PESCINA VdG 1-1 VERONA: HELLAS che succede? Un pareggio preso per i capelli e PORTOSUMMAGA a -3! Bisogna cambiar passo a cominciare dal Bentegodi!

Pubblicato da andrea smarso domenica 14 marzo 2010 16:46, vedi , , , , , , , , | Nessun commento



REMONDINA recupera CANGI ma 'perde' ancora CECCARELLI al centro della difesa, non dispone dello squalificato ESPOSITO (fondamentale il suo apporto allo scacchiere tecnico e tattico gialloblù) sostituito dal giovane BURATO (che nelle rare apparizioni fin'ora non ha mai entusiasmato) e recupera molto parzialmente anche COLOMBO che però partirà dalla panchina non essendo al meglio. Sarà ancora 4-3-1-2 con RANTIER a cercare di ritrovare la forma migliore e non far rimpiangere il play offensivo COLOMBO. CAPPELLACCI dall'altra parte chiede ai suoi una prova d'orgoglio dopo la gara raddrizzata domenica scorsa contro il LANCIANO ma dovrà fare a meno di BIRINDELLI (ex JUVE), del capitano DE ANGELIS e NEGRO (uomini importanti nella rosa avversaria). In difesa ritroviamo l'ex gialloblù KOVASSI N'ZE cresciuto nelle giovanili del VERONA. Queste, da HellasVerona.it, le formazioni ufficiali che giocheranno davanti a circa 300 tifosi veronesi giunti al 'dei Marsi' di Avezzano dopo il ritiro del divieto inizialmente disposto dal CASMS:

PESCINA VALLEGIOVENCO
Bifulco; N'Zè, Molinari, Petitto, Pomponi; Locatelli, Ferraresi, Giordano, Capparella; Bettini, Rebecchi. (Merletti, Di Bella, Suriano, Cesar, Bettega, Dall'Acqua, Cipolla). All. Cappellacci

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Cangi, Comazzi, Anselmi, Pugliese; Russo, Burato, Pensalfini; Berrettoni; Di Gennaro, Rantier. (Ingrassia, Massoni, Campagna, Garzon, Ciotola, Farias, Colombo). All. Remondina

Arbitra il signor Paparazzo di Catanzaro.

Radiografia del Gol gialloblù 2009/2010
GiocatoreAmic.CoppaCamp.Tot.
CECCARELLI2-68
RANTIER62513
SELVA42511
BERRETTONI102315
COLOMBO62311
CIOTOLA18-220
DI GENNARO7-29
PENSALFINI2-24
RUSSO1-23
FARIAS82111
ANSELMI1-12
CANGI1-12
GOMEZ TALEB23-5
GARZON31-4
MASSONI-1-1
BURATO2--2
DIANDA1--1
SIBILANO1--1
SCAPINI1--1
VIVIANI1--1
GUCCIONE1--1

PESCINA VdG 1-0 HELLAS VERONA (primo tempo)
12° Altro erroraccio della difesa gialloblù: FERRARESI trova un corridoio sulla sinistra, tutti pensano che LOCATELLI sia in offside invece riceve palla, incorna indisturbato e segna! Primo gol subito in trasferta dai nostri dall'inizio di campionato... Ma che dormita della retroguardia scaligera!
14° ALTINIER porta in vantaggio il PORTOSUMMAGA a Cava dei Tirreni e PESCARA in vantaggio a Ferrara contro la SPAL: Bisogna reagire!
17° ANSELMI rilancia su RANTIER che sfrutta un'ingenuità della difesa avversaria, si presenta davanti al portiere avversario ma BIFULCO blocca bene in uscita. FOGGIA in doppio vantaggio sulla REGGIANA.
28° Sciocca e meritata ammonizione di BERRETTONI per un fallo su N'ZE.
31° Entra il giovane BETTEGA (figlio del più famoso Roberto centravanti della JUVE) al posto dell'infortunato REBECCHI. Il PORTOSUMMAGA va sul 2 a 0 contro la CAVESE mentre la REGGIANA recupera un gol: in questo momento i veneziani sono a -2!

Partita deficitaria di BERRETTONI, PENSALFINI e RANTIER... Molti errori nei passaggi ma sopratutto la squadra scaligera appare stanca e svogliata, crea poco, non sfrutta le fasce ed in più, contrariamente ad altre volte, non sembra nemmeno grintosa... BURATO si limita al solito compitino e l'assenza di ESPOSITO si sente enormemente. Spettacolo penoso della capolista ad Avezzano contro un PESCINA tutt'altro che irresistibile che ha messo in campo null'altro che la buona volontà contro i primi della classe tecnicamente, in linea teorica, molto più forti: VERONA irriconoscibile! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

Pescina 1-1 Verona in aggiornamento...

PESCINA VdG 1-1 HELLAS VERONA (secondo tempo)
6° BERRETTONI sfrutta un pallone vagante in mezzo all'area sulla sinistra cerca RANTIER che sopraggiunge da dietro ed il francese, in mezza rovesciata, trova il pareggio! Il VERONA torna a +3 sul PORTOGRUARO (anche la CAVESE ha accorciato le distanze) ma si può vincere, bisogna vincere...
15° COMAZZI viene spostato da BETTINI che cerca il gol aiutato anche da un RAFAEL in vena di 'prodezze' di testa, nulla di fatto. RIMINI in vantaggio sulla TERNANA.
20° Altra combinazione BERRETTONI-RANTIER: MOLINARO intercetta e permette il recupero di BIFULCO.
26° Entra Corrado COLOMBO esce DI GENNARO nell'HELLAS...
31° FARIAS sostituisce BERRETTONI
34° Conclusione alta sulla traversa di FARIAS. Per il PESCINA entra DALL'ACQUA per BETTINI... Il GIULIANOVA in vantaggio sul RAVENNA.
37° COLOMBO avanza e tira, purtroppo BIFULCO respinge in fallo di fondo.
42° CIOTOLA per RANTIER nelle fila dell'HELLAS. Un minuto dopo LOCATELLI esce per un infortunio sostituito da SURIANO per i biancoverdi.
44° ANSELMI di testa sfiora il gol su corner battuto da FARIAS.

Dopo un primo tempo imbarazzante un VERONA comunque sottotono trova il pareggio con RANTIER. BERRETTONI e PENSALFINI (insieme allo stesso RANTIER) hanno sbagliato una quantità impressionante di palloni ed il giovane BURATO ha fatto rimpiangere oltremisura il metronomo della mediana gialloblù ESPOSITO squalificato oggi. Il mister dal canto suo non ha effettuato cambi se non ha partire dal 70° quando ha levato DI GENNARO per inserire COLOMBO e 6 minuti dopo FARIAS per lo 'svagato' BERRETTONI... E proprio quando FARIAS aggiungeva pepe all'attacco ben supportato da COLOMBO ci mancava DI GENNARO! L'ingresso di CIOTOLA a 3 minuti dal 90° non aggiungeva nulla se non al rammarico per i cambi del mister giunti ancora una volta forse in maniera tardiva. Si torna con un punto che, visto il primo tempo, non sembra nemmeno da buttare via ma che delusione! Per fortuna la REGGIANA è caduta a FOGGIA ma il PORTOSUMMAGA, vincendo con la CAVESE (che ha pure sbagliato un rigore al 70°), si è portato a -3 e ha vinto anche il PESCARA ora a -5: BISOGNA CHE L'HELLAS SI SVEGLI! Sopratutto al 'Bentegodi' o saranno davvero guai... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

[DICONO]
Desmond KOVASSI N'ZE cresciuto nelle giovanili dell'HELLAS (ora al PESCINA VdG) e fatto esordire da FICCADENTI in prima squadra ad inizio stagione 2006/2007 poi... «Ho avuto problemi con Beppe Cannella, sono stato costretto ad andare in Inghilterra, quasi di corsa, non potevo più restare a Verona. Ho provato in ritiro con il Birmingham, sono rimasto là per un po' poi, però, sono rientrato in Italia. Per un po' sono rimasto fermo, mi sono allenato da solo. Poi è arrivata la Primavera dell'Inter. Bella esperienza». Ma Verona rimane nel cuore... «Tantissimo. Lì ho fatto le giovanili, mi hanno cresciuto, e ho avuto modo di maturare un'esperienza importante grazie ai tecnici che mi hanno seguito; uno per tutti Davide Pellegrini, una persona straordinaria. Comunque non me ne sono andato da Verona, sto sempre lì, ci vivo ancora, e appena posso, torno a casa» [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

