ZEYTULAEV, CORRENT e BELLAVISTA raccomandano concentrazione massima. Continuano le polemiche sulla distribuzione dei biglietti.

Ilyas ZEYTULAEV un giocatore finalmente ritrovato: il migliore in campo anche Domenica scorsa contro la PRO PATRIA. Nicola CORRENT ed Antonio BELLAVISTA avvertono lasquadra gialloblù: mantenere la concentrazione al massimo e scendere in campo senza credere di poter difendere l'1 a 0 altrimenti è finita! PRO PATRIA-HELLAS VERONA: Biglietti esauriti anche allo stadio SPERONI dove ieri i tifosi scaligeri si sono presentati in gran numero. Marco MANCINELLI potrebbe non farcela per BUSTO, un bel problema visto che per quel ruolo rimangono COMAZZI e POLITTI. Riccardo PRISCIANTELLI a BERGAMO per convincere l'ATALANTA a lasciarci 'lo stregone' Karamoko CISSÈ. Lo stadio SPERONI esaurito in ogni ordine di posto 'grazie' sopratutto agli incredibili tifosi scaligeri che ieri hanno pacificamente assaltato i bigonci dello stadio di BUSTO ARSIZIO mentre continuano a montare le polemiche per come la Lega di C nella persona del 'paròn' MACALLI hanno gestito l'evento...
Lo stadio SPERONI esaurito in ogni ordine di posto 'grazie' sopratutto agli incredibili tifosi scaligeri che ieri hanno pacificamente assaltato i bigonci dello stadio di BUSTO ARSIZIO mentre continuano a montare le polemiche per come la Lega di C nella persona del 'paròn' MACALLI ha gestito l'evento...
- Pro Patria-Hellas, tutto esaurito
Il sito ufficiale della Pro Patria comunica che i biglietti per la gara in programma allo stadio Speroni domenica prossima con il Verona, valida per il ritorno playout del girone A della serie C1, sono tutti esauriti per qualsiasi settore. Una nuova, grande prova d’amore dei tifosi gialloblu.
Attraverso il sito ufficiale la Pro Patria comunica che i biglietti per la gara in programma allo stadio Speroni domenica prossima, valida per il ritorno playout del girone A della serie C1, sono tutti esauriti per qualsiasi settore. E’ del tutto verosimile che la maggior parte dei tagliandi (l’impianto di Busto Arsizio è omologato per 3.990 persone) siano finiti nelle mani di tifosi scaligeri. Fin da stamattina gruppi di sostenitori gialloblu, arrivati da Verona, hanno preso d’assedio la biglietteria dello stadio bustocco e si sarebbero accaparrati una grossa quantità di tagliandi messi a disposizione per settori diversi da quello ospite. Sembra che gli stessi abbonati della Pro Patria non abbiano potuto esercitare il diritto di prelazione, anche se non ci sono notizie ufficiali in merito.

A quattro giorni dalla partita, dunque, il piccolo stadio Speroni registra il tutto esaurito. Evento del tutto previsto e prevedibile, considerata l’imponenza numerica della tifoseria veronese e le modeste dimensioni dell’impianto lombardo. Resta ancora da capire, a questo punto, quanti tifosi veronesi si recheranno a Busto Arsizio pur non avendo il biglietto in tasca. Ricordiamo, per la cronaca, che domenica al Bentegodi i paganti sono stati 14.347. Cioè più di quelli registrati nelle altre tre partite in programma nel girone A per gli spareggi. In Foggia-Cremonese i paganti sono stati 7.449, in Foligno-Cittadella 3.303 e in Lecco-Paganese 1.901. Per un totale complessivo di 12.653 presenze, che fa circa 2.000 in meno di quelle contate per la sola gara Hellas Verona-Pro Patria. Dati che devono far riflettere.

