GUBBIO - VERONA in ateprima: Fuori causa ABBATE e VERGINI sarà ancora 4-3-1-2 per la suadra di GIANNINI; GOMEZ TALEB (2 gol in 4 gare) l'ex di turno..

Pubblicato da andrea smarso venerdì 17 settembre 2010 16:56, vedi , , , , , , , , , | Nessun commento




GUBBIO - HELLAS VERONA
Avversari senza allenatore e difensore centrale: mister TORRENTE è stato espulso (e poi punito con due giornate di squalifica) durante l'intervallo a La Spezia contro la locale squadra che con l'ex COLOMBO ('vecchia volpe' anche in fatto di provocazioni) ha fatto espellere anche BORGHESE. Ma non dovrebbe essere emergenza in casa della neopromossa che dopo 4 giornate si trova a pari punti dell'HELLAS VERONA (chi l'avrebbe detto?) e non farà di certo la vittima sacrificale come non ha mancato di sottolineare GOMEZ TALEB l'ex di turno al 'Barbetti' già autore di due marcature in questo inizio stagione: «Abbiamo visto che in giro non ci sono mostri, ne tanto meno marziani. Abbiamo visto che in prima Divisione qualsiasi errore puoi pagarlo davvero molto caro. E allora abbiamo capito che se riusciremo a stare sempre molto concentrati, a lavorare bene come stiamo facendo, allora potremo dire la nostra sempre e contro qualsiasi avversario. Il motto è sempre quello e vale anche per il Verona. Loro faranno di tutto per vincere? E’ nel loro diritto, pensano a loro stessi. Ma allo stesso modo noi getteremo nella mischia anche tutto il cuore perché faremo di tutto e di più per conquistare la vittoria. cercheremo in ogni modo di vivere una domenica felice. Siamo consapevoli delle difficoltà della partita e del valore dell’avversario, ma anche delle nostre possibilità che, sorrette dal nostro pubblico, saranno ancora maggiori» (ASGubbio1910.com)

Contro la Beretti in settimana sono parsi in buona forma PICHLMANN e SELVA autori di una doppietta ciascuno ma anche al 'Barbetti' di Gubbio al fianco dell'austriaco giocherà LE NOCI e non cambierà nemmeno l'assetto tattico come ha puntualizzato mister GIANNINI a TGGialloblu.it «E' il momento di non creare turbative, voglio dare ai giocatori certezze e sicurezze. Abbiamo lavorato maggiormente con il modulo a quattro, quindi insisto con quello». Avanti col 4-3-1-2 (che ha schiantato il MONZA ma ha anche rischiato tanto contro l'esordiente SUDTIROL nella scorsa Domenica) dunque! Tantopiù che non saranno della partita ne ABBATE a causa di un problema muscolare ne il neoacquisto argentino VERGINI che si è fratturato il dito di una mano... Rientrerà invece SCAGLIA ma il suo posto sulla corsia esterna di sinistra sarà ancora di ANDERSON. Questa la probabile formazione che scenderà in campo contro il GUBBIO:
In porta RAFAEL, CANGI e ANDERSON agiranno rispettivamente sulla corsia di destra e di sinistra, al centro la coppia CECCARELLI-MAIETTA, a centrocampo MANCINI-ESPOSITO-HALLFREDSSON, mentre BERRETTONI 10 metri più avanti agirà da 'guastatore' cercando di innescare LE NOCI e PICHLMANN [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


GIOCO PRONOSTICI:
Colpo gobbo di Sandro, campione di giornata con 6 punti frutto di 6 pronostici azzeccati (record stagionale)!
Quest'anno si prospetta 'na bella lotta: 4 giornate e 4 diversi singoli campioni: complimenti vivissimi butèi ;o)

Lo sfigadon maximo 'stò giro è Ciri che non ne azzecca una ed eguaglia il poco invidiabile record stagionale di Bruni.

In classifica generale Bridget è sempre al comando (lei ed il suo segretiSSimo metodo ricavato da complessi studi esoterico-scentifici ah ah) ma Ark la incalza da vicinissimo, al terzo posto Pose e Sandro hanno soppiantato per il momento Gede mentre in coda Gex lascia a Ciri la maglia nera... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Postate qui le giocate della 5^ e, come sempre, buona fortuna!

