HELLAS VERONA-CREMONESE in anteprima: Gara ricca di spunti, ex e... Ricordi dolorosi! Sapranno gli scaligeri di GIANNINI aver ragione dei grigiorossi?

Pubblicato da andrea smarso sabato 2 ottobre 2010 12:41, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento


DeliciousBookmark on Delicious

Le ultime
'La Belva' ha ancora guai al polpaccio: bloccatosi durante la partitella contro gli Allievi Nazionali, Andy SELVA è stato sottoposto ad accertamenti ma, contrariamente a quanto si pensava è stato regolarmente convocato da mister GIANNINI; prima convocazione anche per il centrale difensivo argentino VERGINI.
Dall'altra parte, confermate le assenze di MIRAMONTES, COLACONE e ZANCHETTA, è in recupero l'ex gialloblù GERVASONI: dopo la distorsione alla caviglia che ha fatto preoccupare lo spogliatoio grigiorosso ed il tecnico BARONI in primis, il guerriero della difesa dovrebbe essere al suo posto dal primo minuto; sul difernsore ROSSI nessuna novità di rilievo: era e rimane in dubbio.

Posticipo attesissimo quello di Lunedì sera tra il VERONA e la CREMONESE; per certi versi ricorda il VERONA-TERNANA alla 5^ giornata del campionato scorso: posticipo serale con un HELLAS piuttosto 'abbacchiato' ed una TERNANA he arrivava da quattro vittorie su quattro gare disputate e si presentava al 'Bentegodi' come una vera e propria corazzata... Poi tutti ricordiamo con piacere come finì quella gara, l'esplosione dello stadio al gol tutto brasiliano dall'assist (incosciente ma stupendo) di RAFAEL alla realizzazione di FARIAS e sopratutto l'inizio della riscossa di quel VERONA che proprio da lì partì per conquistare (fin quasi alla metà) la testa del Girone B: Ecco! Tutti ci auguriamo di rivivere queste emozioni, magari proprio da Lunedì...
Personalmente non ricordo affatto con piacere l'ultimo VERONA 2-3 CREMONESE: il vulcanico MONDONICO con i 'vecchi' MORFEO-RIGANò stese quell'HELLAS giovane e presuntuoso che prima della gara aveva anche deriso i due veterani i quali, pur giocando praticamente da fermi, diedero una sana lezione ai nostri... Ma sopratutto quella fu per me l'ultima gara dal vivo al 'Tempio', poi decisi che il "Bu-tèi li-be-ri" ripetutamente partito dal centro della Curva (peraltro fischiatissimo da tutto il resto dello stadio) in favore di 8 delinquenti comuni che in piazza Viviani aggredirono e pestarono alcuni malcapitati ed una ragazza, fu la classica goccia di troppo... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Sondaggio a risposta singola

CAMPAGNA e RUSSO dalla tribuna al campo, ESPOSITO 'misteriosamente' out, PAGHERA al posto di MARTINA RINI, CANGI ed ANDERSON in panca, 4-3-1-2 o 5-3-2...

Giannini confuso o bravo a gestire la squadra al 'Giglio'?

Il Principe non sa piu' che pesci pigliare, e' in completa confusione e non arriverà a Natale alla guida dell'Hellas...
Il mister ha capito che e' inutile votarsi all'attacco e poi venire puniti da qualche episodio; meglio la prudenza (vedi il cambio LE NOCI GARZON). Se continua su questa strada può guidare l'HELLAS almeno ai playoff.
GIANNINI e' un grande, per lui non esistono titolari fissi e chi non lo capisce e' meglio che si adegui; bastano un paio di vittorie e quando i nuovi acquisiranno condizione e fiducia non ci fermera' piu' nessuno!


Qui Verona
Dopo il ritiro di Farneta di Montefiorino e lo 0 a 0 di Reggio è stato deciso da mister GIANNINI di non prolungare oltre l'isolamento dei gialloblù e così la squadra è tornata a prepararsi a Sandrà per la sfida di Lunedì con la CREMONESE.
11 a 1 nella partitella in famiglia contro gli Allievi Nazionali di mister BONAZZI e triplette di PICHLMANN e FERRARI condite dalla doppietta di LE NOCI e dai gol di ANDERSON, CAMPAGNA e MANCINI.
'Tabù Bentegodi' da sfatare per i gialloblù che Lunedì ci riproveranno privi dell'infortunato BERRETTONI e, con ogni probabilità, confermando il modulo tattico visto a Reggio Emilia; quali saranno i protagonisti del 3-5-2 contro i grigiorossi? Boh! Il Principe non è certo nuovo a clamorose sorprese ma personalmente vedrei bene un ritorno in campo di ESPOSITO dal primo minuto, la riconferma di RUSSO in mediana e SCAGLIA sulla fascia esterna di sinistra; anche qualche palla in più per la coppia d'attacco LE NOCI-PICHLMANN non guasterebbe... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

L'album fotografico di Hellas Verona 2-3 Cremonese dell'8 Febbraio 2009

Qui Cremona
CREMONESE in emergenza quella che mister BARONI, stopper 'con licenza di segnare' nell'HELLAS dal '96 al '98 nonchè apprendista allenatore al SIENA con MALESANI, porterà al 'Bentegodi' di Verona: agli infortunati 'storici' ZANCHETTA (talentuoso centrocampista con una carriera tra A e B in CHIEVO, LECCE e VICENZA fra le altre), COLACONE (esperto bomber in Serie B) e MIRAMONTES si vanno ad aggiungere i problematici recuperi dei difensori ROSSI e GERVASONI (rimpianto ma di brutto, brutto, brutto ex dalla Serie B del 2005-2006) e del centrocampista PRADOLIN; anche SAMBUGARO in mediana, giocherà con qualche problema fisico quasi certamente in compagnia del veronesissimo NIZZETTO, cresciuto nelle giovanili gialloblù e poi andato a cercare fortuna altrove (9 gol in C2 col MEZZOCORONA nel 2007-2008, altri 8 con la maglia del LEGNANO in C1 nella stagione successiva e attualmente 'perno' del centrocampo grigiorosso con 5 gol in 32 presenze nel 2009-2010). Occhio a CODA in attacco autore di una doppietta nella sua ultima apparizione al 'Binti'... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]




