HELLAS VERONA a + 6 sul PESCARA, a +8 sulla REGGIANA, lanciatissimo in chiave promozione eppure... Eppure qualcuno ancora non si accotenta!

Pubblicato da andrea smarso lunedì 8 febbraio 2010 22:52, vedi , , , , , , , , | Nessun commento



MAI CONTENTI! Quelli che '...Si ma non se pol mia crear 15 bale-gol e vinsar all'80° dopo un rigor sbajà!' e quelli che '...REMONDINA non l'è bòn! Con 'stà squadra el dorea vinsarle tute 3 a 0', quelli che '...COLOMBO no'l ghe nà voja e in campo el pàssegia' e quelli che 'DALLA BONA? L'è quel che l'ha segnà el 3 a 1 par el NAPOLI a VERONA in Serie B nel Maggio del 2007!', quelli ai quali, insomma, non va mai bene niente, trovano sempre un motivo per rovinarsi anche le vittorie e non riescono a godersi questo HELLAS in testa al Girone B della Lega Pro dopo 2 stagioni al limite dell'oblio in questo infimo campionato di terza serie! Personalmente cerco di vedere il bicchiere mezzo pieno e se è vero che i gialloblù devono migliorare (e anche molto) in concretezza è pur vero che, 'di riffe o di raffe', abbiamo 6 punti sulla seconda e 8 sulla terza a 11 partite dalla fine! A me basta (mi basterebbe averne anche uno solo in più il 10 Maggio) e dovrebbe bastare anche a tutti quelli che con me hanno 'pianto' l'HELLAS retrocesso al BENTEGODI nella doppia crudele sfida contro lo SPEZIA, il resto è aria fritta... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

Verona 2-1 Ravenna in aggiornamento

LE ALTRE DEL GIRONE: PESCARA e REGGIANA impattano rispettivamente con ANDRIA e TARANTO. Vincono la CAVESE col RIMINI, la TERNANA a FOGGIA, il GIULIANOVA col PORTOSUMMAGA ed il COSENZA a LANCIANO. Pari anche fra PESCINA-REAL MARCIANISE e POTENZA-SPAL. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

[DICONO]
REMONDINA rivela le parole che ha detto ai suoi dopo 45 minuti di gara «Appena rientrati negli spogliatoi ho detto ai ragazzi che se non avessimo vinto sarebbe stata una beffa incredibile. Non siamo stati concreti come in altre situazioni però la squadra ha giocato bene, facendo quello che doveva, pur senza centrare la porta. Nell'unica occasione concessa gli avversari sono stati bravi a metterla in fondo al sacco con un giocatore non abituato a concludere di sinistro. Meritavamo il successo e l'abbiamo centrato, meno male», poi ringrazia i butèi, sempre impagabili «Sono rimasto colpito per la voglia del pubblico di centrare i tre punti. Dopo il pari di Felci tutto lo stadio ci ha incitato, complimenti anche a chi nel momento di difficoltà ci ha spronato» e dedica un ultimo pensiero alle 'altre' «Sono venuto a conoscenza dei risultati delle rivali, possiamo dirci soddisfatti ma l'obiettivo è fare la corsa su noi stessi. Ovviamente bisogna migliorare sotto il punto di vista della concretezza» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]
ESPOSITO, allenatore dei romagnoli, contento della prestazione dei suoi «La squadra ha giocato con personalità, è venuta sul campo della squadra più forte del campionato e ha giocato con iniziativa, soffrendo ma ripartendo, tenendo in apprensione il Verona e dando la sensazione, per la prima volta fuori casa contro un avversario di livello, di contrastare colpo su colpo.» Però...«Ho la sensazione di un netto fuorigioco sul primo gol del Verona e il che nel procurarsi il rigore Rantier si fosse aggiustato il pallone col braccio, ma il rammarico più grande è sul contropiede fallito da Toledo dopo l’1-1: quando sprechi un’occasione così clamorosa su questi campi, il conto da pagare diventa salato. Peccato, perché i ragazzi avrebbero meritato almeno il pareggio per l’impegno messo in campo» (RavennaCalcio.com) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]


CANGI al settimo cielo per il gol-vittoria analizza la gara contro il RAVENNA «Sono contento per la rete e per il suo peso specifico. Il Ravenna si era rinforzato intervenendo sul mercato, non era facile raggiungere il bottino pieno. I romagnoli entreranno sicuramente nei play-off dando filo da torcere ad ogni avversario. Dal canto nostro li abbiamo tenuti a distanza, trovando una continuità che legittima la posizione in classifica. Lo scorso anno a Gallipoli abbiamo sofferto fino alla fine, mettere fieno in cascina col passare del tempo diviene fondamentale» (HellasVerona.it) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]
ANANIA, 'miracoloso' numero 1 del RAVENNA, non del tutto convinto del rigore concesso all'HELLAS «Appena ha sentito il contatto con Mattia, l’attaccante si è lasciato andare: è uno di quei rigori che si può dare ma anche no» (RavennaCalcio.com) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]
I complimenti di ESPOSITO, mister del RAVENNA, all'HELLAS «Oggi avevo cinque giocatori che venivano da lunga inattività come ad esempio Giordano, però nonostante tutto abbiamo giocato con iniziativa contro un ottimo Verona, la squadra più forte del campionato» (CalcioMercato.com) [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]



Cangi in azioneFrancesco Cangi alla presentazione ufficialeFrancesco controlla un avversario

Le schede di B/=\S: Francesco CANGI (27 anni) Finalmente anche sulla fascia destra un terzino degno di questo nome! Corre come un matto per 90 minuti su 90, s'impegna a 1000, rendimento costante, su di lui si può sempre contare e oltre a mettere qualche buon pallone in mezzo va pure alla conclusione ogni tanto... Che volere di più? Mah... Forse un paio di gol? È uno che ha sempre segnato qualche golletto (4 nella stagione scorsa al GALLIPOLI ma ha un record personale di 5 nella MASSESE...) ma nell'HELLAS deve ancora sbloccarsi in questo senso, chiaro che bucare le porte non è lavoro suo quanto evitare che i gol ce li facciano ma, se capitasse anche il contrario, non sarebbe certo brutta cosa eh eh... [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]



Leo Massoni durante la preparazione estivaLeonardo Massoni alla presentazione ufficialeLeo in una partita di Coppa Italia

Le schede di B/=\S: Leonardo MASSONI (22 anni) Il gigante arrivato in comproprietà dal SASSUOLO ha davanti a sè un grande avvenire a mio avviso: nel calcio fisico e muscolare di oggigiorno uno 'piazzato' come lui è in grado di fermare i più titanici centravanti e pure di sfruttare i suoi centimetri nelle aree avversarie... Leonardo deve solo aspettare il suo turno e poi darà del filo da torcere a chiunque dei titolari. Spero proprio che il suo contratto diventi tutto scaligero e poi... Ne vedremo delle belle! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

[ALTRE NEWS]
DOMENICA PROSSIMA LA PRIMA DIVISIONE RIPOSA, L'HELLAS di nuovo in campo il 21 Febbraio contro il POTENZA in un testa-coda da vincere per assestare il 'colpo di grazia' al Girone B.
LEGA PRO 23esima GIORNATA: Il punto di Guffanti. [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

[IN BREVE]
XLIV SUPERBOWL: Per la prima volta i 'SANTI' di New Orleans vanno in paradiso! Ci hanno messo 43 anni e 4 anni dopo l'uragano Kathrina finalmente 'The SAINTS go (really) marchin' in'...
VELA: Parte l'America's Cup ma il vento non c'è! La sfida ORACLE-ALINGHI è rimandata.
NBA: TORONTO vince ancora! I KINGS battuti...
LUTTO NEL MONDO DEL CICLISMO, muore il CT BALLERINI in un incidente rallystico.
EUROPEI 2012: Nel girone di qualificazione l'ITALIA se la vedrà con SERBIA, IRLANDA DEL NORD, SLOVENIA, ESTONIA e FAR OER.
TENNIS FED CUP: PENNETTA e SCHIAVONE chiudono il conto con l'UKRAINA, 4 a 1 per le azzurre e tutti a casa!
VOLLEY A1: MARMI LANZA stratosferica! Battuta VIBO a domicilio...
BASKET SERIE A: TEZENIS VERONA, vittoria e quarto posto in classifica! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

GIOCO PRONOSTICI:
Doppietta di MARTINO che replica il risultato dello scorso concorso ed è di nuovo Campione! Fra l'altro aggancia nel record stagionale di questa specialità me e BRIDGET ma, sopratutto, incrementa ancora il distacco sul secondo in classifica generale portandolo a +19! POSE, ALE90HVR, BRI, e MISTER LOYAL non riescono a star dietro ai ritmi del capoclassifica ma non si perdano d'animo: il campionato è ancora lungo! [COMMENTA in coda a questo post o sul Forum BONDOLA/=\SMARSA.]