CLASSIFICA DI GIORNATA
6 - Sandro
4 - Pose
3 - Ark, Bridget, Mister Loyal
2 - Gede, Gex, Smarso
1 - Bruni
0 - Ciri

CLASSIFICA GENERALE
17 - Bridget
16 - Ark
14 - Pose, Sandro
13 - Gede
11 - Smarso
09 - Bruni, Mister Loyal
05 - Gex
04 - Ciri

CLASSIFICA PRECEDENTE
14 - Bridget
13 - Ark
11 - Gede
10 - Pose
09 - Smarso
08 - Bruni, Sandro
06 - Mister Loyal
04 - Ciri
03 - Gex

AMMONITI
Gex (1)

CAMPIONI DI GIORNATA
Sandro, Gede, Bridget, Ark (1)

SFIGADONI DI GIORNATA
Sandro, Gex (2)
Smarso, Gede, Ciri, Bruni (1)

RECORD DI STAGIONE
Punteggio massimo in una giocata: Bridget, Gede (7)
Max. numero di pronostici azzeccati: Sandro (6)
Max. numero di risultati azzeccati: Bridget, Bruni (3)
Punteggio minimo in una giocata: Bruni, Ciri (0)


ALBO D'ORO CAMPIONI
2009/2010 Martino
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)





[DICONO]
'Il Principe' GIANNINI chiede più concentrazione e serenità alla squadra e ancora un po' di pazienza ai tifosi «Dobbiamo migliorare, ma non solo per quanto riguarda il pacchetto arretrato. Mi riferisco anche alla linea di metà campo e negli ultimi sedici metri. Stiamo cercando di inserire al più presto i nuovi acquisti, arrivati poco tempo fa. Dobbiamo accelerare sotto tutti i punti di vista. Abbiamo le carte in regole per far bene, basta essere un attimino più lucidi. Non mi faccio prendere dalla frenesia del risultato a tutti i costi, preferisco vedere la prestazione. I tifosi vorrebbero sempre vedere la squadra vincere, desiderio condiviso da tutti. Cerchiamo di essere realisti, serve del tempo. La mia tranquillità deriva dalle difficoltà evidenziate da formazioni anche di categorie superiori, che hanno cambiato meno rispetto a noi. Con un pò di pazienza possiamo intraprendere la strada giusta» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
L'ex gialloblù GOMEZ TALEB non vede l'ora di ritrovare i suoi vecchi compagni di squadra e ci presenta il GUBBIO «Non vedo l'ora di trovarmi in campo. Sarà una partita da emozioni forti. Ho legato molto con l'ambiente. E mi sono fatto nuovi amici. Campagna, Selva e Ceccarelli su tutti. Sappiamo benissimo che il Verona verrà a Gubbio per vincere. Ma queste sono le partite più belle, se sei bravo, riesci anche ad esaltarti». E a proposito di Gubbio. Che squadra è la neopromossa? «Giovane, coraggiosa, e sono convinto che non manchino nemmeno le qualità importanti. Certo, domenica dovremo essere molto concentrati. Se vogliamo strappare punti all'Hellas sarà indispensabile giocare una grande partita» (LArena.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

[ALTRE NEWS IN ALLEGATO]
IL CASMS BLOCCA I TIFOSI SCALIGERI per il 26 Settembre in occasione di REGGIANA-HELLAS VERONA: vendita dei tagliandi ai soli residenti nella Provincia di Reggio Emilia... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Zilina vs Chelsea 1-4Arsenal vs Braga 6-0Bayern Munchen vs Roma 2-0

[IN BREVE A PIÉ PAGINA]
CHAMPIONS LEAGUE: La ROMA tiene bene il campo a Monaco contro il BAYERN per un'ora poi crolla! Dando ragione al tecnico dei tedeschi VAN GAAL quando accusava il calo italiano di saper fare solo catenaccio anche se il CHELSEA di ANCELOTTI ne ha fatti addirittura 4 in trasferta. L'ARSENAL asfalta i portoghesi del BRAGA (6-0) mentre il REAL vince 'comodo' sull'AJAX. Il MILAN soffre un po' contro l'AUXERRE ma RONALDINHO ispira, Zlatan esegue e toglie le castagne dal fuoco (però poi se la prende col 'povero' Arrigo SACCHI reo, a suo dire, di parlare troppo...)
EUROPA LEAGUE: Pari 'con brividi' per la JUVE e pareggio noioso per il NAPOLI; pareggia pure la SAMP mentre è sconfitta per il PALERMO...
VITA DA EX: Dopo l'esordio con la VIRTUS LANCIANO Francesco DI GENNARO prova gratitudine e riconoscenza per i rossoneri... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