[ALTRE NEWS]
LEGA PRO PRIMA DIVISIONE GIRONE B: Presentazione della giornata
HELLAS VERONA: Pubblico da A nei numeri ma non solo...
DOMANI ALLA FNAC "RACCONTI GIALLOBLÙ 3" alle ore 18 Raffaele Tomelleri presenterà il terzo libro della serie sull'Hellas con aneddoti e gustosi retroscena tutti sulla storia scaligera! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]

F1, GP Bahrein 2010: L'analisi del circuito di SakhirFormula 1: Alonso in Ferrari. Prima intervistaInvasão de campo

[IN BREVE]
FORMULA 1: La prima pole della stagione va a VETTEL su RED BULL, poi le FERRARI di MASSA ed ALONSO, quarto a partire sarà HAMILTON...
GP DEL BAHRAIN È DOPPIETTA FERRARI! Primo ALONSO secondo MASSA, VETTEL 'tradito' dalla sua RED BULL...
PAURA A BERLINO per un invasione di campo dei tifosi dell'HERTA con tanto di spranghe e bastoni! PREMIER LEAGUE: Il CHELSEA di ANCELOTTI asfalta il WEST HAM di ZOLA [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA]


14/03/2010 - h. 16:35
Prima Divisione, Girone B: risultati e marcatori di oggi [27^ giornata]
Solo un pareggio per l´Hellas Verona sul campo del Pescina. Portogruaro, corsaro a Cava, va a 3 lunghezze dalla vetta. Si rialza il Pescara. In coda importante vittoria per il Foggia sulla Reggiana.
Risultati:
Real Marcianise-Cosenza 1-0 33´ Galizia
Cavese-Portogruaro Summaga 1-2 14´ (P), 35´ Marchi (P), 62´ Turienzo (C)
Giulianova-Ravenna 2-2 24´ Campagnacci (G), 38´ Correa (R), 83´ Schneider (G), 90´ Piovaccari (R)
Foggia-Reggiana 2-1 17´ Desideri (F), 22´ Ceccarelli (F), 36´ Alessi (R)
Pescara D.-Spal 1-0 10´ Dettori
Potenza-Taranto 0-0
Rimini-Ternana 1-1 21´ Nolè (R), 67´ Lacheheb (T)
Pescina VG-Hellas Verona 1-1 12´ Locatelli (P), 52´ Rantier (V)
Andria Bat-Virtus Lanciano lunedì ore 20.30 diretta RaiSport Più

Classifica, dopo 27 giornate: Hellas Verona 47 punti, Portogruaro Summaga 44, Pescara 42, Reggiana 41, Ternana 40, Taranto e Cosenza 38, Rimini e Ravenna 36, Virtus Lanciano 35, Spal 34, Cavese 33, Giulianova e Andria 30, Real Marcianise 29, Foggia 28, Pescina VG 27, Potenza 26.

Prossimo turno (domenica 21 marzo): Reggiana-Andria Bat, Cosenza-Cavese, Hellas Verona-Giulianova, Taranto-Pescara D., Spal-Pescina VG, Ternana-Portogruaro Summaga, Foggia-Potenza, Virtus Lanciano-Real Marcianise, Ravenna-Rimini
Redazione

FONTE: TuttoLegaPro.com


13/03/2010 18:28:35
Lega Pro, Spezia 17esimo pubblico. In Seconda Divisione dietro solo al Catanzaro
La Spezia. I numeri della Lega Pro parlano chiaro: i pubblici di Verona e Pescara sono su un altro pianeta. Almeno da quanto emerge dai dati ufficiali resi noti dalla seconda lega nazionale della Figc che vede primeggiare i tifosi dell'Hellas con ben 13.553 spettatori di media a partita. Onestamente da serie A.
Discorso simile, visti gli anni di delusioni, si può fare per i supporters del Pescara: stadio "Adriatico" che vede ogni domenica quasi 9mila persone tra abbonati e paganti.
Nella speciale classifica il Cosenza è terzo con 5140, il Taranto quarto con 4909, il Benevento al quinto posto con 4677, la Reggiana settima con 3692. Seguono Cremonese, Perugia, Andria, Spal, la capolista del girone A Novara (3396), il pubblico del Foggia.
Tutte squadre di Prima Divisione, e non poteva essere diversamente visto l'appeal che determinate partite continuano ad avere...
Fabio Lugarini

FONTE: CittaDellaSpezia.com


13/03/2010 - h. 11:23
Prima Divisione, Girone B: le ultime dai campi
Potenza-Taranto domenica ore 14.30
Potenza: Mister Capuano è ancora squalificato (aumentata di un turno la squalifica). Anche Frezza è appiedato dal Giudice Sportivo, mentre rientra Berardi dal turno di stop. Fiducia all´undici che ha espugnato Cosenza; Resta invariato il modulo, 3-5-2 o 3-5-1-1, con Della Corte in porta; Iraci, Barbato, Chiavaro saranno i tre centrali; Berardi, De Simone, Profeta, Langella, Evangelisti e Catania a supportare Prisco.
Taranto: Mister Dellisanti opterà il modulo 4-1-4-1: esclusi eccellenti Scarpa, Coppola e probabilmente Ferraro. Ripescati Giorgino e Corona. Questo l´elenco dei convocati: con Bremec e Barasso, il reparto difensivo potrà contare su Migliaccio, Panarelli, Colombini, Prosperi, Bolzan e Calori. Linea mediana da costruire scegliendo tra Quadri, Crovetto, Di Roberto, Coppola, Scarpa, Giorgino, Rajcic, Cuneaz e Taulo. In partenza per Potenza, gli attaccanti Ferraro, Russo, Innocenti e Corona.
Risultato dell´andata: 2-2

Giulianova-Ravenna domenica ore 14.30
Giulianova: ritorno all’antico per Mister Bitetto, che ripropone il collaudato 4-3-3 anche per l’indisponibilità di Donato (per lui infrazione di una costola) e affida la cabina di regia del centrocampo a Carratta supportato da Censori e Croce. In attacco spazio a Campagnacci, Melchiorri e Carbonaro. Dazzi ha ripreso ad allenarsi, ma è ancora indisponibile, come Sosi.
Ravenna: l´influenzato Correa è tornato ad allenarsi in gruppo solo nella giornata di venerdì. In attacco vicino a Piovaccari, giocherà Gerbino Polo. Indisponibili Sabato, Riberto e Serafini.
Risultato dell´andata: 0-2

Real Marcianise-Cosenza domenica ore 14.30
Marcianise: due le incognite per Mister Boccolini: si tratta del difensore Filosa e del trequartista Manco, fermi entrambi per problemi muscolari.
Cosenza: Biancolino ha svolto lavoro differenziato, ma le sue condizioni sono in lieve miglioramento: bisognerà comunque attendere la rifinitura per capire se sarà possibile utilizzarlo. Se non dovesse recuperare, pronto Scotto al fianco di Danti. Torna Roselli tra i titolari e conferma per il 3-4-1-2.
Risultato dell´andata: 1-1

Foggia-Reggiana domenica ore 14.30
Foggia: tre le novità rispetto a domenica scorsa. In difesa si prospetta il rientro della coppia centrale Burzigotti-Artipoli. Trezzi arretrato in mediana (out Velardi), Desideri entra nel terzetto offensivo con Mancino e Millesi, dietro il centravanti Ceccarelli.
Reggiana: Zini fuori un mese dopo l´operazione per la lesione al menisco. Rossi dovrà essere anch´egli operato al legamento crociato: per lui stagione finita. A Dominissini restano solo due attaccanti: Temelin e Morelli. Squalificato: Stefani.
Risultato dell´andata: 4-3

