HELLAS VERONA 'blindato', VAVASSORI va per le spicce: recuperare in fretta orgoglio, convinzione e motivazioni ad ogni costo!

Pubblicato da andrea smarso venerdì 21 maggio 2010 20:13, vedi , , , , , , , , | Nessun commento



VAVASSORI 'BLINDA' I GIALLOBLÙ? Giusto così! Nessun vantaggio, nemmeno il più insignificante, può essere lasciato agli avversari del RIMINI... L'occasione è di quelle importanti e il 'VAVA' si chiude dentro con i suoi escludendo tifosi, media e mondo esterno da Giovedì fino a Sabato giorno della partenza per il ritiro romagnolo: è definitivamente tramontata l'era REMONDINA, il 'sergente di ferro' non ammette distrazioni di sorta sia dentro che fuori dal campo...

Sondaggio a risposta singola

E con VAVASSORI...

...Si va dritti in Serie B! Tanto ci voleva ad esonerare REMONDINA?
Bravo allenatore ma la situazione era e rimane compromessa: Sara' durissima!
La Serie B ormai e' andata! Se ne riparla la prossima stagione...

Nel frattempo, con PUGLIESE out per squalifica, anche CANGI potrebbe perdere il posto a favore del più fresco e vivace CAMPAGNA (o almeno così si sussurra); praticamente certa al centro, dato il forfait di COMAZZI, la coppia CECCARELLI-ANSELMI. Dall'allenamento 'blindato' dei gialloblù escono poche altre informazioni: a centrocampo, RUSSO out, è ballottaggio fra GARZON e DALLA BONA a destra (ma dovrebbero giocare entrambi), 'intoccabile' in cabina di regia ESPOSITO e a sinistra? Uno fra RANTIER (più probabile) e PENSALFINI. L'attacco vedrebbe in pole DI GENNARO e BERRETTONI ma diverse soluzioni sono possibili (provata più volte anche la coppia COLOMBO-SELVA) ad ogni modo, in barba a quanto sostenuto da DE COUBERTIN, vincere è l'unica cosa che conti! Lo sanno bene i butéi in campo così come il condottiero VAVASSORI... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]




LA SCHEDA DI VAVASSORI: ...se il buongiorno si vede dal mattino direi proprio che ci siamo: sono convinto che al momento ai calciatori dell'HELLAS serva sopratutto un motivatore/psicologo che sappia riportare in squadra l'orgoglio (e anche l'umiltà) che per quasi tutto l'arco della stagione ha fatto del VERONA la dominatrice assoluta del Girone B. Non guardiamo indietro - aggiunge il VAVA - tutto è ancora possibile... E ha ragione da vendere: Inutile piangere sul latte versato! Rimanere con la testa agganciati alla promozione persa proprio sul più bello dopo una cavalcata (a tratti) esaltante non avrebbe senso e, anzi, sarebbe molto pericoloso.. L'imperativo categorico è voltare pagina e giocarsi i play-off con la testa sgombra, consci dei propri mezzi, dando il massimo, poi... Que sera sera! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Da Verona allo stadio 'Romeo Neri' di Rimini (RN)
(261 km – circa 2 ore 31 min. Tempo previsto: Coperto 19°C)


Visualizzazione ingrandita della mappa

[DICONO]
ZAMAGNA del RIMINI: «La squadra ha le potenzialità di fare qualcosa di veramente importante, anche se dovremo incontrare una formazione che era stata allestita per un campionato di altissimo livello, cosa che ha fatto per gran parte del campionato, anche se nelle ultime giornate ha avuto qualche battuta a vuoto. Si tratterà di un doppio scontro stimolante e ricco di suspense, speriamo di riuscire a farcela, noi ci proveremo con tutte le nostre forze» e a proposito della doppia vittoria sui gialloblù in campionato aggiunge: «Noi siamo riusciti a battere il Verona in campionato, ma sono state due gare che da parte nostra non sono stati commessi errori e abbiamo disputato due partite sopra le righe. Non sarà facile ripetersi tenendo conto che il Verona, come dicevo prima, è un’ottima compagine. Sicuramente domenica verrà a Rimini a vendere cara la pelle, sarà una partita molto difficile, delicata e nonostante i risultati positivi da noi raggiunti in campionato nel doppio scontro, sappiamo benissimo le difficoltà che incontreremo» (RealSports.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
VAVASSORI neocondottiero al timone dell'HELLAS: «Siamo quasi alla vigilia, la squadra conosce l'importanza dell'impegno. Abbiamo cercato di lavorare al meglio, durante l'anno i ragazzi hanno assimilato il 4-3-3, in questi quindici giorni è stato valutato un modulo alternativo che potrebbe essere utile dall'inizio o durante la gara. Il match sarà molto equilibrato, non credo ci sia molta differenza tra una formazione e l'altra. Se arrivi in fondo è perchè hai dei valori, cerchiamo di non farci battere per la terza volta in questa stagione. L'Hellas è consapevole delle difficoltà, puoi perdere perchè l'antagonista è più forte, ma non per delle disattenzioni» - poi aggiunge - «L'unico vantaggio in questi spareggi è la posizione in classifica ottenuta al termine del campionato. Aspetto positivo in misura comunque relativa, dipende da come gli uomini arrivano all'appuntamento. Peccato per le assenze di Pugliese e Russo, in rosa ci sono alternative valide, ma loro potevano fornire un valido contributo. A quanto accaduto in passato non si può rimediare, è d'obbligo effettuare le opportune analisi per non ripetere gli errori». Per Garzon e compagni è obbligatorio essere fiduciosi: «La concentrazione è fondamentale, il risultato si può raggiungere, ma solo dando tutto. Chi scende in campo dev'essere pronto ad esprimere quanto nelle proprie possibilità» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]
Mister MELOTTI tecnico del RIMINI: «Abbiamo raggiunto un grande tragurdo, perchè arrivare quarti non è stato facile. C'è stato qualche problema nel corso dell'anno ma siamo sempre riusciti a superare le difficoltà». Nell'ambiente biancorosso c'è tanta fiducia per gli spareggi promozione: «Nei play-off si annulla tutto: non esistono i favoriti perchè negli anni si è potuto vedere che chi parte con i favori del pronostico può essere beffato. Partiamo alla pari con il Verona consapevoli della nostra forza e con tanta voglia di superare il turno». La squadra non vede l'ora di giocare: «Stiamo senz'altro bene non solo dal punto di vista fisico. Il quarto posto ci ha galvanizzato e sappiamo di poter mettere in difficoltà i gialloblù. Il Verona ha cambiato allenatore per dare una scossa e anche loro saranno molto carichi, per questo non esistono i favoriti» (TGGialloBlu.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Radiografia del Gol gialloblù 2009/2010
GiocatoreAmic.CoppaCamp.Tot.
SELVA52714
CECCARELLI2-68
RANTIER62513
BERRETTONI102315
FARIAS82313
COLOMBO62311
CIOTOLA19-221
DI GENNARO8-210
PENSALFINI2-24
RUSSO1-23
CANGI1-23
ANSELMI1-12
GOMEZ TALEB23-5
GARZON31-4
MASSONI-1-1
BURATO2--2
DIANDA1--1
SIBILANO1--1
SCAPINI1--1
VIVIANI1--1
GUCCIONE1--1

[ALTRE NEWS]
PRIMA PARTITELLA IN FAMIGLIA per l'HELLAS di VAVASSORI, a segno BERRETTONI, SELVA (2 volte) e DI GENNARO

RIMINI-VERONA in diretta sul canale digitale di Tele Arena (Tele Arena Sport), si parte dalle 15.15 insieme a PENZO e BAGNOLI (nella sintonizzazione automatica Tele Arena Sport dovrebbe essere sul 77 ma non è detto). Fra i gialloblù assenti gli squalificati PUGLIESE e RUSSO e l'infortunato COMAZZI, i romagnoli invece dovranno fare a meno del loro giocatore forse più rappresentativo: il capitano CARDINALE operato in settimana... Prima del fischio d'inizio verrà osservato un minuto di raccoglimento per le vittime di Herat.
MEMORIAL TINO GUIDOTTI: ...Si terrà domenica 23 maggio al centro sportivo Veronello di Calmasino in onore del presidente dell’Hellas Verona campione d’Italia nel 1985.
A LAVAGNO UNA PIAZZA INTITOLATA ALL'HELLAS CAMPIONE: Il 2 giugno alle 11 sarà inaugurata a Lavagno piazza «Scudetto del 1985 dell’Hellas Verona» (LArena.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

NBA Playoffs: Celtics vs Magic Game 1 - 16/05/2010Rémi Gaillard: con i piedi ed un pallone è un vero e proprio cecchino!NBA Playoffs: Suns vs Lakers Game 2 (19/05/2010)

[IN BREVE]
WAYNE ROONEY BARBONE? Succede in una pubblicità Nike A causa... di RIBERY!
NBA PLAYOFF: Nella finale di Eastern Conference i CELTICS in Gara 1 riportano i MAGIC sulla terra! Dall'altra parte dell'oceano i LAKERS domano i SUNS col 'solito' BRYANT e siportano poi sul 2 a 0...
'VALZER DELLE PANCHINE': Si comincia con DEL NERI che dopo aver portato in Champions la SAMP va alla JUVE e GUIDOLIN (accostato ben prima di VAVASSORI alla panchina gialloblù) che lascia PARMA.
FORMULA 1: Dopo la 'scalata' dal 24° al 6° posto al GP di Montecarlo ALONSO esalta il team FERRARI...
GIRO D'ITALIA: ...E CUNEGO se la prende con lo scarso coraggio dimostrato dalle altre squadre...
VITA DA EX: PRISCIANTELLI nuovo diesse del MODENA, in bocca al lupo Riccardo!
SUPERCOPPA DI LEGA PRO: Il PORTOGRUARO ci prova col 'solito' ALTINIER ma il NOVARA mette in chiaro le cose, finisce 3 a 1 per i piemontesi del Girone A la gara di andata...
CALCIO PARAGUAY: Batte in porta 1 metro dopo il disco di centrocampo e segna!
CINQUE ARBITRI la FIFA dice si ma saranno facoltativi...
IL RETROSCENA: Perchè VAN GAAL volle cacciare TONI dal BAYERN? Dormiva a tavola!
CALCIO ROMANIA: Crisi anche a casa di MUTU, sfrattata la STEAUA BUCAREST!
CALCIO&FALLIMENTI: Sparisce il PERUGIA!
MONDIALI&PIZZA GRATIS: Succede da 'Pizza Hut' Irlanda per ogni gol che beccherà la Francia! Ah ah... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Nike: WRITE THE FUTURE Rooney Caravan Golazo de Inca: Sol de America vs. OlimpiaPUBBLICITA' NIKE: "Write the future"... C'è anche Bobby Solo!

GIOCO PRONOSTICI:
6 punti a MARTINO, MISTER LOYAL lascia fare e 'MARTIN JAPONICO' conquista (meritatamente) il titolo di Campione del Gioco Pronostici B/=\S 2009-2010: Complimenti anche per i 10 punti di distacco da BRUNI, buon secondo col classico colpo di reni finale. Sul gradino più basso del podio MISTER LOYAL e POSE a pari merito... Maglia nera a LUCKY.