Se anche solo un terzo degli spettatori presenti domenica scorsa al Bentegodi decidesse di partecipare alla trasferta di Busto, e nulla vieta che ciò accada, i tifosi veronesi da soli riempirebbero l’intero impianto bustocco. Si aspettano a questo punto chiarimenti (decisioni) da parte della Lega di Firenze, che gestisce direttamente tutti gli spareggi. Qualcosa bisognerà pur fare, visto che i numeri parlano da soli. A memoria d’uomo è la prima volta che si registra un tutto esaurito in serie C1, per una gara dei play out, a quattro giorni dall’inizio della partita. Allora è proprio vero. Fortunatamente per noi, e per il gioco del calcio, la parola amore ancora esiste. E i tifosi dell’Hellas, che non finiscono mai di sorprenderci, ne sono la prova provata.

- Hellas, biglietti esauriti in 30’
Sono andati esauriti in meno di mezzora i 600 biglietti messi a disposizione dei tifosi del Verona per la partita di ritorno con la Pro Patria. La gara, valida per i playout del girone A di C1, di gioca allo stadio Speroni di Busto Arsizio (capienza di 3.900 spettatori). Montano le polemiche dirette alla Lega di Macalli.

FONTE: CalcioPess.net


PRO PATRIA-HELLAS VERONA: Biglietti esauriti anche allo stadio SPERONI dove ieri i tifosi scaligeri si sono presentati in gran numero. Marco MANCINELLI potrebbe non farcela per BUSTO, un bel problema visto che per quel ruolo rimangono COMAZZI e POLITTI. Riccardo PRISCIANTELLI a BERGAMO per convincere l'ATALANTA a lasciarci 'lo stregone' Karamoko CISSÈ:
- PRO PATRIA-VERONA: BIGLIETTI ESAURITI IN OGNI SETTORE. ECCO LE FOTO DEI "BUTEI" IN CODA A BUSTO E POI CON IL SOSPIRATO BIGLIETTO IN MANO
Non si perdono mai d'animo. E così stamattina almeno 100 tifosi del Verona sono andati a Busto Arsizio per acquistare i biglietti della partita. Come testimoniano le foto che ci ha spedito Bresaola (Bresil) tanta pazienza e perseveranza alla fine è stata premiata (guarda il filmato con il cellulare). Intanto la società lombarda ha comunicato che i biglietti sono esauriti in ogni settore.

- VERSO BUSTO: MANCINELLI RECUPERO DIFFICILE, COMAZZI O POLITTI?
Dallo staff medico filtra poco o nulla; solo qualche smorfia, di evidente preoccupazione, per le condizioni di Marco Mancinelli. L'esterno gialloblù domenica scorsa è uscito a dieci minuti dalla fine dopo una partita perfetta a causa di un problema muscolare. Impossibile che Mancinelli sia al cento per cento per gara 2 contro la Pro Patria, difficile, anche, sia soltanto a disposizione.

Una tegola pesantissima per il tecnico Davide Pellegrini, che con Mancinelli a destra e Di Bari a sinistra (più Sibilano e Orfei centrali) aveva trovato l'equilibrio giusto alla difesa scaligera. E ora? Non arrivasse un recupero in extremis, con Gonnella ancora out e Morabito da tempo con il seggiolino prenotato in tribuna, Pellegrini avrebbe da scegliere solo tra Comazzi e Politti. Con il primo quasi sempre disastroso da laterale e il secondo che non vede il campo dalla disfatta interna con il Padova. Non una scelta facile.

- TUTTI IN FILA PER UN BIGLIETTO: RACCONTA LA TUA ESPERIENZA AL TGGIALLOBLU.IT

- L'INDISCRETO. PRISCIANTELLI IN MISSIONE A BERGAMO, OBIETTIVO TRATTENERE UN ALTRO ANNO CISSE'

