VARESE 0-3 VERONA: La tripletta di CACIA stende i locali che a casa propria avevano subito un solo gol dai gialloblù nella stagione '66-'67 e non avevano mai perso! Prima vittoria scaligera dunque all'Ossola con una superba prestazione del centravanti che balza in testa ai cannonieri della cadetteria...

Pubblicato da andrea smarso martedì 25 settembre 2012 23:04, vedi , , , , , , | 2 commenti


LE IMPRESSIONI
VERONA lento nelle ripartenze ma il VARESE non fa di meglio per dare una scossa ad una gara piuttosto monotona per tutto il primo tempo; in seguito l'HELLAS prova a vivacizzare la gara con i locali che si limitano a controllare senza mai pressare: CASTORI deve aver 'catechizzato' i suoi a dovere sull'accurata fase difensiva contro gli scaligeri...
Ma non ha fatto i conti con la strepitosa vena di CACIA che firma addirittura una tripletta: sul finire del primo tempo grazie ad un errore della difesa locale che gli lascia un metro di troppo, in seguito, nella seconda metà di gara, con un gran tiro al volo dalla distanza che fulmina BRESSAN...
Lo svantaggio 'sveglia' in qualche modo i biancorossi che solo grazie ad un super RAFAEL non riescono a trovare il gol con lo scatenato EBAGUA entrato ad inizio ripresa e pericolosissimo in due occasioni ma al terzo gol dei gialloblù i locali capiscono che oggi non è giornata: E' ancora il portiere del VARESE a doversi inchinare (per la terza volta) su uno splendido pallonetto di Daniele imbeccato da una ripartenza del 'volante' MARTINHO sempre generosissimo...

GOMEZ ancora in difficoltà, non ha il passo e appare sempre lento e macchinoso, anche CACIA fatica un po' solitario la in mezzo, 'schiacciato' fra TROEST e CARROZZIERI: La verticalizzazione inizialmnente latita nello stucchevole possesso palla gialloblù, poi il bomber si esalta e sfrutta al massimo le uniche tre vere occasioni della gara e va in testa ai cannonieri della cadetteria; da quanto non succedeva?
Molto meglio dell'argentino è CARROZZA sulla mancina: L'ex VARESE dopo un inizio un po' timido ha 'punto' molto con le sue sgroppate sulla fascia sinistra è stato fra i migliori dei nostri insieme a RAFAEL (un erroraccio in uscita che fa il pari col doppio miracolo sui tiri ravvicinati degli avanti lombardi) e MAIETTA e alle sue puntualissime chiusure in difesa [Commenta in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA, contenuti liberamente riproducibili salvo l'obbligo di citare la fonte: BondolaSmarsa.BlogSpot.com]

Varese 0-3 Verona: La sintesi della garaTurbolento dopogara in sala stampa all'Ossola con persone non identificate che offendono e aggrediscono... Prima o poi anche in Italia sarà possibile evitare alla radice scenate del genere identificando con certezza almeno coloro che entrano in zone riservate? Rimango pessimista (anche) in questo senso...

DICONO
CACIA «Sono davvero molto contento, soprattutto per la prestazione della squadra che ha dimostrato di esserci e di poter fare molto bene. Grande merito per i miei gol va a tutti perchè mi hanno messo in condizione di esprimermi al meglio, più passa il tempo più i meccanismi vengono perfezionati. Oggi abbiamo sofferto solo per dieci minuti, su un campo ostico, quando eravamo già sul 2 a 0 e qui i miei complimenti vanno a Rafael che con tre interventi fantastici ci ha evitato inutili sofferenze nel finale di gara. I gol? Tutti e tre belli, ma la cosa più importante è che siano stati utili, il pallone però me lo porto a casa. Adesso il Bari? Si bisogna dare continuità anche in casa dove gli avversari tendono a rimanere molto più chiusi senza lasciarci la possibilità di esprimerci al meglio, ma sono fiducioso per il proseguo del campionato perchè siamo forti in tutti reparti, anche in panchina e a livello societario» HellasVerona.it

CARROZZA «Abbiamo ottenuto un risultato davvero importante contro i mie ex compagni, perchè vincere qui è sempre difficile e farlo con questo punteggio è la dimostrazione che abbiamo fatto una prestazione notevole, siamo felici e consapevoli della nostra forza. Il mio esordio? Sono contento di essere tornato e di averlo fatto in una partita così bella e intensa, anche se i primi minuti sono stati davvero difficili per me. Non sono ancora al cento per cento, ma conto di migliorare allenandomi sempre al massimo e facendomi trovare pronto quando vengo chiamato in causa. Mi sto godendo questi momenti ma la mia testa è già al Bari un'altra sfida molto difficile» HellasVerona.it

CASTORI «Abbiamo pagato errori evidenti, che l'Hellas ha sfruttato nel migliore dei modi. Ci è mancata la brillantezza è questa è alla base dei nostri errori, ma non abbiamo giocato anche su ritmi troppo bassi per impensierire questo Verona e così abbiamo perso 3-0. Ora dobbiamo guardare avanti e ripartire, perché il campionato non è certo finito stasera» TuttoMercatoWeb.com

MANDORLINI «CACIA? Giocatore importante aldilà dei gol ma oggi va sottolineata la prova di squadra che si è espressa al meglio in un campo ostico anche dal punto di vista ambietale... Inutile far nomi adesso, non mi piace, son stati bravi tutti contro le polemiche a volte anche inutili che ci sono piovute addosso negli ultimi tempi. Vittoria meritata ottenuta da una squadra che oggi è stata davvero brava in tutti i reparti anhe nell'intensità. RAFAEL? La 'ciliegina' sulla torta: i suoi interventi hanno impedito agli avversari di riaprire la partita che era sul 2 a 0 per noi... Anche lui è stato determinante... Livorno e Sassuolo rallentano? Non ci interessa noi guardiamo a noi stessi gara dopo gara poi faremo i conti eventualmente più in la...» RadioVerona

EBAGUA «Il VERONA è venuto qua come una grande squadra e ha dettato legge grazie a tre nostri errori... L'Abbraccio a MANDORLINI a fine gara? Quando la partita finisce passa tutto, giusto così. Il campionato? Voi siete obbligati a vincere, noi siamo lì pronti a dare fastidio poi speriamo di vedere entrambe le squadre in Serie A...» RadioVerona

CARROZZA «Pubblico caldo all'Ossola? Fa parte del gioco! L'importante era vincere per risollevare il morale in attesa del BARI. CACIA? importantissimo non solo per i gol ma anche per la profondità che da alla squadra... Aldilà degli interpreti è la squadra che il mister mette in campo che fa la differenza: con il VARESE forse la miglior gara della stagione!Ora sotto col BARI per accelerare definitivamente...» RadioVerona

MANDORLINI 'Siamo ancora alla ricerca di noi stessi...': «Non siamo quelli che vorremmo essere. Andiamo a volte a sprazzi, in questo momento è così. Dobbiamo migliorare il nostro rendimento nella continuità, inconsciamente mai rischiato nulla contro il Novara, abbiamo pagato l'infortunio del nostro miglior giocatore» (Rafael, ndr). «Contro il Varese siamo contati, siamo in 16 più i due portieri...Non abbiamo mai perso comunque e siamo contenti. E' un anno che non perdiamo, lo abbiamo fatto solo col Palermo in amichevole e speriamo di prenderci la rivincita in Coppa Italia. Se oggi andate a Milano, a Roma, a Napoli volevano vincere. Comunque, come diceva il Trap, il calcio l'è dura...E non siamo solo noi oggi obbligati a vincere. A volte facciamo delle cose che mi piacciono, come la fase difensiva, a parte quel gol da 40 metri. Lo spirito c'è, me la sono presa anche con Gomez che doveva attaccare la palla sul cross finale di Maietta. Bacinovic? E' uguale a tutti gli altri, mi aspetto solo di più come lui si deve aspettare di più da se stesso. Lazzari lo ha marcato a uomo, non era facile. Questo discorso vale per lui come per tanti altri. Due punti in più dell'anno scorso? Sì, è vero. E la stagione passata avevamo già perso due partite. Adesso siamo più avanti, contento della squadra, l'idea è migliore, tecnicamente la squadra è più brava, anche se non hai il potenziale da poter esprimere in pieno. La mia certezza è la squadra, perché mi piace. E' tosta, solida, manca qualcosa nelle ripartenze...ma mi piace una squadra che gioca per 90 minuti e mena il torrone, come dico io. Giochiamo per il risultato, contro il Novara non abbiamo mai rischiato. Stiamo crescendo e sono molto soddisfatto» HellasVerona.it

Varese 0-3 Verona: Le immagini

VARESE 0-3 VERONA
CASTORI tiene prudentemente EBAGUA in panchina e per il suo 4-4-2 si affida alla coppia d'attacco EUSEPI-MOMENTÈ con l'esperto ZECCHIN a dare un po' di inventiva in mediana.
MANDORLINI cambia ancora in difesa e a centrocampo, un po' per necessità ed un po' per scelta tecnica: MARTINHO va a fare il terzino sinistro con CACCIATORE dalla parte opposta, in mediana fuori BACINOVIC e dentro il dinamico LANER che giocherà come interno destro, dalla parte opposta ancora HALLFREDSSON nella posizione a lui più congeniae e JORGINHO a fare da play tra loro.
In attacco tocca a CARROZZA sostituire l'altro ex RIVAS appiedato da un infortunio con CACIA al centro e GOMEZ TALEB esterno destro.
Terreno in buone condizioni nonostante l'acquazzone che ha scaricato la sua furia sull'Ossola pochi minuti prima della gara.

