MERCATO: Mentre SOGLIANO è conteso fra INTER e MILAN si da da fare per l'HELLAS e 'prende' RESCALDANI, contende SLAVCHEV a CHIEVO e SPEZIA, vuole ZACCAGNI ma forse non riuscirà a trattenere CACIA... VITA DA EX: NATALINO lascia a nemmeno 22 anni! GIUDICE SPORTIVO: 5000 Euro di multa dopo il derby, HELLAS KITCHEN: Nuova iniziativa della società scaligera...


HELLAS news... +   -   =

MERCATO: Mentre il diesse SOGLIANO è dato in partenza destinazione Milano (ancora non si è capito bene se stia insitendo più l'INTER o il MILAN per ingaggiare il bravissimo direttore sportivo scaligero) l'HELLAS si muove su Ezequiel RESCALDANI attaccante classe '92 in scadenza col VELEZ SARFIELD a Giugno; secondo Panorama.it sul 21enne sudamericano c'era anche il BOLOGNA ma (per cambiare) Sean è arrivato prima e avrebbe addirittura già chiuso il contratto per 550mila euro netti a stagione più un bonus di 500mila euro alla firma dello stesso; ma non è tutto: VERONA, SPEZIA e CHIEVO starebbero alla finestra per tale Simeon SLAVCHEV centrocampista 20enne della nazionale bulgara che gioca nel LITEX LOVECH ed è già andato a segno 10 volte col suo club...
Nel frattempo le prestazioni in Primavera di Mattia ZACCAGNI non sono passate inosservate ed il VERONA vorrebbe avere a titolo definitivo il centrocampista classe '95 di proprietà del BELLARIA IGEA MARINA che per ora è solo in prestito; le parti si incontreranno a breve per definire.
Si moltiplicano i 'rumors' su CACIA che ancora non ha rinnovato ed è nelle mire del SIENA già per Gennaio.

I BOOKMAKERS vedono il VERONA nettamente sfavorito al 'Franchi', la vittoria gialloblù è data addirittura a 6,50 alla SNAI, 4,5 il segno X contro l'1,5 del successo per i padroni di casa...

TELETHON CHIAMA, LO SPORT VERONESE RISPONDE, con una settimana di eventi in città per raccogliere fondi da destinare alla ricerca sulle malattie; ovviamente parteciperà a vari livelli anche l'HELLAS...

GIUDICE SPORTIVO: Multa di 5000 Euro all'HELLAS (causa lancio di fumogeni), squalifica per un turno ad AQUILANI della FIORENTINA

ECCO HELLAS KITCHEN! Tra le (tantissime) iniziative della società scaligera dopo crocere, radio privata e quant'altro ecco 'Hellas Kitchen' uno spazio commerciale a marchio Hellas Verona F.C. (700 mq per 180 posti a sedere e 75 posti auto) che dà la possibilità di realizzare meeting, conferenze, pranzi o cene...

MOMENTO NO PER L'HELLAS che in trasferta ha subito troppo (solo il CATANIA ha fatto peggio) e anche l'attacco da più di due gare non gira...

GABRIEL OMAR BATISTUTA AL FRANCHI IN OCCASIONE DI FIORENTINA-VERONA? Potrebbe anche essere perchè il fuoriclasse ex centravanti viola è stato invitato dagli organizzatori della ‘Hall of Fame’ (ovvero Figc e Museo del calcio) il prossimo 2 dicembre, all’edizione 2013 del premio che celebra i campioni del passato del mondo del pallone italiano... [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

DICONO +   -   =

...E il 'DiGe' vede JORGINHO in viola «La squadra di Mandorlini nel derby non ha disputato una buona partita. In casa erano sempre riusciti ad esprimersi al meglio, mentre in trasferta hanno trovato molte difficoltà. I 22 punti in classifica fanno però dormire sogni tranquilli ai rossoblu che avranno tutto il tempo per rimediare al KO subito nel derby. Che gara sarà al Franchi? Penso che lo spettacolo non mancherà, visto che entrambe le compagini amano attaccare. Il Verona dovrà aggredire la Fiorentina. Contro il Chievo ho visto Jorginho al di sotto delle sue possibilità, ma contro i viola saprà riprendersi. Gli scaligeri dovranno dare ampiezza alla loro manovra, cercando poi Toni, che in area di rigore è letale. Non dovrà mancare l'aggressività, soprattutto a centrocampo, dove i viola di Montella sono senza dubbio superiori tecnicamente. Jorginho? E' un classe 1991 e può migliorare ancora molto. Lo preferisco nel ruolo di mediano davanti alla difesa, ma anche come mezzala si è comportato bene. Nonostante la sua giovane età sembra un centrocampista con esperienza, ha carattere e sarebbe un ottimo acquisto per la Fiorentina» TuttoMercatoWeb.com

Il presidente Maurizio SETTI commenta l'apertura di 'Hellas Kitchen' «Sono contento di vedere la realizzazione di questo ristorante anche perchè è la prima volta in Europa da come sappiamo. I tifosi mi sorprendono sempre e anche in questa iniziativa si vede che sono dei veri tifosi che stanno facendo di questa struttura un posto meraviglioso. In campionato il cammino finora è molto bello ma noi dobbiamo salvarci. Stiamo venendo da un momento non brillantissimo ma sappiamo che in Serie A non puoi concedere niente. Si deve andare avanti dopo l'ultima partita e cercare sempre di migliorarsi. Anchio ho avuto un ristorante e ho fatto gli auguri ai responsabili di Hellas Kitchen visto che è molto faticoso gestire un ristorante. Sabato secondo me è stata una delle partite peggiori se non la peggiore. Non ha funzionato la voglia di dimostrare che giocavamo contro l'ultima in classifica, dovevamo essere più cattivi e grintosi. Forse i ragazzi erano troppo euforici e non avevano capito che dovevano avere più cattiveria. Ora andiamo a giocare in un bellissimo campo e contro una squadra più forte e cercheremo di prenderci punti che non abbiamo preso sabato. Da non sottovalutare che molti di questi ragazzi non hanno mai giocato in Serie A e io penso sempre deve giocare chi merita e che l'organico deve essere sfruttato senza distinguere vecchi e giovani» HellasVerona.it

Vangelis MORAS su H/=\K e il resto... «Il nuovo Hellas Kitchen? E' una cosa bella, fa crescere questa società importante che in un anno e mezzo ha fatto grandi cose. I tifosi staranno più vicini alla squadra in questo posto bellissimo e divertente. Auguro a tutte le persone che lavorano qui dentro di stare uniti per portare in alto questo ristorante. Come rialzarsi dopo il Chievo? Il gruppo farà la differenza, ma dimentichiamo la sconfitta e andiamo avanti lavorando bene durante questa settimana. La classifica? Non perdiamo la nostra identità, i punti fatti sono meritati. Vediamo cosa non è funzionato durante il derby e andremo a Firenze per tornare a fare bene» HellasVerona.it

Mister MANDORLINI «Sì, è un momento difficile". Il cammino gialloblù è ottimo, ma questo è il secondo stop consecutivo e gli scaligeri non segnano da duecentotredici minuti consecutivi. Serve ritrovare la miglior alchimia d'attacco, serve che Jorginho ritrovi la bussola in mediana, che Cacciatore ricucia le crepe difensive, che Iturbe ritrovi l'estro e che la squadra si rialzi. Perché ora arrivano tre gare, in sei giorni. Fiorentina, Samp a Genova in Coppa Italia e Atalanta» TuttoMercatoWeb.com


26 novembre 2013 - Evangelos Moras26 novembre 2013 - Hellas Kitchen, ecco il ristorante gialloblù26 novembre 2013 - Maurizio Setti

IN BREVE A PIÉ PAGINA +   -   =

VITA DA EX: Nulla da fare per NATALINO che non ancora 22enne è costretto ad abbandonare a causa di un'aritmia cardiaca; tramite un tweet l'annuncio 'Lascio il calcio'

BRASILE 2014: Crolla una parte dello stadio che doveva ospitare la gara d'esordio del Mondiale, 3 morti!