Ammonizioni per: Bridget, Lucky e Mister Loyal
Espulsione per: Ale90HVr

Per ciò che concerne i record mi consolo: io vinco il titolo per il maggior numero di Campione di giornata: 8! Ma anche quello come Sfigadòn de la stagiòn (ancora con 8), per il resto:
Punteggio massimo in una giocata: Ale90hvr, Bruni (11)
Max. numero di risultati azzeccati: Bruni (5)
Max. numero di pronostici azzeccati: Ale90HVr (8)
Punteggio minimo in una giocata: Barnaba, Bruni, Federico Montresor, Martino, Paolo, VALE/=\VALES (0)

Bene per quest'anno è tutto! Arrivederci a Settembre... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

CLASSIFICA DI GIORNATA
6 - Bruni, Gabri, Gede, Martino, Smarso
4 - Black, Pose

CLASSIFICA GENERALE
151 - Martino
141 - Bruni
139 - Mister Loyal, Pose
138 - Smarso
127 - Ale90hvr
120 - Bridget
119 - Black, Gabri
116 - Gede
110 - Lucky

CLASSIFICA PRECEDENTE
145 - Martino
139 - Mister Loyal
135 - Bruni, Pose
132 - Smarso
127 - Ale90hvr
120 - Bridget
115 - Black
113 - Gabri
110 - Gede, Lucky

ALBO D'ORO CAMPIONI
2009/2010 Martino
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


18 Maggio 2010
Calcio Iª Div. B - Esclusiva Zamagna: "Rimini contro il Verona, senza paura"
di Marco Magli
Alla fine il Rimini ha conquistato i play off grazie soprattutto ad un finale di stagione entusiasmante (dodici punti nelle ultime cinque partite), fondamentale la vittoria sul Verona, rete del difensore Rinaldi (alla prima rete in Campionato). La svolta è avvenuta dopo la pesante sconfitta interna contro il Foggia, alla 29°giornata, i ragazzi di Melotti hanno saputo reagire senza perdere la speranza e credendo sempre nei propri mezzi.
"Siamo molto contenti di essere approdati ai play off, il bello arriva adesso, a questo punto non dobbiamo lasciare niente d’intentato per cercare di fare ancora di più. La squadra ha le potenzialità di fare qualcosa di veramente importante, anche se dovremo incontrare una formazione che era stata allestita per un campionato di altissimo livello, cosa che ha fatto per gran parte del campionato, anche se nelle ultime giornate ha avuto qualche battuta a vuoto. Si tratterà di un doppio scontro stimolante e ricco di suspense, speriamo di riuscire a farcela, noi ci proveremo con tutte le nostre forze".

Un Verona che il Rimini ha sconfitto sia all’andata (al ‘Bentegodi’ con rete di Tulli, primo successo del Rimini a Verona!), interrompendo la lunga striscia positiva degli scaligeri che durava da ben venticinque turni, e sia al ritorno.
"Noi siamo riusciti a battere il Verona in campionato, ma sono state due gare che da parte nostra non sono stati commessi errori e abbiamo disputato due partite sopra le righe. Non sarà facile ripetersi tenendo conto che il Verona, come dicevo prima, è un’ottima compagine. Sicuramente domenica verrà a Rimini a vendere cara la pelle, sarà una partita molto difficile, delicata e nonostante i risultati positivi da noi raggiunti in campionato nel doppio scontro, sappiamo benissimo le difficoltà che incontreremo".

Il nuovo tecnico scaligero Vavassori pare intenzionato a passare al 4-4-2, tra le file veronesi mancheranno gli squalificati Russo, ex di turno, e Pugliese.
"Anche noi dovremo fare a meno di Cardinale, il nostro capitano, che proprio domani verrà operato, per noi è una grave assenza, è un giocatore molto rappresentativo. Sicuramente chi andrà in campo farà del suo meglio e vedremo quello che succederà".

Che campionato è stato quello della stagione 2009/10, si può dire “il massimo dell’imprevedibilità “? Un torneo che a lunghi tratti ha visto tante compagini racchiuse in pochissimi punti, bastava un nulla per essere in paradiso oppure trovarsi nella zona rossa della classifica.
"Si, un campionato molto equilibrato, livellato, dove ogni domenica si sono registrati risultati a sorpresa: squadre che nelle ultime posizioni hanno fatto punti in campi di squadre di alta classifica, risultati veramente imprevedibili, anche il fatto che sia approdato in Serie B una compagine come il Portogruaro che all’inizio di stagione non era certo accreditata a salire di categoria. Questo fa capire che i colpi ad effetto in questo campionato sono dietro l’angolo".

Dia un voto o un giudizio ai seguenti: Nolè e Lebran del Rimini.
"Sicuramente sono autori di un ottimo campionato, quindi darei un bell’otto a tutti e due".

Portogruaro: il tecnico Calori e il Direttore Alfio Pelliccioni.
"Certamente il massimo dei voti a tutti quanti, sia al tecnico Calori e sia al Direttore che ha allestito la squadra".

Il Potenza e il suo ‘condottiero’ Capuano.
"Nonostante le difficoltà che hanno attanagliato la Società si sono comportati nella maniera migliore onorando il campionato, quindi darei un bell’otto".

L’altra romagnola: Il Ravenna, che l’ultima vittoria l’ha conquistata alla 20° giornata, 2-1 sul Potenza.
"Hanno rischiato molto, ad un certo punto del campionato pensavo che dovessero fare i play out, darei un 5,5".

Cavese (che al giro di boa era fanalino di coda con quindici punti e ha saputo conquistare ben ventotto punti nel ritorno) e Real Marcianise.
"Un giudizio molto positivo, Stringara e Boccolini meritano davvero un ottimo voto".

Quali sono i giocatori giovani del campionato che l’hanno più impressionato e su chi sarebbe pronto a scommettere?
"Tra i diversi giovani che si sono messi in mostra mi sono piaciuti molto il terzino sinistro del Giulianova Francesco Migliore, Gianluca Sansone del Lanciano, Fabio Concas della Ternana. Noi abbiamo Kirilov, classe ’92, e che ha fatto sette partite, mi pare destinato a fare un’ottima carriera".

Per quello che riguarda la Società, i nomi di “Zeta Life”, “Edilizia Moderna”, imprenditori locali interessati alla Rimini Calcio, sono più che voci?
"Sono questioni che non sono di mia competenza, non so quali potrebbero essere le evoluzioni di queste voci che girano a Rimini".

Roberto Vitiello avrà ancora futuro con la maglia del Rimini?
"Vitiello è in scadenza di contratto, in questo momento siamo molto concentrati sui play off, per quello che riguarda le situazioni di mercato, di rinnovi di contratto, vedremo di trattare più avanti".

Intanto va elogiata la “Berretti” di Giordano Cinquetti che in finale ha perso di misura, allo scadere, contro il Novara (mai sconfitto nel proprio campionato) di Giacomo Gattuso, i biancorossi in semifinale avevano eliminato i campioni in carica del Benevento.
"Purtroppo la finale ci è andata male, abbiamo subito la rete sul filo di lana, il Novara è una squadra tosta, una Società in evoluzione, con ‘ Novarello’ che è un centro sportivo davvero bello e attrezzato, a mio parere si tratta di una Società destinata a crescere ancora".

FONTE: RealSports.it


21/05/10 10:38 SPORT CALCIO
Si terrà al centro sportivo di Veronello
Memorial Tino Guidotti: torneo di calcio
VERONA - L’assessore allo Sport Federico Sboarina ha presentato ieri mattina il torneo di calcio “Memorial Tino Guidotti-Trofeo supermercati Sigma”, che si terrà domenica 23 maggio al centro sportivo Veronello di Calmasino.
L’evento è stato organizzato dal Panathlon Club Verona, con il patrocinio del Comune di Verona. Erano presenti il presidente del Panathlon International club di Verona Roberto Gerosa e Sergio Guidotti figlio del presidente dell’Hellas Verona campione d’Italia nel 1985. Il torneo riservato alle categorie Esordienti e Pulcini, vedrà quest’anno in campo 14 squadre delle scuole calcio delle società veronesi. “In occasione del 25° anniversario della vittoria dello scudetto dell'Hellas Verona – ha spiegato Sboarina - gli organizzatori hanno deciso di far partecipare solamente squadre del nostro territorio, un’occasione per coinvolgere i giovani in una giornata di divertimento fondata sui valori che lo sport porta con sè”.

Il ricavato dell’intera manifestazione sarà devoluto all’Abeo di Verona, mentre a tutti i bambini e ragazzi che parteciperanno sarà regalato un biglietto per la partita benefica “Gialloblu Superstar”, organizzata dall’associazione Ex Calciatori Hellas Verona in collaborazione con l’assessorato allo Sport, che vedrà sfidarsi in campo i giocatori che si sono aggiudicati lo scudetto nel 1985 e la Rappresentativa Italiana Attori.
cs
Greta Crestani

FONTE: NotiziarioItaliano.it


Calcio. Rimini-Verona, un minuto di raccoglimento per le vittime di Herat
Verrà osservato prima delle gara di play off e play out e di Supercoppa di domenica prossima.
RIMINI | 20 maggio 2010 | Il Presidente Federale ha disposto che, in occasione delle gare di play off e play out e di Supercoppa del 23 maggio 2010, venga osservato un minuto di raccoglimento per commemorare i due militari italiani vittime dell'attentato ad Herat (Afghanistan) del 17 maggio 2010.

Calcio. Già attiva alla Ticket One la prevendita per Verona-Rimini
Collettivo Riminese e Curva Est organizzano pullman al seguito della squadra.
www.hellasverona.it
RIMINI | 21 maggio 2010 | Sono già disponibili, presso i punti vendita del circuito Ticket One, i biglietti per la gara di ritorno della semifinale play-off tra Hellas Verona e Rimini in programma sabato 29 maggio (alle ore 17) allo stadio "Bentegodi" di Verona.

Sabato 29 maggio, in occasione della partita Hellas Verona-Rimini il “Collettivo Riminese” organizza pullman al seguito della squadra, con partenza alle ore 12 da Piazzale del Popolo, di fronte allo stadio.
Prezzo: 18 euro per i soci, 23 per i non soci.
Prenotazioni presso: Stazione di servizio ESSO di via Marecchiese, 60/A (cell. Alfredo 347/8836166).

La trasferta è organizzata anche dalla Curva Est. Le iscrizioni sono igà aperte al Bar Covignano. Costo: 20 euro. Il ritrovo è alle 12 di sabato 29 al Bar Covignano.

FONTE: NewsRimini.it


Rimini - Sale nei tifosi la febbre playoff
Per la semifinale di andata contro il Verona di domenica prossima al Neri, i supporters biancorossi stanno preparando una suggestiva coreografia
RIMINI (s.d.) - Ieri allenamento a Longiano. Tutti a disposizione. Oggi test in famiglia a Longiano contro la Berretti. Ieri intanto si è operato a Bologna il centrocampista Alfredo Cardinale: al Rizzoli l’equipe del dottor Buda ha eseguito un intervento di pulizia della caviglia perfettamente riuscito. Il giocatore, che ieri ha ricevuto la visita del medico sociale biancorosso Cesare Gori, oggi dovrebbe essere dimesso. Intanto i tifosi biancorossi si stanno organizzando: sulle tribune è attesa una bella coreografia.

