Gli eroi dello scudetto: tutti criticano e nessuno fa niente! Intanto CAMPEDELLI stilizzato con una scala sul petto...

Gli eroi dello scudetto: tutti criticano e nessuno fa niente! Intanto CAMPEDELLI stilizzato con una scala sul petto... Ieri sera a PALLA LUNGA E... PEDALARE erano ospiti BAGNOLI, MASCETTI, VOLPATI, FONTOLAN e SACCHETTI ma hanno telefonato in trasmissione anche TRICELLA, ELKJAER e BRUNI: la morale è sempre quella, servono progetti e gente che ha voglia di 'sacrificarsi' per la nostra maglia! Se mi è concessa una piccola vena polemica, come ebbi a dire qualche tempo fa a proposito di un'intervista radiofonica di DI GENNARO, tutto bello quello che questi signori dicono e d'altra parte l'amore nei loro confronti di noi tifosi non può che essere immenso ma... Perchè invece di parlare solamente questi signori, che a parole hano tanta voglia di fare, non si associano in una cordata e tirano fuori i soldi visto che le competenze non si discutono e potrebbero aggregare intorno a se ingenti capitali? Boh... Forse ragionerò in maniera troppo semplicistica! Capitan ORFEI ringrazia ancora una volta i magnifici tifosi scaligeri (fra l'altro, quando digo scaligeri, intendo scaligeri cioè dell'HELLAS anca se L'Arena la mete sul giòrnàl i disegneti con CAMPEDELLI in tenuta da cavalier co' 'na scala che NON C'ENTRA 'N CASSO sul pèto... Ma'ndemo avanti valà...) CESSIONE SOCIETÀ: ANDREOLI sente il bisogno di indire l'ennesima conferenza stampa per spiegare come mai ha deciso di non fare più offerte: io rimango sempre dell'opinione che uno che vuole comprare sgancia i soldi e compra invece di continuare a parlare! Stasera sòn invelenà... Davide PELLEGRINI: Missione compiuta! Ora aspetto news dalla società e rimango a disposizione... Alessio STAMILLA: Dipendesse da me proseguirei qui a VERONA ma il mio cartellino è del PIACENZA, cercherò di vedere se ci sono margini per proseguire la mia avventura gialloblù. Oggi pomeriggio partitella a campo ridotto per l'HELLAS VERONA, in porta due specialisti: BELLAVISTA e STAMILLA! Antonio BELLAVISTA ed il giovane GIRALDI ospiti a 'PASTREN-GOTO'
Davide PELLEGRINI: Missione compiuta! Ora aspetto news dalla società e rimango a disposizione... Alessio STAMILLA: Dipendesse da me proseguirei qui a VERONA ma il mio cartellino è del PIACENZA, cercherò di vedere se ci sono margini per proseguire la mia avventura gialloblù. Oggi pomeriggio partitella a campo ridotto per l'HELLAS VERONA, in porta due specialisti: BELLAVISTA e STAMILLA! Antonio BELLAVISTA ed il giovane GIRALDI ospiti a 'PASTREN-GOTO'...
- Pellegrini: "Portato a termine il nostro compito"
"Penso che la società abbia cominciato a fare dei progetti già da lunedì"
Sono ripresi gli allenamenti, ed il tecnico Davide Pellegrini ha rilasciato alcune dichiarazioni agli organi d’informazione. Il termine della stagione è coinciso con una salvezza quasi insperata, almeno fino a qualche tempo fa: "A distanza di qualche giorno, mi viene ancora in mente che con la Pro Patria abbiamo ottenuto un risultato davvero importante. La squadra ha lottato e sofferto fino all’ultimo istante, centrando l’obiettivo. Per quanto mi riguarda ho ancora altri anni di contratto, resto a disposizione come lo sono sempre stato."

Ora il sodalizio di Corte Pancaldo deve guardare avanti: "Penso che la società abbia cominciato a fare dei progetti già da lunedì. Dal canto nostro, il compito che ci era stato chiesto è stato portato a termine. Il direttore parlerà con i ragazzi e metterà in chiaro quali sono le prospettive. Io e lo staff tecnico abbiamo preso una formazione ultima in classifica, conducendola alla permanenza in questa categoria."