Pescina VdG-Verona domenica ore 14.30
Pescina: Mister Cappellacci vuole confermare il modulo 4-4-2 con Ferraresi favorito su Bettega a metà campo e ballottaggio in attacco tra Dall´Acqua e Cipolla. Squalificati: Birindelli, De Angelis e Negro.
Verona: assente Ceccarelli a causa di un problema muscolare. In attacco Rantier è favorito su Colombo. A destra in difesa, probabile conferma di Campagna. Squalificato: Esposito, al suo posto giocherà il giovane Burato.
Risultato dell´andata: 1-5

Pescara-Spal domenica ore 14.30
Pescara: Romito ha effettuato applicazioni fisioterapiche a causa di un problema al ginocchio, fermo anche Carboni che venerdì ha interrotto il suo allenamento qualche minuto prima degli altri per un dolore alla gamba. Olivi al centro della difesa al posto di Sembroni come unica modifica rispetto all´undici di domenica scorsa. Confermato il tandem Sansovini-Inglese con Dettori ancora esterno a centrocampo al posto dello squalificato Bonanni.
Spal: Egidio Notaristefano ha convocato per la lunga trasferta i seguenti calciatori: Bazzani, Bedin, Bortel, Cabeccia, Capecchi, Cipriani, Gaspari, Ghetti (scontato il turno di stop torna in difesa), Ioime, Licata, Lorenzi, Marongiu, Migliorini, Pedruzzi, Quintavalla, Rossi, Smit (avanzerà sulla sinistra del centrocampo), Valtulina e Zamboni. Ufficiali quindi le assenze per infortunio di Laurenti, Meloni e Schiavon (quest´ultimo ha patito una distorsione alla caviglia durante l´allenamento di giovedì: lo sostituirà Migliorini).
Risultato dell´andata: 1-0

Cavese-Portogruaro S. domenica ore 14.30
Cavese: Pane recupera e sostituirà tra i pali lo squalificato Russo. Rebus in attacco con cinque uomini per due maglie: Schetter (l´unico certo), Insigne, Turienzo (i due favoriti), Cruz e Bernardo. Scartozzi out a causa della febbre.
Portogruaro: partiranno dalla panchina Puccio e Scapuzzi di ritorno dalla Nazionale di categoria, mentre Gotti e Cardin verranno riconfermati nel nuovo assetto tattico, cioè il 3-4-1-2.
Risultato dell´andata: 0-0

Rimini-Ternana domenica ore 14.30
Rimini: sicuri assenti Cardinale e Baccin. Hanno invece recuperato dagli infortuni i centrali difensivi Lebran e Rinaldi. L´unico dubbio è legato all´impiego di Nolé, che si è fermato durante la partitella infrasettimanale a causa di una botta al ginocchio.
Ternana: rientra dal turno di stop Concas. Di Deo non ce la fa: dubbio Costantini-Confalone per sostituirlo in mediana. In attacco alle spalle di Tozzi Borsoi, Noviello è in vantaggio su Ferrari. Ballottaggio tra Tedeschi e Procida per la difesa.
Risultato dell´andata: 0-3
Redazione

FONTE: TuttoLegaPro.com


12/mar/2010 23.31.00
Tutti in campo in Lega Pro - Prima Divisione, Gir. B: Il Verona chiamato a un pronto riscatto a Pescina
La Reggiana a Foggia per bissare il successo esterno e confermarsi seconda.

Cavese-Portogruaro: Per il Portogruaro di Mister Calori, terzo in classifica, la trasferta al Simonetta Lamberti contro la Cavese, nasconde molte insidie dato che la squadra campana, grazie agli ultimi risultati positivi, raggiunti attraverso un buon calcio, si è portata in acque tranquille ed è squadra temibile, specialmente sul terreno amico.

Foggia-Reggiana: La meritata vittoria conquistata in casa della capolista Verona, ha permesso alla Reggiana di raggiungere la seconda posizione ed i punti che la separano dalla formazione veneta sono cinque, non pochi... ma nemmeno tanti. Il Foggia di Guido Ugolotti naviga mestamente nei bassifondi della classifica e, nonostante il buon preggio di Taranto, il futuro non è affatto roseo e lo Zaccheria, una volta fortino inespugnabile, è oggi terra di conquista. Ma gli emiliani faranno bene a non abbassare la guardia... il diavolo potrebbe tornare!

Giulianova-Ravenna: Abruzzesi alla ricerca di pesantissimi punti salvezza, romagnoli che non hanno ancora perso le speranze di agganciare il treno play off. Giulianova e Ravenna si affronteranno a viso aperto perchè il pareggio potrebbe non servire a nessuno.

Pescara-Spal: Il Pescara di Eusebio Di Francesco torna all'Adriatico dopo la buona prestazione di Ravenna dove affronterà una Spal che sta dando il meglio di sè nelle partite in trasferta. Ma gli abruzzesi non potranno fare concessioni dato che in testa la classifica è cortissima ed un passo falso potrebbe compromettere una intera stagione. Pescara che parte con i favori del pronostico.

Pescina-Verona: Scivolone interno abbastanza indolore per il Verona che mantiene sempre un buon vantaggio sulle inseguitrici. Ma Mister Remondina non ammette cali di concentrazione ed ha chiesto ai suoi un pronto riscatto in quel di Avezzano, confidando in una squadra che fuori casa vanta un ruolino da record; zero sconfitte e zero gol subìti...davvero un gran bel record! La matricola abruzzese, terz'ultima in classifica dovrà mettere sul piatto della bilancia agonismo e forza di volontà, altrimenti il pronostico parla a senso unico.

Potenza-Taranto: Il Taranto sta continuando a deludere i suoi tifosi e anche domenica. dopo l'ennesimo pareggio casalingo, allo Iacovone è scattata la contestazione. Trasferta insidiosa quell dei pugliesi in casa di un Potenza, ultimo in classifica, ma dallo spirito battagliero preso dal suo allenatore Eziolino Capuano e che non ha ancora perso le speranze di salvezza. Chiedere al Cosenza, battuto a domicilio dai potentini nell'ultimo turno di campionato.

Real Marcianise-Cosenza: L'inattesa sconfitta casalinga con il Potenza ha riportato fuori dalla zona play off il Cosenza e la contestazione dei tifosi è stata davvero dura. Il Marcianise avrà a disposizione il secondo turno casalingo consecutivo per cercare una vittoria che le permetta di avvicinare la zona salvezza. Tripla d'obbligo perchè entrambe le squadre hanno validi motivi per cercare i tre punti.

Rimini-Ternana: Nonostante un campionato davvero deludente, grazie ad una classifica cortissima, il Rimini ha ancora speranze di raggiungere i play off. La Ternana, quinta in classifica è a soli quattro punti per cui al Neri si giocherà una specie di spareggio.

Andria-Lanciano: Il posticipo serale del lunedì vedrà di fronte l'Andria alla ricerca di punti salvezza ed il Lanciano che ha ancora qualche speranza di inserirsi nel discorso play off e che, fuori casa, è imbattuta al pari della capolista Verona. Pugliesi la cui classifica è bugiarda dato che la squadra ha sempre disputato buone prestazioni; noi ci giochiamo l'uno.
Riccardo Bonelli

FONTE: Goal.com


14/03/2010
Il Verona cerca punti d'oro nella... Pescina
VOGLIA DI RISCATTO. Insidiosa trasferta in terra abruzzese per Rafael e compagni. «Lottano per non retrocedere? In questo girone non ci sono partite facili». Remondina tiene alta la tensione «Sfida che nasconde mille insidie» In cabina di regia il giovane Burato prenderà il posto di Esposito
Ci sono venti punti di differenza tra l'Hellas e il Pescina, i gialloblù sono in corsa per il primo posto e la promozione in B, gli abruzzesi lottano per non retrocedere in Seconda Divisione. Obiettivi diversi per le due squadre si sfideranno oggi pomeriggio allo stadio di Avezzano. «Ma non possiamo fare troppi calcoli, in questo girone non ci sono partite facili», taglia corto Gian Marco Remondina. Il Verona cerca punti pesanti in terra abruzzese per cancellare la sconfitta casalinga con la Reggiana e difendere la vetta solitaria dagli assalti delle inseguitrici.Dopo la retromarcia del Prefetto dell'Aquila che prima aveva vietato la trasferta dei fedelissimi dell'Hellas e poi l'ha consentita ci saranno anche i tifosi gialloblù a sostenere Rafael e compagni. «Un motivo in più per fare bene», ammette il tecnico del Verona.

