Mercato HELLAS: i nomi nuovi sono Lanzoni, Imburgia, Trezzi, Gomez, Bergamelli. PREVIDI: Servono giardinieri...

CALCIOMERCATO: PREVIDI e PRISCIANTELLI hanno parlato di squadra già pronta per il nuovo allenatore REMONDINA, ma se quelli che rimarranno dopo la passata stagione si possono letteralmente contare sulle dita di una mano (e non sono nemmeno tutti sicuri) chi saranno mai? Si 'azzardano' i nomi di LANZONI, IMBURGIA, TREZZI, GOMEZ TALEB e BERGAMELLI oltre ai soliti di cui si parla da giorni: CAMPISI, CISSÈ e TIBONI dall'ATALANTA, DA DALT dalla TRIESTINA (dato per assolutamente certo) e PUCCIO dall'INTER. FILO DIRETTO HELLAS VERONA-CHIEVO: Sembra scongiurato il pericolo buste nell'affare IUNCO, PREVIDI e SARTORI si sono incontrati Sabato e l'incontro è stato definito positivo da entrambi, di più non è dato sapere per il momento ma sembra che, per la seconda metà di IUNCO, Nardino abbia ottenuto la comproprietà di PAROLO ed il prestito con diritto di riscatto (della metà?) di GIRARDI. GARZON? Dovrebbe rientrare nel giro pure quello ma il mastino del centrocampo scaligero non sembra molto intenzionato a ridursi l'ingaggio... Le parti dovrebbero comunque accordarsi (sperem), il procuratore di Stefano dice che al 70% sarà HELLAS... PREVIDI: Intervistato da Luca MANTOVANI rivela di avere già la squadra pronta per Gianmarco REMONDINA, chiede pazienza almeno fino a SETTEMBRE e si assume tutte le responsabilità sulle scelte anche dolorose che CORTE PANCALDO ha fatto e farà in futuro. Col CHIEVO nessun problema, GARZON POTREBBE RIMANERE. DA SILVA e MORANTE? Non c'è più spazio per loro nell'HELLAS VERONA che verrà, noi li aiuteremo a trovare un altro ingaggi ma se alla ripresa del campionato dovessero essere ancora con noi si rassegnino perchè in ritiro non li potremo portare, faranno i giardinieri!
CALCIOMERCATO: PREVIDI e PRISCIANTELLI hanno parlato di squadra già pronta per il nuovo allenatore REMONDINA, ma se quelli che rimarranno dopo la passata stagione si possono letteralmente contare sulle dita di una mano (e non sono nemmeno tutti sicuri) chi saranno mai? Si 'azzardano' i nomi di LANZONI, IMBURGIA, TREZZI, GOMEZ TALEB e BERGAMELLI oltre ai soliti di cui si parla da giorni: CAMPISI, CISSÈ e TIBONI dall'ATALANTA, DA DALT dalla TRIESTINA (dato per assolutamente certo) e PUCCIO dall'INTER.

FILO DIRETTO HELLAS VERONA-CHIEVO: Sembra scongiurato il pericolo buste nell'affare IUNCO, PREVIDI e SARTORI si sono incontrati Sabato e l'incontro è stato definito positivo da entrambi, di più non è dato sapere per il momento ma sembra che, per la seconda metà di IUNCO, Nardino abbia ottenuto la comproprietà di PAROLO ed il prestito con diritto di riscatto (della metà?) di GIRARDI. GARZON? Dovrebbe rientrare nel giro pure quello ma il mastino del centrocampo scaligero non sembra molto intenzionato a ridursi l'ingaggio... Le parti dovrebbero comunque accordarsi (sperem), il procuratore di Stefano dice che al 70% sarà HELLAS...