CHAMPIONS LEAGUE: Il MILAN 'asfalta' il CELTIC a Glasgow, il NAPOLI ne becca 3 a Dortmund, ok ARSENAL, cade il CHELSEA ma sopratutto il BARCELLONA all'Amsterdam Arena contro un gran AJAX! Ma un tifoso olandese cade dagli spalti ed è grave...

SERIE A: Troppe lampade per MEXES ecco la causa del problema agli occhi! 'Solo' 0 a 0 contro il CAGLIARI, la ROMA perde la testa della classifica e affronta il terzo pari di fila dopo le 10 vittorie di inizio stagione...

NBA: SPURS imprendibili con 11 vittorie consecutive!


Hellas Kitchen...per chi ha una fame gialloblù!

RASSEGNA STAMPA +   -   =
RETROSCENA - L'Hellas vuole l'Europa: le mosse di Sogliano
Pronto il riscatto di Iturbe con un aiuto della Roma. Dall'Argentina è in arrivo anche la punta Rescaldani del Velez
25-11-2013
di Nicolò Schira
Nonostante il derby perso in extremis, in casa Hellas si punta in alto. Gli scaligeri sognano un posto in Europa League: obiettivo che potrebbe diventare alla portata anche in virtù delle annate deficitarie di Milan e Lazio. Per questo il patron Setti é pronto ad ulteriori grandi investimenti sul mercato. A giugno verrá riscattato Iturbe dal Porto per quindici milioni. Il talento classe '93 potrebbe restare in gialloblù per un altro anno, anche se la corte della Roma é spietata. I giallorossi potrebbero ingaggiarlo in estate per poi lasciarlo a maturare in riva all'Adige.

Intanto per potenziare la rosa di mister Mandorlini é in arrivo un talento argentino.
Il diesse Sean Sogliano ha bloccato il centravanti Ezequiel Rescaldani. Il classe '92 del Velez Sarfield é in scadenza di contratto a giugno: l'Hellas é pronto ad aggiudicarselo a prezzo di saldo. Per l'attaccante contratto triennale da 550mila euro netti a stagione più un bonus di 500mila euro alla firma. Rescaldani piaceva anche ad altri club italiani fra cui il Bologna, ma - come nel caso di Iturbe - gli scaligeri sono arrivati prima degli altri. Il sesto posto in classifica non é casuale e vuole essere blindato: Verona vuol tornare sulla scena europea e continuare a sognare in grande.

FONTE: Sport.Panorama.it


Sono 13 i calciatori fermati, tutti per un turno, dal giudice sportivo Gianpaolo Tosel. Inoltre sono state commutate delle multe a Napoli, Hellas Verona, Juventus e Inter.
I calciatori squalificati per un turno sono: Krsticic (Sampdoria), Antei (Sassuolo), Manfredini (Genoa), D’Ambrosio (Torino), Aquilani (Fiorentina), Asamoah (Juventus), Floro Flores (Sassuolo), Gargano (Parma), Luci (Livorno), Pinilla (Cagliari) e Zapata (Milan).

Nulta da 20 mila euro al Napoli “per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, rivolto continuativamente all’Arbitro cori e grida insultanti; per avere inoltre, alla fine del primo tempo, indirizzato verso un Assistente un fascio di luce-laser”.

Scampa la squalifica Rudi Garcia. L’allenatore della Roma è stato punito con un’ammonizione con diffida ed ammenda di 15mila euro “per avere, al 26° del secondo tempo, contestato platealmente l’operato arbitrale; per avere inoltre, dopo il consequenziale allontanamento, mediante apparecchiatura rice-trasmittente, continuato ad impartire dalla tribuna disposizioni tecniche alla squadra tramite l’accompagnatore ufficiale in panchina; con recidiva; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale”.

FONTE: SoccerMagazine.it


Hellas da domani a lavoro per la sfida del Franchi
Pubblicato il 25 novembre 2013 17:43
Il Verona si riposa anche oggi. Mandorlini ha fissato la ripresa per domani pomeriggio quando gli scaligeri cominceranno a preparare la sfida di lunedì prossimo contro la Fiorentina. L’Hellas sabato nel derby ha interrotto dopo 13 partite utili consecutive la striscia positiva al Bentegodi: un ruolino da scudetto, con 10 vittorie di cui sei di fila. Il Chievo ha rovinato la marcia ma l’ex Toni al Franchi proverà a fare uno brutto scherzo ai suoi vecchi compagni.

FONTE: CorriereDelloSport.it


21:31 | 26/11
Hellas Verona, seduta differenziata per Albertazzi e Bianchetti
HELLAS VERONA MANDORLINI SERIE A – Momento non facile per l'Hellas Verona di Andrea Mandorlini, anche se la classifica è tutt'altro che preoccupante. I gialloblù infatti si trovano ancora al sesto posto in classifica e possono stare tranquilli. Il gruppo è tornato ad allenarsi nel pomeriggio sul campo dello Sporting Center "Il Paradiso" di Peschiera per cominciare a preparare la gara contro la Fiorentina di lunedì prossimo.

AL LAVORO – La squadra, agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini, ha svolto lavoro atletico. Michelangelo Albertazzi e Matteo Bianchetti hanno sostenuto una seduta differenziata in palestra per affaticamento muscolare. Domani, secondo quanto riportato dal sito web ufficiale, la squadra svolgerà una seduta mattutina alle ore 10.30.
by Alessandro Pistolesi

19:03 | 26/11
Verona, presentato Hellas Kitchen
HELLAS KITCHEN VERONA - Il Verona dimostra di essere un club al passo coi tempi e non potendo (per il momento) avere uno stadio tutto di proprietà, la dirigenza veneta ha creato "Hellas Kitchen", il primo ristorante d’Europa di un club in città, idea nata dal direttore generale Gardini, una delle tante idee innovative del dg veronese e che aiuteranno sicuramente a crescere il Verona.

COS'E' HELLAS KITCHEN - Hellas Kitchen è una sala polifunzionale che dà la possibilità di realizzare meeting, conferenze, pranzi o cene. All'inaugurazione era presente l’intera squadra, lo staff tecnico e i dirigenti della società gialloblù e chissà che alla vostra prima visita non troviate un piatto cucinato da Luca Toni o servito da Maietta o da Iturbe.
by Antonio Parrotto

FONTE: CalcioNews24.com


L'Hellas finisce a tavola: apre il ristorante del club
VERONA - Il Verona finisce a tavola. "Hellas Kitchen Restaurant&More" è il primo ristorante d'Europa di un club calcistico.

E apre a Verona, su una superficie commerciale di 700 mq, con 180 posti a sedere, 75 posti auto, una sala polifunzionale (dotata di lavagna interattiva multimediale di 77 pollici): il locale è in grado di accogliere meeting, conferenze, business happening e uno spazio in cui si potrà acquistare il merchandising ufficiale dei gialloblù.

L'offerta gastronomica è legata a Verona e al Veneto. L'impasto utilizzato in pizzeria è realizzato con la farina prodotta da un'azienda locale, mentre in cucina verranno impiegati solo prodotti del territorio, per realizzare piatti della tradizione veneta e adriatica, anche reinterpretati in chiave moderna.
Martedì 26 Novembre 2013

FONTE: Gazzettino.it


PRIMO PIANO
Nicolò Schira: "Se il Verona prende Rescaldani, Cacia può finire a Siena"
27.11.2013 12:00 di Redaz. TuttoB.com
Intervenuto a Magic Football su Young Tv l'esperto di mercato Nicolò Schira si è soffermato su Daniele Cacia: "Il centravanti ex Piacenza è in scadenza di contratto a Verona. Sinora dall'Hellas non sono arrivati segnali di rinnovo e la cessione a gennaio è molto più di una ipotesi. Infatti Sogliano ha proposto un triennale a Ezequiel Rescaldani del Velez Sarfield a 550mila euro netti a stagione. Se la punta argentina approderà alla corte di Mandorlini, Cacia potrebbe finire in B. Piaceva al Palermo in estate; mentre ora fa gola al Siena".

