#HellasNews Annullata causa maltempo VERONA-PANETELIKOS - Campagna abbonamenti HELLAS 2016-17, superata quota 9mila - Luca CHECCHIN convocato dall'ITALIA di B - Il presidente SETTI nuovo consigliere della Lega di Serie B - A Storo c'è anche Simon LANER


#HellasNews +   -   =

AMICHEVOLE VERONA-PANETELIKOS ANNULLATA causa impraticabilità del campo: Il nubifragio che ha colpito Storo ha impedito anche il completamento dell'allenamento mattutino, giocatori già in viaggio verso Peschiera...

CAMPAGNA ABBONAMENTI HELLAS 2016-17, superata anche quota 9mila!

NIENTE PRESENTAZIONE HELLAS AL BENTEGODI Prevista per il 2 Agosto allo stadio, la presentazione del VERONA 2016-17 è stata annullata causa danni da maltempo avvenuti nella serata di Mercoledì 27 Luglio scorso.
La notizia, proveniente direttamente dal comune di Verona, è stata resa nota sul sito ufficiale della società di Via Belgio.

LUCA CHECCHIN CONVOCATO DALLA B ITALIA Prima convocazione per il centrocampista gialloblù Luca Checchin con la B Italia, il progetto della Lega B nato per valorizzare i giovani talenti del campionato cadetto e porli all’attenzione delle nazionali giovanili federali...

ANTISTADIO VERONA, ENTRO AGOSTO LA FINE DEI LAVORI, Presto l’Hellas potrà tornare nella propria storica casa. Investimento di 230mila euro per il club

IL PRESIDENTE SETTI NUOVO CONSIGLIERE DELLA LEGA B: Questo il comunicato apparso sul sito della società di Via Belgio 'L'Hellas Verona FC comunica che, durante l'Assemblea della LNPB (Lega Nazionale Professionisti B) svolta nel primo pomeriggio nella sede di via Rosellini a Milano, il presidente Maurizio Setti è stato eletto Consigliere'

#STORO2016, tra i convocati anche Simon LANER! Difficile che resti ma non sarebbe male avere (anche) un cambio come lui in mezzo al campo...

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]



DICONO +   -   =

Luca TONI «Sto studiando e lavorando sodo, per me è tutto nuovo. Devo imparare un nuovo mestiere, e nel frattempo tenermi in forma... Pecchia? L’ho visto bene, mi piace il suo approccio. I ragazzi lavorano tanto con il pallone, forse non se lo aspettavano neanche loro, la sua idea di calcio prevede un gioco corale, arioso. A che punto è il Verona? Manca ancora qualche giocatore, ma c’è tempo e la società sta lavorando. L’obiettivo è quello di tornare in A, ma non è scontato, la B è un campionato difficile. Possiamo contare sull’entusiasmo della gente, i tifosi dell’Hellas sono fondamentali, ti spingono oltre i limiti. Nonostante la retrocessione e le difficoltà della scorsa annata sono di nuovo qui a incoraggiarci» LiberoQuotidiano.it

Il diesse FUSCO «La rosa? E' abbastanza completa. Poi qualcosa si può sempre migliorare, ma in linea di massima siamo soddisfatti. Viviani? E' un giocatore importante su cui il Verona ha investito tanto l'anno scorso, sono convinto che ripagherà la fiducia. Il fatto che ha tanti estimatori è solo la conferma che è stato un buon investimento» Hellas1903.it

Il grande Pietro FANNA su VIVIANI ancora tra color che son sospesi tra il restare in gialloblù o ritornare in Serie A «Resti e si prenda una grande rivincita. Anche lui, come tutti gli altri componenti della rosa del Verona della scorsa stagione, viene da un’annata che ha avuto un esito fallimentare. Ragiono alla mia maniera: ero uno che, quando qualcosa andava storto in un campionato, scalpitava per riscattarsi. E per farlo nella squadra in cui le cose non erano andate bene. Non credo che una stagione in più in Serie B possa danneggiare Viviani. Anzi, può persino rafforzarlo. Tuttavia spetta a lui guardarsi dentro e capire che cosa voglia fare. La testa è fondamentale: se non è convinto di rimanere è meglio che vada altrove» Hellas1903.it

L'ex diesse scaligero FOSCHI ai microfoni de ‘L’Arena’ «Toni vuole fare il ds? L’ho incontrato a Milano e gli ho detto che fare il mio lavoro è più difficile che fare gol. Adesso gli tocca cominciare a sudare davvero... Candidate alla promozione in serie A? Non vedo altre squadre al momento capaci di arrivare al valore delle retrocesse. Col Verona davanti a tutti, il Carpi che resta un’ottima squadra e col Frosinone che rispetto alle prime due magari sembra avere qualcosa in meno. Il gruppo dell’Hellas è ben assortito anche se il campionato di serie B è abbastanza lungo e difficile. Viviani ad esempio è un lusso per la serie B e se dovesse rimanere giocherebbe per una grande piazza» Hellas1903.it

NICOLAS a Sky Sport «Lo scorso anno, col Trapani, la Serie A l'ho sfiorata ed è stata una grande esperienza. Quest'anno speriamo di tornare subito nel massimo campionato. Stiamo lavorando sodo, Pecchia e Pazzini danno molta fiducia e portano tanta esperienza su come stare concentrati. Per raggiungere i nostri obiettivi. La scuola portieri italiana? Da quando sono arrivato ho imparato tante cose, quindi è la migliore» HellasVerona.it

FOSSATI a Sky Sport «Giocare in Serie A è l'obiettivo di ogni calciatore, arrivo a Verona molto contento e con l'intento di provare a conquistarla. Ho trovato un ambiente positivo, sereno, con voglia di lavorare. Vogliamo lasciare lontane le pressioni negative, consapevoli di essere una grande squadra e di dover giocare per vincere. La Serie B è molto lunga, quindi ci saranno sicuramente momenti difficili, ma la cosa più importante è il gruppo: con tutte queste partite, specie in Serie B, tutti sono utili. Siamo attrezzati, preparati per fare un campionato di vertice» HellasVerona.it

PISANO a Sky Sport «L'obiettivo che l'Hellas si fissa quest'anno è di tornare in Serie A, ma chiaramente non sarà semplice perché le squadre che lotteranno per vincere il campionato saranno cinque o sei. Ad esempio Carpi, Frosinone, Cesena, Bari e Spezia. Perché rimanere? Qui l'ambiente resta di Serie A e l'obiettivo è quello di risalire, quindi è normale che un calciatore voglia rimanere al Verona, come ha fatto anche Pazzini. Ci siamo lasciati alle spalle la retrocessione, sono arrivati ragazzi che non hanno vissuto ciò che abbiamo passato noi, ma mister Pecchia è stato bravo a cambiare la mentalità dell'ambiente. Col lavoro e le prime giornate di campionato tutto andrà a sistemarsi nel miglior modo possibile, noi proveremo a dare il massimo e la nostra impronta. Dovremo essere bravi a portare in campo ciò che ci dice il mister. Ha delle idee molto chiare, l'intensità e lo spirito positivo, che è ciò che ci serviva dopo una retrocessione pesante. Ha dimostrato grande professionalità e vuole giocarsi al meglio questa grande chance» HellasVerona.it

FUSCO su LANER di ritorno all'HELLAS ed in ritiro a Storo dopo l'addio al CHIASSO in Svizzera «Simon è un calciatore legato all'Hellas per aver giocato nel nostro settore giovanile e per i suoi recenti trascorsi in prima squadra. In questi giorni stiamo valutando insieme al suo agente la migliore soluzione» TuttoMercatoWeb.com

Il diesse FUSCO sibillino a Sportitalia «Bessa è un nostro obiettivo per il centrocampo: se l’Inter lo cede, il Verona deciderà se essere ancora interessato per prenderlo oppure no» HellasLive.it

PAZZINI alla Gazzetta dello Sport «Resto con l'entusiasmo di sempre, anzi con una voglia superiore. Dobbiamo resettare tutto, non sarà facile, perché per me la retrocessione è stata la delusione sportiva più grande, ma dobbiamo farcela. Io non sono il tipo che fugge. Avevo già deciso di restare e quando mi è stata fatta la proposta di modificare il contratto non ho avuto tentennamenti. È una sfida che accetto e mi piace. Inoltre, la fiducia e la stima che società e tecnico mi hanno dimostrato hanno aumentato le mie motivazioni, ma anche le responsabilità. Rivali per la A? Le retrocesse Carpi e Frosinone, poi penso Spezia, Bari, Cesena, Trapani. E una sorpresa. Dobbiamo mettere in conto che avremo dei problemi, come li hanno avuti Cagliari e Pescara. Il campionato non si vince alla prima giornata» CalcioNews24.com

...Anche la Primavera torna in campo, a Peschiera prima seduta di allenamento poi il ritiro a Racines; così mister PAVANEL «Mi piace quello che vedo: un gruppo di ragazzi, alcuni reduci dalla scorsa stagione e altri nuovi, con voglia di crescere e migliorare. Partiamo dall'ottima base dello scorso anno, con i playoff sfiorati e il record di punti, per integrare da subito chi è arrivato e chi arriverà, oltre agli elementi che già conoscevamo e potremo tenere anche quest'anno. Il ritiro? Racines e Storo sono località perfette per preparare al meglio una stagione dove vogliamo far bene e crescere altri talenti» HellasVerona.it



IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Bomber CACIA vede il BARI (che nel frattempo ha ingaggiato MARTINHO altro ex gialloblù) favorito, dopo due stagioni in Italia Ivan MARTIC, ceduto nell'estate di un anno fa dal VERONA allo SPEZIA, ritorna in Croazia: Giocherà con l'HNK RIJEKA. Pasquale SENSIBILE, dell’area tecnica dell’HELLAS, è il nuovo Direttore Sportivo del TRAPANI. Emil HALLFREDSSON felice della su ISLANDA agli Europei 'Abbiamo lavoro tanto con l'Islanda, abbiamo fatto una festa dal primo all'ultimo giorno, è stata una esperienza molto bella, con un bel gruppo. La nostra esultanza? E' nata sul momento ed è diventata mondiale. E' stato bellissimo festeggiare in quel modo con i tifosi...'. Daniele CACIA, anche in questa stagione ricercatissimo tra i bomber della cadetteria, rinnova con un biennale all'ASCOLI mentre il terzino CASSANI svincolatosi dalla SAMP passa al BARI. Crolla in finale l'Under 19 azzurra guidata da Paolo VANOLI: Poker dei pari età francesi! Il 27enne ghanese N'ZE (passato in maglia gialloblù dal 2006 al 2008 prima di approdare all'INTER) in Eccellenza toscana, giocherà col CENAIA.