PREVIDI: Intervistato da Luca MANTOVANI rivela di avere già la squadra pronta per Gianmarco REMONDINA, chiede pazienza almeno fino a SETTEMBRE e si assume tutte le responsabilità sulle scelte anche dolorose che CORTE PANCALDO ha fatto e farà in futuro. Col CHIEVO nessun problema, GARZON potrebbe rimanere. DA SILVA e MORANTE? Non c'è più spazio per loro nell'HELLAS VERONA che verrà, noi li aiuteremo a trovare un altro ingaggi ma se alla ripresa del campionato dovessero essere ancora con noi si rassegnino perchè in ritiro non li potremo portare, faranno i giardinieri!


Lista dei calciatori svincolati al: 18/01/2008

RuoloNomeStato contrattoIntenzioni della società
ALL.REMONDINADef. 1 anno-
POR.CECCHINIPrimavera-
POR.FRANZESE??
POR.RAFAELComproprietà (SANTOS)Trattativa
DIF.CASTELLANPrimavera-
DIF.COMAZZIPluriennaleNon si vuole tenere
DIF.DIANDAPrestito (VIBONESE)Rientra a VERONA
DIF.DI BARIPrestito (TARANTO)Rientra alla base
DIF.GERVASONIComproprietà (ALBINOLEFFE)Cedere la metà rimanente
DIF.GONNELLAPrestito (GROSSETO)Rientra alla base
DIF.HURMEPrestito (UDINESE)?
DIF.MORABITO?Non si vuole tenere
DIF.ORFEIIn scadenzaSi vuole tenere
DIF.POLITTIComproprietà (UDINESE)Trattativa
DIF.SIBILANO?Si vuole tenere
DIF.TURATIComproprietà (CESENA)Rientra a VERONA?
DIF.SMANIAPrestito (CANAVESE)Rientra a VERONA
CEN.BELLAVISTA?Si vuole tenere
CEN.COLUCCI G.Comproprietà (CATANIA)Cedere la metà rimanente
CEN.CORRENT?Rimane ma a stipendio ridotto
CEN.GARZONPrestito (CHIEVO)Trattativa per rinnovo
CEN.GIRALDIPrimavera-
CEN.GRECOComproprietà (ROMA)Trattativa
CEN.HERZANPrestito (LA SPEZIA)Rientra a VERONA?
CEN.MANCINELLI?Rimane ma a stipendio ridotto
CEN.MINETTIIn scadenza?Non si vuole tenere
CEN.PIOCELLEPluriennaleNon si vuole tenere
CEN.VIGNAPrestito (AREZZO)Rientra alla base
ATT.ALTINIERPrestito (MANTOVA)Rientra alla base
ATT.CISSÈPrestito (ATALANTA)Trattativa per rinnovo
ATT.DA SILVAPluriennaleNon si vuole tenere
ATT.FODERAROComproprietà (VITERBESE)Rientra a VERONA
ATT.IAKOVLEVSKIPrimavera-
ATT.IUNCOComproprietà (CHIEVO)Trattativa/Buste
ATT.MORANTEPluriennaleNon si vuole tenere
ATT.PASTRELLOIn scadenza?
ATT.STAMILLAPrestito (PIACENZA)Rientra alla base
ATT.VRIZPrimavera-
ATT.ZEYTULAEVPluriennaleNon si vuole tenere

LEGENDA: In grassetto i nomi sicuri del futuro HELLAS VERONA.
                  I ruoli con il link conducono alla scheda relativa al giocatore/tecnico.



- Mercato: ecco chi sono tutti i nuovi del Verona
Dopo l'allenatore, la squadra. Nelle prossime ore molte le trattative che saranno definite dai due uomini mercato dell'Hellas, Previdi e Prisciantelli. Lanzoni, Imburgia, Trezzi, Gomez, Bergamelli: ecco chi sono i giocatori che potrebbero far parte del nuovo Verona.
Sarà un Verona tutto nuovo (o quasi) quello che avrà in mano nella prossima stagione mister Remondina. Molti i giocatori cercati e bloccati in queste settimane dai due uomini mercato dell'Hellas, Nardino Previdi e Riccardo Prisciantelli. Trattative, ora, dopo la scelta dell'allenatore, in fase di definizione.