PRIMO TEMPO
6° ZECCHIN batte un apunizione slla testa di MOMENTÈ palla ampiamente sopra la traversa di RAFAEL
8° KONE crossa per EUSEPI che incorna sul fondo: MAIETTA e MORAS ancora una volta 'sorpresi' sulle palle a spiovere in area
12° LANER cerca CACIA che è anticipato da BRESSAN
15° CARRROZZA trova finalmente il fondo e crossa per GOMEZ: BRESSAN anticipa e mette in angolo...
16° Il VERONA insiste: GOMEZ scappa sulla destra e crossa in area, la difesa ribatte sui piedi di HALLFREDSSON che purtroppo non riesce ad inquadra lo specchio!
22° CARROZZA batte una punizione in area, TROEST incorna fuori, secondo angolo per l'HELLAS
24° Cross di CACCIATORE per CACIA ma la misura non c'è...
27° CARROZZA spinge sulla sinistra ma il suo tiro-cross è rimpallato dalla retroguardia locale
28° Tiraccio dalla distanza di KINK che si spegne sul fondo
30° Giallo per CARROZZIERI dopo un fallo su LANER: Calcio di punizione da posizione invitante al limite. Batte molto bene CARROZZA ma BRESSAN blocca sulla linea di porta...
32° GOMEZ rimane a terra dopo un contrasto ma il gigantesco CARROZZIERI lo alza prendendolo per la maglia senza tante cortesie...
34° Il signor Baracani va a zittire MANDORLINI che dalla panca si agita troppo secondo il direttore di gara...
36° KINK scappa sulla destra, supera MARTINHO ma 'trova' MAIETTA che gli devia la palla in corner...
37° Gialloblù in vantaggio con CACIA! LANER lancia il bomber che s'infila in un buco nelle maglie della difesa lombarda, si presenta solo davanti a BRESSAN e con un felpato tocco da sotto non perdona...
41° Tiro non preciso di CACIA ma questo non ci pensa molto, appena ha un'occasione si gira e tira! Gran bel centravanti...
43° MORAS zoppicante, gioco fermo
46° GOMEZ toccato duro esce
47° L'argentino rientra, bisticcia con GRILLO e si guadagna un ammonizione, MANDORLINI invece se la prende con la panchina avversaria
49° Il signor Baracani di Firenze fischia la fine del primo tempo, il mister scaligero esce smoccolando ancora alla panchina lombarda tra i fischi del pubblico

SECONDO TEMPO
1° NADAREVIC sostituisce KINK forse il più 'vispo' dei suoi nella prima metà di gara...
4° GOMEZ prova il tiro dalla distanza, la difesa biancorossa mette in corner
7° CACCIATORE mura in angolo NADAREVIC, poco dopo l'avversario neoentrato viene ammonito dopo un brutto fallo su 'Juani'
10° Lo 'spauracchio' EBAGUA da il cambio a MOMENTÈ
13° CORTI suggerisce per lo scatto di EBAGUA ma MORAS consegna la sfera a RAFAEL
14° CACIA da lustrarsi gli occhi: Prende palla sulla trequarti e spara un gran tiro a scavalcare BRESSAN! VERONA 2 VARESE 0...
19° RAFAEL esce un po' a farfalle ma gli avversari fortunatamente non trovano la porta...
21° RAFAEL si riscatta immediatamente con un doppio fantastico interventoprima su EBAGUA e poi, sulla ribattuta, di NADAREVIC
23° RAFAEL dice ancora no ad un'incornata pericolosissima di EBAGUA
24° Dentro MARTINETTI al posto di EUSEPI
25° MANDORLINI si copre: Entra ABBATE al posto di CARROZZA, MARTINHO farà l'esterno d'attacco mentre CACCIATORE si sposterà a sinistra lasciando la destra al neoentrato
26° Altro tiro di EBAGUA: palla ampiamente imprecisa...
33° 3 a 0 HELLAS: MARTINHO vola sulla sinistra con gli avversari sbilanciati in avanti, crossa al centro per CACIA che supera BRESSAN in uscita con un magistrale pallonetto: dopo la doppietta nel derby ecco la tripletta personale dell'attaccante ed il 5° gol in gialloblù...
36° C'è spazio anche per BOJINOV, CACIA esce tra glia applausi dei butèi accorsi all'Ossola
38° Si rivede FATIC che da il cambio a LANER
40° Bel tiro di BOJINOV dal limite ma la palla esce a lato
48° Ammonizione per GRILLO
49° Il signor Baracai dice che può bastare...

TABELLINO
VARESE-HELLAS VERONA 0-3
MARCATORI: 36' pt, 13' st e 29' st Cacia.
Varese (4-4-2): Bressan; Pucino, Carrozzieri, Troest, Grillo; Kink (dal 1' st Nadarevic), Corti, Kone, Zecchin; Momentè (dal 10' st Ebagua), Eusepi (dal 24' st Martinetti)
A disposizione: Bastianoni, Damonte, Fiamozzi, Rea.
Allenatore: Castori.

Hellas Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Martinho; Jorginho, Laner (dal 38' st Fatic), Hallfreddsson; Gomez Taleb, Cacia (dal 35' st Bojinov), Carrozza (dal 25' st Abbate).
A disposizione: Berardi, Albertazzi, Ceccarelli, Bacinovic.
Allenatore: Mandorlini.

Arbitro: Baracani di Firenze.
Assistenti: Chiocchi-Vicinanza.
Note. Ammoniti: Carrozzieri, Gomez Taleb, Nadarevic, Fatic.

Radiografia del Gol gialloblù 2012/2013
GiocatoreCoppaCampionatoTotale
CACIA055
GOMEZ TALEB224
BACINOVIC011
LANER011
MAIETTA011
MARTINHO011
RIVAS101
BJELANOVIC101

LE ALTRE DI B
Seconda sconfitta consecutiva per lo SPEZIA che perde di misura a Novara con gol del 'solito' GONZALEZ.
Vittorie per 1 a 0 anche per anche per ASCOLI e TERNANA contro CESENA e CROTONE.
Anche BARI, BRESCIA e PADOVA approfittano appieno del turno casalingo mentre SASSUOLO e LIVORNO 'inciampano' rispettivamente su VICENZA e CITTADELLA.
2 a 2 tra GROSSETO e JUVE STABIA mentre il VIRTUS LANCIANO firma l'unica vittoria esterna (insieme a quella scaligera) a Reggio Calabria.

Ronaldo Fenomeno no Medida CertaGOLAÇO Seedorf - Botafogo 2 x 2 Corinthians

IN BREVE A PIÉ PAGINA
CALCIO&LIBRI: Ecco l'eredità calcistica di Agostino DI BARTOLOMEI sul 'Manuale del Calcio' scritto dal fortissimo centrocampista della 'maGGica' per il figlio Luca...
CALCIO CROAZIA: Difensore della DINAMO ZAGABRIA beve una birra sul bus che lo porta alla gara, multa di 100mila Euro!
SERIE A: Dopo le polemiche (non ancora sopite) tra MARCHIONNE-ELKANN e DELLA VALLE si gioca FIORENTINA-JUVE che finisce a reti bianche... Mister FERRARA si sente danneggiato da ZEMAN...
CALCIO BRASILE: RONALDO raggiunge i 118 Kg! Per dimagrire parteciperà ad un reality. Gli anni passano ma la classe rimane, anche in Brasile nella terra dei piedi fatati SEEDORF si fa apprezzare...
VITA DA EX: INZAGHI erede di ANCELOTTI! Lo dice lo stesso Carletto da Parigi...

RASSEGNA STAMPA
Mandorlini replica alle critiche «Ecco la risposta della squadra»
L'ALLENATORE. Dopo partita movimentato in sala stampa con il tecnico gialloblù preso di mira con insulti e sfottò
Il mister è soddisfatto: «È stata una vittoria molto importante, ne avevamo bisogno e faccio i complimenti anche ai tifosi»

26/09/2012
Francesco Arioli VARESE Alta tensione nell'area interviste: il dopopartita di Varese-Verona si anima all'istante. Basta che si affacci Andrea Mandorlini, non esattamente popolare da queste parti, e da un gruppetto di ragazzini affacciati poco lontano (dietro la rete che divide i cameraman dal campo) parte qualche insulto. Pesante. Non così pesante come quelli - di pessimo gusto - lanciati dagli spalti. Comunque fastidioso. Il tecnico risponde piccato, senza però uscire dal consentito: «Tuo padre avrebbe dovuto insegnarti l'educazione...». Non l'avesse fatto. Perché cinque minuti dopo il suddetto padre compare come d'incanto. Ad appesantire la dose. Il clima si scalda. In sala stampa compaiono soggetti non precisamente identificabili. Probabilmente qualche filtro - addetti e non addetti ai lavori - è ... saltato. Parte qualche manata, altri insulti nei confronti di Mandorlini e del drappello dei giornalisti ospiti al seguito. Il tempo di ricomporre, faticosamente, l'ordine, e il tecnico può raccontare anche la gara.

Non c'è bisogno di indagare troppo per coglierne la soddisfazione. Anche se all'inizio risponde quasi a denti stretti. Colpa dell'adrenalina accumulata. Colpa di un fastidio, quello del dopopartita, non ancora digerito: «Il più bel Verona della stagione? Assolutamente», fa, serio. «Abbiamo fatto la nostra partita come sempre, sono andate bene tante situazioni e abbiamo vinto la partita. Basta. I motivi? Abbiamo fatto tre gol, gli altri non ne hanno fatti. È tutto lì...». Poi l'allenatore gialloblù si scioglie. Felice della piccola grande svolta decretata dal campo. E di aver dato risposte immediate ai mugugni provocati dal pareggio interno con il Novara: «Siamo contenti. Anche prima di fare gol abbiamo avuto tanto possesso palla», spiega.

«Ho visto tante cose buone, altre meno, come sempre. Va bene così. Ci davano in crisi di risultati, ho letto e sentito tante cose... Questa è la risposta della squadra. Una risposta che la squadra non aveva bisogno di dare. So cosa vale questo gruppo, so come si allenano questi ragazzi che sono stati veramente bravissimi. Quindi complimenti a loro e a quei 250 che ci hanno seguito a Varese. E a tutta la società. È stata una vittoria importante, ne avevamo bisogno». Sul prato dell'Ossola il Verona qualche cosa ha rischiato, dimostrando però solidità di fondo, mentalità vincente, progressi di condizione: «L'atteggiamento di squadra è stato sempre molto positivo», rileva ancora il tecnico scaligero. «Poi gli episodi fanno il resto. Avevamo beccato il gol col Novara su un mezzo infortunio di Rafael che qui si è subito rifatto con tre, quattro interventi eccezionali. Il calcio è questo. Il calcio è anche questo».

Passa Ebagua, col quale Mandorlini aveva avuto qualche screzio in campo. Stretta di mano. Saluto reciproco che ha un gusto sincero: «Ma è ovvio», commenta ancora l'allenatore del Verona. «Le cose del campo finiscono in campo. C'è stato qualcosa nel litigio tra Gomez e Grillo con il nostro giocatore che rischiava di essere cacciato per una testata che non aveva dato. Io ed Ebagua ci siamo un po' presi ma sono cose che succedono nel calcio. L'importante è che tutto finisca lì. Fuori dal campo le cose si sistemano». Quindi un accenno, sollecitato, sulle prestazioni dei singoli. Curioso che Cacia finora abbia centrato il bersaglio cinque volte ma soltanto fuori casa: «Io non so perché succede. Qui è andata così, speriamo che Daniele si sblocchi anche in casa», e via un sorriso. «Laner determinante? Non parlo mai dei singoli».