VECCHIE GLORIE: Bobo Vieri is back! con questo annuncio sul proprio profilo Instagram il 43enne centravanti ha annunciato il suo ritorno in campo, giocherà in Cina...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
BOMBER
L'intervista a Luca Toni: "Giusto sognare, ma...". La lezione a Higuain e Icardi

Minuto 43, Verona-Juve dell’8 maggio scorso, Luca Toni si avvicina al dischetto: l’addio al calcio è un attimo che vola via, un cucchiaio, il pallone entra lentamente in porta, per l’ultima volta. Neto lo raccoglie, mentre il pubblico del Bentegodi inaugura la festa. Toni si porta la mano vicino all’orecchio, facendola roteare, come al solito: il fotogramma di sempre, ripetuto per la 324esima volta, tanti sono i gol segnati da Toni tra club e nazionale. In quel momento Luca ha salutato il campo di gioco, ma non il calcio, non Verona.

Toni, come va la sua nuova vita lontano dal campo?
«Sto studiando e lavorando sodo, per me è tutto nuovo. Devo imparare un nuovo mestiere, e nel frattempo tenermi in forma».

A proposito, Bioimis, l’accademia alimentare che offre un programma di formazione ed educazione al cibo, l’ha scelta come testimonial: cosa l’ha portata a sposare questo progetto?
«Perché è un’azienda italiana basata su interessi e ideali simili ai miei. Durante la mia carriera ho imparato quanto sia importante il legame tra cibo e corpo. Ora sento ancor di più l’esigenza di seguire un’alimentazione calibrata, e questa azienda mi dà la possibilità di seguire un percorso alimentare corretto».

Intanto Toni ha deciso cosa vuol fare da grande?
«Per ora lavoro con il presidente Setti, tra campo e scrivania, rimanendo anche a contatto anche con l’allenatore. Non ho ancora deciso il mio nuovo lavoro, sicuramente farò il corso da direttore sportivo, poi vedrò se concentrarmi sulla prima squadra o sul settore giovanile».

A proposito, cosa ne pensa di mister Pecchia, alla sua prima esperienza come capo-allenatore dopo gli anni passati al fianco di Benitez?
«L’ho visto bene, mi piace il suo approccio. I ragazzi lavorano tanto con il pallone, forse non se lo aspettavano neanche loro, la sua idea di calcio prevede un gioco corale, arioso».

Quali sono le avversarie del Verona nella lotta al vertice?
«Insieme alle due retrocesse dalla A, Carpi e Frosinone, dico Cesena, che è una squadra molto competitiva. Poi c’è il Trapani che ha sfiorato la promozione e il Bari, che ha un nuovo direttore che sta facendo benissimo. Sappiamo che dovremo lottare con queste squadre, ma la B riserva sempre sorprese: è un campionato lungo e spesso ci sono delle squadre rivelazione».

A che punto è il Verona?
«Manca ancora qualche giocatore, ma c’è tempo e la società sta lavorando. L’obiettivo è quello di tornare in A, ma non è scontato, la B è un campionato difficile. Possiamo contare sull’entusiasmo della gente, i tifosi dell’Hellas sono fondamentali, ti spingono oltre i limiti. Nonostante la retrocessione e le difficoltà della scorsa annata sono di nuovo qui a incoraggiarci».

Gli stessi tifosi che le dedicarono una meravigliosa standing ovation nel giorno del suo addio al calcio. Cosa le è rimasto di quei momenti?
«Sono emozioni che rimangono per tutta la vita. Vedere la gente allo stadio che ti saluta in quel mondo è una cosa che riempie il cuore. Ringrazierò per sempre i tifosi del Verona, che mi hanno salutato con quell’affetto, ma anche quelli della Juve, che quel giorno si sono uniti nella festa».

Da ex attaccante simbolo di una squadra, cosa ne pensa dei casi Icardi e Higuain?
«Se un giocatore cambia o vuole cambiare squadra vuol dire che non sta bene. Poi ad essere determinante può essere l’ingaggio, ma soprattutto la voglia di vincere. Questo credo abbia portato Higuain al trasferimento alla Juve. Poi, non condivido alcuni modi con cui vengono fatte le richieste. Non si dovrebbe parlare di milioni e aumenti di ingaggio come se fossimo al bar, non è corretto nei confronti della gente».

La Juve ha la strada spianata verso il sesto scudetto consecutivo?
«Sicuramente è la favorita. Ha dato un segnale forte al campionato. Non dico che l’ha ammazzato, ma ha esercitato una volontà di potenza. Si è rafforzata indebolendo le concorrenti, perché alla Roma ha tolto Pjanic e al Napoli Higuain. Non è un caso. Mentalmente ha obbligato ancora di più le altre a rincorrere, e in campo questo farà la differenza».
di Claudio Savelli

FONTE: LiberoQuotidiano.it


NEWS
Antistadio Verona, entro agosto la fine dei lavori
Presto l’Hellas potrà tornare nella propria storica casa. Investimento di 230mila euro per il club


di Redazione Hellas1903, 29/07/2016, 10:55
Dal 1979 al 2009 è stata la casa del Verona.
Quello degli anni ruggenti, dello scudetto e delle campagne d’Europa. Quelli difficili delle retrocessioni in B e poi in C1, e anche delle promozioni in A.
L’antistadio, ora intitolato a Guido Tavellin, leggendario giocatore, tecnico e dirigente dell’Hellas, è pronto per riaprire.

Un investimento di circa 230mila euro per la società di via Belgio, effettuato per ristrutturare e mettere a norma il campo di fronte al Bentegodi.

Si va in volata con i lavori in corso. Sistemata la rete parapalloni, approntato il campo con misure adeguate grazie allo spostamento delle panchine, rafforzato il divisorio dalla zona di parcheggio dei pullman, adeguata le aree di ingresso e uscita.

Ancora qualche intervento rimane da curare, mentre a cura di Sec Ponteggi, sponsor del Verona, sarà installata una tribuna da 99 posti.

Per fine agosto il completamento dell’opera sarà definito. A quel punto inizierà l’iter burocratico dei controlli e delle autorizzazioni, spettanti alle autorità competenti.

Il Verona, poi, compresa la Prima Squadra, come annunciato dal tecnico gialloblù, Fabio Pecchia, potrà tornare a casa, abbracciando i moltissimi tifosi che dell’antistadio, per tre decenni, hanno fatto il riferimento per incontrare i propri beniamini e poterli incoraggiare di giorno in giorno.

NEWS
Fanna su Viviani: “Resti e si riprenda la A col Verona”
La bandiera gialloblù: “Anche lui deve riscattare una stagione fallimentare”

di Redazione Hellas1903, 28/07/2016, 16:01

Piero Fanna, storica bandiera e leggenda dell’Hellas, parla, intervistato dal “Corriere di Verona” oggi in edicola, della situazione di Federico Viviani, in bilico tra la permanenza in gialloblù e il trasferimento in un club di Serie A.
Dice Fanna: “Resti e si prenda una grande rivincita. Anche lui, come tutti gli altri componenti della rosa del Verona della scorsa stagione, viene da un’annata che ha avuto un esito fallimentare. Ragiono alla mia maniera: ero uno che, quando qualcosa andava storto in un campionato, scalpitava per riscattarsi. E per farlo nella squadra in cui le cose non erano andate bene”.
Continua Fanna: “Non credo che una stagione in più in Serie B possa danneggiare Viviani. Anzi, può persino rafforzarlo. Tuttavia spetta a lui guardarsi dentro e capire che cosa voglia fare. La testa è fondamentale: se non è convinto di rimanere è meglio che vada altrove”.

HELLAS VERONA
Foschi: “Toni Ds? Più difficile che fare gol. Verona in B senza rivali, Viviani un lusso”
L’intervista all’ex direttore sportivo del Palermo, Rino Foschi.

28/07/2016, 10:50

“Toni vuole fare il ds? L’ho incontrato a Milano e gli ho detto che fare il mio lavoro è più difficile che fare gol. Adesso gli tocca cominciare a sudare davvero“.
L’ex dirigente del Palermo, Rino Foschi, ha parlato dell’ex attaccante Luca Toni, che proprio il direttore sportivo romagnolo portò in Sicilia battendo in volata la concorrenza della Lazio. Una delle tante intuizioni del diesse che ha interrotto la sua seconda avventura alla corte di Zamparini dopo soli 18 giorni. Ai microfoni de ‘L’Arena’, Rino Foschi ha espresso un parere sul campionato di serie B, dedicando particolarmente attenzione all’Hellas Verona, squadra nella quale il direttore sportivo ha lavorato dal 1998 al 2002, ottenendo anche una promozione in serie A: “Non vedo altre squadre al momento capaci di arrivare al valore delle retrocesse – ha dichiarato Foschi -. Col Verona davanti a tutti, il Carpi che resta un’ottima squadra e col Frosinone che rispetto alle prime due magari sembra avere qualcosa in meno. Il gruppo dell’Hellas è ben assortito anche se il campionato di serie B è abbastanza lungo e difficile. Viviani ad esempio è un lusso per la serie B e se dovesse rimanere giocherebbe per una grande piazza“.

FONTE: Hellas1903.it


Abbonamenti Hellas Verona, boom di rinnovi nonostante la Serie B
Foto LaPresse - Spada

Tra le tifoserie più calde d’italia c’è sicuramente la loro: 8518 tessere rinnovate per i tifosi dell’Hellas Verona. Domani al via la vendita libera

La retrocessione in Serie B non ha minimamente intaccato la voglia di seguire e sostenere la propria squadra del cuore. L’Hellas Verona vanta tifosi tra i più caldi e appassionati d’Italia e questo è dimostrato anche dal numero di tessere sottoscritte.

Innanzitutto i rinnovi: sono 8518 i tifosi che hanno deciso di rinnovare il proprio abbonamento al Bentegodi per seguire la propria squadra anche nella serie cadetta. Domani partirà anche la vendita libera delle tessere e, si presume, che i nuovi abbonati non mancheranno. Una spinta importante per la squadra scaligera che troverà anche nel proprio tifo la forza e la motivazione per tornare in Serie A.
di Consuelo Motta 11:06 26.07.16

FONTE: CalcioWeb.eu


NEWS
TUTTO LO STADIO! - il "Marcantonio Bentegodi" di Verona
26.07.2016 16:00 di Valerio Vicinanza
Decimo appuntamento con la rubrica estiva “Tutto lo stadio!” che quest'oggi ci condurrà alla scoperta dello stadio dell'Hellas Verona, lo storico Stadio Marcantonio Bentegodi. L'impianto veronese, intitolato al mecenate Marcantonio Bentegodi che agli inizi del XX secolo promosse lo sviluppo delle discipline sportive a Verona, venne ideato e progettato come sostituto naturale del precedente stadio cittadino, anch'esso chiamato Marcantonio Bentegodi (perciò conosciuto anche come Vecchio Bentegodi) ma situato in piazza Cittadella e oggi sostituito da un parcheggio sotterraneo. Il nuovo stadio Bentegodi venne ultimato alla fine del 1963 e fu ufficialmente inaugurato dalla gara di campionato tra Hellas Verona e Venezia disputatasi il 15 dicembre dello stesso anno. L'impianto, che all'epoca della sua edificazione era considerato tra i più belli e capienti d'Italia, poteva ospitare 42.000 spettatori (sebbene già in un Hellas Verona-Roma della stagione 1983/84 fosse stato raggiunto il record assoluto di spettatori, ben 47.896) e per questo chiamato “stadio dei quarantamila”, ma la capienza venne aumentata ad oltre 47.000 con i lavori di ristrutturazione per i Mondiali del 1990 in Italia, quando venne aggiunto un terzo anello e realizzata la copertura lungo tutto lo stadio.

