RANTIER e BERRETTONI 'tirano le orecchie' all'HELLAS visto contro il POTENZA, RUSSO, più 'morbido' impaziente di riprendere punti contro l'ANDRIA

Pubblicato da andrea smarso mercoledì 24 febbraio 2010 21:22, vedi , , , , , , , , | Nessun commento

Snoopy tifa Hellas '87'88

[DICONO]
BERRETTONI richiama la squadra per il pareggio di Domenica scorsa «Importante aver allungato. Cercheremo di recuperare ad Andria, in un match difficile, i punti persi per strada col Potenza. Ci serva di lezione il pari di domenica» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]
RANTIER duro con la squadra, HELLAS così non va! «Non so perché in casa non siamo lucidi e non riusciamo a chiudere le partite. So solo che domenica facevamo fatica a stare stretti tra i reparti, c’era poco collegamento, in poche parole, eravamo disorganizzati. Dobbiamo darci una bella svegliata, altrimenti non andiamo lontani» (Leggo.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]
RUSSO contento per la rimonta contro il POTENZA ma ad Andria sarà dura... «Andria squadra affamata di punti. Domenica abbiamo creato buone occasioni, aver lottato fino alla fine è segnale di forza. Un punto ci va stretto ma fa ben sperare» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

Intervista ad Emanuele BerrettoniIntervista a Giuseppe Russo

[ALTRE NEWS]
IL GIUDICE SPORTIVO NON PERDONA: MULTA DI € 350,00 ALL'HELLAS VERONA F.C. S.P.A. perchè propri sostenitori facevano esplodere nel proprio settore un petardo, senza conseguenze, AMMONIZIONE CON DIFFIDA a TEDESCHI ANDREA (HELLAS VERONA F.C. S.P.A.) per proteste verso l'arbitro durante la gara (allenatore in seconda, espulso), SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA' IN AMMONIZIONE (IV INFR) anche per ANSELMI (ammonito contro il POTENZA per fallo di mano in area avversaria). (Lega-Calcio-Serie-C.it)
LA BERETTI IMPONE LA SUA LEGGE anche a Reggio nell'Emilia grazie a RECCHIA, 4 gol al BELLARIA ed in trasferta decima vittoria consecutiva
AMICHEVOLE GIOVEDÌ POMERIGGIO a Soave contro la locale formazione che milita in prima categoria.
DALLA BONA RIENTRERÀ GIOVEDÌ DA CESENATICO per poi unirsi al gruppo e allenarsi a Sandrà ma ci sono poche probabilità di vederlo in campo contro l'ANDRIA BAT, se tutto andrà per il meglio forse la mezzala esordirà con la REGGIANA alla 26esima.
6 BOMBE CARTA ESPLOSE DAI TIFOSI DEL POTENZA AL 'BINTI': La giustizia sportiva ha già agito comminando 1500 Euro alla società lucana, quella ordinaria sta investigando per risalire al gruppetto di responsabili... LEGA PRO PRIMA DIVISIONE GIRONE B: Il punto sulla 24esima giornata.

MISL (Major Indoor Soccer League) USA: Entrata 'assassina' del portiere e rosso diretto... Che dite? Sarà stato giusto? Ah ah...MACCHÈ MOVIOLA! Fuorigioco e gol saranno segnalati da CTRUS! Il pallone intelligente che cambierà colore a seconda delle situazioni di gioco...

[IN BREVE]
PANUCCI LASCIA IL PARMA, nessun problema con mister GUIDOLIN o la società, i motivi sono personali...
OLIMPIADI INVERNALI: Staffetta sprint a squadre gli uomini chiudono all'ottavo posto, meglio le donne che con la coppia FOLLIS-GENUIN chiude però quarta. Nel pattinaggio di figura la coppia azzurra FAIELLA-SCALI arriva quinta; l'oro va al CANADA. BOB: Italia squalificata il mezzo pesava meno di 170 kili... SLALOM GIGANTE: BLARDONE illude tutti chiudendo la prima manche al 4° posto poi crolla...
NBA: KNICKERBUCKERS scandalosi alla settima sconfitta di fila, perdono a MILLWAUKEE con la miseria di 67 punti all'attivo! I LAKERS tornano alla vittoria (ovviamente con un BRYANT versione fenomeno) contro MEMPHIS, i CAVS stoppano NEW ORLEANS, vincono anche PHOENIX e DETROIT.
MISL (Major Indoor Soccer League) USA: Il portiere esce alla disperata e beccca il (sacrosanto) rosso diretto. BRASILE: Dopo il derby la rissa! 1 morto e 13 feriti!
VITA DA EX: COSSU, il 'tammburino sardo' poco fortunato a VERONA, a CAGLIARI stà vivendo una stagione magica tanto che il BAR&CCedil;A si stà interessando a lui e LIPPI potrebbe convocarlo per la prossima amichevole azzurra contro il CAMERUN. ORFEI, bel momento Cin Seconda Divisione con la SAMBO.
CHAMPIONS LEAGUE: Il BARÇA gioca male ma pareggia con lo STOCCARDA. BORDEAUX corsaro ad Atene.
PREMIER LEAGUE: ROONEY colpisce ancora ed il WEST HAM di ZOLA affonda all'Old Trafford.
MACCHÈ MOVIOLA! Fuorigioco e gol saranno segnalati da CTRUS! Il pallone intelligente che cambierà colore a seconda delle situazioni di gioco...


GIOCO PRONOSTICI:
MISTER LOYAL sorprende tutti e con 9 punti becca la palma di migliore dela 24esima giornata (ma occhio alle doppie giocate perchè il prossimo che mi fa uno 'scherzetto' così becca punti di penalità...) Al secondo posto io, ALE90HVR, BRUNI e GABRI. Male LUCKY, BLACK e sopratutto BRIDGET che con un solo punto si laurea Sfigadona di oggi! (Poverina c'ha pure l'influenza... Non l'ha presa bene! Guarisci presto...)

In classifica generale perdura la fuga di MARTINO verso la vittoria finale e POSE al secondo posto è stato agganciato da MISTER LOYAL. In coda GEDE lascia l'ultima piazza a BLACK ed insegue LUCKY ad un solo punto.

