Anteprima VERONA-ATALANTA: Chiuso finalmente il mercato è già ora di tornare in campo anche per i tifosi sospesi, come sempre, tra speranze e rimpianti... Squadre profondamente cambiate con l'HELLAS che perde bandiere come RAFAEL e HALLFREDSSON ma anche per gli orobici senza 'El Tanque' DENIS dopo più di 5 anni

Pubblicato da andrea smarso martedì 2 febbraio 2016 23:18, vedi , , , , , , , , , , , , , | Nessun commento


#VeronaAtalanta +   -   =

Sulla carta gara sicuramente a portata dell'HELLAS quella che oppone i gialloblù all'ATALANTA nel turno infrassettimanale valevole per la 23esima giornata: Nei 17 precedenti al Binti in Serie A il VERONA è stato capace di imporsi per 7 volte contro le 4 degli avversari che alternano buone prestazioni (soprattutto fra le mura amiche) a gare scialbe come lo 0 a 0 ottenuto a Frosinone una decina di giorni fa.
Il mercato avrà ovviamente un impatto non indifferente sia da una parte che dall'altra visto che entrambe le compagini hanno perso 'pezzi da 90' come RAFAEL, HALLFREDSSON e SALA da una parte ed EL Tanque DENIS, MORALEZ e GRASSI dall'altra e li hanno sostituiti con altre pedine (sperabilmente) importanti come MARRONE, SAMIR, FURMAN, DIAMANTI, BORRIELLO, GAKPÈ e chi più ne ha più ne metta...
Chiuso finalmente il mercato è già ora di tornare in campo anche per i tifosi sospesi, come sempre, tra speranze e rimpianti.

La storia del match: La prima gara in massima serie tra VERONA e ATALANTA si giocònella stagione 1957-58 con i gialloblù che s'imposero con un secco 3 a 0 grazie alla doppietta di BAGNOLI e al gol di BASSETTI ma in seguito i nerazzurri della Dea si rivelarono ben più ostici per tutti gli anni '70 uscendo spesso dal Bentegodi con la vittoria in tasca o al massimo concedendo un punto.
Nemmeno nell'annata del tricolore l'HELLAS riusci a piegare gli orobici che risposero con la segnatura di PACIONE all'iniziale vantaggio griffato da BRUNI.
Dal 1986-87 i gialloblù tornarono a farsi valere grazie alla rimonta del 2 novembre 1986 con i gol di DI GENNARO e GALIA o alla vittoria sul fil di lana del 26 febbraio 1989 grazie a PACIONE che nel frattempo aveva cambiato casacca...
Venendo agli ultimissimi anni gli scaligeri hanno trionfato sia nel 2013-14 con un'altra esaltante remuntada ottenuta nei minuti finali grazie a GOMEZ e JORGINHO che nella passata stagione grazie all'unico gol in campionato di Javier Pedro SAVIOLA.

Fischietto affidato al signor Marco Di Bello della sezione Aia di Brindisi.

25 Gennaio 2015, 1 a 0 per l'HELLAS nell'ultimo VERONA-ATALANTA

QUI VERONA
Ancora fuori REBIĆ mentre MARRONE ha smaltito in velocità i sintomi influenzali e torna a disposizione così come SILIGARDI che ha superato i problemi muscolari e potrebbe partire dall'inizio al posto di JANKOVIĆ nel ballottaggio che include anche EMANUELSON sulle esterne dove WSZOŁEK sembra diventato ormai inamovibile.
In attacco si va verso il ritorno di PAZZINI in coppia con TONI.
In difesa potrebbe esordire GILBERTO visto che PISANO verà spostato sulla fascia mancina dove SOUPRAYEN rimarrà fuori a lungo dopo l'operazione alla caviglia.

Convocati
Portieri: 37. Coppola, 95. Gollini, 88. Marcone
Difensori: 6. Albertazzi, 22. Bianchetti, 5. Helander, 12. Gilberto, 18. Moras, 3. Pisano, 4. Samir
Centrocampisti: 28. Emanuelson, 14. Furman, 19. Greco, 23. Ionita, 8. Marrone, 2. Romulo, 13. Wszolek
Attaccanti: 93. Fares, 21. Gomez Taleb, 7. Jankovic, 11. Pazzini, 16. Siligardi, 9. Toni

Probabile formazione
4-4-2 con Gollini; Gilberto-Moras-Helander-Pisano; Wszolek-Marrone-Ionita-Emanuelson; Toni-Pazzini


QUI BERGAMO
Qualche problema per BELLINI e PALETTA che non hanno recuperato per la gara al Bentegodi di domani ma PINILLA e TOLOI sono rientrati appieno nel gruppo e risultano convocati.
Probabile 3-5-1-1 per mister REJA con DJIMSITI, MASIELLO e CHERUBIN in panchina, CONTI e DRAMÈ sulle esterne e spazio dal primo minuto in attacco per il nuovo arrivato BORRIELLO qualche metro avanti alla fantasia fornito dall'ottimo DIAMANTI che al momento appare in leggero vantaggio nel ballottaggio con GOMEZ.

Convocati
Bassi Davide (30), Borriello Marco (22), Brivio Davide (28), Cherubin Nicolo’ (33), Cigarini Luca (21), Conti Andrea (24), D’Alessandro Marco (7), De Roon Marten (15), Diamanti Alessandro (23), Djimsiti Berat (55), Drame’ Boukary (93), Freuler Remo (11), Gagliardini Roberto (4), Gakpé Serge (13), Gomez Alejandro (10), Kurtic Jasmin (27), Masiello Andrea (5), Migliaccio Giulio (8), Monachello Gaetano (45), Pinilla Mauricio (51), Radunovic Boris (1), Raimondi Cristian (77), Sportiello Marco (57), Toloi Rafael (3)

Probabile formazione
3-5-1-1 con Sportiello; Dijmsiti-Masiello-Cherubin-Conti-Cigarini-De Roon-Migliaccio-Dramè; Diamanti; Borriello.

[Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: HellasVerona-BS.BlogSpot.com]


DICONO +   -   =

Mister REJA tecnico dell'ATALANTA «Ho sentito quanto ha detto l'amico Gigi Delneri. Credono ancora nella salvezza e non faranno sconti a nessuno. Mi sembra giusto, hanno ancora delle possibilità e per questo dovremo fare molta attenzione perché troveremo un ambiente carico e, vedendo la prestazione di Torino, una squadra che sta bene in campo e sarà motivata, per parte nostra mi aspetto una prestazione di vigore dal punto di vista atletico ma anche qualche soluzione in più dal punto di vista tecnico. Noi stiamo rincorrendo la vittoria da un po' di tempo: tutti sappiamo che possiamo dare di più rispetto all'ultimo periodo, ma sento che stiamo chiudendo il cerchio e che il periodo di convalescenza è finito. Da 15 giorni la squadra sta lavorando bene e spero che i nuovi si integrino subito in modo da poterli utilizzare immediatamente. Sono soddisfatto per quanto fatto sul mercato, dal punto di vista tecnico secondo me siamo anche migliorati. Le premesse sono buone. Ora però mi piacerebbe ritornare a far vedere il calcio che eravamo abituati a vedere prima perché ha dato non solo la piacevolezza di venire allo stadio ai tifosi, ma anche i risultati. E io sono convinto che questa squadra abbia nelle sue corde un certo tipo di calcio. Tutte le squadre hanno un momento di calo, ma adesso spero che si cominci a vedere la vera Atalanta» Atalanta.it

