CREMONESE-HELLAS VERONA: Ancora 4-3-1-2 dal 1° minuto. Non convocati ANACLERIO e CECCARELLI. La carica di TIBONI e la fiducia di SCAPINI.

CONVOCAZIONI PER CREMONA: Nell'HELLAS che andrà allo 'Zini' non ci sono CECCARELLI (che non può essere ancora al 100%), GOMEZ TALEB e ANACLERIO (entrambi in recupero dall'infortunio). Il forfait dell'ala destra barese (ma sopratutto la prestazione di Domenica contro la SAMBENEDETTESE) farebbe pensare ad un VERONA col 4-3-1-2 e schierato con RAFAEL tra i pali, il duo CONTI-BERGAMELLI al centro della difesa con MANCINELLI a sinistra e MORACCI a destra e BELLAVISTA a farla da centrocampista difensivo (che hai miei tempi si chiamava mediano) gli altri due di centrocampo intoccabili saranno i 'soliti' GARZON e CORRENT con PAROLO a fare da vertice del rombo 10 metri più avanti. Le due punte saranno TIBONI (per il quale pronostico un gol) e GIRARDI: CREMONESE arriviamo! TIBONI carichissimo per oggi pomeriggio: 'Non cambierei nessun giocatore del mio HELLAS con uno della CREMONESE per niente al mondo! Siamo un gruppo di giovani con tanto entusiasmo e voglia di fare guidati da veterani di sicuro valore che ci aiutano in campo. Felice di essere qui'. SCAPINI non si illude, sa che probabilmente farà panca anche a Cremona ma lavora a testa bassa per mettere in difficoltà il mister... Certo non è facile trovare continuità nel gol giocando mezz'ora a partita ma Matteo è bravo ed intelligente, se tiene duro sa che verrà il suo turno... QUI CREMONESE: IACONI, allenatore dei grigiorossi, non si fida di questo VERONA. Hanno preso un solo gol - dice - segno di solidità difensiva; il centrocampo è formato da gente di qualità e davanti è temibile. I gialloblù volano sulle ali dell'entusiamo - continua il mister - e venderanno cara la pelle. Se vorremo spuntarla servirà una gara attenta e di grande qualità.
Pligg.it - Editoria Sociale a Ricavi Condivisi
CONVOCAZIONI PER CREMONA: Nell'HELLAS che andrà allo 'Zini' non ci sono CECCARELLI (che non può essere ancora al 100%), GOMEZ TALEB e ANACLERIO (entrambi in recupero dall'infortunio). Il forfait dell'ala destra barese (ma sopratutto la prestazione di Domenica contro la SAMBENEDETTESE) farebbe pensare ad un VERONA col 4-3-1-2 e schierato con RAFAEL tra i pali, il duo CONTI-BERGAMELLI al centro della difesa con MANCINELLI a sinistra e MORACCI a destra e BELLAVISTA a farla da centrocampista difensivo (che hai miei tempi si chiamava mediano) gli altri due di centrocampo intoccabili saranno i 'soliti' GARZON e CORRENT con PAROLO a fare da vertice del rombo 10 metri più avanti. Le due punte saranno TIBONI (per il quale pronostico un gol) e GIRARDI: CREMONESE arriviamo!

Da Verona allo stadio 'Zini' di Cremona (112 km – circa 1 ora 13 min. Tempo previsto: variabile)

Visualizzazione ingrandita della mappa


TIBONI carichissimo per oggi pomeriggio: 'Non cambierei nessun giocatore del mio HELLAS con uno della CREMONESE per niente al mondo! Siamo un gruppo di giovani con tanto entusiasmo e voglia di fare guidati da veterani di sicuro valore che ci aiutano in campo. Felice di essere qui'. SCAPINI non si illude, sa che probabilmente farà panca anche a Cremona ma lavora a testa bassa per mettere in difficoltà il mister... Certo non è facile trovare continuità nel gol giocando mezz'ora a partita ma Matteo è bravo ed intelligente, se tiene duro sa che verrà il suo turno...

Cremonese - Hellas Verona (02 Settembre 2007)


QUI CREMONESE: IACONI, allenatore dei grigiorossi, non si fida di questo VERONA. Hanno preso un solo gol - dice - segno di solidità difensiva; il centrocampo è formato da gente di qualità e davanti è temibile. I gialloblù volano sulle ali dell'entusiamo - continua il mister - e venderanno cara la pelle. Se vorremo spuntarla servirà una gara attenta e di grande qualità.