CLASSIFICA DI GIORNATA
9 - Martino
6 - Bridget, Gede, Robroy, Smarso
4 - Ale90hvr, Gabri, Lucky, Mister Loyal, Pose
3 - Bruni
1 - Black

CLASSIFICA GENERALE
116 - Martino
097 - Pose
095 - Ale90hvr, Bridget, Mister Loyal
091 - Bruni
086 - Smarso
085 - Gabri
083 - Lucky, Robroy
081 - Black, Gede

CLASSIFICA PRECEDENTE
107 - Martino
093 - Pose
091 - Ale90hvr, Mister Loyal
089 - Bridget
088 - Bruni
081 - Gabri
080 - Black, Smarso
079 - Lucky
077 - Robroy
075 - Gede

ALBO D'ORO CAMPIONI
2008/2009 RobRoy
2007/2008 L. Bruni F.C.
2006/2007 Ark (Ex-Alberto)
2005/2006 Ark (Ex-Alberto)
2004/2005 Ark (Ex-Alberto)
2003/2004 Ark (Ex-Alberto)





19:16 del 07 febbraio
Verona-Ravenna Le voci dallo spogliatoio
Sono 12.845 i tifosi presenti al Bentegodi a seguire quella che è stata fino ad ora la più bella partita della stagione. Sul manto erboso totalmente rinnovato il Verona parte subito alla grande costruendo moltissime occasioni da goal già nel primo tempo, ma peccando di incisività sotto porta, un po' per demerito delle punte scaligere ma soprattutto per l'ottima prestazione del portiere Anania. Il Ravenna con un aspetto tattico difensivo e con il solo Piovaccari davanti si rende pericoloso tramite le ripartenze di Toledo sul lato sinistro del fronte offensivo ravennate.

Il primo tempo si chiude a reti inviolate ma regalando moltissime emozioni ai presenti allo stadio. Nel secondo tempo è ancora il Verona a salire in cattedra ed a dettare i ritmi di gioco ed al 69' arriva il vantaggio per i padroni di casa: azione sulla sinistra di Pugliese che converge verso la porta e serve rasoterra Di Gennaro, che insacca la palla in rete. Non c'è nemmeno il tempo per esultare per i tifosi scaligeri: al 71' Felci, servito da Correa calcia di sinistro a girare sul secondo palo, battendo un incolpevole Rafael. Il Verona riparte rabbioso per cercare di riportarsi in vantaggio mentre il Ravenna continua a difendere ed a rendersi pericoloso in contropiede.

Al 78' Rantier, subentrato a Colombo al 64', si inserisce in area ma viene steso da Serafini ed è calcio di rigore. All'80' Rantier calcia il penalty sulla destra ma Anania è ancora miracoloso respingendo la palla, ma Cangi arriva per primo sulla sfera ed insacca la rete del vantaggio. La partita regala ancora emozioni fino all'ultimo dei tre minuti di recupero ma non cambia di risultato. Il Verona raccoglie altri 3 punti importanti giocando forse la miglior partita della stagione, il Ravenna dimostra di essere una squadra di qualità che può giocarsi a testa alta i playoff.

VERONA
L'allenatore del Verona, Gianmarco Remondina: 'Abbiamo affrontato un'ottima squadra, siamo riusciti nell'impresa di aggiudicandoci questi tre punti importanti. Viste le occasioni da noi create meritavamo assolutamente di vincere, mi è piaciuta la carica dei ragazzi soprattutto dopo il goal del pareggio del Ravenna. Il risultato a quel punto era bugiardo, e se ne era reso conto anche tutto lo stadio. Grazie anche ai tifosi i ragazzi sono riusciti a restare concentrati e a consolidare il nostro primato in classifica'.

RAVENNA
L'allenatore del Ravenna, Vincenzo Esposito: 'Oggi avevo cinque giocatori che venivano da lunga inattività come ad esempio Giordano, però nonostante tutto abbiamo giocato con iniziativa contro un ottimo Verona, la squadra più forte del campionato'.
Matteo Ambrosi

FONTE: CalcioMercato.com


Lunedì 08 Febbraio 2010
Berrettoni lascia il segno. Garzon, polmoni e qualità
RAFAEL 6
Poche parate, attento nell’accorciare la squadra.
CANGI 6,5
Primo tempo da antologia. Secondo un po’ in sordina. Gol determinante.
ANSELMI 6
Senza infamia e senza lode. CECCARELLI 6,5
Stavolta non segna ma dietro è insuperabile.
PUGLIESE 6,5
Tanta spinta, poi va in riserva (dal 77’ PENSALFINI 6,5: entra e lascia il segno).
RUSSO 7
Gli è mancato solo il gol.
ESPOSITO 7
La solita grande regia.
GARZON 7
Polmoni ma anche qualità.
BERRETTONI 7,5
Fa il trequartista come se lo avesse sempre fatto: il migliore (dal 91’ FARIAS ng).
COLOMBO 6,5
La vicinanza di Di Gennaro lo tonifica (dal 64’ RANTIER 7: sbaglia il rigore ma ha un paio di spunti che levano il Verona dall’impaccio).
DI GENNARO 7
E’ arrivato da tre gare. E da tre partite il Verona vince. Non è un caso. (G.Vig./ass)

Lunedì 08 Febbraio 2010
Di Gennaro sblocca, subito pari del Ravenna. Rantier sbaglia il rigore, Cangi mette dentro
Il Verona fa e disfa, ma è fuga vera: +6
di Gianluca Vighini
VERONA - Adesso la fuga è realtà. L’Hellas batte il Ravenna e vola a più sei dalla seconda, il Pescara (solo 1-1 ad Andria). Ma dietro il 2-1 di ieri c’è invece un lungo percorso, anche tattico. L’adozione delle due punte, ma soprattutto l’arrivo di Francesco Di Gennaro hanno portato al Verona concretezza, equilibrio tattico, determinazione. D’incanto l’Hellas si è risvegliato dal suo torpore e tutto ha iniziato a girare a meraviglia. Colombo si trova a pennello accanto all’ex Gallipoli, Esposito è più creativo in cabina di regia, Berrettoni superlativa nel dare assist e creare imbarazzo alle difese avversarie.

In mezzo a questo tripudio resta il fatto che il Verona raccoglie sempre troppo poco per quanto creato. Vedere il primo tempo per credere. Almeno tre palle gol fermate da Anania, (parata clamorosa su tiro di Russo) ed altre occasioni sbagliate di un nulla. Ecco perché una partita che il Verona ha giocato sempre nella metà campo avversaria, ha rischiato di complicarsi terribilmente.

E quando finalmente i gialloblù hanno trovato il gol del vantaggio al 69’, proprio con Di Gennaro, bravo nel farsi trovare al posto giusto dopo un grande spunto a sinistra di Pugliese, i vecchi incubi sono tornati ad affacciarsi al Bentegodi. Passano appena cinquanta secondi, e il Ravenna pareggia: Correa serve Felci tutto solo in area, il suo tiro a giro batte imparabilmente Rafael. Remondina allora tira fuori Colombo, ormai stremato e mette dentro Rantier. Il francese vuole sfruttare l’occasione e riesce a prendere il primo calcio di rigore stagionale. Il suo scatto è micidiale: a Serafini non resta che metterlo giù. Ci starebbe anche il rosso ma l’arbitro estrae solo il giallo. Va proprio Rantier, Anania che respinge, ma Cangi è lì e insacca.