FONTE: TuttoB.com


mercoledì, novembre 27th, 2013 | Posted by Marco Orrù
Calciomercato Siena, ecco un grande attaccante per gennaio
CALCIOMERCATO SIENA – Secondo quanto riporta l’esperto di mercato Alfredo Pedullà, il Siena per gennaio sta sondando il terreno per un grande attaccante, in caso che da qui alla sosta la squadra di Beretta sia nelle posizioni d’alta classifica, nonostante la penalizzazione. Gli attaccanti cercati dai bianconeri sono Cacia del Verona, in scadenza con il club scaligero e cercato anche dal Palermo, Ardemagni del Chievo, che a Verona non trova spazio e, molto più defilato degli altri due, Plasmati della Virtus Lanciano.
Marco Orrù

FONTE: SerieBNews.com


PRIMO PIANO
Setti: Contento per la realizzazione di Hellas Kitchen
26.11.2013 21:54 di Giovanni Bucciano
Fonte: Elisabetta Zampieri
Intervenuto ai microfoni di TuttoHellasVerona.it all'inaugurazione del nuovo ristorante Hellas Kitchen, il presidente Maurizio Setti:
"Sono contento di vedere la realizzazione di questo ristorante anche perchè è la prima volta in Europa da come sappiamo. I tifosi mi sorprendono sempre e anche in questa iniziativa si vede che sono dei veri tifosi che stanno facendo di questa struttura un posto meraviglioso. In campionato il cammino finora è molto bello ma noi dobbiamo salvarci. Stiamo venendo da un momento non brillantissimo ma sappiamo che in Serie A non puoi concedere niente. Si deve andare avanti dopo l'ultima partita e cercare sempre di migliorarsi. Anchio ho avuto un ristorante e ho fatto gli auguri ai responsabili di Hellas Kitchen visto che è molto faticoso gestire un ristorante. Sabato secondo me è stata una delle partite peggiori se non la peggiore. Non ha funzionato la voglia di dimostrare che giocavamo contro l'ultima in classifica, dovevamo essere più cattivi e grintosi. Forse i ragazzi erano troppo euforici e non avevano capito che dovevano avere più cattiveria. Ora andiamo a giocare in un bellissimo campo e contro una squadra più forte e cercheremo di prenderci punti che non abbiamo preso sabato. Da non sottovalutare che molti di questi ragazzi non hanno mai giocato in Serie A e io penso sempre deve giocare chi merita e che l'organico deve essere sfruttato senza distinguere vecchi e giovani".

HELLAS VERONA NEWS
Scommesse, Hellas dato a 4,50 contro la Fiorentina
26.11.2013 10:30 di Gianluca Santo
Nonostante ci siano solo 2 punti a dividere le squadre in classifica, per i bookmakers la partita di lunedì 2 dicembre tra Fiorentina ed Hellas Verona sembra a senso unico. Il successo degli uomini di Mandorlini, infatti, è quotato addirittura a 6,50 sul sito Snai, punto di riferimento italiano per le scommesse. La vittoria della Fiorentina, che si gioca a 1,50, è il risultato più probabile, sempre secondo gli allibratori, mentre il pareggia paga 4 volte la posta giocata.

Il Verona non vince dal 3 novembre e un successo, nonostante le difficoltà annunciate per la prossima sfida, sarebbe importantissimo per i gialloblù.

PRIMO PIANO
Lancio di fumogeni, Verona multato
26.11.2013 16:10 di Michele Zomer Twitter: @Mikzomer
Oltre il danno la beffa. A seguito della sconfitta contro il Chievo, nel derby del 23 novembre scorso, il Giudice Sportivo ha multato la società di via Belgio perché - recita il comunicato - alcuni sostenitori prima di inizio gara lanciavano tre fumogeni nel recinto di gioco.

Una sanzione che peserà, in negativo, 5000 euro sul bilancio societario del club.

HELLAS VERONA NEWS
L'Hellas non segna da oltre due partite
26.11.2013 09:30 di Gianluca Santo
213' senza violare la porta avversaria. Questo il dato consegnato dalle ultime partite di Serie A all'Hellas Verona, incapace negli ultimi match di fare male alle difese avversarie. Dopo aver segnato ben 22 reti la squadra di Andrea Mandorlini sembra essersi fermata, nonostante resti la sesta squadra più prolifica della Serie A. Prima di aver lasciato a reti inviolate le porte di Genoa e Chievo, la formazione scaligera aveva mancato l'appuntamento con il gol solamente contro la Roma imbattibile della prima parte di campionato. Per tornare a macinare punti, si passa anche dall'attacco.

SERIE A
Spettatore d'eccezione per Fiorentina-Hellas?
25.11.2013 12:57 di Michele Zomer Twitter: @Mikzomer
Anche l'indimenticato campione della Fiorentina, Omar Gabriel Batistuta, potrebbe assistere dalle tribune del Franchi il posticipo in programma il 2 dicembre alle ore 19 contro il Verona. Una presenza che tutti gli addetti ai lavori si augurano possa effettivamente verificarsi. Batistuta è stato infatti invitato dagli organizzatori della ‘Hall of Fame’, ovvero Figc e Museo del calcio, il prossimo 2 dicembre, all’edizione 2013 del premio che celebra i campioni del passato del mondo del pallone italiano.

Fra i riconoscimenti da consegnare – rivela Calciomercato.com – ce ne sarebbe anche uno pronto anche per il bomber argentino, che farebbe il suo ritorno a Firenze a meno di un anno di distanza. L'uiltima volta fu infatti avvistato dai media locali prima dell'inizio dell'estate. Se la sua presenza fosse confermata coinciderebbe proprio con il Monday night della 14a giornata, dove si incontreranno appunto Fiorentina ed Hellas Verona.

FONTE: TuttoHellasVerona.it


ALTRE NOTIZIE
ESCLUSIVA TMW - Di Gennaro: "Jorginho sarebbe perfetto per la Fiorentina"
27.11.2013 13.43 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Fonte: di Lorenzo Di Benedetto
Fiorentina-Verona sarà una gara speciale per Luca Toni e Romulo che torneranno per la prima volta a Firenze dopo l'addio della scorsa estate. Sarà però anche una partita fondamentale per la squadra di Vincenzo Montella che dopo lo stop rimediato a Udine dovrà cercare di tornare subito in carreggiata. Per parlare di questa sfida la redazione di Tuttomercatoweb.com ha contattato il doppio ex Antonio Di Gennaro, scudettato con la maglia degli saligeri nel 1985.

Di Gennaro, come si spiega la battuta d'arresto dei viola a Udine?
"La Fiorentina non ha giocato da squadra e lo si è visto. Inoltre i viola hanno pagato anche qualcosa dal punto di vista fisico, con l'Udinese che ne ha approfittato".

Come ha visto Ilicic?
"Lo sloveno deve trovare la sua collocazione tattica nella Fiorentina. Personalmente non penso che possa ricoprire il ruolo di esterno, lo vedo di più come trequartista, magari in un modulo ad albero di Natale".

Il Verona invece ha perso la sua prima gara casalinga nel derby contro il Chievo.
"La squadra di Mandorlini non ha disputato una buona partita. In casa erano sempre riusciti ad esprimersi al meglio, mentre in trasferta hanno trovato molte difficoltà. I 22 punti in classifica fanno però dormire sogni tranquilli ai rossoblu che avranno tutto il tempo per rimediare al KO subito nel derby".

Che gara si aspetta lunedì al Franchi?
"Penso che lo spettacolo non mancherà, visto che entrambe le compagini amano attaccare. Il Verona dovrà aggredire la Fiorentina. Contro il Chievo ho visto Jorginho al di sotto delle sue possibilità, ma contro i viola saprà riprendersi. Gli scaligeri dovranno dare ampiezza alla loro manovra, cercando poi Toni, che in area di rigore è letale. Non dovrà mancare l'aggressività, soprattutto a centrocampo, dove i viola di Montella sono senza dubbio superiori tecnicamente".

Proprio Jorginho è obiettivo di mercato della società gigliata, che ne pensa di questo giocatore?
"E' un classe 1991 e può migliorare ancora molto. Lo preferisco nel ruolo di mediano davanti alla difesa, ma anche come mezzala si è comportato bene. Nonostante la sua giovane età sembra un centrocampista con esperienza, ha carattere e sarebbe un ottimo acquisto per la Fiorentina".