Commenta l'articolo:oppure




A causa della sospensione di SPAL-CREMONESE e del suo recupero Mercoledì 24 Settembre, i punteggi della 3^ e della 4^ giornata verranno resi pubblici a partire da Giovedì 25. Nel frattempo... In bocca al lupo a tutti ma sopratutto al nostro HELLAS!
Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
Smarso14
Bridget9
RobRoy8
Martino, MR31..., Gabri, RougeHellas e Boro7
Bruni e Pose Gialloblu6
Scaligero5
Bubu774


Puoi commentare questo articolo sul forum BONDOLA/=\SMARSA oppure in coda a questo post per aprire magari uno scambio di opinioni... Con la prima di campionato è ripartito il gioco pronostici B/=\S: l'anno scorso la spuntò BRUNI per un solo, misero punto! (fra l'altro preso alla rubentina) Brucia ancora ma, anche quest'anno ci sarà da giocarsela! Che aspettate dunque? Si potrà giocare fino all'inizio delle partite!




- Lega Pro 1/A - Anteprima 4a
La quarta giornata di campionato, per quanto riguarda il Girone A della Prima Divisione, riserva alcune gare importanti. Spiccano Cremonese-Hellas Verona e Ravenna-Spal. Solo per abbonati il derby Legnano-Pro Patria. I nostri pronostici.
Cremonese-Hellas Verona vede di fronte una delle corazzate del girone, preparata dal presidente Arvedi per una scalata alla serie B dopo la sfortunata finale dello scorso anno, e una delle possibili protagoniste del girone, attesa alla riprova della rivoluzione estiva voluta dall’altro Arvedi (quello sulla sponda veneta). I gialloblu arrivano alla partita imbattuti e sull’onda di un duplice successo interno (Spal e Samb le vittime). I grigiorossi sono stati fermi domenica per la sospensione della gara con la Spal dovuta a un infortunio dell’arbitro. Si prevede una specie di esodo di tifosi sull’asse Verona-Cremona. Partita da tripla (1X2)...

FONTE: CalcioPress.net



Cremonese-Hellas Verona, 18 convocati
Due portieri, sei difensori, sette centrocampisti e tre attaccanti per la sfida in programma allo "Zini"
Nella tarda mattinata di sabato, al termine della seduta di rifinitura affrontata sul campo dell’antistadio, Gian Marco Remondina ha reso noti i nomi dei dei convocati per Cremonese-Hellas Verona, in programma domenica 21 settembre alle ore 15:00. Ecco la lista completa in vista della 4a giornata di Prima Divisione (Girone A):

PORTIERI: Franzese, Rafael;
DIFENSORI: Bergamelli, Campagna, Conti, Mancinelli, Moracci, Sibilano;
CENTROCAMPISTI: Bellavista, Campisi, Corrent, Da Dalt, Garzon, Parolo, Puccio;
ATTACCANTI: Girardi, Scapini, Tiboni.

FONTE: HellasVerona.it


- LA CARICA.
L’ATTACCANTE GIALLOBLÙ PUR RICONOSCENDO IL VALORE DEGLI AVVERSARI PUNTA TUTTO SULL’ENTUSIASMO DELL’HELLAS
Tiboni, il Tir si tiene stretto il «suo» Verona. «La Cremonese è favorita per la promozione ma non per la partita di domani. Possiamo davvero centrare qualsiasi risultato»
A chi gli fa notare che ha già eguagliato il record della passata stagione (una rete segnata in dieci partite nel Sassuolo) regala un sorriso misto a sconcerto. Non tanto per la domanda, nulla a che vedere con la provocazione, ma perchè vorrebbe dire archiviare una stagione non certo ricca di soddisfazioni. «Oddio c’è ancora tutto il campionato davanti e sarebbe davvero triste se dovessi accontentarmi», afferma il bomber Tiboni già proiettato alla sfida di domani con la Cremonese. Una gara che il biondo attaccante, un marcantonio di un metro e novanta centimetri, non vede l’ora di giocare. Una sfida ricca di stimoli per la caratura degli avversari e per la posta in palio. «I pronostici finali, cioè per la promozione, sono tutti per i grigiorossi ma per domani in campo non darei nulla per scontato. Siamo carichi, con lo spirito e la convinzione giusta per continuare a veleggiare nelle prime posizioni.