[DICONO]
Mister GIANNINI considera la gara con la CREMONESE come un banco di prova «Rispetto all'inizio la compagine lombarda ha cambiato modo di giocare. Attrezzata per far bene come noi, anche se siamo dietro a tutti». A Reggio Emilia «... Abbiamo fatto vedere alcune cose interessanti, ora dobbiamo confermarci e possibilmente migliorare. Per quanto riguarda la formazione c'è ancora del tempo davanti a noi, valuteremo fino alla fine. Bisogna crescere in fase offensiva, soprattutto negli inserimenti dei centrocampisti. Vorrei vedere una squadra dalla mentalità leggermente più offensiva. Partita importante, come le altre. In posticipo, contro una squadra che si sta ritrovando sarà un bel banco di prova per vedere se siamo sulla strada giusta» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
L'x stopper dell'HELLAS e attuale tecnico grigiorosso Marco BARONI non cerca scuse a proposito degli assenti ed inquadra la prossima gara al 'Bentegodi' di Verona: «Non facciamo del vittimismo. Forse sono all'ultima spiaggia. Lo stadio è difficile da affrontare, i giocatori sono di spessore. Dovremo essere bravi a smorzare subito i loro bollori. Non mancheranno le insidie, ma dovremo scendere in campo convinti, rispettosi e determinati. Ci aspetta una bella partita, di quelle che tutti vorrebbero giocare» (LArena.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
Il centrale MAIETTA, felice della fase difensiva al 'Giglio', analizza i prossimi avversari:
«Stiamo preparando la partita consapevoli della forza della Cremonese. In settimana abbiamo capito che a Reggio Emilia la prestazione è stata positiva dal punto di vista difensivo, come finalizzazione dobbiamo migliorare. Un aspetto positivo è aver mantenuto inviolata la porta di Rafael, dobbiamo costruire più opportunità subendo molto meno. Nel calcio i nomi contano relativamente, so che quella grigiorossa è una corazzata che verrà a giocarsi la partita per vincere. Forse è un fattore positivo per noi, che incontriamo maggiori difficoltà con formazioni che si chiudono per poi ripartire. Giocano un calcio molto più aperto, alla nostra portata» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


[ALTRE NEWS IN ALLEGATO]
TERMINATA LA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2010-2011: 7.955 le tessere sottoscritte, sicuramente in calo rispetto alle più di 10.000 delle passate stagioni ma non è un brutto risultato considerato l'avvento della famosa (e famigerata al contempo) Tessera del Tifoso.
ITALIA UNDER 20: Il cittì ROCCA chiama MARTINA RINI, PAGHERA e MALOMO per il '4 Nazioni'... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Radiografia del Gol gialloblù 2010/2011
GiocatoreAmic.CoppaCamp.Tot.
LE NOCI61310
PICHLMANN7-18
MANCINI1-12
MARTINA RINI--11
HALLFREDSSON--11
ESPOSITO--11
FERRARI111-12
SCAPINI5--5
SELVA5--5
CANGI4--4
BERRETTONI4--4
TORREGROSSA3--3
GARZON3--3
PAGHERA1--1
VRIZ1--1
ABBATE1--1
SCAGLIA1--1
RUSSO1--1

GIOCO PRONOSTICI:
Ah ah innanzitutto lasciatemi esprimere tutto il mio orgoglio per Bridget, unica rappresentante sopravissuta del B/=\S rosa e da tempo tra le zone altissime della classifica: se solo l'HELLAS avesse la sua continuità... Beh saremmo addirittura in Serie A! Giudizio: '...Quando se g'ha più cùl che anima...' con lei è Campione di Giornata anche Bruni (e in classifica generale Ark lo vede in fuga insieme alla già citata Bridget e all'ottimo Pose di quest'inizio stagione). Piazza d'onore per Mister Loyal e Pose, Gede e Ark 'solo' terzi...

Coninua il periodo no per me (mi converrà farmi passare qualche risultato dalla 'mia' Bri eh eh) e Ciri ma lo Sfigadòn di Giornata è Sandro con 2 soli punti: Gex gioca purtroppo tardi e viene penalizzato acquisendo lo stesso punteggio dell'ultimo (ma ha fatto bene a giocare perchè così non viene ammonito)

In classifica generale Bridget continua a sorprendere e va in testa dove acciuffa Pose, Bruni si assesta al secondo posto e distanzia, come già scritto, il quadricampione Ark (Ex Alberto) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Postate qui: http://www.facebook.com/topic.php?topic=15443&uid=126058830858 le giocate della 7^ di campionato e al solito buona fortuna ;o)

CLASSIFICA DI GIORNATA
9 - Bridget, Bruni
6 - Mister Loyal, Pose
5 - Ark, Gede
3 - Ciri, Smarso
2 - Sandro, Gex

CLASSIFICA GENERALE
32 - Bridget, Pose
30 - Bruni
25 - Ark
24 - Gede
23 - Mister Loyal
22 - Sandro
19 - Ciri
18 - Smarso
14 - Gex

CLASSIFICA PRECEDENTE
26 - Pose
23 - Bridget
21 - Bruni
20 - Ark, Sandro
19 - Gede
17 - Mister Loyal
16 - Ciri
15 - Smarso
12 - Gex