SERIE A
Milan, Lady B bussa alla porta del Verona per Sogliano: la situazione
27.11.2013 13.24 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Ve lo abbiamo raccontato su queste colonne, è l'apertura dello sport de L'Arena oggi in edicola. Il Milan di Lady B bussa alle porte di Sean Sogliano, ora direttore sportivo dell'Hellas Verona, per il ruolo di uomo mercato che verrà. La scalata è stata importante e dopo il Varese ha subito conquistato la piazza scaligera. Sogliano ha un ottimo rapporto poi con Ariedo Braida, che potrebbe esser consigliere d'eccellenza e d'eccezione per il Milan. Una candidatura, un nome però forte, per il club rossonero che verrà...

LEGA PRO
Bellaria, Hellas Verona convinto: vuole comprare il baby Zaccagni
27.11.2013 11.44 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da TuttoLegaPro.com, il Verona vorrebbe acquistare a titolo definitivo Mattia Zaccagni. Il giovane centrocampista classe '95, di proprietà del Bellaria Igea Marina, è in prestito agli scaligeri da inizio stagione e ha convinto i gialloblù con le sue ottime prestazioni in Primavera. Le parti si incontreranno in questi giorni per sancire l'accordo definitivo.

SERIE A
ESCLUSIVA TMW - Derby di Verona per il talento bulgaro Slavchev
26.11.2013 17.22 di Simone Lorini Twitter: @Simone_Lorini
Simeon Slavchev, classe '93 centrocampista nazionale bulgara del Litex Lovech, già 10 gol realizzati nel massimo campionato bulgaro fino ad ora, è finito nel mirino di tre club italiani come Chievo ed Hellas Verona, ma anche dello Spezia. Si tratta di un regista forte fisicamente che vedrà scadere il proprio contratto a giugno 2015: veronesi e liguri hanno fiutato l'affare.

SERIE A
Hellas Verona, l'involuzione a sorpresa. Mandorlini: "E' un momento difficile"
26.11.2013 13.25 di Marco Conterio Twitter: @marcoconterio
Un'involuzione, arrivata a sorpresa. Lo ha ammesso anche Andrea Mandorlini, tecnico dell'Hellas Verona, nelle parole riportate in apertura da Il Corriere di Verona oggi in edicola. "Sì, è un momento difficile". Il cammino gialloblù è ottimo, ma questo è il secondo stop consecutivo e gli scaligeri non segnano da duecentotredici minuti consecutivi. Serve ritrovare la miglior alchimia d'attacco, serve che Jorginho ritrovi la bussola in mediana, che Cacciatore ricucia le crepe difensive, che Iturbe ritrovi l'estro e che la squadra si rialzi. Perché ora arrivano tre gare, in sei giorni. Fiorentina, Samp a Genova in Coppa Italia e Atalanta.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


27.11.2013
«Lady B» bussa alla porta di Sogliano
Barbara Berlusconi prosegue le consultazioni per costruire il nuovo Milan, tra i candidati c'è anche il diesse del Verona
Il Milan l'ha messo nella sua lista d'oro, ma non è una questione di cuore. Anche se i sentimenti nella storia ci starebbero tutti. Barbara Berlusconi non era ancora nata quando Riccardo Sogliano alzava al cielo la Coppa delle Coppe di quarant'anni fa col Milan di Gianni Rivera e Pierino Prati. Suo figlio Sean di anni ne aveva appena due. Nel frattempo il padre aveva già vinto in rossonero due volte la Coppa Italia, centrocampista di una squadra modellata dalle mani forti di Nereo Rocco e Cesare Maldini. Di tempo da allora ne è trascorso parecchio, Ricky Sogliano si gode la pensione dopo aver guardato il calcio italiano da posizione privilegiata, dirigente illuminato di Parma, Genoa, Brescia, Udinese e Varese, prima di insegnare i trucchi del mestiere a chi come il giovane Sean ci ha messo un attimo a capirli e a metterci tanto del suo, fino a diventare uno dei più bravi in assoluto. Il Verona ha uno dei migliori direttori sportivi d'Italia. Lo pensano tutti, lo pensa anche Barbara Berlusconi che vuole restituire slancio al Milan, giocattolo di solito vincente ma ora distante 20 punti dalla Juventus dopo 13 giornate di campionato.
Sogliano piace a tutti e piace anche a Barbara, perfetto profilo dell'uomo-mercato in grado di destreggiarsi con disinvoltura nell'élite del pallone ma anche di districarsi nelle sue periferie più buie, là dove qualche giovane talento perso di vista dalle big (vedi Iturbe e Cirigliano) lo trovi sempre e anche a prezzi interessanti.

IN SECONDA FILA. Maurizio Setti lo sapeva, il presidente dell'Hellas voleva Sean anche ai tempi di Bologna. Adesso ci sta pensando il Milan, perché Sogliano rende molto e sa anche spendere poco. In più Sogliano può vantare un eccellente rapporto con Ariedo Braida, altra figura storica del Milan non più di moda come un tempo ma sempre consigliere d'eccellenza per chi deve decidere il suo successore. Senza dimenticare la precaria posizione di Adriano Galliani, altro totem pronto ad essere spodestato. Nei salotti milanesi di Sogliano si parla e non si parla. Tutti restano concentrati per adesso sulla leggenda Paolo Maldini, che in questi giorni ha oscurato tutti gli altri e un pensierino alle alte cariche del Milan lo sta facendo sul serio. La sensazione? Difficile pensare a Sogliano lontano da Verona, soprattutto per la coerenza di chi ha sempre guardato al progetto-Hellas come a qualcosa da far lievitare nel tempo e quindi da accompagnare giorno dopo giorno. Certamente uno per niente abituato a lasciare le cose a metà.

BIANCHETTI TEDESCO? Il mercato è partito, anche se solo dai sotterranei. Vivo, specie quello dei giovani. Un esempio? Il Borussia Dortmund ha chiesto notizie di Matteo Bianchetti, capitano dell'Under 21 ed a metà fra Verona ed Inter. Ci può stare, la filosofia del Borussia è anche nella ricerca di prospetti di talento al di là della necessità di dover sostituire gli infortunati Hummels, Piszczek, Schmelzer e Subotic. Tutta la difesa in pratica.
Di spazio ne ha trovato ancora meno Samuele Longo, altro gioiello interista molto stimato in giro. «Lui ha scelto Verona anche per giocare con continuità, invece non è successo.
Ne terremo conto nel mercato di gennaio», ha detto chiaro in questi giorni Renzo Contratto, agente di Longo, il cui rientro all'Inter non è da escludere. Il campo d'osservazione del Verona, specie in quella fascia d'età, rimane molto ampio. L'Hellas avrebbe scritto sul suo taccuino anche il nome di Simeon Slavchev, ventenne centrocampista della nazionale bulgara già a quota dieci gol con la maglia del Litex Lovech. E dall'Argentina rimbalza pure il profilo di Ezequiel Rescaldani, ventuno anni da poco compiuti, centravanti del Velez Sarsfield in scadenza di contratto. Il Verona avrebbe giocato d'anticipo, come già successo già con Iturbe e Cirigliano. E Sogliano è maestro nell'arrivare prima.
Alessandro De Pietro


27.11.2013
Il Verona finisce a tavola con l' «Hellas Kitchen»
Il Verona finisce a tavola. «Hellas Kitchen Restaurant&More» è il primo ristorante d'Europa di un club calcistico e si sviluppa, a Verona, su una superficie commerciale di 700 mq, con 180 posti a sedere, 75 posti auto, una sala polifunzionale in grado di accogliere meeting, conferenze, business happening e uno spazio in cui si potrà acquistare il merchandising ufficiale dei gialloblù.

CALCIO CLUB. Grandi emozioni alla serata tra i Calcio Club del Nuovo Coordinamento «New Hellas Group» e la squadra dell'Hellas. Un appuntamento che ha fatto da ponte tra la presentazione di inizio campionato e la cena per le festività natalizie. Un momento sempre molto atteso dalle decine e decine di tifosi associati ai Calcio Club . La serata è stata organizzata al Parc Hotel di Peschiera . Davvero difficile contenere l'entusiasmo delle centinaia di appassionati che , tra cori , autografi , foto ricordo , hanno letteralmente coccolato i loro beniamini . Per tutti ha ringraziato Mister Mandorlini che ha espresso parole di grande affetto e riconoscenza a una tifoseria speciale. Da brividi l'applauso per Elena Martinelli, la moglie di Giovanni, l'ex presidente del Verona scomparso da poco.