Grande emergenza in casa Pescina. Birindelli, Negro e De Angelis sono squalificati, Cappellacci dovrà fare i conti anche con qualche giocatore che non è al cento per cento. Non sorride certo Remondina. Il giudice sportivo ha squalificato Gennaro Esposito per somma di ammonizioni, in cabina di regia andrà Andrea Burato che ha messo insieme solo qualche spezzone di partite nelle prime ventisei partite. «Ha aspettato in silenzio il suo turno - spiega l'allenatore - lui è il vice di Esposito, il nostro regista ha giocato tutte le partite ma Burato non ha mai mollato, ha lavorato con determinazione per farsi trovare pronto. Questa è la sua occasione, ha dimostrato in allenamento e nelle partite che ha giocato che non farà rimpiangere Esposito».

Non ce l'ha fatta Luca Ceccarelli, in settimana aveva giocato anche la partita amichevole ma il difensore gialloblù non è stato nemmeno convocato, il problema muscolare non è stato risolto e Remondina riproporrà in mezzo all'area Anselmi e Comazzi, a sinistra andrà Pugliese. a destra dovrebbe rientrare Francesco Cangi ma Dario Campagna ha sempre offerto buone prestazioni e non rinuncerà facilmente alla maglia da titolare. In mezzo ancora Russo e Pensalfini che cercheranno di far «sentire a casa» baby Burato, in avanti Di Gennaro sarà la punta centrale con Berrettoni alle spalle degli attaccanti. In ballotaggio per l'ultima maglia Julien Rantier e Corrado Colombo ma il francese s'è allenato con più continuità nell'ultima settimana e parte favorito. «Valuteremo le condizioni fisiche dei nostri giocatori negli ultimi allenamenti - spiega Remondina - prenderemo una decisione prima della partita». Il Pescina ha raccolto solo sette punti nelle ultime cinque gare casalinghe ma nelle ultime settimane ha battuto la Ternana in casa e pareggiato a Lanciano in nove contro undici. «La squadra è in salute, su questo non ci sono dubbi - ammette il tecnico del Verona - affronteremo un Pescina molto motivato. È vero che mancano giocatori importanti ma ho visto la rosa degli abruzzesi, ci sono tanti giocatori esperti, molti di loro hanno più di trent'anni. Non si faranno prendere dall'emozione».

La ricetta per tornare alla vittoria dopo un ko al Bentegodi e due pareggi nelle ultime tre gare. «Dobbiamo ritrovare lo spirito giusto - conclude Remondina - quello che ci ha portato in testa alla classifica e regalato tante soddisfazioni».
Luca Mantovani

14/03/2010
«Racconti gialloblù 3» insieme a Bagnoli&C
LIBRI DI SPORT. Domani alle 18 alla Fnac
Appuntamento domani alla Fnac (ore 18) dove Raffaele Tomelleri presenta "Racconti gialloblù 3", l'ultimo libro che ripercorre pezzi di storia dell'Hellas. Introdurrà Alessandro De Pietro. Ospiti, Osvaldo Bagnoli, Ciccio Mascetti, Sergio Maddè e tanti altri protagonisti della lunga e gloriosa storia dell'Hellas.

La copertina è dedicata al grande Zigogol, in panchina con la pelliccia e indimenticato protagonista di tanti episodi indelebili nella memoria del popolo dell'Hellas.

14/03/2010
Cappellacci sogna l'impresa «Serve una partita di cuore»
GLI AVVERSARI. Il tecnico abruzzese dovrà fare i conti con l'emergenza
Tutti dentro. Il Pescina va alla battaglia. Nessuno escluso. La sfida di oggi contro il Verona ha un grande significato per la squadra abruzzese, costretta a vincere per restare in corsa per la salvezza. Il tecnico Roberto Cappellacci è stato molto chiaro. «Il gruppo ha trovato la sua identità. Nel derby contro il Lanciano, pareggiato in doppia inferiorità numerica, abbiamo dimostrato di avere un'anima e di saper reagire alle avversità. Questo è l'atteggiamento giusto». Oggi, però, mancheranno all'appello tre giocatori importanti per la squadra marsicana: Birindelli, De Angelis e Negro, squalificati dal giudice sportivo e costretti a mordere il freno. In più, Suriano non è al meglio della condizione e rischia di saltare l'impegno contro i ragazzi di Remondina. «Siamo costretti ad affrontare un impegno così duro - ha ammesso Cappellacci - senza alcuni titolari che avrebbero potuto darci una grossa mano. Ma noi ci proveremo. La squadra non ha mai perso la testa nel momento del bisogno, e dovrà essere così da qui alla fine del campionato».

Cappellacci si affiderà ancora una volta al 4-4-2. Tra i pali ci sarà Bifulco, a metà campo Ferraresi è in ballottaggio con Bettega, mentre in attacco Cipolla dovrebbe essere favorito su Dall'Acqua. Ci sarà anche un ex in campo. Si tratta del giovane difensore Desmond N'Ze, arrivato da poco al Valle del Giovenco, dopo l'esperienza della scorsa stagione all'Avellino. N'Ze dovrebbe essere schierato sulla corsia difensiva di destra, ma non è da escludere che Cappellacci lo manda a sinistra, arretrando Locatelli, destinato inizialmente a partire a centrocampo. Per il Verona si tratta di una prima assoluta allo stadio «Dei Marsi» di Avezzano.

Nella partita giocata all'andata al Bentegodi non c'è stata storia, visto che l'Hellas si è imposto con un perentorio cinque a uno. Le reti gialloblù sono state messe a segno da Berrettoni. Ceccarelli, Rantier, Pensalfini, Colombo. Uno stillicidio di emozioni. Magari da ripetere già oggi in terra abruzzese.S.A.

13/03/2010
Remondina suona la sveglia all'Hellas
LA PALLA AL MISTER. Il tecnico non ha dimenticato la sconfitta in casa con la Reggiana e ora cerca punti in trasferta. «Mancano otto gare alla fine, i calcoli non servono» «I nostri avversari hanno fatto bene nelle ultime gare Questo impegno va affrontato con lo spirito giusto, mi aspetto dai ragazzi una prova di carattere»
Orgoglio e carattere, carattere e orgoglio. Sono due parole che Gian Marco Remondina ripete almeno una trentina di volte presentando la partita che l'Hellas giocherà domani pomeriggio contro il Pescina. L'occasione buona per cancellare il passo falso casalingo con la Reggiana. «Lo stiamo dicendo da cinque giorni - attacca il tecnico del Verona - ma sapete come la penso, le parole servono a poco, dobbiamo confrontarci con il campo, lì possiamo dare le nostre risposte».

Il Pescina lotta per non retrocedere, nell'ultima sfida in casa ha battuto la Ternana, nell'ultima trasferta ha pareggiato con il Lanciano, rimontando in nove contro undici. Una squadra in salute. «Serve una prova di carattere importante - ammette Remondina - sono curioso di vedere la reazione della squadra dopo la battuta d'arresto con la Reggiana. Sono arrabbiato per il risultato non per la prestazione, i ragazzi hanno fatto una buona partita ma concesso due errori, non si possono fare regali così agli avversari. Dobbiamo far capire a tutti che abbiamo capito la lezione, a cominciare dal Pescina».

All'andata finì cinque a uno, ora le cose sono cambiate. «La storia è diversa - afferma - il Pescina ha cambiato molto e vuole restare in Prima Divisione. All'andata andò tutto bene, alla fine fu grande festa. Adesso non è così».
Alla squadra abruzzese mancheranno tre giocatori come Birindelli, De Angelis e Negro, tre uomini molto importanti per Cappellacci. «Però non dobbiamo prendere la partita sotto gamba - sottolinea il tecnico del Verona - anche la Reggiana ha giocato senza tre titolari ma abbiamo perso la gara. Ho visto l'organico del Pescina, hanno tanti giocatori esperti, quasi tutti oltre i trent'anni, non si faranno prendere dal panico, questo è ovvio. Tra l'altro in panchina è tornato Cappellacci la posto di Bonetti e anche questa scelta della società ha dato una scossa all'ambiente, la squadra sta risalendo la corrente». L'Hellas ha solo un giocatore squalificato ma non sarà facile sostituire Esposito. Il giocatore gialloblù ha giocato tutte le partite disputate finora dal Verona, è un punto fisso per Remondina. «Abbiamo Andrea Burato - spiega l'allenatore gialloblù - lui è il vice Esposito, ha aspettato finora il suo momento, ora tocca a lui. Si è sempre allenato con la squadra, con grande serietà, ha l'occasione buona per far vedere quello che sa fare».