- Stamilla: "Verona me la porterò nel cuore"
"Il mio cartellino è del Piacenza, se potessi cambiare questa sarebbe la prima scelta"
Arrivato in gialloblù nel mercato di gennaio, è stato uno dei protagonisti della scalata verso la salvezza. Alla ripresa degli allenamenti, Alessio Stamilla ha incontrato i giornalisti presso lo stadio "Bentegodi". Dopo la doppia sfida con la Pro Patria, la società scaligera pensa già al futuro: "E’ giusto parlare dell’avvenire, bisogna fare un’annata diversa da quella appena terminata. In cinque mesi ho pianto due volte, entrambe per l’Hellas. Tutto ciò a testimonianza del legame instaurato con città e squadra."

L’attaccante di proprietà del Piacenza non scoderà mai il supporto della tifoseria: "I sostenitori gialloblù mi hanno colpito più di qualsiasi altra cosa, Verona è una piazza che mi porterò nel cuore. Questi sono gli ultimi giorni di lavoro, con un gruppo che non cambierei con nessun’altro. Avere dei veri uomini a comporre lo spogliatoio è davvero importante." Superato il grave infortunio che l’ha colpito, Stamilla ha dato dimostrazione del proprio valore: "La mia intenzione è quella di provare a parlare per restare qui, il mio cartellino è della società emiliana, ma se potessi cambiare questa sarebbe senza dubbio la prima scelta."

- Giovedì pomeriggio partitella a campo ridotto
Tra i pali due portieri d’eccezione: Alessio Stamilla ed Antonio Bellavista

- Bellavista e Giraldi alla cena sociale di "Pastren-goto"
Un’occasione per i giocatori scaligeri di testare con mano l’attaccamento dei tifosi alla squadra

FONTE: HellasVerona.it


Ieri sera a PALLA LUNGA E... PEDALARE erano ospiti BAGNOLI, MASCETTI, VOLPATI, FONTOLAN e SACCHETTI ma hanno telefonato in trasmissione anche TRICELLA, ELKJAER e BRUNI: la morale è sempre quella, servono progetti e gente che ha voglia di 'sacrificarsi' per la nostra maglia! Se mi è concessa una piccola vena polemica, come ebbi a dire qualche tempo fa a proposito di un'intervista radiofonica di DI GENNARO, tutto bello quello che questi signori dicono e d'altra parte l'amore nei loro confronti di noi tifosi non può che essere immenso ma... Perchè invece di parlare solamente questi signori, che a parole hano tanta voglia di fare, non si associano in una cordata e tirano fuori i soldi visto che le competenze non si discutono e potrebbero aggregare intorno a se ingenti capitali? Boh... Forse ragionerò in maniera troppo semplicistica! Capitan ORFEI ringrazia ancora una volta i magnifici tifosi scaligeri (fra l'altro, quando digo scaligeri, intendo scaligeri cioè dell'HELLAS anca se L'Arena la mete sul giòrnàl i disegneti con CAMPEDELLI in tenuta da cavalier co' 'na scala che NON C'ENTRA 'N CASSO sul pèto... Ma'ndemo avanti valà...) CESSIONE SOCIETÀ: ANDREOLI sente il bisogno di indire l'ennesima conferenza stampa per spiegare come mai ha deciso di non fare più offerte: io rimango sempre dell'opinione che uno che vuole comprare sgancia i soldi e compra invece di continuare a parlare! Stasera sòn invelenà... AH AH AH!!!
- QUELLI DEL TRICOLORE.
DA BAGNOLI A MASCETTI, DA FONTOLAN A TRICELLA: I CONSIGLI DI ALCUNI PROTAGONISTI DELLO SCUDETTO DELL’HELLAS
«Pensate alla storia gialloblù». L’amarezza di Sacchetti «Non ho visto un progetto» Volpati applaude Pellegrini «Un grande, come Maddè»
Si sono ritrovati ancora una volta a Verona, ventitrè anni dopo il tricolore gialloblù. Non solo per ricordare la felicità di quello scudetto ma per parlare della realtà sportiva veronese di adesso, della promozione del Chievo, della salvezza del Verona, della fusione. Non hanno l’aria di professori che vogliono salire in cattedra ma di vecchi amici pronti a dare un consiglio per aiutare la squadra che amano ancora adesso. Ieri sera Osvaldo Bagnoli, Ciccio Mascetti, Domenico Volpati, Silvano Fontolan e Gigi Sacchetti hanno partecipato alla trasmissione «Palla lunga e... pedalare», la trasmissione condotta da Raffaele Tomelleri in onda su Tele Arena. Sono intervenuti telefonicamente anche Roberto Tricella, Preben Larsen Elkjaer e Luciano Bruni, un tuffo nel passato gialloblù.