I BIGLIETTI PER FIRENZE. Sono in vendita i biglietti per la sfida di campionato tra la Fiorentina e l'Hellas che si giocherà lunedì 2 dicembre alle 19. I tagliandi del Settore Ospiti del «Franchi» di Firenze (costo 14 euro più diritti di prevendita), sono acquistabili esclusivamente dai possessori della Tessera del Tifoso, muniti di un documento originale d'identità, ne punti vendita del circuito TicketOne . La vendita terminerà alle 19 di domenica 1 dicembre.

IN COPPA CON LA SAMP. Sono già in venditaanche per i biglietti per la gara di Coppa Italia che si giocherà giovedì 5 dicembre a Genova con la Samp. Biglietti in vendita a 10 euro più un euro di prevendita nei nei punti vendita Lottomatica, sul sito la lista completa.

LA TRASFERTA. La Curva Sud organizza le trasferte di Firenze e Genova con mezzi propri. Il 2 dicembre si gioca in campionato con la Fiorentina, ritrovo alle 14 sotto la Curva. Il 5 dicembre si gioca in Coppa Italia con la Sampdoria, si parte sotto la Curva alle 15. Per info chiamare il 340 5968142. I Butei Cin Cin di Villafranca organizzano le trasferte di Firenze e Genova in pullman. per info e iscrizioni contattare Bresi al 348 4743504.

26.11.2013
Sportivi tutti insieme per Telethon
Sette giorni di eventi in città per raccogliere fondi da destinare alla ricerca sulle malattie

Lo sport risponde ancora una volta presente alla richiesta di chi ha più bisogno. Facendo squadra anche tra discipline diverse per aiutare chi soffre. Tutte le eccellenze veronesi di calcio, basket e pallavolo hanno aderito infatti al progetto di Telethon, una delle principali organizzazioni benefiche italiane che da oltre 20 anni si occupa della ricerca per la cura della distrofia muscolare e delle malattie genetiche rare. Hellas e Chievo, BluVolley e Scaligera Basket, tutti insieme per promuovere Telethon Week, in programma la prima settimana di dicembre e che coinvolgerà tutta la cittadinanza veronese attraverso numerosi eventi.

E' la prima volta in assoluto che Telethon organizza una simile iniziativa in una città italiana e Verona avrà l'onore di ospitare e dare vita ad una settimana intera dedicata a questo progetto presentato dall'assessore allo sport Marco Giorlo, dal presidente del Coordinamento Provinciale Telethon Giannantonio Bresciani e dal responsabile organizzativo del territorio Amedeo Portacci oltre alla ricercatrice Lucia De Franceschi. Assieme a loro le realtà sportive veronesi d'eccellenza tra cui la Bluvolley Verona e la Scaligera Basket Verona, con i rispettivi capitani Dante Boninfante e Giorgio Boscagin, oltre a Chievo ed Hellas Verona che hanno donato le loro maglie autografate a Telethon.

Il progetto Telethon Week ha ottenuto il patrocinio dall'Uni- versità degli Studi di Verona, dall'Ufficio Scolastico Provinciale e dal Coni Veneto: sarà concentrato nel periodo che va da domenica 1 a domenica 8 dicembre coinvolgendo tanti eventi sportivi, con sportelli informativi e punti dove conoscere le attività della Fondazione, ma non solo.

Gli appuntamenti spazieranno dallo sport allo spettacolo, dalla cultura al divertimento a completamento di una settimana ricca di iniziative, i principali inseriti nel calendario Telethon Week sono: domenica 1 la gara Chievo-Livorno di serie A alle 15 al Bentegodi, mercoledì 4 alle 9 l'incontro “Alla scoperta di Telethon” al liceo scientifico G. Galilei di Verona, giovedì 5 “La notte di Telethon” al ristorante Piper sulle Torricelle, venerdì 6 dalle 19 il galà dello sport al teatro Astra di San Giovanni Lupatoto, sabato 7 il Telethon Day presso il centro Acquardens di Pescantina e alle 20.30 la gara di basket al Palaolimpia tra Tezenis e Trapani, quindi domenica 8 la Marcia del Giocattolo a partire dalle 9 in piazza Bra, la gara tra Hellas e Atalanta alle 15 al Bentegodi, per chiudere con il big match di pallavolo tra Calzedonia Verona e Macerata alle 18 al Palaolimpia. Il progetto avrà due centri nevralgici a disposizione di chiunque per dare il proprio apporto a Telethon e avere informazioni su Telethon Week: in piazza Bra fino all'8 dicembre e presso l'aeroporto Catullo dal 1 dicembre al 5 gennaio, per promuovere le varie iniziative di sensibilizzazione.
Luca Mazzara

26.11.2013
Allarme difesa per il Verona
In trasferta solo il Catania ha fatto peggio di Maietta e compagni. Un momento difficile anche per l'attacco, non segna da 225 minuti
Il bunker gialloblù vacilla anche al Bentegodi. Dopo aver mostrato qualche sbavatura di troppo in trasferta ma grande solidità difensiva in casa, l'Hellas si arrende davanti al pubblico amico e mette fine alla striscia positiva che durava da sei partite. In poco più di novanta minuti il Verona colleziona tre imprese delle quali avrebbe volentieri fatto a meno: innanzitutto perde il derby con il Chievo dopo il ritorno in Serie A e undici anni all'inferno, in secondo luogo non centra il record assoluto di successi consecutivi davanti al pubblico amico, infine ha incassato un gol in pieno recupero per un'amnesia collettiva di tutto il reparto arretrato.

CHE DORMITA. Proprio quando lo zero a zero sembrava cosa fatta il guizzo di Lazerevic ha castigato Mandorlini e ammutolito i fedelissimi gialloblù ma, e proprio questo preoccupa, in più di un'occasione la difesa del Verona ha mostrato qualche limite di troppo di fronte al peggior attacco del campionato. Basta pensare alla rete annullata a Cesar per un presunto fuorigioco, alla palla persa da Mimmo Maietta nel primo tempo, alla conclusione di Radovanovic nella ripresa, al guizzo di Therau pochi minuti prima della rete decisiva. Un po' troppo per pretendere di portare a casa almeno un punto.

SUONA LA SVEGLIA. Che cosa sta succedendo? Non è certo il tempo dei processi ma qualcosa da rivedere c'è sicuramente. In trasferta la difesa del Verona ha già mostrato limiti evidenti, ha incassato ben 14 gol e solo il Catania ha fatto peggio con 19 gol in fondo al sacco. Al Bentegodi le cose sono andate decisamente meglio con sei reti al passivo, un ruolino di marcia che pone i gialloblù alle spalle di squadroni come Roma, Napoli, Juve e Lazio ma la sconfitta con il Chievo alza il livello di guardia. «Abbiamo pagato a caro prezzo una disattenzione - ha ammesso Mandorlini al termine della partita - ma non voglio nemmeno sentir parlare di crisi. Non mi piace nemmeno parlare di errori individuali, quando si perde una partita così vuol dire che tante cose non sono andate bene, bisogna fare un ragionamento di gruppo. Ne parleremo insieme ma non facciamo drammi, ci sta di perdere una partita, adesso ripartiamo con lo spirito giusto e torniamo subito al lavoro».

LA «ROTAZIONE». Non ha certo aiutato il mister neppure la grande «rotazione», spesso obbligata, al centro della difesa. Nelle tredici partite giocate finora la coppia titolare che ha giocato più partite è quella formata da Maietta e Moras ma si sono alternati anche Maietta e Gonzalez oppure Moras e Gonzalez senza dimenticare l'accoppiata «inedita» Moras e Bianchetti o quella Gonzalez e Marques. Una mancanza di continuità che ha regalato qualche titubanza di troppo in mezzo all'area, se dall'altra parte trovi gente come Tevez e Llorente, Balotelli e Palacio, Gilardino e Cerci, tutto diventa maledettamente difficile.