QUI VERONA - Ultima doppia seduta di lavoro accessibile a tifosi e giornalisti quella di ieri per il Verona che da oggi e fino a sabato, giorno della partenza programmata, lavorerà a porte chiuse. Vavassori continua a far capire alla squadra i suoi metodi di lavoro e soprattutto a lavorare sugli schemi ed in particolare sull’attuazione del 4-4-2, il modulo che l’ex tecnico di Atalanta e Cesena sta continuando a provare in questi giorni. Le ultime indiscrezioni fanno capire che potrebbero esserci diverse novità in tutti i ruoli: in difesa capitan Cangi potrebbe lasciare il posto a Bertolucci che fungerebbe da terzino in una retroguardia formata da Anselmi, Ceccarelli e Campagna. A centrocampo salgono le quotazioni di Garzon a destra con Pensalfini o Dalla Bona ed Esposito al centro mentre nel ruolo di esterno sinistro Vavassori ha provato molto Rantier che parte favorito. In attacco chi ci capisce è bravo: visto che il neotecnico è stato abile a mischiare le carte. Le coppie più gettonate sono Di Gennaro-Berrettoni e Selva-Colombo. C’è però chi non esclude nemmeno la coppia di panzer: Colombo-Di Gennaro.

Notizia del 19/05/2010 - 13:25
Rimini - A Rimini è caccia al biglietto
Il raggiungimento dei playoff sembra aver risvegliato la voglia di calcio tra i tifosi biancorossi che si stanno mettendo in fila ai botteghini. Già circa 2000 i tagliandi venduti nei punti venduti Ticket One di Rimini e Provincia.
RIMINI – (s.d.) Cresce l’attesa a Rimini per il match col Verona. Il traguardo degli spareggi promozione e lo scontro contro la grande big di questo girone B di Prima Divisione sta risvegliando anche il tifo biancorosso che ha iniziato a prendere d’assalto i punti vendita Ticket One presidente nella provincia.

Se a Verona sono già praticamente esauriti i 2300 tagliandi riservati alla squadra ospite a Rimini dopo due giorni di prevendita sono stati bruciati poco meno di duemila biglietti. E’ dunque prevedibile un Romeo Neri finalmente gremito per questa sfida che vale una stagione. I ragazzi di Melotti, infatti, se vogliono passare il turno devono vincere almeno una delle due partite e la gara d’andata in casa può essere l’occasione migliore per spianare la strada e ribaltare i pronostici che vedono gli scaligeri favoriti.

Sul fronte campo la squadra ieri ha continuato la fase d’avvicinamento a questa sfida. Lavoro differenziato precauzionale per Rinaldi mentre Vitiello e Nolè hanno smaltito i propri acciacchi e sono pronti per la grande sfida contro il Verona. Un Verona che sta preparando nel silenzio questa delicata trasferta. Dopo la clamorosa delusione col Portogruaro il nuovo tecnico Vavassori ha deciso di preservare la squadra dai microfoni imponendo il silenzio stampa ai suoi giocatori ed ha anche deciso di far svolgere a porte chiuse gli ultimi allenamenti. Una scelta fatta per negare dei vantaggi al Rimini ed anche per non far trapelare la formazione di cui però si è ormai intuito il modulo visto che Vavassori ha lavorato tutta la settimana sul 4-4-2.

FONTE: RomagnaNoi.it


Venerdì 21 Maggio 2010
Domenica a Rimini andata semifinale play off, il tecnico ha scelto: squadra lunga e offensiva
Vavassori attacca: Hellas rischiatutto
di Gianluca Vighini
VERONA - Rafael in porta, Campagna a destra, Bertolucci a sinistra, Anselmi e Ceccarelli centrali; a centrocampo: Garzon a destra, Dalla Bona ed Esposito in mezzo, Rantier a sinistra; in attacco: Di Gennaro e Berrettoni. Sarà molto simile a questo l’Hellas che affronterà il Rimini dopodomani (alle 16) in Romagna, in gara1 delle semifinali play off.
Allenamenti blindati. Sebbene in un ambiente blindato (allenamenti a porte chiuse ieri, oggi e domani a Sandrà), qualcosa è trapelato dal laboratorio Hellas. Vavassori ormai si è fatto una sua idea sulla squadra che si giocherà l’intera stagione in questa coda di campionato che il Verona aveva prima ammazzato e poi ha riaperto in maniera clamorosa.
Hellas all’attacco. Un Verona offensivo che occuperà meglio gli spazi, più compatto e meno lungo, sicuramente una sorpresa per il Rimini, autentica bestia nera dei gialloblù durante la regular season (due vittorie, sei punti conquistati). «Non concedo nessun vantaggio agli avversari - ha spiegato Vavassori chiedendo parallelamente ai suoi giocatori -, massimo impegno e massima professionalità, fuori e dentro al terreno di gioco».
Modulo iniziale. Il Verona giocherà con un 4-4-2 iniziale, ma in fase offensiva tornerà al 4-3-3 che la squadra ha assimilato durante tutta la stagione. A fare l’ago della bilancia sarà Rantier, pendolino sulla sinistra ma anche Dalla Bona che giocherà al fianco di Esposito e Garzon che dovrà equilibrare tutta la squadra. «Si vince e si perde da squadra», ripete Vavassori a tutti i suoi ragazzi. «Non c’è un singolo che fa la differenza». (ass)

Venerdì 21 Maggio 2010
Melotti, mister avversario: «Partiamo alla pari, gli spareggi azzerano tutto»
VERONA - «E’ un torneo a parte, si parte tutti alla pari», ha detto parlando dei play off Mauro Mellotti, allenatore del Rimini a poco più di 48 ore dalla sfida con il Verona. Felice di aver conquistato questo traguardo l’allenatore dei romagnoli cerca soprattutto di tenere alta la guardia della sua squadra. «Adesso - spiega - abbiamo molta più fiducia nei nostri mezzi. Questa squadra ha superato tanti problemi, ma soprattutto crede più in se stessa. Il Verona? Arriveranno con il dente avvelenato, ma anche delusi di non aver conquistato la B. Ma non esiste una favorita ai play off». (G.Vig./ass)

Giovedì 20 Maggio 2010
Verso Rimini: da oggi allenamenti blindati
Rivoluzione Hellas: fuori Cangi, rebus attacco
di Gianluca Vighini
VERONA - La rivoluzione colpirà duro. E dalle macerie dell’Hellas uscirà un Verona tutto nuovo. Nel laboratorio di Sandrà Giovanni Vavassori sta lavorando in profondità per cercare di dare nuovi contenuti alla squadra scaligera. Da oggi e fino a sabato il campo d’allenamento sarà off limits e nessuno potrà guardare quello che succederà nel rettangolo di gioco. Ma qualche indiscrezione sul probabile assetto che Vavassori userà contro il Rimini è comunque trapelato.

La difesa cambia. Le quotazioni di Cangi scendono, salgono quelle di Campagna. In mezzo scelte obbligate con Ceccarelli e Anselmi. A sinistra, squalificato Pugliese, tutto lascia presagire che sarà il giovane Bertolucci a giocare.
Centrocampo rebus. A destra Vavassori sta provando alternativamente Dalla Bona e Garzon. Se fosse quest’ultimo a prendere posto a destra, vista anche la squalifica di Russo, allora Dalla Bona appoggerebbe Esposito in cabina di regia. A sinistra quasi certa la soluzione Rantier (nella foto Novelli).
Attacco a sorpresa. Qui Vavassori ha ruotato tutti i titolari. Potrebbe affidarsi a Colombo e a Selva, ma in questo momento la coppia più gettonata è quella composta da Di Gennaro e Berrettoni.
Biglietti per Rimini a ruba. Ancora una volta i tifosi andranno in massa a Rimini. Ieri sono andati venduti immediatamente 2.028 tagliandi dei 2.300 messi a disposizione dal Rimini. I supporter gialloblù potranno acquistare solo i biglietti riservati ai tifosi ospiti per disposizione del Casms. (ass)

Mercoledì 19 Maggio 2010
Allenamenti a porte chiuse da domani a sabato per preparare la sfida in Romagna
Il generale Vavassori blinda l’Hellas «Il modulo può variare. E il Rimini non fa paura»
di Gianluca Vighini
SANDRA’ - Il Verona è blindato. Chiuso, off-limits. Ordine del generale Giovanni Vavassori (nella foto Novelli) che ha deciso di chiudere la squadra al mondo esterno per tre giorni. Allenamenti a porte chiuse domani, venerdì, sabato: zero interviste ai giocatori (parla solo lui). Troppo delicato il momento, troppo delicata la gara d’andata con il Rimini per rischiare qualcosa. «Mi dispiace per i tifosi, ma in questo momento preferisco concentrare l’attenzione su noi stessi», ha spiegato ieri il tecnico gialloblù comunicando la decisione. Una squadra che sta ricomponendo i cocci del morale distrutto dopo la debacle patita domenica scorsa con il Portogruaro e contemporaneamente cerca di capire le nuove metodologie di lavoro imposte dal nuovo allenatore.

La comprensione. «Si devono adeguare ai miei metodi - ha spiegato Vavassori - e io cerco di adeguarmi a loro. Partendo comunque dal presupposto che un professionista lo è 24 ore al giorno. Questa è la mia base di partenza. E da qui non ci si scappa».
Morale a terra. «C’è chi ha assorbito la botta e chi ancora non si è rialzato - sbotta Vavassori -, ma è anche normale che sia così. Non possiamo essere tutti uguali. Siamo essere umani. E’ logico aver trovato questa situazione ed ora è logico essere a questo punto del lavoro».
La squadra prima di tutto. «Mai visto vincere o perdere per un solo individuo - spiega Vavassori - ma sempre grazie al gruppo o alla squadra. E’ un elemento di partenza che dobbiamo sempre tenere presente se vogliamo avere delle carte da giocare».
Il modulo. «Sto provando varie soluzioni - ha spiegato il nuovo tecnico dell’Hellas - ma tutto è possibile. I ragazzi sanno giocare bene con il 4-3-3, voglio avere delle alternative (4-4-2 da trasformare in 4-2-4, ndr)da usare in partita. Ci può essere molto utile in questa fase».
Il Rimini non fa paura. «Adesso siamo tutti più o meno sullo stesso livello. A decidere saranno le motivazioni e gli episodi. Il Rimini non ci può far paura», conclude sicuro il mister. (ass)

Martedì 18 Maggio 2010
Hellas, Vavassori all’attacco: a Rimini quasi certo il 4-2-4
di Gianluca Vighini
VERONA - Se Remondina era mister X (nel senso che il suo Hellas era abbonato ai pareggi: ben 16, secondo solo ai 17 della Cavese), Vavassori cercherà di costruire una formazione votata all’attacco che cerchi di sfruttare il potenziale offensivo. E così nel laboratorio di Sandrà, il nuovo mister gialloblù ha iniziato i primi esperimenti.
Si cambia a centrocampo. Il reparto che più subirà trasformazioni sarà la mediana. Vavassori ha intenzione di schierare un 4-4-2 che in realtà diventerà un 4-2-4 in fase offensiva. Così il tecnico ha piazzato uomini offensivi sulle fasce: Rantier a sinistra e Berrettoni a destra, per un Verona votato all’attacco. In mezzo, il lavoro di equilibratori sarà fatto da Esposito e Garzon . Difficile ora capire chi saranno i titolari. Anche perché non è escluso uno schieramento più prudente: in questo caso a destra andrebbe Dalla Bona, com’è successo nel test in famiglia l’altro ieri.