Oggi il Bentegodi si presenta a pianta ellittica, con una capienza di 39.211 (di cui solo 31.045 omologati) disposti su tre anelli che lo rendono l'ottavo stadio d'Italia per capienza ed è dotato di copertura su tutti i settori. Lo stadio inoltre è il primo stadio d'Italia ad essere alimentato ad energia solare, grazie alla presenza di pannelli fotovoltaici sul tetto.

L'impianto, oltre ad ospitare le gare interne dell'Hellas e del Chievo Verona, ha ospitato il girone E (formato da Belgio, Corea del Sud, Spagna ed Uruguay) ai Mondiali del 1990 in Italia e diverse gare amichevoli della Nazionale Italiana come quella dell'84 contro la Cecoslovacchia (1-1), quella dell'89 contro l'Uruguay (1-1) e quella contro la Finlandia del giugno 2016 (terminata 2-0 per gli azzurri).

Il campo da gioco, delle dimensioni di 105x68 metri, è un misto di erba naturale (75%) e sintetico (25%) ed è circondato da una pista d'atletica ad otto corsie rimodernata e ridipinta con i colori cittadini, il blu e il giallo, nel 2010.

FONTE: TuttoSalernitana.com


CALCIO MERCATO
Calciomercato, ag. Viviani: “Torino piazza stupenda per lui”
In entrata / Il procuratore del giocatore ai nostri microfoni dichiara l’entusiasmo del classe ’92 su un eventuale trasferimento in granata. Petrachi lavora sottotraccia per regalare un nuovo regista a Miha

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo 25/07/2016, 21:00

Il Torino non ha ancora terminato il suo calciomercato, e questo concetto è stato ribadito anche da Mihajlovic oggi in conferenza stampa, con il tecnico che ha fatto il punto sulla la rosa e ha puntualizzato che ai granata manca almeno un tassello, quel metodista su cui il ds Gianluca Petrachi sta lavorando ormai da tempo. Il nome più forte circolato negli ultimi giorni è quello di Mirko Valdifiori, per il quale però si registrano rallentamenti, e dunque il Torino sta sondando diversi profili per la regia, tra i quali c’è quello di Federico Viviani, regista classe ’92 in uscita dall’Hellas Verona, con il quale molto probabilmente non retrocederà in Serie B.

“Il Torino sarebbe una piazza straordinaria per lui”. Queste, ai nostri microfoni, le parole di Gianpiero Pocetta, agente del centrocampista gialloblù, per il quale Petrachi sta lavorando sottotraccia, anche se non esiste ancora una vera e propria trattativa tra l’entourage del giocatore – seguito anche da Bologna e Sampdoria – e il Torino. I granata, però, sono molto interessati al ventiquatrenne: la valutazione di Viviani, infatti, è sì leggermente più alta rispetto a quella di Valdifiori (circa 6-7 milioni per il primo 4 per il secondo), ma le primavere dell’ex Roma sono decisamente più invitanti agli occhi di Cairo, orientato sempre a puntare su profili giovani e in crescita.

Nelle prossime settimane, si attendono sviluppi. Viviani – stando a quanto dichiarato dal suo procuratore – apprezzerebbe e non poco un suo eventuale trasferimento in granata, dove ritroverebbe i suo ex compagni in Under 21 Zappacosta, Baselli, Benassi e Belotti, con Petrachi che – dalla sua – potrebbe nei prossimi giorni avviare un contatto diretto con l’Hellas. Miha chiede un regista, e il classe ’92 scuola Roma è un profilo che calzerebbe a pennello con la filosofia di gioco (e non solo) granata.

FONTE: ToroNews.net


Fusco: “Bessa ci interessa, se l’Inter lo cede”
luglio 26, 2016
“Bessa è un nostro obiettivo per il centrocampo: se l’Inter lo cede, il Verona deciderà se essere ancora interessato per prenderlo oppure no”. Queste le parole del direttore sportivo dell’Hellas Verona, Filippo Fusco, a Sportitalia.

FONTE: HellasLive.it


25 LUG 2016
CRONACHE DAL RITIRO
E’ come se un temporale avesse spazzato via le nuvole. E ora si respirasse aria pura. Ho sempre pensato che in una società la testa sia importante. E che l’aria dello spogliatoio sia direttamente inquinata da chi la dirige. L’aria della scorsa stagione era diventata, per tanti motivi, malsana. E i risultati, purtroppo si sono visti. Ovviamente non ho la sfera di cristallo, non faccio previsioni, racconto il presente, ma so che nel calcio i risultati dipendono in gran parte da quello che si semina.

Inizio col dire, senza tanta reticenza e senza giri di parole, che Pecchia e Fusco sono due ottime persone e due ottimi professionisti. Il primo, su cui c’era più perplessità: mai visto un allenatore del Verona lavorare tanto, essere così presente, con così enormi energie. Come ho avuto modo di spiegare, è un ragazzo di ottimo livello culturale che sa di giocarsi quest’anno una fetta consistente della sua carriera. Non è uno sprovveduto. Anzi: propone metodi di allenamento di grande, enorme spessore. Sembra davvero di avere a che fare con un allenatore di caratura internazionale. Senza però l’alterigia o la presunzione di chi ritiene di aver inventato il calcio. Idee chiare ma anche tanta, tantissima umiltà e vera condivisione del lavoro. Che è dividere le mansioni e non le responsabilità che restano sempre nelle sue mani. Ha creato un gruppo e un sistema di lavoro. In poche settimane è un grande successo.

Fusco è un ds atipico. Davvero. E’ una persona da conoscere a fondo, che dà l’impressione, poi verificata, di essere profondamente onesto. Mai una parola fuori posto, sempre commenti pertinenti e anche per lui il concetto di gruppo che non vuol dire sfuggire alle proprie responsabilità. Fusco se le assume tutte, in prima persona, conscio che nel calcio ha ragione chi sbaglia di meno e non chi gioca a fare il fenomeno. E’ un aziendalista e fino ad oggi, mai mi ha dato l’idea di lavorare per sè e non per il Verona. E’ anche profondo conoscitore dell’animo umano, ancora prima dei calciatori e questo lo rende capace di affrontare con garbo ed educazione questioni spinose. Non vi è un calciatore che abbia avuto a che fare con lui che ne parli male. Aggiungo un po’ di colore che non guasta. Viaggia con uno zainetto, un berrettino “very friendly” e preferisce il treno all’auto. Cosa normale nel mondo, molto controcorrente nel calcio.

Come prima cosa, mi hanno raccontato, ha radunato tutti i dipendenti che hanno a che fare con la squadra. E ha fatto un discorso semplice ma di impatto: “Anche dal clima che saprete creare, dipenderanno i risultati della squadra. Un sorriso vostro sarà molto importante perchè anche voi siete molti importanti”. Parole che hanno fatto lievitare l’autostima ed elevato il clima. Non sono sciocchezze, credetemi. Uno spogliatoio si costruisce con questi particolari. Chi mi ha raccontato questo mi ha anche detto che Bigon non salutava mai nessuno.

Fusco ha scelto poi giocatori che prima di tutto sono uomini. Mi sono fermato a parlare un attimo con Zuculini e Luppi, ad esempio. Non si fa fatica a capire che è gente con cui puoi parlare di molto di più dell’ultima Maserati o dell’Iphone 6s. Anche questo farà la differenza in serie B. E la promessa di Fusco è di portare tutti giocatori di questo tipo a Verona. Mi piace condividere con voi queste sensazioni positive perchè in molti tifosi ho ravvisato una depressione che è frutto diretto dello scempio dello scorso anno. Io invece vedo un po’ di luce in fondo al tunnel. Spero di avere ragione.
Gianluca Vighini

18 LUG 2016
SETTI, FUSCO E PECCHIA: QUESTIONE DI…MARCE
Come un novello Arthur “Fonzie” Fonzarelli non lo ammetterà mai, nemmeno sotto tortura. Setti difficilmente dirà: “Ho sbagliato”. Ma se a Fonzie bastava mostrare la faccia contrita e balbettare il perdono davanti a Marion Cunningham (l’unica privilegiata di cotanta umiltà), per Setti i fatti valgono da soli un’autocritica compiuta. In meno di otto mesi gli attori protagonisti dell’ultimo “teatro degli orrori” – Mandorlini, Gardini e Bigon – se ne sono andati, i procuratori sono tornati a fare i semplici intermediari e non gli invadenti consiglieri, e anche in sede e negli uffici qualcosa si è mosso.

E’ un nuovo Verona: bello, brutto, vincente o scalcagnato lo dirà il campo, ma le prime impressioni sono positive. Fusco mi è piaciuto: umile, schietto e disponibile, una rivoluzione rispetto al recente passato. Basta per essere un bravo ds? No ovviamente, il calcio e la vita sono costellati da stronzi geni e umili idioti, ma in Fusco c’è anche del metodo e una finezza tecnica non trascurabile. Fusco è amico personale di Bigon, eppure come ds è più un Sogliano. Dirigente da campo e non da ufficio, che – deciso il budget dal presidente – vuole “carta bianca” nell’operare; che al nome preferisce l’equilibrio di squadra (con la permanenza di Pazzini ha preso il giovane Ganz e non l’esperto Cacia), che prima di ingaggiare il calciatore titolare – quello per intenderci che ti deve fare la differenza – se lo porta a spasso e pure a pranzo, ci parla e lo guarda negli occhi, sulla falsariga di Sogliano con Toni tre estati fa. Sembra tutto normale, ma non lo è in un mondo di dvd, chiavette usb e procuratori da soddisfare, dove capita pure di acquistare un giocatore di fama senza sincerarsi davvero delle sue condizioni fisiche e morali. Basta, almeno questo, per essere un bravo ds? Non ancora, perché oltre a disponibilità umana e metodo lavorativo dobbiamo appurare se Fusco gode della terza componente determinante: il fiuto.

Su Pecchia, per esempio: crac, o bidone? E’ la domanda dell’estate, sulla bocca di tutti. Anche qui buone impressioni si accompagnano a normalissime perplessità. Pecchia è colto, poliglotta, empatico, sorridente, cortese, tutte cose a cui non eravamo abituati da tempo, e ha metodologia (esempio la famosa intensità di cui ha scritto Vighini, non granché in voga con Mandorlini), ma ha tutto da dimostrare nella gestione del gruppo (qualità in cui invece Mandorlini, pur con metodi discutibili, eccelleva), che diventa attività psicologica complessa nei momenti di difficoltà o delle scelte.