Ibrahimovic VS Sacchi

[RASSEGNA STAMPA]
GOMEZ, L'EX CONTRO L'HELLAS VERONA
GUBBIO - Gomez a Verona non ha incontrato molta fortuna, ma il ragazzo è talmente maturo, è talmente pronto per un salto di categoria, ha insomma tante carte da giocarsi anche in serie B che non sta dietro a quisquiglie e il passato se lo è lasciato alle spalle anche se non nega che gli piacerebbe molto dare un dispiacere all’avversario. Non insomma il solito ex di turno, è molto di più. E' un giocatore che adesso indossa la maglia del Gubbio e ne va fiero. Così guarda avanti con ottimismo, e fa un’analisi del match contro il Verona praticamente perfetta, dalla quale si evince tutto il suo attaccamnento ai colori sociali e tutta la voglia di dare una mano alla squadra per dimenticare subito e nel miglior modo la sconfitta di Spezia. Il tutto, però, senza frasi fatte, senza facili discorsi, ma con quel pizzico di intelligenza in più che fa la differenza. Sempre e in tutte le occasioni. Sentitelo: “Il Verona è una squadra fortissima. Ha ingaggiato giocatori molto esperti, tecnicamente dotati e capaci di far fare alla squadra il salto di qualità necessario per cercare di vincere il campionato. Loro vorranno vincere al Barbetti? E allora dico una cosa: che le potranno anche vincere tutte, ma dalla domenica successiva”. Juanito ha le idee chiare in testa: “Abbiamo visto che in giro non ci sono mostri, ne tanto meno marziani. Abbiamo visto che in prima Divisione qualsiasi errore puoi pagarlo davvero molto caro. E allora abbiamo capito che se riusciremo a stare sempre molto concentrati, a lavorare bene come stiamo facendo, allora potremo dire la nostra sempre e contro qualsiasi avversario”. Rispetto di tutti e paura di nessuno. “Il motto è sempre quello e vale anche per il Verona. Loro faranno di tutto per vincere? E’ nel loro diritto, pensano a loro stessi. Ma allo stesso modo noi getteremo nella mischia anche tutto il cuore perché faremo di tutto e di più per conquistare la vittoria. cercheremo in ogni modo di vivere una domenica felice. Siamo consapevoli delle difficoltà della partita e del valore dell’avversario, ma anche delle nostre possibilità che, sorrette dal nostro pubblico, saranno ancora maggiori”. Sarà il vostro dodicesimo uomo in campo? "Anche il Verona può contare su una tifoseria molto calda e numerosa, ma noi giochiamo in casa e faremo di tutto per farci rispettare. I nostri tifosi hanno dimostrato coi fatti di essere davvero eccezionali e di saperci dare la carica giusta soprattutto nei momenti di difficoltà. Ecco, contro l'Hellas Veranoa avremo davvero bisogno del loro aiuto e sono sicuro che non ce lo faranno mancare".

FONTE: ASGubbio1910.com


ALTRE NEWS
Casms, cinque i provvedimenti restrittivi in Lega Pro
16.09.2010 13:00 di Valeria Debbia
Il Comitato per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive (Casms) ha deciso misure restrittive per le gare che l'Osservatorio del Viminale ha giudicato "a rischio". Queste le decisioni del Casms, da cui sono esenti i possessori della "tessera del tifoso", per gli incontri di Lega Pro:

- Pergocrema - Salernitana del 19 settembre: vendita dei tagliandi ai soli residenti nella regione Lombardia;
- Spal - Paganese del 26 settembre: vendita dei tagliandi ai soli residenti nella regione Emilia Romagna;
- Reggiana - Verona del 26 settembre: vendita dei tagliandi ai soli residenti nella Provincia di Reggio Emilia;
- Juve Stabia - Foggia del 26 settembre: vendita dei tagliandi, dei settori diversi da quello ospiti, ai soli residenti nella regione Campania;
- Taranto - Cavese del 27 settembre: divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella regione Campania.

FONTE: TuttoLegaPro.com



FONTE: TuttoMercatoWeb.com


Venerdì 17 Settembre 2010
Hellas/Il Principe suona la carica per la trasferta a Gubbio
Giannini: «Torniamo a vincere»
di Gianluca Vighini
VERONA - La rosa è ampia, le alternative sono tante. Così Giannini potrebbe cambiare ancora modulo all’Hellas domenica a Gubbio. Partendo dalla difesa, che potrebbe anche tornare a tre, come nei piani iniziali del mister romano. «Un modulo - dice il Principe - che non ho potuto provare a fondo, visto che il mercato è stato completato solo all’ultimo e che non ho mai avuto i giocatori adeguati per mettere a fuoco automatismi e movimenti. Ma al di là di numeri e moduli - sbotta Giannini -, l’essenziale ora è limitare i danni e fare punti pesanti».
Tante alternative. L’arrivo di Maietta (prima) e di Vergini (poi) danno adesso alternative importanti. Senza contare il rientro dalla squalifica di Abbate. Ecco, allora che il Verona potrebbe scendere in campo a Gubbio con l’originale 3-4-1-2 ideato da Giannini (e Gibellini) per questa squadra. Una retroguardia che potrebbe vedere Maietta centrale, Vergini sul centrosinistra e Ceccarelli al centrodestra. In questo caso sulle fasce andrebbero Cangi (o Campagna) e Scaglia: più dura rivedere Anderson.
Molti rischi. Una strada che però sarebbe anche rischiosa: il miglior Verona, quello di Monza, infatti ha trovato equilibrio giocando con la linea a quattro e Berrettoni in posizione di rifinitore. Giannini potrebbe puntare nuovamente sui centrali Maietta e Ceccarelli con Cangi a destra e Scaglia a sinistra.
La terza via. C’è però un’altra ipotesi. E cioè il sacrificio di Berrettoni per dare al centrocampo veronese più peso e quindi più copertura alla difesa.
Amichevole. Nel test con la Berretti, l’Hellas ha vinto 6-2 con le doppiette di Pichlmann e Selva e le reti di Ferrari e Russo. (ass)