I movimenti dell’attacco. In realtà non esisterà una prima e una seconda punta: Vavassori ha già fatto capire che i due attaccanti non daranno punti di riferimento agli avversari. Per due posti in questo ruolo ci sono tre giocatori: Selva, Colombo e Di Gennaro. Proprio Colombo potrebbe essere il più sicuro di giocare, visti i movimenti che si adattano allo schema e la perfetta conoscenza del mister che lo ha cresciuto nelle giovanili dell’Atalanta. (ass)

FONTE: Leggo.it


LA LUNGA ATTESA DI VERONA
Hellas>> Squadra in ritiro, città in fermento: 2.300 tifosi andranno a Rimini, ci sarà diretta tv. La fiducia di Martinelli «Io ho smaltito la delusione e spero che anche i giocatori l’abbiano fatto con il lavoro»
Playoff alle porte.
Andrea Spiazzi Verona
La Verona dell’Hellas si prepara alla prima dei playoff. Archiviata l’amarezza della mancata promozione diretta, il popolo gialloblù ha risposto ancora una volta presente per sostenere la squadra a Rimini. Finora venduti 2200 biglietti sui 2300 disponibili per la trasferta. Aperti ieri mattina, i punti vendita sono stati presi d’assalto e in due ore sono stati acquistati 2000 tagliandi. Molto probabilmente con la giornata di oggi si esauriranno. Chi non potrà recarsi in Romagna avrà l’opportunità di seguire la diretta della gara (che inizierà alle 16) sul canale digitale terrestre di Telearena con la telecronaca di Gianluca Tavellin ed il contributo in studio di Nico Penzo ed Osvaldo Bagnoli. Da oggi la squadra si allenerà a porte chiuse.

Vavassori vuole ricavare il massimo dal gruppo nei tre giorni di preparazione restanti, cercando negli occhi e nelle gambe i segnali giusti dai suoi ragazzi. Il presidente Giovanni Martinelli, ieri alla presentazione del cofanetto in ricordo del tricolore “Nessuno come noi” commenta: «La grande delusione personale è passata. Spero che anche i giocatori l’abbiano già smaltita col lavoro sul campo. Dobbiamo crederci e centrare l’obbiettivo, peccato che a Rimini ci sia spazio solo per 2300 tifosi». In effetti Martinelli è apparso più disteso, anche se molto dipenderà da come la squadra uscirà dalla gara di domenica. All’Hellas basterebbero due pareggi per passare in finale, ma meglio non dimenticare le due sconfitte patite contro il Rimini sia all’andata che il 2 maggio scorso quando i gialloblù capitolarono al 94’. Intanto Mauro Melotti, allenatore dei romagnoli, dichiara: «Abbiamo fatto un gran campionato. I playoff fanno storia a sé, ma sappiamo di giocarci le nostre possibilità alla pari del Verona. L’importante è giocare sereni, tanto nuove forze a fine stagione non ne trovi. Metteremo molta determinazione. Noi dovremo vincere almeno una gara, ma non escludo di poterle vincere tutte e due. Stiamo tutti bene, daremo battaglia».

QUI SANDRÀ
Ora mister Vavassori nasconde la squadra: da oggi gli allenamenti saranno a porte chiuse
La squadra di Vavassori continua a lavorare in vista della partita col Rimini. Ieriseconda seduta della settimana per Garzon e compagni: riscaldamento e tattica per reparti al mattino, esercitazioni per lo sviluppo del possesso palla e partitelle nel pomeriggio. A riposo Alberto Comazzi. Il nuovo tecnico sta insistendo sul 4-4-2, che sarà ilmodulo con cui i gialloblù scenderanno in campo da adesso in poi.

Dall’allenamento di ieri nessuna indicazione sulle possibili scelte nei vari reparti, e anche nei prossimi giorni sarà difficile capire le intenzioni di Vavassori: a partire da oggi, infatti, le sedute di lavoro saranno svolte a porte chiuse. Sempre ieri, intanto, è stato presentato “Nessuno come noi”, lavoro editoriale composto da un libro e un dvd dedicati al tricolore conquistato nel 1985 dall'Hellas Verona. Il “do - cufilm” è stato ideato e diretto dal giornalista di Telenuovo Gianluca Vighini, mentre il fumetto, edito da Sample, nasce da un’ideadiNicolaFiocco.

VAVA: «BASTA PERSONALISMI, VOGLIO VEDERE UNA SQUADRA»
Hellas>> A quattro giorni dai playoff il nuovo tecnico “striglia” i gialloblù. Prisciantelli non torna
L’ex direttore sportivo sembra destinato a trasferirsi al Modena

L'ora della verità
Andrea Spiazzi Verona
Dopo una settimana di lavoro Giovanni Vavassori incontra la stampa, ma non è particolarmente prodigo di parole. Troppo poco tempo per farsi un’idea precisa sulla situazione, forse, e comunque il tecnico bergamasco segue la massima “poche parole e molti fatti”. Ribaltare la situazione negativa del dopo Portogruaro non è compito facile, chi ha assistito agli allenamenti di questi giorni racconta di un gruppo giù di tono, mentalmente e fisicamente. Anche per questo il nuovo mister ha ordinato che nei giorni di giovedì, venerdì e sabato gli allenamenti si svolgano a porte chiuse. «Vedo buona volontà da parte dei ragazzi - spiega Vavassori -, come in ogni squadra ci sono persone che reagiscono alle difficoltà in un modo o nell’a l t r o.

Abbiamo ancora qualche giorno di lavoro per migliorare la condizione fisica e mentale, talvolta bastano una pacca sulla spalla o un semplice sguardo per trovare in se stessi la forza di reagire. Io mi devo adeguare a loro, loro si devono adeguare ai miei metodi. Un giocatore è professionista 24 ore su 24, parte dell’impegno va profuso sul rettangolo di gioco, il resto riguarda la gestione in vista dell'allenamento successivo». Il tecnico ha provato un nuovo modulo, il 4-4-2 che potrà venire utile a seconda dell’avversario che si andrà ad incontrare: «La squadra ha assimilato un modulo adottato tutto l’anno, le sedute svolte finora mi hanno permesso di studiare qualcosa di diverso. Tutti i sistemi di gioco hanno vantaggi e svantaggi, bisogna sapere affrontare le problematiche derivanti dall’avversario in modo da trarne maggior profitto».

A porte chiuse, dunque, da giovedì. «Ci dispiace per la gente che solitamente assiste ai nostri allenamenti - dice -, ma in questo momento dobbiamo cercare di ottimizzare qualunque aspetto della preparazione». Domenica si va a Rimini ma Vavassori non guarda all’avversario. «Giunti a questo punto non c'è grande differenza tra una formazione e l'altra. L’importante è che noi giochiamo da squadra, abbandonando le soluzioni personali che non portano a niente». Il “Vav a ” ha incontrato in questi giorni molti tifosi, preoccupati per il futuro. «Capisco le sensazioni di chi vive il Verona quotidianamente - commenta - la Prima Divisione è una sofferenza già per un solo anno. Qui siamo arrivati a tre, tanto basta per capire quanto la piazza abbia voglia di tornare a vincere». Sul fronte societario, intanto, si raffreddano le voci di un ritorno di Prisciantelli all’Hellas: l’ex dirigente pare ora intenzionato a sistemarsi a Modena.

HELLAS
Vavassori cambia: Cangi e Pugliese rischiano il posto, torna Di Gennaro
>> L’Hellas di Vavassori sta prendendo forma e nel 4-4-2 con cui si presenterà domenica a Rimini potrebbbero esserci novità: in difesa sotto esame sono i terzini: Cangi e Pugliese (che è fermo per una distorsione alla caviglia) hanno mostrato un calo evidente e Vavassori sta valutando se far partire Campagna e Bertolucci. I centrali saranno Ceccarelli ed Anselmi. A centrocampo la linea potrà essere composta da Ciotola a destra, poi Esposito, Garzon e uno traPensalfini e Rantier a sinistra. In avanti le soluzioni possono essere varie ma è favorito Di Gennaro con Berrettoni più arretrato. Intanto la società è attenta a quello che accade anche fuori dal campo e si capisce dal messaggio di Vavassori: «Si è calciatori 24 ore al giorno ». Troppe, infatti, le voci delle notti brave, anche recenti, a cui si sarebbero dati alcuni dell’Hellas. Intanto, dopo l’esonero di Remondina, dato lo scricchiolare della posizione di Bonato, pare che in molti vorrebbero salire sulla diligenza: dall’ex braccio destro di Previdi Riccardo Prisciantelli, a Benito Siciliano, dimessosi ma sempre vicino a Martinelli dopo le divergenze con l’ at - tuale ds gialloblù, al quale il presidente ha comunque rinnovato la fiducia. Oggi pomeriggio ripresa degli allenamenti a Sandrà. Da questa mattina sono a disposizione i biglietti per Rimini presso il circuitoTicketOne.

FONTE: DNews.it


21/05/2010
Domenica l'Hellas ci riprova col Rimini
La sfida ora è nelle mani di Vavassori
Chiusa la stagione regolare è tempo di prove di appello nei campionati di Lega Pro con i play-off e i play-out per stabilire altre cinque promozioni e dieci retrocessioni. Nel girone B si riapre la sfida dopo il finale a sorpresa che ha visto trionfare il Portogruaro, vittorioso al «Bentegodi» all’ultima giornata. Ci riprovano soprattutto Pescara e Verona che sono andate vicinissime a coronare il sogno della promozione. Agli adriatici di Eusebio Di Francesco toccherà sfidare in semifinale la Reggiana di Dominissini, che è riuscita a soffiare il quinto posto alla Ternana proprio all’ultimo, battendola e agganciandola per poi avere la meglio grazie agli scontri diretti. Nella stagione regolare 2-1 per la Reggiana all’andata e 3-0 del Pescara al ritorno. Il Verona è atteso dal Rimini di Melotti nella prima sfida di semifinale; i gialloblù si presenteranno con una importante novità in panchina. Dopo la mancata promozione è stato infatti esonerato Gian Marco Remondina e ora a centrare la B ci proverà l’esperto Giovanni Vavassori. Nei due confronti di campionato doppio successo dei romagnoli (1-0 a Verona e 3-2 a Rimini). Due le «fortunate» che raggiungeranno Novara e Portogruaro nel campionato cadetto.