IMBURGIATREZZIGOMEZ TALEB

Con l'Atalanta l'Hellas ha parlato a lungo soprattutto di due giocatori: il difensore Dario Bergamelli e il centrocampista Luisito Campisi. Il primo, 21 anni, difensore centrale, ha giocato l'ultimo campionato in prestito a Manfredonia (31 presenze, 2.572 minuti giocati), il secondo, 21 anni, è uno dei pochi '87 che ha già due campionati "giocati" di C/1 alle spalle. Campisi quest'anno ha collezionato 27 presenze e 1 gol nella Massese, l'anno scorso aveva invece giocato 27 partite nel Pizzighettone. Verona che ai neroazzurri ha chiesto anche la conferma di Karamoko Cissè e si è messo in lista per Cristian Tiboni, classe '88, attaccante a metà tra Atalanta e Udinese, quest'anno salito in B con il Sassuolo (10 presenze, 1 gol). Tiboni-Cissè era la coppia d'attacco dell'Atalanta Primavera che fece molto bene due stagioni fa.

Il filo diretto con la Triestina ha già portato all'arrivo dell'argentino Da Dalt, ma il Verona punta anche ad un altro alabardato: si chiama Juan Ignacio Gomez Taleb, classe '85, da due campionati nel Bellaria in C/2. Preso quattro anni fa dalla D (20 presenze, 3 gol nel Ferentino). Gomez ha giocato 8 spezzoni di partita in B con la Triestina nel torneo 2002/06 prima di essere ceduto in prestito per due stagioni al Bellaria dove ha giocato complessivamente 54 partite e segnato 9 gol, 7 nell'ultima stagione.

Nome caldo anche quello di Matteo Lanzoni, classe '88, difensore esterno destro (e capitano) della Sampdoria Primavera e nazionale Under 19 (come Campisi). Il Verona lo ha bloccato durante le finali del torneo Primavera vinto proprio dalla Sampdoria. Al procuratore di Lanzoni, Cavalli, sono arrivate poi diverse offerte, anche dalla B, ma il Verona sarebbe ancora in pole position e a giorni dovrebbe chiudere la trattativa. Dal campionato Primavera arriverà anche Puccio, giovane talento che l'Inter ha già fatto esordire sia in Champions che in Coppa Italia.


LANZONIBERGAMELLICAMPISI

Dalla Pro Patria, retrocessa in C/2 dopo lo spareggio con il Verona, dovrebbero invece arrivare il difensore esterno sinistro Giuseppe Imburgia (28 anni, 27 presenze e 1 gol - all'Hellas - nell'ultimo campionato e l'attaccante esterno Carlo Raffaele Trezzi (26 anni, 24 presenze e 3 gol) entrambi in scadenza di contratto.

- Iunco resta al Chievo. Accordo raggiunto con l'Hellas
Mino Iunco resta al Chievo. Sabato l'incontro tra i direttori sportivi Sartori e Previdi ha portato ad una schiarita nella difficile trattativa per la risoluzione della comproprietà dell'attaccante brindisino.
Mino Iunco resta al Chievo. Previdi e Sartori si sono incontrati sabato per trovare l'accordo sulla comproprietà di Antimo Iunco. "E' stato un incontro positivo", ha commentato il diesse del Chievo Sartori. "Il rischio buste? Direi che è stato scongiurato". I dettagli dell'operazione non sono ancora stati resi noti. E' sicuro che i giovani Parolo e Girardi saranno girati al Verona: il primo in comproprietà, l'attaccante in prestito con diritto di riscatto. Anche Garzon dovrebbe essere inserito nell'operazione, ma il centrocampista non è intenzionato a ridursi l'ingaggio per rientrare nel tetto limite deciso da Arvedi e Previdi. Dettagli che saranno sistemati nei prossimi giorni.