Pierino FANNA sul mercato dell'HELLAS «E' un mercato che rispecchia la nostra situazione: spiace aver perso Sala, ma se avevano mercato era giusto farli partire. Lui, Hallfredsson su tutti, ma era giusto pensare ad un ricambio della rosa. E' giusto programmare il futuro, da adesso. La prossima stagione in B? Le speranze, da ex giocatore e da tifoso, non le abbandono. E' giusto ci siano, ma serve essere realisti e pensare anche al futuro. Chi mi incuriosisce di più tra Gilberto, Rebic, Emanuelson, Marrone, Furman, Samir? L'importante è che vengano giocatori con motivazioni e voglia di farsi vedere. E' una piazza dove, se si rendono conto che la società ha passato ed ambizioni, servono qualità e volontà» HellasVerona.it

MARRONE si presenta «Arrivo qui con grandi motivazioni. Io e l'Hellas Verona abbiamo gli stessi obiettivi, riscattarci dopo un inizio di stagione non esaltante. Voglio portare le mie qualità, il mister mi ha voluto e il direttore mi ha presentato un progetto interessante. Li ringrazio per la fiducia e per l'opportunità che mi hanno concesso, questo per me è un grande punto di partenza. L'impatto con il pubblico? Mi hanno parlato tutti bene della città, della società e della tifoseria. I tifosi ci sono sempre vicini, la curva è sempre piena e noi daremo tutto per onorare la maglia. Dovremo uscire dal campo esausti ma consapevoli di aver dato tutto» HellasVerona.it

FURMAN nuovo acquisto gialloblù «Le mie qualità? Sono un centrocampista centrale, più portato al gioco offensivo. Mi ispiro infatti a calciatori come Toni Kroos e Luka Modric, che giocano nel mio ruolo. La mia condizione fisica? Mi sono sempre allenato, soprattutto in un momento come questo, dove non conoscevo ancora bene quale sarebbe stato il mio futuro. Mi sento bene, non vedo l'ora di giocare e di scendere in campo. Ho fatto un allenamento con la squadra, sono a completa disposizione dell'allenatore e se il mister vuole io sono pronto» HellasVerona.it

Roberto BORDIN, ex vice di MANDORLINI su IONITA ed un suo eventuale inserimento al NAPOLI per Giugno «Ionita è una bravissima persona. Quando è arrivato, in silenzio, si è guadagnato il posto da titolare per l'impegno profuso in allenamento. È una mezzala moderna, bravo con i piedi, molto forte di testa, bravo negli inserimenti. In un ambiente come Napoli potrebbe integrarsi benissimo. Può crescere ancora tanto, mentalmente è molto ambizioso. È un ragazzo che vuole sfondare. Vice Hamsik? Lo slovacco è più offensivo. Ionita è più bravo ad inserirsi, ma non disdegna il tiro. È un centrocampista completo, può essere impiegato sia a destra che a sinistra» CalcioMercato.com


#BenvenutoLuca & #PowitanieDominik

LE ALTRE DI A +   -   =

GARDINI-INTER CI SIAMO! Secondo il TGGialloBlu.it sarebbe questione di ore l'addio del Diggì scaligero per approdare all'INTER nel medesimo ruolo, per quanto riguarda l'HELLAS non è escluso che il presidente SETTI prenda in mano tutto in prima persona...



RASSEGNA STAMPA +   -   =
Hellas Verona-Atalanta: precedenti, statistiche e curiosità
Scritto da Stefano Tomat il 2 febbraio 2016 alle 09:00.

Dopo il pareggio della gara di andata, Hellas Verona e Atalanta si ritrovano faccia a faccia un girone dopo, entrambe in stato di salute precario: i veronesi hanno un piede e mezzo in Serie B, mentre i bergamaschi hanno brutalmente rallentato la cavalcata che li aveva visti protagonisti a inizio stagione.

I PRECEDENTI – All’andata la gara terminò 1-1 in una gara dal rocambolesco finale: l’Atalanta passò in vantaggio all’89’ con Moralez ma, al 97′, l’Hellas pareggiò con Pisano. L’anno scorso, al Bentegodi, i padroni di casa si imposero per 1-0: marcatore dell’incontro fu Saviola. L’ultimo pareggio risale alla stagione 1996-1997, 1-1 il risultato finale. L’ultimo successo dell’Atalanta è avvenuto nel campionato 1991-1992: in tale occasione i bergamaschi si imposero per 3-1.

LE STATISTICHE – Nei 17 precedenti disputati al Bentegodi tra Hellas e Atalanta, i veronesi sono in vantaggio con 7 vittorie a 4 (6 i pareggi). Nel totale delle 17 gare gli scaligeri hanno messo a segno 23 reti, mentre i bergamaschi ne hanno segnate 20. Sia i gialloblù che i nerazzurri hanno pareggiato le ultime 3 gare di campionato: se nel caso dell’Hellas si tratta comunque di un ruolino di marcia migliore rispetto a quello tenuto nel resto del campionato, per l’Atalanta si tratta di un netto passo indietro rispetto alle primissime settimane, nelle quali si stava assurgendo a sorpresa del campionato.

Dopo il pareggio con brivido finale di Torino, crediamo che l’Hellas possa veramente centrare il suo primo successo stagionale in casa contro l’Atalanta: ci sbilanciamo consigliando il segno 1.

Hellas Verona-Atalanta, le probabili formazioni
Scritto da Alessandro Rutar il 2 febbraio 2016 alle 08:00.

Gara valida per la 23ª giornata del campionato di Serie A, in programma mercoledì 3 febbraio 2016, ore 20:45.

QUI HELLAS VERONA – Poche novità in casa Hellas rispetto alla gara di pochi giorni fa. Difesa confermata in blocco, possibile il ritorno in panchina per Janković, che dovrebbe lasciare spazio a Wszołek sulla fascia destra, con Emanuelson pronto a partire titolare sul lato opposto. Potrebbe essere inoltre l’occasione buona per vedere il tandem pesante di attacco formato da Toni e Pazzini. Infine, dovesse ristabilirsi dopo l’attacco influenzale, non è da escludere un impiego di Marrone dal primo minuto.

Hellas Verona (4-4-2): Gollini; Pisano, Moras, Helander, Albertazzi; Wszołek, Greco, Ionita, Emanuelson; Pazzini, Toni. All.: Delneri.

QUI ATALANTA – Difesa rivoluzionata per metà: Raimondi e Dramè prenderanno il posto di Toloi e Conti. Trio di centrocampo senza alcuna variazione; davanti, salutato Denis, spetta a Borriello guidare l’attacco orobico, supportato da altri due volti nuovi di questo mercato di gennaio: Diamanti e Gakpé.

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Masiello, Raimondi, Cherubin, Dramè; Cigarini, De Roon, Kurtić; Diamanti, Borriello, Gakpé. All.: Reja.

FONTE: MondoPallone.it


Pubblicato il: 1 febbraio 2016
MARIO SICILIANO
PRONOSTICO VERONA - ATALANTA. QUASI UN LAST MINUTE PER GLI SCALIGERI
Per il Verona questa è una delle ultime spiagge per cercare una salvezza non impossibile.