Nel girone A gli accoppiamenti di semifinale sono Benevento-Varese e Arezzo-Cremonese. Nel primo confronto i giallorossi di Leonardo Acori, arrivati quinti, saranno opposti ai varesini di Sannino che proprio in extremis hanno sorpassato la Cremonese al secondo posto grazie al 5-1 finale. Nella stagione regolare il Benevento ha vinto per 1-0 tra le mura amiche, mentre in terrà lombarda finì 1-1. Toccherà all’Arezzo, riaffidato nel finale di stagione a Semplici dopo l’esonero di Galderisi, sfidare i grigiorossi di Venturato che per lunga parte della stagione sono stati gli avversari più diretti del Novara. Nel doppio confronto la Cremonese in casa rifilò una valanga di gol all’Arezzo (5-1), mentre al ritorno fini 2-2.

A Lavagno ci sarà una piazza intitolata allo scudetto dell'Hellas
Il 2 giugno alle 11 sarà inaugurata a Lavagno piazza «Scudetto del 1985 dell’Hellas Verona». Saranno presenti alcuni ex calciatori del Verona. Alle 20.30, al Bentegodi partita benefica Gialloblù Superstar: i vincitori dello scudetto sfidano gli attori.

20/05/2010
La spinta degli ex «Vavassori è l'uomo giusto per l'Hellas»
FORZA MISTER. L'abbraccio di chi l'ha conosciuto in campo e fuori
«Ha grandi valori e sa gestire i momenti delicati Ha già dimostrato con il Genoa e con l'Avellino la capacità di guidare una squadra negli spareggi»

Tutti stretti intorno a Giovanni Vavassori. Non solo i giocatori che devono centrare un obiettivo che si è allontanato improvvisamente dopo la sconfitta con il Portogruaro ma anche il presidente Martinelli e i dirigenti del Verona che vogliono tagliare il traguardo e regalarsi una soddisfazione importante dopo gli investimenti fatti.
Che Verona sarà? Chi giocherà a Rimini? Anche in riva all'Adige Vavassori mettere le pedine giuste al posto giusto come aveva fatto a Genova o Avellino? Lo chiamano l'uomo dei play off, lui non vede l'ora di dimostrarlo.
La prima pacca sulle spalle è arrivata da Claudio Prandelli, grande ex del Verona, ora alla Fiorentina. Hanno qualche anno di differenza ma l'Atalanta li ha svezzati, li ha fatti diventare grandi. «Il Vava ha un grande temperamento, un allenatore di razza. Ce la può fare», assicura Prandelli. Un «in bocca al lupo» al nuovo tecnico, un abbraccio a quello che lascia, a Gian Marco Remondina. Anche lui un amico. «Mi dispiace veramente - ammette l'allenatore dei viola - ha avuto sfortuna».

Vavassori incassa il sostegno anche di «Ciccio» Mascetti, il diesse dello scudetto gialloblù ha lavorato con l'Atalanta negli anni Novanta. «Io facevo il dirigente, lui allenava le squadre del vivaio - racconta Mascetti - su uno come lui si può puntare forte. Ha un carattere deciso ma sa entrare nella testa dei giocatori, i suoi valori non si toccano, può dare moltissimo in questa fase del campionato, è l'uomo che serviva al Verona perchè in un momento così delicato ha la personalità per gestire le situazioni più difficili, senza perdere la testa. Lo ha già dimostrato in altre piazze».

Ha condiviso tanti momenti agonistici con Vavassori anche Pierino Fanna, il «turbo» dello scudetto. «Ci conosciamo da una vita - sorride Fanna - prima da giocatori, nell'Atalanta e poi al corso allenatori». Una valutazione a 360 gradi, dopo tanti anni di lavoro insieme. «Già da giocatore non si poteva discutere, grandi valori, sempre - sottolinea Fanna -. Poi al corso ci siamo ritrovati. Ha confermato quello che avevo sempre pensato di lui. Sa lavorare con le squadre di giovani ma trova il giusto equilibrio anche con i giocatori più esperti, dà consigli e non si fa condizionare. Un allenatore che dà rispetto ma che esige rispetto, vuole professionalità, non si sgarra».
Il gruppo lo seguirà? Può farcela il «sergente di ferro» anche con il Verona? «Questo gruppo ha un'occasione importante da sfruttare - aggiunge Fanna - deve dare il massimo, sempre a testa alta. Può farcela».
Ha conosciuto Giovanni Vavassori al corso allenatori anche Gigi Sacchetti, ex centrocampista del Verona tricolore. Non ha dubbi sulle capacità del tecnico bergamasco. «È l'uomo giusto per questo Verona - taglia corto Sacchetti - può farcela a raggiungere l'obiettivo. Fidatevi di lui».

Non l'ha mai conosciuto prima direttamente ma la stretta di mano tra Osvaldo Bagnoli e Giovanni Vavassori vale quanto una promozione sul campo. «Caro mister, lei ha un incarico difficile, non è facile prendere una squadra in corsa, con partite importanti e poco tempo da lavorare - conclude il mister dello scudetto - ma ce la deve fare. Glielo dice che ha il gialloblù sulla pelle».

18/05/2010
Tutto pronto per la diretta tv Domenica su Tele Arena Sport
L'EVENTO. I tifosi potranno seguire la partita sul digitale terrestre
Domenica 23 maggio 2010, si gioca al Neri la sfida tra Rimini e Verona, la semifinale d'andata dei play off di Prima divisione. Allo stadio romagnolo i posti per i tifosi gialloblù sono poco più di duemila: per tutti gli altri l'unico modo per seguire l'Hellas è la telecronaca del canale digitale terrestre sportivo di TeleArena, nato nel gennaio di quest'anno. Su TeleArena Sport infatti spazio alla gara di Rimini a partire dalle 15.15: in studio a Verona Nico Penzo e Osvaldo Bagnoli. Alle 15.30 primo collegamento con il «Neri» per il prepartita. Alle 16 le immagini della gara con la telecronaca diretta di Gianluca Tavellin e i commenti a bordo campo di Marcello Scandola. Tra primo e secondo tempo gli interventi dallo studio e le interviste dalla tribuna a Rimini. Alla fine della gara di nuovo i commenti di Bagnoli e Penzo e il dopogara dagli spogliatoi. Per seguire la partita è necessario essere provvisti della tecnologia digitale terrestre: decoder da collegare alla tv o televisore con decoder già incorporato.

È la piattaforma su cui a partire da ottobre in Veneto trasmetteranno tutte le emittenti, con la scomparsa definitiva delle trasmissioni analogiche. Dopo aver fatto la sintonia automatica dei canali per molti TeleArena Sport si posizionerà sul 77, ma per altri dispositivi il canale potrebbe essere differente. Se ancora non riuscite a sintonizzarvi... meglio rivolgersi a un tecnico. Un appuntamento da non mancare. La speranza è di ripetere l'altra grande diretta recente di TeleArena. Il 25 maggio 2008, giorno di Pro Patria-Hellas, le immagini dell'emittente scaligera da Busto Arsizio regalarono al gol di Zetulayev il boato a una piazza dei Signori stracolma. Un urlo da ripetere, due anni dopo, nella case di tutti i veronesi.R.V.

18/05/2010
L'Old Ranch applaude Garzon e gli ex gialloblù
Nella vallata ad est della città si tifa Hellas, grazie alla passione del Calcio Club «Old Ranch» di Cerro Veronese. Il gruppo è nato solo da pochi anni fa ma è già molto attivo sul territorio, basta pensare alla partecipazione al torneo estivo tra tifoserie e alle serate di beneficenza che organizza.

Come ogni anno, il club gialloblù chiama a raccolta i propri tesserati per la tanto attesa cena sociale.
Squadra che vince non si cambia e allora appuntamento al ristorante «Guglielmini» di Cerro con un ricco parterre di ospiti ad iniziare dall'assessore allo sport del Comune di Verona Federico Sboarina, i giocatori dell'Hellas Stefano Garzon, Andrea Burato, accompagnati dall'addetto stampa Simone Puliafito. Ciccio Mascetti e Vittorio Pusceddu hanno portato i saluti degli Ex calciatori dell'Hellas Verona. Sono proprio loro i testimonial delle varie iniziative legate all'Associazione, in particolare alla partita del 2 giugno allo stadio Bentegodi, quando si rivedrà in campo la formazione vincitrice dello storico scudetto e la nazionale attori tv. La serata è trascorsa piacevolmente tra cori, foto con gli ospiti presenti e tanti ricordi affiorati alla mente, ripensando alle stagioni in gialloblù dei due «veterani» e una ricca lotteria. Il ricavato della scorsa stagione è stato devoluto all'Associazione il «Polipo», guidata dal presidente Alessandro Ferrari. Prima dei saluti finali sono stati consegnati da parte del sodalizio gli omaggi offerti dal frantoio Redoro di Daniele Salvagno, al quale va il ringraziamento di tutti gli associati al calcio club. Il presidente Roberto Sega, ha ricevuto dalle mani di capitan Garzon la maglia ufficiale della squadra, ulteriore riconoscimento da parte dei responsabili del Coordinamento, l'attestato di affiliazione.E.C.

FONTE: LArena.it


21/05/2010 - 16:49
Vavassori: "Col Rimini gara equilibrata"
"Se arrivi in fondo è perchè hai dei valori, cerchiamo di non farci battere per la terza volta in questa stagione. La concentrazione è fondamentale"
SANDRA' - "Siamo quasi alla vigilia, la squadra conosce l'importanza dell'impegno. Abbiamo cercato di lavorare al meglio, durante l'anno i ragazzi hanno assimilato il 4-3-3, in questi quindici giorni è stato valutato un modulo alternativo che potrebbe essere utile dall'inizio o durante la gara". Queste le prime parole di Giovanni Vavassori a due giorni dalla prima sfida di play-off, in programma domenica a Rimini.

Il tecnico lombardo, esperto in promozioni, è conscio del valore di un avversario che ha già battuto i gialloblù in campionato: "Il match sarà molto equilibrato, non credo ci sia molta differenza tra una formazione e l'altra. Se arrivi in fondo è perchè hai dei valori, cerchiamo di non farci battere per la terza volta in questa stagione. L'Hellas è consapevole delle difficoltà, puoi perdere perchè l'antagonista è più forte, ma non per delle disattenzioni".

"L'unico vantaggio in questi spareggi è la posizione in classifica ottenuta al termine del campionato. Aspetto positivo in misura comunque relativa, dipende da come gli uomini arrivano all'appuntamento. Peccato per le assenze di Pugliese e Russo, in rosa ci sono alternative valide, ma loro potevano fornire un valido contributo. A quanto accaduto in passato non si può rimediare, è d'obbligo effettuare le opportune analisi per non ripetere gli errori".