Ceccarelli e Cangi sembrano recuperati. «Più Cangi di Ceccarelli - sottolinea - ha fatto tutti gli allenamenti, ha giocato tutta la partitella. La gamba c'è, ora deve trovare il ritmo. Ceccarelli? Vedremo ma anche lui lo vedo in recupero». In attacco non sembra al cento per cento Corrado Colombo, potrebbe partire dal primo minuto ancora Rantier. «Le alternative non mancano - aggiunge Remondina - valuteremo la situazione dopo l'ultimo allenamento». Otto partite alla fine, cinque punti di vantaggio, si possono fare quattro calcoli. «Macchè calcoli, non servono - conclude - dobbiamo solo alla prossima gara e cercare di vincere sempre».
Luca Mantovani

FONTE: LArena.it


13 Marzo 2010
Calcio Iª Div. B - 27ª giornata: presentazione
di Marco Magli
La decima giornata di ritorno vede le prime tre della classe impegnate in trasferta: la capolista Verona attesa ad Avezzano dal Pescina, le inseguitrici Reggiana e Portogruaro, staccate di cinque lunghezze, rispettivamente a Foggia e a Cava dè Tirreni. Scontro diretto tra Rimini e Ternana, una delle ultime chance per i romagnoli per continuare ad alimentare le speranze play off. Molto interessante la sfida all’Adriatico tra Pescara, alla ricerca di punti per riavvicinarsi alla testa della classifica, e la Spal, in grande salute. Giornata senza sfide salvezza.

CAVESE- PORTOGRUARO: Metelliani che grazie ad uno splendido Girone di ritorno, ben diciotto punti (miglior rendimento), si sono tolti dalla zona che scotta, ospiteranno un Portogruaro che insegue la capolista scaligera ma che lontano dal ‘Mecchia’ è molto altalenante: è la squadra che ha raccolto più vittorie in campo esterno, ben sei, ma è capitolata in ben cinque occasioni. Trasferta insidiosa per i ragazzi di Calori, partita molto attesa e dal pronostico in bilico.

FOGGIA- REGGIANA: Dopo aver sbancato il ‘Bentegodi’ la Reggiana giocherà ancora lontano dal ‘Giglio’, sarà in scena allo ‘Zaccheria’ contro un Foggia col minor numero di vittorie interne (due successi, l’ultimo conquistato alla 14°giornata, 2-1 sul Portogruaro ), alla disperata ricerca di punti salvezza. Il miglior attacco, quello emiliano con quaranta reti, contro il peggiore, quello pugliese con diciannove (di cui solo dieci in casa!). Dominissini dovrà fare i conti ancora una volta con pesanti assenze, la vittoria di Verona è costata caro al prezioso attaccante Rossi (a rischio la stagione: in caso di intervento chirurgico, i 45’ di domenica a Verona sarebbero stati gli ultimi della stagione. Con rientro previsto tra luglio e agosto. Se invece la scelta dovesse ricadere sulla terapia conservativa, lo stop sarebbe di un mese e mezzo, massimo due. Pronto, con tutti gli scongiuri del caso, per gli eventuali play off.) e al difensore Zini (stop di 35/40 giorni), al capitano, nonché trascinatore, Stefani, fermato per squalifica. Saverino e Ingari ancora in infermeria. All’andata diede spettacolo Salgado che realizzando una tripletta diede i tre punti ai ‘satanelli’(oggi ‘El Pescador’ è al Torino), la Reggiana deve rifarsi di questa sconfitta ma il Foggia è con l’acqua alla gola e non può permettersi passi falsi, le due gare interne consecutive prima della sosta devono essere sfruttate, almeno per disputare gli spareggi salvezza perchè, vista la squadra in queste ultime uscite, non sembra in grado di arrivare al sestultimo posto. La Reggiana deve essere più forte delle assenze per non mollare il Verona ma a Foggia non è da escludere che la gara possa finire in parità.

GIULIANOVA- RAVENNA: Gara interessante, una sfida cruciale per le ambizioni delle due compagini. Squadre che stanno vivendo un momento opaco, con il Giulianova che cerca il riscatto e punti utili per la salvezza dopo la deludente prestazione di Ferrara, e il Ravenna che non può permettersi di perdere terreno dalla zona che conta. Si preannuncia una gara emozionante e aperta a qualsiasi risultato; Ravenna senza successo da sei turni dove sono stati racimolati quattro punti.

PESCARA- SPAL: Brutto cliente per il Pescara, la Spal è la squadra più in forma, insieme alla Cavese, di questo momento, la squadra di Notaristefano viene infatti da otto risultati utili di fila (sedici punti!), nessuna sconfitta nel nuovo anno. Spal col vantaggio psicologico di essere sgombra mentalmente mentre il Pescara di Di Francesco ha solo un risultato a disposizione, la mancata vittoria rischierebbe di far scivolare gli abruzzesi fuori dalla zona play off . Gara delicata dove il Pescara, che non vince da quattro turni, è atteso al riscatto.

PESCINA- VERONA: Venti punti separano le due squadre. Gli scaligeri sono reduci da tre gare senza successo e servirebbe una vittoria per mantenere salda la testa della classifica, anche i virtù degli impegni ardui che il calendario prevede per le inseguitrici. Marsicani che stanno trovando continuità, quattro punti nelle ultime due gare, ma a rendere tutto più complicato a Cappellacci sono le assenze per squalifica come l’ex juventino Birindelli, tre giornate, De Angelis, due giornate, e il talentuoso Negro; per l’Hellas squalificato Esposito. All’andata finì in goleada, 5-1 per i gialloblu, Verona favorito.

POTENZA- TARANTO: Il Potenza, corsaro a Cosenza, ha ritrovato morale e al ‘Viviani’ deve dare continuità di gioco e soprattutto di risultati. Successo che nel 2010 è stato solo sfiorato (ultima vittoria interna datata alla 18°giornata, Potenza-Giulianova 2-1 era il 20 Dicembre). Taranto in piena lotta play off che viene da sei risultati utili consecutivi, dove peraltro non ha subito reti, ancora in cerca della seconda vittoria lontano da casa. Per l’unico acuto esterno bisogna ritornate alla settima giornata, 0-2 sul Pescina, troppo poco per una squadra che ha ambizioni importanti. Gara molto interessante dove può accadere di tutto, ancora squalificato il tecnico dei lucani Capuano.

REAL MARCIANISE- COSENZA: Seconda gara consecutiva al ‘Progreditur’ per gli uomini di Boccolini che dovranno vedersela contro un Cosenza ferito, in cerca di riscatto dopo la pesante sconfitta interna contro il Potenza. Per i campani, che non vincono dalla 22°giornata (3-0 sul Potenza), una vittoria, solo sfiorata contro il Rimini domenica scorsa, sarebbe fondamentale per riaccendere entusiasmo ed avere maggior consapevolezza nei propri mezzi per la volata salvezza, ma il Cosenza non può permettersi un altro scivolone. Partita tutta da seguire e aperta ad ogni risultato.

RIMINI- TERNANA: Prima della sosta due sfide fondamentali per il Rimini, dopo la Ternana il Ravenna, dove si giocherà chance importanti per poter disputare i play off, un passo fal so può essere quello decisi vo per chiudere il discorso ambizioni. Al ‘Neri’ arriva una balbettante Ternana che in settimana ha cambiato la guida tecnica, vedremo se l’avvento di Giorgini darà subito uno scossone. Partita che si preannuncia equilibrata coi biancorossi favoriti.