Il Verona è ormai agli sgoccioli. Questa sfida contro l'Atalanta rappresenta una delle poche chanches rimaste per provare a fare risultato concreto contro squadre alla sua portata. Una sorta di last minute che l'allenatore Del Neri dovrà e vorrà sicuramente sfruttare per portare a casa tre punti preziosi che lo rilancerebbero in corsa per una salvezza, ancora tutto sommato possibile. Un Verona che è reduce da un pareggio prezioso strappato in casa del Torino, in una delle tante partite in cui l'attacco veneto non ha trovato la via del goal, come spesso è accaduto nel corso di queste ventidue giornate finora disputate. Del Neri confermerà la coppia d'attacco Toni- Pazzini, nella speranza che il primo possa finalmente sbloccarsi dopo il suo rientro da un infortunio che lo ha bloccato per diversi mesi. Almeno sulla carta, l'attacco è in grado di creare diverse opportunità da rete.

PROBABILE FORMAZIONE VERONA: Gollini; Albertazzi, Moras, Helander, Pisano; Emanuellson, Wszolek, Ionita, Marrone; Toni, Pazzini

PROBABILE FORMAZIONE ATALANTA : Sportiello; A. Masiello, Paletta, Toloi, Dramè; Carmona, De Roon, Kurtic; Moralez, Pinilla, A. Gomez. All.: Reja

Anche l'Atalanta è reduce da un pareggio, ma in casa e contro un demotivato Sassuolo che nelle ultime quattro partite ha raccolto appena due punti. E anche l'Atalanta- come il Verona- stenta a trovare la via della vittoria da ormai sei turni di campionato. La squadra ha ceduto una pedina importante come Alberto Grassi- passato al Napoli i Sarri- rimpiazzato da Kurtic. Il 3-5-1-1 voluto da Reja presenta il vantaggio di un centrocampo fitto e utile in fase difensiva, ma lo svantaggio di un attacco poco incisivo e lasciato prevalentemente nelle mani delle invenzioni di Gomez.

Per il Verona arrivato a questo punto del campionato deve rischiare qualcosa e deve farlo fin dai primi minuti. Segnare alle squadre di Reja non è mai troppo facile, vista l'attenzione che il tecnico dedica alla fase difensiva. Il modulo che utilizza poi è una conferma di quanto tenga a non subire goal. Probabilmene assisteremo a una partita giocata col freno a mano da parte di due squadre abituate a pareggiare. I favori del pronostico però vanno comunque al Verona che, prima della fine del campionato, vorrà comunque regalare la prima vittoria stagionale ai propri tifosi. Pronostico 1x

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Verona-Atalanta: probabili formazioni e statistiche
Di Enrico Turcato
Ultimo aggiornamento 4 ore fa - Pubblicato on 02/02/2016 at 18:33
I veneti arrivano da tre pareggi consecutivi: è la prima volta che mettono assieme tre risultati utili di fila in questo campionato

PROBABILI FORMAZIONI Verona (4-4-2): Gollini; Gilberto, Moras, Helander, Pisano; Wszolek, Marrone, Ionita, Rebic; Pazzini, Toni.
All. Delneri
Squalificati: -
Indisponibili: Souprayen, Viviani

Atalanta (3-5-1-1): Sportiello; Djimsiti, Masiello, Cherubin; Conti, Cigarini, De Roon, Migliaccio, Dramé; Gomez, Borriello.
All. Reja
Squalificati: -
Indisponibili: Carmona, Paletta, Toloi, Bellini

STATISTICHE OPTA
Nessuna sconfitta per il Verona nelle ultime sei gare di Serie A contro l’Atalanta (4V, 2N). I gialloblu hanno vinto tutte le ultime quattro sfide casalinghe con l’Atalanta in Serie A. Ancora nessun successo in campionato per il Verona: in Serie A è successo solo tre volte che una squadra non vincesse alcuna delle prime 22 gare stagionali (Varese 65/66 e 71/72, Ancona 03/04).

I veneti, tuttavia, arrivano da tre pareggi consecutivi: è la prima volta che mettono assieme tre risultati utili di fila in questo campionato. L’Atalanta non vince da sette giornate, quattro sconfitte seguite da tre pareggi: l’ultima volta che i bergamaschi sono rimasti otto partite senza vincere è stata tra febbraio e aprile 2015. Al Bentegodi si affontano il peggior attacco casalingo (Verona, sette gol) e in trasferta (Atalanta, sei reti) del campionato.

Solo la Lazio (489) ha tentato più volte il cross su azione rispetto ad Atalanta (439) e Verona (407) in questa Serie A. Il Verona ha segnato 11 delle sue 14 reti da situazione di palla inattiva: in termini percentuali (79%) nessuna squadra ha fatto meglio in questo campionato. L’ex Giampaolo Pazzini ha nell’Atalanta una delle sue vittime preferite in Serie A: sette le sue reti ai nerazzurri (in 16 partite). Luigi Delneri – ex allenatore dell’Atalanta – è imbattuto in partite casalinghe di Serie A contro i bergamaschi (4V, 1N).

FONTE: MondoPallone.it


HELLAS VERONA-ATALANTA, I CONVOCATI
02 FEB 2016

Sono 24 i calciatori convocati da mister Reja per Hellas Verona-Atalanta, in programma domani alle 20,45.

Si tratta di:

Bassi Davide (maglia ° 30)

Borriello Marco (22)

Brivio Davide (28)

Cherubin Nicolo’ (33)

Cigarini Luca (21)

Conti Andrea (24)

D’Alessandro Marco (7)

De Roon Marten (15)

Diamanti Alessandro (23)

Djimsiti Berat (55)

Drame’ Boukary (93)

Freuler Remo (11)

Gagliardini Roberto (4)

Gakpé Serge (13)

Gomez Alejandro (10)

Kurtic Jasmin (27)

Masiello Andrea (5)

Migliaccio Giulio (8)

Monachello Gaetano (45)

Pinilla Mauricio (51)

Radunovic Boris (1)

Raimondi Cristian (77)

Sportiello Marco (57)

Toloi Rafael (3)

HELLAS VERONA-ATALANTA, LA CONFERENZA STAMPA DI MISTER REJA
02 FEB 2016

Mister Edy Reja ha parlato alla vigilia della trasferta sul campo dell'Hellas Verona: “Ho sentito quanto ha detto l'amico Gigi Delneri. Credono ancora nella salvezza e non faranno sconti a nessuno. Mi sembra giusto, hanno ancora delle possibilità e per questo dovremo fare molta attenzione perché troveremo un ambiente carico e, vedendo la prestazione di Torino, una squadra che sta bene in campo e sarà motivata”. Motivazioni che naturalmente non mancheranno in casa nerazzurra: “Mi aspetto una prestazione di vigore dal punto di vista atletico ma anche qualche soluzione in più dal punto di vista tecnico. Noi stiamo rincorrendo la vittoria da un po' di tempo: tutti sappiamo che possiamo dare di più rispetto all'ultimo periodo, ma sento che stiamo chiudendo il cerchio e che il periodo di convalescenza è finito. Da 15 giorni la squadra sta lavorando bene e spero che i nuovi si integrino subito in modo da poterli utilizzare immediatamente. Sono soddisfatto per quanto fatto sul mercato, dal punto di vista tecnico secondo me siamo anche migliorati. Le premesse sono buone. Ora però mi piacerebbe ritornare a far vedere il calcio che eravamo abituati a vedere prima perché ha dato non solo la piacevolezza di venire allo stadio ai tifosi, ma anche i risultati. E io sono convinto che questa squadra abbia nelle sue corde un certo tipo di calcio. Tutte le squadre hanno un momento di calo, ma adesso spero che si cominci a vedere la vera Atalanta”.