AMMONITI
Gex (1)

CAMPIONI DI GIORNATA
Bruni, Bridget (2)
Pose, Gede, Ark (1)

SFIGADONI DI GIORNATA
Sandro (3)
Gex (2)

RECORD DI STAGIONE
Punteggio massimo in una giocata: Bridget, Bruni, Pose (9)
Max. numero di pronostici azzeccati: Ark, Mister Loyal (7)
Max. numero di risultati azzeccati: Pose (4)
Punteggio minimo in una giocata: Ark, Bruni (0)


ALBO D'ORO CAMPIONI
2009/2010 Martino
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


Manchester City 1-1 JuventusSampdoria 1-0 Debreceni VSCSteaua Bucarest 3-3 Napoli

[IN BREVE A PIÉ PAGINA]
EUROPA LEAGUE: Il Super CITY di MANCIO e BALOTELLI fermato dalla JUVE di DEL NERI in casa... E poteva essere gloria per i bianconeri se quella punizione battuta da DEL PIERO... Pareggia il NAPOLI, vincono SAMP e PALERMO.
BASKET: La VIRTUS BOLOGNA sosterrà la prima squadra gay d'Italia!
SERIE B: Pesante disfatta interna che crolla contro il LIVORNO.
CICLISMO: Impresa della BRONZINI ai mondiali australiani! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

[RASSEGNA STAMPA]
ALTRE NEWS
Cremonese, Baroni fa la conta
01.10.2010 13:15 di Claudio Gallaro
La vittoria contro il Lumezzane ha ridato fiducia alla Cremonese, ma ha anche lasciato in eredità molti problemi fisici. In vista della trasferta di domenica contro l'Hellas Verona il tecnico Andrea Baroni dovrà infatti fare i conti con tre assenze certe e quattro dubbi che verranno sciolti sono all'ultimo momento. Alla ripresa degli allenamenti di mercoledì - riporta La Cronaca - ben otto giocatori grigiorossi sono finiti sul lettino del dottor Bozzetti, che come ogni settimana ha compilato il bollettino medico iniziando dai lungodegenti: Andrea Zanchetta ha iniziato ad assaggiare il campo, ma per tutta la settimana lavorerà con estrema cautela per evitare ricadute; per Roberto Colacone e Matias Martin Miramontes si parla ancora di fisioterapia e palestra e la data del rientro è ancora lontana; le buone notizie riguardano Filippo Sambugaro e Giovanni Fietta, che dopo aver stretto i denti domenica sembrano in grado di allenarsi con regolarità; Carlo Gervasoni ha la caviglia sinistra ancora gonfia, ma da venerdì può iniziare l'operazione recupero; flebili invece le speranze di vedere in campo Davide Pradolin e Giovanni Rossi, entrambi alle prese con delle contratture che richiedono alcuni giorni prima di essere valutate.

ALTRE NEWS
Tanti talenti di Lega Pro nell'Italia Under 20 per il 4 Nazioni
01.10.2010 19:00 di Nicolò Schira
Il CT della Nazionale Italiana Under 20 Francesco Rocca ha stilato le seguenti convocazioni in vista del Quattro Nazioni il cui programma prevede due sedute di lavoro quotidiane da lunedì 4 a giovedì 7 ottobre, giorno in cui il ct effettuerà una scrematura nel gruppo comunicando i 18 calciatori che dovranno riunirsi nuovamente domenica 10 in vista della partita Italia-Svizzera, in programma allo stadio "Todoli" di Cervia martedì 12 ottobre con inizio alle 15.

Portieri: Frasca (Villacidrese), Rossi (Atalanta), Silvestri (Chievo).
Difensori: Albertazzi (Milan), Caldirola (Vitesse), Crescenzi (Crotone), Donati (Lecce), Ferrero (Juventus), Malomo (Verona), Petti (Bellaria Igea Marina), Regini (Foggia).
Centrocampisti: Fischnaller (Sudtirol), Galano (Gubbio), Giandonato (Juventus), Martina Rini (Verona), Paghera (Verona), Perpetuini (Lazio), Taddei (Fiorentina), Tattini (Pavia).
Attaccanti: Dumitru Cardoso (Napoli), Gabbiadini (Cittadella), Misuraca (Vicenza), Testardi (Gubbio).

CALENDARIO PARTITE
1^ Divisione, Girone A: le ultime dai campi
02.10.2010 09:30 di Valeria Debbia
Fonte: La Gazzetta dello Sport

Gubbio-Monza domenica ore 15.00 (Barbetti di Gubbio)
Gubbio: Torrente dovrà rinunciare, oltre all’attaccante Bazzoffia (infortunato da qualche settimana) al terzino sinistro Farina (guaio al flessore della gamba sinistra). Rientra in difesa Borghese. Il portiere Eugenio Lamanna, aggredito domenica dopo la partita ad Alessandria, lunedì sarà operato a Milano dai professori Marconi e Poggio che dovranno ridurre la frattura alla regione orbitale dell’occhio destro.
Monza: Nessuna schiarita sul caso Samb. La società non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali sulla situazione del contratto dell’attaccante, lasciato in tribuna già settimana scorsa. E’ tornato a lavorare con il gruppo Stefàno Seedorf, mentre bisognerà aspettare qualche giorno per Aubameyang.
Arbitro: Giuseppe Monaco di Tivoli