«Finalmente c'è un bomber»
DALLA PARTE DEI TIFOSI. Elogi all'attaccante ma anche a chi fa legna come Laner e Jorginho

26/09/2012
L'ultimo messaggio della diretta di RadioVerona, alle 23.29 è anche il più efficace: «Abbiamo due cambi per ruolo, Cacciatore può andare dappertutto, Martinho anche, per Jorginho ho finito gli aggettivi. Gente versatile come non ne vedevo da tempo. Bravi tutti, ma i meriti sono soprattutto della società. Voto 8». Cacia superstar? Sì, ma quelli che fanno legna prendono gli stessi applausi. Francesco da Villafranca elogia «la forza e l'equilibrio che ci ha dato uno come Laner, impossibile da lasciar fuori. Jorginho davanti alla difesa è perfetto, che Bacinovic aspetti il suo turno». Paolo di Caldiero è convinto «che il Verona abbia trovato la quadratura del cerchio con questa formazione», Ted sottolinea «la grandissima prova di forza su un campo difficilissimo», Sandro è «particolarmente contento perché ho sempre detto che Cacia era la nostra punta ideale».

Davide ci mette anche l'ironia: «Meno male che non è venuto Sforzini, se lui costa un mlione e mezzo di euro allora Cacia quanto vale? Almeno tre. Immenso». Helen e Manuel sono a Cambridge: «Grandissimo Cacia, ci manca tanto il nostro Hellas». L'analisi di Francesca tocca più punti: «Sono stati bravi tutti, concretezza e consapevolezza nei propri mezzi. Rafael e Cacia strepitosi». Paolo non sta nella pelle: «Spettacolari, in una sola parola. Jorginho dominatore assoluto della partita, le chiavi della squadra sono nelle sue tasche. Su Cacia non dico niente, ogni aggettivo sarebbe superfluo». Stefy dice una grande verità: «Finalmente anche noi abbiamo il bomber, ma un grazie va anche a Rafael. Davvero superbo». Scherza Emanuele, ma non troppo forse: «Non ricordavo più dove giornali e siti internet mettono la classifica dei marcatori. Con Ferrante, Da Silva e Morante non c'era motivo per cercarla.

Adesso però abbiamo l'attaccante che ci fa sognare. Cacia arriverà a 25 gol, la sua freddezza davanti la porta è impressionante». Michela parla «di progetto societario straordinario, non c'è un giocatore fuori posto o una zona del campo in cui non siamo ultracoperti». Giovanni si sposta su Martinho: «Uno da serie A, per quanto corre e per come sa essere disciplinato anche sotto pressione. Lui è l'emblema di questo Hellas, di certo la sorpresa più bella». Aldo ha ammirato soprattutto «la sostanza della difesa, la capacità di corsa di tutti, il movimento di Carrozza così come i recuperi di Laner».
A.D.P.

Tre gol per entrare nella «hall of fame»
CACIA GOLEADOR. Daniele ne ha firmati cinque in due sole partite
L'ultimo era stato Tiboni in C nel 2008 con il Legnano

26/09/2012
È entrato di diritto nella «hall of fame» dell'Hellas. La squadra giusta, la serata giusta, la sua partita perfetta. Cacia, Cacia, Cacia. Tre volte Daniele. Cinque gol in quattro partite. Una festa. E un diritto: essere iscritto nello speciale albo dei triplettisti gialloblù. Ieri Cacia, mutuando la tradizione britannica, si è preso sotto braccio il pallone della partita. Quando ne segni tre tutti di un colpo diventa di tua proprietà. E una legge non scritta che vige nel calcio. E allora riaffiorano alla memoria tanti ricordi. TRIPLO TIBONI. L'ultimo ad avere messo a segno una tripletta per il Verona era stato Christian Tiboni nella stagione 2008-'09. Campionato di serie C, il Legnano come avversario. La partita, giocata il 30 novembre 2008, si chiude 4-3 per l'Hellas.

E ad abbattere i lilla ci pensa proprio Tibogol. In principio? Senza spingersi alle origini del calcio, va ricordata quella realizzata da Niccola Ciccolo nel campionato di B 1962-'63: vittima la Triestina il 17 marzo 1963 finita 4-1. C'è anche Nico Penzo dalla stagione 1981-'82, sempre campionato cadetto. La partita di grazia si gioca 30 settembre '82 e vede il bomber gialloblù andare tre volte in rete contro il malcapitato Catania. Risultato finale 4-2 per il Verona di Osvaldo Bagnoli.

ANNI NOVANTA. Momento d'oro per le triplette. Poche soddisfazioni, ma i gol arrivano. Si parte da Davide Pellegrini che nella felice trasferta di Barletta, campionato di B 1990-'91 segna tre volte nel pirotecnico 5-1 finale. La storia si ripete nella stagione 1993-'94. Stavolta spunta il nome di Pippo Inzaghi. Giovane, imberbe, ma già abbonato al gol facile. Non a caso nella sua unica stagione scaligera riuscirà ad andare subito in doppia cifra. Comunque, la'sua partita lo vede assoluto protagonista contro il Pescara: ne segna tre ed entra di diritto nei cuori dei tifosi gialloblù. Chiude la carrellata dei triplettisti dei Novanta Pato Fermanelli. Inizia bene, anzi benissimo. L'attaccante, infatti, firma il debutto del Verona nella stagione 1994-'95 proprio con tre reti messe a segno contro il Cesena. Miglior inizio proprio non poteva esserci. Il presente, invece, dice Cacia. Già cinque reti per l'Hellas. Tanto per gradire una doppia ai non certo amati cugini del Vicenza. E questa tripletta al Varese, squadra che aveva eliminato dai playoff l'Hellas lo scorso giugno. Cacia, Cacia, Cacia. Fosse al Mundial lo chiamerebbero già Danielito. Meglio non esagerare.
Simone Antolini

Eccolo, l'Hellas show: Cacia superbomber, arrivederci Varese
Un gol nel primo tempo, due nella ripresa. L'attaccante esalta il Verona che manda tre messaggi alle pretendenti: «Gente, stiamo arrivando...»
26/09/2012
Varese. Sfatato anche il tabù dell'Ossola. L'Hellas di Mandorlini si prende una bella rivincita contro il Varese che l'aveva eliminato quattro mesi fa dai play off per la A e vince per la prima volta della storia in casa dei lombardi. Tris di Cacia e Verona che può esultare in casa di un'avversaria «antipatica», una società che aveva fatto di tutto per «pompare» la sfida con i gialloblù, un giocatore come Ebagua che sotto gli occhi dell'arbitro Baracani si concede il lusso di alzarsi dalla panchina per attaccar briga con Mandorlini, una tifoseria che offende dal primo all'ultimo minuto il mister scaligero e chiude la gara scandendo per almeno cinque minuti il coro vergognoso «Se saltelli, muore Mandorlini...» con bambini e belle signore che applaudono dalla tribuna. L'unica colpa del tecnico? Non sbagliare nemmeno una mossa. Ha gli uomini contati ma regala qualche sorpresa nella formazione titolare. Fuori Bacinovic manda Jorginho in cabina di regia con Laner da una parte e Hallfredsson dall'altra. Al centro della difesa la coppia di ferro Moras e Maietta, Cacciatore viene spostato a destra, sulla fascia sinistra va Martinho.

In avanti Cacia e Gomez, Carrozza ritrova una maglia da titolare proprio contro la sua ex squadra. Un lampo del Varese all'inizio della partita con Momentè che non inquadra la porta da due passi. Poi solo Hellas. Bella combinazione tra Jorginho e Gomez: girata al volo, rimpallo, Bressan anticipa Martinho a due passi dalla porta. Passano pochi minuti e il Verona si fa ancora pericoloso. Cacciatore tocca per Gomez che salta un uomo, entra in area e mette indietro per Hallfredsson: rigore in movimento che l'islandese manda fuori. Però il Varese è in difficoltà, Castori non ci capisce praticamente nulla. I suoi difensori devono rincorrere Cacia, Carrozza e soprattutto e non possono far altro che tirare calcioni a destra e manca. Finalmente Baracani mostra il giallo a Carrozzieri e il «granatiere maleducato» si placa. Ne approfitta l'Hellas che passa in vantaggio. Grande giocata di Laner, assist per Cacia che si presenta solo davanti a Bressan, tocco sotto e palla in rete. Siamo al 35': il Varese sembra un pugile alle corde e non vede l'ora di andare nello spogliatoio per ritrovare idee e forza. All'inizio della ripresa Castori toglie Kink e manda in campo Nadarevic, poi tocca a Ebagua prendere il posto di Eusepi. Un Varese a trazione anteriore ma la squadra biancorossa non ha fatto i conti con Cacia che inventa un gol da antologia. Gomez difende palla, serve il bomber gialloblù che da trenta metri si gira, vede Bressan fuori dai pali e fa partire un tiro di sinistro perfetto che s'infila sotto la traversa.

Grande entusiasmo tra i tifosi che hanno seguito la truppa di Mandorlini all'Ossola. Ma chi pensa che la partita sia già finita si sbaglia. Il Varese si getta all'arrembaggio. Al 20' Ebagua mette scompiglio nella difesa del Verona, chiama Rafael a una parata strepitosa, il portiere brasiliano respinge sui piedi di Nadarevic che batte a rete da due passi, Rafael si supera ancora una volta. Non è finita. Continua l'azione tambureggiante del Varese, ancora Ebagua protagonista con un colpo di testa su punizione di Zecchin ma il numero uno gialloblù regala un altro miracolo. I padroni di casa vanno all'assalto con la forza e la fantasia di Martinetti. L'Hellas soffre ma ha un grande attaccante come Daniele Cacia. Alla mezzora Martinho se ne va in contropiede, salta due giocatori, entra in area, assist per Cacia che salta Bressan ancora con un cucchiaio questa volta di destro. Una vera e propria lezione, l'Hellas è tornato a volare.
Luca Mantovani