CLASSIFICA DI GIORNATA
9 - Mister Loyal
8 - Ale90hvr, Bruni, Gabri, Smarso
7 - Pose
6 - Robroy
4 - Gede, Martino
3 - Lucky
2 - Black
1 - Bridget

CLASSIFICA GENERALE
120 - Martino
104 - Mister Loyal, Pose
103 - Ale90hvr
099 - Bruni
096 - Bridget
094 - Smarso
093 - Gabri
089 - Robroy
086 - Lucky
085 - Gede
083 - Black

CLASSIFICA PRECEDENTE
116 - Martino
097 - Pose
095 - Ale90hvr, Bridget, Mister Loyal
091 - Bruni
086 - Smarso
085 - Gabri
083 - Lucky, Robroy
081 - Black, Gede

ALBO D'ORO CAMPIONI
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)


23 Febbraio 2010
Calcio Iª Div. B - 24ª giornata: il punto
di Marco Magli
Nessuna vittoria esterna nella ventiquattresima giornata. La capolista Verona allunga sulle inseguitrici, ora lontane sette lunghezze, nonostante il mezzo passo falso interno contro il fanalino di coda Potenza, sorpresa della giornata, ma sono i lucani del mai domo Capuano a recriminare. I lucani, infatti, oltre ad aver disputato una partita gagliarda, sono stati raggiunti al 50’st dalla rete di Ciotola.

Da evidenziare l’esordio in campionato nelle file del Potenza del neoacquisto Aljmr Murati, kosovaro di passaporto svizzero con un passato nelle categorie inferiori in Svizzera e nella Zweite Bundesliga (la B tedesca), subito in rete. Dietro gli scaligeri è bagarre, con otto squadre che sgomitano in cinque punti. La Ternana si aggiudica i tre punti nello scontro diretto contro il Pescara e di conseguenza raggiunge i biancoazzurri al secondo posto, prima sconfitta della gestione Di Francesco. Chiudono la zona play off Reggiana e Portogruaro.

La squadra emiliana torna dalla Calabria con un punto che va stretto, con un secondo tempo spettacolare. Si può dire che la sosta ha portato benefici alla truppa di Dominissini, che sembra essere tornata la squadra di qualche settimana fa. Il Cosenza può ritenersi soddisfatto del punto portato a casa, da cineteca la rete del vantaggio ad opera del ‘pitone’Biancolino al 12’pt , pareggiata poi da Stefani, entrambi a nove reti in campionato.

Il Portogruaro vince la sfida play off contro il Rimini, per i veneti si tratta di punti che valgono doppio mentre ai romagnoli non resta che registrare l’ennesima sconfitta lontano dal ‘Neri’, la decima! Grande delusione in casa biancorossa, anche per un arbitraggio discutibile. Balzo in avanti fondamentale del Taranto, che liquida con un rotondo 2-0 il Pescina agganciando in classifica il Cosenza e superando le romagnole Rimini e Ravenna. Da quando siede sulla panca jonica il tecnico Dellisanti, ovvero dalla 21°giornata, la porta di Bremec è inviolata.

Pareggio palpitante al ‘Benelli’ tra il Ravenna e la Cavese. Gli ‘aquilotti’ di Stringara confermano il buon momento di forma, quattordicesimo punto nel girone di ritorno, riuscendo a pareggiare sul filo di lana con Turienzo al 49’st, seconda rete consecutiva dell’argentino, la rete di Piovaccari al 46’st. I bizantini ora si trovano staccati di tre punti dalla zona che conta. Spal e Lanciano vincono con lo stesso risultato, 2-0, rispettivamente contro Andria e Giulianova, un successo che riporta le due compagini in acque più tranquille.

Una Spal convincente che mette sotto i pugliesi già nei primi quindici minuti andando a segno con Cabeccia dopo otto primi e l’ex bolognese Smit al 15’; la squadra di Notaristefano potrebbe dilagare, Valtulina fallisce un calcio di rigore al 4’st. Sesto risultato utile di fila per gli estensi mentre dall’Andria ci si aspettava qualcosa di più, considerando l’ottimo cammino del 2010 ( prima della caduta del ‘Mazza’ i pugliesi avevano raccolto, insieme al Verona, più punti dall’inizio dell’anno, ben undici!), gara sottotono per gli uomini di Papagni.

Il Lanciano si riscatta e meritatamente conquista tre punti molto significativi davanti ai propri sostenitori, successo che mancava dal 6 Dicembre (16°giornata 1-0 sul Ravenna, rete di Masini), troppo poco il Giulianova di Bitetto, una sconfitta senza attenuanti. A reti inviolate si è concluso lo spareggio salvezza tra le penalizzate ( un punto di penalità entrambe) Real Marcianise e Foggia. Amaro in bocca per il tecnico rossonero Ugolotti per i due pali colpiti, mentre è il quarto risultato utile di fila per la squadra campana. Ancora dieci giornate alla conclusione dove, con una classifica molto corta, può ancora accadere di tutto, anche se la capolista scaligera, guidata sapientemente da Remondina, non perde colpi nonostante giornate storte come questa.

FONTE: RealSports.it


Prima Divisione, il punto: Hellas Verona e Novara a + 7 sulle inseguitrici
Scritto da Rapa Luciano
Nel Girone B, trema la capolista Hellas Verona che agguanta al ‘Bentegodi’ il 2-2 solo all’ultimo respiro: al 94’ Ciotola firma la rete del definitivo pari contro un gagliardo Potenza (fanalino di coda con il Pescina VdG) guidato da un Murati in grande spolvero (due reti per lui in soli 45 minuti disputati). Nonostante il pari interno gli scaligeri allungano a +7 in classifica sul Pescara che esce sconfitto dal ‘Liberati’ di Terni nel big match di giornata (2-0 e pescaresi che terminano la gara in 9) e vengono raggiunti al secondo posto proprio dagli umbri. Reggiana e Cosenza non si fanno male: 1-1 il risultato maturato in Calabria al ‘San Vito’ e speranze playoff intatte per entrambi i sodalizi in questione. Il Portogruaro batte il Rimini in un altro scontro diretto di alta classifica (2-1) e si porta a quota 37 punti: domenica prossima c’è in programma Pescara-Portogruaro che ha il vero e proprio sapore di spareggio. Il Taranto regola 2-0 il Pescina VdG: il ritorno di Cappellacci sulla panchina marsicana non ha sortito gli effetti sperati (quarto cambio di guida tecnica per il team abruzzese: Perrone, Cappellacci, Dario Bonetti e nuovamente Cappellacci). Vittoria per la Virtus Lanciano nel Derby d’Abruzzo con il Giulianova: Colussi e Sansone (su rigore) griffano il 2-0 finale, stesso risultato maturato tra Spal ed Andria con i pugliesi che riscoprono il gusto amaro della sconfitta che non assaporavano dal 2009. Pareggi tra Real Marcianise e Foggia (0-0) e tra Ravenna e Cavese (2-2).