Per Garzon e compagni è obbligatorio essere fiduciosi: "La concentrazione è fondamentale, il risultato si può raggiungere, ma solo dando tutto. Chi scende in campo dev'essere pronto ad esprimere quanto nelle proprie possibilità".
Ufficio Stampa

21/05/2010 - 17:19
Sandrà: venerdì rapidità, palle inattive e partitella
Quinta seduta settimanale di allenamento per la formazione scaligera in vista della prima gara di play-off contro il Rimini

21/05/2010 - 12:11
Rimini-Hellas Verona, arbitra Cervellera di Taranto
Nella gara d'andata della semifinale play-off il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Deriu (Trento) e Ridolfi (Ancona). Quarto ufficiale Viti (Campobasso)

21/05/2010 - 11:14
Hellas Verona-Rimini, info per la stampa
Domande di accredito da inoltrare via fax (045.81.86.112) entro le ore 12 di mercoledì 26 maggio

21/05/2010 - 11:18
Ritorno della semifinale play-off, biglietti in vendita
Acquistabili presso i punti vendita del circuito Ticket One i tagliandi per la sfida in programma sabato 29 maggio (ore 17)

20/05/2010 - 17:33
Sandrà, partitella in famiglia a porte chiuse
Unico a non prendere parte al test Alberto Comazzi, che in mattinata si è sottoposto ad una visita di controllo effettuata dal Dott. Faccioli

20/05/2010 - 17:16
Venerdì a Sandrà lo spazio interviste di fine settimana
A disposizione degli organi d'informazione, a partire dalle ore 15:30, il tecnico Giovanni Vavassori

19/05/2010 - 15:12
Presentato questa mattina "Nessuno come noi"
Il lavoro editoriale è composto da libro e dvd dedicati al tricolore conquistato nel 1985 dall'Hellas Verona. Presente nell'occasione Giovanni Martinelli

19/05/2010 - 11:06
Play-off, on-line tutte le informazioni necessarie
Collocato in home page un box relativo al regolamento degli spareggi-promozione, al servizio biglietteria ed alle procedure di accreditamento

19/05/2010 - 10:58
Rimini-Hellas Verona, prevendita a ritmi serrati
Mercoledì mattina, all'apertura delle vendite, i biglietti acquistati dai sostenitori scaligeri erano 2.028

19/05/2010 - 15:54
Hellas Verona Football Camp, si parte il 13 giugno
L'iniziativa si divide in turni settimanali e vedrà la partecipazione dei tecnici del vivaio gialloblù. Definita l'offerta "Presenta i tuoi amici"

18/05/2010 - 16:48
Vavassori: "Voglio il lato positivo di ogni giocatore"
"A questo punto non c'è grossa differenza tra una formazione e l'altra. Le soluzioni personali vanno accantonate, ottimizziamo qualsiasi aspetto"
SANDRA' - E' iniziata la settimana che porta a Rimini-Hellas Verona, gara d'andata della semifinale play-off, in programma domenica 23 maggio allo stadio "Neri". Davanti a telecamere, microfoni e taccuini, presso il centro sportivo di Sandrà il tecnico Giovanni Vavassori ha introdotto la prossima sfida dei gialloblù. Hellasverona.it vi offre le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù:

Passata quasi una settimana dalla presentazione ufficiale: come procede il lavoro?
"Vedo buona volontà da parte dei ragazzi, il tutto per superare il primo ostacolo verso la promozione. Come in ogni squadra ci sono persone che reagiscono alle difficoltà in un modo o nell'altro. Abbiamo ancora qualche giorno di lavoro per migliorare la condizione fisica e mentale, talvolta bastano una pacca sulla spalla o un semplice sguardo per trovare in sè stessi la forza. Capisco le sensazioni di chi vive il Verona quotidianamente, la Prima Divisione è una sofferenza già se considerata in un solo anno. Qui siamo arrivati a tre, tanto basta per capire la voglia di vincere della piazza".
Quali i primi approcci da parte del gruppo?
"Io mi devo adeguare a loro, loro si devono adeguare ai miei metodi. Un giocatore è professionista 24 ore su 24, parte dell'impegno va profuso sul rettangolo di gioco, il resto riguarda la gestione in vista dell'allenamento successivo. Con quest'abitudine le partite si preparano nel migliore dei modi".
Che Verona sta nascendo dal punto di vista tattico?
"Garzon e compagni hanno assimilato un modulo adottato tutto l'anno, le sedute svolte finora hanno permesso di studiare qualcosa di diverso. Tutti i sistemi di gioco hanno vantaggi e svantaggi, bisogna sapere affrontare le problematiche derivanti dall'avversario in modo da trarne maggior profitto. A partire dal settore giovanile gli atleti hanno conoscenze tali da potersi disporre in più modi sul campo".
C'è qualche giocatore che l'ha stupita in particolar modo?
"Per conoscere le persone è obbligatorio viverci insieme, a lungo. Attualmente ognuno deve mettere a disposizione il proprio lato positivo".
Giovedì, venerdì e sabato vi allenerete a porte chiuse.
"Dispiace per la gente che solitamente assiste agli allenamenti, ma dobbiamo cercare di ottimizzare qualunque aspetto".
Che avversario è il Rimini?
"Giunti a questo punto non c'è grossa differenza tra una formazione e l'altra. Certamente vanno accantonate le soluzioni personali: la squadra vince o perde, mai visto un giocatore risolvere da solo le sorti di un match, senza il supporto dei compagni".
Ufficio Stampa

18/05/2010 - 16:59
Prima squadra: il programma settimanale
Martedì sono ripresi gli allenamenti a Sandrà, mercoledì doppia seduta. Giovedì, venerdì e sabato sedute di lavoro a porte chiuse

18/05/2010 - 11:15
Giovanni Vavassori a disposizione della stampa
L'incontro con gli organi d'informazione si terrà martedì alle 15:20 presso il centro sportivo di Sandrà

17/05/2010 - 17:35
Rimini-Hellas Verona, biglietti già in vendita
Curva ospiti disponibile al costo di 10,50€+diritti di prevendita presso il circuito Ticket One

16/05/2010 - 18:27
Sandrà, domenica partitella in famiglia
Tre tempi da 20' e 4 reti per gli uomini di Vavassori nel test disputato sotto gli occhi di duecento tifosi. A segno Berrettoni, Selva (doppietta) e Di Gennaro
SANDRA' - Si è conclusa con una partitella in famiglia la settimana dei gialloblù, che ha visto Giovanni Vavassori insediarsi sulla panchina scaligera.

Domenica pomeriggio test a Sandrà, composto da tre tempi della durata di venti minuti. Sotto gli occhi del presidente Martinelli, del direttore sportivo Bonato e di più di duecento tifosi sono state quattro le realizzazioni. A segno Berrettoni, Selva (doppietta, col primo gol dal dischetto) e Di Gennaro.

A riposo, oltre a Comazzi, Cangi e Pugliese.
Ufficio Stampa

FONTE: HellasVerona.it


21/05/2010 17:37
Vavassori: Chi ha timori parte con un handicap, noi non ne abbiamo
Giovanni Vavassori inquadra la gara di domenica contro il Rimini: "Com'è ovvio in questi casi ci sono giocatori che stanno meglio e altri che sentono particolarmente questo tipo di gare. Nei play-off non parte nessuno favorito se non per ciò che riguarda la posizione di classifica. In partite come quella di domenica si annulla tutto".

21/05/2010 12:20
Laboratorio Hellas: il Verona di Rimini sarà una sorpresa
4-4-2 o 4-3-3? Le porte di Sandrà sono chiuse, gli allenamenti "blindati". E a due giorni ormai dal match d'andata della semifinale play-off di Lega Pro è quasi impossibile sapere che Verona andrà in campo a Rimini. Vavassori prova e riprova gli schemi. I giocatori sono in silenzio, ma qualcosa trapela: " Allenamenti durissimi, andiamo a casa stanchi". Un giro di vite dopo il "blando" tran tran di Remondina. Metodi diversi, filosofie opposte. Vavassori parla di "intensità". Spreme tutto ai giocatori. Remondina puntava sul "quieto vivere", sull'armonia del gruppo che però probabilmente ad un certo punto si è "perso" per strada, illuso di poter gestire facilmente il campionato.

Vavassori è un "generale" che in dieci giorni di lavoro ha cercato di farsi un'idea sulla squadra che ha a disposizione. Ha messo Rantier a sinistra ma lo ha piazzato anche davanti. Ha provato spesso Di Gennaro in coppia con Berrettoni, e poi a turno, Garzon e Dalla Bona a destra. Ha cercato di farsi un'idea, di stimolare tutti i suoi uomini, alcuni dei quali conosce perfettamente come Colombo che lui ha "svezzato" a Bergamo, giovanili dell'Atalanta. Una carta, questa che quasi sicuramente il "Vava" si giocherà. Quando Colombo è dentro uno schema preciso e collaudato, non ha nessun rivale che lo possa contrastare.

Vavassori vuole giocare anche sull'effetto sorpresa. Sia tattica, sia psicologica. Un Verona diverso da quello di Remondina, nello spirito e negli uomini che dovranno guidare questo assalto ai play-off. Un Verona che parte in sordina e senza i favori del pronostico, una volta tanto. Ma che da questa prima partita vuole riaprire il suo campionato. (g.vig.)

19/05/2010 16:39
Rimini, Melotti: "Nei play-off nessuno è favorito"
Il tecnico del Rimini Mauro Melotti fa il punto della situazione a pochi giorni dalla gara d'andata dei play-off contro l'Hellas in programma domenica: "Abbiamo raggiunto un grande tragurdo, perchè arrivare quarti non è stato facile. C'è stato qualche problema nel corso dell'anno ma siamo sempre riusciti a superare le difficoltà". Nell'ambiente biancorosso c'è tanta fiducia per gli spareggi promozione: "Nei play-off si annulla tutto: non esistono i favoriti perchè negli anni si è potuto vedere che chi parte con i favori del pronostico può essere beffato. Partiamo alla pari con il Verona consapevoli della nostra forza e con tanta voglia di superare il turno". La squadra non vede l'ora di giocare: "Stiamo senz'altro bene non solo dal punto di vista fisico. Il quarto posto ci ha galvanizzato e sappiamo di poter mettere in difficoltà i gialloblù. Il Verona ha cambiato allenatore per dare una scossa e anche loro saranno molto carichi, per questo non esistono i favoriti". (A.B.)

18/05/2010 17:39
Verona blindato: tre giorni a porte chiuse
Silenzio stampa (parla solo Vavassori), allenamenti a porte chiuse (giovedì, venerdì, sabato): il Verona si "blinda" in vista della gara delicatissima di Rimini. Vavassori non vuole che nulla e nessuna possano turbare questo momento in casa scaligera, nè tantomeno che qualche "spia" riminese possa trarre dei vantaggi guardando gli allenamenti.

18/05/2010 16:53
Vavassori: I giocatori si devono adeguare ai miei metodi
"I giocatori si devono adeguare ai miei metodi. E io mi devo adeguare a loro. Ricordando che un giocatore deve essere preofessionista 24 ore al giorno. E non deve mai dimenticarselo". Eccolo qui il "generale" Vavassori.