Verona che dovrà fare attenzione in particolare a...
«All’intero collettivo.La Cremonese è un gruppo compatto con delle spiccate individualità. Annovera tra le sua fila giocatori di categoria superiore come il terzino Pesaresi, Guidetti e il bomber Graziani tanto per citare i primi tre. La lista è ovviamente più lunga e forse è anche inutile stare qui a fare la conta. Non cambia nulla e ancor meno il nostro obiettivo».
Qual è?
«Scendere sul rettangolo verde con chiaro intento di mettere la Cremonese in forte difficoltà. Andiamo in trasferta con il chiaro intento di giocarcela alla pari e proseguire sulla linea ben tracciata in questo avvio di stagione».



Un pari da sottoscrivere?
«Assolutamente no. Si va in campo sempre per vincere, qualsiasi sia l’avversario, e sarà cosi anche in questo caso: ci mancherebbe altro. In settimana abbiamo preparato molto bene e con cura questo appuntamento. Una partita che potrà anche dare importanti indicazioni sulle nostre reali potenzialità. Riteniamo comunque di avere tutti i numeri per centrare un risultato positivo. Poi si sa come vanno le cose: molto dipende anche dai singoli episodi, dalle situazioni contingenti».
Il modulo adottato contro la Sambenedettese è ritagliato su misura alle sue caratteristiche offensive.
«Non è un mistero che prediliga giocare al centro dell’area con un trequartista alle spalle, come è stato appunto domenica scorsa al Bentegodi. Inutile sulla fascia mi sento un pò fuori dalla manovra e stento a trovare il passo giusto. D’altronde io sono un uomo d’area di rigore e in passato ho sempre giocato solo ed esclusivamente in quel ruolo. Se poi il mister mi mette sulla fascia sinistra non posso farci nulla. Per giocare si fa questo ed altro. Il nuovo modulo comunque oltre a valorizzare maggiormente le mie doti è fatto a misura anche per Girardi. Sono davvero contento che si sia sbloccato e lo dico con il cuore perchè il nostro è veramente un gruppo unito che non molla mai. Tra noi c’è grande sintonia e stima: non è importante chi va in rete ma segnare e portare in alto il Verona. E se poi allo «Zini» dovesse essere ancora Girardi sarò il primo ad esultare. No, nessuna rivalità ci mancherebbe. Anzi c’integriamo bene. Domenico ama stazionare più davanti al portiere, a centro area, mentre io prediligo buttarmi negli spazi creati e a muovermi alla ricerca dei palloni vaganti».
Chi dei grigiorossi vedrebbe volentieri in campo con la maglia del Verona?
«Nessuno, lo giuro. Sono giocatori affermati, di valoree categoria superiore ma mi tengo volentieri stretto questo gruppo. In campo la partita non la fanno i nomi ma oltre alla capacità tecniche anche il cuore e la grinta. Queste ultime due caratteristiche non mancano certo all’Hellas, una squadra ricostruita in estate con tanti giovani alla ricerca della ribalta: dell’occasione della vita davanti ad un pubblico caldo com’è quello del Verona. Ripeto, siamo sereni e fiduciosi nei nostri mezzi e potenzialità. A Cremona ci andiamo per recitare un ruolo da protagionisti».

- Scapini non s’illude «Aspetto il mio turno»
«Bomber di scorta», un appellativo che al buon Matteo Scapini non va molto a genio. «Sono a disposizione, sempre, pronto ad entrare in qualsiasi momento della partita ma a dir il vero l’etichetta che mi si vuol appioppare non è il massimo. A meno che il tutto non coincida con una rete ogni volta che sono chiamato dall’allenatore ad entrare in campo», continua con il sorriso sulle labbra l’ex giocatore del Cuneo ma nativo di San Bonifacio. «Lo sapete tutti come sono legato a questa città, a questa piazza, alla maglia gialloblù. A Cremona sarà dura perchè loro faranno da subito una gara d’attacco. Il mister in questi giorni ha provato alcune situazioni tattiche per le opportune contromosse. Non credo però che questa sia per il Verona, come dicono molti, la prova del nove. Noi abbiamo ancora larghi margini di miglioramento e stiamo lavorando in questa direzione. In particolare ci stiamo applicando sulla sincronia nei movimenti, sul mandare a memoria i vari schemi. Possibilità di scendere al campo a Cremona dal primo minuto? Sinceramente penso siano davvero poche. No, non sono pessimista ma da quando gioco è sempre stato applicata in modo pedissequo la massima "squadra che vince non si tocca". Penso che anche in questo il caso Remondina darà spazio a Tiboni e Girardi con Parolo alle loro spalle».