Giovedì 16 Settembre 2010
Hellas, Berrettoni non cerca alibi: «A Gubbio bisogna solo vincere»
di Gianluca Vighini
VERONA - «Non vogliamo alibi, non ne cerchiamo. Vogliamo solo vincere, scrollarci di dosso questa situazione». Lo dice Emanuele Berrettoni, trequartista-jolly dell’Hellas di Giannini. «Ora conta poco la classifica - prosegue l’attaccante -. Conta solo conquistare i tre punti a Gubbio. Dobbiamo lavorare ancora di più, seguire le idee del mister, metterci ancora più grinta. La strada è questa. Non c’è discussione: vogliamo anche noi ciò che desiderano i nostri tifosi».
Serve più tempo. «Dobbiamo anche tenere presente - ha spiegato ancora Berrettoni - che gli ultimi acquisti sono arrivati una decina di giorni fa. Insomma, serve un po’ di tempo per crescere di condizione e trovare i giusti meccanismi».
Doppia seduta: tutti a disposizione di Giannini. Questa è una buona notizia per il tecnico che ora ha una rosa molto ampia. Non è escluso un ritorno al modulo originario, il 3-5-2 o il 3-4-1-2 con Vergini pronto a entrare in difesa. Rientrano dalla squalifica anche Abbate e Scaglia, che hanno saltato la trasferta a Monza e il Sudtirol. (ass)

FONTE: Leggo.it


Partenza «frenata» per l'Hellas «Ora bisogna cambiare ritmo»
UN «CANTIERE APERTO». La rivoluzione dell'organico non ha pagato, Garzon e soci non hanno ancora vinto in casa
Solo quattro punti nelle prime quattro gare e sei punti da recuperare sulla Spal capolista «Pensiamo a Gubbio, si va in campo per vincere»

Il campanello d'allarme è suonato da tempo. Già dopo la sconfitta casalinga con il Como. La vittoria di Monza ha scacciato gli incubi ma il pari al Bentegodi con il Sud Tirol ha riacceso le polemiche. Solo quattro punti nelle prime quattro partite, la Spal capolista ha già sei punti di vantaggio, è arrivato il momento di cambiare passo. Una partenza così «frenata» potrebbe influire sul cammino del Verona. Dopo la rivoluzione estiva ci si attendeva sicuramente qualcosa di più da Garzon e compagni ma la formazione allenata da Giannini deve ancora trovare l'assetto giusto e fatica molto più del previsto.

I quattro punti ottenuti sono molto al di sotto di quelli conquistati nelle due precedenti stagioni e superiori solo al primo anno di Prima Divisione, proprio in quella stagione maledetta l'Hellas ha dovuto fare i conti con il pesante fardello della retrocessione in serie C e ha rischiato di affondare in C2. Sono ormai molto lontani i tempi belli del Verona e, considerando gli ultimi quindici campionati. per trovare qualche valore degno di considerazione bisogna tornare indietro fino al 94-95 o al 95-96. Nel 94-95 il Verona mancò l'en plein (dodici punti) pareggiando con il Pescara ma battendo Cesena, Palermo e Como nell'ordine, mentre nel 95-96 (l'anno in cui il Verona riconquistò la massima serie) superò Genoa, Avellino e Cosenza ma fu battuto alla quarta in quel di Brescia. Positivo il fatto che l'Hellas non sia mai rimasto al palo, ma gli anni 2007-08 e 1996-97 (solo un punto conquistato dopo quattro giornate) non verranno certamente ricordati volentieri.
«Mi aspettavo di più dal Verona - ha detto Giuseppe Giannini dopo il pari con il Sud Tirol - e non cerco giustificazioni. Però so che possiamo crescere nelle prossime partite, da poco tempo lavoriamo tutti insieme e si vedranno i progressi nelle prossime partite. Due trtrasferte consecutive con Gubbio e Reggiana? Sono partite molto dure ma è arrivato il momento di cambiare il passo.

In questo momento non guardo la classifica, la Spal ha già un buon vantaggio ma dobbiamo pensare solo a raccogliere il massimo dei punti, poi faremo i conti. Ora dobbiamo perdere meno punti possibili dalle prime della classe». Preoccupa la partenza lenta dell'Hellas, preoccupa la sindrome da Bentegodi. Il Verona non ha ancora vinto in casa, l'anno scorso ha gettato via la promozione in B proprio tra le mura amiche, ora rischia di restare troppo indietro. «A volte vogliamo spaccare il mondo per dimostrare a tutti che ci teniamo a vincere al Bentegodi - ha detto Giuseppe Le Noci - ma questa foga può diventare controproducente. Ora non dobbiamo cercare alibi, per chiudere in prima posizione bisogna vincere in casa e fuori. Scendere in campo e vedere gli spalti gremiti non fa altro che caricarmi, forse talvolta manca la giusta spensieratezza per provare certe giocate. I risultati ti danno serenità, arriverà qualche vittoria importante e anche il morale sarà sicuramente diverso».