ATTACCO STERILE. Se la difesa mostra qualche sbavatura non va molto meglio in avanti. Dopo aver segnato almeno un gol per nove partite consecutive, l'Hellas si è fermato con Genoa e Chievo. A Marassi si è inchinato due volte, nel derby ha perso di misura ma ha calciato veramente poco in porta. L'ultimo gol gialloblù è stato firmato da Jankovic col Cagliari. «È arrivato il momento di fare qualcosa in più - taglia corto Mandorlini - tutti insieme».

FONTE: LArena.it


Peschiera: seduta pomeriggio
Postata il 27/11/2013 alle ore 18:00
PESCHIERA DEL GARDA - Allenamento pomeridiano per i gialloblù sul campo dello Sporting Center "Il Paradiso" di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini, ha svolto test polifunzionali atletici in palestra e lavoro di trasformazione sul campo. Tutti a disposizione, tranne Michelangelo Albertazzi che ha svolto una seduta differenziata per un affaticamento muscolare.

IL PROGRAMMA
Giovedì: seduta pomeridiana (ore 15)
Venerdì: seduta pomeridiana (ore 15)
Sabato: seduta pomeridiana (ore 15)
Domenica: seduta pomeridiana (ore 14.30)
Lunedì: Fiorentina-Hellas Verona (ore 19)
Ufficio Stampa

Hellas Kitchen...per chi ha una fame gialloblù! / VIDEO
Postata il 27/11/2013 alle ore 15:30
Lo chef Maietta, insieme ai cuochi Rafael e Jorginho, con Hallfredsson e Martinho, presentano l'"Hellas Kitchen - Restaurant & More", il primo official restaurant d'Europa di un club in città.
Piatti legati alla tradizione veronese ed ampi spazi dedicati a business happening e divertimento vi aspettano in via Lussemburgo 21 (Verona).
Ufficio Stampa

Setti: "Ci vogliono grinta e cattiveria" / VIDEO
Postata il 27/11/2013 alle ore 12:45
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Maurizio Setti. Ecco le principali dichiarazioni del presidente gialloblù, rilasciate durante la cena di presentazione di "Hellas Kitchen - Restaurant & More", il primo ristorante d'Europa di un club in città: "Sono contento di vedere un'iniziativa del genere, unica in Europa e che racchiude tutta la passione dei nostri tifosi. Il nostro cammino in campionato? Da ogni prestazione cerchiamo il massimo, il nostro momento non è brillante ma dobbiamo rimanere con i piedi per terra e tornare a giocare come le prime partite. Sabato una delusione? Non credo, bisogna sempre cercare di migliorarsi. Noi abbiamo le caratteristiche per farlo e dimostrare di meritare la nostra posizione in classifica. Sabato dovevamo scendere in campo con una mentalità più grintosa, probabilmente i ragazzi erano ancora troppo euforici. Ora giriamo pagina".
Ufficio Stampa

Hellas Kitchen, ecco il ristorante gialloblù / VIDEO
Postata il 27/11/2013 alle ore 12:44
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista a Giovanni Gardini, ad Andrea Mantovanelli e a Massimo Pasini. Ecco le principali dichiarazioni del direttore generale gialloblù e degli chef di Hellas Kitchen, rilasciate durante la cena di presentazione di "Hellas Kitchen - Restaurant & More", il primo ristorante d'Europa di un club in città.

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY DELL'EVENTO
Ufficio Stampa

Moras: "Lavoro e sacrificio per tornare a vincere" / VIDEO
Postata il 27/11/2013 alle ore 12:43
VERONA - Segui su Hellas Verona Channel l'intervista ad Evangelos Moras. Ecco le principali dichiarazioni del difensore gialloblù, rilasciate durante la cena di presentazione di "Hellas Kitchen - Restaurant & More", il primo ristorante d'Europa di un club in città: "Il nuovo Hellas Kitchen? E' una cosa bella, fa crescere questa società importante che in un anno e mezzo ha fatto grandi cose. I tifosi staranno più vicini alla squadra in questo posto bellissimo e divertente. Auguro a tutte le persone che lavorano qui dentro di stare uniti per portare in alto questo ristorante. Come rialzarsi dopo il Chievo? Il gruppo farà la differenza, ma dimentichiamo la sconfitta e andiamo avanti lavorando bene durante questa settimana. La classifica? Non perdiamo la nostra identità, i punti fatti sono meritati. Vediamo cosa non è funzionato durante il derby e andremo a Firenze per tornare a fare bene".
Ufficio Stampa

Hellas Kitchen Restaurant&More: new opening
Postata il 26/11/2013 alle ore 19:00
NEW OPENING
GIOVEDI’ 28 NOVEMBRE 2013, 12.00AM
HELLAS KITCHEN
Restaurant & More…
Via Lussemburgo 21, Verona

IL PRIMO OFFICIAL RESTAURANT D'EUROPA DI UN CLUB IN CITTA'
"Hellas Kitchen Restaurant&More" è il primo ristorante d'Europa di un club in città e si sviluppa su una superficie commerciale di 700 mq, con 180 posti a sedere, 75 posti auto, una sala polifunzionale (dotata di lavagna interattiva multimediale di 77 pollici) in grado di accogliere meeting, conferenze, business happening e uno spazio in cui si potrà acquistare il merchandising ufficiale dell’Hellas Verona FC.

RESTAURANT
L’offerta gastronomica è unica e speciale, legata radicalmente a Verona e al Veneto. L’impasto utilizzato in pizzeria è realizzato con la farina dell'azienda “Pan de Verona” e con una lievitazione di 48 ore, mentre in cucina verranno impiegati solo prodotti del territorio, per realizzare stuzzicanti piatti della tradizione veneta e adriatica anche reinterpretati in chiave moderna grazie ad innovative tecniche di cucina. E magari, potrebbe anche capitare di avere come chef il capitano Maietta o come cameriere Martinho...

& MORE...
Una grande area di 250 mq sarà destinata all’organizzazione di feste, party e degustazione con possibilità di dj set e live music, il tutto arredato con splendidi cimeli che raccontano la storia della società gialloblù. Non si dimenticano i tifosi più piccoli: avranno un’ampia sala a loro disposizione, con un personale a loro dedicato, mentre i genitori potranno tranquillamente gustarsi il pranzo o la cena.

HELLAS KITCHEN - RESTAURANT&MORE
ORARI
Lunedì-giovedì: 12-14.30 e 19-24
Venerdì: 12-14.30 e 19-01.
Sabato: 19-02 (chiuso a pranzo)
Domenica: 12-01 (orario continuato)
Ufficio Stampa

Peschiera: seduta pomeriggio
Postata il 26/11/2013 alle ore 17:40
PESCHIERA DEL GARDA - Allenamento pomeridiano per i gialloblù sul campo dello Sporting Center "Il Paradiso" di Peschiera. La squadra, agli ordini dell'allenatore Andrea Mandorlini, ha svolto lavoro atletico. Michelangelo Albertazzi e Matteo Bianchetti hanno sostenuto una seduta differenziata in palestra per affaticamento muscolare.

IL PROGRAMMA
Mercoledì: seduta mattutina (ore 10.30)
Giovedì: seduta pomeridiana (ore 15)
Venerdì: seduta pomeridiana (ore 15)
Sabato: seduta pomeridiana (ore 15)
Domenica: seduta pomeridiana (ore 14.30)
Lunedì: Fiorentina-Hellas Verona (ore 19)
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it



[OFFTOPIC] +   -   =
VITA DA EX: Nulla da fare per NATALINO che non ancora 22enne è costretto ad abbandonare a causa di un'aritmia cardiaca; tramite un tweet l'annuncio 'Lascio il calcio'

BRASILE 2014: Crolla una parte dello stadio che doveva ospitare la gara d'esordio del Mondiale, 3 morti!

CHAMPIONS LEAGUE: Il MILAN 'asfalta' il CELTIC a Glasgow, il NAPOLI ne becca 3 a Dortmund, ok ARSENAL, cade il CHELSEA ma sopratutto il BARCELLONA all'Amsterdam Arena contro un gran AJAX! Ma un tifoso olandese cade dagli spalti ed è grave...