FONTE: LArena.it


CALCIO
Varese - Verona 0-3
L'attesissimo match di Serie B si disputa dalle 20,45 all'ordine dell'arbitro Baracani. Ebagua e Nadarevic partono dalla panchina, per l'Hellas titolare Carrozza. Gol di Cacia al 36 p.t., al 14 e al 29 del s.t.
Si gioca dalle 20,45 a Masnago quella che probabilmente è la partita più attesa della stagione per i tifosi del Varese. I biancorossi di Castori ospitano infatti l'Hellas Verona dei tanti ex, dentro e fuori campo. La gara sarà diretta dall'arbitro toscano Baracani, uno dei quotati della categoria. Seguite il match con la diretta testuale di VareseNews.
49:00 VARESE-VERONA 0-3
Il Verona di Mandorlini espugna Varese e si porta a 12 punti in classifica. L'ultima sconfitta in casa del Varese risale ad aprile, quando perse 3-1 contro il Grosseto
48:00
Ammonito Corti del Varese
46:00
Bella conclusione di Zecchin deviata in angolo da Abbate
45:00
L'arbitro concede 4 minuti di recupero
40:00
Ammonito Fatic del Verona per gioco scorretto
38:00
Il Verona cambia Laner per Fatic
36:00
Il Verona cambia il top player Cacia con Bojinov
29:00 GOL DI CACIA - VARESE-VERONA 0-3
Cacia firma una tripletta. Brutto disimpegno di tacco di Corti che regala palla a Jorginho che s'invola sulla sinistra, inutilmente inseguito dal centrocampista biancorosso. Assist per Cacia al centro dell'area che tocca in rete senza problemi
27:00
Ancora Ebagua che conclude di poco fuori dopo un'azione personale
26:00
Nel Verona entra Abbate per Carrozza
24:00
Castori inserisce Martinetti per Eusepi
23:00
Varese pericoloso ancora con Ebagua che devia di testa un cross di Zecchin, para Rafael. I padroni di casa più pericolosi
21:00
Doppia occasione per il Varese: prima Ebagua si gira bene e batte a rete con Rafael che respinge e sulla successiva battuta a rete di Nadarevic si ripete
20:00
Il Varese non approfitta di un'uscita a vuoto di Rafael su croner di Zecchin
14:00 GOL DEL VERONA VARESE-VERONA 0-2
Gioiello di Cacia che con un pallonetto da trenta metri beffa Bressan leggermente fuori dai pali
11:00
Il nigeriano è in campo, da lui Castori si aspetta molto anche se non al meglio a causa di un infortunio
10:00
Si prepara a entrare Ebagua al posto di Momenté
7:00
Ammonito Nadarevic
6:00
Numero di Carrozzieri che di tacco intercetta un lancio millimetrico di Cacciatore per Cacia scattato sul limite del fuorigioco
4:00
Il Verona riprende a macinare gioco con i soliti Laner e Jorginho
2:00
A bordo campo si scalda Ebagua, il nigeriano puo' cambiare volto alla partita
1:st

Castori nel secondo tempo manda in campo Nadarevic per kink. L'estone non ha brillato nel primo tempo, il bosniaco sulla fascia garantisce più brio e quantità
49:00
L'arbitro prolunga il recupero per via del tempo perso. Ultima occasione per il Varese con Zecchin. Finitoil primo tempo. Coda polemica di Ebagua con Mandorlini, i due vengono tenuti separati da alcuni giocatori. Espulso anche Luca Sogliano
48:00
Ammonito Gomez per scorrettezze su Grillo
45:00
L'arbitro Baracani concede due minuti di recupero
41:00
Laner è l'arma in più di questo Verona: il centrocampista detta i tempi degli scaligeri ma soprattutto macina chilometri palla al piede e conserva lucidità nei passaggi
36:00 GOL DI CACIA VARESE-VERONA 0-1
Cacia in rete dopo aver ricevuto in profondità da Laner. L'attaccante gialloblu supera Bressan con un tocco di precisione
35:00
Bella palla recuperata da Kink che salta due giocatori sulla destra, crossa ma viene deciato in corner
33:00
carrozzieri prende in mano la difes adel Varese ma rischia qualcosa di troppo: già ammonito, solleva di peso Gomez Taleb reo di essere caduto con troppoa disinvoltura e subito dopo esce palla al piede dall'area e costringe al fallo Carrozza
31:00
Ancora Carrozza su punizione: l'ex biancorosso calcia a rientrare, Bressan blocca a terra con sicurezza
30:00
Ammonito Carrozzieri per gioco scorretto
29:00
Kink, in un eccesso di fiducia nei suoi mezzi, calcia da 40 metri, palla fuori
27:00
L'ex Carrozza fa vedere qualche numero dei suoi, numeri che i tifosi del Varese conoscono bene. Ma la difesa fa buona guardia
24:00
La squadra di Castori stenta dopo il buon inizio ha lasciato l'iniziativa agli scaligeri.
23:00
Varese subisce la manovra del Verona, Eusepi ripiega in difesa a dare manforte
15:00
Verona che insiste con palle alte per Cacia anticipato di un soffio. Un minuto dopo ci prova ancora il Verona con percussione di Gomez Taleb. Il Verona si fa vedere
11:00
Verona pericoloso con Cacia che su cross di Laner viene anticipato di un soffio da Bressan
10:00
Varese che domina a centrocampo con Kone e Corti, Verona che stenta a trovare la manovra
9:00
Varese ancora pericoloso: cross di Kone con Eusepi che stacca benissimo di testa anticipando il marcatore con la palla che sfila di poco a lato.
6:00
Prima occasione da gol per il Varese. Punizione di Kink che pesca Momenté che di testa alza sopra la traversa.
3:00
Il Verona cerca con insistenza Cacia, ma Carrozzieri fa buona guardia
1:00
Partita iniziata. Verona gestisce la palla, Il Varese si affida alle ripartenze di Kink e Zecchin
20:37 .
Qualche tifoso inveisce verso Fabrizio Cacciatore, uno degli ex di turno
20:35 .
Pubblico non delle grandi occasioni, anche se alcuni tifosi stanno ancora entrando. Poco fa ha piovuto, ora ha smesso
20:15 LE FORMAZIONI
Varese (4-4-2): Bressan; Pucino, Troest, Carrozzieri, Grillo; Zecchin, Corti, Kone, Kink; Eusepi, Momenté. All. Castori. A disp.: Bastianoni, Damonte, Martinetti, Fiamozzi, Rea, Ebagua, Nadarevic.
Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Maietta, Moras, Martinho; Laner, Jorginho, Hallfredsson; Carrozza, Cacia, Gomez. All. Mandorlini. A disp.: Berardi, Albertazzi, Ceccarelli, Abbate, Bacinovic, Fatic, Bojinov.
Arbitro: Baracani di Firenze (Chiocchi e Vicinanza).
19:57 ALTRA DI B
Un gol di Gonzales permette al Novara di battere 1-0 lo Spezia. Liguri in crisi
25/09/2012
A cura della redazione sportivasport@varesenews.it

FONTE: VareseNews.it


ALTRE NOTIZIE
Varese, Castori: "Pagato errori evidenti"
26.09.2012 00.17 di Tommaso Maschio
L'allenatore del Varese, Fabrizio Castori, dopo la dura sconfitta rimediata contro l'Hellas parla di amarezza per come sono arrivati i gol degli avversari: "Abbiamo pagato errori evidenti, che l'Hellas ha sfruttato nel migliore dei modi. Ci è mancata la brillantezza è questa è alla base dei nostri errori, ma non abbiamo giocato anche su ritmi troppo bassi per impensierire questo Verona e così abbiamo perso 3-0. Ora dobbiamo guardare avanti e ripartire, perché il campionato non è certo finito stasera".

SERIE B
LIVE TMW - DIRETTA SERIE B: Gare finite, prova di forza del Verona
DIRETTA SU TUTTOMERCATOWEB.COM. PREMI F5 PER AGGIORNARE LA DIRETTA!
25.09.2012 22.44 di Arturo Minervini
Questa la classifica alla luce dei risultati del sesto turno: Sassuolo 16; Livorno 13; Verona e Varese 12; Brescia 8; Bari, Padova, Ternana, Cittadella e Spezia 7; Vicenza, Modena, Lanciano, Ascoli, Pro Vercelli e Novara 6; Crotone 5; Cesena 4; Juve Stabia 3; Reggina 2; Empoli 1 e Grosseto 1.

Penalizzazioni: Varese -1, Crotone -2, Bari -7, Novara -4, Modena -2, Ascoli -1, Reggina -3, Padova -2, Empoli -1, Grosseto -6.

Questi i risultati della sesta giornata del campionato cadetto

Martedì ore 18.00

Novara -Spezia 1-0 (85' Gonzalez)

Martedì ore 20.45

Ascoli-Cesena 1-0 (Soncin)

Bari-Pro Vercelli 2-1 (Bellomo, Bellomo, Ranellucci)

Brescia-Modena 2-1 (Caracciolo, Gozzi, Rig. Caracciolo)

Grosseto-Juve Stabia 2-2 (Foglio, Gorzegno, Acosty, Lupoli)

Livorno-Cittadella 2-2(Rig. Dionisi, Siligardi, Rig. Di Roberto, Sosa)

Padova-Empoli 2-0 (Viviani, Viviani)

Reggina-Lanciano 0-1 (Mammarella)

Sassuolo-Vicenza 0-0

Ternana-Crotone 1-0 (Dianda)

Varese-Verona 0-3 (Cacia, Cacia, Cacia)

22.39 - Finite tutte la gare. Bloccate sul pari Sassuolo e Livorno. Grande prova di forza del Verona che asfalta il Varese a domicilio.

Bari-Pro Vercelli Clamorosa occasione per Tiribocchi! Il bomber della Pro Vercelli fallisce da pochi passi! Vince il Bari.
Sassuolo-Vicenza Finisce anche qui! Capolista bloccata sullo 0-0 dal Vicenza.

Livorno-Cittadella Finita! Il Livorno spreca un doppio vantaggio! Pari meritato per il Cittadella.

Reggina-Lanciano Palo per la Reggina! Gara stregata per i padroni di casa!

Sassuolo-Vicenza Resiste il Vicenza, nonostante il pressing del Sassuolo.

GOL DI LUPOLI! Grosseto-Juve Stabia 2-2 Errore del portiere Seculin, Lupoli approfitta e da due passi firma il pari per il Grosseto.

GOL DI DI SOSA! Livorno-Cittadella 2-2 Dormita generale della difesa del Livorno, che su azione d'angolo subisce il pari di Sosa!

GOL DI CACIA! Varese-Verona 0-3 Tripletta di Cacia! In contropiede il Verona non perdona!

GOL DI DI ROBERTO! Livorno-Cittadella 2-1 Dal dischetto Di Roberto riaccende le speranze del Cittadella!

GOL DI DIANDA! Ternana-Crotone 1-0 Dianda porta in vantaggio la Ternana con un bel destro al volo!

GOL DI RANELLUCCI! Bari-Pro Vercelli 2-1 Accorcia le distanze la Pro Vercelli con una rete di Ranellucci

Brescia-Modena Rigore per il Brescia per fallo di Gozzi su Caracciolo.

Ternana-Crotone Traversa Crotone! Gabbionetta vicino al gol!

GOL DI BELLOMO! Bari-Pro Vercelli 2-0 Bellomo! Anche per lui doppietta stupenda per il doppio vantaggio dei pugliesi!

Sassuolo-Vicenza Ora è un assedio dei padroni di casa che provano in tutti i modi a scardinare le resistenze del Vicenza.
GOL DI VIVIANI! Padova-Empoli 2-0 Ancora Viviani! Il prodotto del vivaio della Roma ancora a segno da fuori!

GOL DI CARACCIOLO!Brescia-Modena 2-1 Non sbaglia dal dischetto Caracciolo! Rondinelle nuovamente in vantaggio!

