda. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, circuiti di forza in palestra, esercitazioni tattiche e lavoro atletico sul campo.

Oggi pomeriggio in programma una seduta a porte aperte (ore 17.30).

Comunicato medico: Luca Siligardi
09/AGOSTO/2016 - 11:30
Verona - L'Hellas Verona FC informa che Luca Siligardi è stato sottoposto ad accertamenti strumentali diagnostici presso l'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona (Ospedale di Borgo Trento) a seguito del persistere di un fastidio all'adduttore della gamba destra. Tali esami hanno evidenziato una lesione di primo grado. I tempi di recupero saranno valutati in base all'evoluzione del quadro clinico.

HV24 - 8 agosto 2016
08/AGOSTO/2016 - 20:00

Verona - Torna l'appuntamento con HV24, la finestra sul mondo gialloblù. In questa puntata le news sulla prima squadra allenata da Fabio Pecchia, poi la parola passa a Massimo Pavanel: l'allenatore della Primavera, in esclusiva ai nostri microfoni, ci racconta i ritiri di Racines e Storo, oltre alle sensazioni sul ranking e sui gironi del campionato 2016/17. E infine gli highlights di Hellas Verona-Foggia con il racconto di Alberto Pecchio, partita che ha permesso ai gialloblù di approdare al III° turno dove sfideranno il Crotone.

Nazionali: Cappelluzzo convocato in Under 20
08/AGOSTO/2016 - 10:50
Verona - Convocazione con l'Italia Under 20 per Pierluigi Cappelluzzo. L'attaccante gialloblù è stato chiamato dal Commissario Tecnico, Alberico Evani, per uno stage a Bagno di Romagna (FC) che durerà fino all'11 agosto. Questa mattina il primo allenamento, doppie sedute giornaliere fino all'amichevole di giovedì 11 agosto, quando gli "azzurrini" concluderanno lo stage con un test match (ore 11) contro il Forlì FC, squadra che milita nel campionato Lega Pro.

Ecco l'elenco completo dei convocati:
Portieri: Scuffet (Udinese), Montipò (Novara), Audero (Juventus).
Difensori: Dickmann (Novara), Borghini (Tuttocuoio), Felicioli (Ascoli Picchio), Zanon (Fiorentina), Della Giovanna (Inter), De Santis (Milan), Capradossi (Roma), Luperto (Napoli), Mancini (Perugia), Leonardo Sernicola (Ternana).
Centrocampisti: Palazzi (Pro Vercelli), Sbrissa (Sassuolo), Verde (Avellino), Vitale (Cesena), Rocca (Latina), Palumbo (Ternana), Bifulco (Carpi), Baldini (Pro Vercelli), Chiesa (Fiorentina), Bentivegna (Palermo), Fabio Gerli (Virus Entella).
Attaccanti: Vassallo (Brescia), La Gumina (Ternana), Cappelluzzo (Hellas Verona), Vido (Milan).

Peschiera: seduta mattino
06/AGOSTO/2016 - 13:00
Peschiera - Dopo la partita di TIM Cup contro il Foggia, stamattina i gialloblù sono tornati ad allenarsi allo Sporting Center di Peschiera. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, si è divisa in due gruppi: lavoro di scarico e in piscina per chi è sceso in campo, circuiti di forza in palestra, lavoro aerobico sul campo e partitella per gli altri. Souprayen continua il programma di recupero personalizzato.

La ripresa degli allenamenti è fissata per martedì, con una doppia seduta a porte aperte, alle 10 e alle 17.30*.

*Il programma e gli orari degli allenamenti potranno subire delle variazioni a seconda delle esigenze tecniche della squadra.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Juan Manuel ITURBE non convince SPALLETTI, sarà addio definitivo con la ROMA? Pierluigi GOLLINI emigrato in Inghilterra a difendere i pali dell'ASTON VILLA 'Uova sull’Hellas? In Italia normale, i tifosi hanno poca pazienza'... Male la prima coi VIllains per l'ex portiere scaligero con qualche responsabilità sul gol che è valso la sconfitta con lo SHEFFIELD UNITED..


FONTE: Leggo.it


Spalletti si arrende, Iturbe via da Roma

del 11 agosto 2016 alle 18:00
di Francesca Schito
E' stato bello provare a crederci. Un'illusione durata pochi mesi, dall'acquisto a quel gol allo Juventus Stadium. Ma la storia d'amore tra la Roma e Juan Manuel Iturbe sembra al capolinea. Walter Sabatini è stato l'uomo che più di tutti ci ha creduto. Lo ha tenuto a Roma un anno fa quando la cessione al Genoa era praticamente ultimata, per provare ad aspettarlo ancora. Lo ha ceduto in prestito a gennaio, sperando che il Bournemouth potesse rilanciarlo. Fallito anche l'ultimo tentativo, lo ha consegnato a Luciano Spalletti, che pure si era detto entusiasta all'idea di lavorare con l'ex Hellas Verona. E' stato un mese intenso eppure, molto probabilmente, Iturbe lascerà la Roma.