ANDRIA- LANCIANO: Il posticipo del Lunedi sera. Partita molto interessante tra due squadre che stanno disputando un Girone di ritorno positivo. Sfida difficile per entrambe, due dati molto significativi: da quando siede sulla panca biancoazzurra Papagni (dalla quinta giornata), l’Andria non ha mai perso tra le mura amiche, e il Lanciano è ancora imbattuto fuori casa! Ci sono tutti i presupposti che la partita termini in parità.

FONTE: RealSports.it


14/03/2010 - 16:23
Pescina VG-Hellas Verona 1-1
Vantaggio marsicano al 12' con Locatelli, in apertura di ripresa una prodezza di Rantier regala il pari ai gialloblù
AVEZZANO - Esordio in campionato dal primo minuto per Andrea Burato (per lui 6 presenze finora, solo una in Prima Divisione): il centrocampista scuola Chievo sostituisce lo squalificato Esposito, mentre Cangi torna sulla corsia destra della linea difensiva. Cappellacci, costretto a rinunciare a Birindelli, De Angeli e Negro, appiedati dal Giudice Sportivo, risponde con l'ex di turno N'Zè a far parte della retroguardia. Più di quattrocento i tifosi scaligeri giunti per l'occasione allo stadio "Dei Marsi".

Al 10' Di Gennaro serve Berrettoni in profondità, diagonale di Molinari che impone la sua stazza fisica e chiude sull'attaccante romano. Vantaggio marsicano al 12' con Locatelli, bravo a trovare il tap-in su un traversone dalla sinistra spizzato da Bettini. I padroni di casa, galvanizzati dalla rete dell'1-0, si rendono pericolosi sulla destra con Bettini che crossa verso il primo palo, Comazzi anticipa Rebecchi. Punizione di Rantier (16') dalla trequarti, Cangi manca l'aggancio e Bifulco fa suo il pallone.

Ghiotta occasione per il francese al 18': Anselmi lancia lungo, l'ex Piacenza controlla ed arriva a tu per tu con l'estremo difensore avversario, abile a non farsi ipnotizzare dalle finte. Punito un intervento su Berrettoni all'altezza dei venti metri al 21'. La conclusione di Rantier finisce tra le braccia di Bifulco. Servizio col contagiri di Burato per Berrettoni (40'), doppio passo e tiro di sinistro da parte di quest'ultimo, palla sull'esterno della rete.

Pugliese smarca Berrettoni in area al 47', il destro dell'ex Bassano è contrato dal pacchetto arretrato biancoverde. Traversone dalla destra di Russo (49'), Cangi tenta l'incornata senza inquadrare lo specchio della porta. Capolavoro di Rantier al 52': girata col mancino dalla linea dell'area di rigore sull'appoggio di Berrettoni, Bifulco è battuto. Spiovente di Cangi per Di Gennaro (58'), intervento puntuale di Molinari a spazzare. Tiro strozzato di Rantier (65') su passaggio di Berrettoni, il diagonale è preda del numero uno marsicano.

Azione personale di Farias al 78', quando il brasiliano riceve sulla sinistra da Pugliese, punta Locatelli e conclude a rete, ma la mira è imprecisa. Colombo approfitta di un'indecisione della difesa biancoverde e s'invola verso la porta, il destro è mandato in angolo da Bifulco (82'). Rimpallo fortuito su cui si avventa Bettega, appostato in area di rigore, all'85', Rafael in uscita fa suo il pallone. Corner di Farias (89') su cui impatta Anselmi, palla sopra la traversa.

La partita termina dopo 5' di recupero, porta gialloblù inviolata dopo quasi un anno, la squadra di Remondina mantiene tre lunghezze di vantaggio nei confronti del Portogruaro, corsaro a Cava dè Tirreni.

Il tabellino
PESCINA VALLEGIOVENCO - HELLAS VERONA F.C. 1-1 (1-0)
Reti: 12' Locatelli; 52' Rantier

PESCINA VALLEGIOVENCO
Bifulco; N'Zè, Molinari, Petitto, Pomponi; Locatelli (88' Suriano), Ferraresi, Giordano, Capparella; Bettini (78' Dall'Acqua), Rebecchi (32' Bettega). (Merletti, Di Bella, Cesar, Dall'Acqua, Cipolla). All. Cappellacci

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Cangi, Comazzi, Anselmi, Pugliese; Russo, Burato, Pensalfini; Berrettoni (76' Farias); Di Gennaro (70' Colombo), Rantier (86' Ciotola). (Ingrassia, Massoni, Campagna, Garzon). All. Remondina

Arbitro: Paparazzo di Catanzaro
Assistenti: Pedrini, Romei
Ammoniti: Berrettoni, Pomponi, Molinari
Espulsi: -
Recupero: 2' - 5'
Spettatori: 2.000 circa
Ufficio Stampa

13/03/2010 - 13:42
Scatti gialloblù: la rifinitura a Civitella Roveto (AQ)
Guarda le immagini dell'ultimo allenamento degli uomini di Remondina in vista della 27a gara di campionato

12/03/2010 - 19:20
Pescina VG-Hellas Verona, arbitra Paparazzo di Catanzaro
Nella 27a di campionato il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Pedrini (Prato) e Romei (Firenze)

FONTE: HellasVerona.it


14/03/2010 15:15
Hellas irriconoscibile, il Pescina avanti 1-0
Brutto primo tempo da parte dell'Hellas contro il Pescina. La squadra di casa si trova in vantaggio grazie al gol di Locatelli lasciato colpevolmente libero davanti a Rafael dalla difesa gialloblù. Per il Verona una buona occasione sui piedi di Rantier, non sfruttata dall'attaccante francese. In avanti Di Gennaro, nonostante si batta come un gladiatore, viene servito poco e male dai compagni.
Remondina sceglie Cangi a destra al posto di Campagna. In avvio il Verona prova a costruire gioco ma fatica a trovare i varchi giusti. Doccia gelata al 12' quando Locatelli lasciato colpevolmente libero dalla difesa dell'Hellas batte Rafael e porta così in vantaggio il Pescina. Per la formazione di Remondina si tratta del primo gol subito in trasferta in questo campionato. Al 18' Anselmi con un rilancio favorisce Rantier che complice uno svarione della difesa biancoverde si invola verso la porta di Bifulco ma si fa respingere la conclusione. Al 21' ancora Rantier su punzione supera la barriera ma il suo tiro è troppo debole. Al 25' Berrettoni ben servito da Di Gennaro prova il tiro dalla distanza, palla alta. Al 41' Pugliese dalla sinistra mette in mezzo ma dalla parte opposta non c'è nessuna pronto alla deviazione.

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]
N'ZE ai tempi dell'HELLAS, bella la partita odierna dell'ex...
FORMULA 1: La prima pole della stagione va a VETTEL su RED BULL, poi le FERRARI di MASSA ed ALONSO, quarto a partire sarà HAMILTON... GP DEL BAHRAIN È DOPPIETTA FERRARI! Primo ALONSO secondo MASSA, VETTEL 'tradito' dalla sua RED BULL... PAURA A BERLINO per un invasione di campo dei tifosi dell'HERTA con tanto di spranghe e bastoni! PREMIER LEAGUE: Il CHELSEA di ANCELOTTI asfalta il WEST HAM di ZOLA.
ANCELOTTI STRAPAZZA ZOLA QUATTRO GOL AL WEST HAM
Quattro gol e primato ritrovato per il Chelsea che travolge il West Ham in attesa della sfida di martedì contro l'Inter. Se i nerazzurri di Josè Mourinho scivolano a Catania i blues cancellano la battuta d'arresto di due settimane fa contro il Manchester City ripristinando la legge dello Stamford Bridge: 13/a vittoria in 15 partite di campionato, 45 gol segnati, tre ogni 90'. Dopo un primo tempo sonnolento, chiuso in parità, il Chelsea si scatena nella ripresa. Irresistibile Florent Malouda sulla sinistra, preciso sotto rete Didier Drogba, autore di una doppietta (21 gol in campionato), solido John Terry al fianco di Alex. E in porta, assenti Petr Cech e Hilario, Ross Turnbull, incolpevole sul gol del momentaneo pari, si è dimostrato una possibile alternativa anche in prospettiva Champions League. Insomma, a tre giorni dal ritorno a Londra di Mourinho, Carlo Ancelotti ritrova il miglior Chelsea. Che per la verità parte dai blocchi lento e macchinoso, trova il vantaggio con Alex ma poi si fa raggiungere dall'ex Scott Parker. Ripresa di tutt'altro ritmo e intensità, con due reti per Drogba e una di Malouda. E almeno altre tre chiare palle-gol, compreso un palo di Frank Lampard. «Era importante ritrovare la consapevolezza della nostra forza - il commento di Ancelotti -. Sono molto contento della prestazione della squadra. Al di là del risultato volevo rivedere la squadra esprimersi attraverso la nostra idea di calcio. Ci siamo riusciti e questo mi fa ben sperare per l'incontro di martedì». Umori opposti in casa West Ham che nelle nove partite rimaste, a partire dalla prossima contro l'Arsenal, dovrà garantirsi la salvezza. «Nel primo tempo ci ho sperato perchè eravamo in controllo della partita. Poi dopo il 2-1 il Chelsea ha dimostrato di essere una grande squadra. La partita contro l'Inter? Credo che il Chelsea sia favorito perchè gli basterà fare un gol ed ha grandi attaccanti». Se Ancelotti confessa di non avere ancora visto la sconfitta del Cibali dell'Inter, ci pensa Zola ad analizzare la gara dei prossimi avversari del Chelsea. «Mi sembra che in questo momento all'Inter manchi continuità di gioco. Fanno bene ma solo a tratti, e credo che contro il Catania siano stati anche un pò sfortunati. Sarà una partita molto tattica, difficile ed equilibrata», la previsione di Zola.