- GLI AVVERSARI.
GRAZIANI, GUIDETTI, TACCHINARDI: I GRIGIOROSSI GRANDI FAVORITI DEL CAMPIONATO. IL TECNICO RISPETTA IL VERONA
La Cremonese a due marce. Iaconi: «Velocità nel gioco ma calma nell’atteggiamento»
Ivo Iaconi la vede così.
«La sfida al Verona è un interessante banco di prova. Non fidiamoci. Loro stanno bene. Chi vince ha sempre ragione. E ti affronta sorretto da entusiasmo straripante».
Il tecnico della Cremonese ha grande rispetto per la squadra di Remondina:
«Gruppo giovane e interessante. La partenza è stata buona. Mi sembra anche che sappiano proporre un buon calcio».
L’allenatore dei grigiorossi spende parole importanti per il suo collega: «Remondina? Molto preparato. Sa il fatto suo, le sue squadre hanno un'anima». A dire il vero, proprio ieri «Depardieu» ha detto di essere ancora alla ricerca di un'identità precisa. Ma è solo questione di tempo.
A Cremona, intanto, si preparano per l'impatto imminente.
«Dai miei ragazzi - continua Iaconi - mi aspetto una prestazione generosa. Voglio giocate rapide ma semplici. È questo il calcio che paga».
La Cremonese quest'anno ha quasi l'obbligo di centrare la promozione. La delusione patita al termine dello scorso campionati, infatti, ha messo addosso inquietudini latenti ai nuovi protagonisti grigiorossi. Due pareggi di fila potrebbero far salire il livello di adrenalina. Perché la piazza vuole tutto e subito. Rimandare ancora l'appuntamento con il salto di categoria sembra quasi impossibile.
Iaconi preferisce pensare al presente e all'avversario del momento.
«Il Verona ha subito un solo gol, e questo è un segno di solidità. Ma il pezzo forte è rappresentato senz’altro dalla mediana, dove agiscono giocatori di grande qualità. Venderanno cara la pelle contro di noi, cercando in tutte le maniere di prolungare la serie positiva. Credo che solo una prestazione attenta e di alto livello ci permetterà di portare a casa i tre punti».

Hellas a sette, Cremonese a quattro. Così recita la classifica dopo appena tre turni di campionato (i lombardi, però, non hanno potuto portare a termine la gara di Ferrara contro la Spal a causa di un infortunio all'arbitro). Iaconi, intanto, medita qualche cambiamento. Il modulo non si tocca. La Cremonese si affiderà ancora una volta al 4-4-2. In quanto ai protagonisti, potrebbero esserci fino all'ultimo secondo tre dubbi. Cladio Ferrarese, grande ex della gara, contende una maglia da titolare a Gherardi, che fin qui ha ben impressionato. Anche sulla fascia mancina di centrocampo non ci sono certezze, con Tacchinardi che incalza Pradolin. Davanti potrebbe partire titolare Guidetti, che se la gioca alla pari con Temelin. Intoccabile, per il momento, Graziani, autore tra l'altro la passata stagione della rete che ha deciso la sfida tra Hellas e Cremonese allo «Zini».
Iaconi aggiunge indicazioni di rilievo ai suoi appunti di viaggio:
«Non dovremo avere fretta. Sono convinto che il Verona cercherà di rispondere colpo su colpo. Quindi ci vorrà pazienza, ma anche dovremo essere bravi a mantenere inalterati i nostri equilibri di gioco. Questa è una partita che vale molto».

FONTE: LArena.it



- Verona, contro la Cremonese gli stessi undici che hanno battuto la Samb
Dopo la buona prova contro la Sambenedettese arriva per l'Hellas un test decisamente più impegnativo. La squadra gialloblù giocherà domenica alle 15 contro la Cremonese di Iaconi, una delle favorite per la promozione. Un test di maturità che Remondina affronterà schierando la stessa squadra e lo stesso modulo adottato con i marchigiani. Diciotto i convocati, non c'è Anaclerio
Squadra che vince non si cambia. E così anche contro la Cremonese, Remondina schierarà il modulo a rombo, con il centrocampista (Parolo) a ridosso delle due punte (Girardi e Tiboni). Questo è emerso dopo l'ultimo allenamento della settimana. La Cremonese (che domenica scorsa non ha giocato contro la Spal per l'infortunio dell'arbitro) è una delle favorite per la promozione in serie B. Remondina ha convocato per il match 18 giocatori, come è ormai sua abitudine. Tra questi non c'è Anaclerio, sempre infortunato. In difesa dovrebbe essere data ancora fiducia alla coppia Bergamelli-Conti con Sibilano che partirà dalla panchina.