A fine gara Remondina spiega. «Il modulo a due punte ci sta dando molte soddisfazioni. La classifica? Continuiamo a non guardarla». (ass)

FONTE: Leggo.it


L’Hellas va col cuore Di Gennaro e Cangi piegano il Ravenna
Hellas Verona 2 Ravenna 1

Hellas Verona (4 - 3 -1 -2 ) Rafael; Cangi, Anselmi, Ceccarelli, Pugliese (77’ Pe n s a l f i n i ) ; Russo, Esposito, Garzon; Berrettoni (91’ Farias); Colombo (6 4’ Rantier), Di Gennaro. All. Remondina

Ravenna (4- 3-2-1) Anania; Rizzo, Serafini, Anzalone, Biserni; Sciaccaluga (86’ Gerbino Polo), Giordano (81’ Rossetti), Felci; Correa, Toledo; Piovaccari (87’ Scappini). All. Esposito

MARCATORI 69' Di Gennaro, 71' Felci, 80' Cangi

Lorenzo Montiroli Verona Una vittoria meritata e importante, la terza consecutiva per i ragazzi di Remondina, anche se arrivata solo a 10’ dalla fine, quando sembrava che il Ravenna fosse riuscito a portare via il pareggio. A firmare il gol da tre punti è stato Cangi, e il 2- 1 è stato il giusto premio per una partita che l’Hellas ha giocato all’attacco dall’inizio alla fine.

Nel primo tempo i gialloblù creano almeno cinque pallegol pulite, ma un po’ l’impre - cisione e un po’ le parate di Anania fanno si che il risultato resti fermo sullo 0-0. Sttesso copione in avvio di ripresa, finché, al 69’ Di Gennaro si fa trovare pronto su un cross dalla sinistra di Pugliese e sblocca il risultato. La gioia dura poco perché due minuti dopo Felci trova l’1-1 su assit di Correa, ma l’Hellas non si dà per vinto. Rantier si procura un calcio di rigore e va sul dischetto, Anania ribatte la sua conclusione, ma sulla respinta si avventa Cangi e manda il Bentegodi in paradiso.

LE ALTRE PARTITE
Frenano il Pescara e la Reggiana ora i gialloblù sono a +6 sugli abruzzesi >>
Giornata trionfale per i colori gialloblù, visto che oltre alla vittoria sono arrivati imezzi passi falsi di Pescara e Reggiana.

Questo il quadro competo della 23ª: Andria- Pescara 1-1, Cavese-Rimini 1-0, Foggia-Ternana 1-2, Giulianova-Portogruaro 2- 1, Pescina-Real Marcianise 3-3, Potenza-Spal 2-2, Reggiana- Taranto 0-0, Virtus Lanciano-Cosenza 0-1.

La nuova classifica Hellas Verona 44 punti; Pescara 38; Reggiana 36; Ternana 35; Cosenza e Portogruaro 34; Taranto e Ravenna 32; Rimini 30; Cavese, Andria e Virtus Lanciano 28; Spal 27; Giulianova 26; Real Marcianise 25; Foggia e Pescina 22; Potenza (Foggia penalizzato di 1 punto).

Ora c’è la sosta Sabato 13 febbraio si recuperano Ravenna-Foggia e Rimini-Pescina. Si riprende domenica 21, con l’He l l a s impegnato di nuovo al BentegodicontroilPotenza.

FONTE: DNews.it


Verona, 8 febbraio 2010
Sconfitta per il Ravenna che però fa tremare il Verona
I giallorossi danno filo da torcere alla capolista, che vince 2 a 1 grazie a un rigore sul finale. Buon debutto per i nuovi acquisti
Verona 2 - Ravenna 1

VERONA (4-3-1-2): Rafael; Cangi, Ceccarelli, Anselmi, Pugliese; Russo, Esposito, Garzon; Berrettoni; Colombo, Di Gennaro. (Ingrassia, Comazzi, Campagna, Pensalfini, Rantier, Da Silva, Ciotola). All. Remondina.

RAVENNA (4-4-1-1): Anania; Rizzo, Serafini, Fasano, Biserni; Felci, Giordano, Sciaccaluga, Toledo; Correa; Piovaccari. (Rossi, Sabato, Cavagna, Rossetti, Packer, Scappini, Gerbino Polo). All. Esposito.

Arbitro: Zanichelli di Genova.
Reti: 24’ st Di Gennaro, 26’ st Felci, 35’ st Cangi.

Note: Spettatori 12.845 (abbonati 10.455, paganti 2.390) per un incasso di 97.297 euro. Angoli 8-2 per il Verona. Ammoniti: Piovaccari, Serafini, Biserni, Giordano, Pugliese. Anania para un rigore a Rantier al 35’ st. Recupero 2’ e 5’.

Alla fine festeggia il Verona ma il Ravenna torna con più consapevolezza della propria rinnovata forza: una sconfitta per 2-1 a Verona ci può anche stare, soprattutto se si recrimina su un paio di episodi dubbi e sulle occasioni comunque avute per mettere paura alla capolista.

Le formazioni sono quelle ampiamente annunciate. Remondina scatena in avanti Colombo e Di Gennaro, sostenuti da Berrettoni, con il bomber di casa – curiosamente il difensore centrale Ceccarelli – ben attento a presidiare la propria area. Di contro il Ravenna è quello pensato in settimana da Esposito con i quattro arrivi di gennaio contemporaneamente in campo: più che l’annunciato 4-4-1-1 è molto spesso un 4-2-3-1, con Felci a destra, Toledo a sinistra e Correa centrale alle spalle dell’unica punta Piovaccari.

Nella sostanza dei fatti, in realtà, non cambia molto: Correa è il playmaker avanzato e quanto le sue qualità possano servire alla squadra lo si nota subito. Toledo s’intende a meraviglia con l’argentino ed è quello che si giova più di tutti dell’ultimo acquisto.

FONTE: IlRestoDelCarlino.IlSole24Ore.com


08/02/2010 [18:18]
Esposito a Radio International: "Con questa personalità..."
E’ on line, nella sezione multimedia, lo Speciale di commento di Verona-Ravenna, andato in onda questa mattina. All’interno Radio international ha proposto altre dichiarazioni rilasciate da mister Esposito al termine della gara. Il mister ha individuato nell’occasione sciupata da Toledo: “E’ stata la chiave della partita e lì l’abbiamo persa perché non fare gol in quel momento significa lasciare la gara in equilibrio e il Verona, in casa, ha risorse, cambi e potenzialità per trovare il gol che risolve l’incontro”. Per il tecnico giallorosso, però, il Ravenna “ha ancora margini di miglioramento e io sono fiducioso perché ho visto una squadra che con questa personalità può andare su tutti i campi e provare a fare risultato”.
Enrico Marinò - Ufficio stampa

08/02/2010 [12:08]
Felci: "Sono contento del mio debutto"
Autore della rate del provvisorio 1-1, Simone Felci può almeno consolarsi per la propria prestazione. “A livello personale sono contento del mio debutto: sono venuto qui con l’intenzione di rilanciarmi dopo cinque mesi difficili e voglio fare sempre meglio. Il gol? E’ stato bravo Lucas (Correa, ndr) a darmi una bella palla e l’istinto mi ha detto di calciare subito col sinistro. Peccato che sia servito a poco perché abbiamo giocato sempre a testa alta e creando anche qualche bella occasione: è il segnale che stiamo crescendo ma non dobbiamo accontentarci”.
Enrico Marinò - Ufficio stampa