ALLENAMENTO A PORTE CHIUSE A ZINGONIA
01 FEB 2016

Allenamento a porte chiuse a Zingonia
Mister Edy Reja, in vista della gara di mercoledì contro l'Hellas Verona, ha diretto nel pomeriggio una seduta di allenamento a porte chiuse al centro Bortolotti di Zingonia.

Pinilla, rientrato in gruppo ieri, ha svolto anche oggi tutte le fasi dell'allenamento con i compagni. Hanno invece lavorato a parte Bellini, Paletta e Toloi.

Domani, prima di partire per Verona, i nerazzurri sosterranno una seduta di allenamento a porte chiuse.

FONTE: Atalanta.it


CALCIOMERCATO
Ionita, andrà al Napoli da giugno
03/02/2016 11:40
Arrivano conferme da Napoli: il Verona ha già ceduto Ionita ai partenopei. Il moldavo partirà ovviamente a giugno. Rilanciato da Delneri, Ionita è diventato indispensabile nel centrocampo veronese. Il tecnico gli ha affidato il ruolo di "guastatore", con l'obiettivo di andare a pressare i portatori di palla avversari. Grazie a questa ritrovata fiducia Ionita è diventato un uomo mercato. E il Verona lo ha già ceduto.

PROBABILI FORMAZIONI VERONA-ATALANTA
Albertazzi a sinistra
Pazzini e Toni in avanti

03/02/2016 09:12
Pazzini e Toni in attacco, il dubbio Siligardi-Emanuelson a sinistra, la conferma di Albertazzi in difesa (anche per mancanza di alternative). Queste le scelte di Delneri che ieri ha saltato la conferenza stampa pre gara.
In casa bergamasca, invece, probabile tridente con Borriello al centro dell'attacco, Diamanti a sinistra e Raimondi a destra.

HELLAS VERONA (4-4-2): 95 Gollini; 3 Pisano, 18 Moras, 5 Helander, 6 Albertazzi; 13 Wszolek, 8 Marrone, 23 Ionita, 16 Siligardi; 11 Pazzini, 9 Toni. A disposizione: 37 Coppola, 88 Marcone, 22 Bianchetti, 4 Samir, 12 Gilberto, 14 Furman, 2 Romulo, 19 Greco, 28 Emanuelson, 93 Fares, 7 Jankovic, 21 Gomez. All. Delneri

ATALANTA (4-3-3): 57 Sportiello; 24 Conti, 5 Masiello, 33 Cherubin, 93 Dramè; 11 Freuler, 15 De Roon, 8 Migliaccio; 77 Raimondi, 22 Borriello, 23 Diamanti. A disposizione: 30 Bassi, 55 Djimsiti, 3 Toloi, 28 Brivio, 21 Cigarini, 4 Gagliardini, 27 Kurtic, 7 D'Alessandro, 10 Gomez, 13 Gapkè, 45 Monachello, 51 Pinilla. All. Reja.

PROBABILE FORMAZIONE ATALANTA
Diamanti e Borriello coppia d'attacco?
02/02/2016 19:05
L'Atalanta di Reja si presenta a Verona con i nuovi acquisti Borriello e Diamanti. Il tecnico friulano dovrà fare a meno di Paletta (infortunato): davanti a Sportiello nel 3-5-2 ci saranno in difesa Dijmsiti, Masiello e Cherubin. A centrocampo, visto che Kurtic è diffidato e Cigarini sta male, ci sarà Migliaccio con il nuovo arrivato svizzero Freuler e De Roon, sulle fasce Dramè e Conti. In attacco, Borriello è favorito su Monachello e dietro di lui dovrebbe esserci Diamanti e non il Papu Gomez che potrebbe partire dalla panchina.

Probabile Formazione Atalanta (3-5-1-1): Sportiello; Dijmsiti, Masiello, Cherubin; Conti, Freuler, De Roon, Migliaccio, Dramè; Diamanti; Borriello. All. Reja.
L.VAL.

VERONA-ATALANTA, I PRECEDENTI IN SERIE A
4 vittorie di fila dei MASTINI sulla DEA
02/02/2016 11:43
Se andiamo ad analizzare la storia tra Verona e Atalanta in Serie A, gli ospiti hanno sempre dato del filo da torcere ai padroni di casa. I gialloblù comunque prevalgono. Su 17 partite, l'Hellas se ne è aggiudicato 7, mentre l’Atalanta 4. I pareggi sono stati 6.

Il primo scontro nella massima serie si giocò nel campionato1957/58 e vide gli scaligeri vittoriosi per 3-0 con doppietta di Bagnoli e rete di Bassetti. L’Atalanta invece riuscì ad espugnare il Bentegodi per la prima volta il 12 dicembre 1971, quando vinse 1-2. Lo stesso risultato si ripeté il 2 ottobre 1977 (Campionato 1977/78) e il 23 marzo 1986, gli orobici riuscirono ad espugnare il Bentegodi per la terza volta, trionfando con un netto 0-3. In quella data l’Atalanta risultò in netto vantaggio negli scontri diretti con 3 vittorie contro una e 4 pareggi. Infatti, nemmeno nell’annata tricolore il Verona riuscì a tornare alla vittoria. Il 6 gennaio 1985, la gara finì 1-1 (come quella del ritorno in cui si decretò lo scudetto gialloblù). Dal 1986/87 iniziò la risalita scaligera. Il 2 novembre 1986 ci fu il successo per 2-1 (Magrin al 42’ e ribaltone gialloblù con Di Gennaro 44’ e Galia 54’), mentre nel 1988/89 (26 febbraio 1989), la gara terminò 1-0 (Pacione 89’). Il 10 maggio 1992 (Campionato 1991/92), arrivò ultimo successo lombardo per 1-3 e dal 2000/01, per 4 incroci consecutivi ha sempre vinto il Verona invertendo la rotta di questo scontro testa a testa. Il 4 marzo 2001, vittoria per 2-1 (Salvetti all’11' e 90’ e Doni al 42’), il 3 febbraio 2002, successo per 3-1 (Italiano 8’, Mutu su rigore al 42’, Doni all’80’ e Oddo su rigore al 91’), l’8 dicembre 2013 il match terminò 2-1 (42' Denis, 82' Gomez e 87' penalty di Jorginho); e l’ultima volta, nella stagione scorsa (il 25 gennaio 2015), l’1-0 firmato da Saviola al 53’, ha portato l’Hellas a cogliere il 7° successo nei confronti della Dea bergamasca, al Bentegodi.

Anche nei gol fatti i veneti superano gli orobici: 23 le reti realizzate contro 20.

Mercoledì prossimo 3 febbraio, le due squadre incroceranno nuovamente i guantoni. L’Hellas, fanalino di coda della classifica, è alla ricerca dei primi 3 punti, mentre l’Atalanta, 11^ insieme a Torino e Chievo, a quota 27 può dirsi tranquilla.

