Arriva CECCARELLI, parte MORANTE e rimangono fuori rosa MORABITO, DIANDA e POLITTI. Grandi PREVIDI e PRISCIANTELLI: l'HELLAS potrà stupire...

Ieri alle 19.00 si è ufficialmente chiusa la prima parte del mercato calciatori svoltosi quest'anno all'ATA QUARK HOTEL di Milano. - In uscita si registra la partenza di 'bomber' MORANTE che trova l'accordo con il LANCIANO e passa alla società rossonera in comproprietà. Si chiude così, dopo 23 presenze ed un solo gol segnato fra l'altro nella partita d'andata di playoff, la telenovela che contrapponeva Daniele a CORTE PANCALDO; sono pronto a scommettere che MORANTE al LANCIANO farà un buon campionato e che dalla sua comproprietà guadagneremo più di qualcosa. - Ma l'ottimo lavoro della premiata ditta PREVIDI-PRISCIANTELLI non si è fermato qui: è arrivato infatti il tanto sospirato difensore centrale Luca CECCARELLI. Il 25enne ex SPEZIA di proprietà MILAN arriva a VERONA a titolo definitivo e garantirà, insieme a Lorenzo SIBILANO e la crescita dei due baby CONTI e BERGAMELLI, le necessarie sicurezze ad un reparto arretrato parso fino a questo momento l'anello debole della catena gialloblù. - Rimangono a disposizione, ma ufficialmente fuori rosa, il terzino MORABITO che aveva rifiutato il PORTOSUMMAGA, l'esterno DIANDA (non mi dispiace che sia rimasto e spero tanto che REMONDINA ci ripensi) ed il centrale difensivo in comproprietà con l'UDINESE POLITTI che ha rifiutato il trasferimento all'ITALA SAN MARCO Questi sviluppi hanno tolto probabilmente le ultime frecce all'arco dei contestatori non si può che giudicare positivamente infatti la società guidata da PREVIDI che: - Ha centrato tutti gli obiettivi in entrata e, CECCARELLI a parte, li ha consegnati tutti al nuovo tecnico già al raduno in VAL PASSIRIA. - Ha ridimensionato gli ingaggi riportando la situazione economica in uscita a livelli accettabili per una società di terza serie. - Ha tenuto chi nella stagione scorsa si era meritato la riconferma sul campo: CORRENT, GARZON, BELLAVISTA, RAFAEL, SIBILANO e MANCINELLI faranno quadrato attorno ai giovani e li aiuteranno a crescere senza patemi cementando al contempo lo spogliatoio e pazienza se ORFEI ci è sfuggito... Meglio lui che uno degli altri non trovate? - Ha investito su giovani promettenti che, se escludiamo il solo GIRARDI, sono arrivati tutti in comproprietà o con diritto di riscatto della stessa smentendo in maniera clamorosa chi non si fidava della dirigenza rea di valorizzare risorse altrui. - Sono arrivate tre punte che dovrebbero garantire gol e peso in attacco come piace al mister. - Si è adeguata nel migliore dei modi alle nuove direttive della LEGA PRO in materia di utilizzo dei giovani ed investimenti remunerati sugli stessi. Secondo me questa squadra ha la possibilità di lottare per l'ultimo posto play-off perchè: - Ha due portieri all'altezza (anche se a me piace di più FRANZESE rispetto a RAFAEL) - Se SIBILANO ritrova la forma di un tempo e CECCARELLI gioca come a LA SPEZIA il pacchetto centrale sarà invidiabile con BERGAMELLI e CONTI pronti all'evenienza (con il LUMEZZANE hanno palesato segni di miglioramento) - Sugli esterni di difesa abbiamo l'imbarazzo della scelta: MANCINELLI non è ZAMBROTTA ma in PRIMA DIVISIONE fa la sua figura, MORACCI non mi è dispiaciuto a TRENTO, è uno che spinge molto anche in fase offensiva è può solo migliorare. LOSETO e CAMPAGNA scalpitano ai box e avranno sicuramente possibilità di distinguersi nell'arco del campionato. - Il centrocampo è di categoria superiore e CORRENT-GARZON-BELLAVISTA regalano all'HELLAS uno dei migliori centrocampo della C1. Ma PAROLO e PUCCIO rappresentano un lusso in sovrappiù e sarebbero titolari in altre squadre anche di fascia medio alta in LEGA PRO. - Sugli esterni offensivi vale più o meno il discorso fatto su quelli di difesa: credo tanto in ANACLERIO che deve cercare continuità ma sulla destra sa far male mentre a sinistra DA DALT, GOMEZ TALEB e TIBONI quando sono stati impiegati, si sono distinti in fase realizzativa e di creazione della superiorità numerica. - La boa centrale rappresentata da GIRARDI con SCAPINI in alternativa porta finalmente peso, gol (l'attaccante ex CHIEVO ne ha già fatti 3 anche se solo in amichevole) e duttilità: l'ex PORTOGRUARO permette di schierare la squadra anche con un 4-4-2 e TIBONI si trova a meraviglia anche come vice-GIRARDI. E allora? Basterà solo trovare l'amalgama e la giusta convinzione nei propri mezzi, il resto verrà da sè a cominciare da domani in COPPA e Domenica al BENTEGODI contro la SPAL: FORZA HELLAS PER DIO! ALE' VERONA... ALE' VERONA... ALE' VERONA E CHE I ALTRI I VAGA IN MOOONAAAA!
Ieri alle 19.00 si è ufficialmente chiusa la prima parte del mercato calciatori svoltosi quest'anno all'ATA QUARK HOTEL di Milano.
- In uscita si registra la partenza di 'bomber' MORANTE che trova l'accordo con il LANCIANO e passa alla società rossonera in comproprietà. Si chiude così, dopo 23 presenze ed un solo gol segnato fra l'altro nella partita d'andata di playoff, la telenovela che contrapponeva Daniele a CORTE PANCALDO; sono pronto a scommettere che MORANTE al LANCIANO farà un buon campionato e che dalla sua comproprietà guadagneremo più di qualcosa.
- Ma l'ottimo lavoro della premiata ditta PREVIDI-PRISCIANTELLI non si è fermato qui: è arrivato infatti il tanto sospirato difensore centrale Luca CECCARELLI. Il 25enne ex SPEZIA di proprietà MILAN arriva a VERONA a titolo definitivo e garantirà, insieme a Lorenzo SIBILANO e la crescita dei due baby CONTI e BERGAMELLI, le necessarie sicurezze ad un reparto arretrato parso fino a questo momento l'anello debole della catena gialloblù.
- Rimangono a disposizione, ma ufficialmente fuori rosa, il terzino MORABITO che aveva rifiutato il PORTOSUMMAGA, l'esterno DIANDA (non mi dispiace che sia rimasto e spero tanto che REMONDINA ci ripensi) ed il centrale difensivo in comproprietà con l'UDINESE POLITTI che ha rifiutato il trasferimento all'ITALA SAN MARCO