08/02/2010 [12:08]
Correa: "Da me pretendo sempre di più"
Correa era uno dei giocatori più attesi e la sua prestazione non ha deluso le aspettative degli addetti ai lavori che l’hanno giudicata ampiamente sufficiente. “Io sono uno che non è mai soddisfatto e pretendo sempre di più da me stesso, ma non giocavo da cinquanta giorni e non oggi non potevo avere il ritmo partita. Credo invece che la squadra abbia fatto una buona gara, tenendo palla e cercando di fare male al Verona, una squadra che è stata costruita per vincere il campionato. Adesso dobbiamo correggere gli errori, pensare a migliorare giorno per giorno e giocare ogni prossima gara come una finale”. Sul suo inserimento nel gruppo l’argentino è già soddisfatto: “Ringrazio il mister e tutti quanti perché mi hanno fatto sentire subito a casa. Io cercherò di dare sempre il massimo e col tempo troverò il ruolo più utile per la squadra”.
Enrico Marinò - Ufficio stampa

08/02/2010 [12:07]
Anania: "Un segnale positivo"
La sconfitta non ha tolto a Luca Anania la palma di migliore in campo ma è una soddisfazione personale che a fine gara il portiere non ha nessuna voglia di godersi. “Sono servite a ben poco le mie parate e questo mi dispiace perché abbiamo fatto una buona gara a livello tecnico, di personalità e di mentalità, e questo è un segnale positivo. Per il prosieguo del nostro campionato sarebbe stato importante pareggiare ma purtroppo non è stato così”. Il portiere ha anche commentato il rigore concesso al Verona. “Appena ha sentito il contatto con Mattia, l’attaccante si è lasciato andare: è uno di quei rigori che si può dare ma anche no”.
Enrico Marinò - Ufficio stampa

08/02/2010 [12:04]
Esposito: "Per la prima volta..."
Ieri in sala stampa mister Esposito ha commentato una sconfitta diversa dalle altre. “La squadra ha giocato con personalità, è venuta sul campo della squadra più forte del campionato e ha giocato con iniziativa, soffrendo ma ripartendo, tenendo in apprensione il Verona e dando la sensazione, per la prima volta fuori casa contro un avversario di livello, di contrastare colpo su colpo. Per noi era un po' come ripartire, dopo aver cambiato pelle, e questa gara è un punto di partenza importante, considerando che la squadra ha ancora margini di miglioramento perché deve crescere la conoscenza con i nuovi giocatori e perché alcuni di questi venivano da una lunga inattività”. Nell’analisi del tecnico giallorosso c’è stato anche spazio per qualche recriminazione: “Ho la sensazione di un netto fuorigioco sul primo gol del Verona e il che nel procurarsi il rigore Rantier si fosse aggiustato il pallone col braccio, ma il rammarico più grande è sul contropiede fallito da Toledo dopo l’1-1: quando sprechi un’occasione così clamorosa su questi campi, il conto da pagare diventa salato. Peccato, perché i ragazzi avrebbero meritato almeno il pareggio per l’impegno messo in campo”. L’ultima considerazione è sull’impiego di Sciaccaluga: “Non era nelle condizioni migliori, Paolo, ma la spiegazione della mia scelta è semplice: avevo bisogno di personalità”.
Enrico Marinò - Ufficio stampa

06/02/2010 [20:16]
Quasi 170 tifosi giallorossi al Bentegodi
Saranno poco meno di 170 i tifosi giallorossi al seguito del Ravenna nella trasferta al Bentegodi. Sono stati infatti 166 i tagliandi staccati per il settore ospiti alla chiusura della prevendita avvenuta questo pomeriggio.
Enrico Marinò - Ufficio stampa

08/02/2010 [12:12]
Verona-Ravenna 2-1
A Verona il Ravenna incassa la settima sconfitta esterna ma questo è un ko diverso dagli altri. Non arriva il risultato magico che in settimana aveva invocato mister Esposito ma il modo in cui il ko matura lascia qualche convinzione in più ai giallorossi.
I padroni di casa partono forte ma trovano sulla propria strada un Anania in versione extralusso: Berrettoni, Colombo, Russo, ancora Berrettoni e Anselmi gli sbattono contro senza esito. Il Ravenna incassa ma resta al centro del ring e, appena può, prova a far male, come al 31’ quando Felci viene liberato da un cross di Toledo ma sporca la conclusione. La musica non cambia nella ripresa: i padroni di casa conservano l’iniziativa ma il Ravenna spaventa di più il Bentegodi: subito Felci ha un’altra occasione ma il diagonale da destra indirizzato verso il secondo palo termina di poco fuori; quindi è per due volte Piovaccari a provarci di testa, trovando il salvataggio di Rafael sulla prima occasione e spedendo di poco alto sulla seconda.

Quando meno sembrerebbe presagirlo lo sviluppo della gara, arriva il vantaggio del Verona, e nella maniera più impensabile: Pugliese innesca la ripartenza e sul primo palo trova la deviazione vincente di Di Gennaro (69’). Il tempo che il boato del Bentegodi si esaurisca e il Ravenna trova il pareggio: Piovaccari se ne va di forza sulla sinistra, appoggia a Correa che all’altezza del dischetto arma il piede (questa volta il sinistro) di Felci la cui traiettoria a giro è imparabile per Rafael (71’). Passano tre minuti e i giallorossi costruiscono anche l’occasione del sorpasso con Piovaccari e Toledo che se ne vanno in contropiede ma il brasiliano, dal limite dell’area di rigore, sfiora l’incrocio dei pali.

L’inerzia della gara sembra cambiata e invece a dodici minuti dalla fine i gialloblù trovano l’episodio decisivo: Rantier viene abbracciato in area da Serafini e l’arbitro concede il calcio di rigore. Lo stesso Rantier va sul dischetto ma Anania respinge, Cangi arriva per primo sulla ribattuta e fa 2-1. Piovaccari protesta contro l’arbitro per l’ingresso in area anticipato del difensore veronese e si becca il giallo che gli comporta l’automatica squalifica. Lo stesso attaccante lascia il posto a Scappini, poco dopo l’ingresso di Gerbino per Sciaccaluga ma il forcing finale non produce più nulla.

In classifica la sconfitta fa scivolare i giallorossi in settima posizione ma i play off restano a portata di mano, già sabato prossimo (ore 15) nel recupero con il Foggia, ieri sconfitto in casa dalla Ternana.
Enrico Marinò - Ufficio stampa

FONTE: RavennaCalcio.com


08/02/2010 - h. 09:09
Verona, Remondina: "Vittoria meritata al termine di un´ottima prestazione"
L´Hellas Verona vince e convince contro un buonissimo Ravenna e vola a +6 dalla seconda in classifica del girone B di Prima Divisione (il Pescara, bloccato sul pareggio dall´Andria). Una bella partita quella a cui hanno assistito i quasi tredicimila tifosi giunti al "Bentegodi".
I romagnoli hanno fatto la loro gara, dimostrando di meritare i "piani alti" della classifica, e di questo ha dato atto il mister scaligero Gianmarco Remondina in sala stampa al termine del match: "Il Ravenna mi è piaciuto, ha disputato una buona gara. Ha giocatori importanti in avanti, Toledo e Piovaccari, oltre al nuovo arrivato Correa, che possono tenere in apprensione la difesa avversaria".
A chi gli fa notare che proprio Toledo, sul punteggio di 1-1, ha avuto una ghiotta occasione per il vantaggio ospite, replica, pacato come sempre: "E´ vero, su quel contropiede potevamo prendere il goal, ma sarebbe stato troppo. Dopo il gran goal di Felci, fatto di sinistro per lui che calcia quasi esclusivamente con il destro, una seconda rete in due sole vere occasioni sarebbe stata una punizione ingiusta".

Mister Remondina passa poi ad analizzare la gara dei suoi: "Siamo contenti e soddisfatti per la vittoria, un pò meno per il risultato, fin troppo stretto in confronto alle occasioni create. Mi è piaciuta molto la volontà e la grinta dei miei ragazzi, ma abbiamo commesso troppi errori di precisione. Con 7-8 occasioni limpide, avremmo potuto chiudere prima il match. Certo, mi sarei parecchio arrabbiato se non avessimo vinto con tutto quello che avevamo creato".