L’auspicio ovviamente è tornare a sorridere, godere e vincere, perché parlottando in privato è questo l’unico obiettivo, al di là delle professioni pubbliche votate all’understatement. Setti, anche se non lo ammetterà mai, ha ingranato umilmente la retromarcia, ora tocca a Fusco e Pecchia mettere la quinta.
Francesco Barana

12 LUG 2016
LA DISPONIBILITA’ DI FUSCO E LE ASSURDE RESTRIZIONI DEL VERONA
Dopo aver seguito il Verona a Racines nei suoi primi due giorni di ritiro ho finalmente qualche elemento in più per avviare una nuova discussione su queste pagine. Ho pensato più volte ad un nuovo post, ma onestamente “La grande scommessa” mi sembrava sempre la cosa più attuale che potessi dire, aspettando novità dal mercato e appunto nuovi elementi per abbozzare i primi pensieri sulla nuova stagione dell’Hellas in serie B.

Dopo una positiva corrispondenza tramite Whatsapp e qualche telefonata, ho conosciuto di persona il nuovo direttore sportivo Filippo Fusco. Persona disponibile, gentile, educata e molto cordiale. Abbiamo chiacchierato sulle tribune del campo sportivo d’allenamento e quando gli ho detto “adesso me ne vado, così non ti stresso più”, lui tranquillamente mi ha risposto “guarda che per me puoi restare, non mi dai fastidio”. Ho apprezzato.

Sarà il campo a dire se Fusco avrà lavorato bene, ma almeno in termini di rapporti la differenza con Bigon è abissale. L’anno scorso ad esempio, dopo aver avvicinato l’ex d.s. durante un allenamento del Verona, ricevetti la telefonata del capo ufficio stampa che mi invitava ad evitare di “disturbare” il signor Bigon senza permesso. Chiaro che l’ex direttore dopo quel breve scambio di opinioni con il sottoscritto, chiamò l’ufficio stampa per lamentarsi.

Bigon si sentiva a suo agio dietro le quinte, nascosto dalle telecamere e lontano da giornalisti rompipalle. A Racines seguiva gli allenamenti barricato in panchina. Fusco è in mezzo alla gente, sugli spalti e non gira le spalle a nessuno. Ripeto, non basta questo per ottenere buoni risultati, ma i rapporti sono importanti e l’attuale direttore a mio avviso ha iniziato con il piede giusto.

Non sono d’accordo invece con la linea restrittiva tenuta dalla società in tema interviste. In due giorni di ritiro ho potuto sentire solo un giocatore, Siligardi. Avrei voluto offrire a chi segue Telenuovo e Tg Gialloblù un servizio migliore, ma questo non è stato possibile. Pazzini? Helander? Romulo? Nicolas? Viviani? Inavvicinabili. I nuovi arrivati? Per quelli ci saranno le conferenze stampa di presentazione ufficiali. Ma probabilmente non ci saremo noi, visto che andare a Racines non è come andare in sede in via Belgio o a Peschiera. Pazienza. Ci accontenteremo delle domande scontate della società (attraverso l’ufficio stampa) e delle solite banali risposte. Così va la comunicazione nel Verona. Al Chievo invece la realtà è completamente diversa. Nel giorno del raduno abbiamo chiesto Sorrentino, Pellissier, Frey, il direttore sportivo Nember, il presidente Campedelli, l’allenatore Maran senza ricevere obiezioni. Abbiamo potuto intervistarli tutti con le cosiddette “one to one”, praticamente in esclusiva. In passato ho avuto molti contrasti con il Chievo su questo argomento. Oggi mi sembra giusto sottolineare un cambio di rotta decisamente apprezzabile. Stop.

Tornando all’Hellas, Pecchia si dice contentissimo del gruppo che sta allenando a Racines. Restassero tutti, sarebbe davvero una buona squadra, anche se in difesa manca ancora qualcosa. Temo invece che questo Verona cambierà faccia da qui a fine agosto con partenze importanti e altri nuovi innesti tutti da valutare. Capisco che Setti vuole ridurre le spese, ma se vendi (quasi) tutti i giocatori più forti, come puoi pensare di vincere e soprattutto di costruire un gruppo pronto per affrontare l’eventuale prossima serie A? Spero di sbagliarmi, ma vedo una società che naviga a vista senza programmare seriamente il futuro e quel famoso consolidamento nella massima serie tanto sbandierato in passato dal presidente Setti.
Luca Fioravanti

FONTE: Blog.TeleNuovo.it


A SKY
Fusco: Viviani?
Ripagherà la fiducia

28/07/2016 23:40
"La rosa? E' abbastanza completa. Poi qualcosa si può sempre migliorare, ma in linea di massima siamo soddisfatti. Viviani? E' un giocatore importante su cui il Verona ha investito tanto l'anno scorso, sono convinto che ripagherà la fiducia. Il fatto che ha tanti estimatori è solo la conferma che è stato un buon investimento". Così poco fa il d.s. del Verona Fusco alla trasmissione "Calciomercato" di Sky.

Ospiti, da Storo, anche il tecnico Pecchia e Pazzini. A Pecchia è stato chiesto se piace l'etichetta da favorita: "Che piaccia o meno cambia poco" ha risposto il tecnico del Verona. Dobbiamo pensare a ricreare valori e formare un grande gruppo. Si dicono sempre le stesse cose del campionato di B ma è così: è un torneo lungo, duro, difficile. Dobbiamo pensare partita dopo partita".

A Pazzini è stato invece chiesto tra le altre quale sarà alla fine il colpo di mercato più importante della serie cadetta: "Spero i nostri: Luppi, Fossati e Ganz" ha risposto l'attaccante gialloblù. "C'è grande voglia di fare bene, grande voglia di cancellare la scorsa stagione e tornare a dare soddisfazioni. Io? spero di fare più gol possibili".

LEGA SERIE B
Setti, Consigliere della Lega di B
27/07/2016 17:56
Il presidente del Verona, Maurizio Setti farà parte del Consiglio della Lega di Serie B. E' la stessa società di via Belgio a comunicarlo con una nota ufficiale sul proprio sito web. Nel pomerggio del 27 luglio, infatti, a Milano (sede di via Rosellini) c'è stata l'Assemblea della LNPB (Lega Nazionale Professionisti B) con all'ordine del giorno il punto riguardante la nuova composizione dell'organo. Da tale riunione, è stato dunque determinato (tramite elezione) che il patron dell'Hellas sarà uno dei 6 Consiglieri. Gli altri 5 posti invece, saranno ricoperti da Carlo Accornero (Novara Calcio), Andrea Cardinaletti (Ascoli Picchio FC), Marco Mezzaroma (US Salernitana),Maurizio Stirpe (Frosinone Calcio) e Antonio Corradino (Spezia Calcio). Quest'ultimo è stato inoltre eletto come Vicepresidente della Lega B.
ANDREA FAEDDA

SERIE B
Chi sarà l'avversaria?
Carpi, Frosinone e...

26/07/2016 11:27
Il campionato di serie B è una maratona lunghissima. Vince chi è più regolare e chi sa accelerare al momento giusto. Un esperto di promozioni cone Fascetti raccontava che la serie B si vince a marzo. E' quello il mese cruciale in cui non si deve sbagliare. Inutile fare partenze lanciate se poi non si riesce a mantenere il ritmo. Ma chi sarà l'avversaria del Verona nella prossima serie B?

In realtà il Verona appare nettamente più lontano per caratura della rosa, opzioni a disposizione di Pecchia, valore tecnico. Ma appunto la B dove l'agonismo è esasperato, spesso "cancella" questi gap se non si trovano all'interno della squadra voglia di soffrire, compatezza, capacità di superare i momenti no, può succedere di tutto. Anche fallire clamorosamente.

Guardando alle rose delle squadre di B costruite fino ad oggi è comunque ipotizzabile questa griglia.

CARPI. Ha mantenuto l'ossatura, un allenatore determinato come Castori, è appena scesa dalla serie A, ma senza contraccolpi. Ha la mentalità e gli uomini giusti per riprovarci subito. In più può lavorare senza pressioni e tornerà a giocare a Carpi dopo l'esilio di Modena. L'arrivo di un difensore di temperamento come Blanchard aumenterà ancora di più la combattività dei carpigiani.

FROSINONE. Ha cambiato di più rispetto al Carpi, compresa la guida tecnica. Da Stellone si è passati a Marino, un tecnico che non ha mezze misure. O fa benissimo o fa malissimo. C'è però una società seria e uno stadio che ancora una volta potrà fare la differenza.

BARI. Va sicuramente inserita nel lotto delle squadre che possono andare in serie A. L'arrivo del nuovo presidente Giancaspro e dell'ex ds dell'Hellas Sogliano ha portato una ventata di entusiasmo in tutto l'ambiente. Come tecnico è stato preso Stellone, ma ora servono investimenti. Cacia è sfumato e De Luca e Maniero non possono da soli garantire quei gol che servono per vincere il torneo. Sogliano si affida a un "usato" sicuro come Cassani, sperando poi che l'ambiente facile a infiammarsi faccia la differenza. Arriveranno anche Martinho e Daprelà. Moras in difesa è una garanzia.

SPEZIA. Ci prova da anni con i soldi di Volpi che però sembra stufo di spendere. Attenzione però perchè la squadra è buona e Di Carlo, in panchina dall'inizio, darà concretezza. Arriva una punta di grande prospettiva ma umorale come Iemmello che affiancherà Nenè. In partenza l'ex Verona Martic e con la valigia anche Calaiò.

TRAPANI. Va inserito perchè è stata la sorpresa della scorsa stagione e perchè ha tenuto Cosmi in panchina dopo il miracolo della finale play-off. Ha perso però il ds Faggiano che è andato a Palermo, da dove però potrebbe dirottare qualche giocatore interessante per la serie B.

BENEVENTO. Da ascrivere come possibile sorpresa. Non solo perchè arriva con il vento in poppa della promozione appena conquistata ma perchè sul mercato è stata tra le più attive. Al tecnico Marco Baroni la società sta costruendo una rosa molto ambiziosa. Da Cagliari è arrivato il portiere Cragno, dalla Ternana è giunto Ceravolo, da Frosinone è arrivato il ghanese Chibsah mentre dall'Inter è stato preso l'interessante attaccante Puscas. E pare non sia finita.
GIANLUCA VIGHINI

FONTE: TGGialloBlu.it


Hellas Verona News, Siligardi: "Non temiamo nessuno"
Evangelisti Maggiorino | 30 Luglio, 2016, 00:52
Ogni partita è una battaglia e il campionato non ti consente un attimo di rilassamento, perchè è lunghissimo ed estenuante. "Non si deve mai mollare niente, dalla prima all'ultima giornata...".
Ora ci siamo lasciati alle spalle la retrocessione, il mister Pecchia è stato bravo a cambiare la mentalità, ha portato positività, si lavora bene e speriamo di portare in campo le sue idee. Il Carpi e il Frosinone, così come il Cesena, lo Spezia e il Bari. Ce ne sono diverse che sono pronte a darci fastidio, però noi siamo l'Hellas Verona e non dobbiamo temere nessuno.