Questi sviluppi hanno tolto probabilmente le ultime frecce all'arco dei contestatori non si può che giudicare positivamente infatti la società guidata da PREVIDI che:
- Ha centrato tutti gli obiettivi in entrata e, CECCARELLI a parte, li ha consegnati tutti al nuovo tecnico già al raduno in VAL PASSIRIA.
- Ha ridimensionato gli ingaggi riportando la situazione economica in uscita a livelli accettabili per una società di terza serie.
- Ha tenuto chi nella stagione scorsa si era meritato la riconferma sul campo: CORRENT, GARZON, BELLAVISTA, RAFAEL, SIBILANO e MANCINELLI faranno quadrato attorno ai giovani e li aiuteranno a crescere senza patemi cementando al contempo lo spogliatoio e pazienza se ORFEI ci è sfuggito... Meglio lui che uno degli altri non trovate?
- Ha investito su giovani promettenti che, se escludiamo il solo GIRARDI, sono arrivati tutti in comproprietà o con diritto di riscatto della stessa smentendo in maniera clamorosa chi non si fidava della dirigenza rea di valorizzare risorse altrui.
- Sono arrivate tre punte che dovrebbero garantire gol e peso in attacco come piace al mister.
- Si è adeguata nel migliore dei modi alle nuove direttive della LEGA PRO in materia di utilizzo dei giovani ed investimenti remunerati sugli stessi.

Radiografia del Gol gialloblù 2008/2009
GiocatoreAmic.CoppaCamp.Tot.
GIRARDI3--3
TIBONI11-2
PAROLO11-2
ANACLERIO11-2
SCAPINI11-2
CAMPISI11-2
CORRENT2--2
GARZON-1-1
LOSETO-1-1
SIBILANO1--1
GOMEZ TALEB1--1
CASTELLAN1--1
PUCCIO1--1
CONTI1--1