PRECEDENTI H.VERONA-ATALANTA IN SERIE A:
Partite giocate: 17
Vittorie H.Verona: 7
Pareggi: 6
Vittorie Atalanta: 4
Gol fatti H.Verona: 23
Gol fatti Atalanta: 20
ANDREA FAEDDA

L'ADDIO
Gardini all'Inter
E' giunta l'ora

02/02/2016 08:47
Questione di giorni, forse di ore. Poi Giovanni Gardini darà l'addio al Verona per raggiungere l'amico Mancini all'Inter. Un trasferimento che in casa nerazzurra danno per fatto. Il direttore generale del Verona lo avrebbe già comunicato al presidente Setti.
Si attende solo l'arrivo del presidente Thohir e poi ci sarà il via libera.
Gardini lascia il Verona ultimo in classifica, nella stagione dei record negativi. Un Verona che lo aveva visto assoluto protagonista nella stanza dei bottoni. Praticamente tutte le scelte operative degli ultimi mesi sono state effettuate dall'ex dirigente del Treviso a cui Setti ha affidato le chiavi della società.
Per ora non ci sono rumors su possibili sostituti. Non sono esclusi clamorosi ribaltoni in via Belgio. C'è anche la possibilità che Setti assuma il comando in prima persona, dopo gli anni delle deleghe.(g.vig.)

FONTE: TGGialloBlu.it


Calciomercato Napoli, Raicevic più Ionita: 'prenotati' i colpi dell'estate
Gli azzurri torneranno alla carica per l'attaccante del Vicenza e sono d'accordo col centrocampista del Verona

Artur Ionita © Getty Images

02/02/2016 08:45
CALCIOMERCATO NAPOLI RAICEVIC IONITA / NAPOLI - C'erano quasi. Molto attivo il Napoli nell'ultimo giorno di mercato soprattutto sul fronte giovani. Saltato l'accordo col Pescara per il bomber Lapadula dopo il nuovo inserimento della Juventus, gli azzurri erano praticamente ad un passo da Filip Raicevic. Ma niente intesa economica col Vicenza, ed allora tutto rinviato all'estate quando secondo 'La Gazzetta dello Sport', oltre al talento montenegrino dovrebbe arrivare anche Artur Ionita. Nei prossimi giorni il Verona gli proporrà il rinnovo, ma i partenopei hanno già l'accordo con l'agente del giocatore per luglio.
L.P.

FONTE: CalcioMercato.it


Verona, l'ex vice di Mandorlini: 'Ionita potrebbe integrarsi benissimo al Napoli'

02 febbraio alle 10:44
Roberto Bordin, ex vice di Mandorlini al Verona, ha presentato il centrocampista Artur Ionita: "Ionita è una bravissima persona. Quando è arrivato, in silenzio, si è guadagnato il posto da titolare per l'impegno profuso in allenamento. È una mezzala moderna, bravo con i piedi, molto forte di testa, bravo negli inserimenti. In un ambiente come Napoli potrebbe integrarsi benissimo. Può crescere ancora tanto, mentalmente è molto ambizioso. È un ragazzo che vuole sfondare. Vice Hamsik? Lo slovacco è più offensivo. Ionita è più bravo ad inserirsi, ma non disdegna il tiro. È un centrocampista completo, può essere impiegato sia a destra che a sinistra”.

FONTE: CalcioMercato.com


Hellas, respinta l’offerta della Fiorentina per Ionita: se ne riparlerà a giugno
Artur Ionita - Hellas Verona

Gianluca Di Marzio 02-02-2016 15:20
Il gong finale è arrivato, l' appuntamento con il mercato adesso è fissato per l'estate, ma cominciano ad emergere i primi retroscena sulle ultime trattative di ieri. Fiorentina molto attiva, gli arrivi di Konè e Benalouane hanno in parte modificato il volto della rosa di Paulo Sousa.

Ma sul taccuino dei dirigenti viola rimane cerchiato il nome di Ionita, centrocampista dell'Hellas Verona. Le due società ne hanno discusso nell'ambito dell'affare Gilberto, offerta di 3 milioni più 1 di bonus, subito respinta dai gialloblu. Il segnale è chiaro, il giocatore resta a Verona per continuare a lottare per la salvezza, poi a giugno ripartiranno le trattative con i club interessati,tra cui figura anche il Napoli. Il contratto di Ionita scadrà nel 2017, di tempo per discutere del suo futuro ce n'è eccome: il presente si chiama Verona, il suo futuro, invece, è ancora tutto da scrivere.

FONTE: GianlucaDiMarzio.com



Hellas Verona - Atalanta, le probabili formazioni | Marrone si prende il centrocampo
Dopo aver saltato il match contro il Torino per un attacco influenzale, il centrocampista ex Carpi dovrebbe essere pronto per il suo debutto in maglia gialloblu. Buone possibilità anche per Gilberto


Luca Stoppele Collaboratore Verona
02 febbraio 2016 15:54
Hellas Verona - Atalanta, le probabili formazioni

L'Hellas Verona sfida l'Atalanta allo stadio Bentegodi, nel turno infrasettimanale valido per la ventitreesima giornata del campionato di serie A, che si gioca alle 20.45 di mercoledì 3 febbraio.

Ancora a secco di vittorie in campionato, la formazione scaligera ha cambiato pelle in questa sessione di calciomercato, che ha visto andare via giocatori come Hallfredsson ma anche arrivare calciatori di belle speranze come lo juventino Marrone. Delneri vuole ottenere quel successo che metterebbe la parole fine ad una sorta di maledizione che dura dall'inizio della stagione.
L'undici di Edy Reja non trova i tre punti dall'inizio del mese di dicembre, ma ciò nonostante la classifica sorride ancora agli orobici, che guardano da buona distanza il terzultimo posto. I movimenti di calciomercato hanno portato ad alcuni cambiamenti e ora bisognerà vedere come la squadra risponderà ai nuovi innesti.

I PRECEDENTI - Le due formazioni si sono scontrate per 17 volte allo stadio Bentegodi e il bilancio vede i padroni di casa in vantaggio con 7 vittorie contro le 4 degli ospiti, mentre per 6 volte la sfida è finita in parità. Nella partita di andata, il match terminò 1-1, con entrambe le reti arrivate allo scadere (Maxi Moralez al 89', Pisano al 97'). Nella passata stagione invece, fu Saviola a regalare la vittoria ai gialloblu.

QUI HELLAS VERONA - Con Viviani e Souprayen probabilmente ancora fuori causa, nell'undici di Delneri dovrebbe trovare spazio Marrone, rimasto fuori contro il Torino a causa di un attacco febbrile, e anche Gilberto, che dovrebbe ricoprire il ruolo di terzino destro con Pisano a sinistra. Recuperato anche Rebic che dovrebbe agire da esterno, con Wszolek dall'altra parte, a completare la linea mediana ci sarà Ionita, mentre Toni e Pazzini sembrano i due principali canditati per comporre la coppia d'attacco. Dovrebbero quindi partire dalla panchina Emanuelson, Greco e Romulo.

QUI ATALANTA - In conferenza stampa Edy Reja carica i suoi, spingendoli a tornare al successo. Il tecnico potrebbe tornare al 4-3-3, con Borriello o Pinilla come punta centrale, sostenuta da Gomez e dal neo arrivato Diamanti. Cigarini è in dubbio per un problema alla caviglia, mentre Freuler potrebbe partire dal primo minuto, insieme a De Roon. Con Paletta, Carmona, Toloi e Bellini fuori per infortunio, la difesa dovrebbe essere composta da Conti, Masiello, Cherubin e Dramè.