FONTE: IlPallonaro.it


Mercoledì 24 Febbraio 2010
Berrettoni non cerca scuse: «La sosta non ci ha fatto bene, ora ripartiamo» «Hellas-gambero, brutto passo indietro»
di Gianluca Vighini
VERONA - Un passo indietro. Forse due. Il bell’Hellas che ha steso il Ravenna con una grande prestazione ha lasciato il posto al Verona spento e senza idee che ha impattato contro il Potenza. Involuzione anche dal punto di vista del gioco, con alcuni uomini fondamentali della squadra che sono finiti sotto esame. Esposito che ha spento la luce, Berrettoni che non ha lasciato il segno, Rantier ancora a disagio con Di Gennaro. Proprio Berrettoni ha un’idea sul perché i gialloblù hanno faticato così tanto. «L’involuzione - dice l’attaccante - ha colpito tutta la squadra e non un solo giocatore. E’ vero anch’io ho fatto passi indietro, ma, come spiegavo è la condizione generale che ci ha penalizzato. Forse non ci ha fatto bene la sosta, forse è stato merito degli avversari che ci hanno chiuso, quello che è certo è che non siamo riusciti ad esprimerci come volevamo. Ora bisogna ripartire».

Recuperano Colombo e Ceccarelli. Ci sono buone notizie intanto, alla ripresa degli allenamenti. Ceccarelli, uscito prima della fine del match, ha lavorato a parte ma è recuperabile per Andria. E lo stesso vale per Colombo che non ha giocato contro il Potenza per un risentimento muscolare. Anche lui dovrebbe farcela per la trasferta pugliese.
Stop per Anselmi e multa. E’ stato invece squalificato per un turno Anselmi. La sua assenza fa scattare un toto-sostituto in casa scaligera. Le quotazioni di Massoni sono in ascesa, quelle di Comazzi in ribasso. E multa di 350 euro: «perché propri sostenitori facevano esplodere nel proprio settore un petardo, senza conseguenze».
Sam ci prova ancora. Dalla Bona finalmente potrà aggregarsi al gruppo questa settimana. I segnali che arrivano da Cesenatico sono buoni. Dalla Bona arriverà in città domani sera e venerdì si allenerà con il gruppo. Impossibile pensare a una sua presenza ad Andria. Sarà a disposizione per la sfida interna contro la Reggiana. (ass)

Martedì 23 Febbraio 2010
Rantier: «Verona, sveglia: così non andiamo lontani»
di Gianluca Vighini
VERONA - «Non so perché in casa non siamo lucidi e non riusciamo a chiudere le partite. So solo che domenica facevamo fatica a stare stretti tra i reparti, c’era poco collegamento, in poche parole, eravamo disorganizzati». Rete a parte, la prova di Rantier contro il Potenza è stata insufficiente. Un gol clamorosamente fallito nel primo tempo, poi il riscatto nella ripresa con quel pallone che ha sbattuto violentemente sotto la traversa e poi al di là della linea bianca per l’illusorio 1-0 dell’Hellas. «Dobbiamo darci una bella svegliata, altrimenti non andiamo lontani», sbotta Julien il giorno dopo la “Grande Paura” del Bentegodi con l’ultima in classifica che ha sfiorato il colpaccio in casa della capolista. «Questa gara l’abbiamo fallita fin dagli spogliatoi. “ciccato” l’approccio», dice senza mezzi termini Rantier. Anche l’intesa con Di Gennaro non ha funzionato a dovere. Julien ha giocato al posto di Colombo, bloccato da un risentimento muscolare (oggi si conoscerà la prognosi), si pensava potesse trarre giovamento dalla vicinanza col centravanti campano. «In realtà non riuscivamo a trovare le misure: eravamo scollati. Io, lui, il centrocampo e persino la difesa. Tutti troppo lontani», conclude il francese.
E l’Hellas oggi a Sandrà riprende la preparazione in vista di Andria. Da verificare Ceccarelli, uscito per un fastidio muscolare. (ass)

FONTE: Leggo.it


HELLAS
BERRETTONI, TRA I MIGLIORI COL POTENZA, PROMETTE UN IMMEDIATO RISCATTO
«Ci rifaremo contro l’Andria». Il trequartista gialloblù ammette: «Soffriamo un po’ le partite casalinghe con
avversarie che si chiudono, poi domenica ci è mancato molto uno come Colombo».

Andrea Spiazzi Verona Non ha tradito le attese. Emanuele Berrettoni, arrivato la scorsa estate da Bassano in cerca di riscatto a Verona, sta disputando una stagione da protagonista nell’Hellas. Sinora non è mai mancato all’appello, giocando 24 gare su 24. Assist man e realizzatore (tre le reti messe a segno), esterno d’attacco o trequartista, l’ex Lazio lascia il segno in ogni gara, vivacizzando la manovra offensiva, creando seri problemi alle difese avversarie con la sua capacità di saltare l’uomo e di cambiare i ritmi della gara in ogni momento. È uno dei calciatori sui quali Martinelli e Bonato hanno deciso di fondare il loro Verona, blindandolo con un contratto triennale. Lui è timido di fronte alle telecamere, preferisce parlare con le sue giocate in campo. Domenica col Potenza è stato ancora una volta decisivo, con due azioni che hanno liberato prima Rantier e poi Ciotola in occasione dei gol.

«Sì - commenta l’attaccante -, due belle giocate utili ai miei compagni. Purtroppo non sono servite ad ottenere i tre punti ma l’importan - te è avere allungato ancora in classifica: vogliamo vincere questo campionato». Il Verona coi lucani non si è espresso ad alti livelli, come spesso accade al Bentegodi, dove la squadra ha raccolto solo un punto in più rispetto alla gare in trasferta. «Abbiamo giocato male - ammette Berrettoni -, ce ne siamo resi conto. Speriamo che ci serva di lezione per preparare al meglio la prossima ad Andria. In casa soffriamo il gioco ostruzionistico delle avversarie come il Potenza. Con le dirette concorrenti, invece, abbiamo quasi sempre vinto, loro vengono a giocarsela a viso aperto ». Domenica mancava Colombo e si è visto. «Certo, Corrado è un giocatore per noi importante, ma Rantier ha fatto bene e segnato un gol. Non cerchiamo alibi, tutti siamo in grado di poter entrare in campo ed essere decisivi. Non ci resta che prepararsi nella maniera migliore alla sfidache verrà,come abbiamofatto dall’inizio dell’anno».