L´allenatore spende un paio di parole su due fattori a suo avviso determinanti: "Innanzi tutto il pubblico: i tifosi ci hanno sostenuto nel momento più delicato (pareggio immediato del Ravenna, dopo nemmeno un minuto dal vantaggio gialloblù, n.d.r.). Se possibile con ancora maggiore forza. Hanno capito che era fondamentale il sostegno per una squadra che stava facendo bene. Seconda cosa, il campo - aggiunge- eravamo abituati a giocare su campi improponibili. Ora il terreno del Bentegodi concede la possibilità di giocate palla a terra in velocità".

Pungolato a riguardo dai giornalisti, Remondina, si concede qualche commento sui singoli: "Rantier è stato subito decisivo nelle 2-3 occasioni che hanno seguito il suo ingresso. E´ quello che chiedo ai giocatori che entrano dalla panchina, farsi trovare pronti per portare un cambio di marcia a partita in corso. Garzon è un grande giocatore: presente sia in campo che fuori. Ha volontà e poi è in grado di adattarsi a qualsiasi necessità (ha chiuso la gara da terzino, n.d.r). Di Gennaro è la punta che ci serviva, sa giocare in velocità ed al tempo stesso è "pesante" in area di rigore".

Ora la pausa con sei punti di vantaggio, poi il Potenza, nuovamente in casa: "Non so se la pausa cade nel momento giusto. Dovremo essere ancor più bravi a mantenere alta la concentrazione in queste settimane. Anche perchè la gara con il Potenza sarà dura, loro verranno qua a chiudere tutti gli spazi".

Alla domanda se questo Verona, dopo la bella prestazione, può considerarsi al 100% mister Remondina risponde: "Sicuramente questa è una delle migliori gare giocate. Al 100%? Non credo, lo saremo quando riusciremo ad aggiungere una maggiore cattiveria sotto porta".
Corrado Della Bruna

07/02/2010 - h. 16:41
Prima Divisione, Girone B: risultati e marcatori di oggi [23^ giornata]
Cosenza corsaro a Lanciano, Ternana vincente a Foggia, pari senza reti tra Reggiana e Taranto. Vince il Verona sul Ravenna. I nuovi acquisti Dall´Acqua e Capparella in rete con il Pescina
Virtus Lanciano-Cosenza 0-1 46´ p.t. Biancolino
Andria Bat-Pescara 1-1 28´ Sy (A), 73´ Tognozzi (P)
Giulianova-Portogruaro 2-1 18´ Campagnacci (G), 55´ Cunico (P), 90´ Carbonaro (G)
Verona-Ravenna 2-1 69´ Di Gennaro (V), 71´ Felci (R), 80´ Cangi (V)
Pescina VdG-Real Marcianise 3-3 15´ Dall´Acqua (P), 32´ su rig e 44´ tedesco (RM), 64´ D´Ambrosio (RM), 55´ su rig. e 66´ Capprella (P)
Cavese-Rimini 1-0 25´ Turienzo
Potenza-Spal 2-2 53´ Berardi (P), 71´ Cipriani (S), 80´ Baiocco (P), 88´ Smit (S)
Foggia-Ternana 1-2 34´ Concas (T), 45´ Ferrari (T), 58´ Visone (F)
Reggiana-Taranto 0-0

Classifica, dopo 23 giornate: Verona 44, Pescara 38, Reggiana 36, Ternana 35, Portosummaga e Cosenza 34, Taranto e Ravenna 32, Rimini 30, Andria, Cavese e Lanciano 28, Spal 27, Giulianova 26, Marcianise 25, Pescina e Foggia 22, Potenza 21

Prossimo turno (domenica 21 febbraio 2010): Spal-Andria, Ravenna-Cavese, Marcianise-Foggia, Lanciano-Giulianova, Ternana-Pescara, Taranto-Pescina VdG, Verona-Potenza, Cosenza-Reggiana, Portogruaro-Rimini

"VISTO da GUFFANTI": Il punto sulla 23^ in Lega Pro
Riccardo Guffanti, Direttore Sportivo professionista, iscritto all´albo speciale dei Direttori Sportivi della F.I.G.C. e per diversi anni dirigente in club di Lega Pro è oggi Osservatore e Collaboratore dell´Udinese Calcio. Per il nostro portale TuttoLegaPro.com si occuperà del PUNTO, una rubrica dedicata al calciomercato e ad altre news sui club della Lega Pro.
Una giornata, quella di ieri, a ranghi ridotti in Lega Pro, per la sosta effettuata dai tre gironi di Seconda Divisione. Domenica prossima, il 14 febbraio, si replica con il fermo dei due gironi di Prima Divisione e c’è attesa per il derby piemontese di stasera tra capolista del girone A, il Novara e una delle squadre che cercano un posto nella zona playoff, l´Alessandria. Proprio nel girone A, ieri il calendario ha messo a confronto le quattro squadre inseguitrici del Novara e a dimostrazione degli organici importanti che dispongono, si sono affrontate a "viso" aperto e il 2 a 2 tra Arezzo e Cremonese e l´1 a 1 tra Varese e Benevento sono la conferma. In virtù di questi pareggi stasera il Novara ha una grossa occasione di allungare la sua classifica considerando che è la squadra che ha reallizzato il maggior numero di reti in trasferta (18) oltre ovviamente a essere ancora l´unica a non avere mai perso.

Ma è l´incontro chiave anche per l´Alessandria per capire se anche lei può dire la sua in chiave playoff, visto che una sua vittoria la porterebbe a raggiungere il Perugia, fermato sullo 0 a 0 dal Monza e a formare con il Lumezzane, che ha pareggiato 2-2 a Sorrento, quel gruppo di otto squadre che si contenderanno campionato e finali promozione. Ma ieri la 23° giornata, nel girone A, non ha riservato solo pareggi, nelle altre quattro gare vi sono state due vittorie casalinghe, ProPatria - Paganese 2-1, PergoCrema - Viareggio 2-1 e due esterne, Como-Figline 0-2 e Foligno-Lecco 2-3 e qui nella parte bassa della classifica, secondo me, sarà ogni domenica un interressante spettacolo sia dal punto di vista motivazionale, agonistico, ma anche tecnico/tattico.

Ieri il Varese per la prima volta nelle partite casalinghe non ha vinto, la Cremonese ha confermato di essere l´attacco migliore, 42 i gol fatti, il Lecco di essere la squadra che ha trovato maggiore giovamento dal mercato invernale, visti gli ultimi risultati. Conferma ulteriore di aver operato al meglio nell´ultima sessione di calcio mercato viene nel girone B dal Verona, ieri in gol ancora il neo acquisto Di Gennaro nel 2-1 sul Ravenna e prima vera fuga, visto che Pescara (1-1 ad Andria) e la Reggiana (0-0 con il Taranto), non sembra che abbiano la stessa costanza di risultati.