FONTE: Stadio24.it


Toni, campione del mondo anche in alimentazione: “Il pasto nel Mondiale del 2006? Carboidrati…”

Redazione 31-07-2016 23:18
Il segreto di un campione del mondo. Del campione del mondo, Luca Toni. “Una buona alimentazione”. Che però… “è fondamentale anche per chi non fa sport!” ci puntualizza lui – Luca – in esclusiva su gianlucadimarzio.com. “Mangiare bene fa stare bene”. Punto. Il tono è fermo e deciso, consapevole. E non lo dice da campione del mondo (non solo, ovviamente) bensì da “testimonial di Bioimis”. Ossia? L’Accademia Alimentare che non impone privazioni ma insegna a sfruttare le proprietà degli alimenti in relazione al proprio metabolismo.“Abbiamo scelto Luca Toni – dice Roberto Zorzo Presidente Bioimis – perché abbiamo visto in lui gli stessi interessi e ideali che sono alla base della Filosofia di Bioimis. Inoltre Luca rappresenta un modello da seguire per il suo entusiasmo e la sua determinazione nel raggiungere gli obiettivi, caratteristiche che lo hanno reso, oltre ad un grande campione, una grande persona”. Salute e benessere.

Toni racconta un Toni inedito, attento e preciso non solo sotto porta, a quanto pare: “Ci tengo a essere in forma, non ho mai trascurato il mio peso in tutta la mia carriera”. Anche adesso, che il suo nuovo ruolo impone giacca e camicia, soprattutto nelle occasioni importanti. “A settembre inizio il corso da direttore sportivo, nel frattempo collaboro con il direttore dell’Hellas Fusco. Se mi manca il campo? No, credimi. Quando sono stato a trovare i miei ex compagni in ritiro non ho provato quella sensazione lì…”. L’emozione è stata un’altra. “Quando abbiamo chiuso le cessioni di Ionita e Gollini, le mie prime operazioni da dirigente!”. Sorriso sulle labbra, nuove ambizioni e soprattutto… una buona alimentazione. Ma il pasto preferito durante il Mondiale 2006 qual era? “Carboidrati! Fanno effetto subito quelli. Carne, pesce, pasta, verdere: avevamo un cuoco italiano ad hoc”. Un cuoco vincente, perché il saper mangiare bene conta, e tanto anche. Ma pure fuori dal campo.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com


09:14 | martedì 26 luglio 2016
Hellas Verona, Pazzini: «Non scappo, mi piacciono le sfide»
Le parole dell'attaccante in vista della nuova stagione

di Antonio Parrotto - twitter:@AntonioParr8Foto: © www.imagephotoagency.it

HELLAS VERONA PAZZINI ULTIMISSIME - Giampaolo Pazzini, attaccante dell'Hellas Verona, ha scelto di restare con i gialloblù nonostante la retrocessione in Serie B della formazione scaligera. In campo non ci sarà più LucaToni, ritiratosi al termine della scorsa stagione, e ora toccherà al Pazzo fare la differenza: sarà l'attaccante a dover guidare la formazione di FabioPecchia all'immediata risalita in Serie A. Pazzini non ha paura, ama le sfide, e sarebbe stato più facile 'scappare', restando in Serie A con un'altra maglia.

LE DICHIARAZIONI - Così Pazzini a "La Gazzetta dello Sport": «Resto con l'entusiasmo di sempre, anzi con una voglia superiore. Dobbiamo resettare tutto, non sarà facile, perché per me la retrocessione è stata la delusione sportiva più grande, ma dobbiamo farcela. Io non sono il tipo che fugge. Avevo già deciso di restare e quando mi è stata fatta la proposta di modificare il contratto non ho avuto tentennamenti. È una sfida che accetto e mi piace. Inoltre, la fiducia e la stima che società e tecnico mi hanno dimostrato hanno aumentato le mie motivazioni, ma anche le responsabilità. Rivali per la A? Le retrocesse Carpi e Frosinone, poi penso Spezia, Bari, Cesena, Trapani. E una sorpresa. Dobbiamo mettere in conto che avremo dei problemi, come li hanno avuti Cagliari e Pescara. Il campionato non si vince alla prima giornata».

FONTE: CalcioNews24.com


#Storo2016 #Day4: seduta mattino
31/LUGLIO/2016 - 12:50
Storo (Trento) - Allenamento mattutino per i gialloblù presso lo stadio 'Grilli'. La squadra ha svolto riscaldamento e possesso palla. La seduta però è stata interrotta anzitempo a causa delle forti piogge che hanno colpito Storo.
Differenziato programmato per Helander. Gomez, Albertazzi e Wszolek hanno svolto corsa sul campo. Palestra per Cappelluzzo.
Souprayen è stato sottoposto in mattinata, presso l'Azienda Ospedaliera Integrata di Verona (Borgo Trento), agli esami diagnostici che hanno dato esito negativo. Il calciatore seguirà un programma di recupero personalizzato a partire da domani.

SERIE B
Hellas, Fusco: "Laner? Stiamo valutando la soluzione migliore"
28.07.2016 00.05 di Luca Bargellini Twitter: @barge82
Ha colpito l'attenzione di tutti la convocazione di Simon Laner per il ritiro dell'Hellas Verona. L'ex centrocampista scaligero si è aggregato al gruppo di Fabio Pecchia dopo la fine dell'avventura al Chiasso. Su Laner ha preso la parola anche il ds dei gialloblu Filippo Fusco: "Laner è un calciatore legato all'Hellas per aver giocato nel nostro settore giovanile e per i suoi recenti trascorsi in prima squadra. In questi giorni stiamo valutando insieme al suo agente la migliore soluzione".

LEGA PRO
ESCLUSIVA TMW - Reggiana, molto vicino l'arrivo di Calvano dal Verona
27.07.2016 18.35 di Ivan Cardia Twitter: @ivanfcardia
Rinforzo a centrocampo in vista per la Reggiana: secondo quanto appreso dalla nostra redazione, Simone Calvano, classe '93 di proprietà dell'Hellas Verona, già in prova in questi giorni al club granata, sarebbe molto vicino al trasferimento in Emilia.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Nota del Club
31/LUGLIO/2016 - 21:35
Verona - L'Hellas Verona FC, in seguito all'annullamento del test match contro il Panetolikos, informa che a tutti i tifosi arrivati a Storo nella giornata di domenica 31 luglio, e i cui nominativi sono stati raccolti dal personale del Consorzio Turistico Valle del Chiese direttamente al 'Grilli' di Storo, verrà concesso l'ingresso gratuito per la prima partita ufficiale che il Verona giocherà al 'Bentegodi', previo ritiro del tagliando presso la biglietteria dello stadio il giorno della gara.

Il tagliando* sarà concesso dal Club rispettando le normative vigenti inerenti gli eventi sportivi.

*Il settore verrà comunicato contestualmente all'apertura della biglietteria relativa alla partita in questione.

31 luglio - Si chiude il ritiro di #Storo2016
31/LUGLIO/2016 - 21:30

Storo (Trento) - Segui su Hellas Verona Channel la quarta puntata di 'HV24 - Speciale Storo'. Si chiude il ritiro in Valle del Chiese, ma l'appuntamento con HV24 non finisce qui...‪#‎StayTuned‬

Peschiera: gialloblù subito in campo
31/LUGLIO/2016 - 20:15
Verona - Torna subito in campo l'Hellas Verona. Riprenderanno lunedì 1° agosto, con una doppia seduta, gli allenamenti dei gialloblù presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera. Il programma, che in origine prevedeva una giornata di riposo (con la ripresa fissata per martedì 2 agosto), è stato modificato in virtù dell'annullamento dell'amichevole contro il Panetolikos. Prima seduta in programma alle ore 10 (porte chiuse), mentre l'orario della seduta pomeridiana (porte aperte) verrà comunicato al termine dell'allenamento mattutino.

Grazie Storo!
31/LUGLIO/2016 - 15:22
Storo (Trento) - E' terminata l'avventura a Storo dei gialloblù. Dopo il pranzo, la squadra ha lasciato il ritiro per fare ritorno a Peschiera del Garda. L'Hellas Verona FC ringrazia il Consorzio Turistico Valle del Chiese e il Comune di Storo per l'ospitalità, oltre all'AD Calciochiese per aver messo a disposizione della squadra allenata da mister Pecchia lo stadio 'Grilli' per le sedute di allenamento. Un grazie, inoltre, all'hotel Castel Lodron, che ha ospitato i gialloblù durante il ritiro di #Storo2016.

Hellas Verona-Panetolikos: amichevole annullata
31/LUGLIO/2016 - 14:27
Storo (Verona) - L'Hellas Verona FC comunica che, al termine del sopralluogo effettuato presso lo stadio 'Grilli' alle ore 14.10 da una delegazione dell'Hellas Verona FC e del Panetolikos, l'amichevole in programma questo pomeriggio è stata ufficialmente annullata per impraticabilità del campo.

Nel pomeriggio la squadra farà ritorno a Peschiera. Il programma della ripresa degli allenamenti verrà comunicato in serata.

31 luglio - Tutto sul #Day3 a Storo
30/LUGLIO/2016 - 23:46

Storo (Trento) - Segui su Hellas Verona Channel la terza puntata di 'HV24 - Speciale Storo'. L'arrivo del Presidente in ritiro, le parole del Direttore Sportivo Filippo Fusco e di Davide Luppi e molto altro.

#Storo2016: Storo abbraccia i gialloblù
30/LUGLIO/2016 - 23:30
Storo (Trento) - Zuculini, Ganz, Luppi e Fossati protagonisti in piazza a Storo. Una serata insieme ai tifosi gialloblù per i quattro nuovi acquisti, ospiti in un evento organizzato dalla località che ospita il ritiro della squadra allenata da Fabio Pecchia. Prima il saluto del Sindaco di Storo, Luca Turinelli, poi la parola è andata ai gialloblù, che hanno ricevuto dalle autorità locali un paiolo, oggetto tradizionale della Valle del Chiese.

Un gruppo pronto a dare il massimo durante la nuova stagione, come sottolineato dai quattro protagonisti, che al termine dell'evento hanno firmato autografi e scattato foto con i tifosi presenti.

#Storo2016 #Day3: seduta pomeriggio
30/LUGLIO/2016 - 20:15
Storo (Trento) - Allenamento pomeridiano per i gialloblù sul campo dello stadio 'Grilli' di Storo. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, esercitazioni tattiche per reparti ed esercitazioni sui calci piazzati. Ha assistito alla seduta di allenamento, insieme al Direttore Sportivo Filippo Fusco, il presidente Maurizio Setti.

Differenziato programmato per Helander. Differenziato sul campo per Albertazzi, Cappelluzzo, Gomez, e Wszolek. Terapie per Souprayen, che rientrerà a Verona per sottoporsi nella giornata di domenica ad accertamenti diagnostici a causa di un risentimento muscolare al polpaccio sinistro.

Domani in programma una seduta mattutina alle ore 10, prima del test match contro il Panetolikos (ore 17.30).