Le ultime
In Puglia di nuovo senza tifosi al seguito mancherà anche Anselmi per squalifica Domani amichevole a Soave e Dalla Bona col gruppo
In trasferta senza tifosi. Il prefetto di Bari ha infatti deciso che i biglietti per Andria-Hellas potranno essere venduti ai soli residenti locali. Da l l ’inizio della stagione il settore ospiti del “Degli Ulivi” è chiuso per lavori. Ieri in allenamento lavoro differenziato per Berrettoni, Ceccarelli e Colombo, a riposo Selva, assente Dalla Bona che si aggregherà al gruppo venerdì. Il giudice sportivo ha squalificato per una giornata Fabrizio Anselmi. Trecentocinquanta euro di multa sono stati inflitti alla società per un petardo esploso al Bentegodi domenica scorsa. Giovedì alle 14.30 amichevole dei gialloblù a Soave con la formazione locale di prima categoria. Ingresso a 3 euro, gratis per gli under 14.

HELLAS VERONA
Ancora difficoltà dopo la sosta. Esordio vicino per Dalla Bona
Andrea Spiazzi Verona
C’è la sosta? 2-2 al rientro, se si gioca al Bentegodi. Come dopo la lunga pausa natalizia l’Hellas ha fattomezza cilecca tornano a giocare tra le mura di casa. Il 10 gennaio scorso fu raggiunta, dopo una gara non esaltante, dal gol di Improta del Lanciano all’86’. Domenica, invece, è stato Ciotola ad acciuffare all’ulti - mo istante il Potenza, sempre dopo una prestazione sottotono. Remondinaun po’ se la sentiva e aveva lanciato seri ammonimenti in settimana. Pazienza, il gol all’ultimo che rimedia il risultato è sempre un toccasana per il morale dei giocatori avvolti dall’urlo liberatorio del proprio pubblico e lo stop del Pescara attenua ulteriormente la delusione per non essere riusciti a vincere.

Ad Andria, domenica prossima, sarà battaglia: i pugliesi, sconfitti a Ferrara 2- 0, vorranno togliersi da una posizione pericolante il prima possibile. Il Verona in trasferta fa paura: zero sconfitte e zero gol subiti. La difesa non sarà tuttavia quella delle ultime gare, data la squalifica che oggi verrà comminata ad Anselmi. Ceccarelli, uscito col Potenza per un dolore al flessore, dovrebbe recuperare e farà coppiacon Comazzi. Remondina si porterà dietro Massoni. Anche Colombo ce la farà: il risentimento al bicipite femorale è in via di guarigione. In settimana si aggregherà al gruppo Samuele D a l l a B o n a , i n a t t e sa dell’esordio.

FONTE: DNews.it


23/02/2010 09:33:00
11 + 300 leoni al Bentegodi
Grande seguito di pubblico per il Potenza, che sfiora la vittoria a casa della capolista Verona
Dopo la sosta del campionato di prima divisione girone B, il Potenza di mister Capuano reduce dal pareggio interno di quindici giorni fa per 2 a 2 contro la Spal era chiamato ad una sfida impossibile dal pronostico chiuso. I rossoblu erano di scena al Bentegodi, al cospetto degli ex campioni d'Italia dell'Hellas Verona. In barba al pronostico sfavorele il Potenza ha ottenuto uno splendido pareggio ancora per 2 a 2, e il rammarico è ancora più grande se si pensa che il Verona, capolista con 7 punti di vantaggio sulla coppia Ternana e Pescara, ha ottenuto il pareggio al cospetto del suo pubblico al minuto 95. Un pareggio, in virtù di questo, che per il Potenza vale una vittoria.

Primo tempo di marca scaligera con il Potenza a difendersi ordinatamente seppur con affanno; il debutto tra i pali del nuovo arrivo Della Corte è stato eccellente, ha negato nella prima frazione di gioco in tre nitide occasioni la gioia del gol ai veronesi. Il secondo tempo ha visto un Verona meno lucido nella manovra offensiva con un Potenza più padrone del centrocampo, ma alla mezz'ora il Verona con Rantier ha trovato un fortuito vantaggio con la palla che ha superato di nulla la linea della porta. Il Potenza ha reagito immediatamente trovando il gol del pareggio su azione da calcio d'angolo con Catania. Sulle ali dell'entusiasmo l'altro nuovo arrivo e debuttante, l'attaccante albanese Murati che ha trovato addirittura il gol del vantaggio all'81'. Per gli oltre 300 tifosi lucani giunti fin lassù la gioia è stata immensa ma breve, perché come nel più classico dei copioni delle partite del Potenza, al 95' nell'ultima azione scaligera è giunto il pareggio, ottenuto da Ciotola, gol figlio più della disperazione calcistica che della tattica; ma un pareggio al Bentegodi è da definirsi comunque un'impresa per l'ultima della classe.
Oltre al risultato in campo il Potenza al Bentegodi ha potuto godere dell'apporto massiccio di una tifoseria straordinariamente compatta e numerosa che non bada ai punti in classifica e si sobbarca infinite distanze per urlare a squarciagola. Un grande plauso ai tifosi rossoblu che hanno ricevuto anche i complimenti dalla tifoseria scaligera, considerata una tra le più importanti d'Italia (ma anche tra le più razziste).

Intanto il 9 febbraio a Roma la Corte di Giustizia Federale, grazie alle memorie difensive prodotte dal Potenza e dopo aver analizzato il materiale del procuratore federale Palazzi ritenendolo insufficiente, ha rinviato a data da destinarsi il processo per la revocazione della sentenza contro il Potenza in merito alla gara Potenza-Salernitana dell'aprile 2008. Ora il procuratore federale Palazzi dovrà integrare a quanto già prodotto le dichiarazioni rese dal tesserato Luca Evangelisti al Tribunale ordinario di Potenza; il rinvio è stato considerato una vittoria dal club rossoblu capace di rassenerare l'ambiente sportivo ma la vigilia della partita con il Verona è stata contraddistinta da uno spiacevolissimo episodio che la serenità l'aveva minata di sicuro, protagonista il difensore Cardinale. Capuano nel diramare la lista dei convocati venerdi mattina prima della partenza ha escluso il giovane portiere Tesoniero valutato in un momento di forma poco brillante a giudizio dell'allenatore, la decisione non è piaciuta a Cardinale, il forte difensore si è rifiutato di partire per Verona se non fosse stato convocato pure Tesoniero, presa di posizione assurda e che dimostra la scarsissima professionalità dell'atleta, nonché una grave mancanza di rispetto verso tutto e tutti, dai compagni ai tifosi. Capuano chiaramente non ha ceduto al ricatto e cosi Cardinale è rimasto fuori rosa, ora speriamo lo resti fino alla fine del campionato, per quanto possa senz'altro servire alla causa ora deve essere allontanato e forse era il caso di farlo già nel mercato di gennaio, cosi come era necessario liberarsi di Lucenti. Il Potenza di problemi ne ha già tanti e di natura infinita, quindi beghe di questo tipo sono davvero fuori luogo. A parte la solidarietà di Cardinale verso Tesoniero, è facile supporre che il procuratore - lo stesso per entrambi i giocatori - abbia influito non poco nella decisione del giocatore.