GOL DI CACIA! Varese-Verona 0-2 Grandissimo gol di Cacia dalla distanza! Raddoppio del Verona!

GOL DI ACOSTY! Grosseto-Juve Stabia 1-2 Ribalta il risultato la Juve Stabia che passa in vantaggio su un letale contropiede finalizzato da Acosty.

GOL DI GOZZI! Brescia-Modena 1-1 In mischia Gozzi firma il pari per il Modena.

GOL DI SONCIN! Ascoli-Cesena 1-0 Vantaggio Ascoli! A segno Soncin.

Reggina-Lanciano Ancora ospiti pericolosi: Reggina in grossa difficoltà.

GOL DI SILIGARDI! Livorno-Cittadella 2-0 Pasticcio della difesa ospite, ne approfitta Siligardi che firma il raddoppio per il Livorno!

GOL DI CARACCIOLO!Brescia-Modena 1-0Di testa Caracciolo regala il vantaggio ai suoi!

Reggina-Lanciano Padroni vicini al pari: tiro di Rizzo deviato scheggia la traversa e si spegne sul fondo.

Livorno-Cittadella Ospiti alla ricerca del pareggio. Livorno in difficoltà.

Sassuolo-Vicenza Sassuolo contratto, in questo avvio di ripresa il Vicenza sembra più intraprendente.

21.45 - Iniziano i secondi tempi

Ecco i risultati parziali dopo i primi 45' di gioco:

Ascoli-Cesena 0-0

Bari-Pro Vercelli 1-0 (Bellomo)

Brescia-Modena 0-0

Grosseto-Juve Stabia 1-1 (Foglio, Gorzegno)

Livorno-Cittadella 1-0 (Rig. Dionisi)

Padova-Empoli 1-0 (Viviani)

Reggina-Lanciano 0-1 (Mammarella)

Sassuolo-Vicenza 0-0

Ternana-Crotone 0-0

Varese-Verona 0-1 (Cacia)

21.33 - Primi tempi finiti

Varese-Verona Ultimo brivido dei primi tempi per il Varese, vicino al pareggio su una mischia d'azione d'angolo.

Ascoli-Cesena Ancora Feczesin per l'Ascoli prova il destro. Troppo debole.

Ternana-Crotone Ciano per il Crotone ci prova su punizione. Niente da fare anche in questo caso.

Grosseto-Juve Stabia Traversa Juve Stabia! Erpen vicino al gol.

GOL DI VIVIANI!!! Padova-Empoli 1-0 Gran gol di Viviano che direttamente su punizione porta il Padova in vantaggio.

GOL DI GORZEGNO! Grosseto-Juve Stabia 1-1 Pareggio delle Vespe! A segno Gorzegno

Reggina-Lanciano Rigore per i padroni di casa: Ceravolo si fa parare la conclusione.

GOL DI CACIA!!!Varese-Verona 0-1 Ospiti avanti con un tocco morbido di Cacia!

Ternana-Crotone Assolo del Crotone! Questa volta è Calill a sfiorare il gol

Sassuolo-Vicenza Palo per i padroni di casa direttamente su calcio di punizione! Buon momento per i padroni di casa.

Bari-Pro Vercelli Rete annullata ai pugliese per offside di Iunco.

Varese-Verona Bella punizione di Carrozza per il Verona. Bressan è bravo e blocca.

Ternana-Crotone Ancora Crotone pericoloso! Questa volta ci prova Gabbionetta. Si salva la Ternana.

Grosseto-Juve Stabia Ospiti vicino al pari! Errore clamoroso di Caserta da distanza ravvicinata.

Sassuolo-Vicenza Ci prova la capolista con un colpo di testa di Missiroli. Imprecisa la sua conclusione.

Ternana-Crotone Ci provano gli ospito con una punizione di Maiello. Conclusione da dimenticare.

Varese-Verona Poche le emozioni da Varese, squadre bloccate dall'importanza del match.

GOL DI DIONISI! Livorno-Cittadella 1-0 Dal dischetto Paulinho porta in vantaggio i padroni di casa.

GOL DI MAMMARELLA! Reggina-Lanciano 0-1 Gran conclusione da fuori di Mammarella! Ospiti in vantaggio!

Padova-Empoli Padroni di casa vicini al vantaggio: colpo di testa di Ze Eduardo di poco a lato.

Livorno-Cittadella Gli ospiti si fanno vedere in attacco su un'azione pericolosa da calcio d'angolo. Si salva il Livorno.

GOL DI FOGLIO! Grosseto-Juve Stabia 1-0 Rete di Foglio! Padroni di casa in vantaggio.

Ascoli-Cesena Prima occasione per i padroni di casa. Troppo debole però il destro di Feczesin.

GOL DI BELLOMO! Bari-Pro Vercelli 1-0 Bari avanti! Gran destro da fuori di Bellomo che porta i suoi in vantaggio!

Varese-Verona Si fa vedere in avanti il Varese che ci prova con un colpo di testa di Momentè.

Ternana-Crotone Ci prova Di Deo su punizione per la Ternana. Solo barriera per lui.

Reggina-Lanciano Padroni di casa vicino al vantaggio. Leali salva il Lanciano.

Livorno-Cittadella Parte subito in avanti la squadra di Nicola, che prova a farsi pericolosa su calcio d'angolo. Niente di fatto.

20.45 - Iniziano le gare sui vari campi!

20.38 - Tanta l'attesa sul Sassuolo capolista che ospiterà il Vicenza. Fino ad ora cinque vittorie in cinque gare per la squadra di Eusebio Di Francesco.

20.33 - Nell'anticipo delle ore 18, importantissima vittoria del Novara, che con una rete all'85' di Gonzalez ha battuto lo Spezia. Per la squadra ligure si tratta della terza sconfitta consecutiva.

20.28 - La redazione di Tuttomercatoweb.com vi dà il benvenuto alla Diretta Serie B.

Questo il programma delle gare del sesto turno del campionato cadetto:

Ecco il programma della sesta giornata del campionato cadetto (RISULTATI IN AGGIORNAMENTO)

Martedì ore 18.00

Novara -Spezia 1-0 (85' Gonzalez) Finale

Martedì ore 20.45

Ascoli-Cesena 1-0 (Soncin)

Bari-Pro Vercelli 2-1 (Bellomo, Bellomo, Ranellucci)

Brescia-Modena 2-1 (Caracciolo, Gozzi, Rig. Caracciolo)

Grosseto-Juve Stabia 1-2 (Foglio, Gorzegno, Acosty)

Livorno-Cittadella 2-2(Rig. Dionisi, Siligardi, Rig. Di Roberto, Sosa)

Padova-Empoli 2-0 (Viviani, Viviani)

Reggina-Lanciano 0-1 (Mammarella)

Sassuolo-Vicenza 0-0

Ternana-Crotone 1-0 (Dianda)

Varese-Verona 0-3 (Cacia, Cacia, Cacia)

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


LE INTERVISTE
Varese, Martinetti: "Pagata la fatica di sabato"
26.09.2012 18:15 di Federico Errante
Fonte: calciomercato.com
L'attaccante del Varese, Daniele Martinetti: 'Abbiamo forse pagato la partita di sabato che è stata molto difficile. Loro, a parte gli spunti di Cacia che è un grande giocatore, non hanno fatto molto più di noi. Il Verona è una squadra molto forte, come tutte quelle di Mandorlini, che ho avuto a Sassuolo. Cacia è stato molto bravo a sfruttare i nostri errori. Noi non abbiamo giocato molto peggio di loro, ma è andata così. Con l'ingresso di Ebagua abbiamo giocato molto meglio, ma poi il loro portiere ha parato di tutto e loro hanno fatto il terzo gol. Non era facile oggi, ma ora dobbiamo ripartire'.

VARESE
Varese, Ebagua: " Sogno la serie A con questa maglia"
26.09.2012 17:21 di Cristiana Serangeli articolo letto 53 volte
Fonte: VareseSport.com
Giulio Ebagua classe 1986, é nato a Benin City in Nigeria il 6 giugno, ed é alla sua terza stagione con il Varese. Ha vestito la maglia biancorossa tra il 2009 e il 2011 totalizzando 55 presenze e realizzando 24 reti. Con i suoi gol ha contribuito in maniera importante al ritorno del Varese in serie B dopo 25 anni nella sua prima annata ai piedi del Sacro Monte.

C’é stato un po’ di tira e molla, questa estate. Pensi che questo abbia alimentato i dissapori con i tifosi?
“Non lo so. Comunque non parliamo piú di dissapori. Quello che stato é stato, giusto? Si dice cosi? Io non condanno nessuno per quello che é successo, penso solo al bene del Varese e sono sicuro che tutti i tifosi la pensano cosi. Siamo tutti sulla stessa barca, dobbiamo remare tutti nella stessa direzione per cercare di raggiungere, anche quest’anno, un traguardo importante”.
Hai parlato di traguardo importante, chi ben comincia é a metá dell’opera: oltre alla brutta sconfitta con il Verona di ieri, nelle prime cinque partite ci sono state quattro vittorie ed un pareggio…
“Diciamo di si, abbiamo iniziato decisamente bene. Stanno arrivando i risultati ma, cosa piú importante, stanno arrivando anche le prestazioni. Abbiamo dimostrato sempre di meritare la vittoria che, anche se contro Lanciano e Modena é arrivata in extremis, ha dimostrato il carattere della nostra squadra, una squadra che non molla mai. Ieri con il Verona purtroppo non è andata benissimo; i gialloblu sono una squadra fortissima, ed è facile pagare caro gli errori in queste circostanze. Comunque direi risultato bugiardo”.
Anche Ebagua ha iniziato decisamente bene: tre partite e tre gol…
“É normale che un attaccante sia felice di una vittoria se fa gol e in tal senso le mie tre partite sono state molto felici. Ti posso assicuare, peró, che é fondamentale il risultato finale della partita non importa chi segna, basta che si vinca”.
Facciamo un passo indietro, quella appena conclusa é stata un’annata difficile per te…
“Difficile a livello lavorativo. A Torino ho avuto difficoltà sul sistema di allenamento, non mi sono trovato bene con il mister da subito e cosi a gennaio ho chiesto di cambiare aria. A Catania all’inizio ho fatto un pó di fatica ad ambientarmi peró poi mi sono trovato bene. Anche se non da protagonista ho vissuto sei mesi in serie A e vi posso garantire che é veramente un altro mondo. Un’esperienza che mi ha cresciuto a livello professionale ma anche dal punto di vista umano”.
Ventisei anni giá compiuti, una discreta carriera alle spalle ed una di fronte ancora da scrivere: hai ancora un sogno nel casetto?
“Certo, non bisogna mai smettere di sognare. Spero di riuscire a tornare in serie A, a giocare in maniera continuitiva e di arrivare in doppia cifra con i gol. Tutto questo passo, passo come è sempre stato per me. Se poi vogliamo proprio sognare, mettiamoci pure la maglia del Varese in tutto questo”.
Cosa si aspetta Ebagua per questa stagione?
“Ho sempre chiaro in testa quello che voglio. Ovviamente il mio obiettivo, come quello di ogni attaccante, é quello di andare in doppia cifra. Anche se ti confesso che per i nostri propositi questa doppia cifra deve essere sostenuta”.
Neto, l’idolo dei tifosi, é un giocatore fondamentale per il Varese?
“Neto, prima di tutto, é una persona splendida. Come giocatore é determinante ed é un vincente. Peró, senza nulla togliergli, é il gruppo la vera forza del Varese. Noi possiamo prescindere da chiunque, da Neto, da Zecco, da Ebagua, chi gioca é determinate per il bene della squadra”.
Tornando al campionato, quali sono le tue favorite?
“Del Verona abbiamo gia parlato, squadra importante, piazza importante, ambizioni importanti. Vedo bene lo Spezia che ha una squadra di rango con l’entusiasmo di chi ha appena vinto un campionato e ha ancora tanta fame. Il Livorno sta facendo bene, é una squadra che da anni cerca di tornare in A anche se poi incontra difficoltá, potrebbe essere la stagione buona per i toscani. E poi ci metterei il Sassuolo, una squadra senza storia ma che ha nel presidente potenzialitá da grande. Ogni anno allestiscono un gruppo per far bene e anche quest’anno hanno una rosa di prim’ordine “.
E il Varese?
“Il Varese é il Varese e fa storia a se… Ma che storia… Ragazzi!”.
Un saluto per i tifosi biancorossi…
“Piú che un saluto una preghiera: state i vicino, venite allo stadio sempre piú numerosi, fateci sentire il vostro calore come nelle ultime stagioni. Insieme possiamo ‘sognare’ in grande!”.