Campagna Abbonamenti 2016/17: siamo in 9.012!
30/LUGLIO/2016 - 13:00
Verona - Siamo in 9.012! Che risultato dopo i primi giorni di vendita libera della Campagna Abbonamenti 2016/17. Numeri impressionanti, che confermano una passione senza fine per l'Hellas Verona. E la vendita libera non si ferma qui, entra anche tu a far parte di un mito che si rinnova di stagione in stagione!

#Storo2016 #Day3: seduta mattino
30/LUGLIO/2016 - 11:50

Storo (Trento) - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo dello stadio 'Grilli'. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, possesso palla ed esercitazioni tattiche.

Si tornerà in campo nel pomeriggio, con una seduta in programma alle ore 17.30.

29 luglio - Bianchetti e Mazzola raccontano il ritiro in esclusiva
29/LUGLIO/2016 - 21:30

Storo (Trento) - Segui su Hellas Verona Channel la secondo puntata di 'HV24 - Speciale Storo'. Il punto sul secondo giorno di ritiro a Storo, l'intervista esclusiva a Matteo Bianchetti e al Team Manager Sandro Mazzola e il ritorno sul campo di Pawel Wszolek. Questo e molto altro, in una puntata imperdibile!

#Storo2016 #Day2: seduta pomeriggio
29/LUGLIO/2016 - 19:30

Storo (Trento) - Allenamento pomeridiano per i gialloblù sul campo di Storo. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, conclusioni in porta, possesso palla e partitella. Wszolek ha svolto lavoro differenziato sul campo dopo le ultime valutazioni positive clinico-strumentali. Differenziato programmato per Souprayen ed Helander. Cappelluzzo ha smaltito la sindrome influenzale ed ha raggiunto i compagni in ritiro, svolgendo lavoro differenziato. Albertazzi e Gomez proseguono il lavoro di recupero. Assente Bianchetti, in permesso regolare concesso dalla società. Domani in programma una doppia seduta alle 10 e alle 17.30.

Hellas Verona FC - Nota ufficiale
29/LUGLIO/2016 - 18:00
Verona – L'Hellas Verona FC informa di aver ricevuto in data odierna una nota dal Comune di Verona, che recita quanto segue: «[...] facendo presente che gli Uffici Tecnici Comunali hanno rilevato sugli impianti elettrici dello Stadio Bentegodi il verificarsi di gravissimi danni, a causa dell'allagamento dei vani interrati lato Ovest (cabina elettrica MT/bt e quadri elettrici generali di distribuzione), tali da rendere assolutamente inutilizzabili gli stessi impianti e da disporre il fuori servizio - a data da destinarsi - dell'intera struttura sportiva. Tale situazione è dovuta all'eccezionale temporale verificatosi nella serata di mercoledì 27 luglio scorso, evento che ha provocato ingenti danni presso numerosi edifici comunali, e non solo, tanto da far richiedere lo stato di calamità. Non è pertanto più possible dare seguito alla precedente autorizzazione, chiedendovi di annullare l'attività già programmata per il 2 agosto».

Pertanto, l’Hellas Verona FC comunica che gli appuntamenti in programma per martedì 2 agosto nell’impianto sportivo veronese sono stati annullati.

#Storo2016 #Day2: seduta mattino
29/LUGLIO/2016 - 12:07

Storo (Trento) - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo di Storo. La squadra, agli ordini di Fabio Pecchia, ha svolto riscaldamento, circuiti di forza, lavoro atletico ed esercitazioni tattiche.
Prossimo allenamento in programma questo pomeriggio, ore 17.30.

Luca Checchin convocato dalla B Italia
29/LUGLIO/2016 - 10:23
Verona - Prima convocazione per il centrocampista gialloblù Luca Checchin con la B Italia, il progetto della Lega B nato per valorizzare i giovani talenti del campionato cadetto e porli all’attenzione delle nazionali giovanili federali attraverso incontri e amichevoli. L'allenatore Massimo Piscedda, per la sfida alla Selezione AIC, ha voluto anche il classe 1997 dell'Hellas Verona, che dovrà presentarsi a Coverciano assieme ai compagni di selezione mercoledì 3 agosto, per una seduta e, alle 18, l'amichevole.

28 luglio - Il primo giorno a #Storo2016 e le voci dei protagonisti
28/LUGLIO/2016 - 23:30

Storo (Trento) - Segui su Hellas Verona Channel la prima puntata di 'HV24 - Speciale Storo'. Tutto sul ‪#‎Day1‬ dei gialloblù nel ritiro di Storo, dall'arrivo in hotel al primo allenamento. E non perdere le voci dei protagonisti Eros Pisano e Nicolas, passando anche dall'intervista a Marina Presello (inviata Sky Sport)

#Storo2016: Le dichiarazioni di Albertazzi e Zuculini a Sky Sport 24
28/LUGLIO/2016 - 20:12
Storo (Trento) - Le dichiarazioni dei calciatori gialloblù, Michelangelo Albertazzi e Franco Zuculini, rilasciate durante la prima giornata del ritiro di Storo, in diretta a Sky Sport 24.

MICHELANGELO ALBERTAZZI
«Questo tipo di pressione fa bene, c'è entusiasmo portato da mister Pecchia, oltre alla voglia di correre e lavorare divertendosi. Siamo contenti, la prima parte di ritiro, a Racines, è andata molto bene e ora bisogna continuare così. Vogliamo toglierci subito una soddisfazione in Coppa Italia e poi cominciare il campionato. Pecchia ha voluto da subito mettere in chiaro che in un campionato così lungo e ricco di campi difficili, conta essere uniti. Per questo ci ha invitato a essere spontanei, aperti, a conoscerci prima possibile».

FRANCO ZUCULINI
«Per il Verona sono un giocatore in più che lavora, corre, fa il lavoro sporco. Cerco di trasmettere la mia energia positiva. La Serie A è un desiderio di tutti, ma dietro ad essa c'è il lavoro, la fiducia, lo stare insieme. I tifosi, il presidente, lo staff, la squadra, siamo tutti sulla stessa barca e tutta l'energia che riusciremo ad accumulare insieme farà sì che l'obiettivo diventi realtà. Se tutti siamo piccoli lavoratori con un obiettivo comune, per me sarà un bell'anno. Con momenti di sofferenza, è inevitabile, ma con l'obiettivo alla portata».

#Storo2016 - Le dichiarazioni di Nicolas e Fossati a Sky Sport 24
28/LUGLIO/2016 - 20:10
Storo (Trento) - Le dichiarazioni dei calciatori gialloblù, Nicolas e Marco Ezio Fossati, rilasciate durante la prima giornata del ritiro di Storo, in diretta a Sky Sport 24.

NICOLAS
«Lo scorso anno, col Trapani, la Serie A l'ho sfiorata ed è stata una grande esperienza. Quest'anno speriamo di tornare subito nel massimo campionato. Stiamo lavorando sodo, Pecchia e Pazzini danno molta fiducia e portano tanta esperienza su come stare concentrati. Per raggiungere i nostri obiettivi. La scuola portieri italiana? Da quando sono arrivato ho imparato tante cose, quindi è la migliore».

MARCO EZIO FOSSATI
«Giocare in Serie A è l'obiettivo di ogni calciatore, arrivo a Verona molto contento e con l'intento di provare a conquistarla. Ho trovato un ambiente positivo, sereno, con voglia di lavorare. Vogliamo lasciare lontane le pressioni negative, consapevoli di essere una grande squadra e di dover giocare per vincere. La Serie B è molto lunga, quindi ci saranno sicuramente momenti difficili, ma la cosa più importante è il gruppo: con tutte queste partite, specie in Serie B, tutti sono utili. Siamo attrezzati, preparati per fare un campionato di vertice».

#Storo2016 #Day1: seduta pomeriggio
28/LUGLIO/2016 - 19:50
Storo (Trento) - Allenamento pomeridiano per i gialloblù sul campo di Storo. La squadra ha svolto riscaldamento, lavoro atletico e possesso palla. Nicolas si è allenato regolarmente con il gruppo. Albertazzi e Gomez proseguono il programma di recupero. Assente Cappelluzzo, ancora alle prese con uno stato febbrile.
Domani in programma una doppia seduta alle 10 e alle 17.30.

Pisano «Tanta concorrenza, ma daremo il massimo»
28/LUGLIO/2016 - 18:04
Storo (Trento) - Le dichiarazioni del difensore gialloblù, Eros Pisano, rilasciate durante la prima giornata del ritiro di Storo, in diretta a Sky Sport 24:
«L'obiettivo che l'Hellas si fissa quest'anno è di tornare in Serie A, ma chiaramente non sarà semplice perché le squadre che lotteranno per vincere il campionato saranno cinque o sei. Ad esempio Carpi, Frosinone, Cesena, Bari e Spezia. Perché rimanere? Qui l'ambiente resta di Serie A e l'obiettivo è quello di risalire, quindi è normale che un calciatore voglia rimanere al Verona, come ha fatto anche Pazzini. Ci siamo lasciati alle spalle la retrocessione, sono arrivati ragazzi che non hanno vissuto ciò che abbiamo passato noi, ma mister Pecchia è stato bravo a cambiare la mentalità dell'ambiente. Col lavoro e le prime giornate di campionato tutto andrà a sistemarsi nel miglior modo possibile, noi proveremo a dare il massimo e la nostra impronta. Dovremo essere bravi a portare in campo ciò che ci dice il mister. Ha delle idee molto chiare, l'intensità e lo spirito positivo, che è ciò che ci serviva dopo una retrocessione pesante. Ha dimostrato grande professionalità e vuole giocarsi al meglio questa grande chance».

Primavera gialloblù a Racines
28/LUGLIO/2016 - 17:22
Racines (Bolzano) - Inizia il ritiro a Racines per la Primavera gialloblù. Dopo i giorni preliminari trascorsi allo Sporting Center di Peschiera, i ragazzi allenati di Massimo Pavanel sono partiti alla volta di Racines. Un momento importante per la formazione del gruppo, grazie al quale Pavanel la possibilità di mettere in pratica quanto imparato dall'osservazione della prima squadra. Il gruppo alloggerà all'hotel Pulverer e si allenerà presso il campo di Stanghe di Racines. La squadra resterà in ritiro fino a lunedì 1 agosto, per poi raggiungere Storo, secondo appuntamento di questa estate dei giovani gialloblù.

Lega B: Maurizio Setti eletto Consigliere
27/LUGLIO/2016 - 17:10
Verona - L'Hellas Verona FC comunica che, durante l'Assemblea della LNPB (Lega Nazionale Professionisti B) svolta nel primo pomeriggio nella sede di via Rosellini a Milano, il presidente Maurizio Setti è stato eletto Consigliere. Tra i sei consiglieri è stato eletto come Vicepresidente della Lega B Andrea Corradino, presidente dello Spezia Calcio.