Quindi domenica può restare a casa Cardinale ed anche il suo compagno Tesoniero magari, che non dimentichiamo è diventato titolare per sostituire uno tra i portieri più scarsi mai visti al Viviani, Gragnaniello, non certo per sostituire Dino Zoff…

Mentre non dovrebbe restare a casa il tifo potentino, perché domenica al Viviani arriva il Lanciano per una partita di fondamentale importanza per la salvezza, e per l'occasione la società ha promosso un'iniziativa lodevole per cercare di riempire il Viviani il biglietto costerà pochissimo, soli 5 euro per la curva, 7 per il settore distinti e 10 per le tribune laterali. Il Potenza spera così di ottenere il terzo risultato utile consecutivo e soprattutto la prima vittoria del 2010.
Mimmo Nardozza

Tabellini
HELLAS VERONA: Rafael, Campagna, Pugliese, Esposito, Ceccarelli (60' Pensalfini), Anselmi, Garzon (60' Comazzi), Russo, Rantier (75' Ciotola), Berrettoni, Di Gennaro. All. Remondina. A disp. Ingrassia, Bertolucci, Burato, Farias.

POTENZA: Della Corte, Di Fatta, Langella, Berardi, Taccola, Profeta (74' Iraci), Frezza, De Simone(75' Prisco), Magliocco (46' Murati), Catania, Evangelisti. All. Capuano. A disp. Di Matteo, Porcaro, Barbato, Nappello.

Arbitro: Carbone di Napoli. (Marchesi, Liturco).
Ammoniti: Profeta (P), Campagna, Anselmi, Berrettoni (V)
Marcatori: 71' Rantier, 78' Catania, 81' Murati, 95' Ciotola.
Spettatori: 13.100 di cui oltre 300 di fede potentina.

FONTE: VirusMedia.it


Potenza, pari beffa
VERONA-POTENZA 2-2
Verona: Rafael 5,5, Campagna 6, Ceccarelli 6 (15' st Co mazzi 5,5), Anselmi 6, Pugliese 5,5, Russo 6,5, Esposito 6,5, Garzon 6 (15' st Pensalfini 5,5), Berrettoni 6,5, Ran tier 5,5 (31' st Ciotola 6), Di Gennaro 6. A disp.: Ingrassia, Bertolucci, Burato, Farias. All.: Remondina.

Potenza: Della Corte 7, Di Fatta 6,5, Taccola 6, Langella 6, Berardi 6,5, De Simone 6 (31' st Prisco sv), Evangelisti 7, Profeta 6,5 (30' st Iraci sv), Frezza 6, Catania 7, Ma gliocco 6 (1' st Murati 7). A disp.: Di Matteo, Porcaro, Barbato, Nappello. All.: Capuano.

ARBITRO: Carbone di Napoli.
RETI: st 27' Rantier (V), 34' Catania (P), 36' Murati (P), 50' Ciotola (V).
NOTE: giornata nuvolosa, terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti Anselmi, De Simone, Berrettoni e Campagna. Spettatori 13.500 circa. Calci d’angolo 12-4 per il Verona. Recupero: pt 2'; st 6'.

VERONA - Al «Bentegodi» si consuma una beffa atroce per il Potenza, che nel testa coda di giornata soffre il giusto nel primo tempo, disputa una grande ripresa e viene raggiunto al 50' tra mille recriminazioni e polemiche. Inizialmente la gara sembra confermare le aspettative. Il Verona fa la partita, mentre i lucani cercano di control lare gli avversari badando a non farsi schiacciare troppo in difesa.

Magliocco rie sce spesso a smarcarsi sul filo del fuorigioco, ma il passaggio filtrante stenta ad arrivare e quando finalmente parte il lancio inevita bilmente il centravanti finisce oltre la linea della retroguardia scaligera. Per mezz'ora, però, la tattica accorta del Potenza riesce be ne. Il Verona non costruisce nulla di impor tante. Poi la squadra di Remondina spinge sull'acceleratore e protagonista assoluto di venta l’ultimo arrivato in casa lucana, ovve ro il portiere Della Corte. Al 32' il primo grande intervento su Di Gennaro, pronto a girare a rete un lancio in profondità. Al 39' il gol sembra fatto, ma Russo di testa colpisce il palo con il portiere battuto. L’azione prose gue con Ceccarelli pronto a mettere in rete, ma il guardalinee era già con la bandierina alzata a segnalare il fuorigioco. Sul capovol gimento di fronte il solito Magliocco sfugge alla maglia difensiva gialloblù e segna, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Nel finale di termpo, al 46’, grande occasione sui piedi di Rantier, ma l’attaccante francese si fa ip notizzare dal portiere Della Corte che ne blocca a terra la conclusione.

La ripresa si apre con una grande emozio ne per le centinaia di tifosi lucani accorsi al Bentegodi. È infatti la squadra di Capuano a sfiorare il vantaggio con un tiro da fuori di De Simone che, deviato, assume una traiet toria che scavalca Rafael, ma termina ad dosso alla traversa. Il Potenza sfiora il gol in altre due occasioni: prima con Berardi di te sta e poi con Di Fatta sul prosieguo dell’azio ne. Ma nel momento migliore dei lucani ar riva il gol del Verona. Berrettoni scappa sul la sinistra e sul suo cross Rantier tira a colpo sicuro. La palla sbatte sotto la traversa, toc ca terra, s'impenna e poi il portiere la sma naccia fuori. L’arbitro resta fermo ma il guardalinee indica il centrocampo e conva lida mentre i tifosi del Potenza gridano «sie te come la Juve». Ma gli ospiti stanno bene in campo e al 34' su corner di Evangelisti Cata nia incorna in gol. Passano 2' ed in contro piede Murati scavalca Rafael con un pallo netto dal limite e raddoppia. Sembra fatta, ma al 5' di recupero il Verona concretizza il suo ultimo assalto con Ciotola, che si fa lar go tra le maglie avversarie e ristabilisce la parità con un altro gol rocambolesco.