Ma non solo Verona si è rafforzato a gennaio: una delle più attive è stata sicuramente la Ternana del D.S. Poerio Mascella e ieri con la vittoria fuori casa a Foggia per 2-1 ne totalizza in totale 11 come gli scaligeri e con l´arrivo di ottimi giocatori nel reparto difensivo può pensare in modo importante, in un girone che a parte il Verona è fortemente instabile, se penso che una squadra come il Rimini che ha collezionato con l´1-0 di Cava, la decima sconfitta stagionale ed è a soli quattro punti dai playoff e gli stessi punti la dividono dalla zona playout. Domenica prossima come detto la Prima Divisione si ferma (sabato ci sarà il recupero tra Ravenna e Foggia). Quindi tutti a seguire la Seconda Divisione che non perderà l´occasione di fare vivere un´altra domenica di spettacolo.
Riccardo Guffanti

FONTE: TuttoLegaPro.com


07/02/2010 - 17:54
Remondina: "Facciamo la corsa su noi stessi"
"Non centrare i tre punti sarebbe stata una beffa incredibile. Meritavamo il successo e l'abbiamo trovato"
VERONA - "Appena rientrati negli spogliatoi, dopo l'intervallo, ho detto ai ragazzi che se non avessimo vinto sarebbe stata una beffa incredibile. Non siamo stati concreti come in altre situazioni però la squadra ha giocato bene, facendo quello che doveva, pur senza centrare la porta. Nell'unica occasione concessa gli avversari sono stati bravi a metterla in fondo al sacco con un giocatore non abituato a concludere di sinistro. Meritavamo il successo e l'abbiamo centrato, meno male". Questo il bilancio di Gian Marco Remondina dopo la terza vittoria consecutiva dell'Hellas Verona, che ha permesso ai gialloblù di aumentare a sei punti il distacco nei confronti del Pescara.

Per larghi tratti una prestazione entusiasmante: "Sono rimasto colpito per la voglia del pubblico di centrare i tre punti. Dopo il pari di Felci tutto lo stadio ci ha incitato, complimenti anche a chi nel momento di difficoltà ci ha spronato. Deve sempre essere la squadra a trascinare le persone presenti sugli spalti, ma in questo caso il loro supporto si è visto."

Grande prestazione per Di Gennaro, al secondo gol in due apparizioni al "Bentegodi": "Sta lavorando molto e cercando l'intesa con Colombo, anch'egli autore di una partita maiuscola. I ragazzi devono giocare insieme, tutti hanno la possibilità di decidere le partite. Sono venuto a conoscenza dei risultati delle rivali, possiamo dirci soddisfatti ma l'obiettivo è fare la corsa su noi stessi. Ovviamente bisogna migliorare sotto il punto di vista della concretezza."
Ufficio Stampa

07/02/2010 - 18:12
Cangi: "Un gol dedicato alla mia famiglia"
"Sono contento per la rete e per il suo peso specifico. Il Ravenna si era rinforzato intervenendo sul mercato, non era facile raggiungere il bottino pieno"
VERONA - Il primo gol in campionato di Francesco Cangi ha coronato una maiuscola prestazione dell'Hellas Verona, al terzo successo di fila: "Sono contento per la rete e per il suo peso specifico. Il Ravenna si era rinforzato intervenendo sul mercato, non era facile raggiungere il bottino pieno. I romagnoli entreranno sicuramente nei play-off dando filo da torcere ad ogni avversario. Dal canto nostro li abbiamo tenuti a distanza, trovando una continuità che legittima la posizione in classifica.Lo scorso anno a Gallipoli abbiamo sofferto fino alla fine, mettere fieno in cascina col passare del tempo diviene fondamentale".

"Tutta la squadra sta giocando bene, dopo la sosta natalizia ha ritrovato la condizione migliore e creato diverse occasioni. Nelle difficoltà il valore del gruppo è uscito fuori. Era tanto che andavo vicino alla marcatura, questi sono gol pesanti. Una dedica? Alla mia famiglia, presente in tribuna. La distanza tra Perugia e Verona è molta e non sempre permette di assistere alle partite, sono fiero di aver dato ai miei genitori una soddisfazione proprio oggi".
Ufficio Stampa

07/02/2010 - 16:25
Hellas Verona-Ravenna 2-1
Botta e risposta nel giro di due minuti con Di Gennaro al 69' e Felci al 71'. Anania respinge un penalty a Rantier, di Cangi il tap-in decisivo (80')
VERONA - Hellas alla ricerca del terzo successo consecutivo dopo le vittorie con Cosenza e Ternana, Ravenna determinato a proseguire la sua rincorsa interrotta dal rinvio della gara di lunedì scorso col Foggia. Remondina schiera lo stesso undici che ha permesso agli scaligeri di espugnare il "Liberati" di Terni, mentre Esposito lancia dal primo minuto i nuovi acquisti Correa, Felci e Biserni.

Al 4' Di Gennaro posizionato sulla corsia di destra serve Cangi, che si sovrappone, appoggio per Colombo e destro di prima intenzione da appena dentro l'area, palla a lato. Berrettoni verticalizza sempre per l'esterno ex Gallipoli (11'), traversone dal fondo respinto in corner da Giordano. La squadra di Remondina prosegue nello sfruttare le fasce: al 14' è Garzon a mettere al centro dalla sinistra, Di Gennaro nel tentativo di tap-in è contrato da Serafini. Allo scoccare del quarto d'ora tiro-cross di Russo deviato col corpo da Colombo, Pugliese prende la rincorsa e va col mancino concludendo alto sopra la traversa. Su ribaltamento di fronte Piovaccari non riesce ad incornare un traversone di Felci.

Discesa centrale di Berrettoni al 20', quando l'ex Lazio elude l'intervento da dietro di Giordano e scocca il destro verso il secondo palo, Anania si distende e manda in angolo. Cross di Cangi su cui Di Gennaro fa velo (21'), la battuta di Colombo è strozzata e l'estremo difensore romagnolo fa sua la sfera. Lo stesso portiere si fa trovare pronto sempre su Colombo, ben servito da Di Gennaro (22'). Il centravanti napoletano controlla sulla trequarti al 23' ed appoggia indietro per Berrettoni, palla in verticale destinata a Colombo su cui Anania va in anticipo.

Primo tiro verso la porta di Rafael al 27' con Toledo, che da fuori area pecca però di precisione e manda alto. Azione individuale sulla sinistra di Toledo, il più vivace dei suoi, al 32', servizio d'esterno verso il secondo palo impattato al volo da Felci senza fortuna. Di Gennaro trova l'accorrente Esposito al 34', Anania chiude. Un minuto dopo miracolo del numero uno giallorosso sulla botta da fuori di Russo. Ancora Anania respinge la conclusione di controbalzo di Berrettoni al 39' e manda in corner. In chiusura di prima frazione (44') calcio di punizione dal lato sinistro dell'area di rigore ravennate calciato da Esposito. Palla verso il secondo palo impattata da Anselmi, la difesa ospite libera.

Diagonale da dentro l'area di Felci (46'), mira sbilenca e Rafael controlla. Gialloblù vicini al gol al 47' con Di Gennaro, che da terra e tu per tu con Anania manda alto a seguito di un traversone di Garzon. Lo stesso campano colpisce di testa un minuto dopo su cross di Pugliese, Anania appostato sul primo palo dice di no. Al 51' il terzino sinistro si rende protagonista con un altro traversone, stavolta verso il secondo palo: destro al volo di Russo, palla alta.

Dalla parte opposta è Cangi a sviluppare l'azione offensiva (53'), Colombo tenta l'incornata, la sfera finisce sopra la traversa. Corner dalla sinistra di Berrettoni (61'), Anania perde palla sull'uscita ma la retroguardia spazza via. Cross dalla destra di Felci (66') colpito di testa da Piovaccari, mira da rivedere. I gialloblù concretizzano la mole di gioco al 69' con Di Gennaro, abile a trovare il tap-in vincente su traversone basso dalla sinistra di Pugliese. Al 71' la squadra ospite pareggia con Felci, che col mancino mette alle spalle di Rafael un appoggio di Correa, posizionato a centro area.

I giallorossi, galvanizzati dal pareggio, si rendono pericolosi al 74' con Toledo, che successivamente ad un contropiede di Piovaccari, il cui tiro è respinto da Russo, prova il colpo a girare verso il secondo palo: palla alta. Al 76' sfondamento centrale di Russo contrato dalla difesa di Esposito, Berrettoni raccoglie e conclude col mancino, sfera fuori di un metro. Penalty per Garzon e compagni al 78', quando Rantier viene messo giù in area da Serafini. Sul dischetto va lo stesso francese, iptonizzato da Anania che respinge. Primo sul pallone è però Cangi, che col mancino regala il sorpasso. Berrettoni trova l'accorrente Russo all'82', il destro di prima intenzione da fuori area finisce alto.