Lumezzane-Reggiana domenica ore 15.00 (Comunale di Lumezzane)
Lumezzane: Dopo due giornate di squalifica Galabinov ritorna al centro dell’attacco. Settimana a singhiozzo invece per Inglese, colpito da un attacco febbrile. Sempre ampia varietà di scelta sulle fasce con Bradaschia, Alberti e Lauria in lizza per un posto. Intanto, è stato respinto il ricorso per lo 0-3 a tavolino con l’Alessandria.
Reggiana: Mangone ha l’intera rosa disponibile, visto che anche il giovane Arati è recuperato. La formazione potrebbe rimanere invariata, anche se Viapiana si candida per il rientro a centrocampo ed è in ballottaggio con Romizi. Guidetti farà coppia in attacco con Temelin. La società ha chiesto di giocare col lutto al braccio in onore di Bruno Giorgi, ex capitano e allenatore granata. Accordo in dirittura tra le coop e il gruppo Barilli, la prossima settimana il passaggio di proprietà sarà ufficiale.
Arbitro: Vincenzo Ripa di Nocera Inferiore

Paganese-Ravenna domenica ore 15.00 (M. Torre di Pagani)
Paganese: Escluso Tammaro infortunato di lungo corso, il resto della rosa è arruolabile. Con la difesa confermata in blocco, sarà il centrocampo a subire variazioni. Tricarico, Lepri e Macrì sono gli uomini che si contenderanno le due maglie da esterni. Riconferma anche per il duo d’attacco Tortori-Tedesco.
Ravenna: Prima convocazione per Paolo Rossi in una settimana difficile: problemi per Rosso che non è partito con la squadra assieme ai due squalificati Maggiolini e Fonjock. L’idea di Esposito è quella di schierare una sola punta.
Arbitro: Denis Santonocito di Abbiategrasso

Pavia-Bassano Virtus domenica ore 15.00 (Fortunati di Pavia)
Pavia: Il tecnico Andrissi non può disporre ancora di Tarantino (che sconta la seconda giornata di squalifica) ma recupera il difensore Blanchard. Vanno inoltre verificate le condizioni di due elementi alle prese con problemi fisici, ossia l’attaccante Del Sante e il difensore Caidi.
Bassano: Nemmeno al settimo tentativo Jaconi riesce a schierare la stessa formazione per due domeniche di fila. A Pavia dovrà rinunciare ai due centrali Porchia e Pellizzer, entrambi squalificati, a Gosheh e a La Grotteria. Inoltre si è fermato Venitucci.
Arbitro: Mirko Oliveri di Palermo

Pergocrema-Spal domenica ore 15.00 (G. Voltini di Crema)
Pergocrema: Indisponibili il difensore Pambianchi e l’attaccante Pellegrini, in attesa di intervento chirurgico. In difesa debutta Panariello, in panchina torna Lolaico. Mammetti, Rodriguez e Maccan si pongono in concorrenza per due maglie in attacco.
Spal: Ieri allenamento al completo. In campo anche coloro che in settimana avevano lamentato qualche problema: Colomba, Pallara e Smit. Stamattina sarà valutata la condizione generale di tutti e tre.
Arbitro: Claudio Gavillucci di Latina

Salernitana-Spezia domenica ore 15.00 (Arechi di Salerno)
Salernitana: Probabile stop di Szatmari per un fastidio alla coscia sinistra. Breda deciderà questa mattina dopo la rifinitura. In caso di forfeit spazio a Sedivec. Sarebbe l’unica variante rispetto a domenica scorsa.Peccarisi sconta la seconda giornata di squalifica.
Spezia: Pane ripresenta in avanti Colombo e il suo partner offensivo dovrebbe essere Cesarini, con Lazzaro (4 gol nell’amichevole col Foce Vara finita 6-0) in panchina. In difesa Scantamburlo esterno sinistro al posto di Pedrelli, in condizioni precarie, con Enow a destra, Buscaroli e Fissore centrali. A centrocampo torna Herzan.
Arbitro: Emanuel Tidona di Torino

Sorrento-Como domenica ore 15.00 (Italia di Sorrento)
Sorrento: Simonelli recupera Manco, ma dovrebbe confermare Corsetti sulla sinistra con Erpen sull’altra corsia. Ancora fermo Nicodemo, conferma di Armellino a centrocampo. Con il tradizionale 4-4-2, Carlini appare favorito su Pignalosa come spalla di Paulinho in attacco.
Como: Mancherà ancora Ardito. Fuori causa anche Morandi. L’idea è quella di riproporre a Sorrento il 3-4-3 già visto domenica scorsa a La Spezia, con il trio Maah-Cozzolino-Villar in attacco.
Arbitro: Pasquale De Meo di Foggia

SudTirol-Alessandria domenica ore 15.00 (Druso di Bolzano)
SudTirol: Sebastiani ha perso Cascone, probabile operazione al menisco in vista, e El Kaddouri, elongazione tendinea. In difesa spazio a Mirri, in attacco dovrebbe essere M. Fischnaller a giocare dall’inizio nel probabile 4-3-1-2
Alessandria: Finalmente si ritorna a parlare di calcio giocato. Per la trasferta di Bolzano, Sarri non potrà contare ancora su il centravanti Artico e dovrà sciogliere due dubbi: ballottaggio Pucino-Ciancio in difesa e Marchesetti-Negrini sulla fascia destra.Quasi certo l’impiego di Croce.
Arbitro: Luca Barbeno di Brescia

Hellas Verona-Cremonese lunedì ore 20.45 (Bentegodi di Verona - diretta RaiSport)
Arbitro: Stefano Del Giovane di Albano Laziale