Secondo me questa squadra ha la possibilità di lottare per l'ultimo posto play-off perchè:
- Ha due portieri all'altezza (anche se a me piace di più FRANZESE rispetto a RAFAEL)
- Se SIBILANO ritrova la forma di un tempo e CECCARELLI gioca come a LA SPEZIA il pacchetto centrale sarà invidiabile con BERGAMELLI e CONTI pronti all'evenienza (con il LUMEZZANE hanno palesato segni di miglioramento)
- Sugli esterni di difesa abbiamo l'imbarazzo della scelta: MANCINELLI non è ZAMBROTTA ma in PRIMA DIVISIONE fa la sua figura, MORACCI non mi è dispiaciuto a TRENTO, è uno che spinge molto anche in fase offensiva è può solo migliorare. LOSETO e CAMPAGNA scalpitano ai box e avranno sicuramente possibilità di distinguersi nell'arco del campionato.
- Il centrocampo è di categoria superiore e CORRENT-GARZON-BELLAVISTA regalano all'HELLAS uno dei migliori centrocampo della C1. Ma PAROLO e PUCCIO rappresentano un lusso in sovrappiù e sarebbero titolari in altre squadre anche di fascia medio alta in LEGA PRO.
- Sugli esterni offensivi vale più o meno il discorso fatto su quelli di difesa: credo tanto in ANACLERIO che deve cercare continuità ma sulla destra sa far male mentre a sinistra DA DALT, GOMEZ TALEB e TIBONI quando sono stati impiegati, si sono distinti in fase realizzativa e di creazione della superiorità numerica.
- La boa centrale rappresentata da GIRARDI con SCAPINI in alternativa porta finalmente peso, gol (l'attaccante ex CHIEVO ne ha già fatti 3 anche se solo in amichevole) e duttilità: l'ex PORTOGRUARO permette di schierare la squadra anche con un 4-4-2 e TIBONI si trova a meraviglia anche come vice-GIRARDI

E allora? Basterà solo trovare l'amalgama e la giusta convinzione nei propri mezzi, il resto verrà da sè a cominciare da domani in COPPA e Domenica al BENTEGODI contro la SPAL: FORZA HELLAS PER DIO! ALE' VERONA... ALE' VERONA... ALE' VERONA E CHE I ALTRI I VAGA IN MOOONAAAA! :o)

GIOCO PRONOSTICI BONDOLA/=\SMARSA: Solo 4 i partecipanti (ma dove sono finiti ARK, BRUNI, TARTAN ARMY, XSEMPREGIALLOBLU e BUBU? Ancora in ferie? E tu GABRI non dovevi partecipare? LUCKY, SAVERIO e ALE perchè non provate?) per il momento, ottimo esordio del 'nuovo acquisto' POSE GIALLOBLU' che è campione di giornata con me, BRIDGET ad un punto e BORO è il primo sfigadòn di questa stagione! fatevi sotto, non ci sono limiti ai partecipanti quest'anno e ho fatto un nuovo 'contapunti' che terrà presente risultati medie minimi e massimi di ogniuno per un gioco pronostici più entusiasmante che mai!

Gioco pronostici B/=\S 2008/2009
GiocatorePunti
Smarso06
Pose Gialloblù06
Bridget05
Boro03

Iniziativa di BRIDGET che raccoglie quantità e misure per le magliette B/=\S: prezzi tra i 5 ed i 7 euro informazioni qui.

I video e le interviste del dopo LUMEZZANE - HELLAS VERONA a cura del TGGialloblù:
- SINTESI: LUMEZZANE - VERONA
- LA ROVESCIATA DI SCAPINI
- REMONDINA: E' MANCATO SOLO IL GOL
- SCAPINI: MERITAVAMO LA VITTORIA
- CORRENT: IL PAREGGIO CI STA STRETTO
- PRISCIANTELLI: ARRIVA CECCARELLI


- Puoi commentare questo articolo sul forum BONDOLA/=\SMARSA oppure in coda a questo post per aprire magari uno scambio di opinioni...

SQUADRE

PTTOTALE

RETI

GVNPFSDIF
VENEZIA31100303
CREMONESE31100202
NOVARA31100202
REGGIANA31100211
PRO PATRIA31100101
PADOVA11010440
LEGNANO11010440
MONZA11010110
RAVENNA11010110
PERGOCREMA11010110
SPAL11010110
VERONA11010000
LUMEZZANE11010000
CESENA0100112-1
LECCO0100101-1
SAMBENDETTESE0100102-2
PRO SESTO0100102-2
PORTOGRUARO S.0100103-3




- Chiusa la sessione estiva del calciomercato
Daniele Morante si trasferisce alla Virtus Lanciano, in gialloblù Luca Ceccarelli
Nell’ultimo giorno a disposizione nella sessione estiva del calciomercato, il Direttore Sportivo Riccardo Prisciantelli ha completato due operazioni: in gialloblù arriva Luca Ceccarelli, mentre Daniele Morante si trasferisce al Lanciano. Ceccarelli, difensore nato a Massa il 20 marzo 1983, ha esordito in Serie A con la Fiorentina nel 2001/2002, per poi indossare le maglie di Venezia, Fermana, Spezia, Pro Patria, Catanzaro e Lucchese. Col club ligure ha collezionato nella scorsa stagione 29 presenze ed un gol.