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]

WAYNE ROONEY BARBONE? Succede in una pubblicità Nike A causa... di RIBERY! NBA PLAYOFF: Nella finale di Eastern Conference i CELTICS in Gara 1 riportano i MAGIC sulla terra! Dall'altra parte dell'oceano i LAKERS domano i SUNS col 'solito' BRYANT e siportano poi sul 2 a 0...'VALZER DELLE PANCHINE': Si comincia con DEL NERI che dopo aver portato in Champions la SAMP va alla JUVE e GUIDOLIN (accostato ben prima di VAVASSORI alla panchina gialloblù) che lascia PARMA. FORMULA 1: Dopo la 'scalata' dal 24° al 6° posto al GP di Montecarlo ALONSO esalta il team FERRARI... GIRO D'ITALIA: ...E CUNEGO se la prende con lo scarso coraggio dimostrato dalle altre squadre... VITA DA EX: PRISCIANTELLI nuovo diesse del MODENA, in bocca al lupo Riccardo! SUPERCOPPA DI LEGA PRO: Il PORTOGRUARO ci prova col 'solito' ALTINIER ma il NOVARA mette in chiaro le cose, finisce 3 a 1 per i piemontesi del Girone A la gara di andata... CALCIO PARAGUAY: Batte in porta 1 metro dopo il disco di centrocampo e segna! CINQUE ARBITRI la FIFA dice si ma saranno facoltativi... IL RETROSCENA: Perchè VAN GAAL volle cacciare TONI dal BAYERN? Dormiva a tavola! CALCIO ROMANIA: Crisi anche a casa di MUTU, sfrattata la STEAUA BUCAREST! CALCIO&FALLIMENTI: Sparisce il PERUGIA! MONDIALI&PIZZA GRATIS: Succede da 'Pizza Hut' Irlanda per ogni gol che beccherà la Francia! Ah ah...
NBA Playoffs: Celtics vs Magic Game 1 - 16/05/2010Rémi Gaillard: con i piedi ed un pallone è un vero e proprio cecchino!NBA Playoffs: Suns vs Lakers Game 2 (19/05/2010)

IRLANDA: PIZZA GRATIS SE LA FRANCIA PRENDE GOL
L’Irlanda non ha ancora dimenticato il clamoroso torto subito dalla Francia durante gli spareggi per la qualificazione al Mondiale. Per questo dal Paese d’Oltremanica giunge notizia di una divertente ma polemica iniziativa della catena Pizza Hut nei suoi locali in Irlanda. Ad ogni gol che la Francia subirà in Sudafrica ogni cliente irlandese avrà diritto a una pizza gratuita. Dopo questa promozione siamo certi che il connubio tra italiani e irlandesi sarà ancora più forte. Tutti noi consigliamo dunque ti fare una vacanza in Irlanda durante i Mondiale e ricordatevi di diventare fan della pagina Facebook della catena e di cliccare sulla scritta ‘Free Pizza’ che comparirà dopo ogni gol incassato dalla nazionale di Raymond Domenech. Siate veloci però, il tetto massimo è di 350 consegne gratuite ad ogni rete!

NIKE, NUOVO SPOT CON DROGBA E BOBBY SOLO VIDEO
L'epica e la spettacolarità è quella classica di ogni spot Nike, con sequenze dal taglio molto simile ai videoclip e alcuni tra i migliori giocatori del mondo in azione come Cristiano Ronaldo, Drogba, Rooney e Cannavaro. La novità sta nel nome del regista: Alejandro G. Inarritu, già dietro la macchina da presa in film come '21 grammì e 'Babel'. Il promo, della durata di circa tre minuti, è stato presentato questo pomeriggio in anteprima al Nike Football Store di Milano. Lo spot segue lo schema azione-reazione tipico delle storie di Inarritu: per un Drogba che non riesce a segnare c'è un Cannavaro che salva la propria porta e viene portato in trionfo in Italia, con tanto di comparsata in uno show televisivo con Bobby Solo. Ogni pallone recuperato o perso crea quindi delle conseguenze per il giocatore: un errore di Rooney, per esempio, gli rovina la carriera e lo porta a vivere in una roulotte. Un mini film che vede, tra gli altri, anche Ronaldinho, Ribery, il tennista Federer, la stella del basket Bryant e Homer Simpson in un duetto con Cristiano Ronaldo. Lo spot, che è stato messo solo per oggi sul sito della Nike, sarà trasmesso in tv da sabato prossimo, durante la finale Champions.

IL CECCHINO COL PALLONE FA BOOM SUL WEB - VIDEO
Colpire con precisione una lattina piazzata in posti impensabili, centrare in pieno un cassonetto della spazzatura o un secchione colmo d'acqua. Tutta una serie di "numeri" eseguiti esclusivamente con un pallone da calcio. Qualcuno potrà pensare che dopo una lunga serie di tentativi chiunque, con un minimo di dimestichezza con la sfera, potrebbe ripetere gli stessi colpi. Ma lui è Remi Gaillard, un vero e proprio specialista nel creare queste spettacolari situazioni.

GASOL E KOBE INARRESTABILI LAKERS 2-0 SU PHOENIX-VIDEO
Los Angeles ha avuto bisogno del miglior Pau Gasol (ottimamente supportato da Kobe Bryant, 21 punti e 13 assist) per battere ancora Phoenix e portarsi sul 2-0 nella finale playoff della Western Conference. Risultato a favore dei Lakers 124-112, con lo spagnolo autore di 29 punti, nonostante il ritorno dei Suns nel finale dell'incontro, quando si sono portati fino al 90 pari grazie all'apporto di Grant Hill, autore di 23 punti totali. Con quest'ultima i campioni in carica dell'Nba hanno portato ad otto la loro striscia di vittorie consecutive nei playoff.

DALLA SERIE A AL FALLIMENTO SPARISCE IL PERUGIA CALCIO
Il Perugia calcio è stato dichiarato fallito dal tribunale del capoluogo umbro. La decisione è stata depositata stamani. La società, guidata da Leonardo Covarelli, ha militato quest'anno in prima divisione di Lega Pro.

STEAUA BUCAREST SFRATTATA: NON PAGA L'AFFITTO DELLO STADIO
La Steaua Bucarest è stata sfrattata dallo stadio Ghencea, che dal 1973 ospita le partite casalinghe della storica società della capitale rumena. La decisione è stata presa dal Ministero della Difesa della Romania, proprietario dell'impianto e fino a una decina di anni fa anche del club, a causa del mancato pagamento, da parte dell'attuale dirigenza, delle ultime mensilità d'affitto. In un comunicato ufficiale, il dicastero della difesa ha reso noto che il club non paga l'affitto da oltre due mesi, e che, secondo il contratto, il rapporto con la Steaua è automaticamente rescisso. Il presidente dei rossoblu, il miliardario eurodeputato Gigi Bacali, ha affermato che non andrà via dallo stadio Ghencea senza prima aver recuperato le spese per le modifiche fatte su di esso, come ad esempio quelle per l'illuminazione notturna, in seguito porterà la squadra a giocare a Buzau, nel sud della Romania.

"TONI DORME A TAVOLA" VAN GAAL NON LO VUOLE
Alla base dell'ostracismo dell'allenatore Louis van Gaal nei confronti di Luca Toni al Bayern Monaco ci sarebbe un improvviso colpo di sonno che colpì l'attaccante italiano a tavola durante un pranzo con tutta la squadra. A raccontarlo è il capitano dei bavaresi, Van Bommel. Il difensore olandese ha raccontato alla "Sport Bild" che Toni si addormentò a tavola durante un pranzo a inizio stagione e che van Gaal, al suo secondo giorno di lavoro al Bayern, furioso, convocò subito l'italiano nel suo ufficio. Van Bommel ha aggiunto che in quell'occasione nessun compagno prese le difese di Toni. Che, come noto, a gennaio è stato ceduto in prestito alla Roma, dove ha giocato la seconda parte della stagione.

PARAGUAY: GOL INCREDIBILE DA CENTROCAMPO - VIDEO
Il calciatore brasiliano del Sol De America Inca segna così la rete del 2-1 contro l'Olimpia: una punizione da centrocampo bellissima, potente e precisa che lascia esterrefatto il portiere avversario.

KOBE DOMINA IL CAMPO, SUNS TRAVOLTI DAI LAKERS -VIDEO
E' andata ai Los Angeles Lakers la gara inaugurale delle finali di conference della Western Conference, contro i Phoenix Suns di Steve Nash e Amar'e Stoudemire. Il team dell'Arizona ha potuto fare davvero ben poco per fermare uno stratosferico Kobe Bryant, autore di 40 punti con 13/23 dal campo (3/6 da tre punti) e 11/12 ai liberi. Non bastasse il numero 24 gialloviola, a completare l'opera ci hanno pensato anche Pau Gasol (21 punti, 10/13 da due) e, dalla panchina, Lamar Odom (19 punti e 19 rimbalzi). I Suns hanno pagato una prova non eccezionale in fase difensiva, ma soprattutto una imbarazzante imprecisione al tiro da tre (5/22 totale, con 1/7 di Channing Frye e 1/5 di Dudley). Buone, comunque, le prove di Stoudemire (23 punti) e Nash (13 punti e 13 assist), e anche quella del rientrante Robin Lopez, assente da quasi due mesi per infortunio (14 punti e 6 rimbalzi). Gara 2 in programma domani sera, mentre stanotte si affronteranno, per la seconda gara ad Orlando, i Magic e i Boston Celtics, con questi ultimi in vantaggio nella serie per 1-0.

WAYNE ROONEY "BARBONE", MA PER LO SPOT NIKE -VIDEO
Ecco cosa accadrebbe in un ipotetico futuro con un Wayne Rooney depresso dopo una partita Francia-Inghilterra conclusasi nel peggiore dei modi. E’ questo quello che ha immaginato la Nike nel suo nuovo spot ‘Write the future’ (scrivi il tuo futuro): un Rooney ‘barbone’, trasandato e senza un ragione di vita. Barba incolta, pancia, vita da roulotte, declino fisico e cambio di vita. Sarebbero queste le conseguenze di un passaggio sbagliato nei secondi finale di un Francia-Inghilterra che costerebbe agli uomini di Sua Maestà il Mondiale e porterebbero Frank Ribery, anche lui presente nello spot, in gloria. Nello spot, che a breve sarà disponibile nella pagina Facebook di Nikefootball, troverete anche Didier Drogba, Fabio Cannavaro, Cristiano Ronaldo, Ronaldinho, Theo Walcott, Cesc Fabregas e Andres Iniesta.

DEL NERI: “VADO ALLA JUVE” SAMP UFFICIALIZZA L’ADDIO
Adesso è ufficiale. Con un comunicato apparso sul sito della società la Sampdoria ha annunciato il divorzio da Luigi Del Neri. “L'U.C. Sampdoria S.p.a. - si legge nella nota - comunica che nella stagione sportiva 2010/11 non proseguirà il rapporto di collaborazione con il responsabile tecnico della Prima Squadra Luigi Del Neri. La Società ringrazia il tecnico ed i suoi collaboratori per la professionalità e la dedizione dimostrata in questa stagione ed augura agli stessi le migliori fortune umane e professionali per il prosieguo della loro carriera”.

In mattinata Luigi Del Neri aveva comunicato la sua decisione al presidente Riccardo Garrone. In un colloquio telefonico il tecnico aveva annunciato al numero uno blucerchiato l'intenzione di accettare l'offerta della Juventus. La conferma arriva direttamente dal numero uno blucerchiato che annuncia per domani alle ore 16 una conferenza stampa. “Per ora non abbiamo nulla da dire”, fanno sapere dall'area comunicazione della società blucerchiata. Per sostituire l'attuale tecnico blucerchiato il nome più gettonato rimane quello di Mimmo Di Carlo che è atteso a Genova per incontrare la società. Non è escluso che domani il presidente Garrone possa annunciare i nuovi vertici in società e in panchina.