Si riparte da Gubbio, dunque. «Dobbiamo pensare a una gara alla volta - conclude Le Noci -. È fondamentale centrare il bottino pieno col Gubbio per evitare che le distanze nei confronti delle prime in classifica aumentino. In tutti i modi proveremo a portare a casa i tre punti. Le qualità della nostra squadra non si discutono, possiamo segnare in qualsiasi momento. Quindi serve pazienza tanta, le partite durano novanta minuti».

Gomez ha il Verona nel cuore
VITA DA EX. L'attaccante argentino grande protagonista nella promozione del Gubbio
«Che delusione quando ho saputo che i gialloblù non avevano battuto il Portogruaro»
17/09/2010 E-MAILPRINT
A

Juanito Gomez esulta dopo un gol per l'Hellas FOTO EXPRESS
Il Gringo era stato tradito da una radio capricciosa. E per cinque minuti aveva fatto festa. Da solo, in onore dell'Hellas. Mentre a Verona era calato il silenzio. Juan Inacio Gomez Taleb, attaccante argentino del Gubbio, aveva dato ordine ad un suo dirigente di essere informato sul risultato della partita tra i suoi ex compagni e il Portogruaro. «Finisce la partita del Gubbio - racconta - e il dirigente mi dice: guarda che a Verona è finita uno a zero. I tuoi amici hanno vinto. Figurarsi io, ero contento come una Pasqua. Cinque minuti dopo, però, mi sono reso conto che non era vero». Tutto diverso, Verona piange.

Oggi Gomez è giocatore importante del Gubbio. Il suo destino è in bilico tra Veneto e Umbria. La società di via Torricelli lo ha ceduto in prestito. Il ragazzo ha saputo imporsi con prestazioni di rilievo e reti importanti. «Ho segnato - spiega ancora Gomez - in entrambe le gare di play off della scorsa stagione contro Fano e San Marino. Ma la rete più importante penso di averla messa a segno in campionato contro la Giacomense, sempre l'anno scorso. Il momento non era dei più semplici. Stavamo rischiando di finire fuori dalla zona play off. Il mio gol quel giorno è valso la vittoria. E ci ha permesso anche di consolidare la nostra posizione in classifica».

Per Gomez Verona è stata una toccata e fuga. «Ma il ricordo resta molto buono. La società mi ha comunque regalato una chance importante in una piazza importante. Purtroppo ad un certo punto non c'è stato più spazio per me. Il club voleva vincere subito, e quindi mi hanno fatto capire che avrebbero puntato su altri giocatori. È spuntata l'occasione di Gubbio».

E adesso Juan Inacio gioca e si esprime al meglio. Per lui domenica sarà gara speciale. «Non vedo l'ora di trovarmi in campo. Sarà una partita da emozioni forti. Ho legato molto con l'ambiente. E mi sono fatto nuovi amici. Campagna, Selva e Ceccarelli su tutti. Sappiamo benissimo che il Verona verrà a Gubbio per vincere. Ma queste sono le partite più belle, se sei bravo, riesci anche ad esaltarti». E a proposito di Gubbio. Che squadra è la neopromossa? «Giovane, coraggiosa, e sono convinto che non manchino nemmeno le qualità importanti. Certo, domenica dovremo essere molto concentrati. Se vogliamo strappare punti all'Hellas sarà indispensabile giocare una grande partita».Fin qui Gomez ha già messo a segno due reti. Importanti per puntare alla salvezza. Oggi gli umbri hanno gli stessi punti del Verona. «Ma sappiamo -conclude Gomez - che solo una grande prova ci farà uscire dal campo soddisfatti». S.A.

FONTE: LArena.it


17/09/2010 - 14:20
La grinta di Giannini: "E' ora di accelerare"
"Abbiamo le carte in regole per far bene, basta essere un pò più lucidi. Non mi faccio prendere dalla frenesia del risultato a tutti i costi"
SANDRA' - Ultime verifiche in casa gialloblù in vista della gara di Gubbio: nella tarda mattinata di venerdì il tecnico Giannini ha introdotto la 5a sfida di campionato dopo aver svolto un intenso allenamento coi suoi uomini. "Soprattutto in vista di una trasferta è nei nostri programmi dedicare qualche minuto in più nella preparazione delle palle inattive. Domani saremo in Umbria e ci saranno più possibilità di vederci, non vogliamo concedere qualche piccolo vantaggio".