FONTE: VeronaSera.it


13:38 | martedì 02 febbraio 2016
Napoli - Ionita, affare rimandato a luglio
Giuntoli voleva anticipare i tempi, ma lo ha già "bloccato"

di Silvana Palazzo - twitter: @silvpalazzo

CALCIOMERCATO NAPOLI VERONA IONITA - Sfumato il trasferimento al Napoli nelle ultime ore di mercato, Artur Ionita è, dunque, rimasto all’Hellas Verona. Ma il centrocampista resta un nome caldo in vista della sessione estiva di calciomercato per il club partenopeo, che lo avrebbe voluto regalare subito a Maurizio Sarri.
AFFARE RIMANDATO – Come evidenziato dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, il Napoli non è riuscito a trovare l’accordo economico con il club veneto, ma il direttore sportivo Cristiano Giuntoli ha già raggiunto un accordo con l’agente di Ionita per giugno: il centrocampista è in scadenza di contratto, quindi rifiuterà eventuali proposte di rinnovo del Verona e si trasferirà al Napoli a parametro zero. Conferme in tal senso arrivano anche dal Corriere Veneto, secondo cui il Napoli ha sorpassato Fiorentina e Genoa. Inoltre, sarebbe stato decisivo ai fini della permanenza attuale il veto di Delneri, che non gradiva la partenza del moldavo, considerato indispensabile.

FONTE: CalcioNews24.com


SERIE A
Verso la 23esima - Hellas Verona-Atalanta, la Dea cambia vestito
03.02.2016 13.30 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Borriello pronto all'esordio, con Diamanti alle sue spalle ad inventare e Gomez in panchina per un turno di riposo. Queste le ultimissime indicazioni in arrivo da Verona, dove l'Atalanta è giunta ieri sera per il classico ritiro pre-partita: dopo l'addio coi fiocchi a German Denis, la Dea si affida al mercato per uscire indenne dalla trasferta del Bentegodi. Possibile esordio per Dijmsiti in difesa, mentre Cigarini è il guaio dell'ultimo minuto per Reja, che in conferenza ha annunciato di temere una sua assenza addirittura in ottica domenica.

In casa Verona Toni sarà ancora il punto di riferimento dell'attacco, con Juanito Gomez e Siligardi a giocarsi il posto al suo fianco. Emanuelson agirà da titolare sulla sinistra, mentre possibile chance sin dal 1' per Marrone, arrivato pochi giorni fa e presentato ieri dai gialloblù scaligeri. Delneri persiste col suo 4-4-2, lasciando Pazzini in panchina ancora una volta.

RASSEGNA STAMPA
Atalanta, L'Eco di Bergamo: "A Verona per cambiare passo"
03.02.2016 09.58 di Tommaso Bonan
L'Eco di Bergamo dedica spazio al momento dell'Atalanta, chiamata a cambiare passo sul campo dell'Hellas Verona. Nerazzurri senza vittorie da 7 turni - si legge -, Borriello e Freuler saranno titolari. Spazio anche alla parole del tecnico Reja: "Gambe e tecnica. Convalescenza finita".

LE STATISTICHE
Reja, per battere Delneri non basta un gol
03.02.2016 09.47 di Redazione Footstats Twitter: @FootStatsCalcio
Per 4 volte Edoardo Reja è stato ospite di Luigi Delneri e per 4 volte le sue squadre hanno marcato 1 gol. Eppure ciò non prodotto alcun successo.
Così Delneri guida per 4-0 in fatto di vittorie sul collega Reja.
A colpire è anche la media gol/match degli scontri in campionato: 4.
Aggiungendo a questi numeri anche quelli frutto dei Reja-Delneri (sempre di campionato) troviamo poi un altro successo a favore del tecnico oggi all'Hellas Verona e l'unico pro mister dell'Atalanta. Curiosità Reja ha sconfitto Delneri proprio quando quest'ultimo guidava gli orobici: 2007-2008, Napoli-Atalanta 2-0.

TUTTI I PRECEDENTI FRA DELNERI E REJA (SERIE A)
5 vittorie Delneri
0 pareggi
1 vittoria Reja
13 gol fatti squadre Delneri
6 gol fatti squadre Reja

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Verona sull'Hellas: "I bookmaker credono alla prima vittoria"
03.02.2016 08.53 di Pietro Lazzerini
"I bookmaker adesso credono alla prima vittoria". Questo il titolo del Corriere di Verona a proposito della partita di oggi tra Hellas e Atalanta. Al Bentegodi arriva la squadra di Reja che non sta attraversando un buon momento. In campo il nuovo acquisto Marrone ma anche la coppia più attesa composta da Toni e Pazzini.

RASSEGNA STAMPA
Il Corriere di Bergamo e la sfida al Verona: "Torna El Grinta"
03.02.2016 08.43 di Pietro Lazzerini
Il Corriere di Bergamo verso la sfida di stasera tra Atalanta e Verona titola: "Torna El Grinta". Il riferimento è a Pinilla, che dopo due mesi di stop, è tornato finalmente a figurare tra i convocati. Intanto al suo posto dal primo minuto scenderà in campo uno degli acquisti invernali, ovvero Marco Borriello.

PROBABILI FORMAZIONI
Le probabili formazioni di Verona-Atalanta - Chance per Borriello
Fischio d'inizio stasera ore 20.45. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!

03.02.2016 06.12 di Andrea Carlino
Al Bentegodi, il Verona di Delneri sfida l'Atalanta di Reja per la 23/a giornata di Serie A. I veneti, ultimi in classifica con 11 punti, sono reduci dalla confortante prova contro il Torino: un punto che dà morale anche se ormai per la salvezza sembra ormai un discorso compromesso. L'Atalanta, invece, è reduce dallo scialbo pareggio a Frosinone (0-0). Sono 17 i precedenti totali tra Hellas Verona e Atalanta, con i padroni di casa vittoriosi in 7 occasioni. Nessuna sconfitta per il Verona nelle ultime sei gare di Serie A contro l'Atalanta (4 vittorie e 2 pareggi). L'Atalanta non vince da sette giornate, quattro sconfitte seguite da tre pareggi. I veneti, tuttavia, arrivano da tre pareggi consecutivi: è la prima volta che mettono assieme tre risultati utili di fila in questo campionato. Al Bentegodi si affontano il peggior attacco casalingo (Verona, sette gol) e in trasferta (Atalanta, sei reti) del campionato. All'andata finì 1-1. L'arbitro dell'incontro sarà Marco Di Bello della sezione AIA di Brindisi. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Tonolini e De Troia, IV uomo Gava, arbitri addizionali Pairetto e Minelli. Calcio d'inizio alle ore 20.45

COME ARRIVA L'HELLAS VERONA - Il tecnico Delneri è intenzionato a mandare in campo la coppia Toni-Pazzini dal 1'. A sinistra c'è Rebic che fa rifiatare Jankovic, titolare domenica scorsa. Subito in campo Gilberto, con Moras e Helander coppia centrale, mentre in mediana ci saranno Marrone e Ionita.

COME ARRIVA L'ATALANTA - Il tecnico Reja dovrà fare a meno di Paletta, ancora fuori per un infortunio muscolare e difficilmente potrà disporre anche di Toloi e Bellini. In attacco ci sarà Borriello con Monachello in panchina. In difesa c'è Djimsiti con Masiello e Cherubin, in mediana ci sarà Migliaccio con Cigarini e De Roon. Con Borriello potrebbe esserci Diamanti e non Gomez che potrebbe partire dalla panchina.