Finisce così e per i lucani l’amarezza su pera la gioia di aver ottenuto un risultato di prestigio sul terreno della capolista.
Giancarlo Tavan

FONTE: LaGazzettaDelMezzogiorno.it


22/02/2010
Stadio, dalla curva degli ospiti lanciate sei bombe carta
VERONA-POTENZA. Dopo il primo botto la polizia ha messo nel mirino un gruppo di tifosi. La Digos sta visionando i filmati registrati per individuare gli autori
Verona. Sei bombe carta esplose dagli ultrà del Potenza allo stadio Bentegodi durante Verona-Potenza di ieri pomeriggio. Sei boati che sono riecheggiati nello stadio sollevando i fischi e gli sfottò dei veronesi. Ma anche nella curva sud a un certo punto s'è sentito un botto, seppur meno potente. La partita è terminata con un pari, ma queste dimostrazioni di inciviltà avranno strascichi per i potentini che sono arrivati allo stadio decisi a provocare. Le telecamere della Digos veronese erano posizionate per riprendere qualsiasi movimento strano accadesse dall'una piuttosto che dall'altra parte. E subito dopo il primo botto l'attenzione s'è concentrata su alcuni tifosi. Nelle prossime ore tutto il materiale registrato verrà «sbobinato», quindi osservato con attenzione e con la collaborazione della questura di Potenza sarà possibile risalire all'identità dei tifosi che hanno lanciato le bombe carta. Non ci sono stati feriti, ma avrebbero potuto esserci.

I tifosi sono riusciti a passare al filtraggio che ormai da tempo viene effettuato dagli steward dello stadio, ma in verità c'è anche da sottolineare che se aggeggi come questi vengono nascosti, per esempio, nelle mutande, diventa complicato trovarli a meno che ogni tifoso non venga spogliato completamente. Ed è impossibile anche soltanto ipotizzarli controlli simili.

La prevenzione diventa dunque parecchio difficile, ma a dare aiuto alle forze dell'ordine c'è il contributo video che quindi permetterà di arrivare all'identificazione di chi, quelle bombe carta le ha fatte deflagrare. La Digos veronese è già al lavoro e nelle prossime ore potrebbero scattare le prime denunce. La legge vieta di portare allo stadio petardi e qualsiasi altro artificio.A.V.

FONTE: LArena.it


24/02/2010 - 17:01
Secondo giorno di lavoro in preparazione all'Andria BAT
Lavoro di forza, trasformazione sul campo e tattica per reparti al mattino, partitelle a tema e possesso palla nel pomeriggio. Colombo col gruppo

24/02/2010 - 11:44
Venerdì a Sandrà la presentazione alla stampa di Dalla Bona
In vista della 25a gara di campionato sarà a disposizione degli organi d'informazione anche il tecnico Gian Marco Remondina

24/02/2010 - 10:37
6 i precedenti ad Andria, nessuna vittoria scaligera
Undici anni fa l'ultima sfida, terminata 1-1 con gol di Cammarata. 13 i punti conquistati dagli uomini di Papagni nelle ultime 5 gare casalinghe

24/02/2010 - 10:07
Berretti, in trasferta sono dieci su dieci
Poker gialloblù a Bellaria nel recupero della 13a giornata: a segno Herrera, Ravelli (doppietta) e Molinari

23/02/2010 - 16:15
Russo: "Andria squadra affamata di punti" - VIDEO
"Domenica abbiamo creato buone occasioni, aver lottato fino alla fine è segnale di forza. Un punto ci va stretto ma fa ben sperare"

22/02/2010 - 16:10
Berrettoni: "Importante aver allungato" - VIDEO
"Cercheremo di recuperare ad Andria, in un match difficile, i punti persi per strada col Potenza. Ci serva di lezione il pari di domenica"

23/02/2010 - 15:00
Giudice Sportivo, una giornata a Fabrizio Anselmi
Il difensore romano, che contro il Potenza ha rimediato la quarta ammonizione stagionale, salterà la trasferta di Andria. 350€ di ammenda all'Hellas Verona

23/02/2010 - 10:52
Giovedì pomeriggio amichevole a Soave (VR)
Test infrasettimanale contro la formazione locale (1a Categoria) in preparazione alla 25a di campionato, in programma domenica 28 febbraio

23/02/2010 - 10:44
Giovanili: i risultati del weekend
Recchia ancora decisivo per la Berretti, che espugna il campo della Reggiana. Doppio ko nei derby col Chievo, 0-3 ed 1-2

FONTE: HellasVerona.it


24/02/2010 16:25
Berrettoni: Basta passi falsi bisogna tornare a vincere
L'attaccante dell'Hellas Emanuele Berrettoni fa il punto della situazione a poche giornate dalla fine del campionato: "Non possiamo più permetterci passi falsi. Ci sono ancora dei punti a disposizione e non dobbiamo pensare di avere già raggiunto l'obiettivo. La gara con il Potenza va archiviata non siamo stati la solita squadra. Domenica c'è la trasferta di Andria, loro hanno bisogno di punti per salvarsi ma ci servono i tre punti per ripartire".

23/02/2010 18:04
Incredibile, il Verona prende gol solo in casa
E' davvero un dato incredibile quello dell'Hellas in questo campionato. La squadra di Remondina ha infatti subito soltanto undici gol e tutti al Bentegodi. In dodici gare lontano da Verona, in cui si contano cinque vittorie, sette pareggi e zero sconfitte, la porta difesa da Rafael e Ingrassia non è mai stata violata.

23/02/2010 17:53
Sospiro di sollievo. Ceccarelli e Colombo stanno meglio
Allarme rientrato per Luca Ceccarelli e Corrado Colombo. Il primo che era uscito acciaccato nel corso della gara contro il Potenza e il secondo che non era nemmeno sceso in campo hanno svolto una seduta differenziata a scopo precauzionale alla ripresa a Sandrà ma non sono comunuqe in dubbio per la trasferta di Andria. Sicuro assente invece Anselmi, fermato per un turno dal Giudice Sportivo.