Le indicazioni fornite in occasione delle sedute infrasettimanali hanno un valore relativamente importante: "Il campo fornisce sempre un riscontro più attendibile, durante la settimana si possono percepire determinati aspetti, ma in occasione delle gare ufficiali si ottiene il vero responso da parte degli atleti. I ragazzi sono sereni e si sono allenati bene, credo sia fondamentale per poter preparare la partita".

Gli addetti ai lavori sottolineano la necessità di ulteriore solidità in fase di non possesso: "Dobbiamo migliorare, ma non solo per quanto riguarda il pacchetto arretrato. Mi riferisco anche alla linea di metà campo e negli ultimi sedici metri. Stiamo cercando di inserire al più presto i nuovi acquisti, arrivati poco tempo fa. Dobbiamo accelerare sotto tutti i punti di vista. Abbiamo le carte in regole per far bene, basta essere un attimino più lucidi. Non mi faccio prendere dalla frenesia del risultato a tutti i costi, preferisco vedere la prestazione. I tifosi vorrebbero sempre vedere la squadra vincere, desiderio condiviso da tutti. Cerchiamo di essere realisti, serve del tempo. La mia tranquillità deriva dalle difficoltà evidenziate da formazioni anche di categorie superiori, che hanno cambiato meno rispetto a noi. Con un pò di pazienza possiamo intraprendere la strada giusta".
Ufficio Stampa

17/09/2010 - 12:44
Gubbio-Hellas Verona, arbitra Aureliano di Bologna
In occasione della 5a di campionato il direttore di gara avrà come assistenti Sirchia e Mortara

17/09/2010 - 12:37
Gubbio-Hellas Verona: 20 convocati
Due portieri, sei difensori, otto centrocampisti e quattro attaccanti per la 5a giornata di campionato

16/09/2010 - 17:14
Verso Gubbio, 6-2 nel test contro la Berretti
Nel corso della sfida disputata con i ragazzi di Colella doppiette per Selva e Pichlmann, poi a segno Ferrari e Russo

16/09/2010 - 15:48
Sandrà, spazio interviste venerdì mattina alle 11
A disposizione degli organi d'informazione, dopo la seduta di allenamento, Giuseppe Giannini e Thomas Pichlmann

16/09/2010 - 15:15
Gubbio-Hellas Verona: info per il settore ospiti
I biglietti sono disponibili presso la Totoricevitoria Casa Fortuna (via Golosine 2/A, Verona) al costo di 10€+diritti di prevendita
VERONA - Hellas Verona rende noto che sono disponibili, presso il seguente punto vendita, i biglietti del settore ospiti per la gara di campionato col Gubbio:

Totoricevitoria Casa Fortuna
via Golosine2/A 37136 Verona (VR)
Tel. 045502666
EMail: fabio@casafortuna.net
Note: Orari: mar-sab 9.00-19.30; dom 9.00-13.00; giorno di chiusura totale: lunedì

Il costo dei tagliandi è di 10€+diritti di prevendita. Per l'acquisto e l'accesso all'impianto sportivo è necessario presentare il proprio abbonamento o la tessera del tifoso o la ricevuta di avvenuta richiesta della stessa. A disposizione della tifoseria scaligera 800 posti.
Ufficio Stampa

15/09/2010 Campagna abbonamenti, siamo in 7.673
15/09/2010 Casms, Reggiana-Hellas Verona considerata "a rischio"
15/09/2010 Sandrà, mercoledì doppia seduta per Garzon e compagni

FONTE: HellasVerona.it




[OFFTOPIC]

CHAMPIONS LEAGUE: La ROMA tiene bene il campo a Monaco contro il BAYERN per un'ora poi crolla! Dando ragione al tecnico dei tedeschi VAN GAAL quando accusava il calo italiano di saper fare solo catenaccio anche se il CHELSEA di ANCELOTTI ne ha fatti addirittura 4 in trasferta. L'ARSENAL asfalta i portoghesi del BRAGA (6-0) mentre il REAL vince 'comodo' sull'AJAX. Il MILAN soffre un po' contro l'AUXERRE ma RONALDINHO ispira, Zlatan esegue e toglie le castagne dal fuoco (però poi se la prende col 'povero' Arrigo SACCHI reo, a suo dire, di parlare troppo...) EUROPA LEAGUE: Pari 'con brividi' per la JUVE e pareggio noioso per il NAPOLI; pareggia pure la SAMP mentre è sconfitta per il PALERMO... VITA DA EX: Dopo l'esordio con la VIRTUS LANCIANO Francesco DI GENNARO prova gratitudine e riconoscenza per i rossoneri...
GOLEADE CHELSEA E ARSENAL: MOU, BUONA LA PRIMA -VIDEO
Prima giornata senza grosse sorprese per questo mercoledì di Champions League. Se le italiane possono sorridere solo in parte, grazie al Milan vittorioso a San Siro contro l'Auxerre (e la Roma sconfitta a Monaco con i vicecampioni del Bayern), inglesi e spagnole possono sorridere. Chelsea e Arsenal non hanno avuto problemi a superare, rispettivamente i modesti slovacchi dello Zilina (4-1 per gli uomini di Ancelotti in trasferta, doppio Anelka) e i portoghesi del Braga (sonoro 6-0 all'Emirates Stadium con doppiette di Fabregas e Carlos Vela). Esordio vittorioso e senza problemi anche per il Real Madrid di Mourinho, che al Bernabeu si sbarazza dell'Ajax per 2-0 con una doppietta di Higuain, un gol per tempo. Serata da dimenticare invece per le francesi: oltre all'Auxerre sconfitto a Milano, anche il Marsiglia ha perso il suo debutto stagionale in Europa, in casa contro lo Spartak Mosca: decisivo il gol di Kombarov all'82°. Completano il quadro le vittorie casalinghe di Cluj (2-1 al Basilea) e Shakhtar Donetsk (1-0 al Partizan Belgrado).