- Il procuratore di Garzon: al 70% resta al Verona
Trovato l'accordo tra Verona e Chievo, ora bisogna discutere dell'ingaggio del centrocampista che Previdi vuole "tagliare". Il procuratore Corsi: "Resta al Verona al 70 per cento"

FONTE: TGGialloblu.it


- L’ULTIMATUM.
NARDINO PREVIDI ILLUSTRA I PIANI PER COSTRUIRE LA SQUADRA DELL’ANNO PROSSIMO. UN CONSIGLIO AGLI ATLETI CON I CONTRATTI PIÙ ONEROSI
«Chi non se ne va? Farà il giardiniere». «Ho già detto a giocatori come Morante e Da Silva che nel progetto del Verona non c’è spazio per loro»
Si è seduto in prima fila e ha seguito la presentazione del nuovo allenatore dell’Hellas da un punto di vista privilegiato. L’introduzione del presidente Arvedi, l’intervista a Remondina, l’irruzione dei tifosi e la contestazione al Conte, il ritorno della tranquillità e la conclusione della conferenza stampa. Alla fine ha parlato lui, Nardino Previdi da Sassuolo, il consulente tecnico del presidente gialloblù. Parole pesanti come macigni, soprattutto per chi non vuole allinearsi con i nuovi programmi di Corte Pancaldo.«Non parlatemi di ridimensionamento, diciamo che vogliamo spendere i soldi bene, non possiamo gettarli dalla finestra», attacca il Vecchio Leone.



Il primo tassello è stato messo, è arrivato il nuovo allenatore...
«Abbiamo chiuso l’accordo con il tecnico che avevamo individuato da tempo. Lo conosco bene, l’ho avuto come giocatore a Reggiana, l’ho seguito nella sua carriera da allenatore. Attento, pignolo, preparato in allenamento, aggressivo in campo, quando serve. Può essere l’uomo giusto per individuare la squadra che gli metteremo a disposizione, un gruppo giovane, con tanta buona volontà, caparbio, gagliardo. I giocatori dovranno divertirsi e far divertire il pubblico».
Cosa succederà adesso?
«Continua il nostro progetto. Abbiamo già definito gli accordi con una decina di giocatori, aspettiamo di vedere che cosa succederà giobedì 19 in Lega, di capire come saranno gli organici e poi chiuderemo definitivamente i contratti. Abbiamo trovato ragazzi interessanti, vengono da club importanti, alcuni hanno già giocato in categoria, altri hanno fatto benissimo in Primavera».
Ancora prestiti. Così si maturano giovani interessanti che poi tornano alla base...
«Chi l’ha detto che arriveranno solo giocatori in prestito? Non sarà così, valuteremo di caso in caso. Cercheremo anche di fare degli investimenti, giovani in comproprietà oppure in prestito con diritto di riscatto. Non sempre i prestiti sono negativi. Vi ricordate Pippo Inzaghi? Arrivò a Verona dopo la stagione nel Leffe, il cartellino era del Piacenza. Alla fine dell’anno tornò in biancorosso ma noi guadagnammo mezzo miliardo, i soldi servirono per costruire la squadra che vinse in campionato»
I rapporti con il Chievo?
«Buonissimi. Tutto va a gonfie vele. Iunco è in comproprietà, Garzon ha giocato nel Verona in prestito e potrebbe rimanere. Abbiamo già parlato, non ci sono problemi».
Ci sono novità per quelli della vecchia guardia?
«Abbiamo già definito il gruppo dei giocatori che potrebbero restare a Verona anche l’anno prossimo: da Bellavista a Sibilano, da Orfei a Corrent, da Rafael a Mancinelli. Abbiamo parlato con loro e con i procuratori, aspettiamo un segnale. Gli ingaggi vanno ridotti, l’Hellas non può più permettersi certe cifre. Tutti parlano di attaccamento alla maglia, è il momento di dimostrarlo».
E come si comporterà il Verona con i giocatori che non faranno più parte del progetto gialloblù?
«Sanno da tempo che non fanno più parte del nostro progetto, hanno contratti onerosi e non hanno le caratteristiche adatte alla squadra che vogliamo costruire. Morante, Da Silva, Morabito...? Il discorso vale anche per loro. Devono trovare un’altra squadra, noi cercheremo di dare una mano ma tocca a loro darsi da fare. Altrimenti saranno messi da parte, finiranno in un angolo, non possiamo permetterci di portarli con noi in ritiro. Se vogliono fare i giocatori dovranno andarsene, altrimenti faranno i giardinieri».
Ua responsabilità pesante...
«Lo so ma la faccia la metto io. Non dimentichiamo che questi giocatori hanno giocato nel Verona ultimo in classifica dalla prima all’ultima giornata, non hanno vinto la Coppa dei Campioni».
I tifosi vogliono garanzie. Cosa può dire Previdi?
«Dateci un po’ di tempo, una tregua. Sono convinto che possiamo fare bene, abbiamo costruito una squadra che può regalare soddisfazione ai fedelissimi gialloblù. So che ci saranno dei problemi ma abbiamo la possibilità di superarli. A settembre faremo il primo bilancio, sono pronto a prendermi le responsabilità».
La contestazione contro Arvedi alla presentazione di Remondina non porta certo tranquillità...
«Una protesta fuori luogo,credetemi. Quando si riparte ci deve sempre essere un po’ d’entusiasmo. Capisco la passione, la sofferenza che hanno provato i tifosi in questi anni ma noi cerchiamo di dare il massimo per far crescere un progetto. Non m’interessano i proclami, non faccio promesse. Chiediamo solo un po’ di fiducia per mettere due o tre cose a posto, sappiamo che dobbiamo rispondere solo un campo. Senza alibi».