La partita termina dopo 3' di recupero, i gialloblù allungano le distanze nei confronti del Pescara, fermato sull'1-1 dall'Andria BAT. La formazione di Remondina è ora a sei punti dalla diretta concorrente.

Il tabellino
HELLAS VERONA F.C. - RAVENNA CALCIO 2-1 (0-0)
Reti: 69' Di Gennaro, 71' Felci, 80' Cangi

HELLAS VERONA F.C.
Rafael; Cangi, Anselmi, Ceccarelli, Pugliese (77' Pensalfini); Russo, Esposito, Garzon; Berrettoni (91' Farias); Colombo (64' Rantier), Di Gennaro. (Ingrassia, Comazzi, Campagna, Ciotola). All. Remondina

RAVENNA CALCIO
Anania; Rizzo, Serafini, Anzalone, Biserni; Sciaccaluga (86' Gerbino Polo), Giordano (81' Rossetti), Felci; Correa, Toledo; Piovaccari (87' Scappini). (Rossi, Sabato, Cavagna, Packer). All. Esposito

Arbitro: Merchiori di Ferrara
Assistenti: Russo, Sotgiu
Ammoniti: Biserni, Pugliese, Giordano, Serafini, Cangi, Garzon
Espulsi: -
Recupero: 2' - 3'
Spettatori: 12.845
Ufficio Stampa

08/02/2010 - 10:47
Dopo il Ravenna due giorni di riposo per i gialloblù
Garzon e compagni torneranno al lavoro mercoledì, con una seduta pomeridiana presso gli impianti sportivi di Sandrà (VR)

08/02/2010 - 10:35
Domenica 14 febbraio turno di sosta per la Prima Divisione
I gialloblù torneranno in campo il 21 febbraio, quando al "Bentegodi" sarà ospite il Potenza

08/02/2010 - 9:32
On-line la fotogallery di Hellas Verona-Ravenna
Disponibili le immagini scattate da Francesco Grigolini - Fotoexpress in occasione della 23a giornata di campionato

FONTE: HellasVerona.it


07/02/2010 16:27
Verona-Ravenna 2-1 Terza vittoria consecutiva con Di Gennaro e Cangi. E ora più 6 sul Pescara
Partita bellissima, emozionante, elettrizzante al Bentegodi. Due grandi squadre si sono sfidate, ma il Verona ha mostrato la propria superiorità meritando la vittoria, che arriva nel secondo tempo. E pensare che nella prima frazione le occasioni gialloblù sono almeno una decina, con Berrettoni, Di Gennaro e Colombo che fanno dannare il portiere romagnolo. Tutto si risolve dopo l'intervallo: al 24' st Di Gennaro porta in vantaggio i nostri con un gol dei suoi, ma non c'è nemmeno il tempo per esultare. Al 25' st buco della difesa e Felci che insacca. Tutto da rifare. Entra Rantier, che anima l'Hellas. Ed è proprio lui a guadagnarsi un rigore dieci minuti più tardi: errore dal dischetto ma Cangi è pronto a insaccare. Si soffre nel finale, ma la vittoria è meritatissima. Le concorrenti ciccano tutte (solo la Ternana vince) e la classifica vede ora il Verona con sei punti di vantaggio sul Pescara.

VERONA - RAVENNA 2 - 1
MARCATORI: Di Gennaro al 24' st, Felci al 25' st, Cangi al 34' st

VERONA (4-3-3): Rafael; Cangi, Anselmi, Ceccarelli, Pugliese (dal 31' st Pugliese); Russo, Esposito, Garzon; Berrettoni (dal 44' st Farias); Colombo (dal 18' st Rantier), Di Gennaro. A disp. Ingrassia, Comazzi, Campagna, Ciotola. All. Remondina

RAVENNA (4-4-1-1): Anania; Biserni, Serafini, Anzalone, Rizzo; Sciaccaluga (39' st Gerbino Polo), Giordano (36' st Rossetti), Felci; Correa, Toledo; Piovaccari (42' st Scappini). A disp. Rossi, Sabato, Cavagna, Packer. All. Esposito

NOTE: Ammoniti: Serafini. Espulsi: -. Spettatori: 14.000 circa

07/02/2010 19:26
Berrettoni meglio di prima, Di Gennaro l'uomo della svolta
Funziona tutto nel Verona che batte anche il Ravenna (terza vittoria consecutiva, seconda al Bentegodi) e allunga sul Pescara. Cangi e Pugliese padroni delle fasce, a Russo manca solo il gol, Berrettoni è un trequartista perfetto ma l'uomo della svolta è Francesco Di Gennaro, ancora a segno sul primo palo.

RAFAEL 6. Sul gol di Felci può solo guardar male Pugliese che gli lascia troppo spazio ma prima si complica la vita su un cross dalla sinistra di Biserni che smanaccia sulla riga di porta. Nel primo tempo regala a Toledo (con una rimessa sbagliata) il pallone dell'unica azione pericolosa del Ravenna.

CANGI 7. Stantuffo sulla fascia e decisivo davanti. Grande intesa con Di Gennaro e inserimento in area perfetto al 4', nell'azione chiusa a lato dal rasoterra di Colombo. Salvatore della patria al 34' del secondo tempo: il gol sul rigore parato a Rantier "rischia" di diventare il più pesante della stagione, perchè è quello che scrive la prima vera fuga dell'Hellas e scava il solco (+6) sul Pescara.

CECCARELLI 6,5. Sorvegliato speciale sui calci piazzati stavolta è più prezioso nel lavoro difensivo. Non soffre Piovaccari, interrompe una ripartenza lunga del Ravenna (17' s.t.) che porta Toledo quasi alla conclusione. Esce acciaccato ma non è cosa grave.

ANSELMI 6. Al 44' ha il piede da difensore sul pallone di Esposito sul secondo palo dalla sinistra che andrebbe spinto in porta e non (re)spinto verso il centro dell'area. Si perde Piovaccari al 21' della ripresa e buon per il Verona che sul cross di Felci l'attaccante del Ravenna alza troppo la mira di testa.

PUGLIESE 6,5. Partitona, nonostante un colpo al costato che lo condiziona nella ripresa. Sderena Esposito (Ravenna) sulla sinistra andando sulla fascia a più non posso. Nel primo tempo calcia alto dal limite al 14' e non accompagna l'azione sul tiro di Colombo che Anania respinge al 22', ed è un peccato perchè manca per il tap in vincente. Nel secondo pesca Di Gennaro tre volte sul primo palo (assist per il gol dell'1-0) e due Russo sul secondo (conclusioni entrambe alte). Peccato per un paio di sbavature dietro (su Felci) che costano il gol del momentaneo pareggio.

dal 36' s.t. Pensalfini s.v. Si scalda tra un tempo e l'altro come se dovesse entrare al rientro dagli spogliatoi, ma in pratica gioca solo gli ultimi nove minuti più recupero. Non vive la panchina come una punizione e la testa è sempre quella giusta.

RUSSO 7. In crescendo di condizione partita dopo partita. Non segna perchè Anania gli cava da sotto da traversa un missile terra aria al 34' del primo tempo "sparato" da almeno 35 metri e perchè nella ripresa punta più sulla potenza (5' e 38') che sulla precisione.

ESPOSITO 6,5. Non si pesta mai i piedi con Berrettoni e sa sempre dove deve stare, anche quando il suo omonimo ravennate gli piazza Giordano a uomo nel secondo tempo. Il nuovo modulo gli permette di respirare di più, tecnicamente forte e tatticamente prezioso.

GARZON 6,5. Mette il becco nell'azione del gol con il pallone in verticale per Pugliese. Prezioso come sempre, fa molto bene il gregario al servizio della squadra. Anche quando Remondina gli chiede, nel finale, di fare il terzino al posto di Pugliese.