FONTE: TuttoLegaPro.com


02/10/2010
Baroni in guardia: «Per l'Hellas può essere l'ultima spiaggia»
GLI AVVERSARI. Il tecnico grigiorosso: «Difficile affrontare il Verona»
Cremonese in emergenza. Ma non importa. «Non facciamo del vittimismo». Marco Baroni, tecnico dei grigiorossi, torna al Bentegodi. Per lui due anni in gialloblù alla fine degli anni Novanta, e tanti ricordi. Oggi, però, l'Hellas è solo un avversario da battere: «Forse sono all'ultima spiaggia - racconta il tecnico dal sito ufficiale della Cremonese. Lo stadio è difficile da affrontare, i giocatori sono di spessore. Dovremo essere bravi a smorzare subito i loro bollori. Non mancheranno le insidie, ma dovremo scendere in campo convinti, rispettosi e determinati. Ci aspetta una bella partita, di quelle che tutti vorrebbero giocare».
Baroni fa la conta degli assenti. Restano ancora tra gli indisponibili Miramontes, Zanchetta e Colacone. Giovanni Rossi è assillato da un infortunio muscolare che lo tiene tra i sospesi. L'ex gialloblù Carlo Gervasoni sarà, invece, della partita. Il difensore ha recuperato dal trauma discorsivo a una caviglia, e ci sarà. «Recuperare giocatori persi inizialmente per strada - osserva ancora Baroni - ci permetterà di avere a disposizione ricambi di qualità. Questo più avanti, però. Oggi siamo concentrati sulla sfida di Verona, senza dimenticare che il campionato che stiamo affrontando è difficile per tutti. Quindi, quando poi ci toccherà di affrontare l'Alto Adige, non dovremmo incappare nell'errore di pensare che sia una partita più semplice».
La formula vincente? Presto detta: «Costruire, migliorarsi, dare intensità. Devono essere questi i nostri punti di forza. E poi mi sembra che l'autostima stia crescendo. Servirà anche quella per disputare una buona gara».
Baroni ha indossato 53 volte la maglia del Verona, segnando anche due reti. All'Hellas è stato anche vice di Alberto Malesani nella stagione di B 2002-2003. I due si sono ritrovati poi l'anno scorso al Siena in A, quando Baroni, promosso alla guida della prima squadra al posto di Giampaolo è stato avvicendato proprio dal tecnico veronese sulla panchina del club toscano. S.A.

02/10/2010
Giannini ci prova «Nuove mosse nello scacchiere»
IL TECNICO. «Lunedì sera cercheremo la puntata a sorpresa»
«Dobbiamo migliorare la fase offensiva, sfruttare gli inserimenti dei centrocampisti in area» «Paghera o Esposito? Decido all'ultimo momento»

Sfida nobile tra Verona e Cremonese. In campo da una parte l'Hellas del Principe. Dall'altra l'armata del Baroni rampante. Con i nomi, magari, si può anche giocare. Lunedì sera sotto i riflettori del Bentegodi sarà, invece, tutta un'altra storia. I gialloblù devono vincere per convincere la piazza e risalire la china. I grigiorossi sperano di lanciare un segnale forte alle rivali nella corsa promozione, uscendo indenni dal confronto con una delle grandi, o presunte tali, del torneo.

Giannini, con Baroni ha condiviso un anno di Roma ('86-'87). Il suo ricordo?
«Un ottimo ragazzo, e adesso un allenatore di buon livello. Anche lui in questa prima parte di campionato ha attraversato un momento particolare come il nostro. E lunedì andrà in campo con le nostre stesse convinzioni. Lo stesso obiettivo, la stessa voglia di lasciare il segno».
Che cosa la preoccupa di più della Cremonese?
«È una squadra che è cambiata sul piano tattico rispetto alla partenza. La sconfitta interna con la Spal ha fatto correggere il tiro ai nostri avversari. La Cremonese ha blasone e forza. Come noi, del resto. E anche se il Verona è ultimo deve fare leva sulle proprie certezze».
Rispetto a Reggio cambierà poco? Forse una staffetta tra Paghera ed Esposito in mezzo al campo?
«L'imperativo è riconfermarci, e se possibile anche migliorarci. Paghera o Esposito? Deciderò dopo la rifinitura. All'ultimo istante».
Quanto vale oggi Verona-Cremonese?
«Vale. Come tutte. Come la gara di Como, come quella di Gubbio. Ma di sera, in casa tua, contro una squadra che si sta ritrovando, la partita diventa un bel banco di prova per capire se abbiamo imboccato la strada giusta. Mi aspetto forza, coraggio, voglia di lasciare il segno. Non contano le parole, ma solo i fatti. E il campo deve parlare a favore nostro. Ma i favori vanno meritati».
In settimana il presidente Martinelli è uscito allo scoperto confermandole piena fiducia. Non per una gara. Ma per l'intera stagione. La sua reazione?
«Martinelli, Gibellini e Siciliano mi sono molto vicini. E questo io lo apprezzo molto. E non dimentico».
Dopo il pari di Reggio, qual è il passo in più che si attende dalla sua squadra?
«Dobbiamo migliorarci nella fase offensiva, negli inserimenti dei nostri centrocampisti in area avversaria. Dobbiamo ricercare la puntata a sorpresa del nostro centrocampista che arriva dalle retrovie. Vorrei vedere una squadra con una mentalità leggermente più offensiva».
La Cremonese presumibilmente preparerà così la gara contro di voi: li aggrediamo e vediamo cosa succede sotto l'aspetto della concentrazione e dell'approccio mentale.
«Non so cosa dire. E sinceramente non sto pensando a cosa faranno loro. Guarda in casa mia. Valuto al meglio le condizioni dei miei giocatori. E non mi preoccupo molto di quello che viene detto e scritto sulle scelte degli avversari. Lunedì la verità. In campo sono convinto di vedere una squadra compatta e organizzata».
Pare, poi, che possa esserci uno sciopero del tifo sugli spalti in seguito ai risultati deludenti di questa prima parte di stagione Vuole mandare messaggi a qualcuno?
«I tifosi pagano ed è giusto che possano in maniera civile esprimere il loro malumore. Quindi non credo abbiano bisogni dei miei messaggi. Io, semmai, devo lanciare il mio incitamento alla squadra e ai ragazzi. Riserverò a loro tutte le mie energie».
Simone Antolini