BERLINO: TIFOSI IN CAMPO CON SPRANGHE E BASTONI -VIDEO
Decine di tifosi dell'Hertha, imbestialiti per l'ennesima sconfitta e per la posizione della squadra, ultima dall'inizio del torneo, (alcuni armati di barre di ferro) hanno invaso il campo dopo il ko per 2-1 contro il Norimberga. I giocatori e lo staff tecnico si sono precipitati negli spogliatoi mentre interveniva la polizia per far tornare gli ultrà sugli spalti.

DOPPIETTA FERRARI - VIDEO "DEDICATA A MONTEZEMOLO"
Gp del Bahrein, è doppietta Ferrari: 1° Alonso, 2° Massa
Una partenza da sogno. Fernando Alonso trionfa davanti a Felipe Massa e la Ferrari apre il Mondiale 2010 con una splendida doppietta nel Gp del Bahrain. Il Cavallino fa il pieno nell'atto inaugurale del campionato con lo show del pilota asturiano, a segno nella prima gara da ferrarista. Esulta anche Massa, che dimostra di aver completamente archiviato il terribile incidente avvenuto a Budapest circa 7 mesi fa. La concorrenza è già avvisata: la F10 è affidabile e veloce. A giudicare da quello che si vede in Bahrain, nessun team al momento può esibire entrambe le qualità. La rossa è superiore alla McLaren-Mercedes di Lewis Hamilton, oggi terzo, e alla Mercedes GP che archivia il weekend con il quinto e il sesto posto di Nico Rosberg e Michael Schumacher. È veloce, ma fragile, la Red Bull di Sebastian Vettel: vola per un'ora abbondante, poi si pianta in pista e finisce ai piedi del podio. Vettel sembra il dominatore incontrastato della gara per buona parte della giornata. Al semaforo verde, il 22enne di Heppenheim difende la pole position con relativa facilità. Tutti devono fare i conti con i serbatoi pieni e la Red Bull guadagna rapidamente un paio di secondi sulla rossa di Alonso, abile a superare Massa allo start.
Nella bagarre iniziale, Schumi guadagna la sesta posizione e si sistema alle spalle della coppia formata dal compagno di squadra, Nico Rosberg, e dalla McLaren di Hamilton. Sull'asfalto rovente, non si vede l'ombra di un sorpasso. I big procedono in fila, mentre nelle retrovie si registrano i primi ritiri. Si arrendono subito due esordienti: l'indiano Karun Chandhok viene abbandonato dopo un giro dalla sua Hispania, il brasiliano Lucas Di Grassi parcheggia dopo 2 tornate abbondanti la sua Virgin. Più tardi verranno imitati dai rispettivi compagni, Timo Glock e Bruno Senna. Nella monotonia generale, Vettel sfrutta la sua monoposto che sembra perfettamente equilibrata: la Red Bull non 'trità le gomme morbide e il tedesco, dopo un terzo di gara, ha quasi 6 secondi di margine su Alonso. I pit-stop, con il generale passaggio alle coperture dure, provocano la prima variazione nelle gerarchie: Hamilton rientra in pista al quarto posto, davanti a Rosberg. Ad animare il Gp, a metà giornata, provvedono finalmente le Ferrari che guadagnano rispetto al capofila. Alonso si avvicina a Vettel, riducendo il gap fino a 1« nel 31° giro. La svolta arriva nella 34esima tornata: la Red Bull rallenta per problemi tecnici, le rosse passano. La F10 con targa spagnola vola verso il traguardo, scortata dalla gemella verdeoro: Alonso festeggia la 22esima vittoria della carriera. La doppietta rossa, la numero 80 nella storia del team, è cosa fatta. E il Cavallino è già in fuga.

ALONSO: "VITTORIA DEDICATA A MONTEZEMOLO" «È un giorno speciale per me. Tornare a vincere è sempre speciale e soprattutto con la Ferrari. Non si poteva cominciare meglio, abbiamo lavorato tanto e siamo arrivati bene a questo Gp». Ecco le prime parole di Fernando Alonso poco dopo il trionfo nel Gran Premio d'apertura della stagione 2010 in Bahrain. «È una vittoria dedicata a tutti i meccanici qui e in Italia e al presidente Montezemolo - ha detto Alonso nella consueta conferenza stampa della Fia nel dopo gara - Le prime tre, quattro gare non sono mai cruciali, ma è importante fare punti. È bello essere qua al primo posto, per diventare campioni del mondo però il punto chiave sarà lo sviluppo».

MASSA FELICE: "E' IL MIO MIGLIOR INIZIO" «Devo ringraziare Dio per il fatto che sto bene e che sono qui, ringrazio tutti per i messaggi avuti che mi hanno dato la motivazione per continuare». Nel suo primo Gran Premio dopo il terribile incidente in Ungheria il pilota della Ferrari Felipe Massa è felice per essere riuscito a tornare a correre in Formula 1 e con un secondo posto: «credo sia stato il mio miglior inizio di sempre». «Ho perso una posizione alla prima curva nei confronti di Fernando ed è stato importante - spiega Massa nella consueta conferenza stampa Fia nel dopo gara - Ho avuto dei problemi con la temperatura ed ho dovuto risparmiare carburante alla fine. Sono stato fortunato per i problemi avuti da Vettel e per il fatto che Hamilton non era così veloce».

DOMENICALI: "E' SOLO LA PRIMA GARA" «È solo la prima gara su 19, bisogna stare calmi ma siamo contenti, inutile negarlo». Così Stefano Domenicali dopo la doppietta della Ferrari nel primo gran premio della stagione di F1 in Bahrain. La 'rossà di Fernando Alonso ha trionfato davanti a quella di Felipe Massa. «Grande Fernando e grande Felipe», dice il team principal della scuderia di Maranello ai microfoni della Rai. «Con Massa abbiamo dovuto gestire la gara per problemi di temperatura. Bisogna ancora sistemare alcune cose ma sono felice per la squadra che ha lavorato tanto durante l'inverno, abbiamo vissuto momento difficili ma questa doppietta ci regala grandi soddisfazioni», prosegue Domenicali.