EUROPA LEAGUE: JUVE 3-3 CON IL LECH POZNAN -VIDEO
Calice amaro per la Juventus anche in Europa: dopo gli stenti del campionato, pure i polacchi del Lech Poznan, non certo un nome di grido nel panorama calcistico europeo, fanno festa e creano grandi brividi all'avversario, penalizzato da una difesa imbarazzante. Anche i connazionali di Boniek hanno regalato tanto, con un pacchetto arretrato da brivido, ma alla fine i conti tornano solo per loro. E dire che la sera, nata malissimo (la Juve era sotto di due gol dopo mezzora) avrebbe potuto terminare in modo trionfale perchè ci aveva pensato Del Piero, con un gol da favola (il numero 52 della sua carriera in Europa, a solo due da Eusebio), a riportare i suoi in vantaggio, dopo la doppietta di Chiellini generata da altrettante mischie su calci piazzati.

ROMA KO A MONACO -VIDEO VAN GAAL: "GIOCATE MALE"
Per far ripartire davvero la stagione la Roma dovrà provare con qualcosa di più facile. Troppo duro il campo del Bayern per i giallorossi, che a Monaco incassano la terza sconfitta su quattro partite ufficiali. La crisi ormai si profila chiara. La squadra di Ranieri, pur con molte assenze, non approfitta di un primo tempo confuso dei vice campioni d'Europa e nel secondo passa poche volte la metà campo, schiacciata dal forcing avversario. La prova era difficile e non è stata superata. Eppure per 45' era sembrata meno ostica del previsto. Van Gaal dice che il Bayern quest'anno ha ancora più qualità, ma senza Ribery e Robben è una macchina disciplinata e monotona, con sovrapposizioni scolastiche e cambi di gioco a destra e a sinistra per Mueller e Altintop (preferito a Pranjic). Solo il primo riesce un paio di volte a liberarsi, più con la grinta che con la tecnica. Kroos gioca dietro l'unica punta vera Olic, ma più che galleggiare, tra le linee affoga.

VAN GAAL: VOSTRO GIOCO NON MI PIACE «La Roma ha giocato come L'Inter (in finale di Champions, ndr), dieci uomini dietro la linea della palla: se voi amate questo calcio, a me non piace». L'allenatore del Bayern Monaco, Louis Van Gaal, risponde così a chi gli chiede se la vittoria di stasera sulla Roma sia la sua rivincita sul calcio italiano, che non gli piace. Ma c'è un'eccezione. «La Fiorentina di Prandelli l'anno scorso ha sempre giocato bene contro di noi», dice il tecnico olandese.

RANIERI: SODDISFATTO LO STESSO La Roma esce sconfitta a Monaco, ma Claudio Ranieri plaude alla squadra. «È stata una falsa partenza, ma la squadra mi è piaciuta molto - dice il tecnico giallorosso ai microfoni della Rai al termine della prima gara di Champions League persa 2-0 in casa dei tedeschi - sono soddisfatto della prova. Del risultato no, forse non è veritiero, perchè abbiamo avuto anche noi molte occasioni. Loro quelle che hanno trovato le hanno sfruttate». La prima rete del Bayern porta la firma di Mueller, il giovane che si era già messo in evidenza in nazionale ai mondiali sudafricani. «Peccato - aggiunge Ranieri - evidentemente loro hanno alzato il ritmo, due tiri dalla lunga distanza e poi quel gran gol di Mueller. Peccato perchè ci stavamo comportando molto bene. Borriello era già andato vicino al gol nel primo tempo, io comunque sono soddisfatto della prova della squadra. La Roma c'è».