SERIE A: Troppe lampade per MEXES ecco la causa del problema agli occhi! 'Solo' 0 a 0 contro il CAGLIARI, la ROMA perde la testa della classifica e affronta il terzo pari di fila dopo le 10 vittorie di inizio stagione...

NBA: SPURS imprendibili con 11 vittorie consecutive!

BRASILE, CROLLO NELLO STADIO DEL
DEBUTTO DEI MONDIALI: TRE MORTI

Mercoledì 27 Novembre 2013
SAN PAOLO - Si riaccende l'allarme rosso sulle condizioni di sicurezza degli stadi che fra 200 giorni, in Brasile, riceveranno i Mondiali di calcio: in mattinata, è crollata una parte della struttura metallica che copre lo stadio Itaquerao, a San Paolo, scelto dalla Fifa per la partita inaugurale del torneo, il prossimo 12 giugno. Secondo i vigili del fuoco, ci sarebbero almeno tre operai morti, mentre altri due si troverebbero, feriti, ancora sotto le macerie.

INCIDENTE A PRANZO L'orario dell'incidente, avvenuto durante la pausa pranzo, ha forse evitato una tragedia che poteva avere proporzioni anche maggiori. «Sono passato in basso alla struttura per andare a pranzo. Se non fosse accaduto in quell'orario molta più gente potrebbe essere morta. Io stesso a quest'ora potevo non stare vivo», ha detto Josè Mario da Silva, 48 anni, da quattro al lavoro nei cantieri dell'Itaquerao. In base alle prime informazioni, il crollo è avvenuto quando una gru stava issando un elemento particolarmente pesante, di circa 500 tonnellate. Alcuni testimoni hanno riferito che l'argano (uno dei più grandi del mondo) si sarebbe spezzato in due, precipitando sulla tribuna destinata a ricevere la copertura metallica e facendo franare anche i due piani dello stadio sottostanti.

L'avveniristico impianto - sede ufficiale del Corinthians, costato circa 320 milioni di euro, con 70 mila posti di capienza e persino un discobar panoramico sul campo di gioco - aveva il 94% dei lavori già ultimati e avrebbe dovuto essere inaugurato il prossimo gennaio. In serata - rendono noto fonti di stampa - è attesa una riunione di emergenza tra il Comitato organizzatore locale (Col) della Coppa 2014 e l'impresa edile, Odebrecht, responsabile per la costruzione. Non è ancora chiaro se l'accaduto ritarderà la consegna dello stadio (una perizia sarà avviata in breve) e se lo stesso sarà ancora in grado di ospitare il primo incontro della Coppa 2014. Non è la prima volta che si verifica un cedimento durante i cantieri di ristrutturazione in uno stadio brasiliano: lo scorso aprile, sempre a San Paolo, un episodio simile era accaduto nell'Arena Palestra, sede del Palmeiras: in quell'occasione, un operaio era deceduto dopo che alcune travi destinate alla nuova tribuna si erano staccate dal cavo di una gru, finendo addosso a un gruppo di lavoratori

CADE DAGLI SPALTI DOPO UN VOLO DI DIECI METRI,
TIFOSO DELL'AJAX GRAVISSIMO

Mercoledì 27 Novembre 2013
AMSTERDAM - Un tifoso dell'Ajax è rimasto gravemente ferito al volto dopo essere caduto dagli spalti ieri sera all'Amsterdam Arena.
Lo ha annunciato oggi il club campione d'Olanda, sul proprio profilo twitter, non fornendo ulteriori dettagli sulle condizioni della persona. Il tifoso dei lancieri è caduto, durante l'esultanza per il secondo gol di Hoesen, da un'altezza di cinque metri davanti agli occhi di centinaia di spettatori. Molti dei presenti all'Amsterdam Arena hanno fotografato il tifoso ferito, poi le tragiche immagini hanno fatto il giro dei social network.

CHAMPIONS. ARSENAL, GOL LAMPO E VITTORIA.
CADONO IL CHELSEA E IL BARCELLONA

Martedì 26 Novembre 2013
LONDRA - Con una doppietta di Wilshere, in gol dopo 33 secondi, l'Arsenal vince col Marsiglia e strappa un biglietto per gli ottavi di Champions. Cadono le grandi Chelsea e Barcellona, pareggi per Porto, Atletico e Shalke.

GRUPPO E

STEAUA-SCHALKE 0-0
Steaua e Schalke 04 hanno pareggiato 0-0 in un incontro della 5/a giornata del gruppo E di Champions.

BASILEA-CHELSEA 1-0
Il Basilea ha battuto in casa il Chelsea 1-0 (0-0) in incontro della 5/a giornata del Gruppo E di Champions. Rete di Salah (87').

GRUPPO F

ARSENAL-MARSIGLIA 2-0
L'Arsenal ha battuto il Marsiglia 2-0 (2-0) in una partita della 5/a giornata del Gruppo F di Champions. Doppietta di Wilshere (1' e 66').

BORUSSIA DORTMUND-NAPOLI 3-1
Il Borussia Dortmund ha battuto il Napoli 3-1 (1-0) nella 5/a giornata del Gruppo F di Champions, in un incontro disputato in Germania.

GRUPPO G

PORTO-AUSTRIA VIENNA 1-1
Porto e Austria Vienna hanno pareggiato 1-1 (0-1) in un incontro della 5/a giornata del gruppo G di Champions. Reti di Klanast (11') e Jackson Martinez (48')

ZENIT-ATLETICO MADRID 1-1
Zenit di S.Pietroburgo e Atletico Madrid hanno pareggiato 1-1 in un un incontro della 5/a giornata del Gruppo G di Champions League. Gol di Adrian Lopez (53') e autorete di Alderweireld (74').

GRUPPO H

AJAX-BARCELLONA 2-1
L'Ajax ha battuto il Barcellona 2-1 (2-0) in una partita del 5/o turno del gruppo H di Champions. I gol di Serero (19'), Hoessen (42') e Iniesta (52' rig).

CELTIC-MILAN 0-3
Il Milan ha battuto 3-0 il Celtic a Glasgow nella 5/a giornata del Gruppo H diChampions.

IL MILAN RISORGE IN SCOZIA. KAKÀ, ZAPATA
E BALOTELLI: 3-0 AL CELTIC

di Massimo Sarti
MILANO - Il Milan risorge a Celtic Park, dopo sette gare e oltre un mese senza vittorie, dopo tante incertezze sugli equilibri societari, dopo la feroce contestazione subita sabato a San Siro, i rossoneri si impongono 0-3.
Max Allegri, che almeno sino a domenica non sentirà scricchiolare la propria panchina, ritrova tante cose compreso il gol di Balotelli, ma non trova il passaggio anticipato agli ottavi di Champions League per colpa dell'Ajax, vittorioso 2-1 a sorpresa su un Barcellona già qualificato. Tutto rimandato alla sfida di San Siro con gli olandesi del prossimo 11 dicembre: al Diavolo (in teoria ancora in corsa per un clamoroso primo posto nel gruppo H) basterà un pareggio. Il Milan non si imponeva in trasferta dalla sfida di Siena dello scorso 19 maggio, in Champions addirittura dall'1-3 con l’Anderlecht del 21 novembre 2012. «Prova di personalità e di orgoglio. Già alla vigilia avevo percepito voglia di riscatto»: così Barbara Berlusconi, mentre Christian Abbiati e Adriano Galliani dedicano il ritrovato successo «al presidente». «I ragazzi si meritavano questa serata, mai si sono tirati indietro. Ora dobbiamo rituffarci in campionato con la stessa voglia, purtroppo dovendoci guardare più dietro che davanti in classifica», è la sintesi dell’Allegri pensiero.
È Kakà a mettere in fretta il match sul giusto binario, con la rete di testa al 13' (sette maglie del Celtic nell'area piccola, ma nessuno che marchi Ricky) e con un primo tempo stratosferico, da leader a tutto campo. La vera chiave, però, è forse l'inizio della ripresa: al 47' il difensore olandese Van Dijk spara su Abbiati da pochi passi in splendida solitudine, al 49' altra dormita del Celtic su azione d'angolo e rete di Zapata dopo appoggio del neo entrato Nocerino.
«Dopo giorni difficili abbiamo dato una risposta», dice il difensore colombiano. Alla serata finalmente di festa per il Diavolo manca solo la rete di Balotelli, che realizza in contropiede al 60’ ponendo fine ad un’astinenza che in rossonero durava dal rigore dell'1-1 in casa dell’Ajax del primo ottobre e timbrando il seicentesimo sigillo milanista nelle competizioni Uefa. «E’ stato molto bravo, ha allungato la squadra quando serviva», lo elogia Allegri, rimettendo nel cassetto tutti i ritardi agli allenamenti e le incomprensioni recenti con Mario.