FONTE: LArena.it



- SENZA PACE
L’era Remondina comincia male: i tifosi gialloblù già contestano
È iniziata l’avventura di Gian Marco Remondina sulla panchina dell’Hellas. Sabato mattina l’allenatore bresciano è stato presentato da Piero Arvedi. Un’introduzione veloce del patron gialloblù: «Comincia una nuova stagione, che speriamo abbia risultati migliori di quelli di quest’anno». Arvedi è rimasto poco in sala, costretto ad uscire da una cinquantina di tifosi che gli hanno srotolato alle spalle lo striscione portafortuna di Busto Arsizio “Adesso vendi il Verona”. Assediato anche a casa sua, il presidente si è
defilato quando il gruppo di sostenitori ha esposto lo slogan. Remondina, evidentemente imbarazzato, ha comunque ben gestito le parole, dimostrando fermezza. «Per me è un grande salto arrivare a Verona. Sono convinto del progetto di Previdi. Voglio giocatori giovani, di carattere, dotati di grande motivazione. L’Hellas vuole gettare le basi per creare entusiasmo, chi vince i campionati ha alle spalle un organico caratterizzato da un blocco importante più qualche innesto mirato. Lo zoccolo duro a cui ci si riferisce si crea attraverso persone che condividono vittorie e sconfitte, perché tutto ciò cementa il gruppo. In campo metteremo giocatori che lottano per guadagnarsi la pagnotta e meritarsi la riconferma». Il 14 luglio avrà inizio il ritiro in Val Passiria.

- ACCORDO RAGGIUNTO CON L’HELLAS, IN SETTIMANA ARRIVERANNO LE FIRME
Iunco resta alla corte di Iachini. Al club di Arvedi andranno la comproprietà di Parolo, la metà di Garzon e Girardi in prestito.
Sempre meglio cominciare a mettereaposto gli oggetti che si hanno in casa che il giardino che sta fuori. Gli “oggetti” che il Chievo ha in casa sono i giocatori che vestono già la casacca gialloblù. Il giardino è composto da tutti quelli che il ds Sartori sta vagliando per allestire una squadra che possa raggiungere la salvezza il prossimo anno in A. Una delle questioni più spinose è la risoluzione della comproprietà di Iunco (a metà tra Chievo e Hellas). Sartori e lo stesso giocatore si dicono ottimisti e la cosa non si dovrebbe risolvere alle buste. L'Hellas Verona, in cambio di metà cartellino dell'attaccante di Brindisi, ha chiesto la metà di Garzon, la comproprietà di Parolo (lo scorso anno a Foligno, per lui non un gran campionato) e il prestito di Girardi. Nei prossimi giorni ci dovrebbe essere l'accordo tra le due società scaligere.