- Con la Spal il posticipo della 2a giornata di campionato
Lunedì 8 settembre alle 20.45 il match sarà trasmesso in diretta sul canale satellitare Rai Sport Più
La Lega Italiana Calcio Professionistico ha disposto che Hellas Verona-Spal, gara valida per la 2a giornata del campionato di Prima Divisione, venga posticipata a lunedì 8 settembre 2008 alle ore 20:45. Il match con la formazione di Dolcetti verrà trasmesso in diretta televisiva su Rai Sport Più, canale 227 della piattaforma Sky.

- Seduta defaticante per i giocatori impiegati a Lumezzane
Possesso palla e partitella a campo ridotto per il resto della squadra, corsa per Tiboni
Lunedì la squadra gialloblù, reduce dal pareggio ottenuto allo stadio "Comunale" contro il Lumezzane, è scesa sul campo dell’antistadio per affrontare una seduta mattutina di allenamento. I giocatori impiegati contro la formazione di Menichini hanno affrontato esercizi di "scarico", mentre gli altri hanno affrontato esercizi sul possesso palla ed una partitella a campo ridotto. Corsa individuale per l’attaccante Christian Tiboni. Prossimo allenamento martedì pomeriggio, sempre all’antistadio.

- Abbonamenti, siamo a quota 6.672
Partita lunedì 1° settembre la seconda settimana di vendita libera
Lunedì 1° settembre è partita la seconda settimana di vendita libera per la campagna abbonamenti 2008/2009 di Hellas Verona Football Club, ed il totale parziale delle tessere acquistate è salito a 6.672.

- Remondina: "La squadra ha creato molto"
"I ragazzi hanno preso campo col passare dei minuti, questo è un buon segnale"
Nella gara d’esordio in Prima Divisione, l’Hellas Verona ha portato a casa un punto, nonostante le molte occasioni create. Dopo il triplice fischio del direttore di gara il tecnico gialloblù Gian Marco Remondina ha commentato la prestazione dei suoi davanti a taccuini, microfoni e telecamere.

Nonostante il punteggio finale, rimasto sullo 0-0, Corrent e compagni hanno creato molti pericoli verso la porta di Zaina: "Oggi ho visto buone cose, i ragazzi hanno creato sei-sette palle gol, prendiamo ciò che di positivo è stato messo in luce sul campo del "Comunale". Tutti gli elementi dell’organico partecipano attivamente, si tratta di un segnale positivo che evidenzia grande forza di volontà."

Sibilano, recuperato quasi in extremis, ha seguito la partita dalla panchina: "Il difensore barese ha lavorato solo due giorni col resto dei compagni, di conseguenza ho preferito non rischiarlo. La linea difensiva si è comunque comportata bene, lasciando poco spazio agli avversari."

Il calendario degli impegni non permette soste, per cui mercoledì 3 settembre la squadra scaligera ospiterà il Rodengo Saiano: "La Coppa Italia ci fornisce l’opportunità di incamerare minuti utili per accrescere la condizione e l’intesa, tutto torna utile per il campionato. Il modulo tattico può variare a seconda delle dinamiche di gioco, col Lumezzane poi il baricentro si è alzato col passare dei minuti. Se una formazione prende campo vuol dire che pure atleticamente le cose stanno migliorando."



- Scapini: "Ci tenevamo ad iniziare con una vittoria"
"Bravo il portiere avversario a respingere d'istinto la mia rovesciata"
Contro il Montecchio ha realizzato la prima rete ufficiale con la maglia dell’Hellas, ed in occasione della gara d’esordio di campionato ha sfiorato il bis. Al termine della sfida col Lumezzane, terminata con un pareggio a reti bianche, l’attaccante Matteo Scapini ha rilasciato alcune dichiarazioni: "Siamo sulla strada giusta, la squadra evidenzia buoni progressi col passare del tempo. Per la partita odierna resta un pò di rammarico, a parere mio si può recriminare anche per due rigori non assegnati dal direttore di gara."

A metà della ripresa l’ex Cuneo ha cercato il gol in acrobazia: "Ho colpito la palla in rovesciata, mi sono girato con la convinzione che fosse gol, ma purtroppo è stato bravo il portiere avversario a respingere d’istinto. Sarebbe stato bello cominciare il campionato con una vittoria, sarà per la partita con la Spal."

Il raggio d’azione della punta è molto ampio, considerando lo schieramento tattico di Remondina: "Da quando sono arrivato sto cercando di apprendere più concetti possibili, mi impegno per capire quali siano i movimenti da adottare in certe situazioni di gioco. Ovviamente quello che conta per ognuno di noi è giocare, ma resto sempre a disposizione del mister."