23/02/2010 15:19
Sam Dalla Bona arriva giovedì a Verona
Contattato telefonicamente da Tggialloblu.it il direttore sportivo dell'Hellas Nereo Bonato ha spiegato che Samuele Dalla Bona arriverà giovedì a Verona e si unirà al gruppo. Il centrocampista, in cura a Cesenatico, dovrà essere valutato dal punto di vista atletico e poi sarà a completa disposizione di Remondina. Per la trasferta di Andria difficilmente sarà convocato mentre è più probabile che possa andare in panchina al Bentegodi contro la Reggiana.

23/02/2010 15:42
Trasferta ad Andria vietata ai tifosi dell'Hellas
E' stata vietata ai tifosi dell'Hellas la trasferta di domenica prossima sul campo dell'Andria. Il prefetto di Bari ha infatti disposto che i tagliandi della partita saranno venduti ai soli residenti della provincia pugliese.

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]
Giovanni Orfei ai tempi di Verona...
PANUCCI LASCIA IL PARMA, nessun problema con mister GUIDOLIN o la società, i motivi sono personali... OLIMPIADI INVERNALI: Staffetta sprint a squadre gli uomini chiudono all'ottavo posto, meglio le donne che con la coppia FOLLIS-GENUIN chiude però quarta. Nel pattinaggio di figura la coppia azzurra FAIELLA-SCALI arriva quinta; l'oro va al CANADA. BOB: Italia squalificata il mezzo pesava meno di 170 kili... SLALOM GIGANTE: BLARDONE illude tutti chiudendo la prima manche al 4° posto poi crolla... NBA: KNICKERBUCKERS scandalosi alla settima sconfitta di fila, perdono a MILLWAUKEE con la miseria di 67 punti all'attivo! I LAKERS tornano alla vittoria (ovviamente con un BRYANT versione fenomeno) contro MEMPHIS, i CAVS stoppano NEW ORLEANS, vincono anche PHOENIX e DETROIT. MISL (Major Indoor Soccer League) USA: Il portiere esce alla disperata e beccca il (sacrosanto) rosso diretto. BRASILE: Dopo il derby la rissa! 1 morto e 13 feriti! VITA DA EX: COSSU, il 'tammburino sardo' poco fortunato a VERONA, a CAGLIARI stà vivendo una stagione magica tanto che il BAR&CCedil;A si stà interessando a lui e LIPPI potrebbe convocarlo per la prossima amichevole azzurra contro il CAMERUN. ORFEI, bel momento Cin Seconda Divisione con la SAMBO. CHAMPIONS LEAGUE: Il BARÇA gioca male ma pareggia con lo STOCCARDA. BORDEAUX corsaro ad Atene. PREMIER LEAGUE: ROONEY colpisce ancora ed il WEST HAM di ZOLA affonda all'Old Trafford. MACCHÈ MOVIOLA! Fuorigioco e gol saranno segnalati da CTRUS! Il pallone intelligente che cambierà colore a seconda delle situazioni di gioco...
24/02/2010
«Da qui non si passa, parola di Orfei»
LEGA PRO, SECONDA DIVISIONE. Nella Sambonifacese che infila il terzo risultato utile, note positive dalla difesa
«Potevamo vincere, ma teniamoci stretto il terzo risultato utile. I play off? Ci proviamo, di sicuro...»

23/02/2010
Abbonati alle medaglie di legno Fatale alla Follis la volata finale
FONDO. Ennesima delusione nelle due staffette sprint a squadre. Le donne meglio degli uomini
Arianna ha corso in coppia con la Genuin. La coppia maschile Zorzi-Pasini mai in corsa: finisce ottava

FONTE: LArena.it


MOVIOLA IN CAMPO? NO, C'E IL PALLONE INTELLIGENTE- VIDEO
Un pallone rivoluzionario potrebbe cambiare il modo di concepire il calcio. La compagnia ‘Agent’, ha infatti progettato un pallone che potrebbe chiudere dentro un cassetto qualsiasi polemica arbitrale. Il suo nome è Ctrus, ed è noto come il ‘pallone intelligente’ (GUARDA IL VIDEO) La palla è già prototipo e la caratteristica principale risiede nel suo mutamento di colore a seconda delle situazioni di gioco: di se qualche giocatore dovesse finire in fuorigioco, oppure se dovesse varcare del tutto la linea di porta ecc… La tecnologia di Ctrus si basa sul
sistema Rfid di radiofrequenza e aiuterà l’arbitro in maniera sostanziale inquelle azioni dubbie. Insomma Aldo Biscardi potrebbe mandare in soffitta la sua idea di moviola in campo: il futuro si chiama Ctrus.

MANCHESTER UTD VOLA CON ROONEY: ZOLA KO -VIDEO
Ancora Wayne Rooney, ancora una doppietta. Dopo lo show contro il Milan in Champions League A a San Siro, l'attaccante del Manchester United si ripete con il West Ham guidato dal tecnico italiano Gianfranco Zola nell'anticipo della 28/a giornata della Premier. Grazie ai due gol di Rooney (38' pt e 10' st) ed a quello di Owen (35' st) i Red Devils si portano momentaneamente a -1 punti dal Chelsea, impegnato domani contro l'Inter in Champions League e contro il Manchester City sabato prossimo nel campionato inglese. Il Manchester United ha anticipato questa sera la partita con il West Ham perchè domenica prossima dovrà giocare la finale della Coppa di Lega (Carling) contro l'Aston Villa a Wembley.

USA, ENTRATA "OMICIDA" SU AVVERSARIO - VIDEO
Incredibile entrata-killer nella Misl (Major Indoor Soccer League), il campionato indoor americano Sagu, portiere dei Baltimora Blash, ha abbattuto Yotsi Martínez Olvera, attaccante brasiliano di 36 anni del Raza de Monterrey con un’uscita degna del miglior Bruce Lee. Immediato e ovvio il cartellino rosso. Anche perché i compagni del giocatore aggredito (come si vede nel video) non l'hanno presa bene e non hanno affatto nascosto il loro disappunto...