FONTE: DNews.it



- Previdi avvisa: «Si trovino un’altra squadra». Preso Da Dalt dalla Triestina
«Morante e Da Silva? Qui faranno i... giardinieri»
Nessuna promessa, ma un unico obiettivo. «Impegno, tanto lavoro e la consapevolezza che faremo bene, molto bene». Gianmarco Remondina, nuovo tecnico dell’Hellas, non è turbato per la contestazione che alcuni tifosi hanno messo in scena durante la conferenza stampa di presentazione. «Tutto questo - spiega - mi ha fatto capire una volta di più l’importanza di questa piazza. Verona è la grande occasione della mia carriera. Non ho mai allenato in una società così blasonata».

Arriva Da Dalt. Ora il lavoro più importante lo deve fare Nardino Previdi con il suo braccio destro, Riccardo Prisciantelli. Come primo mattoncino è stato definito l’accordo con l’argentino della Triestina Franco Da Dalt, 21 anni, puntero esterno. Poi Previdi darà l’assalto all’attaccante della Fiorentina Di Carmine. Con il Chievo è tornato il sereno: Iunco resterà alla corte di Campedelli, in cambio di Parolo e Girardi. Preso anche il difensore Bergamelli. In arrivo dall’Atalanta Luisito Campisi, centrocampista, 21 anni. Anche Cissè dovrebbe restare.

I “giardinieri”. «Si devono trovare una squadra se non vogliono fare i giardinieri», ha detto con una delle sue feroci battute il diesse. Destinatari: Morante e Da Silva. «Una cosa è certa - ha chiuso Previdi -, qui per loro non c’è più spazio». E sul fronte-ingaggi si va verso un tetto massimo di centomila euro. Il ritiro dell’Hellas inizierà il 14 luglio, in Val Passiria.

FONTE: Leggo.it


- REMONDINA: RISPETTO PER IL VERONA
Nel giorno della presentazione, e della contestazione dei tifosi a Piero Arvedi, il nuovo tecnico Gianmarco Remondina ha avuto parole importanti per i suoi nuovi tifosi: "In campo giocheremo pensando alla maglia e alla gente che ci guarda e merita tanto"

- PREVIDI: CHI NON RIDUCE LO MANDO NEL MIO CORTILE
Il direttore tecnico del Verona Nardino Previdi non le manda certo a dire. "Chi non ha intenzione di decurtarsi l'ingaggio per il bene del Verona potrà continuare ad allenarsi nel mio cortile".

FONTE: RadioVerona.it




[OFFTOPIC]
Comproprietà di IUNCO, parla SARTORI del CHIEVO... Vita da ex: ABBRUSCATO porta il LECCE in Serie A... EUROPEI: DONADONI fa pretattica, DOMENECH ha un'unica certezza: HENRY, VAN NISTELROOY assicura: l'OLANDA sarà leale. BRASILE: La stampa verdeoro non digerisce la sconfitta della squadra di DUNGA contro il PARAGUAY
Comproprietà di IUNCO, parla SARTORI del CHIEVO...
- Per l’attaccante, in comproprietà col Verona, il ds Sartori è fiducioso: «Troveremo l’accordo». Iunco: «Voglio restare al Chievo».
Una schiarita all’orizzonte. Sartori e Previdi hanna parlato della comproprietà di Mino Iunco. «Siamo a buon punto», fa sapere il diesse del Chievo. «Credo che eviteremo le buste». Ermetico, ma nemmeno troppo, l’uomo mercato di Campedelli. Intanto Iunco, che sta trascorrendo alcuni giorni di vacanza a Brindisi, si dice tranquillo. «La mia volontà è nota a tutti. Punto alla riconferma nel Chievo in serie A. Spero che le due società trovino un accordo sul riscatto. Non so bene quali siano state le richieste e le offerte. Non mi interessa: sono tranquillo e aspetto senza ansie di conoscere il mio destino».