FONTE: TGGialloblu.it

Nicola CORRENT ed Antonio BELLAVISTA avvertono lasquadra gialloblù: mantenere la concentrazione al massimo e scendere in campo senza credere di poter difendere l'1 a 0 altrimenti è finita!
- CORRENT E BELLAVISTA INVITANO I COMPAGNI A TENERE ALTA LA CONCENTRAZIONE
«Non abbassiamo la guardia». Il vantaggio ottenuto nel matche di andata è esiguo, e domenica i veronesi sono attesi da un’altra battaglia. Sarà importante cercare di andare in vantaggio.
Ieri pomeriggio i giocatori dell’Hellas sono usciti dagli spogliatoi del Bentegodi e sotto una fastidiosa pioggerella hanno come di consueto attraversato la strada per accedere all’antistadio. Ad attenderli una decina di persone vocianti, che non si curavano dei giocatori. Era in corso un’animata discussione sui biglietti per Busto Arsizio, bruciati in un’ora alle prime ore del mattino. Molti sono rimasti a bocca asciutta e non potranno accedere allo “Speroni”. Un tifoso ci racconta di come si sia presentato alle 6 del mattino ed abbia atteso sino alle 10 per comprare un tagliando. Esce capitan Orfei incuriosito, gli spieghiamo l’accaduto, lui sorride. L’attesa del grande giorno
non lo spaventa, ed è contento che la gente abbia risposto in questa maniera. Daniele Morante sbuca fuori con Comazzi, i due parlottano. Un signore lo ferma e gli dice «Guarda che per te domenica ho fatto una lacrimuccia». «Grazie», risponde Daniele, e se ne va.

La concentrazione dei gialloblù si legge negli occhi di tutti, e si ascolta nelle parole di Corrent e Bellavista. «In questa settimana lavoreremo con lo spirito della scorsa - spiega Nicola -, abbiamo vinto la primapartita e per quello che si è visto potevamo già chiudere la pratica. Due giorni dopo resta in noi la soddisfazione di esserci comportati bene, senza aver mai mollato la presa. Il risultato è arrivato grazie al gioco, la determinazione, la fiducia e l’umiltà. Guai ad abbassare la guardia ora». Corrent ha sfiorato anche il gol, con Anania ha un conto aperto. «I nostri inserimenti (suoi e di Garzon, ndr) si sono fatti sentire, io sto bene, è un bel momento, cerco di contribuire anche in avanti».

Antonio Bellavista lascia intendere lo spirito battagliero che gli pervade mente e gambe. «Nella gara d’andata dei playout abbiamo evidenziato uno spirito agguerrito, siamo arrivati all’appuntamento decisivo creando molto. Il rammarico per aver segnato solo un gol va messo da parte, l’1-0 è il risultato acquisito e ce lo teniamo stretto». A Busto Arsizio ci saranno seicento tifosi pronti ad incitare la squadra fino all’ultimo istante: «Se penso a domenica scorsa mi vengono ancora i brividi. Sapevo, venendo a Verona, di trovare una tifoseria accesa, ma bisogna provarla per capire quanto sia calorosa nei confronti della squadra». Domenica come andrà in campo l’Hellas? «Pensiamo a giocarcela, cercando una rete che garantirebbe maggior tranquillità. Domenica scorsa già dal riscaldamento si percepiva in noi la grinta di chi aveva il giusto approccio alla gara». Morante si è sbloccato. «Questo è un gruppo sano, Daniele ha faticato ad inserirsi nell’ambiente, ma i compagni non gliel’hanno mai fatto pesare». Pronostico? «Non lo faccio. Da quando sono arrivato ho portato rispetto per ogni avversario, ma con le qualità che abbiamo non dobbiamo temere nessuno. Noi siamo il Verona, andiamo in Lombardia, senza presunzione, per portare a casa la salvezza».