- Martedì pomeriggio spazio interviste
A disposizione degli organi d'informazione ci saranno Remondina, Sibilano e Conti

- Hellas Verona-Rodengo S., arbitra Costantini di Perugia
Il direttore di gara sarà coadiuvato dagli assistenti Ferentilli (Terni) e Cucchiarini (Città di Castello)

- Hellas Verona-Rodengo Saiano, accrediti stampa
Le richieste per l'ultimo turno di Coppa Italia dovranno pervenire via fax entro le ore 12:00 di martedì 02/09/2008

FONTE: HellasVerona.it


- UFFICIALE: Virtus Lanciano, colpo Morante
Gran colpo di mercato della Virtus Lanciano che, trovato l'accordo sull'ingaggio, si aggiudica l'attaccante Daniele Morante (29), seguito da mezza Lega Pro. Lo scorso anno a Verona, il bomber torna in Abruzzo dove vestirà il rossonero del Lanciano, società che più di tutte l'ha voluto.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com



- Ufficiale: Morante al Lanciano, Ceccarelli all'Hellas Verona
Daniele Morante si può considerare un ex giocatore dell'Hellas. L'attaccante ha raggiunto un accordo con la società del Lanciano, come ha confermato Previdi. Il Lanciano ha acquistato la metà del cartellino del giocatore che nei prossimi due anni guadagnerà 900 mila euro lordi. In riva all'Adige, grazie ai buoni rapporti con il Milan, arriva il difensore centrale, classe 1983, Luca Ceccarelli. Restano all'Hellas, Morabito e, fuori rosa, Dianda e Politti.

Nell'ultimo giorno di mercato, Nardino Previdi e Riccardo Prisciantelli sono riusciti a centrare gli obiettivi prefissati. La società di Corte Pancaldo ha raggiunto l'accordo con il Lanciano per Daniele Morante. L'attaccante ex Sambendettese passa alla società abruzzese con la formula della compartecipazione. In riva all'Adige Morante, in 23 presenze nel campionato regolare, non è mai andato a segno. L'unica rete l'ha siglata nello spareggio d'andata dei playout contro la Pro Patria.

A disposizione di Remondina resta invece Giovanni Morabito. Restano fuori rosa Politti e Dianda, che hanno rifiutato Itala S. Marco e Zurigo. La buona notizia è che da domani l'Hellas può contare su un altro difensore. Come anticipato da tggialloblu.it, Luca Ceccarelli approda al Verona. L'ex difensore dello Spezia, scuola Fiorentina di proprietà del Milan, classe 1983, arriva a titolo definitivo. Ceccarelli ha militato anche nella Fermana (C1), Pro Patria (C1), Catanzaro (serie B) e Lucchese (C1).

FONTE: TGGialloblu.it


- Hellas, anima e carattere ma niente gol
Con il Lumezzane la squadra di Remondina fallisce almeno cinque occasioni buone E rischia per ben due volte di andare sotto
Un punto importante o una vittoria gettata al vento? Il pareggio del Verona a Lumezzane scatena la solita riflessione tra ottimisti e pessimisti. Un anno fa, di questi tempi, una partita così si poteva anche perdere. È vero che l’Hellas ha costruito almeno cinque o sei occasioni limpide a pochi passi dal portiere avversario ma non si può negare che in due occasioni il Lumezzane ha fatto tremare Rafael prima con Dal Rio poi con Zanardini.

Quando si costruiscono tante palle gol in trasferta bisogna fare centro, su questo non devono esserci dubbi, altrimenti si rischia di cadere. Proprio per questo l’esordio in terra bresciana può diventare una lezione per Corrent e compagni che dovranno diventare più concreti per strappare risultati positivi lontano dal Bentegodi ma non si può dimenticare la personalità dimostrata dalla squadra di Remondina per più di un’ora. Qualche problema di troppo all’inizio, quando i padroni di casa si affidano all’entusiasmo dei tanti giovani che popolano la rosa per aggredire l’Hellas.

I gialloblù vanno un po’ in difficoltà ma il reparto difensivo regge l’urto e i due esterni - Anaclerio e Da Dalt - quando serve tornano sulla linea dei centrocampisti. Remondina manda in campo la formazione annunciata, Rafael vince il ballottaggio con Franzese per la maglia numero uno, il tecnico decide di non rischiare Sibilano e manda in campo una coppia centrale giovanissima con Bergamelli e Conti. Il Lumezzane si fa vivo dopo tre minuti con una punizione di Silvestro che Rafael respinge ma non trattiene, Dal Rio mette dentro ma l’arbitro ha già fermato tutto per un fallo dell’attaccante sul portiere.