FONTE: LArena.it


Venerdì 01 Ottobre 2010
L’allenatore dell’Hellas sta preparando la super-sfida di lunedì sera contro la Cremonese
Giannini: «Verona, dobbiamo pensare solo a vincere»
di Gianluca Vighini
VERONA - «La responsabilità dell’ultimo posto in classifica è solo mia». Se il presidente dell’Hellas Martinelli apre l’ombrello su Giannini («Non si tocca»), l’allenatore cerca a sua volta di proteggere la squadra. Troppo delicato e importante il match di lunedì sera contro la Cremonese per esporre i gialloblù alla tensione della partita.
Giocatori sensibili. «Anche perché - spiega l’allenatore - ci sono dei ragazzi molto sensibili che sentono in modo particolare le partite. E’ meglio stare tutti tranquilli». E’ chiaro, però che la sfida all’ex Marco Baroni è una gara dal sapore particolare. «A me piace vincere e solo quello è il risultato che mi soddisfa - spiega convinto il Principe -, ma devo dire che domenica ho visto cose che mi sono piaciute. Il pressing, la voglia di soffrire tutti insieme, lo spirito di sacrificio. Siamo ancora lontani da quello che chiedo io alla squadra. Ma è un buon inizio».
Intesa migliore. Intanto Giannini lavora per migliorare ancora di più l’intesa tra i reparti e sulla forma fisica. «Man mano che passano le domeniche vedo una squadra più brillante e finalmente possiamo lavorare sul progetto tattico che avevo in mente sin dall’inizio e che, complice i ritardi del mercato, non abbiamo applicato».
Sciopero del tifo? Intanto lunedì sera una parte dei tifosi vorrebbe, per protesta, restare in silenzio durante la gara con la Cremonese. Una scelta che Giannini rispetta. «Tocca a noi adesso trascinare la gente dalla nostra parte. Resto fiducioso e ottimista sulle potenzialità di questa squadra». (ass)

Giovedì 30 Settembre 2010
Hellas. Lunedì il posticipo, il difensore: ripartiamo dalla bella prova di Reggio Emilia
Abbate: «Vietato fallire con la Cremonese»
di Gianluca Vighini
VERONA - E’ il punto di (ri)partenza. Niente di più, niente di meno. Da Reggio Emilia si ricomincia. Con un po’ più di fiducia, consci che la squadra ha scalato un primo gradino, ma altrettanto consapevoli che molto altro c’è da fare. Ne è sicurissimo Matteo Abbate, centrale difensivo dell’Hellas, rientrato proprio domenica scorsa a tempo pieno nella retroguardia scaligera.
Verso la Cremonese. All’orizzonte c’è il posticipo di lunedì sera. Un big-match nel vero senso della parola. «E’ una gara bellissima da giocare per un calciatore. Ci sarà un grande Bentegodi, ne sono sicuro. E’ chiaro che è arrivato un momento della stagione in cui non puoi sbagliare partita. Siamo carichi, credo che faremo una grande gara».
L’ultimo posto non pesa. «Dico che dobbiamo ripartire da Reggio Emilia perché lì abbiamo finalmente ragionato come una squadra vera. Attenti al particolare, concentrati uniti. Il lavoro sta pagando e vedere dei miglioramenti è molto importante».
C’è naturalmente l’handicap rappresentato dalla classifica. L’ultimo posto è un terribile macigno che rischia di vanificare anche quanto di buono è stato fatto a Reggio. «E’ chiaro - spiega Abbate - che se guardiamo la classifica non andiamo da nessuna parte. Ma la storia del calcio ha dimostrato e insegnato che in questo momento della stagione può essere anche un esercizio sbagliato guardare la graduatoria. Basti pensare proprio a cosa è successo l’anno scorso al Verona. Primo per gran parte della stagione, poi superato nel finale. L’importante sarà essere là, invece alla fine. Ora può significare qualcosa ma non è importante».
La squadra resta a Sandrà? Il Verona si è allenato ieri a Sandrà. La decisione del ritiro è nelle mani di Giannini, ma pare che per questa settimana la squadra resterà in città. La posizione dell’allenatore è stata rafforzata dalle parole di patròn Martinelli che ne ha confermato la fiducia a prescindere dall’andamento con la gara con la Cremonese. E’ chiaro però che tutti in società si aspettano grandi risposte da questa partita. (ass)

FONTE: Leggo.it


01-10-2010 14:29
Lega Pro 1/A: Cremonese, a Verona squadra decimata
L'infermeria trabocca, il tecnico Baroni deve inventare la formazione
Situazione difficile in casa grigiorossa in vista della trasferta di lunedì sera a Verona. Mister Baroni, ex giocatore gialloblu, deve fare i conti con le assenze sicure degli infortunati di lungo corso Zanchetta, Colacone, Miramontes. Inoltre sono in forte dubbio Rossi (quasi out) e Gervasoni. Difficile anche il recupero di Pradolin.