«La storia del Verona deve insegnare qualcosa - ha detto Volpati - lo ripeto da tempo. Alcuni ci chiedono di stare vicini a questa squadra ma vedo pochi ex in società, tra i dirigenti, tra gli allenatori. Non dico giocatori degli anni Ottanta, quelli dei nostri tempi, ma anche altri personaggi che vogliono bene a questi colori. Vanno in cerca degli ex quando le cose vanno male. Avete visto cos’è successo quest’anno? Hanno passato la patata bollente a Davide Pellegrini e lui ha portato la squadra alla salvezza, senza pensare a soldi, a contratti, a futuro. L’ha fatto per passione, perchè è attaccato a questa maglia. Nei momenti di difficoltà i valori fanno la differenza. Pellegrini è stato un grande, come Sergio Maddè. Anche lui è stato chiamato due volte per salvare l’Hellas, anche lui ha centrato l’impresa e poi è stato messo da parte».

Molto critico Gigi Sacchetti. «Una stagione ad incubo - ammette - la squadra è sempre stata nelle ultime posizioni e solo un sussulto d’orgoglio nelle ultime giornate ha portato alla salvezza. Brucia vedere il Verona ridotto così ma in questo calcio non si va da nessuna parte senza piani concreti. In un anno hanno cambiato quattro allenatori e tre direttori sportivi, non s’è mai visto lo straccio di un progetto. Cosa abbiamo visto di sano in questi ultimi anni? Niente di niente. Domenica qualcuno ha detto che ha provato le stesse emozioni dell’anno dello scudetto, serve rispetto anche per la storia, per le imprese di quel Verona. Nell’85 siamo stati i migliori di tutti, siamo andati in Europa, adesso l’Hellas è sul baratro della C2, non è la stessa cosa».

Pensa al passato gialloblù anche Roberto Tricella. «Difficile fare peggio di così - afferma l’ex capitano - abbiamo sofferto tantissimo, adesso bisogna ripartire. Il primo tassello dev’essere proprio Davide Pellegrini, ha fatto benissimo per il Verona ed è legato a questi colori perchè ha indossato la maglia dell’Hellas e sa quanta passione c’è in questa città». «Vivo poco la realtà di Verona - aggiunge Fontolan - ma seguo la squadra sui giornali, in tv. Certe scelte non le ho proprio capite, le sconfitte hanno reso tutto più amaro».

«Ma quando ho visto su Internet che il Verona si era salvato all’ultimo minuto - ammette Elkjaer - mi sono venute le lacrime agli occhi».
Adesso si riparte, si potrebbe ripartire con Previdi. «Ho sentito la sua intervista dopo la salvezza - ha detto Mascetti - ha detto cose giuste, serve un progetto chiaro. Il mio ritorno in società? Sono stato messo in mezzo tante volte. In un’occasione non si sono verificate le condizioni che avevamo previsto, in un’altra non mi andava la compagnia, diciamo che non volevo fare la figura del fantoccio».