Passa il tempo e il gioco non decolla, il Verona cerca di controllare le sfuriate dei rossoblù e si affida a Bellavista per ripartire ma la manovra è troppo lenta e le palle che arrivano a Girardi sono troppo sporche. Pochi sprazzi anche sugli esterni, Anaclerio e Da Dalt partono con i piedi sulla linea e non trovano l’occasione giusta per rendersi pericolosi. Un brivido al 23’ quando Emerson si gira al limite e fa partire un bel sinistro. Fuori di poco. L’Hellas si sveglia, alla mezz’ora arrivano due occasioni d’oro sempre con Da Dalt. Il primo tiro dell’argentino dopo un’azione manovrata da Mancinelli e Corrent finisce sull’esterno della rete. Un minuto dopo Da Dalt si libera in area e fa partire un gran destro. Zaina rimedia come può, la palla sbatte sul palo e finisce in angolo. Il Verona insiste, Girardi entra in area e viene steso. La moviola dice che potrebbe essere rigore, l’arbitro lascia correre.

I gialloblù comandano il gioco ma al 40’ rischiano la beffa. Moracci perde la palla nella trequarti avversaria, Zanardini fa settanta metri di campo e serve Dal Rio che scatta sul filo del fuorigioco e si presenta solo davanti a Rafael. Destro a colpo sicuro, miracolo del portiere brasiliano che mette in corner. Il tempo si chiude con il Verona in attacco che non sfrutta con Girardi l’assist dalla destra di Anaclerio. La ripresa si apre con l’Hellas ancora in avanti. Al 2’ grande azione di Mancinelli sulla destra, palla in mezzo per Da Dalt, tocco per Corrent, botta da posizione centrale, alto sopra la traversa. Il Verona rischia al 6’ quando la difesa fa passare una palla in mezzo all’area, sulla destra arriva Zanardini che entra in area e cerca l’eurogol. Niente da fare.

La spinta offensiva del Lumezzane si chiude qui. Poi è solo Hellas. All’8’ Bergamelli anticipa l’avversario e si fa 80 metri palla al piede per servire Girardi, pronto il sinistro, Zaina mette in angolo. Due minuti dopo Remondina toglie Anaclerio e manda in campo Parolo, cambia la disposizione offensiva con due punte - Girardi e Da Dalt - e un fantasista tra attacco e centrocampo. La mossa è buona, i gialloblù possono passare in vantaggio con Girardi che non sfrutta due buone occasioni su lancio di Bellavista e Parolo. Al 20’ fuori Girardi, dentro Scapini e il bomber di Bovolone si presenta subito con un capolavoro. Rovesciata da applausi in area, Zaina si supera e mette ancora in corner. Mancano venti minuti alla fine, Remondina gioca anche la carta Campisi al posto di Da Dalt, cambia ancora la disposizione tattica ma il Lumezzane arretra il baricentro e fanno muro davanti alla porta e i gialloblù non trovano più spazi per passare. Finisce zero a zero, poteva andare meglio.

- CORRENT
Il capitano spinge la squadra
Un po’ in difficoltà nel primo tempo, anche il capitano cresce nella ripresa in mezzo al campo e va spesso in avanti. Trascina più volte i compagni all’arrembaggio per cercare di strappare la vittoria a Lumezzane

- MORACCI
Errori che possono costare cari
Deve migliorare, soprattutto dal punto di vista tattico. Da un paio di suoi errori gravi gli avversari ne approfittano per ripartire in contropiede. Fa meglio nella ripresa quando va in più occasioni sul fondo per crossare



- GIAN MARCO REMONDINA
«Una vittoria ci stava ma va bene anche così I ragazzi mi sono piaciuti» Ho rinunciato a Sibilano perché era fermo da 15 giorni Ci siamo parlati e mi ha capito
Sereno e rilassato. «L’esordio che mi aspettavo», ammette Gian Marco Remondina. L’allenatore del Verona non vedeva l’ora di scendere in campo per vedere cosa ha fatto l’Hellas finora, la sua analisi al termine della gara è molto razionale. «Mi è piaciuto lo spirito dei ragazzi, hanno fatto una gara intensa».