PARMA: PANUCCI DA L'ADDIO PER "MOTIVI FAMILIARI"
Si dividono ufficialmente le strade di Christian Panucci e Parma. Il difensore lascia la città ducale per “motivi personali”. Sia il Parma che il giocatore hanno diramato i rispettivi comunicati. Questo quello della società. “Il Parma Fc, dopo aver preso atto delle motivazioni personali comunicate dal calciatore, rende nota la rescissione consensuale in data odierna del contratto con il difensore Christian Panucci in scadenza il prossimo 30 giugno”. E questo quello dell’ex difensore della Roma ed ora del Parma. “Christian Panucci rende noto che in data odierna ha risolto consensualmente, per motivi strettamente personali, il contratto che lo legava al Parma football club fino al 30 giugno 2010. Christian Panucci ringrazia la società Parma Fc, il presidente Ghirardi, l’allenatore, i compagni di squadra e tutti i tifosi, cui augura le migliori fortune. In merito ad alcune notizie comparse sugli organi di stampa nei giorni scorsi, Christian Panucci smentisce categoricamente che alcun dissidio con l’ allenatore (Francesco Guidolin, ndr) sia alla base della sua decisione”.

FONTE: Leggo.it


VANCOUVER 2010
IL PIEMONTESE CHIUDE 11°
Blardone illude e poi si scioglie azzurri a secco anche in gigante

AD ATENE
Colpo Bordeaux con l’Olympiacos quarti ipotecati con un gol di Ciani

Ibrahimovic salva il Barcellona
A STOCCARDA CAMPIONI D’EUROPA SOTTO NEL PRIMO TEMPO, POI CI PENSA LO SVEDESE
Meritavano i tedeschi La squadra di Guardiola ha giocato sotto ritmo correndo diversi rischi

Brasile
RISSA A SAN PAOLO DOPO IL DERBY: 1 MORTO E 13 FERITI
È di un morto e 13 feriti il bilancio degli scontri verificatisi in Brasile tra i sostenitori del San Paolo e quelli del Palmeiras dopo il derby paulista di domenica. Lo scontro tra gruppi ultras, armati anche di pistole, è avvenuto in un distributore di benzina.

La disavventura
Il bob è troppo leggero, la squadra italiana squalificata prima della manche decisiva

Pesava meno di 170 chili. Bertazzo e Romanini fuori
FONTE: DNews.eu


22.02.2010 08.59 di Francesco Aresu
Unione Sarda - Cossu, è forte il profumo d'azzurro
Ha la palla incollata al piede e corre senza mai fermarsi. Ogni azione è una standing ovation, il suo calcio un semplice capolavoro. Emozioni minuto per minuto. Andrea Cossu ha la maglia rossoblù appiccicata sulla pelle e un talento straordinario. Gioca, diverte e vince. Oggi per l'Europa, domani chissà.
Cossu-Cossu-Cossu , urla lo stadio Sant'Elia in preda al delirio a un quarto d'ora dalla fine. Orgoglio di Sardegna e magari dell'Italia intera. Mimetizzato tra gli spettatori in tribuna centrale c'è anche l'osservatore della Nazionale, Di Livio, osserva e ascolta divertito, forse avrà scritto pure questo in coda agli appunti che tra oggi e domani consegnerà al commissario tecnico Lippi.

Stavolta il profumo di Nazionale è davvero forte per il fantasista cagliaritano, miglior trequartista della serie A assieme all'interista Sneijder, meglio persino dello juventino Diego. Cossu, infatti, interpreta il ruolo nel migliore dei modi sia in fase offensiva che difensiva. E dopo qualche riserva (lo ha sempre considerato troppo gracile) ora il ct sta pensando di convocarlo per vederlo personalmente in allenamento. E quale occasione migliore dell'amichevole in programma il 3 marzo a Montecarlo contro il Camerun di Eto'o.

Inutile pretendere indiscrezioni da Di Livio, tanti sorrisi e autografi per i suoi vecchi tifosi (è stata una bandiera della Juve prima e della Fiorentina poi), ma la bocca cucita quando di mezzo c'è la Nazionale. Certo la sua presenza al Sant'Elia non è casuale vista la contemporanea assenza degli azzurri rossoblù Marchetti e Biondini (il primo per infortunio, il secondo per squalifica), nel Parma poi non c'è alcun giocatore appetibile in vista dei prossimi Mondiali in Sudafrica. Così le attenzioni di Lippi (attraverso uno dei suoi sei più stretti collaboratori) sono concentrate su Agostini (il titolare Grosso fatica a trovare spazio persino in bianconero), Astori (Cannavaro è in evidente difficoltà e il viola Gamberini infortunato), ma anche su Conti (sempre di moda a Coverciano), Matri (i suoi gol, undici, cominciano ad avere un peso non indifferente), ma soprattutto su Cossu che potrebbe garantire all'Italia un'ulteriore variabile tecnico-tattica (al momento non esiste in rosa un trequartista puro come lui).
Il diretto interessato dribbla la tentazione come se fosse un difensore del Parma. «Che c'entro io? In questo momento», dice mentre si lascia alle spalle lo stadio stremato ma evidentemente su di giri per la vittoria, «qualsiasi giocatore del Cagliari non sfigurerebbe in azzurro. Se inizio a elencarli non finisco più. Conti, Astori, Agostini, Matri, Lazzari tanto per cominciare...». Sin troppo umile a parole, devastante, invece, quando si ritrova la palla tra i piedi. Persino La Porta, presidente del Barcellona campione del mondo e non proprio l'ultimo arrivato, ha ammesso di aver apprezzato le sue giocate in televisione (eppure è abituato a quelle di Messi, Ibrahimovic, Xavi, Iniesta, Henry tanto per cominciare...).

Tutti pazzi per Cossu. E Allegri se lo tiene stretto dopo avergli consegnato le chiavi della manovra rossoblù. «In questa squadra è facile giocare bene», taglia corto il fantasista salito alla ribalta del calcio italiano dopo aver toccato il fondo, in serie C con il Verona sul campo della Pro Sesto. Decisivo il ruolo scelto per lui dal tecnico Ballardini. «In questo modo posso toccare una marea di palloni. Prima, invece, giocando sulla fascia, mi capitava ogni dieci minuti». Tutto è cominciato il 3 febbraio del 2008 a Torino contro la Juventus. «Ero appena tornato al Cagliari, avevo fatto giusto otto allenamenti, nell'intervallo il mister mi ha detto "ora entri al posto di Foggia e fai il trequartista". E così ho fatto». Un esperimento, un successo per lui e per tutto il Cagliari.
E non finisce qui. Mercoledì alle 18.30 i riflettori sono tutti puntati su Udinese-Cagliari, recupero della diciassettesima giornata. I rossoblù si giocano l'Europa, super Cossu il mondo intero.

FONTE: TuttoCagliari.net
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento highlights


Wallpapers gallery