NON BASTA SPALLETTI - Esterno destro, esterno sinistro, seconda punta, a tratti anche prima punta. Le amichevoli non sono partite ufficiali e si prestano agli esperimenti, il tecnico di Certaldo le ha provate tutte. Anche ieri, contro il Latina, è stata concessa una chance a Iturbe. Che è partito sulla destra finché la Roma ha agito con il 4-3-3, diventando poi una sorta di prima punta mascherata quando Spalletti ha cambiato modulo. E' rimasto in campo per 90 minuti, in una partita che è stata il manifesto della sua esperienza romanista: priva di sussulti. Dalla sua partenza dipende l'arrivo di Ziyech e ora la Roma inizia a guardarsi intorno.

ADDIO DEFINITIVO? - Il dubbio più grande è legato alla formula della cessione. In caso di addio a titolo definitivo, la Roma dovrebbe quasi certamente registrare una minusvalenza. Una cessione in prestito permetterebbe invece ai giallorossi di ammortare il cartellino del calciatore per un'altra stagione, rendendo meno dolorosa dal punto di vista economico la partenza di uno dei colpi più costosi dell'intera gestione Pallotta. In Italia le soluzioni sono tutte relative al prestito: dall'Atalanta al Bologna, con la sola eccezione del Sassuolo che avrebbe le carte in regola per tentare l'acquisto a titolo definitivo (ma forse non ne ha la volontà). All'estero, a patto di svalutare il cartellino, potrebbe spuntare il Malaga o qualche club inglese, pur con tutti i dubbi relativi alla fallimentare esperienza al Bournemouth. Il futuro di Iturbe sembra segnato, l'amore non è mai sbocciato fino in fondo. Ma il calcio è strano e alle porte c'è un preliminare di Champions contro quel Porto che per primo "scaricò" Iturbe in prestito al Verona, cedendolo poi a titolo definitivo. Chissà...

FONTE: CalcioMercato.com


Aston Villa, Gollini: “Uova sull’Hellas? In Italia normale, i tifosi hanno poca pazienza”
Le parole dell’ex portiere dell’Hellas Verona.

05/08/2016, 15:17
Pierluigi Gallini Hellas Verona

Nuova avventura per Pierluigi Gollini che, nelle scorse settimane ha salutato il campionato italiano per tornare a giocare in Premier League con la maglia dell’Aston Villa.
Il classe ’95 è pronto a difendere i pali dei “Villans”, obiettivo continuare il percorso di crescita intrapreso già con la maglia dell’Hellas Verona. Intervistato dal “The Sun” Gollini però non ha dimenticato gli ultimi mesi vissuti con la maglia scaligera, una stagione tormentata anche dai tifosi scontenti: “I tifosi italiani e inglesi hanno atteggiamenti molto diversi. L’ultima stagione a Verona siamo retrocessi dopo un bruttissimo inizio e non riuscimmo a vincere nemmeno una partita nella prima parte del campionato. Ci ritrovammo alla fine del girone d’andata con soli otto punti e questo fu davvero brutto. Ma poi, nel girone di ritorno, abbiamo ottenuto venti punti. Questo fattore diede speranza ai nostri tifosi ma il gap con la zona salvezza era comunque troppo grande e, quando si resero conto di questo, si arrabbiarono”.
“I tifosi italiani hanno poca pazienza e si arrabbiano davvero velocemente. Durante la stagione, in occasione degli allenamenti, arrivavano dei tifosi per dirci che non erano soddisfatti. E quando tornammo dalla trasferta di Napoli– ricorda Gollini- ci tirarono le uova in aeroporto. In Inghilterra un episodio del genere farebbe molto notizia. Ma in Italia è normale! Posso sopportare le uova. In Italia sei davvero nei guai quando iniziano a tirarti le pietre”

FONTE: MediaGol.it


NEWS
Ex Verona: esordio ko per Gollini
Aston Villa sconfitto a Sheffield, il portiere toppa sul gol del Wednesday

di Redazione Hellas1903, 07/08/2016, 20:51

Inizia male l’avventura in Championship di Pierluigi Gollini con la maglia dell’Aston Villa. La squadra di Roberto Di Matteo perde per 1-0 in casa dello Sheffield Wednesday. E il portiere non è immune da colpe sul gol decisivo siglato dall’ex Genoa Fernando Forestieri.
All’86’ Gollini, fino a quel momento autore di una buona gara, compie un errore decisivo: da un suo rinvio “ciccato”, lo stesso Forestieri è abile a recuperare palla appena fuori area e a gonfiare la rete.
Con questo gol, lo Sheffield Wednesday si aggiudica il match.

Qui sotto gli highlights della gara:

FONTE: Hellas1903.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






Daniele VERDE commenta la doppietta contro l'AVELLINO

HELLAS VERONA 3-1 AVELLINO

Wallpapers gallery