LE PROBABILI FORMAZIONI
VERONA (4-4-2) - Gollini; Gilberto, Moras, Helander, Pisano; Wszolek, Marrone, Ionita, Rebic; Pazzini, Toni. All. Delneri.

ATALANTA (3-5-1-1) - Sportiello; Dijmsiti, Masiello, Cherubin; Conti, Cigarini, De Roon, Migliaccio, Dramè; Diamanti; Borriello. All. Reja.

ARBITRO: Di Bello della sezione di Molfetta.

LE STATISTICHE
Verona-Atalanta: il pareggio è merce rara
03.02.2016 00.57 di Redazione Footstats Twitter: @FootStatsCalcio
Il Verona va avanti a pareggi, ma i pareggi servono a poco agli scaligeri vista la loro condizione in classifica. Fortunatamente per i gialloblu, ma anche per l'Atalanta verrebbe da dire, il pareggio è diventata merce rara tra i veneti e i lombardi. L'ultimo pari al Bentegodi risale a quasi vent'anni fa, alla primavera del 1997 (1-1).
Permane la grande anomalia del Verona, unica squadra a non aver ancora vinto una partita nonostante si siano già giocate 22 gare.

TUTTI I PRECEDENTI A VERONA (SERIE A E B)
13 vittorie Verona
11 pareggi
9 vittorie Atalanta
39 gol Verona
34 gol Atalanta
LA PRIMA SFIDA A VERONA
1929/1930 Verona vs Atalanta 2-2
L'ULTIMA SFIDA A VERONA
2014/2015 Verona vs Atalanta 1-0

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Fanna: "Un mercato che rispecchia il momento del Verona"
02.02.2016 22.19 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Ex giocatore dell'Hellas Verona, campione d'Italia nel 1985, Pietro Fanna fotografa il mercato degli scaligeri per Tuttomercatoweb.com. "E' un mercato che rispecchia la nostra situazione: spiace aver perso Sala, ma se avevano mercato era giusto farli partire. Lui, Hallfredsson su tutti, ma era giusto pensare ad un ricambio della rosa. E' giusto programmare il futuro, da adesso".

In B?
"Le speranze, da ex giocatore e da tifoso, non le abbandono. E' giusto ci siano, ma serve essere realisti e pensare anche al futuro".

Gilberto, Rebic, Emanuelson, Marrone, Furman, Samir. Chi la incuriosisce di più?
"L'importante è che vengano giocatori con motivazioni e voglia di farsi vedere. E' una piazza dove, se si rendono conto che la società ha passato ed ambizioni, servono qualità e volontà".

SERIE A
Il nuovo Verona - Rivoluzione per una salvezza quasi impossibile
02.02.2016 19.30 di Lorenzo Di Benedetto Twitter: @Lore_Dibe88
Rivoluzione invernale in casa Verona. Il club scaligero va alla ricerca dell'impresa cercando una salvezza quasi impossibile. Nessuna vittoria per la squadra di Gigi Delneri che nella finestra di riparazione ha preso in prestito dalla Fiorentina sia Rebic che Gilberto, oltre che Marrone, Marcone, Furman ed Emanuelson. in uscita Rafael, Marquez, Sala, Matuzalen, ma soprattutto Hallfredsson, che ha lasciato il Verona dopo cinque anni e mezzo.

ARRIVI: Gilberto (Fiorentina), Furman (Tolosa), Marrone (Juventus), Marcone (Trapani), Samir (Granada), Rebic (Fiorentina), Emanuelson (svincolato).

CESSIONI: Valoti (Livorno), Sala (Sampdoria), Hallfredsson (Udinese), Rafael (Cagliari), Matuzalem (Miami FC), Marquez (Atlas).

Formazione tipo al 2 febbraio:
VERONA (4-3-3): Gollini; Pisano, Moras, Helander, Albertazzi; Wszolek, Marrone, Ionita, Rebic; Pazzini, Toni.

PROBABILI FORMAZIONI
Le probabili formazioni di Verona-Atalanta - Toni e Pazzini dal 1'
Fischio d'inizio domani alle ore 20.45. Diretta testuale, pagelle e voci dei protagonisti su TMW!

02.02.2016 06.12 di Andrea Carlino
Nemmeno il tempo di metabolizzare la giornata di campionato e la fine del calciomercato che si scende nuovamente in campo. Al Bentegodi, il Verona di Delneri sfida l'Atalanta di Reja. I veneti, ultimi in classifica con 11 punti, sono reduci dalla confortante prova contro il Torino: un punto che dà morale anche se ormai per la salvezza sembra ormai un discorso compromesso. L'Atalanta, invece, è reduce dallo scialbo pareggio a Frosinone (0-0). L'arbitro dell'incontro sarà Marco Di Bello della sezione AIA di Brindisi. Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Tonolini e De Troia, IV uomo Gava, arbitri addizionali Pairetto e Minelli. Sono 17 i precedenti totali tra Hellas Verona e Atalanta, con i padroni di casa vittoriosi in 7 occasioni. All'andata finì 1-1. Calcio d'inizio alle ore 20.45

COME ARRIVA L'HELLAS VERONA - Il mercato ha portato diverse facce nuove da Stefanec a Gilberto passando per Rebic, Marrone e Furnan. Via, tra gli altri, Sala alla Sampdoria e Hallfredsson all'Udinese. Il tecnico Delneri è intenzionato a mandare in campo la coppia Toni-Pazzini dal 1'. A sinistra c'è Rebic che fa rifiatare Jankovic, titolare domenica scorsa. Subito in campo Gilberto, mentre in mediana ci saranno Marrone e Ionita.

COME ARRIVA L'ATALANTA - Anche in casa orobica il mercato ha portato diversi innesti: cessioni 'eccellenti' come quelle di Moralez, Denis e Grassi, sono arrivati giocatori esperti come Borriello e Diamanti o scommesse come Djimsiti o Freuler. Il tecnico Reja dovrà fare a meno di Paletta, ancora fuori per un infortunio muscolare e difficilmente potrà disporre anche di Toloi e Bellini. Pinilla ha lavorato con il gruppo e potrebbe essere convocato. In attacco ci sarà Borriello con Monachello in panchina. In difesa c'è Djimsiti con Masiello e Cherubin, in mediana ci sarà Migliaccio con Cigarini e De Roon. Con Borriello potrebbe esserci Diamanti e non Gomez che potrebbe partire dalla panchina.

LE PROBABILI FORMAZIONI
VERONA (4-4-2): Gollini; Gilberto, Moras, Helander, Pisano; Wszolek, Marrone, Ionita, Rebic; Pazzini, Toni. All. Delneri

ATALANTA (3-5-1-1): Sportiello; Dijmsiti, Masiello, Cherubin; Conti, Cigarini, De Roon, Migliaccio, Dramè; Diamanti; Borriello. All. Reja

ARBITRO: Di Bello della sezione di Molfetta.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Hellas Verona-Atalanta: 23 convocati
Postata il 02/02/2016 alle ore 18:50


Verona - Dopo la rifinitura pomeridiana, mister Delneri ha diramato la lista dei convocati per la sfida contro l'Atalanta, 23a giornata del campionato Serie A TIM 2015/16 in programma mercoledì 3 febbraio (ore 20.45) allo stadio 'Bentegodi'.