Si poteva portare a casa una vittoria?
«Sì, ci poteva stare, il Verona non avrebbe rubato nulla ma può andare bene anche così. Volevo vedere un confronto con una squadra di pari categoria e il gruppo ha risposto bene. Adesso abbiamo delle basi sulle quali possiamo lavorare».
Troppi errori sotto la porta avversaria...
«Anche questo è vero ma è una costante di questa squadra per quello che ho potuto vedere nelle prime gare di campionato e potrebbe essere una costante per tutto il campionato, non solo per il Verona. Non si può sperare di costruire quattro o cinque occasioni importanti e fare tre gol. Per andare a segno serve qualcosa in più. Questo non vuol dire che dobbiamo tirare in porta cento volte per fare centro, anche questa deve essere una lezione per diventare più concreti».
Bene nella fase finale del primo tempo e nella ripresa, in difficoltà all’inizio. Come mai?
«Mi aspettavo anche questa partenza, abbiamo trovato una squadra neopromossa, un gruppo giovane ma non è facile giocare contro il Lumezzane, ve lo posso giurare. Sono partiti subito forte, hanno aggredito a tutto campo ma noi li abbiamo controllati bene».
Una buona prova anche della difesa con due centrali molto giovani...
«Mi sembra di sì visto come sono andate le cose. Bisogna stare attenti ai particolari. Abbiamo regalato un’occasione importante quando abbiamo sbagliato palla nel primo tempo e poi abbiamo concesso il tiro di Zanardini all’inizio della ripresa. Dobbiamo stare più attenti sui calci piazzati».
Alla fine ha rinunciato a Sibilano. Perché?
«Un discorso di coerenza. Lui dà sicuramente esperienza a tutto il reparto ma è fermo da quindici giorni, è tornato in gruppo solo giovedì. Conti e Bergamelli hanno sempre giocato insieme nell’ultimo periodo, dovevano giocare loro. Ho parlato con Sibilano, ho spiegato la situazione, ha capito. Anche perché dovevamo giocare una partita delicata, un esordio difficile».
Anche a Lumezzane Remondina ha cambiato il modulo offensivo nell’ultima mezz’ora...
«Avevo già provato questa situazione a Montecchio, in Coppa. Un’alternativa perché in questo momento abbiamo solo due esterni di ruolo e sono quelli che corrono di più e spendono di più durante la partita. Con Parolo alle spalle delle punte possiamo sfruttare la sua capacità di andare in profondità senza perdere l’equilibrio in mezzo al campo».

- Parata strepitosa Rafael salva il risultato

- GLI AVVERSARI.
SODDISFAZIONE TRA I BRESCIANI PER IL PAREGGIO: «CHI L’HA DETTO CHE DOBBIAMO LOTTARE SOLO PER SALVARCI?»
«Il Verona ci ha fatto venire i brividi» Il presidente rossoblù Cavagna: «Abbiamo concesso un po’ troppo ai gialloblù, ma anche noi siamo andati vicini al gol»

FONTE: LArena.it



- I gialloblù creano ma falliscono parecchie occasioni e non passano a Lumezzane
Hellas, un pari che sta stretto
La nota positiva è che stavolta all’esordio l’Hellas non ha perso. La negativa è che contro una squadra neopromossa, i gialloblù non sono riusciti a segnare neanche un gol, che avrebbe consentito loro di portare a casa i tre punti. C’era tanta curiosità di vedere il nuovo Verona di Remondina affrontare un avversario di categoria in un match con i tre punti in palio, ma per emettere giudizi e sentenze su questa formazione ricostruita da Previdi e Prisciantelli, bisogna aspettare ancora.

Remondina manda in campo Rafael , preferito a Franzese, e tiene in panchina Sibilano, reduce da un infortunio muscolare. In attacco Anaclerio e Da Dalt, appoggiano Girardi. In difesa sono Bergamelli e Conti a chiudere le trame avversarie. Passa appena un quarto d’ora e il Verona si fa vedere con un colpo di testa (alto) di Girardi, imbeccato da Moracci. Occasionissima al 31’: Corrent pesca Da Dalt che fa partire un tiro forte e preciso su cui Zaina si deve superare deviando in angolo. Occasione pareggiata al 41’, quando Zanardini parte in contropiede e cerca di beffare Rafael con un pallonetto. Il portiere brasiliano è bravissimo a mettere in corner.
Ancora Hellas in attacco nel secondo tempo: al 16’ Zaina, ancora una volta salva il risultato su destro di Girardi. Ultimo brivido al 69’ sulla rovesciata di Scapini: il miracolo di Zaina impedisce all’Hellas di vincere.

A fine match Remondina ha spiegato. «Soddisfatto per l’impegno che tutti stanno mettendo. Abbiamo avuto tante occasioni che non abbiamo concretizzato. Penso che questa sia la strada giusta. Dalla società mi aspetto un difensore esperto che sappia guidare i compagni più giovani».