HELLAS VERONA
Hellas Verona, Mandorlini: "Vincere così non è mai facile"
26.09.2012 09:10 di Federico Errante
Fonte: calciomercato.com
L'allenatore del Verona, Andrea Mandorlini: 'Partite facili non ne esistono mai, siamo stati abbastanza bravi nel possesso palla soprattutto in mezzo al campo. Siamo andati in vantaggio sfruttando gli spazi, anche se abbiamo perso un po' troppo il campo. Siamo però molto contenti per aver battuto un Varese che non so da quanto non perdeva in casa. Vincere così non è mai facile e non ci sono rancori per la passata stagione, perché non è colpa del Varese se non abbiamo vinto allora. Non so cosa abbia detto Castori, ma so ciò che ha detto Juanito. Lui mi ha detto di non aver fatto nulla, per questo credo che il giallo sia già più che sufficiente. Noi siamo una squadra che deve lavorare, vincere sarà una conseguenza, ma non possiamo dare nulla per scontato. Con Ebagua nessun problema, magari anche in questo caso la tensione, unita ad alcuni fraintendimenti, ha portato a un episodio che è nato e morto lì. Alla fine della partita infatti ci siamo subito riappacificati ed è tutto come prima'.

PRIMO PIANO
Varese, Ebagua: "Mandorlini? Fare arrogante. Poi però..."
26.09.2012 12:13 di Federico Errante
Fonte: calciomercato.com
L'attaccante del Varese, Osarimen Ebagua: 'Ho un problema alla caviglia, al flessore, ma sto bene. Noi siamo una grande squadra, loro sono una corazzata ma l'abbiamo affrontata bene, abbiamo pagato su errori individuali. Senza quegli errori dubito che il risultato sarebbe stato questo. Ma ci sarà un motivo se quei giocatori giochino al Verona: non possiamo sbagliare così. Lo dico ora e lo dirò sempre, non ci sono tre gol di differenza tra noi e il Verona, lo posso giurare col sangue. Il loro portiere ha salvato il risultato perché se quei due tiri fossero entrati ora staremmo parlando di un'altra partita. Dal 3-0 in poi la partita è finita. Con Mandorlini ho discusso per il caso di Juanito, perché andava buttato fuori. L'arbitro ha sbagliato, ma resta un grande direttore di gara: Mandorlini ha avuto da ridire col suo fare arrogante, e io gli ho solo detto di portare rispetto. Poi alla fine la partita finisce, e così le critiche o i battibecchi'.

PRIMO PIANO
Serie Bwin, 6^giornata - Varese-Hellas Verona 0-3, Cacia è infermabile: tripletta da urlo all'Ossola
25.09.2012 22:53 di Marco Fornaro
Il Verona reagisce d'orgoglio e stende il Varese in quello che sino a qualche ora fa era il suo fortino d'inizio stagione. Al Franco Ossola si scatena Daniele Cacia, autore di una tripletta che regala tre punti preziosissimi agli scaligeri, che tornano a calcare le zone alte della classifica di Serie Bwin. Dopo un primo tempo di amministrazione, l'ex Padova insacca a tu per tu con Bressan, beffato nuovamente al 60' con un gol meraviglioso dai 25 metri. Rafael, poi, è chiamato al miracolo per tre volte e nel momento migliore dei padroni di casa ci pensa ancora il mattatore della sfida, lanciato da Martinho, a chiudere i giochi.

PRIMO PIANO
Serie Bwin, 6^giornata - Tris del Verona, vittorie interne per Ascoli, Bari, Brescia e Padova. Pari a Grosseto e Livorno, al "Braglia" reti bianche. Colpo esterno del Lanciano
25.09.2012 20:41 di Christian Schipani
La Serie Bwin va di scena sotto i riflettori nel turno infrasettimanale. Di seguito l'aggiornamento in tempo reale della sesta giornata di campionato cadetto. Seguila con noi!

Ascoli - Cesena 1-0 (9'st Soncin)

Bari - Pro Vercelli 2-1 (7'pt e 21'st Bellomo (B), 28'st Appelt (PV))

Brescia - Modena 2-1 (6'st e 28'st (rig) Caracciolo (B), 13'st Gozzi (M))

Grosseto - Juve Stabia 2-2 (10'pt Foglio, 39'st Lupoli (G), 36'pt Gorzegno, 15'st Acosty (JS)

Livorno - Cittadella 2-2 (17'pt Dionisi (rig.), 8'st Siligardi (L), 29'st Vitofrancesco (rig.), 34'st Sosa (C))

Padova - Empoli 2-0 (39'pt e 17'st Viviani)

Reggina - Lanciano 0-1 (13'pt Mammarella)

Sassuolo - Vicenza 0-0

Ternana - Crotone 1-0 (32'st Dianda)

Varese - Verona 0-3 (35'pt, 13 e 33'st Cacia)

ore 18
Novara - Spezia 1-0 (40'st Gonzalez)

FONTE: TuttoB.com


martedì, settembre 25th, 2012 | Posted by Marco Macca
Varese-Verona 0-3: spettacolo Cacia a Varese, i gialloblu fanno festa bel big match!!
94' – FINISCE QUI. GRANDISSIMA VITTORIA DEL VERONA GRAZIE SOPRATTUTTO A UNO STRATOSFERICO CACIA!! AL FRANCO OSSOLA IL VERONA SI IMPONE PER 3-0 E SI PORTA PIU’ IN CLASSIFICA!
90' – Quattro minuti di recupero;
89' – Mentre si è completato il valzer dei cambi, il Verona fa accademia a Varese e controlla agevolmente il match;
80' – Abbandona il campo il grande dominatore del match: esce infatti Cacia, entra al suo posto Bojinov;
74' – ANCORA CACIA!!!!! TRIPLETTA FANTASTICA!!!! MARTINHO RUBA PALLA A CENTROCAMPO E SERVE L’ATTACCANTE CHE CON UN ALTRO PREGEVOLE SCAVINO TRAFIGGE BRESSAN!!!!
71' – Mandorlini si copre, visto il momento difficile: fuori Carrozza, dentro Abbate;
70' – Nel varese dentro Martinetti al posto di Eusepi;
69' – Ancora Rafael su Ebagua a botta sicura sulla punizione di Zecchin!!
67' – Miracolo di Rafael sul tiro di Ebagua e sulla respinta di Zecchin!!
64' – Sul corner in favore del Varese Rafael manca l’uscita ma, per fortuna degli scaligeri, non c’è nessun giocatore biancorosso pronto a intervenire;
59' – GRANDE RADDOPPIO DI CACIA!!!! GOMEZ SERVE L’ATTACCANTE CHE STOPPA E DAI 25 METRI TIRA CON UNA PARABOLA CHE NON LASCIA SCAMPO A BRESSAN!!! 0-2 PER IL VERONA!!!
55' – Nel Varese è il momento di Ebagua che subentra a Momente’;
52' – Ammonito Nadarevic. Partita che si sta leggermente incattivendo;
49' – Riprende forte l’Hellas con Gomez che prova da fuori, palla deviata in corner;
46' – Intanto a bordo campo si scalda anche Ebagua;
RIPARTITI! Cambio nel Varese: Kink lascia il posto a Nadarevic;

INTEVALLO. IL VERONA CHIUDE IN VANTAGGIO GRAZIE AL GOL DI CACIA.
47' – Ammonito Gomez nel Verona per fallo di reazione su Grillo;
45' – Due minuti di recupero, poi sarà intervallo;
41' – Ancora Verona e ancora Cacia che si destreggia bene in mezzo ai difensori avversari e lascia partire un destrom che finisce però alto sopra la traversa;
36' – GOL DEL VERONA!!!!!! GOMEZ SERVE IN VELOCITA’ CACIA CHE DAVANTI A BRESSAN NON SBAGLIA, PUNENDO IL PORTIERE CON UN PALLONETTO DELIZIOSO!!!! 0-1 PER GLI SCALIGERI A VARESE!!!
31' – Ammonizione per Carrozzieri per fallo fuori area: sulla punizione che ne consegue, Carrozza prova a sorprendere sul suo palo Bressan che però è reattivo e blocca;
29' – Ci prova Kink dalla distanza, ma la palla si spegne larga a fondo campo;
24' – Buona azione in velocità del Verona con Cacciatore che se ne va sulla destra e crossa per Cacia, il quale però non impatta per un soffio;
21' – Il Verona prova a sfondare sulla fasce con sovrapposizioni e giocate in verticale, ma il Varese chiude benissimo e non lascia spazi;
16' – Ritmi leggermente rallentati ora. Il Varese sembra aver preso le misure con buon pressing e grande compattezza;
11' – Gomez serve bene Cacia che però viene anticipato all’ultimo da Bressan. Bella partita in questi primi minuti;
9' – Ancora Varese: cross di Kone’, Eusepi prova a intervenire di testa e palla a lato di pochissimo;
6' – Occasione Varese! Dormati della difesa veronese che sulla ounizione di Zecchin si perde Momente’ che, però, impatta male il pallone;
4' – Avvio di targa gialloblu: Verona all’attacco e Varese che si copre compatto;
PARTITI!! Vare e Verona danno inizio al big match della sesta di B!!