- ORGOGLIO DI CAPITANO.
IL DIFENSORE GIALLOBLÙ ESALTA ANCHE IL LAVORO DI DAVIDE PELLEGRINI. «UN ALLENATORE SERIO E PREPARATO, UNA PERSONA SERIA»
Orfei ringrazia i tifosi «Sono stati grandi»

- La cessione non si farà, la verità di Andreoli





[OFFTOPIC]
Un bell'affresco su José Guimares DIRCEU che fu un brasiliano vero! Non un William DA SILVA qualsiasi per intenderci... NAZIONALE: DONADONI cerca di tenere alla larga le notizie da RADIOMERCATO, c'è un EUROPEO da giocare! (e possibilmente vincere). CALCIOMERCATO: MOURINHO triennale da 9.000.000 di euro netti a stagione con l'INTER che compete col MILAN per accapparrarsi ETO'O e cerca insistentemente anche LAMPARD del CHELSEA mentre i blues guardano ad ANCELOTTI come possibile guida per la prossima stagione; nel frattempo Alberto GILARDINO è passato ufficialmente alla FIORENTINA di DALLA VALLE... VELA: Impresa del navigatore solitario SOLDINI. TENNIS: Torneo del ROLAND GARROS. GIRO D'ITALIA: Tappa 17 che sconfina in SVIZZERA...
Un bell'affresco su José Guimarães DIRCEU che fu un brasiliano vero! Non un William DA SILVA qualsiasi per intenderci...
- Dirceu, zingaro del calcio
Sinistro saettante, 3 mondiali col Brasile e un nomadismo incessante che lo portò in Italia nel 1982. Ricordo in bianco e nero di un campione atipico

FONTE: IlManifesto.it


NAZIONALE: DONADONI cerca di tenere alla larga le notizie da RADIOMERCATO, c'è un EUROPEO da giocare! (e possibilmente vincere). CALCIOMERCATO: MOURINHO triennale da 9.000.000 di euro netti a stagione con l'INTER che compete col MILAN per accapparrarsi ETO'O e cerca insistentemente anche LAMPARD del CHELSEA mentre i blues guardano ad ANCELOTTI come possibile guida per la prossima stagione; nel frattempo Alberto GILARDINO è passato ufficialmente alla FIORENTINA di DALLA VALLE... VELA: Impresa del navigatore solitario SOLDINI. TENNIS: Torneo del ROLAND GARROS. GIRO D'ITALIA: Tappa 17 che sconfina in SVIZZERA...
- NAZIONALE.
IL COMMISSARIO TECNICO CERCA DI PRESERVARE L’AMBIENTE DALLE VOCI SULLA CAMPAGNA TRASFERIMENTI
Donadoni spegne radio mercato. Dalla lista per gli Europei «tagliato» Montolivo «Ma non deve sentirsi il Calimero azzurro»

- IL DOPO MANCINI.
UN ACCORDO TRIENNALE DA NOVE MILIONI DI EURO NETTI A STAGIONE PER LA NUOVA GUIDA SCELTA DA MORATTI
Ecco com’è l’Inter di Mourinho. Sfida al Milan per Etòo e obiettivo su Lampard Il Chelsea su Ancelotti Gilardino alla Fiorentina

- VELA. IN 16 GIORNI
Soldini vince la traversata oceanica in solitario

- TENNIS. AL ROLAND GARROS OK LA PENNETTA
Esordio amaro per Potito Starace

- GIRO D’ITALIA/ 17ª TAPPA.
LA CORSA SCONFINA A LUGANO E LA VOLATA SORRIDE AGLI UOMINI DELLA HIG ROAD IN UNA VOLATA DA LIBRO CUORE
In Svizzera è un trionfo anglo-tedesco. Cavendish si limita a controllare Bennati e lascia vincere il compagno Greipel Maglia rosa sempre sulle spalle di Contador

FONTE: LArena.it

Vota questo articolo:Add to Technorati FavoritesAdd to Mixx!Votami su StumbleUpon

0 commenti:

Posta un commento

Libreria HELLAS! La storia gialloblù da leggere (e conservare)

Sito stùfo? ...Ma proprio sgionfo? Bon! lora rilàsate n'attimo co' 'stì zugheti da bar dei bèi tempi: ghè PACMAN, ghè SPACE INVADERS, ghè SUPER MARIO BROS e tanti altri! Bòn divertimento ;o)

Il guestbook B/=\S: Lascia un messaggio !!!






#VeronaMilan Caracciolo

#VeronaMilan Bessa


Wallpapers gallery