BERRETTONI 7. Meglio di prima, e non è cosa da poco perchè da attaccante esterno non aveva fatto niente male. Ma nella versione trequartista è diventato uno dei perni del Verona primissimo in classifica: gioca tutti i palloni, accellera le ripartenze, sa andare da solo o cercare l'assist. L'unico neo è il gol che non arriva, ma Anania (miracolo da terra, con le gambe, su un piazzato dal limite al 37') e la sfiga (girata a fil di palo alla mezzora del secondo tempo) oggi ci hanno messo tanto del loro...

dal 45' s.t. Farias s.v. Un assist non sfruttato in mezzo all'area da Di Gennaro nel suo scampolo di partita.

COLOMBO 6,5. Tra il 4' e il 22' squilla tre volte verso Anania con intese perfette con Cangi e Di Gennaro. Nella ripresa inzucca alto un cross di Cangi all'8' e si fa male perchè oltre alla palla prende anche la nuca di Rizzo. Non segna ma si muove bene, a volte creando spazi, a volte andando alla conclusione.

dal 18' s.t. Rantier 6,5. Due scatti "alla Rantier" prima del rigore strappato a Serafini con tanto "savoir fare" e una giocata da maestro. Il penalty non lo segna, e non va bene, ma sta di fatto che procura il gol più pesante, sinora, della stagione del Verona. Ritrovato.

DI GENNARO 7,5. E' l'uomo della svolta: con lui il Verona è più equilibrato, si muove meglio, più solido ma anche concreto in attacco. Tre partite, tre vittorie e due gol (sul primo palo). Quanto basta per meritarsi il coro "Dige gol".

REMONDINA 7. Finalmente "sgancia" i terzini, magari rischiando un po' in copertura, di sicuro facendo un mazzo tanto al Ravenna che subisce lo strapotere di Cangi e Pugliese. Col nuovo modulo ha in mano una squadra più equilibrata, solida, concreta e finalmente vincente. Compito suo non abbassare la tensione durante la sosta e non ciccare la prossima in casa con il Potenza che potrebbe (in caso di vittoria... e di sconfitta del Pescara a Terni) davvero "segnare" quasi definitivamente la corsa promozione.

ARBITRO ZANICHELLI 5,5. Pare parco e ben disposto nell'azione del rigore dato a Rantier, ma a quel punto Serafini (ultimo uomo) non è da giallo ma da rosso. (s.rasu)

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]
XLIV SUPERBOWL: Per la prima volta i 'SANTI' di New Orleans vanno in paradiso! Ci hanno messo 43 anni e 4 anni dopo l'uragano Kathrina finalmente 'The SAINTS go (really) marchin' in'... VELA: Parte l'America's Cup ma il vento non c'è! La sfida ORACLE-ALINGHI è rimandata. NBA: TORONTO vince ancora! I KINGS battuti... LUTTO NE MONDO DEL CICLISMO, muore il CT BALLERINI in un incidente rallystico. EUROPEI 2012: Nel girone di qualificazione l'ITALIA se la vedrà con SERBIA, IRLANDA DEL NORD, SLOVENIA, ESTONIA e FAR OER. TENNIS FED CUP: PENNETTA e SCHIAVONE chiudono il conto con l'UKRAINA, 4 a 1 per le azzurre e tutti a casa! VOLLEY A1: MARMI LANZA stratosferica! Battuta VIBO a domicilio... BASKET SERIE A: TEZENIS VERONA, vittoria e quarto posto in classifica!
XLIV SUPERBOWL: Per la prima volta i 'SANTI' di New Orleans vanno in paradiso! Ci hanno messo 43 anni e 4 anni dopo l'uragano Kathrina finalmente 'The SAINTS go (really) marchin' in'... VELA: Parte l'America's Cup ma il vento non c'è! La sfida ORACLE-ALINGHI è rimandata. NBA: TORONTO vince ancora! I KINGS battuti... LUTTO NEL MONDO DEL CICLISMO, muore il CT BALLERINI in un incidente rallystico. EUROPEI 2012: Nel girone di qualificazione l'ITALIA se la vedrà con SERBIA, IRLANDA DEL NORD, SLOVENIA, ESTONIA e FAR OER. TENNIS FED CUP: PENNETTA e SCHIAVONE chiudono il conto con l'UKRAINA, 4 a 1 per le azzurre e tutti a casa! VOLLEY A1: MARMI LANZA stratosferica! Battuta VIBO a domicilio... BASKET SERIE A: TEZENIS VERONA, vittoria e quarto posto in classifica!
Saints in paradiso. New Orleans risorge
Strepitosa esibizione di Brees e compagni che rimontano Indianapolis e conquistano il Super Bowl XLIV. Peyton Manning non basta: Colts sconfitti 31-17

Coppa America senza vento. La prima regata mercoledì
Imbarcazioni in acqua, ma partenza rinviata, a Valencia per la prima sfida tra i detentori svizzeri di Alinghi e gli sfidanti di Bmw Oracle

Gran finale Toronto. Battuti anche i Kings
Con un'ultima parte di gara molto convincente i Raptors superano anche Sacramento e portano il loro bilancio a 28 vinte e 23 perse. Bosh ne fa 36, ottima prova di Bargnani (22 punti, 8 rimbalzi e 3 assist), Belinelli assente per un problema alla caviglia destra

FONTE: Gazzetta.it


07/02/2010 19:55
La Marmi Lanza compie l'impresa, 0-3 in casa di Vibo Valentia
La Marmi Lanza compie una vera e propria impresa espugnando il PalaValentia della Tonno Callipo per 0-3. Grazie a questo fondamentale successo la squadra di Bagnoli sale a 35 punti in classifica; sono adesso nove le lunghezze di margine su Perugia e Vibo che inseguono. Prossimo appuntamento al PalaOlimpia domenica prossima contro Piacenza dell'ex Lorenzetti.

07/02/2010 20:04
Tezenis +27 in casa dell'ultima aggancia il quarto posto
Tutto come previsto per i giganti di Pippo Faina che sul campo della "cenerentola" veneziana conquistano il terzo successo consecutivo. Verona impiega più di metà partita per scrollarsi di dosso gli avversari, poi dilaga nel finale. Quattro gialloblù in doppia cifra, tra i quali l'ex Tisato. Si rivede in azione Matteo Nobile dopo l'infortunio, spazio anche al debuttante play Panni. Con questa vittoria la Tezenis raggiunge Brescia al quarto posto

FONTE: TGGialloblu.it


08/02/2010
Muore in un rally il ct vincente che amava la Roubaix e le auto
ADDIO A FRANCO BALLERINI. L'incidente ieri durante una gara in Toscana. Il selezionatore fungeva da navigatore
La notizia ha scosso il mondo delle due ruote e quello sportivo in generale. Lo strazio di Bettini: «L'oro di Atene era merito suo»


08/02/2010
Un sorteggio impietoso ci regala Serbia e Slovenia
EUROPEI 2012. Girone a sei squadre per il torneo di Ucraina e Polonia
VARSAVIA
L'Italia pesca avversari da Mondiali per il girone di qualificazione a Euro 2012: il torneo di Polonia e Ucraina il cui sorteggio si è svolto ieri a Varsavia. Marcello Lippi ha seguito a distanza gli accoppiamenti che hanno riservato al gruppo C degli azzurri Serbia, Irlanda del Nord, Slovenia, Estonia e Far Oer...

08/02/2010
Schiavone e Pennetta non deludono mai
TENNIS / FED CUP. L'Italia batte l'Ucraina 4-1 e conquista la semifinale da giocare in casa contro la Repubblica Ceca. Tiratissimo l'incontro di Flavia contro la più forte delle sorelle Bondarenko Vittorioso anche il doppio

FONTE: LArena.it
Vota questo articolo:
Vota su WikioVota su Fai InformazioneVota su ziczacVota questa notizia su Cronaca24Vota questa notizia su SurfPeopleVota su OkNOtizieVota questa notizia su PubblicaNewsVota questa news su Faves.com

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaNapoli RÔMULO

#VeronaNapoli highlights

Wallpapers gallery