HELLAS VERONA-ATALANTA
CONVOCATI

Portieri
37. Coppola
95. Gollini
88. Marcone

Difensori
6. Albertazzi
22. Bianchetti
5. Helander
12. Gilberto
18. Moras
3. Pisano
4. Samir

Centrocampisti
28. Emanuelson
14. Furman
19. Greco
23. Ionita
8. Marrone
2. Romulo
13. Wszolek

Attaccanti
93. Fares
21. Gomez Taleb
7. Jankovic
11. Pazzini
16. Siligardi
9. Toni

Rifinitura conclusa, domattina "allenamentino"
Postata il 02/02/2016 alle ore 18:42

Verona – E’ andata in porto questo pomeriggio la rifinitura in previsione della gara con l’Atalanta. Squadra da stasera in ritiro all’Hotel Active. Domani mattina però è in programma una sgambata, a porte chiuse, per ridurre i tempi d’attesa in vista del match. Nessuna sostanziale novità dall’infermeria. Prima convocazione in gialloblù per Gilberto e Furman. Fuori causa Rebic, oltre a Souprayen e Viviani.

Marrone: «Arrivo con grandi motivazioni»
Postata il 02/02/2016 alle ore 14:00

Verona - Le dichiarazioni del centrocampista Luca Marrone, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

A VERONA CON GRANDE DETERMINAZIONE
«Arrivo qui con grandi motivazioni. Io e l'Hellas Verona abbiamo gli stessi obiettivi, riscattarci dopo un inizio di stagione non esaltante. Voglio portare le mie qualità, il mister mi ha voluto e il direttore mi ha presentato un progetto interessante. Li ringrazio per la fiducia e per l'opportunità che mi hanno concesso, questo per me è un grande punto di partenza. L'impatto con il pubblico? Mi hanno parlato tutti bene della città, della società e della tifoseria. I tifosi ci sono sempre vicini, la curva è sempre piena e noi daremo tutto per onorare la maglia. Dovremo uscire dal campo esausti ma consapevoli di aver dato tutto».

OBIETTIVO SALVEZZA
«Obiettivo salvezza? Sappiamo tutti che occupiamo una posizione di classifica difficile, ma una vittoria potrebbe cambiare tutto, soprattutto nella nostra testa. Ci servono i tre punti per far scattare la scintilla di cui la squadra ha bisogno. Stiamo lavorando bene in allenamento e vincere sarebbe importante dal punto di vista mentale. La mia volontà di rimanere qui? Il Verona è una società attrezzata, lo ha dimostrato in questi anni di Serie A, dove ha sempre fatto molto bene. Io vengo qui per giocarmi le mie carte, in futuro vedremo. Se resto anche in Serie B? Alla cadetteria non ci penso neanche, altrimenti non sarei venuto a Verona. Che atmosfera ho trovato? Mi sono trovato subito bene, conoscevo già qualche compagno che mi ha aiutato nel mio inserimento. Il mister mi ha voluto, cercava un calciatore con le mie caratteristiche. Sono un centrocampista, mi piace giocare davanti alla difesa, impostare l'azione da dietro e recuperare palloni per lanciarli verso le punte. Domenica sono stato sfortunato per aver preso l'influenza, ma ora è tutto risolto e spero di poter scendere presto in campo».

LA MIA CARRIERA
«La mia carriera? Credo mi sia mancata la continuità di cui un giovane ha bisogno. Carpi? Cercavo stimoli nuovi e importanti, che il Verona sono certo mi darà».


Furman: «Non vedo l'ora di scendere in campo»
Postata il 02/02/2016 alle ore 13:10

Verona - Le dichiarazioni del centrocampista Dominik Furman, rilasciate durante la conferenza stampa di presentazione.

QUALITA' E CARATTERISTICHE
«Le mie qualità? Sono un centrocampista centrale, più portato al gioco offensivo. Mi ispiro infatti a calciatori come Toni Kroos e Luka Modric, che giocano nel mio ruolo. La mia condizione fisica? Mi sono sempre allenato, soprattutto in un momento come questo, dove non conoscevo ancora bene quale sarebbe stato il mio futuro. Mi sento bene, non vedo l'ora di giocare e di scendere in campo. Ho fatto un allenamento con la squadra, sono a completa disposizione dell'allenatore e se il mister vuole io sono pronto».

OBIETTIVO POLONIA
«Se punto alla Nazionale? E' normale, ad ogni calciatore piacerebbe giocare gli Europei, in programma in Francia, con la maglia della propria nazionale. Dipende tutto dalle prestazioni che riuscirò a offrire con la maglia del Verona. Qui conosco già Wszolek, siamo amici e lui ha già giocato con la rappresentativa polacca. Forse questo potrebbe portargli un po' di vantaggio in vista di una possibile convocazione».

L'ESPERIENZA AL TOLOSA
«Cosa non è andato durante l'esperienza al Tolosa? Sono arrivato durante il mercato invernale in un gruppo già rodato. Decideva il mister, non ero in condizione, mi sono allenato poco per tre settimane».

Gilberto in sede: ultime firme e numero di maglia
Postata il 02/02/2016 alle ore 11:00

Verona - Primo giorno gialloblù per Gilberto che alle 10.30 circa, accompagnato dal suo entourage, ha completato presso il quartier generale di via Belgio l’iter burocratico apponendo le ultime firme del caso. Sarà presentato giovedì (orario ancora da stabilire) ma nel frattempo questo pomeriggio sarà a disposizione di mister Delneri per la prima seduta con i compagni. Stamani l’esterno brasiliano ha colto l’occasione per scegliere pure il numero di maglia: vestirà il 12.

Souprayen operato alla caviglia
Postata il 02/02/2016 alle ore 10:46

Verona - L’Hellas Verona FC informa che il calciatore Samuel Souprayen è stato sottoposto questa mattina a un intervento chirurgico per la risoluzione di un conflitto posteriore alla caviglia destra. L’operazione, eseguita dal professor Claudio Zorzi e dal dottor Venanzio Iacono presso l’Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, è perfettamente riuscita. La diagnosi per il ritorno all’attività sarà stabilita in base all’evoluzione del quadro clinico. Il difensore francese sarà dimesso domattina dall’ospedale.

Furman si allena, tornano Marrone e Siligardi
Postata il 01/02/2016 alle ore 13:45

Peschiera - Ripresa subito la preparazione a Peschiera del Garda in previsione della sfida di mercoledì con l'Atalanta. Le buone notizie arrivano da Marrone e Siligardi: il primo sta smaltendo i postumi della sindrome influenzale e stamani si è allenato coi compagni. Reintegrato in gruppo pure Siligardi, che si è lasciato alle spalle le noie muscolari. Prima seduta con i nuovi compagni per Furman. Lavoro di scarico per reduci del match con il Torino. Domani rifinitura pomeridiana a porte chiuse.

Subito a lavorare in vista dell'Atalanta
Postata il 31/01/2016 alle ore 21:29

Verona - Dopo la gara di Torino, squadra subito con la testa sul match di mercoledì sera con l'Atalanta. Toni e compagni infatti si rivedranno domani a Peschiera, per la ripresa dell'attività prevista alle 11 a porte aperte.

FONTE: HellasVerona.it

0 commenti:

Posta un commento

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!


#AntistadioDay - L'allenamento dei gialloblù

#AntistadioDay - SETTI


Archivio