Ecco le formazioni ufficiali:
Varese (4-4-2): 1 Bressan; 2 Pucino, 30 Carrozzieri, 25 Troest, 16 Grillo; 24 Zecchin, 8 Corti, 29 Kone, 15 Kink; 28 Eusepi, 20 Momentè.
A disposizione: 22 Bastianoni, 5 Damonte, 9 Martinetti, 13 Fiamozzi, 19 Rea, 21 Ebagua, 23 Nadarevic.
Allenatore: Fabrizio Castori.
Hellas Verona (4-3-3): 1 Rafael; 29 Cacciatore, 18 Moras, 20 Maietta, 6 Martinho; 19 Jorginho, 4 Laner, 10 Hallfreddsson; 21 Gomez Taleb, 8 Cacia, 17 Carrozza.
A disposizione: 33 Berardi, 3 Albertazzi, 5 Ceccarelli, 13 Abbate, 24 Bacinovic, 26 Fatic, 30 Bojinov.
Allenatore: Andrea Mandorlini.

FONTE: SerieBNews.com


Cacia: "Una serata indimenticabile"
Postata il 26/09/2012 alle ore 10:14
L'attacante gialloblù: "Il mio secondo gol frutto di istinto e coraggio, in quel momento me la sentivo e ho calciato, ma questa tripletta è merito di tutta la squadra che mi ha messo in condizione di fare bene"
VARESE - Ecco le dichiarazioni di Daniele Cacia dopo la tripletta messa a segno allo stadio Ossola di Varese: "Sono davvero molto contento, soprattutto per la prestazione della squadra che ha dimostrato di esserci e di poter fare molto bene. Grande merito per i miei gol va a tutti perchè mi hanno messo in condizione di esprimermi al meglio, più passa il tempo più i meccanismi vengono perfezionati. Oggi abbiamo sofferto solo per dieci minuti, su un campo ostico, quando eravamo già sul 2 a 0 e qui i miei complimenti vanno a Rafael che con tre interventi fantastici ci ha evitato inutili sofferenze nel finale di gara. I gol? Tutti e tre belli, ma la cosa più importante è che siano stati utili, il pallone però me lo porto a casa. Adesso il Bari? Si bisogna dare continuità anche in casa dove gli avversari tendono a rimanere molto più chiusi senza lasciarci la possibilità di esprimerci al meglio, ma sono fiducioso per il proseguo del campionato perchè siamo forti in tutti reparti, anche in panchina e a livello societario".
Ufficio Stampa

Carrozza: "Non poteva esserci esordio migliore"
Postata il 26/09/2012 alle ore 11:24
L'esterno gialloblù dopo la partita di Varese: "Sono contento perchè dopo un mese che non gioco era davvero dura rientrare, ma con il passare dei minuti ho ritrovato passo e condizione"
VARESE - Ecco le diachiarazioni di Alessandro Carrozza dopo la bella vittoria di Varese: "Abbiamo ottenuto un risultato davvero importante contro i mie ex compagni, perchè vincere qui è sempre difficile e farlo con questo punteggio è la dimostrazione che abbiamo fatto una prestazione notevole, siamo felici e consapevoli della nostra forza. Il mio esordio? Sono contento di essere tornato e di averlo fatto in una partita così bella e intensa, anche se i primi minuti sono stati davvero difficili per me. Non sono ancora al cento per cento, ma conto di migliorare allenandomi sempre al massimo e facendomi trovare pronto quando vengo chiamato in causa. Mi sto godendo questi momenti ma la mia testa è già al Bari un'altra sfida molto difficile".
Ufficio Stampa

Mandorlini: "Il 3-0? La miglior risposta alle critiche"
Postata il 26/09/2012 alle ore 02:31
L'allenatore gialloblù dopo il successo sul Varese: "Non è mai facile vincere qui, per quello siamo ancora più contenti. Cacia e Rafael i migliori? Tutta la squadra è stata grande"
VARESE - Ecco le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Andrea Mandorlini dopo la vittoria per 3-0 contro il Varese: "Una bellissima partita. Volevamo questo risultato e Cacia ha dimostrato di essere importante per noi. Siamo contenti, vincere qua non è facile. Non c'è stata rivalsa per il playoff dell'anno scorso, quella non fu colpa del Varese. Questo è un campo difficilissimo, vincere qua non è mai facile e per questo ci rende ancora più contenti. Gomez? So quello che mi ha detto lui, non mi interessa ciò che dice Castori. La verità la sanno solo Gomez e Grillo, io mi fido di quello che dice il mio giocatore. Se ci fosse stata una testata, l'arbitro avrebbe preso una decisione diversa. Invece non l'ha fatto, quindi forse non c'è stata nessuna testata. Abbiamo fatto fatica, ma è una bella vittoria. La squadra ha voluto vincere, ci davano tutti in crisi e questa è stata la risposta migliore. Rafael? E' un grande ragazzo ed è stato fantastico. Un punto di riferimento grande, ma ripeto che siamo stati tutti bravi. Un caso con Ebagua? Solo un po' di tensione a fine primo tempo, ma finisce lì, perché poi ci siamo riappacificati".
Ufficio Stampa

Un super Cacia stende il Varese
Postata il 25/09/2012 alle ore 20:15
Tre gol dell'attaccante regalano il secondo successo in trasferta. Ottima la prova dei gialloblù, in evidenza anche un grande Rafael che sul 2-0 salva due volte la porta
VARESE - L'Hellas Verona parte bene fin da subito mettendo il Varese in difficoltà. A dieci minuti dalla fine del primo tempo Laner pesca Cacia centralmente, la punta brucia i centrali biancorossi e insacca con un tocco morbido, squadre negli spogliatoi con L'Hellas Verona in vantaggio. Il secondo tempo inizia con un Varese deciso a recuperare ma il bomber gialloblù spegne le velleità dei padroni di casa e con un tiro dai 40 metri supera Bressan. Nonostante il doppio svantaggio è il momento migliore per i lombardi e solo un decisivo Rafael mantiene le distanze. Il ritmo cala e complice un errore a centrocampo Martinho si invola e in area, serve Cacia che mette a segno la sua tripletta personale. Partita chiusa e Hellas Verona che raggiunge il Varese a 12 in classifica.
Ufficio Stampa

Varese-Hellas Verona: la diretta web
Postata il 25/09/2012 alle ore 20:15
VARESE - Segui la partita in tempo reale. Tabellini, ammoniti, azioni e gol aggiornati minuto per minuto su hellasverona.it.

VARESE-HELLAS VERONA 0-3
MARCATORI: 36' pt, 13' st e 29' st Cacia.

Primo Tempo
6' Momentè spedisce alto di testa un cross dai trenti metri
9' Eusepi sempre di testa sfiora il palo alla sinistra di Rafael
11' Acrobazia in area di Gomez Taleb la palla deviata finisce tra le braccia di Bressan
16' Laner colpisce da posizione favorevole sugli sviluppi di un corner, ma la coordinazione precaria fa finire la sfera alta
17' Laner recupera, Gomez Taleb mette al centro e Hallfredsson calcia alto
30' Carrozza su calcio da fermo supera la barriera, ma Bressan para a terra
36' GOL Su un errore di posizionamento della difesa varesina, Cacia viene servito sulla corsa da Laner e a tu per tu con il portiere lo beffa con uno scavino
41' Ancora Cacia che calcia molto bene dai trenta metri, palla alta

Secondo tempo
5' Tiro dai 35 metri di Momentè, nessun pericolo per la porta gialloblù
13' GOL Pazzesco Cacia, da 40 metri mette la palla sotto la traversa
21' Doppio miracolo di Rafael prima su Ebagua poi su Nadarevic
24' Ancora il portiere gialloblù che vola sul colpo di testa di Ebagua
27' Ancora l'attaccante nigeriano del Varese che calcia largo dopo un'azione personale
29' GOL Martinho ruba palla a centrocampo si invola e davanti a Bressan serve Cacia che non sbaglia
39' Bella azione di Bojinov, si gira in area ma la sua conclusione viene deviata in angolo
41' Pucino colpisce dentro l'area del Verona, palla altissima

Varese (4-4-2): Bressan; Pucino, Carrozzieri, Troest, Grillo; Kink (dal 1' st Nadarevic), Corti, Kone, Zecchin; Momentè (dal 10' st Ebagua), Eusepi (dal 24' st Martinetti)
A disposizione: Bastianoni, Damonte, Fiamozzi, Rea.
Allenatore: Castori.

Hellas Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Martinho; Jorginho, Laner (dal 38' st Fatic), Hallfreddsson; Gomez Taleb, Cacia (dal 35' st Bojinov), Carrozza (dal 25' st Abbate).
A disposizione: Berardi, Albertazzi, Ceccarelli, Bacinovic.
Allenatore: Mandorlini.

Arbitro: Baracani di Firenze.
Assistenti: Chiocchi-Vicinanza.
Note. Ammoniti: Carrozzieri, Gomez Taleb, Nadarevic, Fatic.

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]
CALCIO&LIBRI: Ecco l'eredità calcistica di Agostino DI BARTOLOMEI sul 'Manuale del Calcio' scritto dal fortissimo centrocampista della 'maGGica' per il figlio Luca...
CALCIO CROAZIA: Difensore della DINAMO ZAGABRIA beve una birra sul bus che lo porta alla gara, multa di 100mila Euro!
SERIE A: Dopo le polemiche (non ancora sopite) tra MARCHIONNE-ELKANN e DELLA VALLE si gioca FIORENTINA-JUVE che finisce a reti bianche... Mister FERRARA si sente danneggiato da ZEMAN...
CALCIO BRASILE: RONALDO raggiunge i 118 Kg! Per dimagrire parteciperà ad un reality. Gli anni passano ma la classe rimane, anche in Brasile nella terra dei piedi fatati SEEDORF si fa apprezzare...
VITA DA EX: INZAGHI erede di ANCELOTTI! Lo dice lo stesso Carletto da Parigi...

FERRARA A ZEMAN: "MI HA DANNEGGIATO". IL BOEMO LO SNOBBA: "NON SONO FATTI MIEI"
Martedì 25 Settembre 2012 - 16:00
ROMA- La sfida tra Roma e Sampdoria si traduce in uno scontro tra Zeman e Ferrara, una diatriba che va avanti ormai da anni. «È la prima volta che affronto Zeman come tecnico», ha dichiarato Ciro Ferrara parlando delle polemiche tra il tecnico della Roma, la Juve e gli ex giocatori della squadra, «ma non ho rivalse nei suoi confronti. In passato alcune dichiarazioni hanno leso l'immagine non solo del sottoscritto ma di una società importante. Non posso accettare niente del genere per me nè per la Juve».