F1 AL VIA: LA PRIMA POLE A VETTEL. POI LE FERRARI
Ci siamo, scatta il Mondiale di Formula 1 edizione 2010. Il via con il Gran Premio del Bahrain, che vedrà in pole position Sebastian Vettel, con accanto il ferrarista Felipe Massa; dietro di loro Fernando Alonso e Lewis Hamilton. Dietro le Mercedes di Nico Rosberg (quinto) e Michael Scumacher (settimo).
VETTEL FA "6"... Per Sebastian Vettel quella di oggi è la sesta pole position della carriera. «Ed è stata una sorpresa - ha commentato il pilota della Red Bull - è da un mese che i meccanici lavorano tutte le notti. La squadra ha fatto un sforzo enorme e sono contento per il risultato ottenuto». Vettel ha poi sottolineato che «durante l'inverno non sapevamo a che punto eravamo». «C'erano quattro team molto vicini - ha aggiunto - ma non sapevamo il valore di tutti. Stamattina le cose sono andate meglio e poi in qualifica tutto è filato via secondo le nostre strategie ed abbiamo dimostrato la nostra forza. Domani - ha precisato - proveremo a fare la stessa cosa».

MASSA FELICE Felipe Massa sprizza di gioia. Il calvario patito in Ungheria è un ricordo ingiallito. Otto mesi sono stati cancellati dalla prima fila di domani. «È bellissimo tornare a correre - ha commentato - ed è bellissimo tornare ad essere competitivi. Fino a poco tempo fa ho guardato le corse in televisione ma è meglio stare in auto e guidare». Il brasiliano ha poi sottolineato di essersi preparato bene per partire nel modo adeguato in questa stagione. «È un'ottima partenza - ha spiegato - non solo per me ma per l'intera squadra, dimentichiamoci quello che è accaduto nel 2009. Tutti hanno fatto un lavoro molto positivo - ha precisato - adesso dobbiamo proseguire su questa strada. Domani è l'occasione giusta per dimostrarlo nuovamente e far vedere che siamo partiti con il piede giusto».

ALONSO OTTIMISTA «Ottimo risultato, siamo molto soddisfatti». Fernando Alonso vede il bicchiere decisamente mezzo pieno dopo le qualifiche del Gp del Bahrain. Lo spagnolo, all'esordio ufficiale al volante della Ferrari, scatterà dalla terza posizione nella prima gara stagionale. L'asturiano partirà alle spalle della Red Bull del tedesco Sebastian Vettel, autore della pole position davanti alla rossa del brasiliano Felipe Massa. «Dal nostro punto di vista, siamo molto soddisfatti per il risultato di oggi e per il rendimento nel weekend. Il secondo e il terzo posto costituiscono un ottimo risultato per tutta la squadra, abbiamo fatto ottime cose. In fabbrica hanno lavorato giorno e notte, questo è il frutto di tanto impegno», prosegue l'asturiano. Alonso ha dominato la terza sessione di prove libere. Poi, nella fase decisiva delle qualifiche, non è riuscito a confermare la leadership. Non c'è motivo, però, per essere preoccupati in vista della gara. «È difficile completare un giro così lungo senza commettere errori», dice riferendosi alle insidie che l'asfalto di Sakhir presenta per i due minuti necessari a effettuare una tornata.

LA GRIGLIA DI PARTENZA La griglia di partenza del Gp del Bahrain: Prima fila: 1. Sebastian Vettel (Ger) Red Bull 1'54«101; 2. Felipe Massa (Bra) Ferrari 1'54»242; Seconda fila: 3. Fernando Alonso (Spa) Ferrari 1'54«608; 4. Lewis Hamilton (Ing) McLaren-Mercedes 1'55»217; Terza fila: 5. Nico Rosberg (Ger) Mercedes 1'55«241; 6. Mark Webber (Aus) Red Bull 1'55»284; Quarta fila: 7. Michael Schumacher (Ger) Mercedes 1'55«524; 8. Jenson Button (Ing) McLaren-Mercedes 1'55»672; Quinta fila: 9. Robert Kubica (Pol) Renault 1'55«885; 10. Adrian Sutil (Ger) Force India 1'56»309. Sesta fila: 11. Rubens Barrichello (Bra) Williams 1'55«330; 12. Vitantonio Liuzzi (Ita) Force India 1'55»653; Settima fila: 13. Nico Hulkenberg (Ger) Williams 1'55«857; 14. Pedro De la Rosa (Spanien) Sauber 1'56»237; Ottava fila: 15. Sebastien Buemi (Svi) Toro Rosso 1'56«265; 16. Kamui Kobayashi (Jap) Sauber 1'56»270; Nona fila: 17. Vitali Petrov (Rus) Renault 1'56«619; 18. Jaime Alguersuari (Spa) Toro Rosso 1'57»071; Decima fila: 19. Timo Glock (Ger) Virgin 1'59«728; 20. Jarno Trulli (Ita) Lotus 1'59»852; Undicesima fila: 21. Heikki Kovalainen (Fin) Lotus 2'00«313; 22. Lucas Di Grassi (Bra) Virgin 2'00»587; Dodicesima fila: 23. Bruno Senna (Bra) Hispania 2'03«240; 24. Karun Chandhok (Ind) Hispania 2'04»904.

FONTE: Leggo.it


13/03/2010
N'Ze ha un sogno nel cassetto «Giocare con il Verona al Bentegodi»
QUI PESCINA. Il difensore, cresciuto nel vivaio scaligero, ora difende i colori del club abruzzese
«Sono stato costretto ad andarmene da Cannella ma la mia casa è sempre lì, quando posso... torno»

«Ciao Hellas, mi manchi. È andata come non doveva andare. Sono stato costretto ad andarmene. Ho avuto problemi con il direttore Beppe Cannella e, allora, ho scelto l'Inghilterra». Voce timida quella di Desmond N'Ze Kouassi. Difensore oggi del Pescina, ieri giovane promessa dell'Hellas. «Ho un sogno che voglio realizzare - confessa il ragazzo ghanese, oggi ventenne - giocare un giorno al Bentegodi indossando la maglia del Verona».
Desmond se l'è tolta troppo in fretta. E dopo il debutto in B a Rimini - stagione 2006-2007 -, con Massimo Ficcadenti sulla panchina gialloblù, non ha più avuto modo di ripetere l'esperienza. «Ma Verona mi è rimasta nel cuore. Fa parte della mia adolescenza calcistica. Ho tanti amici lì, e mio fratello Marcus gioca nel Domegliara». Il curriculum è gia polposo nonostante la giovane età: Verona, il viaggio in Inghilterra alla ricerca del tempo perduto, Primavera dell'Inter, l'amicizia con Balotelli, Avellino e adesso il Pescina. N'Ze non si è fermato mai dopo avere lasciato l'Hellas.

Desmond, ma allora che cosa è successo per lasciare Verona?
«L'ho detto: ho avuto problemi con Beppe Cannella, sono stato costretto ad andare in Inghilterra, quasi di corsa, non potevo più restare a Verona. Ho provato in ritiro con il Birmingham, sono rimasto là per un po' poi, però, sono rientrato in Italia. Per un po' sono rimasto fermo, mi sono allenato da solo. Poi è arrivata la Primavera dell'Inter. Bella esperienza».
Ma Verona le è rimasta dentro, vero?
«Tantissimo. Lì ho fatto le giovanili, mi hanno cresciuto, e ho avuto modo di maturare un'esperienza importante grazie ai tecnici che mi hanno seguito».
Dovesse indicarne uno?
«Davide Pellegrini, una persona straordinaria. Comunque non me ne sono andato da Verona, sto sempre lì, ci vivo ancora, e appena posso, torno a casa».
Come mai ha scelto il Pescina?
«Mi hanno dimostrato fiducia, qui mi trovo bene. Sono arrivato da poco, ma credo di essermi inserito bene in questo gruppo».
Il Pescina come sta?
«Lotta. E dovrà essere così anche contro il Verona. Vogliamo salvarci a tutti i costi. Nelle ultime partityeCredo che l'Hellas abbia dimostrato di essere la squadra più forte del campionato. Ma adesso mi sento di dire: vinciamo noi. Battere la prima della classe ci permetterebbe di fare un bel salto e di esaltarci».
Troverà vecchi amici?
«Tanti vecchi amici. Se posso, spendo una parola per Rafael. Ottimo giocatore, bravo ragazzo. Stavolta, comunque, cercherò di pensare solo alla partita. Per il Pescina è troppo importante questa sfida con la prima della classe. E io voglio fare bella figura».
Simone Antolini

FONTE: LArena.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#MilanVerona Pecchia

#MilanVerona Fossati


Wallpapers gallery