- Emiliano Mascetti ospite di Tuttocalcio
Puntata eccezionale della trasmissione sportiva di Telenuovo (domenica ore 14.45): negli studi di Telenuovo a seguire la gara dell'Hellas a Cremona sarà presente il direttore sportivo dello scudetto.
Sarà una puntata eccezionale quella di Tuttocalcio, la trasmissione sportiva di Telenuovo in onda domenica a partire dalle 14.45. Ospite della trasmissione sarà infatti Emiliano Mascetti, direttore sportivo del Verona che vinse lo scudetto e "bandiera" dell'Hellas. Accanto a lui ci saranno Luciano Guerrini, ex assessore allo sport del Comune di Verona, e Erino Gazzini, "storico" tifoso dell'Hellas. La trasmissione sarà condotta da Gianluca Vighini che coordinerà gli inviati dai campi: Luca Fioravanti per Sampdoria-Chievo, Stefano Rasulo per Cremonese-Verona e Martina Moscato per Padova-Pro Sesto. Gli aggiornamenti sulla Lega Pro (Prima e Seconda divisione) e sulla serie A, saranno curati da Marco Campanale.

FONTE: TGGialloblu.it




[OFFTOPIC]
CALCIOESTERO: Bene il WEST HAM di ZOLA e DI MICHELE, malissimo il BAYERN di TONI. TENNIS COPPA DAVIS: L'ITALIA rimonta la LETTONIA. CICLISMO VUELTA: CONTADOR secondo nella cronoscalata, la vittoria finale è vicinissima! MOTOCICLISMO: Troy BAYLISS in pole, titolo a portata di mano...
CALCIOESTERO: Bene il WEST HAM di ZOLA e DI MICHELE, malissimo il BAYERN di TONI. TENNIS COPPA DAVIS: L'ITALIA rimonta la LETTONIA. CICLISMO VUELTA: CONTADOR secondo nella cronoscalata, la vittoria finale è vicinissima! MOTOCICLISMO: Troy BAYLISS in pole, titolo a portata di mano...
- Di Michele scatenato. Vola il West Ham di Zola
Nella 5ª giornata di Premier League, gli Hammers battono 3-1 il Newcastle ad Upton Park: l'attaccante italiano segna i primi due gol e offre a Etherington l'assist per il terzo. Inatteso passo falso del Liverpool, fermato ad Anfield dallo Stoke City sullo 0-0. Domani Chelsea-Manchester Utd

- Bayern, che batosta! Il Werder ne fa 5 a Monaco
Dura lezione per gli uomini di Klinsmann: il Werder Brema vince 5-2 all'Allianz Arena, raggiungendo i bavaresi in classifica a -3 dallo Schalke capolista. Rosenberg (2), Naldo, Ozil e Pizarro portano la squadra di Schaaf sul 5-0: inutile la doppietta di Borowski nel finale

- Davis, rimonta azzurra. Italia-Lettonia 2-1
Dopo la sconfitta di ieri del debuttante Fognini, Seppi batte Juska poi torna in campo con Starace per il doppio azzurro, che vince al quarto set. Domani gli ultimi due singolari

- Contador nel club dei miti. La Vuelta dopo il Giro
Il vincitore dell'ultimo Giro d'Italia ipoteca il secondo grande successo del 2008 chiudendo alle spalle di Leipheimer la cronoscalata sull'Alto di Navacerrada. Come lui solo Merckx, Anquetil, Gimondi e Hinault

- Bayliss pole, titolo vicino
Nelle qualifiche del GP d'Italia a Vallelunga grande prova dell'australiano, alla pole n. 25 della carriera. Domani può laurearsi campione. Biaggi in prima fila col quarto tempo

FONTE: Gazzetta.it
Condividi questo articolo:
Vota su WikioFav This With TechnoratiSalva su SegnaloVota su Fai InformazioneVota su DiggitaFurl this pageStumble Upon ToolbarSegnala su ziczac
Add To Del.icio.usCondividi su MeemiMixx This

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#DerbyChievoVerona Bessa

#DerbyChievoVerona Caceres


Wallpapers gallery