ZEMAN: TRIBUNALI SE NE SONO OCCUPATI «La polemica con Ferrara? Io non devo chiudere niente, sono i tribunali che per 10 anni si sono occupati di quei problemi. Non sono fatti miei. Basta? Avanza...». Zdenek Zeman, allenatore della Roma, commenta così le dichiarazioni odierne di Ciro Ferrara. L'allenatore della Sampdoria ha detto che il tecnico boemo, con le sue esternazioni su farmacie e uffici finanziari nel 1998, ha leso l'immagine di Ferrara calciatore e della Juventus. «Se domani gli stringerò la mano? Io saluto tutti» conclude Zeman.

'MANUALE DEL CALCIO', L'EREDITÀ CALCISTICA DI DI BARTOLOMEI -FOTO
Martedì 25 Settembre 2012 - 15:08
ROMA- "Il manuale del calcio" è l'eredità calcistica di Agostino di Bartolomei, capitano del secondo scudetto giallorosso, amato da un’intera generazione di tifosi che nel 1994 si è tolto la vita con un colpo di pistola alla testa, nell’anniversario della finale persa della Coppa dei Campioni.
Il libro, edito da Fandango Libri, fu scritto per il figlio, Luca, e nasceva con l'intento di descrivere il calcio per quella che dovrebbe essere la vera essenza: un gioco pulito e rispettoso dell'etica e delle regole.
«Il calcio è uno sport collettivo che oppone due squadre di 11 giocatori una contro l’altra, si svolge in due tempi di 45 minuti l’uno e con molta semplicità si può giocare dovunque; in piazza, in strada, su un prato, basta avere quattro sassi per fare due porte e un pallone ben gonfio». Queste sono state le parole dell'ex giocatore che nel manuale ripercorreva la storia del calcio fino ad arrivare a spiegare ruoli e tecniche di allenamento.
L'opera comprende anche una serie di illustrazioni come le immagini dei bozzetti originali degli schemi di gioco, i materiali di allenamento con gli esercizi quotidiani, i disegni delle traiettorie dei calci d’angolo e dei rigori.

BEVE UNA BIRRA SUL BUS PER LA PARTITA: DIFENSORE CROATO MULTATO DI 100.000 €
Martedì 25 Settembre 2012 - 17:16
ZAGABRIA - «È stata la birra più cara mai presa da Vida», ha commentato il giornale "Jutarnji List" raccontando l'episodio di cui è stato protagonista Domagoj Vida, difensore della Dinamo Zagabria. Il giocatore è stato condannato dal club campione di Croazia a pagare un'ammenda di 100mila euro per aver aperto una lattina di birra sul pullman che portava la squadra in trasferta.
L'allenatore Ante Cacic ha subito ordinato a Vida, 23 anni, di scendere dal pullman, in partenza ieri per la trasferta contro l'Nk Vrsar. «La dirigenza della Dinamo ha deciso di punire Vida, un nazionale croato con 14 presenze, con una sanzione finanziaria di 100 mila euro per il suo comportamento», ha precisato il club, vincitore degli ultimi sette campionati croati, sul suo sito Internet.
Il mese scorso, sempre alla Dinamo, il centrocampista di origine brasiliana Sammir era stato multato di 270 mila euro per aver trascorso la serata in un night club della capitale alla vigilia di una partita dei preliminari di Champions League contro i moldavi dello Sheriff Tiraspol. In Croazia il salario medio mensile è di circa 750 euro.

JUVENTUS, SERATA 'VIOLA': 0-0 CONTRO LA FIORENTINA -FOTO
Martedì 25 Settembre 2012 - 22:48
FIRENZE - La Juventus non vince, ma neanche perde. La squadra bianconera viene fermata sullo 0-0 dalla Fiorentina di Montella, anche se in tante occasioni sono gli attaccanti viola ad andare vicino al gol del vantaggio. Carrera sceglie Bonucci per la difesa, ma il difensore della Nazionale è un pò acciaccato e fatica sulle incursioni di Jovetic e Ljajic, che nel primo tempo seminano il panico, colpendo anche una traversa. Quaglierella non è in serata "Chelsea" e neanche "Chievo", così l'attacco della Juve risulta pericoloso poche volte, dove Viviano si fa trovare sempre pronto. Ottima gara della Fiorentina che blocca una Juventus che rischiava di scappare già alla quinta giornata. Sorridono le inseguitrici, che domani cercheranno di 'rosicchiare' qualche punto ai campioni d'Italia.

FIORENTINA-JUVE, BENZINA SUL FUOCO. CONTE, DUBBIO SULLA SUA POSTAZIONE
Martedì 25 Settembre 2012 - 07:49 di Timothy Ormezzano
TORINO - Amici mai. Fiorentina-Juventus è un contenitore di sfide assortite. La tensione si vede, si sente, si tocca a ogni latitudine dei due club. La rivalità tra Della Valle ed Elkann va oltre una partita di calcio. Il boss della Tod's nei giorni scorsi ha consigliato al “ragazzino” di ritirarsi dalla Fiat per fare «delle belle sciate» ed etichettato il cugino Andrea Agnelli come un “dilettante”, colpevole di «essersi intromesso tra la Fiorentina e Berbatov». Ieri Marchionne ha alimentato la querelle: «I vertici Fiat sono improvvisati? Della Valle smetta di rompere le scatole».
Dall'industria al calciomercato, è guerra totale. Inutile tornare al clamoroso passaggio di Roby Baggio dall'Arno al Po nel 1990.
Quest'ultima è stata l’estate calda del tiramolla per Jovetic, prima ancora dell'affaire Berbatov. Acqua passata, dicono a Torino: «Jovetic? Ci teniamo Quagliarella e i nostri top player», taglia corto Carrera che potrebbe affiancare a Fabio-gol Giovinco così da risparmiare Vucinic in vista della Roma. Intanto impazza il toto-Conte: da dove seguirà la partita il tecnico squalificato? Forse dal box televisivo di Juventus Channel, angusto ma più protetto della tribuna autorità, oppure addirittura dall'hotel che ospita la Juve. «Antonio potrebbe anche non venire a Firenze – argomenta Carrera -. Abbiamo affinato la telepatia, la pensiamo allo stesso modo su tutto». Carissimi nemici. A Torino ammettono che «l'attesa è grande», a Firenze la partita contro la Juve «è come un derby», sintetizza Montella. Con, in più, la voglia di rivalsa dopo la manita (0-5) dell'anno scorso. Vedere, per credere, l'allenamento di ieri al Franchi, accompagnato da cori antijuventini. «Se vinciamo, offro una cena alla squadra. Conte? Di lui parlo solo se spegnete i microfoni», l'uscita non proprio distensiva del portiere-ultrà viola Viviano.

RONALDO EXTRALARGE, ORA PESA 118 KG. ANDRÀ A UN REALITY PER DIMAGRIRE -VIDEO
Martedì 25 Settembre 2012 - 10:44
RIO DE JANEIRO - 118 chili che lo rendono quasi irriconoscibile, almeno per coloro che, qualche anno fa, hanno avuto la fortuna di vederlo correre su un campo da calcio e 'danzare' con la palla, come soltanto lui sapeva fare. L'addio al calcio ha portato Ronaldo a trascurare visibilmente l'attività fisica: ma ora l'ex attaccante dell'Inter prova a rimettersi in forma, partecipando a un reality show brasiliano, chiamato 'Medida certa' (Il peso giusto).
"La mia attività fisica è pari a zero", ha confessato Ronaldo. La sua vita misura 107 centimetri, cinque in più del limite massimo raccomandato, e anche il peso, venti chili in più rispetto a dieci anni fa, rappresenta un problema.

MILAN, ANCELOTTI SPONSORIZZA INZAGHI. "È IL MIO EREDE. DOPO PSG? LA NAZIONALE"
Martedì 25 Settembre 2012 - 13:10
MILANO - «Il mio erede? Pippo Inzaghi». Carlo Ancelotti, attuale allenatore del Paris Saint-Germain, scommette su Filippo Inzaghi, che ha iniziato l'avventura in panchina guidando la formazione Allievi del Milan. «Ci sentiamo spesso al telefono, è molto motivato.
L'importante è che lui sia riuscito a fare quello stacco mentale da calciatore ad allenatore. Il resto lo fa l'esperienza, e lui ne ha da vendere», dice Ancelotti a Chi. Il Milan è in crisi: nelle prime 4 giornate di campionato, la squadra allenata da Massimiliano Allegri ha subito 3 sconfitte.
«Mi spiace vedere il Milan in difficoltà. Sento sempre Adriano Galliani. Del resto la squadra ha perso i top player e i cosiddetti senatori. Così è difficile fare miracoli», dice Ancelotti prima di rivelare un suo sogno: «Allenare la Nazionale. Magari non per forza quella italiana. Ma ancora non mi ha cercato nessuno. Poi quando non sarò più bravo, tornerò a passeggiare per le viuzze di Londra...».

SEEDORF SHOW: DOPPIETTA E PAREGGIO 2-2 CONTRO IL CORINTHIANS -VIDEO
Lunedì 24 Settembre 2012 - 09:40
RIO DE JANEIRO - La partita tra Botafogo e Corinthians è finita in parità. Il risultato è stato di 2-2 nello stadio carioca «Engenhao». Un pareggio che non serve a nessuna delle due squadre che ambiscono ai primi posti del campionato brasiliano. Un ispirato Clarence Seedorf ha messo la sua firma sull'incontro che ha vissuto anche l'insolita «invasione» di un cane poliziotto che non è arrivato ad interrompere la partita ma ha attirato l'attenzione del numeroso pubblico presente. L'olandese, uno degli ingaggi più importanti della stagione della squadra carioca, ha aperto le marcature al 5' ed ha segnato ancora al 75', consentendo al Botafogo di pareggiare le reti del «Timao» siglati da Guerrero all'8' e da Douglas al 13' su calcio di rigore.

FONTE: Leggo.it

2 commenti:

Cacia tutti i dubbi si porta via. E che non siano cacciatore a dx,martinho a sinistra e....carrozza a sx e juanito a dx le soluzioni vincenti? Attenzione.....potrebbe essere la quadratura del cerchio( e che non rientri il raccomandato crespo)

Mah... Secondo me è ancora troppo presto per i giudizi definitivi e quelli che tu 'bolli' come brocchi, ne sono sicuri, risulteranno determinanti quando quelli che brillano ora rallenteranno ;o) Intanto godiamoci questa sonante vittoria col Super CACIA senza dimenticre tale COCCO che secondo me ha grandi potenzialità...

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento Caracciolo


Wallpapers gallery