PIERCE IMMARCABILE, CELTICS SBANCANO ORLANDO -VIDEO
Orlando si inceppa dopo un mese e mezzo di vittorie, Boston si aggiudica il primo round della finale della Eastern Conference. I Celtics conquistano l'1-0 passando per 92-88 sul parquet dei Magic, che non perdevano dal 2 aprile e che non cadevano in casa dal 14 marzo. La formazione di coach Doc Rivers centra il quarto successo consecutivo nei playoff dominando la sfida per tre quarti abbondanti. Boston concede solo 14 punti nei primi 16 minuti di gioco, non sbaglia nulla e sembra destinata a vincere in scioltezza. Ray Allen (25 punti con 8/16 al tiro e 2/5 da 3 punti) e Paul Pierce (22 punti, 9 rimbalzi e 5 assist) fanno la differenza contro una squadra che aspetta invano la scintilla da Dwight Howard (13 punti e 12 rimbalzi con un pessimo 3/10 al tiro e 7 palle perse). I Celtics toccano anche il +20 a 2 minuti dalla fine del terzo periodo ma non riescono ad assestare il colpo del ko. Nell'ultima frazione i Magic ritrovano la difesa e si aggrappano a Vince Carter (23 punti) e Jameer Nelson (20 punti). I padroni di casa tornano in corsa, ma non riescono a completare la rimonta. I Celtics segnano l'ultimo canestro dal campo a 5'35« dalla sirena, ma completano la missione grazie ai 4 liberi che nel finale vengono realizzati da Pierce e Allen. Boston avanti 1-0, domani i Magic non possono commettere un altro passo falso nella seconda sfida casalinga. Nella notte, intanto, parte la finale della Western Conference. I Los Angeles Lakers, detentori del titolo, ospitano i Phoenix Suns.

I RISULTATI I risultati delle partite delle finali di Conference Nba, tra parentesi la situazione della serie che si disputa al meglio delle 7 gare: Orlando Magic - Boston Celtics 88-92 (0-1).

FONTE: Leggo.it


Scelta facoltativa
ARRIVA IL VIA LIBERA DA PARTE DELLA FIFA PER I CINQUE ARBITRI
L’International board della Fifa ha dato il via libera per passare da 3 a 5 arbitri. Le federazioni che lo desiderano potranno organizzare competizioni con una terna allargata durante le prossime due stagioni. Anche
il quarto uomo avrà più poteri.

FONTE: DNews.it


17/05/2010
Guidolin dice addio al Parma
«La scelta di fermarsi è mia ma non c'è nessuna punta polemica in questa vicenda. Mi assumo le mie responsabilità ma ci terrei che, per una volta, in Italia non ci fosse nessuna punta di veleno. È una scelta professionale dovuta a divergenze professionali per quanto riguarda i progetti futuri e io per non rovinare un ricordo, un rapporto molto buono con la società ed i tifosi ho preferito fermarmi qua».

Così Francesco Guidolin ha ufficializzato l'addio da Parma. Divergenze sul futuro che però si riassumono in un mancato rinnovo del contratto che per il tecnico aveva scadenza giugno 2011. «Se mi fosse stato proposto un prolungamento? Certo che sarei rimasto, perché ci sarebbe stato un progetto a lungo termine. Sarei stato un pazzo a non rimanere. Invece mi sono accorto che il progetto con me arriva sino a uno punto. I dirigenti mi stimano, mi apprezzano, credono in me ma sino ad un certo punto».

17/05/2010
Fernando elogia il team «Fatto un lavoro super»
Venti punti all'attivo della Ferrari con il quarto posto di Massa e il sesto di Alonso. Con questo risultato, il pilota spagnolo mantiene a quota tre le lunghezze di ritardo dalla vetta della classifica Piloti mentre Felipe Massa sale dal settimo al quinto posto. Nel campionato Costruttori la scuderia è al secondo posto. «È un risultato che ci dà morale. Partire dalla pit-lane e arrivare al sesto posto va al di là di quanto ci potessimo aspettare», attacca un felicissimo Fernando Alonso. «È stata una domenica difficile per me e molto del merito di questo piazzamento va alla squadra, che ha scelto una strategia aggressiva e che ha lavorato per preparare una macchina per la gara partendo quasi da zero: fare una gara come questa in condizioni simili senza avere problemi è frutto di un lavoro super. L'uscita del tunnel era il posto migliore per i sorpassi. Ho passato cinque o sei macchine in pista e un'altra dozzina grazie ad una strategia geniale». E conclude: «Bisogna rimanere calmi e fare bene il nostro lavoro: i risultati arrivano. Al temine delle 19 gare del campionato vincono i più forti: se non saremo noi sarà perchè qualcun altro è stato più bravo, non perchè noi non abbiamo fatto il massimo».

Felipe Massa, dal canto suo è soddisfatto della quarta piazza: «Su questa pista se non si guadagnano posizioni alla partenza è difficile superare altre vetture, specialmente se il passo di gara è simile. Bisogna avere pazienza e sfruttare, eventualmente, qualche errore altrui. Io ho fatto praticamente tutta la gara dietro Vettel e Kubica e ho finito nella stessa posizione in cui ero partito: non credo che potessi fare di più».
Entusiasta il direttore sportivo della Ferrari, Stefano Domenicali: «I nostri piloti sono stati perfetti. Felipe ha guidato in maniera impeccabile, spingendo quando era possibile e girando sul ritmo dei migliori. Fernando ha effettuato una rimonta straordinaria».

Emozionato il vincitore di giornata: «È veramente incredibile vincere qui, è stata una giornata speciale», commenta Mark Webber, al secondo successo consecutivo, che lo proietta anche in testa al Mondiale piloti. «È il giorno più grande della mia vita. Aggiungere il mio nome a fianco di quello di Ayrton Senna o gente simile è una cosa meravigliosa».

17/05/2010
Red Bull regine Alonso sesto grazie a Schumi
LA DOPPIETTA. Webber e Vettel tengono a distanza Kubica e Massa
«Remontada» del pilota della Ferrari che sfrutta la penalizzazione inflitta al campione della Mercedes colpevole di averlo sorpassato in regime di safety car

MONTECARLO
Doppietta Red Bull, dominio di Mark Webber e Sebastian Vettel, podio per la Renault di Robert Kubica, quarto posto senza infamia e senza lode per la Ferrari di Felipe Massa. Soprattutto grande «remontada» di Fernando Alonso, partito ultimo dalla pit lane e arrivato sesto, anche se fino alle 18.35 era risultato settimo per colpa di una zampata illecita del vecchio leone Michael Schumacher, che a 200 metri dalla fine ha approfittato dalla sbandata e lo ha superato, ma in regime di safety car, e dunque manovra proibita.

L'episodio è finito sotto investigazione da parte dei commissari di pista, che alla fine hanno preso atto che l'art. 40.13 del regolamento sportivo proibisce sorpassi se l'ultimo giro del Gp è in regime di safety car. Schumacher è stato penalizzato di 20 secondi e da sesto si è ritrovato tredicesimo e con 8 punti in meno. Webber e Vettel volano in testa al Mondiale a 78 punti e Alonso è terzo a 75 davanti a Button che resta a 70, Massa si avvicina a 61. E la Ferrari scavalca la McLaren nella classifica costruttori, ma la Red Bull la scavalca a sua volta con 146 punti.
Il primo cambiamento di scenario al via: uno start perfetto quello di Webber, un po' più problematico quello della Renault di Kubica, e Vettel ne ha approfittato per superare il polacco. Manovra tentata, ma non riuscita, anche da Massa, rimasto quarto davanti a Hamilton, Barrichello e Schumacher. Subito dopo, nel tunnel, ad altissima velocità, la Williams di Hulkenburg è andata dritta, sfasciandosi. Alonso, partito dalla pit lane per non aver fatto le qualifiche ieri dopo l'incidente nelle libere, ha approfittato della safety car per rientrare ai box e fare il cambio gomme (genialmente era partito con le morbide, per approfittare di circostanze del genere e andare in fretta sulle dure), obbligatorio per un teorico tentativo di andare in fondo alla gara senza ulteriori soste. Un aiuto è venuto da Jenson Button, tradito dal motore Mercedes della McLaren.

Dopo tre giri la safety car è uscita. Dalle retrovie Alonso ha cominciato la rincorsa. Da brividi il sorpasso su Glock, da applausi quello su Kovalainen. Al 22° giro, approfittando delle soste altrui, era già in zona punti. Quindi un incidente a Barrichello ha riportato in pista la safety car. Il gruppo si è ricompattato, con Alonso a soli 7" da Webber, ma in situazione ormai «congelata». Poi, per la terza volta, è rientrata la safety car per il cedimento di una caditoia delle acque alla curva 3. C'è stato con l'incidente tra Trulli e Chandhok, spaventoso, con la Lotus che ha rimbalzato sulla Hrt, senza causare feriti. Quarta volta per la safety car per gli ultimi giri di corsa da percorrere in colonna, lentamente, fino alla fine. Eppure succede l'impossibile, Alonso che perde la macchina a 200 metri dalla fine e il vecchio Schumi che ne approfitta e gli scippa la sesta piazza. Sembra una beffa, ma alla fine il regolamento rimette le cose a posto.

FONTE: LArena.it


18/05/2010 17:22
Prisciantelli nuovo ds del Modena
Riccardo Prisciantelli, ex direttore sportivo del Verona, sarà il nuovo ds del Modena. Prisciantelli affiancherà la nuova proprietà che sta acquistando la società emiliana. L'imprenditore di Lumezzane Livio Cavagna (fratello del proprietario del Lumezzane) ha infatti ormai acquisito le quote di maggioranza del Modena da Romano Amadei.

17/05/2010 11:15
Cunego contro tutti: "Solo alla Lampre interessa vincere le tappe"
Damiano Cunego, visibilmente soddisfatto per la condizione dimostrata sia nella tappa di Montalcino che in quella del Terminillo non ha risparmiato critiche alle altre squadre in un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: "Forse qui al Giro interessa solo alla Lampre vincere le tappe. I miei compagni sono stati straordinari, hanno tirato per gran parte della giornata per evitare che la fuga prendesse il largo. Le altre squadre si sono limitate a controllare, francamente non capisco questo tipo di comportamento". Rientrando nel box Lampre anche il compagno di squadra dell'Airone di Cerro Alessandro Spezialetti commenta polemicamente: "Qui non tira nessuno". A quel punto Damiano sorride e dice: "Non so se quella degli altri sia una tattica o mancanza di condizione, certo è che occasioni del genere non possono essere sprecate". Guardando invece alle tappe e avendo dimostrato di poter stare con i migliori un pensiero per la classifica generale si potrebbe fare: "Io vivo alla giornata, per adesso le sensazioni sono buone ma bisogna stare molto attenti. Le insidie sono dietro l'angolo, manca tanto alla conclusione e le montagne più dure saranno nell'ultima settimana. Vedremo cosa accadrà, sono sereno e spero di continuare così". (A.B.)

FONTE: TGGialloBlu.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaNapoli RÔMULO

#VeronaNapoli highlights

Wallpapers gallery