Ecco, di seguito, il nuovo Consiglio di Lega
VICEPRESIDENTE
Antonio Corradino (Spezia Calcio)

CONSIGLIERI
Carlo Accornero (Novara Calcio)
Andrea Cardinaletti (Ascoli Picchio FC)
Antonio Corradino (Spezia Calcio)
Marco Mezzaroma (US Salernitana)
Maurizio Setti (Hellas Verona FC)
Maurizio Stirpe (Frosinone Calcio)

#Storo2016 - L'elenco dei convocati
27/LUGLIO/2016 - 16:42
Verona - Di seguito l'elenco dei convocati per il Pre Season Training Camp di Storo (Trento), in programma da giovedì 28 a domenica 31 luglio. Sarà aggregato al gruppo anche Simon Laner, che inizierà ad allenarsi con i compagni a partire da domani.

#STORO2016 - CONVOCATI
ALBERTAZZI MICHELANGELO
ANDRADE DAVID NICOLAS
BADAN ANDREA
BIANCHETTI MATTEO
CAPPELLUZZO PIERLUIGI
CHECCHIN LUCA
COPPOLA FERDINANDO
FARES MOHAMED
FOSSATI MARCO
GANZ SIMONE ANDREA
GOMEZ TALEB JUAN IGNACIO
GRECO LEANDRO
HELANDER FILIP
LANER SIMON
LUPPI DAVIDE
PAZZINI GIAMPAOLO
PISANO EROS
RICCARDI DAVIDE
SALVETTI ALESSANDRO
SILIGARDI LUCA
SOUPRAYEN SAMUEL
SOUZA ORESTES ROMULO
TORREGROSSA ERNESTO
TUPTA LUBOMIR
VALOTI MATTIA
VENCATO ENRICO
VIVIANI FEDERICO
WSZOLEK PAWEL
ZACCAGNI MATTIA
ZUCULINI FRANCO

Un saluto dal Busajo Campus..."Grazie Hellas"!
26/LUGLIO/2016 - 19:30


Verona - "Thanks Hellas". Un messaggio che arriva dai bambini del Busajo Campus, direttamente da Soddo (Etiopia). Disegni realizzati da loro, per un "grazie" che testimonia la vicinanza della Società gialloblù ai 60 ragazzi che abitano il Campus, in un rapporto nato con la costruzione di un centro sportivo e che continua, per permttere a questi bambini di crescere in un ambiente sano e formativo. Bambini che vivono con il sogno di conoscere Luca Toni, idolo ed esempio, e che grazie allo sport hanno l'occasione di scopire valori come il lavoro di squadra e l'impegno. Valori condivisi anche dall'Hellas Verona, in un percorso di crescita comune appena iniziato...

Pavanel: «Nuova stagione, si parte per crescere e migliorare»
25/LUGLIO/2016 - 20:00
Peschiera - Dopo la prima squadra, oggi è toccato alla Primavera allenata da Massimo Pavanel muovere i primi passi sul verde terreno dello Sporting Center di Peschiera, per dare il via ad un'altra importante stagione. Sotto la guida del mister e dei suoi collaboratori, i giovani gialloblù hanno svolto lavoro con la palla e soprattutto tanta corsa, per mettere benzina nelle gambe dopo la pausa estiva. Giovedì, dopo altri quattro allenamenti a Peschiera, si partirà alla volta di Racines per la prima parte del ritiro estivo.

Le dichiarazioni dell'allenatore della Primavera, Massimo Pavanel, rilasciate in occasione della prima seduta stagionale, in esclusiva a hellasverona.it: «Mi piace quello che vedo: un gruppo di ragazzi, alcuni reduci dalla scorsa stagione e altri nuovi, con voglia di crescere e migliorare. Partiamo dall'ottima base dello scorso anno, con i playoff sfiorati e il record di punti, per integrare da subito chi è arrivato e chi arriverà, oltre agli elementi che già conoscevamo e potremo tenere anche quest'anno. Il ritiro? Racines e Storo sono località perfette per preparare al meglio una stagione dove vogliamo far bene e crescere altri talenti».

#Storo2016: programma ritiro e attività
25/LUGLIO/2016 - 13:00
Verona - Tornerà in campo giovedì 28 luglio l'Hellas Verona. La squadra, allenata da Fabio Pecchia, riprenderà gli allenamenti con un seduta pomeridiana alle ore 17, inaugurando così il secondo ritiro estivo di Storo. Giornate di lavoro intenso e di doppie sedute presso il centro sportivo 'Grilli' (Loc. Grilli 2, Storo), prima del test contro la squadra greca del Panetolikos, in programma domenica 31 luglio alle ore 17.30, che andrà a concludere il Pre Season Training Camp Valle del Chiese. Diverse le attività in programma in Trentino: oltre alla presenza dell'Hellas Store presso il campo di allenamento (nelle giornate di sabato 30 e domenica 31 luglio), sabato 30 luglio (ore 21*) è in programma una serata organizzata dalla località ospitante, in cui alcuni calciatori gialloblù incontreranno i tifosi nella piazza principale del paese, per vivere un'esperienza unica e totalizzante.

#STORO2016 - PROGRAMMA ALLENAMENTI E AMICHEVOLI*
Giovedì 28 luglio: seduta pomeridiana (ore 17)
Venerdì 29 luglio: seduta mattutina (ore 10) e seduta pomeridiana (ore 17)
Sabato 30 luglio: seduta mattutina (ore 10) e seduta pomeridiana (ore 17)
Domenica 31 luglio: Hellas Verona-Panetolikos (ore 17.30)

*Il programma e gli orari degli allenamenti, delle amichevoli e delle attività serali, potranno subire delle variazioni a seconda delle esigenze tecniche della squadra. L'ingresso alle sedute di allenamento sarà gratuito.

Primavera: si torna in campo, prima seduta a Peschiera
25/LUGLIO/2016 - 11:00
Verona - Torna in campo la Primavera gialloblù. Si riparte con il primo allenamento fissato questo pomeriggio (ore 17) presso lo Sporting Center 'Il Paradiso' di Peschiera del Garda. Giornate di doppie sedute quelle del 26 e 27 luglio, prima della partenza per il ritiro di Racines fissata per giovedì 28 luglio. La squadra sarà ospite del Pulvererhof Hotel e si allenerà al centro sportivo di Stanghe di Racines fino al 1° agosto, prima della partenza del secondo (e ultimo) ritiro estivo di Storo, che si concluderà venerdì 5 agosto. Una preparazione che ricalca quella della prima squadra, per un legame sempre più solido fra la Primavera di Massimo Pavanel (già ospite nel ritiro "dei grandi" a Racines) e la squadra allenata da Fabio Pecchia.

PRIMAVERA - PROGRAMMA*
Lunedì 25 luglio: seduta pomeridiana (ore 17)
Martedì 26 luglio: seduta mattutina (ore 10.30) e seduta pomeridiana (ore 17)
Mercoledì 27 luglio: seduta mattutina (ore 10.30) e seduta pomeridiana (ore 17)
Giovedì 28 luglio: inizio ritiro di Racines
Lunedì 1° agosto: inizio ritiro di Storo
Venerdì 5 agosto: fine ritiro

*Il programma e gli orari degli allenamenti potranno subire delle variazioni a seconda delle esigenze tecniche della squadra.

Pranzo all'Hellas Village per concludere il ritiro
24/LUGLIO/2016 - 15:45
Racines (Bolzano) - Ultimi momenti gialloblù a Racines: squadra e staff tecnico, insieme agli sponsor, all'Hellas Village, prima di salire sul pullman, direzione Peschiera. Al termine dell'ultimo allenamento la squadra ha deciso di concludere nel cuore pulsante di Racines la prima parte del ritiro estivo. Mentre sul maxi schermo si alternavano le immagini di queste due settimane di duro lavoro, calciatori e tifosi hanno potuto assaggiare alcuni piatti tipici della tradizione altoatesina, cucinati direttamente nello stand de 'Il Pozzo dei Desideri'. Clima disteso e tanta partecipazione, per la degna conclusione di questi 16 giorni di preparazione al prossimo campionato dei gialloblù.

Arrivederci Val Ridanna
24/LUGLIO/2016 - 12:10

Racines (Bolzano) - Finisce il ritiro #Racines2016, è tempo di saluti. L'Hellas Verona FC ringrazia la famiglia Kruselburger, Giulian Tonazzolli e tutto il personale dell'Hotel Schneeberg - Family resort & Spa per la professionalità e la disponibilità mostrata in occasione del ritiro nella splendida cornice della Val Ridanna. Un sentito ringraziamento all'associazione turistica locale, l'APT Val Ridanna, per l'accoglienza, la famiglia Serpelloni per il prezioso supporto logistico tramite SEC Ponteggi e il Pozzo dei Desideri per il servizio di ristorazione dell'Hellas Village. Un ringraziamento all'agenzia di animazione BKS e al servizio di sicurezza New Central Group. Infine, un ringraziamento speciale a IGM Quadra Group per il supporto tecnologico e a Francesco Grigolini per i servizi fotografici di Fotoexpress.

#Racines2016 #Day16: seduta mattino
24/LUGLIO/2016 - 10:21
Racines (Bolzano) - Allenamento mattutino per i gialloblù sul campo di Stanghe di Racines. La squadra, agli ordini dell'allenatore Fabio Pecchia, è stata divisa in due gruppi: allenamento defaticante per chi ha giocato nel test match con il Sudtirol, mentre il resto del gruppo ha svolto riscaldamento e lavoro atletico.

Zuculini si è regolarmente allenato con chi non ha giocato contro il Sudtirol. Gomez e Albertazzi proseguono il lavoro di recupero. Differenziato programmato per Romulo. Lavoro differenziato per Nicolas. Assente Cappelluzzo per un attacco febbrile.

La squadra riprenderà ad allenarsi giovedì 28 luglio presso il ritiro di Storo (a breve verrà comunicato il programma completo).

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Bomber CACIA vede il BARI (che nel frattempo ha ingaggiato MARTINHO altro ex gialloblù) favorito, dopo due stagioni in Italia Ivan MARTIC, ceduto nell'estate di un anno fa dal VERONA allo SPEZIA, ritorna in Croazia: Giocherà con l'HNK RIJEKA. Pasquale SENSIBILE, dell’area tecnica dell’HELLAS, è il nuovo Direttore Sportivo del TRAPANI. Emil HALLFREDSSON felice della su ISLANDA agli Europei 'Abbiamo lavoro tanto con l'Islanda, abbiamo fatto una festa dal primo all'ultimo giorno, è stata una esperienza molto bella, con un bel gruppo. La nostra esultanza? E' nata sul momento ed è diventata mondiale. E' stato bellissimo festeggiare in quel modo con i tifosi...'. Daniele CACIA, anche in questa stagione ricercatissimo tra i bomber della cadetteria, rinnova con un biennale all'ASCOLI mentre il terzino CASSANI svincolatosi dalla SAMP passa al BARI. Crolla in finale l'Under 19 azzurra guidata da Paolo VANOLI: Poker dei pari età francesi! Il 27enne ghanese N'ZE (passato in maglia gialloblù dal 2006 al 2008 prima di approdare all'INTER) in Eccellenza toscana, giocherà col CENAIA.

VECCHIE GLORIE: Bobo Vieri is back! con questo annuncio sul proprio profilo Instagram il 43enne centravanti ha annunciato il suo ritorno in campo, giocherà in Cina...