Iunco tiene a precisare che la trattativa fra Chievo e Verona non ha nulla a che vedere con l’eventuale discussione di un nuovo contratto. «Non so chi abbia parlato di problemi legati al mio ingaggio. Prima le due società si devono mettere d’accordo. Poi si parlerà del mio contratto. Ripeto, voglio restare al Chievo. Le basi di partenza sono buone per arrivare alla fumata bianca. Sono fiducioso, vedrete che si troverà una soluzione che vada bene a tutti».

FONTE: Leggo.it


Vita da ex: ABBRUSCATO porta il LECCE in Serie A...
- LA FINALE DEI PLAY OFF.
L’ALBINOLEFFE PAREGGIA NEL FINALE LA RETE DELL’ATTACCANTE, MA NON RIESCE A ROVESCIARE IL RISULTATO DELLA PARTITA DI ANDATA
Abbruscato firma la A del Lecce. Di Ruopolo il gol del pari, che non ha rovinato la festa pugliese. Per i giallorossi, 7ª promozione

FONTE: LArena.it


EUROPEI: La GERMANIA si sbarazza dell'AUSTRIA e va ai quarti, la POLONIA è battuta per la terza volta e va a casa. DONADONI fa pretattica, DOMENECH ha un'unica certezza: HENRY, VAN NISTELROOY assicura: l'OLANDA sarà leale. BRASILE: La stampa verdeoro non digerisce la sconfitta della squadra di DUNGA contro il PARAGUAY
- Germania ai quarti Poco gioco, tanto Ballack
Contro un'Austria desiderosa almeno di non sfigurare davanti al suo pubblico, i tedeschi passano con un 1-0 frutto di una prodezza del loro uomo più rappresentativo: gran punizione all'incrocio da 30 metri. Per il resto, poco spettacolo e parecchi errori

- Anche la Croazia-2 è super. Polonia, un mesto addio
Terza vittoria su tre partite per la nazionale allenata da Bilic, nonostante le numerose riserve schierate. E' di Klasnic il gol decisivo contro i polacchi, ma il risultato poteva essere più ampio

- Il c.t. nasconde Cassano "Ve lo dico solo domani"
Donadoni alla vigilia della sfida alla Francia: "Sappiamo cosa ci giochiamo, daremo tutto quello che abbiamo. Antonio? Ho deciso ma fino a domani c'è tempo per valutare tutto. Non ho ancora fatto i bagagli, c'è tempo..."

- Henry l'unica certezza della Francia anti Italia
Il c.t. dei Bleus Domenech ha provato due diverse soluzioni per la sfida decisiva con gli Azzurri. Vieira non ha recuperato, Thuram potrebbe lasciare il posto a Abidal, in cinque si giocano due maglie in mezzo al campo

- Van Nistelrooy: "Vinciamo"
L'attaccante destinato alla panchina: "Siamo un gruppo di gente leale. Sono contento di vedere che Cassano sta bene e può esprimere tutto il suo talento". Van Basten ha deciso: dentro Huntelaar in attacco, Melchiot e Heitinga in difesa. Chance dall'inizio pure per De Zeew e Van Persie

- "Vigliacco" e "Asino". Il Brasile processa Dunga
Stampa locale durissima con il c.t. della Seleçao dopo la sconfitta 2-0 in Paraguay. Le accuse: eccessivo difensivismo e incapacità di dare un gioco alla squadra. Non si salvano nemmeno i giocatori, riempiti di voti bassissimi nelle pagelle

FONTE: Gazzetta.it
Condividi questo articolo:
Vota su WikioFav This With TechnoratiSalva su SegnaloVota su Fai InformazioneVota su DiggitaFurl this pageSegnala su ziczac
Add To Del.icio.usCondividi su MeemiMixx This

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






Daniele VERDE commenta la doppietta contro l'AVELLINO

HELLAS VERONA 3-1 AVELLINO

Wallpapers gallery