FONTE: DNews.eu

Ilyas ZEYTULAEV un giocatore finalmente ritrovato: il migliore in campo anche Domenica scorsa contro la PRO PATRIA...
- E l’Hellas si gode il vero Zeytulaev
L’uzbeco è felice: «Finalmente guarito. La salvezza? C’è da soffrire, ma ce la faremo». Già “bruciati” i 600 biglietti
E’ stato in forse fino a sabato. Poi domenica Pellegrini ha letto la formazione e c’era anche il suo nome. Ilyas Zeytulaev è stato uno degli oggetti misteriosi dell’Hellas fino a un mese fa. Ma ora è un giocatore trasformato. Anzi, un trascinatore. Perché se il Verona ha perso di misura a Manfredonia agguantando i play out e adesso ha battuto la Pro Patria nella prima puntata degli spareggi-salvezza, il merito è soprattutto suo. «Ho giocato stringendo i denti - spiega -, ma questa partita non me la volevo perdere per niente al mondo. Sto bene fisicamente, i medici mi hanno aiuto tantissimo. Ho passato un anno tormentato. Il mal di schiena non mi dava tregua. Ma ora la condizione generale è completamente cambiata. Certe volte mi sembra di volare. Sì, questo è il vero Zeytulaev, quello che, purtroppo, i tifosi hanno visto poco».

Uno sguardo anche alla gara di domenica a Busto Arsizio, piena di insidie. «Se pensiamo di avercela già fatta, beh facciamo un errore pazzesco - sbotta Zeytulaev -. Tuttavia non credo che il gruppo possa cadere in una trappola come questa, dopo tutto quello che abbiamo passato». Intanto ieri in meno di mezz’ora sono stati “bruciati” i 600 biglietti messi a disposizione dei tifosi gialloblù. Da oggi chi vuole il biglietto per Pro Patria-Verona deve recarsi a Busto Arsizio e dintorni (nei punti vendita della Ticket One), dove la vendita sarà libera. Alla ripresa degli allenamenti terapie per Gonnella (non ce la farà) e Mancinelli: per lui c’è una speranza concreta di recuperare in vista del ritorno play out in terra lombarda.

FONTE: Leggo.it




[OFFTOPIC]
Il MANCHESTER UNITED E' CAMPIONE D'EUROPA! Una partita infinita, a Cristiano RONALDO ha risposto Frank LAMPARD, poi due legni del CHELSEA, supplementari e rigori dove TERRY, capitano dei BLUES, sbaglia il rigore decisivo dopo l'errore compiuto da RONALDO... Poi ANELKA commette l'errore decisivo... Cose dell'altro mondo: assegnati alla tifoseria del FOLIGNO, che andrà a CITTADELLA per il ritorno PLAY-OFF, il doppio dei biglietti previsti per i veronesi che intendevano assistere a Gara 2 di PLAY-OUT allo stadio SPERONI di BUSTO ARSIZIO!!! Ora la Lega dovrebbe cortesemente spiegare il perchè di questa decisione visto e considerato che lo stadio padovano ha solo 73 posti in più di quello milanese e quindi non esistono motivi di 'spazio'... NAZIONALE OLIMPICA: Due lampi di GIOVINCO e la COSTA D'AVORIO è battuta. CALCIOMERCATO: AMAURI-JUVE è fatta! L'ALMERIA cede MELO alla FIORENTINA che al contempo accasa UJFALUSI all'ATLETICO MADRID. Non esistono trattative per vendere GILARDINO. FINALE COPPA ITALIA: Il pubblico di ROMA-INTER sarà permesso, forti rischi. GIRO D'ITALIA: In mezzo alla tempesta non cambia la classifica
Cose dell'altro mondo: assegnati alla tifoseria del FOLIGNO, che andrà a CITTADELLA per il ritorno PLAY-OFF, il doppio dei biglietti previsti per i veronesi che intendevano assistere a Gara 2 di PLAY-OUT allo stadio SPERONI di BUSTO ARSIZIO!!! Ora la Lega dovrebbe cortesemente spiegare il perchè di questa decisione visto e considerato che lo stadio padovano ha solo 73 posti in più di quello milanese e quindi non esistono motivi di 'spazio'...
- INCREDIBILE: AI TIFOSI DEL FOLIGNO A CITTADELLA LA LEGA RISERVA 1200 BIGLIETTI!
Incredibile ma vero: la Lega di serie C, presieduta dal ragionier Macalli continua a stupire. Per la gara di play-off tra Cittadella e Foligno, infatti, ai tifosi ospiti sono stati riservati 1200 biglietti, come riportava ieri un'agenzia Ansa. Il doppio rispetto a quelli riservati ai tifosi del Verona per la gara di ritorno dei play-out che ieri in poco meno di mezz'ora hanno "bruciato" l'intera scorta.