9.07.2016
Il ritorno di Vieri «Bobo is back Vado in Cina»
Bobo Vieri con la maglia dell'Inter

Christian Vieri avrebbe deciso di tornare in campo a 43 anni. «Bobo is back. Vado a giocare in Cina». Con questo messaggio sul profilo Instagram, corredato da un video mentre si allena, l’ex attaccante della Nazionale annuncia quello che potrebbe essere un clamoroso ritorno al calcio giocato. «Bobo is back, ho deciso di andare a giocare in Cina. Cinque mesi fa ero 101 chili, ora sono 91. Ho perso 10 chili, devo arrivare a 89 e sono in peso forma. Sono pronto», ha detto Vieri in un video postato da Formentera, mentre fa jogging mattutino. Quarantatre anni compiuti lo scorso 12 luglio, Vieri ha lasciato il calcio giocato nel 2009 dopo un’ultima breve apparizione nelle file dell’Atalanta (9 presenze e 2 gol).

FONTE: LArena.it


#SerieB – Bari, ufficiale il colpo Martinho
By Valerio Rufini30 luglio 2016

Colpo in entrata per il Bari: il club pugliese ha infatti ufficializzato Raphael Martinho, centrocampista classe ’88 che ha giocato in Serie A con Hellas Verona e Carpi. Proprio da quest’ultimo club il giocatore si era svincolato gli ultimo giorni, prima di formare con i Galletti un contratto biennale. Ecco le prime parole del nuova acquisto: “Saluto i miei nuovi tifosi, è un onore far parte di questa squadra, speriamo di fare un grande campionato insieme“.

FONTE: RadioGoal24.it


L'EX BOMBER
Cacia: il favorito sarà il Bari...
30/07/2016 11:23
Prima di Toni c'era lui. E aveva fatto cose straordinarie. 24 gol, tanti tantissimi. Reti che trascinarono il Verona in serie A, un feeling con la città come mai c'era stato nella sua carriera. Ma poi venne Luca. E si spazzò via Daniele Cacia, i suoi record, il suo feeling. Aumentando la rabbia di un ragazzo che la serie A, l'ha solo sfiorata. Cacia è andato a Bologna, poi l'anno scorso è andato all'Ascoli. E lì resterà, come ha spiegato stamattina alla Gazzetta dello Sport.

«Sogliano mi ha cercato, è vero. - ha spiegato Cacia - Abbiamo un rapporto che va oltre il calcio, c’è grande stima e Bari sarebbe potuta essere un’opportunità importante. Ma non me la sono sentita di lasciare Ascoli». Cacia non mette il Verona tra le favorite del torneo: «Al momento non c’è una squadra ammazza-campionato come il Cagliari dell’anno scorso. A fine mercato lo diventerà sicuramente il Bari. Sogliano costruirà un grande organico e saranno la formazione da battere». E aggiunge: «Ci sono diverse squadre molto attrezzate: sicuramente il trio Verona-Carpi-Frosinone starà nelle posizioni di testa».

Il feeling con l'Hellas, nonostante tutto rimane:"
«Verona è una piazza che amo. Sono stato benissimo, abbiamo vinto il campionato e ho segnato 24 gol. Spero per loro che possano tornare subito in A. L’Hellas non può stare in B, una tifoseria del genere merita altre categorie». E sull'esperienza in serie A Cacia fa un'importante ammissione: «Non ho avuto in A lo spazio che mi immaginavo di avere. Ho beccato sulla mia strada un signor Toni, davanti al quale c’era solo da togliersi il cappello. Ora ho metabolizzato tutto. Il rammarico vero è quello di non aver mai avuto una vera occasione in Serie A». Sulle motivazioni che lo hanno escluso il bomber ha aggiunto: «Ero di nuovo a 31 anni in A e mi sentivo finalmente pronto dopo l’esperienza da giovanissimo con la Fiorentina. Lecce? È stata l’unica occasione, ma mi sono rotto il perone. In carriera ho fatto appena 13 partite da titolare in A. Mi sarebbe piaciuto avere un’occasione come accaduto quest’anno a Mbakogu: fare un campionato intero da titolare. Invece a Verona è arrivato Toni e a Bologna mi hanno messo fuori lista».

FONTE: TGGialloBlu.it


ALTRE NOTIZIE
Cenaia, arriva l'ex Avellino N'Ze
24.07.2016 22.05 di Luca Esposito Twitter: @lucesp75
Colpo in difesa per il Cenaia, formazione toscana che milita nel campionato di Eccellenza che s'è assicurata le prestazioni di Desmond N'Ze, difensore classe '89 ex Inter Primavera, Verona ed Avellino. Il difensore italo-ghanese nelle ultime tre stagioni ha giocato in Giappone, ma in passato ha vestito le magle di Milazzo e Pescina in Lega Pro.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


CALCIOMERCATO
Ex Hellas: Martic al HNK Rijeka
Il terzino destro, al Verona nella stagione 2014/2015, lascia l’Italia dopo due anni

di Redazione Hellas1903, 27/07/2016, 12:39

Dopo due stagioni, si conclude l’esperienza in Italia di Ivan Martic. Il terzino destro classe 1990 era stato ingaggiato a parametro zero dal Verona nell’estate 2014 dopo quattro campionati con gli svizzeri del San Gallo.
In gialloblù, Martic aveva disputato diverse gare da titolare nel girone d’andata del campionato 2014/2015, prima di finire in panchina a seguito l’arrivo di Eros Pisano. Con il Verona ha collezionato un totale di 18 presenze e 1 assist tra Serie A e Coppa Italia.
Ora, dopo quest’ultima stagione disputata con la maglia dello Spezia, che un anno fa lo aveva acquistato dall’Hellas a titolo definitivo, il Rijeka ha ufficializzato il suo ingaggio.

NEWS
Ex Verona, l’Under 19 di Vanoli crolla con la Francia
Azzurrini sconfitti per 4-0 nella finale dell’Europeo in Germania

di Redazione Hellas1903, 24/07/2016, 22:31

Sconfitta severa per l’Italia Under 19 nella finale dell’Europeo di categoria, in Germania.
Gli azzurrini, allenati da Paolo Vanoli, giocatore dell’Hellas dal 1995 al 1998, perdono per 4-0 con la Francia in una gara che non ha storia.
Subito in rete Augustin (nella foto Getty Images), il raddoppio lo firma Blas.
Nella ripresa la Francia dilaga con Tousart, il cui tiro è deviato in porta da Romagna, e allo scadere con Diop.

FONTE: Hellas1903.it


La società ha ufficializzato che è stato trovato l'accordo con l'attaccante che resterà legato al club per altri due anni
© LaPresse

LUNEDÌ 25 LUGLIO 2016 20:45
ASCOLI PICENO - E' ufficiale: l'Ascoli ha prolungato il contratto a Daniele Cacia. E' stato trovato l'accordo tra la società e l'attaccante che ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2018. Il giocatore continurà a vestire la maglia bianconera anche per il prossimo campionato.

LA NOTA UFFICIALE - "L'Ascoli Picchio FC 1898 S.p.A. comunica di aver raggiunto l'accordo con l'attaccante Daniele Cacia per il prolungamento del contratto fino al 30 giugno 2018".

Calciomercato Bari, è arrivato Cassani in Puglia
Il terzino svincolato dalla Samp ha già incontrato i dirigenti e mister Stellone. Potrebbe seguirlo Ivan

© LaPresse

LUNEDÌ 25 LUGLIO 2016 13:26
BARI - È fatta per Mattia Cassani. Nella serata di ieri il calciatore ha incontrato i dirigenti pugliesi e ha conosciuto mister Stellone: dopo essersi svincolato dalla Sampdoria sta per iniziare la sua avventura al Bari. Il terzino sarà seguito quasi certamente dal centrocampista David Ivan, suo compagno nella Sampdoria, promettente Under 21 della nazionale slovacca. La trattativa è avviatissima.

LA CARRIERA - Cassani torna a giocare in serie B dieci anni dopo l'ultima esperienza con la maglia dell'Hellas Verona. Scuola Juventus, ha indosato le maglie di Hellas, Sampdoria, Palermo, Fiorentina, Genoa e Parma. La sua esperienza più significativa è stata in Sicilia, dove con il club rosanero ha toccato quota 188 presenze, 2 reti e 17 assist in 6 stagioni.

FONTE: CorriereDelloSport.it


09:59 | martedì 26 luglio 2016
Udinese, Hallfredsson: «Ho voglia di fare bene»
Il centrocampista ha parlato della nuova stagione con la maglia dei friulani

UDINESE HALLFREDSSON ULTIMISSIME - Dopo aver lasciato l'Hellas Verona nel mercato di gennaio, EmilHallfredsson non è riusciuto a conquistare una maglia titolare con l'Udinese. Il centrocampista islandese però si è tolto una grande soddisfazione volando in Francia con la sua Islanda. Ora Hallfredsson è tornato a Udine, Iachini punta molto su di lui e il centrocampista non vede l'ora di rimettersi in gioco.

LE DICHIARAZIONI - Queste le parole del centrocampista a "Udinese Tv". Hallfredsson ha già in mente quali siano gli obiettivi della nuova Udinese di Beppe Iachini: «Abbiamo lavoro tanto con l'Islanda, abbiamo fatto una festa dal primo all'ultimo giorno, è stata una esperienza molto bella, con un bel gruppo. La nostra esultanza? E' nata sul momento ed è diventata mondiale. E' stato bellissimo festeggiare in quel modo con i tifosi. Dopo questa esperienza mi sento cresciuto. Quest'anno voglio fare bene con l'Udinese. Sto bene, sono contento di essere qui. Ora lavoriamo per il primo obiettivo: la Coppa Italia».

FONTE: CalcioNews24.com


27 luglio 2016
UFFICIALE – Trapani Calcio, Pasquale Sensibile è il nuovo diesse

E’ arrivata la notizia tanto attesa per i tifosi del Trapani Calcio, la società granata ha il suo nuovo direttore sportivo, che verrà presentato domani alle 11 presso la Sede del Trapani Calcio.
Si tratta di Pasquale Sensibile, 45 anni di Lecco, che già si è messo subito all’opera con Serse Cosmi, per programmare la prossima stagione sportiva e completare la rosa a disposizione.
Sensibile ha iniziato la sua carriera come responsabile dell’area tecnica dell’Hellas Verona, poi è passato alla Juventus come osservatore. Nella stagione 2008 passa al Novara e vive una stagione di successi dalla Lega Pro alla Serie A, fino alla stagione 2010/2011. Nella stagione 2011 passa alla Sampdoria e nel 2013 al Mantova. Nel 2014 lavora alla Roma con Walter Sabatini, come responsabile dall’Italia dello scouting estero della Società giallorossa.
La squadra granata con l’arrivo del nuovo diesse volta pagina e vuole incominciare una nuova era targata Morace-Sensibile-Cosmi.

FONTE: SerieB24.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#DerbyChievoVerona Pecchia

#VeronaBenevento highlights


Wallpapers gallery