EUROPA LEAGUE: PALERMO KO PARI PER NAPOLI E SAMP-VIDEO
Ancora una volta gli ultimi minuti sono fatali per la Samp in Europa. Come già avvenne nella gara di ritorno contro il Werder Brema in Champions anche questa sera, nella prima partita del girone di Europa League, la squadra blucerchiata subisce proprio nel finale il gol del Psv Eindhoven che consente agli olandesi di pareggiare la rete di Cacciatore nel primo tempo. Ma di sfortuna, in questo caso, non si può parlare: dopo i primi 20 minuti di grande pressing, fantasia, personalità, e altri 20 di smarrimento, nel secondo tempo gli uomini di Di Carlo hanno rinunciato a giocare scegliendo soltanto una confusa difesa.

NAPOLI, BRUTTO PAREGGIO Si parte con un mezzo passo falso nell'avventura continentale che ritrova protagonista il Napoli dopo gli anni di decadenza della squadra azzurra e di assenza dalla scena europea. La squadra di casa non brinda pienamente al ritorno in Europa e con gli olandesi dell'Utrecht si deve accontentare di uno 0-0 che non apre certo prospettive favorevoli per il turno a gironi dell'Europa League. L'obiettivo da raggiungere per andare avanti nel torneo è uno dei primi due posti. La partita in casa con gli olandesi costituiva il banco di prova meno disagevole, al fine del raggiungimento di questo prestigioso traguardo, rispetto agli altri incontri che vedranno impegnati i partenopei contro il Liverpool e la Steaua Bucarest. Sbagliare la prima mossa, dunque, avrebbe potuto compromettere sin dall'inizio il cammino degli azzurri in Europa. E così, almeno parzialmente, è stato.

PALERMO KO A PRAGA Da un 3-2 all'altro. Un Palermo ancora alla ricerca di se stesso si avvicina alla supersfida di domenica contro l'Inter nel peggior modo possibile: domenica scorsa, la sconfitta a Brescia in campionato, stasera quella subita a Praga in Europa League, contro uno Sparta più esperto e convinto, ma anche più in palla (e questo era ampiamente previsto) rispetto agli avversari. I ragazzi guidati da Delio Rossi erano caduti in piedi allo stadio Rigamonti contro le rondinelle bresciane e lo stesso hanno fatto nella città di Franz Kafka. Una magra consolazione, visto che la vittoria ancora si fa attendere. E domenica al Barbera arriva l'Inter 'tricampeon' che non è certo la migliore avversaria da affrontare in un momento delicato come quello attuale.

FONTE: Leggo.it


ALTRE NEWS
Virtus Lanciano, Di Gennaro dopo l'esordio: "Mi sento in debito"
16.09.2010 15:55 di Corrado Della Bruna
Fonte: Intervista - Il Centro
Francesco Di Gennaro ha esordito domenica con la maglia della Virtus Lanciano nella sfortunata sconfitta in campionato contro il Viareggio. Sconfitta che ha rallentato la marcia dei rossoneri, reduci da tre risultati utili consecutivi nelle prime giornate. Il "bomber" napoletano è comunque carico per questa nuova stagione, il cui inizio per lui è stato ritardato dalla nota vicenda legata al recente fallimento del Gallipoli, club nel quale militava prima di trasferirsi al Verona. Una vicenda che poteva segnare la sua permanenza tra le fila della Virtus Lanciano, ma il volere della società (e la ragione, n.d.r.) ha prevalso ed ora il calciatore esprime tutta la propria riconoscenza: "Per fortuna tutto si è risolto per il meglio - confessa Di Gennaro - e ho potuto coronare il mio sogno, che era quello di tornare a distanza di qualche anno a vestire la maglia della Virtus. A tal proposito, non sarò mai abbastanza grato ai Maio per la stima evidenziata nei miei confronti. Avrebbero potuto lasciar perdere - osserva il giocatore - e sfruttare gli ultimi giorni di mercato per cercare altrove un'alternativa nel ruolo, e invece hanno tenuto duro finchè il tribunale non ha dato loro ragione. Un comportamento che non dimentico e che rappresenta un ulteriore stimolo per me, che non vedo l'ora di ripagarli sul campo a suon di gol".

In merito alla partita in terra toscana commenta: "Avremmo potuto e dovuto portare a casa ben altro risultato. Purtroppo non siamo stati capaci di difendere al meglio l'iniziale vantaggio, mentre il Viareggio è stato abile, ma anche fortunato, a sfruttare tutte le occasioni avute. Domenica torniamo a giocare in casa e avremo l'opportunità di cancellare subito questo ko, riprendendoci i punti lasciati per strada in Versilia".

Proprio contro il Gela che finora è sempre stato sconfitto lontano dalle mura amiche. Partita che vedrà il ritorno di Di Gennaro al "Biondi" di Lanciano: "Sicuramente sarà una sensazione piacevolissima attraversare il tunnel che dagli spogliatoi porta in campo. Segnare poi sarebbe addirittura fantastico, ma mi accontento di dare il mio contributo a un eventuale successo della Virtus, che ha la precedenza su tutto".

FONTE: TuttoLegaPro.com
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento Caracciolo


Wallpapers gallery