- Da Dalt il migliore, Rafael non delude

FONTE: Leggo.it



- LEGA PRON E L’ESORDIO A LUMEZZANE I GIALLOBLÙ NON SFONDANO E DEVONO ACCONTENTARSI DEL PARI
L’Hellas semina ma non raccoglie

- L’ingresso di Parolo dà la scossa

- «Abbiamo avuto molte occasioni, il gruppo c’è e ha risposto»
«Siamo a recriminare per una vittoria mancata, le occasioni avute parlano chiaro». GianMarco Remondina a fine gara è amareggiato, il suo Hellas poteva fare bottino pieno a Lumezzane, e lui ci ha sperato fino al fischio finale. «Tuttavia – prosegue - oggi mi interessava vedere un gruppo pronto, unito, e così è stato. Ho visto un centrocampo che filtrava bene per aiutare la difesa e dei buoni inserimenti inavanti a supportare l’attacco. Certo, si deve ancora migliorare. Il cambio di modulo? Dovuto anche alla momentanea penuriadi esterni, ora comunque so che possiamo far bene con entrambe le disposizioni tattiche».

FONTE: DNews.eu




[OFFTOPIC]
Vita da ex: Florian MYRTAJ dall'AREZZO al SORRENTO e Fabrizio CAMMARATA dalla SALERNITANA alla PRO PATRIA... TENNIS: Grande la PENNETTA che elimina la MAURESMO agli US OPEN. CALCIOMERCATO A: GENOA scatenato arrivano MILITO e JANKOVIC, DOMIZZI all'UDINESE, ARONICA al NAPOLI, SUCCI al PALERMO e STENDARDO al LECCE. DANNI ROMA-NAPOLI: Ecco il conto...
Vita da ex: Florian MYRTAJ dall'AREZZO al SORRENTO e Fabrizio CAMMARATA dalla SALERNITANA alla PRO PATRIA...
- UFFICIALE: Sorrento, colpo Myrtaj
Il Sorrento strappa in extremis al Potenza l'attaccante albanese Florian Myrtaj (31). La punta di Valona proviene a titolo definitivo dall'Arezzo, con cui ha messo a segno 6 reti in 18 presenze nel corso dell'ultima stagione. Negli ultimi anni il giocatore ha vestito anche le maglie di Verona in B (44 gare e 14 reti), Catanzaro (4 colpi in 14 presenze), Perugia (15 partite), Cesena (12 marcature in 28 apparizioni) e Teramo due anni fa (33 presenze e 8 gol).

- UFFICIALE: Pro Patria, preso Cammarata
La Pro Patria chiude con la Salernitana la trattativa che porterà, con la formula del prestito, Fabrizio Cammarata (33) in maglia biancoblu. L'ex attaccante di Verona, Juventus, Torino, Pescara, Parma e Catanzaro si è diviso nel corso dell'ultimo torneo tra il Taranto (11 gare disputate) ed i granata, con cui ha messo insieme 9 presenze.

FONTE: TuttoMercatoWeb.com


TENNIS: Grande la PENNETTA che elimina la MAURESMO agli US OPEN. CALCIOMERCATO A: GENOA scatenato arrivano MILITO e JANKOVIC, DOMIZZI all'UDINESE, ARONICA al NAPOLI, SUCCI al PALERMO e STENDARDO al LECCE. DANNI ROMA-NAPOLI: Ecco il conto...
- Us Open: impresa Pennetta Finalmente i quarti
La brindisina batte la francese Mauresmo con un netto 6-3 6-0 e raggiunge una storica qualificazione, sfiorata già all'ultimo Roland Garros. Cinque anni fa il traguardo era stato raggiunto dalla Schiavone

- Genoa: Milito e Jankovic
Ultima giornata di mercato, trattative chiuse alle 19. Dopo un estenuante tira e molla, i rossoblù ingaggiano l'attaccante del Saragozza. E dal Palermo arriva il fantasista. Domizzi all'Udinese, il Napoli lo sostituisce con Aronica. Succi al Palermo, Stendardo al Lecce

- Roma-Napoli, ecco i danni. A ottobre i primi processi
20 autobus su 39 danneggiati. E gli atti di vandalismo di alcuni ultras napoletani sul treno per la capitale costeranno 500 mila euro. Il Questore di Napoli si smarca: "In partenza dalla stazione era tutto a posto e tranquillo". Convalidati gli arresti dei 5 teppisti (2 tifosi del Napoli, tre della Roma), peraltro subito scarcerati

FONTE: Gazzetta.it
Condividi questo articolo:
Vota su WikioFav This With TechnoratiSalva su SegnaloVota su Fai InformazioneVota su DiggitaFurl this pageStumble Upon ToolbarSegnala su ziczac
Add To Del.icio.usCondividi su MeemiMixx This

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaNapoli RÔMULO

#VeronaNapoli highlights

Wallpapers gallery