Lo stadio di Cittadella, come capienza è di poco superiore a quello di Busto Arsizio. Secondo i dati ufficiali della società il "Blasone" può tenere fino a 3990 spettatori, mentre il Tombolato di Cittadella raggiunge la capienza di 4063 spettatori, cioè appena 73 spettatori in più. Perchè dunque alla tifoseria di Foligno sono stati assegnati il doppio dei tagliandi rispetto ai veronesi? E' ora che il ragionier Macalli e la sua disorganizzata Lega di serie C inizino a dare risposte concrete e convincenti, per un comportamento che è sempre più discriminatorio nei confronti del Verona e dei suoi tifosi.

FONTE: TGGialloblu.it


Il MANCHESTER UNITED E' CAMPIONE D'EUROPA! Una partita infinita, a Cristiano RONALDO ha risposto Frank LAMPARD, poi due legni del CHELSEA, supplementari e rigori dove TERRY, capitano dei BLUES, sbaglia il rigore decisivo dopo l'errore compiuto da RONALDO... Poi ANELKA commette l'errore decisivo...NAZIONALE OLIMPICA: Due lampi di GIOVINCO e la COSTA D'AVORIO è battuta. CALCIOMERCATO: AMAURI-JUVE è fatta! L'ALMERIA cede MELO alla FIORENTINA che al contempo accasa UJFALUSI all'ATLETICO MADRID. Non esistono trattative per vendere GILARDINO. FINALE COPPA ITALIA: Il pubblico di ROMA-INTER sarà permesso, forti rischi. GIRO D'ITALIA: In mezzo alla tempesta non cambia la classifica...
- MANCHESTER CAMPIONE!
Finale di Champions bloccata sul pari dopo 120'. Al 26' vantaggio dello United con Cristiano Ronaldo, al 45' pareggio di Lampard. I supplementari non dedidono e il titolo viene assegnato ai rigori. Sbaglia Ronaldo per il Manchester, Terry e Anelka per il Chelsea : i Red Devils vincono 7-6

- Olimpica, ci pensa Giovinco
Con una doppietta nella ripresa, il gioiellino della Juventus regola la Costa d'Avorio nel primo appuntamento del Torneo di Tolone. Convincente la prova degli azzurrini. Bassi para un rigore a Cisse

- I procuratori di Amauri "Alla Juve tra pochi giorni"
Vittorio e Mariano Grimaldi si sono incontrati con Blanc e Secco per definire il passaggio dell'attaccante in bianconero. L'esito è stato positivo: "Mancano alcuni dettagli, ma la firma dovrebbe arrivare nella prossima settimana". Anche la trattativa col Palermo è a buon punto

- Fiorentina, arriva Melo. Galliani frena su Gila
L'Almeria annuncia la cessione del 25enne brasiliano ai viola. Ujfalusi firma con l'Atletico Madrid. L'ad del Milan: "Non c'è nessuna trattativa per la cessione di Gilardino"

- Roma-Inter con il pubblico. Ma il rischio è "massimo"
Dopo la riunione di oggi dell'Osservatorio, è stato confermato l'orario della finale di coppa Italia di sabato alle 21. Le misure di sicurezza saranno rafforzate per evitare scontri fra le due tifoserie

- Bertolini: "Per me e Gibo". Visconti: "Giù a 60 all'ora"
Pioggia, attacchi e cadute, ma nessuno sconquasso in classifica. La Diquigiovanni incassa il lavoro di un anno: "Ci siamo allenati solo ed esclusivamente per il Giro" rivela il vincitore. La maglia rosa ruzzola, ma non ha riportato fratture e sarà regolarmente al via

FONTE: Gazzetta.it

Vota questo articolo:Add to Technorati FavoritesAdd to Mixx!Votami su StumbleUpon

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaBenevento Romulo

#VeronaBenevento highlights


Wallpapers gallery