MEXES, ECCO LA CAUSA DEL SUO PROBLEMA
AGLI OCCHI. "TROPPE LAMPADE ABBRONZANTI"

Mercoledì 27 Novembre 2013
MILANO - Philippe Mexes ha esagerato con la cura del suo corpo ie rischia di rovinarsi la vista. Il motivo? Troppe lampade abbronzanti.
Il difensore del Milan, come viene scritto su Tuttosport, è infortunato e non può giocare a causa di un epiteliopatia sierosa centrale all'occhio sinistro.
E questo inforunio sembra proprio essere causato da un'eccessiva esposizione della cornea alle lampade abbronzanti.

NBA. BELINELLI SUPER, SPURS 11 VITTORIE IN FILA.
NY E BARGNANI KO, DATOME IGNORATO A DETROIT

Martedì 26 Novembre 2013
SAN ANTONIO - San Antonio Spurs a rullo nella Nba con un Belinelli versione gran lusso. Undicesima vittoria di fila per il team di Popovich, 14 punti per l'azzurro che collezione l'ennesima prestazione da applausi mettendo la sua mattonella sul successo di San Antonio non soltanto con le sue buone statistiche (14 punti in 21’ di gioco) ma anche con la sua perfetta integrazione nei meccanismi offensivi.

Ancora un ko invece per New York cui non bastano i 16 punti di Andrea Bargnani, Knicks sconfitti da Portland con il punteggio di 102-91 e sesto k.o. di fila. Detroit invece passeggia a Milwaukee, ma Gigi Datome continua ad essere ignorato dal suo coach Maurice Cheeks.

Reduci dalla bella prestazione di Brooklyn, i Pistons distruggono i malcapitati Bucks (113-94) e balzano in zona playoff. L’unica nota negativa arriva dal minutaggio di Datome: soltanto un paio di minuti, e tutti nel garbage time, per l’azzurro, anche in una giornata in cui poteva sicuramente giocare molto di più.

LA ROMA SI INFRANGE CONTRO IL CAGLIARI: 0-0.
LA JUVE ORA È CAPOLISTA

Lunedì 25 Novembre 2013
di Francesco Balzani
ROMA – Dopo dieci vittorie di fila, arriva il 3° pareggio consecutivo nel novembre grigio della Roma.
E stavolta lo stop casalingo contro il Cagliari fa male, perché certifica il sorpasso della Juve in vetta. «Abbiamo l’amaro in bocca, ma il campionato è lungo e siamo solo un punto sotto la squadra costruita per vincere tutto», ha dichiarato De Rossi a fine partita. Il primo digiuno di reti della stagione è soprattutto colpa di un Avramov in giornata di grazia. Il portiere serbo ha negato almeno 5 gol a Gervinho e compagni e al 92’ ha strozzato in gola l’urlo alla curva Sud con un miracolo su Castan.

«La fortuna è andata ad altre squadre dopo essere stata dalla nostra parte – ha proseguito De Rossi - A questa squadra manca il cinismo contro avversari che si chiudono per tutta la partita, ma non è vero che abbiamo problemi in attacco. Oggi Avramov ha parato tutto e abbiamo preso anche un palo. Il nostro obbiettivo resta la Champions e abbiamo 7 punti sulla quarta. Sfido chiunque a dire che non è un campionato positivissimo».

Anche Garcia, espulso nella ripresa per la 2ª volta quest’anno, non si demoralizza: «È un risultato casuale, meritavamo di vincere e abbiamo fatto un primo tempo di alto livello. Il migliore è il loro portiere. Detto ciò dobbiamo migliorare su alcune cose, soprattutto sui calci piazzati, sulle posizioni davanti la porta. Poi nella ripresa il calo è dovuto anche agli impegni con le nazionali di giocatori come De Rossi o Maicon”. In merito al presunto rigore su Florenzi nel primo tempo (ma il fallo sembra fuori area) Garcia non si esprime: “Non mi va di parlare degli arbitri. Però non ho capito l’espulsione, mi ha detto che ho saltato. Forse vivo troppo la gara”. Infermeria: possibile lesione muscolare al polpaccio per Benatia...

FONTE: Leggo.it


27.11.2013
Cuore Matto, Natalino lascia il calcio
«Sono felice e triste, mi dispiace mollare tutto ma ora sto bene e questa è la cosa più importante»

La rivelazione in un tweet. La corsa di Felice finisce lí. Impietosi i medici. Il responso non ammette deroghe. Felice Natalino si ferma a causa di una aritmia cardiaca. Non potrà più giocare a calcio. L'attesa é finita, la speranza vola via. E il giovane difensore, passato veloce dall'Hellas, dovrà costruirsi una nuova vita. Lontano dal calcio. Dal grande calcio. Troppo importante vivere. Meglio non rischiare. E allora arriva il momento di cambiare orizzonti e voltare pagina. Magari con il gruppo alla gola. Ma va così. E il ritornello torna a ripetersi: prima di tutto la vita. E qui spunta proprio il tweet di Felice. Una comunicazione al mondo. Agli amici. Perché l'utilizzo dei social network é megafono rivolto ai cielo. Felice era stato colto tempo fa da una crisi cardiaca. Ricoverato d'urgenza al San Raffaele di Milano, dove si era resa necessario l'intervento. Natalino é stato sottoposto ad una ablazione per curare l'aritimia dalla quale era afflitto. Poi il recupero e l'attesa. Fino all'ultimo responso. Ciao calcio. Il tweet diventa rivelazione. Lui in un'immagine felice, ritratto con Eto'o ai tempi dell'Inter. Tutto andato. Il cuore non ha bisogno di ulteriore stress.

Ora le parole. «Sono felice e triste allo stesso tempo. La cosa più importante, però, é che sto bene. Non pensavo che il tweet ricevesse tutta questa attenzione». Ora Natalino aiuta papà impegnato con i ragazzini della Virtus Simbiase. Altra storia, certo. Ma allontanarsi in maniera brusca dal suo mondo non é certo cosa facile. Felice passa anche dalla palestra dello zio. I ricordi diventano sospiri, ma resta la consapevolezza di avere scampato un pericolo, che ad altri, in passato, era costato molto caro. A Verona Natalino ha lasciato un flebile ricordo.
Arrivato in prestito secco, era stato inserito nella lista degli under 23, e si é visto costretto ad attendere la riapertura delle liste per poter giocare, causa un vizio di forma. Se lo cercate oggi su Wikipedia, troverete scritto: Felice Natalino, ex calciatore. Proprio così: ex a soli 21 anni. Beffardo. Con in tasca però una vita da vivere.

Senza paura. Dunque, quando a marzo compirà 22 anni avrà una carriera già alle spalle. Incredibile. Ma va esattamente così. Storia corta la sua.
Le sue uniche squadre nel calcio professionistico resteranno Inter, Verona e Crotone. E quel ricordo legato al suo esordio in A il 28 novembre 2010, giusto tre anni, in un Inter-Parma 5-2. Di lui resterà pure un ricordo da record. Quello dovuto al suo trasferimento dalle giovanili del Crotone all'Inter. Per il giovane difensore di Lamezia Terme i nerazzurri, insieme al Genoa, spesero un milione e duecento mila euro.
Ci credevano. In molti hanno creduto in Felice. Natalino si ferma. La scelta, probabilmente, più giusta. Le aritmie asintomatiche a volte sono subodole e non lasciano traccia. Felice ha scoperto tutto. E seppur per poco tempo ha lasciato il segno.
Simone Antolini

FONTE: LArena.it

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaMilan Caracciolo

#VeronaMilan Bessa


Wallpapers gallery