Più semplice la situazione di Sambugaro che comunque non sta benissimo anche se sarà della partita. Intanto in città è stato lanciato il concorso "disegna la maglia". I tifosi potranno proporre tramite il sito internet della società la nuova maglia della prossima stagione, il progetto vincitore sarà adottato dalla società.
Alex Everet

Redazione Datasport (AGM Datasport)

FONTE: DataSport.it


01/10/2010 - 16:00
Giannini: "Ci aspetta un bel banco di prova"
"Dobbiamo crescere in fase offensiva, soprattutto negli inserimenti dei centrocampisti. Vorrei vedere una squadra dalla mentalità più offensiva"
SANDRA' - Sulla panchina della Cremonese siede Marco Baroni, vecchia conoscenza dell'ambiente gialloblù e di mister Giannini: "Un mio ex compagno di squadra. Bravo calciatore e bravo ragazzo, ora lo ritengo un ottimo allenatore. Anche lui ha attraversato un momento particolare. A parte questo, lunedì conta quello che riusciremo a fare sul campo. Rispetto all'inizio la compagine lombarda ha cambiato modo di giocare. Attrezzata per far bene come noi, anche se siamo dietro a tutti".

La prestazione di Reggio Emilia va considerata come un nuovo punto di partenza sotto l'aspetto del gioco: "Abbiamo fatto vedere alcune cose interessanti, ora dobbiamo confermarci e possibilmente migliorare. Per quanto riguarda la formazione c'è ancora del tempo davanti a noi, valuteremo fino alla fine. Bisogna crescere in fase offensiva, soprattutto negli inserimenti dei centrocampisti. Vorrei vedere una squadra dalla mentalità leggermente più offensiva".

Il peso specifico del match è noto all'ambiente scaligero: "Partita importante, come le altre. In posticipo, contro una squadra che si sta ritrovando sarà un bel banco di prova per vedere se siamo sulla strada giusta".

In settimana Martinelli ha confermato piena fiducia nei confronti del tecnico: "Va dato merito alla società, mi è molto vicina e l'ho apprezzato. Non lo dimentico".
Ufficio Stampa

01/10/2010 - 15:46
Maietta: "Conosciamo la forza della Cremonese"
"Cerchiamo di invertire la rotta casalinga partendo dal prossimo appuntamento. Vorrei vedere la nostra squadra esultare dopo il fischio finale"
SANDRA' - "Stiamo preparando la partita consapevoli della forza della Cremonese. In settimana abbiamo capito che a Reggio Emilia la prestazione è stata positiva dal punto di vista difensivo, come finalizzazione dobbiamo migliorare. Un aspetto positivo è aver mantenuto inviolata la porta di Rafael, dobbiamo costruire più opportunità subendo molto meno". Esordisce così davanti ai cronisti locali Domenico Maietta, intervenuto questo pomeriggio in occasione dello spazio interviste convocato per introdurre il match di lunedì.

Contro gli uomini di Baroni è probabile la riconferma dell'assetto tattico visto una settimana fa:"Ho giocato per anni con la difesa a tre sotto la guida di Gasperini, Giannini è un maestro che mi migliorerà anche a questa età. Mi trovo bene, non riscontro alcun problema".

I lombardi sono fra i favoriti dai pronostici per la vittoria finale: "Nel calcio i nomi contano relativamente, so che quella grigiorossa è una corazzata che verrà a giocarsi la partita per vincere. Forse è un fattore positivo per noi, che incontriamo maggiori difficoltà con formazioni che si chiudono per poi ripartire. Giocano un calcio molto più aperto, alla nostra portata".

Il "Bentegodi" si è rivelato ormai da tempo un tabù da sfatare: "Cerchiamo di invertire la rotta partendo dal prossimo appuntamento. Vorrei vedere la nostra squadra esultare dopo il fischio finale".
Ufficio Stampa

01/10/2010 - 18:39
Terminata pochi minuti fa la campagna abbonamenti 2010/11
Le sottoscrizioni effettuate dalla tifoseria gialloblù per le partite casalinghe di Garzon e compagni hanno raggiunto quota 7.955

01/10/2010 - 17:39
Sandrà, 11-1 nel test con gli Allievi Nazionali
Nel corso dei 3 tempi affrontati triplette di Ferrari e Pichlmann, doppietta di Le Noci e gol di Anderson, Campagna e Mancini

01/10/2010 - 15:24
Hellas Verona-Cremonese, arbitra Del Giovane di Albano Laziale
In occasione della 7a di campionato il direttore di gara avrà come assistenti Fiorito ed Ostuni

30/09/2010 - 19:18
Hellas Verona-Cremonese, chiusi accrediti stampa
Scaduto il termine in vista della 7a gara di campionato, in programma lunedì 4 ottobre allo stadio "Bentegodi"

30/09/2010 - 17:44
Verso la Cremonese, giovedì doppia seduta di lavoro
Prosegue la preparazione della squadra di Giannini in vista della 7a gara di campionato, in programma lunedì al "Bentegodi"

30/09/2010 - 15:47
Sandrà, spazio interviste con Giannini e Maietta
L'incontro con gli organi d'informazione locali è in programma venerdì pomeriggio alle 13:45

30/09/2010 - 10:46
Settore Giovanile, le gare del weekend
Per la Berretti sfida casalinga col Brescia, appaiato in testa alla classifica dopo le prime 2 giornate di campionato

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]

EUROPA LEAGUE: Il Super CITY di MANCIO e BALOTELLI fermato dalla JUVE di DEL NERI in casa... E poteva essere gloria per i bianconeri se quella punizione battuta da DEL PIERO... Pareggia il NAPOLI, vincono SAMP e PALERMO. BASKET: La VIRTUS BOLOGNA sosterrà la prima squadra gay d'Italia! SERIE B: Pesante disfatta interna che crolla contro il LIVORNO. CICLISMO: Impresa della BRONZINI ai mondiali australiani!
SERIE B, ASCOLI TRAVOLTO IN CASA 5-1 DAL LIVORNO -VIDEO
Brutta sconfitta interna dell'Ascoli, che viene travolto dal Livorno nell'anticipo della settimana giornata del campionato di serie B. Protagonisti i due livornesi Surraco e Dionisi, autori entrambi di una doppietta. Per l'Ascoli a segno Moretti, per il Livorno la quinta segnatura è stata opera di Danilevicius su calcio di rigore.

CICLISMO, GIORGIA BRONZINI VINCE MONDIALE SU STRADA
L'italiana Giorgia Bronzini, 27 anni, ha vinto allo sprint finale l'oro ai campionati mondiali di ciclismo su strada in corso in Australia, precedendo l'olandese Marianne Vos e la svedese Rmma Johansosn. La 27enne Bronzini, che è anche una specialista della pista, aveva già conquistato il bronzo nella prova su strada dei Mondiali del 2007. La tedesca Judith Arndt e la britannica Nicole Cooke, andate in fuga a sei chilometri dal traguardo, sono state riprese a meno di 150 metri dalla linea d'arrivo, e la Bronzini si è imposta allo sprint. Per l'olandese Vos, battuta dall'azzurra e campionessa del mondo nel 2006, è stata la quarta medaglia d'argento in quattro anni. Nell'albo d'oro la Bronzini succede ad un'altra italiana, Tatiana Guderzo. L'Italia ha vinto degli ultimi quattro titoli mondiali della prova femminile in linea su strada.
Manchester City 1-1 JuventusSampdoria 1-0 Debreceni VSCSteaua Bucarest 3-3 Napoli

LA JUVE SFIORA L'IMPRESA CONTRO IL CITY -VIDEO
Altro che super Manchester City: la Juventus pareggia in Inghilterra, ma il risultato le sta molto stretto. Tre le recriminazioni bianconere, una clamorosa traversa di Del Piero su punizione, un rigore sacrosanto reclamato da Krasic, un tiro di Sissoko a tempo scaduto che è sibilato a pochi centimetri dal portiere avversario ormai battuto. Juve gagliarda, dunque, che nel finale è apparsa addirittura più efficace e più in palla atleticamente dei padroni di casa. Unica pecca: dopo essere passata in vantaggio con un tiro forte e liftato di Iaquinta, con la complicità del portiere Hart, si è lasciata raggiungere con una ingenuità che ne riconferma i limiti difensivi. Yaya Tourè ha effettuato un assist (peraltro bellissimo) da oltre 35 metri e De Ceglie ha lasciato penetrare in area Johnson, che tutto solo ha battuto facilmente Manninger.

SAMP 1-0 SUL DEBRECEN, PAZZINI DECISIVO -VIDEO
Sampdoria batte Debrecen 1-0 (1-0) in una partita della seconda giornata del girone I di Europa League.

IL PALERMO SOFFRE MA PIEGA IL LOSANNA -VIDEO
Brutto ma vincente. Il Palermo ritrova la strada del successo al Barbera, nella seconda sfida del Girone F di Europa League, e ritrova in parte anche Miccoli. Contro il Losanna, squadra della Serie B svizzera, tuttavia, non è stato facile per i giocatori in maglia rosanero, assolutamente lontani dalla prestazione di giovedì scorso sul campo della Juventus. Il Palermo è riuscito a conquistare la prima vittoria in casa, dopo oltre un mese e mezzo di digiuno (l'ultimo exploit contro il Maribor, nell'andata del turno preliminare di Europa League), ma ha pure rischiato la più clamorosa delle sconfitte contro una compagine inferiore per blasone e qualità, organizzata quanto si vuole, ma non certo in grado di esprimere giocate irresistibili. All'insegna del più sano pragmatismo, il Losanna stava per uscire addirittura indenne dal Barbera, meritandosi sorte migliore e lasciando un buon ricordo ai pochi tifosi presenti sugli spalti, ma è stato trafitto dall'acuto di Migliaccio che, dopo un'invenzione di Pastore, ha regalato al Palermo 3 punti pesantissimi ed aperto uno spiraglio sul possibile passaggio del turno.

STEAUA-NAPOLI 3-3, CAVANI PAREGGIA AL 97° -VIDEO
Napoli pazzo e sciagurato. Ma tutto è bene quel che finisce bene. La squadra di Mazzarri prende tre gol nel primo quarto d'ora di gioco e, sfruttando la superiorità numerica dovuta all'espulsione di Kapetanos alla mezz'ora del primo tempo, recupera all'ultimo istante una partita che non poteva e non doveva perdere.

BASKET, VIRTUS BOLOGNA SOSTIENE SQUADRA GAY
Il simbolo della Virtus Pallacanestro sarà sulle maglie del 'Bogabasket', la prima squadra gay di basket in Italia. La collaborazione proseguirà con la disponibilità gratuita di una palestra per gli allenamenti e con l'organizzazione di un torneo internazionale gay in Italia a settembre. Il proprietario bianconero Claudio Sabatini ha infatti inserito il 'Bogabasket' in 'Virtus for all', un progetto che vede la società impegnata in iniziative di carattere sociale: «Vogliamo rimuovere quegli 'ostacoli invisibilì che la società impone al superamento delle discriminazioni», ha spiegato. Alla presentazione dell'iniziativa era presente anche Alessandro Cecchi Paone e il presidente della Fip Dino Meneghin ha inviato un messaggio sottolineando «il deciso passo in avanti verso una società meno ipocrita». Il Bogabasket, che fa parte della polisportiva gay Boga, è attiva da circa un anno e nello scorso luglio ha partecipato, unica squadra italiana per la pallacanestro, ai Gay Games di Colonia arrivando quinta nella sua categoria.

FONTE: Leggo.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaNapoli mister PECCHIA

HELLAS VERONA 3-1 AVELLINO

Wallpapers gallery